05 November 2007

Il ruggito del Topo e lo squittìo della Tigre


Tora tora tora. Che in giapponese vuole dire Tigre tigre tigre. Abbiamo un ministro dell'interno che sembra uscito dal torsolo di una pera a mo' di bruco, ma che è feroce come un topo. Solo gli ossimori possono descrivercelo per assurdità e per perfidia dimostrata. Quando fu presidente del Consiglio di uno di quegli strani governi tecnici della Prima Repubblica, ci rosicchiò con avidità il 6 per mille di tutti i nostri risparmi sui libretti e conti correnti, dopo averli fatti fotografare come un Big Brother sovietico. Sua nonna, emigrata in USA, portava un fazzoletto da "siculo-pakistana" e non aveva bisogno, a detta sua, di imparare l'Inglese per integrarsi. Ergo, gli immigrati non hanno alcuna necessità di apprendere la lingua Italiana. Del resto, secondo il suo sottil-pensiero, gli Italiani non esistono. Poichè, come ha scritto sulla rivista Reset, sono il frutto di tante "tessere" che sono la risultante di altrettante scorribande e invasioni subite. Quindi, rassegnamoci di buon grado a quelle prossime venture e a quella che lui ha battezzato come la futura "contaminazione culturale positiva". Ma il Topo Sapiens ha dimenticato un importante sillogismo aristotelico: se gli Italiani non esistono, ergo se ne deduce che io come ministro degli Interni non posso esistere, poiché anche la Repubblica Italica è un' astrazione. Coerenza vorrebbe, allora, che si dimettesse, ma figurarsi...
E ha pure dimenticato che ben prima che lui si nutrisse di formaggio-grana (inteso come denaro, dato che è della specie Rattus Economicus), tutti i popoli subirono scorribande e invasioni. Ma ciò non impedì la nascita delle nazioni con tanto di confini. Ovviamente prima che arrivasse il trattato di Schengen a scompigliarli per dirci che siamo tutti fratelli e sorelle dello stesso globo terracqueo.


L'Amaro Giuliano ha una sua fissa, anzi un "topos" ricorrente: la Tigre. "Dobbiamo impedire che si svegli la Tigre della Reazione", va declamando per ogni dove. Vede tigri "maoiste" dappertutto. Ricordate la parabola di Mao-tze-Tung sull'imperialismo americano "tigre di carta"? .

Non potendo egli essere Tigre per stazza e per verso emesso, che fa? Ne assume il ruggito. Allora se il topo ruggisce e da Topo Sapiens diviene Topo Rugens che vuol dire? che la tigre automaticamente si addomestica dentro una trappola per topi.


Così l'Amaro Giuliano si gonfia e scalda i muscoli copiando il suo quasi omonimo per cognome: Rudy Giuliani e predicando la "tolleranza zero". Contro chi? Contro i lavavetri. Ma vai a farti lavare il parabrezza della tua auto blindata blu! - viene voglia di dirgli.

L'indomani dell'ultimo delitto multikulti a Tor di Quinto, lui pareva preoccupato, non già di ovviare al pericolo immigrazioni incontrollate, stupri etnici e altre efferatezze. Nooo! La sua dichiarazione ufficiale è stata invece: " Dobbiamo impedire che questa tigre terribile che è la rabbia xenofoba, la bestia razzista, esca dalla gabbia". E con questa se ne è sgusciato furtivamente ai funerali dell'ennesima vittima dei delitti multiculturali plurimi, a portare le sue condoglianze al marito, il capitano Gumiero. E' stato il bacio del Topo Iscariota.
E così, siamo giunti al Top dei suoi scellerati "topics" di Topo Malefico.

Off Topic: la Tigre per il momento si limita solo a squittire. In seguito si vedrà...
(il corsivo è di Nessie)

72 comments:

Massimo said...

Intanto una buona notizia: la CdL il decreto "così com'è" non lo vota. E la sinistra, che già deve fare i conti con il mal di pancia della sua ala estrema, dovrà decidere se fare un passo verso il bipartisan (e farsi votare contro dai suoi stessi ministri estremisti) oppure se passare per mollacciona recuperando i voti di questi.

Messaggio said...

Ha Ha, se vi interessa su il Camper InVisigoth sta sbertucciando i sinistri troll,che stanno facendo una figura di... ha ha ha.

Occidentale said...

Cara Nessie,
dopo lungo tempo provo a tornare dal confino cui mi destinò Telecom e i suoi disservizi.Rispondo a questo tuo scritto ma vorrei dire due parole su quello precedente, relativo a quell'uccello del malaugurio che usurpa la poltrona di Ministro.Mi riferisco a Ferrero.Ma andiamo per ordine.Concordo pienamente su quanto dici a proposito del topesco ministro dell'Interno:doveva sparire con la prima Repubblica ma sappiamo tutti che in caso di disastro nucleare topi ed insetti hanno la più alta probabilità di sopravvivenza.Circa il ministro Ferrero, ho scoperto una cosa interessante sul suo cursus honorum(si fa per dire).Dopo aver fatto le elementari e le medie, si è iscritto all'ITIS e lì si è fermato.Per citare le sue parole "è meglio non generalizzare" e certamente dall'ITIS sono uscite tante ottime persone.Non è il suo caso.Lui ha diviso schizofrenicamente i diritti dai doveri:gli italiani hanno solo doveri, come pagare le tasse le multe e non essere xenofobi o razzisti.Alla feccia che ci viene dalla Romania o dall'Albania-per stessa ammissione dei governanti di quei paesi- e che è pronta ad ammazzare per 15 euro non avendo nulla ma proprio nulla da perdere, vanno i diritti e tutta la comprensione umanitaria del più imbecille e pernicioso ministro nella storia dell'umanità.Un saluto da Occidentale presto fast blogger...

nuovopatriota said...

Altro post esemplare, Nessie. Profondo e sarcastico. Sai che tutti questi aneddoti su Ama(odia)to non li conoscevo? certo, calzano a pennello con la sua indole, le caratteristiche. Ottima l'analogia con il topo: ognuno di noi, somaticamente, somiglia a qualche animale. Il suo è inequivocabile.
Onestamente mi aspettavo il post sulle 'femministe' che mi avevi promesso.. ma questo è encomiabile comunque!
Però non sei riuscita a farmi disprezzare Ama(odia)to quanto Ferrero: apprezzo il tentativo..
;)

+nuovopatriota+
[italia agli italiani! bula bula nella foresta!]

Orpheus said...

Nessie, fantastico questo tuo ritratto del dottor Sottile. Ci hai preso alla grande.
Purtroppo Amato, rappresenta quella sinistra che non ha spina dorsale, maneggiona e in egual misura avida di potere.
Questa gente stà portando l'Italia alla rovina...
Quello che proprio non capisco, é come facciano a svendere in modo così sbracato il nostro paese. Va bene il desiderio di potere e quattrini, ma un briciolo di amor di patria, proprio non ce l'hanno?
E come non se ne accorgono i "coglioni" che votano questa sinistra?
Non pensano al paese che si ritroveranno i loro figli e nipoti?
Ma anche che ci ritroveremo noi, se questi non cadono in fretta?
Io sono sbalordita, nemmeno nelle mie previsioni più fosche, mi sarei aspettato tanto dalla sinistra al governo.
A parte le tasse, é tutto il resto che mi spaventa, l'invasione degli immigrati, il desiderio di cancellare le nostre radici, la lotta senza quartiere alla chiesa e ai suoi valori, nemmeno giustificata dal desiderio di uno stato laico, visto che questo governo é in combutta con l'Ucoii e quindi con il fondamentalismo religioso.
Ogni singolo atto di questo governo sembra essere stato studiato per nuocere a noi e alla nostra economia.
Credimi Nessie sono veramente demoralizzata, non c'è giorno che non desidero andarmente da questo paese, che non sento più mio.
Ciao Mary

nuovopatriota said...

Uff.. avevo appena lasciato un commento. E qualcuno se lo è mangiato, temo.
Riproviamo: altro post apprezzato e sarcastico, Nessie. Sai che tutti questi aneddoti su Ama(odia)to non li conoscevo? Ottimo il richiamo caricaturale con il topo; direi persino perfetto! è davvero un ratto fisicamente e mentalmente! Mi attendevo il post sulle 'femministe' che avevi accennato. Ma tant'è: anche questo è encomiabile. Però non sei riuscita nel tuo intento, quello di farmi prediligere Ama(odia)to quanto Ferrero. Apprezzo però lo sforzo!
;)

+nuovopatriota+
[italia agli italiani! bula bula nella foresta!]

marnie4 said...

Nessie,
la sapevi l’ultima? Eccola.
“Le espulsioni di cittadini comunitari sono possibili esclusivamente su base individuale e con motivazioni circostanziate, quelle di gruppo sono "vietate". Lo hanno detto a chiare lettere Johannes Laitenberger, portavoce della Commissione europea, e Friso Roscam-Abbing, portavoce del commissario alla Giustizia, alla Libertà e alla Sicurezza Franco Frattini”!!!!
Così sul Giornale in rete.
Vogliono le espulsioni col conta gocce.
Di questo passo ci vorrebbe un secolo per mandare via tutti i delin quenti.
Ergo, ce li dobbiamo tenere. Punto e basta.
E' sempre l'U.E.che deve dirigere le nostre faccende interne, preoccupandosi dei cittadini comuitari vivi delinquenti.
Dei nosri morti, Frattini in prima linea, non gliene importa niente.
Si va sempre di male in peggio.
Marnie

Nessie said...

OHhh! Che bella sorpresa, caro Occidentale. Intanto vorrei dirti che è stato davvero magistrale quella tua trovata secondo cui, in caso di disastro nucleare, sopravvivono solo topi e insetti: e infatti abbiamo avuto Topo 1 della prima Repubblica e Topo 2 (la vendetta) con la seconda. Poi voglio anche dirti di Ferrero, ma lo rimando come risposta a Patriota. Intanto ti slauto e spero che ti doterai di mezzi meno "sovietici" della Telecom :-)

Nessie said...

Sì Mary, sono demoralizzata anch'io. Per questo mi sono buttata su un ritrattino satirico che sa un po' di vignetta forattiniana. Perché come annunci su Orpheus, ogni tanto è bene riderci anche un po' su sennò a forza di travaso di bile schiatteremo in fretta. Due cose sul laicismo de sinistra. In realtà è una parola-chiave per nascondere l'ateismo. Ovvero ogni messa al bando del sacro. E se scristianizzi la società è evidente che non ti poni il problema di come sostituirla. La natura detersta la tabula rasa e dove tagli l'erba poi ricresce. Così anche la società. Azzerando ogni residuo di sacro, è evidente che questo poi viene rimpiazzato da altre forme: fattucchiere, maghe, chiromanti, sette religiose, sette demoniache ecc. E in questo mercato delle vacche, è ovvio che venga avanti l'islam e i suoi "fedeli ad oltranza" il cui motto è: "Porteremo Dio nella Terra senza DIO". E così i nostri laicisti-comunisti-socialisti-radicali (leggi: atei) saranno tutti accontentati.

siro said...

Forte, ho riso per mezz'ora :-D
Ovviamente Amato bluffa, si è perfettamente accodato allo stile di questi ultimi scampoli di governo Prodi: cercare di accontentare un po' tutti, dire una roba e poi immediatamente il contrario, ché così non si scontenta nessuno, non sia mai che Turigliatto e Manzione ci facciano cadere...
E' uno spettacolo penoso ma altresì divertente.

Nessie said...

Patriota, il tuo post è rimasto nella moderazione dei commenti perché ero occupata e sono stata lontana dal pc.
Due parole sulla sgomentevole coppia Amato-Ferrero, entrambi firmatari di una legge che ci porterà alla rovina. Ma poi, ci siamo già quasi alla rovina...
Capisco la riluttanza su quel minus habens di Ferrero, a cui vorresti dare il primato assoluto e che oltretutto assomiglia lui a un "primate", il cui sguardo esprime una fissa vacuità.
Ma costui appartiene ad un partito che verrà cancellato dalla storia e dovranno nascondere con vergogna quel simbolo perché verrà perseguito anche all'interno della Ue, esattamente come si fa con la svastica.
Il Topo Sapiens, invece, è una vecchia puttana in svendita che è passato, indenne, sotto tutti i terremoti: quando c'era Tangentopoli e il suo partito andò in rovina, molto socialisti furono inquisiti, ma a lui andò liscia. Qualche mese dopo, fu premier di un governo "tecnico" e si riciclò come esperto "super partes". Frattanto erose i nostri conti correnti, libretti di deposito bancario e perfino i libretti postali alle vecchiette pensionate col 10 per mille: una vera rapina a mano armata, del tutto incostituzionale, giustificata come risanamento del debito pubblico. Si era, se non erro, nel 93-94.
Per meglio ricostruirsi una verginità post-socialista non andò nemmeno al funerale di Bettino Craxi ad Hammamet. Un gesto maramaldesco, disumano e vergognoso, visto che a quel partito deve tutta la sua carriera. Ma questo, è tipico dei topi della stiva quando affondano le navi: si defilano e fuggono a zampe levate.
E' un docente dell'università Bocconi, e ovviamente si tiene il posto in aspettativa, per quando sarà finita la pacchia della sua carriera politica. Quando affondò la casa socialista, fece alleanza proprio con quei carnefici che ne causarono la disfatta: i comunisti. Un gesto codardo e collaborazionista. Quei comunisti che per l'occasione si chiamarono, prima PDS, poi DS e ora PD. Con D'Alema mise in piedi la fondazione Italiani-Europei, potente centro studi e lobby economica e politica. Il motivo per cui detesto di più l'Amaro Giuliano (inteso come purgante) piuttosto che un deficiente come Ferrero, è presto detto: è intelligente quanto perfido. Di una perfidia quasi superiore alla sua smodata ambizione e sete di potere. Che non è poca cosa. Ciao.

marnie4 said...

Nessie,
ti do un saggio di ciò che i ns connazionali, anche di sinistra, scrivono all’ambasciata rumena in Italia:
Nume: luigi 2007-11-05 00:23:42

Subiect: avviso
è meglio che il vostro presidente abbia un lavoro ONESTO chè si possa mantenere quando - per nostra disgrazia - quel coglione di Prodi lo farà entrare in Italia !!!il presidente rumeno si dichiara preoccupato delle violenze subite dai \"cittadini rumeni\" che ci ha rovesciato come secchi di letame da anni con sua grande gioia ... stia preoccupato per lui ... questo è ancora niente ...credi di prenderci tutti per il culo pezzo di merda ?un cittadino italiano di centrosinistra futuro votante PD"
Ci sono messaggi di tanti italiani molto incavolati.
Marnie

Nessie said...

PS: un'ultima cosa e poi completo il quadro. Ha costituito una Consulta islamica con dentro l'UCOII a cui ha finto di far firmare una cosiddetta carta dei valori sul rispetto per le donne, il divieto di poligamia e altre bellurie. Questi non firmarono la carta, ma lui da Gran Riccardo Cuor di Topo, li ha tenuti dentro la Consulta, invece di cacciarli fuori a pedate. Penso che possa bastare.

Nessie said...

Marnie, no non la sapevo nei dettagli, ma me l'immaginavo. Rastrellarli con le ruspe eppoi caricarli su un treno o bus, sarebbe stato considerato unpolitically correct. Qua vogliono che a soccombere siamo noi. Amato, poi, su cui mi sono particolarmente scatenata, è un "eurocrate" di vecchia data, cavilloso e maniacale: figurarsi se non sapeva tutti queste farraginose normative.
Ho letto qualcuno di quei commenti degli italiani incazzati in Romania perché me li ha segnalati Cittadino perplesso.
C'è un altro sito che forse avrai trovato da te: http://euro-holocaust.splinder.com

Siro, ridere fa buon sangue :-) Un'ultima cosa sull'Amaro Giuliani: è molto amico degli ayatollah e dei mullah. Come si vede, non si fa mancare di niente.

marnie4 said...

Nessie,
leggi quest’altra perla presa dall’ambasciata della Romania
Nume: RICCARDO 2007-11-03 19:05:33
Subiect: PORCI
L\\\'ITALIA ALL\\\'ITALIANI. ORA DOVETE PAGARE ANCHE CON LA VITA COME HANNO FATTO I NOSTRI CONNAZIONALI. BESTIE ANDATE VIA, PURE LEI AMBASCIATORE SE NE TORNI A CASA! MAGARI CI FOSSE MUSSOLINI VOGLIO VEDERE SE QUESTI PORCI FA CEVANO I COMODI LORO. A N I M A L I E P O R C I

Amato non va a dare un’occhiata per sapere come la pensano gli italiani?
C’è pure una lunga e dura reprimenda di Adinolfi contro tutti e soprattutto contro Veltroni & C.
Marnie

nuovopatriota said...

NESSIE:

Non credo sia colpa tua. Ma della mia linea che va e viene.. (infatti ora non mi frego più: scrivo su foglio di testo e ricopio dopo..). Ricordo il governo 'tecnico' di Ama(odia)to: periodo di basse nefandezze (non vicino a quello odierno, ma quasi). Poi, se non rammento male ancora, ci salvò il cavaliere, dal ratto. Però resto dell'opinione che, ad alti livelli, possa fare più danni un 'ignorante' primate, piuttosto che un perfido intelligente. Il primo non ha limiti di 'intelligenza'. La sua frase 'fossi un extracomunitario scenderei in piazza ad incazzarmi!' non ha eguali storici nè danni potenzialmente avvicinabili. Che poi l'uno miri al formaggio e l'altro alla clava, è cosa nota..

+nuovopatriota+
[integrate gli immigrati e i gay.. tra di loro!]

Nessie said...

Gabriele Adinolfi, vuoi dire? Da non confondere con Mario Adinolfi che è un blogger della Margherita, candidatosi nel PD in concorrenza a Veltroni e alla Bindi. Cmq ho letto il suo blog e dice cose condivisibili.
Marnie, Amato è uno che ha un pelo (da pantegana) sullo stomaco lungo così. E se anche li avesse letti quei commenti, glissa via come un roditore nuotando perfino nelle chiaviche.

Nessie said...

Patriota, visto che i due viaggiano in coppia come Giulietta/Giuliano e Romeo/Ferrero, ti propongo di metterli all'asta e vediamo un po' chi offre di più :-)

gabbianourlante said...

ha ha topo iscariota!
grande Nessie.... come sempre...
ciauz

Anonymous said...

Nessie, veramente brava!
mytwocents

Nessie said...

Grazie Gabbiano, grazie Mytwocents. Ieri il Topo ha messo a segno la cattura di alcuni boss mafiosi legati a Provenzano. sono contenta, ma è curioso che saltino fuori come conigli dal cappello a cilindro proprio ora, no?
Ma ormai la politica copia sempre più Hollywood e le operazioni di lifting di facciata.

nuovopatriota said...

NESSIE:

Ti rammento che sono di Vicenza. Ho quei castelli a pochi chilometri: non demolirmeli con un'immagine tanto oscena. Mi fai rabbrividire!
:D

+nuovopatriota+
[italia agli italiani! bula bula nella foresta!]

Lea said...

a proposito di Amato... l'hai sentita l'ultima? "Se la mafia si era illusa che la nostra occupazione principale fossero diventati i lavavetri, si era sbagliata".
Dovrebbe scrivere battute per Bruce Willis; magari al cinema funzionano, ma qui...

Anonymous said...

Brava Nessie, l'incazzatura ti stra-stra-migliora le facolta' letterarie, sia a te che al nostro magnifico Sauro.

Stella

Pornofatti said...

A breve anche a questo topolino verrà servito un formaggino avvelenato...

lovep said...

Bellissimo post Nessie, complimenti.:)
Vorrei tanto poter far leggere al Topo le sue gesta scritte da te, chissà, magari si vergognerebbe. Ma i topi non conoscono il pudore....immagino.

Poi concordo in pieno col tuo ultimo commento, questi arresti di mafia che escono dal cilindro in alcune situazioni puzzano troppo. Infatti, puntuale come un Topo svizzero, oggi il Sapiens con i suoi occhialini sul tartufetto era già lì sotto le luci della ribalta che annunciava: Avete visto? voi pensavate che ci occupassimo solo di lavavetri e invece.... puah non finisco neanche intanto lo sapete.

Nessie said...

Patriota, capisco la tua riluttanza, visto che vivi non lontano dalla città dei veri Giulietta e Romeo :-)
Lea, l'ho visto e l'ho sentito, il Topo Malefico. E stasera in tv sotto i flash assumeva arie da grande SHerlock Holmes. Della serie, stiamo lavorando per darvi un Paese più sicuro.
Pornofatti, è quel che aspettiamo.
Lovep, grazie. Sì, l'ho visto con gli occhialini sul tartufo, che si faceva i complimenti da sé, con la sua battuta di "nonsololavavetri". Si vede che mi ha letto o sentito :-) Ma io non mi commuovo lo stesso per questo mafioso tenuto in frigo e tirato fuori solo tanto per far fare figura all'Amaro Giuliano.

Lo PseudoSauro said...

Tanto per rimanere in tema, "il nostro" ha detto in conferenza stampa che "uno stato moderno non puo' nemmeno pensare ad espulsioni di massa." Come ho scritto, in un commento dal sauro, lo "stato moderno" puo' pero' benissimo dare l'avvio ad immigrazioni di massa... quindi "facilis aditus, difficilis exitus"... come stava scritto sull'ingresso del proverbiale labirinto. E che significa? Che non si torna indietro a meno di non fare la figura di Hitler... visto come sono comodi i pregiudizi post IIa GM? Piuttosto che somigliare a Hitler - cosa per la quale basta spedire via 10 persone contemporaneamente - ti devi cuccare un cambiamento che rivoluzionera' tutta la demografia autoctona. E questo indipendentemente dai delinquenti: e' sufficiente che gli attuali 6 milioni di immigrati onesti, siano legittimati a risiedere sul territorio italiano. Fra 50 anni - con l'attuale trend demografico autoctono negativo - i 6 milioni saranno 40, mentre noi non arriveremo nemmeno a 25. Contenti? In alternativa, si dice, fate piu' figli... e come no... cosi' raggiunti i fatidici 50 anni, ai 40 milioni di stranieri se ne aggiungeranno altri 40 di autoctoni, che si scanneranno allegramente per disputarsi l'acqua e il poco cibo coltivabile sull'esiguo territorio (la globalizzazione sara' saltata da almeno 40 anni, come previsto, ovvero entro i prossimi 10). Per non avviare "espulsioni di massa" ci condanniamo ad uno sterminio di massa e tutto per non somigliare, seppure lontanamente, ad Adolfo. Siamo schiavi di pregiudizi che qualcuno sa sfruttare benissimo a suo favore, tanto vale svegliarsi, ma alla svelta.

Nessie said...

Ho visto e sentito tutto. E come se non bastasse, il Topesio (fusione di Topo più Cartesio) ha già accettato il suggerimento rifondarolo di far gestire le espulsioni a un giudice di pace. E lo sai che significa tutto ciò? Che chi delinque verrà espulso nel mese del QUANDO e nel giorno del POI, dell'anno del MAI.
Stasera a Otto e mezzo c'era Ferrara che era fuori dagli stracci e che alla fine ha detto: "Se le cose vanno così, io ho paura".

Lo PseudoSauro said...

E dire che Fini tubava con Fassino a Porta a Porta, con quest'ultimo che diceva sempre "si', questo si puo' aggiungere al dl, non c'e' problema". Tutto previsto, mentre quel pirla di Ferrero parlava di leggi sulla "xenofobia". T'e' capi'? Non hanno ancora afferrato il concetto. Bisognera' spiegarglielo meglio.

Sono questi stronzi che devono cominciare ad avere paura. O pensano di cavarsela con gli scannamenti tra poveracci? Qui ci vuole una marcia su Roma, ma che dico... una rivoluzione d'ottobre, ma che dico... un Termidoro. Ecco. Ghigliottine in piazza e via i parrucconi definitivamente.

Naturalmente, sbarchi, pullmann e "viaggi della speranza" continuano come nulla fosse accaduto.

Lo PseudoSauro said...

"La pratica delle espulsioni cd. collettive è da ritenersi illegittima secondo l'art.4 del Protocollo 4 allegato alla Convenzione Europea dei Diritti dell'uomo."

http://www.giuristidemocratici.it/what?news_id=20041026121239

Pero', guarda caso, l'immigrazione collettiva, non disturba alcun "Diritto dell'uomo"... il che significa il diritto ad essere invasi e l'impossibilita' a porvi rimedio.

E tutto cio' nemmeno se la "collettivita'" dei "migranti" e' adusa a delinquere (come la maggior parte degli zingari).

Queste sono norme cardine in EU e UN. Si tratta della pianificazione giuridica della nostra estinzione a cui sia destra che sinistra hanno dato il loro benestare. L'ultima dichiarazione di Frattini sulla fattispecie, conferma infatti che anche le espulsioni su base individuale non possono essere coatte (quindi lasciate al buon cuore dell'immigrato) e che, anche questi fosse espulso, puo' rientrare quando gli pare. E questo sarebbe un rappresentante "di destra"... figuriamoci uno "di sinistra".

Aldo said...

Mi aiutate a ricordare?

Ho la vaga sensazione di aver sentito, nella campagna in preparazione delle elezioni che hanno portato allo sfacelo il PSI, il sig. Amato affermare cose del tipo: "Qualora il PSI dovesse perdere alle prossime elezioni anche un solo voto, mi ritirerei definitivamente dalla vita politica".

All'epoca ero molto giovane e, essendo che sono notoriamente afflitto da memoria labile, potrebbe essere che sto sbagliando clamorosamente, fino magari ad atttribuire quella frase al personaggio sbagliato. C'è qualcuno, qui, che può aiutare a chiarirmi le idee? C'è qualcuno che ricorda con certezza?

Nessie said...

Sì, è un ricordo esatto. Ha detto questo. Ieri sera era sotto i flash e le telecamere come una vanitosa Minnie (la moglie di Mickey Mouse) per autocomplimentarsi delle sue incursioni anti-mafia. Questo repentino raid antimafia si chiama "manovra di depistaggio" nei confronti dei problemi che questo governo NON vuole risolvere. Stamattina i quotidiani riportano sue dichiarazioni in cui fa macchina indietro, perchè il suo decreto, messo lì in morte della signora Reggiani per impedire che dopo la partita Roma-Lazio si dovesse subire ronde della curva Sud - ebbene, quel decreto non s'ha più da fare. PRC non lo vuole. E le espulsioni di massa non si possono fare, perché incompatibili con lo stato di diritto (sic! il nostro). Si possono subire SOLO incursioni di massa. Quelle sì, sono diritti.

Riccardo F. said...

Haha grandissima Nessie! Hai colto nel segno uno dei peggiori difetti di Amato.. sta tanto attento alle conseguenze "reazionarie e fasciste" (a sua detta) dei cittadini, senza andare alla ricerca del problema alla radice, alimentando ancor più l'insoddisfazione popolare!
O forse è molto più facile prendersela con gli Italiani perché tanto stanno sempre buoni piuttosto che offendere qualcuno e prendersi le accuse di razzismo!?

Cittadino perplesso said...

:-D)))) Post stupendo!

Sul fatto che i topi manchino di pudore posso citare l'esperienza di un amico che si ritrovò con una gaia nidiata dei piccoli roditori, gaia, ma molto discreta, al punto che, essendosi resi conto che la loro presenza era stata scoperta, si organizzarono, utilizzando come toilette una scatoletta vuota, in modo che la presenza delle loro deiezioni non attirasse l'attenzione sul loro nutrito numero (a quanto mi vien riportato, anche i Kabah, cioè i ratti del celebre tempio di Karni Mata, in Rajastan, fanno qualcosa di simile). Questo denota un'arguzia di cui dubito sia dotato il rattus insipiens evidentemente l'arguzia che ha determinato la sopravvivenza della loro specie da tempi immemorabili. La cosa vale anche per altri roditori come il Rattus, quale che sia.
Infine, a parte la maggior ragionevolezza, resto del parere che anche dal punto estetico sono sicuramente più attraenti del mus iscariotes.

Nessie said...

Grazie per il passaggio Riccardo. La verità è che viviamo un mondo capovolto: cazziatoni, tasse, multe, sanzioni, bollini blu-per le auto, controlli incrociati dei 730, 740, accuse preventive di razzismo ai connazionali; e, viceversa, licenza di uccidere, di stuprare, di borseggio e furto per gli immigrati. E in questa logica perversa, il Topo Malefico ci sguazza.
Per dire NO al Pacco-truffa sicurezza Prodi-Amato manda la tua firma al seguente indirizzo:
sicurezzamoratti@libero-news.it

E' un indirizzo che ho trovato su Libero e che raccomando anche a tutti quelli che leggono qui.

Cittadino perplesso said...

Le pagine della sezione "La vostra opinione" del sito dell'ambasciata italiana, sono già arrivate a 52 e, ad eccezione di un numero veramente esiguo di commenti di romeni o di italiani che tentano di prenderne le difese, la stragrande maggioranza - come ho già detto, sono tutti italiani inferociti neri, che le cantano in tutti i toni, ad ambasciatore, ministri, presidente e Romania intera (purtroppo anche generalizzando, ma, in casi come quelli attuali, l'indignazione fa perdere ogni freno e bisogna anche capirli). Come ho già detto da Mary, sarebbe quasi il caso di stampare tutto, aggiungendo i commenti del caso dove serve, rilegarlo e farne omaggio alle autorità romene, dal presidente in giù, che, invece di presentare le dovute scuse, si sono permessi di censurare una pretesa xenofobia italiana, agganciandosi a quanto successo a Tor Bella Monaca, come reazione ai fatti criminosi dei giorni precedenti, l'ultimo dei quali proprio il giorno prima della spedizione punitiva.
Se è vero che spesso in Italia, a causa della correttezza politica, si confondono Rom e Romeni, anche il governo romeno, difendendo indiscriminatamente a spada tratta i propri cittadini, ha fatto di ogni erba un fascio, pronto a difendere sia Rom che Romeni.

A proposito dei cittadini espulsi, il giornale Adevărul, nell'articolo I primi romeni espulsi dall'Italia sono arrivati in patria, menziona i dati e i motivi dell'espulsione:
Ştefan Chirilă, 47 anni, a carico del quale esiste un mandato d'arresto europeo per omicidio colposo, ("reato che sarebbe stato commesso in Spagna" è scritto nell'articolo).
Constantin Marin, 50 anni, accusato in Italia di violazione di domicilio.

Cristian Racu, 20 de anni, sorpreso dalle autorità privo di documenti e che era stato indagato per furto

Florian Groza, 33 de ani, "che avrebbe opposto resistenza allorchè i poliziotti italiani lo hanno invitato a presentare i documenti.

Si notino i condizionali che denotano come l'autore dell'articolo metta in dubbio l'effettiva colpevolezza degli espulsi, è da notare che comunque, a parte l'omicidio colposo, i reati che hanno determinato l'espulsione dei quattro, non sono così gravi come quello del Mailat, che invece dovrà restare in Italia.
Chi poi continua a dire che in Romania c'è la certezza della pena e che se uno ha una condanna per furto, se la deve scontare per intero, senza sconti di pena, dovrà spiegarci come mai Romulus Mailat, che era stato condannato nel 2006 a tre anni di pena detentiva, sia stato scarcerato a breve, nello stesso 2006, consentendogli di emigrare tranquillamente in Italia, senza avvertire le autorità italiane chi fosse, quando uno degli abitanti di Avrig, dove risiedeva, intervistato, ha detto esplicitamente che «Tutti qui siamo più contenti, da quando lui e la sua famiglia sono andati via: tutto è più tranquillo e la polizia non viene più così spesso a controllare».
Non c'è che dire: davvero un cittadino modello! Ma queste cose, ovviamente, in Italia, non si dicono.
Una domanda, infine: ha mai provato, il "Mus insipiens iscariotes" a vivere accanto a gente come il Mailat, ovviamente da solo, senza scorta, come gli abitanti di Tor di Quinto, nelle stesse condizioni precarie di sicurezza? Ovviamente, anche questa è una domanda retorica

Aldo said...

Grazie, Nessie, per avermi aiutato a ricordare (il "buco" nella mia memoria è reale, non retorico). Ora mi chiedo: com'è che quella frase, della quale sicuramente esistono numerose registrazioni in audio e in video e che sicuramente è stata ampiamente documentata sulla carta stampata, non viene ripetutamente e insistentemente tirata fuori dal cappello in occasione delle campagne elettorali, con un sottotitolo in bella mostra: BUGIARDO! Mandarla in onda ripetutamente, a mo' di spot pubblicitario, potrebbe fare molto bene alla democrazia (invero, avrebbe fatto molto bene anche nella quindicina d'anni appena trascorsa).

Viene il sospetto che anche l'opposizione copra affermazioni come queste perché, gratta gratta, potrebbero venirne fuori di imbarazzanti per OGNI personaggio della politica. Della serie: "Taccio affinché tu taccia". Un tempo detto anche, nel più triviale dei frasari popolani: "Una mano lava l'altra ed entrambe lavano...".

Qualcuno dispone di registrazioni o pagine a stampa che documentino quella frase in modo inequivocabile? Nessie? Altri? In momenti come questo farebbero molto comodo, non trovate?

Nessie said...

Cittadino, non ti facevo così edotto in materia di rattologia :-). Grazie per la nomenklatura fornitami in rapporto anche agli espulsi. Se vai alla pag. 2 de Il Giornale (forse c'è anch e la verisone on line), c'è la strana storia di Luchiean, un romeno processato per violenza sessuale a Verona nel 2003 e poi misteriosiamente scarcerato.
Aldo, purtroppo ricordo per sommi capi la dichiarazione di falsa modestia (della serie, me ne vado dalla politica) di Amato, ma non i riferimenti esatti in materia di date.
Sauro, è chiaro che i romeni fanno prove "tecniche" di...inclusione, sulla nostra pelle. Questo va posto in un'ulteriore nota di addebito ai ns. governanti.

sauro holmes said...

Sorpresa, sorpresa... la Romania non fa ancora parte dell'area Schengen (iniziera' nel 2010), per cui i cittadini romeni non sarebbero liberi di circolare in area Scengen, ma lo sarebbero solo le merci provenienti dalla Romania secondo l'accordo di Maastricht. Ergo, la presenza di un numero cospicuo di cittadini romeni in Italia (la comunita' straniera piu' numerosa in assoluto), avviene in base ad accordi bilaterali tra le due nazioni, il che spiega il perche' il dialogo sia diretto tra governo italiano e romeno. Perche' non ce lo dice nessuno? soprattutto, perche' gli zingari circolano liberamente nonostante tutto? A voi le considerazioni, qui di seguito il documento.

Questo documento, che sara' sottoposto all'approvazione del governo, fissa le misure che la Romania dovra' adottare per aderire allo spazio Schengen, il che avverra' durante l'anno 2010.

Secondo il progetto di strategia adottato, l'adempimento dell'obbiettivo legato all'eliminazione dei controlli alle frontiere interne e l'adesione allo spazio Schengen suppongono delle misure legate all'adozione e all'implementazione dell'acquis Schengen, la costruzione istituzionale, la componente degli investimenti, acquisizioni di mezzi tecnici, equipaggiamenti e sistemi specializzati, nonche la preparazione adeguata del personale che sara' coinvilto in questa attivita'.

Il progetto di strategia proposto dal MAI ed approvato dai membri della Commissione dettaglia le misure che si impongono in ognuna di queste direzioni di attivita'.
Il ministro dell'Amministrazione e degli Interni, Vasile Blaga, ha fatto sapere che la Romania ha bisogno di cinque anni di intense preparazioni per poter adempiere alle condizioni necessarie, tenendo conto della loro particolare complessita'.

Le tappe dell'adesione della Romania allo spazio Schengen sono: la trasmissione di una Dichiarazione di preparazione e la proposta di una data per l'inizio del processo di valutazione, la compilazione di un questionario esteso, includendo domande dettagliate su tutti gli aspetti rilevanti, da essere poi esaminato dal Consiglio dell'Unione Europea, dopo l'avvio di una serie di visite di valutazione; e in base al risultato di queste visite verra' presa la decisione finale.

Anonymous said...

A ROMA CI SONO ANCHE GLI “ARCHEO-NOMADI”: IL COMUNE PAGA AI ROM I CORSI DI ARCHEOLOGIA E SI FA RUBARE I REPERTI…

Claudio Pompei sul Giornale racconta delle varie iniziative messe in campo dal Comune di Roma sul tema rom e sicurezza, e scrive: “Ce n’è una che è tornata d’attualità proprio lunedì scorso, in seguito a un controllo della polizia municipale nel campo sosta di via dei Gordiani: gli agenti hanno trovato, oltre alla droga nascosta nei container, anche un reperto archeologico - la testa di una statuetta di epoca romana - sul quale ora la Sovrintendenza sta facendo una perizia. Nel 2003 la giunta Veltroni, con due determinazioni dirigenziali, aveva stanziato 45mila euro a favore dei giovani rom di via dei Gordiani, nell’ambito del progetto denominato «Archeo-nomadi». In sostanza, come spiegavano i documenti capitolini, «alcuni giovani rom hanno mostrato un grande interesse nell’attività di scavo e di ritrovamento dei reperti» in quell’area dove sorgeva l’antica villa dei Gordiani. Ecco perché il Campidoglio aveva pensato di finanziare i corsi destinati ad «assistenti archeologi rom» che, evidentemente, con il passare del tempo e l’acquisizione delle necessarie competenze, si sono presto trasformati in «tombaroli tzigani»”.


E'un genio, 'sto Veltroni

Stella

Cittadino perplesso said...

Già: la testa che il "Napoletano d.o.c." (a dire della giornalista che lo ha intervistato, così lo aveva definito - in realtà un Sinto partenopeo), protestava essere di sua proprietà perchè "quello che ho trovato è roba mia!".... proprio quella testa!
Ma io mi domando: il Veltroni nazionale è proprio così dolce di sale (per dirla con Collodi) da non capire il perché della passione archeologica degli zingari? Oltre tutto con i soldi dei tartassatissimi contribuenti italiani.
Ma non è che per caso la cosa è stata intenzionale? Con qualche testimonianza (archeologica, in questo caso) in meno, si sa sarà più difficile dimostrare la storia e le tradizioni culturali dell'Italia....
Purtroppo, è un copione già visto, già provato altrove.
Vista l'evidente responsablità causata da questa apparente dolcezza di sale, non sarebbe il caso di far pagare i danni al mentore del progetto "Archeo-nomadi", nonché sindaco, nonchè segretario generale del neocreato PD?
Ma forse sono un idealista irrecuperabile.

Lo PseudoSauro said...

Stella: bisogna levarli dalle palle prima che si facciano fregare anche il Campidoglio. Gli uni vendono e gli altri rubano: siamo circondati. Ecco perche' Veltroni non l'hanno mandato in Ue. :-)

Nessie said...

"Tombaroli tzigani" è proprio una trovata da Veltronzo :-) E lo sia che trovano non so quanti quintali di rame nei campi nomadi? E perfino batterie da cucina Lagostena nuove di zecca e pure mobili della Brianza. ciao Stellassa.

Sì, mi sa che è vero, sei un inguaribile idealista, Cittadino.
Sauro, sarebbe interessante sapere se sono intercorsi dei patti bilaterali tra Bucarest e Roma per farci accettare anzitempo, questa fetecchia.

paoletto said...

Siamo governati da una corte dei miracoli che nemmeno V. Hugo avrebbe mai immaginato per uno dei suoi romanzi.
La proposta di affidare la convalida di espulsione al giudice ordinario e' un'esplicita ammissione di voler lasciare le cose esattamente come stanno.
Nessuna preoccupazione per
la sicurezza dei cittadini,anzi, la condotta fin qui tenuta mi pare esprima una sorta di compiacimento ogni qual volta un cittadino Italiano viene colpito.
Di converso tribunali speciali per coloro che osano gridare il disagio in cui sono costretti a vivere.
Senza parole ma tanta rabbia, tanta.

marnie4 said...

Nessie,

ho inviato a Libero il mio no al pacco truffa sicurezza Prodi/Amato (da chi?).
Con le facce di tolla che si ritrovano, delle nostre firme se ne faranno un baffo. O forse due. Chissà.
Nel tuo eccellente post, hai fatto la radiografia politico-cultural-mentale del Topo Sapiens, che il più grande esperto di radio-psichiatria, avrebbe potuto fare meglio. Complimenti per la diagnosi.
Chi se lo scorda lo scippo operato con destrezza sui nostri conti correnti bancari dal Topo Sapiens, mentre eravamo al mare?
Con la stessa destrezza, oggi tenta di sottrarci o annullare addirittura l’esistenza della nostra nazione, per aderire ai voleri dei capoccioni dell’U.E. e assecondarli nel funesto progetto plurietnico, e farci eurdosudditi. Anzi, già o siamo.
Per rendersi credibile, confonde e fonde artatamente le nazioni con il continente. Così sragionando, rinnega persino la storia, la nascita e la formazione delle nazioni, ed offende spudoratamente la nostra italianità,la nostra intelligenza e la nostra sensibilità.
Per propagandare una cosa positiva, prima devi sperimentarla. Perciò, Topo Sapiens accolga in casa sua alcuni campionari in giro sulle nostre strade, di quelli che lui ha battezzato come la futura "contaminazione culturale positiva”, per dimostrarci la fondatezza delle sue affermazioni.
Ma il dottor sottile,fa finta di non sapere che “Razzista è colui che impone la propria cultura sulle altre, non chi chiede il rispetto della propria" (E. Bollaman.
Dunque, la vera bestia razzista è quella che lui e compagni ci vogliono imporre ad ogni costo.
Ciao.
Marnie

p.s. -Su La7 comincia l'Infedele con G.Lerner sulle baraccopoli. Sapendo già come sarà manovrata la trasmissione, io non la seguirò. Attenzione, c'è EFRATTINI...

Nessie said...

Marnie, stasera il viscido Topo Iscariota ha fatto macchina-indietro sul suo decreto dicendo che accetta la proposta rifondarola del giudice monocratico. Siamo nella palta e a questo punto c'è solo da aver paura. Ma di brutto. Perché lo stato non c'è proprio mentre le gangs delinquenziali di stranieri, sì.
Marnie, finirà male. I cittadini italiani non accetteranno mai una simile soperchieria in odore di dittatura. Pensa che i comunistoni falcemartellati (come quel Migliore che è andato a trovare in carcere l'assassino) hanno riesplorato la vecchia Legge Mancino sui reati d'opinione e vogliono che la si applichi. Speriamo non avvenga perché oltre che mazziati e massacrati, saremmo pure cornuti. Ciao.

Lo PseudoSauro said...

Certo e' che la scelta della "Mancino" per un comunista e' quasi obbligata. Che le facciano le leggi e poi si provino ad applicarle... a vedere come si stanno chiudendo in trappola da soli ridivento quasi ottimista. Sarebbe una dichiarazione di guerra ufficiale al popolo che dovrebbero governare, cosa che capirebbero anche i nostri tontoloni che vivono ancora sulle nuvole. Insisto: questi faranno una brutta fine.

Nessie said...

Paoletto, è vero, siamo sgovernati dal Bestiario medievale di Linneo: topi, scarafaggi, cicogne (Fassino) rospi (Dini) quarti di bue da macelleria (Mastella), primati, mortadelle...Brutti, sporchi e cattivi. E questo è sintomo di grave decadenza di un popolo. Ma questo è niente. La depressioni ci viene addosso quando ci vediamo continuamente cazziati e bastonati, mentre ai delinquenti fanno ponti d'oro.
Finirà male? - si chiede il Sauro. Peggio di come sta andando come altro potrebbe andare?

marnie4 said...

Nessie,
lo so che purtroppo abbiamo mafie internazionali affiliate alle nostrane, ben organizzate e operanti nelle grandi città, come quella in cui vivo. Col decreto Mancino di dittature ne avremo due, una repressiva nazionale e l’altra feroce internazionale. Finiremo tra la brace-falce e martello. Dove il comunismo è caduto, qui da noi si è radicato di sana pianta. La benedetta opposizione sta in parlamento solo per passare alla cassa. La colpa di questa situazione è di tutti i governanti e parlamentari, di ieri e di oggi, di dx e di sx. In queste condizioni, si prospetta per noi un tragico futuro.
Non ci resta che pregare e affidarci all’aiuto di Dio. Per davvero.
Ciao.
Marnie

Nessie said...

Sì Marnie, pregare affidarci alla Giustizia divina, visto che non possiamo confidare in quella umana.Però, pregare alla benedettina: ORA ET LABORA. E pure comi i crociati: prega e combatti.Ciao

marnie4 said...

Nessie,

l'autore della reprimenda inviata all'ambasciatore rumeno in Italia è Gabriele Adinolfi.
Scusa del ritardo.
Ciao
Marnie

marnie4 said...

Nessie,

col motto ORA ET LABORA noi abbiamo regolamo la nostra vita. Continueremo a fare le benedettine.
Se l’avessero applicato anche quelli che si dichiarano cristiani,del tipo credente adulto o adulto credente, e stanno nei palazzi del potere, non saremmo a questo punto.
Ciao.
Marnie

Anonymous said...

"Insisto: questi faranno una brutta fine."

Lo voglia il Cielo, Sauro.
A me scappa una voglia di dittatura che mai m'era venuta cosi' forte.

Stella

Anonymous said...

Prega e combatti.

Eccomi: Je suis un croisé
nuovopatriota

Nessie said...

Errata corrige sul prelievo forzoso dai conti correnti di Amato: fu il 6 per mille e non il 10 come ho erroneamente messo in uno dei commenti in risposta al Patriota. Correva l'anno 1992 e non 93/94.

Occidentale said...

Cara Nessie,
spero che il mio intervento non sia un doppione e che qualche amico del Loch non mi abbia preceduto(confesso che nella fase della connessione "lenta" facevo molta fatica a leggere tutti i commenti ai tuoi scritti).Nella situazione attuale, che peggiore non potrebbe immaginarsi ma sappiamo che un giorno guarderemo al novembre del 2007 come l'Eldorado- se i rossi non verranno cacciati per sempre dal governo-mi ha fatto una grandissima impressione la proposta delirante di Diliberto.Tu dirai che siamo abituati alle sue scemenze antiitaliane ma questa è davvero il colmo!
Portare la salma di Lenin in Italia!Quell'orrendo uomo che ha spianato la strada a Stalin...Meno male che Hitler non era comunista, altrimenti Diliberto ne proporrebbe la canonizzazione subito!Povera Italia e poveri italiani, rappresentati dai Diliberti che, oltretutto, sono brutti come delle bertuccie.Buona serata da Occidentale, tornato alla normale velocità di cybernauta

Aldo said...

Anonimo: "A me scappa una voglia di dittatura che mai m'era venuta cosi' forte."

Questa mi sembra un po' tirata per i capelli, specie se teniamo presente che un eventuale dittatore verrebbe dalla stessa genìa che ci sta facendo vedere i sorci verdi. Come è sempre stato, del resto: avete mai visto un operaio dell'Italsider diventare dittatore? E chi ci dice che quell'operaio, una volta assurto al ruolo plenipotenziario sarebbe meglio degli altri? Il potere corrompe anche i migliori, figuriamoci i peggiori (e non parlo necessariamente dell'ipotetico operaio dell'Italsider suggeritomi dalla fantasia).

No, la dittatura non mi pare una buona idea.

paoletto said...

A proposito del prelievo del 6x 1000 di Amato ricordo che fino il giorno precedente dichiarava infondata ogni indiscrezione in tal senso per poi giustificarsi il giorno seguente a decreto effettivo dicendo che "un ministro non puo' annunciare in anticipo l'intenzione di tassare, poiche' sarebbe da pazzi".
Quindi, per chi vuole intendere, lui fa' quel che vuole e degli Italiani non gli puo' fregare di meno. Tra pazzi filo talebani, filo hezbollah e filo tutto purche' deleterio stiamo avvicinandoci sempre piu' a una condizione di anarchia gia vista in Europa negli anni 30 in Spagna.

Nessie said...

Stella, sono d'accordo con Aldo. Voler una dittatura adesso è da pazzi suicidi. Anche perché già la stanno facendo loro. Ti sei già dimenticata il ddl Levi su Internet e i blog? Cosa vuoi che fosse se non prove tecniche di dittatura?
Paoletto, più che anarchia siamo alla dissoluzione della democrazia e al tentativo di instaurare un'oligarchia di incapaci che fanno e disfano come vogliono.

Cittadino perplesso said...

Volete leggere qualche "amenità" in proposito?
Date un'occhiata a 'sta roba
(per quanto, anche il primo poat, titolato "i temi caldi" non è da meno)
Lascio a voi trarre le conclusioni

Nessie said...

Occidentale, nel Bestiario di Linneo c'è posto per tutti, anche per le bertucce dilibertiane:-) Lo sai come lo chiamano? Diliberija. In omaggio a Berija, il feroce capo della polizia sovietica di Stalin.Ti dirò, la storia della mummia di Lenin è talmente grottesca che non ci ho neppure più fatto caso. Forse ci siamo già assueffatti a tutte queste porcherie quotidiane. Il che è un male.
Buona veloce navigazione prossima futura!

Cittadino perplesso said...

Cancellato accidentalmente:

Riguardo alla situazione attuale, ecc.....

Scusate!

Nessie said...

Cittadino, di cretini de sinistra ce ne sono tanti...troppi. Io non me ne curo. La loro inconsistenza non merita nemmeno la mia indifferenza. Se oltre al bestiario governativo devo andarmi a cercare pure quello sulla blogosfera si sta freschi.

lovep said...

Intanto noi siamo qui a ragionarci sopra, ed è già un bene, anche se la domanda sorge spontanea: cosa possiamo fare?
Credo che "lor signori" (e ci metto anche l'opposizione a questo punto) contino proprio sul fatto che da soli non riusciremo mai ad organizzare qualcosa di sensato e che in fondo il popolo Italiano sia troppo pacifico per poterlo temere....
Per di più sono tutti ben protetti e molto lontani dalla vita reale. Anche quelli che onestamente si rendono conto in che situazione ci troviamo (da paura!) fanno presto a dimenticarsene ogni giorno, tutti presi dai loro giochetti di strategia politica.
Ma quelli che non sono qui a ragionare, quelli che stanno chiusi in mezzo ai soprusi senza nessuna possibilità di protestare, senza sfogarsi, magari più ignoranti di altri, sballottati da una notizia negativa all'altra, da un'ingiustizia all'altra, cosa pensate che faranno, andando avanti?
Il mio timore più grande è che a poco a poco si impazzisca in maniera isolata e, se non ne succedessero già abbastanza, la gente commetta sempre più delitti e sempre più folli. Da aggiungere a quelli importati.
Mi domando come possiamo stare fermi a guardare la distruzione di tutto? Aggiungiamoci che paghiamo anche profumatamente....
Siamo all'assurdo, è come se pagassimo un killer per avvelenare noi stessi, ma uno bravo, che non ce ne faccia accorgere, un pò per giorno.....
Saremo, per caso, già impazziti?

Capisco Stella, forse ha sbagliato parola, ha detto "dittatura" (quella c'è già... è comunista)
ma di sicuro abbiamo tanto bisogno di qualcuno con le palle che ami la nostra Nazione!
Che la destra sia destra per davvero e soprattutto non si perda nei labirinti del palazzo.
Se si decide per le barricate, comunque, io vengo subito. :)

Nessie said...

Intanto mi scuso con Marnie, se la sua controreplica (ora et labora) è finita per un giorno nella moderazione, senza che io l'abbia vista: misteri informatici.

Lovep, sì questo impazzimento c'è già e l'ecologia della mente è saltata.
Farò due esempi: il tiratore scelto che si è barricato a Roma per far secchi dal suo terrazzo, più persone possibili, è l'indicatore sociale di questo impazzimento. Se la notizia, pur gravissima, è caduta sotto il cono d'ombra della morte di Giovanna Reggiani, è perchè nessuno ha voluto metterla in relazione con quanto è accaduto a Tor di quinto. Ierisera quell'idiota di Santoro in tv ha subito detto: vedete che sugli assassini che si è fatto il fortino i media hanno smorzato , solo perchè italiano?
Non ha capito (e non capirà mai) che i cosiddetti "vendicatori" solitari quando impazziscono non sono selettivi e non ragionano con lucidità, ma sparano a caso.
Partire da un'ideoloogia per arrivare a simili conclusioni è da perfetti imbecilli.

Caso N.2. Una mamma nel Sud (mi pare nelle Puglia) uccide due suoi vicini di casa anziani solo perchè li sospettava di essere dei pedofili.
In questo impazzimento c'è il cervello che va in cortocircuito. Eppure sebbene esecrabile, una sua logica elementare c'è: se la gisutizia non mi aiuta, se le indagini o le forze di polizia non mi aiutano, faccio del mio sospetto l'anticamera della MIA verità. Ergo, questa poveretta si è rovinata la vita, facendosi giustizia da sé.

Anonymous said...

Esatto Lovep, intendevo uno coi maroni e che sia attaccatissimo all'Italia ed ai suoi valori.
Sono disposta a sacrificare un pezzo della mia liberta' (quale?) in cambio della sicurezza.
E'sbagliato, lo comprendo,ma sento cosi'.

Stella

nuovopatriota said...

Ho sentito oggi, a radio 105, un estratto di quella che dovrebbe essere la finanziaria (scusate, ma non ricordo la fonte da cui il programma la ha presa, ma era autorevole).
E' un po' il segreto di Pulcinella, ma, giusto per divulgare:
Il governo Berlusconi (quindi fino ad un paio di annetti orsono), stanziava circa 300 milioni di euro per la sicurezza. Il governo Prodi, non arriva a 30(!), la rimanenza è investita per l'inserimento e l'integrazione degli stranieri.
Non so voi (scusa Nessie se sono scurrile), MA IO NE HO PIENE LE PALLE DI QUESTE SANGUISUGHE AMMAZZA ITALIANI DA DENTRO E DA FUORI!
Non si può manco sopravvivere con questi CANI al governo!!!!!!!
Che torni Berlusca, che venga Fini, che salga Casini, chiunque, ma questi vanno mandati in esilio a calci in culo!

+nuovopatriota+
[italia agli italiani! bula bula nella foresta!]

Vanda said...

Complimenti per il tuo blog, Nessie!

Nessie said...

Stella, l'avevo capito. Del resto la libertà senza la sicurezza (che è la conditio sine qua non per espletarla) non serve un granché.
Patriota, va bene far cadere questi qui, ma dubito che egli altri della destra siano capaci di far fornte a onde anomale di queste proporzioni.
Grazie Vanda e benvenuta nel Loch.

marnie4 said...

Nessie,
Amato sta facendo sempre più danni al nostro Paese, come si è confermato a seguito dei fatti violenti accaduti domenica 11.11.ad opera degli ultrà.
La sua la politica assenteista, rilassata o adagiata alle ragioni dei più forti, ci ha consegnati mani e piedi alla sopraffazione di tutti i delinquenti. La polizia per lui è una istituzione secondaria, da tenere a freno, parcheggiata “ a difesa delle loro sedi, “ perché, quella scatenata dei violenti delinquenti, “era comunque una violenza indirizzata solo contro di loro"(cioè contro la polizia Di male in peggio!)…” hanno evitato…comportandosi così, che ci fosse un’autentica mattanza”, come se il resto della giornata, i delinquenti l’avessero trascorsa a giocare a briscola!
Povera Italia. La nostra Polizia obbligata a indietreggiare e ad asserragliarsi nelle caserme, per “non provocare situazioni come altre vittime, altri feriti".
Un plauso va fatto a Casini, l’unico che ha alzato a voce in parlamento accusandolo pesantemente: lo Stato si è arreso.
Marnie

Nessie said...

Marnie, ho sentito anch'io Casini in Parlamento. MI spiace che il Topo inetto non abbia trovato abbastanza ostacoli nel suo percorso, e che si sia pure permesso di fare della sociologia spicciola. In due anni, ha già fatto abbastanza sfracelli: due morti immolati all'altare del cosiddetto sport.
E leggi ultrapermissive sulle orde barbariche che anche stasera a MIlano hanno mietuto la loro vittima: un medico 64enne. Un pacchetto sicurezza che è un pacco-bidone e che riuscirà sì eno a espellere una decina di delinquenti, quando ne abbiamo a centinaia. Prima lo cacciano a pedate, quest'essere spregevole, meglio sarà per tutti.