09 May 2021

Rosanna vuole solo lavorare

 



La stampa tace e le reti tv pure. Figuriamoci i salotti-bene delle emittenti tv dove si deve rispettare il cosiddetto "pluralismo", con i governativi iospiti n studio. Tuttalpiù, parlano come ha fatto il Corriere, di "aperitivi negazionisti", una ridicolaggine da massmediese mai sentita prima d'ora. L'aperitivo che nega se stesso.   Ma intanto Chivasso è diventata la nuova frontiera della ribellione ai soprusi di stato. 150 poliziotti e carabinieti a uno. O meglio, a una: una piccola donna coraggiosa che non vuole arrendersi. Parlo di Rosanna Spatari della Torteria di Chivasso, la quale ha visto il suo paese in stato di occupazione come non si fa nemmeno coi boss mafiosi o coi terroristi stragisti.  Veniamo ai fatti. Il GIP di Ivrea ha ordinato la chiusura dei suoi locali. La Torteria di Chivasso è stata sottoposta a sequestro preventivo per reiterata inosservanza dei provvedimenti dell'autorità. Sul posto uno schieramento di forze. Presenti il battaglione dei carabinieri di Moncalieri, i carabinieri di Chivasso, la Guardia di finanza e la polizia locale. Mamma mia, quanto poco onore questo sfoggio di maramalderia! 

Non sappiamo se Rosanna ha già letto le affermazioni di Klaus Schwab nelle tesi del WEF di Davos, ma , da come si comporta, direi che ha capito benissimo che finché non si attua il killeraggio economico dell'ultimo barista e ristoratore, questi non saranno soddisfatti. Per questo si ribella e non si dà per vinta.  Ripetiamolo anche per altri che magari non sanno cosa stanno tramando questi oligarchi: 

Fino al 86% dei posti di lavoro nella ristorazione, il 75% nei commerci al dettaglio e il 59% degli impieghi nell'intrattenimento, potranno essere automatizzati da qui al 2035.  


Sta scritto, e non me lo invento io. Capito? Sono quelli come Rosanna, che vengono considerati i "sacrificabili". Conte li ha già presi brutalmente in giro, gli esercenti, con le richieste di ristrutturazione sanitaria dei locali facendo spendere loro un mucchio di denaro (pannelli di plexiglas che fanno da séparé, tavoli distanziati, uso continuo di disinfettanti  e igienizzanti promettendo loro "ristori" che non sono mai arrivati. Draghi prosegue su quella stessa linea, con in più, il possibile  imminente colpo di grazia finale: obbligo di servire pietanze e bevande  solo all'aperto e mantenimento del coprifuoco. Divide et impera: chi ha il giardinetto, cortile o spazio aperto se la cava, chi non lo ha, invece no. Mossa diabolica per separare il fronte. Come del resto è una mossa diabolica dividere gli Italiani tra "vaccinati e non vaccinati". 

Ma torno a Rosanna. Lei non vuole ristori, indennizzi o altro, lei vuole SOLO  lavorare e cita l'art. 1, l'art 41, l'art 13 e 16 della Costituzione. Che c'è di strano? Niente, in condizioni normali sarebbe più che ovvio e lecito. Ma allora, dov'è l'inghippo? Nel fatto che stanno creando una sorta di comunismo planetario dove non ci sarà più lavoro, ma solo un miserabile  reddito di sussistenza. Fine della piccola proprietà e delle professioni definite un tempo "liberali". Catene intere dove il "delivery" e il "take away" la faranno da padroni con conseguente stravolgimento identitario e urbanistico dei nostri borghi. E quindi, delle nostre vite. 



Ma ascoltiamo che dice l'avv. Mauro Sandri* al cronista Francesco Toscano durante il video. A me ha fatto una certa impressione sentire la conferma che il nostro Bel Paese è al centro di una sperimentazione nefasta per mandarlo in fretta in demolizione. Come insegnano i grandi poemi omerici, la Bellezza attira su di sé la rovina. Sentire che  le Forze dell'Ordine hanno ricevuto compensi suppletivi per fare il cosiddetto "lavoro sporco" (c'era da aspettarselo). Soprattutto c'è da concludere che l'accanimento su Rosanna, è l'accanimento su chi si ribella giustamente., secondo la nota prassi del "punirne uno per educarne cento". Auguri a Rosanna e speriamo ripossa aprire nei tempi più brevi, non solo grazie al buon supporto legale, ma anche grazie alla mobilitazione che si è creata intorno al suo caso.  La sua lotta, la sua tempra e la sua strenua resistenza resta un simbolo di questa Italia dove ormai sono saltate tutte le garanzie costituzionali insieme allo stesso stato di diritto. L'hanno buttata fuori dai suoi locali, senza permetterle nemmeno l'accesso al bagno, ma poi tutti a puntare il ditino indignato sulla faccenda che lei avrebbe orinato all'aperto in sfregio alle forze dell'Ordine. Nemmeno i torturatori delle Giunte cilene e argentine impedivano ai torturati l'accesso al bagno! 




Questa Italia fa sempre più paura e diventa sempre più irriconoscibile. Un'Italia dove un ragazzino di 18 anni, può venire sottoposto a TSO a Fano, solo perché si rifiuta di indossare la mascherina a scuola. Qui i fatti e antefatti. Roba da far rabbrividire!  Bene hanno fatto gli altri studenti a mobilitarsi e a protestare. Pertanto, sveglia! Questo paese sta prendendo una pessima china, sta scivolando su di un piano inclinato in modo pressoché irreversibile. A Chivasso non si è vista Giorgia Meloni (su Salvini beatamente collocato nel governissimo dragoniano col PD e il M5S,  ho perso le speranze).  Troppo occupata a promuovere il suo libro "Io sono Giorgia"? Bene, se tu sei Giorgia, lei è Rosanna.  Ma la Meloni ama troppo le FFAA per mettere il suo  grazioso faccino accanto ai "disobbedienti" di Chivasso. Meglio allora,  le patinate copertine  dei giornali stranieri: c'est plus facile. 

*Video: https://www.youtube.com/watch?v=YATgd_uWp-Q  (Rosanna tra gli agenti di polizia)

,https://www.youtube.com/watch?v=YATgd_uWp-Q Visione tv:  Avv. Sandri, I fatti di Chivasso rappresentano un punto di non ritorno

Giorno di S. Geronzio

35 comments:

caposaldo said...

Il video vero dell'ultimo incontro a Chivasso, opportunamente censurato dal regime che minimizza...penso che a occhio erano in almeno 2000.

https://www.facebook.com/100006384521009/videos/3012549602301161/




Nessie said...

Parlano di 150, ma c'è chi dice 200.

Cangrande said...

Per la signora di Chivasso, occorrerebbe attivarsi a livello nazionale per una sottoscrizione per le spese legali. Non deve mollare. Può diventare un simbolo. E Dio sa quanto ne abbiamo bisogno..

Alessandra said...

Bravissima la signora Rosanna.
Il suo è l'esempio da seguire.
Chi cede e arriva, nel peggiore dei casi a suicidarsi dà solo soddisfazione a "quelli là", perché per loro è uno di meno.
Per quanto possa immaginare in quale stato d'animo si trovino.

caposaldo said...

Avete ragione, la signora Rosanna e' un simbolo e va sostenuta, cosi' come byoblu. Non credevo ce la facesse, invece e' partito e fanno sul serio. Fino a 15 giorni fa non avevo fatto nessuna donazione, ora in settimana vado a fare la seconda...nel mio piccolo mi impegno per 100 euro al mese. Sostenere chi osa, i simboli.

Nessie said...

Ho riportato qui parte dei vostri commenti su Rosanna del bar di Chivasso, perché pertinenti col tema del nuovo post.

Cangrande said...

Un argomento correlato.

A Roma un barista, per la disperazione, si è impiccato. Causa "pandemia" scrivono le puttane della stampa mainstream.

Ebbene: ieri scorrevo i commenti sulla pagina Facebook del Messaggero: giornale tra i più spregevoli, al pari di Repubblica, Stampa, Corriere.

Con sorpresa, il 99% dei commenti erano di schifo per la narrazione, di insulti verso chi ha portato quel poveretto a quel gesto, di invocazioni a corda e sapone, a giustizia sommaria, a farla finita con la falsa pandemia e alla rivolta. Il 99%, ripeto.

Si dirà: facile fare i rivoluzionari digitali, i leoni da tastiera.
Certo: ma il VERO "sentire" della gente è ormai questo, a parte la fisiologica aliquota di covidioti.

Ci hanno "atomizzato" proprio per non coalizzarci.
Alla gente serve solo un leader, un movimento, che unisca questa persone. E inizialmente far capire che siamo.in TANTI, perché le folle, anche per le rivolte, agisce SEMPRE con la mentalità del gregge che abbisogna del pastore.

Se dovesse accadere questo miracolo, prego solo che nessuno provi pietà per i servi che ci hanno portato SCIENTEMENTE a questo.
Nessuna misericordia.
Fosse per me, place de la Concorde, al confronto, sarebbe stata paragonabile a un gaio parco giochi per bambini.

Nessie said...

Sì, ho sentito di questo poveretto,Cangrande. E mi dispiace immensamente. Questi scellerati maledetti oltre ai morti procurati per diagnosi e protocolli omicidi, hanno sulla coscienza anche i delitti da segregazione e da chiusura. Perché è chiaro che la libertà è come l'aria e se non la si ha ci si ammala psichicamente e fisicamente. L'atomizzazione in monadi solitarie e isolate, fa parte del loro stramaledetto Progetto di ingegneria sociale.

Nessie said...

Credo che il Prefetto e le autorità siano in grande difficoltà e non si aspettavano il grande appoggio e sostegno crescente intorno alla Bar Torteria di Chivasso. A occhio pare che ci siano 2000 persone:

https://www.youtube.com/watch?v=SqAx9UBwZGU

Pochi con la mascherina e tanta voglia di sentirsi liberi e felici.

Alessandra said...

Adesso li chiamano "aperitivi disobbedienti".
In questo articolo c'è un altro video con Rosanna Spatari, l'ultimo: un discorso breve ma incisivo e intriso di verità, contrariamente a certe inutili menate che sentiamo declamare da troppi politici.

https://www.secoloditalia.it/2021/05/a-chivasso-intervengono-i-blindati-per-chiudere-una-torteria-ha-violato-le-norme-anti-covid-video/

Nessie said...

Sì, ma se guardi i video più recenti vedi da te che questa Brigata di poliziotti che gli hanno buttato addosso, adesso si ritorce contro di loro.

Anonymous said...

Conosco qualcuno che è andato a Chivasso e mi dice che c'erano molte più persone. Ad occhio lo direi anch'io, ma è un fatto secondario. La strategia del governo è stata quella di fare più sanzioni possibili tra i presenti, dato che non c'erano zone rosse da proteggere.

IL SAURO

Nessie said...

Quindi? qualche migliaio di persone multate? Non serve più a niente, ormai. Mi hanno appena riferito che a Milano l'altra sera sui Navigli la polizia è stata presa a lanci di bottiglie dai giovani ai quali volevano fare applicare il coprifuoco.

Anonymous said...

Anche l'avv. Fusilli ha messo in giustapposizione i fatti di Chivasso, con il TSO di Fano. In ogni caso, è una brutta brutta Italia che un giorno verrà raccontata come regime.

https://www.youtube.com/watch?v=6_Y8enzTjEA

Ypsilon

Nessie said...

Per forza! Come si fa a non metterli in collegamento ? Nel primo caso, la violenza sta nel 150 a una. Le hanno messo i sigilli al suo locale e non paghi di ciò, le hanno cambiato pure le serrature.
Nel secondo c'è stata la catena di comando degli spioni ignobili: docente, preside, sindaco....tutti a chiamare carabinieri per una stronzata. E il bello che quelli accorrono. Non accorrono per ladri, assassini, criminali, pusher africani... ma in compenso arrivano per queste bagatelle.
LO hanno immobilizzato intimidendolo con le pistole d'ordinanza.In entrambi i casi, una violenza bestiale...da Stato di polizia.

Cangrande said...

Più la gente è consapevole, più "loro" stringeranno il cappio.

Non hanno alternativa.

Ne va della loro sopravvivenza fisica.
Se ne rendono conto benissimo.

E per questo saranno ancora più spietati.

Ora è solo un discorso di "o noi o loro".

Nessie said...

Sì, ma nello stesso tempo, questo è anche un segno della LORO debolezza. Non dimentichiamo mai che chi non ha ragione, cerca di esercitare la forza bruta. E' sempre successo questo in ogni tipo di dittatura.

Per questo dobbiamo insistere, persistere e non desistere,

Nessie said...

Intanto per chi dovesse spostarsi tra regioni evitango il Pass Vaccinale, ecco le giuste coordinate dell'avv. Fusillo:

https://www.youtube.com/watch?v=_5I7P1BDx_w&t=323s

@ Alessandra,

l'indirizzo sulla class action di Sandri è in difficoltà o perché strapieno o per altre ragioni. Pregano, pertanto, di scrivere a questo:

vergogna.pass@gmail.com



Anonymous said...

Vado fuori tema, e questo sarà il mio primo e ultimo commento (anche perché a scrivere in modo comprensibile mi costa enorme fatica) ma mi permetta la sig.ra Nessie di esporre un ragionamento che vado rimuginando da più di un anno.
Dunque... se nell’aria c’è davvero un veleno chiamato coronavirus, il quale è causa di una malattia chiamata covid, come mai hanno escluso i ciclisti e i runner dall’obbligo della mascherina?? Non respirano forse almeno il doppio del veleno che aleggerebbe nell’aria, e non ne buttano fuori forse almeno altrettanto?
Allora delle tre l’una. O sono coglioni coloro che hanno deciso ciò. O sono assassini. Oppure, come suggerisce il buon senso e come penso io, nell’aria e nelle nostre gole non c’è proprio nessunissimo veleno.
Però si dice: e i morti?
I morti, delle due l’una. O a circa 100.000 morti normali hanno cambiato causa di morte, semplicemente dichiarando il falso. Oppure davvero ci sono stati 100.000 morti in più, ma non certo causati da qualche veleno che nell’aria non aleggia affatto, come visto al punto precedente.
E causati allora da che?
Questo non lo so, e quindi qui mi fermo...
Sarei onorato se la sig.ra Nessie volesse dare il suo parere, in caso contrario grazie lo stesso per l’ospitalità.

Anonymous said...

Io credo e temo che la violazione dei diritti umani e civili, l'ingiustizia, la repressione e censura siano diventate così aperte, palesi, sbattute in faccia, non per debolezza ma perchè sanno di essere in pratica onnipotenti, perchè sanno di avere l'appoggio della stragrande maggioranza della popolazione zombificata scientificamente a reti unificate. Spero di sbagliare.
Scarth
PS sugli zombie di regime: imperversano catene di w app fanatici di gente che si è fatta siringare o è in trepidante attesa, in preda ad esaltazione pro regime e pro siringa. Parlano dei veri vaccini, facendone i raffronti, come se parlassero dell'ultimo gadget tecnologico che è "indispensabile" avere o come se si accingessero a partecipare all'Isola dei Famosi. Roba da gettare nello sconforto anche Superman. E non hanno 5 anni.

Nessie said...

Anonimo, per favore mettiti un nome di fantasia. Le spiegazioni più plausibili è che a certi tipi di sport e di sportivi non possono mettere la mascherina, semplicemente perché la mascherina è letale per la buona respirazione e per tutti gli sport aerobici. Te lo vedi un povero ciclista fare una risalita in maschera? Tra l'altro ne aggiungo una. La mancanza di attività motorie (palestre, piscine, danza ecc.) si è rivelata dannosa per la salute psico-fisica. E non lo dico io, lo dicono i responsabili del CONI.

Nessie said...

Scarth, sai bene che non sono quasi mai d'accordo coi tuoi commenti dettati dallo sconforto e, pertanto, non posso incoraggiarli. I regimi quando non possono mostrare la faccia pacata dello stato di diritto legato all'uso della Ragione e del buon senso e senno, fanno gli aguzzini. E' sempre storicamente stato così, e la tua interpretazione, scusa la franchezza, ma è quella della RESA.

Nessie said...

PS: ancora per l'Anonimo. Sui morti è un discorso molto lungo. I dati sono farlocchi e manipolabili anche perché non si muore per la vera malattia in corso (per fare un esempio: tumore, diabete, cardiopatie ecc.) ma per un tampone che segna positivo. Perciò dicono COVID, anche se in realtà si muore per altra causa patologica.

Anonymous said...

Sono l’anonimo della 1:08 pm, il mio nome è Fabio e non essendo abituato a scrivere sui blog avevo dimenticato di indicarlo. Mi scuso.
Ringrazio la sig.ra Nessie per la risposta, che però mi lascia perplesso.

Mi permetto di ribadire il mio povero pensiero: a me pare incongruenza troppo grande (e quindi sospetta) il proibire ad alcuni l’attività ”essenzialissima” di lavorare per vivere, mentre nel frattempo ad altri si lascia campo libero all’attività “secondarissima” di andarsene in giro in bicicletta senza mascherina e oltretutto per motivi di svago.

Ecco invece come ragionerebbe, a mio modo di vedere, un po’ di robusto e onesto buon senso:
- Aleggia nell’aria un veleno mortifero? Benissimo, anzi malissimo, allora mascherina per “tutti”.
- E per quelle attività incompatibili con la mascherina?
- La risposta è elementare: tanto peggio per coloro che vogliono svolgere “quelle” attività. Specialmente (ripeto: specialmente) se si tratta di attività di svago.

Ma vedo che, persino presso la sig.ra Nessie, il mio pensiero non fa presa, e nemmeno presso i suoi lettori. Pazienza, sarò matto io.

Grazie per lo spazio,
Fabio (val Seriana, BG)

Nessie said...

Fabio, io sono contro le mascherine a prescindere da come le impongono. Sono contro la mascherina a scuola, specie per i piccoli e pure per gli adolescenti, dato che fa malissimo. Sono contro sul lavoro e negli uffici dove ho visto dei poveretti con la faccia paonazza ed arrossata. Sono contro comunque e pertanto, non me la prendo con quelle categorie privilegiate che non la indossano, ma piuttosto con le pecore che obbediscono e indossano quella museruola, un tempo solo ad uso dei chirurghi nelle sale operatorie. Gli unici che per questioni di contatto coi pazienti, sono i soli a doverla indossare. Non voglio un nosocomio a cielo aperto, ma un paese libero, sovrano e indipendente, anche nel pensiero. Non c'è nessun veleno mortifero che aleggia nell'aria, ma solo una dittatura che impone i suoi SIMBOLI DI SOTTOMISSIONE. E la mascherina la è. Oltretutto è pure strumento di divisione fra cittadini. I ribelli che non la indossano sono oggetto di pesanti delazioni da parte dei sottomessi.

Cangrande said...

Interessante come il commissario europeo alla "salute", si sia trovata, miracolosamente...oops... € 4.000.000 sul suo conto corrente.

Quanto si saranno trovati sempre per caso, sul conto, i nostri eroi, qui in Italia ??

https://www.maurizioblondet.it/la-kommissaria-ue-alla-salutesi-trova-4-milioni-sul-conto/

Nessie said...

Figurati! C'è un giro di Magna-Magna dietro al VirusFuffa che fa pensare subito al perché sono tutti lì a gufare e a straparlare di Quarte e Quinte ondate, di "varianti" e altre panzane che servono a mantenere alto l'indice della Paura. Stasera a "Fuori del Coro", Mario Giordano ha sputtanato un presunto vaccino italiano di tipo "identitario", un certo Reithera, in realtà farlocco, perché prodotto in Svizzera da una serie di compagnie anonime costruite a scatole cinesi. 89 miliardi di denaro pubblico (cioè nostro) bruciati, alcuni dei quali, andato sul conto di Arcuri (Invitalia) azionista di questa porcata al 30%. Poi la seconda fase non è stata più prodotta perché il vaccino è stato considerato obsoleto, e allora tutto è finito giù per il WC, soldi nostri compresi.

Alessandra said...

Nessie, stavo rispondendo alla tua domanda nel post precedente ma poi ho visto che anche qui si parla di "magnarìe" e così la invio qui se sei d'accordo.
Me lo ricordo sì quell'infermiere.
Che il personale che somministra vaccini prenda dei soldi in più è assodato: qui un esempio, con i medici di base lombardi cui sono stati promessi a gennaio 1500 euro di bonus al raggiungimento di una copertura vaccinale pari al 20% degli assistiti.

https://www.ilgiorno.it/cronaca/vaccini-covid-soldi-medici-1.5892399

Intanto, a distanza di giorni, non posso fare a meno di rilevare che tra i politici, i soli a esprimere solidarietà a Rosanna Spatari sono stati Sgarbi e Paragone. Tutti gli altri non pervenuti.
Quasi due settimane fa Marco, un ragazzo che ha perso il padre per colpa del protocollo criminale "Tachipirina e vigile attesa", ha assicurato il suo sostegno a Rosanna con una lettera.

https://gasp.news/lettera-torteria-chivasso-perso-padre-rosanna/

Rilevo anche che Arcuri non è più commissario straordinario per "l'emergenza Covid" ma è ancora ad in carica di Invitalia. Quindi, anche se in posizione più defilata, potrebbe fare altri danni.

Nessie said...

"Rilevo anche che Arcuri non è più commissario straordinario per "l'emergenza Covid" ma è ancora ad in carica di Invitalia. Quindi, anche se in posizione più defilata, potrebbe fare altri danni".

Certo. E Invitalia era azionista del 30% di quella fantomatica Reithera svizzera (e non italiana) che poi è finita in niente. Ieri la cronista di Giordano l'ha tampinato per volerne sapere di più, ma lui è fuggito via come una lepre.
Ma queste sono solo la punta dell'iceberg delle "mangiarie". In ogni caso, c'è un mucchio di parassiti che hanno interesse a non fare finire mai più questa schifosa "emergenza", dato che frutta. Senza contare l'AIFA e l'EMA, una manica di lobbisti reiterati.

Nessie said...

Ps: Poi per non fare finire più l'emergenza, ci sono gli sbarchi sempre più numerosi e sempre più insistenti. E questo rivela l'aspetto impostore e farlocco della pseudo-pandemia. Se fosse vera, la prima cosa che farebbe un buon governo è l'ISOLAMENTO totale di tutta la Penisola. Il piano Kalergi si interseca, interagisce e integra quello del Grande Reset:

https://www.maurizioblondet.it/la-soluzione-allondata-dei-clandestini/

Cangrande said...

Nessuna correlazione...

https://www.larena.it/territori/bassa/la-maestra-bea-stroncata-a-40-anni-1.8664356

Nessie said...

Sì, ma l'articolo non dice se Beatrice si era vaccinata. Anche nello spezzino è appena morto un 60enne, una settimana dopo l'inoculazione di Astrazeneca. E la morte improvvisa, ovviamente , non è stata messa in correlazione con la recente somministrazione del siero.
Oramai se si muore di patologia pregresse a carattere oncologico o altro, si dice "per Covid", e se si muore di vaccino si dice che il paziente aveva patologie pregresse. Impostori farabutti!

Cangrande said...

L'articolo non lo dice. Ormai l'ordine di scuderia per i giornali è quello. Ma è così.
Io ho 800 colleghi, in tutti i paesi della provincia ed oltre. E le cose si sanno, come in un grande paese.
Inoltre era insegnante. E stanno subendo fortissime pressioni per "vaccinarsi". Anche se la maggior parte va al macello volontariamente e tutta contenta.
Io ho già perso due colleghi, sui 40 anni, sanissimi e sportivi, pochi giorni dopo l'in(o)culazione.
"Nessuna correlazione".

Mi viene voglia di girare con una maglietta con queste due parole...

Nessie said...

SU WhatsApp qualche giorno fa mi compare il titolo di un giornale:

MUORE DI DOLORE, AVEVA 54 ANNI. SEI MESI FA LA PERDITA DEL MARITO.

Nel contenuto il marito era morto dopo il mortifero intruglio. Ormai è stato superato ogni limite di decenza e le omissioni, censure e falsificazioni e contraffazioni si sprecano.

Nessie said...

Colpisce però la volontà suicida di molti nostri connazionali. Proprio nelle mani di un pirla come Pregliasco si va a mettere questa ragazza?

https://voxnews.info/2021/05/13/riceve-4-dosi-di-vaccino-la-ragazza-sta-male-disidratata-nonostante-beva-7-litri-acqua/#comments