01 August 2018

La fine di Farsa Italia



Forza Italia si è impantanata nella sua Caporetto. Sapevamo che Berlusconi è un meschino vendicativo che non cede e non molla mai nulla, ma forse non tutti pensavano raggiungesse questi livelli infimi. La bocciatura di Marcello Foa alla presidenza della Rai, un giornalista che proviene dal suo Giornale reca qualcosa di incomprensibile ai più. Eppure psicologicamente lo si capisce:


  1. Quella nomina è stata fatta da un atto congiunto Lega-5 stelle, pertanto Foa è apparso  fin da subito un candidato sovranista e "populista" (due parole che fanno paura) .
  2. Foa ha lasciato il Giornale nel 2011 diventando direttore del Corriere del Ticino e di Timedia prima poi trasformatasi in Società Editrice del Corriere del Ticino SA  , ha collaborazioni universitarie in proprio. Insomma, è uno che se il Berlusca  avesse dovuto fargli delle pressioni, poteva respingerle garbatamente (come è nel suo stile) al mittente. Non è poco. Ovvio che FI e il suo Patròn gli abbiano mosso guerra fin da subito: l'uomo che studia la manipolazione dei media (gli spin doctor), non era un soggetto  facilmente manipolabile. 
  3. L'aver dichiarato, da parte di Foa,  che avrebbe voluto riportare l'azienda RAI agli "antichi splendori" ha fatto uscire di senno il vecchio magnate palazzinaro, il quale non ha mai usato le sue reti per fare cultura, per accrescere il livello intellettivo dei telespettatori, facendo da contrappeso al controllo ideologico-culturale della sinistra, ma ha sempre e solo badato alle entrature economiche. Meglio per lui un soporifero e velinaro Mario Orfeo ex del Mattino di Napoli. Inoltre da Vespa trovava sempre qualche tappetino e stuoino, pronto ad onorare il suo passaggio, una poltroncina nella quale accomodarsi e qualche intervista in ginocchio, tra una scampanellata e l'altra. 


Berlusconi è uno che non si rassegna MAI a pensare che non tutto è in vendita. Per lui che possiede un'anima mercantile, tutto si compra e tutto si vende, anche l'Impossibile.  Con Montanelli gli andò male, perché Indro non sopportava le sue continue pressanti intrusioni (B. andava perfino giù in tipografia a controllare le copie invendute del giornale). Nonostante io non abbia la bolla di cristallo, non è difficile prevedere  che l'affaire Foa peserà come un macigno su di lui e sul suo partito che chiamarlo di "plastica" (come faceva il Pd) oggi è perfino poco. Purtroppo è il partito dell'Eurocrazia, dei massoni alla Barroso, alla Merkel e alla Tajani, esattamente come il PD.
Salvini ha commesso due errori di ingenuità: il primo di aver messo la Casellati, una magistrata di FI, al Senato. E la Casellati può remargli contro, come è accaduto quando è andata per proprio conto a parlare di immigrazione all'ONU. 
Il secondo, di aver permesso senza opporsi che  a capo della commissione di vigilanza della Rai salisse Alberto Barachini,  giornalista Mediaset e senatore di FI. In tempi non  troppo lontani offrire la presidenza della vigilanza Rai a uno di Mediaset  che per giunta è pure un parlamentare, avrebbe scatenato dimostrazioni di piazza a non finire: vero o piddioti che ora andate a braccetto coi forzaitalioti dopo averci rotto i timpani col "conflitto di interesse"?

Salvini si liberi quanto prima dei rimasugli di un'alleanza scomoda che se anche esiste di fatto nelle giunte municipali e regionali, col tempo, potrebbe essere per lui rovinosa. 

Il  misfatto  è stato compiuto e  Berlusconi ha boicottato la nomina di Foa unendosi alla feccia di questo Paese: Pd  e Leu (il partitucolo della Boldrini). Un marchio di infamia che non sarà privo di conseguenze politiche, elettorali e sociali e che peserà come un macigno sulla sua testa e sul suo partito in via di liquefazione.



Spero che si rivelino esatte le previsioni di Messora, secondo le quali Foa svolgerebbe comunque la funzione di Direttore come consigliere più anziano. Ecco il video. Se  dovesse accadere,  ciò renderebbe inutile anche il tradimento del cantantino da crociera divenuto fortunato  palazzinaro prima, e poi quel sua Emittenza che sappiamo.
La lotta per sottrarre l'informazione dalle mani dei nemici degli italiani deve continuare più che mai, perché è lì che si gioca il futuro della coscienza dei cittadini. Non è ammissibile che mentre il premier Conte in USA strappa a Trump importanti committenze con la Libia, riuscendo a mettere in un angolo Macron, committenze che ci possono dare respiro, i TG aprano con la notizia della giovane atleta di colore che ha preso un uovo in faccia. Le armi ideologiche di distrazioni di massa e di depistaggio politico, devono finire.



98 comments:

Anonymous said...

Che fine ignominiosa per
lo zozzone di Arcore, non
gli resta che un pugno di
mosche cocchiere e nemmeno
la soddisfazione di un posto da senatore a vita.
Di ciò ringrazi la sinistra. Ha fatto il patto
col diavolo, ora ne paghi
le conseguenze.

John D.D.G.

Nessie said...

Il silicone che gli si scioglie in viso, è la pena di contrappasso di un vecchio Dorian Gray che non ha più né giovinezza né virtù né qualità umane.

Alessandra said...

Alla fine l’hanno fatto. Farsa Italia è ufficialmente alleata con PD e Leu.
Salvini però non molla: per lui il nome per la presidenza RAI è Foa e nessun altro.

http://m.ilgiornale.it/news/2018/08/01/rai-salvini-riconferma-foa-conto-su-sostegno-del-centrodestra/1560663/

Il PD è ormai senza freni nella mancanza di senso del ridicolo, con Faraone che annuncia una scampagnata al Colle nel caso si dovesse insistere su Foa.
Si attaccheranno al tweet.

Nessie said...

Fa bene Salvini a non mollare, ma prima deve capire che Farsa Italia è andata più a sinistra di Leu. E prima lo capisce meglio è.

Massimo said...

Credo che dovremmo incalzare i parlamentari di FI chiedendo loro se vorranno essere fedeli a Berlusconi o agli Elettori. In tal senso ho scritto ad un neo e giovane deputato, proveniente da An all'epoca dell'ingresso nel PdL, di cui ben conobbi il padre all'epoca Msi e poi An. Continuo a non capire come possa restare in FI. Se qualche decina di deputati e soprattutto senatori restassero fedeli agli Elettori, forse Salvini potrebbe avere più forza al governo. In fondo la scelta di non partecipare al voto su Foa deriva essenzialmente dalla paura che, nel segreto, i commissari di FI avrebbero potuto rispettare la volontà degli Elettori e non quella del Cav.

Jacopo Foscari said...

È giunta l'ora di cremare la Salma

Alessandra said...

Sono d’accordo: è stato un errore da parte della Lega accettare al Senato e alla presidenza della Commissione di Vigilanza due fedelissimi berlusconiani come la Casellati e Barachini, si vede anche dalle loro azioni come FI stia remando contro.
A proposito Nessie, il link sul giornalista Mediaset non funziona.

Figuriamoci poi se Berlusca avrebbe accettato una programmazione RAI non più appiattita a immagine e somiglianza di quella Mediaset con stupidi reality, quiz e "talent", programmi "comici" e fiction tutti filo-immigrazione e LGBT, tg non dissimili da quelli PD-RAI (speriamo ancora per poco) e senza un Del Debbio o un Belpietro non abbastanza allineati.

Nessie said...

Massimo, se hai conoscenze all'interno, fai benissimo a sfruttarle. Ma ricorda che il denaro è un'ottima deterrenza a rimanere. In ogni caso saranno gli elettori il vero banco di prova.

Nessie said...

Jacopo, la Salma non ci tiene a passare per le urne e l'ha anche detto. Forse teme di essere...cremata, come dici.

Nessie said...

Grazie Alessandra, ho corretto il link, ora funziona. Già che c'ero ho dato un'occhiata pure ai refusi, ma ti assicuro che stare al pc con questo caldo, è una vera tortura.
La mossa di Berlusca contro Belpietro, Mario Giordano e Del Debbio, avrebbe dovuto allertarci. E poi sempre con 'sta menata dei "moderati". Uhhh che palle! Moderati de che?

Anonymous said...

Li voglio vedere gli scagnozzi parlamentari di Berlusconi che si danno da fare per andare allegramente sotto al 5% rimettendoci il posto per far piacere al loro padrone ... o a sgomitare per candidarsi in qualche nuova evoluzione del PD.
Poi sulla bocciatura di Foa da parte di Forza Italia alleata col PD - una porcata galattica - mi piacerebbe capire come è possibile che quando il suddetto PD è al governo anche con molti meno voti della attuale coalizione riesce SEMPRE a fare tutte le nomine che vuole a partire da quella del Pres. Rep., 26 anni di Pres. Rep. in quota PD, senza saltare una volta, non so se mi spiego...
Scarth

Nessie said...

Ti ho inserito nel post nuovo e aggiornato alla bocciatura di Foa, caro Scarth.

La mia risposta te l'ho già data in varie altre occasioni: perché la destra non mena le mani e non occupa le piazze. Mentre loro lo fanno.

Anonymous said...

Buonasera Nessie ed a tutti.
Linko l'articolo del Giornale a proposito di Foa, pare che le previsioni di Messora si stiano avverando. Senza mettere troppo le mani avanti, sembra che sia partito il piano B di Salvini.
http://www.ilgiornale.it/news/politica/foa-scontro-finisce-colle-1560837.html
Laura

Jacopo Foscari said...

La Lega per 25 anni ha parato il culo alla Salma votando leggi ad personam e sopportando tutte le puttane piazzate dalla Salma. In cambio la Salma che fa? Vota contro uno come Foa, che ha lavorato per il suo giornale per 20 anni, per inciuciare coi "comunisti". A mali estremi, estremi rimedi. Il governo revochi le concessioni a Merdaset, cosa da cui il paese potrebbe trarre immenso beneficio intellettuale

Nessie said...

Laura, il PD è sempre pronto a ricordare a Mattarella che lui è lì, grazie ai suoi voti e alla sua spinta. QUI PRO QUO. Che pena!

Nessie said...

Jacopo, come ben dici è ora di fare un gran falò di S. Giovanni sulla Salma. Salvini cede sulla Casellati e sul senatore Mediaset Brachini e la Mummia si allarga e si mostra insaziabile. Non se ne può più.

Nessie said...

Scrive Veneziani: "Oggi, 1 agosto 2018, si è perfezionata l'operazione di scomparsa del Centrodestra".

Ne è convinto un osservatore di primissimo piano del centrodestra stesso quale è Marcello Veneziani. Che in una intervista al sito affaritaliani.it va ben oltre. Perché dice che "più che altro, oggi si celebra la fine della parabola di Berlusconi che è davvero arrivata alla sua conclusione".

Eh, sì, come mostra la foto del post in alto al centro: SCADUTO!

http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/13365992/silvio-berlusconi-marcello-veneziani-marcello-foa-rai-fine-indecorosa-parabola-politica-sei-come-gianfranco-fini.html

Anonymous said...

Buongiorno a tutti.
Adesso anche Dimaio si è messo contro Salvini, pazzesco! Anzi, mica tanto...
Dice che non si può tornare indietro per la nomina di Foa, BALLE! c'è solo una cosa da cui non si può tornare indietro, nel modo più assoluto: LA MORTE.
Quindi, una soluzione, volendo, la possono trovare.
Laura

Gabriele Casari said...

Ennesima dimostrazione di un paese abbia bisogno di politici e non solo di imprenditori.Cosa cavolo conta ess

Gabriele Casari said...

Per finire , servono politici veri , non figure prestate alla politica .L'etica richiede dedizione assoluta che non si trova nelle aziende.Vedere l'azienda come luogo di santi è stato un sintomo della malattia che ha preso l'Europa.P.S.Saura riarrangia questi miei post scritti malamente al cell. come vuoi.

Anonymous said...

Ti segnalò questo articolo:

http://lospiffero.com/ls_article.php?id=40926

John D.D.G.

Nessie said...

Laura, certo che la possono trovare. Volere è potere.

Nessie said...

Gabriele, sono d'accordo: basta con "imprenditori" prestati alla politica, "banchieri" prestati alla politica, la Finanza che la fa da padrona con i colpi di stato come quello del 2011 e tante altre iniquità che abbiamo subito nel corso degli anni.

Nessie said...

Grazie John, appena letto. Però Meluzzi ne ha già fatte troppe di mutazioni genetiche per i miei gusti. Comunque in questo caso, ha ragione.

Anonymous said...

Indro non sopportava le sue continue pressanti intrusioni
non facciamo un mito dello "scudiero degli agnelli".
Negli anni cui lo leggevo io "il giornale" era pieno di lodi montanelliane a " l' editore che paga ma non comanda". Quando poi il suddetto "signore" cominciò a fare come TUTTI gli editori ( comandare perché paga) io avevo già da un pezzo mollato la sola montanelliana ( due furono i fatti che mi avevano aperto gli occhi, ma ne parleremo un' altra volta ).
ws

Anonymous said...

la partita rai è appena cominciata. la mancata convalida di Foa è una zeppa messa in un ingranaggio .
In questa vicenda non è stato solo incastrato berlù ma anche chi ne l' M5 si preparava a gestire la rai in compromesso con quelli che già la occupano ( Ad salini )
la manovra è infatti chiara , dal momento che l' m5 ha già incassato l' AD , gli inciucioni vogliono un presidente non in quota salvini , ma non potranno far passare nessun in Vigilanza senza votare tutti insieme ( m5+pd+Fi) e quindi sputtanandosi tutti insieme, una operazione in cui però FI rischia la morte ( per questo oggi la mummia a reti unificate cantava "l'unità del centrodestra" )

ws

Anonymous said...

Ciao Nessie,
sinceramente, non so se provare più disgusto per il pronunciamento del Bollito arcorese contro Foa, o per le puerili giustificazioni adottate.
Il nome di Foa, non sarebbe stato “concordato” con l’opposizione e non sarebbe sufficientemente “di garanzia” per una carica come quella di presidente della Rai.
Lo dice lui che quando vinceva e aveva i numeri, in fatto di nomine si muoveva come un carro armato, senza guardare in faccia a nessuno.
E quanto a “figure di garanzia” ancora oggi, che i numeri non li ha, è riuscito a far eleggere un dipendente Mediaset alla presidenza della Commissione di vigilanza sulla Rai…

Spudorato, arrogante e totalmente privo di senso del ridicolo, Berlusconi è un problema la cui soluzione non si può più rinviare e Salvini sa come fare. In fondo, gli basterebbe dare via libera a Di Maio che frigge all’idea di varare una bella legge sul conflitto d’interessi. Non capisco cosa lo trattenga. Forse il timore di mettere in crisi le amministrazioni locali, ma a quest’ora dovrebbe aver capito che la Lega è in grado di prosciugare elettoralmente Forza Italia (o quel che ne resta) in un amen. Si muova, dunque e ci liberi da quell’abominevole pagliaccio che più rincoglionisce e più diventa pericoloso.
(no caste)

Alessandra said...

Di Maio è purtroppo in sintonia con Mozzarella, che ammonisce: “Niente forzature”.

https://www.corriere.it/politica/18_agosto_02/caso-rai-colle-auspica-d74055bc-95c4-11e8-819d-89f988769835.shtml

Secondo l’autore di questo articolo, Foa non può guidare la RAI perché ha criticato l’UE.
E allora che facciamo, dimettiamo il governo? Il loro sogno.
Quando la criticava Renzi invece andava bene, ovviamente.

Poi Anzaldi del PD ha detto che Foa non può presiedere il CdA, in base a un imprecisato regolamento. C’è per caso qualche cavillo che sfugge a Messora e a noi tutti, o semplicemente ogni nomina deve passare dall’approvazione incondizionata del PD?

Nessie said...

Alessansdra, quella di attaccarsi ai cavilli è una caratteristica tipica del PD che applica solo l'arrogante SUPERIOR STABAT LUPUS. Ora a quanto pare è una prassi adottata anche da Farsa Italia.

Nessie said...

ws su Indro. Come toscano, sei prevedibilissimo in queste polemicuzze da contrada. L'episodio (vero) l'ho riportato per mostrare il carattere invadente e pervasivo di Berlusconi. Episodi analoghi se ne possono riportare con tutti i suoi allenatori del Milan molti dei quali si lamentarono perché lui pretendeva fare il CT, l'attaccante, il portiere e in centro-avanti, nello stesso tempo. Ma se lo avessi fatto, tu probabilmente te ne saresti stato in silenzio. Impara a contestualizzare, caro.
Non mi interessa Montanelli in sé che è morto e pace all'anima sua, mi interessa invece (e molto) a mostrare la tendenza di B. ad allargarsi a dismisura e a recitare tutte le parti in commedia.

Nessie said...

ws sul secondo commento. La Mummia può solo cantare la Messa di Requiem.

Nessie said...

Ciao No caste, ben ritrovato. Mala tempora...come suol dirsi. Come ho appena ricordato ad Alessandra, da quando Berlusconi è diventato "comunista" ha imparato dai suoi compari ad attaccarsi all'arte dei cavilli.
Salvini avrà del bello e del buono per toglierselo dalle palle, ma alla fin fine ci riuscirà perché il tempo non gioca dalla parte del nano cattivo. Io al posto suo, con le percentuali che ha razzolato, non gli avrei dato una presidenza in quota di una delle due camere (la Casellati) e nemmeno la presidenza della commissione di vigilanza. Sulle giunte forse non sai che esiste nella Lega un'ala "maronita" ancora molto filo-berlusconiana.
E di recente anche Zaia fa dichiarazioni che mi lasciano perplessa, come quella degli italiani "razzisti".

Aldo said...

Questa mi giunge nuova.

Che dite, ne sentiremo parlare al TG3?

Anonymous said...

Per quanto le turbe caratteriali di Berlusconi siano evidenti la bocciatura di Foa in compagnia del PD secondo me non è dovuto a sola stizza personale. Lorsignori nel quadro della loro strategia di dominio globale devono conservare il controllo totale di certe istituzioni chiave come ad esempio la RAI che non possono certo permettersi di far diventare imparziali o veicolo di opinioni e dati di fatto a loro avversi. Da qui la perfetta sintonia tra Forza Italia e PD per adempiere agli ordini dei loro Referenti. Nel nostro sistema fintamente libero possono anche farci giocare con le votazioni ma di certo il Vero Potere, quello che decide davvero, se lo tengono ben stretto in barba a qualsiasi risultato elettorale. In definitiva, come nota Alessandra, sì è proprio così: ogni nomina deve essere approvata dal PD rappresentate in terra dei Poteri che contano. Non è scritto nella costituzione ma ben più solidamente ed indelebilmente nella realtà dei fatti.
Scarth

Nessie said...

Come NO? Magari a "Linea Notte". Ricordo che aprire il TG con l'uovo di Daisy è un gesto di disprezzo nei confronti della povera Pamela Mastropietro, fatta a fettine in due valige. Lei non ebbe un'apertura di TG.

Anonymous said...

Sì, Nessie, naturalmente so dei maroniti filo berlusconiani, ma spero non siano tanti. Ho qualche difficoltà a pensare che nella Lega possano esserci molti nostalgici del partito al 4% e della classe dirigente responsabile di un problemino di 49 milioni che ai magistrati non è parso vero poter scaricare sulle spalle di Salvini.
(no caste)

Aldo said...

Secondo me invece sarà in "prima pagina" sul TG3, subito dopo questo. E' importante stigmatizzare il razzismo o, almeno, parlarne e far notare che non solo in Italia è allarme razzismo. Del resto, con tutte la vigilanza che c'è sulla RAI, vuoi che non si dia spazio a una visione pluralista degli eventi?

Nessie said...

Muahh ah ah! Hai proprio voglia di scherzare, o Aldo! :-) Siccome so che una simile notizia non apparirà né nel PD1, né nel Pd2, né nel PD3, è bene che la trascriviamo noi, tanto per rispondere ai cultori del meticciato e di come va a finire, se ben applicato :

E' deciso, il Sudafrica emenderà la Costituzione per espropriare le terre ai contadini bianchi senza alcuna compensazione. In nome della lotta al razzismo il Sudafrica risponde con una Costituzione razzista al contrario. A dare l’annuncio dell’emendamento è stato il presidente Cyril Ramaphosa in un discorso televisivo alla nazione trasmesso lunedì sera, nel corso del quale ha definito la riforma “di importanza cruciale” per l’economia sudafricana.

https://www.ilprimatonazionale.it/esteri/il-sudafrica-cambia-la-costituzione-per-togliere-la-terra-ai-bianchi-90661/

Nessie said...

Scarth, hai toccato un tasto nevralgico: l'informazione televisiva, pubblica (RAI) o privata che sia (Mediaset, La7, Sky tv) è il megafono del Nuovo Ordine Mondiale. Pertanto occorre darla in appalto ai garanti di questa porcheria. E sappiamo bene chi sono i garanti: il PD e FI.

Un'altra cosa. Noi distinguiamo il pubblico dal privato, ma in realtà dopo la TV della Prima Repubblica (Bernabei) ormai non c'è più alcuna differenza perché gli ordini di scuderia trilaterali, prevedono un'omologazione e un appiattimento tra i due settori. I format dei programmi sono gli stessi (tv Movie, fiction, intrattenimento, talk show ecc.). E i diktat, pure.

Nessie said...

Anch'io No caste. Ma tieni presente che l'abile mossa di una Lega nazionale, non è piaciuta ai nostalgici del secessionismo. A tutta prima, neppure io ci credevo, ma ora constato che la mossa di Salvini di voler rendere indipendente l'Italia dalle pastoie Ue in primis, è stata vincente e che gli elettori l'hanno capita.

Solo in un secondo tempo e a cose fatte, si può procedere ad una riforma federale nel senso svizzero.

Una domanda: ma perché la Meloni non scioglie quel ridicolo partitino condannandosi all'irrilevanza e non entra con Salvini? L'hai letto l'articolo di Veneziani in proposito?

Anonymous said...

perché la Meloni non scioglie quel ridicolo partitino
perché è solo la "frontwoman" di un partito di parrucconi atlantisti in combutta con berlusconi. i "fratellini" furono fatti uscire nel 2013 da fogna italia per non lasciare alla lega l' opposizione alla UE e ai più schifosi inciuci di belusconi.
Nella sostanza: succhiaruote e frenatori, come nel piano di "sostituzione" di foa con il "berluscon-fratellino" Rossi previsto come " soluzione" de l' affare Foa" .
ws

Nessie said...

Può essere. Anzi, quasi senz'altro. Del resto sappiamo chi è Larussa e la sua posizione sulla Libia, addirittura più oltranzista di Berlusconi ai tempi dell'impresa.

Nessie said...

Intanto ci dimentichiamo di ricordare che l'FNSI e l'USIGRAI ovvero i due sindacati bolscevichi dentro la RAI, non vanno soggetti né a SPOIL systeM nè ad altri avvicendamenti. Con simili merdacce è inutile vincere le elezioni :

Fnsi-Usigrai, pronti a impugnare atti illegittimi - "Marcello Foa come consigliere anziano può esclusivamente convocare, e con urgenza, il consiglio di amministrazione per dare finalmente alla Rai un presidente di garanzia. Un qualunque altro atto che andasse oltre sarebbe una frode della legge e una usurpazione delle attribuzioni della Commissione di Vigilanza. L'autoproclamazione come 'coordinatore' del cda, figura non prevista da alcuna norma, più che una furbata lessicale è uno sfregio al Parlamento". Lo sostengono Fnsi e Usigrai, dicendosi pronti a impugnare atti illegittimi del cda.

http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2018/08/01/rai-vigilanza-boccia-foa-presidente_b448550d-ce9f-427a-a036-dd4af0be7b7f.html

http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2018/08/01/rai-vigilanza-boccia-foa-presidente_b448550d-ce9f-427a-a036-dd4af0be7b7f.html

Anonymous said...

Nessie, Salvini si convinse dopo (o poco prima) la manifestazione di Milano alla quale parteciparono quelli di CasaPound (lo slogan “prima gli italiani” lo hanno inventato loro), grazie a Borghezio che da CPI aveva avuto le preferenze decisive per essere eletto in Europa nel collegio dell’Italia centrale, in un periodo non facile per la Lega. Credo che la “svolta” sia in gran parte merito suo. O almeno l’input.
Quello della Lega “Nazionale” fu un pallino di Veneziani sull’Italia Settimanale nel 1992-93, ben prima della nascita di Forza Italia. Se Bossi avesse fatto il passo all’epoca avrebbe avuto l’Italia ai suoi piedi e forse ci avrebbe risparmiato il ventennio berlusconiano.
Io scrivo da una regione che non avrebbe avuto nessun problema a votarlo e che, se la Giunta per le elezioni del Senato si deciderà a dichiarare decaduto da governatore quel cialtrone di D’Alfonso, potrebbe essere (forse già a novembre) la prima regione “al di là del Po” ad eleggere un presidente leghista.

Sulla Meloni non saprei (non conosco l’articolo di Veneziani). So solo che la rottura tra Lega e CasaPound fu opera sua. E so che sta facendo incetta, negli enti locali, di eletti in FI (oltre 250, finora).
Bene, lei si prenda pure gli eletti, quanto agli elettori (anche ai suoi) ci penserà Salvini.
(no caste)

Nessie said...

No caste, qui le affermazioni di Veneziani sulla Meloncina:


https://www.liberoquotidiano.it/news/sfoglio/13345618/marcello-veneziani-strano-caso-giorgia-meloni-governo-lega-m5s.html

Anonymous said...

Buonasera,
Leggo ora un articolo del Giornale a proposito del figlio di Foa (non ne sapevo niente).
Pare che possa entrare a lavorare in Rai, se è come suo padre, per me va bene, al contrario di tanti rosiconi:
http://www.ilgiornale.it/news/politica/rai-tirano-ballo-figlio-foa-salvini-nessun-imbarazzo-1561237.html
Laura

gianchi.gian said...

Speriamo nel destino naturale, che al più presto ce ne liberi di questo immondo figuro voltagabbana che per un pugno di mosche si allea col suo nemico sempre dichiarato. Che schifezza umana.

Jacopo Foscari said...

Dicono le malelingue che la decisione di silurare Foa sia stata presa non tanto dalla Salma in se, quanto da colui che è ormai il vero padrone di Fogna Italia, vale a dire il leccaculo provetto di Merkel/Macron/Juncker, il caro Tajani il quale appunto obbedisce agli ordini della scuderia eurocratica che gli ha dato la poltrona di presidente del parlamento europeo. Bisogna dire che la Salma si è scelta proprio degli eccellenti collaboratori.

Nessie said...

Jacopo, Tajani è solo un arrampicatore dell'Euro Tower. Da mangiatore romano di spaghetti all'amatriciana, guarda te che carriera si è costruito!

Nessie said...

Laura, sapevo che il figlio di Foa lavorava per i social di Salvini. Altro non saprei dirti. Ma tanto basta a scatenare sul piede di guerra i soliti sindaCACATI (io li chiamo così). Sulla Boschi che ha rovinato in combutta col padre tanti poveri correntisti, non hanno mai indetto uno sciopero.

Nessie said...

Gianchi, come sai al destino bisogna pur sempre dare un aiutino.

Nessie said...

Su Affari Italiani c'è una lettera di Andrea Pasini che denuncia la macchina del fango contro Foa:

http://www.affaritaliani.it/politica/foa-la-macchina-del-fango-e-partita-e-berlusconi-ha-perso-un-occasione-553458.html

Dovrebbe badare anche al suo blog dove c'è una scalmanata che usa la "character assassination" su modello dei centri sociali. Prima ha tentato di sputtanare e calunniare Foa dicendo che è un vecchio Solone della RAI già "anziano" del CdA. Toppato! Si dà il caso che sia stato eletto nel CdA il 18 luglio di quest'anno, cioè dopo la formazione del nuovo governo. Ora si attacca al "cerchio magico" familiare, perché suo figlio ha lavorato per i social di Salvini.

Nausicaa said...

Sì, Nessie vedo che l'alleanza PD, Sindacati e Fi contro Salvini e contro la nomina di Foa, sta andando avanti, e che non solo il Giornale e relativi blog ne sono i megafoni. Tutta la stampa di regime sta dando fiato a Berlusconi che viene dipinto come "vittima" di quel "traditore" di Salvini. Una porcheria!

Anonymous said...

Stando a questo articolo, il zozzone di Arcore centra poco
con la mancata nomina di Foa
alla presidenza Rai e, se le cose
stanno così vuol dire che è proprio finito.
Mi si perdoni il paragone ma la
cosa mi ricorda la vicenda di
Papa Ratzinger, prima vi fu una
strisciante delegittimazione, poi
si creò attorno a lui un cordone
sanitario e infine vi fu la destituzione e sostituzione per
mano americana.

https://www.controinformazione.info/supermassoni-marcello-foa-silurato-da-attali-e-napolitano/

John D.D.G.

Anonymous said...

La psicopolizia orwelliana del nostrano 1984 ha schedato ByoBlu. Lo dice una fonte attendibile: un giornale di regime:
https://www.youtube.com/watch?v=eP6x7xZxlWg
Scarth
PS: ma vi risulta che per diritto, legge e Costituzione al Quir... è assegnata una propria polizia politica e delle facoltà di inquisizione?

Nessie said...

Grazie John. Gli Attali e i Micron sono stati nel mirino del blog di Foa da parecchio tempo. E questa è gente occhiuta che non perdona. Probabile che sia vero quanto afferma Magaldi.

Anonymous said...

ma vi risulta che per diritto, legge e Costituzione al Quir... è assegnata una propria polizia politica e delle facoltà di inquisizione?

ci dovrebbe essere una immediata interrogazione parlamentare ai ministri della giustizia e de l' interno , altrimenti di cosa stiamo a discutere? in democrazia le "inchieste segrete" non possono essere ammesse anche se mozzarella fosse "u'Re".
ws

Nessie said...

Scarth, siamo tutti quanti schedati e spiati a vista. E solo a sentire parlare di abolizione della Legge Mancino sui reati d'opinione (e cioè di un obbrobrio giuridico), chi di dovere si straccia già le vesti e i capelli.
Di Maio e Salvini se la fanno sotto solo a sentirla nominare, e hanno lasciato solo Fontana, dicendo che "non fa parte del contratto". E te credo!

Nessie said...

ws, quoto. Se i ministri del neoeletto governo si piegano al diktat del "non disturbare il manovratore", allora stiamo davvero freschi!

Anonymous said...

Ws, mi stupisco sempre che a fronte di plateali e reiterate violazioni dei diritti umani, civili e politici come per esempio questa le reazioni dei nostri siano sempre scarse, ingenue o inesistenti. Il fatto che un simile gravissimo atto di repressione delle libertà civili e politiche fondamentali sia tranquillamente rivelata da un giornale organico al Regime la dice lunga sul livello di onnipotenza e impunità di cui godono apertamente. Provate a immaginarvi la stessa cosa a parti inverse...
Nessie, figuriamoci se si faranno scappare quella Legge che gli consente di sopprime a loro qualsiasi opposizione con qualsiasi scusa a loro piacimento e al riparo di una pseudo legalità. E' come la RAI: un perfetto strumento di regime.
Scarth

Nessie said...

Sì, e più ci si allontana dalle macerie della II Guerra Mondiale (sono passati ormai 72 anni) più ne inaspriscono gli articoli chiedendo di estendere la Mancino anche ai sassi, così, tanto per tenerci vincolati al concetto di "museruola del pensiero".

Anonymous said...

E chi sono i primi a scagliarsi contro Fontana?
- Fiano
- La comunità israelitica italiana
- Il partito degli anti italiani
E perché?
L’infame legge Mancino è il fulcro del loro regime apparentemente democratico ma in realtà totalitario quant’altri mai. Quindi chi la tocca muore (mediaticamente, politicamente...)
Se Salvini spera di salvarsi esimendosi dal combattere frontalmente le logge, magari sperando di essere tollerato, a mio avviso si sbaglia, e di grosso.
E il popolo italiano vero, l’ultimo rimasto, rischia davvero l’estinzione
Oreste

Anonymous said...

La cosa è stata ripresa anche da Blondet:
https://www.maurizioblondet.it/il-quirinale-ci-ha-schedati/
Vedo oltre alla gravissima repressione e intimidazione della libertà di espressione c'è una variante di regime: se voti contro il PD e chi per esso sei una spia russa o ti sei fatto hackerare il cervello dai russi. Semplice no? Quindi in Italia non esiste nessuna legittima opposizione al PD ai suoi referenti, mandanti e compari.
Scarth

Nessie said...

Sì l'avevo letto. I cittadini e le istituzioni neoelette si devono mobilitare. L'articolo di John DDG testé linkato è preso da questo sito :

http://www.libreidee.org/2018/08/supermassoni-marcello-foa-silurato-da-attali-e-napolitano/

Se dovesse essere vero che dietro a Tajani c'è il duo Attali-Micron, ci sarebbe da prendere d'assedio Palazzo Chigi e tutto il Quirinale.

Nessie said...

Oreste qui un articolo di critica durissima sulla Legge Mancino:

https://voxnews.info/2018/08/04/legge-mancino-fa-schifo-fare-a-pezzi-pamela-non-e-odio-razziale-lanciare-un-uovo-si/

Anonymous said...

Cara Nessie
Qui alcune tappe dell'avanzare della tenaglia liberticida: Francia 1975: legge Pleven, 1992, legge Gayssot; Italia 1975: legge n. 654, 1993 legge n. 205 detta legge Mancino.
La legge Gayssot ha sottratto la Shoah all'indagine storica: numero dei morti, modalità di sterminio sono state stabiliti in Francia una volta per sempre. Gli stessi politici che accusavano la vecchia Chiesa Cattolica (quella vera) di dogmatismo, hanno incredibilmente varato una legge che impedisce l’indagine storica, pretendendo di sigillare, cristallizzandole, delle valutazioni del tutto contingenti. Una censura culturale ignominiosa, che, con linguaggio sovietico, arriva a condannare la ricerca storica come revisionismo, indicando in tal modo il revisionismo, che è l’essenza stessa del lavoro dello storico, come un fattore negativo.
La legge italiana n. 654 prevede sanzioni per motivi legati al razzismo.
La legge Mancino prende quelle sanzioni e le estende applicandole ad "ogni organizzazione... avente tra i propri scopi l'incitamento alla discriminazione... per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi".
Ora ogni religione per definizione discrimina (fa differenza) tra fedeli e infedeli e così ogni nazione protegge i suoi cittadini e non altri. Siamo al delirio giuridico. In nome del principio di non-discriminazione ogni richiamo alla propria identità nazionale, religiosa ed etnica può essere considerato come un reato.
Mentre i delitti veri stanno uscendo dal codice, si inventano così i nuovi reati, coincidenti con tutti i comportamenti che si frappongono all'avanzare tracotante dei signori del caos, ormai determinatissimi a travolgere al più presto ogni identità ed ogni forma di vita sociale, in modo da ridurre gli uomini a individui senza storia e senza legami.
Oreste

Nessie said...

Il caso Pamela Mastropietro è emblematico. Nessuno vuole vedere in questo scempio e carneficina, una ritualizzazione etnica nigeriana, come in effetti è. In compenso all'atleta Daisy (figlia di un nigeriano legato alla mafia) a cui è stato lanciato un uovo insieme a tanti altri bianchi si vuole vedere la matrice razziale e razzista. E' facile mettere con le spalle al muro questi sepolcri imbiancati: se le razze non esistono, non si dovrebbe nemmeno farne riferimento con le parole "razzismo" e "razzista".

Ma Lorsignori sanno bene che esistono: tant'è è vero che vorrebbero espungere e cancellare dalla Costituzione la parola "razza" espresso dall'art. 3. Non si cancella ciò che non esiste, non ti pare?

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di RAZZA e di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

E` compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Aldo said...

Se ogni violenza rivolta contro un forestiero (al di là delle ultime cronache, temo che limitarsi alla dicotomia bianco/nero sia troppo restrittivo; per dire, gli zingari sono bianchi quanto noi, ma guai!) va bollata con l'aggravante razziale, a rigor di princìpio non vedo perché si debba non considerare l'aggravante razziale per la pletora degli stupri e tentati stupri che si susseguono con un cadenza ormai fin troppo regolare. E non voglio neppure citare il caso Mastropietro o quello Kabobo, perché a mio avviso scorgervi la matrice razzista è fin troppo facile, a meno di voler essere strumentalmente ciechi.

Ovviamente, quella degli stupri è solo una delle tante categorie di violenza che occorrerebbe prendere in considerazione, la più appariscente e scabrosa. E' meno manifestazione d'odio introdursi nella casa di un novantenne, magari malato, e privarlo dell'abitazione o, ancor peggio, legarlo a una sedia per meglio massacrarlo di botte? In quei casi il "pallino" è spesso nelle mani dei forestieri slavi, ma con la logica che legge "razzismo" nell'ostilità maturata verso chi è solito svuotare le tasche o la casa altrui, direi che sarebbe solo simmetrico leggere "razzismo" nella scelta di obiettivi in stragrande maggioranza italiani per le aggressioni domestiche. Oppure, sempre per simmetria, sarebbe forse più opportunamente il caso di smetterla con questa menata del razzismo in ogni caso.

L'uso pelosamente unidirezionale che ancor oggi si fa del presunto "razzismo" nell'applicare le leggi e le relative sanzioni è una schifezza da condannare senza se e senza ma.

Nessie said...

Vorrei spiegare per chi ancora non l'avesse capito, che le migrazioni sono innanzitutto espropri e invasioni a scopo sostitutivo. Tu continua pure educatamente a chiamarli "forestieri", mentre io sono passata allo STEP successivo: invasori.

1) Gli africani (i negri) servono a meticciare la razza indo-caucasica (europea). Ecco perché spesso li tengono a fare niente.
2) I cinesi servono a espropriarci del nostro commercio e dei nostri prodotti made in Italy (dumping) e a taroccare le merci.
3) i musulmani servono all'esproprio della nostra religione, costumi e identità.
5) gli slavi e la delinquenza dell'Est serve a mettere in pericolo le nostre vite e a rapinarci denaro, beni e case.
6) gli zingari hanno più o meno la stessa funzione del punto 5, con il vantaggio della loro intoccabilità (lo zio Adolfo e i campi di concentramento)

Tutte queste SEI tipologie di immigrazione, sono tante facce dell'esproprio, della dottrina del caos strutturato e dell'INVASIONE. Claro?

Anonymous said...

Secondo me l’etichetta "razzismo" ha come scopo quello di rendere oltremodo obbrobrioso ed indicibilmente infame ogni atto contro le etnie ed i gruppi tutelati (v.sopra).
Come corollario i crimini contro di noi sono pinzillacchere, causati da ragioni storiche, di cui noi abbiamo naturalmente colpa.
Conclusione: chi grida al razzismo guarda da una sola parte ed è oggettivamente complice delle forze che vogliono cancellare l’Italia come nazione, potenza industriale ed etnia.
Oreste

Anonymous said...

Hai, anzi, avete tutti ragione al 100%.
Per la legge Mancini: non c'è nel contratto di governo? Ok, allora la si aggiunge, postuma.
E' chiaro che, strada facendo, ti vai a scontrare con certe realtà che prima forse non avevi considerato, quindi il "contratto" va modificato.
Sempre della serie "volere è potere".

Nessie said...

Ecco cosa scrive Meluzzi sulla strategia della tensione fra bande africane armate:

http://www.lonesto.it/?p=40475

Anonymous said...

Iniziano ad usare le maniere
forti, ecco cosa accade a chi
non si allinea all'imperialismo
di questi quattro massoni che
pretendono di avere tutto il
mondo ai loro piedi:

http://www.lastampa.it/2018/08/05/esteri/attentato-contro-maduro-a-una-parata-militare-presidente-illeso-feriti-XXI5k8RpbL7je4rM9s8CuO/pagina.html

John D.D.G.

Nessie said...

Avremo i droni anche in Italia? La faccenda dei "troll russi" contro Mattarella, rei di aver fatto vincere le elezioni, è da manuale.

Nessie said...

Vuol dire che accusano questo governo di essere al soldo di Mosca. E sarà difficile contrastare le assurde accuse, dal momento che questo governo non ha a sua disposizione un solo telegiornale della tv di Stato in cui spiegare al pubblico ciò che sta avvenendo.


https://www.maurizioblondet.it/non-ce-niente-da-ridere/

Ho dedicato un paio di topic consecutivi con l'etichetta media e mediocrazia non a caso. La rete non basta ed è letta al massimo da qualche migliaio di persone, se va bene.

Anonymous said...

Stavo giusto per segnalare lo stesso articolo, ottimo e agghiacciante, di Blondet.
Purtroppo credo e temo che gli esponenti della coalizione di Governo non siano attrezzati nè mentalmente nè praticamente per affrontare una infamia simile. E anche se lo fossero non avrebbero comunque gli strumenti per difendersi visto che il PD e i suoi potenti compari conservano non solo l'appoggio totale dei media ma anche quello delle istituzioni chiave cioè quelle che decidono davvero le sorti del Paese.
Questi, istituzionalmente, stanno accusando apertamente di essere "spie russe" o in alternativa degli imbecilli gli elettori di Lega e 5S perchè non hanno votato il loro PD pertanto i due partiti di governo a tutela di chi li ha votati qualche dichiarazione adeguata la dovrebbero fare.
Scarth

Nessie said...

Tutto vero, ma dimentichi il ruolo di Farsa Italia che fa loro da stampella: una fine
davvero ingloriosa. Questa faccenda di Foa è servita, se non altro, a snidarli e a smascherarli per quel che sono.

Aldo said...

Se il sistema di (in)formazione "ufficiale" avesse tutto il peso che si tende a riconoscergli, come si spiegherebbe la crescita del consenso nei confronti del governo? A mio avviso, più che altro, devono stare bene attenti a non fare passi indietro rispetto alle promesse "populiste" e, forse ancor più importante, non cominciare a lasciare spazio all'esercizio di "furberie" e giochi di parole. Quella che credo che davvero non sia più tollerata è la doppiezza e, per ora, su quel versante il governo si sta comportando in modo almeno in apparenza decente (se furberie e doppiezze ci sono, non sono palesemente percepibili).

Aldo said...

Visto che, sotto sotto, si parla di correttezza dell'informazione, vale la pena rimarcare come anche sulle piccolezze si tenta spesso di prendere per i fondelli i lettori/ascoltatori giocando con le formule usate per esprimersi. Mi riferisco a:

"'Le spiagge libere sono un patrimonio dei cittadini. Nelle ultime settimane, grazie al lavoro della Guardia Costiera e del ministro Toninelli abbiamo restituito agli italiani 250mila metri quadri di cale e arenili occupati da privati o da stabilimenti non autorizzati'. Lo annuncia su Instagram il premier Giuseppe Giuseppe Conte. 'Grazie a migliaia di controlli abbiamo riportato la legge dove cresceva l'economia illegale. Anche questo significa essere avvocato dei cittadini.'" (fonte)

Oh, la Peppa! 250.000! Che numeroni! Le spiagge d'Italia sono state alfine risanate dal "fenomeno" dei vu' cumpra'. Era ora!

Calma. 250.000 metri quadri. Un ettaro sono 10.000 metri quadri. Per fare un solo chilometro quadro (un quadrato di 1km x 1km) ci vogliono 100 ettari. Dunque, 250.000 metri quadri sono 0.25 chilometri quadri. A voler essere ottimisti si tratta di due o tre km lineari di spiaggia. Quanti sono i km lineari di spiaggia in Italia? Era il caso di esprimersi in toni tanto spinti, vista l'esiguità del risultato?

Ecco. Sparate di questo genere, per quanto irrilevanti ai fini pratici, sono le furberie che portano a perdere la fiducia nelle parole di chi è di turno al governo, chiunque sia. Sparate di questo genere denunciano una personalità intenzionata a gabbare chi sta sotto, personalità sempre più malvista. Piuttosto, meglio tacere. O fare in modo che quei 250.000 metri quadri di spiaggia diventino un paio di migliaia di chilometri lineari (per una profondità congrua) almeno. POI fare l'annuncio eclatante.

A meno che Conte non abbia sbagliato unità di misura, nel qual caso sarebbe bene una rettifica immediata, perché messa così suona molto male. Oppure potrebbe essere il giornalista a usare parole in libertà, per errore o per intenzione. Comunque sia...

Anonymous said...

Complimenti per il post Nessie ,sei forte direbbe il molleggiato , anzi sei rock!
Sta circolando il fondato sospetto che Berlusconi abbia dato ordine ai suoi di non presentarsi in Vigilanza perché, essendo il voto segreto, temeva che qualcuno votasse a favore. Non è un mistero per nessuno che Forza Italia abbia seri problemi di tenuta interna, con diversi parlamentari orientati ad un rapporto meno conflittuale e più collaborativo con il Governo e con la Lega in particolare” .

"In ogni caso appare evidente che il bollito
guarda purtroppo non alla luna ma al dito"

Saluti il Vate

Anonymous said...

DECADENZA DEL BOLLITO (IL Vate)

La notizia lieta giunga

è finito il Bunga Bunga;

Il bollito e lo svanito Alfano.
ormai con le pive nella mano.

Son rimasti pure soli
i lecchini, lì al Grazioli

e le stanze, piene a frotte
di co@@@ni e di mignotte.



Tutti fuori, poi in sostanza.
dall'attuale maggioranza.
or non sanno a chi appellarsi,

o a qual Santo pur votarsi.



Or facciamo un bel saluto

al Magnaccia decaduto

e si faccia una ragione
se lo mettono in pensione.



Lui continuerà il supplizio;

ogni giorno un suo comizio:

" che vi piaccia o non vi piaccia

dirà torno! " e ci minaccia.



Non dobbiamo più sentirlo
non ci resta che compatirlo
e rispondergli...cortese:

"Vai or lesto...a quel Paese!".

Nessie said...

Vate, purtroppo è così. Berlusconi ha dato ordini ai suoi di non presentarsi al voto della commissione di Vigilanza per la paura dei franchi tiratori. A sua volta, Berlusconi è tenuto per le palle da Tajani e dall'eurocrazia per sopraggiunti limiti d'età. Ma chi lo sostituirà sarà ancora più servo.
Pare che dietro a Tajani ci sia Attali e Macron.

Nessie said...

Aldo, scusa ma questi tuoi due commenti, mi fanno venire voglia di togliere la sezione commenti. Noi siamo qui a sparare analisi e commenti su testate ammiraglie come il Corsera, Repubblica-Rothschild, Stampa-Fiat-FCA, Rai, Mediaset, La 7 di Cairo, Sky di Murdoch e tu che mi vai a prendere? "Il populista"? Ovvero un giornalucolo on line? Una delle poche fonti in mano ai "sovranisti"? per poi fare le pulcette ad un governo che è attaccato dalle grandi corazzate mediatiche, dato che viene accusato di essere stato foraggiato dai russi? E che i troll russi - secondo tutta questa brava gente sopra citata - avrebbero condizionato il voto degli Italiani lavorando contro Mattarella? Non me lo sono inventata io, l'ha scritto il Corriere.

Beh, non ho altro da rispondere, se non che faresti bene a informarti bene sull'aria che tira prima di scrivere fesserie. L'hai capita o no, che il tuo voto (e il nostro) potrebbe essere considerato nullo, e questo governo, buttato per aria quest'autunno, in quanto considerato una "succursale di Putin"? Ma dai, per favore, scendi un po'dalle nuvole e metti i piedi a terra!
Se non hai niente di meglio da scrivere, goditi l'estate.

Aldo said...

Guarda che il quadro mi è ben chiaro. Prima di sparare sulla Croce Rossa, prova a rileggere in chiave costruttiva quel che ho scritto, che la pars construens prevale di gran lunga sulla pars denstruens. Un po' come quando mi chiedevo cosa si aspettasse a promuovere manifestazioni pubbliche a sostegno delle operazioni dell'attuale governo.

Fare giochetti linguistici è un suicidio di credibilità che va evitato. E' un consiglio, non una critica distruttiva. Se il caso specifico riguarda una cosa relativamente di poco conto in termini di contenuti, riguarda invece una cosa fondamentale in termini di metodo. Davvero non cogli che far sentire presi per i fondelli sulle cose che si è in grado di comprendere (che sono spesso le piccole cose) è un pessimo incentivo al sostegno? Occorre essere accorti e, soprattutto, trasparenti ALMENO su quelle cose.

Anonymous said...

tutta questa pagliacciata sui troll russi con i parrucconi dei "servizi" che indagano per "lesa maestà" e prodopedeutica ad intimidire gli italiani per quando mozzarella tenterà un nuovo colpo antiparlamentare.

M5 e Lega quindi dovrebbero stigmatizzare subito la cosa invece di prenderla con nonchalance. Va ribadito subito il principio che SOVRANO è il popolo ( che si esprime attraverso il parlamento ) e non un NON-eletto "notaio della repubblica"
ws

Nessie said...

Perfettamente d'accordo ws.

----------------------------------

Aldo, ripeto e chiudo: Il Populista è un foglietto on line e se i nostri nemici vogliono attaccarsi alle "fake-news" (delle quali peraltro sono proprio loro ad avere il grande monopolio) non hanno bisogno di prendere per bersaglio le cifre sui vu'cumprà. Tra l'altro in Liguria da quando sono cambiate le giunte, sono riusciti a sloggiarne un bel po' dalle spiagge e sui bus salgono tre controllori per snidarli: ne sono stata testimone, e al di là delle cifre, per me è questo che conta.
L'arte dello spin-doctoring è ben più sofisticata e malvagia e spara assai più in alto. Molto più in alto:

https://roma.corriere.it/notizie/cronaca/18_agosto_05/dallo-snodo-milano-primo-account-falsoper-l-attacco-web-colle-5af8332e-98eb-11e8-9116-c731a1e8fd65.shtml

Nessie said...

In questo video Foa spiega come le tecniche di spin-doctoring odierne corrispondano a quelle che un tempo erano le aggressioni militari o le operazioni sofisticate di Intelligence (spionaggio):


https://www.youtube.com/watch?v=E_HajWFSv9E

Alessandra said...

Sulla questione Foa, Giorgetti spera di riuscire a convincere Berlusconi.
Sarebbe un bene, ma non mi faccio illusioni, visti i motivi reali per cui la Mummia brianzola ha stoppato la nomina dell’ottimo Marcello.

http://m.ilgiornale.it/news/2018/08/06/la-rai-e-in-stallo-su-foa-e-giorgetti-spera-di-convincere-berlusconi/1562624/

E il “partito del potere per il potere” come ammesso dallo stesso segretario Martina, vorrebbe addirittura annullare gli atti firmati da Foa.
E cosa renderebbe legittimo un simile provvedimento? Ovviamente non lo dicono, va fatto e basta.

I msm sono sempre più spudorati nel veicolare l’ideologia multikulti-antifa: nonostante sia ormai assodato che i lanciatori d’uova torinesi sono soltanto dei cretini che si divertivano a centrare in faccia chi capitava, c’è ancora chi parla di “aggressione razzista”.
Conta soltanto la loro verità, anche e soprattutto se viene negata dall’evidenza.

Aldo said...

Secondo me non hai colto il senso di quel che ho rilevato (magari son stato poco chiaro io). Va bene lo stesso, non importa.

Nessie said...

Secondo me, invece, guardiamo il mondo con occhi (od occhiali) troppo diversi. Ma va bene lo stesso.

Nessie said...

Alessandra, dopo l'affaire Mattarella sarò costretta ad aggiornare entro sera con nuovo topic sempre su questo argomento (media, mediocrazia), poiché il NWO vive innanzitutto sulle percezioni che crea, grazie al bombardamento di immagini, le quali diventano "virali" dopo pochi secondi. L' informazione di regime non mira tanto a convincere di fatti reali ed oggettivi quanto a lasciare impressioni, emozioni, ridondanza e frastuoni. I lanciatori di uova hanno preso di mira anche i bianchi? Non importa, l'immagine che deve andare per il mondo è quello dell'atleta nera con l'occhio fasciato. Il lanciatore era figlio di un "antifassista" del PD? Non importa, l'immagine che deve essere veicolata ad ogni costo, è quello di un paese (l'Italia) che è diventata "più razzista" da quando c'è il governo giallo-verde. I media mainstream non parlano agli Italiani (brutti, sporchi, cattivi e ora pure fassisti e razzisti), ma ai loro referenti mondialisti.

Le vere "bufale" si costruiscono dove ci sono molti soldi e molti capitali in gioco, non sui giornalucoli on line come il Populista, il Primato Nazionale che sono un po' come i volantini della parrocchietta dietro casa. In questi ultimi casi, vale il de minimis non curat praetor .

Anonymous said...

Sottoscrivo Ws, questi vogliono imporre l'idea, e lo stanno facendo, che chi dissente e si oppone al PD e ai Poteri che lo sostengono è un terrorista. Se non è una dittatura questa...
Che Lega e M5S si diano una bella mossa alla svelta o i primi ad essere infilzati come i tordi al momento X - che arriverà come è sempre arrivato - saranno proprio loro e le loro ingenue illusioni.
Su Foa, ammesso che sia vero, sentivo che Berlusconi vorrebbe trovare un accordo ma ad opporsi sono Tajani e Letta. Vedremo ma secondo me è un gioco delle parti perchè Berlusconi, Tajani e Letta rispondono tutti insieme a Lorsignori e ai loro ordini con lo scopo di impedire che alla RAI affiorino idee diverse da quelle del Pensiero Unico piddino.
Scarth

Nessie said...

PS: ecco chi ha interesse a mostrare che Salvini non sta facendo TUTTO il repulisti dai vu' cumpra: Farsa Italia, attraverso il Giornale del Patrùn. Ed ecco perché mi incavolo tanto con chi riprende gli stessi argomenti del nemico:

http://www.ilgiornale.it/news/politica/spiagge-sicure-salvini-non-arrivano-porto-cervo-1562777.html

Mi piacerebbe sapere se Salvini, oltre a bloccare le ONG, a ripulire dai campi nomadi ecc. deve passare tutta l'estate ad andare in giro per cale e calette con lo Zodiac per ripulire il tutto in soli 60 giorni di governo. Semplicemente Demenziale!

Nessie said...

Condivido Scarth, la faccenda di Tajani (poliziotto cattivo) e Berlusconi (poliziotto buono) non convince manco un po'. Anzi, secondo me B. sapeva che Salvini e Di Maio avrebbero votato Foa e ha fatto il finto tonto.

Anonymous said...

Sembra che a Tajani l'ordine di bocciare Foa sia arrivato dalla Francia e visto che noi siamo la colonia assegnata alla francia così è stato. Si fa così tra europeisti. Faccio del sarcasmo ma qui non c'è nessuno tra quelli che dovrebbero che vuole accertare se una simile porcata sia vera o meno. Immagina cosa sarebbe successo se invece che "Francia" ci fosse stato "Russia" per bocciare un nominativo PD... ma quelli di lega /5S quanto ci mettono a denunciare la dittatura in atto?
Scarth

Nessie said...

Ho già messo il sito di Libre idee che lo attesta, ma sai com'è...nessuno è lì a intercettare le eventuali telefonate intercorse tra Attali, Bella Napoli e Mattarella, di puntare su Tajani:

http://www.libreidee.org/2018/08/supermassoni-marcello-foa-silurato-da-attali-e-napolitano/

il termine "complottista" inventato di sana pianta dalla CIA, serve proprio a questo: a farti sempre giustificare e a metterti sulla difensiva. Della serie, , chi? complottista io?

Anonymous said...

Salvini acclamato a Foggia.

https://youtu.be/Fd_RNzPF6LY

Mario da Bergamo

Anonymous said...

Stessa accoglienza che riservavano a renzi.... UGUALE!
Laura