29 July 2018

Sottrarre l'informazione ai nemici degli Italiani



Il PD è preoccupato, molto preoccupato. Preoccupato di perdere pretoriani e sentinelle mediatiche all'interno della RAI. Un tal Davide Faroane suo capogruppo in vigilanza Rai, minaccia rappresaglie e  "occupazioni" da contrapporre alle nomine del nuovo governo giallo-verde.  Mentre da Palazzo Madama il suo capogruppo Andrea Marcucci intima:  "Ci appelliamo a tutte le forze di opposizione affinché impediscano che un amico di Putin, un giornalista-editore che ha fatto campagne contro i vaccini, diffuso fake news, ingiuriato il capo dello Stato, possa presiedere il servizio pubblico".
Gli stanno togliendo l'osso polposo di bocca e allora abbaiano e latrano. Ma in tutti questi anni loro cosa hanno fatto? Abbiamo, per chi non se ne fosse ancora accorto, Pd1, Pd2, e Pd3 nei tre canali della tv di stato, sia nei TG che dei vari programmi, detti di intrattenimento e a giudicare dalla possente macchina mediatica, sembrerebbe che le elezioni del 4 marzo e relativi risultati non ci fossero nemmeno stati. Il loro problema è non mollare un bottino sul quale credevano di esercitare l"'usucapione" permanente.

In questi giorni si è fatto la nomina a presidenza della Rai, trovando una convergenza tra Di Maio e Salvini,  di Marcello Foa ex responsabile agli  Esteri  per il  Giornale e direttore dello svizzero Corriere del Ticino, nonché gestore del blog indipendente "Il Cuore del Mondo" ospitato sul Giornale, al quale partecipa anche la sottoscritta. Apriti cielo!
L'Espresso ulula e latra (nei titoli, "Foa è  amico di Putin e di Bannon") dopo essersi beccato la querela per aver insinuato  che Foa dalla Svizzera con furore, avrebbe indicato la strada per occultare nelle banche elvetiche il tesoro (anzi, "tesssoro") della Lega: un'evidente volgare calunnia.   Poi il periodico debenedettino, sbatte il mostro in prima pagina di un refuso che lui ha twittato (poi modificato qualche minuto dopo) per mostrare che l'aspirante presidente Rai è un illetterato incompetente.
Ma lo strano è Forza Italia sempre più Farsa italica che si è unito ai corifei della sinistra per parlare di "metodi spartitori". Verrebbe -  detto da Sua Emittenza -  voglia di rotolarsi per terra dalle risate. Farsa italia è in via d'estinzione e non basteranno tutti i soldi e i pagamenti di Berlusconi ai suoi uomini a fare da collante e a tenerli insieme: questa è la verità. Ma la Verità fa male a tanti, compresa a loro.

Si diceva poc'anzi che l'informazione ha una funzione vitale per i detrattori del nuovo governo, dato che con questa si garantiscono il "controllo ideologico" e la manipolazione costante dei telespettatori, facendo una continua persistente "grancassa propagandistica" su temi cruciali come l'"immigrazione", l'"accoglienza", "l'allarme contro il razzismo", le politiche gender pro LGBT, le pessime politiche economiche della Ue e tutto quanto ben poco abbia a che vedere con i nostri reali interessi nazionali. Ma - ahimé - il nuovo governo si muove con il  metodo "TIR lumaca" delle nomine: lo spoil system si fa a caldo e tempestivamente, non  appena incassato il consenso elettorale. D'accordo pure che Foa pur con la sua buona volontà e ottime intenzioni,  non basterebbe, se si vuole davvero rivoluzionare il direttivo Rai, relegandone in soffitta tutto il ciabattume. Tuttavia la sua nomina  è già qualcosa, un segnale importante, se in queste ore c'è già chi dà di matto contro di lui, solo a sentirlo nominare.

Non sono d'accordo sulla "privatizzazione modello spezzatino" della Rai,  vista come garanzia di pluralità e indipendenza. La7 di Cairo è privata, ma sempre piena di conduttori e anchor men ed woman rossi (Gruber, Severgnini, Parenzo, Telese, la Merlino ecc.). Sky tv invece pure. Mediaset poi si è caratterizzata per aver sempre ripescato gli "avanzi" cattosinistri e sinistri della Rai (vedi Santoro con "Moby Dick", Mentana e altri esempi): eppure è un'azienda privata.
Ergo, se mettere un giornalista di garanzia come  Foa non basta, anche privatizzare non basta. Ci vuole cervello e buona dirigenza editoriale e cultural-politica. E questa la si può fare sia nel pubblico che nel privato. Non si lascia su due piedi il pubblico se  vi prevalgono le forze sovraniste che possono ben orientare una corretta informazione, per lasciare l'azienda ad un  "privato" che magari introduce dalla finestra tutti quelli che vengono cacciati dalla porta.



Ma torno all'affaire Foa (foto in alto).  Stiamo assistendo ad un linciaggio preventivo della sua persona la cui nomina dovrà essere approvata dalla Commissione di Vigilanza. Ed è  già guerra,  con Fiano del Pd che lo attacca per aver criticato il capo dello stato, con l'ESPRESSO che carico di bile per essere stato querelato, lo  attacca a testa bassa.

Con Leu e Boldrini e il suo "sbufalatore" (in realtà fabbricante di vere bufale)  Butac che gli dà del fabbricatore di "fake news", con Gentiloni che commenta in modo furiosamente sarcastico che con un "sovranista" alla direzione Rai non è più il caso di mandare in onda l'Eurovisione.  Fiano  del PD  lo accusa di vilipendio al capo dello stato, per aver giustamente criticato come l'Uomo del Colle abbia mal condotto la trattativa per la formazione del nuovo governo. La maggioranza degli Italiani, approva e il cronista  (come da mestiere) ha semplicemente esercitato il suo "diritto alla critica", senza guardare in faccia a nessuno.
Intanto il suo blog si riempie di troll velenosissimi, zecche anche quelle, tutte "militarizzate" per l'uopo. Verrebbe da dirgli: "Ah Marcé, restatene in Svizzera se non vuoi farti del sanguaccio amaro in Italia". Ma poi perché rassegnarsi sempre a darla sempre vinta a questi serpenti a sonagli? Fino all'ultimo bisognerà lottare e non arrendersi mai ai loro malsani intrighi.

Frattanto c'è FI in dirittura di suicidio. Ogni giorno è un'emorragia di consensi perduti. Sia che riesca col suo NIET alla commissione di vigilanza, sia che non riesca a rimuovere Foa dalla presidenza RAI, il fatto stesso che ci abbia provato e  abbia risposto all'appello del PD, ne determinerà la sua fine politica.  Non ha più spazio  a destra. E a nulla servirà muovere pedine come Tajani della Ue o Galliani del Milan. Per i tirapiedi del PD non c'è futuro e rotoleranno tutti insieme. 

70 comments:

Anonymous said...

Il fatto stesso che Foa è fortemente contestato (e ti pareva!) al punto che i pidioti hanno diffidato FI dal votare per lui, la dice lunga.
Finalmente in Rai qualcuno che non ci farà imbestialire ogni volta che arriva la bolletta Enel col canone da pagare (grazie pidocchioso renzi!).
Laura

Nessie said...

Occhio che si deve riunire la commissione di vigilanza Rai, pronta a studiare qualche porcata contro Foa. Specie con l'appoggio del neonazareno PD-FI. FI è sempre più in dirittura di suicidio. Sia che riesca, sia che non riesca a rimuovere Foa dalla presidenza RAI. E ogni giorno i sondaggi Horror parlano chiaro: è un'emorragia di consensi che se ne vanno

http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/13364903/sondaggio-swg-forza-italia-dramma-silvio-berlusconi-partito-sotto-otto-per-cento.html

Tra l'altro, questo giornale è amico del Padrone di Arcore e non suo detrattore. Perciò...

Anonymous said...

Ah ecco mi sembra fosse già fatta la nomina di Foa...così i piddini di Forza Italia che mai hanno avuto a che ridire sulla occupazione totale da parte del PD della RAI votano contro.
Senza dimenticare il pieno allineamento pro PD dell'intera Mediaset rivoltante TGCOM compreso.
Che gli rimanga l'8% è ancora decisamente troppo. E con l'8% hanno incarichi istituzionali sproporzionati. Comunque che si suicidino pure per far piacere al loro Padrone. Voglio vedere tra gli elettori di Forza Italia chi ha ancora il coraggio di votarli e con quali motivazioni visto che sono perfettamente conformi al PD.
Scarth

Nessie said...

Ecco aggiornato il blog, nel quale parlo per l'appunto, della politica di Mediaset di reclutare solo avanzi comunisti e sinistri dalla Rai (Santoro, Mentana ora passato da Cairo e Costanzo). I pochi programmi dalla parte dei cittadini sono stati soppressi (Belpietro e Del debbio).

Andrea said...

Speriamo bene Nessie.
Foa a capo della Rai sarebbe una cosa bellissima.
Ieri ho provato ad entrare su repubblica.it a commentare questa notizia,per spezzare l'incredibile serie di offese alla persona di Foa fatte da gente che non sa nulla di Lui.
Non me lo hanno permesso, perche' non facente parte di non ho capito quale gruppo.
Sul Fatto.Q. ci sono riuscito anche se su questo giornale il molti sono quelli che sanno chi e' Foa e lo rispettano.
Ieri sera ero veramente felice per Lui.
Speriamo ce la faccia.
Ciao Nessie
Andrea Cortesi

Nessie said...

Qui Marcello Veneziani per Marcello Foa. DA NON PERDERE! Secondo me Foa alla fine ce la farà:

https://www.ticinonotizie.it/in-difesa-di-marcello-foa-mostro-della-settimana-di-marcello-veneziani/

Anonymous said...

Come faranno i Piddini e Chi per Essi a spargere indottrinamento e pensiero unico obbligatorio se perderanno quel 100% di controllo militare della televisione privata o pubblica che sia che ora hanno e che considerano loro diritto divino?
Sono sconvolti dal fatto che possa filtrare sui canali nazionali anche la minima opinione diversa della loro cioè diversa da quelle diramate da Lorsignori su scala planetaria.
Quelli del PD e i loro sponsor ci stanno dicendo in chiaro che "La RAI è roba nostra del PD (con i vostri soldi...) e abbiano il diritto di occuparla completamente, farne ciò che vogliamo per i nostri fini e di impedirvi il minimo accesso esattamente come abbiamo fatto fino ad ora".
Scarth
PS: ma perchè il PD può regnare senza che voli una mosca tra mille sviolinate adoranti anche solo con 25% dei voti mentre Lega M5S non ce la fanno nemmeno col 60% ????

Nessie said...

Andrea, hai fatto bene e sei coraggioso, ma io in casa dei rettili non ci metto mai piede. Tra l'altro se Marcello Foa ha un difetto è quello di essere troppo pacioso e liberale con tutti questi stramaledetti fetenti! leggi quanto ha scritto l'ottimo Veneziani nel commento sotto al tuo.

Nessie said...

Scarth, il PD sostenuto da Fogna Italia, stanno facendo proprio schifo. Dal PD c'è da aspettarselo perché hanno occupato la RAI manu militari da lustri e decenni. FI invece fa proprio pena ed è la dimostrazione che non sono sovranisti né anti-UE.

Alla tua domanda finale rispondo che è ora di menare le mani e basta. E a me prudono assai.

Nessie said...

@ tutti. Uno dei motivi per i quali Foa è così detestato è aver toccato la faccenda dei 12 vaccini, dicendo che erano troppi e che in Svizzera non sono obbligatori. Capito? Qui l'intervista-video:

https://video.corriere.it/marcello-foa-12-vaccini-sono-troppi-ticino-non-sono-obbligatori-non-mi-pare-che-svizzera-ci-siano-problemi/3dba4226-9278-11e8-875a-ca5a91212c90

Andrea said...

Grazie Nessie, letto.
Speriamo bene.
Per Lui, per noi.
Andrea Cortesi

Eleonora said...

Sono tutti ridotti così male che non appena ricevuta la notizia, hanno cominciato con la campagna d’odio. Foa è equilibrato e realistico. Così realistico che forse è l’unico a raccontare la verità. Dicono che i voti siano risicati ma ci spero. Intanto, si mormora che la mussolini abbia lasciato forza Italia.

Alessandra said...

Spero che Marcello Foa la spunti, alla fine.
È un uomo che stimo particolarmente, perché ho cominciato ad aprire gli occhi sulla politica italiana e internazionale il giorno in cui ho cliccato su un link al suo blog.

Farsa Italia ha toccato il fondo.
Mi è ormai impossibile distinguere la Gelmini dalla Serracchiani o Cattaneo da Richetti, se non per quanto riguarda temi come l’immigrazione, l’unico argomento su cui almeno apparentemente non si trovano d’accordo.
Secondo Alessandra Mussolini, appena fuoriuscita da FI, Berlusconi vorrebbe un direttore di tg a lui gradito in cambio del suo beneplacito alla nomina di Foa.
Renzi ha detto che il governo affida la guida della RAI a chi rilancia “fake news”.
Non male come accusa, rivolta da un mentitore seriale come lui. Eh, gli manca già la professionista della comunicazione affiliata massona Maggioni.
Ma non mi aspettavo nulla di diverso: se il PD perde il dominio dei media, gli rimarrà “solo” la magistratura come baluardo di rilevanza.
Ma con il mainstream che verrà “contaminato” dalle posizioni anti-establishment. Un vero incubo (per l’oro …)!

Nessie said...

Devo uscire e non ho tempo di rispondere a tutti. Lo farò al mio rientro. Il prof La Grassa mi ha appena girato una petizione on line per richiedere Marcello Foa alla presidenza della RAI. Io ho già firmato, fatelo anche voi:

https://www.change.org/p/governo-marcello-foa-presidente-rai?recruiter=236117966&utm_source=share_petition&utm_medium=email&utm_campaign=psf_combo_share_message..&utm_term=psf_combo_share_abi..

Anonymous said...

ormai dovrebbe essere chiaro quanto berlusconi , sia stato rovinoso per questo paese ( e non in modo "involontario"(*)) . Senza la sua " discesa in campo" ci saremmo beccati la "gioiosa macchina da guerra" ( il brand piddiota di allora) 25 anni fa , ma ce la saremmo levata di dosso 5 anni dopo e oggi saremmo salvi.
ws
(*) Nei 9 anni in cui berlusconi ha governato non ha mai fatto nulla per sottrarre questo paese al regime politico-culturale della "sinistra; non ha mai dato campo a nessuna reale alternativa , si è solo circondato di una corte di "nani e ballerine" perché a lui bastavano sono gli affaracci suoi che " i comunisti" gli hanno sempre garantito, pur giocando a "poliziotto buono e poliziotto cattivo" agli occhi di una plebe contrapposta le cui rispettive elites sono sempre state in combutta .

Nessie said...

Eleonora, non solo si mormora, ormai è ufficiale: la Mussolini ha lasciato Farsa Italia, perché si è resa conto che fare l'opposizione in compagnia del PD non porta da nessuna parte.

Nessie said...

Alessandra, il castelluccio del PD comincia a perdere sassi non solo elettoralmente, per questo sono nevrastenici. Se perdono il consenso mediatico con relativo ruolo di sentinelle, quello delle toghe (prima o poi si affaccerà qualche giudice onesto in grado di metterli nei guai ,oso sperare!), allora bye bye Potere! E in modo definitivo. Renzi spera che le toghe mettano alle strette Salvini e dice di tenersi pronti, Berlusconi va cianciando che questo governo non mangerà il panettone. Io credo che come minimo, invece, mangerà anche la colomba.

Diciamo che questo giallo-verde è un matrimonio di interesse. Se poi per dirla col paradosso di Oscar Wilde, i matrimoni di interesse sono gli unici a durare nel tempo...beh, allora la magnata di panettoni sarà garantita.

Nessie said...

Tutto vero ws. Ora il suo gioco appare chiaro, lampante e cristallino, e possiamo dire di essere stati beffati da Berlusconi fin dalla sua comparsa in campo.

Alessandra said...

È vero Nessie, e a mettere in guardia i due “piccioncini” (o meglio, gufi … ma Renzi non li odiava, i gufi? :-) ) ci ha pensato uno dei pochi renziani ragionevoli (almeno in questo frangente), un “ex uomo di governo PD” di cui non è dato sapere il nome, chissà perché.
«Il potere, come dimostra la vicenda Rai, è un collante potente. E loro vogliono intanto vincere le Europee, e poi resistere fino all'elezione del prossimo presidente della Repubblica: a quel punto l'Italia sarebbe nelle loro mani».

http://m.ilgiornale.it/news/2018/07/28/pronti-per-lautunno-pd-e-fi-gia-si-preparano-al-flop-dei-gialloverdi/1559026/

Gli conviene prepararsi al “peggio per loro”. Tanti commentatori del “Giornale” si sono “dimessi” da elettori FI, tanto per cominciare.
Avanti di questo passo, questi due partiti così dannosi per l’Italia saranno uniti nella stessa sorte e le loro sigle significheranno Funerale Italia e Partito Defunto (o Deceduto che dir si voglia).

Nessie said...

Renzi si attacca solo a dei penosi "wishful thinking"; inoltre si mette a gufare senza sapere che spesso la jella si riversa in chi la augura.
Quanto ai lettori-commentatori del Giornale, ogni giorno vanno sotto agli articoli dello zio Fester Sallusti a cantargliele a chiare lettere.

Il NO a Foa che pure è cresciuto alla scuderia de Il Giornale, è servito a snidare definitivamente tutta la perniciosità di Farsa Italia. Anche Bechis attacca il sinistrume e accoliti su Libero.

Nessie said...

C'è anche questo pezzo di Enzo Pennetta su Foa:

https://www.enzopennetta.it/2018/07/chi-ha-paura-di-marcello-foa/

Jacopo Foscari said...

Ma che reazioni isteriche, quasi indemoniate direi. La Salma di Arcore sempre più disgustosa nella sua decomposizione ormai in stadio avanzato. Evidentemente teme che una RAI grillo-leghista potrebbe fare concorrenza seria a Merdaset, non come oggi dove tra RAI e Merdaset regna il consociativismo del Nazareno catodico. Patetico lui e la sarabanda di escort, nani e ballerine che scaldano la poltrona in parlamento a suo nome

Nessie said...

La Salma, in quanto tale, non può avere più alcun futuro e il suo Carnevale finisce male. Oramai non ha più maschere da indossare e ha esaurito il suo repertorio. Ecco perché non posso essere d'accordo con quanto scrive Blondet sul complotazzo di Settembre:

https://www.maurizioblondet.it/scatta-a-settembre-il-complottazzo-del-mattareno/

una vecchia anatra azzoppata e un gatto senz'occhio e senza coda, non vanno molto lontano.

Anonymous said...

Ora abbiamo scoperto che non solo esiste un'ostacolo attivo fatto di sabotaggi compiuti da partiti,
associazioni, media e parte delle
istituzioni, ma anche uno passivo
(come le mine in guerra) fatto
di leggi e regolamenti che sembrano stati fatti a posta per
impedire di cambiare lo status quo.

John D.D.G.

Nessie said...

Ma non c'è solo il caso Foa a tenere banco. C'è anche il caso Giampaolo Rossi consigliere Rai. E così scopriamo che al Quirinale abbiamo pure i Guardoni del Sociale. Anzi dei Social. E che commissionano "spontanei" articoli dai loro pennivendoli contro Giampaolo Rossi, mettendoci in guardia che abbiamo come consigliere in Rai, uno che scrive "insulti" contro il Capo dello Stato (cioè ha il coraggio di scrivere quel che tutti gli Italiani pensano di come si è finora mosso Mattarella). Ma guarda un po'..


https://www.maurizioblondet.it/ma-ha-anche-dei-difetti/

Anonymous said...

una vecchia anatra azzoppata e un gatto senz'occhio e senza coda, non vanno molto lontano.
Vero , ma un regime venticinquennale non accetta di andarsene per via "elettorale" ,c' è una "krikka" terroririzzata del proprio futuro che ancora detiene tutte le leve del potere e che sa di essere andata troppo in là in prepotenze , bugie , prebende e carriere senza merito . "Qualcosa" faranno e non sarà "democratico" .
"Estote parati"
ws

Anonymous said...

I media sono troppo importanti. Io credo che faranno qualunque cosa pur di mantenerne il possesso.

IL SAURO

Nessie said...

Ws e Sauro, tutto vero. Ma due debolezze unite insieme (PD e FI) non fanno una forza.

Nausicaa said...

Berlusconi è sprofondato al livello più infimo: ora si attacca al fatto che Salvini non lo aveva avvertito pur di stoppare la candidatura di Foa che pure è stato a bottega al suo Giornale. Che miseria! Mai visto nulla di più meschino. Tajani oggi al TG ha detto che Farsa italia voterà NO a Foa.
Con la vecchiaia migliora solo il vino.

Nessie said...

Uhhhh! Poverino! Si sono dimenticati di avvertirlo! E se Di Maio e Salvini lo avessero fatto, lui certamente avrebbe chiesto un suo uomo da piazzare lì all'interno. Un'altro come la Casellati, messo lì a remare contro.

Alessandra said...

Oggi abbiamo avuto dalla RAI l’ennesimo esempio di manipolazione e voluta omissione di dettagli a favore della narrazione di matrice piddiota.
Avrete sentito dell’atleta di origine nigeriana Daisy Osakue (tra l’altro iscritta ai Giovani Democratici, quello che dovrebbe essere il “vivaio” del PD) aggredita stanotte a Moncalieri con un lancio d’uova da dei tizi in auto.
Ovviamente è subito scattato l’allarme razzismo.
Il Tg3 ha riportato solo le dichiarazioni della ragazza e quelle sdegnate della sinistra, che accusa Salvini di alimentare il clima d’odio, come al solito.
Peccato però che ci sia dell’altro.

I carabinieri che indagano sull'accaduto però, riferiscono fonti dell'agenzia Agi, escluderebbero per il momento che l'aggressione sia riconducibile alla discriminazione razziale. L'aggressione, per quanto deprecabile, pare non essere stata ulteriormente aggravata da insulti o minacce di stampo razzista. Nei giorni scorsi, spiegano gli investigatori, la stessa auto sarebbe già stata segnalata dai residenti della zona per episodi analoghi di lanci di uova sui passanti.

http://m.ilgiornale.it/news/2018/07/30/discobola-azzurra-aggredita-e-razzismo-ma-non-cercavano-me/1559713/

È un particolare che mette la notizia in una luce diversa da quella in cui ce la propinano, e che l’autrice del servizio RAI ha espunto con lo stesso zelo con cui ha riferito il tweet di Maurizio Martina, ossia con tono indignato come se lo avesse scritto lei stessa.

Qui un altro articolo in difesa di Marcello Foa, in cui Andrea Pasini non le manda a dire neanche a Berlusconi.

http://blog.ilgiornale.it/pasini/2018/07/30/che-nessuno-si-permetta-di-toccare-marcello-luigi-foa/

Anonymous said...

Ciao Nessie, ho appena letto l'articolo di Blondet sul complotto o colpo di stato di settembre. Perchè se capita è esattamente un colpo di stato. Purtroppo sarebbe lo stesso schema di neutralizzazione ed eliminazione sistematicamente applicato dal '92 in poi quando "Lorsignori" stabilirono che gli unici ad avere diritto (divino) a governare l'Italia sono quelli del PD & Soci. Una schema rivelatosi infallibile e letale. Per questo è da ritenersi sommamente plausibile e temibile, tanto più che funziona benissimo anche in mancanza di voti che come si è visto si trovano sempre dopo a misfatto compiuto.
Se non interverrà qualcosa (ma cosa?) a dissolvere il nocciolo del loro potere "questi" perderanno le votazioni e i consensi ma saranno comuque sempre al Potere dato che questo Potere, che è quello vero, è completamente fuori dal Parlamento e quindi dalla Costituzione. tanto per restare in tema di dittature. Spero di sbagliarmi.
Scarth

Nessie said...

Innanzitutto chiedo venia per il refuso del "un" apostrofato davanti al nome maschile, dovuto alla fretta (parlo dell'ultima riga del mio commento). Non sia mai che passi l'ESPRESSO e che me lo fotografi a vita, come ha fatto con Foa :-).

Ho già notato da un bel pezzo che nei TG, i crimini degli immigrati vengono messi in coda e che in prima pagina ci sono solo quelli degli Italiani "razzistoni", specie dopo la "cura Salvini". E ora questo andazzo contro l'attuale governo si è accentuato. Tu chiamala se vuoi, la via mediatica alla "RECONQUISTA" non dell'Andalusia, ma del potere. Per questo non vogliono mollare gli scranni alla RAI, nemmeno sotto tortura.
Sì ho visto quel che ha scritto Pasini, grazie. Ma da quelle parti circola tra i commentatori gente filo-berlusconiana che mi piace molto poco.

Nessie said...

Frattanto la petizione pro Foa ha raggiunto ben 3200 adesioni. Prima di mercoledi saranno oltre 5000. Farsa Italia è avvisata. Su La Verità di Belpietro c'è una dura intervista di Toti i(gov. della Liguria) contro il suo partito e il suo Patron.

Anonymous said...

I giornali sefarditi spargono fake news e incitano all'odio, abusano della credulità popolare, fomentando il razzismo al contrario. Ricordiamoci che sono gli stessi che suonavano il tamburo durante mani pulite conducendo vere e proprie campagne diffamatorie che provocarono suicidi tra i manager di stato nonché la chiamata al tentativo di linciaggio di Craxi davanti l'Hotel Rafael.

John D.D.G.

Anonymous said...

Eccone un'esempio:

http://www.lastampa.it/2018/07/30/italia/caccia-allo-straniero-due-mesi-di-follia-casi-di-aggressioni-5Eb7RhWgFZfdbwagNP0n0M/pagina.html

Nessie said...

I commenti di sopra erano indirizzati ad Alessandra.


---------------------------------------------------------------------

Scarth, certamente hanno in serbo qualcosa di assai losco, ma non con le stesse modalità così ripetitive. Non condivido il tono pessimistico e sconfortante di quell'articolo di Blondet e gliel'ho scritto.

"Occorre invece pensare che il gufo di Rignano d'Arno si porterà addosso una bella jella, che i suoi sono solo "wishful thinking" e che quel triennio fortunato, grazie alla spinta di Napolitano rimarrà per sempre nell'album dei ricordi: il suo.
Quanto alla Salma di Arcore, non vedo alcun futuro, se non il fatto che il NIET a Foa servirà ad accelerare la fine di Farsa Italia. Il suo Carnevale finisce male".

IPSE SCRIPSIT :-).

Nessie said...

E' vero John, sono gli stessi forcaioli della character assassination contro Craxi e tutta la classe dirigente della Prima repubblica.

Nessie said...

E alla fine Giorgia Meloni si convinse a togliere il veto su FOA e a votare per il SI' alla sua presidenza della Rai:


http://www.ilgiornale.it/news/politica/giorgia-meloni-sinistra-ci-ha-convinto-voteremo-foa-1560012.html

Brava Giorgia! Chi dovremmo tenerci in alternativa? Mario Orfeo o magari la Maggioni Trilateral?

Anonymous said...

Con la bocciatura di quel giornalista onesto di Foa ( mentre lasciano passare il più potente AD salini , uomo di sistema ma in quota M5 ) pensano di riuscire ad rompere la maggioranza . Ma non sarà certo la lega a rompere; ad un partito demonizzato da sempre per vincere basta intestarsi le battaglie, non le TV.
L' altra osservazione è per berlusconi che comunque mercoledì perderà la faccia, sia che voti contro Foa sia che alla fine lo lasci passare.
Da un punto di vista politico era molto meglio per berlusconi intestarsi da subito Foa ( ex giornalista del giornale , liberale ect ) .
La domanda quindi è : demenza senile e disperazione di uno che aveva promesso ( a LORO) di sterilizzare la lega e stavolta non ce la fatta e deve comunque "immolarsi". I patti con mammona si pagano sempre.
Ultima nota è per la "ducetta" che alla prova dei fatti si mostra sempre una succhiaruote della lega teleguidata d arcore.
ws

Anonymous said...

Povera, piccola Deisi!
http://www.ilgiornale.it/news/politica/i-pm-sinistra-agitano-manette-razzismo-non-opinione-crimine-1560030.html
Ci mancava.
Laura

Nessie said...

E' vero ws, da un punto di vista politico-diplomatico sarebbe stato più utile e proficuo per lui mettere il cappello su Foa. Ma ultimamente mi pare che sbarelli di brutto. E che sbarella di brutto anche lo zio Fester nel tentativo patetico di reggergli il bordone. Ovvero Sallusti:

Il leader della Lega infatti si è dimenticato - diciamo così - di consultare, o quantomeno avvisare della scelta, i suoi alleati di centrodestra che sulla vicenda peraltro non hanno un ruolo passivo, tanto che il loro voto in commissione sarà indispensabile nei prossimi giorni affinché Foa diventi effettivamente presidente della Rai. Forza Italia, ovviamente, non ha gradito lo sgarbo di apprendere solo dalle agenzie di stampa una notizia delicata e rilevante e sentirsi poi dire dall'alleato: «Taci e vota come dico io».

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/centrodestra-ore-contate-1559530.html

Avvisare cosa? e chi? Non è FI ad aver vinto le elezioni, e non è nemmeno più un alleato, tenuto conto del fatto che è voluta passare all'opposizione. Quindi Salvini non le doveva proprio un bel niente.

Nessie said...

Laura, il togame rosso sta cercando un bel po' di pretesti per far scattare le manette con l'incriminazione di "reati d'opinione". Il contrario e a parti invertite (i crimini degli immigrati contro di noi) ottengono sempre pene lievi e "non menzione" da parte dei TG.

Anonymous said...

Berlusconi non poteva "intestarsi" Foa perchè lo scopo suo quindi dei suoi referenti, del PD ecc. è quello di impedire in ogni modo che attraverso l'importantissimo servizio pubblico affiori anche minimamente qualche ragionamento e opinione differente da quelle del Pensiero Unico Globale che propinano industrialmente a reti (e giornali) unificati.
Per Lorsignori i Mostri il controllo militare del sistema mediatico, che è una loro arma, è una questione strategica non certo accessoria.
Figuratevi se il regime globale nel suo mondo orwelliano può permettersi di lasciar passare in prima serata qualche inchiesta o discussione di quelle che, per esempio, teniamo qui...
Scarth

Nessie said...

Foa gode di ottimi rapporti sia con il M5 stelle (attraverso Claudio Messora) che con la Lega. Di recente ha presentato a MI un suo libro sulle tecniche di manipolazione della stampaglia, a cui ha partecipato pure Salvini. E' vero che proviene dalla bottega de "Il Giornale", ma si è sempre ritagliato spazi di autonomia (prima con gli Esteri, poi col blog ospitato dallo stesso quotidiano, ma non in linea forzitalica quando è andato a dirigere il Corriere del Ticino).
Non capisco da parte di FI il perorare Giampaolo Rossi in alternativa, che sull'immigrazione ha una linea ancora più dura e intransigente di Foa. Basta leggere i suoi ultimi post sull'Europa che diventerà "africana". Ma forse da quelle parti lo ritengono più "controllabile" per via del suo ex fidanzamento con la parlamentare Forzista Deborah Bergamin.

Blondet ci fa osservare che l'Enrica Perrucchietti del libro UNISEX ha scoperto che
wikipedia ha "ritoccato" il profilo di Foa in maniera orwelliana come faceva Winston Smith:

https://www.maurizioblondet.it/una-manina-ha-operato-un-inserto-su-wikipedia-per-denigrare-marcello-foa/

Nausicaa said...

A mio parere ci sono differenze ben precise tra i due. Rossi è un dipendente del Berlusca. Radicale in materia di immigrazione e contro Mattarella finché si vuole, ma pur sempre a libro paga de Il Giornale. Foa no. E' direttore di un quotidiano svizzero, direttore di Timedia e ha collaborazioni di prestigio presso gli atenei universitari. Non uno a cui si possa fare una telefonata per chiedere dei favori o imporre inciuci e pastette.


http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/13365388/presidenza-rai-marcello-foa-quasi-ko-al-suo-posto-giampaolo-rossi-fdi-giorgia-meloni.html

Nessie said...

E' così, Nausicaa, hai colto nel segno. Per questo Berluskaiser è diventato così brutalmente insolente e con una brutta faccia incattivita. Oggi è comparso un suo articolo "dettato" direttamente al suo giornale, che mette i brividi. Insiste con la teoria che Salvini doveva concordare la nomina con lui. Ma lui chi? E cosa ha vinto il suo partito in via di liquefazione? Ma pensa te! E' proprietario di tre canali TV, ha l'editoria, ha radio, case di produzione cinematografiche, banche, immobiliari e assicurazione e vuole garantirsi anche diritti ( in realtà, abusi) sulla RAI, ficcanasando sulle nomine. E a che titolo????:

http://www.ilgiornale.it/news/politica/rai-berlusconi-si-decide-insieme-e-si-rispetta-opposizione-1560165.html

Anonymous said...

Votazioni presidenza Rai,mercoledi evvai!(Il Vate)

Cercano di conquistarsi il Cavaliere nano,
i pennivendoli di Repubblica dandogli una mano
sanno che se in commissione vincerà Marcello
lor signori diventeranno carne da macello.
Dopo anni di infami invettive al Cavaliere,
la Repubblica or gli lecca pure il sedere!
Scoda oramai rantolante e senza potere
il bollito da lor signori chiamato puttaniere !
Or lo rimettono in primo piano senza vergogna,
sguazzando con lui nel guano della menzogna,
pur di scongiurare che la Rai del circo Orfeo
vada a casa con i Fabiocazio e Vespa Bru..neo!

Nessie said...

Vate, questa è un capolavoro! :-)))

Anonymous said...

Grazie Nessie! Non riesco a capire
questo bollito e demente a non finire,
che ha vinto col cdx di Salvini,
ed ora vende il culo ai piddini
comprese le oche Bernini e Gelmini
che fan solo grandissimi casini
per non parlar di Tajani che fa da balia
a sto punto li chiamerei Feccia Italia!!!

(Saluti cari e buone ferie Il Vate)

Nessie said...

A mio parere, Salvini aspettava il casus belli per mandarlo a quel paese, e ora "la mummia siliconata" glielo sta offrendo su un piatto d'argento. Sia che Foa salti, sia che invece venga confermato, resta la triste e meschina figura sua e dei cascami del suo partito. Ora ha rilasciato un'intervista (improvvisamente tutti i media di regime lo coccolano) dove intima a Salvini di fare cadere il governo, che ha ampia maggioranza di seggi, per tornare ancora ad elemosinare in parlamento una maggioranza del cdx che non c’è e che non esiste più, col 37% dei seggi, come proponeva 3 mesi fa, per imbarcare magari il mariuolo di Rignano d'Arno col PD. Roba da TSO! Vabbé che fa caldo, ma c'è un limite anche ai deliri.

http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/13365404/silvio-berlusconi-matteo-salvini-fai-cadere-governo-m5s-poi-maggioranza-centrodestra.html

Anonymous said...

se veramente berlù e la ducetta pensano che la lega ( mooolto inkazzata) e l' M5 gli votino il dipendente mediaset sono dei deficienti . Forse lo scopo è proprio l' empasse in cui venga eletto un uomo m5 con l' appoggio PD per cercare di porre una frattura tra l' m5 ( che nomina a suo nome un sacco di ferrivecchi sistemici) e la lega tenuta " a becco asciutto"
LORO pensano che saranno casini di salvini , ma in realtà saranno casini di di maio. le indigestioni fanno male .
ws

Alessandra said...

Il sciur Patonza ripete in sostanza quanto dichiarato ieri dal piddiota vestito d’azzurro Brunetta, che ha invitato Salvini a “staccare la spina al governo” perché “se non lo fa lui, lo faranno i mercati”.
Già, proprio quei mercati di cui fu tra gli accusatori sette anni fa, ora vengono invocati come la salvezza.

Intanto via libera dal CdA RAI alla nomina di Foa: la maggioranza ha votato a favore.
Nella commissione di vigilanza FI le tenta tutte pur di mettersi di traverso: l’ultima idea è quella di votare NO e poi chiedere a Tria di proporre un altro nome … patetici.

http://m.ilgiornale.it/news/2018/07/31/rai-si-del-cda-a-foa-presidente-ma-e-ancora-scontro-nel-centrodestra/1560336/

Nessie said...

ws, cosa diavolo c'entra la "ducetta"? Ma la Mussolini non è uscita da FI che io sappia? O forse ti riferisci a qualcun altra?

Nessie said...

Alessandra, lo hai visto il video di Messora dalla Sardegna?

https://www.youtube.com/watch?v=x7d8qqsfKms

Mi sa che Foa se lo dovranno beccare lo stesso e che Berlusca ci ha fatto la solita inutile "tristaccia".

Anonymous said...

la ducetta è la meloni,la mussolini è "la duciona"....
ws

Nessie said...

Beh, se i duci e le ducette e ducione fossero tutte queste qui... Purtroppo non comandano una beata mazza di niente: tutte chiacchiere e distintivo.
La Meloni va in pellegrinaggio da Orban, ma se lo sogna quel che può fare lui a casa propria!

Alessandra said...

Bellissimo scenario quello di Messora, in tutti i sensi! :-)
Quindi si profila un “molto rumore per nulla”, se non per far sapere agli italiani che Foa è un pericolosissimo sovversivo sovranista, vilipendioso delle istituzioni, omofobo e xenofobo, che ha preferito Trump alla Clinton, la Le Pen a Macron, Salvini a Renzi e che una volta presidente si dedicherà alla diffusione di “fake news” volte a manipolare le coscienze allevate a buonismo, multikulti e gender.
In ogni caso, sarà una pessima figura per Berlusconi, che ha ormai imboccato il viale del tramonto.

Nessie said...

Poraccio! Prigioniero di un sogno che è già incubo. Per lui e per noi.

Anonymous said...

Foa bocciato! Maledetto berlusconi!
Ma poi, chi ha istituito questo sistema della vigilanza? fossero stati i fetenti precedenti? e se sì, non era una cosa da cambiare da parte di questo governo?
Laura

Anonymous said...

Letto l'articolo di Blondet/Perrucchetti/Wikipedia.
Quindi adesso è ufficiale: abbiamo anche noi il Ministero della Verità (verità....)
Laura

Anonymous said...

Definizione di berlusconi da parte di un commentatore del Giornale:
"dead man walking". Perfettamente azzeccata direi.
Laura

Anonymous said...

Ho visto il video di Messora, mi ha confortato. Quindi c'è ancora speranza per Foa, speriamo bene. Abbiamo bisogno di sovversivi, antieuropeisti, razzisti, xenofobi come lui.
Laura

Gabriele Casari said...

Tutti i partiti moderati , come sta dimostrando forza itaglia , alla fine sono i partiti dei poteri forti.Non solo l'estrema sinistra , ma pure il centro politicamente parlando è un mezzo di forze occulte.Entrambi fanno riferimento ad una visione del mondo tipica di determinate psicologie.Stiamo andando a fondo per colpa di un 25% , come dice Blondet, di popolazione fatta da umanamente piccole persone .

Nessie said...

Infatti la contraddizione non è più fra destra e sinistra, ma tra sovranisti identitari e mondialisti. La destra di FI e la sinistra Piddina sono parte integrante dell'eurocrazia. E bocciando Foa l'hanno dimostrato.

Nessie said...

Laura mi pare che la Caporetto di Farsa Italia sia già iniziata da un pezzo. Sì, maledetto nano di Arcore che vuole una RAIdi infimo livello per non far sfigurare le sue già pessime reti tv.

Anonymous said...

Che fine ignominiosa per
lo zozzone di Arcore, non
gli resta che un pugno di
mosche cocchiere e nemmeno
la soddisfazione di un posto da senatore a vita.
Di ciò ringrazi la sinistra. Ha fatto il patto
col diavolo, ora ne paghi
le conseguenze.

John D.D.G.

Alessandra said...

Alla fine l’hanno fatto. Farsa Italia è ufficialmente alleata con PD e Leu.
Salvini però non molla: per lui il nome per la presidenza RAI è Foa e nessun altro.

http://m.ilgiornale.it/news/2018/08/01/rai-salvini-riconferma-foa-conto-su-sostegno-del-centrodestra/1560663/

Il PD è ormai senza freni nella mancanza di senso del ridicolo, con Faraone che annuncia una scampagnata al Colle nel caso si dovesse insistere su Foa.
Si attaccheranno al tweet.

Nessie said...

Ale, ho appena aggiornato il blog su questo tema e la fine di Farsa Italia. Vai più sopra.

Anonymous said...

Li voglio vedere gli scagnozzi parlamentari di Berlusconi che si danno da fare per andare allegramente sotto al 5% rimettendoci il posto per far piacere al loro padrone ... o a sgomitare per candidarsi in qualche nuova evoluzione del PD.
Poi sulla bocciatura di Foa da parte di Forza Italia alleata col PD - una porcata galattica - mi piacerebbe capire come è possibile che quando il suddetto PD è al governo anche con molti meno voti della attuale coalizione riesce SEMPRE a fare tutte le nomine che vuole a partire da quella del Pres. Rep., 26 anni di Pres. Rep. in quota PD, senza saltare una volta, non so se mi spiego...
Scarth