23 June 2018

UE, la vera grande Lebbra



E' curioso in questi giorni vedere tutti questi meeting e summit in agitazione: prima il nostro premier Conte a Parigi, poi a Berlino con la Merkel.  Domani il prevertice a Bruxelles al quale però non parteciperanno "quelli di Visegrad". 
Una prima piccola vittoria il premier Conte l'ha già incassata: la Merkel ha ritrattato le sue  posizioni già "prestabilite", quando il primo ministro gli ha fatto capire che non avrebbe partecipato al "banchetto" a menù già precotto, il loro: "Le ho confermato (a Merkel, ndr) che per me sarebbe stato inaccettabile partecipare a questo vertice con un testo già preconfezionato. La Cancelliera ha chiarito che c'è stato un "misunderstanding": la bozza di testo diffusa ieri verrà accantonata".  Il "misunderstanding" in realtà non è affatto un "malinteso", ma una ben calcolata "macchina indietro". E' già qualcosa.
I tre punti centrali della proposta italiana si possono riassumere così: 
1) condividere gli oneri finanziari e garantire che gli Stati membri coprano i circa 500 milioni di euro necessari a coprire 1,2 miliardi di euro necessari a far decollare il Trust Fund Africa per creare occasioni alternative al business dei trafficanti. Il linguaggio contenuto nella bozza finale del vertice del 28 è troppo debole al riguardo e il nostro ambasciatore a Bruxelles ha mantenuto ieri una "riserva" chiedendo impegni più forti
2) Il regolamento di Dublino non va riformato ma superato. Il testo della presidenza bulgara è inadeguato. Nel frattempo Dublino, creato nel '90 per regolare i flussi dalle frontiere terrestri da Est, si dovrà applicare solo alle nostre frontiere di terra e non a quelle marittime Schengen.
3) Creare centri di assistenza ai migranti nei Paesi di transito da dove organizzare rimpatri assistiti volontari come i 28mila già realizzati in Libia in accordo con l'Oim e come quelli dal centro italiano di Agadez in Niger.  (fonte: Huffingtonpost).

Bozza di piattaforma certamente giusta ma  la cui realizzazione esige del tempo (in particolare nel punto 3).

Com'era prevedibile Macron reagisce in modo stizzito, svelando ancora una volta il lato sprezzante  e isterico del suo carattere. A detta sua,  in Europa “i populisti si diffondono come la lebbra”. Non nomina direttamente l’Italia, ma il suo riferimento è esplicito.  I "buoni samaritani" d'Oltralpe, invece,  se la prendono vigliaccamente coi nostri transfrontalieri, mandandoli in ritardo al lavoro, a causa di lunghi snervanti controlli indiscriminati pur avendo regolare permesso di lavoro. Inoltre la Gendarmeria sconfina  prepotentemente anche nei nostri comuni del Ponente Ligure. Perciò Conte dovrà farsi sentire nelle sedi appropriate, poiché questi si chiamano "atti ostili", come quelli già verificatisi alla frontiera di Bardonecchia.  Ne parla il quotidiano ligure Il Secolo XIX aggiungendo anche che nei fatti la Francia ha  già  fatto saltare gli accordi di Schengen:
http://www.ilsecoloxix.it/p/imperia/2018/06/22/ADSbfoC-ventimiglia_documento_gendarmi.shtml


Ma è inutile infiocchettare una costruzione già nata male come l'Unione Europea (quella sì, una vera e propria Lebbra), basata su una coercizione valutaria come l'Euro, nell'illusione di trovarvi una soluzione al proprio interno. Inutile nutrirsi di aspettative, dato che è proprio la Ue il vero problema e non la soluzione! 
Tuttalpiù, si dovrà giocare abilmente  sulle sue contraddizioni interne, per favorirne l'implosione.
Per cominciare questa UE è nata per istigare rivalità e ostilità tra gli stati, proprio in forza della diarchia franco-tedesca, messa in piedi a fare da plancia di comando.  Germania e Francia, hanno approfittato del progetto unitario solo per soddisfare i loro egoistici interessi nazionali. L'unica cosa che conta per loro è favorire le proprie multinazionali, le proprie banche, il proprio business,  i propri specifici interessi nazionali. Guai però se si cerca di fare altrettanto tentando di proteggere i nostri! Sono stati troppo ben abituati dai maggiordomi lacché dei governi precedenti, alla Monti, Letta, Renzi e Gentiloni.
Questa Ue, doveva favorire l'uguaglianza, ma  ha creato surrettiziamente disuguaglianze, umiliazioni e profonde ingiustizie e lacerazioni. Doveva creare la pax mercantile, ma ci ha portato la guerra in casa (terrorismo e micro e macro-criminalità, mafie straniere, merci contraffatte, degrado ambientale e urbanistico). E oltre alla guerra "in casa" ci costringe a partecipare a guerre d'aggressione esterne chiamandole "ipocritamente" "missioni di pace" (peace-keeping e peace-enforcing).
Doveva renderci più sicuri, ma non si parla mai abbastanza di insicurezza e di  scarsa protezione dei cittadini come da quando ci ha portato in casa, torme di clandestini. Doveva renderci più ricchi e invece ha praticato tasse, disoccupazione, espropri e smantellamenti di importanti assetti industriali, su larga scala.
Una delle vulgate più devianti da parte dei media-mainstream è che Salvini facendosi amico  i paesi del gruppo Visegrad (Ungheria, Polonia, Repubblica ceca e Slovacchia), non badi agli interessi italiani, giacché questi si rifiutano di accettare "quote" di immigrati da redistribuire anche nel loro territorio.
C'è tuttavia una gran bella differenza fra loro e Macron! Essi rifiutano, ma non ti impongono l'accettazione dell'invasione, usandoti come il paese-discarica. In un certo senso ci fanno da "apripista" col loro coraggio e sfidando l'impopolarità di tutti gli altri eurocrati di ferro.
Non  a caso Orban ha dichiarato: "L'Europa deve essere in grado di proteggere le sue frontiere e deve poter garantire sicurezza ai suoi cittadini. Speriamo che dopo il semestre di presidenza austriaca, l'Europa sia più forte, una comunità più equa di quello che è oggi. E che la Ue sia più sicura, queste sono le speranze che abbiamo in comune".
Vicerversa Macron si comporta come quelli che non vorrebbero rifiuti a casa propria, ma  poi li scaricano nel giardino del vicino di casa.  E questo sarebbe un comportamento intelligente? Bugiardo, falso, arrogante, ipocrita e doppiopesista.

La "lebbra populista" secondo Micron

Marine Le Pen non si è fatta attendere criticando aspramente le sue posizioni e scrivendo su un tweet: "Mi chiedo come il presidente della Repubblica francese possa trattare i governi di nazioni europee come la 'lebbra'?! Stati Uniti, Russia, Gran Bretagna, Italia, gruppo di Visegrad...Vuole farci litigare con il mondo intero".
La diplomazia, con ogni evidenza,  non è il suo forte e l'abbiamo già visto col suo portavoce Gabriel Attal (quel ragazzotto idiota che ci ha dato dei "vomitevoli").
Dunque, come ho già detto e scritto diverse altre volte, non è nostro interesse cedere alla politica delle "quote redistributive", poiché questo favorirebbe lo svuotamento del continente africano e asiatico, a rischio estinzione dell'Europa stessa, con la probabilità concreta che tutti costoro circolerebbero indisturbati da uno stato all'altro. Ovvero estinzione del glorioso Continente Antico. La PanEuropa  (pan, prefisso greco che significa "tutto") è un progetto caotico basato sul meticciato liquidatore dell'Europa stessa, della sua civiltà, tradizioni e identità.
Domani, dunque, il prevertice di Bruxelles, e a fine del mese il Consiglio europeo del 28-29 giugno.
La mia previsione è simile alla definizione di Putin sui paesi della Ue riunitisi di recente al G7 senza la Russia: non ci saranno che dei "balbettii creativi".

----------------------------------------------------------------------------------

Aggiornamento: Ecco i 10 punti della piattaforma Conte al prevertice di Bruxelles, che verrà poi ridiscussa in sede più ampia al Consiglio d'Europa previsto per il 28-29 di questo mese.  Personalmente non mi soddisfa, ma se serve a rimanere ciascuno col cerino in mano e ad accelerare la fine di questa soffocante Ue, allora avrebbe una sua funzione. 

55 comments:

Nessie said...

Salvini all'ANSA: “Nel giro di un anno si deciderà se esisterà ancora un’Europa unita oppure no”.

https://www.ilprimatonazionale.it/primo-piano/salvini-lunione-europea-tra-un-anno-vedremo-se-esistera-ancora-87980/

Nausicaa said...

Ecco altri esempi della vera grande Lebbra d'Europa:

http://www.libreidee.org/2018/06/la-lebbra-europea-quella-del-vomitevole-xenofobo-macron/

Nessie said...

Pienamente d'accordo con la definizione di Macron quale OGM, ben espressa nell'articolo. Un'Europa mascalzona capeggiata da un'élite tetra e delinquenziale.

Jacopo Foscari said...

Macron, voleva essere Napoleon e invece è solo un Brancaleon. Le sue reazioni da checca isterica corroborano la teoria che vuole l'orrida e sgraziata Brigitte come una semplice copertura del "vizietto" dell'inquilino dell'Eliseo. Sembra sull'orlo di una crisi di nervi, direi che bisogna continuare a pungolarlo per farlo sbroccare definitivamente.

Anonymous said...

Intanto lo psico-tirannello rè della Uè! che ha perso completamente il controllo di sè imperversa:
https://sputniknews.com/europe/201806231065703320-macron-eu-sanctions-migrants/
Scarth

Nessie said...

Scarth, l'Imbécile, vorrai dire. Il primo a dover pagare forti esborsi allora dovrebbe essere proprio lui (si veda Bardonecchia-Brinaçon, Ventimiglia-Mentone, Calais). Ma si guarda ogni tanto allo specchio questo OGM d'uomo?

Nessie said...

Errata corrige: Briançon.

----------------------------------------------

Jacopo,in ogni caso, è uno che ha serissimi problemi psichici che lo rendono unfit to lead. Ma ha voluto ad ogni costo la presidenza della repubblica e mo' pedalerà.

Oggi 24 giugno, il vertice di Bruxelles, da cui usciranno solo vaneggiamenti.

S. Giovanni non fa inganni. Assolutamente l'Italia non dovrà accettare il trabocchetto delle sanzioni pecuniarie.

Nessie said...

Disgraziatamente però, per un ventennio tutti i governi che si sono succeduti da noi, non hanno mai messo in discussione gli accordi di Chambéry stipulati da Prodi e Chirac nel 1997:

https://www.corriere.it/politica/18_giugno_24/allora-contestino-l-intesa-77acdbe0-7722-11e8-b055-7e55445aba73.shtml

ecco perché l'OGM si sente tanto forte!

Eleonora said...

E oggi, ci si mette un altro cretino ad insultare l’italia. L’attuale ( non eletto) presidente del consiglio spagnolo. La spagna è umana, infatti, spara ancora a Ceuta e Melilla. Però, gli xenofobi siamo noi. Non Malta, non Francia e nemmeno Spagna. Mi auguro che Salvini non ceda.

Massimo said...

Ma chi fa più schifo di tutti sono quelli dell'opposizione al Governo: pci/pds/ds/pd e Forza Italia. Le dichiarazioni rilasciate da Bassetti, da Martina, da Taiani e dalla Gelmini sono invereconde. Invece di solidarizzare con un Governo che fa gli interessi nazionali, loro aprono le porte al nemico, contro ogni interesse dell'Italia e degli Italiani. La Gelmini e Taiani, poi, completamente dimentichi che proprio la consorteria europea complottò, con le quinte colonne interne, per silurare Berlusconi, sono inconcepibili. Micron, Sanchez e la Merkel, in fondo, fanno i loro interessi. Costoro invece, con la lingua per di fuori, sono pronti a leccare chiunque in Europa, a prescindere dagli interessi di tutti noi.

Nessie said...

Massimo, abbiamo sempre avuto a che fare coi sicari interni che chiamano i rinforzi stranieri, fin dai tempi delle Signorie, noi Italiani. Purtroppo! E la pessima traduzione continua...

La Gelmini sembra una scopa secca in preda a un esaurimento nervoso, mentre la Bernini deve aver sbagliato chirurgo plastico, perché le han fatto un botulino con tanto di labbra di canotto pneumatico modello Zodiac, che fa spavento! Sono due dati extra-critici, che però hanno la loro importanza.

Ma vengo a Tajani, classico romanazzo fancazzista e rampicone da almeno vent'anni. Mentre gli Italiani soffrivano le pene dell'inferno dall'entrata nell'euro lui pensava a ritagliarsi una "brillante carriera eurocratica" ai vertici delle varie commissioni Barroso & Affini. La "consorteria europea" che complottò per la destituzione del loro capo, fa parte delle contraddizioni "intermassoniche", tra PPE (falsa destra) e tutte le varie anime delle sinistre socialiste e cosiddette liberiste e riformiste Ue (S&D, ECR, ALDE, Eul-Verdi ecc.).

Ora finalmente il panorama si è sgombrato dalle nubi: di qua ci stanno tutte le forze eurocratiche (compresa FI-PPE), di là quelle populiste e sovraniste.

Nessie said...

Eleonora, ho sentito di Sanchez e del suo governicchio-gineceo fatto solo di donne. Giusto ricordare agli Iberici di Ceuta e Melilla. Ma sarebbe altresì importante ricordare agli spagnoli, ch'essi godono del privilegio di essere situati vicino a Gibilterra, la quale come Malta appartiene al Commonwealth: cioè al Regno Unito britannico.

Comodo, farsi forti dei privilegi della Corona che si riflettono "geograficamente" anche su di loro, eh?

Anonymous said...

Intanto Madame Verdurin alias Furio Colombo, il servo di Agnelli, impazzisce di rabbia e rispolvera la solita vulgata nazifasci. Lui sì che i poveracci li conosce bene dai salotti dell'Avvocato:

http://www.ilgiornale.it/news/politica/eichmann-schifo-scontro-colombo-salvini-1544381.html

Z

Nessie said...

Ma che si faccia visitare quella vecchia zia! E che guardi qualche filmato australiano sull'immigrazione.

Ci preoccupiamo troppo di questi ciarlatani da salotto. Il dramma del povero eurobabbeo è quello di sentirsi sempre in colpa. Per capirlo, occorre vedere e rivedere i filmati dell'Australia sul fenomeno migratorio. Gli australiani non si preoccupano di tutte queste pinzillacchere: se vengono dalla guerra, se c'è qualcuno che ce li manda apposta, se è colpa dei media, o se invece vengono di loro volontà, se è "fascista" o se è "nazista" respingerli, eccetera... Loro dicono NO WAY. E basta.

https://www.youtube.com/watch?v=rT12WH4a92w

Anonymous said...

Tutti questo prepotenti soggetti che dominano ovunque così come i loro compari mediatici è come se appartenessero non a singole comunità ma indistintamente ad un corpo unico globale, ente supremo, una sorta di dio, unico ad avere legittimità e diritto di potere assoluto su tutto e tutti. Per questo sono uguali, dicono le stesse cose, hanno gli stessi atteggiamenti infidi.
Si muovono sempre compatti e sincronizzati. Se non sei allineato te li trovi tutti contro allo stesso momento ovunque si trovino.
Li caratterizza il singolare concetto di stato di diritto e di democrazia: se non sei d'accordo con Loro, se ti va bene, sei un povero scemo, se ti va male sei un nazista o un criminale. Sempre. Il loro mondo non ammette opposizioni o opinioni diverse su nessun argomento.
Purtroppo mentre Loro hanno questa compattezza oltre a mezzi smisurati chi gli si oppone è frammentato, diviso o addirittura preda di rivalità interminabili. E questa è una ulteriore debolezza che non mi piace affatto. Questo invece sarebbe il momento della massima unità almeno europea tra sovranisti, identitari e libertari.
Scarth

Nessie said...

Sì, ma nello stesso tempo, mi pare che vivano in un NO TIME NO SPACE, che è tipico delle élites apolidi e sradicate. Mentre da noi esiste ancora uno stare nel territorio, ed è quello che potrebbe costituire la nostra forza e coesione che caldeggi, quella presente e quella futura.

Nessie said...

Piuttosto, invece non mi convincono affatto i 10 punti di Conte. Non vorrei che ci fosse di mezzo lo zampino di quel Moavero Milanesi ex del governo Monti. Leggi un po' qui:

http://www.paeseitaliapress.it/news_7682_Bruxelles-Migranti-la-proposta-di-Conte-al-pre-vertice-Ue-Superare-Dublino.html

In particolare non mi convince il punto 10:

10) Ogni Stato stabilisce quote di ingresso dei migranti economici. E' un principio che va rispettato, ma vanno previste adeguate contromisure finanziare rispetto agli Stati che non si offrono di accogliere rifugiati.


Pessimo, a mio avviso! E' un modo per fare fuori "quelli di Visegrad", che in realtà col loro rifiuto totale ad accogliere immigrati ci fanno da "apripista". Intanto i soliti strozzini usurai, grazie alle sanzioni pecuniarie, estorcono altri quattrini! Come se non ne avessero già risucchiati abbastanza....

Anonymous said...

In effetti, sarebbe da interpretarsi così. Se invece lo si vuole coniugare al primo commento sopra, allora potrebbe essere una furbata niente male.

IL SAURO

Anonymous said...

E' la democrazia il problema,
con lo stalinismo, il fascismo e
il Putinismo i ratti scappano.
Si è creato qualcosa di nuovo,
il Sovranismo. E la parola dice
tutto: MAI PIU SCHIAVI. Quindi
fuori dai coglioni tutti gli
impiegati, i direttori e i padroni di entità sovranazionali
come le sottomarche trilateral,
bilderberg group, club di Roma,
ecc.
Auspicò una collaborazione anche
con politici di parte avversa
come ad esempio Rosi Bindi che
molto si e battuta contro la
massoneria e i radicali sul tema
della giustizia in particolar modo sulla responsabilità civile
dei giudici.

John D.D.G.

Nessie said...

Non ho capito a quale commento ti riferisci o Sauro, quando ti riferisci "al primo commento sopra". Il mio?

La piattaforma di Conte, a mio avviso contiene trappole scivolose. Se Macron dice "Roma coerente con l'Ue", significa che non siamo affatto fuori dal guado.

Nessie said...

Caro John, la democrazia rappresentativa è in crisi in tutto il mondo per la semplice ragione che è diventata solo formale, ma non sostanziale. In realtà è una sinarchia che finge di concedere riti democratici come le elezioni, già truccati a monte.

Anonymous said...

Mi riferisco al punto 10. Credevo si fosse capito. La ripartizione dei "migranti" e la minaccia di sanzioni potrebbero essere l'acceleratore per la dipartita della UE. Se chi scrive un simile programma e poi dice pubblicamente che fra un anno la UE potrebbe non esserci più, con tutta probabilità intende questo.

IL SAURO

Nessie said...

Allora, chiariamo qualcosa. Chi ha scritto il programma è lo staff di Giuseppe Conte. Chi invece dice pubblicamente che fra un anno la Ue potrebbe non esserci più è Salvini. Non è detto che i due si siano messi d'accordo. Anche perché nello staff del premier c'è quel Moavero Milanesi ex ministro degli Esteri di Monti e Letta.

Anonymous said...

Se vogliamo credere che Salvini non sia a conoscenza del programma stilato da Conte, è così; altrimenti è come suggerisco sopra. Comunque se fosse vera la prima , il governo durerebbe molto poco.

IL SAURO

Nessie said...

Salvini NON può NON sapere. Tuttavia credo che questa piattaforma sia la tipica piattaforma paracula di chi sta coi piedi dentro la Ue, ma vorrebbe esserne fuori. Comunque più che le chiacchiere (anche scritte) conteranno le azioni.

Tra l'altro assai più astutamente il gruppo di Visegrad si è rifiutato di partecipare all'incontro:

Assenza, quella dei quattro di Visegrad, confermata anche dal premier di Varsavia, che ha definito "il mini-summit di domenica inaccettabile": "Non vi parteciperemo, vogliono riproporre una vecchia proposta che avevamo già respinto". Infine, per il cancelliere austriaco Kurz, "Frontex va rafforzato" e invece di concentrarsi sul tema della distribuzione dei migranti occorre puntare l'attenzione sulla sicurezza delle frontiere esterne della UE

Fonte: Huffpost.

Jacopo Foscari said...

"la democrazia rappresentativa è in crisi in tutto il mondo per la semplice ragione che è diventata solo formale, ma non sostanziale"

E questa purtroppo è una grande verità da scolpire nel marmo

Nessie said...

E purtroppo la tecnologia non la agevola per nulla. Se pensiamo che con un click potrebbero estrarre del denaro dai nostri risparmi, temo che oligarchia e tecnologia sia un pessimo binomio. Del resto le banche ce l'hanno già fatto capire in mille modi che a loro la democrazia non serve. Anzi, è un ostacolo ai loro piani.

Anonymous said...

https://comedonchisciotte.org/i-nove-di-bucarest-come-progetto-americano-per-leuropa/

pensar che "quelli di visegrad" siano i " buoni " è da ingenui. nell' eurolager TUTTI , a cominciare dalle pulci come malta, cercano di fottere il "compagno di branda"; l' unica nota "nuova" è che finalmente c' è un governo in italia che almeno cerca di non farsi fottere.
ws

Nessie said...

Ma caro, come ho già scritto infinite altre volte, la libertà è merce rara e non te la regala nessuno. Vuoi forse che non sappia che i 4 di Visegrad (e i 9 di Bucarest dell'articolo), portano prevalentemente acqua al loro mulino? Il problema grosso è che finora le nostre macine hanno macinato per gli altri e che ora finalmente si può pensare di non farlo più.
In ogni caso, io ho parlato dell'art. 10 della piattaforma Conte.

E lo ribadisco: l'applicazione delle sanzioni pecuniaria a chi non accoglie immigrati, è per l'appunto, un'emerita stronzata.

Anonymous said...

https://www.google.it/amp/s/www.mondialisation.ca/i-siloviki-di-vladimir-putin-visionari-moderni/5417551/amp

Tor (anonimous network)

Nessie said...

Grazie, interessante.

Nausicaa said...

Ecco perché è giusto guardare con sospetto chi vuole sanzioni pecuniarie su chi si rifiuta di accogliere immigrati. Basta guardare chi le vuole: Moscovici.

http://www.ilpopulista.it/news/25-Giugno-2018/27099/immigrati-moscovici-adesso-invoca-le-sanzioni.html

Nessie said...

Ma certamente! Le sanzioni sono un'altra forma di estorsione e di indebitamento per gli stati. E anche di ricatto. Mettere sanzioni a chi non accoglie significa tramare per la rovina degli stati, esattamente come obbligarli ad accogliere per rovinare gli stati con la demografia e con il meticciamento.

Aldo said...

Riprende (continua) la "accoglienza"? A leggere le ultime notizie si direbbe di sì: sbarchi di mercantili in Sicilia, sbarcati a Malta con accordi per una rapida "condivisione", sbarcati da ponti aerei che vanno imperterriti avanti e indietro...

I casi sono due, o anche i "nuovi" ci pigliano per i fondelli raccontando una cosa e facendone un'altra con piena intenzione, oppure ci troviamo di nuovo di fronte agli effetti di qualche ricatto muscolare di sottobanco, tipo quello del 2011/12 poi denunciato proprio da un parlamentare della Lega. In entrambi i casi, tanto per cambiare, il mandato del "Popolo Sovrano" viene ridotto a fuffa. E non solo per quel che riguarda la lurida storia delle "migrazioni", pare.

Contavo in un cambio di rotta e continuerò a contarci ancora per un po', diciamo fino a fine anno, perché certi risultati non si possono ottenere in quattro e quattr'otto, però non è che si possa continuare ad attendere all'infinito.

Alessandra said...

La Lifeline attraccherà a Malta, ma l’Italia si prenderà una parte dei clandestini.
Non vorrei che a questo cedimento ne seguissero altri, non serve a nulla mandare le navi altrove se poi gli invasori te li becchi lo stesso! Senza contare il cargo battente bandiera danese autorizzato a sbarcare a Pozzallo, come implorato dal sindaco.

http://m.ilgiornale.it/news/2018/06/26/la-lifeline-sbarchera-a-malta-conte-in-italia-quota-migranti/1545259/

Micron è andato a cercare la … benedizione del Pampurio per sponsorizzare i “corridoi umanitari”. E prima di lui ha incontrato la comunità di Sant'Egidio.
Un incontro fatto di sorrisi, carezze e regali … non avevo dubbi!

http://m.ilgiornale.it/news/2018/06/26/lipocrita-macron-dal-papa-corridoi-umanitari-per-migranti/1545146/

Nessie said...

Aldo, che Salvini stia lavorando come una bestia (altro che il siculo Alfano!) non ci piove. Il problema è questa Ue e le "quote parte", politica sulla quale se hai letto i miei post e anche quest'ultimo, la sottoscritta non è mai stata d'accordo. Perché? perché è presto detto: si incoraggiano gli africani del centro, nord, sud a invadere l'Europa tutta svuotando i loro continenti. E pure gli Asiatici. E pure i Latino Americani, e pure la zona Schengen a Est.

Per fare quel che vorremmo noi ci vuole solo una cosa: uscire dalla UE e dall'eurozona. Senza SE E SENZA MA.

Nessie said...

Ciao Ale, purtroppo non possiamo pensare di ottenere il "tutto e subito", in un contesto delicato come quello del "diritto internazionale" e pure sul fatto che siamo prigionieri dell'Eurozona. Gli invasori ce li beccheremo lo stesso in "quote redistributive", perché non si ha il coraggio di dire chiaro e tondo che I VERTICI della UE vogliono fare comunque la PANEUROPA.

In questo caso, ci vorrebbe una sollevazione di sovranisti inter e intraeuropei ben coordinati, (non solo il Ministro dell'Interno) in grado di dire STOP ALLE QUOTE!

Leggi questo articolo di Danilo Quinto "Quello che gli Italiani devono sapere sul fenomeno migratorio" su Imola Oggi al riguardo:

http://www.imolaoggi.it/2018/06/23/quello-che-gli-italiani-devono-sapere-sul-fenomeno-migratorio/

Nessie said...

Qui sul sito di Blondet ci sono antefatti molto interessanti:

gli immigrati non li vuole nessuno (NO la Francia, No la Germania, NO l'Olanda, No Malta, l generosità della Spagna è durata solo il tempo dello sbarco dell'Aquarius, eccetera). Ma tutti vorrebbero fare del nostro paese la loro personale discarica!

https://www.maurizioblondet.it/sui-migranti-un-successo-internazionale-e-morale/

Ora se non altro, il problema è posto all'attenzione internazionale. Si tratta però di compiere il passo successivo: smascherarne l'ipocrisia. Se Malta vuole essere sovrana, Salvini ripeta anche lui CORAGGIOSAMENTE questa parola: l'Italia vuole essere SOVRANA.

Aldo said...

Patetico il discorso del mattarello presidenziale, non so se t'è sfuggito o se hai avuto la "ghiotta occasione" d'ascoltarlo. Meno male che il Presidente dovrebbe essere una figura di garanzia e astenersi dal prender posizioni di parte...

Poi c'è quel tale vestito di bianco, quello con la croce di legno, che non è da meno. Non è che il nuovo governo potrebbe riprendere in mano il discorso Concordato e ricondurre vati e cani a più miti consigli? Ah, sullo stesso tema: a che punto è la riduzione sostanziale del finanziamento statale a chi fornisce assistenza ai "richiedenti asilo"? C'è qualche passo avanti, che tu sappia? Perché a mio avviso è un tassello molto importante (tra l'altro, sarebbe un passo verso la riduzione del debito pubblico, no?).

Nessie said...

Circa l'ultima domanda se parli delle ONG e Onlus è una galassia pressoché sterminata molte delle quali illegali (anche quelle italiane, si potrebbe investigare sulle fonti di finanziamento).

Bisognerebbe intanto requisire le loro navi, distruggerle e demolirle nei cantieri per scoraggiare nuovi arrivi, mettere per davvero al fresco i loro comandanti (illegali anche questi).

Qui sulla Nuova Bussola intanto c'è una bella critica alla piattaforma Conte (i famosi 10 punti che ho trascritto sul Post Scriptum di Aggiornamento:

http://www.lanuovabq.it/it/il-decalogo-conte-per-non-governare-i-migranti

Vale la pena di darci un'occhiata. Che erano un bicchiere d'acqua fresca lo si era capito da subito.

Nessie said...

PS: mi sono perso il discorso della Mummia Sicula. Per mia fortuna.

Anonymous said...

Ciao,
La mummia sostanzialmente ha detto che noi italioni (non è un errore di battitura) l'accoglienza l'abbiamo nel DNA.
Quindi, cosa possiamo fare? Siamo così..
A parte queste str...ate, non mi è piaciuto il fatto che Conte si sia incontrato col lebbroso francese ed abbia parlato di "quote" di fannulloni da distribuire tra i vari Paesi.
Ora, che gli altri dicano una cosa e ne facciano un'altra è notorio, ma che Conte si sia impegnato PER NOI a prendere ALTRE quote, mi dà parecchio fastidio.
Mi pare che nel corso degli anni, dati di Salvini alla mano, abbiamo preso molto di più di quelli che ci "spettavano" (ma cosa vuol dire poi).
Quindi, noi abbiamo già dato (ammesso e non concesso che dovessimo dare qualcosa a qualcuno, visto che il Grande Casino l'hanno combinato l'orsignori).
Questa storia non mi piace proprio per niente.
Laura

Anonymous said...

Volevo segnalarti un video, se non l'hai già visto, per me è stato agghiacciante (l'avevo scaricato 5 anni fa ma gira ancora in rete, non so fino a quando).
Alla luce dei fatti è ancora attualissimo e ti fa comprendere il perché di tante situazioni.
https://www.youtube.com/watch?v=nqceFaOsSAU

Nessie said...

Laura, che debbo aggiungere? Non piace neanche a me. E mi pare che Conte parli un linguaggio e Salvini un altro. Non vorrei fosse il solito giochetto del poliziotto buono e di quello cattivo.

Anonymous said...

Intanto il micron ci ha pensato lui a mandare sul serio le RUSPE sulla Senna a sgomberare, e senza troppi complimenti (pagina FB della Meloni).
Ecco, queste scene avrei voluto vederle a casa nostra, alla faccia dei cosiddetti "buonisti" e dei vari argentini che danno buoni consigli perché non possono più dare cattivi esempi (cit. De André).
Cattiveria, la mia? No, pura esasperazione.
Laura

Nessie said...

Con l'argentino che dà la sua benedizione alle ruspe francesi ma trama qualche trabocchetto per metterlo in quel posto agli Italiani (la faccenda dei "corridoi umanitari", che non mi piace neanche un po').

Anonymous said...

Notizia fresca di giornata: l'Austria dal 1° Luglio manderà in Italia i fannulloni respinti dalla Germania.
Laura

Anonymous said...

A quanto pare siamo noi il "corridoio umanitario"...
Laura

Nessie said...

C'è il Consiglio Europeo domani e dopodomani. L'Italia deve prendere atto di tutti gli atti ostili contro di lei: nessuno vuole immigrati, ma tutti quanti (anche gli euroscettici) sono pronti a scaricarglieli. Come ci si comporta? Come il premier maltese Muscat.

ll premier maltese conclude: “Siamo un paese sovrano e nessuno deve dettarci cosa dobbiamo o non dobbiamo fare”

NB: Non pubblicherò più commenti anonimi privi di nickname.



Nessie said...

Qui altri dettagli sulle cronache maltesi. Se ce la fanno loro a tener duro che è un'isoletta, dobbiamo farcela anche noi che siamo una penisola ben più grande.

CVD: la retorica delle quote da distribuire un tanto al chilo, è per l'appunto un espediente retorico destinato a sciogliersi come neve al sole:

https://www.ilprimatonazionale.it/cronaca/malta-nega-attracco-lifeline-sgretola-presunta-solidarieta-europea-88276/


Anonymous said...

Probabilmente l'avete già letto ma è sempre un piacere evidenziare certi quadretti di comuni potentissime obbedienze ed appartenenze:
https://www.maurizioblondet.it/la-carita-di-bergoglio-ovvero-il-regno-della-quantita/
Scarth

Nessie said...

In particolare le foto del bacio della Fratellanza....massonica, direi ;-)

Anonymous said...

Cara Nessie Papa Soros I riesce immancabilmente a superare perfino le peggiori aspettative.
Comunque direi che da quelle parti tra un Bilderberg, una sfilata di moda cardinalizia e un bacio tra fratelli hanno completamente gettato la maschera. Non badano più nemmeno a salvare le apparenze.
Scarth

Nessie said...

Papa Soros I, mi mancava :-). Non salvano le apparenze (che sono già certezze) massoniche, per la semplice ragione che si credono già dei vincitori. Ma come insegna il nostro Trap, non dire gatto se non ce l'hai nel sacco. E secondo me, molte cose gli andranno storte.

Anonymous said...

Ma soprattutto, non dire mulo......
Laura