09 October 2009

L'Italia naviga in un mare di squali




Qualcuno si chiederà  come mai una sinistra tanto sgangherata sia riuscita a mettere in piedi tutto questo ambaradan. Molti blogger continuano a fare post come se la medesima fosse la principale artefice di tutti questi attacchi concentrici rivolti al governo. Troppo facile dare la colpa ai "soliti comunisti" e male fa anche lo stesso Berlusconi nell'insistere a semplificare il concetto in questo modo. Ciò finisce col diventare perfino fuorviante e a fornire un'ottimo alibi ai veri artefici. Bisognerebbe trovare il coraggio di dire chi sono i foraggiatori. Di Pietro scrive sui giornali stranieri che siamo in emergenza democratica per colpa di Berlusconi? Guarda caso si viene a sapere che i giornali su cui espone l'annuncio in Inglese sono proprietà di Rupert Murdoch, lo squalo di cui ho già tracciato una breve biografia nel luglio scorso qui. E' evidente che non è solo Di Pietro a sputtanare all'estero Mr. B, ma che sono gli squali stranieri che utilizzano un povero illetterato come lui (l'altra sera da Santoro ha perfino usato il verbo "sanzionare" in funzione di "sancire", come se fosse la stessa cosa) pur di pescare nel torbido. Tutto quanto fa buon brodo. Anzi, visto che siamo in tema marinaresco, è il caso di dire che tutto quanto  fa brumeggio (quella sorta di pastone denso che si getta in pasto  ai pesci per adescarli più facilmente  all'amo).
Passiamo a un altro pescecane più vicino a noi: l'ing Carlo De Benedetti. Le disgrazie non vengono mai sole e pare che agisca in combutta con squalo Murdoch per l'imminente tv digitale nel nostro Paese in concorrenza alla Rai .
De Benedetti è stato per  il nostro paese una vera jattura e se la cittadinanza svizzera servisse a tenercelo lontano, sarebbe un vero sollievo. Ma così non è, perchè la Svizzera è a due passi e perché ciò non gli impedisce affatto  di fare il pendolare di superlusso.
Sulla sua biografia consultare su wiki. Sulle sue malefatte,  basta ricordare in che colabrodo ha ridotto l'Olivetti, il crack del banco Ambrosiano, il suo ruolo nel caso SME e lo scandalo delle telescriventi obsolete vendute alle PT italiane: una vera patacca!
 Poi, la faccenda del Lodo Mondadori dopo aver stipulato con Berlusconi un gentleman agreement con la mediazione di Ciarrapico. Ma per mantenere un accordo tra gentiluomini ci vogliono dei veri gentiluomini. E sappiamo che De Benedetti non lo è. Sappiamo che è stato proprietario della Tessera N.1 del PD ma che ora si è stufato di vedere uomini così inconcludenti al suo servizio. Perciò ha deciso di "scendere in campo personalmente", restituendo la tessera. Saranno tanti bei soldini in meno per  i D'Alema, i Fassino, i Franceschini, i Bersani & Co. Ce lo racconta il buon Peppino Caldarola su Il Riformista, notizia poi ripresa qui su dagospia.  Lo si è già visto all'opera come mandante dei girotondi,  della manifestazione di sabato scorso, nel corso della quale dai teleschermi sulle piazze romane è stato dato annuncio che la Procura aveva condannato Berlusconi a  pagare la cifra astronomica di 750 milioni di euro contro la Fininvest per il cosiddetto Lodo Mondadori dei quali la "parte lesa" sarebbe lui, l'Ingegnere. Allora,  dalla piazza si è levato un fragoroso boato di giubilo. Abbiamo una deprimente fetta di Italia pusilla e compradora nonché lacchè dell'alta finanza, nell'attuale sinistra.
Alla faccia della classe operaia! Come dire: dalla lotta di classe,  alla lotta per l'affermazione della classe tecnocapitalistico-finanziaria. Di tutte quante, la più parassitaria, poichè slegata dall'economia reale, quella stessa classe che sta affamando il globo terrestre (a partire dalla stessa America, epicentro del ciclone finanziario).
Vengo alla Squalo 3, il più temibile perchè si sente pure un gran filantropo nonchè propagatore di quella "grande Utopia" che chiamasi esportazione mondiale della democrazia: George Soros. E non c'è peggior malvagio di chi crede di operare nel nome del Bene assoluto. Di lui ho già parlato nel dettaglio nel mio post del luglio scorso "Lo squalo1, lo squalo2 e le vendette".  Come ho già segnalato nei commenti sottostanti, ci sono importanti nuove considerazioni sul personaggio, sul suo ruolo nel muovere gli attacchi al Cav. e su come si sta muovendo nel nostro Paese nel post La Pulce di Voltaire . Prego dunque, chi avesse avuto la pazienza di seguirmi fin qui, di leggere tutti i links a scatole cinesi messi da Paolo di Lautréamont nel suo post di cui al blog citato. Solo così è possibile farsi un' idea di quanto poco siamo indipendenti e sovrani a casa nostra.
In uno di questi link compare chiaramente che Soros ha costituito un'Onlus che si chiama Open Society (e cioè quella società aperta ai quattro venti, modello multikulti che auspica lui) e che da questa, influenza direttamente l'Unione Europea. In particolare in questo link sulla sua denuncia della politica dei respingimenti della Lega. In un altro si parla della sua discesa in campo direttamente contro Berlusconi, violando tutte le regole del rispetto per la sovranità nazionale. 
Televisivamente si muove sul modello "debenedettino" e  non ci vuole molta immaginazione a capire che i tre sono in contatto, strettamente collegati da un fil rouge mediatico-finanziario-politico.
Soros, che è stato uno dei principali finanziatori della campagna elettorale pro-Obama ha già 79 anni e il tempo non gioca certo dalla sua parte. Ma i cattivi soggetti come lui, possono avere una vita sufficientemente lunga,  da metterci nei guai.
Ecco dunque che si capiscono meglio i discorsi di Brunetta che a qualcuno sono apparsi "misteriosi" e criptici, e quelli di Tremonti sui fanatici illuminati che vogliono sovvertire il mondo nel suo libro "La paura e la speranza".
La nave Italia naviga in acque perigliose e gli squali con le fauci spalancate,  aspettano solo che affondi, come da vignetta.  Naturalmente, nell'attesa non se ne restano di certo inerti e passivi  a guardare lo spettacolo ch' essi stessi provocano. Da questo momento in poi, siamo entrati in un periodo di turbolenza da cui non se ne vede la fine.

44 comments:

fort said...

Io ci metterei anche gli squali del clan di Bildenberg che non vedono bene la politica energetica di questo Governo.
Un saluto.

PRESS said...

Splendido post Nessie, con una valenza in più che per me che sono uno acceso di natura è molto importante: un post pacato. Vuol dire che navigheremo a vista senza scordare la sapienza marinaresca. Il cdx una strategia e degli obbietivi di fondo li ha; non sono certo quelli di portarsi a letto Patrizia D'addario.

rossella said...

Ciao mi è piaciuto il tuo articolo.
Rossella

Nessie said...

Giusto Fort, anche Bilderberg e la faccenda dell'accordo ENI-Gazprom. Ciao

Mi sa davvero che Berlusconi, da Cavaliere dovrà improvvisarsi marinaio. E non d'acqua dolce :-)
Grazie Press

Nessie said...

Grazie anche a te, Rossella.

Elly said...

Hai letto questo? http://aconservativemind.blogspot.com/2009/10/il-lodo-alfano-e-le-due-sinistre.html

Mi auguro solo che vada avanti come un treno fino a fine mandato.

Anonymous said...

Bell'articolo, Nessie. Permettimi di portare una nota di speranza. Una volta lessi nella prefazione de "Le vite dei Dodici Cesari" di Svetonio che, spesso, nella storia, le situazioni si sono risolte nel loro contraro. Il curatore si riferiva alla grande persecuzione anticristiana di Diocleziano che sfociò, pochi anni dopo, nell'editto di Milano, che fece del cristianesimo, "religio licita". Non perdiamo la fiducia, perciò, perchè se è vero che i nemici sono tanti e spietati, Berlusconi mi sembra più combattivo che mai, perchè sa di avere dietro di sè il suo popolo,che ha aperto gli occhi e si sta rendendo conto di quanto sta succedendo. Stavolta non ci fregheranno, come all'epoca di Mani Pulite. la manovra l'abbiamo capita, e stiamo all'erta e vigilanti. Paola.

Massimo said...

Nulla da aggiungere,ottima analisi. Il problema è che chi non appartiene a quella consorteria, guidata dai tre squali, passa tutto il giorno a produrre per fare il pil. Mentre i cortigiani dei tre squali sono quelli che consumano ciò che noi si produce. Fino a quando potremo tollerarlo ? Probabilmente finchè a casa ci aspetterà un bagno caldo e un bel piatto di spaghetti ben conditi ...

RICO said...

Buona sera. Seguo il tuo blog da una quindicina di giorni, hai una prospettiva molto particolare e diversa nel guardare le cose di questo paese. Parti da lontano e dall'alto, si sa che così molti fatti acquistano contorni differenti dall'usuale. Più veri? In molti casi senz'altro sì. Sono stato in mare per molti anni, gli squali li conosco bene e tu ne hai individuato alcuni particolarmente feroci. Sei una brava cacciatrice.

Nessie said...

Letto Elly, grazie. Francamente non so se è una buona idea rimanere al timone del governo come anatra azzoppata. Se il nostro nemico ci blandisce per restare, significa che le elezioni le temono loro.
D'altro canto come farebbe a convincere i suoi a dimettersi? Salterebbe il sostanzioso vitalizio promesso dopo i due anni...

Nessie said...

Ecco l'hai detta, finalmente Massimo. A noi il PIL, a loro l'usurocrazia.

"Fino a quando potremo tollerarlo ? Probabilmente finchè a casa ci aspetterà un bagno caldo e un bel piatto di spaghetti ben conditi ...".

Mi sa che hai ragione.

Nessie said...

"Sono stato in mare per molti anni, gli squali li conosco bene e tu ne hai individuato alcuni particolarmente feroci. Sei una brava cacciatrice".


Anch'io vengo dal mare, Rico, e le bestie predatrici le riconosco al volo :-)

Nessie said...

Paola, temo che se Berlusconi non compia un gesto incisivo e creativo tipo quello di Alice nel paese delle Meraviglie quando scaraventa le carte per aria, perché la Regina voleva tagliarle la testa, rischi di governare da "anatra azzoppata", buona tuttalpiù, per prossimi tiri. POi, si sa, vorrei davvero sbagliarmi nel merito ed essere speranzosa.

Elly said...

Nessie, comunque sia, se nel caso si tornasse alle elezioni, la musica non cambia. Tornerebbe lui su quello scranno. Io non vedo alternativa e quelli del Pd l'hanno capito. Si, gli squali restano e ci riproveranno. Siamo sempre punto e accapo.

Bisquì said...

Interessanti i tuoi post sugli squali ^^
Debbo farli leggere a mio figlio che si sta preparando a diventare magistrato.

Nessie said...

Elly, poco importa: la verità è che le elezioni anticipate non si possono fare per la semplice ragione che la sinistra non le vuole e che a destra i parlamentari del PdL perderebbero il vitalizio, e non le vogliono a loro volta. La terza ragione è che Napolitano non scioglierebbe mai le camere prima della scadenza della legislatura,perché ciò non favorisce i suoi. Ergo, fai un po' tu...
Gli squali sono già qui tra di noi: De Benedetti fa il pendolare di lusso, squalo-Murdoch ha il figlio che lavora qui in Italia per SKY, e squalo Soros ha qui la sua Onlus di cui al link che ho messo. E' già iniziato il loro risiko.

Nessie said...

Bisquì, meglio che tuo figlio si occupi di qualcosa d'altro. Con questi qui, chi tocca i fili muore.

Orpheus said...

Murdoch, Soros e De' Benedetti non c'è che dire sono tre grossi squali.
Spero che il Caimano riesca a difendersi:-)
La situazione è critica, il futuro se vincono gli squali e si pappano il Caimano, é da apocalisse...
Sono molto preoccupata, meno che c'è la Lega, che in qualche modo aiuta il Cav.
Perchè Fini, ormai é salito sulla barca degli squali....
Ciao mary

Nessie said...

Ah,Mary l'hai capita anche tu su che barca è saltato Fini?

Di sicuro non è un gozzo di legno a remi. E nemmeno una pilotina. Hai detto bene: speriamo che il Caimano mostri denti acuminati, perché con questi tre non si scherza.

claudio said...

Fini è sulla strada buona per saltare sul Britannia.
Sarebbe interessante sapere chi gli paga la sua fondazione Fare Futuro. Pare che le fondazioni non abbiano neanche l'obbligo di trasparenza circa i loro finanziatori.

Vanda Sanzogni-Holik said...

Lo sapevate che uno dei pochi nemici naturali dello squalo e' il delfino?
E noi siamo come i delfini!
Chi conosce i delfini sostiene che ci sia un metodo infallibile per conquistarsi la loro fiducia: mettere una mano alla portata del loro morso. Il delfino ha denti aguzzi e mascelle forti; mettergli una mano in bocca non è uno scherzo. Ma, dicono gli esperti, se sei disposto a prenderti questo rischio potrai stabilire una relazione fiduciosa col delfino e, come ricompensa, giocare insieme a lui. Secondo me funziona solo se sei disposto a rischiare davvero un morso, e se non hai così tanta paura da tirarti indietro, e soprattutto se credi che valga veramente la pena di diventare amico di un delfino.
Viceversa, si provi a immaginare di stringee un legame di amicizia allo stesso modo con uno squalo, e si noterà come cambia la storia. Lo squalo non è arrivato a quello stadio dell'evoluzione che gli consente di giocare insieme agli altri. Lo squalo, se ha fame, fiuta l'odore della paura e del sangue, e risponde a questi stimoli in modo inesorabilmente prevedibile. Nei rapporti con uno squalo le logiche sono più semplici e non si pongono questioni di fiducia: chi si fida, peggio per lui.

Lo PseudoSauro said...

Gli squali veri sono, in realta', piu' pacifici di questi soggetti.
Obbediscono solo al loro istinto naturale.

Comunque, una volta assodato che le loro molteplici e fantasiose azioni non hanno per scopo il provocare nuove elezioni, per i motivi che qui sono gia' stati dibattuti;
considerato che anche l'ipotesi di un "governo tecnico" e' poco verosimile, per l'opposizione che troverebbe, almeno, tra i sostenitori di SB, oltre che tra i "sinistri" piu' ragionevoli; non rimane che l'obbiettivo piu' estremo, ovvero, l'eliminazione fisica di SB attraverso manovre di logoramento dirette a provocargli qualche grave accidente.
E questa sarebbe davvero l'unica opzione per spazzare via il PDL per sempre, oltre che a mettere fuori gioco la Lega.

Pero' lo squalone innominabile e' sempre Rothschild, la cui famiglia e' adusa a giochetti come questi (e anche peggiori di questi) da almeno 3 secoli. Dicansi TRE SECOLI, contro il quinquennio, massimo, dei poteri cosiddetti "democratici".
Allora, chi governa davvero? Chi puo' permettersi di pianificare e realizzare a lungo termine. Cosi' come a scacchi vince chi sa pensare piu' mosse dell'avversario.

Ovviamente, questo e' "complottismo". Rothschild non esiste, non esiste Soros, non esiste De Benedetti, non esiste Murdoch e non esiste alcuna sinergia tra questi pseudo-cetacei.
chi crede ad un'ipotesi simile e' un pazzo furioso da emarginare, o, nei casi piu' gravi, da internare con urgenza.

Va da se', che in un mondo formalmente ancora ripartito in Stati, questi pirati hanno pure un rifugio sicuro da qualche parte. E qui si capisce facilmente che anche la "finanza apolide", cosi' apolide non e'; come sir Francis Drake agiva al di fuori della legge internazionale, ma con la copertura del governo inglese, cosi' fanno questi con la copertura di vari governi nazionali; passando dall'uno all'altro i propri ingenti capitali a seconda delle necessita'.

Una volta capito come funziona il gioco, si intravvede anche il rimedio.

Nessie said...

Claudio, Fini viene usato, ha gli onori del ruolo ma sul Britannia ci fanno salire i soliti pochi selezionati "aristoi".

Vanda, la metafora è chiara: l'intelligenza e la sensibilità può battere l'avidità. Speriamo.

Nessie said...

Sauro, gli squali non sono cetacei né pseudocetacei (i quali sono dei mammiferi acquatici) , ma appartengono alla famiglia dei Lamnidi: http://it.wikipedia.org/wiki/Lamnidae

A questa specie appartiene il temibile Carcharodon carcharias più comunemente indicato come Squalo bianco. La quale è una specie detta cosmopolita. Ma guarda un po' te :-).
Lo squalone di cui parli è la cupola, ma mi sa che se è durato per così tanto tempo, sarà un po' dura decapitarlo.

Nessie said...

PS: Sono pesci ovovivipari, partoriscono cioè avannotti dopo aver incubato le uova fecondate nel corpo della madre. Una peculiarità della famiglia è che i piccoli, ancora nel ventre materno, si nutrono prima del "sacco vitellino" e poi anche delle uova non fecondate e degli altri feti, prima di essere partoriti.

Dunque l'unica speranza residua è che finiscano con lo sbranarsi tra di loro. Altro che Caimano!
Una sinistra che vede solo il Caimanuccio in un mare di squali, vuol dire che è alla parabola della pagliuzza contro la trave.

Anonymous said...

Bel post come al solito cara Nessie. Se i nostri rappresentanti, del PDL/Lega intendo, leggessero qualche blog potrebbero trarne idee interessanti.
Ora, subìto lo scontato esito delle sentenze De Benedetti e Lodo il Governo può cadere solo in Parlamento e ad opera di qualcuno della maggioranza. Se ciò non accadrà dovrà, ed in fretta, governare senza se e senza ma usando TUTTO il potere che gli è dato LEGITTIMAMENTE dalla Costituzione senza trastullarsi o farsi intimidire come ha fatto ad ora. Questo significa che deve SUBITO prendere provvedimenti limpidi e percettibili a favore di quei milioni di cittadini che sotto l'oppressione e repressione delle oligarchie dei Poteri Forti e dei loro amichetti clientelari l'hanno votato. Significa per esempio dare SUBITO un posto di lavoro sicuro a milioni di lavoratori PRIVATI, a dare sollievo fiscale e normativo ai milioni di partite IVA e piccole imprese che tengono in piedi il Paese. Significa penalizzare drasticamente fiscalmente e normativamente i delocalizzatori e chi fa utili distruggendo posti di lavoro in Italia o con intrallazzi finanziari legalizzati. Questo tanto per cominciare.
Poi, sempre per esempio, sollevare in Italia ed i Europa la questione dei conflitti di interesse colossali che stanno alle spalle del PD parlando dei loro giornali, banche, assicurazioni, sindacati, catene di supermercati, potentati economici e annessi privilegi accumulati da anni. Poi E fare come fa il PD o chi per esso: le nomine a cariche pubbliche sono sempre ed esclusivamente di provata fede PD. Per essere bipartisan bisogna essere in due: fino ad ora il PD lo pretende quando è all'opposizione e lo disattende quando è al Governo. Basta!
Poi, sempre per esempio, si potrebbe proseguire applicando immediatamente il Referendum votato dal Popolo sulla responsabilità civile dei magistrati. Sollevando la questione dei meccanismi che devono, per Costituzione, garantire in maniera trasparente ed assolutamente democratica l'imparzialità dei magistrati. Ecc ecc ma si dovrebbero scrivere delle enciclopedie...
Scart

PensieroLiberale said...

Squali, falchi, escort, sermoni di Travaglio,vignette dei disegnatori con la matita rossa,picciotti,la stampa italiana, la magistratura deviata, il mutuo soccorso rosso intenazionale capitanato da Murdoch, le piazze infuocate,i Grili sparlanti e la e chi più ne ha più ne metta.
La sinistra italiana sta attaccando su tutti i fronti.
Tuttavia il PD non è ancora un partito e la scelta massimalista dell'IDV può sottrarre voti al PD medesimo,ma non vedo grossi pericoli all'orizzonte.
Inoltre gli attacchi dei soliti radical chic con attico a Parigi alla finedanno ancheloro una mano al Cavaliere.
E anch s Silvi B oni tanto fa dei clamorosi autogoals finhè lo contrasta questa gente non rischia molto.

Nessie said...

Caro Scart, la prima cosa che B. avrebbe dovuto fare (e che non ha fatto) è una bella riforma della Magistratura. Ora, purtroppo, la strada è in salita.
Tutto il resto che metti in agenda va benissimo e con me sfondi una porta spalancata.
Non ultimo, se c'è un signore che viene dagli States e si stabilisce qua, fonda le sue Onlus con l'idea di regolare i conti personalmente con il Cav (parlo di Soros) perché non fare una bella interpellanza all'ambasciata degli Usa e chiederne conto? Ma vogliamo forse scherzare?
Se hai letto bene questo link:
http://terracinasocialforum.wordpress.com/2009/09/14/berlusconi-fa-infuriare-george-soros-adesso-basta-in-italia-scendo-in-campo-io%E2%80%9D/

come si permette costui di minacciare sfracelli a casa nostra?
E dire che noi abbiamo già pagato i nostri debiti con l'Alleanza attraverso i nostri soldati morti.
Che il governo faccia pesare questo tributo di sangue, altro che starsene zitti e impauriti.

Nessie said...

Pensiero Liberale, non ci sono soldi, la sinistra è alla frutta,la gente non compra nemmeno i giornali, ma chiediti perchè continuano a nascere nuovi giornali di sinistra come Il Fatto (o i fatti) quotidiani di Travaglio.
E' evidente che c'è qualche squalaccio straniero che finanzia l'operazione.

Anonymous said...

Nessie, leggi questo link di alcuni imprenditori che si ribellano nei confronti del silenzio omertoso su De Benedetti e di tutti gli sfracelli che ha operato nel nostro paese:
http://www.ilgiornale.it/interni/litalia_repubblica_rivolta_imprenditori_contro_muro_silenzio/10-10-2009/articolo-id=389579-page=0-comments=1

Magari ce ne fossero di più di gente che denuncia questi sciacalli delinquenti. Un saluto
Luca

Nessie said...

Sono andata a leggere il link, grazie Luca.
Estraggo questo importante passaggio:

"ora si aspetta che il Superenalotto uscito del Tribunale di Milano obblighi alla chiusura di un gruppo importante per trasferire 750 milioni di euro e più nelle tasche del sig. De Benedetti così da permettergli di rafforzare la propria posizione nel campo dell’energia e della salute.
Avete mai visto una sentenza che esce di sabato e non dà che 48 ore di tempo per l’esecuzione; è questa una sentenza o piuttosto una coercizione che ricorda i bravi di manzoniana memoria?".

Bisogna proprio essere dei meschini e infimi pignoratori di beni, assatanati di denaro per comportarsi in questo modo sconcio!

CloseTheDoor said...

A proposito di finanza, un post un po' OT, un po' no

http://www.nonsolomamma.com/post/21479113/why+do+you+work+full+time%3F

Nessie said...

Letto il link più OT che no. Eppoi francamente non mi piace la sciatteria di veder scrivere dei posting con il punto e lettera minuscola.

Avrei solo due cosette da aggiungere sulla stampa delle grandi testate internazionali. I padroni del vapore sono quegli stessi che hanno causato la pesante crisi economica che stiamo sopportando e che non si sa ancora quando ne verremo fuori.
Per ammissione degli stessi giornalisti "internazionali" che vi lavorano, esiste un codice non scritto che recita più o meno così: NON DISTURBATE il MANOVRATORE. Ovvero chi scuce la grana per far pubblicare le sue testate (che sono le élites finanziarie) non viene direttamente criticato. Altrimenti, FIRED, cioè licenziato.
Questo lo ha affermato un famoso premio Pulitzer durante la trasmissione Ballarò.
A mio avviso, non c'è peggior censura dell'autocensura.

paolo said...

Passando da Press ho scoperto il tuo blog e ti sto leggendo a ritroso piano piano.
A presto
Paolo

Lo PseudoSauro said...

OT, ma non troppo.

Un altro aspetto della rapacita' di questi soggetti, lo evidenzia bene questo grafico che ho trovato sul web di Aldo:

Andamento della popolazione residente in italia dal 1990 al 2007

Come si puo' vedere, la crescita verticale della popolazione residente in Italia, inizia nel 2001: data fatidica dell'inizio dell'accelerazione di questo sconquasso.

Mentre a noi raccontano la fola della "demografia negativa", si puo' osservare che la crescita della popolazione residente e' avvenuta anche prima, sebbene in modo lievemente piu' modesto.

E' ovvio l'arguirne che, secondo la mentalita' di questi strozzini, un tipo di crescita demografica simile deve mantenersi costante al fine di garantire la crescita economica. Ed e' altrettanto ovvio che i beneficiari di tale crescita (ove davvero avvenisse), sarebbero loro e non noi, che invece rischieremmo di dover competere per la nostra sopravvivenza spicciola.

Insomma: gli interessi sullo scacchiere mondiale sono ben superiori alle baruffe locali, anche se balza agli occhi che qualunque intralcio nazionale sia visto come una jattura da soggetti il cui difetto piu' grave non e' certo l'assenza della vescica natatoria... mancano loro del tutto almeno un paio di altri organi indispensabili; mentre a noi manca quell'unico organo che ci permetterebbe di mandarli a pascolare in mari piu' lontani. :-)

Nessie said...

Grazie Paolo e benvenuto nel blog.

Sauro, purtroppo non mi si apre quel link. Mi compare la scritta "server non trovato".
Io credo però che le baruffe locali servano ancor meglio all'uopo creando discordie interne secondo il vecchissimo copione del divide et impera. E quando queste discordie non ci sono, vengono create surrettiziamente e provocatoriamente.

Josh said...

grandissimo post che 'affresca' una situazione spinosa e complessa che meglio non si poteva riassumere.
Complimenti anche per i commenti. Che il Carcharodon Carcharias fosse anche cosmopolita era inevitabile...
:)

Nessie said...

Grazie Josh. Sto cercando di far capire che quando si hanno in mano le leve della moneta, i governi possono essere messi su o viceversa, buttati giù come birilli.

Le Banche e la finanza non sono né di destra né di sinistra e i banchieri nemmeno. Non ne hanno bisogno perché Loro sono i pupari di tutto.
La sinistra e le sue pupazzate fanno parte dei loro pupi. E un conto sono i pupi, un altro conto sono i grandi pupari.
Se la sinistra non guadagna consensi (e con la politica che fa riesce solo a creare una diaspora del suo stesso elettorato) i potentati economico-finanziari come De Benedetti & Co cercheranno di puntare su altre forme di destabilizzazione dell'attuale governo.

Anonymous said...

A proposito di squali, Nessie, visto come il times (minuscolo) del buon vecchio zio murdoch (minuscolo) incalza sull'Afghanistan? Certo l'aumento dell'Iva al 20 per cento gli sta ancora sullo stomaco. Io comunque tifo per un blocco rapido ed immediato della Corrente del Golfo. Chissà, se la temperatura della loro albione dovesse crollare repentinamente sotto zero, forse gli inglesi comincerebbero a farsi un pacco di... bip loro. Paola.
P.S. Escluso che pensino di potersi trasferire in massa nella da loro tanto disprezzata Italia. Respingimenti a gò gò. :-)

Nessie said...

Murdoch è un perfetto delinquente che semina zizzannia tra alleati.
La Russa ha già dato mandato di denunciare il suo giornale. Vorrei che lo schiaffassero in galera perchè faceva spiare le vite degli altri attraverso i suoi tabloid e ne faceva dei dossier.

roberta said...

Per Nessie - Non sono affatto una frequentatrice di blog, e qui ci sono capitata per caso. Mi ha incuriosito l'articolo - per altro vecchio - che mi proponeva la ricerca fatta, e ne ho letti diversi altri, con grande piacere letterario e sommo divertimento per argomenti e ironia. Quindi voglio solo testimoniare i miei complimenti e dire che tornerò periodicamente a dilettarmi.
Ciao

Anonymous said...

Cara Nessie, come saprai, è il terzo giorno consecutivo che times dello squalo murdoch torna sulla questione delle mazzette che sarebbero state pagate ai talebani dai nostri servizi. Non entro nel merito della questione, anche perchè è OT rispetto all'argomento del post, ma ti chiedo: il maledetto squalo australiano dove vuole andare a parare, secondo te? E' solo per attaccare Berlusconi? Tanta insistenza mi sembra sospetta, anche perchè i francesi non stanno alimentando più di tanto la polemica. Dunque, che c'è sotto? Paola.
P.S: Non ho mai avuto Sky, ma qualche volta ci ho fatto un pensierino.Ora, dopo questo schifo, piuttosto che sottoscrivere l'abbonamento, mi cionco le mani. Squalo murdoch, hai perso un'utente.

Nessie said...

Grazie mille Roberta, e benvenuta nel blog :-).

Paola, ho seguito anch'io gli sviluppi, e mi pare evidente che non ci sia in ballo solo il 20% dell'IVA.
Squalo Murdoch è una rotella molto grossa e importante riconducibile al solito Rothschild (uno dei quali, è pure suo vicepresidente del suo impero). Ma l'ingranaggio è ben più complesso.
Le lobby possono agire per conto dei governi che sostengono (in questo caso gli Usa, che in questo momento non vede di buon occhio il Berlusca), ma possono anche lavorare pro domo sua e per i loro interessi. E' sempre la solita dannata faccenda del "fare lobbying" per conto di qualcun altro che tira le fila.

Anonymous said...

IЎЇm lieti che ho notato questo weblog. Infine , non qualcosa di spazzatura , che subiamo con estrema frequenza . Il sito è amorevolmente assistito e conservati fino ad oggi . Così dovrebbe essere , grazie per la condivisione di questo con noi.