04 December 2008

Rama Yade del governo Sarkozy beccata in flagrante


Adesso anche gli africani si permettono di comandare a casa nostra in materia di immigrazione. L'ex assessore della giunta romana di Veltroni e oggi parlamentare del PD Jean Léonard Taoudi proveniente dal Congo, ha parlato di recente al NY Times per dire che l'Italia diventerà multietnica o non sarà. Questo in occasione della campagna elettorale americana che portò poi alla vittoria di Obama mentre Veltroni era a New York nel suo loft di nuovo acquisto. In aggiunta a ciò, leggo che Rama Yade di origine senegalese in un'intervista comparsa anche su Alice video, lamenta che in Italia non ci sono abbastanza africani di seconda generazione come in Francia. Quasi che la seconda generazione fosse garanzia di "integrazione". L'attuale segretaria di stato per i diritti umani di Sarkozy ( il quale finge di essere a capo di un governo di destra, ma è per composizione, un governo di sinistra con parecchi repéchage di uomini della sinistra come Kouchner, la stessa Yade e molti altri collaboratori; non ultima, sua moglie, l'inutile radical chic Carla Bruni), forse in una crisi di amnesia, dimentica che i disordini, i roghi e i vandalismi dei casseurs delle banlieues fu attuato da magrebini di seconda e perfino di terza generazione. Che le bombe alla metropolitana londinese furono messi da pachistani di seconda generazione. E che pure di recente a casa nostra chi pensava di mettere le bombe al Duomo erano islamici perfettamente "integrati" con tanto di lavoro "regolare".

Sarebbe dunque, secondo Rama Yade, un grande fattore di stabilità per il nostro tessuto sociale se questi "travailleurs", potessero essere raggiunti dalle loro famiglie. Sentite quale imbarazzante coerenza dimostra in detta intervista qui:


1) Prima dice che gli immigrati in Italia vengono, lavorano e ripartono (ils n'ont pas la vocation à rester).

2) Tre minuti dopo si contraddice e afferma che le famiglie li raggiungono perché dopotutto si tratta di "jeunes hommes" tutti soli che hanno il diritto a installarsi qui da noi con le loro famiglie. E questi, caro Sarkozy, sarebbero i frutti della tanto decantata "Union des Peuples Mediterranéens"? Complimenti!


Tutto questo quando lui in Francia ha già iniziato coi "rimpatri umanitari", astuto neologismo per indicare che molti clandestini non graditi, vengono rispediti a casa loro.
Nessun cenno da parte della Yade sul fatto che l'Italia non è l'Eldorado e che con la crisi nera che c'è, di lavoro non ce ne sarà più neanche per noi, che molte attività artigianali e numerose piccole e medie imprese verranno dismesse e che nel comune di Spresiano (Treviso) , si paga fino a duemila euro, perché i suoi conterranei africani se ne vadano altrove. Che l'immigrazione fuori controllo non è "una risorsa" e non risolve i problemi, ma li crea. Che il razzismo si combatte cercando di non importarne le cause "oggettive" e "scatenanti" come la guerra tra i poveracci autoctoni e quelli che provengono da altri mondi. Un 'ultima domanda: da chi siamo governati? Da Rama Yade o dai nostri ministri italiani? E come si permette costei di fare i conti senza l'oste?

33 comments:

100% Antikomunista said...

La seconda generazione di africani è piuttosto garanzia di attentati e bombe islamiche, vedi il caso della Gran Bretagna.

Se certi politici abbronzati vogliono vedere più africani, è semplice: se ne tornino nei loro paesi, laggiù ce ne sono quanti ne vogliono.

Non pensino, per essere stati candidati da una manica di corrotti e massoni antinazionali, e votati da un branco di coglioni con il cervello bruciato dalle canne e dai deliri multiculturali, che solo per questo possono comandare a casa nostra!

ITALIA AGLI ITALIANI

Il Mango said...

Tres bien. Tu as parfaitement raison.
E giustissimo il tuo commento sul governo Sarkozy di fatti sempre piu' gauche caviar de mes deux (perche sono educato....)

Nessie said...

WoW! Anticomunista che bell'Avatar inquivocabile che hai :-). Italia agli Italiani lo dico anch'io da quel dì. Ma sai, fino a quando ci limitiamo a dirlo solo noi...
Una piccola precisazione: Monsieur Sarko e la Francia presiede attualmente alla presidenza di turno della comissione Ue, e la sua segretaria Rama fa parte del suo staff europeo. Ecco perché pensano di approfittare del turno per fregarci con le "quote africane" en Italie, la meno africanizzata tra gli stati europei.E non perché ne abbiamo di meno, ma perché non abbiamo ancora la deuxième génération. Ovvero la colonizzazione al completo con tanto di loro famiglie. Capito?
Tenetevi da parte il video che ho messo sul link, gentilmente segnalato da un blogger francese al blog FATTI d'EUROPA di Filippo.

Nessie said...

Ciao Mango grazie, vedo che sei registrato tra i miei fedeli lettori :-).
Dico anche a te quel che ho detto ad antikomunista: tenetevi da parte e diffondete il video della vergogna della Rama, commissiaria Ue per i diritti cosiddetti umani. Vogliono fare come Stalin con le etnie: mescolarci d'imperio da uno stato all'altro e portare qui le famiglie per accelerare il processo di colonizzazione, allo scopo di farci sentire stranieri in casa nostra. Così tutti Italiani, nessun vero Italiano. Bye bye Dante Alighieri!

Francy said...

Ciao Nessie... E' sempre un piacere leggerti! :)
Un abbraccio e a presto...
Francy
http://libertaedovere.ilcannocchiale.it/

Zamax said...

Non siate così duri con Rama Yade: è troppo una bella donna! Faccio io un tentativo di mediazione: la invito qui nel Trevigiano, le faccio vedere la realtà, magari la seduco pure...

Nessie said...

Ciao Francy, grazie :-)

Zamax, vedo che sei un uomo corruttibilissimo. Black or white, on condition that...woman! :-).
Il problema di Sarkò-Furbò è un altro: alleggerirsi lui e aggravare l'Italia di "risorse etniche". Per chi non l'avesse ancora capito.

Lo PseudoSauro said...

La nostra colpa e' di non essere stati abbastanza colonialisti. Altrimenti c'avremmo fatta la bocca prima ed ora avremmo qualcosa di piu' da farci perdonare. Ma, considerato che tra tutte le nazioni europee noi siamo stati proprio i piu' colonizzati, mi pare che si pretenda troppo. Se siamo un po' razzisti ce lo possiamo anche permettere. Abbiamo combattuto i francesi, gli spagnoli e gli austriaci - per non parlare che del remoto - che tutti i difetti potevano avere, ma quantomeno erano civili. Ora dovremmo farci dare lezioni di civilta' da gente che e' passata dall'eta' del ferro a quella digitale in nemmeno 50 anni? Perche' cosi' magari l' "occidente" vicino si puo' unire a quello lontano?

Che se lo scordino. Per conto mio gl'invasori sono tutti uguali: bianchi o neri, civili o incivili, arroganti o gentili, armati o disarmati. Che vedano di aggiustare le cose in casa loro, prima di dare lezioni qui; che da quando l' "uomo bianco" se n'e' ito, non mi risulta che facciano mostra di gran civilta'. Per il momento esprimo il mio dissenso a parole. Quando l'ora verra' lo faro' anche con i fatti. Governo avvertito "democrazia" mezzo salvata. Vedano di fare il lavoro per cui sono stati eletti e si limitino a quello, che d'ideologie universali ne abbiamo gia' pieni i coglioni di quelle vecchie e non ne vogliamo quindi di nuove.

Giano said...

Cara Nessie, io ho già perso la speranza di un cambiamento di rotta. Ormai è un'invasione attuata e perseguita scientificamente. E fra poco non potremo più nemmeno lamentarci perché entro due anni dovremo recepire quella scellerata norma europea che, col pretesto di combattere il razzismo e la xenofobia, vieterà qualunque critica a questa invasione, pena fino a tre anni di galera. Questo è il nostro futuro, lasciarci invadere e silenzio.

Nessie said...

Placa la tua ira funesta, o Sauro! :-) Capisco che l'inoppugnabile filmato faccia girare i santissimi zebedei a chi lo vede e ascolta, ma qui occorre non perdere quel che ci resta del nostro senno e buonsenso.

Approfitto per suggerire a tutti quei lettori che transitano per qui che possono (e dovrebbero) linkare e bloggare QUEL filmato di Alice in cui la bella perla nera inciampa sulle sue contraddizioni, perché questo video è una pistola fumante e probante del semestre sarkozyano di Presidenza alla Ue.

C'è dell'altro. Trovo deprecabile che Sarkozy con tutti i problemi di sopravvivenza che gravano sull'Europa dopo la crisi economica abbia messo in agenda il reato di omofobia (puntualmente svelato dal Vaticano) come la madre di tutte le questioni. E lo sai da chi sarà impugnata? Dalla stessa Rama Yade, il suo Segretario di Stato senegalese che aggancia la questione gay ai popoli oppressi dell'Africa. Perciò nero o "negro", zingaro o Rom, Omosessuale o gay, saranno le categorie protette del futuro facente parte dell'Esercito del BENE. Chi dissente è automaticamente sprofondato nelle forze del MALE ASSOLUTO. Più manicheo e forcaiolo di così si muore.

Nessie said...

Caro Giano, vedo che hai acutamente e intelligentemente messo in relazione il mio post precedente con l'uomo imbavagliato nel nostro tricolore (EVVABENE, metteteci tutti in galera") con questo più recente dove si promettono INVASIONI bibliche fuori dai denti. Esatto! Siccome sanno che quanto stanno per fare è un misfatto stalinista e staliniano (la deportazione coatta da un continente all'altro e la mescolanza universale nel nome del Dio Mercato), allora si premuniscono con gli EDITTI bulgari contro il razzismo, la xenofobia, la discriminazione di genere, sesso, transgender ecc. ecc.
NO, io non perderò fino all'ultimo respiro la speranza. Perché, quanto stanno per fare, è talmente contro la natura dei popoli e delle cose, che non potrà avere il credito e la silente condiscendenza universale a cui aspirano.

Lo PseudoSauro said...

Guarda che c'e' poco da scherzare: se questi pensano di non trovare oppositori, che se lo scordino. Ce l'hanno menato per 60 anni con la Resistenza? E adesso avranno la Resistenza. ma vedrai che diventeremo "terroristi" o "al Qaeda", considerata l'aria che tira.

Ma l'hai guardato bene Sarkozy?
Dell'omofobia in realta' non gli frega niente. E' che cosi' allargano il consenso per la repressione del "negazionismo". Questo e' l'obbiettivo principale a cui si agganciano "razzismo & xenofobia" e a cui agganceranno tutto quello che vorranno. Se noi glielo lasceremo fare. E noi vogliamo lasciarglielo fare?

Nessie said...

Perfetto! Diventeremo dei "Resistenti". E pure "santificati" con tanto di aura e di aureola, visto che c'è di mezzo anche il Cattolicesimo che per loro, a quanto pare, è da debellare. Sì, lo vedo bene che a Sarkò dei gay non gliene po' fregà de meno, ma che è in cerca di "alleati" per il solito "frontismo".
Hai letto dal nostro amico Xavier che succede alla Corona del Lussemburgo? Leggi il suo post "La Corona":
http://xavier.blogspirit.com/trackback/1675823

Come vedi, tutto si ricollega alla solita massoneria internazionale che vuole debellare perfino le poche monarchie rimaste, se si oppongono all'eutanasia o ai matrimoni gay. Specie se cattoliche.

Nessie said...

Erratoa corrige, riecco il link:
http://xavier.blogspirit.com/archive/2008/12/04/la-corona.html#c2112528

marshall said...

Voto: 10 e lode.

Sono questi gli articoli che la legge ammazzablog vorrebbe oscurare?

Basta diffondere verità fastidiose, e subito veniamo presi di mira da chi vuole farci annullare e regredire, privandoci anche dei blogs.

Se a Seregno, a due passi da qui, fosse già successo quello che quei due avevano in mente, cosa ne sarebbe ora di tutti noi?

Fai bene a battere il chiodo su argomenti come questo, nei quali sai raggiungere il massimo della tua espressività.

Anonymous said...

Non posso che ringraziarti tanto, cara Nessie, per l'invito a leggere il mio post e per l'implicita pubblicità che mi fai. Cercherò di ricambiare nei limiti delle mie possibilità che sono piuttosto modeste.
Conosco ovviamente la situazione francese e cosa vuoi che ti dica: mi mancano le parole per commentarla. Con affetto.
Xavier

Nessie said...

Troppo buono per il voto Marsh, ma più che "l'espressività" mi interessa toccare con mano verità nascoste o ben mimetizzate. Se costei va in giro a rilasciare interviste del genere sull'"immagration massive en Italie" è evidente che il suo padrone Sarkozy l'ha istruita per l'uso e lo scopo. Ora sappiamo a cosa servono i semestri di presidenza europea: l'incaricato alla Presidenza di turno, cerca di "fottere" (passami il termine) gli alleati più deboli e in difficoltà. Cioè noi. Sono i nostri politici che sono deficitari a questo proposito. Perchè non ci informano delle turlupinature in atto? Perché non ci dicono in che termini intendono fronteggiarle?
E perché anche Berlusconi va in giro cianciando che al prossimo G8 ci si dovrà occupare di come regolamentare Internet a livello mondiale?

Nessie said...

Xavier, non c'è bisogno di ringraziarmi: la faccenda della corona lussemburghese e dell'eutanasia da far digerire per amore o per forza al Granduca di Lussemburgo, fa parte del "pacchetto bulgaro" relativo al solito Trattato di Lisbona.
La faccenda di cui parlo circa la politica immigrazionista, purtroppo parte dalla Francia, ma riguarda l'Italia. Ti pregherei di guardare il filmato che ho messo in link con attenzione. Ciao :-)

Vanda said...

I francesi sono caduti nella loro stessa trappola: molti di loro avrebbero voluto votare Front National ma la loro "coscienza" ed ipocrisia li ha fatti sentire meglio a votare Sarkozy, proprio come gli italiani hanno eletto Berlusconi. Si sapeva e si sa CHI e' Sarkozy, e' inutile che i francesi ora cerchino di nascondersi dietro un dito!
Che sfacelo!

Vanda said...

Incomicio a sperare nell'Armageddon...oppure una bella meteorite!

Nessie said...

Sì, Vanda, sottoscrivo. Ma non paghi dello sfacelo che hanno creato da loro, vengono pure a pianificare il nostro? Ma come si permettono? Questa per chi non lo avesse capito è una chiamata ad africanizzare l'Italia, la sola tra gli stati membri che ancora sa chi è e da dove proviene, quali sono le sue radici e che per il momento, non ha ancora leader o ministri provenienti dall'Africa nella sua compagine governativa. Ancora per poco, suppongo, visto l'andazzo universale e i provvedimenti-legge di capestro preventivo "antirazzista" proveniente da quei criminali di Bruxelles.

sarcastycon said...

Nessie
ho linkato il filmato e ci ho aggiunto un po' del mio nella presentazione..eheheh
ciao
src.

Angelo D'Amore said...

le possiamo definire le prime derive obamiame.

---------

fuori tema.
NAPOLI. IL PALAZZO TREMA
ne parlo nel blog avendo il piacere di essere visto anche su tocqueville.

saluti,
angelo
p.s. spero di poter essre annoverato tra i tuoi link. io l'ho fatto con il tuo.

Nessie said...

Grazie Sarc, ho già visto. Davvero una bella curetta per l'Italia :-). Ciao

Angelo, deriva obamiana, la chiami? Potrebbe essere un'anticipazione, in effetti.
Sui link: hai ragione, ora provvedo.

Angelo D'Amore said...

grazie per la visibilita'. potresti usare il nome del blog, nonsolonapoli? adesso cosi'sono identificato. scusami e grazie ancora.
saluti,
angelo

Nessie said...

Sono fuori in viaggio e non ho tempo di stare sul pc. Appena a casa lo farò.

Questo post è stato preso d'assalto da numerosi spammatori presumibilmente di...altri continenti che non hanno gradito che si vituperasse la loro madrina nonché protettrice.

Francesca said...

Adesso almeno è chiaro su cosa serve tutta questa dittatura del pensiero voluta da Bruxelles e promossa anche dai nostri quotidiani di stampa quando minimizzano i fattacci di cronaca che hanno per protagonisti gli stranieri, mentre esasperano e dilatano quelli in cui uno di loro è vittima di intolleranza dei soliti "italiani razzisti".
Ieri una cuoca è stata aggredita e malmenata da dei neri della Costa d'Avorio, perché il cibo non era di loro gradimento, ma i giornali marginalizzano la notizia. Vi lascio pensare se fosse successo il contrario...
Serve a farci digerire la pasticca amara della colonizzazione in atto e della perdita della nostra identità.

Nessie said...

Esatto Francesca. La Repubblica (delle banane) ha ridotto la notizietta che riporti sulla cuoca pestata brutalmente da quei negri in 10 righe in tutto, manco fosse l'annuncio di una vendita di auto usata. Guardare per credere: http://roma.repubblica.it/dettaglio/Ivoriani-picchiano-la-cuoca-a-padellate:-Cucinava-male/1557384
MI piacerebbe per Mosieur Barrot, come si chiama questo se non razzismo antibianco. Cosa di cui dovrebbe documentarsi anche Rama Yade, a proposito di poveri travailleurs.

Lo PseudoSauro said...

We The People are NOT pro the NWO.
Our sovereign nation is undergoing an overwhelming illegal alien invasion by an Hispanic 'migrant army' that has defied our immigration laws and sovereignty.
EU=NAU=NWO
http://www.stopthenorthamericanunion.com/
Regards

Dan

Vanda said...

Per avvalorare quanto detto, la Francia ha appena eletto una Miss Francia meticcia, cioe' di padre bianco francese e di madre nera afromericana.
Dopo la vincita ha commentato (cito il Corriere della Sera): «Voglio essere un simbolo della grande diversità di questa nazione» Anche Carla Bruni-Sarkozy, moglie del presidente, ha detto di sperare che «l'effetto Obama» porti ad una trasformazione della classe dirigente francese, che rimane nella stragrande maggioranza bianca.
Io invece dico....:"Boccaccia mia statte zitta!"
No comment....

Vanda said...

Comunque in quanto a Miss meticce l'Italia ha battuto la Francia: nel 1996 elesse la MIss Italia Denny Mendez. Non ci facciamo mancare nulla.

Nessie said...

Vanda, il meticciamento universale è parte integrante dei piani dei globalisti. Ovviamente ne sono esclusi la casta degli illuminati che lo pianificano. Per essi è d'obbligo l'ortodossia della non mescolanza da tramandare di generazione in generazione.
Dopo i discorsi idioti del cardinale Tettamanzi della Curia milanese,il quale ha detto che ci vorrebbe una moschea con minareto per ogni rione di Milano,
ci manca solo un Papa nero eppoi siamo al completo dell'apocalisse e del caos.
"Sarà vero/dopo miss Italia avremo un papa nero/ un papa nero/... Così cantava una canzoncina dei Pitura Freska.

Nessie said...

Sauro, non ho capito molto il commento in Inglese che mi hai messo. E chi sarebbe 'sto Dan?