30 December 2018

Risate di S. Silvestro


Si ride per non piangere. Come post sansilvestrino eccovi alcune cartoline di fine d'anno di vignettisti italiani come Krancic, alcune altre immagini emblematiche di vignettisti francesi antimacronisti. Poi la solita Ue  l'anno prossimo ci vieterà di mettere link, di abilitare foto, di abilitare vignette con la scusa della legge sul copyright (diritti d'autore): un altro modo per arrogarsi l'esercizio arbitrario della CENSURA.

«Con la scusa della riforma del copyright, il Parlamento Europeo ha di fatto legalizzato la censura preventiva e e la libertà dei cittadini», protesta Isabella Adinolfi, europarlamentare 5 Stelle. Una pagina nera per la democrazia. Enzo Pennetta su Byoblu entra nel merito di tutti i rischi di detta "riforma".  In ogni caso, una forma di regime  che è visibilmente alle corde, terrorizzato solo all'idea di venir criticato.
  


Gentiloni difende i nostri confini

"Non eri tu che volevi organizzare qualcosa per il cinquantenario del maggio '68?" 

"Bisognerà abbassare il prezzo delle brioches? "









Scrive Paolo Becchi su twitter: "INCREDIBILE! Questo è il regalo che la Commissione europea ha fatto a Juncker. Non è giusto: lo volevo io". 

Non vi auguro le sbornie di Juncker, ma alzate pure i vostri calici e i vostri cuori per un allegro Capodanno, soprattutto per uno sfolgorante 2019! 





29 comments:

Anonymous said...

Ciao Nessie, crepi il lupo! E che il nuovo anno ci spazzi tutti via i brutti ceffi della Ue. Juncker, Ottinger e Merkel il testa che ha detto:
" Oggi gli stati nazionali devono oggi essere pronti a rinunciare alla propria sovranità “. Bella anche la vignetta francese di Macron con la parrucca da Maria Antonietta che vuole abbassare il prezzo delle brioches. Auguri a tutto il blog.

Fabio

Nessie said...

Si, che crepi, crepi, crepi! Quanto ai blog, non so con tutti questi DIVIETI sul copyright (non si possono mettere foto, non si può mettere collegamenti) che fine faranno. Ma ha ragione Enzo Pennetta (vedere link) quando scrive: "A tutte le altre forza politiche che dominano il Parlamento europeo invece dico che, sebbene al momento una censura della libera informazione potrebbe tornargli utile, a lungo andare potrebbe arrecare danno anche a loro.”.

In ogni caso, è segno della loro disperazione. I modi per raggirare la censura sono sempre esistiti e sempre esiteranno. Buon Anno!

Anonymous said...

Buon Anno a Tutti
Laura

Alessandra said...

Bella carrellata di vignette, Nessie!
Tutte mi hanno strappato un sorriso (un po’ amaro).
Krancic è come sempre impareggiabile nello sbeffeggiare i politici globalisti di casa nostra, nella fattispecie gli accoglienti (con la disponibilità degli altri) Gentiloni e Mozzarella.
Tra le preferite metto anche la vignetta con Micron e première maman terrorizzati nella loro vettura nel vedere queste inaspettate “celebrazioni del cinquantennale del ‘68”.
I signori dell’establishment e i loro burattini vogliono imporre la censura dove la manipolazione non basta più.
Per questo vanno messi in minoranza alle prossime europee.

Buon 2019 a te e a tutti coloro che frequentano questo blog!
Questo in arrivo, comunque andrà, sarà un anno cruciale.

Anonymous said...

Auguri a te, Nessie e a tutti gli amici del Blog. Che il 2019 sia un anno di sane e buone battaglie.
È certo che l’or signori cercheranno di mettere il bavaglio alla Rete. Dalle recenti scoppole elettorali hanno ben capito che nonostante i mezzi di cui dispongono, troll e prezzolati a pieno servizio, su quel terreno sono perdenti. Dunque le proveranno tutte, ma bisognerà vedere se ci riusciranno perché non è facile imprigionare l’etere. La Rete ha finora dimostrato di sapere assorbire i colpi e confido che sarà così anche in seguito. Inoltre, ci sono alcune oggettive difficoltà alle quali i censori dovranno far fronte. Ad esempio, come si comporteranno se un vignettista, poniamo Krancic, pubblicasse una vignetta sulla sua pagina di Facebook aggiungendovi in calce l’avvertenza «linkate e fate linkare»? E se un blogger facesse altrettanto con i suoi post? Dove sarebbe la “violazione del diritto d’autore” se qualcuno facesse circolare foto, scritti e disegni previa autorizzazione degli autori?
Senza contare che l’attuale Parlamento europeo è in scadenza ed il prossimo potrebbe avere una composizione tale da costringere i vari Tajani ad abbandonare l’improbabile ruolo di “legislatori” per rientrare nel più confacente rango degli sguatteri.
Insomma, non fasciamoci la testa prima che ce l’abbiano rotta e continuiamo combattere come sappiamo. Auguri.
(no caste)

Nessie said...

Auguri a te, Laura.

Grazie Alessandra, contraccambio di cuore. Come dicevo, si ride per non piangere. Non so se il 2019 sarà l'anno della grande riscossa di cui abbiamo visto già alcuni segni e presagi quest'anno, ma una cosa è certa: i mondialisti si trovano a malpartito e lo dimostrano invocando la censure del web.

E dato che è tempo di previsioni e profezie, ecco quella di Steve Bannon:

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/profezie-bannon-2019-sar-anno-trincea-1622751.html

Nessie said...

Ciao No caste, sono completamente d'accordo con te, e mi pare una mossa stupida e scriteriata da parte di L'Or Signori, mettere a regime a gennaio (cioè a pochi mesi dalle elezioni europee) una legge liberticida come quella sul copyright. Qui sul tema di questa schiforma che hanno fatto passare in modo raccogliticcio coi voti dei loro scherani, c'è un'analisi a tutto tondo di Claudio Messora, se hai il tempo di ascoltare il video:

https://www.youtube.com/watch?v=qXEwTTMYYQ0

Anch'io spero che sulle prossime elezioni europee, soffi un benefico vento di repulisti.
Fatti sentire più spesso, e Auguroni!

Vanda S. said...

Questi giorni di festa ho letto molto, riflettuto molto e generato queste mie riflessioni di fine anno....

E’ difficile riuscire a identificare e svelare lo stato delle emozioni che mi accompagnano in questi giorni: vorrei tante cose e nessuna di esse.

Si dice che quando non desideri più oggetti ma persone accanto a te stai invecchiando, io aggiungo che si diventa sempre più saggi ed è meraviglioso questo cammino verso la Consapevolezza e la Saggezza.


La Tradizione mi dice che nell’inverno ci chiudiamo nell’introspezione per rivalutare noi stessi ed elaborare le nostre idee, per crearne poi una nuova "manifestazione".

Sono giorni intensi e sfavillanti, dove si rincorre il tempo per poter definire tutte le azioni ci siamo prefissati prima di concludere questo periodo solstiziale e di festività.

Non c’è nulla da fare: è un momento particolarmente romantico, magico ed emozionante, che inevitabilmente porta anche un po' di tristezza.

Circondati da colori, luci e frastuono, anche se sorridiamo a tutti e tante persone ci parlano e ci salutano, ci sentiamo soli.

Mi chiedo spesso dov'è realmente la Magia e che cosa sia per me la "ricerca del magico".

Forse, l’assidua necessità di meravigliarmi ancora del mondo.

Cerchiamo ciò è che magico nella lettura e nello studio di antichi saperi, tradizioni spesso morte e resuscitate che non sempre appagano l’esigenza dell’uomo moderno.

Forse un cerchio di mani e cuori che si incontrano nel silenzio assordante di una radura, mani che si stringono cercando di trasmettere e ricevere un flusso di energia o semplicemente un contatto umano.

Possiamo meravigliarci guardando l’alba, oppure un tramonto dalla nostra finestra quando la natura generosamente ci regala colori ricchi e saturi.

Siamo poveri di tempo, ma siamo anche poveri di umanità e io non so piu' dove potermi rifornire.

Forse la Magia possiamo trovarla in un fuoco acceso in onore dei nostri spiriti antenati o per preservare la Forza di coloro che custodiscono la nostra Terra.

Raccogliamo i nostri legni sacri come percorso di sacrificio e diamo linfa vitale alle nostre idee, siamo noi stessi i portatori della Luce della Coscienza, forse ispirati da una divinità, forse ispirati da un istinto antico ed è probabile che li risieda la Magia.

Altri cercano la Magia nell’allestire un tavolo o di vestire a festa una pianta finta e morta, ma come può tutto questo meravigliarci? Sembra che oramai i ritmi siano scanditi da nuovi rituali, adattati a uomini stanchi di cercare la meraviglia.

Lo so, è difficile meravigliarsi in questa che oggi è comunicazione veloce, dove il nuovo diventa immediatamente vecchio e quindi bisogna produrre nuovamente qualche cosa che possa sostituire e rimpiazzare un pensiero, un idea o un oggetto creato da meno di un battito di ali.

Non so se la Magia possa mai trovarsi nelle luci artificiali di una città vestita a festa oppure sta in una semplice cucina di campagna con un camino acceso: probabilmente in entrambe mi direte. Io invece dico che esiste solo dove c’è voglia di incontrarsi, conoscersi, interagire emotivamente e spiritualmente, altrimenti rimangono solo due luoghi aridi.

Siamo tutti continuamente alla ricerca della nostra Magia e purtroppo l'abbia persa quando ci siamo lasciati convincere che si trova solo soddisfando i nostri, immediati desideri venali che purtroppo pero' non ci accontentano mai.

(continua)

Vanda S. said...

Per molti, abbracciare una persona è diventato quasi un fastidio o una debolezza, un gesto di vergogna, meglio comportarsi in modo formale e socialmente accettabile che un sincero sorriso alla vita....Certo! Bisogna apparire più che essere.

Sono giorni in cui di notte invoco la Magia del Cambiamento, perché trovo difficoltoso vivere nello stato in cui si trova oggi questo mondo! Non sono più un Guerriero di Luce ma solo un cercatore di meraviglie che fatica ad alimentare il magico che c’è nel proprio perimetro esistenziale.

Eppur sono viva.

Quando non hai più bisogno di regali ma di persone, forse stai invecchiando ed un po' mi dispiace perché non vorrei mai soffocare la bambina che c’è in me....in ognuno di noi... e che probabilmente si cela ancora nella piccola fiamma del mondo della Magia.

Sono sincera: mi piace molto la fine dell’autunno, l’inizio dell’inverno..ma superate le porte del solstizio d’inverno vorrei egoisticamente tornare indietro.....purtroppo o per fortuna sono un figlia del Crepuscolo.

Comunque, tra gioie improvvise e tristezze nel cuore noi, uomini e donne figli di Madre Terra, siamo sempre alla ricerca della Magia, anche se spesso non riusciamo ad identificarla.

Forse la Magia risiede in quella Forza di "accettare le cose che non puoi cambiare" ed amarle e spero tanto di trovarla per vivere il resto dei miei giorni in pace con me stessa ed il resto del mondo.

Buon fine anno a tutti,

Vanda

Nessie said...

Bellissima lettera-commento da incorniciare, Vanda. E nel leggerla non ho potuto fare a meno di pensare che è una ben strana generazione quella che dovrebbe raccogliere i buoni rassicuranti frutti della terra e della società che ci attornia, il frutto delle nostre fatiche, e che invece è costretta dalle circostanze che sappiamo e che abbiamo testé denunciato a dover invocare un drastico cambiamento di rotta, per non estinguersi. Forse senza saperlo, siamo la generazione dell' ossimoro: della tradizione rivoluzionaria. Quella che ci vorrebbero strappare e sradicare con violenza, e che invece, scatena la scintilla della ribellione. Forse la "magia" di cui parli sta proprio in questo strano ossimorico paradosso che sta cogliendo di sorpresa anche i nostri nemici.

Buon 2019!

Anonymous said...

Giusto, per il momento meglio farsi quattro ghignate tenendo a bada i pensieri cupi dato che sappiamo che i noti e innumerevoli Mostri non si fermano mai. Auguri di cuore a tutti!
Scarth

Nessie said...

Sì Scarth, ma non dimentichiamo che le prossime elezioni europee potrebbero ribaltare gli equilibri. Per il resto, è evidente che il 2019 si aprirà con numerose altre incognite e che ci sarà da battagliare. Intanto leggi qui cosa scrive Il Primato Nazionale sulla trovata di Farsa italia dei "gilet azzurri":

https://www.ilprimatonazionale.it/primo-piano/berlusconi-si-inventa-i-gilet-azzurri-triste-pantomina-di-forza-italia-99631/

Muha-ah-ah! Questa foto ho dimenticato di metterla nelle vignette.

Anonymous said...

No Nessie, non nelle vignette: va messa nel catalogo delle patetiche, squallide pagliacciate. Poi sembra anche un insulto ai veri gilet.
Scarth

Nessie said...

Sì, ma la Gelmini, Brunetta, la Benini, Gasparri e la Carfagna col gilet azzurro sono dei comici involontari. Questo volevo dire.

Giano said...

Belle le vignette e sempre più vera la frase "Si ride per non piangere". Spesso è più eloquente una buona vignetta che lunghi articoloni.
"Anche questo Natale è passato; E i cretini?"

https://torredibabele.blog/2018/12/28/anche-il-natale-e-andato/

Ciao Nessie, Buon anno a te ed a tutti gli amici del blog.

Nessie said...

Grazie Giano, buon Anno anche a te. Ho letto il tuo post, un po' all'agrodolce, ma veritiero.
Mi raccomando, evitare drasticamente il discorso di fine d'anno di Mattarella, se non si vuole un malocchio persistente! Ancora auguri.

Anonymous said...

Anche perché, se guardi il mattarello, più che un buon anno, sarebbe meglio "toccare ferro", per non dire qualcos'altro.
Laura

Nessie said...

Eh!Eh! la Mummia sicula ha anche l'andatura dello jettatore! Sembra reduce da un corteo funebre.

Massimo said...

Il ridicolo evidenziato dalle vignette ha spesso abbattuto i mostri creati dall'ignoranza.
Ma oggi la realtà è sempre più ridicola delle vignette del miglior umorista.
Buon 2019.

Anonymous said...

Mi associo all’invito a disertare il discorso che il Vermilinguo terrà in contemporanea su 7 / 8 reti nazionali più un numero imprecisato di televisioni locali. Tanto sappiamo cosa uscirà dal disco incantato: l’Europa, la “folidarietà”, l’integrazione, la “neceffità” di costruire ponti (a parte quello di Genova) ecc. Ormai conosciamo tutto a memoria: l’automa, non appena gli attaccano la spina, incomincia a sgranare un rosario che è sempre lo stesso, non importa quale sia l’argomento o l’occasione.
Chi lo conosce lo evita, e noi purtroppo lo conosciamo.
Sicché tenete spento il televisore, oppure cercatevi un vecchio film, un cartone animato o sintonizzatevi su Rai 5 dove danno le “Nozze di Figaro” di Mozart che, regia teatrale permettendo, potrebbe costituire un’eccellente alternativa.
Auguri.
(no caste)

Nessie said...

Essì Massimo, dici bene. Ho dimenticato di mettere nella rassegna dei comics, anche questa foto ripresa puntualmente da Repubblica. Ma lo faccio qui:

https://www.repubblica.it/politica/2018/12/29/news/fi_forza_italia_gilet_azzurri_lega_berlusconi_manovra-215453635/

Le badanti Gelmini e Bernini nonché deputati FarsitItalici col gilet azzurro.

Buon Anno nuovo.

Anonymous said...

Mi associo all’invito a disertare il discorso che il Vermilinguo terrà in contemporanea su 7 / 8 reti nazionali più un numero imprecisato di televisioni locali. Tanto sappiamo cosa uscirà dal disco incantato: l’Europa, la “folidarietà”, l’integrazione, la “neceffità” di costruire ponti (a parte quello di Genova) ecc. Ormai conosciamo tutto a memoria: l’automa, non appena gli attaccano la spina, incomincia a sgranare un rosario che è sempre lo stesso, non importa quale sia l’argomento o l’occasione.
Chi lo conosce lo evita, e noi purtroppo lo conosciamo.
Sicché tenete spento il televisore, oppure cercatevi un vecchio film, un cartone animato o sintonizzatevi su Rai 5 dove danno le “Nozze di Figaro” di Mozart che, regia teatrale permettendo, potrebbe costituire un’eccellente alternativa.
Auguri.
(no caste)

Nessie said...

No caste, vedo che te la sei studiata bene, la Mummia Sicula, nei suoi difetti di pronuncia :-). Stasera mi vedo costretta a dare un calcio alla tv, visto che sono invitata ad un cenone a casa d'altri, tra amici... con musica e tutto il resto. Non che mi dispiaccia. Ancora Auguri.

Anonymous said...

Mi scuso per aver postato due volte lo stesso messaggio. Non capisco come sia successo... fumi dell'alcol in anticipo?...
(no caste)

Cangrande said...

Aguri Nessie ! A te e a tutti i commentatori (in modo particolare ad Alessandra, che, per i suoi interventi, stimo moltissimo).

Nessie said...

Grazie Cangrande, contraccambio di cuore.

---------------------------------------------

No caste, poco male. Melius est abundare quam deficere :-)

Alessandra said...

@ Cangrande
Grazie! Ricambio gli auguri e con essi la stima!

Ho evitato accuratamente il discorso di Mozzarella, ma posso dire che la palma del peggiore va a Micron.
O non ha capito niente, o si sente talmente sicuro della sua posizione da continuare con il suo atteggiamento arrogante.
Marine Le Pen lo ha definito “impostore e piromane”, i Gilets Jaunes lo hanno accusato di “sedersi sopra il popolo”.

https://www.ouest-france.fr/societe/gilets-jaunes/discours-de-voeux-d-emmanuel-macron-reactions-de-gilets-jaunes-6155978/amp

Nessie said...

Alessandra, in questi giorni di festeggiamenti mi sono ben tenuta lontana dai MSM e da altri canali e solo ora, stimolata dal tuo commento, ascolto il discorso di Micron. Très dégoutant!

https://www.rtl.fr/actu/politique/en-direct-emmanuel-macron-presente-ses-voeux-aux-francais-7796090500

aver saltato la Mummia sicula per ascoltare "gli auguri" (voeux) di questo burattino dei banchieri, mi fa venire semplicemente il torcibudella.

Giano said...

Buon anno a tutti…
Quirinale News:

https://torredibabele.blog/2018/04/05/quirinale-news-2/