12 April 2018

Ballando sull'orlo di un precipizio



Assumono un sapore particolarmente beffardo la lentezza e le lungaggini di questi giorni per formare un governo, i suoi estenuanti minuetti con la Mummia Sicula,  a fronte della velocità supersonica con cui la macchina bellica si è  già messa in moto in queste ore per aggredire la Siria. Non ho più voglia di seguire i rituali quirinalizi quando è in gioco la nostra pelle. Perciò non mi occuperò più della pièce dell'assurdo sul genere di "Aspettando Godot".

Sembra che alle  17.33 del 10 aprile l’agenzia Al Sura ha segnalato che una cisterna volante italiana KC-767 è entrata in Giordania dallo spazio aereo dell’Arabia Saudita. L’aereo, un Boeing, farà il rifornimento in volo dei caccia occidentali che lanceranno i missili contro la Siria.
Dunque il governo Gentiloni, scaduto e senza legittimità, ha portato l’Italia in guerra contro uno Stato che non ci ha mai fatto nulla di male, e contro cui non abbiamo nemmeno dichiarato guerra prima di aggredirlo. Il governo scaduto ci mette anche in linea di ostilità armata contro la Russia, contro la nostra nazione non ha alcun motivo di inimicizia, e contro cui abbiamo esercitato qualsiasi possibile offesa senza alcun motivo e contro i nostri interessi, ed anzi storica amicizia.  (E così  Gentiloni ci ha portato alla guerra. Impunito  di Blondet).





Già stasera  in tv il conte soporifero Gentiloni, da pescione qual è, ha già preso per buona la versione ufficiale sull'attacco chimico in Siria. Cioè quella senza le verifiche né riscontri ad opera di una commissione, che del resto Washington non vuole . Quella del "fate presto! fate presto!". Magari a inviare truppe. PRESTO E MALE, è diventata la routine affannosa  e angosciosa dei nostri tempi. Serve a non riflettere, a non acquisire prove. A obbedire e tacere. A farci sentire inadeguati, e in eterna colpa.
Fate presto, c'è lo spread! E i conti correnti si polverizzano. Fate presto c'è il terrorismo. E le vite si spezzano. Ora c'è il fate presto, c'è la guerra. Eppure ci sono Cassandre anche negli Usa che è da tempo che paventano questa opzione: Paul Craig Roberts, ad esempio. Ma si sa, le cassandre non piacciono e non sono mai ascoltate volentieri. 

Naturalmente non c’è stato nessun uso del gas cloro, se non da parte dei mercenari supportati da Washington. Ma i fatti non sono importanti per Washington. Quel che è importante è la richiesta di Israele che Washington distrugga la Siria e l’Iran per sbarazzarsi dei sostenitori di Hezbollah, in modo che Israele possa impadronirsi del Libano del sud.
Nessun dubbio che ci siano altri interessi nella trama. Le compagnie petrolifere che vogliono il controllo delle ubicazioni dei gasdotti e degli oleodotti, i pazzi neocon sposati alla loro ideologia dell’Egemonia Mondiale Americana, il complesso militare/della sicurezza a cui servono nemici e conflitti per giustificare il proprio enorme bilancio. Ma è la determinazione di Israele a espandere i suoi confini e le sue risorse idriche che mette in moto tutti i conflitti del Medio Oriente. ("La terza guerra mondiale si sta avvicinando" - P.C. Roberts dal sito Voci dall'estero)

ll Trump di queste ore non ha proprio nulla a che vedere con quello eletto 18 mesi fa: prima ce ne facciamo una ragione, meglio è.  Trump e Putin non sono minimamente paragonabili in quanto Putin ha le mani (e il cervello) libere e non deve dipendere da nessuno. Trump invece è tenuto per i testicoli dal "deep state" e da Israele. E lo si vede in queste tragiche ore. L'Erba Voglio non cresce nemmeno nei giardini della Casa Bianca. Prima lo si capisce, meglio è. Alla fin fine, il suo comportamente non divergerà dai suoi predecessori: quelli che lui criticava per accaparrarsi i voti che lo videro vincitore. 

"Naturalmente le sinistre sono tutte con Trump (che hanno maledetto e schernito e disprezzato odiati parossisticamente), ora che sta per bombardare. Loro, non hanno nessun dubbio che Assad ha tirato armi chimiche", ironizza Blondet.
L’attacco chimico in Siria è assai dubbio e dovrebbe essere, come ho già detto, verificato da una commissione indipendente, alla quale però gli Usa non sono interessati. Bastano le immagini strazianti di bambini intubati per trascinare l’opinione pubblica, suscitando scalpore ed emotività fuori controllo. Molto probabilmente un giorno scopriremo la verità, ma la verità al momento non interessa ai manipolatori della notizia. Perché bisogna far presto a sfruttare l'ondata emozionale.

E' il caso di ripetere lo slogan: Ciò che è bene per la sinistra è male per l'Italia. Vale anche per Trump in queste ore sostenuto dalla sinistra "interventista" gentilona, saviana, boldrinica e littizzetta. E' stato pubblicato un tweet (ormai le guerre si dichiarano in tweet e si supportano cinguettando), nella quale la Littizzetto ha già capito tutto sull'attacco chimico e non si pone nemmeno dubbi. Qui a proposito dell'attacco chimico in Siria abbiamo la nota maîtresse à penser "interventista" nonché gracchiante Testimonial del Bene Universale: 



Non so, in queste ore, quale delle due tragedie sia la peggiore: una guerra imminente alle porte di casa o la Littizzetto con la sua conclamata stupidità e volgarità. Una cosa è certa: dove c'è sinistra ci sono sempre  macerie e calamità. In tutti i sensi e nonsensi. Le tragedie che hanno cagionato (e stanno cagionando) a questo paese, ormai non si contano più. 

85 comments:

Jacopo Foscari said...

Non so se ridere o piangere per le uscite di Trump, per cui lascio la parola all'anchor di Fox News, Tucker Carlson, ai tempi uno dei primi supporter di Trump che ne prende, giustamente le distanze e dice fondamentalmente tutto quel che penso della vicenda

https://www.youtube.com/watch?v=U0niyl-vDBk

Massimo said...

Mi commuove il richiamo al motto per cui ciò che è bene per la sinistra è male per l'Italia, perchè fu elaborato da Stars e da me agli albori della nostra presenza nei forum di Atlantide nel 2000 - 2001 :-)
Quanto a Trump, credo che lui stesso si renda conto di quanto sia difficile trasformare le idee in atti di governo. Ha provato a lasciar fuori i musulmani e glielo hanno impedito. Ha provato a revocare la sanità obamiana e glielo hanno impedito. I piccoli risultati che ha ottenuto sono stati conseguiti con grande fatica e, in più, gli hanno buttato tra le gambe l'inchiesta di quel Muller sul cosiddetto Russiagate che è il nulla costruito sul nulla. Che c'entra, ad esempio, con la perquisizione nello studio del suo avvocato per le dichiarazioni di una ... escort con la quale Trump fece sesso nel 2006 ? E, infatti, Trump stesso ha dichiarato che senza la corrotta inchiesta del Russiagate i rapporti con Putin sarebbero ottimi. Ma è proprio quello che non vogliono. Notare la tempistica. Trump annuncia il ritiro dalla Siria e subito dopo esce la "notizia" dell'attacco chimico. Troppo sospetto per essere vero. Il problema è come Trump possa riuscire a smarcarsi quando ha tutti contro, tranne gli elettori.

Anonymous said...

"Salvini non permetterà l'uso delle basi NATO in Italia per
attaccare la Siria".
Ma sta di fatto che il governo
del "conte" è ancora in carica,
e chi verrà dopo si troverà a
gestire il regalino esplosivo
che i piddini faranno al nuovo
governo. non c'è che dire, furbi
e bastardi i piddini...

PS. stando al giornale britannico
Daily Telegraph, l'attacco potrebbe iniziare stanotte.

http://www.askanews.it/esteri/2018/04/12/lattacco-in-siria-potrebbe-iniziare-questa-notte-telegraph-top10_20180412_084116/

John D.D.G.

Nessie said...

Jacopo, ormai è macchiettistico e grottesco da parte sua anche scrivere sul webbete la discesa nel teatro bellico con un tweet. Della serie, io cinguetto la guerra.

Nessie said...

Massimo, mi scuso per lo royalties che non vi ho dato, ma il motto sulla sinistra è rimasto così impresso nella memoria collettiva da non sapere più chi ne fosse l'autore :-).

Su Trump. Come tutti possono vedere l'ERBA VOGLIO , non cresce nemmeno più nei giardini dei Presidenti. Né dei papi (caso Ratzinger). Ma il tuo commento è eccessivamente compassionevole e giustificativo. Trump non è un fanciulletto da tenere sotto tutela e se non può fare ciò che ha promesso in campagna elettorale a causa delle "forze oscure", il solo suo gesto di dignità è parlare chiaro alla nazione e ai suoi elettori e dire la verità, a costo di rassegnare dimissioni.
Trascinare il proprio paese in un'avventura di questo tipo, significa rassegnarsi a fare quel che altri hanno già fatto prima di lui, e che lui ha criticato aspramente.

L'articolo di Paul Craig Roberts che ho linkato nel contesto del post, lo scrive chiaro e tondo.

Nessie said...

Aggiungo che queste sono scelte che poi si pagano e si pagano salato presso quell'elettorato a cui aveva promesso la fine di politiche espansive d'aggressione degli Usa e l'inizio di un'era nella quale si sarebbe occupato di americani e dei loro affari interni. In queste ore anche la Cina è nel teatro di guerra e la nuova escalation del Pentagono è pianificare una guerra di lunga durata spalmata addirittura su tre fronti contro Cina e Russia. Ovviamente gli altri contendenti non staranno di certo a guardare:

http://vocidallestero.it/2018/04/09/il-pentagono-sta-pianificando-una-lunga-guerra-su-tre-fronti-contro-cina-e-russia/

Nessie said...

John, avrai sentito della GB e della provocazione sul caso SKIPRAL. Poi il tweet di Boris Johnson ( ormai siamo ai cinguettii feroci, scusa l'ossimoro) è stato fatto sparire. Ma l'escalation c'è tutta. Siamo passati da quel "polonio" sulla vecchia spia, al cloro della Siria. Fa sempre parte dello stesso sporco giuoco: SUPERIOR STABAT LUPUS,ed è l'agnello che inquina l'acqua. Qui l'intervento di Bagnai al Senato dove intima a Gentiloni di venire a riferire in Parlamento:


http://blog.ilgiornale.it/rossi/2018/04/05/skipral-e-il-tweet-sparito-loccidente-delle-fake-news/

Nessie said...

Oooops, mi scuso. Il video su Bagnai (Lega) è questo qui:

https://www.youtube.com/watch?v=e3ghW8HvQe4

Anonymous said...

Già l'idea che i piddini andrebbero fucilati, riesumati e rifucilati almeno tre volte si fa strada, ma dopo questa roba nemmeno lo squartamento sulla pubblica piazza sarebbe più sufficiente. Eppure ci sono ancora i temerari che vorrebbero governare con loro. C'è una certa abitudine all'impunità che va interrotta.

IL SAURO

Aldo said...

Massimo: "Il problema è come Trump possa riuscire a smarcarsi quando ha tutti contro, tranne gli elettori."

In democrazia avere gli elettori dalla propria parte significherebbe avere dalla propria parte tutto quel che serve. In democrazia...

Aldo said...

In un sito satirico m'è capitato di leggere: "...e se la mancanza di un governo fosse già il nuovo governo?" Sembra una sciocchezza, vero?

Jacopo Foscari said...

"Trump non è un fanciulletto da tenere sotto tutela e se non può fare ciò che ha promesso in campagna elettorale a causa delle "forze oscure", il solo suo gesto di dignità è parlare chiaro alla nazione e ai suoi elettori e dire la verità, a costo di rassegnare dimissioni"

Sottoscrivo completamente. E' vero che Trump è stato "circondato" soprattutto con quella farsa del Russiagate, confezionata apposta per impedirgli un dialogo con la Russia, ma è chiaro che è completamente impreparato ad affrontare una situazione del genere e che, alla fine della fiera, quelli che lo stanno forzando verso il conflitto in larga parte se li è scelti lui. A questo punto farebbe miglior servigio a se stesso e al resto del pianeta se dicesse tutta la verità, ovvero che chi governa davvero gli USA, le varie CIA, NSA, FBI etc. non vuole la distensione con la Russia e poi rassegnasse le dimissioni. Comunque nulla di nuovo sotto il sole. Vi ricordate Bush? Bush si diceva contrario alle guerre "umanitarie" di Clinton in Jugoslavia e si diceva isolazionista, poi avvenne l'11 settembre, e sappiamo cosa accadde in seguito. E' chiaro che il presidente non comanda in America, ma comandano altre forze non democratiche che decidono la politica estera secondo la loro agenda e che se il presidente si mette in mezzo, trovano il modo per riportarlo sulla "retta via". I redneck che hanno eletto Trump a questo punto devono prendere atto della situazione e ribellarsi finché possono, ovvero finché non gli tolgono il secondo emendamento

Nessie said...

Aldo, infatti, in democrazia è così. O dovrebbe essere così. Trump avrebbe dalla parte sua i suoi elettori. Ma con ogni evidenza è stato portato sulla "retta via" (quella delle élites o come le chiami tu, "dirigenze").
Pertanto non può chiamarsi fuori e dire che non gli hanno permesso di svolgere il suo programma in politica interna ed estera. Come ripeto, sono scelte che si pagano caro.

Nessie said...

Sauro, sono d'accordo. Il PD non deve mai più riciclarsi in nessuno modo. Né attraverso Berlusconi né attraverso i 5 stalle.

Nessie said...

Jacopo, come al solito sottoscrivo e aggiungo che quando poi si prende l'abitudine di calare le braghe, poi si è costretti a dover cedere piano piano su tutta la linea. E non tarderanno, a colpi di adunate oceaniche contro le armi, a chiedergli l'abrogazione del Secondo Emendamento.

Tuttavia in questo momento a noi poveri italiani, interessa la stabilità in MO. Come minimo, ci dovremo sciroppare nuove fiumane di profughi di guerra. E questa volta, purtroppo, saranno veri e non inventati.

Noto anche che mentre Paul Craig Roberts chiama in causa la politica aggressiva di Israele, da noi si tace su questo attore di primo piano.

Nessie said...

Aldo sul sito satirico. Infatti è già così e, satira per satira, ti giro anche questa vignetta:


http://sadefenza.blogspot.it/2018/04/vigilia-della-distruzione-la-russia-si_11.html

Anonymous said...

Non sono certo un pivello ma vi confesso che riesco a stento a reggere un livello così alto e rivoltante di manipolazione e mistificazione dei fatti e la sete sconfinata sete di sangue e Potere Assoluto dei Mostri e dei loro tirapiedi di regime con tutte le ingistizie e immani sofferenze che spargono ovunque.
Scarth

Nessie said...

Dev'essere questo, caro Scarth, il motivo per il quale i governi falsari e imbroglioni (tra i quali anche la GB) danno poi la caccia alle "fake news" nel web. Vogliono assicurarsi di averci l'esclusiva. Soprattutto non vogliono concorrenti in materia di "False flag" e "fake news".

Nessie said...

PS: Non è che col "fate presto", "fate presto!" che c'è la guerra in Siria, ci ritroviamo PD, Grasso e Boldrini? E magari pure Bonino?

http://www.ilgiornale.it/news/politica/consultazioni-quirinale-grasso-preoccupati-siria-1514827.html

Jacopo Foscari said...

"E magari pure Bonino?"

Già me la vedo con un bel portafoglio agli esteri o alla difesa mentre ci richiama alla "solidarietà atlantica" e alla "bombe umanitarie", d'altronde si sa, dove c'è guerra c'è la Bonino

Nessie said...

Ho già visto in tv il sorrisetto inebetito di Grasso e il turbante di Soros, agitarsi per l'uopo. Speravo che votare mi li avesse tolti per sempre dai piedi, invece dobbiamo assistere ogni giorno che passa, a una BURLA grottesca chiamata "democrazia"....

Nausicaa said...

Pare che in queste ore ci sia da segnalare la grande frenata di Trump, e l'avanzata di Rothschild-Macron. Effetto Libia 2 (la Vendetta)? . Fossi in Macron starei in campana, potrebbe fare la fine di Sarkozy:

http://www.lastampa.it/2018/04/12/esteri/trump-parla-con-erdogan-may-manda-i-sottomarini-kep6rLsUorUtgSy6MpmqdL/pagina.html

Anonymous said...

Alt il biondo ha cambiato idea.
Più che un'incapace, a me sembra
un Re circondato da serpi, che
vogliono fargli fare cose sbagliate.
Il suo comportamento può sembrare
schizofrenico, (ti assumo e poi ti licenzio),esso purtroppo è dovuto al fatto che tutti gli apparati sono infiltrati da gente
di fiducia dei neocon,di Israele,
dei Rothschild,di Soros,lobbisti
dell'industria degli armamenti,
gente collusa coi sauditi ( si pensi alla famiglia Bush).

Infine non pensò nemmeno che sia
un depresso che voglia far vaporizzare se stesso e i suoi
cari in un olocausto nucleare.
Licenziare, licenziare.
Spero che il nuovo governo (con
lega) prenda il suo esempio.

John C.D.G.

Nessie said...

Speri?!? Complimenti! Di bestioni dal "licenziamento" facile (FIRED!) ne basta già uno oltreatlantico.
Noi abbiamo già un mucchio di altri guai. Poi di crotali ne abbiamo già a josa nella Ue: Micron, ad esempio.

Nessie said...

Nausicaa, anch'io fossi in Micron starei in campana. Sono tutte manovre di distrazione nei confronti della sua pessima Loi Travail, e non sarà con l'interventismo in Siria (de dà già per colpevole di armi chimiche), che farà accettare questa purga ai francesi.

Jacopo Foscari said...

Micron sta già viaggiando verso l'hollandizzazione, indici di gradimento in picchiata, scioperi, proteste etc. Per quanto tenti di rubare il mestiere alla Le Pen sugli immigrati sembra che i cuginetti si siano già stufati di lui, ma era ampiamente previsto. Il suo successore, o meglio la sua successora, probabilmente è già in campagna elettorale ebbenesì, sto parlando di lei, la Befana del Fondo Monetario che un giorno sì e l'altro pure tracima dal suo ruolo "istituzionale" per fare politica attiva e condannare il "protezionismo e il sovranismo". D'altronde il Grand Guignol Attali non ha già detto che per il prossimo giro vuole una donna? Così finalmente sarà una donna a tirare bombe umanitarie in giro per il mondo, come da tradizione degli adorati cuginetti che in quanto a esportazioni della democrazia son secondi solo agli americani. Tanto poi i profughi ce li becchiamo noi, mica i cari cuginetti. Ma vi prego, piddioti cari, parlatemi ancora di "solidarietà europea"

Anonymous said...

Forse non sono stato chiaro
o fose si...È un peccato licenziare una torma di ermellini politicizzati? È ingiusto licenziare giudici che hanno condannato gente come il somalo accusato dell'omicidio di Ilaria Alpi, (poi assolto) e che per
l'ingiusta detenzione lo stato (noi) dovrà pagare 3 milioni di euro? È stato ingiusto licenziare il presidente dell'Unar (cappottino arancione)?
È ingiusto licenziare generali e
ammiragli troppo "amici"di aziende di armamenti straniere?
È ingiusto licenziare primari in
conflitto di interesse? Potrei
continuare all'infinito...Certo
non mi riferivo all'ultima ruota del carro!!!


Saluti

John C.D.G.

Vanda S. said...

Qui negli USA si parla poco o niente di questa brutta faccenda! Gli americani, totalmente inebediti dalle droghe psichiatriche e quelle "ricreative", dorme sugli allori e, come si sa, il sonno della ragione genera mostri!
Non oso pensare ad un attacco sulla gia' penosamente martoriata Siria (non posso fare a meno di notare, un etnia bianca! Quei poveri bimbi non fanno pena perche' non sono negri???!!!)
Che Dio ci salvi dalla follia e la violenza che sembra essersi impossessata di questo pianeta!

Nessie said...

Jacopo, spero che per le prossime elezioni francesi quelli come Attali non siano più tra i vivi. Del resto non è stato proprio lui a dire che dopo i 65 anni, dovrebbero praticare l'eutanasia per tutti? Che dia il buon esempio, non ti pare?
Del resto questo ebreo-algerino sostiene l'islamizzazione forzata dell'Europa:

https://www.youtube.com/watch?v=rRQP-xBGVNI

Leggi i commenti dei francesi imbufaliti sottostanti il suo video. Usare l'islam (da noi) per scardinare e destabilizzare l'Europa. E' questo il piano dichiarato.

Nessie said...

Vanda, agli americani per troppo tempo, è andata benone che la guerra venisse esportata a casa d'altri. Prima, in Indocina c'era il pretesto del comunismo. Poi dopo la Caduta del Muro, il "terrorismo internazionale" (quello fomentato dai mercenari della Cia e dai servizi segreti).

Ovviamente il dentista Assad, è già un animale che usa armi chimiche, proprio quando è alla fine del conflitto ed è riuscito a debellare il terrorismo. Sì, ma a che pro? Bisogna essere sciroccati per bere una colossale bufala come questa .

Ho sentito che il sociologo Mueller parla di Rally round the flag da parte di Trump a corto di popolarità.

Nessie said...

Comunque c'è un attore importante in gioco: Israele che spinge gli Usa ad una guerra con l'Iran. E questo articolo ne dà conto:

https://it.sputniknews.com/punti_di_vista/201804095870292-israele-trascina-usa-terza-guerra-mondiale-iran/

Jacopo Foscari said...

"Israele che spinge gli Usa ad una guerra con l'Iran"

Su questo non c'è dubbio. La lobby innominabile ogni volta che c'è una guerra è sempre in mezzo come il prezzemolo

Nessie said...

Innominabile in Italia. In Usa già da tempo uscì un libro dal titolo inequivocabile: "The Israel Lobby" di Mearsheimer e Walt, due emeriti professori di Harvard. E' uscito anche in Italia :

https://www.ibs.it/israel-lobby-politica-estera-americana-libro-john-j-mearsheimer-stephen-m-walt/e/9788804572596

Ovvero come la politica estera e interna americana viene influenzata da pressioni che non ci azzeccano nulla con interessi propri.

Anonymous said...

In queste ore anche la Cina è nel teatro di guerra
molte voci sono infondate, tra cui questa.In questo momento non c'è alcun schieramento navale cinese nel mediterraneo, quello che era "in visita" in algeria è rientrato in patria . Attualmente c' è solo un gruppo navale cinese "antipirateria" nel golfo di aden.
Ma anche tutti gli altri attori non stanno concentrandosi nel mediterraneo orientale che rimane sostanzialmente sotto controllo russo , nelle acque intorno a cipro c' è solo un "caccia" americano in allontanamento e una fregata francese e quando gli americani spareranno i loro cruise lo faranno di certo da ben oltre creta per non incorrere nella reazione delle difese costiere siriane.
In sostanza a meno di "stupidate" anglofrancesi da " primi della classe" lo schieramento americano per un attacco "duro" è ancora in corso .
Esso avverrà quando ci saranno abbastanza aerei tra giordania turkia irak e quatar da poter eliminare lo schieramento aereo russo in siria. Ma a quel punto la guerra uscirà di corsa dalla siria ; se al pentagono pensano di poter menare la danza al loro solito modo ( serbia irak , libia ect ) si fanno delle illusioni
Qui infatti la questione è semplice: ci sono diverse "necessità" che spingono alla guerra alla russia ;
1) come nelle altre due volte i banchieri "angloamericani" hanno bisogno di una guerra MONDIALE , ma l' asia non "risuona" quinde deve essere ancora l' EUROPA
2) i sionisti vogliono il dominio del MO dove la russia si è messa di traverso, quindi urge schiacciare la russia con una guerra e la NATO gliela deve dare.
Ma la russia non è ne la serbia ne la libia e nemmeno la germania I e germania II e non si farà mettere sotto senza reagire, il calcolo U$raeliano è di suscitare una guerra alla russia che danneggi europa e russia ma da fermare prima de l' irreparabile ( l' annientamento di U$A UK e israele ).
Ma è un calcolo pericoloso ;la russia non accetterà di farsi massacrare senza portare a TUTTI GLI ALTRI le sue stesse sofferenze : su questo Putin è stato chiarissimo anche se agli eurpoidi e ai fottuti angloamericani nessuno "merdia" lo ha fatto arrivare.
Peggio per tutti questi idioti , quello che non gli è stato fatto vedere in TV lo vedranno dalla finestra di casa.
ws

Nessie said...

Io come hai visto, ho messo un link al riguardo e non me la sono inventata. Tu hai qualche altro collegamento che dica che la Cina non è lì? Sennò sono le mie parole contro le tue. Poi è un'informazione che ho avuto da uno che di armamenti se ne intende. E c'è un altro elemento che va valutato: la Cina sta investendo in aree portuali e infrastrutture sul Mediterraneo, una sorta di nuova Via della Seta. Senza contare le numerose navi-cargo per le merci che vedo ogni estate coi miei occhi entrare e uscire nel Golfo di La Spezia.

http://www.limesonline.com/le-ancore-della-cina-nel-mediterraneo/100563?prv=true

Sul resto dell'analisi è evidente che l'accelerazione di questo conflitto proviene da Israele la quale ha interesse a liberarsi dell'Hezbollah sciita. Certamente che la Russia. non starà lì a farsi massacrare, anche se finora si è limitata a smontare le bufale.

Anonymous said...

Per attuare i Loro piani i Mostri hanno bisogno di passare preventivamente per buoni. Per farlo devono controllare l'informazione globale. Altro dato di fatto è che non si fanno scrupoli di massacrare milioni di persone innocenti, per anni, e annientare intere nazioni. La sparizione della cristianità millenaria in Medio Oriente dove sono arrivati è una costante. Non si fanno scrupoli a macellare bambini ammalati ed innocenti tenendo a bada i genitori con la polizia: è una cosa molto significativa che indica chiaramente la Loro natura. Non capiscono nè ragionano in termini di nobili principi e valori umani ma solo di pura Forza bruta ai fini del dominio totale e assoluto che non ammette dissensi. Si muovono solo quando perfettamente consapevoli di non avere rivali e di essere i più potenti e senza rischi. Quando si pongono un obiettivo non si fermano mai: vedere Ucraina/Crimea, Siria e annientamento della Russia.
Sommando i fattori di cui sopra considerando che in termini di pura Forza, che poi è l'unica cosa che conta alla resa dei conti, non c'è nessuno che possa resistergli davvero a lungo c'è da sudare freddo a pensare dove vogliono arrivare e a cosa possono infliggerci. Purtroppo sono sanguinari ma lucidissimi, diabolicamente intelligenti e capaci di pianificazioni di lunghissimo periodo.
Scarth

Nessie said...

Scarth, ho sentito che il conte soporifero ha rassicurato che non invierà truppe (ci mancherebbe!). Sì ma finché siamo nella Nato la basi logistiche militari bisogna dargliele comunque e Sigonella è già occupata. Ma è mai possibile che le nuove forze politiche non siano capaci di trascinarlo in parlamento (che è già operativo) e di richiedere che venga a riferire? Ma dormono tutti?!?

Certo che ieri in tv vedere Micron in una scuola elementare parlare di prove chimiche per Assad, mi ha dato una sensazione di meschinità e di bassezza senza pari. Ma chi vuole convincere? I bambini?

Nessie said...

Qui l'appello di Movisol a fermare la III Guerra Mondiale:

http://www.imolaoggi.it/2018/04/12/fermiamo-la-terza-guerra-mondiale-litalia-non-sia-complice-di-questa-follia/

Anonymous said...

C'è un aspetto interessante nei tweet di bellicapelli. Il presidente del maggiore componente della nato ha minacciato di colpire coi missili la Russia. Cio rende tale paese aggressore e quindi una forza politica seria dovrebbe rendere noto che viene a cessare l'automatismo di intervento dell'alleanza e intimare all'esecutore di affari correnti di astenersi da qualsiasi iniziativa senza l'avallo del parlamento.
Sergej

Nessie said...

Sergej, finora a dire tutta la verità, siamo all'esibizione di muscoli. E fino a prova contraria, la guerra si fa con gli armamenti e non con le minacce via tweet. O cinguettii.
Trump vive in un autentico rettilario di lobby guerrafondaie e se la sua strategia dovesse essere quella di mettersi lo scolapasta rovesciato in testa e farsi passare per pazzo, allora diventerebbe quasi tollerabile. Comunque vedremo. Da un minuto all'altro la situazione potrebbe precipitare.

Anonymous said...

@ nessie
http://thesaker.is/naval-eastern-med-sitrep/
la "non presenza" cinese non ha alcun significato, il sistema aeronavale russo è già in grado di controllare il med orientale almeno finché il confronto rimarrà nel livello visto fino adesso e 1-3 navi cinesi in più non farebbero la differenza per quando il confronto scalasse a guerra aperta.
La cina entrerà in guerra comunque e lo farà al fianco della russia ma a suo modo e nei suoi tempi; se i pianificatori U$raeliani confidano in un conflitto limitato solo dove&come fa comodo a loro si sbagliano di grosso.
ws

Anonymous said...

Sì ma finché siamo nella Nato la basi logistiche militari bisogna dargliele

allora la nato è una alleanza DIFENSIVA , non esiste nessun obbligo di sostengno alla guerra aggressiva degli "alleati" e in guerra fornire basi logistiche ad un combattente é già essere in guerra . Quindi le "napoletanate" di italia e germania servono a poco se la guerra esc dalla siria ( e ci uscirà anche solo dopo 48h ) i russi targhetteranno TUTTE e basi americane ATTIVE in europa.
Magari inizialmente solo quelle più direttamente coinvolte con l' attacco americano ( in primis sigonella) e magari inizialmente solo con testate convenzionali , ma il passaggio al nucleare tattico avverrà quasi subito .
Non si possono "descalare" guerre dirette tra due superpotenze nucleari .U$raele confida di salvare dal passaggio al nucleare strategico il suo "core" ( U$A, UK , israele) ma anche questa è una illusione , la russia risponderà direttamente sulla "testa del serpente" per ogni colpo ricevuto in casa; c'è già insediata la stavka al kremlino.
ws

Nessie said...

Ok, grazie. Penso che i contingenti russi per il momento bastino e avanzino. Tuttavia lo scenario del supporto cinese, resta sempre possibile.
Ma è evidente che anche l'appoggio logistico delle nostre basi è comunque un'entrata in guerra. E pazienza se le navi vanno a farsi una passeggiatina per il Mediterraneo, ma se iniziano i bombardamenti, è chiaro che dare appoggio "logistico" sia comunque un "atto di guerra".

Intanto se vai sul blog di Giampaolo Rossi che parla di "false flag" è arrivato uno sciame sismico di trollazzoni guerrafondai neocoglion col nome di "Oriana":

http://blog.ilgiornale.it/rossi/2018/04/13/siria-1957-false-flag-e-la-storia-che-si-ripete/

Anonymous said...

Guardate che per Lorsignori il diritto internazionale e i trattati non valgono mica. Per Loro vale una unica regola, quella dell'indimenticabile Marchese del Grillo: "Io 'so Io e voi... ecc. ecc.". Quindi non arrovellatevi troppo se quelli "devono" rispettare le regole (quando mai...). Quelli fanno quello che vogliono con tutto il doppiopesismo possibile con i giornalistazzi di regime che gli reggono il sacco. Non ci sono regole e diritto cui appellarsi purtroppo.
Scarth

Aldo said...

Nessie: "Ma è mai possibile che le nuove forze politiche non siano capaci di trascinarlo in parlamento (che è già operativo) e di richiedere che venga a riferire? Ma dormono tutti?!?"

Premesso che di queste cose ci capisco poco o niente, credo proprio che il parlamento stia appoggiando, con la sua evidentemente intenzionale inazione, il governo attuale. Diversamente, il governo non potrebbe essere più operativo da almeno un mese. E quando parlo di intenzione di appoggiare il governo attuale mi riferisco a tutte le forze politiche, giacché al di là delle parole di circostanza non mi risulta che ci siano state votazioni finalizzate a bloccare le operazioni. Se questo governo non avesse la maggioranza (sia pur occulta e silente), potrebbe davvero fare quel che sta facendo?

Le finte opposizioni, quelle che sono state premiate dal voto, potrebbero sgambettare Gentiloni nel giro di mezza giornata, riducendolo all'impotenza. Se non lo fanno è perché concordano con la linea che sta seguendo. Probabilmente sperano di poterne fare un capro espiatorio per il futuro, accollando a lui le ricadute di quelle operazioni che sta mettendo in atto con l'appoggio praticamente di tutti.

Così la intendo, ed è onta profonda per tutti quelli che dovrebbero essere i nostri rappresentanti. Rappresentanti di cosa?

Aldo said...

Tra l'altro, "non ci sono i soldi" ma per l'appoggio logistico li hanno trovati. Forse c'è il tre per due, o qualche sconto con la tessera fedeltà, e non ci hanno detto niente.

Nessie said...

Scarth promemoria superfluo. Le regole valgono se gli conviene, se non gli conviene le infrangono. Questo lo si era capito da quel dì. Non siamo così sprovveduti.

Nessie said...

Aldo, le cose sono un po' più complicate. Noi siamo già in un regime di sovranazionalità e perciò, LORO NON HANNO FRETTA. Ma è anche vero che sotto sotto una crisi di questa portata e con una guerra alle porte di casa, fa paura, a chi si deve assumere nuove responsabilità ereditando nuove macerie. Inoltre ci sono le elezioni amministrative nel Friuli-Venezia Giulia

e Abruzzo e Molise a breve. E il calcolo dei leghisti (ma suppongo anche quello dei 5 stelle) è di poter usare la vittoria quasi certa alle regionali, per avere carte più forti da giocarsi. La Lega ha un doppio carico: cercare di zittire e ridimensionare Berlusconi che sta facendo il diavolo a quattro (con tanto di figuracce indecorose) come è avvenuto ierisera al Quirinale. E nello stesso tempo, condurre una trattativa vittoriosa coi 5 stelle.

Comunque pare che Mattarella abbia dato loro al massimo 4 gg, dopidiché deciderà lui. E sai già che la cosa non promette niente di buono.

Va detto inoltre che questa legge elettorale (pessima, dove nessuno vince) è stata voluta - non a caso - sia da Renzi che da Berlusconi. Spero di essere stata esaustiva.

Nessie said...

Intanto vi propongo alla lettura questa intervista del Gen. Bertolini (paracadutista) sui rischi che stiamo correndo circa un conflitto allargato:

http://www.ilgiornale.it/news/politica/attacco-alleato-azione-sciagurata-che-apre-guerra-1514985.html

Anonymous said...

dopidiché deciderà lui.

e cosa ? manda cottarellik a prendere pernacchie in parlamento ?
Temo invece un calcolo più criminale: molto probabilmente tra 4 giorni saremo dentro una crisi geopolitica gravissima e mozzarrella , appoggiato da un bombardamento mediatico mai visto prima conta di poter mandare un "governo di guerra" in parlamento a prendersi la fiducia di PD fogna italia, i lU€ e altri pezzi di m...a " aruolati " nei gruppi restanti.
ws

Nessie said...

Sì, ma cosa credevi, quando scrivevo "deciderà lui"? Che il Mozzarella avesse una qualche idea brillante? E' evidente che andrà a razzolare tra gli "avanzi". E che il "governo di guerra" favorirà ovviamente un'economia di guerra.

Aldo said...

Se VERAMENTE da parte del parlamento ci fosse la tanto sbandierata intenzione di sgambettare il governo, ci impiegherebbero, come dicevo, mezza giornata, di guerra o non di guerra (che poi chi è che decide se partecipare o no a una guerra, se non il parlamento? -- non il governo: IL PARLAMENTO, ovvero i NUOVI ELETTI tutti insieme appassionatamente). E' che quell'intenzione non c'è, evidentemente perché una cosa sono le dichiarazioni da rilasciare alla stampa, altra cosa sono le VOLONTA INCONFESSABILI. La stanno facendo sporca. Penso che il parlamento sia pieno di mosche, perché quelle accorrono a sciami dove si concentrano certe "sostanze".

Nessie said...

Il Parlamento per il momento è CHIUSO PER RINNOVAMENTO LOCALI. Il che è anche peggio di quel che dici tu.

Jacopo Foscari said...

Se la Mummia sicula fosse un presidente della repubblica minimamente decente, per sbloccare la situazione prenderebbe il telefono, chiamerebbe la Salma di Arcore e gli direbbe "Caro dottor Berlusconi, lei è l'unico ostacolo alla formazione di un governo e deve accettare di fare un passo indietro per il bene del paese. Se lei, per il bene del paese accetta di lasciare definitivamente la vita politica, io userò il mio potere di presidente della repubblica per concederle la grazia per i suoi crimini". Sarebbe la classica "offerta che non si può rifiutare". Ma siccome sappiamo che la Salma di Arcore e la Mummia Sicula sono della stessa cordata pro-UE e pro-Euro ovviamente non lo farà, anzi se possibile lo incoraggerà a perseverare nella ricerca dell'inciucio

Nessie said...

...e ti dirò di più: conferirà a breve il mandato esplorativo alla Casellati (donna di FI).
Ho appena finito di leggere questo inferocito articolo di Blondet circa la sceneggiata grottesca fatta dal Banana ierisera al Quirinale, rendendosi un buffone scomposto anche peggiore di Grillo:

https://www.maurizioblondet.it/anche-diventato-comunista/#disqus_thread

ci ho aggiunto anche un mio commento.

Jacopo Foscari said...

Tornando a cose più serie delle isterie di una Salma in decomposizione, sembra ci sia ancora qualche speranza per evitare il peggio. Il generale Mattis, ultimo superstite delle purghe trumpiane, sta facendo silenziosamente da guastatore ai neocon sulla Siria

http://piccolenote.ilgiornale.it/35815/siria-salvate-soldato-mattis

Nessie said...

Letto, grazie. Non lo so, mi paiono timide speranze. prendiamole per quel che sono.

Sulla Salma temo che purtroppo dovremo tornare ad occuparcene, tenuto conto che sta ostacolando con ogni mezzo la possibile formazione di un governo che abbia Salvini premier.

Anonymous said...

sta ostacolando con ogni mezzo la possibile formazione di un governo che abbia Salvini premier.
ovvio, obbedisce a chi ce lo ha messo e che è disposto a tutto pur di evitare un governo a trazione leghista.
Ma nemmeno mozzarella ha "buone carte" ,lui per fare il " monti bis" confidava che davvero gli americani facessero la guerra in siria, ma a quanto pare in U$A i militari hanno più cervello ( ed indipendenza) dei burattini politici di "chi comanda in".
Anche stavolta ( pare) l'abbiamo sfangata , ma ne riparliamo alla "prossima", i banksters hanno sempre pù bisogno di una guerra
ws

Nessie said...

L'altra sera Messere Bunga è stato a dir poco, indecoroso, patetico, scomposto e imbarazzante. Fossi stata in Meloni e Salvini lo avrei preso a sonori cazzotti. Ma di questo dirò in apposito post, perché vedo che ci sono ancora troppe dame di San Vincenzo disposte a perdonarlo, in nome del suo "glorioso passato anticomunista".

Parlando di cose più serie, spero anch'io che qualcosa fermi questa mostruosa macchina bellica così ansiosa di muovere i cingoli. Temo però che si tratti di una sospensiva. Del resto il generale Bertolini nella sua intervista che ho messo più sopra l'ha detto chiaro che Israele è già da tempo in guerra con la Siria e che ambisce sconfinare anche in Libano. E in Usa come sai, le lobby AIPAC e American Jewish Committee esercitano forti pressioni.

Anonymous said...

Un azzardo terribile sulla pelle dei popoli imbelli che si sveglieranno troppo tardi per comprendere che non erano nemmeno stati invitati quando si discuteva del fatto che potrebbero non avere nemmeno un futuro.
A proposito del valore della presunta democrazia.

Odio immenso per i saviani, le boldrine, i littizzetti, le bonine e tutta quella disumana spazzatura che sta soffiando vento nelle vele di una guerra che porrà fine alla civiltà occidentale.

Klemens von Metternich una volta disse "ogni ingiustizia è un sopruso intollerabile, ogni violenza, pur la più legittima, è un ingiustizia, e se nella risposta ad un sopruso saremo chiamati a far violenza, Dio possa giudicarci, infine, per non averla saputa impedire.
Non vi è ne mai vi sarà nei popoli la capacità di distinguere un sopruso da una ingiustizia, la violenza dalla legittimità, poichè questa è materia dei governanti e nella loro saggezza i popoli ripongono la propria quotidianità."

Disse, ovviamente da uomo del suo tempo, tante scomode verità anche sulla democrazia, tipo questa: http://www.azquotes.com/picture-quotes/quote-in-europe-democracy-is-a-falsehood-i-do-not-know-where-it-will-end-but-it-cannot-end-klemens-von-metternich-120-64-92.jpg

Da monarchico convinto, da persona che ripudia l'idea stessa che al governo dei popoli, della loro vita e della loro storia possano esservi posti nani, comici e ballerine che mai e poi mai avranno l'accortezza e la completezza umana e morale per comprendere cosa comporti essere un governante, quali siano le responsabilità e quali i doveri.
Non puoi fare di un grezzo individuo uno statista o un fine diplomatico, non puoi fare di persone deboli e dalle menti semplici dei governanti.
E' la natura che definisce ciò che siamo, e per quanto noi ci si possa, umanamente e con giusta abnegazione, sforzare di limare i nostri difetti, istruirci e ricercare meriti, vi sono larghissime maggioranze che non sono minimamente preposte ad affacciarsi alla vita pubblica o politica, con buona pace dell'universalismo e del mondialismo bugiardo.

La differenza tra Putin, statista nel senso letterale del termine (=uomo dello stato) , e i governanti occidentali è abissale.
Ma anche un uomo saggio e lungimirante prima o poi si incazza sul serio, e quando accadrà temo che sarà troppo tardi per i rimpianti.
Peraltro i russi ritengono Putin "troppo moderato", con termini ben diversi da quelli che userei io, ma ci sono numerosi analisti e politologi russi che contestano la passività e la tolleranza di Putin che a loro dire rischia di distruggere la Russia.

Se uno o più di questi un domani si trovasse nella posizione di scegliere od influenzare una scelta allora le bestie che ci governano forse comprenderanno il disastro a cui ci hanno spinti.

-Fireflag-

Nessie said...

Ciao Fireflag, è di queste ultime ore la FLEBILE speranza che qualcosa nella mostruosa macchina bellica si stia inceppando. Vedi il link messo da Jacopo:

http://piccolenote.ilgiornale.it/35815/siria-salvate-soldato-mattis

Certo che vedere degli animali nostrani come Gentiloni che ha sposato subito la teoria dell'attacco chimico a fine guerra anti-terrorismo (quello opportunamente infiltrato), i saviani, le boldrine, le littizzette, le bonine e tutta quella che chiami giustamente "disumana spazzatura", così ansiosi di indossare l'elmetto a spese altrui, davvero mi chiedo se doveva toccare proprio a noi la malasorte di averci un concentrato di fauna così decerebrata.

Anonymous said...

@ fireflag
Da monarchico convinto,
purtroppo le cose non sono così semplici , un esempio banale sono il marcio della "nostra" monarchia che legata mani e piedi a quella inglese ci ha portato la WWI , il fascismo , la WWII e l' indecoroso " fugone" del l' 8 settembre di cui paghiamo ancora le conseguenze.
Purtroppo qualunque in QUALUNQUE sistema politico "l' elite è sempre lo specchio del popolo, ( e viceversa) "
tra democrazia e assolutismo ci sono solo due " svantaggi" contrapposti : "la democrazia è quel sistema politico per cui nessun popolo può essere governato da qualcuno migliore di lui" ,e " nessun assolutismo ha un buon antidoto contro i danni di un pessimo monarca " ( e qui il riferimento a sor pampurio è ovvio )
Per evitare guai qualunque sistema politico dovrebbe imporre il "cursus honoris" a tutti i figli dell' elite e ogni scelta dovrebbe scaturire solo da un ampio dibattito tra "gente sperimentata " che abbia un pieno contatto con quel popolo che poi deve comunque farne le spese
ws

Nessie said...

Abbiamo parlato troppo in fretta. Gli Usa, la GB e la Francia hanno già attaccato alle tre di notte:


https://www.corriere.it/esteri/18_aprile_14/trump-ho-ordinato-l-attacco-siria-e3c0e96e-3f7f-11e8-876a-83c5b28c227f.shtml


Anonymous said...

Chiudon gli occhi...i servi pinocchi! (Il Vate)

Che schifo questi politici filo yankee,
che prendono ordini e diktat dalla UE
e pensano davvero che sia oro colato
tutto quel che dice e falsifica Usa e Nato!
Pure il pesce lesso ed incapace Gentiloni
senza batter ciglio si adegua ai padroni!
Ma ciò che fa davvero ridere il mondo intero
sono i pagliacci sinistri non amanti del vero,
che come Volo,Boldrini, Littizzetto e Saviano
davanti lor brutto musone metton sporca mano!
Ridicoli fantocci. Attori di pessima categoria.
Guitti delinquenti.Sion ordina la guerra e sia.
Gli schiavi accorrono proni e servili stuoini
non importa sapere davvero chi uccide i bambini!

Jacopo Foscari said...

Purtroppo le bombe son partite alla fine. Non c'è Trump o Brexit che tenga, chi governa davvero da quelle parti ha deciso e quando decide nessuno si può mettere in mezzo. A questo punto che Iddio ci preservi a lungo Vladimir Putin, unico governante con un minimo di buon senso

Nessie said...

Infatti non hanno nemmeno atteso che i periti addetti alle verifiche e analisi sulle armi chimiche (quelli dell' OPAC), abbiano fornito i loro referti, che hanno bombardato.
Della serie, CREDERE, UBBIDIRE E BOMBARDARE.

Nessie said...

Vate (e tutti) la prossima settimana dopo varie pressioni, il pesce lesso in gelatina Gentiloni si è deciso di venire a riferire in Parlamento.

Alleluja!

Alessandra said...

Ho sperato - forse irragionevolmente - che Trump bleffasse, l'articolo sul capo del Pentagono Mattis mi aveva infuso un po' di ottimismo ... ho dovuto disilludermi nel giro di pochissime ore.
Vogliono per forza che tutto il mondo arrivi a credere che Assad avvelena e uccide il suo popolo con le armi chimiche. Le fantomatiche prove non si vedono, eppure tutta la fazione filoatlantica assicura che esistono, e tanto basti per sentirsi autorizzati ad attaccare.
Di certo finché si tralascia di nominare Israele, mancherà sempre un tassello fondamentale in ogni analisi.
Mi sembra che anche i russi evitino di tirare in ballo lo Stato ebraico, limitandosi all'Occidente.

La Casellati vuole fare in modo che Gentiloni riferisca in Senato martedì prossimo.
Già che c'è, parli anche delle tante cose che, in qualità di premier dimissionario, sta facendo ben sapendo che non le potrebbe né dovrebbe fare.
Serve chi lo incalzi a dovere, ci vuole un vero e proprio assedio! Utopia?

Anonymous said...

Dedicato ai sinistronzi italiani che vanno a fare i girotondi ,le marce e marcette per la pace ,"Je suis Charlie,Je suis ici,je suis cola' con tanto di fiaccole e striscioni, poveri co@@@@ni!! I vari Saviano ,da salotto sciamano ,che coi suoi stupidi discorsetti predica solo sui manicaretti. La cessa Littizzetto dal linguaggio volgare ed inetto che col suo compare pretino zerbino all'utente ruba il quattrino! Ecco anche lor fan parte della categoria dei Je suis, delle camminate da sinistri organizzate,del "cammin in selva oscura per una pace duratura"! E poi, invece, che fanno??? Appoggiano e sostengono le di pace missioni che uccidono civili a milioni e le bombe degli alleati guerrafondai in sintonia con la UE degli usurai!
Un esperto di questioni militari del Ministero della Difesa italiano intervistato dal TG5: "Se vi fossero stati degli stoccaggi di armi chimiche, il bombardamento americano avrebbe causato una strage da fuoriuscita di agenti tossici...".
Capito Gentiloni o credi a Zucconi?? Capito Gentiloni o ti occorre l'interprete per sentir voci e suoni ?? (Il Vate)

Anonymous said...

@nessie
Si, per fortuna si sono limitati ad un raid dimostrativo concordato (mostrandosi in realtà debolissimi anche agli occhi della russia stessa che traccia una linea e la vede rispettata dai bulli in doppio petto) forse temendo il contraccolpo di una figuraccia che comportasse la perdita di uno o più vettori di lancio (navi o aerei).


@ws
I savoia sono e rimangono dei parvenù irresponsabili per ciò che han fatto, lungi da me difenderli, in ogni caso, negli ultimi due secoli si sono comportati in modo orribile, vigliacco e indegno.
Ma questo non modifica il giudizio storico sull'istituzione monarchica e sul valore naturale in qualità di forma di governo.
Non a caso il 900 è stato il secolo breve, con le monarchie messe in discussione e milioni di morti spacciati come suprema volontà popolari da parte di rossi, rosso-bruni e rosso-neri.
A cui è seguita una egemonia massonica nell'immediato sviluppo e l'attuale situazione globalista / universalista è rimasta come veicolo strumentale alla fine delle società europee che le monarchie tradizionali non avrebbero mai permesso.

Se i savoia avessero abdicato (come giusto e doveroso, con quieta dignità, nel 1943) passando il trono ad un ramo cadetto data l'evidente incapacità di regnare di Vittorio Emanuele, forse la storia sarebbe andata diversamente, forse no, difficile stabilirlo con certezza, ma molto probabilmente avremmo risposte su certe questioni odierne.


Peraltro, come detto in altro intervento precedente, tanto il referendum quanto l'intera impalcatura repubblicana si regge su un insieme di menzogne che la società civile non ha mai avuto il coraggio di affrontare e forse mai avrà.
Mai un sovrano coscienzioso avrebbe dato il governo (in rappresentanza alle funzioni del sovrano, come era uso definirsi per ministri e cancellieri) delle un tempo gloriose nazioni europee a personaggi come may, macron, merkel e gentiglioni.
Mai avrebbero permesso di vedere gli interessi della nazione e della corona sviliti a favore di uno stato straniero o addirittura di organizzazioni private, sarebbe stato semplicemente contro natura.


-Fireflag-

Nessie said...

Ciao Ale, hai sentito che risposta intelligente ha dato la Cariatide di Arcore? Ha detto che di fronte a questi accadimenti è meglio non pensare e tacere. Ovvero fare quel che gli suggeriscono le élites mondiali.

C'è pure chi si consola perché durante il lancio di missili non ci sono stati morti tra i civili. La verità è che non volevano acquisire prove. C'era una volta "le pistole fumanti". Adesso mi sa che abbiano paura di acquisirle.

Perciò qualche missile e....- Oplà! Prove cancellate su modello Ground Zero.

Nessie said...

Vate, per fortuna c'è il web. Chissà in passato quante valanghe di panzane ci siamo bevuti senza nemmeno accorgercene!
"Littizzetto dal linguaggio volgare ed inetto" alla fin fine fa pure la rima.

Nessie said...

Fireflag, scusa ma non posso fare a meno di constatare che in Europa buona parte delle monarchie sono tutte asservite alla massoneria (monarchia inglese, olandese e danese, tanto per fare degli esempi). La regina d'Olanda è pure nel trust dei diamanti. Non mi pare di aver colto spirito identitario in questo genere ddi monarchie.

Anonymous said...

Si Nessie, purtroppo ormai è avvenuta una trasformazione tale da permettere alla massoneria e a certe nefaste correnti di infiltrare tutti gli ambiti, Monarchie incluse.
Ma fino ai primi del 1900 questo era impensabile, il vulnus va ricercato proprio in coloro che hanno collaborato con certe attitudini mondialiste quando ancora erano agli albori, e parlo ovviamente delle repubbliche, dalla Francia gauchista e revanscista che ha provocato crisi su crisi fino a scatenare la prima guerra mondiale all'america "democratica" che tali istanze ha sostenuto aggredendo l'Europa dei popoli e dei sovrani nonostante questa fosse stata tollerante al punto da riconoscere la dottrina Monroe e lasciarla prosperare in pace, quando era in realtà debolissima.
Infine la Gran Bretagna, che fallì a comprendere come l'ordine stabilito fosse in realtà inter pares e come l'equilibrio continentale fosse una garanzia di pace e prosperità per tutti, mentre il sogno egemonico finì con il costare la fine dell'Impero e conseguentemente della legittimità monarchica.
Una pace equa nel 1915 o nel 1916 era ancora possibile, forse lo rimaneva ancora agli inizi del 1917, ossia prima che la Gran Bretagna fosse posta in condizioni di dipendenza nei confronti degli Stati Uniti che poi ebbero la forza per attuare le amenità promosse da Wilson, criminale storico senza precedenti nella storia dell'umanità.

Di tutto ciò che accadde tra il 1900 e il 1989 noi sappiamo si e no una parte infinitesimale, annacquato nella propaganda di parte e nelle falsità delle imposizioni dei vincitori ai vinti, pensa che larghissima parte delle popolazioni europee non hanno accesso nemmeno ai frammenti di verità che sono invece oggetto di discussione di piccole isole del dissenso, come questo spazio.
Basti pensare ai commenti del Kaiser Wilhelm sugli accadimenti in Germania negli anni dell'ascesa di Hitler, o alle catene di omicidi che hanno funestato le case di Asburgo e Romanov fino al famoso massacro del palazzo di inverno.
I Re e gli Imperatori sapevano che il mondo stesse per cambiare in modo brutale e violento, quanto sapessero è materia di dibattito tra molti storici, dai libri in mio possesso mi son fatto alcune idee, dal 1900 cambia il paradigma, muore il concerto bismarckiano che ha in Cina il suo canto del cigno, e inizia la fine, saltano tutti i tappi, sparisce ogni legittimità, viene meno ogni senso
La Gran Bretagna non poteva essere unica detentrice dell'ordine, come desiderava, nessun ordine si sarebbe potuto fare senza la Germania, senza la Russia, senza l'Austria, che erano in realtà le forze più conservatrici e attive nel punire e combattere la massoneria e l'internazionale socialista.


-Fireflag-

Anonymous said...

Devo estendere leggermente la mia definizione di ordine, affinchè non appaia totalmente scollegata dal pensiero precedente:

Per ordine ai tempi si intendeva un concetto di equilibrio inter pares scalfito, nei secoli, dal solo Napoleone.
Metternich, Bismarck, Talleyrand, etc,etc nascono come uomini dell'ordine, statisti al servizio del sovrano, a cui rispondevano unicamente e a porte chiuse.
L'ordine quindi diventava un epilogo sociale, culturale e naturale che aveva funzione di stabilità.
E persino di pace, perchè nonostante l'avventurismo di Napoleone III la Francia non fu smembrata dalla germania vincitrice, come accadde alla Germania stessa 40 anni più tardi, anche se forse i prussiani avrebbero dovuto sentirsi con Londra, Mosca e Vienna e riportare un Borbone sul trono di Francia, invece di lasciare parigi in mano a fanatici sconosciuti, ponendo le basi per ciò che accadde dopo.

Il concetto di ordine è esplicato perfettamente nelle memorie di Bismarck, che rigetta l'avventurismo coloniale proprio perchè è conscio che darebbe troppo potere alle correnti di certi poteri interni causando frizioni con realtà puramente marittime e coloniali quali appunto la Gran Bretagna.
All'epoca gli uomini di stato erano usi riunirsi attorno a un tavolo e parlare dei problemi del periodo e di come affrontarli, il 900 è l'era dei congressi e delle conferenze diplomatiche, un'usanza ben più civile dei tavoli bercianti dell'Onu o della società delle nazioni, dove spesso si parla a braccio e si recita un copione e mai si dice la verità.

All'epoca mai sarebbe successo qualcosa come quello che stiamo vedendo in questi giorni, dove il regime della menzogna e della falsità ha creato artificialmente crisi e venti di guerra per ragioni del tutto insensate e fallaci, da Skripal (nessuno crederebbe mai che si tratti davvero di nervino, allora cui prodest?) fino alla Siria.

La Russia odierna è vista come propaggine del vecchio ordine, certo, tutto è mutato, ma se emergesse la verità, se si scoprisse che l'ordine odierno è in realtà caos e terrore allora forse si potrebbe comprendere meglio anche il nostro passato.


-Fireflag-

(scusami per l'eccessiva lungaggine dei miei interventi).

Nessie said...

Due commenti impegnativi Fireflag. E a quest'ora sono un po' stanca per dare una replica all'altezza. Mi limiterò a dire che è vero che la Russia è vista come propaggine del vecchio ordine. Ed è proprio la sua ortodossia che dà fastidio, dato che ne rappresenta l'anima, la spina dorsale e l'identità. Forse potrebbe essere anche una salvezza per noi europei, vittime del Progresso e della modernità imposta ad ogni costo dal cosiddetto Occidente. Un tempo ci si limitava a dire Europa, o Continente antico. Ora ci si sposta verso quella "Thalassocrazia leviatanica" (per dirla alla Fusaro) che si chiama per l'appunto West World.

O Occidente.

Alessandra said...

Ho sentito, Nessie.
Evidentemente non ancora soddisfatto, il sciur Patonza si è definito "l'unico protagonista del centrodestra in grado di fermare l'escalation antidemocratica".
Sugli attacchi in Siria, oggi ha detto di sperare che l'ONU fermi "l'escalation di violenza" (avete fatto caso che tutti usano la parola "escalation" per non nominare la guerra? Come se questo rendesse la situazione meno preoccupante).
Figuriamoci: il Consiglio di Sicurezza dell'ONU ha appena bocciato una bozza di risoluzione proposta dalla Russia che "condannava l'aggressione contro la Siria".
Ormai è un lacchè a pieno titolo.

Questo è un articolo sul "tostissimo blogger quindicenne", nuovo eroe della Littizzetto, di Saviano e della Boldrini.
Mi sa tanto di "Wag the Dog".

http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/siria-youtuber-15enne-lancia-un-appello-contro-le-armi-chimiche_3133195-201802a.shtml

Nessie said...

Ho letto il "tostissimo quindicenne, e davvero sembra la sceneggiatura di "Sesso e potere" (wag the dog).

Guarda, del sciur Patonza devo ancora smaltire la nausea per quella ripugnante sceneggiata al Quirinale all'insegna dell'INVIDIA e GELOSIA. Stanotte cambio topic e lo farò sulla sua scostumatezza di burino, perché non mi va proprio giù. Per Salvini avere tra le palle quello, significa solo vedersi sfuggire utili voti verso i 5 stalle e non poter realizzare appieno il suo progetto politico. Tanto vale disfare tutto, piuttosto che essere prigioniero in casa.

Ora è saltato fuori il regista occulto di quella squallida mattana, e per quale scopo, ma di questo dirò dopo...

Anonymous said...

La Russia ha storicamente un'identità ben definita e una vastità, oltre ad una ricchezza morale e materiale che ad occidente si è perduta.

La sua destabilizzazione è nata quando l'elitè della sinistra e del globalismo hanno trovato più semplice innestarsi nel sistema occidentale che non perdurare a derubare l'oriente.
La fine della storia dicevano, ora la storia ride di loro, ma noi non abbiamo ancora la piena visuale di ciò che sta accadendo, purtroppo.

Un personaggio interessante da analizzare per l'epoca di cui parlo io è Rodolfo d'Asburgo , in realtà la sua morte è avvolta nella più totale oscurità anche se alcune brecce si sono aperte nel corso dei decenni.

Ora due cose, la prima è che il padre (la madre, all'epoca, non interferiva con l'educazione dei figli maschi) minacciò Rodolfo di toglierlo dalla linea di successione se avesse continuato a perseguire relazioni sentimentali extra coniugali che avrebbero gettato discredito sul nome degli Asburgo.
Ma chi era Maria Vetsera, la donna con cui è morto?
Una nobile, per quanto decaduta (la cui famiglia era indebitata fino al collo, sapete tutti cosa accadeva ai nobili indebitati del periodo...), ed una donna decisamente affascinante, che quindi venne indirizzata verso il principe rodolfo sin dalla giovanissima età, rinomato donnaiolo che ne avrebbe sicuramente sostenuto la causa e forse, se la sorte l'avesse permesso, portata sul trono d'Austria risolvendone i problemi economici.

Ora le voci indicano che la Vetsera fosse in realtà , in qualità di figlia di un diplomatico, stata reclutata o posta sotto ricatto da persone poco raccomandabili e che queste, attraverso lei, riuscirono ad avvicinarsi al kronprinz.
Ci sono due aspetti da analizzare:
L'Austria era nazione ricca, così ricca che per tutto l'800 fu la corona austriaca la rivale economica della gran bretagna , e la vicinanza di questa alla Germania creava un polo industriale ed economico floridissimo, se a questa si fosse unita la Russia, come nei piani di Bismarck, sarebbe emerso un blocco invincibile.
I banchieri in Austria erano sorvegliatissimi tanto dalla polizia civile quanto dai servizi segreti, da cui proveniva lo stesso Cancelliere Austriaco von Aerenthal.

E proprio di banchieri parliamo quando guardiamo chi erano i genitori della baronessa Maria Vetsera, figlia appunto di un diplomatico e di Helene Baltizzi, una famiglia di banchieri italo-greci rinomati per il ruolo di cambio valute dentro e fuori dall'Austria.

Proprio in quell'anno (1889) inoltre era in discussione il rinnovo dell'alleanza Austro-Tedesca e il trattato di contro assicurazione russo-tedesco, una ben strana coincidenza, concorderete.
Le trascrizioni che sono giunte fino al nostro tempo sono molto interessanti, soprattutto quelle riguardanti l'italia.
La Germania ci trattò quasi sempre con rispetto, la Francia non mancò mai occasione di offenderci e umiliarci, eppure quando Crispi uscì dalla vita politica noi ci mettemmo al servizio dei francesi, anche quì, le analogie odierne sono molteplici.

Ci sono analisi simili da fare sia sulla morte di Elisabetta (personaggio molto controverso) che su quella dello Zar Alessandro, e tentativi analoghi presero di mira, pur fallendo, anche esponenti della monarchia Britannica, Spagnola o Italiana.


-Fireflag-

Bet said...

Ciao Nessie, ben ritrovata. :-) Ti riporto un commento che ho letto altrove e che fin qui mi sembra azzeccato:

Un 'altra azione puramente dimostrativa dell'Amministrazione Trump. L'asse con Putin tiene egregiamente e l'estate si avvicina velocemente. Non vorrei essere al posto della parte di Deep state vicina ai dem (Clinton-Obama) e newcon (Mccain, Craig-Nuland). Stanno per arrivare le inchieste che li asfalteranno, e loro lo sanno, per questo premono per un'escalation con la Russia. Piuttosto che finire appesi al gancio, come disse la Clinton,preferiscono una guerra mondiale. Grazie a Trump e Putin non ci riusciranno.

Insomma nessun conflitto per ora, solo un po' di botti per guadagnare tempo in attesa della deflagrazione che a Trump interessa davvero (e che non è bellica). Ad avvalorare questa tesi, oltre all'inconcludenza dell'attacco definito una farsa dai ribelli anti Assad, c'è anche la reazione fin troppo tiepida di Putin che anche stavolta non va oltre le solite parole di circostanza.
Il punto è che Trump è con ogni probabilità meno scemo di quanto sembra e, circondato da nemici che non vedono l'ora di fargli la pelle, sta giocando una partita diciamo così non convenzionale, dove i missili fanno solo da contorno. E intanto tra un botto qui e un lancio nel deserto là si avvicina l'estate...

Nessie said...

Ciao Bet, grazie. Spero anch'io che le cose siano messe così. Ma non dimenticare che in ogni caso, Trump, è costretto a dormire coi serpenti. E che qualcuno ce l'ha pure in famiglia.

Bet said...

Questo sicuramente, Nessie. Trump cammina in un campo minato infestato da gentaglia autrice delle peggio schifezze, e lui per primo lo sa bene. La tattica di comportarsi come se fosse ormai 'normalizzato', cioè passato tra le loro fila, in un contesto simile ci sta e se non altro serve ad evitargli una morte prematura per mano di qualche pazzo suicida col corollario di un'infinità di inchieste che non approderanno mai a nulla.
Ovviamente nessuno di noi ha la palla di vetro e può sapere cosa bolle davvero in pentola, ma possiamo cercare di capirlo proprio da questi segnali. Per ora, è evidente che né Trump né Putin hanno intenzione di scatenare una guerra e ciò è già incoraggiante. Mi spingo oltre: secondo me Trump sta recitando una parte, del resto è abbastanza gigione da calarsi nel ruolo, e Putin lo ha capito benissimo. Per il seguito wait and see, vediamo che succede in estate. Non mi spiacerebbe affatto che un po' di feccia venisse messa finalmente alla gogna.

Nessie said...

Non ci resta che aspettare per vedere che piega prenderanno gli avvenimenti. Per il momento però Trump ha rinnovato sanzioni economici contro la Russia. Ma questo è un boomerang, perché anche la Russia è una vasta aerea mercantile per USA, GB e Francia.

Bet said...

Nulla di nuovo sotto il sole Nessie, è il ben noto copione. La faccia feroce serve a salvare le apparenze. :-)
Come ben dici tu è un boomerang e nessuno in realtà vuole rimetterci, specie in un mondo interconnesso come il nostro dove è il profitto a dettare legge. Poi si sa, fatta la sanzione trovato l'inganno, coi nemiconi che per vie traverse trafficano meglio di prima.
Il resto è puro teatro a beneficio del coro plaudente.

Nessie said...

Bet, ho abilitato un nuovo post più sopra, se vuoi parteciparvi.