14 October 2009

L'Europa del Trattato avrà la pena di morte ma nessuno lo scrive


L'Irlanda ormai in ginocchio per la crisi è stata costretta a sottostare due volte allo stesso referendum dalle "democraticissime" cancellerie di Bruxelles. Un referendum solo (quello in cui ha detto No, non facendo dormire Barroso) non bastava. Ce ne volevano due, finché -  presa per la gola -  ha dovuto dire SI al Trattato di Lisbona di cui la sottoscritta ha già parlato in un paio di post nel 2008: luglio e agosto.
Anche la  Polonia dei Kaczynski ha appena detto SI. Ora tocca alla Repubblica Ceca con a capo Vaclav Klaus. Un poeta dovrebbe avere la libertà mentale per dire NO. E chi se non lui? Ma ormai nutro poche speranze, tenuto conto che il consenso se non lo si ha, lo si può comprare.  A suon di euro.
Non avrei più voluto tornare su questo increscioso argomento del quale nessuno di quei giornalistucoli che hanno manifestato per la libertà di stampa a Roma, sabato 3 ottobre scorso, si è mai degnato di parlare. Lo ha fatto assai poco anche la stampa di destra, per la verità, con l'eccezione di qualche articolo apparso su Il Giornale a firma Ida Magli e un altro a cura della Redazione. E poco pure sulla blogosfera, in specie sugli aggregatori "ufficiali".
Il motivo per il quale torno su questo tema è un pezzo trovato sul sito dell'eurodeputato leghista Matteo Salvini. dal titolo "Trattato Lisbona:L'Irlanda verso il SI. Pena di morte più vicina.
Il quale estrae dal Trattato, il passaggio incriminato sulle eccezioni relative alla pena di morte: guerre, insurrezioni e rivolte.
La pena di morte sarebbe abolita, tranne che in caso di guerra, di disordini, di insurrezione (war, riots, upheaval, c'è scritto).
Passi per la guerra, - scrive Salvini- ma chi decide quali sono i "disordini" e quali invece le "proteste popolari"? Secondo diversi studiosi, capitanati da quel professor Albrecht Schachtschneider che stilò un esposto contro il Trattato di Maastricht, la tanto vituperata pena di morte verrebbe dunque grazie al Trattato di Lisbona reintrodotta di nascosto. Che dicono i pacifisti di tutto il mondo?

 Salvini giustamente fa rilevare quali sono le proteste ritenute popolari e legittime da quelle no e chi dovrebbe deciderlo. Ma, con tutta la simpatia e stima,  la domanda, stavolta,  gliela pongo io:
"Dov'era quando in Parlamento i suoi della Lega hanno votato SI nel luglio 2008, insieme agli altri gruppi parlamentari di destra e di sinistra?".
 Non ci venga a dire che non lo sapeva o che non lo aveva ancora letto. Conosco l'obiezione.  Il Trattato sarebbe passato comunque perché il PdL avrebbe votato insieme alla sinistra trovando i numeri necessari. Quella sinistra che quando c'è da limitare le sovranità e le libertà è sempre lì in prima fila seguita da una destra poco coraggiosa. Ma almeno la Lega, opponendosi, ci avrebbe fatto una più nobile figura, poiché in poliitca contano anche le intenzioni.
E allora si sappia che l'Europa che ci aspetta avrà una raffica di restrizioni repressive in confronto alle quali tutte le reprimende che già ci tocca subire sui respingimenti dalle varie commissioni Ue,  saranno acqua fresca.
Nel pacchetto in sintesi  è compreso:
- Controllo totale sulle politiche d'immigrazione, pena di morte per rivoluzioni e insurrezioni, inasprimento delle pene per negazionismo,  obbligo di obbedienza alle "leggi eurocratiche" al disopra di quelle nazionali; sarà resa obbligatoria la Carta dei diritti fondamentali UE che comprende : eutanasia, leggi matrimoniali come Pacs, diritti dei bambini, leggi di successione, legalizzazione di droghe, tutte cose che passano alla competenza eurocratica. Mandato d'arresto europeo, prigioni europee e polizia europea.  Infine avremo un Presidente europeo Unico uguale per tutti, ci piaccia o no, con totale mancanza di diritto di veto per ognuno degli stati membri, sulle decisioni prese.
E se ho dimenticato qualcos'altro me lo si faccia presente. Questo è solo un primo passo per quella governance mondiale di cui tanto si parla e che l'attuale crisi economica sembra aver accelerato.
Tutto ciò,  mentre i "coglioni" in piazza S. Giovanni invece di scriverne e di informarci perdono tempo dietro al solito Berlusca, su preciso mandato "debenedettino". Bell' esempio di giornalismo "investigativo"!
Ci sono rivolte legittime  o semplicemente  pagliacciate, come quelle di cui sopra. Quando ci servirà per davvero ribellarci, ce lo impediranno ferocemente, grazie alla Ratifica del Trattato, poiché chi ci comanda ha già previsto mosse e  contromosse.  Benvenuti in Forcolandia, ordunque!

63 comments:

Anonymous said...

Perchè i giornali sono stati zitti? Perchè gli editori, quelli che danno le direttive cui i giornalisti debbono attenersi, pena la perdita dei lauti stipendi, si sa chi sono, e sono complici e conniventi. Piuttosto, santa madre chiesa, perchè è stata zitta? Allora le vanno bene i PACS, l'eutanasia e compagnia cantante? O forse pensa di rifarsi con i quattrini che intascherà tramite la gestione dell'immigrazione clandestina? Bah, sepolcri imbiancati. Tornasse in vita Cristo, altro che cacciata dei mercanti dal tempio! Un saluto sconsolato. Paola.

Nessie said...

Paola, non solo santa madre chiesa è stata zitta (minuscolo voluto), ma in Irlanda, attraverso i vescovi, ha fatto specifica campagna di dissuasione nei confronti del No, consigliando agli irlandesi di votare per il SI nel secondo referendum. Cioè di votare per la nostra condanna. E i pacifisti delle varie Ong cattosinistre dove sono?
Ovviamente non è l'unico silenzio complice.

Anonymous said...

Si vedono sempre meno differenze con una dittatura. Prima hanno fissato limiti sempre più stretti alle opinioni, poi hanno decretato la discrezionalità dello stato di diritto e ora chiariscono quali possono essere le conseguenze estreme.
Francamente non vedo una via d'uscita. Dopo aver vissuto nella Fattoria degli Animali prendiamo atto di essere in pieno 1984 Orwelliano.
Scart

Anonymous said...

Cara Nessie, una domanda: ti risulta che quella schifezza che risponde al nome di trattato di Lisbona, preveda, a differenza che in passato, quando si poteva solo aderire, la possibilità, per gli stati membri, di secedere? L'ho letto non ricordo più dove. Non che ci speri molto, però, sempre meglio lasciarci una via di fuga, per il futuro. Hai visto mai...Come ho scritto in un precedente post, spesso, nella storia, le situazioni si sono risolte nel loro contrario. E quando meno te l'aspetti. (Vedi persecuzione anticristaiana di Diocleziano e, dopo pochissimi anni, editto di Costantino e cristianesimo "religio licita"). Ciao. Paola.

Nessie said...

Scart, i presupposti ci sono tutti.
Perfino Tocqueville che avrebbe come blogosfera, il dovere morale di "controinformare", mi ha messo di taglio basso (sezione ultimi post aggregati) e sono già svolazzata nelle pagine interne della politica interna. E giuro, non sottolineo ciò per mera compiacenza narcisistica (chissenefrega, tanto non è l'aggregatore che mi dà dei lettori in più) ma perché allora non si capisce cosa c'è a fare Internet se poi devono inseguire sempre e solo le notizie di cui già TUTTI PARLANO.
In ogni caso, la neolingua orwelliana esiste già : "migranti", "risorse" ecc.
E i presupposti per il pensiero mondiale Unico, pure.

Elly said...

Ormai ci hanno infilato dentro con tutte le scarpe. Altro che Urss comunista...

Nessie said...

Paola, francamente non saprei dirti. Ho aggiunto i link dei miei due post pregressi sull'argomento fatti già nel luglio e agosto del 2008, in concomitanza con la Ratifica parlamentare alle due camere. Da lì, magari ci sono altri link a scatole cinesi, in cui potresti orientarti.
Se ne sai di più, fammi sapere, dato che l'argomento mi interessa.
Non che ci speri molto nemmeno io...

Anonymous said...

Cara Nessie, vado un pochino di fretta, però, mi sembra (non ne sono certa), che ne abbia parlato Paolo Barnard. Comunque è una notizia che ho sicuramente letto nella rete. Non ci spero, ripeto, però è importante che ci sia comunque uno spiraglio giuridico. Ammesso che la norma valga qualcosa, per i dittatori del terzo millennio. Paola.

Nessie said...

Elly, senza contare che l'Urss comunista non è caduta, grazie a un'insurrezione popolare in cui sono stati individuati i responsabili,ma si è dissolta come cartapesta di film hollywoodiani.
Chiediti perché i più ricchi finanzieri di Wall Street, l'indomani del crollo erano già proprietari dei più eleganti palazzi d'epoca di S. Pietroburgo.

Anonymous said...

Nessie, ho fatto una rapida ricerca in google e ho trovato questo link www.affarinternazionali.it/stampa.asp?ID=862 Ne accenna al paragrafo "Ipotesi secessione". Non ho tempo per una ricerca più approfondita, ma , a questo punto, credo di non aver scritto una inesattezza. Quanto poi ci potrà servire...mah. Paola

Nessie said...

Letto il ink, ma sinceramente è un escamotage che mi convince poco. Il governatore della Carinzia Jorge Haider, voleva fare una maxiregione autonomista, e si è visto come l'hanno accolto. Quest'anno ricorre un anno dalla sua morte.
Inoltre l'articolista dice un mucchio di inesattezze relative alla GB.
L'Inghilterra rimane comunque proprietaria del 15,98% e la Danimarca del 1,72% della Banca Centrale Europea. Piccolo dettaglio che l'autrice del pezzo,non ha detto.

Per saperne di più su quanto gli studiosi hanno analizzato su detto Trattato (che è un malloppo di 280 pagine) leggi qui, appena ne hai il tempo:
http://padus996.blogspot.com/2008/07/il-trattato-di-lisbona.html

Massimo said...

Non è la pena di morte che mi preoccupa, ma a chi viene affidata la decisione di comminarla. Nominassero il sottoscritto come giudice unico, sarebbe amministrate da buone mani ... ;-)

Nessie said...

Beh, mi pare evidente Massimo. Credevo che fosse chiaro. Se questo sarà il nuovo totalitarismo mondiale e mondialista, è bene non investirlo di simili poteri. Per questo (e non per pacifismo, a prescindere) non ho mai quotato le linee forcaiole sulla pena di morte.
Immaginati mentre vai a manifestare in piazza contro l'eccesso di moschee nella tua città e di trovarti sotto arresto da una polizia di un paese straniero, e di essere tradotto in un carcere non italiano. Sono tutti scenari possibili.

Aretusa said...

In pratica uno stato di polizia europeo....domani riprendo il tuo post e lo rilancio. Certe cose NON possiamo farle passare sotto silenzio.
Non servirà a molto, ma almeno "cadremo" dopo aver lottato.
Ciao Mary

sarcastycon said...

Massimo
se ti servisse un aiutante ...sai dove trovarlo
ciao
Sarc.

Mary
che il trattato di Lisbona sia una schifezza,credo che lo sappiano tutti, anche il mezzopresidente,ma non si può dire,l'ipocrisia regna sovrana.
Purtroppo è stato approvato dal parlamento e non con un referendum come sarebbe stato più logico.
Referendum che forse non sarebbe passato.
Ma la logica non fa parte della politica.

Vorrò vedere i giudici della cosiddetta consulta cosa inventeranno per legittimare tutte quelle leggi eurostronze in contrasto con la ns.costituzione.
Staremo a vedere.
Anche se fosse possibile recedere dal trattato quale governo avrebbe le palle per farlo?
ciao
Sarc.

Nessie said...

Ecco, brava Mary, è proprio questo il concetto. Una vasta e larga Spectre con compiti di polizia (anche "polizia del pensiero").
Tra le tante delizie che ci riservano c'è anche la rilevazione dei dati biometrici (DNA, Impronte digitali in una speciale banca dati). Uno pensa che sarà per i delinquenti e che le brave persone come noi, non hanno nulla da temere: ERRORE. Se fossero i delinquenti il loro problema, avrebbero dovuto tempestivamente intervenire per correggere quell'obbrobrio di Schengen, da cui penetra della gran feccia. Invece, nisba.
E' evidente che la "banca dati biometrici" serve per ovviare al femoneno della dissidenza che crescerà sempre più.

Nessie said...

Nessie, Sarc, e non Mary; ma fa niente, ti perdono il lapsus :-)

Leggi "eurostronze" è davvero perfetto, ma dubito che i giudici nostrani sollevino problemi di compatibilità con la nostra Costituzione che hanno mostrato, finora, di servire coi piedi e di farne carne di porco. Per cominciare non c'è scritto i nessuna costituzione che chiunque può sognarsi di arrivare per cieli, mari e terra a invaderci.

sarcastycon said...

Nessie
scusami, meno male ti ho chiamata con il nome di un'amica,pensa un po' se ti avessi chiamata rosy.....
---------
La consulta assume atteggiamenti contraddittori oggi ha respinto le richieste di incostituzionalità sul pacchetto sicurezza, avanzate dalle solite procure rosse.

Vista l'età dei componenti, forse soffriranno di demenza senile...
ciao
Sarc.

Lontana said...

Ho letto velocemente stamattina e son rimasta...Nessuno che sollevi la minima obiezione alla pena di morte per disordini??? E Pannella dov'é? É passato a miglior vita?
E poi, questa sottomissione...questo centralismo..Noi già ci lamentavamo del centralismo romano!Se si pensa che negli USA ogni Stato decide autonomamente su quasi tutto..e là parlano la stessa lingua..
In Europa le popolazioni sono divise, troppe lingua, troppe tradizioni diverse...una forzatura a cui non ci si potrà nemmeno ribellare?
É desolante..
Ciao Nessie, fai bene a far conoscere queste cose, siamo tutti distratti da quisquilie.
Lontana

Lontana said...

Massimo,
qui non si tratta di poter giustiziare qualche serial killer o stragista o pedofilo assassino, anzi, quelli li fanno eroi europei!
É evidente la volontà di mozzare i ribelli anti-europei..

Nessie said...

"qui non si tratta di poter giustiziare qualche serial killer o stragista o pedofilo assassino, anzi, quelli li fanno eroi europei".

Penso che tu abbia colto nel segno, Lonty. Infatti questi inasprimenti e queste tagliole e trappole mortali sul nostro percorso sono costruite a misura di euroscettici e di chi si oppone a questo disegno.
Lo stesso "reato d'omofobia" che quella povera sciocca dagli occhi sbarrati della Carfagna continua a perorare, è voluto dalla Ue e fa parte di quella "polizia di pensiero unico" di cui si diceva. Con tutti i problemi che martoriano questo paese, sembra che il problema più importante siano divenuti i gay.
Mi spiace, ma fermo restante il mio totale disgusto per le donne di sinistra, ci sono delle oche giulive anche a destra (con l'eccezione della Gelmini, che è una ragazza di carattere che sa il fatto suo).

Anonymous said...

Ciao, sono Alice77
Ti scrivo perchè 6 mesi fa ho creato su “oknotizie” (notoriamente di sinistra) un gruppo denominato “komunistelli contro il pensiero di okno”

La superiorità avversa composta principalmente da comunisti con un odio sviscerato per il Pdl e in particolare per il nostro Premier (per il momento) è ancora notevole, ma noi siamo compatti, agguerriti e abbiamo imparato a difenderci!

Il nostro gruppo poco per volta è cresciuto, adesso postano già con noi /La finestra azzurra/ Fort/ Il Pensatore/ Il Falco/ Saxolum/ Camelot/ Antikom_News/ Pardo/ attualita-e-opinioni.noiblogger.com/ liberlex.altervista.org/ Il Fazioso/ www.radicalweb.altervista.org/ antikomunistelli.blogspot.com/ Orpheus/ daw/ ecc....da qualche tempo anche alcuni utenti di okno.

Non verresti anche tu ad aiutarci a sparare alle bufale della maggioranza? noi usiamo spesso tue notizie ma postate da chi le scrive sono molto più apprezzate!

Iscriversi è facilissimo....intanto potresti venire a vederci...www.oknotizie.virgilio.it sulla sinistra della home trovi “gruppi popolari” [komunistelli] clicchi ed entri nella nostra pagina.

Ad iscrizione avvenuta per postare, entri nella nostra pagina, clicchi su "Aiuto" poi su "Configura il browser" a questo punto trovi 2 possibilità in base al tuo motore di ricerca (Firevox e Safari) oppure (Internet Explorer)

clicca con il tasto destro del mouse sulla scritta grigia (Proponi su komunistelli.oknotizie) compare una finestra, clicca su "aggiungi a preferiti"

Quando devi postare apri la pagina che vuoi inviare, vai nella lista dei preferiti e clicchi sul link che avevi salvato.

Ti stiamo aspettando, non deluderci....a presto! Alice ;-)))

ti lascio la mia e-mail alicesettantasette@alice.it

Nessie said...

Ti ringrazio Alice, ma di tempo per le community ne ho poco. A malapena riesco ad aggiiornare questo blog. Salutami gli altri amici come Fort, e altri citati che conosco bene.

Vanda Sanzogni-Holik said...

Paul (mio marito) e' Ceco. Leggendo notizie in lingua originale e parlando con amici residenti nella Repubblica Ceca, mi dice che li l'intero parlamento (ben oliato dall'Unione Europea) e' pronto a silurare il Presidente Klaus.
Klaus e' un idealista ed e' anche molto caparbio e non cedera' facilmente alle pressione di Bruxelles, tuttavia la sua resistenza non troverà alcun appoggio e successo (purtroppo!).
Siamo in caduta libera....

Nessie said...

Che tristezza Vanda! La notizia che mi dai non mi conforta affatto. Praticamente le cancellerie Ue si sono comprati l'intero parlamento ceco: c'era da aspettarselo! Solo un miracolo può salvare Klaus.

Del resto il Trattato di Lisbona è la riedizione di quel Maastricht che era stata già un'altra volta trombato, e questa è la loro "democrazia".

Ci stanno imponendo già il reato di "omofobia" , sempre da Bruxelles. C'è quell'oca giuliva della Carfagna che continua a ripetere come un pappagallo che IL "REATO DI OMOFOBIA" fa parte dell'art. 19 del Trattato di Lisbona. Ma ti rendi conto che questi qua ci impongono anche il concetto secondo il quale alcune minoranze devono essere più protette di altre, e che aggredire un gay è un reato superiore al fatto di aggredire un etero?
Con tutti i problemi in cui siamo immersi, francamente quello dei gay c'est le dernier des mes soucis.

Aldo said...

Belle parole, Nessie. Le trovo sacrosante. Peccato che valgano tanto quanto quelle che son solito spendere io (anche su altri temi): un cazzo di niente. Nulla. Zero. Attenzione, non è che non valgano niente perché sono sbagliate, è che le parole pesano per quanto pesano le persone e le reti di potere che quelle persone son riuscite a tessere intorno a sè. La mia, di rete, a voler essere realisti semplicemente non esiste, e la tua?

Aldo said...

Sarcastycon: "Vorrò vedere i giudici della cosiddetta consulta cosa inventeranno per legittimare tutte quelle leggi eurostronze in contrasto con la ns.costituzione."

Semplice. Il governo di turno farà in modo di modificare la costituzione nostrana per renderla "conforme" senza dare troppo nell'occhio. Dopo tutto, da parte dei governi basta agire tacendo e qualsiasi decisione passa nell'indifferenza innocente dei disinformati. Alla faccia del "popolo sovrano".

P.S. Scrivo "indifferenza innocente" perché non sono tra coloro che sostengono che se uno è fesso è giusto fregarlo. Chi la pensa così, appartiene alla stessa risma di coloro che credono che se uno non sa difendersi è giusto infierire - che so, stupratori e sfruttatori di minori, per esempio?

Aldo said...

"[...] aggredire un gay è un reato superiore al fatto di aggredire un etero?"

Infatti questa è una stronzata dello stesso livello di quel che sancisce la legislazione sullo stupro: perché mai la violenza sessuale dovrebbe essere più grave di quella d'altro tipo? Cioè, se ti frantumano i denti a suon di sprangate e ti spezzano gambe e braccia è meno grave che se ti stuprano? Eppure, pare proprio che sia così.

Stesso ragionamento per i reati di opinione che implicano l'esprimersi contro certi ceppi etnici, certe religioni o certe culture.

Se la si finisse col raggruppare per legge la gente in categorie di serie dalla A alla Z, forse tante forme di intolleranza rientrerebbero da sè. Questo stato di cose alimenta i rancori anziché mitigarli.

Nessie said...

Attenzione, non è che non valgano niente perché sono sbagliate, è che le parole pesano per quanto pesano le persone e le reti di potere che quelle persone son riuscite a tessere intorno a sè".

Risposta: Aldo, se avessi una rete di potere, non starei a perder tempo sul "retino acchiappafarfalle" dei blog.

C'è dell'altro sullo stupro che mi pare di averti già detto e che nel caso non lo avessi capito, ti rinnovo.

"Infatti questa è una stronzata dello stesso livello di quel che sancisce la legislazione sullo stupro: perché mai la violenza sessuale dovrebbe essere più grave di quella d'altro tipo? Cioè, se ti frantumano i denti a suon di sprangate e ti spezzano gambe e braccia è meno grave che se ti stuprano? Eppure, pare proprio che sia così".

Sei male informato: allo stupro del branco di romeni alla Cafarella (zona periferica di Roma) su una povera 14 enne (dunque una minorenne che magari potrebbe esseri figlia) i tre ceffi rom responsabili del reato, si sono beccati esattamente quanto una comune aggressione. E forse anche meno. Informati meglio.
Mi piacerebbe sapere se due brutti ceffi romeni venissero poi a stuprare tua nonna 75 enne a casa sua, portandogli via la pensione, e dandole un sacco di legnate fino a mandarla in ospedale, se avessi ancora voglia di fare di questi discorsetti provocatori che francamente ci azzeccano poco coi reati d'opinione a cui ho fatto cenno (reato di omofobia). Il fatto che riporto è accaduto di recente a Catania.
Inoltre come ti ho già detto in altra occasione per stupro si muore. Durante gli stupri etnici del conflitto balcanico, le donne di altra etnia venivano stuprate, malmenate eppoi uccise.
Durante lo stupro a TOr di Quinto (Roma) , Giovanna Reggiani , venne malmenata, stordita con una pietra, colpita più volte, stuprata e morta.
La corte (che forse aveva lei idee a dir poco confuse) diede sconto di pena al rom Mailat, perché la poveretta aveva...resistito.
Per dirtela crudamente, visto che ti rifiuti di capire la meccanica, una donna non la dà via allo stupratore, senza prendere una preventiva razione di botte. Per cui, per favore, non toccare un tasto francamente dolente per la maggior parte delle donne. E di quegli uomini (che non è il tuo caso) che hanno un briciolo di sensibilità nei confronti di mogli, madri o sorelle che corrono un simile pericolo.

Nessie said...

Naturalmente l'argomento stupri è OT con il contenuto del post, per cui ho voluto seguirti in quella che considero una digressione.

Già che sei a tiro, nel post precedente Pseudosauro mi ha dato il link del tuo sito demografico, ma non mi si apriva. Potresti ridarmelo? Il titolo del pezzo era "Andamento della popolazione in Italia dal 1990 al 2007".

Aldo said...

Nessie: "[...] discorsetti provocatori [...]".

Nessie, nessuna provocazione, davvero, per quanto ammetta che effettivamente sono andato un po' fuori tema. Il resto delle tue osservazioni sullo stupro non mi pare in contrasto con le mie (che comunque ho riportato solo per arrivare al punto "Se la si finisse col raggruppare per legge la gente in categorie di serie dalla A alla Z, forse tante forme di intolleranza rientrerebbero da sè. Questo stato di cose alimenta i rancori anziché mitigarli." [che non credo sia fuori tema]). Magari sbaglio, ma mi pare di cogliere un filo contorto nel modo in cui si sta trattando, a livello di (in)formazione la questione omofobia, la questione stupri, quella religiosa, quella etnica, e così via. Probabilmente mi son spiegato male, ma non importa.

L'URL è http://www.oilcrash.com/italia.htm
Se sfogli arrivi anche alla pagina che ti ha indicato Pseudosauro (probabilmente il grafico che trovi al piede dell'home page).

Nessie said...

Grazie, ora sfoglio. Vedo che ci sono pagine interessanti.
Sull'informazione. Come ho già tentato di spiegare nel post precedente a questo sugli "squali" della Finanza/informazione (binomio inscindibile), l'informazione è in mano a forti e potenti lobby finanziarie. Le stesse che amministrano nelle cancellerie europee, le stesse che sono a capo del governo mondiale. Dunque è normale che la maggioranza dei temi di discussione in primo piano sui giornali sia politicamente indotta.
La faccenda dell'omofobia rientra in quei reati d'opinione e di "polizia del pensiero" che costituiscono il nocciolo duro di quel Trattato di Lisbona che nessuno conosce, perché:

1) E' un malloppo di 280 pagine pressoché incomprensibili.

2) La cosiddetta informazione ne ha taciuto.

3) Quando lo ha fatto, è per magnificarne la bontà e dunque l'inevitabilità.

4) Tutti i paesi membri lo hanno ratificato ad eccezione della Repubblica Ceca che con molta probabilità si accoderà.

Chiediamoci il perché di tutte queste cose.

Nessie said...

PS e OT: il fenomeno degli stupri in aumento in modo esponenziale, è strettamente collegato all'immigrazionismo selvaggio e al mancato controllo del territorio, il nostro.
Diventato per l'Ue, terra di tutti. Quindi, terra di nessuno.
Come ho già ripetuto infinite volte esso è collegato all'aggressione per la vittima e al sequestro di persona. E scusa se è poco.

Josh said...

Fa specie anche ricordare il fatto che mesi fa, quando l'Irlanda votò contro il Trattato di Lisbona, Napolitano la criticò (e passò su tutti i TG) aspramente, e sosteneva che chi è contrario al trattato di Lisbona sarebbe un Terrorista! E pure un 'retrogrado' anti "democratico".
che roba.

Nessie said...

Vero Josh. E hai fatto bene a ricordarlo, dato che questo si chiama "ricatto" morale. Ora la Carfagna (che con tutta probabilità manco lo ha letto, visto che è una pizza) non fa che magnificarne la bontà e ha detto che stilerà un provvedimento anti-omofobico secondo i suoi dettami.
Ma francamente mi stupisce non poco il silenzio della S.Sede, visto che all'interno del pacchetto ci sono temi eticamente sensibili come "eutanasia", pena di morte ecc. che dovrebbe riguardarla assai da vicino.
Ma come?! Si arrabbiano perché non si fa menzione sulle "radici cristiane" eppoi si tace su tutto il resto?

Josh said...

Ho visto la Carfagna con gli occhi strabuzzati (tanto ce li ha sempre così) dirne un gran bene del trattato...

Non sarei stupito del silenzio vaticano...o meglio di questo vaticano: potere del soldo, cara Nessie:))
Il trattato (in virtù del fatto che l'immigrazione, quote etc sarà decisa da Bruxelles) garantisce alla Chiesa l'ampio e costante "indotto" dell'immigrazione, quindi sembrerà buono alle ong, onlus ecclesiastiche & co, appoggiate già da Onu ed Eu; in pratica la Chiesa avrà garantito il vitalizio tramite i suoi interessi nelle politiche immigratorie mascherate da assistenzialismo e buonismo (della serie: come covarsi serpi in seno, e pure peggio, come covarsi probabili attentatori mantenuti in diocesi).
Del resto il gioco deve apparire palese a molti ormai: vai alla Caritas se sei un italiano in difficoltà e nessuno farà nulla per te. Negli appartamenti invece spesso annessi a chiese parrocchiali un tempo si ospitavano italiani in disgrazia: oggi si ospitano famiglie numerose varie, ma NON italiane, e quanto spesso nemmeno cristiane per dare il buon esempio. E ho detto tutto.

Tanto le masse dei flussi migratori, a parte il caso minimo sopracitato, mica ce li ha in casa la S. Sede, nè li mantiene lei, ma casomai noi con il prelievo fiscale su di noi.

Certo all'interno del 'pacco' di Lisbona ci sono eutanasia e pena di morte, che pare non aggradino alla Chiesa di solito, ma forse chiudono un occhio con l'idea di avere immigrazione assicurata. Ma stavolta i preti sinistrati si sono fatti male i conti.

Anonymous said...

Avete notato che oramai sia in Italia che in sede internazionale si sono imposte due prassi: a dettare legge sono organismi generalmente non eletti che si cooptano e sostengono l'un l'altro e ch oramai qualsiasi opinione contraria ai dogmi imposti da tali organismi e dai loro amichetti non è più preso come una opinione contraria ma è trattato praticamente come fosse un reato.
Nel caso della UE' il meccanismo è chiarissimo. Basta manifestare una critica è si viene subito criminalizzati e magari sanzionati in qualche maniera. Come si vede incriminazioni, condanne e vendette non mancano di certo. Questo riguarda sia i singoli che partiti, organizzazioni, associazioni e mezzi di informazione dissenzienti. Di fatto non c'è già più liberta di opinione se non in ambiti molto molto ristretti e considerati inoffensivi dal regimetto in auge.
Scart

Nessie said...

Josh, riporto la tua chiosa:

"ma stovolta i preti sinistrati si sono fatti male i conti".

Purtroppo toglici pure l'aggettivo "sinistrati" e avrai la verità nuda e cruda. La chiesa nel suo insieme crede di giocare con queste cancellerie laiciste di ispirazione massonica come la storia del coccodrillo che viene mangiato per ultimo. In realtà verrà comunque divorata, se non avrà un sussulto di orgoglio.
Che per ora non si vede.

Nessie said...

" a dettare legge sono organismi generalmente non eletti che si cooptano e sostengono l'un l'altro e che oramai qualsiasi opinione contraria ai dogmi imposti da tali organismi e dai loro amichetti non è più preso come una opinione contraria ma è trattato praticamente come fosse un reato".

Esattamente Scart. Non so se hai notato che non appena è stato bocciato il provvedimento antiomofobico della lesbica Concia è subito arrivato, puntuale come la morte, il predicozzo con relativo cazziatone dell'ONU sulla presunta arretratezza e omofobia degli Italiani.
Abbiamo vissuto 60 anni di relativa tranquillità ma ora i potenti rivogliono i loro schiavi.
Quei potenti che hanno tenuto il popolo sotto il tacco e che adagio adagio ricominciano a toglierci tutte le certezze. Dobbiamo riprendere la lotta se non vogliamo perdere le nostre conquiste e i nostri diritti che purtroppo non sono mai acquisiti una volta per tutte. E' una china molto pericolosa e per giunta, come ha scritto Mary in un commento, ci sono pure molti "utili idioti" che fanno il loro gioco sporco.

Josh said...

quoto "ci sono pure molti "utili idioti" che fanno il loro gioco sporco."

ce n'è una marea.
E dalle mie parti è talmente pieno che a volte penso di incontrarli tutti io:))

Anonymous said...

Si, la chiesa (minuscolo), ha fatto male, malissimo, i suoi conti, perchè il giorno che una sempre maggior fetta di popolazione italiana aprirà gli occhi su quanto i preti stanno facendo riguardo l'immigrazione, prevedo una notevole diminuzione dell'otto per mille, che già nel 2008, rispetto al 2007 è calato del tre per cento. Poco, certo, ma è un inizio. Tanto la chiesa solo i soldi vuole, solo di denari è avida, ed è nella saccoccia che verrà sempre più colpita. Paola.

Nessie said...

Purtroppo capisco la tua amarezza e delusione che è anche la mia, Paola. E' sconcertante che la voce della chiesa taccia.
E intanto è di queste ore la notizia che hanno crocifisso sette Cristiani in Sudan. Ma a che gioco giochiamo?

Dobbiamo continuare a importare nel nostro paese maree umane di immigrati che praticano confessioni incompatibili con la nostra?
E per beccarsi le royalties provenienti dalle Ong e Onlus si tace pure su un'europa (minuscolissima) che fa della scristianizzazione il suo cavallo di battaglia?
S', la chiesa è complice come qualsiasi altra forza mondialista, di questo sfacelo.

Anonymous said...

Come cattolico sono piuttosto sconcertato da certe forti contraddizioni della Chiesa. Tuttavia tutto diventa più chiaro se si tiene conto che di chiese ce ne sono due: una, quella di sempre, che però in questo periodo è minoritaria ed emarginata dall'altra ora maggioritaria che è quella progressista che si identifica perfettamente con il progressismo politico e i suoi dogmi (e salotti) politicamente corretti e globalizzati. Si spiega così perchè siano attenti all'immigrazione e tendano a nascondere le persecuzioni quotidiane inflitte ai cristiani in tante regioni del mondo.
Scart

Nessie said...

Scart, hanno già risposto correttamente Josh e Paola in proposito:
tanto le masse dei flussi migratori, mica ce li ha in casa la S. Sede, nè li mantiene lei, ma casomai noi con il prelievo fiscale su di noi.

Quello che si meriteranno è lo sciopero dell'8 per mille, se sono solo i soldi a cui tengono.
Credo che questi poveri martiri crocefissi del Sudan meriterebbero almeno una veglia con candele in S. Pietro. E invece nisba.

Anonymous said...

E che dire degli insulti vomitati da certi preti come il farinella (non lo chiamo certo don che, derivando dal latino dominus, significa signore)sui nostri Caduti (questo si, maiuscolo) a Kabul? Avessi udito dalle gerarchie ecclesiastiche una parola non dico di rimprovero, ma almeno di deplorazione, di distinguo, niente. farinella, prete iscritto al pd e scribacchino su micromega dello squalo debenedetti. Sai cosa ti dico, cara Nessie? Continuassero pure così, sempre più italiani apriranno gli occhi e, come si dice in quel latino che hanno buttato alle ortiche come tante altre tradizioni: "Quos perdere vult, Iuppiter dementat". Quelli che vuol mandare in rovina, Giove prima li fa impazzire. Paola.

Aldo said...

Scart: "Di fatto non c'è già più liberta di opinione se non in ambiti molto molto ristretti e considerati inoffensivi dal regimetto in auge."

Ed è proprio per questo, Scart, che noialtri possiamo continuare a scrivere le cose "sovversive" che scriviamo: la nostra "forza" è talmente prossima allo zero da farci a buon diritto rientrare tra coloro che vengono considerati inoffensivi. Se avessimo voce in capitolo, se la nostra voce avesse un peso, saremmo già sotto le proverbiali forche caudine. Basta una decisione da parte di chi ha in mano le redini.

Aldo said...

Nessie: "Quello che si meriteranno è lo sciopero dell'8 per mille, se sono solo i soldi a cui tengono."

Lo stai proclamando? Fallo a chiare lettere, magari in un post apposito condito di abbondante veleno. La mia stima nei tuoi confronti, già alta, crescerà ulteriormente.

Nessie said...

Paola, purtroppo quando accadrà la profezia in latino che scrivi, saranno mala tempora per tutti. E non solo per la chiesa. Perciò inutile augurarselo, perchè sarebbe come quel tale che per far dispetto alla moglie si taglia le cosiddette...
Il mio augurio è che nasca qualche figura carismatica giusta al momento giusto che sappia raddrizzarne i torti all'interno, scacciando come fece il Nazareno i famosi mercanti dal Tempio.
Altrimenti di questo passo, potrebbe, verificarsi la profezia di Nostradamus sui mori i cui cavalli verranno ad abbeverarsi di sangue nelle fontane romane.
L'attacco alla chiesa infatti è triplice: le cancellerie laiciste-massoniche europee, gli utili idioti ecclesiali interni, e le religioni fondamentaliste come l'islam, che l'ineffabile Fini - su dettatura della massoneria Bnai brith, vorrebbe farci subire perfino a scuola.
Hai sentito la faccenda dell'ora di islam da parte di Fini e dei finiani? Roba da mettersi le mani nei capelli!

Nessie said...

Aldo, hai individuato le ragioni del dissenso imbavagliato. Se questo "retino acchiappafarfalle" può continuare a scrivere, è perché è ritenuto ininfluente.
Tuttavia è utile che nel marasma generale qualcuno, qualche infinitesima particella del mondo, non mandi il cervello all'ammasso.
Quanto al mio 8 per mille,quest'anno l'ho dato al mio comune per eventuali spese urbanistiche. E l'anno prossimo farò la stessa cosa.

Tempo al tempo e grazie per il suggerimento: quando sarà l'ora della dichiarazione dei redditi, ci farò sopra un post sul perchè finché la chiesa cattolica non cambia dirittura di marcia, non verserò più il becco di un centesimo.

Anonymous said...

Ho sentito, Nessie, ho sentito purtroppo, ma da uno che, comunque vogliamo giudicare il fascismo e il neo fascismo, ha rinnegato tutto di sè e del suo passato politico, cosa vuoi aspettarti? Chi ha tradito una volta, tradisce sempre, è una china inarrestabile. E non capisce, il tizio, che non raccoglierà nulla da questi suoi atteggiamneti. I felloni non piacciono neanche ai beneficiari del tradimento. Quanto alla chiesa, non mi aspetto più nulla da lei, e da molto tempo, ormai. Paola.

Anonymous said...

Otto per mille? Sempre dato allo stato. Se non altro, va al mio Paese, e non ad uno stato estero. Paola.

Nessie said...

E' curioso che a difendere l'identità cristiana sia rimasto il laicato più illuminato, mentre la chiesa si sia già rassegnata alla mescolanza universale e all'oratorio pluriconfessionale.
Perchè tace anche su queste nefandezze finiane dell'islam a scuola?

Anonymous said...

Bah, Nessie, forse hanno preso per oro colato l'hadit di Maometto che recita, più o meno: "Conquisteremo prima Costantinopoli e poi Roma".Costantinopoli è un pezzo che l'hanno conquistata, senza che la chiesa cattolica ci abbia sparso sopra poi più di tante lacrime, resta Roma.Forse il vaticano si è rassegnato, ma a Roma non c'è mica solo lui.Io, da romana, non mi rassegno per nulla e, se
la chiesa ha alzato bandiera bianca, bene, faremo senza di lei. Paola.

Anonymous said...

Nessie, pare che finalmente la bella addormentata si sia svegliata. Il cardinal Tonini ha commentato la demenziale proposta finiana sull'ora di islamismo, definendola impraticabile. Ovviamente neanche una parola sulle altrettanto demenziali proposte sulla cittadinanza breve e sul voto amministrativo. Vabbè, accontentiamoci, è comunque un inizio.La chiesa si è sentita toccata nel suo monopolio sulla coscienza religiosa degli italiani. Forse, quando si sentirà toccata anche in altri ambiti, si darà una bella e definitiva svegliata. Paola.

Nessie said...

Tonini sarà una mosca bianca, dato che stasera il TG2 delle 20.30 ha annunciato "aperture" dal Vaticano.
Li manderei tutti quanti a recitar messa a La Mecca e alla Medina. Dopo ci pensano loro a fargli fare la fine che si meritano :-(

Meno male che c'è la Lega e che parte del PdL si è dissociato.
Pisanu sembra già un imam, perciò è chiaro che non poteva che far parte del bel numero.

Anonymous said...

Il problema, cara Nessie, è che a la Mecca e Medina,se non sei musulmano, altro che dire messa non ci metti proprio piede, e infatti gli operai cinesi, che dovevano costruire non so che autostrada, si sono dovuti convertire in massa, col pieno consenso del loro ateo governo, ovviamente. Ah, potenza del petrodollaro saudita! Finchè dura, certo e visto che le notizie sulle riserve petrolifere, in Arabia Saudita sono coperte dal segreto di stato, non sarei così sicura che la pacchia sarà eterna.Non ho visto il TG2. Pisanu, dici? E che è successo? Dopo le elezioni del 2006 era sparito! L'hanno tirato fuori direttamente dalla formalina? Questa si che è interessante. Paola.

Nessie said...

Su Pisanu: non dimentichiamoci che come uomo del cdx ai tempi del secondo governo Berlusconi è stato il primo a istituire quello schifo di Consulta islamica dando legittimità perfino all'Ucoii. Ora non si trova a suo agio nel PdL e sconfina sempre più in territorio finian-dalemiano, quello delle fondazioni. E' ovviamente tra i sostenitori di questa nuova nefandezza dell'ora di islam.

Anonymous said...

E' vero, Nessie, avevo dimenticto i gloriosi precedenti di pisanu come ministro degli interni. Fosse per lui, questo, un modo di riciclarsi dopo le accuse, nemmeno tante velate che gli furono fatte per la gestione della notte dello scrutinio delle elezioni del 2006? Quale maniera migliore che essere folgorato sulla via della Mecca e andare quindi a pietire da GianFuffa e al-Alima un posticino in un futuro governo post berlusconiano? Occhi sempre più aperti, e cerchiamo quantomeno di denunciare certe manovre, visto che più non possiamo fare.Una felice domenica. Paola.

Nessie said...

Buona domenica anche a te!

Nessie said...

OT x Aldo: leggi qui:
http://www.corriere.it/cronache/09_ottobre_18/Processo-sospeso-agli-8-violentatori-La-madre-della-ragazza-disgustata-laura-martellini_ec5e6d5e-bbc0-11de-b0a3-00144f02aabc.shtml

Come vedi non è vero che gli stupri abbiano una corsia preferenziale. Un branco di otto violentatori su una ragazzina l'ha fatta franca anche stavolta.

Aldo said...

Nessie, anche senza il link ti avrei creduto di buon grado. E' dalla notte dei tempi che "diritto" è una parola vuota. In effetti, per quanto sia vergognoso ammetterlo, è la forza a fare il "diritto". Da sempre. Che poi si mascheri quella forza con mille artifici in modo da farla sembrare qualcosa d'altro allo scopo di placare gli animi ed ottenere una qualche forma di pace sociale è un altro dato di fatto, ma le maschere non cambiano la realtà: chi ha il coltello dalla parte del manico, fa ciò che gli pare, anche passando sulla pellaccia altrui. Fa schifo, ma è così.

Nessie said...

"Lunghi periodi di pace favoriscono l'insorgere di alcune illusioni ottiche. Tra queste la convinzione che l'inviolabilità del domicilio si fondi sulla Costituzione. In realtà l'inviolabilità del domicilio si fonda sul capofamiglia che, attorniato dai suoi figli, si presenta sulla soglia di casa, brandendo la scure". (Ernst Junger).

Ti consiglio di leggere "Il Trattato del Ribelle" di Junger (edizione Adelphi) se non l'hai ancora fatto.
Mancano gli uomini con la scure in mano pronti a farsi giustizia per sé e per i loro figli.

Anonymous said...

1) "inasprimento delle pene per negazionismo"

Ah ah, poveri omuncoli che non sono altro, tremano ancora al solo sentir pronunciare il nome di quell'uomo.

2) Come al solito, una dei pochi a dir le cose come stanno è la Magli. Questa simpatica "vecchietta" ha più attributi di tutti i suoi colleghi maschi messi assieme.
Un mito.

Leone89