20 July 2008

Occhio ai bidoni estivi!


Mentre noi andiamo in vacanza c'è chi ne approfitta. Non mi riferisco ai soliti topi d'appartamento. Piuttosto a politici-topi. Nel senso delle calamità che si riverseranno fatalmente e inevitabilmente sulle vite e sui destini degli Italiani. E non parlo di manovre economiche. Non solo di queste. Ma di iniziative su cui vale la pena di riflettere. La prima è stato quel pagliaccesco incontro voluto da un Sarkozy sempre più deludente, chiamato "Union des Peuples Méditerranéens" un eufemismo su cui Bat Ye'Or aveva già messo in guardia ai tempi di Chirac, che nasconde la volontà di "eurabizzare" il Continente Antico, nel nome della libera circolazione delle merci, del denaro, delle Banche e degli uomini (mercificati anch'essi). E cioè lo spostamento di masse dall'Africa settentrionale e subsahariana, direttamente chez-nous. Che essendo in prima linea, saremmo gli scemi di turno in grado di offrire "accoglienza". Per amore o per forza. Insomma, i George Clooney (a proposito di scemi) di turno che stappano bottiglie di Martini per i party dei nuovi arrivati. Altro che ludico Mediterraneo, inteso come film di Salvatores-Abatantuono! Sarà il caso di chiamarlo Mare Monstrum e già se ne vedono tutti gli effetti. Per saperne di più leggere qui su Euro-Holocaust.

Il secondo bidone in arrivo è la Ratifica sul Trattato di Lisbona su cui quel gran genio di Gianfranco Fini insiste per lavorarci sopra già a partire dall'estate (cioè adesso), e prima della chiusura dei lavori politici per la tradizionale "pausa estiva". Quanta fretta nel voler perdere quel poco di sovranità nazionale (e di conseguente dignità) rimasteci! Avanti così, fino alla nostra dissoluzione. A tale scopo leggere questo due pezzi di Ida Magli, la quale ha inviato al Parlamento italiano, il suo accorato Appello per il Diritto, per l'Italia e per la Costituzione nel suo primo articolo dal titolo Contro la Ratifica del Trattato di Lisbona ; il secondo pezzo invece è , Un referendum italiano sul Trattato di Lisbona? C'è chi dice NO, e sarà bene ricordarcene quando avremo definitivamente perduto ogni potere decisionale.


Bidone Number Three: le impronte digitali a tutti per sembrare "più democratici". E perché mai, si parva licet? Io non rubo, non rapino, non stupro, né tantomeno educo i minori al furto, né li induco alla prostituzione. E' lecito o no, sapere chi ci mettiamo in casa, dal momento che quegli stati membri di quella commissione Ue che tanto ci critica, i rom a casa loro non li hanno voluti e ne hanno chiesto la moratoria per due anni?

La generalizzazione delle impronte digitali è un modo per criminalizzare la maggior parte dei cittadini Italiani (onesti, per fortuna) che sono già immessi nel Cervellone dello Stato contabile con tanto di numero di codice fiscale; che pagano regolarmente le tasse, che già possiedono documenti d' identità (patente, carta di identità e passaporto) e i cui figli - regolarmente registrati all'Anagrafe - frequentano con regolarità le scuole dell'obbligo dello stato italiano. E' la solita trovata del solito mare magnum per dare copertura alla vera illegalità. Così in questo mare indistinto, tutti delinquenti nessun delinquente. Maroni vada avanti e non aspetti il 2010. Tanto meno, si curi degli isterismi delle Madame Verdurin della sinistra au caviar quando agitano lo spettro del solito pogrom nei confronti degli Ebrei. A Furio Colombo del PD che ha dato del "nazista" al povero Bobo Maroni, ci vorrebbe un'efficace terapia d'urto: un bel campo nomadi con topi, sporcizia e degrado, berci, urla, risse notturne e schiamazzi, spaccio di droga, rapine ed eventuali furti, davanti alle sue lussuose magioni perbene. Per vedere l'effetto che fa.
Aggiornamento: Oggi mercoledi 23 luglio al Senato hanno inserito la Ratifica al Trattato di Lisbona all'interno del pacchetto sicurezza. Per saperne di più su cosa ci aspetta leggete
NB: chi volesse firmare la petizione contro le impronte digitali allargate a noi autoctoni firmi qui

41 comments:

Anonymous said...

Anch'io sono d'accordo che non bisogna infrangere il rapporto di fiducia tra cittadini e stato. O meglio, con quel che resta dello stato, perchè se andiamo avanti così, di stato non ce ne sarà più. Perciò, le impronte , cominciamo a pigliarle con chi ha dei precedenti penali. Dopo si vedrà.
Davide

Nessie said...

Davide, affibbiare soluzioni egualitariste a situazioni profondamente differenziate significa voler creare per forza DISCRIMINAZIONI. Nei confronti di chi si comporta onestamente.

Alberto said...

Furio Colombo e Moni Ovadia dovrebbero solo vergognarsi di paragonare la Shoah agli attuali rom e a come si comportano.
Nessuno parla di lager. I lager semmai sono diventati i nostri quartieri alla loro mercé.

Lontana said...

Anche io non riesco proprio a capire che fretta hanno di ratificare il Trattato di Lisbona. No, anzi, lo immagino: hanno bisogno di soldi, altri soldi per il Sud. E noi pagheremo anche con la privazione delle nostre libertà.

Le impronte potrebbero benissimo prenderle a tutti coloro che entrano per la prima volta sul suolo italiano, europei compresi. Si fa cosi' negli States e nessuno se ne lamenta, ma non si prendono ai cittadini onesti e non si aumentano i documenti di identità come niente.

Furio Colombo farebbe bene a spararsi un colpo che tanto é scentrato, andato, fuori come un balcone.

Lo PseudoSauro said...

Per la verita' di bidoni ce ne sarebbero parecchi altri, ma c'e' tempo per enumerarli... per ora ti lascio riambientare.

Come vedi la "destra" europea sembra fino piu' in fregola della "sinistra". Per fortuna che l'inno nazionale "e' sacro", mentre i confini nazionali non li sono e gli sbarchi continuano come prima, se non peggio.

Ma ci sarebbe anche il tribunale dell'Aja (versione aggiornata e politically correct di quello di Norimberga), Maroni che si scopre umanitario e decide di concedere la cittadinanza ai poveri bimbi rom sfruttati.

Per fortuna che ci sara' la crisi economica a ridimensionare questa congrega di deficienti bybartizan.

Nessie said...

Alberto, questo è poco ma sicuro. Senza dimenticare il fatto dei quattro ragazzi UCCISI nelle Marche da quel rom a nome Ahmetovic ubriaco al volante che era già un pregiudicato e che hanno tenuto ai domiciliari in una villetta in riva al mare. E senza dimenticare il rom ASSASSINO e stupratore della povera Giovanna Reggiani. Cosa avrebbero fatto certi ebrei se fosse toccato a uno di loro?
Avrebbero invocato come minimo, la "matrice religiosa" dell'antisemitismo. Solo noi dobbiamo perdere i nostri figli e le donne senza vendicarci?

Nessie said...

Lonty, la fretta deriva dal fatto che hanno dei piani acceleratissimi per quello che ormai si chiama Nuovo Ordine Mondiale, di cui l'Unione dei Popoli Mediterranei è parte integrante. Ormai dovrebbe essere chiaro a tutti che del parere dei cittadini se ne strafottono e che dopo l'Irlanda, tirano dritto. Più accelerano e più faranno pagare il loro isolamento agli irlandesi, che prima o poi dovranno piegarsi. Tra questi zelanti servi ci siamo noi in prima fila. Ansiosi di autodistruggerci.

Nessie said...

Ciao Sauro, bentornato. Conta, conta pure gli altri bidoni residui. Ovviamente non potevo fare un post kilometrico, ma l'estate è sempre la stagione giusta per vararli. Tanto la gente si riposa e si svaga...
Già, il tribunale dell'Aja. Ierisera in tv, ho sentito anch'io Maroni parlare di cittadinanze-premio regalate. Però ha parlato di bimbi rom senza genitori. Da quel momento in poi vedrai che diranno tutti di essere senza padre né madre. Tanto conviene.

Mefisto said...

Avendo fatto il servizio militare tempo fa... le mie impronte le hanno già, comunque non avrei nessuna remora a sottopormi di nuovo ad una pratica che i sinistrorsi descrivono come "degradante".
Vogliono anche l'impronta dell'iride ? L'analisi del timbro vocale ? Perfino il DNA ?
OK, no-problem, basta che lo facciano tutti, ma proprio tutti !!!
Chi deve temere queste misure sono i DELINQUENTI, non certo le persone oneste, e questo vale anche per le telecamere piazzate a tutti gli incroci, banche, pompe di benzina etc. etc.
Un computer ascolta miliardi di telefonate cercando in automatico parole chiave come "bomba" o "terrorista" ?
Non mi tange...

Nessie said...

I sinistronzi trovano tutto ciò che concerne "Legge & Ordine", come "degradante", caro Mefisto. Ma non è questo il punto, dato che anch'io non ho nulla da temere come te. Il punto è quello che ha riferito Lontana sui Paesi di immigrazione. E cioè che le impronte deve depositarle chi entra in un paese "sovrano", da "straniero". Così facendo invece, si toglie il concetto di "autoctono" e "nativo" confondendolo con quello di "allogeno" e "immigrato" per creare una sorta di biomassa "indistinta" buona solo a diventare consumatrice del vasto mercato globale.
Per saperne di più segui il link che ho messo nelle ultime due righe, e se sei d'accordo, firma la petizione (l'ennesima) on line promossa da Simone Maggiolo. Che ti ripeto anche qui:
http://www.petitiononline.com/g3gs8md7/

loveportofino said...

Vabbè dai, vorrà dire che ci bruceremo i polpastrelli anche noi.
Sarà la volta che introdurranno la confisca dei beni ai "polpastrelli bruciati"?
E pensare che qualcuno ha parlato persino di schedatura del DNA.
Mi faccio ammazzare, piuttosto. Vogliono clonare le italiane per venderle a qualche emiro.
Uaaaaa sto impazzendo.. e lo so!

Credo che la prossima manifestazione scoppierà spontanea, anche se non immagino nè come nè quando. Per adesso ci godiamo queste briciole d'estate, come se fossero le ultime prima di una nuova epoca..... La vita è bella e dobbiamo difenderla.
Stanno passando il segno, sono sicura che ci faremo sentire. In autunno, però ;-))

p.s. scherzi a parte...sono matta io, o capita anche a voi che anche le cose meravigliose abbiano un altro sapore e sembra che tutto sia sospeso in aria, in attesa di qualcosa? Ditemelo senza riserve, chè mi faccio vedere da uno bravo.... :D

Nessie said...

Simpatica Love :-)! Anche a me capita di godermi gli scampoli della vita e delle cose belle che ci sono come se fossi sull'orlo di un precipizio. Per questo si apprezzano ancora di più. No, non è il caso che tu ti faccia visitare :-)
Comunque, dalle ultime notizie, mentre a noi spiano perfino l'orefizio anale (con rispetto parlando), in compenso si tutela l'immagine degli stranieri assassini come IGNATIUC VASILE, il moldavo che ha travolto e ucciso un ragazzo e ferito in modo grave altre due. Vietato fotografare gli assassini mentre si tengono in carcerazione preventiva gli Italiani. Magari in cella di isolamento.
E' ora che i giornalisti seri costituiscano un gruppo di "non allineati" alla Carta di Roma, quella voluta dall'ONU e distribuita presso le Redazioni dei giornali, per difendere la "privacy" degli stranieri offendendo (e perfino sopprimendo) noi Italiani. Temo anch'io che la rabbia esploderà in modo incontenibile. Ciao.

marshall said...

Sono sorpreso del fatto che Furio Colombo sia nel PD. Dalle sue prese di posizione, lo facevo molto più a sinistra.

Lo PseudoSauro said...

Su impronte digitali e schedature biometriche ci sarebbe da precisare qualcosa.

1) sono metodi di riconoscimento univoci, cioe', non c'e' individuo che possa averle uguali sulla faccia della terra. Pertanto si tratta di un passo importante in vista di un eventuale governo globale.

2) non si capisce bene dove questi dati sarebbero archiviati, ma si intuisce che finirebbero a Washington, piu' precisamente, alla NSA. Infatti la UE ha gia' passato informazioni sull'identificazione di cittadini europei agli USA. Le aziende (ufficialmente private) che si occupano della gestione dei dati sono due: entrambe israeliane.

Pertanto, che si sia amici o nemici degli USA e di Israele, non si capisce per quale motivo i dati di cittadini europei incensurati dovrebbero essere gestiti e archiviati da governi stranieri o da societa' "private": in realta' paraventi di servizi d'informazione stranieri.

Inoltre...

La civilta' occidentale e' quella della parola. Fino a non molto tempo fa, in UK, i cittadini inglesi non erano tenuti ad esibire documenti di identificazione e faceva fede la parola data, alla quale seguiva un riscontro d'archivio solo in caso di accertata infrazione.

Ci hanno spiegato per cinquant'anni che la schedatura indiscriminata dei cittadini avveniva solo nei regimi totaliatri. Perche' mai dovremmo considerare "democratico" un eventuale governo che ci impone (non "chiede") l'impronta dei polpastrelli o lo screening del DNA?

Altro che bidone...

Nessie said...

L'ultima volta è stato proprio Furio Colombo in aula a ricevere gli applausi scroscianti da suoi per quella sua imbecillità di voler equiparare l'attuale censimento dei campi rom, ai pogrom. Sì, è nel Pd con "riserva", caro Marsh. Avrebbe almeno potuto specificare che il vero "pogrom" se lo sono fatto quegli stati membri della Ue che non li hanno preventivamente accettati, se fosse stato minimamente intelligente. Nel PD ha aderito chiedendo la "riserva". E cioè, si vuole tenere ben marcata la sua critica al "berlusconismo". Tant'è vero che ha partecipato anche al No Cav day.

Nessie said...

Grazie per le precisazioni Sauro. Sapevo di Washington, ma francamente ignoravo che le ditte "private" fossero israeliane. In ogni caso non sono affatto d'accordo con l'andazzo della schedatura globale. Una vera e propria discriminazione su larga scala, e un altro passo avanti nello smantellamento degli stati nazione che oramai non decidono più un bel nulla, ma vengono decisi ALTROVE.
Sì, chiamarlo bidone è davvero troppo poco. Quasi un buffetto.

Lo PseudoSauro said...

Ormai danno in outsourcing fino le galere, figurati che gli frega dell'identita' dei cittadini altrui. E' un business, ma propedeutico a qualcosa. Fossero anche ostrogote, le aziende, perche' mai dovrebbero conservare i nostri dati sensibili? Soprattutto, con quale autorita' il governo pseudo-italiano e la UE, li passano senza informarci? Ah, gia', il terrorismo... ma guai a fermare l'immigrazione. Un paranoico potrebbe fino pensare che lo facciano apposta.

Quanto agli zingari, e' un falso problema. In realta' dovrebbe essere il governo della nazione da cui provengono a provvederli di documenti di identificazione validi. Tu ed io finiamo in galera, se pescati all'estero senza documenti. Peggio, se conduciamo bambini nelle stesse condizioni. Ma ormai sembra che questi vengano dal nulla e che dobbiamo essere noi a farci carico della loro identita'. Anche qui, il paranoico di cui sopra, sarebbe portato a pensare che sia tutta una manfrina per sondare la disponibilita' degli autoctoni a farsi schedare. Semplicisticamente: gli alloctoni delinquono perche' gli autoctoni vengano schedati.

Destra o sinistra, continuo a pensare che chi persegue un progetto simile si meriti molto peggio che una forca. E mi candido fin d'ora alla figura professionale di boia, certo che diverra' ambitissima entro i prossimi sei mesi.

Nessie said...

Capisco il tuo risentimento o Sauro. Che è anche il mio e di quei pochi che cercano di comprendere in quale inferno d i Forcolandia stiamo sprofondando. Oggi 23 luglio poi è una data storica. Nel senso della democrazia fascista. O democrazia comunista. O comunque ossimorica nel senso della dittatura. Perché proprio oggi i nostri zelanti servitori approvano (non è nemmeno più il caso di usare il futuro) la famigerata Ratifica del Trattato portoghese. Nel senso della truffa. Abbiamo anche un Imperatore Portoghese che nessuno ha mai elettoe che viene accolto nel nostro Parlamento come se fosse un monarca: BARROSO. Una vera merda.

"Col trattato di Lisbona i governanti portano finalmente a termine lo studiatissimo progetto di crearsi un vasto Impero eliminando i singoli Stati, i confini fra le singole Nazioni e unificando formalmente, a forza, i singoli popoli. Questi, dopo essere stati costretti a perdere la sovranità monetaria con l’adozione di un’unica moneta e dopo essere stati bombardati per anni da tutti i più importanti pulpiti, inclusa la scuola, sulla “ bellezza” dell’unificazione europea, vengono adesso ufficialmente sottoposti alle medesime leggi, alle medesime autorità, ad una sola polizia, ad una sola Corte di giustizia, ad un solo casellario giudiziario che conterrà i loro dati biometrici ( foto scannerizzata del volto, impronte digitali, DNA). E’ una direttiva europea, questa, infatti, che risale al 2004, non una improvvisa decisione del governo italiano" . (Ida Magli oggi nel suo sito Italiani Liberi) - continua ...

Beh, vorrà dire che diventeremo tutti degli hackers e anche dei fuorilegge che si fanno bruciare i polpastrelli. Ma una cosa è certa: io la nuova carta di identità europea non la voglio.
A stento riesco a sentirmi italiana, se l'Italia è questa qua. Figurarsi europea...

pierpaolosoncin said...

Cara Nessie, sfido la sua ira e quella di molti suoi ospiti, ma fatico a comprendere tanto pessimismo. Sono sicuramente ingenuo e sinistronzamente indegno, ma nche dopo una lettura superficiale del Trattato (leggerlo TUTTO attentamente è un'opera improba) continuo a ritenere le posizioni come quella della Magli inutilmente allarmiste. Ciò che non comprendo quale sarebbe per voi una "misura" di grandezza congrua per uno Stato. Se leggi Europee non vanno bene, quelle italiane sono lassiste. Quelle ..Padane?
E' una battuta ma spero che il suo amico sauro lasci la sua mannaia in cantina.
Un saluto

Nessie said...

Pierpaolo (alias Tilt), intanto la ringrazio di questa domenda che mi dà il modo di chiarire meglio. Anch'io ho dato una lettura veloce e superficiale, data la fatica improba. I media tacciono e sbrigano il tutto velocemente in pochi minuti. Stasera il Tg ha dedicato pochissimi secondi a metà del notiziario, glissando la notizia della Ratifica tra le numerose altre. E perchè? Si tratta del nostro futuro immediato, in fondo. E perchè mai hanno inserito nella voce "politica estera" un Trattato che invece riguarda la politica interna (cioè la nostra) così da vicino?
E perché impediscono i referendum nella maggior parte dei casi degli stati membri(fatta salva l'Irlanda)? Troppi punti oscuri, troppi silenzi, reticenze, troppi enigmi per non essere pessimisti.
Comunque mi auguro di sbagliarmi e che lei abbia ragione, glielo assicuro.

Lo PseudoSauro said...

Qualche riflessione.

A parte il fatto che se non si e' nemmeno in grado di leggere lo pseudo-trattato, troverei un po' sospetto il considerarlo buono a priori. E' ovvio che si tratta di un'adesione ideologica che con la democrazia non ha molto a che vedere. Forse ho capito male, ma in una democrazia non si accetta nulla a scatola chiusa, pena la decadenza della democrazia stessa in dittatura. La D e' un metodo, non un valore assoluto: non e' ne' bene, ne' male e se mancano i requisiti elementari, la D non si puo' fare.

Non mi risulta che sia la sola Ida Magli a considerare totalitario il progetto UE: e' in ottima e numerosa compagnia. Non e' abbastanza numerosa per essere "democratica"? Allora i dissidenti sovietici erano antidemocratici in quanto minoranza, meglio, controrivoluzionari. Ergo: chi si oppone al mondialismo e' un controrivoluzionario... o non e' una rivoluzione il buttare per aria il sistema internazionale per come lo conoscevamo dacche' l'uomo e' apparso sulla Terra?

Eppure non ci vuole molto a capire che il sistema UE e' una schifezza.
Basta fare il paragone con la Costituzione del '48.

Chi accetta a scatola chiusa un insieme di norme e disposizioni che trasferiscono sovranita' (parola di Giscard D'Estaing, il vero autore della Costituzione europea), avrebbe accettato che i Padri della Costituzione repubblicana italiana fossero stati cinesi, o australiani? Sappiamo che se fossero stati russi o americani avrebbero trovato consenso di qui e di la per virtu' variamente "antifasciste". In altre parole, social-comunisti e liberali erano gia' ideologicamente predisposti ad un regime di sovranita' limitata, come di fatto fu. E' ovvio che, dunque, li siano anche adesso, come di fatto li sono. Pertanto, niente di nuovo sotto il sole. E questo spiega bene perche' la maggioranza della "destra", come della "sinistra" non abbia alcunche' da obbiettare a trasferire pieni poteri ad organismi sovrannazionali che sfuggono alla rappresentativita' democratica. Andrebbe dunque avviata una riflessione sulla compatibilita' delle ideologie post-illuministe con il metodo democratico stesso.

Una volta assodato che anche la "destra" non e' cio' che pensavamo che fosse e che un governo di "destra" si appresta a ratificare un pezzo di carta che ci vende tutti quanti al miglior offerente, una riflessione e' d'obbligo. Quando la politica non e' piu' in grado di fornire alternative, oltre che una concreta alternanza, sui temi cruciali per la vita dei cittadini, possiamo ancora dire di trovarci in una democrazia? Peggio: siamo mai stati davvero in un regime democratico, o e' stata solo un'illusione? Qualunque risposta ci si provi a dare, e' inevitabile tornare alla fine della 2a GM che decreto' la fine dei sistemi nazionali, che sopravvissero solo in virtu' della contrapposizione tra URSS-Cina e USA. Finita la guerra fredda, infatti, siamo al redde rationem.

Personalmente, non vedo come si possa considerare la democrazia un valore assoluto e non un semplice metodo, ne' come si possa intendere il mondialismo in un'accezione che non sia totaliataria.

Nessie said...

Oggi il CorServa ha sbattuto la notiza a pag. 15. Sezione: Esteri. In realtà è politica non solo Interna, ma quotidiana. Ovviamente c'erano baci a e abbracci per tutti (Ronchi, Frattini ecc,.) La Lega non ha nemmeno salvato la faccia votando NO alla Ratifica, visto che in Senato i numeri li avrebbero ottenuti comunque dall'opposizione. In compenso si sono messi a fare pagliacciate come inalberare le bandiere basche, irlandesi e padane. Col cavolo che li rivoto la prossima volta!
Non che non me l'aspettassi, visto che un povero buon leghista "militante di base" di mia conoscenza, mi aveva avvertito che c'erano in ballo succulenti stipendi e laute prebende anche per gli Europarlamentari leghisti, e che pertanto era assai improbabile che votassero per il NO.

Più che i Discorsi sul Metodo di cosa sia la democrazia, bado al sodo e alla sostanza degli effetti che produce.
Resta pur sempre il fatto che nelle democrazie è molto facile realizzare dei "colpi di Stato" più o meno "estivi" ( tale è infatti l’adozione del trattato di Lisbona) e togliere ai cittadini l’essenza stessa della libertà, lasciandogli solo della false libertà apparenti e non di sostanza.
Un tempo, almeno, ci si poteva organizzare in società segrete per ribellarsi alle dittature. Oggi, con la consegna delle impronte digitali e del DNA (e cioè del nostro corpo) si è tornati alla condizione di schiavi, anche se catene e palle al piede non si vedono. E se poi ci toglieranno - come sembra - anche l'Internet per il nostro freedom of speech, perché farà parte dei piani del Grande OrecchiOcchio che tutto vede, tutto ascolta e che tutto sa, e tutto passa al vaglio,beh, allora il quadro è completo. Desolantemente completo. Ovvio che di tutto ciò i sinistri non se ne doleranno, visto che sono ideologicamente abituati a non avere di patrie (l' internazionalismo proletario di marxiana memoria).
So bene che l’amore di Patria non va molto di moda ai nostri giorni. Il mondo - dicono - è diventato un Grande Villaggio Globale. Io però non so che farmene del mondo. Mi accontento del mio piccolo fazzolettino di terra con le sue basiliche, le sue chiese e le sue pievi,i suoi antichi Palazzi, fontane e torri, i suoi litorali, i suoi alberi, i suoi fiori e i suoi profumi. Con la sua antica dolce lingua di poeti, di santi e di navigatori.

loveportofino said...

Cara Nessie, sono in completa sintonia col tuo modo di sentire e questa cosa mi è di grande consolazione.
Spero saremo in tante/i.

Anch'io sono profondamente delusa dai leghisti e da tutto questo politicume in genere.

Sui leghisti la delusione è doppia perchè pensavo potessero sostenere ben altre battaglie e in ben altro modo.
Invece, pensando a quello che fu, ci tocca rimpiangere persino Caligola, che Ministro....aveva fatto il suo cavallo!
Anche perchè, essendo munito di zoccolo anzichè di dita, non avrebbe potuto scendere mai a livelli tanto bassi.

Vorrei dire a Pseudosauro che "destra" sembrerebbe ormai essere solo, in prossimità di un incrocio, la direzione opposta a "sinistra". Questa destra NON è destra. Vorrà dire che tireremo dritto. Dobbiamo imparare molto dai Còrsi, secondo me.... che non amano molto nè essere presi in giro, nè classificati secondo definizioni di uso "conforme". ;-)

Nessie said...

Delusione reciproca, Love. Col Trattato di Lisbona applicato da oggi senza nessuna previa discussione sui 445 articoli, senza nessuna publicizzazione e divulgazione da parte della stampa perfino sulla compatibilità tra i suoi commi e quelli della nostra Costituzione - quella stessa che i sinistri difendono a spada tratta a corrente alternata (e cioè quando serve), temo proprio che le elezioni diventino un rito sempre più inutile. Se poi anche chi eleggiamo, non alza la testa e non fa sentire il peso del suo mandato, allora è meglio andare per funghi. Io non mi commuovo affatto se i leghisti inalberano la bandiera della Catalogna, dei Paesi Baschi o dell'Irlanda in Senato. A me serve che difendano l'integrità del mio paese. E basta.

pierpaolosoncin said...

Cara Nessie mi permetta di fare una battuta: chiedere ai leghisti di difendere l'integrità nazionale mi pare davvero difficle...a meno di difendere la patria solo col medio!
Saluti

Nessie said...

:-) Battuta accettata. Evidentemente il demone dell'internazionalismo è penetrato anche nella Lega. Più facile commuoversi per l' identità calpestata dei paesi altrui, che per la propria. Evidentemente.

Mefisto said...

A proposito di "integrità nazionale", a me pare che Bossi sia stato l'unico a rispondere a tono agli Spagnoli, quando ci davano dei razzisti... cmq potete sempre farvi difendere da baffetto, da pecorina o dall'analfabeta ex-pm.

Lo PseudoSauro said...

Io sono rimasto alle notizie di ieri: il senato ha ratificato all'unanimita' lo pseudo-trattato costituzionale europeo.

ALL'UNANIMITA'...

Nemmeno un senatore ha votato contro, o si e' astenuto. E tanto mi basta per secedere mentalmente e fisicamente dal vigente sistema politico. M'interessa poco se un pragmatismo d'accatto ha illuso qualcuno di potersi permettere di posporre il problema considerando l'abominio di cui sopra un semplice pezzo di carta. Nei fatti si da un potere assoluto a organismi che sfuggono del tutto al controllo dei cittadini: compresa l'estradizione per i dissidenti come da mandato d'arresto europeo. Il parlamento italiano ha consegnato i cittadini italiani ad un potere che riconosce come "superiore", confermando la sua totale impotenza che, per altro, viene da molto lontano. Non e' solo un tradimento della "democrazia", o pseudo-tale, e' un tradimento senza ulteriori qualificazioni della rappresentativita'. Ne prendo nota in vista del momento di presentare il conto a persone con nome e cognome, non solo ad astratte istituzioni svuotate del loro contenuto. Un momento che verra', prima o poi. Nella vita di tutti i giorni non restera' altro da fare che prepararsi alla grave crisi economica imminente, come se lo Stato non ci fosse: ne' uno Stato, ne' un Superstato. E, quando mai venissero ad esigere la sovranita' su territori regalati allo straniero, riceveranno l'accoglienza che i nostri padri hanno di rado riservato agli invasori e ai traditori. Con gl'interessi, come si usa oggi.

Nessie said...

Caro Mefisto, non è proprio il caso che tu faccia il permaloso con me, che la Lega a queste ultime elezioni l'ho pure votata. IO non ho nessuna intenzione di farmi difendere da D'Alema, da Pecoraro né tanto meno da Di Pietro, visto che non sono di sinistra. Però aver preso il Trattato di Lisbona come un semplice pezzo di carta comune e averlo ratificato così com'è è stato un grave errore contro l'Italia da parte di TUTTI (Lega compresa). Leggi e rifletti sull'ultimo intervento del Sauro, a questo proprosito. Mai sentito parlare di mandato d'arresto europeo?
Se poi vuoi vivere beato con le fette di prosciutto negli occhi, allora è un altro paio di maniche. Io di natura non sono "ideologizzata" né a sinistra né a manca (sempre più monca), ma mi baso sui risultati pratici. E i risultati concreti sono quelli che i bambini a scuola (nella scuola dell'obbligo) non possono più nemmeno portare una torta di compleanno o di altra festa fatta dalle loro mamme, perché l'Unione Europea ha diramato una circolare che dice che anche le torte devono essere con gli ingredienti omologati. Così come, a breve, le tavolette di cioccolato, che avranno sempre più lecitina e sempre meno cacao.Ma questo è solo un particolare...

Nessie said...

@ Sauro. Secedo culturalmente e politicamente anch'io da questa politica di svendita della nostra sovranità.Gli Italiani sono ridotti a fare come Lucio Smentisco, quella macchietta interpretata da Bracardi su Striscia la notizia, che prima votava e poi spernacchiava e scornazzava il candidato da lui votato.
Per il momento però, occorre ricordare che sono loro che hanno in mano i nostri dati e non noi i loro.

Mefisto said...

Cara Nessie,
permaloso ? Ho solo detto che fate presto a criticare Bossi, ma se c'è un freno all'Islam questo viene dalla Lega, se c'è una spinta al federalismo idem, e così pure riguardo al problema sicurezza.
Detto questo, rimando le fette di prosciutto al mittente, la tua aria da professorina mi è diventata sommamente indigesta.

Nessie said...

Pazienza amico. La tua lontananza non mi pesa. Ho scoperto (a mie spese) che certi leghisti sono ideologizzati come i comunisti e che non accettate critiche, nemmeno da quelli che vi votano. Tanto peggio per voi. Meglio essere "professorini", che poco intelligenti e corti di vedute. Io non ho criticato il darsi da fare della Lega sull'islam e sulle moschee, come puoi vedere in altri post. Io mi sono limitata a criticare il fatto che l'unica forza "identitaria" di cui dispone il Parlamento brinda Birra Guiness per l'Irlanda, ma poi vota per la Ratifica di un Trattato che ci castrerà. Ma se ti sembra un argomento professorale e dotto,tanto peggio per te.

Anonymous said...

Grazie Nessie per aver linkato la mia petizione,il fatto è che io ho litigato con questi ottusi difensori degli zingari,che guardacaso hanno sempre un reddito molto alto e non vivono di fianco ai campi nomadi.Ho cercato di spiegare la mia posizione:secondo me infatti chi si dice contro il sistema non può dirsi contemporaneamente favorevole all'immigrazione poichè questa è voluta e pianificata ai piani alti dell'eurocrazia.Cui prodest?Semplice:dividi et impera,crea un nugolo di minoranze reciprocamente ostili e falle combattere sarà più facile controllare il sitema.Se si fa precipitare l'Europa in una spirale di violenza(come nelle banlieue o negli accoltellamenti di Londra)sarà facile vendere al cittadino la ''tolleranza zero''in cambio dellla libertà.Ho provato a fare queste osservazioni,sensate e ragionevoli...loro:''fascista!gretto!ignorante!...,e l'immancabile ''razzista''.Di tutte le cose poi proprio non credevo di ignorante(da che pulpito arriva la predica!)...per me ignorante è chi ignora...nel caso specifico la storia:cosa è successo in Kosovo?Poi alcuni si sono esibiti in performance di politically correct come,cito testualmente:''meglio zingari che italiani''...che sinceramente fanno cadere i coglioni all'interlocutore che crede di avere di fronte persone serie.Potere dell'ideologia...la cosa più grave comunque è che costoro credono di ESSERE CONTRO IL SISTEMA,E NON SI ACCORGONO DI ESSERE FUNZIONALI AD ESSO.Io gli dico:boicottiamo la Cina e loro:''no sono COMPAGNI'',ma allora gli ho chiesto COME FAI A FERMARE LA GLOBALIZZAZIONE?CON UNA MANIFESTAZIONE?LEGGENDO I LIBRI DI NAOMI KLEINE E TIRANDOTELA IN GIRO?Questa gente è da manicomio,averci a che fare è deprimente,toglie ogni speranza,costoro hanno un'intelligenza e una cultura infima MA NON RINUNCIANO MAI A METTERSI IN CATTEDRA,A DISPREZZARE CHI NON LI SEGUE NEI LORO DOGMI.SONO FECCIA ''RACAILLE''NON DIVERSAMENTE DAI LORO COMPAGNI DELLE BANLIEUE:IL SIMILE DIFENDE IL SIMILE.

Nessie said...

Scusa anonimo, ma sei Simone?
Tanto per sapere con chi sto parlando. Se lo sei, mi pare che la petizione che ho messo qui in link stia andando bene eche riscuota firmatari. E' vero quel che dici sugli scontri interetnici e sul caso Kosovo. Sono tutti scenari plausibili. Ciao.

Anonymous said...

Si sono io...comunque ti ringrazio ancora per averla linkata,quando ho visto che ci schedavano e tutti tacevano dopo essersi stracciati le vesti per i rom sono rimasto allibito,così ho fatto quella petizione...guarda per me è tutto programmato...io ritengo che ci sia una volontà politica ai più alti livelli di far continuare l'immigrazione...Vogliono creare uno stato di polizia.Bukovsky che è un dissidente sovietico ha spiegato come l'ue stia diventando sempre più simile ad uno stato di polizia,dall'intervista a Bukovsky:''...Se si esaminano le istituzioni e le caratteristiche di questo mostro europeo che sta emergendo si può notare che sempre più assomiglia all'Unione Sovietica. Naturalmente, è una versione più edulcorata dell'Unione Sovietica. Per favore, non fraintendetemi. Non sto dicendo che in Europa ci sono i Gulag. Non c’è nemmeno il KGB - non ancora - ma sono da osservare con molta attenzione strutture quali per esempio la Europol. Ciò che più preoccupa è che questa polizia avrà probabilmente maggiori poteri di quelli del KGB. Avrà l’immunità diplomatica. Immaginate un KGB con immunità diplomatica. Svolgerà la sua funzione poliziesca per reprimere e perseguire 32 tipi di reato - due dei quali sono particolarmente preoccupanti.

Uno è il razzismo, l’altro è la xenofobia.''Quando una polizia può perseguire un reato come la ''xenofobia'' tutti possono essere perseguiti e cessa la libertà d'espressione.Tu,io chiunque esprima idee non gradite,chiunque per esempio si opponga all'immigrazione massiccia,o all'entrata della turchia in Europa può essere definito xenofobo e dunque messo dentro.Io suono la campana di allarme prima che sia troppo tardi.Si rischia l'instaurazione di una dittatura ''politically correct'',tutti quanti gridano al fascismo quando si vogliono schedare i rom,ma nessuno dice niente per gli italiani,tutti quanti temono l'instaurarsi di nuovo del ''fascismo'',ma non capiscono che la minaccia totalitaria liberticida proviene da una direzione esattamente opposta.Oggi per esempio il parlamento europeo ha fatto il gradasso con Maroni,e gli ha detto in sostanza:prendile a tutti tranne che ai rom.Nessuno ha fatto una piega.Bisogna creare nell'opinione pubblica una forte consapevolezza anti-eurocratica.Insomma è troppo,per chi non è tarato dai fumi dell'ideologia,è troppo.Comunque sono sicuro che una petizione contro le impronte ai rom avrebbe preso più firme...tutti i sinistrorsi bisognosi di indorare il proprio ego ''stronfio'' di sentrsi diversi ''dalle masse xenofobe'' l'avrebbero firmata,giacchè il discriminante psicologico di molte persone di sinistra è il bisogno di differenziarsi di sentirsi migliori(coi soldi e con le vite degli altri).A loro della libertà non gliene frega un tubo...l'importante è che non si tocchino i rom,questa l'unica loro preoccupazione.Orwell,profeta dell'incubo totalitario diceva:''la libertà è la libertà di dire che 2+2 fa 4,da questa ne seguono tutte le altre.''Quando io dico che i rom vivono rubando semplicemente dico che 2+2 fa 4,ci arriva anche un bambino,ma i multiculturalisti vorrebbero censurarmi perchè purtroppo per loro 2+2 fa 5 giacchè la loro ideologia gli ordina di pensare così.Non è forse questo il più violento attacco alla nostra libertà?Impedirci di dire che 2+2 fa 4,perchè per il partito e per l'ue deve fare 5?Non è forse l'ideologia politically correct il più grande attacco alla nostra libertà?Opponiamoci perchè vedo molte degli aspetti prefigurati da Orwell avverarsi nella nostra società.Ciao,con molta stima Simone.

Anonymous said...

Per chi non l'avesse capito comunque NON E' VERO CHE CHI E' ONESTO NON HA NULLA DA TEMERE,perchè questo provvedimento è concepito SPECIFICATAMENTE CONTRO CHI E'ONESTO,giacchè è arcinoto a tutte le polizie d'Italia che I DELINQUENTI E I CLANDESTINI SI BRUCIANO I POLPASTRELLI PER NON ESSERE RICONOSCIBILI.Quindi chi è che vine schedato?Gli onesti.Poi,domanda retorica,I ROM SI RIFANNO LA CARTA D'IDENTITA'?Questo provvedimento non aumenta di nulla la sicurezza delle persone ma aumenta il controllo dello stato sui cittadini.Certo per carità nulla di terribile,io non ritengo grave il procedimento in sè QUANTO IL SILENZIO CHE L'ACCOMPAGNA.NESSUNA PROTESTA,NENTE,PROBABILMENTE SUCCEDERA' LO STESSO QUANDO PROPORRANNO IL CHIP SOTTOCUTANEO,PRIMA LA LEGA LO PROPORRA' PER I ROM,LE CAMARILLE DELLA SINISTRA GRIDERANNO ALLA DCISCRIMINAZIONE POI LO ESTENDERANNO A NOI TUTTI,sembra fantascienza ma non lo è,giaccè esistono forze che lavorano proprio per l'attuazione di questi piani,e se non si vigila AVRANNO LA MEGLIO.Il fatto è che questa storia delle impronte è stato un test,per vedere come reagisce l'opinione pubblica,e al tempo stesso è stato inaugurato un modus operandi con il quale possono essere promulgati decreti ben più liberticidi.Consiglio la lettura dell'intervista fatta a Bukovsky che spiega le inquietanti somiglianze fra Urss e Ue,e profetizza:''l'Ue sta diventando uno stato di polizia'' il link è questo http://www.italianiliberi.it/Edito06/uetotalitaria.htm
Insomma non sottovalutate la situazione,so che quanto dice costui è difficile da credere ma per me è la situazione più plausibile.Cordiali saluti a tutti.

Nessie said...

Simone, sfondi una porta spalancata. Bukovskij l'ho letto anch'io e pure recensito. Ecco il link del suo libro: http://sauraplesio.blogspot.com/2007/06/bukovskij-leurss-e-gli-avanzi-della.html

Ora bisognerebbe fare una grosso battage intorno alla Ratifica del Trattato alla Camera, visto che deve essere presentato anche lì. E' la nostra ultima speranza. Prima di partire per le vacanze consiglierò di leggere questo questionario sulla Costituzione europea (trattato di LIsbona) che fa la lista di tutte le nefandezze contenute al suo interno dal Blog Padus996. Ecco il link:
http://padus996.blogspot.com/2008/07/il-trattato-di-lisbona.html
E' una sorta di questionario di riepilogo. Se hai un blog, puoi riprendere il link e diffonderlo anche tu. Più siamo numerosi a fare sapere cos'è, meglio è. Ciao.

Nessie said...

PS: Intanto, se non l'hai ancora fatto, firma anche la petizione a favore dello storico Carlo Ruta a cui vogliono oscurare il blog qui a questo link:

http://www.censurati.it/voxpeople/carloruta/

Ricorda che il prossimo passo della Ue in settembre è la registrazione (leggi, la schedatura) dei blogger. Ne ho parlato su questo post, dal titolo "Bavaglio ai blog: la Ue ci riprova".
http://sauraplesio.blogspot.com/2008/06/bavaglio-ai-blog-la-ue-ci-riprova.html

Anonymous said...

Già fatto,censurati è un ottimo sito perchè mette in luce tante cose,fra le quali le calunnie di travaglio e santoro sul capitano ultimo,quel SITO FA VERA INFORMAZIONE,non quella precotta che si vede ad annozero e che viene spacciata per roba ''contro il sistema''.Ti rinnovo la mia stia,ciao.

Anonymous said...

Comunque complimenti per il blog,ho dato un'occhiata ai post precedenti e l'ho trovato davvero ben fatto.Ciao Simone

Nessie said...

Grazie Simo, se hai un tuo blog o sito, mettimi il link. Io ho solo la tua email Ciao.