24 May 2009

Venturini e le tre coincidenze di Agatha Christie


Franco Venturini editorialista del Corriere sulla politica internazionale è solito scrivere articoli di solferinico equilibrismo che io definisco color can scappa. Sabato 23 maggio è comparso un suo pezzo sul femminile Io donna, supplemento del Corriere. Non che abbia nulla contro questo magazine che leggo anch'io, ma mi chiedo come mai un pezzullo di siffatta importanza per comprendere a che punto è la crisi economica e chi ne sono i responsabili, sia finito nel "ghetto rosa" insieme a moda, oroscopi, psicologia, la solita intervista con la diva del momento, ricette culinarie, invece che sulle colonne del Corrierone ammiraglio. Leggetelo e forse oltre alle tre coincidenze di Agatha Christie di cui Venturini parla nell'articolo, ne scoprirete una quarta...

Titolo: Le coincidenze di un complotto (pag. 47 - rubrica Est/Ovest) da IO DONNA


Lo scandalo degli scandali è stato scoperto a Hong Kong, ma pochi ne hanno parlato.Che alcuni istituti di credito soprattutto americani avessero preso l'abitudine di "scaricare" sui clienti i prodotti finanziari in perdita, era cosa nota da tempo. Altrettanto noto è che lontano dall'Europa la crisi in atto ha aggravato e complicato il fenomeno, ma quel che è accaduto a Hong Kong supera egualmente ogni immaginazione. E non certo per il meglio. Lì, nell'ex colonia britannica tornata cinese, ma ancor oggi titolare di una certa autonomia economica, alcune banche di buon nome (ndr: ci piacerebbe sapere quali) hanno provato ad anticipare il peggio accertando lo stato di salute dei loro clienti. Sì, proprio lo stato di salute. E non si trattava di stabilire chi soffrisse di emicrania cronica o di reumatismi. A interessare i segugi bancari erano solo quelli che un tempo venivano chiamati handicappati, e oggi diversamente abili. Andavano bene anche i depressi e gli afflitti da patologie psico-somatiche (purché privi di tutore legale), ma l'ideale era rappresentato da chi aveva seri problemi di deambulazione e perciò intratteneva il rapporto con le banche da lontano, sulla base di una fiducia evidentemente mal riposta. A costoro veniva consigliato, e di fatto, imposto, l'acquisto di derivati pronti alla picchiata e di prodotti diventati ad altissimo rischio (...).

I risultati? Gente che già viveva una condizione difficile, privata dei risparmi; proteste, controproteste delle banche ovviamente in grado di dimostrare che nessun abuso procedurale era stato commesso. Ma anche a Hong Kong ricordano quel che diceva Agatha Christie: una coincidenza è una coincidenza, due sono una stranezza, tre sono un complotto. E così le autorità, constatato che tutte le vittime presentavano caratteristiche in qualche modo comuni, hanno deciso di vederci chiaro. Non si parla, purtroppo, di rimborsi. Al massimo qualcuno finirà in gattabuia per un po'. Sono un garantista, ma se dipendesse da me, butterei la chiave. (f.v.)


Dunque, titoli tossici e derivati ad alto rischio affibbiati a dei poveracci asiatici portatori di handicap che non possono difendersi. E queste élites finanziarie sono gli stessi signori che poi qui in occidente predicano l'antirazzismo, il volemose bene universale, quelli che ci impongono la mescolanza di tutti i continenti, nel nome della globalizzazione e dei loro luridi profitti. Sono garantista anch'io, ma se fosse per me, ci vorrebbe un altro Piazzale Loreto per questi ignobili truffatori.

La quarta coincidenza? Cane non mangia cane. Ovvero il Corriere della BCE, non può permettersi di creare allarmismi nei confronti dei suoi padroni di riferimento (cioè le banche). Così nel nome del "pluralismo" dell'informazione si va a scrivere queste notizie sul Magazine femminile. Cioè in cucina e non nel salotto buono.

18 comments:

Massimo said...

Sarà poi tutto vero ? Oppure è un modo per intrupparsi nella corrente dle momento, tanto senza fare nomi è sin troppo facile, poi Hong Kong è così lontana ... :-)

OT. La teoria delle tre coincidenze io la conoscevo un po' diversa ed attribuita a Conan Doyle che faceva dire al suo Sherlock Holmes: una coincidenza è solo una coincidenza, due coincidenze sono solo due coincidenze, tre coincidenze cominciano ad essere una possibilità :-)

Nessie said...

La battuta è della Christie. Se poi l'ha ripresa anche Conan Doyle, allora è un altro di quei casi di plagio letterario che si sprecano.

Non ho capito di che "corrente del momento" parli. E in ogni modo se hai un po' di pazienza, aspetta pure settembre dove ci sarà l'ennesima bolla sui derivati. La peggiore, dicono.

Nessie said...

PS: di tutto si può accusare il Corsera RCS Mediagroup, fuorché di essere un quotidiano contrario al potere bancocratico. Vai a leggerti chi sono i 15 soci di riferimento del cosiddetto Patto di Sindacato.

Lo PseudoSauro said...

Geremiade Ia

Eccola qui la "deregulation" e l' "etica del profitto" calvinista. Per non parlare di quell'altra "cultura" che predica, e fa, le stesse cose anche peggio, ma se la critichi sei "antisemita". Si puo' dire che gli usurai sono delinquenti anche se appartengono a minoranze protette? Che i soggetti, descritti qui, sono mostri? No che non si puo', se no si va in galera. Ora che "il liberismo e' di sinistra" e che, di conseguenza, la sinistra si e' adeguata come da sua storia secolare, chi ci rimane a criticare quest'andazzo? Pochi cattolici vecchia maniera e i "nazifascisti": il Male assoluto. E i comunisti sopravvissuti o rinati pure loro sotto il segno del "traditore del popolo sovietico" Trotzky? Si guardano bene dal denunciare il crumiraggio degli stranieri che, quando autoctono, una volta spegnevano nel sangue insieme con i fratelli maggiori socialisti. Il loro odio per ogni idea di patria e' sempre lo stesso di prima. Ora difendono i crumiri e danno di xenofobo ai proletari. Ora si occupano del bene dei froci, non di quello della "classe lavoratrice". Si scoprono razzisti, finalmente. Del resto, la critica al sistema americano portata da questi soggetti, e' sempre stata poco credibile dacche' se l'America e' venuta qui e' soprattutto a causa loro. E vorrei vedere come lo si potrebbe negare: fino la "Volante rossa" aveva per divisa i bomber jacket americani; mica la povera tunica sovietica... quei bei giacconi di cuoio foderati d'agnello per comprare uno dei quali si doveva prostituire un'intera famiglia italiana, con la fame che c'era... ma questi li avevano gratis dallo zio Sam, mica dallo zio Josip, quel tirchione...

Le forze del Bene rinate dopo la fine dell'ultima guerra mondiale, sono quasi tutte compatte: prima viene l'Antifascismo e poi, eventualmente, queste quisquilie; ma non si parla nemmeno di riconsiderare se, per caso, questo Bene non sia forse cosi' ben riuscito. E cosi' la "superiorita' morale" va a farsi friggere da qualunque parte la si guardi: nel ristretto ambito nazionale o, peggio, nell'universalita' del mondo liberato affinche' "passino le merci e non le armi". Come se le armi non fossero merci... come se questo fosse un commercio vietato dal Bene assoluto... Non e' mai stato cosi' florido come da 60 anni in qua... Fino i cinesi hanno imparata la lezione: impiccano i propri, ma si guardano bene dal toccare la "finanza apolide". E' perche' sono "cinesi" che una volta significava "furbi" nella lingua italiana. Mica vogliono rischiare di finire come l'Europa... anche il loro comunismo fuori tempo massimo conosce ormai il limite del buonsenso.

Invece, nel "mondo libero" danno ancora oggi il Nobel a chi teorizza l'esproprio e la rapina: basta che sia in nome del "Mercato"... nessuno ricorda i mitici "yuppies"? Sono questi qui.

Nessie said...

Mizzica che geremiade Sauro!
Parto dalla chiosa:

"Invece, nel "mondo libero" danno ancora oggi il Nobel a chi teorizza l'esproprio e la rapina: basta che sia in nome del "Mercato"... nessuno ricorda i mitici "yuppies"? Sono questi qui".

Eccoti un prontuario di battute fulminanti di Gordon Gekko, il personaggio di yu ppie squalo del film "Wall street" di Oliver Stone:

Alcune battute di Gordon Gekko contribuiscono a definirne meglio il personaggio:

« Il denaro c'è ma non si vede: qualcuno vince, qualcuno perde. Il denaro di per sé non si fa né si perde, semplicemente si trasferisce, da un'intuizione ad un'altra, magicamente! »

« Non sarai tanto ingenuo da credere che viviamo in una democrazia, vero Buddy? È il libero mercato e tu ne fai parte. »

« L'avidità, non trovo una parola migliore, è valida, l'avidità è giusta, l'avidità funziona, l'avidità chiarifica, penetra e cattura l'essenza dello spirito evolutivo. L'avidità in tutte le sue forme: l'avidità di vita, di amore, di sapere, di denaro, ha impostato lo slancio in avanti di tutta l'umanità. E l'avidità, badate bene, non salverà solamente la Teldar Carta, ma anche l'altra disfunzionante società che ha nome America. »

« Il più ricco 1% del paese possiede metà della ricchezza del paese, 5 trilioni di dollari. Un terzo di questi viene dal duro lavoro, 2/3 dai beni ereditati, interessi sugli interessi accumulati da vedove e figli idioti, e dal mio lavoro, la speculazione mobiliare-immobiliare. È una stronzata, c'è il 90% degli americani là fuori che è nullatenente o quasi. Io non creo niente, io posseggo! »

« Io non sto parlando di volare in prima classe, di vita comoda. Io sto parlando di ricchezza, ricchezza sufficiente ad avere un tuo jet, ricchezza sufficiente per non buttare via il tempo, cinquanta - cento milioni di dollari, o capitano o niente. »

« Tu ed io siamo uguali Darien, abbastanza intelligenti da non credere al piu antico dei miti: l'Amore; fantasia creata dalla gente per impedirsi di buttarsi dalla finestra.. »

« Se vuoi un amico, comprati un cane.. ».

Beh...questi sono i "valori democratici" che questa brava gente sta esportando per il mondo. E purtroppo non è solo un film. E Hong Kong non è affatto vero che è lontano, visto che "they believe in ONE world".

Josh said...

faccio un passaggio veloce: complimenti a Nessie e Pseudosauro, avete centrato in pieno uno dei problemi, con un taglio anche antropologico della categoria azzeccatissimo. Davanti a questa realtà, più che la Geremiade, proprio sarebbe d'uopo il capitolo da Geremia delle Lamentazioni, i Threni.

Lo PseudoSauro said...

Ti risparmio un'ulteriore geremiade perche' fa caldo.

Traggo dalla solita fonte un'ottima analisi su chi governa davvero:

http://www.uomo-libero.com/articolo.php?id=364

Guarda il caso, fonti documentatissime come queste, sono marginalizzate e a rischio di chiusura, tanto che gli autori incoraggiano i lettori a scaricare i testi perche' il "mondo libero" potrebbe sopprimerle da un giorno all'altro.

Qui la "democrazia" non c'entra proprio niente; e' tutta una colossale presa per il c**o.

Ringrazio Marshall, Josh e tutti i miei interlocutori storici che lamentano la scarsa cura del mio blog, ma purtroppo siamo ad un punto tale che cio' che ho scritto e' stato ampiamente superato dagli eventi. Fonti come quella citata sopra documentano da molti anni la situazione che oggi si sta chiarificando sempre piu'. Credo che ormai non sia piu' lecito illudersi che un povero governo nazionale possa risolvere problemi di questa portata.

La "sinistra" sta tentando di far fuori Berlusconi per conto dei "poteri forti" come e' avvenuto sempre in passato fin dall'inizio del secolo scorso. Non e' quindi nemmeno una questione ideologica. C'e' solo da augurarsi che ci riesca per questa via e non le sia necessario ricorrere agli strumenti che abbiamo gia conosciuto dal 1914 al 1948, compreso lo sterminio della vecchia classe dirigente fascista.

Questa gente fa sempre il lavoro sporco per conto terzi; e questi "terzi" non sono sempre quelli che noi crediamo che siano.

Questo mondo e' non e' una schifezza di per se' stesso: lo e' in ragione del modello culturale impostogli. Il "male assoluto" e' il regime nel quale viviamo attualmente.

Lo PseudoSauro said...

PS

Sir A.C. Doyle e' nato nel 1859, mentre Agatha Christie nel 1890...

Anonymous said...

Ciao Nessie

Interessante l'articolo da te proposto. Però come suggerisce MASSIMO ho dei dubbi (eh si chi non ne ha?)che riguardano i retroscena dell'articolo più dei contenuti che possono essere verosimili; per esempio non capisco il motivo di nasconderlo in un settimanale rosa. Se volevano renderlo innocuo tanto valeva non pubblicarlo affatto. Messo in questi termini sembra un bisbiglio, un mettere la pulce nell'orecchio di qualcuno, forse un messaggio cifrato? (ho appena visto "a beautiful mind"). Come dite non si fanno nomi di banche e operatori, aspettando che qualcuno rilanci per aver sviluppi sulla vicenda.

Vedo purtroppo che in questo blog che seguo tantissimo perchè mi piace tantissimo si persevera con il refrain delle minoranze protette...guarda PSEUDOSAURO che uno zio (pace all'animaccia sua :-) di mio padre, noto strozzino nel suo paese, non era certamente ebreo.

Oliver Stone poi è certamente uno che crede nel modello che dice di voler combattere, è solo un'altro che sa offrire la merce giusta al momento giusto. Chissà come investe i suoi guadagni ;-)

Cosa succederà a settembre e perchè proprio a settembre.? Puoi dirci di più Nessie?

Fabio

Nessie said...

Grazie Josh.
Sauro ho controllato ed effettivamente, nonostante la battuta sulle tre coincidenze venga attribuita ad Agatha Christie, potrebbe averla detta Conan Doyle, visto che è nato prima. Eppoi magari, essere stata rielaborata con delle varianti da lei. Vale cmq sempre il fatto che in letteratura i plagi si sprecano (D'Annunzio e Oscar Wilde docent). In ogni caso non modificherò il titolo del post :-)

Nessie said...

Fabio, bentornato.
"Se volevano renderlo innocuo tanto valeva non pubblicarlo affatto" mi dici. Sì, ma noi dall'esterno che diavolo ne sappiamo della "linea editoriale" di un quotidiano o di un gruppo editoriale come RCS e dei suoi tatticismi?
Cerca su Internet chi sono i 15 del suo patto di sindacato e vedrai che ci sono banche (Unicredit, BCE,San Paolo IMI) e industriali indebitati con le stesse (Pesenti, Ligresti, Tronchetti Provera, Romiti ecc.).

Quanto agli interventi di Pseudosauro, questo è un forum libero e vengono accettate tutte le opinioni (anche le più scomode), purché espresse in modo non offensivo.
Piaccia o meno, io sono figlia di Voltaire e del sacrosanto diritto d'espressione e di replica. Oltretutto sono stata cresciuta da un' istitutrice francese per la quale questi erano capisaldi irrinunciabili.

Mi chiedi perché a settembre esploderà un'altra bolla speculativa? La fonte è il Corriere-Economia e così hanno scritto alcuni giorni fa. Non ho informazioni riservate, ma solo ufficiali che puoi trovare anche da te. Mi pare fosse sul Corriere di merc. 20 maggio.
Settembre e ottobre, mesi del rientro dalle vacanze, sembrano - chissà perché essere i mesi del default. Il crack della Lehman Bros. è avvenuto in questi mesi. E l'anno prima, quello dei mutui subprimes. Non siamo ancora fuori dalle catene delle "bolle su bolle".

Lo PseudoSauro said...

Per quanto riguarda Doyle, non lo so, ma dato che e' arrivato prima...

Fabio: "minoranze protette": spero che non rientri ancora nel negazionismo, o nel complottismo (che e' poi la stessa cosa), il dire che nelle nazioni cattoliche l'usura era feudo esclusivo degli ebrei a causa della condanna penale che cio' comportava per tutti, dato che non esisteva ancora la societa' multiculturale e c'erano solo cristiani battezzati nella fede cattolica.

Visto e' considerato che gli uomini piu' ricchi del mondo sono tutti eredi (tutti senza alcuna eccezione) degli antichi "prestatori di denaro" ebrei, tutto va di conseguenza. Vedere per credere l'etimologia dell'italianissimo termine "avaro".


Comunque, mi confermi nella mia convinzione espressa sopra, che e' la seguente: l'usuraio e' tale solo a condizione che non sia parte di una minoranza protetta, altrimenti diventa un "filantropo" come Mr. Soros.

Chi ci vede antisemitismo o razzismo puo' avere solo due possibili problemi: una cataratta allo stadio terminale o, piu' probabile, una grossa coda di paglia.

Un saluto.

Orpheus said...

Strana collocazione per un articolo di questo tenore...forse, perchè l'autore crede di più in noi, nella nostra curiosità, che é anche indice d'intelligenza e nella nostra capacità d'indignarci.
Si, perchè ormai, questa società disincantata s'indigna solo davanti ai pettegolezzi e non davanti alle tragedie.
Le anime belle si stracciano le vesti sul caso di "Alicetta" e Porcellino Gurk" (i soprannomi di Noemi e l'ex-fidanzato), ma su un tale ignobile comportamento delle banche, fanno spallucce.
Non é una novità che certi operatori bancari, giocano sulla credulità dei clienti, in primis, quelli anziani, più facili da raggirare.
Eppure nessuno, dico nessuno se ne fa un cruccio.
Non mi stupisco, quindi nel leggere quello che é successo ad HK, ma provo la solita immancabile nausea.
ciao Mary
PS. Non sono particolarmente garantista di mio, ma davanti a questi casi...

Nessie said...

Mary, è carina ma a mio avviso, un po' ingenua la tua spiegazione sul perché certe notizie scottanti siano andati sul rotocalco femminile. Alludo al tuo , "forse perchè l'autore crede di più in noi, nella nostra curiosità, che é anche indice d'intelligenza e nella nostra capacità d'indignarci". Mah...magari fosse così. Io invece opto per la tesi del mimetismo. In mezzo a moda, divismo, rubriche sulla posta del cuore a cura dei soliti psicologi, ci si mette lì un reportage d'attualità o un articolo come questo, quasi sicuri di averla fatta franca. Cioè di cadere nel regno della "indistinzione" mediatica.
Pubblicarlo sul Corriere avrebbe potuto creare allarme nei risparmiatori, in primis.
In secondo luogo avrebbe dovuto scrivere il nome e la ragione sociale delle banche da rapina sui poveracci che hanno attuato questa nefandezza. Con le conseguenze che sappiamo. Al povero Haider, il suo discorso contro la "mafia" delle banche costò la vita.

Anonymous said...

Finanza creativa o finanza criminale? Ciao
Luca

Anonymous said...

Gordon Gekko era una candida, ingenua ed onesta educanda rispetto ai suoi successori attuali e reali...
Scart

Nessie said...

Eh eh! temo anch'io scart ;-)

Nessie said...

Luca, ottima battuta: te la ruberò ;-)