23 January 2009

Stupri in aumento: basta!



Corre l'obbligo morale di tornare al problema sicurezza. Per ricordare che quando c'era la campagna elettorale Alemanno arringava con veemenza l'allora sindaco Veltroni. Veltroni, impotente di fronte al dilagare della criminalità straniera, replicava mestamente "qui si vuole strumentalizzare". Oggi lo stesso sindaco Alemanno di fronte all'incalzare dell'opposizione sullo stesso tema risponde con un mesto "qui si vuole strumentalizzare". Stessa manfrina coi due burattini che si alternano nei ruoli e perfino nelle battute. Che fantasia! E allora "strumentalizzerò" anch'io dicendo che siamo arcistufi per davvero! Nel giro di due giorni abbiamo avuto tre violente aggressioni con stupri:


Il primo stupro è avvenuto a Roma ad opera di due probabili nomadi di nazionalità romena tra baracche, degrado e abitazioni, che hanno prelevato a forza una poveretta mentre scendeva da un autobus nello stesso modo della povera Giovanna Reggiani. A Guidonia, si replica la mattanza per una giovane coppia, con cinque energumeni incappucciati che abusano di lei, una 21 enne, dopo aver preso a botte lui, il fidanzato 24 enne, cacciandolo nel bagagliaio dell'auto imbavagliato. Il terzo, nel milanese in una pizzeria dove un egiziano privo di permesso di soggiorno ha abusato di una lavoratrice aggredendola a suon di percosse.


Si può e si deve avere il coraggio di dire che l'apertura di Schengen ha creato questo allarme sociale. E lo scriverò anche quando l'Ue ce lo proibirà formalmente per decreto legge, poiché stiamo certi: a questa odiosa perversione arriveremo.


Si può dire che il controllo del territorio è stato fatto solo a parole o tuttalpiù come mera scenografia (vedi l'esercito che non può avere compiti di repressione)? Si può dire che con una maggioranza schiacciante come quella dell'attuale Governo, ha l'obbligo di NON tradire le aspettative dei cittadini in materia di sicurezza? E se la tradisce, deve spiegarci il perché non siamo più un popolo sovrano con un governo che legittimamente emette provvedimenti legislativi per proteggerlo. Si può (e si deve) dire che le "donne di destra" Gabriella Carlucci, Carfagna, Melloni, ecc. sono più impegnate a fare la "sciurete" eleganti a Porta a Porta, che a far fronte all'odioso aumento degli stupri sulle donne ad opera di stranieri?

Si può dire che le donne di sinistra quando si mettono in marcia (è meglio che non lo facciano), lo fanno solo contro i mariti e i fidanzati (o vero il maschio autoctono e domestico) mentre tutti gli altri "migranti" sono INTOCCABILI, poiché temono più di passare per "razziste", piuttosto che difendere seriamente le donne per cui dicono di manifestare?


Parliamoci chiaro: questa è una nazione che ha smarrito da tempo le sue chiavi di casa, perché è così che la si vuole umiliare; perché si lavora per l'estinzione degli autoctoni. Perchè la nostra classe politica è succuba delle élites immigrazioniste d'Europa, le quali predicano il dogma della libera circolazione degli uomini insieme alle merci e al denaro a nostre spese, creando sconquasso, disgregazione e deregulation nel suo tessuto sociale (non bastasse quello socioeconomico della crisi che ci attanaglia!). E cioè a spese dell'incolumità e della sicurezza dei nostri cittadini.


Così la chiesa ci dice di porgere l'altra guancia, le associazioni ebraiche sono preoccupate di difendere in astratto i triangoli marron dei rom, l'ONU di obbligare la stampa a mettere veline e mordacchie sulle nazionalità di provenienza di chi delinque. Il perchè è semplice...
Perché se Mannheimer o chi per lui si prendessero la briga di fare un'inchiesta seria sugli aumenti delle rapine, degli stupri, delle uccisioni, sappiamo perfettamente che la bilancia penderebbe dalla parte di chi proviene da "fuori". Cioè dai forestieri. Il risultato di tutta questa ipocrita cortina di silenzio, è l'annichilimento, è l'incapacità di difendere perfino un bene supremo come la vita e l'incolumità dei cittadini italiani. Nel nome del BENE universale non si fa che del MALE. Nel nome dell'amore assoluto e della "bontà globale" si lavora per ottenere odio e intolleranza. Salvo poi ad avere pure l'impudica perversione di proibire la legittima ribellione dei cittadini che hanno subìto un temibile danno come lo stupro, l'omicidio, la rapina, le aggressioni quasi quotidiane ecc, vietando loro perfino la legittima reazione di rabbia e di rivolta contro i provvedimenti "liberticidi" europei (si legga qui). Oltre il danno anche la beffa atroce. Ribellarsi è un nostro sacrosanto e inalianabile diritto!

40 comments:

ProEuropa said...

Ti è sfuggito questo:

http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/italia/news/2009-01-20_120320911.html

Un altro povero "migrante" al quale come ricompensa daremo il permesso di soggiorno.

Nessie said...

Grazie ProEuropa: linkato! E ho linkato anche il tuo post su quelle orrende facce di bronzo (per non dire un'altra parolaccia)della Commisione Europea che oltre a criminalizzarci ci vorrebbe pure ammutoliti. Cioè praticamente estinti, per far largo ai "migranti".

Elly said...

Se creassero una legge a favore dell'evirazione di bestie simili, non esiterei a firmarla col mio stesso sangue. Perchè solo quello si meritano le persone così mostruose.

Simone said...

Ricordo che tempo fa ho litigato con alcune femministe perchè rompevano i c. citando statistiche farlocche che dicono che la maggior parte degli stupri avviene per colpa del marito o del fidanzato,citando una statistica istat farlocca secondo la quale solo il 2% degli stupri è ad opera di extracomunitari,mentre ''il mostro sta in casa'',''che ce frega del pacchetto se il pericolo è sotto il tetto''.
Hanno ragione il pericolo sta sotto il tetto,il pericolo sta non soltanto in casa ancora più all'interno,anzi diro di più,il pericolo sta loro appresso,le segue ovunque vadano,il pericolo sta per la precisione dentro la loro scatola cranica.
E' un pericolo gravissimo!
Il più grave di tutti è il pericolo di chi ha un cervello che non funziona,è il pericolo che espone in assoluto alla quantità maggiore di rischi.
Un pericolo contro il quale,questa civiltà di sciovisti maschilisti non ha ancora fatto abbastanza.
Sono quasi sicuro che tra trent'anni,a Islam ormai compiuto, si risveglieranno dal loro coma cerebrale e riusciranno a girarci la frittata addosso,siete stati voi,perchè non avete fatto nulla?
Io le campane le ho suonate,loro invece sono suonate.
Mi hanno detto che è il maschio italiano il mostro tremendo,e hanno citato la statistica istat.
Al che io mi sono messo di puzzo buono e sono andato a beccarmi i dati del ministero dell'interno del 2006.
Risultato.38% di stupri ad opera di extracomunitari,a fronte di una presenza del 5%,stuprano come minimo 7 volte di più degli italiani,il 700% in più,per intenderci.
Allora come mai questa discrepanza,dal 2 al 38%?
Per il semplice motivo che la statistica è stata fatta come al solito alla maniera femminista.
In primis devono aver incluso come molestia sessuale,gli sguardi impertinenti,gli sfioramenti,i litigi e altri orrendi oltraggi della cui natura non è dato di conoscere.
Poi potrebbero avere ciccato il campione.
lA STATISTICA è INFERENZIALE ovvero dipende molto dall'accuratezza nello scegliere il campione,se si cicca il campione,si cicca appieno la statistica.
E' pieno di statistiche farlocche,basta guardare i miracolosi tassi di crescita dei farmaci anticaduta dei capelli,eppure i pelati son sempre pelati(salvo trapianti svizzeri e riporti chilometrici).
Perchè tutto questo?
Perchè bisogna andare a vedere le condizioni messe in superminuscolo dello studio,come lo si è condotto.
Benjamin Disraeli soleva dire,ci sono tre modi di dire bugie:dicendo bugie piccole,dicendo bugie grosse,oppure con la statistica.
Taroccare una statistica è facile...
basta vedere l'inflazione istat...
come scelgono il paniere?
Dunque appurato che cos'è la statistica e a che cosa serve(a dare dati rassicuranti alla popolazione...)ora noi in maniera diligente ci rivolgiamo AI DATI PURI,QUELLI NON INFERENZIALI,NON DEDOTTI DA UN CAMPIONE CHE PUO' ESSERE SCELTO A PIACIMENTO,MA INVECE PRESI NELLA LORO COMPLETEZZA.
IL 38% DEGLI STUPRI E' AD OPERADEGLI EXTRACOMUNITARI...
Perchè insistono ad incolpare il maschio italiano di essere l'unico mostro?
Perchè vogliono creare un clima di diffidenza nelle relazioni coniugali?
Domanda aperta,ognuno può rispondere come vuole.
Io per contro,ho suggerito soltanto nelle righe qui sopra un modo per rispondere alla femminista e al sinistrorso coglione,quando tirano fuori le loro idiozie e i loro dati farlocchi.

Risposte non ne ho.

Nessie said...

Elly, il problema n.1 che nessuno vuole né sa risolvere è che NON devono entrare, che siamo già in troppi, che un bel mucchio di questa gentaglia deve essere rimpatriata. Solo con un'oculata contabilità degli ingressi può tener sotto stretto monitoraggio la situazione stupri. Intendiamoci, lo stupro endogeno c'è sempre stato nelle società. Ma questi sono in larga parte "stupri etnici", parole che nessuno scrive. Il conquistatore penetra e profana la madre Terra, poi stupra le donne altrui, già ai tempi delle guerre puniche, solo per fare un esempio storico.

Massimo said...

Molti di quelli che importiamo dall'estero si trovano davanti ad una novità assoluta - la estrema libertà nel vestire e nel comportamento - delle donne italiane. La qual cosa scatena i loro istanti primordiali, non ancora tenuti sotto controllo da una educazione civile. Ma anche questo è colpa di chi vuole continuare ad importare persone che non possono integrarsi e, soprattutto quando fanno "gruppo", diventano anche pericolose perchè agiscono come se fossero a casa loro, con altre regole, altri costumi, altra educazione.

Nessie said...

Simone, che comizio torrenziale :-)! Ce l'hai tanto con le femministe. D'accordo, ma questo è solo uno dei fattori. E a destra che si fa? La sfilata dei modelli da Vespa. Il fenomeno purtroppo è ben più esteso: Madre Patria violata, donne violate (vedere quanto ho scritto a Elly). E a breve, a giudicare a quanto è successo al povero fidanzato di Guidonia ce n'è anche per gli uomini.
Mi limito a risponderti che una frase di Ernst Junger:

"Lunghi periodi di pace favoriscono l'insorgere di alcune illusioni ottiche. Tra queste la convinzione che l'inviolabilità del domicilio si fondi sulla Costituzione. In realtà l'inviolabilità del domicilio si fonda sul capofamiglia che, attorniato dai suoi figli, si presenta sulla soglia di casa, brandendo la scure". E.J.

Siamo in attesa di sguainare tutti quanti la scure di guerra. Basta col silenzio degli agnelli" E' l'ora del lupo.

Nessie said...

Massimo, non avevi niente di meglio come argomentazione? :-) Succede anche a chi porta sigillatissimi pantaloni ormai, e magari torna stanca dal lavoro, usando un mezzo pubblico. La signora Reggiani, francamente vestiva come una monaca. Eppure guarda te cosa le è andato ad accadere. Per non dire di ultraottantenni violentate a casa loro, durante rapine. Cosa c'è di così provocante in un'ottantenne che può essere tua nonna? Cerchiamo di mettere un po' più di sale ai ragionamenti. Qui il livello di guardia della sicurezza, mi pare che sia saltato da un pezzo e che non ci sono più paratie stagne in cui rifugiarsi. Era questo il senso vero del post. Senza contare che ad essere uccisi e derubati succede anche agli uomini.

Elly said...

Massimo, non per cattiveria eh? Ma TUTTI hanno la libertà di vestirsi come vogliono. Se io mi infilo una minigonna, un paio di tacchi a spillo e un top, NON significa che VOGLIO essere stuprata. Sono bestie malate. E gliene frega poco se una va svestita o vestita. La signora Reggiani non era giovanissima, eppure... eppure è stata punita e addirittura ammazzata per aver cercato di ribellarsi. Ma il discorso è altro. E' la mollezza e la totale inutilità di una giustizia che non c'è. Non c'è la certezza della pena, non c'è la sicurezza, non c'è un aiuto concreto. E leggete un pò qui: «Pensavamo che l'Italia fosse il Paese delle libertà - racconta un tunisino di 31 anni - e invece ci tengono prigionieri qui dentro da 40 giorni. Dormiamo in 30 dentro una stanza, il cibo è scarso, i materassini su cui ci stendiamo sono bagnati fradici. Abbiamo pagato 1200 euro perché cercavamo un futuro».

Parlano di libertà... libertà di far cosa in italia? I propri porci comodi? E non gli basta quello che hanno dalle nostre tasse?

Vanda said...

I governi europei hanno disarmato i cittadini e questa e' la conseguenza.
Oggi qualsiasi criminale e' armato e può fare quello che gli pare, mentre i cittadini inermi ed INDIFESI sono alla merce' della criminalità ed uno Stato oramai nemico!
L'unica cosa che invidio agli americani e' il II emendamento della loro Costituzione!

Nessie said...

Esatto Elly! Ma la cattiva qualità purtroppo, deriva sempre dalla quantità. Se facciamo entrare cani e porci, oves et boves, è chiaro che aumentano le probabilità di trovare dei "malati". Poi comunque il mio, così come quello dell'amico Pro-Europa di cui al link : http://fattideuropa.splinder.com/post/19655240/Alcuni+recenti+accadimenti+per

era un post anti-immigrazionista. E lo stupro assume qui un valore simbolico- metaforico. Mi pareva così chiaro!

Vanda said...

Vorrei informare chi non conosce quest'emendamento.
I dieci emendamenti noti come Carta dei Diritti, sono ancora nella forma in cui vennero adottati oltre due secoli fa.
Il secondo garantisce il diritto di possedere armi; se tale diritto sia esteso ai privati cittadini o solo alle milizie statali è stata questione di acceso dibattito, e le varie corti hanno interpretato il suo significato in diversi casi sin dal 1900. Ma nel luglio del 2008 la Corte Suprema degli Stati Uniti ha riconosciuto il diritto dei cittadini di possedere armi, dichiarando incostituzionale la legge del distretto di Columbia che invece ne vietava, ai residenti, il possesso.

Nessie said...

Sottoscrivo Vanda. Sono sempre stata un'ammiratrice del secondo emendamento nella Costituzione americana. Armi, ci vogliono ormai. E il fatto che i poligoni di tiro siano sempre più frequentati, la dice lunga di quanto ci si fidi del governo.

Vanda said...

I poligoni saranno anche frequentati ma non serve a nulla perché ogni volta che un ONESTO cittadino esercita il suo diritto a difendersi, diventa automaticamente un criminale ed il farabutto un'innocente vittima.
Negli USA la proprietà privata e' sacrosanta e quando violi la legge ed entri in una proprietà privata per commettere un crimine, la legge e' al 100% con te.
In Europa il cancro del comunismo ha estirpato il senso della proprietà e le conseguenze si vedono in varie manifestazioni, soprattutto la totale assenza di responsabilità personale.

Nessie said...

Vanda, vuoi che non sappia certe cose, tenuto conto che vivo qui? E' pure toccata a un povero orefice milanese e a suo figlio che avevano subito l'ennesima rapina con pistola puntata contro. Ma non c'è altro sistema se non si vuole fare la fine dell'insetto schiacciato. Dovesse accadere alla sottoscritta, ebbene preferirei difendermi anche con un'arma da fuoco finendo in galera piuttosto che soccombere. E ormai sono in molti gli Italiani che la pensano così. Finiremo tutti in galera, che vuoi che ti dica...
Ho sempre ammirato in Usa il fatto che la proprietà sia sacra e inviolabile. Per questo dovrebbero avere maggior rispetto per gli altri e non socializzare con disinvoltura l'immane debito finanziario che hanno accumulato coi loro derivati, hedge funds e altri titoli tossici. Ci sono tante forme di comunismo, putroppo. E questa è la nuova forma postmoderna: pagare i debiti di uno stato insolvente, anche quando non si ha nessuna colpa nel merito.

Anonymous said...

Come già in altre occasioni faccio notare che a parte la retorica e il bla bla bla la criminalità comune nel nostro paese è DI FATTO liberalizzata. Cioè l'insieme delle prassi e l'applicazione pratica delle norme vigenti consentono ai criminali comuni o i teppisti recidivi nostrani o d'importazione di fare quello che vogliono e come vogliono con un rischio ridicolo (molto minore di quello corso da un comune ed onesto cittadino che dimentichi una scadenza fiscale o che incappa nella nostra Pubblica Amministrazione). Ripeto: non conta e non mi interessa quello che dicono in TEORIA i nostri codici e regolamenti; mi interessa il loro drammatico e incivile esito PRATICO. Parlare di "sicurezza" in questo contesto è pura ipocrisia, malafede oppure vuol dire essere tragicamente ignari della realtà in cui vivono i cittadini.
Scarthorse

Nessie said...

Scart, ma è per questo che la criminalità straniera si dà col tam tam , appuntamento qui da noi. Perché sanno che qui la si fa sempre franca; che si preferisce angariare gli autoctoni e magari farli marcire in galera per evasione fiscale, ma favorire queste emerite fecce se uccidono o stuprano. Ora se a Roma trattasi di zingari, voglio proprio divertirmi a contare quante e quali associazioni "benefiche" li difendono. Voglio proprio vedere che dicono alla commissione Ue. Qui mi sa che dovremo marciare tutti incazzati con coltello tra i denti per Bruxelles e Strasburgo.
Dove per inciso, il parlamentare Wilders verrà messo sotto processo per insulto all'islam.
A proposito, firma la petizione da Mary. O nel mio post sottostante, quello sul semestre ceco. Ciao.

Aldo said...

Nessie, sai bene che sono solito mettere i puntini sulle "i", a volte anche in modo che ti è risultato non gradito o addirittura molesto. Ebbene, questa volta mi è impossibile contraddire anche una sola delle tue parole, mi è addirittura impossibile proporre una qualsiasi puntualizzazione. Hai scritto tutto tu, e nel migliore dei modi.

Nessie said...

Grazie, l'ho scritto con una tremenda rabbia in corpo, però. Qui non si vede via d'uscita se non imbracciare le armi.

Angelo D'Amore said...

ma tu stai ancora a sentire le campagne elttorali?
berlusconi ha incentrato la sua sulla demonizzazione di bassolino ed iervolino.
giunto al governo ha pulito il grosso della citta'(l'hinterland e' ancora sporco)ma poi non ha dato il colpo di grazia ai suoi avversari.
ti invito aleggere il mio ultimo post.
iniziamo a non far lavorare questa gente in italia, a nero, rosso o bianco che sia.
boicottiamo i prodotti cinesi.
inizieranno a capire che l'italia non e' l'eldorado da tanti dipinto, il paese esente da crisi, il paese messo meglio di altri in europa.
se i nostri governanti non danno risposte concrete, riappropriamoci noi delle nostre cose.
spero una volta tanto di avere una risposta senza ma e senza se.

Anonymous said...

Questo è l'effetto boomerang della legge contro la prostituzione per strada..via le prostitute...aumentano gli strupri..!
Questo è volontà occulta..la violenza deve aumentare..non avete capito che i nostri bravi idioti governanti bigotti non fanno altro che peggiorare sempre le cose..!

Lo PseudoSauro said...

Quante volte ne abbiamo parlato?
Perche', con la "destra" al governo continua tutto come quando c'era la "sinistra"?

Perche' il sistema ideologico vigente vuole a tutti i costi la mescolanza universale. La realizzazione di grandi ideali esige sempre le sue vittime.

"Destra" e "sinistra" di oggi si riconoscono entrambe in questo sistema di valori, quindi perche' stupire di questi "effetti collaterali"?

Nelle giurisdizioni di pressoche' tutti gli Stati occidentali ci sono gia' leggi speciali che sanciscono questo tipo di "diritto" in palese contraddizione con le filosofie del diritto che hanno animato le rispettive carte costituzionali.

In Italia abbiamo la "legge Mancino"; che sarebbe meglio definire con i nomi esatti degli ispiratori: Toaff-Modigliani-mancino.

Qui c'e' un'analisi piu' ampia al riguardo di queste "leggi speciali" che avrebbero dovuto avere un carattere transitorio (in quanto antidemocratiche).

http://www.uomo-libero.com/articolo.php?id=211

In questo lungo studio si chiarisce bene come leggi apparentemente pensate per mettere al bando gli "skinheads", siano in realta' applicabili a chiunque si volesse opporre al sistema di valori uscito dopo la fine della IIa GM.

Considerazioni come quelle che si possono leggere qui, in alcuni commenti, rientrano perfettamente nell'ambito della legge Mancino, quindi attenzione all'uso delle parole che il "mondo libero" sorveglia.

Che volete che sia qualche stupro, o qualche omicidio, di fronte all'ideale di un mondo unificato sotto un solo governo?

Anonymous said...

A propoosito di armi... ma v'immaginate il putiferio che sarebbe successo se a Guidonia il 24enne fidanzato avessse avuto una pistola (per carità regolarmente detenuta) in macchina ed avesse ammazzato un paio di quei luridi e viscidi bastardi?! Sarebbe cominciato il balletto di dichiarazioni tronfie, piene di nimia subtilitas, per condannare l'eccessiva reazione. Il PROBLEMA è proprio questo, come già scritto da altri sopra. Non solo lo stato (sia la "gistizia", sia le autorità di pubblica sicurezza) ha abdicato al suo compito di tutela, ma addirittura neppure più si permette al privato cittadino di difendersi. ... Concludendo: "Gliè tutto sbagliato... gliè tutto da rifare".

SALUTI, FELIPE88.

_______
P.S.: è il mio primo post e doverosamente saluto tutti i frequentatori e la padrona di casa. A cui vanno i miei complimenti per il blog, sempre interessante e da me condiviso nei contenuti!

Nessie said...

Angelo, se c'è una che non bada alle promesse elettorali, ma guarda direttamente ai fatti concreti, quella sono io.
Che ti devo rispondere? "Riappropriamoci delle nostre cose" vorrebbe dire presidiare nottetempo tutti i luoghi delle città italiane che sono diventati "zone franche". Ma figurati se la "democrazia" ci lascia fare le ronde di sicurezza! Al massimo ti concede di andartene in giro col telefonino. E comunque con me, sui prodotti cinesi sfondi una porta spalancata, dato che non ne compro.

Nessie said...

Anonimo, è gradito un nick da queste parti.

Sauro, che il sistema ideologico della mescolanza universale esiga le sue vittime e i suoi genocidi, ormai non ci sono più dubbi. Tutto sta è vedere se ci adatteremo a morire per "gli altri". Sulla Mancino pesano forti elementi basici di incostituzionalità e dovremmo raccogliere firme referendarie per abrogarla. Ho letto il pezzo di Massimo Fini, che come al solito è di totale lucidità.

Nessie said...

Grazie Felipe, la scena di Guidonia che descrivi sul fidanzato che si difende e spara, me la raffiguro benissimo. E purtroppo, anche le prevedibilissime conseguenze.

Simone said...

Per Angelo,bravo,diffondiamo questa consapevolezza,niente prodotti cinesi,la crisi origina infatti dalla delocalizzazione,con la delocalizzazione per mantenere gli standard di vita gli americani hanno dovuto utilizzare il credito a consumo,finchè è durato bene...poi la bolla è scoppiata.
Poi non dimentichiamo che i prodotti cinesi vengono fatti in dei lager,i laogai,da prigionieri in condizioni orrende dai quali poi alla fine si espiantano gli organi per venderli,oppure si estrae il collagene dalla loro pelle per venderlo alle signore occidentali.
Dazi,speriamo che Tremonti metta questi diamine di dazi,come aveva lasciato intendere che avrebbe fatto.
Chiediamo a Tremonti che mantenga la promessa.

Nessie said...

Sì, chiediamo a Tremonti che è uomo saggio e intelligente, che mantenga la promessa, Simone.
A breve farò un post contro la 'Chimerica' (termine forgiato dallo storico-politologo Niall Ferguson).
Per intanto, boicottare le merci, significa anche allentare i commerci stranieri qui da noi, con conseguenti massicce migrazioni umane, dato che il tutto è strettamente collegato.
Per inciso, l'attuale prostituzione in Italia con annesso il racket, è tutta straniera. E a MI non mancano donnne cinesi che si prostituiscono. Ce ne sono di tutte le razze, per la verità.Ma anche questo fa parte del sottobosco dell'illegalità diffusa.

Elly said...

Violenza sessuale a napoli: una ventenne ucraina denuncia la violenza di due uomini probabilmente nordafricani.

Violenza sessuale a genova: violentata e rapinata probabilmente da un marocchino

L'italiano che ha violentato a roma una ragazza ottiene i domiciliari per buona condotta giudiziaria. Mi auguro che il gip che ha preso quella decisione, non abbia figlie femmine.

I clandestini scappano dal cpt di lampedusa al gridi "LIBERTA'".

Ho il voltastomaco.

Nessie said...

A chi lo dice Elly! Vedo che mi stai dando l'aggiornamento della mappa degli stupri con annessa telecronaca aggiornata al minuto per minuto :-). Se questo governo fallisce in materia di sicurezza non verrà mai più rieletto. Che se lo mettano nella capoccia che questo è stato il punto forte per cui sono stati eletti. Ma che se lo ficchino BENE nel cervello tutti.

Vanda said...

Cito il Corriere di oggi in un articolo sullo stupro di Guidonia:
- Lui, il fidanzato di 24 anni, picchiato e poi chiuso nel bagagliaio dell'auto ha sentito tutto. E questo gli ha provocato uno "choc emotivo" molto evidente. Cerca di mantenere la calma per dare forza alla sua compagna ma -ha detto ai militari- che è pieno di rabbia e sensi di colpa per non essere riuscito a difenderla-.

Se avesse avuto un'arma da fuoco forse non sarebbe andata cosi. Queste bestie sono dei vigliacchi e di fronte ad una canna da fuoco sarebbero scappati.

Josh said...

Non rimane molto da dire davanti a questo schifo a getto continuo, e ho aspettato a rispondere perchè ero troppo arrabbiato. Diciamo che pare tanto realistica la frase di Junger, Nessie.

Nessie said...

Bene, vedo che ormai ci siamo convertiti tutti quanti alla legittima difesa.
Vanda con "l'arma da fuoco" e Josh con "la scure" di Junger.
La cosa che mi ha fatto più rabbia è che quell'imbecille di Alemanno sia ricorso allo sgombro forzato con tanto di ruspe negli abusivi campi zingari (poiché di loro si trattava anche se i TG li hanno fatti passare per cittadini "rumeni"), dopo che ci sono scappate due vittime in due giorni.
Ora sono proprio curiosa di vedere se quelle facce di m.... della commissione Ue hanno il coraggio di dare dei razzisti pure a questi ebeti che chiudono le porte delle stalle quando i buoi sono scappati.

Josh said...

Aggiungo, Nessie, che in part. Rai 2 sul caso dello stupro di 5 sulla ragazza, non ha parlato mai di 'rumeni', nè 'extracomunitari', nè 'immigrati' nè 'migranti' nè 'stranieri', ma ha parlato genericamente di ABUSIVI, che nel contesto vaghissimo in cui ha riportato notizie con un'aria chiaramente in forse, potevano essere anche 'abusivi' italiani.

Approvo anche la soluzione Vanda.

Paolo said...

Ciao Nessie, incollo qui un commento che ho postato anche sul blog di Claudio Risé. Un caro saluto.

Anch’io sono stato ancora una volta molto colpito dalla recente sequenza di violenze sulle donne. Sgombriamo pure il campo dalle statistiche femministe e fasulle (vedi qui), come pure dal pestaggio morale antimaschile (ci fu qualcuno che ebbe a dire senza vergogna che in ogni maschio c’è uno stupratore), denunciamo con forza l’utilizzo politico strumentale della sofferenza umana, il masochismo femminista che colpevolizza l’uomo (leggasi: il maschio bianco occidentale) per colpire la famiglia, descritta come luogo di oppressione della donna; ma rimane il fatto che queste cronache sono infinitamente dolorose.
Cade nell’abisso la paternità quando italiani, sempre più spesso sotto l’effetto di alcol e droghe, stuprano; è una sconfitta della maschilità sapere che le donne che conosciamo sono continuamente minacciate dalla circolazione indiscriminata di stranieri, che spesso esprimono culture (come quelle islamiste) di forte svalutazione della dignità femminile, e di profondo disprezzo per le donne occidentali.
Come uomini e/o padri dobbiamo innanzitutto riflettere sulla (e riprenderci la) responsabilità di custodia della nostra terra (la Patria che è, appunto, la terra dei Padri), la responsabilità di proteggere la vita e la libertà di chi l’abita perché vi appartiene.
C’è sicuramente molta più “salute” nelle reazioni rabbiose delle persone più semplici, che seguono sempre questi fatti drammatici, che in mille discorsi sociologici.
L’autorevolezza dei “nuovi” padri passa anche (soprattutto) di qui: dall’esserci in prima persona e in prima linea, contro ogni invasione violenta, perché gli stupri raccontati in questi giorni dalle cronache sono violenze che colpiscono nel profondo l’anima maschile e quella della nostra civiltà.

Nessie said...

Parole sante, Paolo! Ma le forze che impediscono la riappropriazione della Patria (termine che come hai indicato proviene da padre) sono molteplici. Tra le quali anche quel femminismo idiota, becero, masochista e ideologizzato a sinistra che se la prende sempre e solo coi maschi autoctoni eppoi magari TACE sugli abusi e sui misfatti di altre subculture tribali e allogene.
Ma non solo. La dissoluzione delle nazioni europee ha tanti artefici. Tra i quali quelle lobby massoniche delle bancocrazie di Bruxelles che ci attanagliano e ci soffocano sia economicamente che moralmente e spiritualmente.
Leggi qui e ne desumi da te il perché:

http://www.repubblica.it/2009/01/sezioni/cronaca/nomadi/nomadi/nomadi.html

Certo che ci vuole una bella faccia di bronzo a colpevolizzare le vittime (cioè noi) e plaudire i carnefici (cioè loro) in nome della "beneficenza universale". Questa come ho già scritto è una forma di 'impudica perversione'.
Leggi anche quanto sostiene Josh, nel suo commento sopra il tuo: la stampa e i notiziari mettono il silenziatore circa la provenienza geografica degli artefici di questa mattanza.

Nessie said...

Josh, invito anche te a rileggere quell' articolo di Repubblica che ho appena linkato a Paolo.
Perversi e ignominiosi, sì, perché la sostanza di quanto asseriscono quei criminali di Bruxelles che a breve ci metteranno pure sul lastrico, è "Italiani, fate piano a strillare se vi uccidono, vi sgozzano o stuprano, perché sennò siete razzisti e xenofobi e vi aspettano magari tre anni di galera per reati d'opinione, visto che noi disponiamo di un detonatore come il Trattato di Lisbona".

Anonymous said...

Buongiorno Nessie e amici del blog.

Complimenti innanzitutto a SIMONE per il suo Post. Hai fatto informazione. Beh riguardo il maschio italiota poi le femministe u un punto non hanno poi tutti i torti (anche se per motivi ben differenti). Siamo diventati un po flaccidi, non è vero?
Devo dire riguardo le violenze, segnatamente quelle di carattere sessuale che ci sono due ulteriori effetti collaterali (spesso concause) che non mi piacciono.
- L'indifferenza, il far finta di niente e tirar dritto di chi è testimone. Ma questi la coscienza la lasciano a casa chiusa in un cassetto? "Mi conviene intervenire?, certamente no, che ci guadagno?" Questi ragionano con fredda, spicciola, cinica "razionalità".
- Poi c'è l'orda assetata di vendetta (degna di un Rwanda) che inveisce quando ormai lo stupratore è stato neutralizzato. Eh no cicci belli è troppo comodo dopo. Questi sono quelli che usano una tragedia come personale sfogatoio. Questi sono quelli che ragionano con le budella, totalmente "irrazionali", probabilmente presi uno ad uno dei vili. Non è detto poi che l'uno escluda l'altro, anzi, sono due facce della stessa medaglia.

Poi c'è un terzo caso. Io stesso. Spero e prego sempre tutta la vita di non finire a far parte di una di queste due categorie.

Fabio

PS. ELLY lascia perdere le mutilazioni come "pene" (aridaie!) da comminare. Non vogliamo mica diventare gli Evirati Arabi? Ci pensa già la UE a tagliarci metaforicamente le mani.

Nessie said...

"C'è l'orda assetata di vendetta (degna di un Rwanda) che inveisce quando ormai lo stupratore è stato neutralizzato. Eh no cicci belli è troppo comodo dopo. Questi sono quelli che usano una tragedia come personale sfogatoio. Questi sono quelli che ragionano con le budella, totalmente "irrazionali", probabilmente presi uno ad uno dei vili. Non è detto poi che l'uno escluda l'altro, anzi, sono due facce della stessa medaglia".

Sinceramente questa tua ultima tesi non mi convince, Fabio. L'orda di chi cerca il linciaggio avviene, perché sappiamo perfettamente che la giustizia in Italia non FUNZIONA. Il fatto che questi 6 farabutti siano in manette da parte della polizia, non significa affatto che in galera CI RIMARRANNO. Se ti interessa saperlo, due sono già ai domiciliari. La radicale "rosaripugnante" Rita Bernardini un tempo femminista inveterata, e oggi passata con disinvoltura dalla parte dei diritti umani degli stupratori purché "migranti", la dice lunga sull'ipergarantismo di cui godono questi criminali e sulla NON CERTEZZA della pena. Intanto il tam tam sull'Italia, paese del BENGODI per tutta questa canaglia, continua e sulla scia del nostro permissivismo arrivaranno altri "ospiti" considerati 'neocomunitari'.

Anonymous said...

L'immigrato indiano bruciato dai 3 italiani oggi ha TUTTE le prime pagine dei quotidiani e TUTTE le aperture dei gr. L'italiana stuprata da 4 rumeni non ha avuto gli stessi onori di cronaca. Tanto per capire bene come tira il vento e chi conta di piu'.

Stella