24 November 2008

Via i crocifissi in Spagna e denunce alla Binetti in Italia


Non si può non mettere in relazione quanto sta avvenendo a Valladolid (la città spagnola dove morì incatenato in galera il nostro Cristoforo Colombo) con quando sta accadendo in Italia.

La rimozione dei crocifissi nelle aule per decreto giudiziario era già nell'aria da parecchio tempo. Del resto un paese come la Spagna di Zapatero che autorizza a mettere nei documenti Genitore A e Genitore B a prescindere dal sesso, cancellando i termini "padre" e "madre", abrogando il concetto di "famiglia", non poteva che procedere a questa desertificazione della sua tradizione cattolica nel nome di un laicismo del quale non potrà mai godere i frutti. I quali frutti nascono già avvelenati a causa della pesante invasione islamica. La natura (e anche la società) rifiutano la tabula rasa e quando un posto viene lasciato vacante, c'è chi si affanna a riempirlo e a sostituire in fretta il vuoto lasciato.
I sostituti di questa iconoclastia decristianizzante la Spagna li ha già: l'immigrazione islamica che in un domani imminente prevarrà attraverso una demografia fuori controllo. E allora i signori giudici (per me, degli autentici destabilizzatori come del resto è già avvenuto in Italia) si piegheranno alla sharia. Maramaldi col Cristianesimo, succubi con l'Islam, è la migliore delle ipotesi.


La seconda notizia sulla scia di questa pericolosa china riguarda la deputata "cattolica" nel raggruppamento del centrosinistra Paola Binetti, denunciata dall'Arcigay per aver espresso idee non gradite alla lobby omosessuale. Siamo, per chi non lo avesse ancora capito, davanti ad un altro caso simile a quello di Buttiglione costretto a viva forza a dimettersi dal Parlamento europeo per idee non gradite alla premiata lobby, la quale ora parte alla riscossa con nuove manifestazioni pro Pacs. Voglio aggiungerne un'altra. Nei mesi scorsi i deputati del PD Emanuele Fiano di fede ebraica e Khaled Fouad Allam di fede musulmana (da non confondere con Magdi con cui ha il cognome in comune) annunciarono il progetto di voler estendere e inasprire la famigerata Legge Mancino sui reati d'opinione anche alla questione omosessuale nella forma di "lotta alla discriminazione sessuale". Leggere qui per saperne di più. Con la scusa della lotta all'antisemitismo ci si agganciano altri target che tendono al bavaglio d'ogni legittima opinione e dissenso. Così si confeziona un pacchetto-omaggio della serie, paghi uno e pigli tre.

Voltaire e i capisaldi d'Occidente sul diritto d'espressione si rivolta nella tomba e l'art. 21 della Costituzione si fa sempre più carta straccia. Tutti religiosamente "sacri" e "inviolabili" tranne i soliti Cristiani svillaneggiati, citati in tribunale, martirizzati e uccisi in talune zone del mondo sotto il silenzio dell'opinione pubblica, con gli arredi sacri in via di smantellamento (vedi i crocifissi) e le chiese in disarmo. Cristiani, non porgete l'altra guancia!

35 comments:

Lo PseudoSauro said...

Isabella di Castiglia non mori' a Valladolid, per caso? Granada e zone limitrofe erano proprio le ultime roccaforti dei Mori prima della Reconquista. Traggo da:

http://www.storialibera.it/epoca_moderna/isabella_di_castiglia/articolo.php?id=312

"Il 26 novembre di cinquecento anni fa moriva a Medina del Campo, presso Valladolid, Isabella la Cattolica (1451-1504), regina di Castiglia e di León. Personaggio straordinario, cui si devono, fra l'altro, la conclusione della Reconquista, cioè la liberazione della penisola iberica occupata dai musulmani quasi otto secoli prima, i viaggi di Cristoforo Colombo (1451 ca.-1506) nel Nuovo Mondo e l'inizio dell'evangelizzazione delle Americhe, Isabella è ancora al centro di polemiche. Se da un lato la causa di beatificazione che la riguarda è ormai in fase avanzata, dall'altro lato l'istituzione del tribunale dell'Inquisizione e l'espulsione di ebrei e musulmani dalla penisola sono ritenute in alcuni ambienti ostacoli insormontabili per il riconoscimento della santità della regina."

Sara', ma al sottoscritto sembra una specie di nemesi storica. I Mori vennero rispediti di la da Gibilterra e ancora non l'hanno digerita. Ma non solo i Mori... Quali sono gli "alcuni ambienti" che si oppongono al riconoscimento della santita' della Regina? Forse gli stessi che si oppongono alla beatificazione di Pio XII? La fonte citata sopra parla di "espulsione di ebrei e musulmani" che osterebbe alla causa di beatificazione. Ma questa regina aveva i baffetti come Adolfo? Come si fa a beatificare chi si e' macchiato di un pogrom, quando la celebrazione piu' universalmente riconosciuta nel mondo moderno e quella del ricordo dello sterminio ebraico? Queste due o tre riflessioni solo per chiarire le idee a chi crede ancora che il cattolicesimo puzzi solo agli arabi. E poi: da quando in qua ebrei e musulmani decidono chi deve salire agli onori degli altari cattolici? Decisamente, c'e' qualcosa che non va.

Diciamo che si evidenzia l'abbozzo di una convergenza d'interessi che secondo la corrente interpretazione della "lotta al terrorismo" sembrerebbe del tutto improbabile.

Cosi' Zapatero scioglie il nodo gordiano e riporta la Spagna al 1400. Ricordi che l'obiettivo dichiarato di "al Qaeda" era il ritorno allo status quo ante Vestfalia? 100 anni piu', 100 anni meno, ma e' questo che stanno facendo, solo che lo smantellamento della Spagna cattolica segue quello degli imperi orientali e centrali (cristiani), ovvero: della Russia ortodossa, dell'Austria cattolica, della Germania protestante, della Polonia cattolica. E prossimamente ancora della Russia, tornata ortodossa. E li' i Mori non c'entravano niente. Insomma: non e' ne' un fenomeno locale, ne' isolato nel tempo. E' il cristianesimo che viene smantellato, ovunque si intrecci variamente col Potere locale. Non solo: se ne rimuove addirittura la memoria attraverso la demonizzazione delle icone cristiane. L'Islam viene usato come testa d'ariete e per confondere le acque, ma il risultato potrebbe non essere quello sperato dagli scaltri progettisti di questa specie di vendetta globale.

Naturalmente le mie sono fantasie di "complottista". E' un caso del tutto peregrino che la storia abbia presa questa piega. E' il "progresso" che lotta contro l' "oscurantismo" cristiano. Appunto la "luce" contro le "tenebre"... e siccome il buio e' totale, ci vuole un "faro" che illumini provvisoriamente il teatro nell'attesa della ben piu' potente illuminazione universale. L'Islam e' questo faro, ma la Luce che verra' sara' ancora piu' abbagliante. Che verra' quando la corrente elettrica verra' ripristinata dopo il temporaneo blackout globale. :-)

Anonymous said...

Certo, quei giudici spagnoli sono feroci con il Cristianesimo e accondiscendenti con l'Islam. Ma si stanno scavando la fossa da soli perché quando l'Islam avrà riconquistato la Spagna, penseranno gli imam ortodossi a far piazza pulita dei giudici attuali. Quanto alla Binetti, avrà tutte le ragioni del mondo, ma dovrebbe guardare in faccia i suoi compagni di partito che sono quelli che proteggono gli intolleranti.
Xavier

Elly said...

Ma si, estendiamo la legge mancino e invece di punirli, ammazziamo direttamente chi "odia" o chi la pensa in altro modo. Possono cancellare i blog, gli articoli di giornale ma i sentimenti (peraltro umani, che piaccia o no) e i pensieri quelli non si cancellano, purtroppo. Per quanto riguarda la spagna... bhe, l'articolo si commenta da solo come daltronde quello della Binetti. Anche questo è "odio" e chissà se verrà punito. No?

Nessie said...

Sauro, nevica e si preannuncia un duro "inverno (di crisi) del nostro scontento" :-)La sottoscritta ha appena finito di spalare la neve sulla rampa d'accesso di casa sua. La storia di Isabella di Castiglia (alla quale per scherzo, la sottoscritta è stata paragonata da uno psicologo che ci legge) me la leggerò con calma, perché mi interessa. Sappiamo comunque che c'è una convergenza d' interessi tra Fratelli maggiori e altri fratelli semiti maomettani. E che quando trattasi di compiere scelte qui in territorio occidentale, i primi vanno spesso e volentieri (fatte salve le debite eccezioni) a braccetto coi secondi, ma che ci detestano cordialmente. Si veda il fotomontaggio blasfemo di Pio XII che circola sul web, di un Papa che benedice l'Olocausto. E tutto questo, alla faccia del dialogo interreligioso, della cui difficoltà nell'ultima lettera di Benedetto XVI a Marcello Pera, va convincendosi pure il nostro Papa (ieri sul Corriere). Che Dio lo illumini e che se ne faccia una ragione, ma che vada avanti con la difesa della liturgia. Altrimenti il futuro è uno e uno soltanto: ABDICAZIONE.

Caro Xavier, lo so bene che quei giudici si stanno scavando la fossa da soli. Ma la Spagna non è lontana e i giudici alla Garzòn (amico di Di Pietro) li abbiamo anche noi. E questo provvedimento significa "dare la stura". Sulla Binetti, sono perfettamente d'accordo: che ci sta a fare in quella coalizone a farsi massacrare? Un vero cattolico non può che essere conservatore. Ma il motivo per cui l'ho tirata in ballo, è che la faccenda "giuridica" di attacco alle opinioni sui gay, va posta in stretta correlazione all'"affare Buttiglione". E anche all'attacco giuridico "de sinistra" al Cattolicesimo in tute le sue emanazioni.

Nessie said...

Cara Elly, essì, oltre a pensieri, parole, espressioni, siti e blog abbiamo pure i punitori dei sentimenti a livello di organismi internazionali.
Non facciamo in tempo a gioire per quel bravo Cassinelli parlamentare liberale genovese di FI, che ha impedito la censura dei Blog, in applicazione dell'articolo 21 della Costituzione , che prevede la liberazione dei blog, dei social network e delle community da tutti quegli impedimenti e limiti che già esistono e che i Levi vorrebbero introdurre, che si progettano già nuovi "tiri Mancini" da estendere anche ai gay. Possiamo solo ringraziare che la sinistra non è su al governo, e che ci sia (per il momento) una moratoria. Ma stai tranquilla, che ci riproveranno non appena Veltronzo o chi per lui, sarà rieletto.

Josh said...

Inutile dire che trovo proprio assurdo già l'invenzione del genitore A e genitore B, una antirealtà, e che le cose non si possano chiamare più col loro nome, padre e madre....Vero snaturamento dei ruoli m/f e della famiglia, che al di là delle 'pratiche' private di alcuni che sono sempre state fin dall'inizio dei tempi, rimane pur sempre il modo in cui la maggior parte della gente vive, copula, fruttifica, si moltiplica e prolunga la specie...

Figuriamoci ora la mossa di rimozione crocefissi in ossequio a una pretesa laicità.
Proprio vero: nessuno vedrà i frutti della laicizzazione forzata dei sinistrati, perchè subito lo scranno marginalizzato ed esautorato del Cattolicesimo, sarà riempito dall'Islamizzazione montante, già pronta. E questo non fa gli interessi dei cattolici, ma nemmeno degli atei, dei laici, dei laicisti nè dei protestanti per esempio, nè degli Occidentali. Finiranno succubi dell'islam tutti.

Personalmente non mi piace la Binetti, anche per il suo modo di presentare non sempre così documentato l'ortodossia cattolica, e la sua incapacità di distinguere tra ambiti di vita personale-scelte personali, Religione e Mistica, politica...ma più di tutti non so che ci faccia in quello schieramento.
Molto triste comunque quello che succede, che ricorda davvero il caso Buttiglione in EU, figurarsi se ora l'arcigay non faceva ricorso contro un ennesimo presunto caso di ....'razzismo' e 'discriminazione'....siamo alle solite.
Emanuele Fiano e Khaled Fouad Allam che vogliono estendere la Legge Mancino a presunti reati 'di discriminazione razziale, etnica o di carattere sessuale' creeranno un sistema in cui non si potrà nemmeno dire ciò che si pensa, o peggio, ciò in cui si crede, che non è un reato (finora), perchè ci sarà sempre qualcuno che si può offendere.

Dubito fortemente comunque che anche la Binetti, pur se ha enunciato una morale cristiana forse un po' dogmatica e stretta in cui lei e molti cattolici credono, si sia solo per questo, macchiata di un...reato, o che abbia fatto discriminazione 'razzista'.

Ma in mano a certi legulei dal cervello svaporato tutto può essere, figuriamoci.
Sì è tutto sacro e inviolabile. Tranne il Cristianesimo. Violabile in certi paesi con molti fedeli uccisi, e violati da una controcultura continuamente provocatoria, prigionieri ormai anche in casa propria.

Nessie said...

Per inciso caro Josh: la Binetti non piace nemmeno a me e mi piace ancora di meno quel masochismo che la porta a militare "dalla parte sbagliata". Ovvero dei suoi carnefici. Ma nessuno ha voluto mettere in correlazione (parlo della stampa, ma anche della blogosfera) i due fenomeni per indicare che "La Spagna è vicina" e che l'"Italia fa scuola alla Spagna". Insomma, degli anticlericalismi paralleli.
Del resto non mi piace neanche Buttiglione, ma cacciarlo con un mobbing accanito come quello che gli hanno fatto gli eurosocialisti e la lobby dei gay, mi ha suscitato indignazione.
Cosa c'è da stupirsi per Genitore A e Genitore B da parte di uno scriteriato come Zapatero? Da sempre il social-comunismo individuò nella famiglia "la prima cellula del concetto di proprietà privata" (Engels). E continua...Anzi, più avanzerà la crisi e più i partiti di sinistra dovranno dare in pasto al popolino "qualcosa di sinistra" in questi diritti (dis)umani. In mancanza di quella giustizia sociale salariale che invece non sarà in grado di ottemperare.
Se non hai famiglia, non hai Patria (parola che proviene da "padre"). Se non hai Patria non hai identità né memorie storiche e culturali. E senza tutte queste cose, c'è la desertificazione e successivamente l'estinzione della nostra società.
MI piacerebbe però sapere perchè i blogger cattolici tacciono di fronte a tutte le cose che ho citato. Compreso il fatto che si fanno caricature blasfeme su Pio XII. Cos'hanno? La vocazione al martirio? Se è così, saranno accontentati.

Massimo said...

Ha ragione Elly. Tutti i Mancino di questo mondo possono scrivere leggi che impediscano ogni fiater "scorretto", ma non potranno mai impededire ai nostri sentimenti di emergere e di farci comportare di conseguenza.

Anonymous said...

EURSS si diceva non a caso. Ad Oxford hanno abolito il Natale.
Sul fatto che possa essere imposto un pensiero unico e che per legge si debba essere Progressisti Politicamente Corretti e magari anche un tantino Fanatici lo si può davvero temere visto che ad esempio le stesse testoline che impongono tutte queste cose non si indignano affatto, anzi, per i massacri e le persecuzioni dei Cristiani in India, Iraq, Cina e mille altri posti.
Ci sono però due precedenti interessanti, due sistemi per cui i suddetti facevano il tifo: anche l'URSS e il sistema finanziario mondiale sembravano indistruttibili e destinati a regnare per i prossimi mille secoli. Invece...
Scarthorse

Nessie said...

Massimo, la Mancino è un obbrobrio di Legge che rassomiglia molto a quelle introdotta in Unione Sovietica durante gli anni del terrore "rosso". Cioè durante il famigerato "comunismo di guerra". E' evidente che i nostri sentimenti e il nostro linguaggio deve rimanere invariato anche se ci mettessero un micro cheap nel cervello.

Scart se vai su wikipedia alla voce Lenin trovi questo passaggio:
"Nel marzo viene decisa la requisizione degli oggetti di culto preziosi appartenenti al clero, ufficialmente allo scopo di rimediare agli effetti della carestie che si erano accompagnate durante la guerra. Tuttavia, molti ritengono che tale provvedimento fosse in realtà finalizzato a provocare la reazione degli ecclesiastici (che consideravano i paramenti liturgici sacri), per poterli perseguitare "con ragione". Infatti si ebbero circa un migliaio di episodi di "resistenza", a seguito dei quali i Tribunali rivoluzionari comminarono la pena di morte a 28 vescovi e 1215 preti e la pena detentiva a circa 100 vescovi e diecimila preti.[18] In tutto, durante tale "iniziativa", vennero uccisi circa ottomila membri del clero. In dicembre viene organizzata una campagna pubblica per irridere il Natale; simili manifestazioni si avranno l'anno seguente anche in occasione della pasqua...".
Capito? Fecero una campagna pubblica per l'irrisione del Natale. Quello che dici su Oxford è vero: alla fine ha vinto Vladimir Illic Ulianov e i suoi insegnamenti postumi.
Per saperne di più vai su wikipedia qui: http://it.wikipedia.org/wiki/Lenin

Nessie said...

Scart, il passaggio che ho riportato è relativo al Natale del 1922.
Nel 1918 invece avvenne questo:
"Per impedire la diffusione tra il popolo di idee controrivoluzionarie ritenute "pericolose", viene soppressa la libertà d'opinione, viene reintrodotta (essa era stata abrogata subito dopo la rivoluzione d'ottobre) la pena di morte (per il solo ma vago reato di "controrivoluzione"), viene abolita la libertà di stampa (con conseguente ufficializzazione della censura, già praticata), si inizia la persecuzione di tutti coloro che vengono considerati "non lavoratori" e amplissimi poteri vengono dati alla čeka, la polizia politica che diviene il simbolo della repressione leniniana (il cosiddetto "terrore rosso", che determinò la morte o la detenzione di migliaia di civili; Lenin, basandosi sull'esperienza francese, considerava il terrore indispensabile per la realizzazione di una qualsiasi rivoluzione).[18].

Domanda da un milione di punti: non è che in nome della "lotta alle discriminazioni", avremo ancora qualcosa del genere?

Elly said...

Massimo, scrivendo le loro leggi politicamente corrette ed applicandole poi, andranno incontro ad un'altra guerra. Perchè resta il fatto che facendo tacere la gente non faranno altro che alimentare sentimenti negativi. Solo che alle conseguenze non ci hanno ancora pensato. E saranno pessime conseguenze.

Poi, è un paradosso, tolgono le feste di natale, i crocifissi alle pareti. Non è discriminazione anche questa?

Anonymous said...

Nessie, se non avessi messo riferimenti e date quelle disposizioni avrebbero potuto essere scambiate per qualche circolare della UE'.
Elly, tolgono il Natale ma ipocritamente al pari loro non tolgono le feste.
I signorini a quelle ci tengono.
Scarthorse

Nessie said...

Elly, dice bene Scart. Quel che resta del Natale neopagano (luminarie, negozi addobati, merci in esposizione, delikatessen alimentari, gadget, doni ecc.) ci tengono eccome. E Gordon Brown in GB stasera ha appena fatto appello di SPENDERE, comprare, consumare. Magari lo trasformano in quella demenziale festa del Solstizio di cui ho parlato lo scorso anno (Seasonal greetings, ma col cavolo che lo eliminano.
Scart, quelle note prese da wikipedia su Lenin ci fanno capire che magari possono anche crollare i Muri e la Guerra Fredda, far collassare un sitema politico, ma che certe ideologie si infiltrano come virus. Marito? Moglie? Matrimonio? Macché! "Il mio compagno", "la mia compagna", "la convivenza", la "coppia di fatto". Da dove pensi che arrivino?

Angelo D'Amore said...

anche in questo il pd nazionale che cerca di emulare le forze socialiste europee viene ridimensionato.
oggi veltroni dice di essere obama.
ieri emulava zapatero.
come farebbe veltroni, in un paese con il papa e soprattutto con la bindi nel suo partito a praticare questa proposta, in uno spirito di interconfessione religiosa?

Lo PseudoSauro said...

Quanto agli ultimi commenti letti, insisto: non e' il comunismo che si e' infiltrato nel liberalismo. E' che il liberalismo su scala mondiale da lo stesso esito. Come qualsiasi altra utopia universalista che si incarni in un governo mondiale, non puo' essere che totaliaria. Marx, prima di fondare il "socialismo scientifico" era liberale. I liberali nell'800 erano considerati come i comunisti oggi: estremisti e utopisti rivoluzionari. Ma allora esistevano ancora dei Conservatori con la C maiuscola. Oggi abbiamo liberali di qui e socialisti di la. Ne' si capisce quali siano gli uni e quali gli altri. Il che non fa poi grande differenza. Mancano i reazionari: quelli che si oppongono al "progresso". Mancano gli elitari che difendono un'ideale di societa' gerarchica e ordinata, non egualitarista.

marshall said...

Nessie,
sono così miopi da non vedere che tutte queste prevaricazioni incontrastate porteranno inevitabilmente ad altre guerre, con la scia di dolori e lutti che ne conseguiranno.
E poi, son capaci di riempirsi la bocca con la parola pace!!!
Per la Spagna, se pensiamo ai grandi santi che ha dato al mondo, e come ora si sta riducendo, non resta che invocare per loro il requiem.
Con buona pace di tutti!!

Nessie said...

Angelo sei fuori pista. A parte la Binetti, nella componente cattolica del PD Veltroni ha dei gran "relativisti" come la Bindi che è una dossettiana e voleva pure i PACS ( o DICO).

Sauro, doverosa precisazione storica. Ma non è a me che devi farla, visto che giusto lo scorso anno di questi tempi fui proprio io a denunciare in anteprima la moda dei "Seasonal Greetings" e del togliere la X di Xmas o il Christ da Christmas" da parte dei liberisti e mercartisti: http://sauraplesio.blogspot.com/2007/12/american-greetings-without-christmas.html

In ogno caso, la "Festa della Derisione natalizia" voluta da Vladimir Ulianov detto Lenin andava riportata, per mostrare quali deliri c'erano in atto. Mia sorella è stata in Russia per ben due volte, e mi testimonia che i Russi hanno un'anima conservatrice e religiosa. Pensa che costruiscono tempi ortodossi in legno di betulla perfino dentro la taiga (la foresta) selvatica. E' stata proprio questa iconoclastia e cristofobia rivoluzionaria a farli soffrire di più.

Nessie said...

Esatto Marsh. Volere la pace per forza e a prezzo di bavagli in bocca, volere estirpare ogni forma di dissenso in nome della "lotta alla discriminazione", crea proprio quanto queste anime belle vorrebbero evitare: Discriminazione. All'incontrario.

Lo PseudoSauro said...

Io l'ho buttata li'. Se poi chi legge ci riflette meglio, altrimenti, e' inutile prendersela con questi o con quelli che sono entrambi le due facce di una stessa medaglia.

Quanto alla Russia: e' vero che l'ideale marxista prescriveva la rimozione della religione da ogni luogo, ma nei fatti l'unica religione rimossa fu quella cristiana ortodossa. Nemmeno una sinagoga fu toccata dai rivoluzionari. Vedere i due libri di Solgenitsin "Due secoli insieme", ormai tradotti anche in italiano.

E nel "mondo libero" che accade? lo stesso. E' sempre e solo il cristianesimo cattolico a fare le spese della "secolarizzazione": quello cattolico e quello ortodosso, per la precisione. Che sono poi gli unici monoteismi che conservano ancora una gerarchia, essendo tutte le altre religioni piu' compatibili con l'individualismo.

Lo PseudoSauro said...

OT

Questo e' solo l'inizio di cio' che capitera' ai nostri governi di "destra" o di "sinistra", a torto o ragione. A riprova del fatto che i provvedimenti dei diversi schieramenti in Europa sono pressoche' indistinguibili l'uno dall'altro.

La pacifica Islanda scossa da crisi, proteste, e disordini

di Paul Danese - 24 Novembre 2008

Da sei settimane consecutive, ogni sabato, migliaia di islandesi si ritrovano di fronte alla sede del parlamento per protestare contro la politica del governo che ha portato ad una crisi economica spaventosa e contro il Fondo Monetario Internazionale accusato di contribuire a distruggere il sistema sociale islandese.

Sembra la cronaca di fatti provenienti da altre latitudini, ma la crisi economica compie anche questi miracoli. I manifestanti chiedono le elezioni anticipate, visto che i responsabili non pensano minimamente di dimettersi, nonostante il fallimento delle loro politiche economiche.
Il FMI ha concesso all'Islanda un prestito di 2.100 milioni di dollari ma, prima di arrivare all'approvazione definitiva, il governo islandese ha dovuto garantire di far fronte ai depositi stranieri, al momento congelati presso le banche locali, per soddisfare la richiesta di Gran Bretagna ed Olanda.
Altri 3.000 milioni di dollari di prestito sono arrivati da Danimarca, Finlandia, Norvegia, Svezia, Russia e Polonia, ma appare molto difficile riuscire ad uscire da una crisi che ha portato l'inflazione alle stelle, la moneta svalutata pesantemente, le banche nazionalizzate ed il sistema economico sull'orlo del fallimento.
Le manifestazioni di piazza hanno avuto questa settimana dei risvolti violenti con scontri tra polizia e manifestanti che chiedevano la liberazione di uno di loro, fermato dalle forze dell'ordine. La situazione si è risolta, dopo lanci di lacrimogeni e cariche della polizia, con la liberazione del manifestante che se l'è cavata con il pagamento di una multa.

Nessie said...

Sì, i due testi storici di Solgenitzyn sono stati tradotti anche in Italiano, ma non circolano e sono relegati al Gulag librario. Ogni tanto se ne trova qualche passaggio sul web e basta. Comunque è noto quel che citi sulle religioni "non compatibili" con la modernità, il capitalismo e l'individualismo. E cioè, che sono le prime a saltare per aria.

Sulla "sindrome islandese" invece ho conservato un ottimo reportage di Le MOnde e appena ho un po' di tempo lo metto in rete. In ogni caso resta chiaro: prima di tutto ci sono gli Interessi delle Banche straniere. Mentre i risparmi dei poveri cristi possono pure andare a ramengo.

Orpheus said...

Ciao Nessie, ho letto anch'io di questa notizia, che non mi ha affatto sorpreso.
La Spagna di Zapatero ha ormai intrapreso la via del più squallido laicismo.
Finirà giustamente, come hai previsto nel tuo pezzo, che gli ex-cattolicissimi spagnoli avranno tribunali shariatici, come in Inghilterra.
Sulla Bindi non so che dire, ho seguito la vicenda, e lei aveva messo in relazione pedofilia e omosessualità.
Il che non é propriamente corretto, in quanto un pedofilo non è solo omosessuale, ma anche etero.
Le esternazioni della Binetti, PERO' riguardavano il diritto della Chiesa di dire no ai preti omosex, a maggior ragione nella logica della funzione educativa che sono tenuti a svolgere nell'ambito della comunità.
Ma all'Arci gay non deve essere parso vero: dare addosso alla Binetti e al tempo stesso, attaccare la Chiesa, oscurantista e blablabla...
Infine sono d'accordo con Elly possono fare tutte le leggi che vogliono, cancellare i blog ecc. ecc. ma non i sentimenti e i pensieri umani.
Ci saranno sempre voci libere fuori dal coro politicamente corretto.
Ciao mary

Angelo D'Amore said...

tu mi dici che sono fuori pista. io vado ad accentuare le incongruenze del pd.
la bindi e' favorevole ai dico per questioni elettorali ma non appoggerebbe mai la scelta di togliere i crocifissi.

Nessie said...

Binetti Mary, Paola Binetti e non Bindi :-)
La Chiesa è comunque libera (e hai ragione nello stigmatizzarlo) di non volere preti omosessuali e di espellerli dal sacerdozio. Così come dovrebbe essere libero un cattolico di dire che chi è preposto al sacerdozio non può essere gay senza l'intimidazione dei "nuovi tribunali speciali" che a quanto pare sono al servizio delle cosiddette "minoranze".

Angelo, sulla questione dei crocefissi, lo vedremo. Non mi piace parlare sulle ipotesi ma sui fatti.
E nei fatti Rosy Bindi insieme a Barbara Pollastrini firmarono entrambe i DICO ai tempi del decaduto governo Prodi.

Lo PseudoSauro said...

I preti omosessuali c'erano anche prima, se e' per questo. Ho sentito di storie boccaccesche in alcuni seminari... Pero' credo che la maggior parte di questi fossero convinti di non essere in stato di grazia. Forse perche' il catechismo lo insegnavano meglio di oggi, chissa'... del resto pure i comunisti di ieri catechizzavano meglio di quelli di oggi. I risultati si vedono in entrambe le chiese: desolazione totale. :-)

Ma il "gay" non e' un omosessuale. E' la politicizzazione dell'omosessuale. Quindi il non accettare il gay puo' essere equiparato al rifiuto di fare entrare la politica nella Chiesa, che non puo' rifiutare i peccatori, ma deve rifiutare il peccato. Comunque: battaglia di retroguardia. Dovevano farlo prima del Vaticano II.

Nessie said...

Certamente che dovevano farlo molto tempo prima. E sulle storie boccaccesche in oratorio e dintorni è tutto vero. Ma non è una buona ragione per venir citati in tribunale solo perché la Chiesa decide che Sodoma e Gomorra non c'azzecca niente con la Catechesi.Credo anch'io che sia una mossa contro "la politicizzazione dell'omosessualità".
D'altro canto, quando si praticò il laissez-fare senza intervenirvi in tempo, si sono dovute chiudere le missioni. Si veda lo scandalo in Usa.

dopobarba said...

Gli brucia troppo che gli si dica la verità. Vogliono che si stia zitti. Poter fare quello che vogliono senza che qualcuno possa rovinargli le uova nel paniere (?). E' per questo che gli si scatena l'odio, la verità gli fa male. Prendersela con il crocefisso è la dimostrazione più lampante di quanto siano poveri, come idee e come uomini.
Dopobarba

Anna said...

Ti pare che i cristiani porgano l'altra guancia?

A me pare che cristiani di questo tipo ce ne siano molto, molto pochi; in realtà finora hanno vissuto sonni tranquilli adagiandosi un po' troppo, mentre qualcuno preparava la forca.

Ma quel che conta è il presente e non so cosa potremo fare di diverso dai cristiani veri che ci hanno preceduto...
Ma se non siamo cristiani fino in fondo, trionferà ancora una volta la barbarie, come nei momenti più bui della storia.

Nessie said...

Cara Anna, ebbene se vuoi proprio la mia opinione, sì, mi pare di sì. Ovviamente non parlo di cristiani come te, come il mio amico Josh: parlo della Curia Mialnese con Tettamanzi, parlo di Don Colmegna che si mette e digiunare ogni qualvolta si sgombra un campo-nomadi abusivo i cui abitanti sono dediti al furto e a ogni tipo di illegalita. Parlo della Comunità di S. Egidio, parlo dei don Gallo e dei don Vitaliano che denunciarono il povero cardinale Biffi. Non puoi ignorare che anche questi sono cristiani, anche se a me non graditi.
Di Alessandro Maggiolini e di Giacomo Biffi ce ne vorrebbero di più. Spero di essere stata chiara.

Nessie said...

Dopobarba toccare i simboli religiosi cristiani vuole dire andare incontro a grandi calamità. Su tutto il resto concordo con te. Spero che la famiglie spagnole si facciano sentire. E che quando toccherà da noi (perchè prima o poi succederà anche qui) la risposta sia ferma.

Nessie said...

PS x Anna: Ovviamente sono d'accordo quando dice che dobbiamo essere cristiani fino in fondo per meglio difendere i segni e i simboli della fede a cultura a cui apparteniamo.

Starsandbars/Vandeaitaliana said...

Marshall, Elly, Sauro, Massimo, Nessie: càspita, siete tutti qui !
C' è pure Orpheus ! Devo passare più spesso.

Propostina: mandiamo Zapatero a Mumbay a trattare con quei criminali che stanno massacrando gli Occidentali.

Anche Zapatero come Curzi: giù giù all' Inferno !

Io, Non Porgo l' Altra Guancia

Hi hi hi hi !

PS:

magari a cavallo di un' atomichetta come nel finale del "Dottor Stranamore"...

Elly said...

Ma piuttosto, cosa ne pensa l'autorevole giornale Famiglia cristiana di tutta questa bella storia dei crocifissi via da ogni luogo pubblico? Sarei curiosa di saperlo. Così, giusto per...

Nessie said...

Stars, i giusti si ritrovano sempre, ricordalo! :-). Sì, buona idea: mandiamo Zap laggiù a Mumbay a fare un "gentleman agreement" con quelle bestiacce :-). Lo so che non "porgi l'altra guancia" come da blog.

Elly, non leggo Famiglia Cristiana che è un giornale a tutti gli effetti "cattocomunista", quindi non saprei...Chiedilo a Don Sciortino, il direttore un po' corto (short) di idee :-)