21 August 2019

Discorso levantino e poco istituzionale




Conte si è dimesso non prima di aver fatto il suo predicozzo al figliol prodigo Matteo, seduto alla sua destra (ancora per poco) al quale mette anche la mano sulla spalla.  Ovviamente ha cercato di gettargli tutte le colpe del pianeta addosso, di aver aperto la crisi per interessi suoi. Ha citato Habermas per farsi bello e si è fatto garante di regole istituzionali che non corrispondono al vero. Cito ad esempio il  suo famoso strusciante e lecchino discorso di Davos fatto alla Merkel il 25 gennaio scorso,  di cui al video, nel quale chiede esplicitamente consigli per contrastare l'ascesa della Lega alle imminenti elezioni europee., un gesto di piaggeria anti-istituzionale e anti-italiano davvero vomitevole.  Confesso che le dirette dei dibattiti parlamentari mi annoiano a morte, ma questa me lo sono sciroppata fino in fondo, con l'eccezione di Renzi, che mi fa venire il voltastomaco solo a sentirlo aprire bocca . Qui  la cronologia per i masochisti che si vogliono fare del male nel riascolto. Ovviamente dovete fare un bel po' di tara, visto che si tratta di un giornale assai organico ai 5 stelle come "Il Fatto".  Ma c'è tutto il resoconto della diretta ora per ora.
Pessima cosa poi, con la scusa della "trasparenza",  rivolgersi a Salvini dandogli del "tu" con una sequela di rimproveri accumulatisi in un anno, fare il lancio degli stracci e dei panni sporchi, a mo' di marito tradito.
E' stato giusto da parte di Salvini avergli ricordato, a proposito di "lealtà",  la sua pugnalata a Davos quando ha chiesto "consigli" alla Merkel su come fregare l'alleato alle imminenti elezioni europee.

Il Lecchino della Merkel 

 Ma sarebbe stato quello,  il vero pretesto per rompere e mandarlo a ramengo, forte magari del successo alle elezioni europee: sbattergli sul muso il video  di Davos e dire bye bye a lui, ai Pentagrulli e al suo governo. E Giorgetti non ha avuto torto a insistere con Salvini per anticipare la crisi, poiché la tempistica in politica  è tutto. Ma del senno di poi...

Discorso debole, demagogico, che suona falso, un po' da oratorio pugliese, quello di Conte. Penosa poi quella sortita sulla laicità e il richiamo a evitare simboli religiosi da parte di Salvini. Ricordo che lui andò da Vespa a Porta a Porta, coi "santini" di Padre Pio nel taschino, mettendoli in bella mostra sotto le telecamere. A ciascuno il suo santo o il suo rosario  e bene ha fatto Larussa  di FdI nel suo intervento, a ricordargli le sue origini democristiane e come per anni la croce fosse addirittura stampata sulla scheda elettorale. Ma a quanto pare, Conte è un democristo geneticamente modificato dalla memoria resettata, un po' come Mattarella.  Come bene ha fatto a ricordare che ora bisogna porre uno STOP ai presidenti del Consiglio nominati e non eletti!
Devo anche ricordare che l'aver aperto questa crisi da parte di Salvini è servita a portare alle luce tutte le Mummie che improvvisamente si sono risvegliate dai loro sarcofaghi: da Dini (quasi 90enne), a Prodi a D'Alema. Sembra il titolo di un film horror: "Chi giace nel mio sarcofago?". Mummie che ora pretendono ottenere un "ruolo di mediazione".  Mummie che dopo aver mandato il Paese in pezzi, ora si sentono traghettatori come Caronte, di anime perse. Così, come va ricordato che senza questa crisi non ci saremmo  forse mai resi conto del grottesco copione cinematografico in atto sui "Nuovi Mostri" Grillo e Renzi, disposti ai più avvilenti compromessi pur di  mantenere le loro poltrone e quelle dei loro accoliti !


Ora la parola a Mattarella. E figuriamoci se dalle mummie del Colle salterà fuori qualcosa di buono. A proposito di museo delle cere, pare che in queste ore si stia facendo vivo pure il presidente emerito Giorgio Napolitano. Facciamo gli scongiuri!
Intanto mentre le aule parlamentari abbondano di  chiacchiere e distintivi, siamo attaccati da una flotta nemica di invasori sulle navi dei nuovi pirati Ong che le stanno tentando tutte: anche il lancio dalle navi senza saper nuotare. I media ovviamente ci vanno a nozze su questi episodi e ci fanno addirittura le dirette, con mezzibusti e inviati che sembrano gli agit-prop di Soros. Il tutto mentre i magistrati si improvvisano ministri dell'Interno.
Aiuto! arrivano i barbari e in parlamento devono ancora decidere che abito mettersi!
A questo punto siamo sicuri che basterà sciogliere le camere e aprire le urne (semmai avverrà) dando la parola agli elettori, per venirne a capo?

94 comments:

Massimo said...

Conte è risultato, nel suo discorso, peggiore persino dei vecchi democristiani che una dignità istituzionale l'avevano anche quando, loro sì, venivano sistematicamente pugnalati alle spalle dai socialisti. I grillini "onestà, onestà" sono i nuovi socialisti, quasi peggio. Quelli, almeno, governavano apertamente con la dc a Roma e con il pci in sede locale, questi, invece, governano con chiunque, pur di portare a termine il mandato. Purtroppo il voto del 4 marzo 2018 non aveva dato alternative e, come farà anche adesso, Mattarella invece di convocare le urne, aveva (e avrà) un Cottarelli nel taschino. Intanto chi ha solo fatto un concorso pubblico, decide della politica immigratoria al posto di chi ottiene i voti del Popolo. Così la nave inviata dalla Spagna per caricarsi i clandestini, grazie alla politica di Salvini, farà dietro front e noi ci terremo i clandestini che sciameranno per l'Italia. E adesso ne arriva un'altra con 350 clandestini. Soluzione ? Come ha scritto Veneziani, stringersi attorno a Salvini, anche quando non ne condividiamo le scelte, per contrastare centimetro per centimetro ogni provvedimento dei giallorossi con una opposizione totale in parlamento, nelle piazze e nella vita privata (comportamenti, acquisti, letture etc.) di tutti i giorni.

Nessie said...

E' quel che faremo Massimo- che dobbiamo fare - tenuto conto che non c'è altra scelta. Temo anch'io che il Mozzarella abbia in serbo il solito governicchio tecnico pro tempore. Nel qual caso, tutti sotto il Colle a protestare, perché è ora di finirla di menarci per il naso.
Conte, come ho scritto, appartiene al novero di quei democristi geneticamente modificati e dalla memoria resettata, un po' come Mattarella, ansiosi di buttarsi tra le fauci dei "rossi". Nulla a che fare con quella vecchia guardia "anticomunista" che almeno aveva, come ricordi, "una dignità istituzionale".

Nessie said...

Intanto da ieri si è insediato un nuovo Ministro dell'Interno che detterà la linea sul fronte immigrazione: si chiama Patronaggio e ha già deciso di far sbarcare i "naufraghi" dell'Isola (africana) dei Famosi.

Anonymous said...

nonostante la immensa piaggeria me(r)diatica chi ha seguito il tedioso intervento ha percepito tutti i limiti politici ed umani del furbo avvocaticchio che si è arrischiato in una arringa politica laddove si è mostrato " professionalmente" per quello che è : solo un avvocato amministrativo.
Il dibattito ci ha insegnato due cose piuttosto ovvie e una verità politica ormai non più opinabile. Le due cose sono
1) la politica è un mestiere per chi lo sa fare ed è un mestiere difficile se lo si vuol fare al dila dei previligi che esso comporta e che tutti desiderano ed invidiano
2) il italia passare dal gridare "onestah! " ( ma anche libertah! ) al gridare "poltronah! " è un attimo , e questo è il nostro "materiale umano" con cui dobbiamo "democraticamente" convivere

Invece la verità politica indubitabile è che i "grillo-renzi" già inciuciavano da tempo , non si erano "sposati"un anno fa perché non si erano trovati daccordo sulla spartizione del potere, ma in un anno hanno entrambi accumulato un tale odio anti-salvini da farli fare il "matrimonio poltronaro" mancato l' anno scorso.
ws

Nessie said...

Certo che sì, che i due Mostri inciuciavano da sempre e se non altro lui li ha sgamati (magra consolazione!). Tra vecchie puttane si capiscono al volo e Salvini deve imparare a non fidarsi di chi promette che con quello "jamais couché avec". Di false promesse e di false intenzioni in politica, sono lastricate le vie dell'Inferno. Zingaretti gli promette che avrebbe sostenuto la via delle urne? Allora vuol dire che è un'imboscata per poveri fringuelli. E difatti....

Il patetico lesso spezzino Andrea Orlando, dopo aver retto il manto del nuovo (si fa per dire) chef Zingarelli, ora è già pronto a reggere il baldacchino di Renzi. Altra capriola, altra corsa...

Alessandra said...

Sul discorso di Conte, concordo con voi e aggiungo solo una cosa: dopo quello che ha detto, se mette in atto o benedice un'alleanza con il PD, potrà usare i fogli su cui l'ha scritto come carta igienica.
Hai fatto bene a non ascoltare Renzi, Nessie: ha detto che per colpa del "fallito governo populista" e del decreto Sicurezza in Italia sono aumentati il razzismo e il senso di insicurezza e che bisogna scongiurare l'aumento dell'IVA (nuovo cavallo di battaglia da sventolare dopo gli 80 euro).
Che Grillo-Renzi si stessero abboccando da tempo, non sono d'accordo: l'ha detto la Pinotti eccellente ex ministro della Difesa, è impossibile perché i grullini hanno votato i decreti della Lega.
Come se non potessero cancellarli una volta che i peperoni gialli e rossi saranno insieme a gozzovigliare sui banchi del governo!
E comunque, io il clima d'odio l'ho visto alimentato solo da sinistra: gli esempi sono innumerevoli e tutti archiviati con un'alzata di spalle.
La gente non si farebbe giustizia da sé se avesse la percezione di uno Stato che la protegge. Questi difendono e incoraggiano ladri, assassini e invasori, ma di che parlano?
E quanto all'aumento dell'IVA, è solo un pretesto buono per gli allocchi e non me ne frega un c… visto che aumenteranno le tasse e magari faranno pure una bella patrimoniale.
Quanto a Mattarella, ho sentito che sta aspettando il ritorno a Roma di Napolitano (stava in vacanza con la moglie e la scorta di due agenti ciascuno).

Nessie said...

Mattarella sta aspettando "Godot" Napolitano? Andiamo bene: consiglio di vecchie volpi (pardon, mummie) strage di galline.

Oswald Cobblepot (the Penguin) said...

La confusione ha raggiunto tali livelli che ancora qualcuno (Sallusti sul Giornale di oggi) invoca Draghi. A parte il solito stramaledetto vizio italico di invocare l'uomo forte, Draghi non lo schiodi da Francoforte. Innanzitutto, il prossimo 12 settembre c'è il consiglio direttivo della BCE, che deve decidere come affrontare la recessione economica (per altro già arrivata: vedere dati sulla Germania). E poi una riedizione dell'esperienza di Monti non pare essere gradita. Un saluto da Gotham City, il Pinguino.

Anonymous said...

21 agosto 2019
Deve finire questa disparità: la sinistra che insulta senza limiti, i suoi elettori che vomitano odio e minacciano morte. La via di uscita è togliere loro il monopolio di anatemizzare. Come costoro, appena sono in difficoltà, urlano (senza alcuna ragione plausibile) al fascismo che ritorna, così una destra vera dovrebbe rivolgersi ad essi chiamandoli col loro nome: antiitaliani, anticristiani, distruttori della civiltà, servi di potentati stranieri ed occulti.
Con l’occasione lasciami dire che con Fabio De Fina un gruppo di destra autentica e cattolica si stava formando. Fu Blondet nel 2007, in modo violento, proditorio e con motivazioni del tutto pretestuose a sabotarlo. La ragioni reali rimangono occulte (guenoniane). Mi fermo qui, per ora.
Oreste Sartore

Nessie said...

Sono d'accordo Oreste. Deve crescere una destra senza inibizioni che applichi la massima "a brigate, brigante e mezzo". Basta coi "bacioni" e i "ciaoni".
Quel che dici su Blondet non mi stupisce e fa parte del personaggio già analizzato in altri commenti.

Nessie said...

Sì Oswald, la cura Monti già basta e avanza. Ma non dimentichiamo che a chi possiede banche, assicurazioni e immobiliari (l'impero Berlusconi) il "tecnico" piace. Ed è già successo con Monti votato con lungimiranza sia da FI che da PD.

Gabriele Casari said...

Su Blondet devo dire che spesso e volentieri lo leggo con una certa sensazione di asfissia .Lo considero un'utile fonte di informazioni , ma dire che con il passare del tempo mi lascia sempre più basito mi pare un'eufemismo .
In questo paese sembra ripetersi sempre lo stesso schema per la destra e per il mondo cattolico , quando si deve contrastare il mondo dei poteri globali ad un certo punto tutto si blocca o si frantuma .Spesso e volentieri cominciano a partire nel dibattito frecciatine antigermaniche ( è un vizio antico esercitato spesso dal mondo cattolico) , si incomincia a denunciare la mancanza di cultura internamente . Immancabilmente chi è cattolico comincerà a criticare questo e quello dei suoi possibili alleati perché non sono conformi alla dottrina della chiesa .
E tutto si risolve in un sogno che sfuma all'alba :( .

Anonymous said...

Carissima Nessie, complimenti per i tuoi post sempre puntuali e precisi!
Riporto ,qui sotto, quanto scritto da Veneziani alla Verità ( con piccole varianti) ,un commento ben fatto che mi è piaciuto molto e spero sia di vs.gradimento( Il Vate)

Ora si prepara il governo di lor signori!
Sono ammessi nel club esclusivo del Partito Delinquenti, (che brigano per evitare le urne pronti a votare anche il governo Satanasso pur di non andar a casa...) pure i grillini (fino a ieri demonizzati) salvo cacciarli appena non servono più, accompagnati dal loro avvocato Zelig Conte, trasformista,equilibrista ,multitasking, democristiano quanto serve ,progressista quanto basta ,brillantina europeista, cromatina da notabile del Sud, pochette tardoborghese da taschino più un’incipriata di populismo da tinello per compiacer il gentil volgo!
Un discorso il suo ,nella seconda parte, volto
ad accaparrarsi le simpatie dei trombati alle ultime elezioni Renzi incluso, per un Conte bis,
infarcito di un po’ di gretinismo, due etti di Bergoglio, un niente di Ursula Von del Leyen e il gioco...pardon il governo e’ fatto!
Insomma vi dico già i ministri di culto del governo che hanno in mente in parità di quote:
Greta,Carola, Ursula ,Saviano,Lucano e Prodi-mortadella -Romano ! Con l benedizione di Mattarella, Bergoglio&Scalfari associati!

Silvia said...

Il problema non e' Berlusconi ma mozzarella, che si trova nella posizione di dover per forza scontentare qualcuno dei suoi padroni. Se avvalla l'inciucio dovra affrontare l'ira di Washington & co. Se concede le elezioni Berlino e compagnia sorosiana gliela giurano.
E su tutto incombe la Brexit: appena Londra esce si scatenera' la guerra (economica) tra USA da una parte e UE e Cina dall'altra. L'Italia, come illustrato qualche tempo fa da Tremonti, costistuisce il principale oggetto del contendere. Mozzarella lo sa e dubito che decidera a cuor leggero...

Nessie said...

Sarà Silvia, ma l'ultima volta che si è insediato il governo giallo-verde, non dimentichiamo che M. volle rifilarci un Cottarelli, uomo del FMI responsabile dello strozzinaggio alla Grecia e figuro particolarmente gradito alla diarchia franco-tedesca. Quando Renzi (voluto da Napolitano in quanto vincitore delle primarie) si ritirò a causa dello scacco sul referendum, fu sempre Mozzarella che invece di sciogliere le camere, ci mise Gentiloni, anche lui uomo graditissimo a Bruxelles. Io ragiono su questi semplici antefatti. Se poi non deciderà a cuor leggero, lo farà sentendosi pur sempre obbligato a ubbidire ai padroni "più vicini".

Nessie said...

Gabriele, il mondo cristiano-cattolico deve essere assai per aria e Bergoglio ha contribuito non poco a creare una vera e propria diaspora.

Nessie said...

Grazie Vate, ho letto anch'io il gustoso pezzo di Veneziani sul "Patto del Lazzarone, versione mascalzona del già torbido patto del Nazareno".
Ormai sembra chiaro che passeremo da Bibbiano a Bibbona, dove c'è la magione vacanziera di Grillo.

Silvia said...

...Alla fine, tuttavia, il governo Cottarelli non si fece perche' si trovo' una soluzione di "compromesso"con il governo giallo-verde. Adesso mottarella e co. sono costretti a fare una scelta senza ritorno, bruciando ogni eventuale possibilita' di accordo con il fronte opposto in futuro. Se scelgono il governicchio sanno che non dureranno che pochi mesi. Giusto essere realisti ma altrettanto importante e' non cedere alla campagna di manipolazione emotiva e psicologica messa in atto dai mass-merdia.

Oswald Cobblepot (the Penguin) said...

Occorre però prestare attenzione ad un aspetto: Veneziani sembra dare per scontato che si stia formando l'amplesso mostruoso tra i Pentasteroidi ed i Pidini. Ma contro quest'ipotesi ostano due considerazioni.
A. I Pentasteroidi non sono unanimi nel congiungersi con i PD, poiché si rendono conto che è un abbraccio stritolante.
B. Zingaretti, pur di eliminare definitivamente il suo arcinemico interno Renzi, non esclude del tutto le elezioni anticipate.
Non è tutto deciso. Un saluto da Gotham City, il Pinguino.

Anonymous said...

Ha parlato il Mortadella...
l’inciucio è la sua stella. (Il Vate)

Ursula è l’ultima �� del Mortadella
lui con quella faccia che porta iella,
lui da contadino a professore
che spara cazzate tutte le ore!
Ancora questo penoso Romano
non mente la sua indole di ciarlatano
propone l’inciucio il fesso buonista
che agli altri da sempre del fascista!
Ha sempre il sorriso ebete e paonazzo
lui che nella vita mai ha fatto un cazzo!
Ah! si ci ha svenduto alla Ue degli usurai
provocando solo disastri e grossi guai!
Non è mai stato un politico o uno statista
solo inciuci e maneggi da uomo che rattrista
per un giudizio sereno e non a prima vista
pare solo un servo prono e leccazampista!

Nessie said...

Silvia e Oswald, sono sostanzialmente d'accordo che un governicchio PentaPiddiota non potrebbe durare a lungo e che il governo andrebbe "sotto" al primo legiferare.
Veneziani è un abilissimo retore, e a volte elzevireggia un po' troppo. Ma è sempre meglio andare cauti, aspettaarsi il peggio ma lottare per il meglio.

Nessie said...

Vate, il Mortadella versione "Corrierino dei Piccoli" di Sergio Tofano, non l'avevamo ancora sentito :-)
Certa gentaglia, solo per come ha fatto soffrire gli Italiani non dovrebbe nemmeno avere l'ardire di fiatare.

Anonymous said...

Perle prodiane
Chi ha visto le lezioni universitarie tenute da Romano Prodi a inizio anni '90, non dimenticherà più il suo volto estatico. Il professore era appena tornato da uno stage presso i banchieri newyorchesi di cui è fiduciario. Agli studenti faceva intravedere brandelli dello scenario che ci aspettava. Molto, per discrezione, doveva celare, lasciando al volto beato il compito di trasmettere i gaudi che non poteva svelare.
Il 28 marzo 1997, per effetto del blocco navale voluto dal governo Prodi (con Claudio Burlando al ministero dei Trasporti), la corvetta Sibilla speronò una nave albanese che affondò portandosi dietro 81 persone. Un blocco navale è impossibile? In realtà si può fare, ma dipende da chi lo promuove. «C’è chi può e chi non può. Io può» disse Prodi.
Nel 1998 il governo Prodi approntò una legge che permetteva la trattativa privata nella cessione dei beni pubblici qualora fosse in gioco “l’interesse nazionale”. Furono gli anni dell’accaparramento a prezzo di saldo dei gioielli dell’industria, economia e finanza.
Il governi Prodi-Ciampi fu responsabile dell’impoverimento brusco degli italiani, avendo accettato un tasso di cambio euro-lira penalizzante per gli italiani.
Il personaggio Prodi si è rivelato totalmente quando ha ceduto la SME a prezzo di favore a De Benedetti, futura tessera numero del PD; secondo la testimonianza resa in tribunale da Renato Altissimo, Romano Prodi, richiesto del perché del prezzo di favore disse testualmente: “non si può dire di no a quelli col taglietto”.
E costui ha ancora il coraggio di parlare per difendere il sistema di Bibbiano?
Oreste Sartore

Nessie said...

Di Bibbiano e ora di Bibbona. Bibbiano-Bibbona, per un Paese di serie B.
Ce n'è un'altra di perla prodiana. Quando in uno dei governi Berlusconi venne tolta la tassa di successione per i beni ereditati, si affrettò ad andare dal notaio a volturare i suoi beni per i figli. Poi venne eletto, e la prima cosa che fece fu una bella tassa di successione. Tie! Italioti, io posso, voi no.

Gabriele Casari said...

Ho letto l'ultimo articolo di Blondet . Non so se ridere o piangere .

Nessie said...

Quale? e di cosa trattava?

Nessie said...

Se è quello che ho letto io su Salvini, ha sbagliato a firmarsi: doveva firmarsi Marco Travaglio. Blondet è un piccolo inguaribile acidulo snob (sine nobilitate) e crede che un accademico ( peraltro noiosissimo ancorché competente nella sua disciplina) come Bagnai possa diventare un leader. Non capisce un'acca di politica e il suo blog nel quale non intervengo più, farò persino a meno di leggerlo. Per quel che serve! non fa che smentirsi in continuazione come lo smemorato di Collegno.

Gabriele Casari said...

Si Nessie , proprio quello ! Pensare che lo leggo dagli anni ottanta , quando scriveva libri con Pinotti , ma con questa uscita mi ha deluso .E profondamente . Credo che soffra di un male comune nel mondo cattolica, una sorta di scollamento dalla realtà .O peggio.
Adesso con il capo dei gesuiti che afferma che il diavolo è solo una funzione simbolica il cerchio si è chiuso .
L'ho sempre detto che essere cattolici, ritenendo bergoglio papa porta male o è quando meno contraddittorio , direi un tipico caso di doppio legame che porta all'impazzimento lieve o grave che sia .

Alessandra said...

A me è bastato leggere:
Siamo disposti anche a perdere

NO.
Questa non è una partita di calcio né il festival di Sanremo, se perdiamo è FINITA.
E comunque, mai dimenticare che la Lega stava in agonia solo 5 anni fa, e ora fa almeno il 35% da sola. Senza Salvini non sarebbe stato possibile.
La Lega potrebbe perfino presentarsi insieme solo a FdI, visto che Giorgia Meloni sta crescendo sempre più nel gradimento e soprattutto nella fiducia degli elettori.
Se ci lasciassero votare.

Nessie said...

Dove sta scritta quella battuta, Ale? Chi l'ha detta? Vero che la Lega potrebbe presentarsi con un FdI in crescita. Ma tutto sta a vedere se l'uomo del Colle ci fa votare. E ho idea che l'inciucio PentaPiddiota potrebbe ottenere il suo disco verde.

Nessie said...

Gabriele, ha spiegato bene Oreste in un commento precedente il pessimo carattere di Blondet e alcuni antefatti con il compianto Fabio De Fina. E pure ws, che mi riferiscono gli abbia scritto quello che ha già scritto qui, a proposito della sua congenita incapacità di fare fronte comune. Ma lui per tutta risposta ha bannato tutti i commenti chiudendone la sezione. Ora provvedo subito a cancellare il suo sito dal mio blogroll.

Jacopo Foscari said...

L'unica cosa che rimprovero a Salvini è il mantenere, almeno a parole, le porte aperte alle penta-zoccole. Io con bagasce del genere chiuderei ogni contatto seduta stante.

Nessie said...

Anch'io, ma penso che sia una strategia per mostrare al pubblico la loro natura "compradora" e mercantilista. Questi sarebbero capacissimi di rinunciare a quell'unica riformetta demagogica come il taglio dei parlamentari, pur di accontentare Zingaretti e non andare a casa.

Alessandra said...

L'ha scritta Blondet nell'articolo citato da Gabriele Casari.
Nicola Porro nella sua ultima rassegna stampa (la "Zuppa") ha definito le dichiarazioni di Mozzarella "una pistola alla tempia puntata sul PD ma soprattutto sul M5S affinché trovino un accordo": in effetti, non serve essere osservatori provetti per capire che le elezioni sono un'opzione decisamente sgradita al pdR. Soprattutto se in pole position c'è la Lega.
Oggi salta fuori la scaramuccia tra Renzi e Gentiloni, quest'ultimo reo di ostacolare le trattative PD-5 Stalle, ma mi sa che stanno soltanto facendo un po' di casino per alzare una gigantesca cortina fumogena.

Nessie said...

Il PD è dal 2011 che non vuole le elezioni e ricorre a pastrocchi e intrugli di Palazzo d'ogni tipo per evitarle. Hanno i sondaggisti e sanno che la gente non li può più soffrire.

Il Mortadella è stato eletto nel '96 con l'Ulivo e nel 2006. E questo significa che i postcomunisti hanno sempre bisogno di nascondersi dietro al faccione-focaccione dei democrsti. Dal 2011 il PD ha iniziato a truffare gli Italiani sostenendo governi tecnici (Monti, non da solo purtroppo ma anche con FI e Udc) e governi di "nominati" ( Letta, Renzi e Gentiloni).
Enrico Letta per un semestre, ce lo mise d'imperio Napolitano, il monarca assoluto. Poi lo stesso presidente comunista, lo destituì facendosi nientemeno regista del consumato fratricidio tra lui e il pivello Renzi (#enrichettostaisereno). Renzi dal canto suo, vinse alle Pecorarie coi famosi elettori cinesi ed extracomunitari, alcuni pure sans papiers, un titolo di merito per portarlo dritto dritto a Palazzo Chigi e farlo diventare il "presidente del Consiglio di tutti gli Italiani". Perse al referendum costituzionale e dovette far finta di mantenere la sua promessa di dimettersi. Non prima però, di essersi garantito uno scranno a quel Senato che voleva eliminare per via referendaria.
Ma subito pronto, il Mozzarella (altro monarca assoluto) ci impose d' imperio il conte Gentiloni (prima che arrivasse un altro Conte "sconosciuto").

E ora? prende sempre più corpo un governo-truffa PentaPiddiota, voluto dal Colle. A questo punto, tutti sotto il Quirinale a protestare, dato che ci stanno rubando perfino la già esile arma del voto.

Anonymous said...

Però il divino Otelma ha vaticinato che Salvini vincerà.

Il SAURO

Jacopo Foscari said...

Il PD e in generale la sinistra in questo paese non hanno mai vinto nelle urne, l'unico modo in cui vanno al potere è tramite giochetti di palazzo e ribaltoni. La Mummia Sicula ovviamente non vuole il voto, soprattutto perché vuole pilotare la sua successione, cosa che non potrebbe fare con un parlamento "salviniano". A giocare contro il piano c'è l'incapacità della mummia sicula di tessere trame sofisticate e letali come il suo diabolico predecessore. La fretta si sa, è cattiva consigliera e l'ultimatum della Mummia potrebbe produrre l'opposto di quello che si augura.

Nessie said...

Loro sostengono di aver vinto nel '96 e nel 2006 con Prodi e la coalizione olivetana. Ma ancora una volta si sono nascosti dietro al faccione di un democristo. Poi, come nel loro migliore stile, una volta fatto il "fronte unito", strozzano l'alleato come accadde allo stesso Prodi che si ritrovò disarcionato da un D'Alema mai eletto.

La Mummia sicula però questa volta il "fate presto", "fate presto", l'ha detta ai grillini.

Oswald Cobblepot (the Penguin) said...

Chi è Maria Cartabia? Classe 1963, nata a San Giorgio su Legnano, durante gli studi ha fatto parte della comunità universitaria di Comunione e Liberazione, alla Statale di Milano. Laureata nel 1987 con Valerio Onida, ed in seguito allieva della nidiata di Giuliano Amato e Sabino Cassese. Cito da "Ricostruiamo la politica. Orientarsi nel tempo dei populismi" di padre Francesco Occhetta, gesuita e membro della redazione della rivista La Civiltà Cattolica (la frase è inserita nella prefazione al libro sopra citato): "L’urgenza della buona politica: non di quella asservita alle ambizioni individuali o alla prepotenza delle fazioni, delle ideologie o dei centri di interessi, o addirittura preda della corruzione; ma della buona politica, che è, cioè, capace di INCLUDERE, che sa essere coraggiosa e prudente allo stesso tempo, responsabile, collaborativa, disposta a lasciare le sue buone idee, senza abbandonarle, per metterle in discussione con tutti nella ricerca del bene comune". E' donna, è settentrionale, è cattolica bergogliana, è costituzionalista. Migi migi, sento odor di Palazzo Chigi. Un saluto da Gotham city, il Pinguino.

Nessie said...

Ulp! Già, una quota rosa fucsia a Palazzo Chigi, potrebbe essere l'ultimo ritrovato mattarellico.

Alessandra said...

Su Marta Cartabia ho letto questo articolo di Bisignani.

www.nicolaporro.it/il-premier-che-mattarella-e-napolitano-vorrebbero

Oltre a quanto già scritto da the Penguin, la Cartabia è una vecchia passione di Giorgio Napolitano, che al tempo la volle alla (sua) Corte.
Tanti validi argomenti per gelare gli entusiasmi di certi miei conoscenti che non disdegnerebbero la soluzione "PolCor", la stessa che ci ha dato ministri come la Fornero e non come la Anselmi (che consentì a molti giovani di accedere al mercato del lavoro).
Spero di non doverli usare.
Comunque hai ragione Nessie, non basta più aspettare che ci diano schede e matite, perché poi sputino regolarmente sopra il consenso popolare.

Silvia said...

"Tutti sotto al quirinale" ...succedera' e succedera' di peggio quando il ceto medio produttivo e i suoi rappresentanti vedranno lo UK post Brexit stipulare accordi commerciali vantaggiosi a destra e a manca. Avranno tutti contro dureranno pochi mesi.

Uno said...

"A giocare contro il piano c'è l'incapacità della mummia sicula di tessere trame sofisticate e letali come il suo diabolico predecessore."

Se il primo che ha ricevuto nelle sue "audizioni" è stato Giorgio Napolitano, ci sarà un perché. Magari è stato un "consulto" tipo: "Eminenza, cosa devo fare ora?". Molto beneaugurante, eh?

Oswald Cobblepot (the Penguin) said...

"La legislatura potrà proseguire solo se il Parlamento esprimerà una maggioranza di legislatura." (dal TG1) Per J.Foscari. In questa frase c'è tutto il bizantinismo di Mattarella (ed in generale della nostra classe politica), che potrebbe essere tradotto così. Non è detto che il Pres.Rep, voglia evitare a tutti i costi le elezioni anticipate, poiché non si può escludere che - Marta Cartabia, Paola Severino, Raffaele Cantone, etc. - Zingaretti faccia finta di accordarsi con DiMaio, ma in realtà voglia le elezioni anticipate, e per due ragioni. (1) Ridurre i Pentasteroidi al lumicino, così da metterli in condizione di non nuocere. (2) Sbaragliare definitivamente i renziani (suoi, cioè di Zingaretti), escludendoli dalle liste elettorali. Occorre attendere gli sviluppi dei prossimi giorni. Un saluto da Gotham city, il Pinguino.

Nessie said...

Alessandra, i leoni da tastiera devono riempire lo spazio vivo, da protagonisti. Le proteste sul web, sono pre-indirizzate da quelle oligarchie che detestiamo.

Nessie said...

Silvia, anche secondo me, acccadrà, perché stanno tirando troppo la corda.

Silvia said...

Condivido. Secondo me quella messa in piedi da mummiarella e co. potrebbe essere una manfrina per tenere a bada il padrone europoide fino a quando non si chiarisce il prezzo e le condizioni con il padrone d'oltreoceano ...

Silvia said...

Quando vai sui social media e vedi che anche agli elettori grillini fa schifo l'ammucchiata col partito di Bibbiano ...quando leggi il blog di Veneziani (meridionale ironico e pacato) e anche li respiri esasperazione...quando leggi che i grandi imprenditori vogliono le elezioni perche senza Salvini+ Meloni al governo per noi, nello scenario post-Brexit, si mettera' molto ma molto male... capisci che la corda non la stanno tirando: se (ce) la stanno annodando attorno al collo. Io continuo a sperare che non riescano a calciare via la sedia...

Anonymous said...

Ciao Nessie...una piccola cosa, piccola piccola, ...hai notato che da quando il PD è in finte trattative con i 5S per darla a bere ai gonzi ( ci sono in ballo bei stipendioni da deputato-senatore e il vitalizio che matura almeno dopo due anni e mezzo, mica so' scemi questi! ) hai notato dicevo che la nave ONG Viking con quasi 400 negroni incredibilmente sbarcherà la sua preziosa merce presso quei bastardi di Malta e detta merce sarà strananamente redistribuita fra altri sei Paesi magicamente improvvisamente accoglienti e non sbarcherà neanche un risorsa in Italia? Non è alquanto strano ? Proprio ora che non c'è più Salvini agli Interni e la Lega al Governo ? Ma che miracoli sono questi ? E sta' nave guarda caso stava zigzagando da almeno un paio di settimane davanti Lampedusa senza dirigersi in qualsiasi altro porto straniero. Il governo stava quasi per cadere e i maledetti attendevano istruzioni. In caso di ricucitura tra Lega e 5S scommettiamo che si sarebbero diretti senza indugio a Lampedusa e la Magistratura avrebbe avuto in serbo altri attacchi per Salvini in caso di ennesimo respingimento?
Era già tutto pronto e il Nostro, ingannato e mal consigliato, è caduto nella trappola.
Ora che Dio ci aiuti !

Un caro saluto da Max da Roma.

Nessie said...

Certo che era già tutto precombinato e Salvini li ha sgamati mentre stavano inciuciando di brutto. Che avrebbe dovuto fare? Farsi scornazzare coi piddioti e prenderlo nel sottocoda con qualche congiura di Palazzo? E' anche una questione di dignità. Al posto suo - e l'ho già scritto - avrei battuto il ferro finché è caldo e colto l'occasione appena dopo il successo delle europee, per tagliare la corda e mollarli. Ma non era garantito che anche lì ci sarebbero stato lungaggini istituzionali da parte del Mozzarella.

Nessie said...

Silvia, il tuo commento delle 8, 14 pm mi pare che smentisca quello successivo delle 5, 38 pm. Vediamo di mantenere la barra del timone, sennò si è in balia dell'emotività. Io voglio poter credere che questa volta ci sia mobilitazione

Anonymous said...

Scusa Nessie ma la storia della Viking mi manda proprio in bestia e dimostra la strafottenza e il complottismo palese della sinistra europea che appoggia il PD .
Un abbraccio
Max da roma

Silvia said...

Era quello che intedevo dire, forse mi sono spiegata male: l'atmosfera di indignazione generale e condivisa piu il mancato appoggio degli imprenditori rendondo l'opzione papocchio quanto mai incerta. La maggioranza sembra abbia capito che una parte del deep state italico sta deliberatamente cercando di gettare il paese nel baratro e anche di questo mottarella e co. devono tener conto.

Jacopo Foscari said...

Se proprio vogliono una "Quota Rosa" a Palazzo Chigi suggerisco l'onorevole Ilona Staller, donna che rappresenta pienamente i valori del Movimento 5 Zoccole

Nessie said...

Buona questa, Jacopo. E magari con la canzoncina di Viola Valentino :-)

Nessie said...

Max, mi sa che dobbiamo aspettarcene tanti di questi voltafaccia. L'eurocrazia che era repressiva e inflessibile con Salvini in materia di immigrati, che ora fa "l'accogliona" non appena si accorge che al potere ci sono i loro amici piddioti.

Nessie said...

PS - il sospetto di Max è in realtà una certezza: ecco cosa scrive Gianluca Veneziani (nipote di Marcello) su "LIbero":

ORA CHE VA VIA SALVINI, LE ONG VANNO A MALTA! I 356 MIGRANTI DELLA OCEAN VIKING TRASFERITI A LA VALLETTA. CON IL LEADER LEGHISTA DI FATTO DEPOTENZIATO, NON C'È PIÙ VERA RAGIONE DI SFIDARLO POLITICAMENTE, DI USARE L'ARMA DELL'IMMIGRAZIONE COME STRUMENTO PER METTERE SOTTO PRESSIONE L'ITALIA E RICATTARE IL SUO RAPPRESENTANTE PIÙ IN VISTA…

https://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/ora-che-va-via-salvini-ong-vanno-malta-356-migranti-ocean-211924.htm

Anonymous said...

Perfetto Nessie, la mia intuizione sullo sporco gioco complottista che c'è dietro ha una base solida! Scommetto che a partire dal nuovo governo PD-5S che sarà pronto entro tre giorni al massimo ci sarà anche , in parallelo , un calo vistoso di arrivi di navi ONG. La pressione politica e psicologica effettuata dalle medesime ha avuto l'effetto dirompente che si aspettavano, ovvero far saltare i nervi a Salvini e fargli commettere l'errore politico fatale . L'occasione gliel'ha servita su di un piatto d'argento proprio Di Maio con la TAV, trappola mortale che è stata usata volutamente come goccia per far trabboccare il vaso Leghista. Il governo usurpatore della volontà degli italiani si farà certo ma ,come si dice, il diavolo fa le pentole ma non i coperchi eh !!! Il Karma , non si sa mai, prima o poi ti si riversa addosso in tutta la Sua violenza. Il PD è un partito di pervertiti che vanno contro natura e ...contro la Natura non si può andare per troppo tempo. Prima o poi Essa si vendica. Vedremo su quanti argometi si accorderanno Zingaretti e Di Maio e quanto dureranno. Intanto la base di destra dei 5S si sta agitando infuriata.

UN ciao da Max da Roma.

Alessandra said...

La censura sui crimini degli immigrati non è una novità, sia mai che si facciano "facili connessioni", ma adesso Enrico Mentana la sdogana in funzione anti-Salvini, candidandosi così a ministro della Verità.

https://voxnews.info/2019/08/24/mentana-alternativa-a-salvini-e-nascondere-sbarchi-e-crimini-immigrati-video/

Jacopo Foscari said...

"E magari con la canzoncina di Viola Valentino" Una bella accoppiata. E poi diciamocelo, l'onorevole Staller venne eletta con ben 20mila preferenze, credo ben più di tutti i click raccolti dai 5 Stelle nelle loro ridicole parlamentarie. Insomma, ha sicuramente più titoli di Fico e Di Maio per fare il premier

Comunque tornando seri, una buona novella, la tanto discussa Marta Cartabia si è ufficialmente smarcata dall'inciucio in fieri. In effetti chi glielo fa fare alla signora di prestare la faccia ad un pasticcio nato morto quando tra poche settimane è destinata a diventare presidente della Corte Costituzionale? http://www.ilgiornale.it/news/politica/cartabia-si-tira-fuori-corsa-premier-1743230.html

Un altro colpo all'inciucio insomma. Il Conte invece si dimostra essere una serpe piddina con il suo "mai più con la Lega", ma sulla cosa non nutrivamo dubbi.

Anonymous said...

Ot ma non troppo
stasera ho sentito a rete 4 il " figosofo" Fusaro ( o fuffaro non mi ricordo ) ripetere la solita pappetta (#statosalvini ! ) e siccome datasi la sua cultura non può essere così cretino (e non può avere le "attenuanti" di blondet) mi è venuta la curiosità : ma chi lo paga ?
Ecco qua la facile risposta:
https://www.nextquotidiano.it/diego-fusaro-iassp/

E se uno "naviga" intorno a questi misterioso iassp quante tracce che trova ! ( e quanti link politico-affaristici ..😀 ) e chissà quale " servizio" aruola "giovani regeni" in questa "cambridge de noartri " ?
Una cosa però è certa , meglio tenerci "il puzzone" salvini almeno lui lo paghiamo noi .

ws
PS ma da torino ne venisse uno che fosse quello che vuol sembrare ( travaglio , dezzani, fusaro ..)😀

Nessie said...

Questa di Mentana non l'ho capita, Ale. Che novità sarebbe per lui che nei merdia ci lavora e li conosce? E' da quel dì che cercano di coprire i crimini degli immigrati nascondendone le generalità e i paesi di provenienza. E Chicco Chicco non lo sa forse che sotto i governi tecnici Monti passando per Letta, Renzi e Gentiloni, le tv non parlavano quasi di sbarchi e di "migranti"?

Nessie said...

Max, ora c'è Chicco Mentana che preconizza la censura dei me(r)dia sugli sbarchi e i crimini degli immigrati. NO!!! Ma davvero??? Alice nel paese delle Meraviglie in confronto a lui era scafata.

Nessie said...

Jacopo, dopo il conte Gentiloni Silveri di Macerata, è subentrato un Conte sconosciuto che ben presto si è rivelato essere il Conte Zelig.

Nessie said...

ws, hai ragione: da Torino ne saltasse fuori uno bbbono! Sì, Fuffaro. Quando non sanno cosa fare, aprono una bella scuola quadri. Pure Renzi l'ha appena fatto al Ciocco della Garfagnana e mal gliene colse, perché hanno registrato a sorpresa (i telefonini era vietato portarseli) una sua sortita di sputtanamento contro Zingaretti e Gentiloni.

Nessie said...

A Biarritz al G7 Conte ha rassicurato: Il PD, Mattarella, i mercati, il Vaticano, Soros e la Open Society che con la Lega l'esperienza è chiusa.

Anonymous said...

Il discorso di Conte non è certamente stato quello di un galantuomo, avvocato di tutti noi, tale si era presentato al suo insediamento, bensì un pronunciamento livoroso, quasi una requisitoria dell' accusa ad uno dei propri vice, anche se tenuto con toni quasi garbati; mi ha profondamente deluso.

Non che me ne fossi fatto un idolo, ma un po' di credito glielo avevo concesso; lo ammetto e me ne pento.

Purtroppo per noi credo che il governaccio M5s e Pds si farà: leggo su Virgilio che ora la palla della trattativa è passata a Fico che ha il gradimento sia di Pinocchio da Rignano che di quel fanfarone bleso di Zingaretti.

Del resto l' Italia che sperticava lodi a quel brutto personaggio di Camilleri ed ha totalmente ignorato il genio e la grandissima signorilità di De Crescenzo non può meritarsi governi composti da gente quantomeno decente, presentabile e facitiva.

Poveri noi.


Paulus

Alessandra said...

Infatti era il segreto di Pulcinella.
Evidentemente Chicco sta cercando di far passare il messaggio che ciò è dovuto alla necessità di tutelare gli immigrati regolari e perbene dagli italiani razzisti e trogloditi aizzati da Salvini, pronti a scagliarsi contro chiunque abbia la pelle scura.
Insomma, gira che ti rigira è sempre colpa della Lega ...
Viceversa un uovo tirato a caso da un cretino (figlio di un consigliere PD, oltretutto) che colpisce una ragazza nera è spacciato ancora oggi per un "attacco razzista" anche se la bufala è stata ampiamente smontata nel giro di pochissimi giorni.

Quanto a Conte, pare che abbia voluto diffidare Di Maio, il quale sarebbe ancora in contatto con Salvini.
Intanto i msm lanciano l'ipotesi Fico Boldrino, un grullino che per ovvi motivi piace al PD.

Jacopo Foscari said...

E ora pure Fico si sfila. Il pastrocchio PD-5 Stronzi sembra naufragare prima ancora di iniziare. Questo balletto sul premier sembra la scusa per poter dire "è colpa dell'altro" in caso di fallimento del pastrocchio. Attendiamo martedì per carità, ma sembra proprio che si vada alle urne, e auguriamoci che siano urne cinerarie per questi infimi penta-piddioti.

https://www.corriere.it/politica/19_agosto_25/fico-resto-presidente-camera-tramonta-candidatura-premier-5be2109e-c71f-11e9-b283-cf539d3cc34f.shtml

Nessie said...

Consolati, Paulus. Anch'io a tutta prima dopo il successo del 4 marzo 2018, avevo riposto qualche fiducia in Conte. Un bel pacchetto ben confezionato, ma del tutto vuoto e privo di contenuti.
Con ogni evidenza, non si è mai abbastanza smaliziati.

Nessie said...

Alessandra e Jacopo, sembra che pure Fico Boldrino abbia avuto il suo sussulto d'orgoglio, vedremo quanto dura. Io ormai non mi fido più di nessuno in quella che è stata definita la crisi più pazza del mondo dove tutti sono contro tutti.

Alessandra said...

Già, a quanto pare qui i casi sono due: o nessuno vuole prestare la faccia a questo scempio, o stanno sparando nomi su nomi per poi svelare il prescelto alla fine, tipo toto-allenatore.
Speriamo sia buona la prima, anche se il nuovo proclama mattarelliano pro-UE non mi dice niente di buono.

Jacopo Foscari said...

Non credo sia "sussulto d'orgoglio" né nel caso della Cartabia, né in quello del Fico Boldrino. Credo sia semplicemente istinto di auto-conservazione. Hanno capito che il governicchio dei perdenti nasce morto e ovviamente non vogliono fare i capitani della nave che affonda bruciando definitivamente le loro carriere.

Nessie said...

E non dimentichiamo che in queste ore, chi entra Papa nel conclave, ne esce cardinale.

Anonymous said...

Riguardo a Fusaro, da anni apprezzo il sito filosofico.net, un articoletto per ogni filosofo, scritto in modo chiaro, puntuale e obiettivo.
È pure corretta la sua critica al globalismo liberista.
Quello che Fusaro non vuol vedere è l’origine comune di marxismo e liberismo. Tra i molti punti condivisi dalle sorelle: il materialismo, il primato dell’economia, il rifiuto di Dio, l’aggressione alla famiglia e ad ogni aggregazione di origine popolare, l’equiparazione di ogni opposizione al crimine e alla demenza con conseguenti leggi liberticide. Facendosi scudo di un filantropismo fasullo, si denuncia come notizia falsa o incitamento all’odio qualsiasi critica. Sono due imperialismo, uno delle banche, l’altro del Partito, ma basta ricordarsi che si tratta del Partito dei banchieri per ritrovare anche fisicamente l’intima unione delle due ideologie.
Su Conte: stendiamo un velo pietoso sulle sue indecorose capriole ed il suo scomposto tentativo di accreditarsi presso i potentati interni ed esterni: non ha capito che questi sono alla ricerca di servi presentabili e non di giullari facilmente smascherabili.
Quanto al governo giallorosso spero vivamente che ci siano tutte , ma proprio tutte: la Fornero alle finanze, la Giannini e alla Fedeli alla mala scuola, la Grillo e la Lorenzin al benessere di farmaceutici e trapiantasti, la Cirinnà alle famiglie a geometria variabile, la grande Italiana a dare di più all’Europa, la Kyenge al controllo dell’immigrazione e soprattutto Trenta e Boldrini alla difesa dell’invasione programmata.
Tra gli uomini salverei Toninelli al Blocco dei Trasporti e Bonafede alla tutella della Magistratura per una politica pulita. Si potrebbe anche tentare con Zingaretti al controllo dell’informazione.
Con Renzi e Boschi alla Commissione banche e Dracula all’Avis avremmo il governo perfetto.
Per la gioia di Soros e dei suoi numerosi accoliti che operano sul nostro suolo (non li chiamo italiani).
Oreste
P.S. stiamo comunque in guardia perché LORO la loro agenda l’hanno ben presente e – pezzo per pezzo – la demolizione la portano avanti, accelerando o rallentando, ma sempre procedendo in avanti.
Esattamente come sta operando il Grande Liquidatore che ha preso sede a Santa Marta.

Anonymous said...

Leggo sul sito de La Stampa che al G7 Trump non ha incontrato, o ha evitato, l' ex avvocato di noi tutti G. Conte.

Solo un ceffone oppure ceffone + avvertimento ?

Paulus


P.S. - Un' altra figura di cartone, rimediata alla grande.


Nessie said...

Paulus, può essere. Dopotutto è evidente da parte dell'amm. Trump il disinteresse (per non dire la stizza) per il Pentagrullame.

Nessie said...

Tra le analogie tra marxismo e liberismo, caro Oreste, mettici pure l'Homo Oeconomicus comune alle due dottrine. Per il marxismo "forza produttiva", per il liberismo "il consumatore-produttore".
Fusaro poi continua, imperterrito, a parlare di "deportazioni" a proposito di immigrati. Palle! nessuno li deporta contro la loro volontà e se dovessimo dar loro un bel bigliettone di ritorno col mantenimento per un semestre nei loro paesi, sono quasi certa che rifiuterebbero.

Nessie said...

Su Conte. C'è una foto sulla stampa francese dove Macron mette la mano sulla spalla a Conte. Dietro c'è la Brigitte che se la ride, mentre Micron sembra dire: "Bravo mon ami! Tu as fait un très bon travail! maintenant il faut éliminer Salvini de tout gouvernement".

Questo coglione (con) va in cerca di nuovi Vespri siciliani, che in questo caso, diventerebbero Vespri Italiani.

Anonymous said...

una evidenza plastica su come bagnai sia uomo di valore capace di fare politica e fare squadra per servire le SUE idee e blondet manchi di questa capacità
https://twitter.com/AlbertoBagnai/status/1165880670687617031
ws

Alessandra said...

Quella foto fa prudere le mani ... e non è finita, a Biarritz ha detto di voler "correggere" (ossia, stravolgere o addirittura eliminare) il decreto Sicurezza.

http://m.ilgiornale.it/news/2019/08/26/lultima-mossa-di-conte-via-il-decreto-sicurezza/1743651/

Questo personaggio mi disgusta sempre più. La sua anima piddina è ormai rivelata. E i suoi amici puntano a prendersi i ministeri chiave, pur avendo perso le elezioni.
Per chi abbia smarrito questa chicca nel vortice delle notizie sparate a getto continuo, guardate qui.
Per la serie "Qui lo dico e qui lo nego":
«Siamo seri. Chi ha perso le elezioni non può andare al governo. Non possiamo rientrare dalla finestra dopo che gli italiani ci hanno fatto uscire dalla porta. I giochetti dei caminetti romani non possono valere più degli italiani.»

Chi l'ha detto il 29 aprile 2018, intervistato in diretta da quell'altro fenomeno di Fabio Strazio?
Qui la soluzione:

https://www.secoloditalia.it/2019/08/colto-in-flagrante-unaltra-colossale-balla-detta-da-renzi-impazza-sui-social-video

Josh said...

scusate il parziale OT, ma visto che questo pare essere il problema per lorsignori:

https://www.nicolaporro.it/ce-chi-vuole-le-scariche-elettriche-per-renderci-pro-accoglienza/

Nessie said...

Josh, l'ho già scritto che ci avrebbero spedito da Bibbiano a Bibbona e viceversa :-).

Nessie said...

Alessandra, anche Tusk si è complimentato della "lealtà" del cattosinistro Conte. Del resto ci sono sfuggiti due dettagli: alla Sapienza è collega e amico del figlio di Napolitano e di Mattarella. Col senno di poi non sono "dettagli" da poco. Altroché se prudono le mani!

Nessie said...

ws,se parla bene di Bagnai, ebbene che ne imiti la coerenza.
Io per me, ho preso la drastica decisione di non partecipare più al suo sito. Perciò in un paese di trasformisti incalliti, è libero di fare tutte le capriole e i cambi di casacca che vuole.

Nessie said...

Intanto per tornare in topic, leggetevi queste rivelazioni di Andrea Indini sul caso "Ursula" e il complotto eurocratico contro la Lega :


http://blog.ilgiornale.it/indini/2019/08/26/congiura-europea-contro-salvini/

Morale: Salvini non poteva fare che quello che ha fatto. Ora può ancora giocarsi delle carte (seppur con qualche rischio), mentre se fosse rimasto nella condizione umiliante di venire depotenziato quale Ministro dell'Interno, si sarebbe bruciato senza realizzare le prerogative del suo Ministero, e avrebbe significato essere ostaggio dei veri "traditori": i grillini. Era già tutto previsto. Non per nulla è saltato fuori dal sarcofago la Mummia Prodi con la sua panzana di " coalizione Ursula"

Anonymous said...

Riguardo al post di Josh ecco l'articolo della scienziata: https://www.huffingtonpost.it/entry/la-stimolazione-cerebrale-non-invasiva-contro-pregiudizi-e-stereotipi-sociali_it_5d53c03fe4b0c63bcbef8e8d
In particolare ce l'ha coi medici: devo iniziare a preoccuparmi?
Maria Luisa

Jacopo Foscari said...

Dopo aver letto l'articolo sul sito di Porro circa le cure per noi "intolleranti" a suon di scosse si può concludere che, per diventare sinistroidi, bisogna disattivare parti del cervello. Sì, direi che ora torna tutto.

Alessandra said...

È vero, doveva essere abbastanza per metterci in guardia, ben più del curriculum gonfiato (che è servito a distogliere l'attenzione dai dettagli ben più scomodi).
Ha dissimulato e questo ha ingannato tanti.
Ho letto l'articolo di Indini e concordo con lui. Il governo è caduto, ma non si può dire che Salvini ha bluffato sulla politica migratoria o non ha mantenuto le promesse, tenendo conto che doveva lottare contro le toghe rosse pronte a sabotarlo.
Ho letto anche il commento dell'utente Patrizio, sotto il tuo.
Fa il paio con le convinzioni di Francesco Amodeo: il futuro sarà elezioni oppure un nuovo governo giallo-verde senza impedimenti dalle sfumature rosse.
Qui la sua cronologia occulta della crisi di governo:

https://m.youtube.com/watch?v=ZNTeGdP35_U&t=4s

Spero abbiano ragione, a dispetto di quello che si legge e sente sui msm.

Oswald Cobblepot (the Penguin) said...

Governo, il manifesto politico di Cairo: M5s e Lega hanno fallito. Mai erede Berlusconi, per grande passo si dà vita a creatura nuova (Fonte: Articolo pubblicato su http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Governo-il-manifesto-politico-di-Cairo-M5s-e-Lega-hanno-fallito-f6388d73-c2d2-4741-8386-14abc859eb61.html, in data 26.08.2019.) Siccome defensio non petita, est accusatio manifesta ("Io non sono e non sarò mai l'erede del Cavaliere... Se si vuole compiere il grande passo, si dà vita a una creatura inedita, la s'inventa di sana pianta") non è che 'sto tizio è la rimasticatura del Chevalier d'Arcor, sotto mentite spoglie? Mistero. Un saluto da Gotham city, il Pinguino.

Alessandra said...

Quanto alla dottoressa dell'elettroshock "per il bene della società", cito una frase di Crizia, filosofo e politico greco del 400 a.C.:
"Nulla è più pericoloso di un pazzo che sembra savio".

Nessie said...

Mah...sono ammutolita. Non ho mai visto in così poco tempo una sagra di brutte facce e di sepolti vivi che credevo morti.

Anonymous said...

Intanto pare che conte nel suo governo dovrà imbarcare pure l€u. I grillo-renzi hanno da subito bisogno di questa "ruota di scorta" in quanto non hanno certezza che tutti i grillini vorranno morire per il PD.(+)

Pare infatti che per fare posto a tutte le cariatidi "uliviste " ci sarà "massacro" tra i ministri grilloti ; solo la grillo certa riconfermata datosi l' "ottimo lavoro" fatto ne l'interesse delle multinazionali.

Come era prevedibile i grillini saranno solo "portatori di voti" ad un governo "ulivista"
ws

(+) berlusconi resta di riserva pronto ad inviare qualcuna delle sue p...e nel " gruppo misto" in quanto incasserebbe come garante dei suoi affaracci la benevolenza del letta-nipote futuro commissario europeo.

Nessie said...

Ti ho messo nel post più sopra, dato che ho già aggiornato.