14 August 2019

Da Ariccia a Palazzo Chigi



Quando Conte venne eletto primo Ministro pareva il vincitore del Festival degli Sconosciuti  ad Ariccia. Ricordate? la località  laziale che ospitava la manifestazione canora che scopriva nuovi talenti  (come l'allora adolescente Rita Pavone) da arruolare nell'industria discografica. Chi era questo Conte? Mai sentito nominare. Un verginello della politica che suscitava simpatia proprio perché lo si credeva "vergine". Si muoveva sulla scena politica come un timido scolaretto e aveva una voce simile a quella di un tonno raffreddato.
"Cònt.." mi chiedevano stupiti alcuni amici francesi  omettendo la "e". "Est-ce-qui ce Cònt ?" 
"Ma può darsi che a volte siano proprio gli sconosciuti che riservano buone sorprese"-  aggiungevano subito dopo forse con lo scopo  di confortarmi. Eh già, tutti noi fottutissimi europidi sogniamo il fanciulletto senza macchia e senza paura che estragga la spada dalla roccia e che liberi il continente dalle guerre, miserie, invasioni e carestie. 
All'inizio aveva giurato e spergiurato che mai si sarebbe attaccato alla poltrona. Ha dei progetti lui:  è un docente, un avvocato, un esponente della "società civile"quella che dovrebbe soppiantare la corrotta "classe politica",  da sempre,  considerata la sentina del vizio. 
Ora ci ha preso gusto il primo ministro del Festival di Ariccia al potere - quel potere che logora solo chi non  ce l'ha. E non si schioda nemmeno col carro attrezzi. Per cominciare non accetta la sfiducia. Sfiducia? quale sfiducia? 
Se un ministro dell'Interno si sfila  di propria volontà e si porta dietro la sua squadra di parlamentari che male c'è? Io vado avanti, sono il Salvatore della Patria, io. Andrò dalle vecchiette non abbienti pugliesi, portandomi dietro il santino di Padre Pio, a cui sono tanto devoto.



Fra le tante ipotesi cialtronesche di queste ore, ecco dunque venire avanti un monocolore Conte (alla Mariano Rumor) il qualeda avvocato di tutti gli italiani è diventato nientepopodimeno che il Principe del Foro della Casaleggio & associati. Davvero un bel passo! Monocolore Conte con i 5 stelle. "Giuseppe e i 5 stelle" o meglio "Joe and the five Stars", quasi il nome di un complesso folk. 
Joe and the 5 Stars avranno forse la fiducia (esterna e cioè "tecnica") del PD, quel partito che Di Maio ha definito fino a qualche giorno fa "il partito di Bibbiano". Ma che importa se poi il partito di Bibbiano ti dà una mano? 
Joe the Unknown succederà a se stesso, facendo pure il bis. E magari provocherà Salvini in aula come il mago Silvan: a me gli occhi, please! 



Giorno di S. Alfredo

92 comments:

Anonymous said...

Bell'articolo! Anche Veneziani se la prende con questo squallido arrivista arrampicatore che nel nome della "fedeltà alle istituzioni", sarebbe pronto a pugnalare alla schiena chiunque

http://www.marcelloveneziani.com/articoli/il-conte-zio-2/

Paoletto

Nessie said...

Grazie Paoletto. La porcheria Conte l'ha già fatta quando ha spifferato in pubblico la confidenza di Salvini (che ha fatto male a fidarsi di lui): "Salvini mi ha detto di voler andare al voto per capitalizzare il consenso".

Ma ne vedremo ancora delle belle!

Massimo said...

Conte è sulla stessa linea dei Dini, dei Monti, dei Ciampi: inaffidabile. Scelta che, con il senno di poi, si è dimostrata sbagliata. E' un piacione levantino, persino con i nostri nemici dichiarati come Merkel e Micron. Si è prestato a far sbarcare i clandestini della Diciotti. Ha rimosso Siri. Ha sempre cercato di lisciare per il suo verso il pelo del politicamente corretto, puntando ad essere accolto nel sinedrio. Ha accettato la designazione di Ursula come presidente del politburo e non vuole mollare la poltrona tornando nell'ombra. Sì, perchè a differenza di Monti, Conte non ha avuto come premio anticipato il laticlavio a vita, non ha voti, non ha parlamentari. Praticamente è un Cottarelli baciato dalla buona sorte ... per ora.

Nessie said...

Per ora? Abbiamo bisogno di altre prove e riprove? per me può già bastare così: levantino rampichino.

Oswald Cobblepot the Penguin said...

Colpaccio di scena. Salvini propone il taglio dei parlamentari a Dimaio (https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/08/13/crisi-di-governo-salvini-taglio-parlamentari-e-poi-urne-si-puo-votare-a-ottobre-di-maio-ha-ceduto-ma-su-elezioni-decide-mattarella/5387273/) Ed adesso Giggino è nei guai. Dice di no? Contraddice se stesso, facendo l'ennesima figura da caciottaro. Dice di sì? Si riforma la vecchia maggioranza, dove - a quanto pare - il dito sul grilletto pare avercelo Matthew Salvins, the killer. Bel colpo. Un saluto da Gotham, il Pinguino.

Nessie said...

Sì, grazie. Ora, dopo questa contromossa, sarà più chiaro a tutti constatare chi vuole fare brogli e non andare a votare.

Anonymous said...

Trovo inquietanti gli endorsement improvvisi al pentolaio di Rignano.
Prima Prodi, poi Sansonetti, infine l’ineffabile Fusani che sbotta: “ma non vedete che a quattro icone del PD (Prodi, Veltroni…) è venuta la stessa idea… E NON CREDO SI SIANO PARLATI”. I vecchi dottori del sinedrio rosso avrebbero quindi ricevuto un’illuminazione in contemporanea dal medesimo Spirito. Nel mondo di Alice rispuntano gli zombi per rigenerazione spontanea, mentre pentecosti miracolose scendono dal cielo (o salgono dall'inferno) a guidare e rinsaldare gli animi.
In questo scenario è patetico il ritirarsi in buon ordine da parte di Zingaretti: se il Soviet decide chi sono io per oppormi?
Oreste

Alessandra said...

Se non sarà Conte-bis sarà una poltrona da commissario UE o da ministro degli Esteri in un ipotetico governo "Fico" (di nome ma non certo di fatto).

http://m.ilgiornale.it/news/2019/08/14/da-conte-dimezzato-a-jolly-cosi-il-premier-spera-nel-bis/1739951/

E pensare che all'inizio mi aveva fatto una buona impressione - curriculum gonfiato a parte, ma alla fin fine era un'avvisaglia anche quella - ma dopo 7 anni di governi imposti da Napolitano prima e Mozzarella poi (che ha comunque imposto alcuni suoi uomini anche in questo esecutivo ormai agonizzante) mi ero sentita di dargli una chance.
Aveva esordito bene in campo internazionale con Trump, poi ha cominciato a levarsi la maschera con quella "simpatica" chiacchierata con la Merkel.
Purtroppo vide giusto Giorgia Meloni quando lo definì subito "un altro Monti".

Jacopo Foscari said...

Nella cosiddetta "Seconda Repubblica" abbiamo preso la brutta abitudine di avere premier extraparlamentari, ovvero di piazzare a Palazzo Chigi senza manco aver preso un seggio in una delle due camere. Il primo fu Ciampi nel 1993, seguì Dini nel 1995, quindi fu il turno di Amato nel 2000, Monti nel 2011, Renzi nel 2014 e poi appunto l'attuale Conte. Senza contare i vari D'Alema, Letta e Gentiloni che si insediarono a Palazzo Chigi senza però aver vinto le elezioni, ma sfruttando le maggioranze prese per loro da altri, rispettivamente Prodi e Bersani, ma che perlomeno erano stati eletti in parlamento. A differenza degli altri cinque extraparlamentari il Conte però ha una particolarità, era letteralmente un signor nessuno. Tralascio la mia opinione pessima sui vari Ciampi, Dini, Amato, Monti e Renzi, ma perlomeno erano personaggi di un certo peso nelle istituzioni pubbliche. Ciampi era stato il (pessimo) governatore della Banca d'Italia, Dini era il ministro del tesoro di Berlusconi, Amato era già stato premier e ministro, Monti era stato commissario europeo, Renzi era il segretario del partito di maggioranza relativa. Ma questo Conte, da dove diamine è sbucato fuori? Chi diavolo l'aveva mai sentito nominare fino a 15 mesi fa? Insomma, tra i tanti, troppi premier extraparlamentari questo qui è il più oscuro e illegittimo. Se gli altri avevano almeno una carriera di spessore a giustificarne il ruolo di "riserve della repubblica", o nel caso di Renzi il fatto di essere il leader del partito di maggioranza, questo qui non aveva nulla di tutto ciò. Questo oscuro signore ha letteralmente vinto al Superenalotto e ora non vuole mollare il bottino, probabilmente perché ha alte mire e ha già messo gli occhi sul Colle più alto e sa che, in caso di elezioni il suo sogno di successore designato di Mattarella si infrangerebbe miseramente.

Nessie said...

Intanto chiedo scusa se vi ho lasciati in moderazione, ma sono i giorni di Ferragosto per tutti, anche per me. E mi sa invece che in questo Ferragosto ci sarà da scrivere. E molto.

Oreste, ormai abbiamo imparato a nostre spese che in politica le chiacchiere sono una cosa (e stanno a zero), i fatti concreti sono altro. E Zingaretti non fa eccezione. La sua idea di voler andare alle elezioni fa parte solo di quelle buone intenzioni di cui sono lastricate le vie dell'inferno.
Strada facendo, ha già cambiato idea. D'altro canto l'uomo in quanto a personalità non ne ha assolutamente.

Nessie said...

Alessandra, se la Meloni lo ha giudicato da subito così, allora chapeau per la sua grande intuizione.
Anch'io come te, appartengo alla categoria di quelli che all'inizio avevano ricevuto una buona impressione da Joe and the 5 Stars.

Ma a quanto pare, le apparenze ingannano.

Nessie said...

Jacopo, sono d'accordissimo su tutto quanto scrivi di Conte, tranne che sul fatto di Renzi. Intendiamoci, rispetto a Conte non è propriamente un signor Nessunissimo, ma nel suo caso c'è un fatto allarmante che Bella Napoli seppe creare: prendere uno che aveva vinto le Pecorarie del suo partito (con l'aiuto dei cinesi e di altri extra) ed eleggerlo a Presidente del consiglio dei ministri di tutti gli Italiani. E lo fece nel più abbietto w losco dei modi: sobillando il fratricidio e mettendo la zizzannia tra il Cainetto di Firenze contro l'Abelardo di Pisa:

https://sauraplesio.blogspot.com/2014/02/fratricidio-piddiota-con-regia-di.html


Correva il 2014 e ho riletto i vostri commenti. Peccato che in quella circostanza mancava il tuo commento imbufalito, ma forse allora, non frequentavi ancora questo blog. Comunque ce ne hanno fatte trangugiare delle porcherie! Tante, ma tante! e non è ancora finita.

Eleonora said...

Un po’ off topic ma vale la pena di vederlo: https://www.facebook.com/100002904612645/posts/2359591387480992?s=100002904612645&sfns=mo

Nessie said...

PS: Ovviamente concordo quando dici "questo Signore ha letteralmente vinto al Superenalotto e ora non vuole mollare il bottino". Ma qui in questa repubblica ormai va di moda partecipare ai telequiz (la Ruota della Fortuna), per ritrovarsi investiti del Premierato.
Va di moda fare i pagliacci in tv per essere insigniti a Guru di un partito che ora si ritrova in picchiata ma che ha vinto il 4 marzo con percentuali intorno al 32%.

Morale: mi chiedo in modo sconsolato se non è che sia un po' nel DNA degli elettori italiani se VIENE AVANTI IL BUFFONE?

Nessie said...

Grazie Ele, perché? Avevi qualche dubbio di chi davvero fossero questi cialtroni? Prima con Salvini erano SOLO tenuti al guinzaglio, ma la loro indole è quella. E se ne è accorto pure Farage dell'Ukip

https://voxnews.info/2019/08/14/farage-sfiducia-il-m5s-sto-con-salvini-deluso-da-grillini/

Jacopo Foscari said...

Diciamo che in Inghilterra c'è una prassi consolidata, ovvero il leader del partito che ha la maggioranza in parlamento è anche il primo ministro e costui, o costei, deve essere obbligatoriamente un membro della Camera dei Comuni. Tutto questo non è codificato in legge, è consuetudine e in quanto tale viene rispettata. Aggiungiamo che i metodi per l'ascesa alla leadership dei partiti sono assai più trasparenti. Sia i conservatori che i laburisti fanno votare solo i loro militanti regolarmente tesserati e non cani e porci come il PD. Johnson ad esempio è appena stato votato per l'appunto dai militanti del partito conservatore e non da chiunque passasse per strada.
In sostanza nel Regno Unito situazioni come quella nostrana non sono nemmeno concepite. In Italia purtroppo siamo il paese dei furbetti che devon sempre trovare il modo di fottere il prossimo. Siamo il paese che le regole le applica ai nemici e le interpreta per gli amici. In sostanza da un certo punto di vista questi squallidi giochetti da avvocaticchi di ribaltoni, premier sconosciuti tirati fuori dal cilindro, presidenti del consiglio extraparlamentari, per me alla fine della fiera sono un po' lo specchio di un paese mai davvero nato. Ora, i britannici hanno i loro difetti, ma rispetto a noi lì c'è ancora un briciolo di onore per cui certe regole (il premier DEVE essere un membro del parlamento e DEVE essere il leader del primo partito, il premier può chiedere elezioni anticipate alla Corona e la Corona DEVE concedergliele etc.) non devono nemmeno essere esplicitate. Queste regole vengon considerate ovvie e autoevidenti. In Italia invece, le cose che nel Regno Unito sono considerate talmente ovvie da non necessitare nemmeno di esser scritte nero su bianco, non sono per nulla scontate, anzi ormai è diventata prassi avere premier tirati fuori come conigli dal cilindro e squallidi giochetti di palazzo per costruire governi non rappresentanti il popolo sovrano ma contro il popolo sovrano. Ma spesso mi vien da dire che, un paese che valorizza la furbizia, la disonestà, il fregare il prossimo, il piegare le regole alla propria convenienza momentanea (vedasi una legge elettorale che cambia ogni anno a seconda di chi favorisce), ha semplicemente la classe politica che si merita e che rispecchia appieno i suoi elettori e cittadini appunto maestri di tutte le dubbie virtù di cui sopra. Purtroppo è la triste conclusione a cui sono arrivato.

Eleonora said...

No, no, su di loro non avevo alcun dubbio ma che facessero una vigliaccata simile, non me l’aspettavo.

Oswald Cobblepot (the Penguin) said...

Nell'intervallo di tempo, che occorre per comprendere chi possa essere il prossimo premier (Fico? Cantone? Letta? Veltroni? Leggete Affariitaliani.it), la ministra Trenta non firma il decreto di divieto di sbarco a Lampedusa per la OpenArms. L'albero malato da' frutti marci. A proposito: circolano voci sull'incarico a Draghi. Se non ricordo male, il prossimo consiglio direttivo della BCE é per il 12 settembre, e non credo che Draghi molli prima di quella data. Un saluto da Gotham City, il Pinguino.

Nessie said...

Jacopo, non vorrei sembrare pessimista, ma purtroppo è la conclusione a cui sono giunta anch'io. Abbiamo ingollato padellate di m.....a senza che nulla sia davvero successo, senza che i tiranni abbiano pagato il fio della loro colpa. Ora se la Trenta spalanca i porti, se Bonafede dall'alto della sua scienza giuridica autorizza gli sbarchi, se il Tar asserisce che tutto è permesso, e se i cittadini che dovrebbero dare man forte a quell'unica persona che ha fatto qualcosa per impedire tutto ciò, si mettono pure a criticarla, è il caso di dire che ci meritiamo tutto ciò.

Nessie said...

Pinguino, intanto mentre si accavallano le voci, i rumors, il totogoverno, e il totoministri, il solito Risiko italiota, prendiamoci la classica pausa ferragostana.


Buon Ferragosto e Buona festa dell'Assunta a tutti!

Alessandra said...

Il "partito degli onesti" ora si alleerebbe anche con Belzebù (per dirla con le loro stesse parole).
Erano i più scatenati contro Renzi-Boschi (vero Dibba? Visto che te ne stai zitto zitto), ora sono pronti a riabilitarli pur di disattivare il "pericolo pubblico numero 1" ovvero Salvini e la Lega.
Ieri sera ero a casa dei miei e mio padre ha messo per qualche minuto su La7, e chi ha beccato? Parenzo che stava quasi per avere un orgasmo mentre il giudice emerito della Corte Costituzionale Sabino Cassese spiegava che una nuova maggioranza 5S-PD era fattibile.
Solo in un paese come questo si può accettare di far tornare al governo cialtroni di questo calibro, le cui scelleratezze sono arcinote e che dovrebbero essere politicamente morti e sepolti.
La matita copiativa è un'arma … spuntata.
Intanto l'ex medico di Lampedusa Pietro Bartolo, attualmente europarlamentare dem, svela il segreto di Pulcinella.

http://m.ilgiornale.it/news/2019/08/15/il-pd-esce-allo-scoperto-al-governo-per-cancellare-il-dl-sicurezza/1740389/

L'atteggiamento di Conte e dei ministri e parlamentari pentagrulli e dei piddioti mi fa venire in mente il ritornello di una canzone-tormentone che in questo periodo si sente ovunque, cantata da tal Irama, uno dei tanti "amici di Maria De Filippi" (trasmissione molto amata dal Contaballe di Rignano):
"E sono un arrogante, non mi importa se non sei più dalla mia parte, non è importante".
Va be', vado a non rovinarmi quel che rimane di questo Ferragosto e festa dell'Assunta.
Ricambio i tuoi auguri Nessie e li faccio a mia volta a tutti i frequentatori del blog.

Nessie said...

Massì cerchiamo di non farci venire il torcibudella per colpa di questi schifosoni.
Mi spiace solo che a distanza di anni, siamo ancora qui con agli stessi identici scenari, come se l'esperienza passata non fosse nemmeno servita. Riauguri!

Vanda S. said...

Buon Ferragosto a tutti e buona fortuna!

Anonymous said...

consolatevi con questo
https://www.libreidee.org/2019/08/magaldi-contro-gli-zombie-stravince-salvini-ben-consigliato/

magari non è proprio così e i rischi sono forti ( centinaia di migliaia di ALTRI coloni afroislamici riversati in italia dal "conte-bis") ma altri 4 anni di parlamento-mutuocasa gli eletti grillini se li possono già scordare.

ws

Nessie said...

Ecco l'hai detta, Vanda: buona fortuna - è proprio l'augurio giusto.

Nessie said...

Magaldi è un massone intelligente e ho letto con gusto il suo volumone "Massoni, società a responsabilità illimitata", apprezzato pure da Ida Magli. In ogni caso, la sua visione mi pare ben più realistica di quella di un fuso come Fusaro (gentilmente ospitato dal suo amico Blondet che fa sempre più dei copiaincolla) il quale Fuffaro si inventa la traveggola di una Lega di Giorgetti contro quella di Salvini:

ora la Lega di Giorgetti (quella sistemica e liberista, non quella salviniana, populista e meno sistemica ha prevalso: e ha portato lo scalpo gialloverde ai padroni della global class liberista.

Ma dove l'ha sognata una simile fesseria?

Jacopo Foscari said...

Propongo una colletta per mandare Fuffaro a Caracas con biglietto di sola andata tramite la turbocapitalista, liberista e sans frontiers Ryanair. Così vede le bellezze del socialismo reale sudamericano che gli piaccion tanto.

Nessie said...

Fuffaro forse non ha ben capito che l'alchimia gialloverde è saltata perché i "gialli" si sono improvvisamente innamorati dei soliti "rossi". E Salvini li ha sgamati. Voglio dire: ha sgamato i loro accordi sottobanco che ora sono finalmente palesi e resi evidenti a tutti.
Farage l'ha capito a suo spese (all'inizio avevano un accordo per sedere nello stesso gruppo in Ue).
Magaldi pure.

Silvia said...

L'analisi qui riportata mi sembra anche migliore di quella di Magaldi https://www.libreidee.org/2019/08/buone-ragioni-per-fare-la-crisi-con-la-benedizione-degli-usa/
A mio parere i grillini, che pure sono una creatura di USA e UK (di qui l' appoggio iniziale di Farage e Bannon) si sono fregati con la rodomontata della Via della Seta. Washington non li perdonera' e l'azione di Salvini e' diretta a screditarli davanti agli Italiani prima di distruggerli. Quanto ai piddini, da troppo tempo privi di una leadership intelligente, qui funzionano come utili idioti al servizio di una strategia troppo complessa per la loro capacita' di comprensione.

Nessie said...

Silvia, quell'articolo di Della Luna mi era già stato segnalato nel topic precedente da ws,grazie.

Il pezzo di Magaldi ci informa che i piddini hanno dei burattinai assai male in arnese come il vecchio Michael Ledeen.
Aggiungo che la Casa Bianca attuale oltre alla Via della Seta, non ha gradito la posizione dei grillini su Maduro e il Venezuela.

Nessie said...

Comunque in queste ore prende avvio un quadro politico basato su tre scenari:

Il primo, il migliore per Salvini, riporta il Corriere della Sera, è di aver fatto scoppiare la crisi per ottenere un maxi rimpasto, "con i ministri dei sì", a partire magari da Giancarlo Giorgetti all'Economia, e una fase due targata Lega: flat tax, una riforma "vera" della Giustizia, opere pubbliche. Il secondo scenario è il voto subito, a ottobre per fare il pieno di consensi magari anche senza nemmeno aver sfiduciato Conte. Infine, il terzo: un periodo all'opposizione per una boccata d'"ossigeno", come ripete Giorgetti, e per attaccare il "governo dei perdenti Renzi-Di Maio-Boschi-Toninelli, l'esecutivo Pd-5 Stelle".

https://www.liberoquotidiano.it/news/politica/13493150/matteo-salvini-retroscena-governo-maxi-rimpasto-giancarlo-giorgetti-ministro-economia.html

Anonymous said...

Buongiorno Nessie, ho l'impressione che Salvini, mal consigliato da qualche imbecille del partito come GIORGETTI,abbia fatto un errore veramente madornale nel creare una crisi alquanto prematura. Sbagliati i tempi e forse anche i modi (troppo aggressivi).
Messo in scacco matto da di Maio è scattata la trappola : hai rotto ?....non si torna indietro, ormai è tardi per ripensamenti ! L'inciucio col PD era gia stato tramato ad arte di nascosto; ...e la pantomima tra Renzi e Zingaretti col finto gioco dele parti è un vero e proprio capolavoro pirandelliano. Il giorno 20 Agosto sfiduceranno Salvini e Conte rimarrà a governare con i 5S , PD e LEU con la benedizione di Mattarella e compagni di merende di Bruxelles. Intanto le navi delle ONG che fanno parte del grande complotto si stanno moltiplicando strapiene di negri e quant'altro in attesa di dilagare senza più freni. Il buon Matteo ha ottenuto purtroppo solo l'esatto opposto di quanto si era proposto. Se ha le palle dovrebbe tenere il punto fino ala fine. Adesso però sono convinto che i vari magistrati vieteranno gli sbarchi alle ONG solo se gli ordini verranno da un Ministro degli Interni in quota PD. Quanto ci scommettete che il cavillo giusto lo trovano ? Quello che stranamente non esisteva per Salvini ?
Speriamo in un colpo di scena. Salvini deve comunque difendere la sua onorabilità procedendo fino in fondo ,fino anche alla sconfitta, solo così si vede la statura dell'uomo.

Un abbraccio da Max da Kasbah , o scusate ... da quella che un tempo era Roma !!!

Nessie said...

Ciao Max, ben ritrovato. Ho già spiegato infinite volte qui sul blog che Salvini non poteva fare che quello che ha fatto e che questa è stata una scelta OBBLIGATA, dato che aveva già fiutato e sgamato certi trappoloni che avrebbero dovuto scattare in dicembre. Giorgetti non c'entra, dato che se fosse stato per lui, avrebbe dovuto sfiduciare questo governo molto tempo prima. Non so bene con quale risultato. La magistratura rossa è già in agguato per il Russiagate, ma aspettare un'incriminazione dopo il varo della "schiforma" Bonafede (che peraltro i grillini avrebbero fatto passare per via del fatto che sono soci di maggioranza) significava consegnarsi direttamente nelle mani dei giudici.

Del resto, se ora la Trenta apre i porti, è perché quella che si chiama ministra della inDifesa, non li ha mai chiusi.

Evitare in queste ore di leggere i copiaincolla filo-grullini di Blondet che dopo tutti i tradimenti e doppiogiochismi di Conte, ora si permette pure di dare del "maleducato", "sleale" e anti-istituzionale a Salvini. Servono solo a creare confusione.

Jacopo Foscari said...

Certo, Salvini sleale, maleducato e anti-istituzionale. Invece il Conte che ridacchiava con la Merkel sparlando del suddetto Salvini alle spalle era lealissimo.

Anonymous said...

questa l' avete sentita ?
sembra OT ma la sostanza di questo gigantesco traffico e destabilizzazione socio-politica ci dice quanto poco ci sia da affidarsi a "l' amico" (?) americano.
Con "amici" così meglio i "nemici", non sono ne la cina ne la russia che ci riempiono di afroslamici
ws

Nessie said...

Ecco qui l'indimenticabile conversazione con Anghela la Kulona a Davos da parte dell'avvocaticchio della Casaleggio & Associati:

https://www.youtube.com/watch?v=c6XnPDwGxys&t=49s

ma forse Blondet se n'è già dimenticato. Oppure ha cristianamente perdonato. Oppure l'età e le arterie si fanno sentire. Io ritengo questo voltafaccia servile e mascalzone di Joe the Unknown, all'origine della frattura insanabile fra le Stalle e la Lega.

Anonymous said...

a proposito de l' incomprensibile Blondet vale quando la barbara tampieri ha colto nei suoi ex compagni "pentiti".
Tutta questa gente è figlia di una "chiesa" che li ha "educati" al disprezzo umano ed intellettuale per ogni forma di populismo , solo che hanno visto che non avevano altri soggetti politici diversi dalla lega disposti a battersi per la salvezza di questo paese contro le loro chiese ormai vendute a mammona.
Quindi la lega l' hanno (forse) votata , "turandosi il naso" ,ma con l' odio del mal-convertito , e sono sempre pronti alla critica ingenerosa con in fondo la speranza( illusoria) che prima-o-poi la loro vecchia chiesa possa tornare in auge una volta mondata da quelle inaccettabili "incongruenze" che li avevano spinti dalla "parte" di quella lega di cui continuano a pensare le "peggiori cose".

Vale quindi purtroppo per blondet lo stesso giudizio che ebbi a suo tempo per montanelli, cioè per chi sostanzialmente a blondet gli spezzò ingiustamente la carriera(*): la più grande disgrazia di un "granduomo" è sopravvivere abbastanza a se stesso da far capire che quel "granduomo" poi tanto non era (+)".
ws
(*) spesso mi domando ma blondet l' avrà capito ? E l' avrà capito che i preti poi "accogliendolo"( e "incapsulandolo" ) in realtà fecevano solo un favore a chi lo cacciava?.

(+) vale anche per quel venditore di tappeti di arcore , pensate dove oggi sarebbe se nel 2011 avesse avuto l' intelligenza di non controfirmare il golpe napolitano ..😀)

Anonymous said...

Ciao Nessie, forse Blondet si aspettava di più da Matteo, più coraggio e determinazione.
Purtroppo credeva di far cadere il governo ma il nemico non si è spaventato ed è riuscito , magari anche bluffando, a rimanere con i nervi saldi. Di Maio sembrava caduto ormai in disgrazia persino presso il suo padroncino Casaleggio ma il vento è cambiato di nuovo in suo favore e ha teso al Nostro una trappola mortale. Il PD, nonostante non abbia più il sostegno di una volta è sempre un osso duro e ha ancora buoni numeri in Parlamento. Dall'altra parte della barricata il Cavaliere dal basso del suo 5% sta già ricattando Salvini : ...ora hai bisogno di Me e devi tornare cuccia cuccia se vuoi appoggio politico !!! Secondo me Matteo deve ormai bere l'amaro calice fino all'ultima goccia. Deve ritirarsi da ministro e ritirare tutta la sua squadra di governo. Deve lasciare l'Italia in balia delle forze del Caos ! Non può e non deve rimangiarsi la parola , non può chiedere scusa a Conte e ritornare buono buono al canile di Di Maio. Lasci che le sinistre vilmente unite sgovernino il Paese ! Lasci perdere la difesa dell'Italia ! Volete i porti aperti ? Fate pure signori ! Vediamo un po' quello che succede tra qualche mese .
E' una sfida !
Un saluto da Max da Roma.

Nessie said...

ws, la Tampieri è a sua volta una "pentita" di quella chiesa. B. nel suo blog in realtà dimentica (forse a causa dell'età e della malattia) che...

1) Le Stalle sono già nati dei gatekeeper con vari elementi depistanti al loro interno (Spadafora, Fico, Taverna) che sono addirittura più vicini a Leu che allo stesso PD (che pure è 'na monnezza)
2) il Mozzarella ha infiltrato da subito nel governo-giallo verde due androidi di provata fede eurocratica: Tria, Moavero e Trenta.

3) ormai nel suo blog lascia via libera al pentaGrullame, mentre banna senza pietà i salviniani (vedi anche la sottoscritta).

Ergo, non lo considero più un luogo di libera riflessione, pertanto non ci metterò più piede nemmeno quando, magari a breve, si pentirà per l'ennesima volta, facendo l'ennesima capriola che fece con Renzi (i due euro per partecipare alle sue primarie) e con Grillo che dichiarò al suo sorgere come l'ultima occasione per gli Italiani.
Io non dimentico e ho una specie di archivio in testa.

Nessie said...

Max, le ipotesi di scenari sono tre ben descritte nel dettaglio da Magaldi nel suo lungo e analitico pezzo già segnalato da ws:

https://www.libreidee.org/2019/08/magaldi-contro-gli-zombie-stravince-salvini-ben-consigliato/

L'impresa non sarà esente da rischi, ma il rimpasto è possibile solo a condizioni che Salvini ottenga la sua golden share. In caso contrario meglio le altre due ipotesi. Cioè o voto nei brevi termini (sempre che lo si ottenga), o opposizione senza tregua.

L'errore di molti cacadubbi (con Griffe e non ) di queste ore è non aver capito che siamo in guerra e che occorre scegliere un fronte e rinserrarsi su quello.

Alessandra said...

Siccome Salvini ha strappato e ha annunciato di voler sfiduciare Conte, allora quest'ultimo e i ministri grullini lo trattano da "ex", e il sedicente "avvocato del popolo" si comporta come se avesse assunto l'interim del ministero degli Interni.
Poco importa se questo governo è ancora in carica.
Può darsi che un eventuale scellerato governo "ti odio e poi ti amo" 5 Stalle-PD porterà, alla lunga, consensi bulgari per Salvini e magari anche per la Meloni che ha dalla sua anche il non aver mai voluto avere nulla da spartire con Di Maio e soci e il merito di aver saputo inquadrare fin da subito il "soggetto" Conte.
Se ci rifileranno la peperonata per i prossimi mesi e forse anni dobbiamo assicurarci di avere uno stomaco forte, perché gli effetti collaterali saranno pesantissimi.

Anonymous said...

Perdonami Nessie ma il buon Magaldi vuol passare per un James Bond della Massoneria super-super segreta facendo credere di aver capito tutto lo scenario e dando ad intendere che è in possesso di chissà quali informazioni super-super segrete di cui al momento non può far menzione. Ha ipotizzato tutto e il contrario di tutto, sembra Walter Veltroni .Pare che sia informato su tutto di tutto solo lui !Quali sono le sue fonti ? Salvini ha commesso un errore fatale, punto e basta. Ora è in balia di tutte le forze che si stanno prendendo gioco di lui. Non ci ha fatto una buona figura onestamente ! Però rimane la nostra unica speranza . Gli auguro un bellissimo colpo di scena, gli auguro di fare un clamoroso ribaltone, gli auguro che un miracolo gli permetta di smascherare e sputtanare il nemico ottenendo il massimo dei consensi e magari veramente elezioni anticipate con una svolta clamorosa. Magaldi è un simpatico chiacchierone che vuol ricavarsi un po di notorietà . Lascia il tempo che trova. Praticamente non conta niente 1
Max

Nessie said...

Certo, non ho mica detto che è il mago Otelma (che peraltro è un superciarlatano) , però ti faccio notare che su tutte le informazioni e di tutti personaggi di potere tirati in ballo sul suo libro "Massoni, società a responsabilità illimitata" non ha ricevuto nessuna querela. Nemmeno Napolitano, il quale non appena uscì il suo libro nel quale venne citato come appartenente a una loggia coperta (la Three Eyes), diede alla chetichella le sue dimissioni. Ergo se ne deduce che siano fonti attendibili.
Bada bene, parlo di fonti a prescindere dal personaggio.

D'accordo sugli auguri per gli scenari in corso.

Nessie said...

Alessandra altro che "peperonata", sarà! Calderoli ha già fiutato la trappola e consigliato a Salvini di NON ritirare i suoi ministri. E' già guerra, infatti.

Anonymous said...

Io ho votato la Lega, e sapevo si sarebbe alleata con i 5stelle, e cose buone insieme ne hanno fatte.
Mai voterò la lega alleata della mafia (FI) et simili, o alleata del partito della Meloni (ultraliberista verso i poveri e grande protettrice dell'apparato parassitario statale).


Lucio

Nessie said...

Quindi? Voterai il partito Bibitaro-Bibbiano? Ti faccio notare che al momento non sappiamo ancora nulla di che piega prenderà Salvini. E che anche col Berlusca finiranno col volare gli stracci come già erano volati anche prima che facessero il gialloverde.

Anonymous said...

Erano decenni che non votavo, (ero un elettore DC, lo scrissi anche su questo blog), a 81 anni
andrei a sostenere coloro che ho sempre avversato? Mi asterrei di nuovo, punto.

Lucio

Jacopo Foscari said...

"E che anche col Berlusca finiranno col volare gli stracci"

Il Berlusca ormai ha 83 anni. Forza Italia, o quel poco che resta di Forza Italia, a stento supererà lo sbarramento. Farà a gara con l'altra mummia incartapecorita della Bonino per passare il 3%. Se si va al voto Salvini può governare anche solo con la Meloni. Berlusconi a mio avviso ormai è buono per fare il numero 48 della smorfia napoletana, ovvero il morto che parla. Mi sa che quando ci saranno le consultazioni Mattarella dovrà chiedere aiuto a Prodi, che di sedute spiritiche se ne intende, per invocare Berlusconi. In sostanza ormai non ha la forza per far volare nulla di nulla. Può servire solo a portare quel 3-4% in più a Salvini per avere una maggioranza a prova di bomba alle elezioni, ma poi sarebbe totalmente ininfluente.

Nessie said...

E' così. Senza contare che c'è la corrente di Toti in libera uscita. Comunque quell' avvocaticchio di Padre Pio di cui al topic, ha tutte le buone intenzioni di allungare il brodo e fino al 20 non si saprà niente. Senza contare che il Mozzarella potrebbe pretendere un referendum per una riforma così importante come quella del taglio dei parlamentari. Così le calende greche sono garantite. Che palle!!!

Oswald Cobblepot (the Penguin) said...

Fermo rimane un fatto: oggi è sab.17.08. Mancano quindi 4 giorni al dibattito in Senato, e 5 alla Camera. Tutto può comunque succedere, anche perché dentro il PD non c'è unanimità, Mattarella è gonfio di dubbi, e la situazione internazionale sta lentamente degenerando. Un saluto da Gotham city, il Pinguino.

Nessie said...

Gli scenari del Risiko nostrano si succedono e si accavallano, in queste ore. E chissà da qui a martedi 20:

Qui le tre ipotesi formulate da Vespa, uomo senz'altro "di sistema" ma sempre informatissimo sui retroscena possibili:

https://www.liberoquotidiano.it/news/politica/13493474/bruno-vespa-matteo-salvini-giuseppe-conte-luigi-di-maio-situazione-oscurissima-scenario-governo-inquietante.html

Oswald Cobblepot (the Penguin) said...

Fermo restando il valore professionale di Vespa, le tre ipotesi mi lasciano perplesso.
(i) Hanno organizzato tutto questo pasticcio semplicemente per un "promoveatur ut amoveatur" verso Conte? Mi pare improbabile, sebbene la fantasia italica non abbia limiti.
(ii) Ma che bravo! Se si mettono d'accordo i compari, va tutto ok; se no, si vota. Lo sapevamo da soli, e lo dicevo io, senza che ce lo suggerisse lui.
(iii) Che Renzi voglia accordarsi con i 5stars, non è una novità. Ma neppure è una novità che quest'ipotesi cagioni una gastrite al peggior nemico partitico di ser Matteo fiorentino, ossia il comm. Zingaretto. Se va in porto l'operazione Renzi, questa riceve l'avallo del grande capo PD solo perché quest'ultimo spera in un logoramento definitivo sia del suo avversario interno, sia dei nemici pentasteroidi. Detto in altri termini: "Vi faccio fare il governo così vi ustionate e vi levate di torno."
D'altronde che tutto questo sia un indovinello avvolto in un mistero all'interno di un enigma lo ammette lo stesso Vespa, che preferisce essere prudente ("scenari che però possono scomparire in qualunque momento").
Un saluto da Gotham city, il Pinguino.

Nessie said...

Vespa ovviamente potrebbe sapere molte più cose di quel che dichiara, ma da gran "paraculo" qual è, finisce per fare i ragionamenti di Monsieur Lapalisse.

Anonymous said...

Ciao Nessie,
la Costituzione (art.138) dice che se una legge di modifica costituzionale non è approvata da entrambi i rami del parlamento con maggioranza qualificata, può essere sottoposta a referendum confermativo. Naturalmente, la richiesta non può essere fatta dal presidente della Repubblica, bensì da un quinto dei membri di una Camera, da cinquemila elettori o da cinque consigli regionali. In tutto questo (almeno in questo…) Mattarella non può «pretendere» nulla, ha una funzione puramente notarile: si deve limitare a promulgare il decreto che indice il referendum e quello che ne ufficializza il risultato. Non può astenersi dal farlo e non può fare niente di più.
Ma diamo un’occhiata ai “tempi”: approvazione definitiva della legge, pubblicazione, richiesta di referendum, pronuncia della Corte costituzionale, campagna elettorale, votazioni. E ancora: nel caso (scontato) di “Sì” da parte degli elettori, prima di andare al voto, bisognerà “ridisegnare” TUTTI i collegi elettorali. Passerà almeno un anno, sempre che a qualcuno non venga in mente di “adattare” l’attuale legge elettorale alla nuova situazione o, peggio, farne una ex novo che, se dovesse lambire la Costituzione, rimetterebbe in moto il circolo vizioso (doppia lettura, maggioranza qualificata, eventuale referendum ecc.). Si rischia davvero – come scrivi – di andare alle calende greche, e se c’è chi si illude che “loro” non ci stiano pensando, fa male i suoi calcoli…
Continuiamo con i “tempi”: il settennato di Mattarella scadrà il 2 febbraio 2022, ma c’è di mezzo il “semestre bianco”, ossia l’impedimento costituzionale di sciogliere anticipatamente le Camere nei suoi ultimi sei mesi di mandato. Insomma, ultimo tempo utile per indire nuove elezioni: fine aprile 2021 (sembra lontano ma non tanto, se si riflette sui “tempi”….). Altrimenti sarà “questo” Parlamento ad eleggere il nuovo capo dello Stato. Un parlamento che non rispecchia affatto l’attuale orientamento degli elettori, in cui grillini, piddini e forzisti sono ampiamente sovra-rappresentati e che non mancherà di metterci tra i piedi il solito servo di interessi stranieri.

Per uscire dall’impasse ed avere qualche probabilità di andare subito alle elezioni, Salvini dovrebbe sabotare la legge sulla riduzione dei parlamentari, con ciò rischiando di mettere una pietra tombale sulla sua carriera politica.
Non so davvero chi glie lo abbia fatto fare…

Oggi, Il Giornale scrive di un Salvini in panne e l’altro ieri Feltri su Libero gli dava del fesso che si è infilato in un cul de sac, votandosi al suicidio.
Peccato che, per oltre un anno, proprio quei due quotidiani ci abbiano fatto due palle così, ogni santo giorno, a spiegarci perché Salvini doveva aprire la crisi di governo…
(no caste)

Nessie said...

Caro no caste, prendo atto di tutti gli ostacoli e intralci della democrazia rappresentativa, modello oggi in crisi in tutto l'Occidente ma in particolare da noi.

Non so se ti ricordi il vecchio film "Sangue e Arena" con Tyrone Power e Rita Hayworth dove c'era un pennivendolo particolarmente servo che sul torero Juan Gaillardo (T. Power) ne diceva e scriveva peste e corna e lo chiamava domatore di mucche anche quando vinceva solo perché non conosciuto. Poi dovette ricredersi e si inventò lusinghe, adulazioni e lodi sperticate a più non posso, salvo ridenigrarlo quando all'orizzonte si affacciò una nuova stella della corrida. Beh, in questi servi saltabeccanti che oscillano tra il "servo encomio" e il "codardo oltraggio", ci metto un po' tutti. Anche Feltri, non a caso copiaincollato (e approvato), pure da Blondet.

A tutti costoro manca il senso dell'appartenenza al fronte e manca l'aver compreso che siamo in guerra.

Nessie said...

PS: immagino la loro opposizione: è la libera stampa Bellezza, e non puoi farci niente.

Curiosamente però la "libera stampa" è sempre compatta, unitaria e all'unisono (salvo pochi casi) quando c'è da sostenere le forze legate all'oligarchia finanziaria. Del resto è a loro che deve la loro esistenza e sopravvivenza.

Anonymous said...

Ricordo quel film, Nessie, e spero (vista la tua chiara metafora) che Salvini non faccia la stessa fine di Tyrone Power e che la rampolla di Denis Verdini sia meno nefasta di Doña Sol.
Quanto ai pennivendoli, le speranze le ho perse tutte…
(no caste)

Nessie said...

Giuro che non avevo pensato a Tyrone Power e alla metafora del torero infilzato. Avevo invece ben chiaro, il vile cortigiano lurido, il pennivendolo al servizio dei toreri vincenti.
Bisogna che in questo periodo, io mi rifiuti di leggere chicchessia sui me(r)dia, perché mi danno altamente sui nervi. Tutti consiglieri, tutti CT...ma per favore!

Anonymous said...

Ti credo, Nessie. Evidentemente sono io ad essere diventato troppo malpensante…
A pensar male si fa peccato, ma spesso si indovina, diceva il Cardinal Bellarmino (non Andreotti, che ha copiato)…
Quanto a Blondet, se ricordi la nostra corrispondenza privata, sai delle volte che gli ho fatto il contropelo per le sue posizioni avventate ed umorali.
(no caste)

Nessie said...

Sì, ricordo benissimo. E ora si associa a Saviano nell'augurargli la galera. Saviano lo fa con intenti punitivi e forcaioli. LUi con intenti moralistici, della serie, solo in galera si matura una coscienza rivoluzionaria, si legge, si studia, si dimagrisce, si diventa uomini .

Si fa presto a fare i f...i col c..o degli altri!

Anonymous said...

Blondet si diverte a stuzzicare e provocare, deve essere l'età, sul suo essere il più leghista tra i leghisti ci potrei mettere la mano sul fuoco, pochi sanno ad esempio che si trova in una lista "particolare" scaricabile qui:

https://www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j&url=https://european-forum-on-antisemitism.org/file/107/download%3Ftoken%3DM1xfh4v-&ved=2ahUKEwi6qbSevYrkAhUiIMUKHfTXCkc4ChAWMAJ6BAgHEAE&usg=AOvVaw3nDLUM2KY0xzyd_zDsg665

Un bocca al lupo a Salvini.


"La vita è dura e la pagnotta non è mai sicura, anche in galera la vita è dura, ma la pagnotta è sicura".

Frase detta da Michele, un ex detenuto tossicodipendente.

Mario da Bergamo

Anonymous said...

Ho letto Blondet…
È lui, non cambierà mai. In galera Salvini potrebbe dimagrire, studiare Machiavelli e le sue «nozioni essenziali del far politica», ecc…
Ora che ci penso, Blondet in galera non c’è mai stato, forse per questo spesso mostra di difettare di “nozioni essenziali”. E non solo in politica, anche in diritto processuale: in Italia un’arringa difensiva può pronunciarla solo l’avvocato difensore, non l’imputato il quale può fare al massimo una “dichiarazione spontanea”. Perché non siamo in America e qui nessuno, neppure la Buongiorno o Coppi, o qualsiasi altro “principe del foro”, se finisce sotto processo, può difendersi da solo.
(no caste)

Nessie said...

Mi piacerebbe vedere se si fosse trattato dei suoi figli, se ragionerebbe ancora in questo modo, applicando la stessa identica filosofia!

Nessie said...

Mario da Bergamo, purtroppo il tuo collegamento non mi si apre. B. sarà di animo leghista ma mi pare che non abbia capito che i leader non si improvvisano nel giro di poco tempo. E che per prepararli ci vuole il suo tempo. Perciò personalmente l'ultima cosa che auguro a Salvini è proprio la galera. Oltretutto non è esente da rischi e da pericoli di incolumità personale con tutti gli extra che ci sono là dentro! A nostre spese...

Silvia said...

...piu giorni passano piu mi convinco che Salvini abbia ricevuto l'incarico di far scoppiare la crisi per fare uscire allo scoperto ombre, spie e falsi amici in vista di un repulisti generale. Avete notato quante cariatidi della seconda Repubblica stanno riemergendo dai sepolcri come per un armageddon finale? Hanno disseppellito persino Dini! Come dici giustamente tu, siamo in guerra, e come dice giustamente Oswald la guerra in Italia va analizzata nel contesto di uno scontro globale. Basti considerare la coincidenza tra lo scandalo di Bibbiano e lo scandalo Epstein in America. Stessa tempistica, stesso obbiettivo: portare alla luce le connessioni tra poteri forti di stampo liberal e abusi sui minori. Non e' difficile scorgere una "manina" che tira i fili e decide i tempi dietro le quinte. Piu complesso e' determinare la strategia che seguono di volta in volta e la tabella di marcia. Ma se fosse facile per noi sarebbe facile anche per il nemico reagire e sabotare. Quindi, come diceva il grande Chesterton, ci tocca avanzare nel buio con animo fiducioso ...o perlomeno non disperato. Quanto a Blondet che dire? E' la prova lampante che la strategia fedelmente applicata da Salvini funziona ;)

Anonymous said...

Il collegamento è un PDF da scaricare...

Salvini rischierebbe pochissimo, dato che verrebbe assegnato ad una sezione E.I.V. Cioè ad elevato indice di vigilanza, con altri detenuti politici, dove convivono pacificamente terroristi rossi e neri, le celle sono singole, e controllate h24 da
telecamere in teche antiproiettile, solo il gabinetto non è sorvegliato,
ma vi è uno spioncino dove il
personale può controllare, inoltre la sezione è inaccessibile agli altri detenuti del carcere per ovvi motivi di sicurezza come il concreto pericolo di evasione.
Se davvero un domani venisse condannato, non avrebbe più senso andare a votare ed il tutto degenerebbe in caos e terrorismo.

Mario da Bergamo



Nessie said...

Mario, non posso scaricare un bel niente, perché non riesco a collegarmi. E le ubbie senili di Blondet sinceramente non mi interessano più. E nemmeno le sue ipotesi catastrofiste che nuocciono non poco alla causa sovranista nella quale io credo, indipendentemente da Salvini, il quale ha il pregio di avere spianato la strada. Inoltre ritengo che dovere di un buon cristiano, d'ogni buon cristiano, sia nutrire e infondere speranza, non amarezze continue e visioni disperanti.

Nessie said...

Sono d'accordo Silvia. E' solo che non ho capito l'ultima riga. (" E' la prova lampante che la strategia fedelmente applicata da Salvini funziona" ;). Cioè? Che tutte le vecchie mummie e pantegane vengono a galla?

Jacopo Foscari said...

Purtroppo il post di Blondet potrebbe perfino avverarsi. Magistratura Democratica ha infatti aperto la "caccia all'uomo" da un bel pezzo e stavolta sappiamo benissimo come voteranno le penta-puttane in caso la richiesta arrivasse in senato. Anche per quello bisogna andare a votare subito, costi quel che costi, senza porcherie in mezzo perché il pericolo in questo caso è serio e concreto. Io comunque mi auguro che i conti li abbiano fatti per bene dalle parti di Via Bellerio.

Nessie said...

Non è questo a essere in discussione. La discussione è sulle stronzate successive (Machiavelli, la cura dimagrante ecc.). Tanto valeva firmarsi Saviano o Vauro, allora.

In ogni caso, dovesse davvero accadere l'Italia sprofonderebbe nello scenario già prospettato da Mario da Bergamo.

Anonymous said...


@ mario che scrisse
sul suo essere il più leghista tra i leghisti ci potrei mettere la mano sul fuoco

e te la bruceresti . Ad esempio ti potrei far leggere tutta la m...a da lui scritta sulla lega quando lavorava con i preti e peggio ancora dopo, nella fase "romana" quando stava ammaliato da Di fina.
Perché blondet è solo un blondettiano. La sua buonafede non si discute ( datosi che l' ha pagata cara) e nemmeno la sua onestà intellettuale , poi ha pure grandissime capacità intuitive che ne fanno un grande giornalista ,ma ha dei limiti umorali e una evidente ingenuità (*) che ne fanno periodicamente "adepto" di cialtroni tuttaltro che "in buonafede" ed "intellettualmente onesti " (do solo 3 nomi: Berlusconi , grillo e renzi )
In pratica blondet è solo un battitore libero che non può fare squadra con nessuno.Non c'è niente di male in questo in questo ma uno così non lo vorrei mai in trincea con me.
E su questo ovviamente lui ci soffre e vomita risentimento verso chi fa politica su cose su cui lui pensa (giustamente) di essere arrivato prima ma che (altrettonto giustamente) non lo chiama nella sua barca.
ws

(*) E poi vorrebbe dare lezioni di machiavellismo a uno che ,pur sotto il fuoco me(r)diatico di un nemico soverchiante ha decuplicato il suo consenso e in 6 anni ...😀

Anonymous said...

Ciao Nessie , da un botta e risposta tra commentatori sul FattoQuotidiano circa le crisi di governo un giovane elenca i seguenti provvedimenti condotti con successo dai 5stelle :
In poco più di un anno, il M5S ha realizzato più promesse fatte in Campagna Elettorale di ogni altro. Chiarisco meglio: - Legge spazza corrotti - Legge Reddito di cittadinanza - Taglio delle pensioni d’oro - Taglio dei vitalizi - Aumento pensioni minime - Pensioni di cittadinanza - Decreto Sblocca-cantieri - Decreto emergenze territorio - Riduzione delle tariffe di gas e luce dal prossimo trimestre - Rimborso ai cittadini truffati dalle banche - Progetto Salario minimo orario garantito ai lavoratori - Decreto Dignità del lavoro - Fondo milionario per le start-up - Taglio del 30% delle tariffe INAIL alle imprese - Riduzione IVA per medie e piccole imprese - Blocco aumento IVA per i consumatori - Progetto di taglio del 100% IMU su capannoni per le imprese - Blocco trivellazioni - Sblocco assunzioni Sanità - Progetto Acqua pubblica - Incentivi per i veicoli eco-sostenibile - Norma Bramini che vieta i pignoramenti della prima casa. - Rescissione del leasing dell’airbus di Renzi - Proposta di revoca delle concessioni ad Autostrade Spa: il ponte Morandi sarà ricostruito dalla cordata pubblico-privata Salini Impregilo, Fincantieri, Italferr che ha costutito ad hoc la società PerGenova - Abolizione Rito Abbreviato per reati gravissimi - Legge sulla Class Action - Revenge Porn Cosa ha fatto Matteo Salvini? -legge sull'immigrazione -legittima difesa Niente male, come "zerbini"... (da cit. DAMMI LE CHIAVI)
Salvini e Lega hanno solo prodotto il Decreto Sicurezza e fermato un po' di migranti.
Ma sarà vero ? Sono rimasto un po' perplesso e disturbato.
Ciao Max da Roma.

Nessie said...

Non leggo il mis-Fatto travagliato che so essere del tutto organici ai 5 stelle. E in ogni caso mente sapendo di mentire, dato che tutte le leggi di sostanza proposte da Salvini sono state sistematicamente boicottate dalle Stalle e dalla sua fronda interna (vedi Fico e altri sinsitri).
Poi comunque ha dimenticato di citare quota 100 e il superamento della Legge Fornero voluta da Salvini oltre che a quella della legittima difesa.
Dimentica inoltre di dire che l'immigrazione e gli sbarchi sono la MADRE di tutti i problemi!E che se Salvini avesse fatto solo quello, è comunque tanta roba.

Silvia said...

Si: lo scopo, al momento sembra proprio di costringere nemici e soprattutto falsi amici a svelarsi.

Silvia said...

"Blondet e' solo blondettiano" hai detto tutto: Blondet va con chiunque lo lodi o lo chiami "Direttore" o peggio ancora "Maestro". I grullini e Fusaro gli danno questa soddisfazione e lui si butta nelle loro braccia. Peggio per lui: quando arrivera' il ribaltone (e io non ho nessun dubbio sul fatto che arrivi) si ritrovera' dalla parte sbagliata senza nemmeno aver goduto dei vantaggi che lorsignori assicurano ai traditori della patria.

Anonymous said...

Condivido ! Anzi io ,se fossi Salvini, dato che adesso Conte e 5Stelle rifiutano ogni ramoscello d'ulivo offesi e irritati dalla sua alzata di testa ribelle li lascerei sgovernare tranquillamente col PD. Tanto tra TAV ,manovra economica di Novembre, l'aumento dell'IVA, pensioni, lavoro, immigrati, sanità,società autostrade, Ilva, Alitalia, energie alternative, trivellazioni di petrolio, politica estera ed interessi loschi di parte a vario titolo hanno sentimenti nettamente opposti. Finirebbero per scannarsi in tempi brevi combinando solo danni. Zingaretti ha fiutato la trappola della Lega e quindi non vuole andare all'inciucio come vorrebbe Renzi lasciando perciò Di Maio e i suoi da soli. Mattarella non avrebbe altra strada che sciolgliere le camere e indire nuove elezioni. La Lega con Meloni potrebbero trionfare senza il Berlusca e tornare al governo con ben altre opportunità e chances di salvare il Paese dalla rovina.

Un caro saluto da Max da Roma.

Alessandra said...

Tralasciando la iattura Prodi che si fa promotore di una coalizione "Or-Sòla" dall'italianizzazione del nome della Von der Leyen (provvedere alla storpiatura mi è venuto fin troppo facile), preferisco postare questi due articoli: nel primo si parla del ruolo decisivo di Giorgetti nei rapporti tra USA e Italia, nel secondo di come Mattarella si trovi tra due fuochi. Tutelare il legame con gli USA o inginocchiarsi agli aspiranti diarchi Merkel-Micron?

https://it.insideover.com/politica/il-segnale-di-salvini-a-trump-cosi-vuole-sbloccare-la-crisi.html

https://it.insideover.com/politica/il-segreto-della-crisi-di-governo-e-tra-il-quirinale-e-gli-usa.html

Niente di nuovo, ma possono servire a non fasciarsi la testa, almeno per ora, viste le notizie che i msm continuano a sputare a getto continuo, al pari delle provocazioni dei 5 Stalle: l'ultima è quella della Trenta che sbraita "Mai più con Salvini".
E mai più buffoni di questo calibro specie in un ministero fondamentale come quello della Difesa!

Oswald Cobblepot (the Penguin) said...

La (futura-ipotetica) alleanza 5Stars-PD inizia male. Secondo il Messaggero, i Pentasteroidi candidano il Conte per Palazzo Chigi, ma non escludono che lui stesso possa presentarsi come commissario europeo (idee poche, confuse e contraddittorie: non crederanno veramente di liberarsi del Conte così facilmente?). Ovviamente, i pidini (molto più sgamati) hanno già chiarito che occorre un "serio" cambiamento, per cui candidano l'ex presidente dell'ANAC, cioè Cantone, quale figura super partes (mossa abile: magistrato anticamorra, presidente dell'anticorruzione per nomina renziana, quindi in quota PD, ma senza eccessi). In alternativa, candidano il Drago, che con quello che sta succedendo nelle banche (soprattutto tedesche: Deutsche Bank e Commerzbank sono al limite del collasso) non lo schiodi dall'Eurotower di Francoforte prima del 12 settembre. Risultato? Caos, caos, caos. Un saluto da Gotham City, il Pinguino.

Anonymous said...

Blondet VS leghisti analfabeti 2 a 0.


http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2019/08/18/salvini-in-diretta-facebook-senza-elezioni-ci-si-risiede-al-tavolo_6ec38a3c-f594-4fd3-87ab-f97230031856.html


Il sole delle Alpi

Nessie said...

??? Quale sole delle Alpi? E a nome di chi scriveresti? Fai l'avvocato di Blondet?

Nessie said...

Oswald, sì caos, caos e ancora caos. Da un momento all'altro sembra d'essere sulle montagne russe. Stampa schizofrenica, appunto. Intanto la Borsa vola e stanno speculando sui titoli.

Nessie said...

Alessandra, tutte le mummie incartapecorite, è mai possibile che si facciano vive dai loro feretri in queste ore? Pure Prodi!

Dagli Usa non è ancora arrivata quella "testa di cavallo" di cui parla ws per spaventare Mattarella. Vedremo...

Nessie said...

Max, ti dirò: non mi fido di Zingaretti, né di Calenda né di qualunque altro piddiota. Tutto è ancora maledettamente fluido e magmatico.

----------------------------------------------

Silvia, si tratta di debolezze umane, molto umane, troppo umane!

Anonymous said...

"testa di cavallo"
ho già scritto altrove che

ho molti dubbi su "l' aiuto americano". Ci sono due "americhe" (ci dicono..) contrapposte. Una vuole solo che l' italia resti una sua "portaerei" per i suoi giochi geopolitici "l' altra" vuole ANCHE che venga saccheggiata dal suo kapò tedesco ( che poi porta i "tributi" a wall street), e il governo messo su da mattarella le soddisferà entrambe . Basterà che l' M5 spazi via la sua ala "terzomondista" eventualmente" collocata fuori" a fare da "gatekeeper dei gatekeeper".

ma ho scritto anche
Ma anche senza "l'aiuto americano" salvini ha ancora ottime carte . Innanzitutto li ha portati TUTTI allo scoperto ( PD , M5, FI ,giornali TV magggstratura, chiesa , confindustria) e questa accozzaglia non riuscirà a fare un governo che funziona , se credono che i tedeschi gli concederanno di NON DOVER FARE "macelleria greca" si illudono.

E oramai il "dado è tratto" e mi sembra sempre più evidente che doveva essere "tratto" e ORA un compromissicchio al ribasso coi tracotanti ( ma terrorizzati) 5S non servirebbe a nulla.
Qualunque ri-accordo con i 5s non deve prescindere da un "rimpasto" che rimuova i ministri di mattarella, altrimenti "peggio el tacon del buso".

Perché caro salvini, in ogni mossa bisogna essere prudenti PRIMA, dopo serve solo a farsi prendere per il c...
ws

Nessie said...

Non ci resta che aspettare 24 ore per sapere di che morte dovremo morire, o viceversa con quali eventuali rimedi riusciremo a sopravvivere. Leggere opinionisti sul webete o sul cartaceo per cercare di distinguere in queste ore il vero dal falso, le provocazioni e le "finte calcistiche" dalle intenzioni vere e dai depistaggi ritengo che sia un esercizio del tutto inutile.

Oswald Cobblepot (the Penguin) said...

Oggi solo buone notizie.
(1) Germania a rischio recessione tecnica. Il PIL si è contratto nel secondo trimestre dello 0,1% rispetto al primo trimestre. Frena anche l’Eurozona. Nel secondo trimestre 2019 il Pil è salito dello 0,2%. Nel trimestre precedente era cresciuto di 0,4% nella zona euro e di 0,5% nell’Ue-28. Lo rileva Eurostat, che conferma la sua stima flash del 31 luglio. Per l’Italia si conferma la crescita zero nel secondo trimestre, secondo dato peggiore dopo la Germania (ilsole24ore.it, dati del 14/19 agosto 2019).
(2) Gli Stati Uniti stanno avanzando con una vendita di 8 miliardi di dollari che prevede 66 aerei da combattimento F-16V a Taiwan, secondo il New York Times. La potenziale vendita degli aerei da caccia F-16V degli Stati Uniti all'isola di Taiwan è una seria provocazione che può portare a forti risposte dalla Cina continentale, tra cui ulteriori esercitazioni militari e contromisure economiche, hanno affermato nella giornata di domenica gli esperti cinesi (www.lantidiplomatico.it, del 19/08/2019).
(3) Il prezzo del petrolio torna a salire dopo l’attacco con droni in Arabia Saudita. Ma attenzione allo spettro della recessione. Nella giornata di sabato, i ribelli Houthi filo-iraniani dello Yemen hanno rivendicato la paternità di un attacco sferrato con alcuni droni contro l’Arabia Saudita. Più nello specifico, nel mirino è finito il giacimento petrolifero di Shaybah che produce un milione di barili di petrolio al giorno. A confermare l’accaduto è stata la tv di Stato(money.it del 19 Agosto 2019).
(4) E devono ancora arrivare le 15 di oggi pomeriggio. Un saluto da Gotham city, il Pinguino.

Oswald Cobblepot (the Penguin) said...

Da https://www.rassegneitalia.info/indiscrezioni-dal-colle-mattarella-non-accettera-linciucio-m5s-pd-difficile-evitare-le-elezioni-in-autunno/ del 19.08.19.
Indiscrezioni dal Colle: “Mattarella non accetterà l’inciucio M5S-PD. Difficile evitare le elezioni in autunno”.
Se fosse vero, il favore Mattarella non lo fa a noi, ma al suo amico Zingaretti, il quale è evidentemente d'accordo con Salvini: "Si va a votare in autunno, e massacriamo DiMaio ed i suoi dimaionesi pentasteroidi" (il che non sarebbe una brutta prospettiva, e questa sì per noi).
Un sospettoso saluto da Gotham, il Pinguino.

Nessie said...

Sto ascoltando l'avvocaticchio di Padre Pio. Discorso debole, demagogico, da oratorio pugliese. Penosa poi quella sortita sulla laicità e il richiamo a evitare simboli religiosi da parte di Salvini.
Ricordo che lui andò da Vespa coi "santini" di Padre Pio nel taschino. A ciascuno il suo santo o il suo rosario.
La seduta è appena iniziata, ma l'impressione è penosa.

Gabriele Casari said...

Salve , ho sentito il discorso di Salvini , quello è stato un discorso da vero statista contrapposto al coro da anime dannate del pd .Il Capitano non sarà perfetto , ma se cade lui non c'è speranza per il paese .

Jacopo Foscari said...

Il discorso del Conte è stato senza dubbio ben scritto e ben preparato, ma la forma non sempre coincide con la sostanza e la sostanza è quella di un miracolato astioso, capriccioso, vendicativo e doppiogiochista. Nulla di sorprendente, il vero Conte l'avevamo già visto all'opera durante l'incontro con la Merkel in cui sparlava del suo vice. Mi auguro che ora non venga riciclato, ma che venga spedito seduta stante alla New York University dove millantava i suoi non meglio precisati "perfezionamenti degli studi", magari potrà conseguire un bel master insieme all'altro fenomeno di Giannino.

Nessie said...

Mah...Jacopo, io non l'ho letto 'sto discorso, ma ascoltato. E ho sentito il classico personaggio levantino che millanta successi sinceramente non palpabili e non riscontrabili.
Pessimo poi rivolgersi a Salvini dandogli del "tu" con una sequela di rimproveri accumulatisi in un anno e la cui giusta replica è : "Ma te ne accorgi solo adesso?". E giusto da parte di Salvini avergli ricordato la sua pugnalata a Davos quando ha chiesto "consigli" alla Merkel su come fregare l'alleato alle elezioni europee.

Pollice verso.

Nessie said...

Gabriele
Il Capitano non sarà perfetto , ma se cade lui non c'è speranza per il paese .

Pienamente d'accordo. Non per nulla c'è il complotto-ammucchiata con tanto di Mummie appena uscite dal sarcofago, per farlo fuori. Ha fatto bene a sgamarle!