29 March 2017

La terza Donna



La notizia non  è recentissima ma vale comunque la pena di riprenderla e rifletterci sopra. E l'ho fatto lontano dalla data comunista internazionalista dell'8 marzo, perché questo è un personaggio femminile buono per tutti i giorni dell'anno, e non solo per una data diventata fasulla che più fasulla non si può.  E' da molto tempo che volevo parlare della dott.ssa Silvana De Mari, la quale è stata al centro di velenosissime polemiche per certe sue posizioni coraggiose contro la lobby LGBT.  Chi è e cosa fa nella vita,  potete vederlo sulla sua biografia reperibile on line. Come si può ben vedere è anche autrice di romanzi fantasy che ha pubblicato con grande successo. Suo autore favorito è - manco a dirlo - John R.R. Tolkien. 


Silvana De Mari, chirurgo, endoscopista, psicoterapeuta, sembra proprio non aver paura di comportarsi in modo politicamente non allineato, a proposito di omosessualità, politiche gender e leggi pro gay. Famosa è stata la sua intervista su La Verità (che non dispone di un suo sito on line), nella quale illustra la sua esperienza di endoscopista a proposito del sesso anale praticato dai gay e di tutte le malattie ad esso connesso. La sessantatreenne autrice di numerosi best seller fantasy, è infatti un medico specializzato in chirurgia generale e psicologia cognitiva, salita alle ribalta delle cronache per i suoi dettagliati avvertimenti riguardo ai rischi dell' attività omoerotica. Sulle pagine dei siti della comunità gay viene descritta come un ultra-tradizionalista "omofoba" e alcune associazioni hanno chiesto la sua radiazione dall' Ordine dei medici. Prelevo alcune domande con sue risposte-chiave dal quotidiano di Belpietro che hanno suscitato un inferocito vespaio di maldicenze da parte di chi sappiamo:

Ma chi gliel' ha fatto fare di lanciarsi in questa crociata?
«Un gay dovrebbe conoscere le conseguenze di una sistematica attività omoerotica. Mi limito a mettere a fuoco i riscontri medico clinici, della colonproctologia e di epidemiologia. Dati alla mano dell' Organizzazione mondiale della sanità, perché non dovrei dire che un omosessuale ha un rischio di contrarre l' Hiv 19 volte più elevato di un eterosessuale? Sono patologie segnalate anche sui siti gay, cose note a tutta la comunità medico -scientifica».


Perché cominciare a parlarne tutto d' un tratto?

«Sono indignata che attivisti Lgbt entrino nelle scuole, pagati con denaro pubblico, a dire il falso, ovvero che essere gay è una cosa bellissima. L' adolescenza è un periodo molto fragile e i giovani cercano disperatamente un' identità. Se proprio bisogna parlarne, vadano nelle scuole con le statistiche e dicano che la promiscuità sessuale è una catastrofe fisica e psicologica.Il preservativo è un mito, "perché la gran parte degli omosessuali non lo mette, e si rompe spesso perché l' ano non è stato concepito per la penetrazione. Nei titoli di coda del film Milk, che racconta la storia di un noto attivista gay americano, appare la lista dei personaggi: una buona parte sono morti di Aids».

Parla così perché è stata endoscopista?
«Qualsiasi endoscopista può confermare la maggiore morbilità proctologica di uomini e donne che subiscono in maniera sistematica la penetrazione anale». 

Poi continua con la lista delle malattie, dei disturbi e delle gravi patologie più diffuse inerenti a tali pratiche: un quadro clinico da far rabbrividire.

Affermazioni, studi e punti di vista che hanno sguinzagliato le reazioni astiose delle organizzazioni omosessuali, provocato l'apertura di un provvedimento presso l'Ordine dei medici e - ora - anche l'apertura di un' indagine da parte della procura di Torino.

L'accusa è dura: diffamazione aggravata dalla finalità della discriminazione e dell’istigazione all’odio razziale (?) .
Eppure la De Mari aveva detto di averne curati molti e dunque di capirli. E' solo che non si schiera al fianco di quella che lei definisce la schiera dei "nuovi ariani" di cui è "vietato parlar male", dato che ormai è diventato un tabù non condividere le loro idee.

A denunciare la psicoterapeuta sono stati gli attivisti di "Torino Pride" e il procuratore Antonio Spataro (a' rieccolo!) lo ha consegnato nella mani di un pool di pm esperto di legge Mancino, la controversa legge liberticida  definita da esperti in giurisprudenza "un obbrobrio giuridico", che ha trasformato il libero pensiero in reati d'opinione.  Ovvero quella norma che "condanna gesti, azioni e slogan aventi per scopo l’incitazione alla violenza e alla discriminazione per motivi razziali, etnici, religiosi o nazionali".
Come in tutte le dittature, si vuole togliere la libertà di esprimere pensieri non allineati al Pensiero Unico vigente e accelerare, perciò,  il processo di schiavizzazione e di sudditanza dei popoli. 

Oltre al movimento Lgbt torinese, però, la De Mari dovrà vedersela anche col fuoco incrociato dell'avvocatura del Comune di Torino (visto che il Consiglio per volere del consigliere Pd Maria Grazia Grippo ha deciso di denunciare a sua volta la psicoterapeuta) e quello della Regione (che ha già schierato i suoi avvocati). Tutti contro una, tutti contro di lei e  che bruci la strega! 

Ma la dott.ssa Silvana, sembra non aver paura, nonostante sappia che trattasi di una lobby molto ricca e potente in grado di procurarle un ostracismo violento e  un boicottaggio editoriale.

"Avevo deciso di essere tollerante, tutto sommato, in effetti, perché attaccare c’è il rischio di destabilizzare qualcuno già fragile" dichiara al quotidiano "La Croce". 

"Non ho mai creduta vera l’affermazione sulla normalità dell’omosessualità, ma ho creduta vera l’affermazione sulla inevitabilità per alcuni di questi comportamenti, e mi sembrava corretto lasciare che ognuno vivesse come vuole senza critiche" - prosegue. 

"Perché ho cambiato idea? La persecuzione religiosa del movimento LGBT contro il Cristianesimo. La persecuzione del movimento LGBT contro la libertà di parola. Le scuole cattoliche inglesi costrette a parlare a favore dei matrimoni omosessuali. La parola matrimonio nasce da madre, il matrimonio serve perché un uomo protegga la donna che porta la maternità dei suoi figli così che lei possa diventare madre. Il matrimonio omosessuale non ha questa funzione, quindi è senza funzione, ed apre al matrimonio islamico poligamo. Se va bene tra due uomini, perché non tra tre uomini? E perché non tra un uomo e quattro donne? Love is love. Le multe di centinaia di migliaia di dollari ai pasticcieri che rifiutano di fare ridicole torte con sopra due ometti o due donnine, i sindaci francesi condannati per essersi rifiutati di celebrare cerimonie che trovano insensate. Le mostruose trasmissioni fatte da Rai 3. La legge Cirinnà, la pensione di reversibilità garantita a omosessuali e a chi finge di esserlo, in una nazione dove non c’è più denaro per nulla, una nazione alla fame..." (continua qui sul quotidiano "La Croce").

Ida Magli aiutò con le sue idee a dare una spallata contro l'Europa, contro le sue politiche economiche predatrici che hanno desertificato l'industria e indebitato i popoli, le sue alluvioni migratorie imposte con violenza apocalittica. Oriana Fallaci, ha lanciato le sue invettive contro l'Islam radicale, usato come grimaldello per distruggere la nostra cultura e religione. Silvana De Mari, contro quella lobby LGBT che vorrebbe impadronirsi dell'identità sessuale, manipolandola a suo arbitrio e capriccio. Contro la deriva che ne consegue, contro la disgregazione della famiglia naturale, per la salvaguardia delle giovani generazioni. 
Un grande abbraccio e tanta solidarietà alla dott.ssa De Mari, la terza donna italiana di cui si parlerà a lungo, presumo. 

34 comments:

Massimo said...

Piena solidarietà alla dottoressa De Mari. Una sola domanda: ma gli omosessuali che aiuta, meritano veramente di essere aiutati ?

Anonymous said...

noto che qui ri-citi "oriana-vergine&martire" che io invece trovo immeritevole di essere accostata alla magli perchè non basta denunciare "il sintomo" ( la colonizzazione islamica) rimanendo cultori della "malattia" ( il relativismo libbberale) e peggio ancora della "causa" ( U$rael)
ws

Nessie said...

Massimo, è inevitabile, dato che c'è il giuramento di Ippocrate e tu lo sai bene. Perciò chiunque abbia bisogno di essere curato, va curato. Anche se se le va a cercare.

Nessie said...

Ws, mi aspettavo questa tua obiezione e in parte sono d'accordo con te. So bene che l'Oriana ha avuto legami forti con l'élite neocon e in particolare è stata grande amica di Daniel Pipes che in Usa le ha conferito perfino un prestigioso premio (l'Annie Taylor Award). Tuttavia anche se si è limitata a denunciare il sintomo, le va dato atto di aver fatto comunque "tendenza" e che tutti, grazie a lei, ora parlano di "Eurabia".

Senza contare che anche lei è stata perseguitata da ben due leggi altamente liberticide: La Legge Mancino in Italia e in Francia la Legge Gayssot-Fabius ad opera della Licra. La Mancino se l'è evitata con la morte, e chi tra i suoi diretti beneficati, avrebbe dovuto aiutarla non ha alzato un dito per difenderla. Questa è la l'oro "riconoscenza". Curioso contrappasso.

Charles Vinson said...

Salve, Nessie. E' veramente un trio di dinne formidabili, quelle che hai citato. Dobbiamo tenerceli stretti i loro libri e i loro articoli, ed ogni tanto rileggerli: purtroppo, noi uomini non siamo più in grado di dire certe cose, ci siamo castrati da soli nell'immane senso di colpa che ci siamo auto-inflitti, ma per fortuna che c'è qualche donna che non ha questo problema, ed anzi sono in aumento.
Lo dico sinceramente: in questo momento, la nostra speranza sono le donne. Spero che donne illuminate (illuminate in senso buono, s'intende) come quelle che hai citato si moltiplichino, e che da esse possa venir fuori la capa, la Donna del Destino che ci porterà fuori da queste secche in cui ci troviamo. Non c'è altra speranza, o almeno io non la vedo.
Saluti

Nessie said...

Ciao Charles. Ma no! non è il caso di buttarsi giù. La verità è che se ci fosse stato un uomo a dire le stesse cose della De Mari (e ce ne sono parecchi!) avrebbero invocato il ritorno del "fascismo", della "camicia nera" che perseguita il povero "frocio" e via luogocomunisteggiando! E difatti, guarda caso, questo tipo di manipolazione "genderista" nelle scuole serve a scongiurare l'uomo forte, libero e consapevole, impedendo che nasca. E questi scellerati lo dicono pure!

Quando queste sedicenti "minoranze oppresse" si prendono perfino gli spazi nelle scuole per esercitare diritto (abuso) di manipolazione sui bambini e ragazzini, allora significa solo una cosa: la figura del padre è stata opportunamente emarginata ed eliminata. C'è chi parla addirittura di "genocidio del Padre". Già alcuni coraggiosi psichiatri controcorrente lo dicono e lo scrivono.

Ti ringrazio comunque del passaggio e dell'apprezzamento.

Nessie said...

Se può interessarti, ecco un testo imperdibile dello psicologo junghiano Claudio Risé sull'"assente inaccettabile". Ovvero il padre:


https://www.ibs.it/padre-assente-inaccettabile-libro-claudio-rise/e/9788821548437

SILVIO said...

Scusa , Nessie, se interrompo la discussione con un argomento OT ma esso è di enorme importanza.

*Il Presidente Donald Trump ha firmato, in data 28 marzo 2017, l’ordine esecutivo “Promozione Indipendenza Energetica per la Crescita Economica”*
https://www.whitehouse.gov/the-press-office/2017/03/28/presidential-executive-order-promoting-energy-independence-and-economi-1

*Con tale ordine vengono altresì abrogati e/o annullati i precedenti ordini esecutivi e memorandum dell’amministrazione Obama sui “Cambiamenti Climatici” , compresi regolamenti, norme e proposte di accordi internazionali ad essi connessi.*
__________
Perché tale ordine esecutivo è di enorme importanza?
Perché il combinato “riscaldamento globale/ cambiamenti climatici “ è una colossale bufala scientifica inventata da Obama e dall’ONU per:
- far pagare agli USA e all’occidente tasse sul clima di parecchi trilioni di dollari, che l’ONU avrebbe poi distribuito ai Paesi sottosviluppati a titolo di risarcimento.

A tal fine, l’ONU avrebbe aperto una vera e propria sua Agenzia delle entrate per incamerare le tasse.

Ora invece , gli Accordi di Parigi sul clima sono fortemente in bilico.

Anonymous said...

C'è una relazione diretta tra l'omosessualità e l'assenza del padre. Non in tutti i casi, ma sicuramente nella maggioranza. Altro tabù è l'ereditarietà del comportamento, come se ognuno nascesse da un uovo e le sue scelte fossero determinate solo dall'ambiente. C'è l'uno e l'altro ma, sicuramente, la genetica è più forte dell'influenza ambientale. Diciamo che l'omosessualità in potenza può essere favorita, o repressa, dall'ambiente. Infatti è proprio qui che si inserisce la propaganda LGBT; e lo fa anche troppo chiaramente, suggerendo di lasciarsi andare alle proprie inclinazioni; complice la psico-analisi, senza la quale saremmo tutti "repressi". Quindi, la faticosa costruzione della personalità viene sostituita dall'accettazione di sè; nel caso dell'adolescenza significa rimanere adolescenti in eterno, quindi irresponsabili. La sequela di irresponsabilità conseguenti, anche in termini di rischio, è quindi solo una conseguenza. Rimane il fatto che ciò è possibile proprio a causa dell'assenza paterna; e questa si ripercuote a sua volta in una maggiore assenza futura. Diciamolo chiaramente: vogliono l'abolizione del maschio e la sua femminilizzazione la troviamo nei reiterati appelli all'accoglienza, che è una prerogativa tipicamente femminile in quanto la femmina è ricettiva, al contrario del maschio. Insomma: tutto ciè non serve all'omosessuale, ma alla costruzione di una società che accetti qualunque cosa.

IL SAURO

Nessie said...

Ho letto il tuo link, grazie Silvio. Speriamo che dalla conferenza di Parigi non salti fuori qualcos'altro di nefasto.

Nessie said...

Sauro, interessante tesi, la tua. Insomma più che ad un'improbabile omosessualizzazione della società, le solite oligarchie sarebbero interessate ad una svirilizzazione del maschio, in quanto capace di essere respingente e combattivo.
Per favore, leggi tutta l'intervista alla Verità e quell'altra alla Croce testé linkate, le quali contengono spunti molto interessanti. C'è anche un problema di patologie cliniche molto gravi sulle quali intervenire.
Pare che questi ambienti facciano oltretutto apologia di sesso non protetto.

Aldo said...

Prima cosa: se quello che ha affermato la dottoressa è dimostrato da dati oggettivi, non vedo quale consistenza possano avere le accuse che le son state rivolte.

Seconda cosa: ieri l'altro ho visto una trasmissione sul modo in cui l'alterazione chimica dell'ambiente provoca forme inattese di inversione e "ibridazione" sessuale nei pesci e nei molluschi acquatici, a livello fisico, biologico, non psicologico. Nella trasmissione si ipotizzava che un fenomeno simile sia possibile anche per gli animali terrestri (lo si ipotizzava nell'attesa di quella dimostrazione che pare essere già stata raggiunta per gli animali acquatici). Ora, consideriamo per un attimo che noi siamo animali terrestri... non aggiungo altro.

Nessie said...

Le cartelle cliniche dei suoi pazienti parlano chiaro, Aldo. Ma temo che la scienza d'oggidì abbia ben poca "coscienza". E che trovare dei venduti che in nome del "progresso" e del "cambiamento" si mettano a ululare al pericolo "omofobia" e "sessuofobia", sia facile come bere un bicchier d'acqua.

Nessie said...

Riecco i links:

http://www.lacrocequotidiano.it/articolo/2017/01/13/storie/silvana-de-mari-al-contrattacco

http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/esorcista-sesso-anale-parla-scrittrice-silvana-de-mari-nuova-139369.htm

(questa seconda è attraverso quella boiata di Dago, semplicemente perché La Verità non ha sito on line e l'unico che l'ha pubblicata integralmente è lui, anche se per chiamarla "esorcista").


Jacopo Foscari said...

Nel mondo della Gaia Inquisizione financo dire l'ovvietà, ovvero che quel buco è fatto per l'uscita e non per l'entrata e l'uso improprio non fa bene, diventa un'eresia

Anonymous said...

Aldo: la grande finanza dell'oggettività se ne fa un baffo. Non crederai forse che possiamo discutere di tutto in un mondo libero, vero ? Ci sono scopi da raggiungere e questo è uno dei mezzi dispiegati. Puoi sgolarti quanto vuoi che hanno comunque ragione loro. Perchè sono i più forti, anche se vogliono far credere che sono i più buoni.

Quanto all'etologia, con l'uomo è difficile applicare i criteri naturali in quanto ha costruito intorno a sè una barriera che lo isola dalla natura. Non che funzioni sempre, ma in questa fattispecie è la volontà umana a deciderlo. Poi può darsi che siano le stesse pulsioni dei geni a determinare questo comportamento ma, per quanto ci è dato di vedere, si tratta di una costruzione artificiosa. Di solito la natura usa altri mezzi per conseguire gli stessi scopi.

C'è chi crede alla predeterminazione e chi al libero arbitrio, chi pensa che l'uomo non obbedisca che ad un copione, oppure che sia padrone del suo destino. La scienza vera suggerirebbe che il copione c'è, ma la volontà umana può influire. Se è così, quando influisce poco tutto funziona, ma quando è troppo non funziona più.

IL SAURO

Nessie said...

Jacopo, come disse lo scrittore inglese Chesterton, grande cristiano

“Fuochi verranno attizzati per testimoniare che due più due fa quattro. Spade verranno sguainate per dimostrare che le foglie sono verdi in estate..."

Direi che siamo già a buon punto.

Nessie said...

Sauro, la frase di Chesterton si adatta anche a quanto puntualizzi ad Aldo, che sembra essere ancora troppo incredulo: la grande Finanza se ne fa un baffo dell'oggettività, perché scopo precipuo della sua Agenda è buttare sottosopra il mondo. E fare presto.

Nausicaa said...

Qui l'adesione del Comune di Siracusa al progetto 'Educare alle differenze' fa emergere l'ambiguo rapporto tra le amministrazioni di nidi e scuole dell'infanzia e associazioni che promuovono le peggiori deviazioni: dall'Anddos (dark room) all'Arcigay (utero in affitto); dal Cassero (blasfemia omo) al Mario Mieli (pedofilia):

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-patto-scelleratotra-comuni-eassociazioni-gay-19385.htm

L’assessore alle politiche di genere, da anni vicina alla galassia Lgbt di Siracusa, ha un nome che è un programma: Valeria Troia.

Nessie said...

Ah! Ah! ah! Questa sì che è bella! :-). Si è dichiarata per quella che è, a quanto pare. Scherzi a parte, si ride per non piangere. Leggo però nell'articolo che c'è anche una petizione da firmare per ritirare questi "educatori" dalle scuole. Ma i genitori dormono? E non si accorgono di niente?
In ogni caso ho firmato la petizione, anche se credo che ormai ci vogliano mezzi ben più duri e persuasivi.

Nausicaa said...

Ora risulta più chiaro su a cosa serve mettere un governatore alla regione Sicilia come Crocetta. Invece di preoccuparsi dei problemi di tutti i siciliani, si preoccupa solo di quelli.

Nessie said...

Temo che sia come dice il Sauro. Ovvero intervenire sull'antropologia del "masculu" siculo, svirilizzandolo. Non è affatto un caso che per la regione Puglia (Vendola, prima) e quella Siciliana poi, abbiano scelto dei governatori gay.

Alessandra said...

Avevo letto un po' di tempo un articolo sulla dottoressa De Mari, sul sito del "Fatto" e (non mi stupisce, vista la linea editoriale) molti commenti sottostanti erano volti a smentire quanto sostenuto da lei, utenti che affermavano di praticare regolarmente il sesso anale e non aver mai avuto alcun problema con il loro buco.
Buon per loro, ma il fatto che finora gli sia sempre andata bene non significa che la De Mari dice falsità.
Ecco, ad esempio, uno dei siti dedicati all'universo gay in cui si parla dei rischi connessi al sesso anale, alle malattie e al mancato uso del preservativo (sì, talebani delle lobby LGBTQ, anche qui si afferma che tanti lo fanno senza).

https://gayproject.wordpress.com/2008/05/06/gay-e-malattie-sessualmente-trasmesse/

Inoltre, per dimostrare che la dottoressa parla da medico e non da "omofoba", basterebbero queste due righe:
D. Il problema riguarda anche le donne che praticano sesso anale in modo sistematico?
R. Ovviamente.


Sull'intervista a "La Croce" la De Mari fa anche notare come gli attivisti arcobalenati non tuonino mai contro l'Islam, che gli omosessuali li perseguita e li uccide, ma se la prendono sempre e solo con i cristiani bollati come "retrogradi, bigotti, fanatici (!)".
Perché la lotta per i diritti LGBTQ è solo un pretesto, un mezzo per arrivare al vero obiettivo, distruggere il Cristianesimo.

Alessandra said...

Mi sono persa un "fa" nell'attacco del mio commento. :-)

Nessie said...

Ciao Alessandra, infatti ho notato anch'io che le lobby LGBT e Q e quel che altro vogliono aggiungervi, non se la prendono mai contro "l'omofobia" degli islamici, i quali adottano anche loro il neologismo "islamofobia" quale ipotesi di reato contro eventuali dissensi. La grande carognata e vigliaccata è stata quella di aver esteso la copertura della L. Mancino a tutti questi bellimbusti allo scopo di tapparci la bocca e di applicare la polizia del pensiero.


Sull'onesta intellettuale della De Mari, non ci piove tenuto conto che ha dato la risposta che hai tu stessa riportato a proposito di sesso anale nel rapporto uomo/donna. Ma a questi assatanati evidentemente non basta, dal momento che hanno già deciso di mandare al rogo la strega. Aggiungo e ricordo anche, a proposito di roghi, che hanno bruciato in piazza il libro UNISEX della Perrucchietti e di Marletta. Semnpre a proposito di psicopolizia.

Nessie said...

Perché la lotta per i diritti LGBTQ è solo un pretesto, un mezzo per arrivare al vero obiettivo, distruggere il Cristianesimo.

Questo è poco ma sicuro. E purtroppo oggi vescovi e Papocchio Pampero, non vedono l'ora di mandarlo in liquidazione.

Nessie said...

Ale, ad ogni modo questo è il blog di Silvana De Mari:

http://silvanademari.iobloggo.com/

Buona Notte!

Anonymous said...

Firmate la petizione proposta da Blondet. Entro il 3 aprile.

http://www.maurizioblondet.it/leuropa-impone-la-teoria-gender-non-ce-700-mila-firme/

IL SAURO

Nessie said...

Non ho capito, spiegami : dovremmo firmare una petizione che sostiene che le foglie sono verdi in primavera? E' evidente che il matrimonio è quello con marito, moglie e figli...

Anonymous said...

O saura di poca fede, leggi meglio l'articolo. Voi firmà o none ?

IL SAURO

Nessie said...

Appena fatto. Già che sei lì, firma anche contro l'educazione gender nelle scuole a Siracusa:


http://www.citizengo.org/it/ed/45078-siracusa-stop-gender-nelle-scuole


Anonymous said...

Traggo da un web della British Army.

Visible and proud in the Army - transgender soldiers meet with senior commanders to celebrate Transgender Day of Visibility #TDOV @ArmyLGBT

#Proudmummy ..Medic,mummy, partner,reservist,cooker of dinners, stormer of buildings, deployed for country and FIFTH FUSILIER but, today MUM

IL SAURO

Nessie said...

Vedo che ormai non si fanno mancare più niente in nessun settore :-(

Nessie said...

PS: Dimenticavo tanto per rimanere in tema delle carnevalate di RIO. Nasce l'ospizio per gay:


http://www.lanuovabq.it/it/articoli-welfare-arcobaleno-un-ospizio-per-soli-gay-19419.htm