25 October 2016

Ferrara dice NO all'invasione


Le foto che stiamo vedendo e le notizie sulle barricate a Gorino di Ferrara che ci giungono in queste ore, ci dicono che gli Italiani sono passati dalle proteste e lamentele verbali  ai fatti. Non ne possiamo più di constatare che i soldi che non ci sono per noi, esistono eccome, per loro; che Renzi sta mettendo nella nuova manovra finanziaria il rialzo della paghetta agli immigrati e gli stanziamenti per loro. E tutto ciò, mentre ci torchiano  a sangue di tasse che non vanno certamente a beneficio della cittadinanza, ma servono alla pesante emergenza del "salvare vite" (come urla demagogicamente Renzi).  Che le case non esistono per gli Italiani, i quali in molti casi dormono nei garage o in auto, ma poi vengono assegnate a loro solo perché fanno figli e usano il ventre delle loro donne per occupare demograficamente il nostro paese. La devono finire di raccontare le panzane che trattasi di misure "straordinarie" destinate ad essere transitorie e una tantum. Non è vero! Dato che in questo Paese nulla è più definitivo del provvisorio.



La devono smettere di raccontare la fòla che le invasioni sono solo di transito e che  gli immigrati (chiamati "profughi" e "rifugiati") devono andare nel resto dell'Europa. In quegli stati europei che giustamente non li vogliono. Perché a differenza dei nostri abusivi di Palazzo, i loro leader, per quanto screditati, hanno ancora un po' di fifa del consenso elettorale dei loro cittadini. Noi no, perché non abbiamo nemmeno più libere elezioni e la RAI è commissariata da un miserabile ciarlatano che sputazza ai microfoni a reti unificate, dalla mattina alla sera su ogni programma, senza un minimo di contraddittorio. 
L'ultimo incontro sul referendum -  pensate -   lo farà con Ciriaco De Mita. Capito cosa fa la RAI detta "servizio pubblico"? Invece di mettere dei leader giovani come eventualmente la Meloni o anche un Salvini, invece di informare sulla prossima manifestazione per il NO a Firenze aperta a tutti, fa un bel match Renzi-De Mita. Ovvero una vecchia cariatide sulla quale è scontato l'esito del match. E' ora di dire NO a tutto ciò: 



  • NO all'invasione a tutte le ore del giorno e della notte (specie della notte dove a ore antelucane scaricano il sui generis bottino di guerra)
  • NO alla riforma Renzi-Boschi-Verdini (già detta "schiforma")
  • NO allo ius soli per gli immigrati che deve essere abrogato e non seguire più alcun iter parlamentare
  • NO all'informazione blindata e commissariata della RenziRAI e del  relativo canone  inserito arrogantemente nella bolletta dell'elettricità
  • NO alla nuova manovra finanziaria con le sue farlocche regalìe come la  presunta fine di Equitalia che in realtà cambierà solo etichetta per confluire nel mare magnum dell'Agenzia delle Entrate.
  • NO alla Ue che ci trattiene a forza in questa fogna dalla quale non riceviamo che guai quotidiani


Per il momento chiudo qui la mia lista dei NO che in realtà  sarebbe assai più lunga. Ma ora è il momento di sperare che le barricate di Ferrara  si moltiplichino  in modo massiccio per tante altre città, paesi, villaggi, perché abbiamo il sacrosanto diritto di difenderci e di preservare la nostra civiltà. Non vogliamo che nascano in Italia fenomeni come la Giungla di Calais. O che diventi un arcipelago di hotspot (lo è già).
Il Bel Paese vuole vivere, non vuole morire. E vuole rimanere per l'appunto, bello, curato, pulito, sicuro,  in grado di  funzionare per noi. Come dovrebbe essere una nazione libera e sovrana.

Ultimi aggiornamenti: Tutta Italia dice Basta ai clandestini! Proteste ovunque a macchia d'olio.

133 comments:

Massimo said...

Gorino di Ferrara è un piccolo centro, dove è anche più facile organizzarsi per una manifestazione che, come dici, dovrebbe moltiplicarsi in tutti centri piccoli e grandi d'Italia, per difendere i nostri spazi, la nostra terra, la nostra sicurezza e la nostra Identità. Le spese per i clandestini sono ormai senza freno e siamo noi a pagare quelli che proveranno a toglierci ciò che è nostro. Una volta qualunque invasione sarebbe stata bloccata anche con la forza, se necessario. Oggi si aprono porte e finestre e si critica chi, invece, con ben maggiore coscienza civile, costruisce i muri. Se l'Italia continuerà su tale andazzo e l'episodio di Gorino fosse solo un episodio isolato, allora meriterebbe di scomparire. E noi con lei.

Nessie said...

E' vero Massimo, le spese per i clandestini sono fuori controllo ( 3,3 miliardi e che l’Italia ha sborsato nell'anno 2015) e quando trattasi di loro, saltano fuori sempre fior fior di denari che per noi non ci sono. Ovvio, siamo noi a foraggiarli con le nostre tasse. Capisco la tua rabbia e a volte lo dico anch'io. Ma se l'Italia scomparisse, in realtà è per venir sostituta con altro di ben peggiore. E, come sai, è proprio questo che vogliono.
Speriamo davvero che l'episodio di Gorino che ieri notte era in prima pagina sul Corriere, non sia un episodio isolato.

Anonymous said...

Dovrebbero farlo dappertutto, ma solo nei piccoli centri si può fare. Qui si vedrà cosa sceglieranno di fare le FFdO: se obbedire agli ordini di uno Stato collaborazionista di oscuri poteri internazionali, o adempiere al loro dovere istituzionale. Non resta che la secessione e la federazione dei comuni secessionisti fino a che lo Stato non sarà rimesso nelle mani dei suoi legittimi proprietari e i traditori arrestati.

IL SAURO

Nessie said...

Spero anch'io che le FFd'O si schierino dalla parte lesa, cioè tutti noi cittadini. Renzi e Alfano stanno riducendo in poltiglia questo già martoriato paese. L'idea di tanti piccoli comuni autonomisti federati potrebbe essere un ritorno alle origini: le città-stato. Dopotutto l'Italia è nata così.

Aldo said...

Al momento, più che delle città-Stato vedo delle città-in-che-stato!
Perdona il mio umor nero. Ovviamente mi accodo all'auspicio che finalmente qualcosa si muova. A livello locale, io sarei e sono disponibile a muovermi (alle mie condizioni -- fuori dalle balle i furbetti, che sono tanti, che vogliono usare la comune esasperazione per i propri scopi).

Aldo said...

Aggiungo: non riporre troppe speranze nelle truppe del governo, quelle che hai chiamato FFd'O, perché a. le "truppe" non hanno possibilità discrezionali e b. le dirigenze restano dirigenze (nel senso che sai bene che attribuisco al lemma) anche se indossano la divisa.

Nessie said...

I furbetti infiltrati nel malcontento e nell'esasperazione te li ritroverai comunque tra i piedi in incognito e in modo camuffato per non farsi riconoscere, e non ricevere qualche pedata come nella vignetta. Stanne pur certo. Tuttavia al momento attuale, non è questo il problema. Il problema è far crescere la legittima protesta per il Paese, regione per regione, comune per comune, villaggio per villaggio. E mostrare un po' di vitalità.

Anonymous said...

Nel ferrarese hanno vinto le barricate e gli invasori sono stati costretti a sloggiare. Ma ora la palla tocca ad altri comuni, perché questi non demordono:

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/ferrara-vincono-barricate-migranti-costretti-ad-andarsene-1323220.html


Z

Nessie said...

Ho visto il TG e vedo che gli abitanti del ferrarese sono determinati, mentre i media mainstream li fanno passare per cattivi, ingrati, senza cuore e senza pietas umana per le 12 donne. Ma è evidente che questo era per loro, solo l'inizio di tutto il resto.

Che possano essere stramaledetti anche i pennivendoli gazzettieri di regime!

SILVIO said...

Sono molto contento che Nessie abbia deciso di bissare un post sulla bomba-immigrazione.

Perché?
Perché lo scenario futuro si prospetta addirittura peggiore delle più nere previsioni.

Al prossimo post ne documenterò i riscontri oggettivi.
.

SILVIO said...

19 settembre 2016 - Palazzo di vetro dell’Onu, New York City – “Summit dei Rifugiati e Migranti”
Parla l’on. Alfano, ministro dell’Interno – Italia:

« Come Ministro dell’Interno … sono assai colpito dalla possibilità di condividere la mia esperienza con voi, in questa sede internazionale così prestigiosa…
Oggi siamo chiamati a curarci dei rifugiati e a governare le migrazioni di massa…
Una cifra racchiude tutto: 65 milioni, il numero degli sfollati nel mondo, circa l’equivalente della popolazione italiana…
Siamo orgogliosi di onorare i nostri obblighi salvando vite umane. Ma una volta che le nostre imbarcazioni e i nostri valorosi marinai hanno portato tutti in salvo, è necessario un sistema di accoglienza in cui garantire la protezione secondo le regole e gli standard internazionali.
Dobbiamo essere generosi con i rifugiati, applicando un approccio di vera condivisione degli oneri, che non è garantito in Europa dal regolamento di Dublino sull’asilo, che l’Italia sta chiedendo di riformare…
Qui lo possiamo dire chiaro e forte: Costruire recinti o muri ai confini non è e non sarà mai una risposta sostenibile. Dobbiamo affrontare insieme tre questioni chiave.
La prima è la responsabilità. Si deve sviluppare una politica lungimirante basata sulla solidarietà e sull’equa ripartizione degli oneri.
La seconda è la protezione: migliorare soprattutto l’accoglienza dei gruppi vulnerabili...
La terza è la governance: armonizzare meglio le politiche a livello locale, nazionale ed internazionale, come raccomandato dall’UN Global Compact and Refugee Framework attualmente in discussione.
C’è anche un’altra questione importante da affrontare: come contribuire a rendere più vivibili i Paesi di origine…
Ed è per questo che siamo soddisfatti che, sulla scorta del Migration Compact italiano, l’Unione europea abbia approvato lo scorso giugno un nuovo Partnership Framework con i Paesi terzi che comprende:
− il nuovo Piano di investimenti esterni europeo volto a mobilitare 44 miliardi di Euro;
− Rafforzamento del Trust Fund europeo per l’Africa;
− Nuovi accordi internazionali sulle politiche migratorie, comprese le riammissioni. Sono lieto di informarvi che siamo già in stretto dialogo con partener strategici quali la Nigeria, l’Etiopia, il Mali, il Niger, il Senegal e la Costa d’Avorio;
Lasciatemelo ribadire: nel cuore del Mediterraneo l’Italia è impegnata quotidianamente a salvare vite umane. Non ci tiriamo indietro e non ci sottrarremo a questa responsabilità, come dimostrano i 450.000 che nel mio Paese hanno trovato rifugio e assistenza negli ultimi due anni e mezzo, dal 2014.
Responsabilità, Protezione, Solidarietà e Governance: questi sono i pilastri sui quali si basa l’azione dell’Italia…
Vi ringrazio per l’attenzione »

http://www.angelinoalfano.it/34277/un-summit-on-large-movements-of-refugees-and-migrants-intervento-di-angelino-alfano/

SILVIO said...

20 settembre 2016 - Palazzo di vetro dell’Onu, New York City – “Summit dei Rifugiati e Migranti”
Parla Matteo Renzi, presidente del Consiglio – Italia

1- Suo discorso- Prima parte
= identico a quello di Alfano in “bla, bla, bla” , secchiate di retorica pelosa e fasulla e in annunci generici delle future obbligazioni dell’Italia .

2- Suo discorso – Seconda parte
« … L'Italia ospiterà , il 25 marzo 2017, i paesi dell'Unione europea per festeggiare il sessantesimo anniversario della firma del trattato di Roma, che diede il via all’UE…
l'Italia ospiterà nel 2017 anche il Gruppo dei 7, che si riunirà in Sicilia dal 26 al 27 maggio ...»

http://www.un.org/apps/news/story.asp?NewsID=54995#.V-NuVPmLSCp

SILVIO said...

- CONCLUSIONI DEI DISCORSI DI RENZI ED ALFANO E LORO RIPERCUSSIONI SUL FUTURO DELL’ITALIA -


Le ha tratte il quotidiano britannico “Dailly Express” che, il 21 settembre 2016, titolò:

”Shock UN agreement grants thousands of migrants FREE ACCESS to scores of countries”
= “Un accordo shock alle Nazioni Unite garantisce a migliaia di migranti il libero accesso a decine di Paesi” :

http://www.express.co.uk/news/world/712761/Barack-Obama-United-Nations-UN-Summit-migrant-refugee-pledge-asylum-seeker

----

In particolare, l’Express riportò che :

“Romania, Portugal, Spain, Czech Republic, Italy, France and Luxembourg agreed to take a staggering ten times the amount of refugees they accepted in 2015.

Countries have also collectively granted £3.4billion in financial contributions to UN appeals and other humanitarian organisations”


Traduzione:

“Romania, Portogallo, Spagna, Repubblica Ceca, Italia , Francia e Lussemburgo hanno deciso di ospitare una sconcertante quantità di rifugiati pari a 10 volte il numero di quelli accolti nel 2015 .

Inoltre, i suddetti Paesi hanno preso l’impegno di stanziare collettivamente 3,4 miliardi di sterline a favore delle Nazioni Unite e delle sue organizzazioni umanitarie” .

______________________

Mio commento:

= Turpiloquio mentale, irriferibile per ragioni di pubblica decenza.

Nessie said...

Ciao Silvio, sulla cronaca locale del ferrarese attendiamo il passaggio di Maria Luisa che è proprio di quelle parti.

Il discorso all'ONU del duo Renzi-Alfano è il discorso di due traditori (in altri tempi sarebbero passibili di plotone da esecuzione). Prelevo questo passaggio dal discorso di Alfano:

,Qui lo possiamo dire chiaro e forte: Costruire recinti o muri ai confini non è e non sarà mai una risposta sostenibile. Dobbiamo affrontare insieme tre questioni chiave.
La prima è la responsabilità. Si deve sviluppare una politica lungimirante basata sulla solidarietà e sull’equa ripartizione degli oneri.
La seconda è la protezione: migliorare soprattutto l’accoglienza dei gruppi vulnerabili...
La terza è la governance: armonizzare meglio le politiche a livello locale, nazionale ed internazionale, come raccomandato dall’UN Global Compact and Refugee Framework attualmente in discussione.


Purtroppo l'Italia si autopropone quale piede di porco che serve a compiere effrazione presso quegli stati UE che ancora cercano di mantenere un brandello di sovranità. E questo ci espone a un rischio duplice:

- 1) Trasformare il nostro Paese in un vasto Arcipelago Hotspot all'insegna del degrado
- 2) Venire odiati ed essere invisi ad altri paesi europei.

Nessie said...

In ogni caso, forzare il blocco mediante bombe umane e demografiche è un'accelerazione del concetto di "cessione totale di sovranità", perché quando il nemico ce l'hai già in casa, hai già perso la tua battaglia (è un vecchio principio). Le donne (più o meno incinte come nel caso di quella dozzina che volevano imporre agli abitanti di Gorino) servono da scudi umani e da banco di prova. Se ne passano 10 o 12, significa che la prossima volta saranno a centinaia.

E' così che funziona e i dati che hai in mano lo confermano appieno.

Aldo said...

Oggi pomeriggio ho seguito una nota trasmissione tv su La7. Il fatto che l'opposizione "barricadera" sia stato opposta all'invio di donne e bambini (fare riferimento all'immaginario collettivo costruito tramite la letteratura e la cinematografia per comprendere il peso del "donne e bambini") è stato ripetuto in modo alquanto sospetto non so quante decine di volte. Tanta insistenza, sempre con le stesse identiche formule ed immagini linguistiche, fa intuire (capire?) che non c'era nulla di estemporaneo, che il format era stato pianificato nel dettaglio. Vagare tra i canali ha confermato quest'impressione, perché le stesse identiche formulazioni ritornavano in ogni tg, indipendentemente dall'emittente. Come diceva Jannacci, "per certe cose ci vuole orecchio".

Bet said...

Notare come nelle intenzioni di questi pazzoidi il nostro compito di vacche da mungere sia pagare, pagare, pagare e ancora pagare, soltanto pagare. In tutti i casi: pagare per mantenere i 'migranti' a casa nostra, dove nessuno li vuole, e contemporaneamente pagare per rendere vivibili i loro paesi-fogna, senza uno straccio di contropartita che ci ritornino o che l'invasione si fermi ovviamente. L'apoteosi della follia.

A 'sto punto, c'è solo da augurarsi che Gorino sia l'inizio!

Nessie said...

Aldo, l'ho già scritto a chiare lettere a Silvio: le donne (specie se incinte) sono gli "scudi umani" dietro alle quali si nascondono gli immigrazionisti per espugnare la roccaforte. Non c'è bisogno di Jannacci, ci arriva anche un sordomuto. E pure cieco.

Nessie said...

Bet, i media prezzolati e asserviti al piano immigrazionista, sono preoccupati proprio di questo: che Gorino costutuisca un "precedente". E l'hanno pure detto. Per loro, "pericoloso". Per noi augurabile.

Anonymous said...

A Ferrara vi sono due scuole di pensiero:la prima è quella di chi è stanco di vedere la propria città invasa, violentata da gente che non ha il minimo rispetto di chi li ha accolti e quella di chi afferma che si deve accogliere, che bisogna salvare vite umane e che ci si deve integrare, purtroppo supportata da una classe politica che non ascolta il disagio della popolazione, arrogante e prevaricatrice e che ha come arma l'offesa e la denigrazione di chi non la pensa come lei.Da aggiungere una cooperativa che fa il bello ed il cattivo tempo e che è l'unica a partecipare e vincere i bandi per l'accoglienza dei clandestini, anzi ultimamente si è permessa di dire che i ferraresi sono pronti per l'accoglienza in famiglia e che si andrà in quella direzione.Tornando a Gorino è un piccolo paese, anzi una frazione di 2000/3000 abtanti che si è trovata d'imperio a dover dare ricovero a una ventina di migranti:nessuno aveva interpellato il sindaco né il proprietario dell'ostello, che funge da bar e unico posto di incontro dei paesani.Gli abitanti di Gorino avranno votato PD, ma hanno un certo "caratterino" e non sopportano le imposizioni, né tutto ciò che lede i loro diritti.Faccio mia la supposizione di un mio amico (è maligna ma forse non del tutto errata):quando i politicanti hanno visto alzarsi la maretta hanno spedito donne e bambini per denigrare i riottosi.Da tutte le parti si sono innalzate invettive contro i cattivoni, ma questi abitanti di Gorino sono gli stessi che non hanno avuto problemi ad ospitare famiglie di Bosniaci.Forse, ma non sono sicura anche se penso di conoscere un po' le genti del Delta ,se l'approccio fosse stato differente le cose avrebbero avuto un altro corso. Gorino è il terzo paese della provincia che non accetta clandestini a sorpresa, prima Bondeno (ma lì il sindaco è della Lega), poi Gaibanella, paese a guida PD.E naturalmente l'anima nera di tutto lo sconquasso è il leghista Lodi.Possibile che non facciano un po' di sana autocritica e si domandino il motivo di queste ribellioni?Tre coincidenze fanno una prova.
Ecco che cosa afferma il prefetto:
http://www.estense.com/?p=578366

Maria Luisa

Jacopo Foscari said...

Ma guarda un po', financo la rossa Emilia Romagna ne ha le scatole piene. Beh, bene. Finalmente ci si muove sul serio. Chissà che la rossa Emilia si faccia capo della resistenza all'invasione

Nessie said...

Ti aspettavamo, Maria Luisa. Ho sentito il prefetto Tortora quando ha detto anche in tv del "precedente inquietante". Ma da come si sono affrettati a ritirare il pacco-sorpresa è evidente che il PD non si vuole inimicare del tutto i suoi potenziali elettori delle zone dove ha lo zoccolo duro. E' plausibile quel che hai scritto sugli abitanti dei paesini del ferrarese, perché tu hai il polso della situazione.
Però, i bosniaci ospitati risalgono ad un bel po' di annetti fa, e nel frattempo le cose sono andate sempre peggiorando.

Nessie said...

Jacopo, nella vita tutto può essere. Mai mettere ostacoli alla Provvidenza. Dopotutto dall'Emilia-Romagna in passato sono saltati fuori anarchici e pure Benito Mussolini, oltre all'orchestra Casadei :-)

Nessie said...

PS: poi comunque noi diamo per scontato che tutti gli emiliani e i romagnoli siano rossi, ma non è così: Massimo viene da quelle parti e Maria Luisa, pure, ad esempio. Non credo siano delle eccezioni.

Legge Mancino n°205 said...

'uovo di colombo come aveva capito già casaleggio (ma purtroppo non i marxisti che ha portato in ragliamento)

2015, casaleggio protesta e assessore minimizza:
http://12alle12.it/settimo-vittone-immigrati-in-paese-era-una-bufala-casaleggio-m5s-scrive-ad-assessore-cerutti-157630

2016. i cittadini firmano:
http://lasentinella.gelocal.it/ivrea/cronaca/2016/09/26/news/troppi-rifugiati-200-firme-per-fermarli-1.14160641?ref=hfsciver-3

2016. prefetto li manda da un altra parte:
http://lasentinella.gelocal.it/ivrea/cronaca/2016/09/28/news/stop-ad-altri-arrivi-di-profughi-a-settimo-vittone-1.14163953?ref=hfscivea-1

Anonymous said...

I bosniaci, finita la guerra, sono in gran parte tornati a casa loro. Ed erano davvero malconci: vecchi donne e bambini, oltre a feriti e mutilati che gli zingari mandavano a chiedere l'elemosina: umani come sono. Non c'era un giovanotto nemmeno a pagarlo e, se c'era, si trascinava a stento sulle gambe. I bosniaci erano comunque quattro gatti e si trattava di una zona vicina all'Italia.

Ora che il PD con appendici varie, ha deciso di spalmare profughi dappertutto come fossero nutella sul pane, e si stupisce quando qualcuno nicchia un pò, gli andrebbe rinfrescata la memoria. I profughi giuliani del primo dopoguerra, il PCI suo alias, non li voleva spalmare nemmeno per idea e gli stessi che oggi sbraitano per i negri, si voltavano dall'altra parte quando in stazione passavano detti profughi diretti verso zone non amministrate da loro. E certo, i giuliani erano tutti fascisti... ma i negri vanno bene anche se arrivano con la foto del Gabibbo nel portafogli. Pure l'Isis è meglio di un presunto fascio.

Questa è la storia che ti ritorna in faccia come un boomerang. I problemi di una maggioranza nascono dall'ideologia di una minoranza. Sempre quella: è inutile cercare la scusa del neo-liberismo. Qualcuno scopre oggi che tra la mentalità comunista e quella capitalista ci sono rapporti oscuri. Ebbene: c'erano anche prima, altrimenti le alleanze della IIa GM sarebbero state diverse.

Ecco perchè certe conversioni dell'ultimo momento mi convincono poco. Vanno delineati bene i contorni del cambiamento, un pò come quando si battezza il neonato e si chiede al padrino "rinunci etc, etc" ? E la risposta deve essere sì, non, nì, oppure "però non sono razzista".

Quelli che ho sentito da Gorino, compreso un maggiore dei Carabinieri, non erano molto convinti. Bastava chiederglielo in un altro modo che si sarebbero presi tutto lo Zambia in una botta sola. E in Italia ci stiamo anche noi, non solo loro.

IL SAURO

Nessie said...

Ricordare la triste parabola dei Giuliani e Dalmati e come sono stati trattati dall'allora PCI, schieratosi apertamente con Tito, è cosa buona. Ma il resto della polemica mi pare tirata per i capelli. Non mi è sembrato che a Gorino "si sarebbero presi tutto lo Zambia in una botta sola". Anzi, mi sono parsi determinati anche a non farsi impietosire dalle patetiche scuse delle donne, una delle quali incinta.

Il maggiore dei Carabinieri è parte integrante del sistema di quelli che Aldo chiama "dirigenze". Perciò, non fa testo ed è inutile aspettarsi qualcosa da chi indossa un'uniforme.

SILVIO said...

Come risaputo, la maggiore responsabile dell’apocalisse-immigrazione che sta sconquassando l’Europa è Angela Merkel, cancelliere della Germania,

Che è uno Stato senza nemmeno una sua Costituzione, in completa balia degli Usa che vi hanno impiantato un eccezionale numero di loro basi militari.

Angela Merkel ha un passato oscuro.

Militò nella gioventù del Partito comunista della Germania est e fu persino arruolata dalla “Stasi” come spia .

Ecco il link di una sua immagine come "spia" in addestramento:

http://3.bp.blogspot.com/-o9OuYgV2ETU/U3EF2NEObbI/AAAAAAAAGy8/z2IyBuvM2mk/s1600/Merkel.jpeg

Dopo la caduta del muro di Berlino, comunista era e comunista rimase.

Con una sostanziale differenza, però:
abbandonò il comunismo rivoluzionario per abbracciare quello fabiano.

Ciò le consentì di mimetizzarsi ideologicamente e di riciclarsi come politico “cristiano” del CDU.

A lanciarla nella scena politica fu l’ex cancelliere Helmut Kohl.

Oggi, si è tolta la maschera di sostenitrice luterana del “ Deutschland über alles” per rivelare il suo vero volto di comunista fabiana globalista.

Che persegue la distruzione degli Stati nazionali europei – Germania compresa - e loro dissolvimento in un Nuovo ordine internazionale dove a dominare sia una ristretta cerchia di super potenti Vip globalisti.

Ed era quasi riuscita nel suo intento, apprestando armi letali come il cappio mortale delle norme UE che han strangolato le sovranità nazionali, l’austerità, i negoziati CETA-TTIP-TISA e la politica delle porte aperte all’immigrazione selvaggia.

Ora , però, il suo incantesimo maligno sul popolo tedesco è svanito, per cui il suo indice di popolarità è crollato a minimi storici mai registrati.

Non solo.

I tedeschi stanno abbandonando in massa la Germania, spaventati dalle violenze senza freni di immigrati che picchiano, rapinano e stuprano, senza temere nulla, neanche le forze dell’ordine:

http://www.zerohedge.com/news/2016-10-20/germans-are-leaving-germany-droves

Angela Merkel ha proprio chiuso con la Germania.
Un’ulteriore riprova?

Codesta:

http://www.anonymousnews.ru/2016/10/20/merkel-wird-zu-einer-immer-groesser-werdenden-gefahr-fuer-deutschland/

Son le foto segnaletiche della Merkel, fatte circolare da “Anonymous” e rilanciate dai blogger tedeschi in maniera capillare e con grande trasporto.

Anonymous said...

Me l'auguro per loro e per noi, comunque, fino a che non vedo un comune di quel tipo fare fronte comune senza tanti distinguo, non ci credo. Al momento non ce n'è stato nemmeno uno.

IL SAURO

Legge Mancino n°205 said...

il maggiore è stato eccezziunale veramente: ma sono solo 12 ...tutte donne....abbiate pazienza dai....
sembrava implorare quelli che aveva davanti, che, ricordiamolo, gli pagano lo stipendio: vi prego, poi mi telefona il generale e si incazza e addio carriera....e magari non vado più in penzione (à penziò) a 50 anni. Mi volete rovinare ? vi prego prendetevi ste 12 donne e sti bambinelli col moccolo al naso, vi prego, vi scongiuro, poi non vi fermo più e non vi rompo il cazzo con patente e libretto.

Nessie said...

legge Mancino, ti dispiace usare un lessico un po' più urbano?

---------------------------------------

Sauro, qui c'è il video, guardatelo, per favore. A Milano grazie a quell'idiota di Sala sono riusciti a far requisire una caserma in un battibaleno. Riserva la polemica laddove serve, dato che c'è di peggio credimi:

https://www.facebook.com/salviniofficial/

Nessie said...

Visto Silvio, grazie. La Merkel alla fin fine non ha cambiato la sua ideologia. "I tedeschi stanno abbandonando in massa la Germania, spaventati dalle violenze senza freni di immigrati che picchiano, rapinano e stuprano, senza temere nulla, neanche le forze dell’ordine".

Esattamente come avviene in Francia (si vedano i moti degli irriducibili nella Giungla), Esattamente come qui in Italia dove scappano dai Cara, dai CIE per rapinare, stuprare e ammazzare.

L'hai sentito il vomitevole Alfano stasera ai microfoni del TG? semplicemente nauseante il modo con cui si è scagliato contro gli abitanti di Gorino.

Anonymous said...

per gli italiani oramai si impone non piu' derogabile la scelta tra la guerra civile e la morte etnica.
Ma aldila' della scelta' che faranno ( e la mia opinione in merito e' gia nota qui )dovrebbero gia' da adesso meditare sulle proprie colpe ,perche' queste cose si vedevano in nuce gia' ventanni fa quando reagire si poteva con molta meno "spesa" ... ma pochi allora l' hanno voluto vedere 😠
ws

Nessie said...

Oh che palle, i moralisti!

Nessie said...

Poi mi piace questa storia degli "italiani" come se tu fossi al di fuori della categoria.

Alessandra said...

Dall'articolo su "Zero Hedge" linkato da Silvio:
"We refugees... do not want to live in the same country with you. You can, and I think you should, leave Germany. And please take Saxony and the Alternative for Germany (AfD) with you.... Why do you not go to another country? We are sick of you!"
(Aras Bacho an 18-year-old Syrian migrant, in Der Freitag, October 2016)


Dichiarazione arrogante e odiosa, che somiglia fin troppo a quella del capo del dipartimento Immigrazione del ministero degli interni, Mario Morcone:
“Se non vogliono vivere nello stesso posto dove diamo accoglienza ai profughi, andassero a vivere in Ungheria. Noi staremo meglio senza di loro”.

Servono tante altre Gorino, anche a costo di piazzare delle ronde notturne, visto che molto probabilmente in futuro si guarderanno bene dall'annunciare l'arrivo di nuovi immigrati con qualche ora d'anticipo, dando così la possibilità di predisporre le barricate e riservare altre sgradevoli (per loro) sorprese.

***
Nessie, so che è OT ma è una notizia importante: la giunta per le immunità del Senato ha dichiarato Gabriele Albertini insindacabile. Il ricatto ha dato i suoi frutti e creato un precedente.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/10/25/immunita-giunta-salva-albertini-e-insindacabile-espresse-rilievi-su-robledo-da-parlamentare/3122068/

Anonymous said...

Ho ricordato i Bosniaci, solo per dire che gli abitanti di Gorino sono capaci di aiutare chi arriva da un altro paese.
Le parole di Alfano fanno semplicemente schifo, un ministro non dovrebbe esprimersi come ha fatto lui?non siamo Italia?dobbiamo vergognarci?Se ce qualcuno che dovrebbe vergognarsi è lui e tutti quelli che gli tengono bordone.
Nella rossa Emilia molto iniziano a stancarsi e iniziano, a quanto pare, le prime avvisaglie. Anche Sant'Agostino (comune che ha subito il terremoto del 2012) ha creato problemi.
Maria Luisa

Nessie said...

Ale, oramai so che sei quella della notte, perciò anche se casco dal sonno ti aspetto :-). In questo momento c'è il Pentolaio di Pontassieve che sputazza in tv e nega l'evidenza: a Gorino non è successo niente di grave, la letterina che ci arriverà dalla Ue l'hanno già ricevuta tutti e mal comune mezzo gaudio, mi criticano tutti perché io mi do da fare, finge di fare l'euroscettico ecc. Che ganassa!

Sì, 10, 100, 1000 Gorino, perché ormai siamo al full. Pare che a Cagliari abbiano fatto anche di peggio e che abbiano incendiato i centri. Ricordiamoci che tanti focolai di protesta anche forte, non ce li raccontano e non ce li fanno sapere.

La faccenda di Albertini era quasi scontata: il governo è attaccato a un filo a causa del suo possibile "ricatto" circa l'immunità? Si fa in maniera di accontentarlo. E te pareva...

Vedrai che in questi giornni il Tribunale civile di MI non accoglie il ricorso di ONIDA. Tout se tient.

Nessie said...

Maria Luisa, intanto è una vita che gli Italiani non votano (l'ultima volta è stato alle Europee nel 2013) e non possiamo sapere in questi tre anni se hanno maturato dei mutamenti nelle loro coscienze. Poi c'è stato, come ricordi, il terremoto e le promesse mancate. Insomma, niente è immutabile. Non ricordarmi quel che ha detto quella carogna immonda di Alfano, sennò apro il dizionario delle parolacce.

SILVIO said...

La “paghetta” d’oro concessa al “rifugiato” Ghazia A.

Ha fatto il giro del mondo la notizia della paghetta” d’oro concessa a Ghazia A., “rifugiato” siriano ospitato in Germania assieme alle sue 4 mogli e 23 figli.

https://www.express.co.uk/news/world/724800/Syrian-refugee-Ghazia-A-four-wives-23-children-320000-benefits-germany-Montabaur-Twasif

Tale “paghetta “ è pari a 320.000 sterline annue che, convertite in euro, corrispondono a € 359.552 annui.

Sorbole!
Non male, mister Ghazia A., non male…

E in Italia quale sarebbe stato il costo di codesta famigliola “extralarge,” composta da 28 persone ?

Faccio due conti grezzi, senza entrare nelle specifiche del regolamento attuativo.

Ogni rifugiato costa all’Italia 37,5 euro giornalieri + gli altri oneri derivanti dalla gratuità a lui concessa per l’assistenza sanitaria, l’avvocato, l’interprete, il servizio postale e telefonico, ecc. ecc.

Per quanto detto, deriva che
( 37,5 x 28 ) = 1.050 euro giornalieri

Moltiplicando 1.050 per il mese medio, ottengo
( 1.050 x 30 ) = 31.500 euro mensili

Ipotizzandone la permanenza per 1 anno solare, avremo
( 31.500 x 12 ) = 378.000 euro annui.

Pertanto, Ghazia A. + 4 mogli + 23 figli costerebbero all’Italia 378.000 euro annui di “retta giornaliera” + gli altri oneri non quantificati relativi agli ulteriori benefici accordati.

Nella fattispecie, chi è più generosa (o più fessa , a seconda dei punti di vista) : l’Italia o la Germania?

I numeri non mentono mai per cui la risposta è ”l’Italia .

Ma l’Italia è altrettanto generosa coi suoi figli che soffrono?

Domanda retorica, la cui risposta è data dalla collera che monta - giorno dopo giorno – nei cittadini italiani e che , a tempo debito, fatalmente esploderà.

Anonymous said...

@ nessie che scrisse
Oh che palle, i moralisti!

allora leggiti questo fresco fresco

http://comedonchisciotte.org/si-sta-preparando-la-guerra-etnica-civile/

faye ( che a me non piace perche' poi mosso da cieco antislamismo prese una piega troppo vicina ai VERI MANDANTI del nostro sterminio etnico ) scrisse ventanni fa " il sistema per uccidere i popoli" , e se invece che da pochi sfigati ( me compreso) fosse stato letto e capito per tempo da tanta gente oggi non saremmo a questo punto cruciale .
Il problema e' infatti e' che TROPPA gente qui in " furbonia" NON HA VOLUTO capire finche' eravamo in tempo a difenderci. 😠

E questi "furbacchioni" ancora pensano che esistano le vie d' uscite "personali" . infatti gli italiani sono il popolo piu' facile da fottere in quanto irrimediabilmente individualisti e ipocriti cosa ben sintetizzata dalla famosa "equazione di scanavacca" ( Tutti= tutti-uno )

ws

Nessie said...

Ciao Silvio, sono dati che fanno torcere le budella dal nervoso, ed è inutile chiedersi se con gli Italiani sono altrettanto magnanimi, perché lo vediamo ogni giorno che investono sulle "nuove risorse" e a noi ci ritengono così superflui da volere la nostra dipartita.

Anonymous said...

Speriamo che sia così.
Se il capo del dipartimento Immigrazione del ministero degli interni Mario Morcone ha detto la frase riportata andrebbe arrestato immediatamente. E' qualcosa di inaudito che un funzionario ministeriale inviti i cittadini ad abbandonare le proprie case in quanto non accettano l'invasione imposta da un governo controverso come l'attuale. questi Lenin da quattro soldi fanno e dicono cose che nemmeno un Luigi XIV si sarebbe sognato di dire o fare. Evidentemente, intendono il loro potere ancora più assoluto e insindacabile di quello che vigeva nell'Ancien régime. Naturalmente, la Magistratura ha cose più importanti da fare che non salvare almeno l'immagine di ciò che dovrebbe essere una democrazia. Non si preoccupano nemmeno di sembrare democratici. E come i tiranni andranno trattati a tempo debito.

IL SAURO

Nessie said...

ws, quel pezzo di G. Faye era già stato linkato da Blondet e perciò lo conosco benissimo. Non c 'è bisogno che mi fai la lezioncina perché è da mo' che scrivo e riscrivo che con il multietnicisimo penetra il tribalismo e la decomposizione sociale. Quel che accade in Francia può benissimo accadere dappertutto in Europa. Ho letto in quantità industriale tutta una pubblicistica e letteratura nel merito. Quel che non capisco è il tuo continuo ripetere (e ripeterti) a litania la stessa menata sul "popppolo", sugli "italiani individualisti e ipocriti", come se tu non facessi parte della stessa categoria.

Ma tu ti senti tanto al dii sopra del popolo a cui appartieni e degli Italiani che denigri in TUTTI i tuoi scritti?

E' da anni che frequenti questo blog, ma, devo dire, con contributi assai modesti e ripetitivi. Se fossimo in una guerra convenzionale i disfattisti come te verrebbero passati per le armi. E con santa ragione. Sinceramente mi hai stufato e hai stufato anche altri commentatori qua dentro. Vedi di scrivere qualcosa di più interessante, se ti riesce. Sennò vai a ripetere i soliti refrain da GLG o dalla ex piddina del Premio per i blogger Macchianera, un premio messo in piedi dalla nomenklatura piddiota. "Dissidente", of course.

Nessie said...

Sauro, tu sei esperto di strategie belliche, se non vado errando. E questa è una guerra, ancorché non convenzionale. In tutte le guerre, la prima vera vittima è la verità di informazione. Hanno raccontato anche in questa piccola ma importante vicenda, un mucchio di palle. As USUAL. C'è il Fatto travagliato che si scandalizza per il cinismo e la mancanza di pietas umana degli abitanti di Gorino. Leggi tu stesso, e guarda il video, per favore :

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2016/10/25/barricate-anti-profughi-abitanti-di-goro-al-maresciallo-donna-incinta-non-mi-frega-un-cazzo-vada-dal-prefetto/570174/

Quando viene annunciata la presenza di una donna incinta, nessuna pietà è contemplata tra i contestatori: “Non mi frega un cazzo! Se li porti a casa il prefetto le donne incinte. Sono tutti palliativi per mettercela nel culo”. Un altro urla, tra gli applausi: “La cittadinanza di Goro e di Gorino non li vogliono!” di Andrea Paolini e Gisella Ruccia

Questi sarebbero i cronisti "antisistema". Puoi immaginarti tutti gli altri! Su quei poveri disgraziati di Gorino c'è una pressione mediatica tremenda per farli passare per:

1) BECERONI SENZA CUORE
2) XENOFOBI in preda a reazioni isteriche ecc. ecc.

Dulcis in fundo spunta anche un vescovo ferrarese a lanciar loro la scomunica. Io penso invece che ad aver paura che il fenomeno possa diffondersi sono tutti questi loschi figuri. Stampaglia "antisistema" compresa.

Nessie said...

PS: La faccenda è stata dilatata ad hoc sui media che l'hanno messo in prima pagina un po' ovunque, proprio per intimidirli e farli passare per dei "senza cuore" e con un basso tasso di intelletto, ma si sono fatti un bel AUTOGOAL da soli. Avanti così con sbarchi di 4000 al giorno, e l'effetto domino ci sarà.

Anonymous said...

Strategie belliche a parte, se gli alti comandi sono tutti nelle mani dei traditori hai un bel voglia a consultare Sun Tzu o von Clausewitz...
E' un fatto assolutamente eccezionale il nostro. Non trovo un corrispettivo storico adeguato.

IL SAURO

PS
non mi fucilare il povero WS. E' peggio di Leopardi stesso, ma un pò lo si può capire.

Legge Mancino n°205 said...

ieri era l'anniversario della condanna del Fronte nazionale: 6 anni di carcere, 1993-1999 per aver avvisato i connazionali nel 1989-1993 su quello che si preparava.
c'è un libro, I LUPI AZZURRI, che racconta tutta la vicenda. E' stato scritto per il processo. C'è scritto il futuro dell'italia.

Nessie said...

Parli del Front National di JLP?

Nessie said...

Ti facevo un pugnace uomo d'arme Sauro, invece vedo che anche tu hai la vocazione di crocerossino :-)).

Vedo che non hai ancora visionato il video del Fatto.

Anonymous said...

Pugnare contro i mulini a vento non mi si confa'. L'Armata Brancaleone bisogna tenerla insieme in qualche modo perchè non ce n'è ancora un'altra migliore a sostituirla. Questa è strategia, non quella delle epurazioni.
Il video lo video dopo, possibilmente lontano dai pasti.

IL SAURO

Anonymous said...

Conosco il testo segnalato da Legge Mancino N°205, ma non l'ho letto.
Nei primi anni '90 Jean Marie Lepen era ancora segretario del FN.

IL SAURO

Anonymous said...

Se fossimo in una guerra convenzionale i disfattisti
io fui "in guerra" prima di voi e la disfatta l' ho gia' vissuta . Il mio e' quindi un giudizio rabbioso su "nemici interni" su cui non faccio nessun affidamento. Anzi di costoro io temo addirittura piu ' lo studiato ravvedimento di domani che la tracotanza del passato. ( in italia il " teorema pajetta" e' sempre in agguato :-))

Purtroppo quello che si abbattera' su cio' che e' oggi il "popolo italiano" e' una giusta punizione STORICA a cui si puo' tentare di sottrarsi solo in due modi :

1) singolarmente, fuggendo raminghi nel mondo ( come predica MDL ,un alto disperato :-) )

2) collettivamente, costruendo sul proprio passato UN'ALTRA identita' etnica, perche' quella " nazionale" di oggi e' la pietra che ci porta tutti a fondo .

Perche' l' "italia nata dal risorgimento" ha ( anzi aveva perche' ormai e' gia' passato ) la debolezza di essere nata , non da una autodeterminazione popolare, ma da un ' idea geopolitica della massoneria' inglese eseguita dai suoi sottoposti locali.
Costoro ( da mazzini a .. mussolini :-) ) credevano che fatta cosi' l' italia sarebbe stato poi facile fare un popolo italiano all' altezza della loro retorica .
Ovviamente cio' non era possibile e in un modo o nell' altro non poteva finire che cosi.

ws
'

Nessie said...

Ennesima complainte, ennesima geremiade _). Forse è meglio andare alla casa del Popolo (o del Popppolo) di Colonnata a farlo. O in alternativa al circolone Arci di Pontedera :-)

SILVIO said...

Ed ora tocco un tasto rovente : lo “Ius Soli”.

È la locuzione giuridica prescelta dai Vip globalisti per scardinare gli Stati nazionali dall’interno , sostituendone la popolazione nativa - forgiata e unita a mezzo dello “Ius Sanguinis” - con una popolazione allogena, indirizzata s forza verso gli Stati (da cancellare) con l’espediente dell’immigrazione massiva.

Una volta avvenuto ciò, lo “Ius Sanguinis”, vigente in un dato Stato, verrà sostituito dallo “Ius Soli”, per cui i figli degli stranieri che nasceranno – ad esempio - in Italia acquisiranno automaticamente la cittadinanza italiana.

Non solo.

Onde accelerare la sostituzione etnica, viene spesso presa in esame l’opzione di concedere - dopo un certo periodo di tempo – il diritto di cittadinanza agli stranieri presenti in un dato Stato, sebbene non vi siano nati.

Tale trucco venne posto in essere in Italia per ben due volte.

Nella prima volta, fu l’ANCI (= “Associazione Nazionale dei Comuni Italiani”, a cui aderiscono 7.318 Comuni) a promuovere nel 2006 il progetto di legge :
” “Norme per la partecipazione politica ed amministrativa e per il diritto di elettorato senza discriminazioni di cittadinanza e di nazionalità”

http://www.anci.it/index.cfm?layout=dettaglio&IdDett=8194

Presidente dell’ANCI era allora il sindaco PDS di Firenze Leonardo Domenici noto per essere stato coinvolto in vicende giudiziarie, condannato e poi assolto nonché per aver lanciato Matteo Renzi nella scena politica nazionale.

Poi, fu la volta di “L’Italia sono anch’io” , eterogenea formazione di associazioni ed Ong, la quale nel 2011 annunciò la proposta di legge di iniziativa popolare:
“Modifiche alla L. 5 Febbraio 1992, N.91 “Nuove Norme Sulla Cittadinanza”:

http://www.litaliasonoanchio.it/fileadmin/materiali_italiaanchio/pdf/Cittadinanza_PROGETTO_DI_LEGGE.pdf

Ma ,insomma, cosa chiedono tali ambigui soggetti?

Il loro “Manifesto” ce lo esprime esaurientemente:

1. Ratifica della Convenzione dell’ONU del 18/12/1990 «sui diritti dei lavoratori migranti e dei membri delle loro famiglie».
2. Garanzia del diritto di voto amministrativo ed europeo.
3. Riconoscimento della cittadinanza europea.
4. Garanzia del diritto di arrivare legalmente in Europa.
5. Politiche migratorie aperte all’inserimento degli stranieri nel mercato del lavoro.
6. Garanzia della libertà personale e chiusura dei centri di detenzione.
7. Diritto a un’accoglienza dignitosa.
8. Garanzia della parità di accesso ai sistemi di welfare.
9. Liberare il dibattito pubblico dalla xenofobia e dal razzismo.
10. Tutela dei diritti dei minori.

Tra le attiviste più arrabbiate di “L’Italia sono anch’io” , segnalo Cecile Kyengee europarlamentare del PD collocata da “Open Society Foundation” nella lista dei suoi alleati affidabili nel Parlamento europeo

http://www.geenstijl.nl/archives/images/soroskooptbrussel.pdf

Suona familiare tutto questo?

Certo che suona. E poi canta e balla!

Mentre George Soros sogghigna, malefico, dietro le quinte.

Nessie said...

Cécile Kyenge, tra l'altro è riuscita a far rimuovere il povero Borghezio dalla nomina di eurodeputato:

http://www.corriere.it/politica/16_ottobre_25/insulto-kyenge-parlamento-europeo-toglie-immunita-leghista-borghezio-lega-c166de0a-9aa3-11e6-97ec-60bd8f16d4a5.shtml

SILVIO said...

Le condizioni sine quibus non” , affinché il progetto criminoso dello Ius Soli” si avveri , sono le seguenti:

- la popolazione allogena deve essere antitetica a quella nativa in etnia, religione, cultura, usi e costumi, ecc. ecc.

- tra le due popolazioni in competizione vi deve essere stato antagonismo storicamente accertato e deve sussistere un netto divario della qualità della vita a tutto vantaggio della popolazione nativa, così da suscitare il risentimento della popolazione allogena verso quella nativa.

- la popolazione allogena deve essere più prolifica di quella nativa, in forza anche della poligamia praticata.

- la popolazione allogena deve essere più aggressiva di quella nativa, in forza della morale religiosa storicamente adottata nonché più intollerante e culturalmente rozza in forza della bassa qualità della vita a cui è stata sinora costretta .

Premesso ciò, qual è la popolazione allogena che più si presta secondo i globalisti a sostituire le etnie europee?

Pare che essi abbiano puntato sui popoli islamici i quali, ragionandoci sopra, posseggono tutte le ”skills” sopra elencate.

Ma l’Islam è una religione di pace e di tolleranza o no?

La Chiesa cattolica per quasi 2000 anni optò per il no.
Poi arriva l’argentino Bergoglio che sostiene il sì.

Per tagliare la testa al toro, appuriamo come lo pensano gli islamici sull’omosessualità (argomento tanto caro a Bergoglio)

« Gli omosessuali?
Bisogna aver compassione di loro.
In che modo?
Decapitandoli »


Questo fu il succo del discorso tenuto sull’omosessualità dal religioso musulmano, lo sceicco Khalid Yasin :

https://www.youtube.com/watch?v=TzNjC-Ub0rI

Nessie said...

Saranno felici e contenti i Vendola e le Cirinnà! Quando si dice il masochismo da harakiri di certa sinistraglia imbecille. Lottarono contro la chiesa tradizionale (non quella attuale bergogliana) per poi essere entusiasti introduttori delle migrazioni islamiche.

Jacopo Foscari said...

Mamma quanto stan schiumando i radical-chic in queste ore contro i poveri abitanti di Goro e Gorino. Magari eran gli stessi radical-chic di Capalbio, così giusto per chiedere

Nessie said...

E questo è niente. In queste ore c'è l'Arcivescovo di Ferrara che tuona le sue scomuniche e lancia lettere scarlatte contro quei poveretti rei di voler preservare il loro paesello:

http://www.riscattonazionale.it/2016/10/25/ferrara-la-diocesi-perde-laffare-insulta-cittadini-gorino-ripugnanti-alla-coscienza-cristiana/

Per non dire dell'Avvenire che titola a caratteri cubitali: IL MURO DI CASA NOSTRA

Con un disgustoso editoriale dal titolo che è un programma: RIVOLTANTE LA RIVOLTA

Sono nauseata.

Aldo said...

Da (ex?) musicista e solo apparentemente fuori tema vorrei segnalare un fatto curioso che ho riscontrato pochi minuti fa.

Negli anni '80, Enrico Ruggeri pubblicò un disco nel quale compariva una canzone intitolata "Salviamo Milano". Il testo di quella canzone mi sembrava attinente ai temi di questo blog, per cui mi sarebbe piaciuto indirizzarvi su YouTube per un ascolto. Ebbene, su YouTube si trova qualsiasi cosa, ma "Salviamo Milano" pare essersi vaporizzata, essendo presente solo sotto forma di cover realizzata da un musicista sconosciuto (che dalla voce pare essere un ragazzino).

Perché ve lo dico? Chissà. Che sia perché, aggiornandone leggermente il contenuto, è di grande attualità, assai poco politicamente corretta e potrebbe nuocere all'immagine del Ruggeri e di chi ne amministra gli affari? Perché potrebbe essere presa come spunto per pensieri improponibili?

Nessie said...

Ti dirò, mi entusiasma poco. Forse sarà colpa della cover. Ci sono gruppi rock in Germania che fanno canzoni ben più dure contro il NWO.

Jacopo Foscari said...

Già, comunque faccio notare il doppiopesismo mediatico. Quando a non volere i clandestini dietro casa sono i vip comunisti di Capalbio va bene, quando sono i poveracci di Goro allora son "rassisti". Alfano e il Prefetto semplicemente squallidi

Aldo said...

I resistenti dei quali si parla sappiano che non tutti partecipano alla denigrazione del loro atto. Io non lo faccio.

Indipendentemente da questo, che lascia il tempo che trova, chi è certo della propria posizione deve infischiarsene del giudizio altrui e tenere ferma la barra del timone. La riprovazione sociale (almeno finché non si fa aperta persecuzione attraverso gli organi di tortura giudiziaria) non lascia lividi, specie se proviene da personaggi privi di valore etico.

E' da quel dì che l'imposizione dell'abiura è un'arma nelle mani degli inquisitori, ma fintanto che non c'è una vera e propria minaccia materiale l'abiura sia fuori discussione.

Aldo said...

Concordo sul fatto che "Salviamo Milano" è musicalmente molto povera, ma Ruggeri è un personaggio del mainstream che a livello popolare gode di elevata considerazione, per cui anche parole non particolarmente virulente possono essere più efficaci di parole migliori che provengano da personaggi meno seguiti.

Aldo said...

Colpisce il modo in cui la canzone è scomparsa da YouTube. Se hai idea di quanto è difficile far scomparire un contenuto musicale da quella piattaforma capisci quel che intendo -- l'operazione (o l'epurazione?) non può che essere stata intenzionale e tremendamente metodica. Sicuramente non sarebbe alla tua portata, nè alla mia, nè alla portata di qualsiasi persona senza la possibilità di esprimere una determinazione molto mirata e organizzata.

SILVIO said...

Nessie,

non ti curare di chi, dentro e fuori, vuole trascinarti nella baruffa, ove la ragione viene mortificata da lazzi e grida senza senso.

L’unica cosa che conta è che i coraggiosi abitanti di Gorino di Ferrara hanno creato un precedente che, verosimilmente, verrà imitato da altri Comuni.

Tutto il resto è déjà vu : stucchevole trollagine, simile a quella che abbiamo conosciuto anni addietro , quando lottavamo – derisi come “complottisti” – contro l’UE oligarchica.

Poi, i fatti ci hanno dato ragione e le fila degli euroscettici sono diventati eserciti.

Cosi avverrà anche per gli argomenti in corso.

Quanto all’arcivescovo di Ferrara, è evidente che il suo intervento è volto a salvaguardare gli interessi non solo della Caritas ma anche quelli dei tanti “don Albanesi” che stanno lucrando vergognosamente sulla tragedia- immigrazione.

Nessie said...

Vero Jacopo. A Capalbio dove ci sono le loro magioni, non ce li hanno portati. L'arroganza di Alfano che fa il Vicerè siculo, merita solo sputi in faccia. Ma come si permette questo protervo servo di IMPORRE agli Italiani i suoi abusi e arbitri in materia di immigrati? Solo a vederlo, con quella faccia da Coniglio Mannaro sono presa da irrefrenabili impulsi di schiaffeggiarlo!

Nessie said...

Sono più che d'accordo Silvio. E vedrai che alla fin fine salterà fuori lo spirito del mors tua vita mea. Sì, perché quando avranno finito di occupare ABUSIVAMENTE caserme, oratori, auditorium, palestre, hotel, pensioni per masse sempre più numerose di invasori da stiparvi dentro, dove credi che si rivolgeranno questi bastardi ch eci sgovernano? Alle case degli Italiani. E' allora che sentiranno il rumore di legno dei randelli nelle loro costole. E' inevitabile.

Nessie said...

Aldo, capita anche a me di trovare versioni e video di canzoni che vengono poi tirate via da You Tube, per far posto ad altre. Non credo che sia per quello che pensi. A volte ci sono storie ben più venali di royalty e diritti d'autore che si fanno avanti. A

Giusta la tua presa di posizione sui "resistenti": andare avanti e infischiarsene. Ha detto l'Arcivescovo che vuole parlare a tu per tu con ciascuno di loro. In questo caso meriterebbe una pedata nel deretano con tonaca in porpora.

Jacopo Foscari said...

Trovata in giro, mi ha fatto morir dal ridere

"Per tutti coloro che inveiscono e si "schifano" degli abitanti di Gorino, è possibile fare qualcosa di utile oltre ad inveire e a schifarsi cioè chiamare la prefettura e rendersi disponibile ad accogliere almeno una di queste persone. Il telefono è 0532 294311."

Immagino che i radical-chic che tanto schifano i pescatori rassisti faranno la fila per chiamare. Che ipocriti di merda, comunisti col culo degli altri

Vanda S. said...

Creata e postata dappertutto!

https://goo.gl/photos/buMj2rvR1H3Z5Wv7A

Nessie said...

Ottimo Vanda, grazie! Anche qui dentro stiamo con Ferrara! O meglio con Goro e Gorino. A Ferrara si fanno ancora "tavole rotonde". Per ora.

Alessandra said...

Eh lo so, a causa dei miei orari mi ritrovo spesso a navigare su Internet a tarda sera e a scrivere prima di andare a dormire. :-)

Però "Porta a porta" non l'ho visto; ho letto che Renzi su Gorino ha detto che comprende anche se non condivide, fa l'accomodante perché il referendum si avvicina. Non credo gli gioverà granché.

Sì, portiamo avanti le nostre convinzioni, tanto prima o poi tutti dovranno guardare in faccia la realtà.
Ne ho già avuto la riprova, ad esempio, con chi non mi credeva quando dicevo che non c'era nessuna speranza da riporre in Renzi, appena paracadutato a Palazzo Chigi da Napolitano.
Non è questione di essere preveggenti, basta imparare a informarsi sui canali giusti e osservare meglio la realtà che ci circonda.

Nessie said...

Senz'altro Alessandra. Prima o poi i fatti ci danno ragione, inutile accapigliarsi con chi non vuole capire.
In questo momento però ci vorrebbero delle élites creative che sappiano guidare e bene organizzare un movimento di resistenza che blocchi sul nascere ogni cattiva intenzione del duo Renzi-Alfano, riguardo le migrazioni. Non è possibile pensare di dover sottostare a tiranni così protervi e bastardi! Stasera alla Gabbia ho sentito gli abitanti di Gorino inveire e dirne di tutti i colori all'indirizzo di un ministro dell'Interno che li tratta da "non Italiani". E chi sarebbero i veri italiani? Le "risorse"?

SILVIO said...

Maurizio Blondet :

” I PROPRIETARI DELLE NAVI NEGREIERE”

http://www.maurizioblondet.it/proprietari-delle-navi-negriere/
_______________

Grande, Maurizio!

Questo sì che è giornalismo!

Legge Mancino n. 205 said...

@jacopo. Il telefono non squillerà....al netto dell'ipocrisia col cavolo che se ne pigliano uno a proprie spese....

segnalo che il prefetto è già stato segato. Il presenziatore ai matrimoni di mafiosi, avverte delle conseguenze di ulteriori atti di insubordinazione.

E allora:
settimo vittone (il paese di casaleggio), goro e il paesino calabrese, dimostrano che la soluzione c'è e fa male al sistema.

Nessie said...

Ciao Silvio, sono dati utilissimi delle operazioni-sbarchi in atto da tempo.
Quello che afferma circa il tentativo di de-nazionalizzare gli stati nazionali attraverso l’uso di migranti non assimilabili noi lo affermiamo da anni.
Ma ci vuole una risposta molto forte nei confronti dei nostri responsabili interni (i soli su cui possiamo avere una presa diretta), perché costoro vanno avanti. Tragicamente avanti.

SILVIO said...

Mercoledì, 26 ottobre 2016

“Due forti scosse di terremoto colpiscono il Centro Italia, giungendo sino a Roma”
__________________

Non bastavano l’UE e l’abusivo governo Renzi .
da qualche tempo, anche i terremoti si sono messi di traverso per martirizzare l’Italia.

Quantunque sia assodato che tutta l’Italia (tranne la Sardegna) è ad alto rischio sismico per cause naturali, è stato avvertito qualcosa di anomalo negli ultimi terremoti che ci hanno colpito.

Genericamente parlando, ai sistemi di potere deviati ogni focolaio di crisi in più fa comodo , in quanto terrorizza la popolazione (e la Nazione= colpita, inducendole ad un’acritica coesione con quei sistemi di potere i quali, seppur deviati, sono i soli ad avere il bastone di comando per i soccorsi d’emergenza.

Ciò premesso, brutalmente domando:

« Sono possibili i terremoti artificiali? »

A quanto pare, - secondo le autorità Usa -

(Al prossimo post)

SILVIO said...

“È possibile provocare terremoti artificiali : parla William S. Cohen, Segretario della Difesa Usa “

Cliccando codesto link

http://archive.defense.gov/Transcripts/Transcript.aspx?TranscriptID=674

apparirà una pagina d’archivio del “Dipartimento di Stato Usa”.

Tale pagina contiene la trascrizione delle risposte date da William S. Cohen ( Segretario della Difesa Usa durante la presidenza di Bill Clinton) nel corso dell’intervista concessa in occasione della “Conferenza su terrorismo, armi di distruzione di massa e strategia degli Stati Uniti”, organizzata nel 1997 dall’Università della Georgia.

Dalla detta pagina, estrapolo la risposta di Cohen sui terremoti artificiali, riportando sia il testo originale sia la relativa traduzione.
_______________

«There are some reports, for example, that some countries have been trying to construct something like an Ebola Virus, and that would be a very dangerous phenomenon, to say the least » .

« Per esempio, alcuni rapporti ci hanno segnalato che alcuni Paesi hanno cercato di costruire qualcosa di simile ad un virus Ebola e che ciò sarebbe un fenomeno molto pericoloso, per non dire altro»

« Alvin Toeffler has written about this in terms of some scientists in their laboratories trying to devise certain types of pathogens that would be ethnic specific so that they could just eliminate certain ethnic groups and races; and others are designing some sort of engineering, some sort of insects that can destroy specific crops. »

« Alvin Toeffler ha scritto su questo, segnalando che alcuni scienziati cercano di elaborare nei loro laboratori agenti patogeni specifici per sungole etnie in maniera da poetre eliminare solo alcuni gruppi etnici e razze ; altri scienziati stanno progettando, per mezzo dell’ingegneria genetica, specifici insetti in grado di distruggere colture specifiche »

« Others are engaging even in an eco- type of terrorism whereby they can alter the climate, set off earthquakes, volcanoes remotely through the use of electromagnetic waves. »

« Altri scienziati sono impegnati nell’ eco-terrorismo così da alterare il clima, provocare terremoti, eruzioni vulcaniche a distanza attraverso l'uso di onde elettromagnetiche ».


« So there are plenty of ingenious minds out there that are at work finding ways in which they can wreak terror upon other nations. »

« Quindi vi sono un sacco di menti ingegnose là fuori che sono al lavoro per provocare il terrore su altre nazioni…. »

SILVIO said...

Riprendo il passaggio della risposta data da William S. Cohen in merito ai terremoti artificiali :

« Altri scienziati sono impegnati nell’ eco-terrorismo così da alterare il clima, provocare terremoti, eruzioni vulcaniche a distanza attraverso l'uso di onde elettromagnetiche ».

Ed obietto che anche gli Usa dispongono di una simile arma eco-terroristica.

È il sistema HAARP capace di inviare - a mezzo di 132 trasmettitori . onde elettromagnetiche ad alta frequenza tali da provocare i predetti effetti devastatori.

Parimenti, anche l’UE e la Russia hanno sistemi analoghi:
- UE = progetto EISCAT
- Russia = progetto SURA

Ed allora?

Tutti innocenti e nessuno colpevole?

Nessie said...

Silvio, del progetto HAARP se ne parlò già tempi addietro quando lottavamo derisi come "complottisti". Qui siamo alle famose e troppo numerose coincidenze di Agatha Christie: troppe per non pensare che facciano parte dello stesso "pacchetto".
Ammesso e non concesso che fosse la "casualità", il "fato" e anche l'Italia zona tradizionalmente sismica, a produrre terremoti, un preciso scopo politico queste calamità riescono ad ottenerlo:

1) Accreditare un governo abusivo come l'unico referente intorno al quale far stringere le popolazioni colpite, in grado di poter provvedere alla ricostruzione (l'inquisito Vasco Errani) e all'eventuale risarcimento dei danni alle popolazioni.

2) distogliere media e attenzione dei cittadini da tante altre sporche manovre politiche già in atto.

Non è un caso che oggi i TG hanno cambiato interamente la loro scaletta: nel mondo non è successo niente, dell'agenda politica parlamentare non si è parlato affatto e le sole voci intervistate sono state quelle di geologi, sismologi ed "esperti vari". Nel mentre scorrevano le immagini delle macerie e della povera gente spaventata.



Tout se tient.

Nessie said...

A prposito di "specifici insetti in grado di distruggere colture specifiche » , quest'anno le cimici cinesi (o asiatiche che dir si voglia) hanno distrutto interamente raccolti di mele, pere, cachi. Ormai siamo alle 7 piaghe d'Egitto, ma non credo che ce le mandi solo il buon Dio o la fatalità, insieme ai terremoti, trombe d'aria e alluvioni.

SILVIO said...

Nessie,

anch’io ritengo che quelle schifosissime cimici cinesi non siano apparse in Italia per caso, prolificando a dismisura in pochi mesi - dalla primavera ad oggi (in inverno quella cimice riposa e non si riproduce ) – e in diverse regioni italiane contemporaneamente .

Ci deve essere stato un untore , visto che sono originarie della Cina, Giappone e Taiwan.

L’untore - pensa che combinazione! - ha prescelto un insetto che non ha nemici naturali in Italia e quindi è libero di moltiplicarsi a piacimento, provocando danni enormi all’agricoltura.

Chi può essere stato?

Se si trattasse di “un untore involontario”, si dovrebbe ipotizzare che più untori abbiano agito contestualmente nelle varie regioni colpite.

Ipotesi possibile ma poco credibile.

Possibile e credibile sarebbe invece che la pestilenza sia scesa (in forma di uova di cimice cinese) dal cielo, magari veicolata da aerei inviati ad hoc.

Come, ad esempio, quelli che imbrattano spesso i nostri cieli con aerosol lattiginosi - contenenti veleni e agenti patogeni di ogni sorta – che ricadono sulle nostre teste rovinandoci la salute fisica e mentale.

SILVIO said...

Ah, dimenticavo…

Vuoi vedere che le varietà agricole OGM di Monsanto-Soros non sono gradite alle cimici cinesi?

Aldo said...

Pensierino anarchico.

1. Troppo potere porta invariabilmente a questo genere di cose.
2. Accentrare il potere non fa altro che aumentare l'entità del potere stesso.

Quindi cosa aspettarsi, considerando che ogni potente non può essere (o comunque divinire) altro che un pericoloso/una pericolosa sociopatico/a?

Alla gente "comune" non convengono assolutamente i "grandi organismi". Mai.

Aldo said...

Non intendo prendere posizione sulle cimici asiatiche, però ricordo che quando avevo 10-12 anni l'alessandrino venne colpito da un'invasione simile, anche se un poco meno "virulenta". Il fenomeno durò alcuni anni per poi ridimensionarsi gradualmente. Ora c'è questa nuova ondata, in altri luoghi. Staremo a vedere.

Personalmente sono più preoccupato dall'invasione delle cimici a due gambe che non da quelle a sei zampe. Mi pare che facciano danni persino peggiori anche se non volano.

Nessie said...

Eh! Eh! Caro Silvio, ci ho pensato anch'io. Intanto la Coldiretti sta diventando pazza per trovare l'antidoto. Il governo che in queste cose dovrebbe intervenire, invece TACE e lascia fare ai privati. L'anno prima c'era la Xylella fastidiosa degli ulivi. E indovina dove? In una delle piane più fertili d'Italia, quella del Salento. E' un caso?

Intanto c'è il galoppino Renzi che vuole sbloccare il NO al TTIP per conto di O'Bamba. Col ciufolo!

Jacopo Foscari said...

@Legge Mancino

"Il telefono non squillerà....al netto dell'ipocrisia col cavolo che se ne pigliano uno a proprie spese..."

Figurati, non ho alcun dubbio in merito. Questi radical-chic sono "accoglienti" sì, ma col deretano altrui, mica col loro

SILVIO said...

Aldo,

d’accordo con te: l’invasione di cimici subita dall’alessandrino è riconducibile a fattori naturali, rimasti ignoti.

Ma quando ad essere colpite contemporaneamente sono vaste zone d’Italia è legittimo sospettare - soprattutto nell’era corrente in cui le armi illegali tecnologiche sono ignote ai più nonché altamente sofisticate - che vi sia stato lo zampino di un’organizzazione criminale.

SILVIO said...

Nessie,

che io sappia, l’unico pesticida efficace per le cimici cinesi (indice di letalità = 80%) è il Clothianidin.

L’ho letto su codesto articolo

http://beyondpesticides.org/dailynewsblog/

c’è però un "ma" grande come le Alpi: questo peticida pare sia il maggior responsabile delle recenti stragi delle api .
E senza le api, anche l’uomo è destinato ad estinguersi.


Dovrebbe invece essere facile sterminare quelle bestiacce quando entrano in casa.

Basta piazzare un catino - contenente acqua leggermente saponata (50%) + acqua derivante dalla lavatura dei piatti (50%) – in una camera buia e poi puntare sul catino una lampada accesa.
Le bestiacce accorrono attirate dalla luce e dall’acqua e poi cadono dentro il catino annegando.

Questo sistema viene suggerito dall’articolo di cui al link

http://ipm.ucanr.edu/PMG/PESTNOTES/pn74169.html

Importante è anche consultare il sito “Stop BMSB . org”

http://www.stopbmsb.org/index.cfm

Nessie said...

Aldo, è evidente che le "risorse" in circolazione ( "cimici a due gambe") siano un fenomeno più grave delle cimici a 6 zampe. Tuttavia nell'ottica globalista la libera circolazione degli uomini, marcia di pari passo con quella delle merci e dei capitali. E gli insetti unitamente ai virus e ai batteri per malattie, non sono più facilmente controllabili. Inoltre, come ha già espresso anche Silvio, siamo nelle mani di sociopatici che danno un "aiutino" per creare l'interdipendenza da altri mercati. Esempio: se non hai più olio buono extravergine di oliva perché ormai è assodato che fanno dell'ecoterrorismo (la Xylella) ecco che i consumatori italiani sono costretti a rivolgersi ad "altri mercati". Ma guarda caso!

Ora avviene la stessa cosa per le cimici che hanno distrutto frutteti di buoni frutti autunnali. Ci sono stati degli antefatti nel settore agricolo? Sì, le dorifere delle patate, lanciate dagli Americani per mettere alla fame il popolo tedesco durante la II Guerra Mondiale. I tedeschi, come è noto, sono dei gran mangiatori di patate.
Come vedi, quando parliamo di insetti, virus e batteri "gli aiutini" ci sono sempre.

Nessie said...

C'è anche un altro settore di cui non abbiamo parlato: quello farmacologico. E le varie influenze dette "suine", l'aviaria dei polli, oggi la diffusione della meningite portataci qui dalle stesse "risorse" insieme alla TBC, incrementano il mercato dei vaccini, dei farmaci ecc. ecc. Il disastro è di tale portata che non possiamo dire che cosa è più pericoloso di tutto quel che abbiamo citato, credimi.

Nessie said...

Grazie Silvio, conoscevo il rimedio dell'acqua e sapone perché ne hanno parlato anche nella trasmissione tv GEO. Anche spruzzare il sapone di Marsiglia con uno di quei dispenser della ChanteClair è un ottimo rimedio, perché toglie le squame e muoiono. Qui nell'alta Lombardia ce ne sono tante, ma non come nelle piane del Veneto e dell'Emilia, dove ne scopano a secchiellate. E' impressionante vedere i muri delle loro case annerite dalle "puzzole" (così le chiamavano noi da bambini). Ma la nostra "puzzola" italiana è verde. La si trovava di tanto in tanto sulle more e le dava un saporaccio immangiabile. Ora la "puzzola verde" è stata soppiantata da quelle schifose cinesi. Manco più le cimici nostrane verdi abbiamo in Italia!

SILVIO said...

Condivido, Nessie.

Son troppe le “piaghe” che ci affliggono contestualmente.

Il “caso” è più generoso: non le invia a quantità industriali.

L’élite globalista psicopatica, pazza, squilibrata e quant’altro, invece ne è capacissima.

Bisogna assolutamente batterla e metterla in condizione di non nuocere.
Per sempre.

Nessie said...

Sulle nuove malattie portate dagli allogeni occorre sentire la testimonianza di Maria Luisa che è medico a Ferrara. In passato ha scritto che tengono segrete le malattie e i loro diffusori "per non creare allarme". Niente di più plausibile!

Per le nuove scosse nel Maceratese, spero che passi di qui Eleonora del blog Grotesque che è di quelle parti. E speriamo tutti che non le sia accaduto niente in relazione ad abitazione e beni.

Sì, perché anche perdere i proprio beni e la propria casa è una grande tragedia!

SILVIO said...

Ciò e capitato ai Greci.

Oltre ai beni, alle case e ad una fetta importante della pensione, hanno pure perso il diritto di usufruire dell’acqua potabile , ceduta dal governo ai creditori della Grecia, in gran parte squali mondialisti.

Maledetto Tsipras!

Nessie said...

Sai qual è il problema per noi? E' che l'élite dei sociopatici riesce sempre a trovare degli scherani prezzolati in ogni singolo stato, da buttarci addosso. Tsipras in Grecia (ma Varoufakis, non sarebbe stato migliore), Renzi in Italia, Hollande in Francia ecc. ecc.

Eleonora said...

Scusate l'ot, io, il mio compagno, il mio micio e le nostre famiglie nel fermano, stiamo bene anche se spaventati. L'entroterra verso i sibillini, invece è un disastro. Oltre 4000 sfollati ed un morto per infarto. La terra trema ancora e le scosse per ora sono meno forti.

Nessie said...

Siamo tutti contentissimi per te Ele. Un po' meno per gli altri poveri marchigiani che stanno soffrendo. Macché OT! Qui è tutto in tema, anche quest'ennesimo disastro, compreso quel falsone di Renzi che viene a promettervi miracoli. Come minimo è un Grande Jettatore. Un grande abbraccio.

SILVIO said...

Gorino di Ferrara non demorde.

Ieri è apparso , dentro e fuori la chiesa, il seguente cartello:

“Visto che noi siamo, per voi, infedeli: ma perché non ve ne andate nel vostro califfato di Iraq con il santo Califfo El Bagdadi, il quale vive di armi e uccide a tutto spiano coloro che non sono sunniti?“

http://www.imolaoggi.it/2016/10/28/cartello-a-gorino-perche-non-andate-nel-califfato-rimosso-dagli-agenti/

Intanto le cornacchie collaborazioniste della “Nuova Ferrara” (“carta igienica disinformativa” del Gruppo Espresso-Finegil di De Benedetti) ed il Corriere della Sera (in specie, la pennivendola Sarzanini , amica del cuore della Cirinà ) hanno iniziato a sparare ad alzo zero contro Gorino.

Altre merdacce collaborazioniste hanno addirittura avviato una campagna di boicottaggio delle vongole del Comacchio per colpire l’economia di Gorino.

Stupide merdacce!
Da oggi in poi comprerò e farò comprare le vongole del Comacchio.

Nessie said...

Sì, stupide merdacce collaborazioniste come il Santoro Boy in maniche di camicia Corrado Formigli. La sua trasmissione PIAZZA PULITA non la guardo mai, ma mi è sfuggito uno zapping dove ho sentito uno dei suoi "inviati" (in realtà guardoni del sociale), andare a catechizzare una povera vecchietta che non voleva "invasori" (parole sacrosante sue) e dirle che "eravamo tutti invasori anche noi". Dalla rabbia ho fatto TIC col telecomando e ho cambiato canale. I nostri connazionali all'estero si chiamavano innanzitutto EMIGRANTI. E se qualcuno di loro sgarrava nel comportamento, veniva rispedito in Italia, anche se era di seconda generazione, in barba a tutti i diritti costituzionali e le leggi federali. C'era una volta in America.

Poi non trovo nulla di più stolto, ignorante e presuntuoso da parte di certi "opinionisti" (leggi "disinformatori") che paragonare il vasto continente americano, terra di ripopolamento, alla piccolissima e già densamente abitata Italia.

Anonymous said...

"gli aiutini" ci sono sempre.

incominciarono VENDENDO coperte infette agli indiani.,, e visto che allora gli funziono' perche' smettere ? Certe loro " pratiche" non finiranno finche' gli U$A non riceveranno il " giusto compenso" in casa propria.

ws

Nessie said...

Il meningocco di Tipo C in Toscana è già una realtà:

http://www.unife.it/news/2016/febbraio/meningite-in-toscana-approfondimenti-e-raccomandazioni-di-carlo-contini

Anonymous said...

non trovo nulla di più stolto, ignorante e presuntuoso da parte di certi "opinionisti" (leggi "disinformatori") che paragonare il vasto continente americano, terra di ripopolamento, alla piccolissima e già densamente abitata Italia.

il "nemico interno" e' sempre il peggiore.
ws

SILVIO said...

Santoro, puah!

Il micro-milionario fabiano, azionista del “Fatto Quotidiano” : vorrei tanto conoscere i suoi tele –utenti “QI < 70 “.

Ritorno a Gorino di Ferrara.

Avevi saputo della bufala” “degli 8 bambini al seguito delle 12 donne “rifugiate”?

Beh, fu proprio una balla colossale inventata per intenerire l’opinione pubblica ed aizzarla contro gli abitanti di Gorino

Nessie said...

No, Silvio. Ma non mi stupisce. Metto anche alla berlina il Paraculo Paragone e la sua trasmissione falso-antisistema "La Gabbia" che ci ha offerto nell'ultima puntata un distillato di melassa svenevole quanto ipocrita a proposito delle 10-12 donne (tutte reduci dalle persecuzioni di Boko Haram?), per muovere a pietà i telespettatori. Prima ha schiacciato l'occhiolino agli abitanti di Gorino (colpo al cerchio) poi ha dato un altro colpo alla botte con le "perseguitate politiche". Degno tirapiedi di Grillo e del M5S, il quale non parla mai di immigrazione-invasione in nessuno dei suoi post.

Nessie said...

ws, avrai visto Apocalypto di Mel Gibson. La tesi del film viene annunciata da una frase dello storico-scrittore Will Durant:
una grande civiltà non viene conquistata fino a quando non si distrugge da sola dal di dentro.

SILVIO said...

Paragone è su La7 , se non sbaglio.
E La7 è sinonimo di Bilderberg.

Difatti, non è un caso che l’opinionista di punta di quella emittente sia Lilli Gruber, che addirittura fa parte del Comitato esecutivo di Bilderberg.

Pertanto, puoi immaginare a quali livelli di disinformazione possano giungere tutti i collaboratori di quella Tv.

Fossi in te , eviterei di farmi il sangue amaro sintonizzandomi con le emittenti-spazzatura.

SILVIO said...

Il Populista”

”Tutta Italia dice basta ai clandestini, proteste ovunque”

Da nord a sud, anche nelle zone rosse amministrate dal PD, cittadini e Sindaci si battono contro l'arrivo nei loro territori dei presunti profughi, ma Alfano tira dritto

http://www.ilpopulista.it/news/28-Ottobre-2016/6447/tutta-italia-dice-basta-ai-clandestini-proteste-ovunque.html

Nessie said...

Grazie per l'utile post del Populista che dà dei dati di quanto sta avvenendo in queste ore. La Gabbia era partita bene due anni fa con una linea anti-euro eanti Ue e ospiti fissi come il primo Barnard. Poi è andata degenerando. Cairo il suo proprietario, è evidentemente colluso coi poteri mondialisti e nello specifico bilderberghiani. La verità è che non si può guardare più niente di niente, dato che i ritornelli sono sempre quelli.

Jacopo Foscari said...

Mio Dio quando paragonano la diaspora italiana all'invasione odierna mi sale il sangue al cervello. Allora, quando il mio bisnonno andò in Argentina nei primi del '900 non ci andò allo sbaraglio e illegalmente su un gommone. Ci andò con regolare visto d'ingresso e con la "garanzia" delle autorità italiane. Inoltre in Argentina (o in Brasile, o negli USA o in Uruguay etc.) non prendevano chiunque illimitatamente, ma ogni anno rilasciavano un numero di visti concordato col governo italiano. Poi, quando arrivavano i nostri, li sottoponevano ad accurati controlli sanitari e se avevano anche solo un pidocchio li rispedivano indietro senza tanti complimenti. Li accoglievano, certo, ma non li mantenevano a sbafo, tutt'altro. Mio bisnonno quando arrivò a Buenos Aires rimase ospite per qualche giorno, ma il governo argentino aveva già deciso dove destinarlo, nel giro di pochi giorni era già a lavorare nello stabilimento delle carni. Poi, quando l'Argentina divenne satura, chiuse le frontiere riducendo drasticamente il numero di visti unilateralmente. Mio bisnonno tornò poi in Italia, ma questa è un'altra storia. Fatto sta che non c'è proprio nulla di più diverso dall'invasione odierna. L' emigrazione italiana era una emigrazione di stato, gestita dal governo italiano in accordo con quelli argentini-brasiliani-statunitensi-francesi etc. non un'invasione anarchica di sfaccendati come oggi. Quella del "anche noi siamo stati migranti" è demagogia socialistoide della peggior specie e mi schifa alquanto. Per fortuna il mio bisnonno non è più qui che a sentirsi paragonato a questi qui gli verrebbe un coccolone

Nessie said...

Sacrosanta testimonianza, Jacopo. E a me va il sangue al cervello quando sento dire castronerie colossali come quella detta da certo giornalistume a proposito dei pescatori di Gorino contro le "risorse": "E' la solita guerra tra poveri".

Frase anche questa della peggior demagogia social-comunistoide. Un Italiano povero non è del tutto povero se può ancora vedere un paese non stravolto urbanisticamente e socialmente dall'immigrazione.

Di converso, un Italiano ricco è peggio di un poveraccio se si muove in una terra non più sua, occupata demograficamente da bande di invasori multikulti portatori di costumi, religioni, identità e sottoculture diversi.

Ecco, finalmente l'ho detta: la vera ricchezza è vivere in santa pace in un paese libero, indipendente e sovrano a tutti i livelli.

Nessie said...

PS: senza contare un'altra considerevole cosuccia: chi ce li porta questi presunti "nuovi poveri" qui da noi? E perché non preoccuparsi dell'impoverimento reale degli Italiani dopo la cura dell'Euro, invece che dell'arricchimento e della promozione sociale dei "nuovi arrivati"?

Anonymous said...

Cairo il suo proprietario, ...

o prestanome ?

http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/File:La7_stella_di_David.jpeg

ws

Nessie said...

Vada per il prestanome. Ma allora vale anche per la nuova gestione del Corrierone.

Jacopo Foscari said...

http://www.ilprimatonazionale.it/cronaca/dieci-falsita-sui-migranti-che-invece-sono-tutte-vere-51964/#SKBHji0tzIvwexrk.01

Il decalogo di "Medici sena frontiere" smontato pezzo per pezzo

Nessie said...

Medici Senza Frontiere è la classica multinazionale della carità e del pietismo. Idem Emergency.

Bet said...

Purtroppo, Nessie, Barnard è entrato anche lui da tempo a far parte dei moralisti che dicevi sopra. Non ha nulla a che fare col NOM (nuovo ordine mondiale) ma odia a morte gli italiani, non c'è articolo in cui non sputi veleno e disprezzo contro gli sventurati abitanti di questa penisola, il 'peggior popolo del mondo' come li chiama lui coprendoli di insulti.

E dell'odio e disprezzo, noi, non ce ne facciamo niente. Senza contare che con questo atteggiamento si mette sullo stesso piano di chi vorrebbe la nostra estinzione, cosa che peraltro si augura e ci augura.

Meglio cancellarlo, definitivamente.

Nessie said...

Lo so Bet. E mi riferivo al primissimo Barnard. Ora purtroppo si è messo a cioccare come una campana. L'ultima sua stronzata è che gli immigrati ce li manda il riscaldamento globale. Roba da ricovero coatto! Se vai sul suo sito vedrai da te che gli mancano tutti i numeri in casa.

Jacopo Foscari said...

Ma l'avete sentito Pittibimbo che invasato contro Orban? Si vede che il nipotino prediletto di Napolitano. Ha ereditato da Bella Napoli il pallino per l'Ungheria

Nessie said...

Forse non ha ancora capito che la patacca UE è finita. F-I-N-I-T-A! E che l'unico rimasto col cerino in mano a crederci sono lui e Half-Ano.

Bet said...

Ah, ma lo leggo sai. Tempo fa l'ho anche contattato e gli ho detto che questo suo atteggiamento oltre che meschino è assolutamente controproducente, ma da questo orecchio proprio non ci sente.

Non che sia un male...alla fine una scrematura è necessaria, per capire chi sono i veri amici e chi gli avversari e quelli che pur senza accorgersene fanno il loro gioco. Ma meglio così, meglio soli che male accompagnati. Coesi, saremo più forti. :)

Jacopo Foscari said...

Già, resta comunque il fatto che dalle parti di Botteghe Oscure c'han proprio la fissa dell'Ungheria. Forse Matteuccio come Bella Napoli vuol mandare i carriarmati a Budapest contro lo "sporco riformista" Orban? Secondo me c'è qualche virus nell'aria di Botteghe Oscure che li fa diventare così magiarofobi. O forse è qualcosa di genetico.

Nessie said...

Uhmm... mi hai dato l'idea per il prossimo post, Jacopo. Secondo me c'è dell'altro. Ma non posso anticipare, dato che potrebbe far parte del prossimo imminente pezzo (à suivre...) ;-)


Bet, forse avrai letto una delle sue ultime stronzate barnardiane sugli immigrati. Su questi temi è completamente digiuno. Poi li chiama pure "migranti" che è un termine dell'ONU. Magari leggi anche tu, Jacopo. :

http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=1587

Anonymous said...

Per fortuna non sono fra i lobotomizzati... ma credo che qualcuno si stia stufando delle "percezioni soggettive" e del sarcasmo dell'assessora che afferma che guardiamo troppa TV.

Stanno partendo le prime bordate contro Gorino :http://www.estense.com/?p=579120


Maria Luisa

Bet said...

Letta, grazie Nessie. Nulla di nuovo, sui clandestini, anzi migranti, è rimasto ancorato ai deliri onirici della sinistra più vetera. Sul resto invece andava alla grande prima di arrivare alla poco gloriosa fase 'italiani caccabutti'.
Va be', sopravviveremo anche senza di lui.

E, Nessie, te lo devo dire: leggervi, te e gli altri, mi dà una grande soddisfazione. Il futuro, in fondo, non è ancora stato scritto. Avanti tutta!

Nessie said...

Grazie Maria Luisa. Tutti quanti a comprare e mangiare vongole veraci di Goro per solidarietà ! A proposito, tu che sei informata dei casi di malattie portateci qui dalle risorse ("razzista" a chi dice la verità) quali sono i casi più frequenti di malattie oltre alla scabbia e alla tbc, riscontrati negli ospedali di Ferrara?

Nessie said...

Grazie Bet! Sembri uno di casa, uno che è sempre stato tra di noi. Da quand'è che ci hai scoperto?

Bet said...

Lol Nessie, vi leggo da anni ma è solo da poco che ho deciso di intervenire.

E a proposito, vuoi farti una risata? Tempo fa scrivevo in un forum politico molto famoso, uno dei primi in Italia. Gran covo di rossi manco a dirlo. Erano, per capirci, i primi anni 2000...sai che nel tentativo spasmodico di individuare chi fossi, qualcuno era arrivato a fare il tuo nome? Ti conoscevano e credevano che tu ed io fossimo la stessa persona! Naturalmente ho smentito. Ma confesso che non mi è dispiaciuto affatto. :-))

Nessie said...

Questa sì che è Bella Bet ! Chissà come mi amano da quelle parti!

Aldo said...

Io invece l'altro giorno ho incontrato dopo molti anni un mio compaesano e "compare" di gioventù che mi fa "ma tu, sei l'Aldo che interviene da Saura Plesio?" (indice del fatto che legge le tue pagine con regolarità e interesse, se no non leggerebbe certo pagine e pagine di commenti per trovarci i miei).

Pensa te, stai diventando una specie di stella della rete! L'avresti mai detto?

Nessie said...

Proprio no, e nemmeno ci tengo. Ma evidentemente è così che funziona :-). Dopotutto sono più di 10 anni che scriviamo.