29 August 2015

Bombe umane sui Balcani





I Balcani, si sa, sono storicamente aree di grandi sovvertimenti. Ma la verità è che le migrazioni bibliche a cui stiamo assistendo in questi giorni sono la continuazione del bombardamento sulla Serbia (180 gg a Belgrado quando in Italia c'era il governo D'Alema)... con altri mezzi: quelli demografici. Chi non ricorda poi la fiumana inarrestabile di profughi (veri) a Pristina, immagini trasmesse da tutte le emittenti?

Ora la Macedonia, la Serbia e l'Ungheria sono diventati terre da orda selvaggia a Est, mentre gli altri tre nevralgici punti cardinali i paesi europei vengono colpiti a tradimento da altre bombe demografiche senza tregua.

Ecco in proposito, alcuni luoghi comuni (e comunistici)  da sfatare:

  • Le immigrazioni sono un processo naturale  ineludibile e inarrestabile e nessuno e nulla può opporvisi (palle: prima che venisse costituita la UE e la moneta unica  non le avevamo e i confini contavano ancora qualcosa).
  • L'accoglienza fa parte dei diritti umani  obbligatori ( in realtà nessuno può sognarsi di abbandonare il proprio paese per andare a invadere quello altrui,  forte solo della bandiera ONU)
  • Fuggono dalle guerre (in molti casi è vero, ma in passato quando c'erano guerre, i popoli cercavano  di contrapporsi, di organizzare resistenze, di rimboccarsi le maniche e di ricostruire la propria patria, specie poi se trattasi di "guerre democratiche" e "umanitarie"). 
  • Cercano nuove opportunità economiche (questa è la madre di tutte le bugie, visto che i mezzi di informazione una volta tanto parlano chiaro e  non si può ignorare che c'è una crisi nera per gli autoctoni. A meno che non si giochi volontariamente al mors tua vita mea. Ovvero quel che per gli autoctoni è un flagello, per gli allogeni è un'opportunità). 

Oltre a ciò, occorre dire che i bollettini quotidiani di  guerra dei TG non fanno che propinarci morti ammazzati dal mare, morti soffocati nei TIR, nelle celle  frigorifere a tutte le ore del giorno e della notte, per istillare il senso di colpa collettivo quale strumento di propaganda.
Insomma i problemi degli italiani sono improvvisamente slittati all'ultimo posto e non se ne parla proprio. E' obbligatorio piangere solo per i "migranti",  mostrando invece ciglio asciutto per quegli sventurati connazionali che dormono in auto o in garage, perché hanno perduto tutto.
Già, la pietà pro migrantes e la vittimizzazione degli allogeni: una vera e propria arma di distruzione di massa per gli attuali nativi europei.

Ricordate la favola della vipera infreddolita raccolta con commiserazione da un passante che se le mise in seno? Bene, non appena riscaldata, la vipera morse il suo soccorritore.
E difatti basta leggere questa notiziola fresca fresca, per avere riscontro pratico sul  de te fabula narratur. Ma  avanti di questo passo, e diranno che pure Esopo e Fedro erano dei "razzisti" e che quella favola non si può più raccontare.
Frattanto cercano di scaricare addosso a Victor Orban, il  premier  ungherese, una valanga tale di immigrati, da rendere inoffensiva e inefficace perfino la sua barriera.


D'accordo con Massimo sui muri che aiutano ma che non bastano : "Il muro ungherese (e di chiunque voglia difendere i Sacri Confini della propria Patria) deve essere presidiato da Forze Armate che abbiano lo specifico ordine di tenere i clandestini fuori dai confini.
I metodi, senza arrivare a provocare una ecatombe, sono tanti, dagli idranti alle cariche di respingimento, dalle azioni con i blindati all'uso oculato del manganello.
E deve esserci una concreta solidarietà interna, una volontà di difendere il confine".

Pertanto, un leader che ha a cuore il problema della salvaguardia territoriale del proprio paese, deve innanzitutto essere consapevole che  chi ordisce e manipola questi fenomeni destabilizzanti, tenterà con ogni mezzo, provocazioni d'ogni tipo per poi avere il pretesto di inviare in caschi blu dell'ONU a commissariare lo stato che intende difendersi facendolo passare per stato dittatoriale e liberticida. 

Insomma i veri dittatori, gettano l'accusa di "dittatore" a chi si vuole soltanto difendere. 

Bombe demografiche sui Balcani e su tutta Europa.
Ma chi si presta a fungere da "proiettili umani" non può essere considerato innocente.  E' questa un'amara verità della quale occorre tenere conto.

48 comments:

Anonymous said...

E' vero che il fenomeno migratorio e' stato pianificato e realizzato. Ci sono indizi e prove a non finire di questo. Una volta acquisita questa verita' e' la volta di capire da chi e' stato fatto e con quale scopo. E sappiamo anche questo. Lo sanno tutti gli addetti ai lavori, ma sembra che non lo si possa dire. Nemmeno le forze politiche di opposizione e anti-euro lo dicono apertamente, limitandosi a contrastare dialetticamente la scuse addotte dalla controparte.

Il gestire un assedio di tali proporzioni e' comunque una battaglia improba, ma se manca lo stato di mobilitazione e' inutile anche solo il pensarlo. Abbiamo visto come ha ben funzionato in passato il sistema delle sanzioni internazionali. Il bersaglio ha tentato di rompere l'assedio, con il che si e' assunto l'iniziativa bellica che ancora oggi gli viene addebitata senza riconoscere le sue ragioni. E' stato il caso nostro, della Germania e, infine, del Giappone. Questo fatto implica che esiste una continuita' tra l'azione di un tempo e quella odierna. E' esattamente lo stesso problema.

Oggi vengono usati metodi nuovi che nascondono lo stato di guerra esistente. Di fronte ad un assalto armato ai propri confini, chiunque si mobiliterebbe. Siccome cosi' non e', allora non e' necessario reagire duramente. Si dimentica che lo scopo di una guerra e' sempre quello di costringere l'avversario a fare cio' che non vuole fare. Se si riesce a farlo senz'armi, il risultato e' comunque identico.

Che fare ? In passato le rivoluzioni avevano epigoni ed antagonisti. In Russia corsero rivoluzionari da tutto il mondo, e cosi' in Spagna, dove alle Brigate Internazionali si opposero altrettanti contro-rivoluzionari e intere nazioni a sostegno della reazione. Cio' avveniva perche' era manifesto lo stato di sovversione in Europa. C'era chi voleva sostenerlo e chi lo voleva contrastare. Ma siccome oggi non spara nessuno (o quasi) non c'e' reazione.

E' poi evidente che l'aggressione viene totalmente dall'esterno, anche se sostenuta da governi fantoccio e pseudo-istituzioni "democratiche" che di tutto si occupano tranne che del benessere dei propri cittadini che, invece, vessano in ogni modo possibile. Gli ingredienti ci sono tutti, mancano solo le armi che, se mai compariranno, arriveranno quando ormai non ci sara' piu' nulla da fare.

E' comunque la volonta' di opporsi duramente e radicalmente, quella che manca. Se non c'e' quella, non c'e' arma che tenga.

Il sauro

Nessie said...

Sauro, tutto bene coi tuoi mezzi di connessione?

Purtroppo la chiosa è un'amara verità.

Luigi said...

La weltanshauung occidentale è, fondamentalmente, anticristiana.

L'odio per i muri "piccoli" è l'eco dell'odio per il katechon, per ciò che trattiene l'irrompere del male. Interessante notare, in merito, come la massa degli stranieri in arrivo in questi mesi provenga dal cuore di tenebra dell'Africa nera...

L'avversione per il limite, il contenuto, il modesto, non è che un segno della prometeica volontà di onnipotenza che contraddistingue questa visione del mondo; per altro sempre regolarmente frustata, come a Babele.

La rabbia livorosa delle varie Boldrini verso le comunità locali, le piccole patrie, le famiglie, è in buona sostanza il segno dell'odio per l'umano e il creato.
Vengono in mente le parole di Tolkien relative a Saruman: "Ha un cervello fatto di metallo e d'ingranaggi: nulla gli importa di ciò che cresce, se non gli serve in un'occasione immediata"

Come poi possa un'Angela Kasner - più nota col nomignolo rivoluzionario di Merkel, a coprirne l'origine - andare in TV a piangere ipocrisia sui morti stranieri, quando ogni giorno migliaia di europei sono trucidati coll'aborto, è cosa che si spiega solo con la visione del mondo cui accennavo.
Nonché con il fatto che ella abbia, per giunta, la faccia indistinguibile da un altro particolare anatomico.

Mi permetto una modesta aggiunta al citato intervento di Massimo: il governo ungherese ha iniziato ad inviare anche reparti militari a presidio del muro di confine.
Ne dava notizia ieri TeleKabul, ovviamente schiumando livore da portinaia.

Se qualcuno si interessa di metapolitica, si potrebbe osservare al riguardo che, un secolo fa, il Regno d'Ungheria fu l'unico dei possedimenti già asburgici a non riconoscere formalmente la fine di ciò che era stato, tanto che l'ammiraglio Horthy governò successivamente - praticamente fino all'occupazione sovietica - con il titolo di "reggente".

Come dire, forse si sta semplicemente ripartendo da dove ci si era fermati...

Ciao.
Luigi

Massimo said...

Nel ringraziarti per la citazione ti segnalo il video di youtube che ho caricato in fretta questa mattina sulle "parole dal sen fuggite" della Boldrini circa lo "stile di vita" che lei vorrebbe propinarci. Se non servono quelle perchè ci si dia una mossa, allora che vada tutto a ramengo e ognuno remi per se stessi affogando il vicino nel più classico "si salvi chi può". Perchè è verissimo che se manca la volontà di sporcarsi le mani difendendo la nostra terra, allora non c'è santo che tenga (anche perchè ormai sembrano anche loro molto distratti ...).

Cangrande said...

Ciao Nessie !!! Buona giornata !

Prima di alcune mie umili considerazioni, pregherei di leggere attentamente questo documento dell'ONU, inserito in un articolo tratto dal sito Comedonchisciotte:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=15491

Da ciò si evince che tutto ciò è frutto di un lucidissimo e dettagliatissimo programma,che, oserei dire, è come minimo secolare e che ha avuto inizio con la prima guerra mondiale che come scopo aveva la dissoluzione dell'erede del Sacro Romano Impero: la duplice monarchia Austro-Ungarica. L'impero austro-ungarico, al contrario della vulgata corrente, NON è "imploso" a causa degli eventi bellici. Ma è stato fatto esplodere.
A tal proposito è INDISPENSABILE leggere il saggio "Requiem per un Impero defunto" del GRANDISSIMO Francois Feitö, che mette in luce l'odio e la virulenza della massoneria verso tutto ciò che potesse riunire diversi popoli, mantenendo le ripettive identità e col collante del Cattolicesimo, come, appunto, l'odiata Austria-Ungheria.

Scusate la digressione, ma ritengo quel libro fondamentale per capire ciò che sta accadendo ora...

Il piano è quello di "diluire" i popoli cattolici e greco-ortodossi e quelli fortemente identitari (non a caso, ora gli obiettivi sono anche Serbia e Ungheria, popoli odiati dalla "cupola satanica" in quanto coesi e orgogliosissimi di "essere popolo")

I nostri politicanti, inetti, buoni a nulla ma capaci di tutto, sono PERFETTAMENTE al corrente dei "desiderata" della cupola. Sanno bene chi comanda e prendono ordini dalle logge di riferimento, pur non avendo neppure loro chiare le vere motivazioni. Eseguono e ragliano cazzate-parole d'ordine a raffica.

Le carestie, le guerre e la miseria PROVOCATI in asia e africa, sono propedeutiche alle emigrazioni. I saccheggi, il petrolio etc., sono solo SCUSE di facciata alle invasioni/guerre (esempio: l'Iraq e la Libia). Il vero motivo è la diluizione totale delle popolazioni europee con annesso "kaos".

Poi è da notare (unica eccezione la Libia, che serve da "rampa di lancio"), che pressoché tutti i paesi tormentati/invasi dal satanico USraele (ma in verità al servizio della solita "cupola")hanno/avevano importanti presenze cristiane al loro interno. Le quali minoranze, emigrando, in due-tre generazioni in ambienti per loro allogeni, perderanno la fede.

Sìa l'imperialismo americano che il comunismo (le due facce della stessa medaglia massonica-satanica), negli ultimi 100 anni hanno sempre "pestato duro" verso i paesi con importanti presenze CATTOLICHE (o greco-ortodosse) diventate tali sìa per tradizione o a causa di dominii coloniali da parte di nazioni altrettanto cattoliche, con diversi metodi (dominio diretto, vedi comunismo, guerre o carestie provocate).

Vado a memoria non necessariamente in ordine cronologico: nazioni cattoliche, greco ortodosse o copte, cui si è tentato di sradicare la fede:

Russia e paesi dell'est: comunismo.

Filippine e Cuba: americanizzazione da fine '800. Poi il lavoro a Cuba, continuato dal comunismo dagli anni '50).

Corea-guerra (pochi sanno di importanti minoranze cattoliche, fino ad allora, nell'attuale Corea del Nord)

Vietnam e Cambogia: guerra

Timor Est: guerra

Angola e Mozambico: guerre

Sierra Leone: guerra.

Etiopia (nazione copta): guerra, comunismo e carestia provocata negli anni '80

Giappone: guerra e bombe atomiche nei capisaldi cattolici (specie Nagasaki).

Spagna (guerra civile)

Messico: massacro dei "Cristeros" negli anni '20

sud Sudan (guerra/carestia)

Iraq, Siria, Egitto, Libano, Palestinesi (guerre e massacri).

Ripeto... TUTTI con presenze cristiane....


(continua)
....

Cangrande said...

...e me ne dimentico sicuramente..... Lo scopo ULTIMO è l'odio feroce verso la fede cristiana (non ci metto il protestantesimo, in quanto longa manus della massoneria).

Ora tocca al "cuore" della cristianità: l'Europa. E' la fase finale.
E con la complicità di un antipapa, per giunta....

Noi possiamo crederci o meno, in Dio e in Cristo Gesù, ma loro.....la "cupola" ci credono eccome (lo hanno messo a morte....). E per semplificare, per "cupola" possiamo pure dire "sinedrio".....
Ci credono eccome.....e per poter capire, dobbiamo ragionare come loro.... Altrimenti è inutile tentare di comprendere...

Dimenticavo.... gli unici due popoli/paese odiati dal sinedrio,pur senza significative o nulle presenze cristiane sono l'Iran e l'Afghanistan. Popoli FORTISSIMAMENTE identitari. L'Iran (a parte la triste parentesi dello Scià), da secoli mai invaso da nessuno e mai in guerra.

Gli afgani, probabilmente, il popolo più coeso, identitario (e feroce) sulla faccia della terra. E per questo odiati dai "soliti noti"...
Nei secoli, gli invasori, non sono MAI riusciti ad averne ragione, da Alessandro Magno agli inglesi nell'800 (Gengis Khan aveva solo un dominio nominale, ma neppure lui ci è riuscito veramente). E neppure oggi gli americani e i loro lacché. L'Afghanistan è indomabile (gli inglesi hanno subìto nell'800 le loro più devastanti sconfitte e massacri della loro storia. Taciuti pudicamente...). MAI stato colonizzato neppure nell'epoca d'oro del colonialismo.... L'unico !

********************************************************

Tanto per "alleggerire" il mio post, forse un po' raffazzonato, in quanto scritto di getto, una "chicca":
Solo una persona riuscì a domare gli afghani......ed era...udite udite..... UN NAPOLETANO !!!!
Tale Paolo Avitabile..... Sì... Un napoletano.

A tal riguardo, leggere: "Il napoletano che domò gli afghani" di Stefano Malatesta.
Una storia incredibile....!!!!

Nessie said...

Luigi, la Boldrini è una talpa (nemmeno troppo nascosta) dell'ONU nel nostro apparato statale. Ne rapprresenta infatti la terza carica istituzionale. Fu alto commissario ONU per i rifugiati ai tempi delle bombe Nato contro la Serbia. Pertanto, non l'hanno affatto messa lì per caso, bensì per accelerare la famigerata agenda mondialista.

Nessie said...

Massimo, grazie, conoscevo le dichiarazioni della Boldracca e vale in proposito quanto ho scritto poc'anzi a Luigi.

Purtroppo, mi sa che dovremo arrangiarci singolarmente. L'Italia la do per perduta. Vedremo se altre popolazioni europee mostreranno più orgoglio, fierezza, combattività e determinazione di quanto ne stiamo mostrando noi. A naso, direi che i meno arrendevoli siano i popoli dell'Est e della ex cortina di ferro. Forse perché sono più sensibilizzati al problema "dittatura totalitaria".

Nessie said...

Cangrande, esiste anche questo problema delle radici cristiane da sradicare. Ma sinceramente in Europa non hanno dovuto fare molta fatica, tenuto conto che la Chiesa in questo processo di dissoluzione ci ha messo del proprio. Come suol dirsi, le roccheforti si espugnano dall'interno.
Comunque direi che siamo a buon punto e con Bergoglio che plaude alle politiche gender, è stato dato il colpo di grazia.

Nessie said...

Un'altra cosa da specificare. La dottrina liberista e la dottrina marxista (comunismo e socialismo) hanno moltissimi punti in comune:

1) l'Internazionalismo contro il nazionalismo
2) il materialismo
3) l'economicismo.

Inoltre Marx fu studioso di economisti liberali inglesi come Adam Smith e David Ricardo.

La Boldrini nel video posto da Massimo, ripete un DOGMA che è insieme liberista e comunista: la libera circolazione degli uomini, insieme alle merci e al capitale. Non c'è da stupirsi che lei che proviene dal SEL di Vendola, abbracci dottrine in auge negli USA.

Cangrande said...

Con una coincidenza incredibile, è appena uscito un bellissimo articolo esplicativo di don Curzio Nitoglia, che avalla (in termini molto più dotti ed esplicativi), ciò che affermavo:

http://doncurzionitoglia.net/2015/08/25/nuovo-dis-ordine-europeo/

Nessie said...

Grazie, Cangrande. . “C’è molta logica in questa follia” (Shakespeare) diventerà anche il nostro motto. Purtroppo è così. L'unica cosa che possiamo fare data la sproporzione delle forze in campo è metterci nelle mani del Signore. Quelle degli uomini stanno facendo lo scempio che già vediamo fin troppo bene.

Anonymous said...

finalmente di comincia anche da qualche altra parte a sostenere la tesi della migrazione a scopo sostitutivo:

http://ilblogdilameduck.blogspot.it/2015/08/non-sentite-il-bisogno-di-120-milioni.html#comment-form

Z

Nessie said...

Era ora. Ma io della sinistra che fa autocritica (parlo della blogger Lameduck) mi fido fino a un certo punto. Manca pur sempre qualche tessera al loro mosaico. Comunque vedremo...

Nessie said...

PS x Cangrande. L'hai letta quest'ultima?

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/papa-benedice-i-libri-gender-allautrice-scrive-vai-avanti-1164130.html

Quando dico che le mani degli uomini stanno facendo degli scempi, dimenticavo di metterci l'Anticristo Bergoglio.

Cangrande said...

Sì Nessie.....
Ho lètto......... E' uno dei tanti piccoli "anticristo" sparsi nella storia dell'umanità.... Ma, negli ultimi 50 anni, pressoché TUTTI i papi lo erano....... Escluso Giovanni Paolo I Luciani....

Anonymous said...

Una preghiera ai giornalisti...se possibile...(un po' copiando Voltaire).
Evitate slogan fuori luogo ,tipo..."Esodo Biblico"per definire quello che sta succedendo... lega poco....Grazie.
Quando si parla del processo in atto che stiamo vivendo,i nostri giornalai(e lettori TG) parlano tutti di "Esodo Biblico"...i nostri cuori si inteneriscono con i riferimenti al Libro Sacro per eccellenza.
Un Popolo schavizzato che cerca la sua libertà,ed una terra dove poter vivere.
Va tutto bene(come ripetiamo noi..."parola del Signore") .
Ma la Storia(Magistra vitae) non finisce con l'esodo e il peregrinare di circa due/tre(???) milioni(*) di profughi nel Sinai..zona, poco ampia, desertica senza fiumi nè alberi,per circa 40 anni,mangiando manna e quaglie..C'è un seguito che viene trascurato ed è poco conosciuto..per la scarsa conoscenza della nostra Religione.
Basta leggere il sesto libro del Sacro testo :"Giosué".
Il Popolo finalmente liberò,entrò,alla fine, nella Terra Promessa,ma ..non si "integrò" con i locali preesistenti,anzi seguendo i desiderata dall'Alto,distrusse tutto,case e templi,e con una serie di guerre successive eliminarono buona parte degli aborigeni locali.
Dante direbbe..."Vuolsi così "colà" dove si puote ciò che si vuole,e più non dimandar"
E Io così faccio,non domando niente ,tranne continuare a farmela addosso.. essendo un locale aborigeno. che potrebbe fare(se il copione si ripete) una brutta fine.
Nella nuova versione di questo Film,su tuttaltro esodo..Sopratutto se non facciamo l'attenzione dovuta a chi e come ci entra dentro casa...fino ad oggi ancora nostra.
Saluti Mar
(*) i due/tre milioni dell'Esodo,vengono da un calcolo rapido.
In Numeri (1,46),i censiti sono 603.550..."solo quelli da vent'anni in su,solo uomini che potevano andare in guerra".Bisogna moltiplicare per 3 forse 4 questo numero,per tenere in considerazione vecchi e bambini maschi.. e le equivalenti femmine.
Per puro caso,quelli che ci arrivano sono prevalentemente maschi(scarse percentualmente le famigliole),buoni(nel vederli) per fare la guerra,gurra che parte dei quali effettivamente hanno in casa...ma che hanno deciso,per loro motivi di non combatterla..come spesso si usava..in passato.
Non è che dopo l'ondata dei maschietti giovani e forti,con sanatorie future,ci dovremo sorbire pure gli equivalenti ricongiungimenti????

Anonymous said...

Erdogan è responsabile delle migrazioni sui Balcani e l'Europa rischial'islamizzazione. Così parla Luttwak:

http://www.ilgiornale.it/news/politica/luttwak-leuropa-rischia-lislamizzazione-e-papa-non-capisce-1164627.html

Anonymous said...

Ma Bergoglio tira dritto con gli appelli all'accoglienza:

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/papa-basta-stragi-migranti-1164638.html

Z

Nessie said...

Z, Luttwak è da un pezzo che ce l'ha col papa e con la sua letale mossa a Lampedusa. Ovviamente L. persegue scopi diversi da quelli contenuti nelle nostre critiche a Bergoglio. Ma l'essenziale, per il momento, è che ce lo tolgano di torno. Ha veramente rotto, lui e Galantino.

Mar : "Non è che dopo l'ondata dei maschietti giovani e forti,con sanatorie future,ci dovremo sorbire pure gli equivalenti ricongiungimenti????"

Sta già succedendo. Specie in Francia.

Anonymous said...

Queste cose andavano URLATE ventanni fa , adesso e' tardi per sperare che "la politica" possa risolvere questo "problema" ; ci pensera' "la natura" con un bel " bagno di sangue" soprattutto di grassi vecchi e stupidi "europoidi" ( con gli italioti OVVIAMENTE in "pool position " )
ws

Johnny 88 said...

Uno dei "luogo-comunismi" che più mi fa imbestialire è quando attaccano con la tiritera "Ma anche gli italiani sono andati in America, in Francia, in Belgio, in Argentina etc.". Ecco, quando i piddioti e i clericali, che ormai son la stessa cosa, tirano fuori questa mi arriva il sangue al cervello perché è proprio completa disonestà intellettuale. I nostri nonni non erano disperati che andavano coi barconi, ma andavano a spaccarsi la schiena in posti quasi completamente deserti

Anonymous said...

Il guaio è che persino i valvassini vogliono farci accettare a forza questa invasione, l'assessora ferrarese che ci accusava di avere percezioni soggettive riguardo al senso di insicurezza dei cittadini ora afferma che il senso di insicurezza dovuto a condizionamenti dalla tv.Che facciamo? guardiamo solo i canali dei cartoni animati?Oppure censuriamo, censuriamo, censuriamo...come se non lo facessero,distorcendo le notizie.
Sempre a proposito della cosiddetta immigrazione il sindaco l'ha paragonata all'Olocausto, pare riferendosi all'indifferenza di tutti nei riguardi di entrambe le tragedie.
PS.
Mi sa che stiano tirando l'acqua al proprio mulino,è intervenuta l'Anticorruzione per un appalto poco chiaro ad una cooperativa che si occupa di accoglienza

Nessie said...

Ws, e chi diavolo si illude più che la politica e la democrazia elettorale possano portarci fuori da questo marasma spaventoso?!?
Purtroppo si dovrà arrivare a quei metodi... "naturali" cui fai cenno.

Nessie said...

Johnny88, ecco sentivo che la mia black list sui luogocomunismi e cattosinistrismi non era ancora completa e hai provveduto tu: "Ma anche gli Italiani sono andati in America ...ecc.ecc.".

Piccolo particolare. Ai tempi di Al Capone gli Usa pur di togliersi dalle palle certa feccia delinquenziale, arrivarono perfino a revocare la cittadinanza statunitense a quelli di seconda e terza generazione di provenienza italiana, contravvenendo a tutti i diritti acquisiti. Pochi lo ricordano in tempi di "ius soli". Solo il film di Howard Hawks "Scarface" (Lo sfregiato) del 1932.

Altro luogocomunismo?

"LI abbiamo sfruttati ai tempi delle colonie e ora si vendicano su quanto sono stati defraudati"

Nessie said...

Anonimo del commento delle 11, 17 pm, sei il Sauro? O il Paulus?

Ti dispiacerebbe metterti una firmettina?

Appunto: colpa della tv. Allora, meglio spegnere preventivamente, così ci risparmiamo un po' di cattivo fegato, tenuto conto che ormai siamo aL MIGRANTE SUPERSTAR e alle sue vicissitidini da libro CUORE dell'era globale: "Dalle Ande agli Appenini". Oppure dal "Kilimangiaro al Canale di Sicilia".

Anonymous said...

Scusami , ero convinta di aver firmato.
Maria Luisa

Nessie said...

Ah, già... Avrei dovuto capirlo, visto che parlavi di Ferrara. :-)

Ormai non passa un giorno senza che avvenga un omicidio per mano straniera.


http://milano.fanpage.it/coniugi-uccisi-a-brescia-i-due-presunti-complici-non-rispondono-aiu-giudici/

e questo non è forse un Olocausto? Valiamo così poco noi italiani?

Nausicaa said...

Sì, ormai è genocidio di popolo e il governo resta cinicamente indifferente alle nostre male sorti:

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/coniugi-massacrati-figlia-anche-colpa-dello-stato-1164753.html

è evidente che questa progressiva DECIMAZIONE degli Italiani è voluta e perseguita con spirito malvagio e crudele.

Nessie said...

Certamente. E la nostra classe politica è strapagata per dirigere questo genocidio. Ogni forma di ribellione a questo sterminio (nessun giornale si è mai preso finora la briga di abbozzare una mesta conta delle vittime in 10-15 anni a partire da questo delirio globalista ), verrebbe sanzionata come "xenofobia" in luogo di legittima e sacrosanta difesa. Dalla nostra parte non abbiamo proprio nessuno e nulla:

né stato
né Chiesa,
né magistratura,
né polizia, né carabinieri,
né istituzioni

E nemmeno un popolo unito e determinato nella difesa della propria incolumità e del proprio territorio.

Paolo said...

La faccenda dell'ivoriano lascia trapelare un'ulteriore mistificazione circa il "fuggono dalle guerre". Forse mi sono persa qualcosa, ma che guerre ci sono in Costa d'Avorio?

Anonymous said...

Io insisto sulle "definizioni",che non a caso i giornalai servizievoli,ai loro diretti padroni dei giornali e ancora più in alto, ai padroni dei loro padroni... "devono" usare nei loro articoli.
Nelle ultime guerre mondiali,in tutti i Paesi in guerra, dove c'era questa famigerata "guerra"....ci furono milioni di morti ..ognuno dalla propria parte.....E non erano guerre finte.....trasmesse in diretta in TV.
Per quel poco che so,dai racconti dei genitori,zii, parenti e conoscenti vari,che queste in queste guerre combatterono(e qualcuno c'è morto combattendo)...i giovani...poi i non più giovani...e alla fine anche i ragazzini...."dovevano"imbracciare il fucile e difendere il Sacro suolo della Patria ,i propri cari(mogli ,figli ,nipoti e vecchi),le proprie cose.
Da appena nato,mio padre e i miei zii che la guerra dovettero farla,saggiamente inviarono mogli e bambini "al paese dove i nonni avevano la loro casa natale....e la guerra passava lontana da quei luoghi montani.
Ebbene,per ciò che concerneva il vocabolario bellico ..le definizioni di "allora" erano...
I giovani e forti ,erano i "soldati" e avevano il "dovere"...fino al rischio della loro morte,di difendere la Patria....e noi: donne ,bambini e vecchi,tutti "fuggiaschi" in cerca di un luogo sicuro..."profughi"...ci chiamavano allora gli "sfollati".
Nessun sostegno statale,per mantenere i profughi/sfollati,in vita,ma solo aiuto reciproco tra parenti.
Forse di geopolitica ne capisco poco,e non sono aggiornato,ostico come sono,al variare della valutazione dei valori umani con il progresso mondialista....sono rimasto un po' al libro Cuore(Il tamburrino sardo,La piccola vedetta lombarda...)che ci facevaon leggere alle elementari.
Ma di" famigliole" di profughi,oggi, se ne vedono arrivare poche rispetto all' abbondanza di "soldati" mancati che non hanno scelto,come nei tempi andati una dura e talvolta eroica resistenza...ma quella un po' meno romantica di abbandonare tutto e tutti(cari compresi)per una vita,più tranquilla e economicamente più agiata.
Da aggiungere che troppi di questi nuovi arrivi,tutti giovani e forti e di religione e cultura,spesso, lontana dalla nostra,nemmeno scappano da zone di guerra..
E allora dov'è il trucco che c'è.... ma non si vede?
Non "abbocchiamo"..con la scusa confezionata ad arte...che è un affare... e c'è chi "ce magna sopra".
Chi ce magna sopra c'è...dopo averlo fatto mangiare(come da copione),viene rotolato all'ira delle folle,per accontentarle....abbiamo individuato i colpevoli.
"Ma" non sono quelli il motore primo dei traffici in atto...E nemmeno regge il fatto emotivo che si sventola a dismisura ,che sono profughi che scappano...perché hanno calcolato che chi sceglie di scappare dai paesi in guerra è al più il 20/30% del totale....
E poi sempre da calcoli fatti da altri,chi gli da a questo mixing di profughi e clandestini i 10/15mila euro per l'operazione"Esodo"che i trafficanti di schiavi(non solo gli scafisti,ma tutta la filiera dal paese d'origine al punto d'imbarco) pretendono per il viaggio(tutto incluso).
Dobbiamo cercare un po' più in alto il "motore" che muove questo traffico...e capirne la finalità...e a chi è preventivato il vantaggio di questa moderna invenzione di invadere in maniera diluita e digeribile gli Stati,senza provocare reazioni di rigetto.
Potremo pagare,a breve termine, caro il buonismo di "mestiere" predicato da alcuni alti prelati(anche loro,in fondo, devono giustificare i loro privilegi,facendo o meglio dicendo qualche cosa)
E lo chiamano"Esodo biblico"...
Saluti Mar

Nessie said...

Paolo "persa" o "perso"? ;-)

In Costa d'Avorio infatti non ci sono guerre come purein quell'Africa subsahariana. Hanno deciso semplicemente di meticciarci con genie un po' più scure, nel migliore dei casi. Nel peggiore, di accopparci.

Nessie said...

"Dobbiamo cercare un po' più in alto il "motore" che muove questo traffico...e capirne la finalità...e a chi è preventivato il vantaggio di questa moderna invenzione di invadere in maniera diluita e digeribile gli Stati,senza provocare reazioni di rigetto"

Scusa Mar, ma cosa stiamo facendo su questo blog da un po' di anni a questa parte?
Personalmente non faccio altro che denunciare le organizzazioni mondialiste preposte a questo marasma.

Nessie said...

Nomi e cognomi dei responsabili. Ecco qualche esempio eclatante sul fatto che non sono fenomeni spontanei :

http://lesobservateurs.ch/2015/06/13/la-migration-est-elle-vraiment-le-fait-de-desesperes/

Huxley said...

Ciao Nessie, vedo che ne avete già parlato..in ogni caso questo bel papotto gesuita e massone sta raggiungendo vette notevoli:

http://www.attivotv.it/il-papa-ogni-cristiano-deve-accogliere-un-immigrato/

p.s. io sono agnostico, per cui me ne sbatto abbastanza, ma per i credenti deve essere un bel supplizio

Nessie said...

Huxley, anche i "credenti" se ne sbattono, credimi. Giusto ieri sera parlavo con amici osservanti che mi hanno detto che la credibilità di Bergoglio per loro equivale a zero. Poi dopo questa sua sparata da fuori di testa, lo vedono come un devastatore di quel che resta della chiesa.

Senza contare il suo appello ad "andare avanti" rivolto a una scrittrice lesbica autrice di un libello sulle politiche "gender" da adottarsi nelle scuole. In situazioni normali un cattivo soggetto simile l'avrebbero rinchiuso in manicomio.

Paolo said...

"perso", ovviamente il persa era un refuso. Nonostante la labilità e il relativismo delle politiche gender sono un uomo.

Quanto al Vaticano, esso dispone di Pontificio consiglio della Pastorale per i Migranti. Che in termini laici corrisponderebbe a un ministero in pianta stabile per l'immigrazione. Perciò pensate voi quante ne sentiremo da qui al Giubileo.

Anonymous said...

"Personalmente non faccio altro che denunciare le organizzazioni mondialiste preposte a questo marasma."
E' vero sei da ammirare per lo sforzo continuo,a cercare i "colpevol(i)",e darci notizie e informazioni,condite di critiche costruttive per smascherarli..e..(come si diceva per una brutta malattia)..aiutandoci,perché"se li conosci li eviti".
Ma i colpevoli quotidiani,che ci sventolano in faccia,in cento modi(le TV, i giornali, le pseudosegrete rivelazioni shockanti)sono molti"...ed è un prassi antica rotolarne ogni tanto,qualcuno di "basso livello", all'ira delle folle(in genere i più fessi,vedi,nel nostro caso, le coperative).
Io temo,osservando l'andazzo, che ci sia al di sopra della cupola sotto la quale viviamo,e che ci è "consentito" osservare dal basso,un universo molto più grande sopra questa....e che la cupola serva sopratutto ad impedirci di investigarlo.
Il "motore" che ipotizzo Io è quello che coordina,tutti i gruppuscoli,più o meno consentici di osservare,e che alla bisogna decidono di svelare e/o sacrificare.
Penso che hai capito,che sono un patito della storia della Religione mia e dei miei Padri...e spesso mi accorgo che,è proprio nei Sacri testi che trovi risposte alle tue domande..
Due citazioni "a memoria" che cercano di spiegare i miei dubbi:
-Dall'Ecclesiaste...Ciò che s'è fatto si (ri)farà..perché "non c'è niente di nuovo sotto il sole"...in pratica cambiano le generazioni,le lingue, i costumi...ma non la sostanza dei fatti che vivemmo, viviamo e vivremo.
-A memoria da un Vangelo apocrifo(che però chi sà dove l'ho sepolto)..Una raccomandazione del Messia ai suoi Apostoli...
Non fate come i gentili(siamo Noi le Genti),che si mettono in mostra,perché,in difficoltà, saranno rotolati all'ira delle folle...siate prudenti,siate umili...perché gli ultimi "sono"i primi..
Con queste premesse hai voglia a cercare il motore immoto,con la speranza di trovarlo,che come direbbe il Sommo a chiusura della Commedia,"muove il sole e le altre stelle".
Saluti Mar

Faithful said...

A proposito di invasioni programmate linko una riflessione interessante: saranno i cattivi a salvarci,perché i supereroi (rigorosamente della Marvel e della DC Comics) ci vogliono tutti morti ed estinti

http://ilblogdilameduck.blogspot.it/2015/08/ci-salveranno-i-cattivi-perche-i.html?spref=tw

Niente che già non sappiamo ma alcuni punti è bene ribadirli visto che la propaganda di regime tende a farceli dimenticare,tipo quello del razzismo che è sempre reciproco e non "una ripicca crudele di noi indigeni brutti,cattivi,ignoranti e provinciali che non vogliono aprirsi al mondo".

Anonymous said...

se non fossimo, ormai, in un clima da caduta dell'Impero d'Occidente, direi che siamo alle comiche finali:
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/strasburgo-ci-condanna-3-clandestini-cara-1165210.html
Maria Luisa
PS
E per quanto l'mpero di Oriente bisognerebbe ricordare l'errore dell'imperatore Valente che permise ai Goti di oltrepassare il Danubio

Anonymous said...

se è OT cancellalo pure ma mi sembra interessante l'opinione del L'unità riguardo all'accoglienza:
è un articolo del 30 novembre 1946, di Piero Montagnani.
Non riusciremo mai a considerare aventi diritto ad asilo coloro che si sono riversati nelle nostre grandi città, non sotto la spinta del nemico incalzante, ma impauriti dall’alito di libertà che precedeva o coincideva con l’avanzata degli eserciti liberatori. I gerarchi, i briganti neri, i profittatori che hanno trovato rifugio nelle città e vi sperperano le ricchezze rapinate e forniscono reclute alla delinquenza comune, non meritano davvero la nostra solidarietà né hanno diritto a rubarci pane e spazio che sono già così scarsi. Questi relitti repubblichini, che ingorgano la vita delle città e le offendono con la loro presenza e l’ostentata opulenza, che non vogliono tornare nei paesi d’origine,perché temono di incontrarsi con le loro vittime, siano affidati alla Polizia che ha il compito di difenderci dai criminali. Nel novero di questi indesiderabili, debbono essere collocati coloro che sfuggono al giusto castigo della giustizia popolare jugoslava e che si presentano qui da noi, in veste di vittime, essi che furono carnefici.
Maria Luisa

Nessie said...

Scusa Mar, rispetto il tuo pensiero religioso, ma non puoi ogni volta metterti a salmodiare testi sacri in un blog che è eminentemente politico. Non so quante volte ho tentato di fartelo capire, ma vedo che , imperterrito, tiri dritto. Perché non ti apri un tuo blog personale così ci puoi dare il taglio che desideri?

Nessie said...

Paolo, Bergoglio superstar da qui al Giubileo sta rompendo di brutto. E ancor più rompe di brutto ci media che fanno da ripetitori.

Nessie said...

Maria Luisa, fino a che non ci tiriamo fuori da questo lager chiamato Ue, vivremo la giustizia di Acchiappacitrulli e ci toccherà essere sempre mazziati e sanzionati con pene pecuniarie stellari per ogni situazione incresciosa volutamente creata ad arte.

Nessie said...

Grazie Faithful, conosco quel blog ma non avevo ancora letto il post che mi hai segnalato.

Anonymous said...

Giusto per vomitare un po', Crocetta e Formigoni; quì:

"http://www.la7.it/in-onda/rivedila7/stranieri-la-sicilia-accoglie-e-il-nord-respinge-28-08-2015-161247"



Paulus

Nessie said...

Altroché! E il siculo Alfano sta cercando di piazzare legioni di "risorse" in Lombardia e Veneto.