23 March 2015

Il fisco fruga anche tra le mance familiari




Se questa non è dittatura! Ora l'Agenzia delle Entrate fruga anche tra i prestiti familiari. Sappiamo perfettamente che la famiglia è l'unico ammortizzatore sociale rimasto in circolazione in tempi di crisi, ma questo non sta bene all'Agenzia delle Entrate. I soldi tra genitori e figli non possono più circolare brevi manu, ma devono essere "giustificati". Bonifici fra genitori e figli o foglio informativo a cura  della stessa Agenzia delle Entrate.  Più sudditi di così.... Dev'essere anche per questa ragione che la  famiglia viene sempre più messa in croce. Si tassa l'eredità. si tassano le regalie tra genitori e figli (l'accusa preventiva dei "bamboccioni", doveva servire a questo), si tassa la casa d'abitazione, costringendo molti cittadini alla svendita. Ma leggete questo pezzo  

In tempi di crisi non sono pochi i genitori che offrono sostanziosi aiuti economici ai figli per permettere loro di comprare una casa, un’auto o avviare un’attività. Tuttavia da oggi non basterà più dire “me li hanno dati i miei”: quando si riceve una somma di denaro da un parente, la si dovrà dichiarare all’Agenzia delle Entrate.

La ragione ovviamente sta nel certificare la provenienza del denaro, per evitare che il Fisco individui la somma come “denaro in nero” e vi venga a chiedere di pagare delle tasse su questi capitali. Questa non è una novità, bensì una conseguenza dell’applicazione del redditometro, capace di monitorare il volume di spesa dei contribuenti e, grazie all’anagrafe tributaria, anche ogni movimentazione bancaria in entrata o in uscita dal conto corrente.

Mettiamo il caso in occasione di un compleanno, un parente regali una somma in denaro e che la persona che la riceve, decide di investirla nell’acquisto di uno smartphone da 800 euro. Dato che l’Agenzia dell’Entrate sa qual è il reddito di quella persona, equivalente alla somma necessaria per comprare lo smartphone, ipotizza che sia impossibile che si decida di destinare l’intero ammontare della mensilità in un telefono. Parte dunque l’accertamento, sulla base dell’ipotesi che quel denaro speso per il cellulare provenga da redditi non dichiarati. Questo potrebbe guastare la festa di compleanno al festeggiato. 
http://www.informarexresistere.fr/2015/03/19/allucinante-prestiti-tra-familiari-bisogna-dichiararli-allagenzia-delle-entrate/

Frattanto la tagliola automatica  introdotta dalla Fornero  si è messa in funzione nelle pensioni di vecchiaia. Ogni volta che l'obbiettivo per raggiungere la tanto agognata mèta si avvicina...zac!...ecco scattare la trappola che allontana il traguardo di altri mesi.


Elsa Fornero ritorna: dal primo gennaio 2016 si dovranno attendere quattro mesi in più per andare in pensione. E' quanto risulta dall'adeguamento dei requisiti previdenziali all'aspettativa media di vita, introdotto da una legge del 2010 del governo Berlusconi con cadenza triennale. Una legge che fu accelerata proprio dalla riforma Fornero, che ha deciso che dal 2019 l'aggiornamento avvenga ogni due anni.
La ratio - Nella logica del legislatore l'adeguamento serve alla sostenibilità finanziaria del sistema, poiché più si allunga la durata di vita più tardi si va in pensione. (fonte Libero).

L'Italia non è un paese per giovani (emigrano e non possono nemmeno più ricevere del denaro  che non  sia "giustificato" dal fisco, da parenti e genitori);  non è un paese per vecchi (non vanno più in pensione e chi ci va prende una miseria).  
Più semplicemente, non è un paese per Italiani.  

21 comments:

Pier Paolo said...

Il rimedio per ora c'è. Fare regalie ai figli in contanti. In attesa che ci tolgano quel poco di cash che ci è concesso.

Nessie said...

L'hai detta. "Per ora". E comunque è il principio di interferenza dell'Agenzia delle Entrate che è del tutto aberrante.
La figlia di mia sorella si è sentita richiamare dall'Agenzia delle Entrate per chiederle conto di come riuscisse a mantenersi la casa a lei donata regolarmente davanti a notaio dai suoi genitori, se non ha un lavoro. Oltre a non metterti nelle condizioni di poter LAVORARE, ti chiedono anche CONTO su come ti mantieni.

Massimo said...

E a perseguitare i cittadini sono gli stessi dirigenti dichiarati illegittimi. Chissà se chiederanno loro di restituire gli emolumenti percepiti e non dovuti ...

Nessie said...

Massimo, ormai l'Agenzia delle Entrate è una vera e propria associazione di strozzinaggio conclamato. I cittadini si stanno svegliando e hanno tanti di quei ricorsi e di quei contenziosi da collassare.

Anonymous said...

Tre dirigenti su quattro di Equitalia sono stati considerati illegittimi e molti cittadini hanno pagato cartelle emesse da farabutti:

http://www.leggioggi.it/2015/03/19/dirigenti-illegittimi-entrate-come-sapere-se-cartella-nulla/

Z

Johnny 88 said...

Stalin era un dilettante al confronto di Equitalia

Nessie said...

Qui l'elenco completo dei 767 funzionari illegittimi di Equitalia. Salvare, conservare e verificare se una cartella pazza quietanzata, recava una di queste firme. Nel qual caso è d'obbligo RICHIEDERE la restituzione dell'esborso.

http://www.newspedia.it/i-nomi-dei-767-dirigenti-bocciati-dalla-corte-costituzionale-cartelle-equitalia-inesistenti/

la Gazzetta Ufficiale ne ha dato conto.

Nessie said...

Stalin e la DDR non sono riusciti a completare l'opera. Va detto che nel consiglio di amministrazione di Equitalia ci sono ben 13 banche. E' la privatizzazione del "recupero crediti", Bellezza!

Nessie said...

Errata corrige: sono 40 le banche che ne compongono il Consiglio:

http://it.wikipedia.org/wiki/Equitalia

Aldo said...

Son qui che aspetto che, dato che sono un tremendo taccagno, mi si convochi per "giustificare" come posso vivere spendendo così poco. Già, perché c'è da aspettarsi che a chi si discosta dalle tabelle di spesa media venga chiesto di giustificare l'eccesso di parsimonia, ipotizzando un secondo reddito non regolare e non denunciato. In altre parole, chi non preleva un tot al mese secondo le "medie" presunte, e dando [erroneamente e strumentalmente] per scontato che uno non possa vivere al di fuori d'una "media", per un sistema bacato deve avere altre fonti d'entrata. Non è ammesso neppure immaginare che uno possa schifare l'immondizia che c'è in circolazione e fare a meno di buon grado di parte degli aquisti "medi".

Che dici, Nessie, sono tanto fuori strada?

Nessie said...

Fuori strada? Stai scherzando?! Mia nipote disoccupata e pazialmente sussidiata da mia sorella, ha dovuto rendere conto eccome! Perché una come lei che coltiva l'orto, si fa i biscotti in casa non rientra nei parametri.

Un parsimoioso non può essere parsimonioso e un prodigo che si vuole sputtanare i suoi quattrini (cavoli suoi) non ha la libertà d'essere prodigo, perché gli scatta lo "spesometro".

Anonymous said...

@ Pier Paolo



Pier Paolo said...
Il rimedio per ora c'è. Fare regalie ai figli in contanti. In attesa che ci tolgano quel poco di cash che ci è concesso.

====

Un modo quasi certo per farsi chiamare in Agentrate e giustificare spese non congrue al reddito dichiarato.

Se le tue spese ( quelle del figlio che riceve regalie non dichiarate ) sforano del 20% il reddito dichiarato rischi di venire convocato a giustificare.

Nel caso peggiore parte l' accertamento.

Ciao

Paulus

Pier Paolo said...

Paulus, intendevo riferirmi evidentemente a cifre piccole e in modo non continuativo.
Certo che la Stasi in confronto è quasi una dilettante.

Nessie said...

Film consigliato per la bisogna :

"Das Leben der Anderen" ("Le vite degli altri").

Aldo said...

Certo che costringere la gente a creare "fondi neri" anche solo per far quadrare un bilancio familiare è un risultato notevole...

Nessie said...

In effetti sì, fanno davvero venire il vomito per la loro ottusa ipocrisia.

Stasera ne ho saputa un'altra su terreni agricoli di alta montagna tassati a IMU. Se li coltivi hai lo sgravio fiscale; se ne sei proprietario ma sei in pensione (ti lascio immaginare che ricca pensione può avere un agricoltore), beh...allora paghi il doppio. Questi sono solo dei fetenti espropriatori. E tutto quanto ho inventariato finora fa parte di un unico lurido piano: l'ESPROPRIO.

Nessie said...

Controllare, vessare per poi pignorare e portar via. A quando la giusta dose di randellate nelle loro costole?

Anonymous said...

In Inghilterra è passato il procedimento del whistleblowing, cioè le soffiate delatorie tra colleghi. L'Agenzia delle Entrate lo ha adottato anche qui da noi. E fino a che si spiano tra di loro, ma poi...

http://www.leggo.it/NEWS/ECONOMIA/corruzione_pubblica_amministrazione_spioni/notizie/1205241.shtml

Z

Nessie said...

Se ne parlava giusto fino a poco tempo fa con un amico che è stato nella DDR. Loro spiavano avendo per lo meno il pudore di nascondersi. Nel mondo "libero" invece si spia per il BENE dell'azienda. O dello Stato-Azienda.

Nessie said...

PS: a proposito di spie, spioni e spiati, alla Fincantiere di La Spezia si sciopera perché con la scusa della sicurezza vogliono mettergli il microchip alle scarpe:

http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2015/03/24/ARtIphuD-fincantieri_proteste_microchip.shtml

Anonymous said...

Ho il sospetto che sulle pensioni sia in atto una bellissima truffa; infatti si parla di "aspettative di vita dalla nascita": ??? Dovrebbero semplicemente prendere l'eta' dei deceduti, nel 2014 ad esempio, e calcolarne l'eta' media, quella sarebbe la attuale durata media della vita e con essa fare i dovuti calcoli. Fanno cosi'? Dubito molto, ma invito tutti ad indagare. Non si capisce perche' si dovrebbe campare di piu' dei nostri genitori e nonni che hanno mangiato meglio, sono stati in condizioni economiche e di stress migliori , almeno negli anni 1960-2000. Non c'era prima l'inquinamento di ora , l'unica cosa rimasta uguale sono forse le big farma, a fare muro contro le scoperte scientifiche economiche. Poi che sia in grado di stabilire gli allungamenti della vita in futuro un governo 5-10 anni prima, e non si era sbagliato per nulla, e che sono, veggenti?...suvvia...

Caposaldo