09 July 2014

Il Grande Scippo



«... e già la Commaraccia secca de strada Giulia arza er rampino» (Gioachino Belli)


Odio l'estate; anzi no, la amo anche troppo. Ma so bene che purtroppo, tra un tuffo in mare e l'altro, è la stagione nella quale chi sta sulla torre di controllo, ha tempo e modo di organizzare qualche nefandezza a nostro detrimento. I Mondiali di calcio, a questo proposito sono un'ottima arma di distrazione di massa. L'articolo di Zero Hedge segnalatomi in precedenza da Silvio e ora anche  tradotto in Italiano tramite il sito Comedonchisciotte, già ripreso da più siti online, parla chiaro: è in atto un Grande Scippo su scala planetaria. "Socialismo globale", lo chiama l'autore. Un socialismo grottesco alla Superciuk, il fumetto di Bunker & Magnus nel quale uno spazzino rubava ai poveracci per dare ai ricconi. Ottime informazioni che ovviamente non verranno mai riprese dalla nostra vergognosa e omertosa stampa, preoccupata solo di montare scandali a sfondo sessuale. L'unico errore di analisi che imputo all'articolo è non aver "americanamente" compreso che il "socialismo" e "capitalismo finanziario" non sono affatto in antagonismo né oggi né in passato. Essi si nutrono l'uno dell'altro e ne sono ad un tempo il complemento e il necessario contraltare, in un'incessante dialettica degli opposti che si ricongiunge in simbiosi. "Ben lungi dall'opporsi alle rivoluzioni, la grande finanza e la grande banca le hanno spesso sorrette" (...) ,"Gli storici conoscono, tra l'altro, il dispaccio, partito da Stoccolma il 21 settembre del 1917 e indirizzato a Trotzkij, con cui la banca Warburg (i cui padroni erano imparentati con Jacob Schiff e associati a lui in affari) comunicava di avere depositato sulle banche svedesi una grande somma per le spese dei rivoltosi". Questi ed altri episodi sono stati rievocati, con precisione e con ampiezza, anche da Solzenicyn nel suo "Lenin a Zurigo" - scrive Vittorio Messori in un memorabile articolo dal titolo "Capitalismo e comunismo" che consiglio di leggere, rileggere e meditarvi sopra.
Ecco dunque il pezzo da Zero Hedge che va letto per le informazioni che offre (tutte allarmanti per i nostri destini!) . Ovviamente la nostra carta stampata e i media mainstream tacciono, coprono e acconsentono a questa rapina internazionale senza precedenti. E' troppo!

FMI: E' CHRISTINE LAGARDE LA DONNA PIU' PERICOLOSA DEL MONDO?

di Tyler Durden

Per ridurre l'enorme debito nazionale, l'FMI spiega ai governi che hanno il diritto di requisire direttamente i risparmi dei cittadini. Non importa che si tratti di pensioni, di risparmi, di assicurazioni o di immobili, basterà buttare i default statali sulle spalle dei cittadini. Non c'è nessuno che si stia preoccupando di dare uno sguardo alla struttura in sé - per quello che è realmente - e che, per questo motivo, non potrà mai funzionare.

Il loro socialismo non serve per aiutare i poveri contro i ricchi, ma per aiutare il governo contro il popolo. Hanno cambiato il significato alle parole.

Sono andato a guardarmi i verbali e mi sembra che di questi tempi l'organizzazione più pericolosa in circolazione sia il FMI, al cui timone è la francese Christine Lagarde, che ha presentato un'agenda di tagli del debito - per gli Stati ultra-indebitati - che, se implementati, potrebbero compromettere effettivamente il futuro delle persone, provocando sbilanciamenti sui conti per le pensioni basati sulle assicurazioni vita, sui fondi comuni e su altri tipi di regimi pensionistici e comunque, propone di estendere arbitrariamente la scadenza del debito in modo da non poterlo riscattare. Sì, avete letto bene, l'ultimo documento del FMI descrive in dettaglio esattamente come d'ora in poi si può autorizzare l'espropriazione dei beni del settore privato e di chi ha investito in titoli di Stato, per pagare i debiti nazionali di governi socialisti.
Ho sentito svolazzare anche un'idea, che dovrebbe essere ancora scritta a matita, sul debito nazionale degli Stati Uniti che si potrebbe facilmente compensare requisendo tutti i fondi pensione del paese. Qui c'è un progetto straordinario che butta a mare qualsiasi congettura fatta finora sull'acquisto di titoli di stato. Il documento di lavoro del FMI datato dicembre 2013 afferma coraggiosamente:
Fare un distinguo tra debito estero e debito interno può essere molto importante. Il Debito interno, emesso in valuta nazionale, può offrire molte più possibilità in un default parziale di quelle che offre il debito in moneta estera - denominato appunto debito estero. Si è già parlato di Repressione finanziaria: i governi possono spalmare il debito su fondi delle pensioni locali fondi e su compagnie di assicurazione, costringendoli per legge ad accettare tassi di rendimento molto più bassi di quelli che potrebbe ricavare facendo altri tipi di investimenti. "
( pag. 8 : IMF-Sovereign-Debt-Crisis)

Già nel mese di ottobre del 2013, il Fondo Monetario Internazionale, ha consigliato di gestire la crisi dell'euro aumentando le tasse. Il FMI ha fatto pressioni per imporre una tassa sulla proprietà in Europa, da esigere dai paesi in cui non esiste ancora questo tipo di tassazione. Il FMI ha spinto per una "tassa sul debito"generalizzata per un importo del 10% per ogni famiglia della zona euro, anche su quelle famiglie che dispongono solo di modesti risparmi.

La gente è cieca....(leggi tutto)


                                          Altra lettura sul tema: FMI, peggio della Nato


 
 
 
 

49 comments:

Johnny88 said...

So che nel Regno Unito la sigla IMF (sigla in inglese dell'FMI) è chiamato spregiativamente "International Mother Fucker", ovvero Internazionale dei Figli di P*****a. Diciamo che lì si ricordano ancora di quando dovettero chiedere il prestito al Fondo negli anni '70 con il governo Callaghan (ovviamente di sinistra, ça va sans dire, quelli sono uguali in ogni luogo del pianeta). Sono veramente un'associazione per delinquere come ricordano fin troppo bene in America Latina, in Malesia e in Corea del Sud. Comunque il problema non è la Lagarde, che è una strega per carità, ma è proprio la struttura dell'FMI che è impregnata di una ideologia distruttiva. Sono i tecnici e i burocrati che lavorano da decenni in quel postaccio ad averlo reso l'istituzione venefica che è. Non è che cambiando il "capo" del FMI cambi qualcosa, è proprio l'arto completo ad essere in putrefazione e a necessitare d'urgente amputazione.

Massimo said...

Ho molti dubbi sull'accostamento del comunismo/socialismo con il capitalismo finanziario. Vedrei meglio una distinzione tra il capitalismo tout court (buono) e quell'aborto che è nato dall'avvento dei "manager" che non sono imprenditori, ma impiegati profumatamente pagati per comandare e che addormentano i "padroni" con i dividendi, salvo poi svuotarne la proprietà. Però condivido il punto per cui la Lagarde, in quanto presidente dell'FMI, sia pericolosa, perchè l'FMI, come nel suo ambito l'UE, è l'URSS di questo inizio millennio. Rappresenta l'internazionalizzazione dell'economia che si sposa benissimo con l'internazionale comunista. Non a caso Napoletano ha sbracato, parlando della Grande Guerra, contro i Nazionalismi che rappresentano il vero pericolo e nemico per gli internazionalisti vecchi e nuovi. Napolitano ha dimostrato che lui non ha titolo per celebrare la Grande Guerra, visto che appartiene ad una parte politica che ha osteggiato l'intervento Italiano e la nostra Vittoria. Ma, soprattutto, ci dimostra che solo riscoprendo i Valori Tradizionali, che partono dal Nazionalismo, dalla Sovranità, dall'Indipendenza Nazionale, è possibile opporsi ai manager tipo Lagarde, che sono solo parassiti di ricchezze create dalla fantasia, dal rischio e dai soldi altrui.

Nessie said...

Johnny88, sono sostanzialmente d'accordo che l'FMI sia il becchino e pignoratore dei popoli e degli stati.
Ma la liquidazione repentina di DSK con lo scandalo confezionato su misura, e la sua sostituzione con la Lagarde, mi lascia pensare come al peggio non ci sia mai fondo. Inoltre non dimentichiamo "le quote assassine", dato che in quanto "rosa" diventano pressoché INTOCCABILI.

Nessie said...

Caro Massimo, la storia è storia e un Solzenicyn che dopo aver patito il Gulag, ha patito anche l'ostracismo e il gulag editoriale, mi fa propendere per questa tesi. Non credo che il fatto che sia stato a lungo tenuto così nascosto sul piano della diffusione dei suoi libri, sia solo perché fosse un normale "anticomunista". Questo potrebbe essere stato solo da noi in Italia, dove abbiamo avuto il più imponente Partito comunista d'Europa e d'Occidente. Ma non nel mondo. Ma il fatto è che molti dei suoi scritti non circolano nemmeno oggi. O circolano pubblicati da piccole case editrici reperibili solo on line. Come "Lenin a Zurigo" e i due volumi storici "Due secoli insieme".

Però visto che asserisci sulla fantafinanza che "rappresenta l'internazionalizzazione dell'economia che si sposa benissimo con l'internazionale comunista", allora dico che sei sulla buona strada :-).
Inoltre chiediti anche perché l'FMI viene sempre diretta da socialisti e comunisti. Padoa Schioppa, fu comunista in gioventù e poi superministro dell'Economia del governo Prodi. Strauss-Kahn, socialista.

Quanto alla Lagarde, è vero, proviene dall'UMP e rompe la tradizione de sinistra, ma le biografie dicono che dopo la laurea lavorasse come stagista per il deputato statunitense William Cohen, che successivamente verrà nominato Segretario della Difesa dal Presidente Clinton. Come vedi, le coincidenze si sprecano.

SILVIO said...

Mi compiaccio con te, Nessie,
È ottimo il tuo cappello sull'articolo di Tyler Durden .
Prima di entrarne nel merito, apro una parentesi su quel blogger.

Tyler Durden non esiste fisicamente, pur se il suo avatar (il viso di un giovane yankee, risoluto e pronto a sparare a chi tenta di rubargli il cavallo, la fattoria, la liibertà e la vita ) potrebbe suggerire il contrario.

Tyler Durden è, in verità, un nickname ispirato al personaggio principale del film “Fight Club”, diretto da David Fincher e basato sull'omonimo romanzo di Chuck Palahniuk.

Mentre “Zero Hedge” è concretamente un sito web di notizie ed aggregatore di contenuti , che dispone di circa 40 redattori specializzati nelle materie economiche.
Un suo difetto? Sponsorizza troppo l'oro come moneta, dimenticando che è invece una merce preziosa nonché una barbara reliqua monetaria dei tempi che furono.

Per il resto, trattasi di gente molto in gamba seguita da 2 milioni di utenti al mese.
Durante un recente dibattito televisivo dedicato ai temi economici, “Zero Hedge” ha fatto vedere i classici “ sorci verdi” al “reverendissimo gesuita” Mario Draghi.
Il che non è da tutti .

Nessie said...

Grazie Silvio. Per caso, che tu sappia, proviene dai gesuiti pure la Lagarde?
Leggo nella sua biografia: "Elle passe son enfance au Havre, où elle reçoit une éducation catholique. Elle étudie au lycée François-Ier puis au lycée Claude-Monet du Havre"

Strani cattolici davvero!

Nessie said...

Non posso inoltre che far notare all'incredulo Massimo, altre "strane" coincidenze circa i legami tra socialismo e finanza: la London School of Economics è di ispirazione fabiana (socialismo della Fabian Society) è frequentata dal "rampollame rosso" di casa nostra, come nel caso dei due Lucrezia e Pietro Reichlin, figli del comunista Alfredo Reichlin e dell'ultra comunista rifondarola Luciana Castellina.

Inoltre durante le misure lacrime e sangue applicate in Grecia dal FMI e dalla Troika, quando scoppiarono disordini duri (la lotta di classe) contro il Parlamento greco capeggiati da Syriza, gli oligarchi alzarono i calici e brindarono rassicurati. E non è una mia metafora. Che significa tutto ciò? Che la "lotta di classe" è proprio la risposta (inefficace) che essi vogliono.

Anonymous said...

Leggo nell'articolo d'apertura
"La proposta del FMI arriva durante la Coppa del Mondo sicuri che la stampa non la seguirà molto attentamente perché la gente comune si preoccupa più di chi vincerà la coppa che di un attentato furtivo sulle loro vite."
Vorrei puntualizzare,che ciò non è dovuto,ad una superconoscenza della psicologia delle folle,dei vari "giornalai" di regime(per vendere qualche copia in più)...ma di un "must"al quale(da poveri "impiegati") "devono" ubbidire se vogliono vedere uno stipendio versato sul loro Conto Corrente....alla fine del mese.
E' noto che quelli che volessero schiavizzare il mondo...si preoccuperebbero(come casta) di possedere "tutti" i mezzi di comunicazione(Vedi p.e. in passato.. Goebbels in Teutonia o in maniera minore il Minculpop di nostra conoscenza)....
Oggi giornali(tutti), TV, cinema, libri,etc... liberi di avere opinioni anche opposte tra loro,(che alla fine generano la disgregazione della confusione )...sono fiumi "diversi" che sgorgano dalla "stessa" sorgente.
Il modo di operare flessibile...a seconda del luogo e le sue condizioni.
-o come in passato..."Tutti per uno... uno per tutti"(vedi il tipico Nazismo)...o come oggi "tutti contro tutti"...in modo che non si ricreino i mostri del passato,(così difficili,poi, da eliminare...comunismi,nazismi... etc...).
In tempi di Democrazia ,da Noi. bontà loro ...ci hanno "concesso"..il diritto al mugugno.....più qualche briciola....una tantum.
.Il nostro Campione.....peraltro autoelettosi ad "uomo della provvidenza",di turno(anche se,talvolta, in pessimo/comico inglese,quando deve esprimere idee non preconfezionate),viene lasciato parlare,fare battute...che(agli occhi dei più ingenui) ci fanno sembrare liberi....ma alla fine...dopo tanto chiacchierare...come prima,peggio di prima.
Il debito pubblico,pluridecennale... comunque costruito,comunque contratto...spesso per iniziative inutili,dannose,mai finite,antieconomiche,con mazzette astronomiche.....tra una combine di corrotti e corruttori.....(vedi l'inflazine galoppante di notizie fresche di imbroglioni,di turno, che hanno mal gestito i nostri"sudori della fronte".....
ebbene questo gruzzolo in mano dei nostri "investitori"transnazionali...VA PAGATO SENZA SE E SENZA MA....e prima di subito.
e se ci(o gli) fa piacere fare battute contro gli strozzini....facciamole pure
l'Oro se ne "sbattono"....basta che tiri fuori i soldi inscritti in lista...
VUOLSI COSI',COLA' DOVE SI PUOTE CIO? CHE SI VUOLE....."E(per piacere) PIU' NON DIMANDAR"....altrimenti si arrabbiano...e vanno a scoprire altarini...come ormai ci hanno abituato.
Saluti Mar

Nessie said...

Vecchio discorso, quello della stampaglia prezzolata. Lo diceva perfino un famoso spin doctor, John Swinton:

"Che follia fare un brindisi alla stampa indipendente!

Ciascuno, qui presente questa sera, sa che la stampa indipendente non esiste.

Lo sapete voi e lo so io: non c’è nessuno fra voi che oserebbe pubblicare le sue vere opinioni, e, se lo facesse, lo sapete in anticipo che non verrebbero mai stampate.

Sono pagato 250 dollari alla settimana per tenere le mie vere opinioni al di fuori del giornale per il quale lavoro.

Altri fra di noi ricevono la stessa somma per un lavoro simile.

Se io autorizzassi la pubblicazione di un’opinione sincera in un numero qualunque del mio giornale, perderei il mio impiego in meno di 24 ore, come Otello.

Quest’uomo sufficientemente pazzo per pubblicare un’opinione sincera si ritroverebbe tosto su una strada alla ricerca di un nuovo impiego.

La funzione di un giornalista è di distruggere la Verità, di mentire radicalmente, di pervertire, di avvilire, di strisciare ai piedi di Mammona e di vendersi egli stesso, di vendere il suo paese e la sua gente per il proprio pane quotidiano o, ma la cosa non cambia: per il suo stipendio"


http://www.veja.it/2008/12/08/i-giornalisti-uccidono-la-verita/


SILVIO said...

Nessie,
“strani cattolici”?
E lo credo che sono strani: sono i seguaci di Saulo di Tarso e di Ignazio di Loyola, non di Gesù Cristo.

Circa Lagarde: educazione paolina “sì”, istruzione gesuitica “giammai”.

Difatti, ai pargoletti del marrano Loyola garba soprattutto istruire i maschietti. Questione di gusti.

Ecco alcuni nomi di allievi gesuitici famosi:
Mario Draghi – Mario Monti- Jean Claude Juncker – Herman van Rompuy – Manuel Barroso - Mariano Rajoy – Jean Claude Trichet.

Sbaglio se affermo che essi sono tra coloro che si sono più distinti nel provocare le nefandezze che i Popoli europei hanno subito e stanno subendo, vite distrutte e suicidi compresi ?
È il frutto dell'insegnamento gesuitico, che diamine!

Chiudo con la Lagarde.
Gran parte del suo successo lo deve a DSK.
Cosa ci avrà trovato di attraente quel “cochon” di Dominique nell'ossuta Christine, non so.

Nessie said...

"Gran parte del suo successo lo deve a DSK.
Cosa ci avrà trovato di attraente quel “cochon” di Dominique nell'ossuta Christine, non so".

Ma perchè? Non mi dire...sono stati amanti? NO!!? Non ci posso credere :-)))

Rimanendo sul gossip, è stata in odore di amante anche con Sarkò, secondo alcuni tabloid. I quali si sono basati su alcune sue dichiarazioni di questo tipo:

"Caro Nicolas, molto brevemente e rispettosamente
1) Sono al tuo fianco per servirti e per servire i tuoi progetti per la Francia.
2) Ho fatto del mio meglio e ho potuto fallire periodicamente. Te ne chiedo scusa.
3) Non ho ambizioni politiche personali e non desidero diventare un'ambiziosa servile come tanti di quelli che ti attorniano, la cui lealtà è talvolta recente e talvolta poco durevole.
4) Utilizzami per il tempo che ti conviene e che conviene alla tua azione di assegnazione dei ruoli.
5) Se mi utilizzi, ho bisogno di te come guida e come sostegno: senza guida, rischio di essere inefficace, senza sostegno rischio di essere poco credibile. Con la mia immensa ammirazione. Christine L."

UHmmm...sara vero? ;-)

Nessie said...

Scherzi a parte, quei gesuiti che hai citato, meriterebbero tutti in massa la decapitazione. E i "paolini" pure.

Anonymous said...

Per Silvio
Quando andavo alle primarie Io,a Roma....alle scuole di Preti(sfortunatamente per noi)si accettavano solo maschietti.
Vedi il Massimo,S.Giuseppe,il Nazareno(!!!)....altre.
Da circa trenta anni accettano anche le femminucce.
Tre note.....
-molti ottimi professionisti sono usciti da queste scuole...e non necessariamente creduloni o baciapile,nella loro vita pratica.
Certo ci sono anche eccezioni,come alcune da voi evidenziate"....ma questo succede in tutto il mondo....se si pensa ad illustri exalunni gesuiti del passato(Voltaire,Robespierre,Stalin,Castro...Capoccione era exalunno salesiano)
-Conosco tante valentivalide professioniste che provengono da queste scuole....non hanno affatto acquisito un comportamento tutto casa e chiesa...sono uguali alle altre.
-Per Lagarde non so niente....ma sò di certo che a Roma tante figliole(e bambinetti) dei Leaders dei partiti "democraticj"(comunisti...quelli veri....allora dichiaratamente "atei"...andavano alle scuole più"in"delle monache di Roma.
Tra le persone "inette" che da un settantennio sgovernano l'Italia,tanti/troppi vengono dalle scuole pubbliche,quindi tentare di fare una statistica delle capacità o tendenze etico/professionali sul tipo di scuole medie frequentate da tecnico)non la trovo valida....invece qualche dubbio mi rimane sugli studi superiori,effettuati in certe Università,piuttosto che altre.
Saluti Mar

SILVIO said...

«Ma perchè? Non mi dire...sono stati amanti? NO!!? Non ci posso credere :-)))»
Mais oui, Nessie, mais oui.
Quando si trattava di donne, Dominique non ne lasciava scappare una.
Bella o brutta che fosse, non faceva differenza: gli bastava che respirasse! Un vero “cochon” assatanato coi fiocchi e controfiocchi, al pari di Bill Clinton.

Questo suo irrefrenabile “vizietto” era noto ai suoi nemici, i quali gli tesero nel 2011 una “trappola di miele” al Sofitel New York Hotel, grazie alla complicità della cameriera
Nafissatou Diallo.

Risultato: DSK venne arrestato e processato, fu costretto a dimettersi da direttore generale del FMI , venne abbandonato dalla ricca moglie, gli fu impedito di candidarsi per le presidenziali francesi e cadde in discredito presso i Rothschild, suoi antichi padroni.
Oggi è il consigliere economico del governo della Serbia.

Non conoscevo quei dettagli intimi tra Lagarde e Sarkozy: vedrò se mi riesce di verificare.
Ma Sarkò mi sembra piuttosto “leggerino” come amante latino.
Chiamiamolo “L'uomo che ama(va) guardare” e non se ne parla più.

Nessie said...

Pazzesco! :-) Questa della Commare secca mi mancava. Ma come le sai 'ste robe?! Diciamo che hanno avuto un bello stomaco entrambi. E dire che con fare austero nell'insediarsi al FMI ebbe a dire che con lei ci sarebbe stato meno "testosterone" al Fondo.

Sì, mi ricordo perfettamente la dinamica dello scandalo DSK, dato che ai tempi ne parlammo a lungo pure da Foa. Ora Depardieu veste i suoi panni in un film di Abel Ferrara, e Jacqueline Bisset farà la parte di sua moglie Anne Sinclair:

http://www.blitzquotidiano.it/video/gerard-depardieu-strauss-kahn-trailer-welcome-to-new-york-1867084/

Ovviamente non poteva che scattare l'accusa di "antisemitismo", poiché criticare un cochon non si può:

http://www.ilgiornale.it/news/spettacoli/accuse-antisemitismo-film-su-strauss-kahnil-caso-welcome-new-1020226.html

SILVIO said...

MAR,
sapevo dell'apertura delle scuole dei gesuiti alle allieve.
Ma c'è l'istruzione generica e quella dedicata.
Quest'ultima è riservata in genere agli uomini destinati ad occupare posizioni strategiche nella società.
Ergo: ai futuri tecnocrati “illuminati” , marcati a vista dal “papa nero” e dallo “Scudo Rosso”.

SILVIO said...

Nessie,
fatta la legge, trovato l'inganno.

È sbagliato partire personalmente “lancia in resta” contro gli ashkenaziti/sionisti, a meno che non si debbano riportare dati e fatti oggettivi supportati da fonti affidabili.

Se invece si vuol genericamente parlar male di loro, basta riportare quel che ne pensano – anche in materia di olocausto - i Semiti di “Torah Jews”.
Le nostre critiche rispetto alle loro sono, al confronto, autentica acqua cheta.

Nella fattispecie, alcun giudice oserà accusare di antisemitisno quelli che - a buon diritto ed a differenza degli ashkenaziti - possono vantarsi di essere i soli e veri Semiti esistenti sulla terra.

Mi scuso per gli OT.
Da domani sarò “on topic”.

Anonymous said...

DSK(Kahn è una delle tante varianti di Cohen) cousin de la Lagarde?????Così trovo sul web francese.... sarebbe una possibile spiegazione del passaggio del testimone.?????
L’évocation de la généalogie de Christine Lagarde a montré qu’elle avait des racines en Lorraine, et plus précisément en Moselle
L’étude de la généalogie de DSK révèle également des racines lorraines, par sa grand-mère paternelle, née Stengel, et notamment des quartiers mosellans
Tous deux, en effet, ont des ancêtres ABOUT (HABOUT, HABOUX…) qui semblent bien pouvoir être rattachés à la même souche.
In effetti non si chiama Lagarde(nome del suo primo marito)ma più poeticamente "Lallouette".( come riportato nella sua genealogia inizialmente....."lalouette"...con un apostrofo...l'alouette significherebbe l'allodola)
"Tanto per ridere"...mi è ritornata in testa la canzoncina francese...dove il grazioso uccellino sarà,purtroppo, spennato...tutto
Alouette, gentille alouette,
Alouette, je te plumerai.(ti spennerò)la tète...je te plumerai.le bec....e così via, la cou,le ventre,la queue,les patte...così la cantano i bambini..giovani esploratori.
Silvio avrebbe trovato molto,molto di più.....Io,però, aggiungo che se si comparano le foto ,come fa il sito francese...dove ho preso queste poche notizie si vede che i Due si somigliano molto.
Ciao Mar




Nessie said...

Sì Mar la Lagarde in realtà si chiama Christine Lalouette e tutti abbiamo imparato da bambini la filastrocca della "gentille Alouette" che citi. E' solo che lei non è gentile. Lagarde è il cognome del suo primo marito che si chiama Wilfrid Lagarde. Perché in epoca di "femminismo" si è tenuta il cognome del marito da cui ha divorziato? Perché è un analista finanziario che evidentemente l'ha introdotta negli ambienti che contano e detto cognome deve fungere in qualche modo da Apriti Sesamo.

Johnny88 said...

Ma, Strauss-Kahn alla fine l'ha fatta franca. Credo fosse solo una faida interna alla Francia con il Sarkò che sperava di avere la strada spianata per la rielezione una volta tolto di mezzo Strauss-Kahn. Lo stesso giochetto che fece per frenare De Villepin. Strauss-Kahn come presidente del FMI è sempre stato ligio ai voleri dei "padroni", specie sul caso della Grecia e dell'Islanda. Comunque in certe istituzioni (FMI; ONU; UE etc) non è questione di chi le comanda, è questione che son marce dall'interno. La Lagarde o Ban Ki Moon o Juncker son solo i volti mediatici di istituzioni venefiche al loro stesso interno. Chi prepara i documenti sono i burocrati e i funzionari, e quelli comandano indipendentemente da chi stia al vertice. Pare che la Russia abbia preso atto della situazione di irriformabilità del Fondo Monetario e con gli altri "BRICS" stia lavorando a una istituzione alternativa a FMI e Banca Mondiale

SILVIO said...

ATTENZIONE: questa è una notizia dirompente che ci riguarda geograficamente molto da vicino :

Il gruppo terroristico ISIL (“The Islamic State of Iraq and the Levant = “Lo Stato Islamico dell'Iraq e del Levante”), che intende ripristinare il “Califfato di Baghdad”,si è impossessato sia di un ingente quantitativo di armi chimiche letali, contenute in una fabbrica in disuso sita a nord-ovest della capitale Baghdad sia di 80 libbre di uranio, depositate in un sito nucleare sfuggito al controllo governativo.

Ne ha dato notizia l'ambasciatore iraqeno Mohamed Ali Alhakim, informandone il segretario generale dell'Onu Ban Ki-moon;
1)- “Exclusive: Iraq tells U.N. that 'terrorist groups' seized nuclear materials”:
http://www.reuters.com/article/2014/07/09/us-iraq-security-nuclear-idUSKBN0FE2KT20140709

2)- “ISIL seizes former chemical weapons complex: Iraq”:
http://www.veteranstoday.com/2014/07/09/isil-visits-drive-in-iraqi-chemical-weapons-depot/

Nessie said...

Indovina un po' chi c'è dietro al "Califfato islamico"?

La cabina di regia è sempre quella dei soliti destabilizzatori globali. Tanto vale rifondare il Sacro Romano Impero, a questo punto.
Questi criminali infiltrano ad hoc il terrorismo per poi richiamarci pure all'arme per combatterlo! A spese dei nostri bilanci.

Nessie said...

Johnny88, certo che quando ti fissi sei ostinato, anche tu :-)
Ho mei detto il contrario sul FMI? E' evidente che queste istituzioni mondialiste siano "marce dall'interno". Ho solo parlato della Lagarde come di "un disvalore aggiunto". Ecco cosa scriveva Ziegler sul FMI nel suo libro "La privatizzazione del mondo":

"Tra le innumerevoli catastrofi provocate dai pompieri del FMI potremmo intanto ricordare la più spettacolare, quella dell'Argentina: schiacciata da uno smisurato debito estero, in preda a una sfrenata privatizzazione dei settori pubblici e a una deregolamentazione dei mercati finanziari, l'Argentina un tempo paese prospero, è stata a lungo dipendente dal FMI che le ha dettato una politica economica e finanziaria asservita agli interessi delle grandi società transcontinentali straniere statunitensi, obbligando il "peso" ad un regime di parità col dollaro (...) La crisi è scoppiata all'inizio del dicembre 2001, quando il debito estero ha raggiunto i 146 miliardi di dollari. Per fermare l'emorragia di capitali in fuga verso le piazze off-shore e le banche estere, il presidente De la Rua ha ordinato il blocco dei conti correnti bancari privati. Questo congelamento ha preso il nome di corralito (letteralmente: piccolo recinto). Il blocco ha scatenato il panico e affondato l'economia. Il tasso di disoccupazione è salito al 18 % e le imprese hanno cominciato a fallire una dopo l'altra a un ritmo sempre più veloce. Il FMI ha rifiutati altri crediti. La rivolta popolare ha spazzato via De La Rua e tre suoi successori. Nel febbraio 2002 la Corte Suprema ha dichiarato incostituzionale il corralito. Ma il danno era fatto e la catastrofe era già avvenuta".

Nessie said...

Qui l'articolo sui Brics che stanno diventando un'alleanza antidollaro:

http://www.zerohedge.com/news/2014-07-02/brics-are-morphing-anti-dollar-alliance

Anonymous said...

l'FMI ai giudici spagnoli: "chiudete un occhio sui licenziamenti collettivi" :

http://contropiano.org/articoli/item/21873

Z

Nessie said...

Grazie Z. Articolo interessante che ci fa capire come la Magistratura sia costretta a operare sotto dittatura degli organismi mondialisti e ne è vassalla. Possono accettarne il dettato completamente, parzialmente oppure di tanto in tanto c'è qualche coraggioso che dice NO (la piccola procura di Trani con le grandi banche).
Ma è certo che devono tenerne conto e che normalmente i Golia hanno la meglio sui piccoli Davide.

SILVIO said...

Faccio riferimento al post delle 9.47 di ieri, inviato da Nessie.
Oltre all'ottimo libro di Ziegler, è utile segnalare il film-documentario ”Debetocracy” ideato e prodotto dai greci Katerina Kitidi e Aris Hatzistefanou .
Lo segnalo non per lodarlo ma per porlo come prova-provata di come i greci moderni non siano stati all'altezza dei loro antenati.

Difatti, mentre il cosiddetto “salvataggio” della Grecia passerà alla storia dell'economia come esempio da manuale di criminale psicopatia finanziaria applicata, gli intellettuali greci che ti han fatto?

Si sono affidati a Karl Marx (ashkenazita cugino di Nathan Mayer Rothschild) quale àncora di salvezza.
Ciò con grande giubilo dei salotti buoni dell'alta finanza che (immagino) si saranno sperticati dalle risate.
Ma ci voleva molto a capire il perché di tanto accanimento contro la Grecia?

Gli intellettuali greci erano già a conoscenza sin dal 2010 che la loro Nazione sarebbe potuta divenire l'Arabia Saudita del Mediterraneo per gli enormi giacimenti sottomarini di petrolio e gas.

Ipotesi che è stata recentemente confermata e che diverrà realtà.

Pertanto, perché non hanno contribuito per tempo a creare un Fronte unico nazionale, getttando alle ortiche la frammentazione derivante dal ciarpame ideologico del passato?

Ora è troppo tardi per provvedere.
Gli squali si son pappati tutto, compreso il petrolio e gas che non sono ancora stati estratti.
Al Popolo greco non rimarranno che le briciole, come è già successo ad altri Popoli.

Nessie said...

Silvio, dove si trova questo "Debetocracy"? E' reperibile on line?

Il libro di Jean Ziegler, un classico della sociologia nell'era della globalizzazione, è ottimo nell'analisi (tutti gli scenari che ha designato sono già qua e li stiamo vivendo in pieno), ma poi in finale si perde via con i movimenti no global, con Porto Alegre e con la descrizione di quanto è accaduto a GE durante il G8 (Carlo Giuliani ecc. ). Perciò va letto con beneficio di inventario e facendo l'apposita "tara" alla sua ideologia socialista. Questo è il suo limite. Inoltre, come saprai, Ziegler fu collaboratore dell'ONU come incaricato speciale sull'Alimentazione dal 2000 to 2008, e come membro del Advisory Committee dei Human Rights Council dal 2008 al 2012.

Comunque le sue analisi e descrizioni sul WTO, sul FMI e sulla Banca Mondiale sono più che giuste.

Nessie said...

Sulla Grecia, è vero, hanno preferito affidarsi al vecchio ciarpame marxista, piuttosto che unirsi e difendere il loro territorio dai predoni. Quanto all'Argentina, invece vengo a sapere che la Kirchner è stata invitata da Putin alla riunione prossima ventura dei Brics che si terrà tra pochi giorni a Fortaleza (Brasile).

Sul debito argentino è già "scontro di civiltà" (articolo di Blondet):

http://www.rischiocalcolato.it/category/blog/maurizio-blondet-blog

Anonymous said...

OT.
Scusami se sono fuori tema , ma la cosa è talmente pazzesca :stanno trasformando i nostri figli e nipoti in tanti minus habentes, se la notizia corrisponde alla realt°.
http://www.tempi.it/scuola-diagnosi-dsa-figli-tutti-dislessici-insegnanti#.U7-4sZR_vTr


Maria Luisa

SILVIO said...

Sì, Nessie.
“Debetocracy” è reperibile tramite “Internet Movie Database” all'url:
http://www.imdb.com/title/tt1890383/

Attenta, però: quel film è stato accusato di essere uno strumento di propaganda marxista.

In effetti, gli autori (Katerina Kitidi e Aris Hatzistefanou) si sono collocati su posizioni vicine al movimento di sinistra TSIPRAS.

Atteggiamento ben diverso da quello di Ziegler, che partì invece dalla sconsolata constatazione della generale indifferenza dell'opinione pubblica moderata innanzi al mostro globalista che andava crescendo.

Anonymous said...

Questi qui hanno in mente una società standard globale in mano a una oligarchia straricca e sopra a ogni legge che spadroneggia su una massa di indigenti rimbambiti e fuori di testa oppressi in ogni minimo aspetto delle loro (nostre...) miserabili esistenze da una miriade di leggi, norme, balzelli usati come strumenti di tortura dai kapo' dei suddetti padroni del campo di concentramento.
E il bello che lo stanno ottenendo proprio con il consenso entusiasta delle vittime (v. 41%).
Quindi detto questo si capisce perchè i Padroni con Kapo' e Zombie al seguito considerano il risparmio e la proprietà della casa come qualcosa di illecito a cui porre termine (anche per farsi mantenere...)
Scarth

Nessie said...

Grazie Silvio, ora ci guardo.

Grazie Maria Luisa. La scuola è ormai da tempo la palestra di formazione ideologica da parte dei mondialisti.

Nessie said...

Scarth,

cercavo immagini e vignette sul FMI ma la maggior parte sono spagnole e francesi. Chiediti perché. In Italia se vai in giro a chiedere alla gente comune che cos'è il FMI e che funzione ha, non ti sanno manco rispondere. Ovvio, buona parte dei loro dirigenti provengono dal campo socialista e de sinistra e la loro propaganda in questi anni ha lavorato bene. Per loro il Fondo serve "ad aiutare i poveri"...

La confisca della casa e il fatto che il Putto Mannaro figlio di Troika stia immettendo sul mercato quei "prestiti vitalizi ipotecari" (reverse mortgage), già promossi dalla Fornero in pieno conflitto di interessi con la sua "riforma" delle pensioni, sarà argomento del mio prossimo post.

Purtroppo non si può fare niente di più: ci sono persone che capiscono le cose QUI E ORA. Ce ne sono altre che si sveglieranno solo quando porteranno loro via la casa e andranno a dormire sotto i ponti.

Anonymous said...

Nessie, tu sei ottimista: tranquilla, quelli, gli zombie, non si sveglieranno nemmeno sotto al ponte. Li troverai lì a recitarti a menadito il catechismo che gli hanno insegnato..."abbiamo vissudo sobra le nosdre bossibilidà" ... "ge lo ghiede l'euroba"..."e golba di berlusgoni (tra 300 anni)..."è dudda golba degli evasori fisgali" eggeddera eggedera ...
Scarth

Nessie said...

Non esageriamo ! :-)

SILVIO said...

Ed ora un'importante precisazione sul Fondo Monetario Internazionale.
È un'istituzione globalista che:
- ha sede a Washington ;
- raggruppa 188 Stati ma che, in pratica, è gestita dai governi che si riferiscono al “Washington Consensus” (governo USA + governi alleati);
- ha una struttura faraonica, oggi facente capo a Christine Lagarde in qualità di amministratore delegato;
- ha i compiti istituzionali di fornire ai Paesi membri informazioni ed assistenza tecnica sulle tematiche economiche e fiscali nonché di elargire prestiti a tasso di interesse composto oppure di intervenire in piani di salvataggio delle economie di Stati in difficoltà.
Sembrerebbe cosa da “Alice nel Paese delle meraviglie” ma non è così.
Il trucco sta nella condizionalità dei prestiti o dei piani di salvataggio.

Tale condizionalità ha implicato sistematicamente ka spoliazione e la devastazione socio-economica dello sventurato Stato debitore a mezzo delle privatizzazioni e delle famigerate riforme strutturali.

SILVIO said...

Chi stabilisce le condizionalità del FMI ? La Lagarde e collaboratori ?
Manco per idea.
Esse vengono stabilite dai “Memorandum d'Intesa sui Prestiti, sul Debito o sulla Ristrutturazione del Debito” redatti dai Paesi Creditori ovvero dagli Investitori Privati.

I Paesi Creditori fan capo al ”Club di Parigi”, mentre gli Investitori Privati aderiscono al ”Club di Londra”.

Ergo: quando Christine Lagarde afferma ”Vi confischerò tutto, anche l'aria che respirate...” non lo dice di sua iniziativa ma va anticipando le future intenzioni dei predatori prima citati.
Ci riusciranno ?
Ne dubito assai.
Un immane pericolo sta materializzandosi contro di loro.

SILVIO said...

Quale sarebbe l'immane pericolo che sta materializzandosi contro il FMI ed i suoi burattinai ?

L'ha confermato ieri “EUOBSERVER”, uno dei fedeli cani da guardia mediatici dell'Unione Europea:
“Brics to open alternatives to World Bank, IMF “
http://euobserver.com/economic/124920


Il succo dell'articolo è il seguente:
“ La prossima settimana, in un vertice che si terrà nella città brasiliana di Fortaleza, i Paesi BRICS (= Brasile, Russia, India, Cina, Sudafrica) formalizzeranno la nascita della “Nuova Banca di Sviluppo”(“"New Development Bank") che avrà un capitale iniziale pari a 73 mila miliardi di euro.

Essa avrà sede a Shanghai o a Nuova Delhi e sarà il punto di riferimento dei Paesi BRICS, che abbandoneranno il Fondo Monetario Internazionale e la Banca Mondiale (aggiungo io: di conseguenza anche la “Banca per i Regolamenti Internazionali”).

Un autentico terremoto!
Che “manderà a puttane” l'egemonia anglosassone nel mondo!

Ma vi rendete conto?
I Paesi BRICS -oltre ad avere una popolazione superiore alla metà degli abitanti della terra - sono in possesso di ingentissime risorse naturali (energetiche e non) nonché sono ben armati ed equipaggiati (basti pensare alle segretissime armi psicotroniche e ad energia scalare della Russia).
Non solo.

Verosimilmente, il dollaro verrà da loro bandito negli scambi commerciali.
Ciò significherà la fine del dollaro come valuta di riserva mondiale ed un colpo mortale alla già dissestata economia USA.

In tale contesto, credete davvero che il capitalismo occidentale si crei anche un furente e vasto nemico interno, inimicandosi i Popoli occidentali con la confisca dei beni?

Nessie said...

Giuste e doverose puntualizzazioni sul Fondo, Silvio. Alle quali aggiungo per chi volesse approfondirne la "famigerata" storia, la data di istituzione (1944-45), secondo gli accordi di Bretton Woods.

Quando sento parlare di "riforme strutturali" da parte dei nostri prezzolati politicastri, la mano corre alla pistola, poiché significa altri espropri e altre fregature in vista. E difatti a questo assistiamo...

Quale sarebbe "l'immane pericolo" che sta maaterializzandosi sulla loro capoccia? Ma vivaIddio, se così fosse...

Nessie said...

La mia domanda sull'"immane pericolo" (commento h. 6,49 am) è arrivata simultaneamente alla tua risposta :-) .

"In tale contesto, credete davvero che il capitalismo occidentale si crei anche un furente e vasto nemico interno, inimicandosi i Popoli occidentali con la confisca dei beni?"

In tale contesto di "accerchiamento" il buon senso suggerirebbe di NO. Ma il condizionale è pur sempre d'obbligo. Staremo a vedere.

SILVIO said...

Guarda il caso, Nessie.

Nei giorni scorsi, Angela Merckel (che è in possesso di ben altre informazioni rispetto alle nostre) ha posto in “stand by” i negoziati TTIP con gli USA, sino a cacciare da Berlino il capo della CIA in Germania.

Nel contempo, ha iniziato a “fare le fusa” a Putin.

Questo significa essere un vero Capo di Stato (pur se rimane per noi e per altri Stati europei una strega apportatrice di mali inenarrabili), di spessore enormemente superiore ai viscidi vermi di casa nostra.

Nessie said...

La Kulona di Krukkonia che fa le fusa ? :-) Da non crederci...
Ovvio, che se i tedeschi continuano a rieleggerla è perché fa i "loro" interessi, a differenza dei nostri venduti!

Chi non vorrebbe avere un leader che fa gli interessi dei suoi cittadini-elettori?

Anonymous said...

La Lagarde ,questa grandissima figlia di Troi(k)a va dicendo solo idiozie. Sostenere che per ridurre l'enorme debito nazionale, i governi hanno il diritto di requisire direttamente i risparmi dei cittadini è follia pura! O questa cambia pusher, o cambia mestiere! Questa demente crede di imporre l'usura del suo FMI prendendo tutti per "tonti" ed incompetenti !!! La verità è che i fatti smentiscono rovinosamente tutte le previsioni dell’élite eurocratica compresa la sua FMI (Figura Merdaiola Internazionale). Le tanto decantate “riforme” neoliberiste continuamente evocate,e che ci vogliono far fare, fanno parte di quella linea di riforme del settore bancario e finanziario che hanno permesso, in Europa come in America, le maxi-bolle e le mega-truffe bancarie che, oltre alla crisi bancaria mondiale, con la loro ricaduta sulle finanze pubbliche, hanno prodotto la crisi dei debiti sovrani, dei debiti pubblici, in cui stiamo dibattendoci ,ove la gran Troi(k)a della Lagarde col suo FMI ci si sguazza dentro..proponendo i suoi salvataggi da usura! Sappiamo qual è il risultato: «Precipitare le nazioni in condizioni di miseria e asservimento dal potere bancario». Ma la secca "Commare" ancora i conti con l'Oste deve fare!!! Saluti dai...veri e rilassanti monti (niente a che vedere con il bocconiano sparato dalla bocca a culo di gallina del napoletano). IL Vate

Nessie said...

Ciao Vate, sei in montagna?

Non ho capito bene l'ultima riga (niente a che vedere con il bocconiano sparato dalla bocca a culo di gallina del napoletano). E chi sarebbe il bocconiano sparato ecc. ecc. ? :-) Monti?!

SILVIO said...

Sì, Nessie, Angela ”Deutschland über alles” si è messa pure “a fare le fusa” a Putin per il bene della Germania.
Ciò:
-sia per far dimenticare alla Russia il pesante coinvolgimento dell'agenzia tedesca di intelligence BND (= “Servizio Informazioni Federale”) nella crisi ucraina,
- sia per non pregiudicare lo status della Germania quale partner privilegiato occidentale negli scambi commerciali con la Russia (trattasi di centinaia di miliardi di euro all'anno),
- sia per non far morire di freddo la Germania nell'inverno che verrà.
Difatti, Putin ha minacciato di chiudere i rubinetti del gas russo verso l'Europa, via Ucraina,
- sia per questa sanissima ragione di “realpolitik”: non si sta a tutti i costi con alleati guerrafondai che intendono accendere pericolosi conflitti nel globo solo per dimostrare – contro ogni evidenza – che il mondo continua ad essere unipolare e che l'unica cosa che conta è il loro interesse nazionale.

Sbagliatissima l'unipolarità!
Il mondo è divenuto multipolare per cui qualcuno dovrà pur prenderne atto prima che si rompa seriamente la testa (vero, caro vecchio complottardo, Zbigniew Brzezinski ?).

Ed ora, ecco la “gattona tedesca” in compagnia di Putin:
THE VOICE OF RUSSIA -“Merkel and Putin may meet on sidelines of World Cup Final - German gov't spokesman”:
http://voiceofrussia.com/news/2014_07_11/Merkel-and-Putin-may-meet-on-sidelines-of-World-Cup-Final-German-govt-spokesman-4900/

SILVIO said...

Ah, dimenticavo!
1)- Uscendo dal suo tradizionale riserbo, il governatore della Banca di Francia, Christian Noyer, (furibondo per le sanzioni USA imposte alla banca francese BNP Paribas) ha dichiarato che il mondo può benissimo fare a meno del dollaro:
ZERO HEDGE- “The BRICs Are Morphing Into An Anti-Dollar Alliance”
http://www.zerohedge.com/news/2014-07-02/brics-are-morphing-anti-dollar-alliance

2) – L'Austria se ne è infischiata delle pressioni USA/UE ed ha badato solo al proprio interesse nazionale nell'accettare che una diramazione del gasdotto “South Stream” confluisse in territorio austriaco e precisamente a Baumgarten, che diverrà il nuovo hub europeo per la distribuzione del gas russo bypassando così l'hub ucraino a cui verrà (probabilmente) sospesa ogni fornitura:
EUOBSERVER -“Austria rolls out red carpet for Putin” = “L'Austria srotola il tappeto rosso in onore di Putin”
http://euobserver.com/foreign/124742


Se non è scacco matto al dilettante Obama (ed ai guerrafondai che lo circondano), poco ci manca.
Ed ora che accadrà?

Per molto meno – avendo soltanto minacciato di attentare al dollaro – Saddam Hussein e Gheddafi ci rimisero la poltrona e la vita mentre DSK salvò la pelle ma ci rimise la moglie, le prebende e gli agognati onori presidenziali.

I BRICS, invece - capitanati da Putin - sono passati dalle minacce ai fatti.
Staremo a vedere.
Ma l'apprensione non manca.

Nessie said...

Grazie per i links e per le info, Silvio. Ottime notizie dall'Austria, ma lì c'è sempre stato un nazionalismo che noi ce lo sognamo.

Per il momento ti confesso che tiferò per l'Argentina contro la Germania ai mondiali. Brava finché si vuole col suo Volk, a noi però la Kulona ci ha fatto vedere anche troppi sorci verdi. Anche e soprattutto, grazie ai servi della nostra classe dirigente di cui disponiamo da vendere a peso.

Ora guarderemo i BRICS in questi giorni che mosse faranno e speriamo nel meglio. Qualche crepa nel sistema mondialista non può che tornarci utile.

Ho aggiornato il blog con nuovo post perché settimana prossima non ci sono e così mi sono portata avanti.

Nessie said...

Peccato! Ha vinto la Germania contro l'Argentina per la Coppa Mondiale. Ora prepariamoci al Quarto Reich :-(