08 May 2014

Altiero Spinelli, da Ventotene al Bilderberg

Come avevo promesso, seguito a passare in rassegna i "cattivi maestri" di questa Ue. Ovviamente dipende dai punti di vista: molti li accreditano come "padri nobili". Ma alla luce di dove siamo arrivati anche le migliori intenzioni contano poco, dato che parlano i fatti. La lista Tsipras, di Barbara Spinelli, compagna del fu Padoa-Schioppa deceduto nel 2010, cerca di sfruttare la memoria del padre Altiero, considerato uno dei padri fondatori dell'attuale Unione Europea. Numerose sono le vie e le piazze italiane intitolate ad Altiero Spinelli, autore del Manifesto di Ventotene. E anche un'ala dell'edificio del Parlamento europeo è intitolata a lui. La costruzione è comunemente conosciuta con la sigla ASP (Altiero SPinelli). L'altra parte dell'edificio, invece è intitolata al ministro belga Paul-Henri Spaak (zio dell'attrice Catherine Spaak), con Jean Monnet uno dei principali artefici del Mercato Comune Europeo e tra i padri fondatori dell'UE, oltreché  massone di alto grado.

Non perdetevi ad ottobre 2014, nel pieno del semestre italiano di presidenza europea, la solita fiction di propaganda RAI su Altiero Spinelli, probabilmente interpretato dal solito Luca Zingaretti (non sanno più quante e quali parti fargli fare).
"Il Manifesto di Ventotene" da lui scritto con Ernesto Rossi è reperibile,  oltre al volumetto cartaceo, in versione PDF  sul web.  La sua lettura non è lunga ma le idee  ivi contenute  sono chiare: non può esserci progresso né libertà, né sviluppo senza cessione di sovranità al progetto europeo. Suo  titolo era in origine "Per un'Europa libera e unita".  E' un documento per la promozione dell'unità europea redatto durante il periodo di confino negli anni quaranta, presso l'isola di Ventotene, davanti al golfo di Gaeta. Altri esponenti presenti sull'isola di Ventotene e rappresentanti antifascisti confinati anch'essi, contribuirono alle discussioni che portarono  in seguito alla definizione del testo.
Si tratta del primo documento ufficiale che prefigura la necessità dell'istituzione di un'Unione europea di tipo federalista, con una moneta unica europea, un esercito unico europeo, ed una politica estera unica europea. Per questi motivi è considerato il testo fondante dell'Unione europea. Il  suo movimento MEF (Movimento Europeo Federalista)  è stato sostenuto dai comunisti a causa della sua lunga prigionia e opposizione al fascismo. Del resto Spinelli aderì in gioventù al Partito Comunista per poi distaccarsene nel 1937, ed in seguito, riprenderne i contatti nel 1976 allorché venne eletto "indipendente" nelle liste del  PCI per il Parlamento Europeo. 

"Ma anche ad Altiero Spinelli è stato indispensabile il sostegno delle potenti società segrete e della grande finanza nelle vesti di Gianni Agnelli. Spinelli era infatti membro del Bilderberg e fondatore insieme ad Agnelli dell'Istituto per gli Affari Internazionali italiani. Non sappiamo se fosse la sua condivisione degli interessi degli Agnelli alla mondializzazione del mercato, o il suo odio per la Nazione Italia a spingerlo su posizioni europeiste assolute" (Ida Magli p.147 "La dittatura europea"- BUR).  

Pare che avesse un temperamento arrogante e dispotico, ragion per cui il suo movimento non riscosse popolarità presso le masse italiane, ma questo gli  diede comunque numerosi vantaggi quali un seggio di europarlamentare e il posto di Commissario Ue.  
Ora la sua eredità viene raccolta dalla figlia Barbara, che si presenta con una coalizione di estrema sinistra per la Lista Tsipras, ispirata al nome del politico greco Alexis Tsipras di Syriza. Nella sua compagine anche Moni Ovadia e la rom Dijana Pavlovic. La sua ricetta è nota: per venire fuori da questo disastro ci vuole "più Europa" e con essa, ovviamente "più immigrati". Ascoltatela qui in questo inequivocabile  filmato e traetene le debite conclusioni: 




Il viatico del suo genitore è stato raccolto appieno. Ma volendo, anche del suo "compagno" TPS (Tommaso Padoa Schioppa, quello secondo cui "le tasse sono bellissime").

A due settimane dal voto ricordiamoci  di non votare per questa Ue
 

46 comments:

Anonymous said...

Dai sogni di Spinelli ai veri incubi: la confisca dei beni

http://www.ilgiornale.it/news/economia/cos-lue-ci-ruba-ricchezze-1016754.html

Z

Nessie said...

Cosa cosa?!? Quando in Ue spunta una nuova sigla c'è solo da rabbrividire. ERF (European Redemption Fund), un'altra emerita porcheria...

"Traduciamo: l'Italia scaricherebbe oltre mille miliardi di debito ma a fronte dello “scarico” occorrerà mettere a garanzia beni e oggetti di valore. L'ERF si “mangerebbe” quindi per esempio tutte le nostre riserve auree, beni immobili di pregio, le migliori partecipazioni societarie inclusi i gioielli strategici quali Eni e Finmeccanica e addirittura verrebbe alimentato con una sorta di ipoteca sui futuri introiti fiscali. A quel punto sarebbe un gioco da ragazzi portarci via tutto, basterebbe girare la “manopola” dello spread, per esempio facendo dichiarare alla BCE la propria intenzione di non garantire direttamente il debito monetizzandolo, per precipitarci nel default. A quel punto però l'ERF si incamererebbe tutte le garanzie e noi ci ritroveremmo in ginocchio: svuotati di tutti i nostri beni di valore e con ipotecate per il futuro persino le nostre tasse e le nostre pensioni"

Traduco anch'io per chi non avesse il tempo di leggersi tutto l'articolo che segnali. Che brutto risveglio!!

Anonymous said...

OT-Ho trovato questo, allucinante!
http://www.youtube.com/watch?v=0gIMDTqSFQM
quale dei 2 è il matto?
Laura

Nessie said...

A' raga', visto che faccio la fatica di documentarmi (sottraendo tempo ad altri impegni) e di studiare i responsabili "storici" di 'sto disastro, mi farebbe piacere che si commentasse anche il post, invece di limitarsi a imbucare links :-).

Anonymous said...

Interessanti le idee(?) della Signora Barbara Spinelli,nel video proposto...anche se non si comprende dal sonoro...chi sono gli esperti(?) che hanno fatto lo studio e quindi il conto...che se in Europa non entrano altri dieci milioni di migranti...l'Europa va a rotoli.
Fortunatamente,"ancora" ci è democraticamente concesso avere idee diverse...addirittura opposte....Io sono uno che(su questo argomento) la pensa più come il mio connazionale Salvini....che come la Signora Barbara....anzi..nuove normative(per esempio detrazioni fiscali/contributive) per.. qualche contratto regolarmente a termine...(per esempio stagionali)....ai lavoratori estra o comunitari(assunti momentaneamente per coprire picchi di richieste) forse aiuterebbe al reinserimento nel mondo del lavoro di alcuni nostri disoccupati.
Manca nell'analisi della Signora Barbara,un po' succinta..che rischia di essere interpretata come superficiale....la tipologia di questi immigrati che ci dovrebbero salvare dalla catastrofe....manca cioé la descrizione delle categorie richieste....Da Superlaureati/masterizzati,a tecnici,operai,artigiani,contadini...fino ad arrivare a burocrati...o addirittura lavavetro,parcheggini,vendiaglio,e mi fermo quì per decenza...a non elencare altre attività che in paesi una vola considerati barbari(i Germani)dal loro modo di balbettare(bar..bar)tentando di parlare per esprimere idee...sono ormai,oggigiorno, diventate professioni(da non esercitarsi in "strada").
Però che strano il destino...che talvolta irrompe nella vita fin dalla nascita...col famoso"Nomen Omen"(il nome è presagio)....Dal dizionario dei nomi di Fuentes/Cattabiani...mi sono trovato a leggere...
Per i Greci antichi...che avevano difficoltà a parlare con i Nordici(per il loro balbettio)gli appiopparono il nome di barbari...^^letteralmente voleva dire che non sa parlare,che è balbuziente,e in senso traslato"forestiero"..E' un nome tipicamente femminile...rarissimo tra gli uomini.
Certo con la simpatica Signora,c'entra poco...data la sua "speditezza"ad esprimere i suoi concetti.....evidente dalla visione del video proposto...Saluti MAR

Nessie said...

Beh, è un nome più moderno che legato all'età della signora che è anche - guarda caso - una dei fondatori storici del quotidiano "La Repubblica", insieme a Scalfari.
La Spinelli è una fanatica eurocentrica e come dice lei stessa "postnazionalista" esattamente come il padre. Il filmatino che ho messo non è esaustivo della sua idea di "altra Europa", ma solo dell'argomento "immigrazione".
Questo che metto è più significativo e completo:

https://www.youtube.com/watch?v=bqepwTzKvZc

Va chiarito che nella sua lista Tsipras ci sono:
- rottami rifondaroli
- avanzi di verdi
- il Sel riciclato.
qualche personalità forcaiola e giustizialista di Micromega, Camilleri, Curzio Maltese di Repubblica ecc.


Nessie said...

E comunque fingono di fare tanto gli "alternativi", ma poi anche gente come lei è nelle consorterie. E c'è dentro fino agli occhi!

Johnny88 said...

Direi che la Spinelli è il classico esempio di comunista che alla classe operaia preferisce di gran lunga la classe bancaria. Quando ho sentito il suo exploit sui 10 milioni di immigrati non sapevo se ridere o piangere.

Nessie said...

Comunista il padre, comunista la figlia, ma ambedue con un radicamento bello tosto nella finanza. Ah, dimenticavo, pure Padoa-Schioppa il suo compagno (in tarda età) era comunista. Alla faccia dei gonzi "proletari" con le pezze al culo che sognano (invano) il Sol dell'Avvenire. O meglio, sfruttati dalla rivoluzione finanziaria. Pensa quali sono le radici storiche di questa Europa.

Anonymous said...

Grazie,per il riferimento del più lungo video....sulla Spinelli...che con fatica....per conoscerla meglio(anche se fino ad oggi mi era sconosciuta)....ho visto e ascoltato fino alla fine.
Ammosciante,quasi all'esasperazione,il suo modo di esporre le sue"convinzioni"sull'Europa Modello(con Stati senza una identità nazionale)....con la mano "destra"svolazzante in aria per aiutare le parole a raggiungere il pubblico...pubblico che,però, non ci hanno mai fatto vedere...se presente...quanti..e il loro entusiasmo.
Forse hanno evitato di farci vedere il pubblico...perché qualcuno si era addormentato.
Io dopo un ventennio di astensione...mi sono lasciato convincere dal tuo Blog...e un altro di un tuo amico col quale dialoghi spesso(e che leggo,tutti e due, con piacere,ritrovandomici spesso nelle idee "fondamentali")...di "piazzare" due voti(moglie a carico)...in posizione geometricamente opposta....a quella della noiosa(lo vorrei dire in Francese...ma è proprio brutto) premier di questa Neoformazione partitica fatta degli avanzi degli altri....partiti.
Visto che sono Romano...anche se mi attirerò l'antipatia di qualche sinistro che legge il tuo Blog....Io ad una Romanina,di Destra, che quando parla,con il suo entusiasmo, sommergerebbe la mosceria dell'"attrice"del video che ci hai proposto...ci sto facendo un pensierino...
ce l'ho in testa per i miei due voti...mi attira una "fiammella" di speranza.... sono sicuro che se eletta sarà un valido supporto alla più potente Signora Le Pen....Saluti MAR

Nessie said...

La Spinelli è tanti anni che è sulla breccia come editorialista dei giornali dei poteri forti (fortissimi). IN primis Repubblica (dove è tornata), la Stampa di Agnelli (editoriali di politica estera), e pure il Corriere. Non ha dimestichezza col video perché lei proviene dalla carta stampata. Ma la signora pur non esibendosi quasi mai, ha le mani in pasta. Se a chiunque di noi venisse in mente di fondare un giornale, dove lo troverebbe un finanziatore? Lei si è trovata un bel De Benedetti.
Con un cognome così è come portare a spasso una griffe. Come si dice, un nome una garanzia...

Se ti avanza del tempo, ti consiglio di leggere anche il PDF del Manifesto di Ventotene (sono solo 12 pagine). Accanto a idee che sembravano utopicamente radiose, alla fin fine salta fuori l'esterno ritornello: dobbiamo cedere più sovranità.

Auguri per il voto!

Vanda S. said...

Scusate ma mi devo sfogare.
Io vorrei sapere come certi personaggi riescono a trovare l'audacia di pubblicare un video con dichiarazioni del genere e non temere di essere linciati!
Semmai gli italiani dovessero svegliarsi dal "sonno della ragione", dovrebbero andare a prelevare questa gentaglia a domicilio ed impiccarli sulla pubblica piazza!
Verra' mai il giorno della riscossa? Mah.....

Nessie said...

Hai più che ragione Vanda. Col degrado in cui siamo precipitati, costei da quale letargo salta fuori? Ma sai, come ho già detto "noblesse oblige". E la Spinelli figlia di tanto padre, può dire tutte le eresie che vuole per via della sua dinastia.
Per questo sto rivisitando i cosiddetti "padri nobili" d'Europa. Un giorno, quando qualche storico si piglierà la briga di farlo, forse li chiameranno col loro nome: padri degeneri e ignobili.

Anonymous said...

Come avevo già scritto questa persona mi dà l' impressione dell' anima persa, con quell' espressione tra il sofferente e l' assente e quel parlare lento, sempre alla ricerca del vocabolo, della proposizione.

Credo che non sia in grado di rendersi conto in quale guaio ci dibattiamo, grazie alle improvvisazioni paterne.

Europa dei popoli: ma QUALE ?

Quella che:

1 - non ha, né mai avrà una LINGUA COMUNE

2 - è fatta da popoli che nel profondo dell' animo non si sopportano

3 - è costituita da stati che per secoli si sono odiati e combattuti e che anche oggi, con altri mezzi, si menano botte

Credo che basti il semplice buon senso a cassare un progetto VERAMENTE unitario a fronte di una simile miscellanea.

Così come credo che i tre punti citati ( se ne possono aggiungere altri ) siano a cardine delle folli teorie montiane: non lo fate voi ?

Ve lo faranno fare lo spread, crisi e fame !

Altro pazzo.




Paulus

Nessie said...

Paulus, perfettamente d'accordo sui punti che hai evidenziato a cui se ne possono aggiungere altri. Ma c'è dietro a tutto ciò il problema della blindatura ideologica che non è da poco. Se QUEL progetto utopico che tu chiami "improvvisazione" è all'insegna del DOGMA dell'antifascismo e se ci continuano a lavare il cervello (e da qui al semestre italiano ce lo laveranno ancor di più con le fiction televisive) che i padri "nobili" di questa ciofeca sono stati degli antifascisti che hanno patito la galera per darci "benessere" e "libertà", in altri termini se c'è di mezzo la "democrazia" considerato come il migliore dei mondi possibili e perciò non criticabile, mi dici come diavolo ne verremo fuori? Ogni ribellione legittima sarà tacciata come minimo di "fascismo" e ogni forma di nazionalismo o di identitarismo sarà considerata un vecchio rigurgito ottocentesco da reprimere nel sangue.

Piaccia o no , questa Unione Europea nasce dalle ceneri della II GM e la "pax mercantile" (prima il Mec, poi la Cee ora la Ue) viene vista come la panacea per curare "il Male Assoluto" del Novecento. Il problema non è da poco e ci vogliono nuove coraggiose teorie per districare questo nodo gordiano.

SILVIO said...

Buongiorno e ben ritrovati a tutti quelli che continuano a resistere ed a battersi, indomabili.

Sono furibondo.
Leggete la lettera che emissari della CEI hanno inviato ai candidati delle prossime elezioni politiche europee e ne capirete il perché:
-Link 1-
http://www.imolaoggi.it/2014/05/08/cattolici-per-la-ue-piu-servizi-agli-immigrati-ius-soli-e-no-al-razzismo/
-Link 2-
http://www.chiesacattolica.it/pls/cci_new_v3/V3_S2EW_CONSULTAZIONE.mostra_pagina?id_pagina=55601&rifi=guest&rifp=guest

I primi firmatari della predetta sozzura sono stati:
Mons. Giancarlo Perego (direttore generale dilla Fondazione Migrantes), Don Francesco Soddu (direttore di Caritas Italiana), Padre Giovanni La Manna (presidente del Centro Astalli di Roma), Don Michele Autuoro (direttore della Fondazione Missio).

Ancora una volta quei felloni in tonaca farisaica sono accorsi in soccorso del potere globalista politico/finanziario , incuranti delle nequizie criminali da loro perpetrate a danno delle Nazioni europee.

C'è da meravigliarsi? Manco per idea.
È bene infatti sapere che la Chiesa cattolica temporale è sempre stata ed è uno dei nemici acerrimi della sovranità nazionale sin dai tempi in cui tale sovranità venne acclarata dal diritto internazionale (Trattato di Westfalia 1644-1648).

Ma c'è dell'altro, di peggio ancora.
Trattasi di “lavaggio del cervello” dei cristiani, resi docili e sottomessi anche davanti all'arbitrio più brutale da parte dell'autorità costituita.
Al prossimo post.

SILVIO said...

Uno dei capisaldi dell'educazione cristiana è costituito dai precetti (13,1-7) contenuti nella Lettera ai Romani redatta dall'apostolo Paolo (alias Saulo di Tarso, ebreo della tribù di Beniamino)
Link 1:
http://proposta.dehoniani.it/txt/romani.html
Link 2:
http://it.wikipedia.org/wiki/Paolo_di_Tarso

Link 3:
http://it.wikipedia.org/wiki/Trib%C3%B9_di_Beniamino#La_trib.C3.B9_di_Beniamino

Li ripropongo integralmente:

- Il rapporto dei cristiani con le autorità politiche (13,1-7) -

1 - Ciascuno stia sottomesso alle autorità costituite; poiché non c’è autorità se non da Dio e quelle che esistono sono stabilite da Dio.
2- Quindi chi si oppone all’autorità, si oppone all’ordine stabilito da Dio. E quelli che si oppongono si attireranno addosso la condanna.
3- I governanti infatti non sono da temere quando si fa il bene, ma quando si fa il male. Vuoi non aver da temere l’autorità? Fa’ il bene e ne avrai lode,
4- poiché essa è al servizio di Dio per il tuo bene. Ma se fai il male, allora temi, perché non invano essa porta la spada; è infatti al servizio di Dio per la giusta condanna di chi opera il male.
5- Perciò è necessario stare sottomessi, non solo per timore della punizione, ma anche per ragioni di coscienza.
6- Per questo dunque dovete pagare i tributi, perché quelli che sono dediti a questo compito sono funzionari di Dio.
7- Rendete a ciascuno ciò che gli è dovuto: a chi il tributo, il tributo; a chi le tasse le tasse; a chi il timore il timore; a chi il rispetto il rispetto.


Capita l'antifona?
Mi ribolle il sangue.
Non aggiungo altro.

Nessie said...

Chi erano e chi sono i due personaggi a cui è intitolato l'edificio del Parlamento europeo? Spinelli e Spaak, cioè due massoni antifascisti e socialisti (il primo dei due addirittura comunista). I simboli servono e dei simboli ci si serve. E se la base economica della Ue è il neoliberismo (la libera circolazione degli uomini, delle merci e dei capitali) non vi è dubbio che tutta la parte politica, normativa, giurisdizionale e culturale di questa ciofeca, sia ispirata ad un socialismo egualitarista di tipo omologante e repressivo. Insomma da una "chimera" (utopia) a una Chimera (il mostro mitologico).

Nessie said...

Il mio commento delle 8,58 era a corollario di quello precedente in replica a Paulus.

Buondì SILVIO, e ben ritrovato più agguerrito che mai! :-)

Il tuo primo link è lunghisssimo e a base teologica, per cui lo leggerò con attenzione appena possibile. Gli altri due su S.Paolo li conocevo. Il resto che scrivi sulla CEI, non mi stupisce affatto. Poi col Papa che ci ritroviamo! Siamo soli, solissimi e non abbiamo più alcuna sponda di riferimento.

Domenica scorsa sul Corriere è apparso un articolo sui 20 libri preferiti da papa Francesco. Uno di questi era il romanzo di una lesbica irlandese che si innamorò della sua professoressa, che poi si convertì al Buddismo e che aveva il fratello gesuita.
Pensa un po' che letturine edificanti!

Nessie said...

Ecco il libro di culto di Francesco:

http://www.colorivivacimagazine.com/2014/05/la-biblioteca-di-papa-francesco-e-in-edicola-con-il-corriere-della-sera/

SILVIO said...

Ri-buongiorno , Nessie.
Ti avevo già salutato come (sottinteso) capofila degli “indomabili”.
Su Bergoglio (solo vescovo di Roma giacché -per me- il papa rimane sempre Benedetto XVI finché sua morte non sopraggiunga) scriverò in futuro.
Buenos Aires è da circa un decennio divenuta la capitale-gay dell'America latina.
Cosa fece l'allora cardinal Bergoglio per scongiurare ciò?
Mi sto documentando.
Se, del caso, ti farò sapere.

habsburgicus said...

Questi personaggi, purtroppo, anche se non hanno alcuna base elettorale e stanno francamente antipatici a tutti coloro che un po’ li conoscono, sono potentissimi per i noti legami trasversali (che purtroppo la maggior parte dei cittadini ignora…o vuole ignorare)
Non per andare OT, ma riallacciandomi in parte a quanto detto da altri, il loro compito è facilitato dalla crisi ormai enorme della Chiesa…resiste, talora, il basso chiero (spesso fatto di buoni preti) ma nell’alto clero ormai…mi fermo qui :D
In Italia poi il tutto è reso per loro più semplice dalla cronica debolezza del sentimento nazionale (la sinistra, con qualche eccezione, è contro la Nazione per partito preso, a destra vi sono spesso localismi e regionalismi..anche lì, con qualche eccezione)
L’idea di Europa però non va abbandonata né combattuta…è QUESTA “Europa” degli eurocrati, questa “Europa” anti-europea che è nefasta !
Una politica di amicizia e alleanza fra i vari popoli europei (ciascuno distinto, con una propria Storia e proprie legittime tradizioni..tute cristiane, però, non obliamolo !) è non solo utile, ma credo necessaria...
Anche la lotta contro gli eurocrati (vedremo alle elezioni) riuscirà meglio se fatta su base europea
Del resto, se non mi sbaglio, il termine “europenses” fu utilizzato per la prima volta nella cronaca dello pseudo-Isididoro di Beja in Portogallo (che andava sino al 754 d.C) allorché parlava della vittoria di Carlo Martello presso Poitiers contro gli arabi nel 732 d.C..l’oscuro cronista alto-medievale aveva intuito che c’era qualcosa che legava tutti noi cristiani del Continente contro (all’epoca) l’invasione islamica…
Non lasciamo la bandiera dell’Europa agli eurocrati, che ne sono i primi nemici !

Nessie said...

Bravo Silvio, poi su Bergoglio che come sai io ho soprannominato "Il Pampurio della Pampas" per i suoi
luogocomunismi che tanto piacciano a sinistra, mi saprai dire. Da quando le chiese sono vuote, a sinistra non si parla che di Bergoglio e le sue bergogliadi. L'ultima è stata la preside del liceo romano Giulio Cesare Micaela Ricciardi che dopo aver fatto leggere il libro porno-gay a scuola e aver visto il vespaio di polemiche scatenate ha detto: "Ci vorrebbe un Bergoglio anche a scuola" (vedere mio post sulla porno gayezza con premio Strega del 1 maggio).

Speriamo di no. Non ci mancherebbe che questo!

Nessie said...

Sì, Habsburgicus, il compito dei personaggi citati (i massoni al post su Spinelli e anche quello precedente su Kalergi), grazie al cedimento totale della chiesa è quello di sfondare porte ormai spalancate.

Più complesso il discorso sull'Europa. Se parli di bandiera (quella massonica azzurra che oramai mettono perfino nel più sperduto borgo montano e perfino nelle targhe delle nostre auto) ti dico di no. Se parli dell'Inno della gioia imposto da Kalergi, sinceramente nemmeno. Sta diventando inquietante quella ripetizione ossessiva dei cori, ora che la gioia è diventata tanta sofferenza.

Se parli invece di alleanze con i vari partiti identitari impegnati nell'uscire da questo canaio allora sì, ci può stare. Idem per una strategia di fuoriuscita dall'euro e una rinegoziazione dei Trattati.

habsburgicus said...

naturalmente intendevo proprio quello....l'unione di tutti gli europei patrioti dei vari Stati, per riacquistare la sovranità conculcata...ognuno la propria, senza confusioni !

Anonymous said...

@Nessie visto che ne hai fatto accenno....unicamente per centrare e riconoscere meglio la simbologia delle organizzazioni ...così dette segrete...ma in realtà i segreti di Pulcinella(dopo le rivelazioni,poi rimangiate da un certo Leo Taxil )
E' vero l'azzurro nelle bandiere(in realtà il turchino) è un colore tipicamente massonico...ma comprende solo i primi tre gradi(apprendista,compagno,maestro) di una più lunga scala....ben 33 gradi....nel Rito Scozzese.Quella azzurra è un po' la Massoneria di manovalanza..intermedia tra popolo e amministratori.....sono le decine di milioni di aderenti nel mondo...dopodichè,salendo,(sempre più nell'incognito) il sistema si fa più rarefatto.
-Dal 4° al 14° grado(gradi di perfezionamento)la Massoneria assume il colore rosso
-Dal 15° al 18°(gradi capitolari) il colore resta rosso
-Dal 19° al 30°(Gradi filosofici)assume il colore nero
-i tre massimi gradi 31 32 33(Gradi sublimi)costituiscono la Massoneria bianca...Il 33° grado è il Grande Ispettore Generale....generalmente gran Maestro di una loggia.
Pertanto è verosimile che la bandiera francese(bianca/rossa/azzurra)sia di ispirazione massonica, come tanti altri simboli che ormai inflazionano i "logo"dei partiti,movimenti,organizzazioni mondiali. etc e il superuso di questo colore.
Attenzione che sopra il 33° grado non termina la scala ...ma si entra in un'altra gerarchia...gli ormai arcinoti(come esistenza)..."Potenti Sconosciuti"....
Mi sono permesso di fare questa precisazione(a valle della tua indicazione) per stuzzicare l'appetito dei lettori a cercare di capire perchè si scelgono colori piuttosto che altri nei simboli di qualsiasi organizzaziome li usa per farsi conoscere o riconoscere.
P:S: i Comunisti adottarono(e continuano)....con il rosso.... i fascisti il nero....i nazisti una combinazione di nero,bianco,rosso(svastica nera in cerchio bianco,su fondo rosso).....purtroppo non siamo così addentro nelle segrete cose per capire il perché di tali scelte...e ci dobbiamo accontentare di un dubbio sistematico....e una osservazione comparativa.......Saluti Tonino

Nessie said...

Grazie Tonino (Mar?), sono utili precisazioni. Colori, disegni, numeri, questa è gente che ci prende continuamente per il naso. Il miglior modo per nascondere una cosa, è quello di esibirla. E loro fanno questo.

Anonymous said...

Ancora su Tsipras e i tsiprioti creduloni. Ma ci sono o ci fanno?

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=13335

Zeta

Nessie said...

Letto, grazie. Bello, tsiprioti, lo adotterò.

Anonymous said...

Quanto asserito nel link sotto trascritto, collima perfettamente col mio pensiero. Per chi ha tempo e voglia di leggerlo, riassume e analizza perfettamente quanto è accaduto ,che non è il frutto di ingordigia, di ignoranza, ma di una rapina annunciata e scientificamente attuata del potere.Saluti Il Vate http://frontediliberazionedaibanchieri.it/2014/01/nuova-resistenza-contro-chi-ha-tradito-l%E2%80%99italia-per-l%E2%80%99ue.html

SILVIO said...

Syriza e Alexis Tsipras?
Bleah!!!
”Utili idioti” manovrati dai burattinai. Come George Soros, specializzato nell'ordire le “rivoluzioni colorate fabiane”, nel dare legittimità internazionale alle opposizioni farlocche e nell'eliminare le opposizioni scomode.
Una pistola fumante? Eccola.

Nel gennaio 2013 la “Columbia Law School” organizzò lo «EVENTO SPECIALE: UNA SERATA CON SYRIZA IN GRECIA E LA ZONA EURO» - link:
http://www.law.columbia.edu/calendar/event/621118

Gli ospiti d'onore furono: Alexis Tsipras (leader di Syriza), Giannis Milios (consigliere economico di Syriza) e Rena Dourou (parlamentare greco).
I 3 fricchettoni marxisti parlarono a lungo davanti ad una platea entusiasta, dichiarandosi a favore dell'Europa unita e denunciando il risorgere del pericolo fascista/nazionalista in Grecia nel movimento “Alba Dorata” (poi perseguitato e dichiarato fuorilegge) - link video:
http://www.youtube.com/watch?v=qVsAjb0NKPc

Che c'entrò George Soros in tutto questo? Semplice.
Quell'evento fu da lui sponsorizzato e finanziato a mezzo del suo think tank INET (Institute for New Economic Th”nking), famigerata cucina di famigerate ricette di “New Economy” purtroppo sconosciute ai più.
http://ineteconomics.org/

Certi presunti rivoluzionari marxisti non smettono mai di recar danno ai Popoli.
Lo fu anche Manuel Barroso – link video:
http://www.youtube.com/watch?v=HUr09Bv-Qy4
Oggi sappiamo chi si celava dietro quel giovane rivoluzionario maoista: una canaglia politica liberticida ed affamatore dei Popoli.

Concludo.
Occhio grullini/grillini!
Anche il comico Beppe Grillo ebbe a dichiarare: «Il comunismo è bello!» - link video:
http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=B-0aDsOF-Ew

Sappiatevi regolare di conseguenza e non andate a dire di non essere stati avvisati.

Anonymous said...

Rimango sui commenti per non trascendere. Sui colori dei vari gradi iniziatici della Massoneria, Tonino ha gia' scritto bene. Insisterei sui simboli: la Stella. Questa altro non e' se non il contorno dei simboli di squadra e compasso. Dalla Rivoluzione francese in poi, questa ha preso a sostituire ogni tipo di croce presente nei vari drappi nazionali, con alcune eccezioni nel nord Europa: UK e paesi scandinavi in primis. E qui le cose si complicano perche' esistono altre massonerie che usano il simbolo della croce. Es. i Rosacroce. Va detto pero' che il drappo ONU ha lo sfondo azzurro e azzurri sono i colori predominanti di quasi tutte le organizzazioni atlantiche. Il blu intenso del drappo UE e' lo stesso dell'epoca napoleonica e il disegno e' assolutamente identico al dettaglio della bandiera unionista al tempo della guerra civile nordamericana, escluse le strisce. Poi, le stelle in cerchio le si trovano soprattutto nella simbologia mariana: l'aureola della Madonna viene spesso rappresentata con dodici stelle. Fino alcuni reparti dell'esercito usa hanno sul basco nero un simbolo azzurro con dodici stelle in cerchio. Diciamo pure che anche la simbologia massonica europea ha sciacquato i panni nel Potomac. :-)

Il sauro

Nessie said...

Silvio, grazie per le "pistole fumanti". Sei sempre un ottimo perito balistico :-). Su Syriza e Tsipras, sapevo che era pappa fricchetton-marxista in salsa euro-sorosiana, anche se non avevo in tasca le prove che metti. Ma questo delinquente ne ha ancora di sfracelli da compiere per il mondo? Non c'è nessun agente segreto che ponga fine ai suoi miserabili giorni? Ha già campato tanto...

Interessante il video di Barroso-Mao:-), ma cosa vuoi mai la gioventù di quegli anni era tutta di quella tendenza lì, Grillo compreso. Il problema è che nulla si crea, nulla si distrugge, ma tutto si trasforma. E guarda caso Barroso il portoghese si è riciclato in illuminato EurokomiSSar.

Tranquillo, qui non c'è trippa per grulli né grullini. Quando sento dire che "il comunismo non è stato bene applicato", la mano corre automaticamente alla pistola, perché siamo sempre nel Mito della "rivoluzione tradita".

Nessie said...

Vate, so che sei animato dalle migliori intenzioni, ma non so perché, ma a naso quel link chhe metti mi pare un fake. Chiederò al nostro "esperto balistico". Che ne dici Silvio?


Può darsi che mi sbagli e che sia io a diventare eccessivamente sospettosa, però. Dalla lettura, tuttavia, non ho sentito una critica radicale al Manifesto di Spinelli come quella fatta qui.

Nessie said...

Sauro, la massoneria per darsi una consacrazione ruba spesso simboli dalla religione cristiana, per poi ribaltarli, come già metti bene in evidenza.

Una volta ci si limitava a sciacquare i panni nell'Arno.Ora si rimanda tutto al POtomac River :-)

Vanda S. said...

Intanto la UE continua anche a fornirci le soluzioni per avere una vita migliore: andare a vivere all'estero, soprattutto fuori dall'Europa!
Così le popolazioni autoctone europee se ne vanno, le etnie africane ed asiatiche entrano!
Un modo per avere campo libero ed attuare il loro ben congegnato PIANO KALERGI!
http://magazine.panorama.it/archivio/Pensioni-estero-vivere-low-cost

Nessie said...

Eh, eh! Certo Vanda. Ogni iniziativa che crediamo "strettamente personale", in realtà ci viene collettivamente indotta. Non ti dico poi i servizi visti in tv di anziani pensionati che si sono trasferiti in Tunisia, portando pensioni italiane lì, fidanzandosi con le loro più giovani badanti tunisine, che poi alla fin fine si pappano anche la "reversibilità" oltre che i loro risparmi, sottraendoli ai figli del vecchio gonzo di turno.

Così l'Italia resta senza Italiani, i figli senza il patrimonio dei genitori. E del resto, niente MATRIMONIO, niente PATRIMONIO. Tutto calcolato, anche la morte della famiglia.

Vanda S. said...

Siamo tutti dei deliranti neo-nazisti!

http://www.giornalettismo.com/archives/1170791/lultima-fantasia-neonazista-il-piano-kalergi/

SILVIO said...

Nessie.
nel “Segnalibri” del muo browser c'è una cartella denominata “SITI FARLOCCHI E GENTE LOFFIA”.
In tale cartella sono contenuti numerosi links tra cui quelli relativi al blog “Insightweb” di Bruno Amoroso, a “Megachip” ed a “Libreidee.org”.
Ergo: quei siti sono (per me) inaffidabili. Sempre e comunque.

Documenti alla mano, la verità storica su Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi è ben diversa da quella diffusa dai pifferai sessantottini .
Sarebbe troppo lungo parlarne in questa sede.
Una ghiotta e probativa anticipazione in merito potrebbe
essere questo articolo del “Corriere della Sera” pubblicato nel 1997 – link:
http://archiviostorico.corriere.it/1997/febbraio/04/Soros_lancia_progetto_Costituente_per_co_0_9702048973.shtml

In detto articolo è scritto che Geoge Soros chiamò a raccolta a Bruxelles i politici “liberals” (alias, marxisti) per rilanciare il progetto “Costituente” per l'Europa federalista.
Tra tali politici spicca il nome del socialista Gior4gio Ruffolo, “...uomo legato a uno dei padri fondatori dell'Europa, Altiero Spinelli”.
Ça va sans dire!

Chiudo.
La masturbazione intellettuale di Amoroso sulla figura di Spinelli è da respingere al mittente come posta indesiderata.

Nessie said...

Grazie Silvio, infatti non mi convinceva.

Il gruppo Spinelli (che dispone pure di un sito ufficiale) sorto nel 2010 comprende al suo interno un bel po' di personaggi a noi tristemente noti, quali Monti, Jacques Delors, Cohn-Bendit, il Nobel Amartya-Sen e il fu TPS che non ha fatto tempo a goderselo perché troncato da un (per me provvidenziale) infarto:

http://it.wikipedia.org/wiki/Gruppo_Spinelli

Spinelli come saprai formò anche un intergruppo suo che si chiamava il Club del Coccodrillo, poiché costituitosi al ristorante Crocodile con 9 europarlamentari. Pare che questa iniziativa fosse stata determinante per la stesura del Trattato di Maastricht.

Lo so bene, che le figure di Spinelli e di Ernesto Rossi (quest'ultimo vicino ai radicali), sono ben diverse da quelle decantate dai "pifferai sessantottini". Ma di gente che vada a (ri)leggersi il loro Manifesto di Ventotene, ne conosco poca. Basta quello per capire in che razza di ginepraio ci ha portato. Ora la RAI ci sta costruendo sopra la loro "agiografia", con uno sceneggiato.

Nessie said...

Vanda, Giornalettismo è un blog sinistrato e falsificatore. Infatti, come vedi, non lo linko mai.

johnny doe said...

Su Altiero Spinelli,potrei anche capire il suo sogno di Ventotene,mentre l'europa era dilaniata dalla guerra.
Molto meno dopo.
Per non parlare della figlia.
Quanto a tsipras,ci sono i piddioti classici,ora anche la sottocategoria dei tsipridioti di regime,barboncini da salotto più portati ai culi,come opportunamente fatto notare da una di loro,che al cervello...non poteva mancare niki banana....

Nessie said...

Ciao Johnny, i sogni (spinelliani) muoiono all'alba se poi l'Utopia conduce dritto all'euroGulag. Si può errare, ma non si deve aberrare. E l'azione successiva dell' Altiero Spinelli in versione dopoguerra (Club del Cocccodrillo a Strasburgo, incontri con Agnelli e Bilderberg) è un'aberrazione.

Belli i barboncini tsiprioti che descrivi! :-)

Anonymous said...

OT...ma non tanto!! Se fate l'anagramma a MATTEO RENZI...fuoriesce la verità..MENTO A TERZI!Nomen/Omen Ciao Il Vate.

Anonymous said...

Nessie aiuto... Mi vergogno ma la donna barbuta mi fa venire da vomitare... È il simbolo dell'Europa, davvero!
Ti prego metti nero su bianco che io non posso...

Nessie said...

Purtroppo ho già cambiato topic con il referendum ucraino.
Sei il Vate? Chi sei?