29 November 2012

De Profundis per chi si ammala

 
 

 
 
 

Nel 2009 scrissi un post sul controverso " Problema della morte indotta o facilitata", sulla scia del caso Englaro e del dibattito sull'eutanasia. Sono passati tre anni, e da allora, sono accadute cose tali da non farmi affatto pentire del mio scritto. Cose che addirittura confermano in pieno quanto allora era ancora allo stadio latente e non perfettamente evidenziato. Se ora uso il drammatico esempio greco sulla salute, è perché la Grecia è il banco di prova di esperimenti generalizzati ad opera delle cricche eurocratiche criminali di Bruxelles, da diffondere via via a macchia d'olio nell'Europa mediterranea e non solo. E tutto ciò, alla luce delle allarmanti dichiarazioni di Monti sulla Sanità.
La sostenibilità futura dei sistemi sanitari nazionali, compreso il nostro di cui andiamo fieri potrebbe non essere garantita se non si individueranno nuove modalità di finanziamento per servizi e prestazioni". "La posta in palio è altissima", ha continuato Monti precisando come "anche l’innovazione medico-scientifica, soprattutto nella fase dell’industrializzazione, deve partecipare attivamente alla sfida".
E' scoccato un tetro colpo di gong: "il nostro sistema nazionale di cui andiamo fieri" sarà demolito. Conoscendo il linguaggio sibillino degli abusivi di Palazzo, ciò significa... de profundis per chi si ammala. La salute frutta e luccica, specie se poi  è privatizzabile e scalabile in Borsa.
E se sei malato, vecchio e povero...beh, c'è sempre un possibile "aiutino" pronto che ti aspetta. Leggete un po' qui, in questo pezzo "La Grecia uccide i suoi malati di Alzheimer e di patologie ai reni" dal sito comedonchisciotte :
La salute in Grecia è malata. Malata come le menti di coloro che prendono certe decisioni e costringono migliaia di persone ad una morte dolorosa, dal momento che li privano delle medicine per guarirli. Chiamatelo “Terzo Pacchetto d'Austerità”, chiamatelo “un paese in bancarotta”, chiamatelo come volete, ma il fatto è questo: i ministri ben pagati di questo governo insieme ai ben pagati deputati ed altri funzionari dello Stato che guadagnano diverse migliaia di euro al mese, lasceranno i bisognosi ed i malati senza le medicine essenziali e l'assistenza sanitaria di base.
La scorsa settimana il vice-ministro della 'sanità' Salmas (ndr: nomen/omen) ed il ministro del lavoro Vroutsis hanno deciso, indipendentemente dal “pacchetto di austerità”, di imporre una tassa del 10-25% sull'acquisto dei medicinali prescritti ai malati cronici delle seguenti categorie: insufficienza renale, epilessia, Alzheimer, demenza, vasculite di Burger, malattia di Charcot-Marie-Tooth, Parkinson, diversi tipi di diabete, malattia di Wilson ed altre patologie croniche
Contributo dello zero per cento per il cancro, l'HIV ed altre malattie croniche, anche se solo per le medicine direttamente collegate alle loro patologie.

I pazienti dovranno pagare un 10% di tasse per le medicine direttamente collegate alle loro malattie ed un 25% per quelle non direttamente collegate e indipendentemente dal fatto che la malattia secondaria, come problemi cardiovascolari, diabeti, ipertensione, sono causate dalla malattia primaria.
.......................................................................................................................
Patologie renali

Per esempio un paziente in emodialisi ha bisogno di medicine per un valore di circa 500 euro al mese. Se dovesse pagare un contributo avendo un reddito basso, il paziente e la sua famiglia sarebbero posti di fronte ad un dilemma: comprare le medicine o morire di fame. Questo dove la maggior parte delle famiglie medie hanno un solo membro che lavora e che guadagna.

Solo i malati terminali in dialisi verranno esentati dalla tassa.

“Ciò è inaccettabile, poiché i pazienti sotto dialisi hanno molti altri problemi gravi di salute, compresi quelli cardiovascolari, glicemia, ipertensione, etc.”, dichiara Gregory Leontopoulos, segretario generale della Federazione Panellenica dei Malati Renali.

Come menzionato, un paziente sotto emodialisi potrebbe aver bisogno di più di 500 euro al mese per comprare le medicine, a seconda della sua condizione di salute. “Non tutti hanno la possibilità di pagare una tale somma di denaro ogni mese per fronteggiare un problema di salute grave”, ha detto Leontopoulos ed ha avvertito: “Se non cambiamo la decisione, ne piangeremo le vittime”.

Malati d'Alzheimer

La notizia sulla tassa per l'acquisto di medicinali per i pazienti assicurati ha diffuso l'orrore tra i gruppi di malati cronici, specialmente tra coloro che sono costretti ad un trattamento quotidiano, come gli affetti da demenza o da Alzheimer. Il presidente dell'Associazione Greca per l'Alzheimer, Magda Tsolaki, ha scritto un drammatico appello al ministro della Salute sottolineando la necessità dell'esenzione di questi pazienti dalla tassa.

Qui sotto alcuni passi dalla lettera:

“I pazienti affetti da Alzheimer sono per lo più anziani e pensionati. Sebbene abbiano un'invalidità del 100%, non ricevono alcun beneficio o sussidio dalla previdenza sociale.

La media delle entrate mensili di questi pazienti non supera i 785 euro, mentre il minimo delle pensioni dell'OGA - Istituto di Assicurazione Sociale e l'IKA – Istituto di Previdenza Sociale non superano, rispettivamente, i 350 ed i 470 euro. Circa 400.000 pensionati ricevono tra i 600 ed i 1000 euro mensili.

Le malattie croniche generative causano il declino progressivo della memoria e di tutte le funzioni associate come farsi il bagno, mangiare, vestirsi e è accompagnato da cambiamenti comportamentali notevoli.

Sottolineando l'alto impatto economico per i pazienti e le loro famiglie, Tsolaki richiede l'esenzione dalla tassa dichiarando che senza risorse disponibili i pazienti verrebbero deprivati delle medicine con la conseguenza di un deterioramento più rapido della loro situazione clinica ed un escalation dei disturbi comportamentali che costringeranno le famiglie e per chi si prende cura di loto a mandare questi pazienti in istituti statali, aumentando i costi del sistema di assistenza sanitaria nazionale”.

I trucchi per i tagli all'assistenza sanitaria

I trucchi usati da coloro responsabili dei tagli all'assistenza sanitaria per le malattie croniche non hanno limiti. Hanno tolto la fisioterapia per i pazienti con sclerosi multipla, trauma cranico, neuropatia, malattie del sistema nervoso centrale, se il paziente è già stato trattato in una clinica, in un centro ospedaliero o in qualsiasi altro programma di riabilitazione. Allo stesso tempo, il paziente assicurato dovrà usufruire del trattamento fisioterapico entro tre mesi dalla prescrizione del medico.

Ricovero a soli 25 euro!
Il nuovo pacchetto di austerità prevede tagli per 1.1 miliardi di euro alla sanità greca, oltre ai salari dei dottori, per poter finanziare l'organizzazione nazionale di assistenza sanitaria (EOPYY), la scandalosa organizzazione di nuova costituzione che ha unificato i fondi assicurativi e che è fallita prima di compiere i suoi due primi anni di vita.

Con il nuovo pacchetto di austerità, i pazienti assicurati dovranno pagare 25 euro per essere ammessi in ospedale per operazioni chirurgiche o controlli medici e pagheranno 1 euro per ogni prescrizione a partire dal 1° gennaio 2014.
Se saranno ancora vivi...

Una legge sull'eutanasia in Grecia ?

Un'amica mi stava raccontando del continuo aumento dei costi che deve affrontare per i suoi genitori malati, entrambi ultra-ottantenni. Devono chiamare un dottore almeno una volta al mese (60-80 euro). Ogni due mesi uno dei due deve fare le analisi del sangue (80 euro). I pannoloni costano 50 euro. Poi ci sono le tasse per le prescrizioni mediche (almeno 20 euro). Con la nuova regolamentazione, dovrà pagare altri 40-70 euro per le medicine prescritte. Oltre alle spese mediche, dovrà spendere circa 150-200 euro al mese per comprare da mangiare e pagare le bollette. Una delle pensioni dell'anziana coppia malata serve a pagare un badante (400 euro). Deve anche pagare i loro conti e le tasse sulla proprietà di emergenza perché vivono in una casa di 70 mq.

Questa amica ha perso il lavoro due anni fa, usa i suoi risparmi per assistere i genitori. Da parte loro, hanno perso un'entrata di 4.320 euro dopo il dimezzamento dei
bonus natalizi/pasquali, quando il sussidio della previdenza sociale è stato eliminato con un click ed hanno dovuto pagare un contributo di 30 auro al mense alla EOPYY. Con il nuovo pacchetto di austerità perderanno almeno altri 1.200 euro all'anno mentre i bonus natalizi rimanenti scompariranno. I pensionati IKA prendono in tutto 1.090 euro.

Forse Salmas (nomen/omen) , Vroutsis & Co. dovrebbero considerare di far passare anche una legge sull'eutanasia, dal momento che i malati cronici e le loro famiglie non saranno in grado di sopportare l'ulteriore onere finanziario.
 


Eutanasia in funzione di "libera nos a Malo"? De te fabula narratur, o Italia...


 

86 comments:

johnny doe said...

Il piano di distruzione continua...pensioni,sanità....già ora certi tickets della sanità pubblica costano uguale se non di più di quanto si spende nei centri privati...figuriamoci che succederà se andrà in porto il piano dei criminali che ci governano.Ci ritroveremo nel welfare Usa...con milini di persone lasciate al loro destino,naturalmente i più deboli...
Mettiamo tutto insieme quanto successo in un anno e quanto il futuro ci promette...e ditemi se non é una guerra che bisogna fare e se certi miei atteggiamenti barricadieri siano poi così esagerati.Ma ci rendiamo conto dove ci stanno portando? Arriverà un momento quando tutti si sveglieranno di colpo trovandosi di fronte alla catastrofe (un po' come successo con l'euro),ma sarà troppo tardi.

Nessie said...

Johnny, qui dentro siamo già più che svegli. Il problema è che si tratta sempre di piccole pattuglie rispetto alla massa inerme e inconsapevole.
Questo criminale ha il coraggio di dire che in guerra tutto è lecito. Ma se dovessimo dire noi una frase come quella che ha detto lui nei confronti degli "evasori", ci farebbero passare subito per terroristi. Senza contare poi che queste sue frasi sibilline (anzi, rettiliane) prese e buttate lì per poi essere ritrattate sono dei ballon d'essai per sondare le nostre reazioni. Parlo delle sue ultime dichiarazioni sulla Sanità, ma non solo.

La stampaglia fa credere che lui e la Fornero abbiano dei difetti di comunicazione, ma non è così...E' un modo di comunicare ambiguo voluto e cercato

SILVIO said...


I miei complimenti per l'articolo, Nessie.

Dettagliato, documentato, dai toni giusti, ben scritto .

Molto, molto brava!!!

Massimo said...

Fonti di finanziamento "integrativo" privato ci sono già, visto che se vogliamo essere curati dobbiamo pagare di tasca nostra nonostante si abbia già pagato il pizzo con le trattenute ssn. Lo sbaglio di Monti è che continua a pensare di restrallare denaro dalle nostre tasche per mantenere inalterata la spesa (destinata a crescere comunque) invece di tagliare la spesa, restituendo contestualmente denaro ai cittadini in modo che possano usarlo per ciò che a loro è necessario.

Nessie said...

Silvio, l'articolo coi vari paragrafi sulla sanità in Grecia (poveretti loro!) è preso come vedi, da Comedonchisciotte. Io come vedi, mi sono limitata a fare il preambolo e a linkare un mio vecchio articolo del 2009 dove già mi ponevo il problema, oltre che delle implicazioni etico-morali anche dell'USO POLITICO che i globocrati avrebbero fatto dell'eutanasia. Comunque, grazie :-).

La "questione greca" circa la salute ci rimanda al discorso del calvario allungato, di un autentico Gòlgota di sofferenze e di soprusi tali, da auspicare per i malcapitati, l'iniezione letale o un beverone come quello che ho messo in alto. Ma in ogni caso, è quel che vogliono L'ORO.

Nessie said...

@ Massimo,

Fonti di finanziamento "integrativo" privato ci sono già, visto che se vogliamo essere curati dobbiamo pagare di tasca nostra nonostante si abbia già pagato il pizzo con le trattenute ssn.

Mi spiace Massimo, quello alla salute è un diritto che ogni cittadino e lavoratore ha già profumatamente pagato nelle trattenute della busta-paga, per chi se ne ricorda.
Gli ospedali e le strutture sanitarie, pertanto, appartengono a buon diritto ai cittadini e non devono essere mira di avidità ad opera di multinazionali straniere che ci ruberanno anche professionalità medico- chirurgiche e di ricerca.

Poi indipendentemente dal "pizzo" di cui parli (per me le cure devono essere gratuite, date che le abbiamo già pagate alla fonte), non è vero che MOnti si limita a tassare e a non tagliare.

Monti accontenta tutti: TAGLIA, TASSA e TARTASSA. Idem la Fornero. Anzi, quest'ultima poi , taglia anche la testa alle persone per farle sparire prima dalla crosta terrestre. Per la gioia dei liberisti ottusi e unidirezionali che ripetono straccamente il "mantra" dei tagli.

SILVIO said...

E, per concludere, qual è l'amorale della favola ?

Ce la riassume Jacques Attali (esponente di rilievo del NWO- LIBERAL nonché membro di numerose cosche massoniche, fra cui Bilderberg Group) :

« L'allungamento della vita non è più un obiettivo desiderato dalla logica del potere in quanto l'uomo che supera i 60-65 anni è improduttivo e, quindi, diventa un peso insopportabile per la società ...la logica del socialismo è la libertà e la libertà è il suicidio fondamentale e, pertanto, il diritto al suicidio - diretto o indiretto – deve essere un valore assoluto in questo tipo di società... Macchine per sopprimere permetteranno di eliminare la vita allorché essa sarà inutile o economicamente troppo costosa...L'eutanasia diventerà uno strumento essenziale di governo... »
[Frasi tratte dal libro di J. Attali “L'homme nomade”, Ed. Le Livre de Poche, 2005]

Mia obiezione:
« Jacques Attali, tu che sei “in nulla egregio”, perché non ti sei ancora ancora suicidato nonostante i tuoi quasi 70 anni ? Ah già, la condanna a morte spetta unicamente alle plebi "Infranomads". Questo lo dici tu e i “cochons” con cui ti accompagni ma la parola fine non è stata ancora scritta».

Nessie said...

Silvio, telepatia? Stavo giusto facendo una ricerca sul web sul "cochon" Attali e le sue terrifiche scempiaggini. Hai fatto bene a riportarlo, così è chiaro anche il L'ORO concetto di "servizio sanitario".

Tutti questi sessantottini sinistronzi alla Lucio Magri, fautori del "beverone" sono avvertiti. Volevano cambiare il mondo, ma è il mondo che fa cambiare loro. E di metamorfosi in metamorfosi c'è anche quella del cadavere eccellente (Le cadavre exquis).

Anonymous said...

Dalla Grecia alla Spagna, oltre gli espropri delle case, del lavoro e dei salari, anche gli abusi e le violazioni del diritto di ripresa da parte della stampa durante i cortei. Aspettiamoci un futuro di fame e manganellate:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/11/28/siviglia-freelance-in-manette-durante-corteo-violata-liberta-di-stampa/429869/

zeta

Huxley said...

Dal 'nuovo' nazismo finanziario nascerà una nuova stirpe (di pezzenti) sana e forte (necessariamente) e sopratutto compatibile con i dettami dell'efficenza mercatistica. In compenso, grazie alle nano tecnologie e tecniche di clonazione avremo presto una elite (di puzzoni) quasi eterna. La distopia perfetta.

Notizie non direttamente correlate, ma conunque degne di nota:
- In BoE (Bank of England) hanno installato un altro G&S
- A Doha la prossima settimana si discuterà del possibile passaggio della gestione di internet nelle mani dell ONU

Huxley said...

Errata corrige:

La questione internet verrà discussa a A Dubai, dal 3 al 14 dicembre.
A Doha solita aria fritta sul climate change.

Nessie said...

Grazie Zeta. "Modificare la legge sulla sicurezza cittadina con l’intenzione di proibire “la cattura, la riproduzione o il trattamento di immagini, suoni e dati degli ufficiali di pubblica sicurezza nell’esercizio delle loro funzioni"
è quasi roba da far rimpiangere il caudillo Francisco Franco.

Arriveranno momenti durissimi: in Grecia come in Spagna, come in Italia. Prepariamoci a molte randellate e al liberticidio più feroce.

Nessie said...

Hux, chiariamo un piccolo particolare storico. Per quanto odioso e feroce il nazismo, almeno il popolo tedesco lo faceva stare discretamente, sul piano economico. Idem il comunismo, per quanto vessatorio, si proponeva obbiettivi redistributivi.

Questo TERZO TOTALITARISMO è una dittatura INEDITA su scala planetaria difficilmente paragonabile a quanto c'è già stato in passato.

Efficienza mercatistica, tecnologie occulte per spiarci, digitalizzazione della funzione pubblica, elettronica e informatica al servizio di una nuova burocrazia da una parte, e di contro, predazione di tutte le risorse dello stato-nazione, esproprio di tutto il patrimonio pubblico e pure del risparmio privato e dei beni dei cittadini.

In altre parole, il pubblico e il privato verranno concentrati nelle mani delle oligarchie, calpestando ogni forma di diritto (pubblico e privato che sia).

Solo così si mettono in ginocchio gli stati e i cittadini allo scopo di creare quel famoso NWO. Dimmi tu, se in passato è mai esistita una roba del genere...

Nessie said...

Intanto ierisera si è consumata una squallida pupazzata monocolore in perfetto stalinismo mediatico sulla nostra tv di stato : un vecchio e bolso comunista contro l'onusiano e obamiano sinistruccio fiorentino in un ping pong simile alla Pepsi Cola contro la Coca Cola. Per la felicità dei gonzi.

Chiunque vincerà, il Pd farà incetta di consensi. E su quale programma? Beh, ovvio, in una Ue che ci toglie tutti i diritti più elementari, sia Renzi che Bersani rivendicavano quella che per loro è "La madre di tutti i diritti universali": matrimonio gay e ius soli.

Huxley said...

Nessie, l'analogia con il nazismo l'ho utilizzata per evindeziare l'aspetto eugenetico che caratterizzava il regime di Hitler; ad esempio l'eutanasia come controllo (in quel caso della razza, nel nostro degli individui soggetti al sistema economico). Per il resto sono assolutamente d'accordo con te, per certi versi questo terzo totalitarismo si configura con una grande TEOCRAZIA LAICA, dove l'unico dio ammesso è il mercato.

Nessie said...

Sì certo, anch'io dico "Gestapo fiscale" per metaforizzare l'occhiuta attuale dittatura. Oppure parlo di Stasi e delle "vite degli altri".

Ma la verità è che questa "teocrazia laica" del politicamente corretto (ora vogliono ascrivere alla carta Onu il reato di "omofobia") ha caratteristiche che sono sue proprie e pure inconsuete e spiazzanti rispetto ai modelli di riferimento storico a cui attingiamo.

Johnny88 said...

L'Uomo dei Monti non ha fatto nessun errore di comunicazione sulla faccenda, semplicemente sta dicendo quello che pensa e che intende attuare col sostegno unanime della troi(k)a PD-PDL-UDC

E giusto per ricordare a chi come Massimo, ancora si illude che esistano "destra" e "sinistra" e si ostina a credere al teleimbonitore di Hard-Core un piccolo Bignami

https://fbcdn-sphotos-e-a.akamaihd.net/hphotos-ak-prn1/148698_532422640103564_1967115574_n.jpg

SILVIO said...

Immersa in parchi e giardini attraversati dal fiume Cherwell, l'UNIVERSITÀ DI OXFORD colpisce l'ingenuo visitatore, proponendosi a lui come il simbolo della cultura e della scienza in serena armonia con l'uomo e la natura.
Tuttavia, se le mura dell'Università di Oxford potessero parlare, racconterebbero ben altro.
Racconterebbero (ad esempio) che – grazie al magnate Cecil Rhodes e al visconte-banchiere Alfred Milner - ivi è stata fondata la TAVOLA ROTONDA (THE ROUND TABLE) dalla cui agenda poi sorsero il RIIA, il “Council on Foreign Relations”, la “COMMISSIONE TRILATERALE”, il “GRUPPO BILDERBERG” e “L'ISTITUTO TAVISTOCK”.

Cioè, il quartier generale della cospirazione per il Nuovo Ordine Mondiale, della cricca LIBERAL che, sino ai giorni nostri, non ha mai abbandonato quelle vecchie mura che lo videro nascere.
Tanto da eleggerle a tempio della sua religione delle tenebre, i cui vati operano in un'ala particolare dell'ateneo occupata dal CENTRO DI OXFORD PER LA NEUROETICA (“The Oxford Centre for Neuroethics”).


Ma che è questa religione delle tenebre? Può sintetizzarsi in una sola parola : TRANSUMANESIMO. Parola che venne coniata da Julian Huxley, che fu membro della “British Eugenics Society”.
Il fondamento del Transumanesimo è costituito dall'Eugenetica, la quale è una branca della scienza secondo cui soltanto i “forti” hanno il diritto di riprodursi e di evolversi, mentre ai “deboli” non resterebbe altra scelta che quella di soccombere e di venire eliminati.

Ecco a voi una riflessione di Julian Huxley:
«Gli strati più bassi della popolazione si riproducono troppo in fretta. Quindi … non devono avere accesso facile alle strutture di soccorso o agli ospedali in quanto ciò ostacolerebbe la selezione naturale, facilitando la sopravvivenza e la riproduzione ulteriore del volgo... La disoccupazione a lungo termine dovrebbe comportare la loro sterilizzazione ... ».
Tali teorie sono evidentemente il frutto della filosofia darwinista applicata all'umanità.
Data la loro essenza, meriterebbero di finire nella pattumiera della storia senza attendere che il loro ispiratore Charles Darwin cada “dalle stelle alle stalle” per manifesta ciarlataneria, come richiesto da varie voci del mondo scientifico.

Leggete ora quel che sostiene Julian Savulescu (direttore del “Centro di Oxford per la Neuroetica”) e capirete: « ... è nell'interesse pubblico legalizzare l'obbligo della fecondazione in vitro (IVF) al fine di selezionare e far nascere solo gli esseri umani più intelligenti, robusti e non affetti da tare ereditarie...»
http://www.heraldsun.com.au/ipad/only-breed-smart-babies-ethicist/story-fn6bfkm6-1226005105129

È da precisare che Julian Savulescu non è nuovo a trovate simili a quelle naziste del dottor Mengele. Tempo addietro, infatti, egli si espresse a favore della FLUORIZZAZIONE DELL'ACQUA DEGLI ACQUEDOTTI ed appoggiò apertamente il progetto di Guy Kahane teso a pubblicizzare l'uso massivo di farmaci (come il PROZAC) allo scopo di manipolare il comportamento e la morale individuale

Gli altri “scienziati” di Oxford non sono certo meno luciferini di Savulescu.
Ad esempio, Alberto Giubilini e Francesca Minerva pubblicarono l'articolo “After-birth abortion: why should the baby live?”, apparso sul “Journal of Medical Ethics” in cui sostennero l'assoluta legittimità dell'infanticidio prima della nascita.

Al che ci fu chi minacciò di farli a pezzi con una motosega.

A rincarare la dose provvedette il famoso fisico Stephen Hawking (di casa ad Oxford) sostenendo di non vedere alcuna violazione etica nell'omicidio di massa in quanto
« ...Noi non siamo altro che macchine biologiche, il libero arbitrio è solo un'illusione ».

Anche per lui (come per tutti gli altri scienziati dementi) io propenderei per la motosega.
Non so, voi.

Nessie said...

Ottimo Bignamino Johnny88. Ma non credo che chi di dovere ne farà tesoro.

Più che troi(k)a PD-PDL-UDC, si tratta di un Trio Monnezza ABC. Ma farà danni ugualmente. Elementare Watson!

Nessie said...

Silvio, quindi dai verdi parchi oxfordiani abbiamo avuto storicamente tutti questi luciferi con il loro work in progress?

Certo che ne hanno avuta della pazienza ad aspettare che il loro scellerato progetto si realizzasse... E ora siamo al redde rationem della Tavola Rotonda mondiale.

Suppongo tu conosca già questo video di Alan Watt che parla di eugenetica, della famiglia Huxley e di Bertrand Russell:

http://www.youtube.com/watch?v=FRs43T0m0KE&feature=player_embedded

Da non confondere col nostro amico blogger che si mette lo stesso nick perché amante della fantascienza :-)

SILVIO said...

Si, lo conosco Nessie e apprezzo Alan Watt.
Quanto a quel che tu hai scritto «...Certo che ne hanno avuta della pazienza ad aspettare che il loro scellerato progetto si realizzasse...», sono avvenuti recentemente alcuni fatti molto emblematici che testimoniano di come il il progetto NWO sia un punto interrogativo difficile da decifrare.

Comincio con le parole della guida suprema iraniana, l'ayatollah Ali Khamenei .
Egli, durante l'incontro con studiosi e ricercatori tenutosi a Teheran il 13 agosto 2012 ebbe a dichiarare:
« ... La geometria politica del mondo sta cambiando a favore dei paesi meno potenti...le ondate travolgenti del risveglio islamico in Medio-Oriente e Nord Africa e il fallimento del fronte occidentale, capeggiato dagli Stati Uniti, nello stabilire il proprio dominio sulla regione asiatica sono due segni che dimostrano un'evoluzione impressionante, che darà vita ad un Nuovo Ordine Mondiale...».

Circa un mese dopo, gli fece eco Josè Manuel Barroso (presidente della Commissione Ue) che - nel suo intervento del 12 settembre 2012 davanti al Parlamento europeo – affermò tra l'altro:
«...More than ever our citizens and the New World Order need an active and influential Europe...» [= «Oggi, più che mai, i nostri cittadini ed il Nuovo Ordine Mondiale hanno bisogno di un'Europa attiva ed influente» ] .

Il 25 Settembre 2012 (giorno prima del suo discorso all'Assemblea generale delle Nazioni Unite) il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad - nel corso di un'intervista concessa ad “Associated Press” - esclamò :
«...A Dio piacendo, si realizzerà un Nuovo Ordine Mondiale e la faremo finita con tutto ciò che ci allontana...Io credo che il sistema degli imperi abbia raggiunto la fine della strada. Il mondo non può più tollerare di essere soggiogato da un solo imperatore ....»


Il 28 settembre 2012, Zbigniew Brzezinski (influentissimo esponente del NWO/Liberal) - suscitò lo sgomento nei globalisti dell'EFNI - riuniti a Sopot in Polonia per un convegno - pronunciando tale avvertimento:
Attenti ! Il Nuovo Ordine Mondiale rischia di deragliare a causa del risveglio universale della coscienza politica di massa, alimentata da radio, televisione ed internet.....

Che confusione e quante contraddizioni, anche insanabili!
Ciò detto, non mi sembra azzardato ritenere che gli oligarchi abbiano sbagliato nel vendere la pelle dell'orso prima di averlo ucciso.

Anonymous said...

..però sponsorizzano la tessara snitaria col microchip...
http://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/2010/26-maggio-2010/ecco-carta-sanitaria-microchip-1703089922785.shtml
e stare alla larga dalle vaccinazioni (soprattutto quando e se si inventeranno qualcosa di "obbligatorio").
http://www.informarexresistere.fr/2012/07/27/bill-gates-con-i-miei-vaccini-ridurro-la-popolazione-mondiale/#axzz2DcmVWo00
progetti di sterminio
http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=2620&forum=42
"E' dal caos che nasce il nuovo ordine" (leonardo boff - carta della terra)
http://ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=40964
m13

Anonymous said...

“stregocrazia”
http://www.vocidallastrada.com/2012/11/lanticristo-e-fra-noi.html
e strani “tornadi”
http://ilcorrosivo.blogspot.it/2012/11/un-tornado-di-contraddizioni.html
m13

Nessie said...

Silvio, anche a me Alan Watt fa una buona impressione. Espone le sue idee con calma olimpica senza forzature, e mi pare molto addentro alla materia. D'altro canto ciò che dice degli Huxley, di G.B Wells e di Orwell, e cioè che erano figure-chiave molto ben iniziate all'interno dei vari gradi delle citate consorterie, ormai è accertato. Tutti credono che si tratti di romanzi della Distopia, in realtà sono importanti testimoni-chiave di quanto hanno vissuto e ne hanno dato conto sotto forma di fiction.

Vengo ai nomi islamici all'interno di questo ambaradan. Dunque anche gli islamisti farebbero parte di detto progetto.
Quanto all'affermazione di Brzezinski è stata riportata integralmente in un post di Paladino da Foa.

Subito dopo c'è stato chi ha insinuato che Brzezinski e i suoi uomini potrebbero infiltrare e foraggiare movimenti populisti e nazionalsocialisti. (colzani). Tutto può essere ma se spingiamo troppo questo discorso mi ricorda un po' quella poesia di Dorothy Parker che recita:

I rasoi fanno male;
i fiumi sono freddi;
l’acido macchia;
i barbiturici danno i crampi.
Le pistole sono illegali;
i cappi cedono;
il gas fa schifo
TANTO VALE VIVERE.



Nel nostro caso, per parafrasare, tanto vale fidarsi di qualcuno.

Nessie said...

Grazie Marco. Ierisera c'era Renzi che si pavoneggiava su questa storia della "carta sanitaria", guarda caso.

Quanto a Bill Gates, per me è il demonio fatto persona.

Ora leggo anche gli altri links.

Nessie said...

Letto anche quello di Cedolin sui tornadi ad personam. O meglio. ad Ilvam. Completamente nelle mie corde :-)

"Smantellate le pensioni e smantellata la sanità pubblica, tramite cessione ai privati, in un paese dove non c'é lavoro e quel poco esistente diminuisce quotidianamente, le prospettive attraverso le quali "arrangiarsi" non sembrano poi molte e il ventaglio delle scelte finisce per ridursi a quella di mettersi un cappio al collo volontariamente o lasciare che l'inedia e le malattie lo facciano per te".

SILVIO said...

Nessie, ritengo che la predetta dichiarazione di Brzezinski - rilanciata da Paladino - si riferisca alla notizia datane in tal senso, il 26 novembre corrente, da http://www.infowars.com/brzezinski-populist-resistance-is-derailing-the-new-world-order/ .

E che Colzani (sempre informatissimo su Brzezinski e dintorni) abbia ironizzato su Alex Jones.
Se l'ha fatto, non ha avuto torto perché tale notizia è vecchia di 2 mesi.

Domanda: Come mai Alex Jones l'ha rispolverata solo adesso ? Semplice. Perché solo adesso gli è stato dato l'input.
Il motivo ? Avvisare i neocon (cioè i globalisti del NWO/Conservatore) che se si intestardiscono nel NWO unipolare (che prevede gli Usa come unici signori del pianeta) l'intero progetto della governance globale elitaria potrebbe saltare a causa dell'odierno risveglio universale della coscienza politica di massa, alimentata da radio, televisione ed internet.

D'altronde, non è una novità. Già altre volte Paul Joseph Watson e Alex Jones hanno funzionato da amplificatori dei mondialisti.

Per me sono fakes. Inaffidabili.

Anonymous said...

Già Nessie, tutti questi orrori senza fine sono originati da quello centrale, il Terzo Totalitarismo, molto più nascosto e molto più forte (e immensamente più ipocrita) dei primi due che almeno avevano dei forti contraltari ad avversarli e combatterli. Questa è l'enorme e letale differenza. Qui come ben dici ci sono solo sparute pattuglie che sopravvivono tra gli zombie. Senza contare che l'Italia non è la Grecia nè la Spagna in quanto a dignità: questa è la patria dei pappagalli ammaestrati. Quindi nessuna cavalleria in vista a salvarci purtroppo.
Scarth

Nessie said...

Silvio, non era in relazione ad Alex Jones, che ho detto che tanto vale, occorre fidarsi di qualcuno. Ma di un progetto politico che marci nella direzione della sovranità. E tu già lo fai.

I globalisti e i banksters lavorano per delegittimare la politica e mettersi direttamente alla testa dei governi. E in questo sono riusciti perfettamente allo scopo senza alcuno sforzo.

Occorre ridare dignità e onore alla politica nel senso della "polis".

Troppo facile dare sempre ragione ai lupi. Lo sappiamo già che intanto, SUPERIOR STABAT LUPUS.

Nessie said...

Mah, Scarth, viviamo tempi strani. Può succedere che per giorni, mesi e anni la gente sopporti. POi magari inaspettatamente arriva la deflagrazione. Non è detto che si muoia incaprettati. E a fregare tutti costoro, è la fretta con la quale cercano di arraffare con una forsennata avidità.

Nessie said...

Intanto, per divertirvi un po' leggete che razza di facce di palta ci sono in circolazione. De Benedetti si improvvisa No GLobal e non vuole che si spendano soldi per le missioni militari:

http://www.dagospia.com/rubrica-5/cafonal/1-de-benedetti-for-president-sul-palco-al-fianco-di-flores-landini-e-barca-47453.htm

SILVIO said...

Esatto, Nessie, la deflagrazione potrebbe arrivare in ogni momento. Un suo sintomo è stato descritto da Carlo Tarallo per Dagospia, quando ha informato che Montezemolo (andato a prendersi una pizza nel centro di Napoli, dopo aver presentato il suo neo-partitino alla Mostra d'oltremare) è stato costretto a rintanarsi nella sua macchina dopo che la folla lo aveva accolto al grido di : « Merda, sei una merda! ...Vergogna!... Le tasse sempre agli stessi! Pagaci le tasse! Basta passerelle, vergogna! Sfruttatore!»

Quanto a De Benedetti, la sua uscita anti-montiana è stata una risposta alla decisione di Monti di votare al riconoscimento della Palestina quale “Stato osservatore, non membro dell'Onu” (ne vedremo delle belle, tra poco, in fatto di ribaltamento delle tradizionali geostrategie e geopolitiche...).

Non solo. De Benedetti appoggia Bersani. Lo slogan di Bersani è “ITALIA, BENE COMUNE”.
La locuzione “bene comune” va interpretata in chiave NewsPeak.
Cioè nel comunitarismo, che è la maschera “buona” dietro cui si cela il nazi-comunista fabianesimo globalista, tanto caro alla consorteria dell'ingegnere svizzero.

Anonymous said...

E intanto, siccome il sud è "bene primario" cui dobbiamo continuare a cacciare soldi a pioggia, la Corte dei Conti promuove i bilanci della sanità lombarda. Io ci vivo in Lombardia, e devo dire che il servizio sanitario qui è davvero un'eccellenza, per tempi e cure. Per quello han fatto fuori Formigoni.

Stella

Nessie said...

Stella, vivo anch'io in Lombardia e ho constatato con mano che il servizio sanitario funziona ed è stato così invidiato, che hanno cercato di smantellarlo a suon di scandali. All'inferno l'eterna cassa del mezzogiorno. Ciao

Nessie said...

Silvio, vale la pena di ricordare anche la strizza che si preso Passera in Sardegna con i minatori del Sulcis dove ha dovuto rifugiarsi in elicottero e ...prendere il volo. Ma per questa gente non ci saranno mai attentati alla Mattei.

Su Bersani fu proprio De Benedetti a dire che trattasi di uomo mediocre su cui non ha scommesso un penny. Tant'è vero che poi non rinnovò la tessera N.1 del Pd.
Ora non lo so, se nel frattempo ha cambiato idea.

Su quell'oscena pupazzata delle primarie dove Bersani e Renzi fingono di essere in disaccordo su tutto, poi invece guarda caso, sono d'accordissimo su:

1) Moneta elettronica con la scusa dell'evasione
2) Matrimonio gay
3) Ius soli ovvero cittadinanza breve agli immigrati

SILVIO said...

@ NESSIE

I Sardi sono cittadini-modello (salvo le fisiologiche eccezioni alla regola) ma quando è in gioco la sopravvivenza delle loro famiglie rivelano l'atavico coraggio, senza badare al “politicamente corretto” e allo spauracchio delle “autorevoli autorità”. Bene ha fatto Passera a filarsela in volo altrimenti se la sarebbe vista molto brutta, polizia o non polizia....

Quanto al Pd, non ho motivo di cambiare idea. A parte le farsesche americanate buone per far credere ai gonzi che la democrazia non sia stata violentata e soppressa, tutto il Pd resta connesso al NWO / Liberal di cui professa tutti i principali disvalori etici, sociali ed economici (e l'accordo Bersani/Renzi su moneta elettronica, matrimoni gay , ius soli, ne è conferma).
Le attuali frizioni con Carlo De Benedetti (che è membro del Consiglio di Sorveglianza della “Compagnie Financière Edmond de Rothschild”) sono causate dal mutamento di strategia del NWO / Liberal circa Israele.
A spiegarcelo è il seguente imperativo di Zbigniew Brzezinski (che è un potentissimo esponente del NWO/Liberal ) reso esplicito in suo discorso pronunciato nel novembre in corso davanti al Consiglio Nazionale Iraniano :
« Gli Stati Uniti la devono smettere di seguire docilmente Israele. Si stanno comportando come stupidi muli».
Strabiliante, vero ? Soprattutto considerando le origini ebraiche di Brzezinski.
Donde la contrarietà di De Benedetti, anch'egli di origine ebraica ma molto legato ad Israele e a Netanyahu.

Nessie said...

Mi piace che ierisera a POrta a Porta Bersani si è pure vantato di aver trasgredito al diktat israeliano che non voleva l'Autorità palestinese nemmeno come membro-osservatore all'ONU e l'ha fatto passare come un suo esemplare gesto di coraggio. In realtà... nuovi "ordini di altra scuderia atlantista". Nonché obamiana e brzezinskiana.

POvero Culatello Bersani nato a Bettola!

Anonymous said...

OT: Gruppo Femen, pagate per denudarsi e provocare i cattolici. Chi le paga? E chi ci sta dietro?


http://www.uccronline.it/2012/11/30/le-femen-si-spogliano-e-insultano-i-cristiani-per-denaro/

Maria Luisa said...

da noi stanno già risparmiando, l'ospedale verrà declassato, perderà 350 posti letto, probabilkmente la facoltà di medicina di Ferrara avrà solo il primo triennio e perderà delle scuole di specializzazione, poi per risparmiare di più si provvederà a tagliare gli stipendi dei medici di base, mi spiego:questi sono formati da una parte fissa e una parte erogata al raggiungimento di obiettivi, per quest'anno niente obiettivi, leggasi quasi il 50% dello stipendi.
Maria Luisa Tampieri

Nessie said...

Grazie per la tua utile testimonianza Maria Luisa. In Grecia intervengono già le associazioni caritative internazionali per curare i malati. In Spagna stasera c'erano in tv scene da Oklahoma durante la crisi del '29. Ma qui in Ue è anche peggio perché almeno durante il '29 l'industria non era delocalizzata.

Poi ci sono i patiti dei "tagli" che dicono che grazie a questi ci sarà la "crescita", altra parola farlocca del loro linguaggio rettiliano, che conduce a un bel nulla.

Maria Luisa said...

spero che si trovi una soluzione, e che non succeda nulla di tutto ciò

Anonymous said...

Buon giorno Nessie, sono Iris, ci siamo incontrate qualche volta nel blog di Marcello Foa dove oggi l'aria è irrespirabile. Mi complimento con te per il blog che giudico bello e interessante. Ho letto tutti i commenti e vorrei fare una piccola critica a Silvio. Silvio ha parlato in prospettiva a lungo termine che la nostra generazione probabilmente non vedrà e vivrà ma ha dimenticato di trattare quella a breve termine che ci interessa da vicino. I cattivi soggetti che governano il mondo hanno l'intenzione di imporre l'eutanasia per ridurre la popolazione della terra: è vero. Tuttavia non penso che Monti riesca ad imporre questa catastrofe in Italia. Non ci riuscirebbe mai. Secondo me Monti mira a favorire interessa economici ben definiti. Gradirei una risposta. Ti saluto Nessie e tanti auguri di buon lavoro.
iris

Nessie said...

Che bella sorpresa, grazie mille Iris! Sì mi ricordo di te e mi spiace che quello spazio sia andato così brutalmente a ramengo.

Secondo me Monti non può imporre l'eutanasia per le sue ottime relazioni col Vaticano, che come ben sai ha da tempo assunto posizioni mondialiste a sua volta.
Quindi c'è uno zoccolo duro che non toccherà: eutanasia, fecondazione e forse anche sussidi alle scuole private cattoliche.
L'IMU di fatto l'ha già toccata anche a loro, ma col loro beneplacito. Leggi qui "Non tutti i grembiulini vengono per nuocere":

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/non-tutti-i-grembiulini-vengono-per-nuocere-lidillio-tra-la-croce-e-il-compasso-47474.htm


Ma il punto è un altro anche se io ho esasperato mettendo l'immagine della boccetta in alto col veleno. Sbaraccare posti letto (vedi la testimonianza di Maria Luisa che è medico), abbreviare le prognosi ai malati e spedire tutti a casa come pacchi postali, aumentare i ticket, togliere esenzioni ai farmaci salva-vita, continuare a erodere il risparmio di tutti i cittadini, anche dei più poveri e degli anziani, peggiorare di giorno in giorno la qualità della vita, rendere precaria perfino la propria abitazione aggravandola di tasse, far pagare come seconda casa i vecchi all'ospizio eccetera ecc. non è forse già un'EUTANASIA?

Attendo anch'io una risposta sul tema, ciao e grazie.

Huxley said...

Il sospetto che l'elite dei puzzoni dominante, di chiara estrazione malthusiana, stia portando avanti un disegno volto a 'scremare' la popolazione si fa sempre più forte, tanto da arrivare alla certezza quasi assoluta. Oltre alle strade già descritte (economiche e sociali) ci sono (purtroppo) anche soluzioni più radicali, come le pandemie e le guerre (non più locali ma globali); temo che almeno la seconda possibilità sia nei LORO progetti a breve termine.
Spero di sbagliarmi.

SILVIO said...

Vorrei esaudire la richiesta quell'Anonimo che ha scritto: « OT: Gruppo Femen, pagate per denudarsi e provocare i cattolici. Chi le paga? E chi ci sta dietro?».
Risposta:

Il Gruppo FEMEN è un movimento di protesta che venne costituito nel 2008 su iniziativa della neo-laureata in Economia Anna Hutsol (fanatica neoliberista), che raccolse attorno a sé un piccolo gruppo di studentesse universitarie.
I loro iniziali propositi non sono da biasimare.
Ad esempio, la loro lotta contro il turismo sessuale (le ucraine hanno una bellezza che talora eguaglia quella delle donne lettoni) responsabile della pubblicità negativa attribuita all'Ucraina in misura pari alla Tailandia.
Poi, Anna Hutsol fece un salto di qualità (?) professionale e venne assunta dal Kyiv Post .
Da allora la sua immagine e le gesta del Gruppo Femen vennero rilanciate e amplificate dai media internazionali ( Der Spiegel, Guardian, AlterNet, The Huffington Post, Christian Science Monitor e svariati quotidiani economici di spicco).
Nel contempo, le iniziative di lotta si fecero più spettacolari e dissacranti, prendendo di mira quasi esclusivamente i simboli della religione cristiana, onde colpire soprattutto la chiesa cattolica e quella ortodossa e , di riflesso, i governanti legati a quelle religioni.
Tali iniziative furono e sono organizzate sulle base delle regole del manuale Azioni politiche non-violente
http://www.aeinstein.org/organizations103a.html
redatto nel 1973 da Gene Sharp professore di Scienze politiche nei due atenei che sono tra le più importanti sedi della congrega globalista (Oxford e Harvard).

Preciso che al predetto manuale si abbeverarono tutti i farlocchi movimenti colorati, compresi il Partito Radicale in Italia e il collettivo Pussy Riot in Russia.

Stante la matrice dei cervelli (marci) suggeritori, è consequenziale dedurne le fonti di finanziamento.
“In primis “ ci metterei la rete complessa facente a capo a Open Society Foundations di George Soros, personaggio destabilizzatore per eccellenza nonché munifico finanziatore di tante rivoluzioni colorate compresa quella “arancione” avvenuta in Ucraina nel 2004.
Ma non sono da dimenticare altri importanti satanisti miliardari, come gli esponenti della ex-cricca di Boris Eltsin, ansiosi di rimettere le loro manacce sulle immense ricchezze della Russia.

SILVIO said...

Guarda, guarda...chi si vede.

Ciao Iris e grazie per la critica.

Dammi il tempo di riordinare i miei pensieri e ti risponderò.

A presto.

Anonymous said...

Chiedo venia a Nessie, ho dimenticato di firmarmi. Grazie a Silvio per la sua dettagliata risposta. Immaginavo che ci fosse dietro l'Open Society di Soros e le solite rivoluzioni colorate. In questo caso, rivoluzioni denudate. Beccarsi 1000 euro al giorno per segare le croci e insultare suore e preti nelle chiese è roba da prostituzione. Peggio delle prostitute...

zeta

Nessie said...

Hux, anch'io sono persuasa che cost'ORO abbiano un'agenda diversificata e variegata tanto per "scremare la popolazione" non esclusi pandemie e guerre. E quel che volevo dire a Iris è che non è affatto necessario vendere il kit fai-da-te col beverone per la "dolce morte" come già si fa in Belgio e in Olanda.

E' sufficiente smantellare le pensioni, demolire la sanità pubblica, tramite la gestione ai privati, deindustrializzare il poco lavoro rimasto (magari con l'aiuto della Magistratura come nel caso Ilva) . Insomma alla fin fine ci metteremo da soli un bel nodo scorsoio al collo o lasciaremo che l'inedia e le malattie lo facciano per noi. Questa dunque è AGONIA procurata ed EUTANASIA indotta. Il Papa e i cardinali possono stare tranquilli. Non ci sarà l'EUTANASIA classica, ma un'altra ancora peggiore. Che in Vaticano non vogliono vedere.

Nessie said...

Zeta alle tre dementi in fregola e al soldo delle rivoluzioni tarocche e ai media occidentali omertosi che le sostengono ho già dedicato questo post:

http://sauraplesio.blogspot.it/2012/08/ambaraba-cicci-cocco-tre-dementi-sul.html

SILVIO said...

Cara Iris,

comprendo benissimo che tu – da abile ed esperta esponente del mondo finanziario – sia obbligata a fare previsioni solo nel breve-medio termine, escludendo (circa la valutazione del merito di credito della Clientela) il lungo termine, poiché avete assodato che, tra 20-30 anni, soltanto Dio sa quel che succederà.

Ma noi blogger della contro-informazione, dalle risorse limitatissime, questo lusso non ce lo possiamo permettere.
Anche perché sappiamo che la nostra generazione sarà (forse) l'ultima a poter ragionare con la propria testa .
Ergo: il nostro messaggio è rivolto innanzitutto alle generazioni che verranno, che supponiamo saranno meno attrezzate di noi (culturalmente ma non solo).

Ciò premesso, passo all'eutanasia. Presto avverrà che la distanasia (alias, accanimento terapeutico) sarà demonizzata dai media-mainstream in quanto “eticamente feroce e inutilmente costosa”.

Risultato ? L'adozione per decreto dell'ortotanasia = pena legale di morte anche per quegli infermi che vogliono vivere (d'altronde il Vaticano di quante legioni dispone?....e poi Monti è un tecnocrate ambiguo, transeunte e facilmente sostituibile con androidi d'acciaio...).

Certamente, guardando al breve-medio termine, Monti venderebbe sé stesso per privatizzare l'acqua, l'energia, i trasporti pubblici, la Previdenza, il SSN e quant'altro.

Sempre limitandoci al breve termine e al SSN, immagino che ci sia nei pressi di Monti una coda lunghissima di lobbisti delle Assicurazioni, di Gestori di Cliniche Private, di aspiranti Compratori degli immobili delle ASL, di competitori part-time dell'outsourcing sanitario che agognano il full-time, di ricchi miliardari bisognosi di organi da ottenere subito mediante incremento esponenziale degli espianti, di squali finanziari che mirano a trasformare gli ospedali in prigioni private, ecc. ecc.

Ma se noi blogger ci limitassimo al breve respiro, che cosa otterremmo ?
Presto detto.

Quello di depistare i lettori verso il dito che indica la luna e non verso la luna.

Ciao. Con affetto e rispetto.

Anonymous said...

@ Silvio

Touchée !
Rien à ajouter.
Ricambio affetto e rispetto e saluto Nessie e gli altri commentatori di questo bel blog
iris

Nessie said...

Aggiungo alcune cosette sulla Chiesa. Così... qualche sassolino da togliermi dalle scarpe. Oltre a essere d'accordo con Silvio, sulla domanda "di quante legioni dispone il Papa?" (la disse Stalin, ma una cosa giusta la può dire pure er Baffone), insisto su quanto già scritto a Iris e ad Huxley. In Svizzera si può già avere "il suicidio assistito" (vedi Lucio Magri che ha fatto un viaggetto della ...dis-speranza). E la Svizzera è qui a due passi. Pure nel Benelux. L'Italia potrebbe anche resistere, ma resta il fatto che "Monti venderebbe sé stesso per privatizzare l'acqua, l'energia, i trasporti pubblici, la Previdenza, il SSN e quant'altro" .
E una società così mostrificata è già talmente depressiva in sé, da indurre a un suicidio di massa, come i lemmings. Ma di questo avrebbe dovuto pensare la S. Sede al momento del golpe tecnico che anch'essi hanno sostenuto.

Vengo al Porporato.

Caro Bagnasco & tonache affini, è inutile che vi stracciate le sacre vesti, perché nell'estate 2011 tutti voi, insieme a Passera e alla Comunità di S. Egidio, avete concertato l'appoggio agli attuali golpisti, nel nome della "serietà" al governo, dell'etica e della discontinuità. Siete stati ricompensati con due dei vostri omiciattoli al governo: Ornaghi e Riccardi.


D'accordo il Grande Puttaniere non sarà stato un granché. Ma è forse migliore un falsone ipocrita nonché sepolcro imbiancato che va a Messa tutte le domeniche alla Chiesa di Sacromonte con sua moglie, per poi indurre al suicidio di massa tanti poveracci depredati e gettati nel lastrico e nella disperazione?

Caro Bagnasco, chi cavalca la Tigre massonica (anche se ha l'abito talare) poi non può più deciderne la direzione.
Ne vedrete delle belle, anche voi. E sarete come quel bocconcino lasciato per ultimo dal vorace Coccodrillo. Beh, potrete consolarvi con un "Beati gli ultimi".




roby said...

Devo confessare che i dati forniti da Silvio sulla possibile distanasia e ortotanasia per gli infermi, mi ha letteralmente fatto venire i brividi. Un conto è scegliere dato che il suicidio è sempre esistito fin dai tempi degli antichi Greci. Un altro conto è una legge che te lo impone in nome della spesa pubblica. O 'spending review" come si usa dire.

Aldo said...

L'eutanasia diverrà legalmente praticabile nell'esatto momento in cui la cura di certe malattie cesserà d'essere fonte di reddito per le dirigenze, finendo per diventare per loro un costo. Ovvero, non vedremo una legge sull'eutanasia fino a che le famiglie potranno spendere per i loro malati (altra forma di esproprio: i risparmi se ne vanno in spese mediche, che rendono alle dirigenze e alle loro classi di supporto). Dissanguati i serbatoi, ovvero esaurita la fonte di reddito, diverrà praticabile l'eutanasia, perché non sarà accettabile che qualche lavoratore (altra fonte di reddito per le dirigenze) abbandoni l'impiego per occuparsi dei familiari.

Incrocia quel che ti sto dicendo con la riforma delle pensioni, quella per la quale i figli non potranno occuparsi direttamente dei genitori in quanto non più pensionati in età utile per farlo, come accadeva in passato (calcola a quale età i figli devono cominciare ad occuparsi dei genitori anziani, e scopri che quell'età coincide pressapoco con la vecchia età pensionabile - ora non più).

Qualche testa deve cominciare a rotolare al suolo, e mi irrita vedere energie attive sprecate in sciocchezze come gli scontri con la polizia alle manifestazioni o, peggio, in sterili suicidi in piazza. Quelle energie potrebbero essere meglio impiegate. E qui mi fermo.

Aldo said...

Silvio: "Tali teorie sono evidentemente il frutto della filosofia darwinista applicata all'umanità".

In effetti non è così. Sono invece il frutto d'una distorsione strumentale delle osservazioni incontestabili di Darwin, il quale osservava che a sopravvivere non è il più forte (come troppe volte sentiamo ripetere da persone in mala fede), bensì il più adatto, che è cosa ben diversa. Sapendo di trovarmi tra persone intelligenti evito di dilungarmi sulle implicazioni di questa precisazione.

Anonymous said...

Come cattolico sono profondamente amareggiato dalla ormai palese e completa sottomissione della Chiesa alle strategie e dogmi del cosiddetto nuovo ordine. La Chiesa però non è un blocco monolitico e la parte fedele alla tradizione di sempre è soccombente e emarginata di fronte ai potentissimi catto-progressisti che le fanno una guerra senza quartiere. Alcuni vescovi addirittura non hanno applicato il Motu Proprio del Papa che rendeva di nuovo possibile la celebrazione della Messa col rito antico. Poi non dimentichiamo che nella post conciliare e florida Italia dei decenni passati governata dalla Democrazia Cristiana non ci fu alcun problema a far passare divorzio e aborto. Figuriamoci ora, nell'odierna Italia ridotta a una discarica materiale e spirituale, a far passare in un battibaleno l'eutanasia.
Scarth

Nessie said...

Roby, quel che più mi stupisce è l'ipocrisia del politicamente corretto che ricorre a un termine che è ossimorico: "suicidio assistito". Se è suicidio non può essere assistito, nel qual caso sarebbe ed è omicidio. Nemmeno Nerone praticò il "suicidio assistito". Ma tant'è...

Nessie said...

@ Aldo - "L'eutanasia diverrà legalmente praticabile nell'esatto momento in cui la cura di certe malattie cesserà d'essere fonte di reddito per le dirigenze, finendo per diventare per loro un costo".

Un tempo gli anziani seguivano il corso della natura, e magari ce n'erano anche di longevi con fibre forti come querce, senza bisogno di essere supportati da macchinari vari.

Una mia amica ha la madre in una casa di riposo assai attrezzata, immobilizzata a letto. Ma ogni volta che sta per andare le sparano delle "bombe cortisoniche" per tenerla in vita. In realtà tengono in vita la loro "fonte di lucro". Anche questo accanimento terapeutico (o distanasia) è evidente che faccia parte del PACCHETTO mondialista, per poi giustificare il suo esatto contrario. Della serie, abbiamo esagerato in un modo, ora dopo il carnevale arriva il ramadan.

E' così che funziona. Sul tuo secondo post, ti risponderà Silvio, se passerà di qua. Ciao

Nessie said...

Scarth "La Chiesa però non è un blocco monolitico e la parte fedele alla tradizione di sempre è soccombente e emarginata di fronte ai potentissimi catto-progressisti che le fanno una guerra senza quartiere".

Se per Chiesa intendi la comunità dei fedeli osservanti, sono d'accordo con te. Se invece intendi le gerarchie all'interno della CEI, finora di voci di dissenso non ne ho captate.

Quel che invece può essere interessante da leggere, è l'ultimo libro del cattobanchiere Cesare Geronzi dal titolo "Confiteor" edito per Feltrinelli, nel quale parla dei rapporti tra la Croce e il Compasso. Non è escluso che me lo legga durante le vacanze natalizie:

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/1-geronzi-choc-berlusconi-e-bisignani-la-damnatio-memoriae-per-aver-avuto-la-tessera-47513.htm

E del resto una liaison dangereuse tangibile e acclarata tra la Croce e il Compasso l'abbiamo avuta nell'estate del 2011 quando anche le tonache hanno collaborato al golpe con gli attuali banksters. E' talmente evidente che se ne è accoro pure il Fatto nell'articolo di Marco Palombi :

http://apostatisidiventa.blogspot.it/2012/11/non-tutti-i-grembiulini-vengono-per.html

Anonymous said...

Si Nessie, a contare nell'ambito delle gerarchie, quelle che decidono davvero, sono ormai solo i progressisti. Ci sono poche voci dissenzienti ma assolutamente emarginate e ininfluenti. La linea ufficiale è comunque globalista/liberista/progressista: parlano i fatti e pubblicazioni.
In ambito ecclesiastico comunque è avvenuta la stessa cosa accaduta in quello laico cioè la monipolizzazione/standardizzazione dell'informazione e delle opinioni e quindi la massa dei prelati ha seguito docilmente e acriticamente: Famiglia Cristiana = Repubblica/Corr./Il Sole/La Stampa.
Quel libro di Geronzi è già nella lista di quelli interessanti visto il curriculun dell'autore ora inviso ai Salotti nostrani.
Scarth

Nessie said...

Non è certo una mammola nemmeno Geronzi (impossibile esserlo in quell'ambiente) ma sono certa, caro Scarth, che cose da raccontare ne abbia tante. Troppe... Poi c'è tutto l'affaire Fazio, governatore (cattolico) della Banca d'Italia, quando ancora stampavamo moneta sovrana. Anche quello sarebbe un bel caso da riaprire...Guarda caso, lo fecero fuori dopo che si era opposto all'acquisto dei "derivati" americani

Anonymous said...

Pensierino della domenica, rubato a JFK. "Chi rende impossibile una Rivoluzione pacifica, renderà inevitabile una Rivoluzione violenta".

Stella

Nessie said...

Ciao Stellassa, e grazie per il pensierino domenicale :-)

Anonymous said...

C'è un sicuro indicatore: tutti quelli che i Salotti nostrani considerano nemici da eliminare sono nostri amici.
Scarth
PS: mi piacerebbe tanto, smodatamente tanto, una bella, grande opposizione che compatti senza distinzione di colore, storia e pedigree tutti quelli che dissentono da questo rivoltante regimetto.

Nessie said...

Sì, è necessario unirsi al di là della dx e della sx, visto che la globalizzazione sta già nei fatti, distruggendo queste farlocche differenze. Poi ci si può distinguere e differenziare. Ma solo dopo. Come dice Aldo, a teste rotolanti. ("Qualche testa deve cominciare a rotolare al suolo").

SILVIO said...

Aldo, quando scrissi [...Tali teorie sono evidentemente il frutto della filosofia darwinista applicata all'umanità...] mi riferivo al darwinismo sociale che da Herbert Spencer in poi venne riproposto per giustificare le ineguaglianze sociali e per legittimare il predominio delle élites, in palese sintonia col pensiero di Platone ed Aristotele (autentici antesignani della supremazia elitaria) e con l'etica degli Spartani (vedansi i loro bimbi “inidonei” scaraventati dalla rupe Tarpea per morire sfracellati) .

La locuzione sopravvivenza del più adatto (= survival of the fittest) venne coniata per primo da Spencer nei suoi Principi di Biologia e poi rilanciata tardivamente (e in onore a Spencer) da Darwin solo a partire dalla quinta edizione dell’Origine della Specie allorché il titolo del quarto capitolo “Selezione naturale” venne mutato in “Selezione naturale o sopravvivenza del più adatto”.

Che s'intende per sopravvivenza del più adatto applicata all'umana società ?

Ce lo spiega lo stesso Darwin nel sotto-capitolo “La selezione naturale che ha effetto sulle nazioni civilizzate”.

"Presso i selvaggi, i deboli di corpo o di mente vengono presto eliminati e coloro che sopravvivono presentano solitamente un vigoroso stato di salute.
Noi uomini civilizzati, al contrario, facciamo del nostro meglio per ostacolare il processo di eliminazione: costruiamo ricoveri per gli idioti, gli storpi e i malati; approviamo leggi per i poveri e i nostri medici esercitano la massima perizia per salvare la vita di ciascuno fino all’ultimo momento. Vi è ragione di credere che la vaccinazione abbia salvato migliaia di persone, che a causa di una debole costituzione in passato sarebbero morte di vaiolo.
Così nelle società civilizzate i membri deboli propagano il proprio genere. Chiunque si sia occupato di allevamento degli animali domestici avanzerà il dubbio che ciò sia assai dannoso per la razza umana. E’ sorprendente come la mancanza di cure, o le cure mal dirette, portino rapidamente alla degenerazione di una razza domestica, ma eccetto il caso dell’uomo stesso, nessuno forse è così ignorante da permettere che i propri peggiori animali si riproducano...
.

Capita l'antifona ? È Darwin che parla e le sue parole sono inequivocabili.

Mi consola il pensiero che presto da scienziato verrà retrocesso a ciarlatano. Sulla base di incontrovertibili prove scientifiche.

Ti saluto cordialmente.

Aldo said...

Silvio, survival of the fittest, appunto. Come dicevo.

Circa la parte in grassetto, possiamo stare a discutere per ore sul suo contenuto morale e potremmo trovarci d'accordo o in disaccordo, ma il contenuto oggettivo, l'osservazione dei fatti, è incontestabile -- quanto riportato corrisponde al vero.

Mi sono ritrovato più spesso di quanto sarebbe stato opportuno a chiedermi quali potrebbero essere le soluzioni praticabili per ovviare a quello stato di cose limitando i danni e, ovviamente, ho trovato quelle adatte alla mia indole e al mio personalissimo senso morale. Purtroppo il mondo è vario (senza per questo essere bello) e le mie attitudini in tema di morale e di "soluzioni praticabili" non sono sempre così popolari. Quelle popolari, però, finiscono spesso per anche dimostrarsi peggiori, negli effetti concreti pur se non nelle intenzioni.

SILVIO said...

Aldo, in controcanto, vorrei replicare con una brevissima postilla a margine .

Le royal bloodlines nobiliari e finanziarie ebbero (ed hanno) la pessima abitudine dei matrimoni tra consanguinei.

Risultato frequente ?

La nascita di individui con evidenti tare fisiche e mentali.

Non mi risulta che essi siano stati scaraventati "dalla rupe Tarpea" (sorte che invece essi destinano ai derelitti pur in assenza di difetti psicofisici).

Ne consegue che per sopravvivenza del più adatto
il darwinista sociale intende la sola sopravvivenza degli individui appartenenti al ceto sociale più forte.

E ciò , per me, è inammissibile e inaccettabile.

Nessie said...

Anche per me. E non perchè io sia una "buonista" incallita. Al contrario.
E Aldo che è un vecchio frequentatore di questo blog lo sa bene. Ho sempre confutato l'inserimento forzoso di taluni casi di handicap gravi nelle scuole e nelle classi, perché non sempre "scolarizzabili" e non suscettibili di venire integrati.

Ho sempre confutato la legge 180 detta legge Basaglia, cavallo di battaglia della sinistra, poiché alla fin fine il malato mentale grava sulle famiglie e sulla società spesso con grande danno e a rischio incolumità (psicofisica) per chi deve farsene carico. Ho sempre confutato l'egualitarismo demagogico, poiché non sono uguali nel carattere, nemmeno due gemelli monozigoti.

Tuttavia trovo che quanto può applicarsi bene al regno animale, non sempre calza sugli esseri umani che sono "animali" sì, ma dotati di ragione.
Il darwinismo sociale degli Illuminati è una sorta di "suprematismo", il cui diktat è il latinissimo "et si omnes ego non". Se vale per tutti, non vale per me.
E contro questi, credo sarebbe in disaccordo anche Aldo.


SILVIO said...

Concordo, Nessie.

Nemmeno se mi trovassi in uno stato pre-comatoso darei ragione a quello spregevole individuo che corrisponde al nome di Filippo d'Edimburgo (principe "non molto" consorte della regina d'Inghilterra) che ebbe la sfacciataggine di dichiarare pubblicamente:

"Se dovessi rinascere, mi piacerebbe essere un virus per sterminare buona parte della popolazione del pianeta onde ridurla ad un numero sostenibile" (= 300-500 milioni di abitanti, al massimo).

Anonymous said...

È proprio vero, non è mai troppo tardi per imparare…
Apprendo che la Rupe Tarpea (Saxum Tarpeium) si trovava a Sparta ed era usata per sfracellare i nati deformi, mentre finora avevo creduto che fosse nella parte sud del Campidoglio e nell’antichità vi si precipitassero i traditori della Patria, nell’atto simbolico di “espulsione” dall’Urbe…
Non importa, in fondo Roma e Sparta sono le due città-simbolo della stessa migrazione indoeuropea (quella che portò i Latini in Italia e i Dori in Grecia), e dunque così simili tra loro che ci si può anche confondere…
Entrambe adottavano sistemi rudimentali di eugenetica, è vero, ma da qui a mescolare usi di tremila anni fa con le odierne trame mondialiste ce ne corre.

Per la verità, Platone e Aristotele sono molto più che «antesignani della supremazia elitaria»: sono i veri Padri dello “Stato etico”, e di questo li ringrazio, essendone un sostenitore. E pur senza scomodare loro o Hegel, mi limito a citare il buon Juan Domingo Peron secondo cui «per un giustizialista, l’etica viene prima della politica».
A ben vedere, basterebbe partire da qui per rimettere le cose a posto…

Nessie, so di essere OT, ma sono arrivato buon ultimo e vedo che l’argomento è già stato abbondantemente dibattuto… Complimenti per il post, comunque.
(no caste)

Nessie said...

No caste, quella dell'etica e della politica è un lunghissimo discorso. Che la polis debba avere anche un ethos sono d'accordo. Che l'ethos superi la polis, sinceramente no. Ma ne riparleremo a suo tempo debito.

La rupe tarpea di cui ha parlato Silvio, era una metafora per indicare che i mondialisti giù dalla rupe (che certamente, come fai rilevare, si trova nella parte Sud del Campidoglio) ci getterebbero tutti gli altri ma non loro né la loro stirpe.

Noi dovremmo mescolarci con tutte le "risorse" (le chiamano così) che sbarcano quotidianamente nelle nostre coste, perchè "multikulti è bello". Pertanto i matrimoni misti vengono addirittura consigliati e le adozioni "etniche" imposte.

Loro di contro, dato che sono i blasonati, praticano la stretta consanguineità.

Anonymous said...

Nessie, sui rapporti tra etica e politica (e su altre questioni) si possono avere idee diverse, non casca il mondo. Che, come si dice, è bello perché varia…
Però questa frase: «…e con l'etica degli Spartani (vedansi i loro bimbi “inidonei” scaraventati dalla rupe Tarpea per morire sfracellati)» non è una metafora, ma un richiamo storico completamente sballato.
(no caste)

Nessie said...

Scusa No caste, ma continuo a non capire al di là della tua puntualizzazione storica sulla rupe che è giusta. Il tuo virgolettato non è uguale al commento di Silvio delle 6: 48 che è testulamente questo:

"Aldo, in controcanto, vorrei replicare con una brevissima postilla a margine .

Le royal bloodlines nobiliari e finanziarie ebbero (ed hanno) la pessima abitudine dei matrimoni tra consanguinei.

Risultato frequente ?

La nascita di individui con evidenti tare fisiche e mentali.

Non mi risulta che essi siano stati scaraventati "dalla rupe Tarpea" (sorte che invece essi destinano ai derelitti pur in assenza di difetti psicofisici).

Ne consegue che per sopravvivenza del più adatto
il darwinista sociale intende la sola sopravvivenza degli individui appartenenti al ceto sociale più forte.

E ciò , per me, è inammissibile e inaccettabile."

POi sarebbe cosa utile rifarsi testualmente al commento e dialogare direttamente con la persona che ne è l'autore, in luogo della sottoscritta. Così si evitano degli equivoci.

SILVIO said...

No caste, mi spiace di non essere stato chiaro.

La “Rupe Tarpea” è stata da me citata come figura retorica esprimente una condizione di estrema emarginazione.

Senza pertanto volerle dare una precisa connotazione storica e geografica. Di metafore simili è zeppo il parlato.

Per il resto, so benissimo che la Rupe Tarpea è una rocca capitolina (l'ho vista più e più volte, dato che Roma era una delle mie mete obbligate per varie ragioni - e talora ancora lo è) .

Così come so che la “Rupe Tarpea” a Sparta non esiste e che non è storicamente provato il fatto che gli Spartani scaraventassero i bimbi inidonei da un costone della catena del Taigeto ( sono stato anche in Peloponneso).

Quanto a Platone ed Aristotele, confermo totalmente quanto prima detto.

Una cosa mi ha colpito: l'asprezza dei toni nella tua replica.

Aldo said...

Sulla moralità delle dirigenze penso d'avere già dato modo di lasciar intuire in più di un'occasione come la penso -- inesistente, a meno che per moralità si intenda puro opportunismo strumentale, ma sarebbe una forzatura talmente surreale da risultare del tutto priva di fondamento.

Il "darwinismo sociale" inventato dalle dirigenze è figlio, più che della realtà in merito alla quale ci hanno aperto gli occhi le osservazioni assai concrete di Darwin, di un opportunismo spinto ben oltre il limite della delinquenza pianificata. Non basta la supponenza che porta costoro a credersi "superiori" a renderli "più adatti", e solo il corso degli eventi mostrerà dove stia il vero adattamento.

Il processo dell'adattamento tra esseri viventi e ambiente non ha nulla a che vedere con il "darwinismo sociale", che un costrutto culturale e non biologico. In base ai meccanismi biologici dell'adattamento viventi/ambiente, il grassetto che riportavi poco sopra denuncia uno stato di cose che ritengo assai concreto, anche in considerazione del fatto che non esiste differenza sostanziale tra i meccanismi che costringono l'animale umano ad adattarsi (il più delle volte in modo cruento) alle situazioni in cui naturalmente o artificialmente si trova a vivere e quelli che costringono ogni altro essere vivente a fare lo stesso. Il mondo materiale ci plasma, e lo fa con processi impersonali e impassibili. Quei processi calpestano con l'indifferenza tipica degli automatismi l'etica e la moralità che amiamo indossare secondo le mode imposte dalla cultura del luogo e del momento.

Detto questo, continuo a credere che il nostro disaccordo sia più apparente che reale, conseguenza del nostro osservare il fenomeno da prospettive diverse, probabilmente per differenze nella formazione e nell'esperienza. E sappiamo bene entrambi che formazione ed esperienza determinano cultura ed attitudini.

Va be'. Buonanotte.

Anonymous said...

Scusami, Nessie, ho dialogato con te perché mi hai risposto, non perché volessi farlo per interposta persona…
In ogni caso, io mi sono per l’appunto riferito «testualmente al commento» ed ho virgolettato quello delle 5:04, che continuo a ritenere un riferimento storico errato e non una metafora.

# Silvio.
L’ho scritto sopra: il mondo è bello perché varia…
Sei liberissimo di confermare la tua opinione su Platone e Aristotele, come io lo sono di tenermeli stretti, avendo problemi a mischiarli col guano contemporaneo. Soprattutto il primo che, se non ricordo male, al vertice del suo Stato ideale non poneva le oligarchie plutocratiche (quelle che oggi ci governano), delle quali non aveva certo una grande opinione.
Il fatto è che, leggendo i tuoi commenti, sembra quasi che dai tempi di Adamo ed Eva (e forse ancor prima) siano tutti più o meno coinvolti in una qualche congiura.
Al punto che in questo momento, aggirandomi da solo per casa, mi chiedo se posso ancora fidarmi della mia ombra o devo prenderla a fucilate…☺
(no caste)

Nessie said...

Boh? Scusa ma non mi riesce di trovare nessun commento alle 5: 04. Sei sicuro che sia in questo post? Platone e Aristotele dove si troverebbero? Non ricordo che si è parlato di Platone e Aristotele. Perché è chiaro che etichettare con i parametri moderni due filosofi greci, mi pare per lo meno anacronistico.
Se dico che Dostoevskij è stato un BR solo perché militò nei nichilisti russi, non rendo nessun servigio né alla storia né alla letteratura. Vabbé, buonanotte.

Nessie said...

Ah sì, ora vedo, scusa No caste. L'ora è tarda e io vado a nanna. Ne riparliamo domani, perché sono fusa. Nel frattempo ho aggiornato con nuovo post. A domani.

Josh said...

aggiornamento:
L'Istituto Ortopedico Rizzoli, a Bologna,
luogo in passato all'avanguardia per tutte le patologie ossee anche estreme, dove si andava in "pellegrinaggio" da tutta Italia e anche mezza Europa per casi disperati, tumori ossei, interventi impossibili, protesi su misura,
era già stato 'ridotto' nel suo ruolo per vari motivi, anche su pressione di Comune e Regione,
e da 2 anni non faceva più Pronto Soccorso notturno (sempre essenziale per traumi o ...blocchi invernali di spine dorsali & co).

Da quest'anno oltre a non fare più PS notturno più,
chiude pure e va in ferie più di 10 gg nel periodo più freddo dell'anno.

Significa, per certe situazioni, più possibilità di morte,
nel periodo più delicato di alcune patologie molto dolorose che si acuiscono col freddo (basta immaginare la rinascente tubercolosi ossea o un'artrosi lombare a un malato di cuore o i problemi degli amputati).

Le visite al PS erano come una visita specialistica e check up completo (e gratuito).

IO so che gli altri ospedali non solo non hanno le stesse attrezzature e competenze per i casi di cui si occupva il Rizzoli, fosse anche solo il PS notturno,
ma con le ferie invernali....chi starà male in quei giorni schiatterà, nei PS "generalisti"

E' solo un assaggio di quanto ci stanno preparando.

Nessie said...

Grazie dell'aggiornamento sul Rizzoli, Josh. Le famose cliniche d'"eccellenza" d'ora in poi ce le dovremo sborsare.

Josh said...

Aggiungo, per dare la temperatura di una situazione,
che da un depliant informativo della Regione E/R sulla sanità regionale dicono che "le risposte" a tutto, compreso nuovo ticket, esenzioni, erogazioni servizi seri, gravi, d'urgenza e specialistici sono a questo sito.

Al che, a parte che non tutti gli anziani hanno un pc nè sanno usarlo,
uno pensa a un sito serio,
e invece ti pigliano per il didietro anche qui,
che sembra ti colleghi a un videogioco, che per di più NON fornisce nessuna info seria.

Vale la pena (notare i temi: cucina, salute, bellezza, foto di belle 30enni scosciate):

http://www.salute.it/

oltre ai concretissimi danni, la beffa (prepagata coi nostri soldi, ovviamente).

Aldo said...

Ho scoperto un paio di giorni fa, ascoltando una trasmissione RAI, che i sieropositivi in Italia sono circa 160.000, e che ciascuno di essi costa al sistema sanitario nazionale oltre 40.000 euro l'anno per i soli medicinali. Aggiungiamo, come ho scoperto nella stessa occasione, che i due terzi di quei sieropositivi sono stranieri, ed ecco che salta fuori un metodo facile facile per cominciare a fare cassa senza infierire sugli autoctoni: rispedire al mittente questa fonte di spesa, affinché se ne curi la sanità dei Paesi d'origine. Questo a maggior ragione ricordando che non perdono occasione di dirci che gli stranieri sono una risorsa per l'Italia. Una risorsa? In perdita?!? Ah, sì, proprio una bella risorsa. E sì che abbiamo fior di "professori", a fare i conti.

(provate a fare 160.000* x 2/3, quindi a moltiplicare il risultato per 40.000...)

Nessie said...

Sì Josh, questa faccenda delle dritte sanitarie on line, con ricette on line, con la possibilità di parlare on line col tuo medico di base, è a dir poco inquietante e sconcertante. Il Medico che è colui che cura il corpo, costretto a una comunicazione acorporea e immateriale. Sarebbero tutti quanti da impiccare!

Nessie said...

Aldo, avresti delle eccellenti idee su come razionalizzare la spesa pubblica e dovrebbero assumerti solo per questo :-)

Peccato che tu ti poni in una logica di territorio nazionale, e che cost'Oro invece, pensino in grande...pensano globale e voglioni rimedi globali anche alla sanità. E i vaccini contro il virus HIV (che è stata una pandemia studiata in laboratorio) sono un grosso business per l'OMS. Che guarda caso, significa Organizzazione Mondiale della Sanità. E quando senti pronunciare l'aggettivo "mondiale", fatti il segno della croce anche se sei ateo. Perché significa che dei rimedi basati sul buon senso "italiano", non sanno che farsene.

Aldo said...

Nessie: "dei rimedi basati sul buon senso "italiano", non sanno che farsene"

Capisco quel che intendi, è proprio così che la pensano. Io invece rimango dell'idea che se ciascuno cura il proprio orticello, di orticello in orticello migliora anche il panorama fino all'orizzonte. Solo che in questo modo non si genera business a sufficienza, secondo quei mentecatti.