24 November 2011

Ora Basta!

C'è un limite a tutto. L'Italia non è una repubblica presidenziale, ma abbiamo un Presidente che si comporta ogni giorno come se fosse stato eletto direttamente per plebiscito nazionale. Ci siamo sopportati un governo "tecnico" di euroburocrati molti dei quali in palese conflitto di interesse con le cariche ricoperte di cui poi darò conto. Abbiamo assistito stupefatti ed attoniti ad un Capo dello Stato che dà un'investitura dell'ultimo minuto,  di senatore a vita  ad un Eurocommissario, con pesanti accuse dalla commissione Santer, un uomo proveniente dalla peggior banca d'affari che ha rifilato titoli-porcheria per  tutto il pianeta: la Goldman Sachs; che è un membro della Trilaterale, del Bilderberg e  di Moody's l'agenzia di rating.  Napolitano ci ha imposto dalla notte al giorno un governo di non eletti. Non pago di tutto ciò, si mette a strologare che il problema più importante per gli Italiani rapinati  quotidianamente dallo spread e dalle manovre di macelleria economica decise a Bruxelles, è regalare la cittadinanza-premio ai figli dei clandestini perché sarebbe "una follia ", non farlo. E' aberrante invece,  che un presidente "non eletto" dal popolo, ci gravi di un governo parimenti "non eletto" e ci IMPONGA (e sottolineo imponga), lo ius soli  in materia di immigrazione. La Costituzione di cui ogni due per tre, questo vecchio solone si riempie la bocca, parla di ius sanguinis, se ne ricordi. Inoltre una legge sulla cittadinanza esiste già: si è cittadini italiani dopo dieci anni. Ed è già un premio, per un paese così piccolo e popoloso. Se Napolitano da buon comunista pulcinellesco, servo di due padroni (Mosca prima e Washington adesso), è convinto di rifilarci sotto la maschera dei ragionieri, il programma del fu-governo Prodi in materia di immigrazione e di politiche familiari, sappia che l'allerta sarà altissimo e non ci sarà tregua sociale. Vengo ora alla composizione dei ministri dell'attuale governo-Fantoccio che lo ha visto all'opera,  come il principale demiurgo - ministri, ognuno dei quali ha un personale conflitto di interessi.  Della serie, scacciare Berlusconi, per poi averne 12, tutti quanti con lo stesso problema.  
Giustizia. Paola Severino:  Docente di Diritto Penale e Vice Rettore dell'Università privata LUISS. Vicepresidente del Consiglio della Magistratura Militare. Avvocato. Moglie di Paolo Di Benedetto, ex commissario Consob, ex AD di Banco Posta Fondi nominato da Corrado Passera
 Interni: Anna Maria Cancellieri: Laureata in Scienze Politiche, prefetto, commissario del Comune di Bologna e poi del comune di Parma.
Esteri: Giulio Terzi di Sant'Agata. Diplomatico di carriera, impegnato in particolare all'ONU, su temi di sicurezza internazionale come Balcani, Medio Oriente, Afghanistan. E' stato ambasciatore italiano in Israele. Si interessa di nuove tecnologie
.
Difesa: Giampaolo Di Paola. Ammiraglio, ex capo di Stato Maggiore, attualmente Presidente del Comitato Militare della NATO.
Lavoro e Welfare: Elsa Fornero. Docente di economia, ex consigliere della Banca Mondiale, vice presidente del Consiglio di Sorveglianza della Banca Intesa San Paolo.
Istruzione e Ricerca: Francesco Profumo. Ingegnere, Rettore del Politecnico di Torino, Presidente del CNR. Nei consigli di amministrazione di Unicredit e Telecom.
Beni Culturali: Lorenzo Ornaghi. Laureato in Scienze Politiche, allievo di Gianfranco Miglio, Rettore dell'università privata Cattolica di Milano, vicepresidente del quotidiano cattolico Avvenire.
Salute: Renato Balduzzi. Laureato in giurisprudenza, consigliere di vari ministeri e aziende ospedaliere dal 1989, ex presidente del movimento ecclesiale cattolico di impegno culturale, docente di diritto all'università del Piemonte orientale.
Politiche Agricole: Mario Catania. Laureato in giurisprudenza, da sempre al Ministero dell'Agricoltura, lunga esperienza a Bruxelles.
Ambiente: Corrado Clini:  Laureato in Medicina, da sempre al Ministero dell'Ambiente, membro di CIPE, ENEA, Presidente di moltissimi comitati e organizzatore di meetings internazionali, VicePresidente della Commissione Europea dell'Ambiente, coordina le attività del Ministero presso ONU, G8, G20, WTO, Banca Mondiale. Coinvolto nello scandalo dell'uranio Jolly Rosso bruciato a Porto Marghera.
Sviluppo e Infrastrutture: Corrado Passera. Banchiere e manager. Laureato all'università privata Bocconi, è stato supermanager in CIR (De Benedetti) , Espresso, Mondadori, Olivetti (indagato), Banco Ambrosiano Veneto (indagato) e privatizzatore delle Poste Italiane. Oggi AD di Banca Intesa (indagato per Cirio e Parmalat). Coinvolto in operazioni di derivati con le Poste, nella questione delle intercettazioni Telecom, nella faccenda RaiFiction-Saccà, con Impregilo-Ponte sullo Stretto, nel salvataggio di AirOne a spese di Alitalia. Qui un riepilogo. 

Si tratta di uomini provenienti da Banche, da organismi sovranazionali come Onu, WTO , Nato e Banca Mondiale; da lobby e oligopoli, da Università private, dalVaticano. Se il buongiorno si vede dal mattino, siamo sprofondati nella notte. Ciliegina sulla torta: aggiungiamoci anche il via alla cittadinanza facile per gli immigrati. E' davvero troppo!
NB: Lo specchietto riassuntivo sui ministeri è stato prelevato dal blog " Crisis? What Crisis "? di Debora Billi

73 comments:

Massimo said...

Napolitano ha debordato. Dovremmo avere il tempo e la voglia di fare come i comunisti che quando vogliono mettere alle corde qualcuno lo demoliscono con comitati, raccolte di firme, ironie, mazzate quotidiane e su Napolitano, comunista non pentito, avremmo 86 anni cui attingere a piene mani, dalla sua adesione al pci alla battaglia del fronte popolare, all'opposizione all'ingresso nella Nato, alla legge maggioritaria del 1952, al sostegno all'invasione sovietica in Ungheria e poi la contrarietà agli euromissili, il sostegno al compromesso storico, la "Turco Napolitano", la sua sostituzione con la Iervolino per mano dei suoi stessi compagni ... Ed altrettanto dovremmo fare contro la cittadinanza facile agli immigrati. Purtroppo, a differenza di quelli di sinistra, noi non viviamo tramite elargizioni pubbliche, ma lavoriamo ...

Huxley said...

Nei fatti Napolitano è il governatore dei territori italici occupati (dalle lobbies) e come tale si comporta.
Suo compito è assicurarsi che i voleri delle elites mondialiste vengano esauditi; l'esecuzione è demandata al governo 'tecnico', ma il timoniere è lui. Incatenati ai remi ci sono invece i beoti sudditi che si muovono al ritmo dei tamburi mediatici e felici, portano la barca verso le secche dove questa si arenerà definitivamente.

p.s. Dubito che il nostro 'piccolo padre' si fermerà qui con le esternazioni. Chi ha lo stomaco potrà seguire il suo (sicuramente) ispirato discorso di fine anno.

lunariu said...

Dovresti pubblicare su un quotidiano a forte tiratura nazionale! Sei lucida ficcante e documentata. Certo vivresti poco come giornalista a meno di pietosi compromessi con la logica e la cultura da cui provieni.
Dunque Monti è pesantemente macchiato, Passera non ne parliamo e gli altri? Se hai notizie pubblicale per favore, anche se dalle mie parti vale il proverbio che "il pesce puzza dalla testa".
Se passa l'illuminato invito di Napolitano a proposito della cittadinanza per nascita, questo paese( per modo di dire) è davvero finito.

Nessie said...

Massimo, però possiamo scrivere un post al giorno contro questo golpista per conto terzi. Chissà mai se un post al giorno, ci toglie Napolitano di torno. Non è che ti manchi la volontà. Qua ne stiamo facendo passare un po' troppe. E il troppo è troppo.

Nessie said...

Già Huxley, vedo che ti porti avanti :-). Hai fatto bene a ricordarlo così prendo provvedimenti preventivi.
Quando ci fu il colpo di mano finanziario del Britannia nel '92, se non erro avevamo Scalfaro (un altro ribaltonista) che durante il discorso di fine d'anno, sbatté violentemente gli occhiali sul tavolo gridando:"Ce la faremo!". E rimase immortalato nel BLOB.

Ora avremo Bella Napoli che dirà altrettanto. Vedrò di distrarmi con della buona musica. Le sue pulcinellate hanno rotto. Ma di brutto...

Nessie said...

Lunariu, grazie, ma declino volentieri l'invito. Non faccio parte del bel numero dei cronisti, per fortuna, e come tu stesso hai detto, in una redazione non avrei certo vita facile.
Le notizie dei ministeri con portafoglio (poi ci sono gli altri senza, che non sono stati messi) le trovi qui nello specchietto della suddivisione per dicasteri.
Per la serie, non mi faccio mancare di nulla c'è anche un ministro proveniente dalla Consob, l'autorithy (si fa per dire) che dovrebbe regolare la Borsa.

Sì, calpestare lo ius sanguinis sancito da quella costituzione di cui Bella Napoli si riempie quotidianamente la bocca, significa che QUESTO GOVERNO è TRAVESTITO DA TECNICO, ma in realtà è il governo del Nuovo Ordine Mondiale.

Discepolo said...

E'tutto chiaro adesso, persino agli inanimati (spero!), che siamo sotto scacco dei poteri forti e Napolitano, rosso per diletto, è uno che di servitù, del servire se ne intende.
Giungo al dunque: Napolitano pare il Silvietto dei bei tempi, con le sue fesserie. Sappiamo bene ora come ora che la questione immigrati conta poco coi bei tempi che corrono. La patrimoniale è alle porte e i sudori freddi sono già cominciati.
A quanto pare c'avete il naso storto a sentire parlare di cittadinanza a chi nasce in Italia.
Con stima riverisco.

Nessie said...

Silvietto ha tanti difettucci, ma non quello d'essere un comunista che vuole fare il monarca assoluto. Però l'accostamento tra Napolitano e Berlusconi è quantomeno opinabile. Come opinabile è il suo caldeggiare la cittadinanza breve, ad opera di un governo che dice di essersi autonominato SOLO per regolare i conti.

"Napolitano, dunque, procede senza remore, non essendo più l’Italia una repubblica parlamentare, a usare della sua autorità e del suo potere per additare la strada giusta dell’uguaglianza comunista. In primis, ovviamente, in odio all’Italia e all’italianità, la cittadinanza agli stranieri. La maggioranza degli Italiani non lo vuole? Suvvia, imparate ad essere giusti e buoni, perché è questo il compito della politica comunista: educare i cittadini. E poi, che importanza volete mai che abbia una cittadinanza? Per i dittatori d’Europa nulla o quasi, visto che hanno imposto con sfrontata disinvoltura agli oltre 500 milioni di sudditi la cittadinanza europea ben sapendo che non è valida dato che l’Ue non è uno Stato. Coraggio, dunque, il più in fretta possibile verso il multiculturalismo e il mondialismo."

da : http://www.italianiliberi.it//Edito11/la-dittatura-europea.html

Come discepolo vedo che ha ancora molto da imparare.

Sareth said...

constatiamo che la democrazia è oggettivamente finita quando(loro) hanno aderito all'unione europea.

non ricordo chi lo ha detto, se in questo blog o in altro luogo: merkel e sarkozy hanno minacciato velatamente il ritorno di possibili conflitti intraeuropei qualora cadesse l'unione.

Nessie said...

"constatiamo che la democrazia è oggettivamente finita quando(loro) hanno aderito all'unione europea"

E quando firmano Trattati come quello europeo, senza nemmeno averli letti, magnificandone la bontà.

Discepolo said...

Sia chiaro Signori e Signore a me Napolitano non m'è simpatico per nulla e sto governo di fantocci è na piaga, aggiungo che l'UE ci porta guai e si capisce il resto che non scrivo. Sono fermo sul punto che il Napolitano sia un vecchio trombone che strizza gli occhietti a chi c'ha li sordi. Ida Magli a volte mi garba alle volte no poi ognuno ha i suoi punti fermi. Sono elementare, terra terra!
Sta di fatto che son solito provocare io.
Con stima di nuovo.

Sareth said...

ho già detto in altre occasioni che l'unico modo per farsi sentire è la protesta fiscale?
ma perchè non la organizzano, cribbio.
ma sto governo non doveva salvare la patria? chissà quali cose doveva fare. intanto aumentano l'iva, i carburanti e reintroducono un'ici (federalista o no è sempre un'imposta). riformano a suon di tasse.
vabè, non ci aspettavamo manovre diverse. tecnico o politico, un governo in italia non riesce a fare riforme, tantè che hanno già annunciato che quelle in calendario verranno concertate coi sindacati.

Anonymous said...

una tranquilla giornata di panico
http://informazionescorretta.blogspot.com/2011/11/una-tranquilla-giornata-di-panico.html

La Germania ha paura di una nuova Bce: ecco le prove
http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2011/11/24/GEOFINANZA-La-Germania-ha-paura-di-una-nuova-Bce-ecco-le-prove/224145/

per quanto riguarda il vaticano ripropongo articolo Colafemmina
"!Mulini a vento e mondialismo al potere"
http://fidesetforma.blogspot.com/2011/11/mulini-vento-e-mondialismo-al-potere.html

che al suo interno propone anche questa analisi sul "fenomeno Sant'Egidio"
http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/2011/11/16/andrea-riccardi-ministro-una-biografia-non-autorizzata/

m

Nessie said...

Sareth, perché ognuno di noi si aspetta che lo faccia qualcun altro. E perché se non ci sono intendimenti comuni nelle comunità cittadine, non si va avanti.

Sareth said...

nessie,

sarà almeno un anno che formigoni non perde tempo nel scassare i maroni sulla (mancata) politica economica di questa legislatura. lui è nella posizione di poter fare qualcosa, ma a quanto pare sono solo chiacchiere. si organizzasse con piemonte e veneto, invece di preparare la sua ascesa alla politica romana.

Nessie said...

Scusa sareth, ma in questo momento di Formigoni non me ne può fregà de meno.

Anonymous said...

Va beh, ogni giorno Pulcinella spara una cartuccia nuova. Dopo tanti colpi al cerchio, oggi ha deciso di darne uno (falso) alla botte, e se ne è venuto fuori con la storia del "codice deontologico" per i magistrati, che è come dire che serve una bella sgridata alle tigri, così smettono di mangiare carne e diventano vegetariane.

Passata la giornata, ovviamente subito dimenticata, domani si sentirà in dovere di ricominciare con i temi seri, quelli cioè legati alla posizione dalla quale proviene, come questo della cittadinanza e altri di sua più stretta e politica competenza.

Napolitano rappresenta una parte, un lato di una congiunzione, di un'osmosi di intenti e di obiettivi tra poteri tanto diversi ma che tendono in fondo allo stesso fine. Ed è evidente a mio parere che il destino dell'Italia, ormai, è quello di diventare davvero e definitivamente un'espressione geografica.
Woody

Nessie said...

Penoso! Davvero penoso, Woody. Per dare un colpetto alla botticella della magistratura è al di fuori dei tempi massimi, come capo supremo del CSM. Aprire il TG e vedermi questa boccuccia a culo di gallina, mettersi a pontificare, mi manda tutto di traverso.
Ovvio, che dovremmo aspettarci di sentirlo salmodiare sulla cittadinanza abbreviata. Dopotutto a un comunista mondialista che gli frega della Patria?
Lui pensa alle 12 stelle massoniche.

cialtronix said...

Scusami...non so, anche se tu non dovessi pubblicarlo, se hai ricevuto il mio commento di un paio di ore fa..

Anonymous said...

cattolici “adulti” (e governativi)
http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/2011/11/23/esame-dammissione-per-i-ministri-cattolici-avanti-solo-se-adulti/
http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/2011/11/16/andrea-riccardi-ministro-una-biografia-non-autorizzata/

Anonymous said...

"Alla vigilia del direttorio tra Monti, Merkel e Sarkozy, abbiamo scoperto che la Commissione Ue ha dato un mese in più all’Italia per agire sulla golden share, prima del deferimento alla Corte di Giustizia Europea. Cosa sia la golden share è presto detto: è la cosiddetta “azione d’oro” in mano allo Stato che permette il controllo delle grandi società privatizzate quotate in Borsa, come Enel, Eni, Saipem, Terna, Telecom, Snam e Finmeccanica (che combinazione il pandemonio di questi giorni, non vi pare?). E perché questo atto di magnanimità dell’Ue? «Perchè Mario Monti ieri si è impegnato personalmente a fare dei progressi nei prossimi giorni sull’argomento», hanno reso noto fonti Ue. Ma guarda, Mario Monti ha impegnato il suo governo a rimuovere l’ostacolo principale all’assalto degli investitori esteri ai nostri gioielli di famiglia, oltretutto a prezzo di saldo, visti i bagni di sangue borsistici. Su mandato di chi, tanto per sapere, visto che non mi pare il Parlamento abbia discusso o si sia pronunciato sull’argomento?

Non sarà il governo Goldman Sachs, ma certamente è la versione 2.0 del 1992: tra pochi giorni, quindi, il Parlamento sarà chiamato con urgenza a pronunciarsi sulla materia, in ossequio alla deroga concessa dalla Commissione Ue e all’impegno personale di Monti, non concordato, né discusso con il Parlamento (fu) sovrano, impegnato e rimbambito da temi importantissimi per i mercati come Roma Capitale o la cittadinanza ai neonati stranieri. Meglio così, almeno vedremo in faccia chi davvero vuole il bene del Paese e in nome di quale agenda e quali interessi è stato insediato questo governo tecnico... Voi preferite il deferimento di quattro burocrati a un tribunale fantoccio o svendere il controllo delle aziende strategiche di Stato?"

http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2011/11/24/GEOFINANZA-La-Germania-ha-paura-di-una-nuova-Bce-ecco-le-prove/3/224145/


m

Nessie said...

Cialtronix, sì un po' di tempo fa ho ricevuto un tuo commento, ma in un vecchio post dal titolo "E questi chi li ha mai eletti?" del 12 novembre scorso. Prova a controllare...sei il 131esimo commento. In questo nuovo post invece non vedo altri commenti, che quello delle 15,42.

Nessie said...

Grazie marco, magari potessimo deferirli alla corte con l'accusa di alto tradimento!

Aldo said...

Huxley, il discorso di fine anno di Napo Orso Capo lo registrerò per la terza volta. E non certo per ricordarlo con orgoglio, né con ammirazione. Mi spiace di non aver fatto altrettanto con quelli precedenti, suoi e dei suoi predecessori. Mi sa che "l'effetto eco" sarebbe esilarante. O disperante, a seconda dello stato d'animo del momento.

Aldo said...

Nessie, per qualche strano riflesso pavloviano la tua osservazione sulla "boccuccia a culo di gallina" mi ha fatto tornare alla mente Marrazzo e i suoi stravaganti metodi d'intrattenimento. A cosa potrà essere dovuta una simile reazione assolutamente spontanea e quindi incontrollata? Ci potrà mai essere effettivamente un nesso?

marshall said...

Nessie,
sei come un fiume in piena in questo articolo: sono così coostretto a leggerlo per gradi.
Visto che fai l'elenco dei ministri, mi risulta che in questo governo ci siano tanti "grandi teorici" bocconiani. Avrei tante belle storie da raccontare su tali soloni, legati alla mia vita di quando facevo il rappresentante cartario qui a Milano, ma devo stare molto sul vago. Ad ogni buon conto, di quelle aziende non ne esiste più neanche una, e non parlo solo di cartiere, delle quali tu conosci ormai qualcosa, ma anche di editori e stampatori, dei quali ci fu una grossa moria tra la fine anni '80 e i primi '90, e questo nonostante luminosi consigli di grandi esperti.
Se venisse da queste parti un mio certo amico, ti potrebbe raccontare un "allegro" aneddoto capitatogli grazie ad uno di loro.

Venendo al nostro Pulcinella, spero proprio che prima o poi (meglio prima che poi) rassegni le dimissioni, così come già fece qualche suo predecessore; ci farebbe più bella figura.

Nessie said...

Aldo, chiedere alla Nessie se c'è un nesso, è quasi un bisticcio fonetico :-). Non ho ben capito: ma anche Marrazzo ha la boccuccia a culo di gallina? Forse mi sfugge qualcosa della biografia marrazziana. In ogni caso, che c'entra con il nostro Bella Napoli?

Nessie said...

Marsh, già che leggi l'articolo a gradi, prosegui nella lettura e vedrai che oltre ai Bocconiani c'è di più, molto di più. Praticamente, ciascheduno di questi ha un esplicito conflitto d'interesse.

Vedo che l'anglo-sovietico- Napolitano da queste parti ottiene numerosi consensi:-) Non ti dico oggi in un negozio del centro della mia città cosa ne hanno sparate contro di lui i negozianti sulla sua battuta pro-immigrati (ius soli).

johnny doe said...

Oltre a quello che tu descrivi Nessie,io dico solo che per fare quello che sta facendo finora Monti bastava il portinaio del condominio.A me pare sia un colossale bluff...lo vedi in ginocchio da Merkosy senza che spenda una parola per l'Italia,forse crede di stare ancora alla Goldman...una nevrosi della fretta,non c'è più tempo,ora di corsa...per non far nulla...annuncia una misura da 15 miliardi e crede di fernmare la speculazione e infatti si vede...questi non durano,non servono a nulla...è una gigantesca sceneggiata e truffa organizzata da quel megalomane rincitrullito del colle...ma quale re giorgo e padre della patria! un vecchio in preda al bisogno di essere ricoverato.In questo panorama di beatificazione del nulla,ancora una volta i media dimostrano la loro ipocrisia e servaggio di giornalai venduti.
Ora basta davvero,qui se non si rompe qualche testa....

Nessie said...

Sì, Johnny, ho visto che questa sera col duo Merkozy, Goldmonti se ne è tornato con le pive nel sacco.
Intanto altri soldi per Roma Capitale, altro denaro a palate per "i nuovi italiani" a cui trovare un lavoro mentre per noi non c'è futuro. Il tutto mentre infuriano le alluvioni che richiederanno altro denaro con cui indebitarci.
Quel vecchio Babbeo rincoglionito ci sta vendendo in tutti i modi.

marshall said...

Ottimamente ben fatto l'elenco dei ministri: tutti nomi eccellenti dal curriculum debordante. Con loro nei posti chiave dovremmo stare tranquilli: vedremo!!!
Quello che mi dà forse più affidamento di tutti è quell'ex allievo di Gianfranco Miglio.

E' fatto bene il profilo dell'ex AD di Banca Intesa, ma credo sia un pò incompleto per quanto riguarda gli incarichi di AD avuti in passato.

Brava Debora Billi, della quale ho ora letto qualche altro articolo.

marshall said...

Nessie,
facci sorridere un pò. Raccontaci il retroscena di quella battuta sulla Jus Soli :-))

Nessie said...

Marsh, per te che ti occupi di finanza, ti esorto a guardare il post sottostante a questo su come è ripartito il debito italiano. Titolo- La via mondiale al debito.
Guarda la grafica.


Il retroscena di Napolitano: Mi auguro - ha detto - che in Parlamento si possa affrontare anche la questione della cittadinanza ai bambini nati in Italia da immigrati stranieri. Negarla è un'autentica follia, un'assurdità. I bambini hanno questa aspirazione.

Insomma, fa il patetico facendo vedere che sono i bambini che lo vogliono. Che vada al festival dello Zecchino d'oro.

marshall said...

Nessie,
avevo già letto il tuo post sul debito pubblico italiano, come pure devo averne letto uno simile su Soldionline.it che mi hanno recensito l'articolo su Roubini.
Si prevede un disastro, e il nostro Pulcinella si preoccupa dela jus soli. Forse non ha ancora capito che se va avanti così torneremo noi ad essere un popolo di emigranti, in cerca di che sfamarci.

Vanda S. said...

Leggendo sulla rete, spesso ci sono degli interessanti collegamenti: sto notando con piacere che stanno nascendo dei gruppi di cittadini che stanno cercando di ribellarsi al sistema ed al terrorismo finanziario. Il fatto e' che e' difficile divulgare le loro iniziative! Lo si puo' fare solo via tam-tam sull'internet. Questi due gruppi sono interessanti e sembra che stiano cercando di fare attivamente qualcosa:
http://www.democraticidiretti.it/
http://retedeicittadini.it/chi-siamo/manifesto-della-rete-dei-cittadini/
Io non so come, ma spero che tutto questo sfacelo finisca, prima che distrugga il mondo!

Zdenek said...

Uhmamma, le cavallette.
Quelli di prima, invece, erano dei "prenditori" eleganti.

Monti rappresenta la Destra, quella autentica, quella che in Italia non si era mai affermata . I "destri" berlusconiani pestano i piedi, non ci stanno, si inventano cose, propongono dei distinguo.

Criptocomunisti o amanti disillusi?

Nessie said...

Di solito i commenti poco intelligenti (siano essi di sinistra o di destra) li banno senza pietà. Ma questo lo lascio per i lettori di questo blog in modo che si facciano un'idea. La finanza internazionale non è di destra né di sinistra, ma può comprarsi i cervelletti piccoli come quello testé dimostrato e indurlo a una tifoseria da capponi di Renzo: tra una beccata di destra e una rimbeccata di sinistra finiremo tutti quanti rosolati allo spiedo. Si risparmi la controreplica: non ne avrà diritto.

Nessie said...

Marsh, mi spiace ma quello di Pulcinella sullo ius soli (diritto di cittadinanza sulla base dell'approdo in terra straniera), non è un semplice cazzeggio come vorresti farlo. In tempi di crisi nera come la nostra, mescolare la cittadinanza autoctona con gli allogeni significa creare appositamente degli scontri interetnici tra poveri (loro) e neopoveri (noi). Pulcinella è cinico e baro, anche se fa lacrimuccia per i piccoli bambini allogeni che non possono avere la cittadinanza. Inoltre se il disastro è sistemico e globale, dove andremo?

Nessie said...

Grazie Vandissima :-). Sì, la speranza è l'ultima a morire, ma qualcuno che riesca a fermarli ci dovrà ben essere in qualche parte dell'universo!

marshall said...

Nessie,
hai fatto bene a lasciare il commento di Zdenek. Credo sia un altro dei poveri illusi che pensano che le cose si accomoderanno da sè. Dal suo avatar sembra un signore di una certa età, e forse non sa nemmeno che di questo passo sono a rischio anche le pensioni di quelli che in pensione lo sono già. E sì perchè se tanto mi da tanto, se le assicurazioni e i fondi pensione, compresa INPS, sono i maggiori detentori di BTP, lascio immaginare che fine faranno!
Intanto anche oggi alle ore 12.05 la borsa è negativa di oltre il 2%, non so lo sread, ovvero i tassi, a che punto siano arrivati, ma già lo posso immaginare.
Eppure c'è il nostro Presidente che pensa alle cittadinanze, anzichè spremersi le meningi per cose più importanti in questo difficile momento. Ma tanto lui ha la pancia piena.
Pensavo giusto che gli argomenti di cui parlavi con le tue concittadine si riferissero appunto alle pancie piene.

Anonymous said...

GERMANIA: LA GRANDE DEPRESSIONE del 2012
http://icebergfinanza.finanza.com/2011/11/25/germania-la-grande-depressione-del-2012/

m

Nessie said...

Marsh, ti invito a leggere quanto ha scritto Massimo sulla scellerata proposta di Napolitano sulla cittadinanza breve.
Purtroppo non è una quisquilia, ma un'altra fonte di spese e di problemi di convivenza a non finire:

http://blacknights1.blogspot.com/2011/11/litalia-espressione-geografica.html

Anonymous said...

Napolitano che ha trasformato l'Italia in una repubblica presidenziale andrebbe denunciato per alto tradimento1 Ma i suoi compagnucci di partito non ricordano quando volevano l'impeachment di Cossiga solo per le sue "picconate"? Ora non vedono che Pulcinella ci ha messo nelle mani delle oligarchie mondialiste che non hanno legittimazione democratica.
Non contento, poi, auspica l'adozione dello "ius soli".
Proprio quello che i mondialisti vogliono per annacquare l'identità dei popoli! Infine, questo grande patriota, finge di non accorgersi che la politica italiana è subordinata ai voleri e agli interessi
di Merkozy. Perché non strepita per la sovranità violata? Perché non fa presente al suo adorato Monti che i provvedimenti prima si discutono nel Parlamento italiano e poi si portano all'attenzione dei leader esteri. Siamo diventati l'ultima delle colonie anglofrancotedesche!!! Il Pulcinella è geneticamente predisposto l tradimento visto chi, a quanto pare, dovrebbero essere i suoi ascendenti.
Vedere come lo raffigura Forattini!
Winston

marshall said...

Nessie,
ormai a quella storia che gli extracomunitari sono una risorsa per noi, non ci crede più nessuno. Da come ne parlano certi soloni, in primis il neoministro o quell'excandidato alle primarie PD, la loro venuta è vista come quella di un messia, come di coloro che ci risolveranno la questione del debito pubblico, e che lavoreranno per pagare le pensioni ai vecchi. Certo che ci risolveranno la questione debito, ma temo in senso negativo, dandoci la botta finale per farci capitolare. Ma i loro "tifosi" devono aver fatto male i conti: al mondo non troveranno più nessuno che nel frattempo sia disposto a prestarci 1 solo euro.

Detto in altre parole, addio al vecchio welfare. Sognamocelo.

Nessie said...

Winston, eccome se mi ricordo quando Occhetto chiese l'impeachment (che non esiste nella ns. costituzione) solo per le picconate. Ma quel che vale per gli altri non deve valere per loro.

"Non contento, poi, auspica l'adozione dello "ius soli".
Proprio quello che i mondialisti vogliono per annacquare l'identità dei popoli! Infine, questo grande patriota, finge di non accorgersi che la politica italiana è subordinata ai voleri e agli interessi del duo Merkozy".

Annacquare le identità dei popoli, favorire il commercio straniero e il lavoro agli stranieri al posto del commercio autoctono e al lavoro per i nativi. Queste sono le direttive delle élites mondialiste che questo dannato giullare fa proprie. E del resto, che ti vuoi aspettare da uno che ha visto e sentito parlare dalla nascita di "strage dei kulaki russi", di repressione sanguinosa dell'Ungheria nel 56 e della Cecoslovacchia nel '68? Questo ce l'ha nel suo DNA la morte dei popoli per mano degli oppressori.

Anonymous said...

LaRouche:
l’intero sistema finanziario e monetario transatlantico è morto. (etc…)
http://www.movisol.org/11news226.htm

m

Nessie said...

Essì caro Marsh, addio al vecchio Welfare e questa finanziarizzazione del debito su scala mondiale ci ha portato dritto dritto i predoni a casa nostra. Ma che bella la privatizzazione del pianeta eh?

Grazie marco, letto.

Aldo said...

Nessie: «Non ho ben capito: ma anche Marrazzo ha la boccuccia a culo di gallina?»

No, ma si vocifera che ci facesse dei giochini... "creativi", con la sua, durante festicciole con compagnie piuttosto gaie. E a ben guardare Napo mi trasmette l'immagine di un personaggio ancor meno virile del Marrazzo. Se tanto mi dà tanto... E la boccuccia che così bene hai descritto non aiuta.

Ovvio che son tutte illazioni, nè! Però l'apparenza è quella.

Nessie said...

Aldo, ma cosa dici muuaii?
E io che credevo che ti incavolassi da morire sulle sortite napoletanesche dello ius soli per gli immigrati.Che nell'aver constatato che i 12 ministri sono tutti Banca & Lobbies ti schizzasse il fegato. Ed invece vedo che la stai buttando sulla goliardia :-)

Anonymous said...

“Stiamo assistendo al collasso al rallentatore del terzo più grande mercato di titoli di Stato, quello italiano… è atroce da guardare”.
......
E’ un balletto, si coordinano da Roma a Francoforte, via telefono con gli Hedge Funds, e gli speculatori del Group of Thirty, ERT, BE, Lotis, IIF, e compagnia cantante, fra cui quel paggio disgustoso di Ezio Mauro che dà ordine a Repubblica di scrivere che la catastrofe dei tassi italiani è perché ancora gli investitori non si fidano per la presenza del PDL in parlamento. Quando l’Italia sarà in centro Africa, Monti da qualche parte fra JPMorgan o il FMI a prender 2 o 3 milioni di dollari all’anno, e il PDL solo su Wikipedia, Repubblica scriverà che no! non è l’Euro, è che gli investitori non si fidano perché su un campanello di una casa di Arcore c’è ancora scritto Berlusconi. Ok.

Paolo Barnard

m

Nessie said...

Marco , puoi darmi il link dell'intero articolo? grazie

Anonymous said...

Nessie, quando Cossiga cominciò a togliersi i sassolini dalle scarpe, molti ne reclamarono l’ “impeachment”, se non addirittura il manicomio. E Cul di gallina era tra loro.
Sorvolando - per carità di patria - sulla richiesta del provvedimento brezneviano (ma inventato negli Usa) a carico del “dissidente”, restava l’assurdità di pretendere l’adozione di una misura (l’impeachment) non prevista dal nostro ordinamento, che considera il presidente della Repubblica “irresponsabile” nei suoi atti e dunque non perseguibile penalmente. Egli infatti può essere messo in stato d’accusa solo per Alto tradimento e/o attentato alla Costituzione.
Chiunque abbia un minimo di discernimento comprende che mentre le esternazioni del Picconatore non potevano in alcun modo rientrare nella fattispecie giuridica, viceversa le azioni di Napolitano costituiscono un vero e proprio attentato alla Costituzione (della quale dovrebbe essere garante) e quindi meritevoli quanto meno di essere sottoposte ad una verifica giudiziaria.
Eppure nessuno tra i nostri parlamentari “nominati” osa prende un’iniziativa. Nessuno tra i nostri “minustrati”.
E nessuno tra i partiti o i pennivendoli che contano osa lanciare un’adeguata campagna contro questo miserabile cialtrone che in vita sua ha servito mille patrie, tranne quella che gli imporrebbe l’ufficio al quale è stato disgraziatamente eletto.

Non c’è bisogno di essere esperti in “tecnica del colpo di Stato” per capire cosa succede.
Siamo in presenza di un Golpe “bianco”, come ve ne sono stati tanti nella storia, come fu quello di Napoleone III, in seguito al quale fu coniata la definizione “coup d’État”, e che la gente (fuorviata dalle immagini dei carri armati nelle strade e delle macellerie sudamericane) fatica a riconoscere perché realizzato con la complicità dei poteri dello Stato e degli organi di informazione e senza spargimento di sangue.
Ma non per questo più indolore e - alla lunga - foriero di minori danni.
(no caste)

Nessie said...

No caste, vedo che la boccuccia a "culo di gallina" l'hai subito prontamente adottata. :-).

Pienamente d'accordo sulla tua analisi del "golpe" o putsch o coup d'état. Sfido chiunque a trovare nella nostra Costituzione la dicitura relativa ad un eventuale “Governo tecnico”. Sta scritto semmai che il potere emana dalla sovranità popolare, esercitata secondo le disposizioni vigenti.

Ma il nostro non-Presidente può usare quella maggioranza bulgara di Pd e Pdl con annesso Calta-Casini e l'Arruffapopolo di Montenero di Bisaccia, come foglie di fico per autocelebrare il suo colpo di mano per conto terzi: i poteri forti.

Leggi cosa ne scrive Paolo Barnard in proposito:

http://www.ipharra.org/article-paolo-barnard-draghi-e-napolitano-devono-essere-arrestati-e-processati-denuncia-per-alto-tradim-88994152.html

Uno così dovrebbe essere processato per alto tradimento. Ma evidentemente Barnard (da ottimista uomo di sinistra qual è) non ha ancora capito che la magistratura è il suo braccio operativo oltre che ad essere la mannaia dei poteri forti (si veda il caso Finmeccanica). Figuriamoci dunque un po' se cane osa mangiare cane!

Nessie said...

PS: che ne pensi di quell'altra sua sparata aggiuntiva relativa allo ius soli? Ma non ne ha mai abbastanza il peggior presidente della Storia d'Italia (perfino peggiore del Madonnaro golpista Scalfaro) di angariare ed esasperare gli Italiani?

Anonymous said...

Faranno un Altra Lehman in Italia
http://www.cobraf.com/forum/coolpost.php?reply_id=324164#324164

Italia: il momento delle scelte
http://icebergfinanza.finanza.com/2011/11/26/italia-il-momento-delle-scelte/

m

Anonymous said...

Sì Nessie, “Cul di gallina” mi piace e lo userò ancora ☺...

Ho letto Barnard.
Hai ragione: è un ingenuo. Crede che la denuncia di un semplice cittadino possa essere sufficiente a trascinare in giudizio una figura istituzionale protetta dalla “lesa maestà”...
Una massiccia campagna di stampa, l’impulso di un “minustrato” potrebbero forse essere utili a creare un terreno fertile, ma la prerogativa di mettere in stato d’accusa il presidente della Repubblica, per legge, resta ai parlamentari. Solo a loro.
Figuriamoci cosa potrebbe ottenere un “comune mortale” con la sua estemporanea iniziativa.

Sulla cittadinanza sai come la penso. Una terra non appartiene a chi la abita in un dato momento storico, ma a chi ha con essa un legame atavico, a chi l’ha abitata nei secoli e resa quello che è. Per questo si dice “Terra dei Padri”. E per questo sono favorevole al principio dello jus sanguinis.
Resterebbe da domandarsi come mai il nostro Cul di gallina se ne salti di palo in frasca, esternando ogni giorno che Dio manda in terra, su temi apparentemente i più disparati tra loro: l’Europa, la crisi, l’immigrazione, la politica internazionale ecc.
Ma tu che hai apprezzato gli ultimi libri della Magli conosci bene la risposta: tutto è legato, tutto risponde al Grande disegno. Anche, e soprattutto, il comportamento di ceri vecchi arnesi della guerra fredda come Napolitano.
I comunisti, fin dal 1948, votarono contro tutte le leggi di integrazione europea: Ceca, Mec, Cee e addirittura fecero saltare il governo di “unità nazionale” proprio sulla questione del nostro ingresso nello Sme.
Poi nel 1992, defunta l’Urss, furono folgorati sulla via di Damasco e si convertirono all’Europa di Maastricht, ossia al trattato che sanciva la nascita dell’Eurss.
Come non trovarci un nesso, come meravigliarsi che uno dei loro capi storici (e tra i più subdoli e doppiogiochisti) sia “improvvisamente” diventato un fedele esecutore d’ordini degli eu-surai?
(no caste)

Nessie said...

Grazie Marco. Ma forse è meglio ogni tanto darci una tregua con le notizie di crack economico. Oggi a forza di leggere di qua e di là ho comprato non so quante lattine di latte in polvere e di liofilizzati. Non si sa mai..

Nessie said...

Cul di Gallina, L'Or signori, eu-surai :-). Riesci sempre a farmi ridere :-))) in mezzo a questa grottesca tragedia.

Certo che bisogna essere favorevoli al principio dello jus sanguinis. E che diamine! E' proprio "la terra dei padri" a conferire nobiltà ad una nazione! Ma questi bastardoni di eu-surai non hanno patria né padri. Per questo vogliono fare carne di porco di ogni nazione sovrana.
E l'insano principio dello "ius soli" caldeggiato da Cul di Gallina è un voler smantellare attraverso l'arrembaggio e l'assalto indiscriminato, il blasone di nobiltà, retaggio degli antenati della nazione; che guarda caso, proviene dal verbo "nascere".

Nessie said...

No caste, a proposito di sovranità violate, guarda questo video choc di Full Monti con i suoi nonsensi sulle crisi pilotate e sulla bontà della "cessione di sovranità" delle patrie.
Roba da plotone d'esecuzione:

http://www.youtube.com/watch?v=HORaWaxi6io&feature=player_embedded

Anonymous said...

Ho visto, Nessie...
Non so se definirla una “voce dal sen fuggita” o una completa confessione di crimini non ancora commessi...

Le crisi sono volute e pilotate per “convincere” i cittadini a cedere parti della loro sovranità che altrimenti non cederebbero; quando una crisi finisce «rimane un sedimento», essendosi «messe in opera istituzioni, leggi ecc.» che rendono la situazione non più «pienamente reversibile»...
Dunque ogni crisi serve a fare un passo avanti nella realizzazione del “l’oro” disegno. E se qualche testa dura volesse ribellarsi, ci saranno le «autorità di enforcement» pronte a ristabilire la “normalità”. In fondo il trattato di Lisbona non prevede già la possibilità di sparare sulla folla in tumulto?

Chi parla non è il capo del governo italiano, né il preside della Bocconi o il mite baciapile che va a messa tutti i giorni.
È il cinico presidente europeo della Commissione Trilaterale, quello che non sa cosa siano i poteri forti, ma che applica alla lettera le parole di Rockefeller, secondo cui il mondo è «pronto a marciare verso un governo mondiale. La sovranità sopranazionale di una cerchia ristretta di intellettuali e di banchieri è certamente preferibile a quella auto-determinazione nazionale che è stata praticata nei secoli passati».
(no caste)

Anonymous said...

ECONOMIA SOLIDALE E SOSTENIBILE: DISTRETTI E COOPERATIVE D'ITALIA!

http://icebergfinanza.splinder.com/post/24578847/economia-solidale-e-sostenibile-distretti-e-cooperative-ditalia

m

Nessie said...

No caste, il tuo commento spedito a tarda notte, l'ho aperto solo ora. Dunque anch'io ho il sentore che questo personaggio cinico e malvagio, lungi dal risanarci ci darà il colpo di grazia definitivo, dato che come dice lui, le crisi sono necessarie.
E le élites dirigenti della sinistra "compradora" come Bersani, si affannano pure a gridare "Lasciatelo lavorare!". Sì, ma per andare dove, razza di coglioni? Più in fretta nel precipizio?
Ovvio, che sono dei bolliti anche quelli del PdL come Angelino Jolie e compari.
Hai sentito che si sono riuniti a Palazzo Giustiniani, cioè la sede della Massoneria? C'era Monti, Bersani, Casini e quel bischero di Angelino Jolie. Hanno fatto la riunione esecutiva degli "incappucciati" con tanto di squadra e compasso e non hanno nemmeno più il pudore nascondere le loro tresche al Parlamento del quale se ne impippano. D'ora in poi, basta col termine "complotto" e "complottista" virgolettato. La parola va scritta bellamente senza virgolette e l'Oro l'hanno dimostrato.

Marco, ma che cosa sei, il postino insonne? Della serie, il postino non dorme mai :-)

Huxley said...

Evviva, arriva finalmente in soccorso l'FMI, siamo salvi!
Come scrive la 'voce del padrone' (al secolo la stampa)

http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/finestrasullamerica/grubrica.asp?ID_blog=43&ID_articolo=2264

Bellina anche la foto della Lagarde, con sorriso da avvoltoio,'as usual'

Nessie said...

Huxley, Berlusconi pur con le sue molteplici carenze, era almeno riuscito a evitare il prestito criminale di questi piromani del FMI (a proposito, sono loro che hanno tolto dalle palle DSK, perché ritenuto scomodo ai loro piani).

Monti invece ce li chiama direttamente in casa. L'esclaletion c'è e si vede. Solo degli idioti come Bersani, possono supplicare di lasciarlo lavorare. E questo lavora sì, ma per la nostra distruzione, saranno contenti i compagnucci. Ecco cosa leggo dalla Stampa:

"Ci sono diverse possibilità: dall’emissioni di nuovi Diritti speciali di prelievo a interventi coordinati con la Banca centrale europea guidata da Mario Draghi".

Così parlò la Draculessa.

Anonymous said...

E bravo,il Monti! 600 miliardi di Euro presi a prestito dai suoi sodali del FMI saranno il colpo definitivo all' economia italiana e, soprattutto, a quello che rimane della sua autonomia nazionale. Ora solo gli ebeti, possono pensare che il Pulcinella l'abbia messo a capo del governo per caso! Doveva metterci nelle mani di un uomo dell'oligarchia finanziaria massonica per darci il colpo di grazia. Non voleva che qualche politico seguisse l'unica strada possibile: quella islandese. Loro hanno rimandato a casa gli ispettori del FMI e della BCE e la loro economia si sta risollevando! Non esiste nazione al mondo che sia mai stata risanata seguendo le ricette del FMI.
Bisogna fermarli prima che sia troppo tardi! Purtroppo, sulla piazza, ora, c'è solo la straordinaria Ida Magli. Aiutiamola!!!!
Winston

Nessie said...

Winston sto leggendo sul libro di Ziegler "La privatizzazione del mondo" tutti i disastri prodotti dal FMI compreso quello argentino. Ma dico io?! Ma vogliamo proprio passare dalla padella alla brace? Ecco come esordisce nel capitolo intitolato "I piromani del FMI":

"I mercenari del FMI sono pompieri del sistema finanziario ma non esitano a trasformarsi in piromani".

Dunque tutta questa escalation dello Spread voleva arrivare a sospingerci dentro gli artigli acuminati di questi strozzini.


Ho firmato e fatto firmare tutti i documenti finora proposti da Ida Magli, l'unica voce intelligente di cui disponiamo.

Anonymous said...

Guarda caso, l'Argentina si è risollevata dalla crisi, dopo
aver buttato a mare gli avvoltoi del FMI! Per questo la presidentessa Kirchner era duramente attaccata dalla diplomazia USA, ricordo i files di wikileaks, Ora l'Argentina, nonostante i default, o forse proprio per quello, è uno dei pochi Paesi con l'economia in crescita, nonostante la crisi globale. Faccio presente che non ha governi tecnici, ministri nominati dopo consultazioni con Capi di stato stranieri e che la Kirchner porta la gonna ma non il grembiulino come Napolitano, Ciampi,Draghi e Monti.
Winston

Nessie said...

Winston, all'Argentina è andata ancora bene di non essersi presa le bombe in testa. Sai com'è di questi tempi...Fino al 2002 in Argentina due persone su quattro vivevano in assoluta povertà.

A proposito, ho sentito, quella bufala dei Tea Party italiani (ovvero gli scimmiottatori dei rep. americani) prendersela con lo stato delle tasse e di rapina. Ecco gente che ha le idee chiare sullo stato: Monti in realtà sta lavorando con e per le banche private, usando lo stato (di cui si è impadronito senza essere eletto) per commissariare il risparmio (privato, quello sì). degli Italiani. Ma come si fa - domando e dico - a esportare in Italia, idee che hanno costretto buona parte del popolo americano a dormire in tenda e in roulotte?

Josh said...

non ho risposto prima perchè ho avuto due settimane di fuoco, ma il massone napulitano non lo posso sentire nemmeno nominare.
E ieri, ha ricominciato "dai italiani facciamoci valere", come se la situazione attuale fosse causata da noi gente comune.
che facciatosta.

Nessie said...

Nemmeno io lo posso soffrire sto Bella Napoli. Ma perché non va a spalare rifiuti nella sua città invece di straparlare? Pensa che dobbiamo tenercelo ancora per quasi due anni.

Josh said...

Non è finita.
Il NYTimes "incorona" O' Napulitano come il Salvatore del Mondo.

2 Messia in un colpo solo.
Monti Pyton e Bella Napoli.

http://www.agi.it/in-primo-piano/notizie/201112031142-ipp-rt10015-crisi_nyt_omaggia_napolitano_e_forza_tranquilla_re_giorgio

Nessie said...

Non me lo dire che ci ho un fegato così. I servi sono sempre ben ricompensati!

Josh said...

Monty?
sotto il loden, niente.