24 February 2011

Ciao Sarcastycon!


Il nostro caro amico Marcello, alias Sarcastycon, noto blogger autore di tante memorabili vignette, sberleffi  e caricature sulla classe politica, e che tutti noi abbreviavamo in Sarc, ci ha lasciato. Ne apprendo la triste  notizia dall'amico Stealth che ne curava il blog. Il suo link rimarrà aperto su questo blog.  Ora con le sue vignette pungerà da lassù. Propongo che chiunque l'abbia incontrato e apprezzato qui sul web pubblichi una sua vignetta. Lui ne sarebbe contento.
Caro Marcello, un commosso e sentito grazie per averci divertito, e anche per la tua partecipazione a questo blog e al Giardino delle Esperidi.

Ciao, caro Sarc!

24 comments:

Il Mango said...

Triste notizia. R.I.P.

Nessie said...

Grazie per il link Mango. Marcello era anche un uomo profondamente colto e non solo un umorista.

Eleonora said...

Un bacio a Lui.

Giovanni said...

Mi dispiace moltissimo.

Maria Luisa said...

mi donandavo perchè il suo blog fosse fermo al medesimo post da tanto tempo.
E' una tristissima notizia, mi mancheranno le sue vignette e le sue risposte.
Maria Luisa

Josh said...

che notizia....
Sapevo che non stava benissimo, c'eravano già sentiti nell'anno nuovo,
ma non immaginavo.
Mi dispiace davvero tanto.

fort said...

Mi ha mandato una e-mail di saluto un paio di mesi fa....!!
Non avevo ben capito quel: un salutone, Fort.
Beh, Sarc (fui il primo a chiamarti così)tu che mi leggevi sempre sai benissimo come la penso: hai lasciato il corpo.
Ti saluto con le parole di Kahlil Gibran, e tengo per me i miei pensieri:
Ricordatevi che io tornerò
Dal maggior silenzio tornerò
Un breve riposo sulle ali del vento
Ed un'altra donna mi partorirà.
Ti saluto come sempre: un salutone Sarc

Massimo said...

Mi ero appena collegato e sono rimasto raggelato.
Ho accolto il tuo invito a corredare il ricordo di Marcello con una sua vignetta.

marmando said...

Triste notizia.
Ho raccolto il tuo invito.

Nessie said...

Era davvero caparbio nello sbertucciare Fini e il Finismo, Marcello, e magari ora sarebbe contento di vedere che FLI è rimasto con 4 gatti, visto che ha sofferto tanto di quella scissione, lui che proveniva da AN. Scrivete qualcosa anche sul suo blog. Mi fa senso vederlo vuoto. Magari sua figlia e i suoi familiari lo aprono e sono contenti di vedere tanto affetto di noi blogger in ricordo di lui. Grazie Amici.

Josh said...

@Nessie: ho scritto subito sul suo blog un messaggio, pensando a lui e ai suoi, ma ci dev'essere la moderazione, il mio commento non si vede.
Forse Stealth quando se la sentirà attiverà i commenti.

Nessie said...

Strano Josh. A me lo ha preso subito il commento. Cmq in proposito ti ho scritto in pvt.

Lo PseudoSauro said...

Un'altra brutta notizia. Un saluto al caro Marcello. Condoglianze alla famiglia.

Anonymous said...

Ho saputo della triste notizia tramite mio papà, Marshall. Sono sconvolta. Papà parlava di lui da anni, come se fosse un amico di famiglia, un vicino di casa. E' la magia di internet. Grazie di tutto Sarc. Ci mancherai. E grazie per la compagnia che hai fatto al mio babbo in questi anni.

Nessie said...

Sei la figlia di Marsh? Sì è vero. E' la magia di Internet ma anche e soprattutto la magia della scrittura. Nel suo caso, anche delle immagini.

Vanda S. said...

Non voglio fare della retorica, ma a me sembra davvero che se ne vadano sempre i migliori....

Nessie said...

Cara Vanda,
due parole le voglio dire sugli ospedali italiani che sono diventati sempre più degli acceleratori di morte, invece che luoghi di guarigione.
Marcello non era per nulla contento del trattamento ospedaliero,
è stato nove interminabili ore sotto i ferri - mi hanno scritto.
Ne è uscito stremato, e una volta tornato all'ospedale di Pisa non è più riuscito a nutrirsi come avrebbe dovuto,
e il fisico già troppo provato dagli attacchi degli ultimi mesi non era più in grado di reggere.

Si è preso prima una forte bronchite e poi una cistite per curare la quale hanno usato antibiotici.

Certamente la sua famiglia valuterà se sarà il caso di ricorrere al tribunale del malato, o meno, perché la verità è che oggi gli interventi ospedalieri è assai meglio non farli, se non sono strettamente necessari.

Non oso pensare che razza di ospedali avremo dopo questa marea umana che si riversa sulle nostre coste!

johnny doe said...

Un fiore e un addio...

Anonymous said...

Sì sono la figlia di Marsh. Che strano leggere queste cose! Mi sembra assurdo..

Anonymous said...

Non conoscevo Sarcastycon ma ho incrociato a volte i suoi azzeccatissimi disegni; non c'è mondo virtuale, tecnologico che possa rendere arida la nostra umanità. Mi dispiace per questa perdita, per la sua famiglia e per gli amici che lo conoscevano personalmente.
Scarth

Nessie said...

Dici bene Scarth, a proposito di tecnologia. Anche perché dietro ad un monitor di pc, ci sono pur sempre degli esseri umani.

itto ogami said...

che la terra ti sia lieve, caro amico.

galerius said...

Mi dispiace molto ; anche se non avevo mai avuto contatti con Sarcastycon, lo 'conoscevo' attraverso i suoi interventi.
Condoglianze ai suoi cari.

Hesperia said...

In memoria di Marcello qui sul Giardino delle Esperidi:

http://esperidi.blogspot.com/2011/02/in-memoria-di-marcello.html