22 August 2007

Madonnine murate: ci hanno provato e lo rifaranno

Mentre Magdi Allam ci informa che nel nostro Belpaese si apre una moschea ogni quattro giorni, e mentre si scrive la notizia che il sindaco Veltroni insieme al presidente della regione Lazio Marrazzo sono stati invitati a inaugurare l'ennesima moschea a Roma, promossa da un'associazione onlus bengalese in Piazza Vittorio Emanuele, proprio vicino a una chiesa per il settembre prossimo venturo, c'è chi si fa premura di murare Madonne e angioletti a Casatenovo (Lecco). Protagonista della vicenda, un mussulmano di cui ovviamente non sono state fornite generalità sulla stampa, salvo che ha un fratello di nome Mohammed, lo stesso che probabilmente si è fatto riprendere in tv. Ora quell'islamico, dopo aver fiutato l'aria che tira, l'ha rimessa prontamente al suo posto, la Madonnina, poiché c'è stata una sollevazione di anziane signore che abitano nella stessa corte lombarda. Il comune, alcuni assessori della Lega si sono mobilitati e pure il sindaco (giunta di centrosinistra) ha dichiarato che trattasi di un gesto incivile. L'ennesimo Mohammed (probabile fratello, dell'iconoclasta volatilizzatosi), frattanto si è fatto riprendere dalle telecamere dei TG, sorridente mentre stringeva la mano alla "sciura" che protestava. Tutte commedie ipocrite e buoniste. Inutile farsi illusioni: ci hanno provato! Ed è già accaduto in passato con crocifissi e presepi. E lo rifaranno non appena si abbasserà di nuovo la guardia. Se non nel cortile lecchese, lo rifaranno altrove. L'Italia (dai monti, alle pianure, fino al mare e alle isole) è piena di edicole votive, capitelli, piccoli tabernacoli incastonati nei muri dei palazzi, o edicole religiose sui sentieri di campagna. Dai villaggi montani, fino al più umile borgo di pescatori, la Madonnina, gli angeli, i santi patroni assumono anche una funzione apotropaica, per tutti: credenti e non credenti. Cioè, la funzione di scongiurare ed esorcizzare i pericoli imminenti e ovviamente di proteggere e preservare le comunità cristiane delle varie zone.

Che ne sarà quando gli anziani dei villaggi moriranno e non ci sarà più chi dimostra tali affezioni alle tradizioni? e che ne sarà quando, per colpa del mercatismo selvaggio, gli immobili ubicati nei nostri più pittoreschi villaggi verranno venduti e cadranno nelle mani di questi iconoclasti devastatori? Non dimentichiamolo: ciò che ci è più caro, può esserci sottratto. In particolare se dimostriamo che non ci è abbastanza caro. Perciò occorre essere vigili e non abbassare mai la guardia.

29 comments:

Lo PseudoSauro said...

Finche' campano le vecchiette... Pero' i sansimonini non finiscono sui giornali... diciamo che la tradizione cristiana da fastidio a parecchia gente, ma e' indifferente a quasi tutti gli altri.

Nessie said...

Beh, non è esatto: i "sansimonini" finiscono sui libri. Ma poi li ritirano dal commercio.

Per gli improvvidi vignettisti danesi ci sono state fatwe di morte. Per questo "muratore di Madonne" che ci sarà? La stampa tace perfino sulle sue generalità.Ma quanti favori facciamo a questa brava gente!
Purtroppo l'indifferenza degli autoctoni alla cristianità, è inversamente proporzionale all'ostilità dei non cristiani.

paoletto said...

Questi beoti del centro-sx sono sempre piu' stupidi e coglioni.
Cosi' come murano le Madonne domani mureranno anche loro.
I campanelli suonano da un pezzo ma evidentemente l'idea di farsi tagliare gli zebedei deve essere troppo forte e allettante soprattutto se a farlo sono persone antioccidentali e antiamericane. Il solo pensiero deve portarli all'orgasmo politicamente corretto.
Sono sempre piu' convinto che la pentola sta' per saltare e prima succede meglio sara' per tutti.

Nessie said...

Anch'io Paoletto. Ma prima della Madonnina murata, ci sono state altre avvisaglie che avrebbero dovuto far saltare il pentolone da un pezzo: presepi e alberi di Natale asportati, lancio di crocifissi dai balconi, macellazione rituale halal a cieli aperti, ragazze pachistane sgozzate perché volevano vestirsi all'Occidentale ecc.
Infine, canti di Natale dove si omette la parola Gesù per sostituirla con "virtù". La verità è che i veri coglioni siamo tutti noi.

Occidentale said...

Cara Nessie,
come sai sono stato a Londra che, lungi dall'essere una nota autobiografica, mi sembra doveroso citare perché lega benissimo con il contenuto del tuo nuovo articolo.Ci lamentiamo con giusta ragione degli imbecilli autolesionisti di casa nostra ma che dire degli inglesi?Ne sono scappato disgustato!Fanno controlli infiniti agli aeroporti, dove fanno assaggiare il latte alle mamme per sincerarsi che non contenga sostanze esplosive(la sicurezza non è mai troppa:siamo tutti lieti di non esplodere in volo)e poi calano le braghe e permettono cose inaudite nella loro vecchia e gloriosa capitale!Non mi è possibile riassumere in questo mio post le tante nefandezze da me viste, perciò ne citerò soltanto una, macroscopica:il sit -in di protesta con tende e-presumo- sacchi a pelo per la notte, davanti a Westminster Abbey con cartelli che in inglese dànno del criminale e dell'assassino al Primo Ministro inglese attuale per non so quali efferati crimini.Chi erano i manifestanti?Ma è ovvio:musulmani di vari paesi, attorno ai quali, per motivi di sicurezza(loro) poliziotti dalle facce stolidamente helpful si preoccupavano che la gente non li prendesse a calci nel sedere per rispedirli alle loro nazioni di provenienza...Io e gli amici con me eravamo allibiti:dare del criminale al primo Ministro della nazione che li sfama e che consente loro il diritto di parola, fino all'ingiuria, mentre nelle loro sottosviluppate terre a un occidentale tagliano la testa per una minima infrazione!
L'Occidentale non vede futuro per l'Occidente, se non si passa ai fatti.Qui ci stanno facendo fuori sistematicamente, silenziosamente ma inesorabilmente.Vada pure Veltroni a inaugurare una nuova moschea:tanto lui le pareti con quella gente non le avrà mai in comune, vivendo nelle zone giuste della capitale.
Io spero che l'opera di informazione costante che compiamo faccia montare la collera degli italiani fino a costringere i nostri deplorevoli governanti a invertire la rotta;nell'attesa del miracolo, che possiamo fare se non parlarne e affrontare la questione tutte le volte che ci è possibile?
Un saluto da Occidentale

Massimo said...

A parti invertite (una "murata" su qualche simbolo musulmano) al reo avrebbero come minimo amputato le mani.
Che dite ? Visto che vogliono tanto importare le loro usanze, in questo caso non potremmo accontentarlo ? :-D

Anonymous said...

Credo però che l'elemento più preoccupante nel contesto generale sia l'accredine anti cattolica di certi italiani e per giunta anche cattolici (in genere adulti, dossettiani, postconciliari e molto impegnati) che non lesinano parole e zelo per dar ragione a chi le Madonnine le vuol murare o vuol rimuovere i Crocefissi.
Scarthorse

Anonymous said...

"TEHERAN - Un ragazzo di 25 anni è stato frustato a sangue dalla polizia per le strade di Qazvin, 144 chilometri a ovest di Teheran, e la drammatica sequenza fotografica è finita sulle pagine del "Daily Mail". Accusato di abuso di alcool e di aver fatto sesso fuori dal matrimonio, contravvenendo così alle severe leggi morali iraniane, il venticinquenne Saeed Ghanbari è stato condannato a 80 pubbliche frustate da una tribunale religioso e la sentenza è stata eseguita da due ufficiali che, coperti da un passamontagna, hanno colpito il giovane 40 volte per ciascuno, sferrando le micidiali scudisciate con una canna rigida, che ha trasformato la schiena e le spalle del prigioniero in una poltiglia sanguinolenta."

Ed e' questa la civilta' che vogliono farci importare.
E farcela subire,ovviamente.

Stella

Nessie said...

Caro Occidentale, intanto, bentornato dalla ex "perfida" (magari!) Albione. Bei tempi andati quelli, of course! Mi immagino i bobbies con la stolida espressione intimiditi dalla selvaggeria dei muslims. Ma come hai giustamente detto, i civili arretrano sempre di fronte agli incivili. E la storia dell'impiegata della British AIRLINES, DOCET. Licenziata per aver indossato una catenina con la crocetta non più grande di un soldino. Mentre i suk potevano tranquillamente i loro turbanti e barbe folte. E le donne mussulmane, i loro orrendi scafandri.

Nessie said...

Massimo, il mussulmano "muratore di Madonne" in questione è stato indicato dal Corriere con C.K. Come vedi quando compiono cose contrarie alle leggi e/o allo spirito religioso altrui, la stampa omette perfino le loro generalità, limitandosi alle sigle. I biondi, bianchi con occhi azzurri invece vengono tranquillamente sbattuti in prima pagina anche quando l'istruttoria non ha ancora raccolto gli indizi, celebrando processi mediatici preventivi.
Tu chiamalo, se vuoi, razzismo alla rovescia.

Nessie said...

Scart, sono d'accordo con te. Ci sono cattolici che minimizzano, smorzano, parlano di cavolate come "dialogo interreligioso" con questa brava gente e altre carinerie del genere "volemose bene".
Poi ci sono i laico-comunisti e radicali che se la pigliano solo col Vaticano perché al solo pensiero di affrontare 'sta gente, se la fanno letteralmente sotto.
Tu chiamala pure "fascinazione per la brutalità".
Stella, quello che hai scritto, conferma in pieno, quanto ho già scritto a Scart: la brutalità piace molto agli occidentali ramolliti e rimba.

Lo PseudoSauro said...

Quello che scrive Occidentale non mi stupisce affatto (ne ho sentite di peggio). Pero' la lezione e' chiara: se la gente trova un minimo di compattezza i selvaggi si danno una calmata. Il pericolo vero sono i nostri governi che non fanno alcun mistero di voler arrestare gli autoctoni (che li hanno "eletti") per tutelare gli "ospiti". In questa fattispecie non basteranno ne' "libere" elezioni, ne' manifestazioni pacifiche, temo, e sarebbe bene cominciare a far circolare l'idea che nessuno di questi la passera' liscia: giustizia dovra' essere fatta in modo esemplare acche' i governi successivi non abbiano dubbi in merito.

Chi non avesse firmata la petizione online contro l'ordinanza del sindaco di Bruxelles (che vieta la manifestazione internazionale di commemorazione prevista cola' il 9/11) lo puo' fare qui:

http://www.petitiononline.com/ulfkotte/petition.html

meno di 8000 firme sono ancora scandalosamente poche, vediamo di incrementarle un po' :-)

tilt64 said...

Cara Nessie la furia (?) iconoclasta non basterebbe punirla seguendo le leggi? Ed inoltre avendo saputo che il siddeto "muratore " si chiama pinco pallino cosa avremmo fatto? Organizzato una marcia di protesta. Stella: meglio le frustate o la pena di morte per runa lesbica o una bella iniezione di veleno per un minorenne handicappato o la 300esima esecuzione in Texas? Ovvero: io sto bene qua, senza frustate e senza boia di nessun tipo.
Vigiliamo sui modelli proposti. E teniamoci il nostro.
Un saluto

siro said...

Sai, Nessie, che anch'io ho avvertito i tuoi stessi sentimenti quando ho saputo di questa vicenda? Mi è venuto spontaneo uno slancio di riconoscenza verso le nostre vecchiette, i nostri anziani saggi e tranquilli che sanno distinguere in un batter d'occhio il bene dal male, che non si fanno condizionare dal politically correct, che sono ancora capaci di non soffocare l'indignazione davanti ai soprusi di chi da noi ha avuto tutto e vuole ancora di più. Per i giovani come me, credo ci sia solo da imparare.

Occidentale said...

Cara Nessie,
grazie per il benvenuto e scusa se non ho portato notizie buone dalla (ex) perfida Albione...Lo Pseudosauro - che saluto - dice di non stupirsi per l'episodio che ho descritto;e io gli rispondo che non gli invidio le cose PEGGIORI che lui dice di aver visto! A me sembrò che peggio di così non potessero comportarsi(forse in questo sono un po' troppo condizionato dalla situazione italiana:il babbeo Prodi viene ridicolizzato da musulmani e no, come fosse cosa NORMALE!).
E concordo con chi nel Loch afferma che certi cattolici sono troppo preoccupati di apparire corretti-cioè idioti nel nostro linguaggio pratico - nei riguardi di questi esseri che da un punto di vista della civiltà sono assolutamente e irreparabilmente I N F E R I O R I.
Quando un musulmano- so che ce ne sono - si porrà in termini di dialogo costruttivo e non aggressivo saremo lieti di accoglierlo.Ma fin quando le loro intenzioni saranno distruttive c'è poco da dialogare.Devo ripetermi:è come parlare di dieta vegetariana a un leone che non mangia da giorni.Questo vuol dire mostrarsi politically correct con questa gente(che è poi quanto hanno fatto a Londra le autorità nei riguardi dei manifestanti contro il Primo Ministro).Moltissimi cattolici si gingillano con questioni oziose:l'altro giorno feci una fatica immane per convincere un amico che il punto non è quanto sbagli la Chiesa Romana e su quali questioni ( e io parlo da non religioso, indifferente dall'età della ragione alle lusinghe(sic) della fede, quale che sia)semmai bisogna ficcarsi bene in testa che è meglio tenerci la nostra tradizione cristiana, disseminata di errori, che gettarci nelle braccia dell'Islam e perire nel suo abbraccio mortale.Ma a quanto pare le cose più ovvie sono le più difficili da comprendere!
Un saluto a Nessie e ai (pochi) naviganti del Loch

Lo PseudoSauro said...

Occidentale: le prime che mi vengono in mente... la bambina arrestata all'asilo perche' si rifiutava di parlare ai bimbi stranieri (non capiva quello che dicevano), naturalmente "xenofoba". Poi l'episodio di cui parla oriana Fallaci: allo speaker's corner l'incappucciato vestito da kamimaze che arringa la folla... (liberta' d'espressione). Poi la secedenda Scozia: la proibizione di dire "mamma e papa'" perche' i genitori diversi non abbiano a offendersene... poi me ne verranno in mente altre. :-(

Lo PseudoSauro said...

Tilt: fosse per me in Iran potrebbero fare cio' che preferiscono. Quando alla gente la legge coranica stara' stretta, allora cambiera' governo. Per me sono fatti loro, ma dal punto di vista dei diritti umani non si puo' mettere sullo stesso piano una punizione cosi' severa per l'adulterio (con 80 frustate c'e' chi muore) con un'altra che e' stata comminata per un delitti efferati, stragi familiari, teste mozzate etc. E poi, si da il caso che negli stati USA nei quali vige la pena di morte siano i cittadini a volerla e non lo Stato a imporla. Si chiama Common Law ed e' quella cosa che se ci fosse qui molti nostri sereni magistrati penzolerebbero da qualche lampione. E non e' detto che questo cambiamento giurisdizionale non sia ancora in vista, pur vigente una Sacra Costipazione che garantisce i diritti dei delinquenti mentre si disinteressa dei cittadini onesti.

Nessie said...

Tilt, con giudici come quello Zucca (nomen/omen) che ha graziato a GE quell'assassino che ha massacrato la fidanzata con 40 coltellate, siamo in uno stato di diritto in grado di garantire la certezza della pena?

Nessie said...

Occidentale, quello che manca è l'applicazione del Common sense, merce rara di questi tempi...come merce rara è la certezza delle pene e il concetto di "pena retributiva" all'americana: a tot danno, tot sanzione.
Viceversa, questa gente è riuscita a beneficiare pure di una sorta di "relativismo giudiziario". Della serie, dato che proviene da un ambiente ignorante e fanatico, avrai uno sconto di pena se sgozzi la figlia, bastoni la moglie, dai frustate al bambino che non prega bene alle 5 di mattina.

Occidentale said...

Pseudosauro:adesso che li nomini, ricordo anche io quegli episodi(forse li avevo rimossi perché troppo assurdi) ma, lo ripeto, il sit-in di protesta a Londra mi sembrò il colmo perché per la legge della reciprocità-che nessuno applica- bisognerebbe immaginare degli europeri che in Arabia Saudita protestino sotto il Palazzo Reale, con delle scritte che dicano a chiare lettere che la famiglia reale è formata da ladri e assassini...
Cara Nessie, circa il common sense non ho mai capito che valore abbia una tale definizione:il buon senso è stata sempre una merce rarissima, che spacciare per "comune" è davvero folle.E' giusto e triste quanto dici:che i civilizzati (cioè noi) quando sbagliano hanno la certezza della pena mentre gli incivili (o i meno civilizzati) ogni volta che sbagliano vengono compatiti, compresi, e alla fine la fanno franca

Murasaki-jooo said...

Gente, respiramo adesso intato che possiamo, perché quando avranno anche potere politico, allora sì che saranno cavoli amari.
La profetessa ha parlato.
Ciao
Cassandra

Nessie said...

Strano, è finito il commento di Siro nella moderazione, l'ho pubblicato, ma non mi compare. Se per caso non dovesse comparire per misteriose e imprescrutabili vie, chiedo venia all'autore del commento che parla delle vecchiette, come le portatrici di memorie e di morali che i più giovani hanno smarrito, ma che proprio per questo non hanno esitazione nel riconoscere il giusto dallo sbagliato.

Nessie said...

Ah ecco mi è comparso il commento di Siro!
Due parole al Sauro su Occidentale che capisco benissimo. Tutti gli episodi che citi sono gravissimi. Ma un conto è sentirne il resoconto sui media, un altro conto è essere là sul campo. Occidentale è stato testimone oculare ed è più che naturale che la percezione che ne ha tratto sia amplificata esattamente come quell'altro giovane amico (blogger e forumista anche lui) che si trovò in Londonistan quando i mussulmani fecero un sit-in in stile La Mecca e La Medina davanti a Piccadilly circus, al mercato di Portobello e in tutte le altre località turistiche londinesi inalberando i cartelli "ISLAM WILL DOMINATE YHE WORLD". Ovvio che rimase colpito e choccato, nel vedere questa marea umana di donne intabarrate e di turbanti e barbe che imperversavano demograficamente per ogni dove. La prevaricazione è già nel numero. Nella fredda legge dei numeri.

Nessie said...

"The world", scusate il refuso.
Murasaki jo, le cassandre fanno spesso una brutta fine perché non vengono mai ascoltate e ci si ricorda di loro quando è troppo tardi (Fallaci docet).

Lo PseudoSauro said...

Nessie: per quanto riguarda la "fredda legge dei numeri" i musulmani sono una minoranza anche in UK. Una minoranza piu' numerosa che altrove, sebbene in Francia sia molto piu' numerosa che in UK, ma sempre esigua minoranza, se rapportata al numero complessivo dei cittadini. E' la solita questione delle "minoranze organizzate" che rivendicano istanze collettive in contrasto con quelle nazionali. Come ho scritto altre volte, il Common Law anglosassone porta con se anche il rovescio della medaglia, ovverossia, che se si permette a comunita' aliene al contesto nazionale di costituire interi quartieri o citta', la legge che vale e' la loro: di fatto, proprio perche' sono i cittadini a "fare" la legge in quel contesto culturale e la legge dello Stato viene erosa sempre piu' col crescere dei ghetti. E' ovvio che la cultura liberale anglosassone diviene cosi' piu' permeabile al multiculturalismo rispetto a quelle europee-continentali. Si tratta di una riflessione che la nostra pseudo-destra non ha ancora iniziato a fare, tutta intenta com'e' ad abbracciare il modello anglosassone. Curiosamente, mentre gli USA stanno ripensando al loro modello dopo averne assaggiato gli effetti, nella maggior parte del mondo si prosegue ad abbracciarlo senza accorgersi di quanto sia ritenuto ormai pericoloso anche per da lo ha inventato. Naturalmente e' lecito domandarsi che "destra" e' una che si vergogna cosi' tantodel proprio passato. Detto in soldoni: la destra non sembra giocare una partita molto diversa da quella della sinistra, in quest'ambito. Non va dimenticato che la grande moschea di Koeln, che rivaleggera' con la sua splendida cattedrale gotica, e' stata autorizzata da un governo di centro-destra... liberale, appunto.

Occidentale said...

Cara Nessie,
hai centrato il cuore della questione, sottolineando il coinvolgimento emotivo di chi assiste a certe manifestazioni e non ne viene informato attraverso i mass media.
Tutti arretriamo con orrore all'idea di assistere a un'esecuzione capitale ma siamo abbastanza indifferenti se, mentre pranziamo, il solito lugubre telegiornale (non so perché lo chiamino "servizio d'informazione" quando in realtà è una collezione di disastri planetari che ci vengono presentati con ampio corredo di immagini raccapriccianti)ci fa vedere una lamiera accartocciata- la solita strage del sabato sera, con un numero di morti che oscilla fra i 40 e i 60 ogni week end- o una chiazza di sangue sull'asfalto o il burrone ripreso dall'alto dove è andato a sfracellarsi un autobus colmo di turisti anziani diretti a Lourdes...
Chiedo venia per questa digressione apparentemente OT, ma che non lo è nelle mie intenzioni, come preciserò fra breve:l'assenza di coinvolgimento emotivo, unita alla demente volontà di essere ipercivili con gli ipocivili, diventa letale per la sopravvivenza della nostra civiltà.
Come dissi in un post precedente, mi càpita di parlare MALE dei gruppi di disperati che si accampano in 20 in bilocali angusti e maleodoranti(quanta cipolla fritta, per giunta!)che sono necessariamente spinti a delinquere dalle loro misere condizioni di vita.I radical chic da salotto con cui mi è successo di confrontarmi, impietositi, dicono sempre "poverini" perché così si scaricano le loro coscienze.Ma è notorio che il medico pietoso rende la ferita ulcerosa.E che ulcera, nel nostro caso.
Allo Pseudosauro-che saluto- dico che concordo pienamente con la sua ultima analisi.
Buona domenica da Occidentale

Imam Grouik Grouik said...

STOP ISLAM ... STOP ISLAM ... STOP ISLAM

tutti a Bruxelles per il 11 settembre

STOP ISLAMIZZAZIONE DELL'EUROPA

... participa anche tu

http://grouik-grouik.blogspot.com/

Nessie said...

Sauro, il sociologo britannico Trevor Phillips ha decretato la fine del multiculturalismo. E' ora che i British si sveglino e ricomincino a ripensare ai loro modelli di società. Non si può sempre vivere col complesso di colpa per essere stati ex potenze coloniali.
Vedo però, che tali complessi ce li ha anche chi non ha avuto il problema del colonialismo,ma solo quello di essere "occidentale" in quanto tale.Sulla destra della Merkel in Germania sono d'accordo: non avrebbe dovuto autorizzare la moschea di Colonia.
Un saluto anche all'amico "Occidentale" :-)

Lo PseudoSauro said...

Nessie: comincio a pensare che la prosecuzione del modello multiculturale non nasca solo in un ambito politico nel quale avrebbe pure qualche legittimita', naturalmente nel rispetto delle regole democratiche, ovverossia: la maggioranza vince. Temo invece che venga imposto dall'esterno per giustificare la presenza di identita' che non hanno alcuna intenzione di farsi assimilare o integrare. Insieme con i "diritti umani", che ormai trasformano una morale vagante per l'universo in giurisdizione compiuta, di cui fa parte, ovviamente, la condanna di ogni forma di "razzismo" e la garanzia delle "liberta' religiose". Non importa che legge i cittadini si diano: questi sono modelli "superiori" che discendono graziosamente dall' ONU e dai vari organismi internazionali che, di fatto, annullano l'autodeterminazione dei popoli ed ogni nazionalismo. Mi domando a che serva un Organizzazione delle Nazioni Unite se il principio stesso di nazionalita' viene considerato alla stregua del nazismo...