13 August 2006

I tagliagole sono già tra di noi...

...ma noi facciamo finta di niente. Ci pensa "il generale Agosto" a
mettere tutto a tacere. Tutti al mare, e intanto ne scoppiano di tutti
i colori. E i giornali relegano nei "normali fatti di cronaca" (e cioè
nelle pagine interne) quanto dovrebbe essere oggetto di riflessioni su
chi ci mettiamo in casa. Nel giro di poco tempo, due fattacci di
sangue: il primo avvenuto a Roma (sempre più Romanistan) dove un
pakistano che vive "regolarmente" da sei anni in Italia ha sgozzato un
suo connazionale 43enne "perché non pregava abbastanza" e "gli imam
sono come angeli" e non sono troppo rigidi , come invece affermava la
sua povera vittima, dapprima torturata e seviziata, poi sgozzata.
Il secondo delitto di sangue avvenuto nel bresciano con sgozzamento
rituale (dettaglio spesso viene omesso durante i notiziari nel timore che a
qualcuno constati l'amara verita sullo scontro di civiltà già tra di
noi) è toccato a una ragazza (pakistana anche questa) di anni 20
uccisa ferocemente per essersi innamorata di un cristiano bresciano.
La ragazza, poco propensa ad applicare alla sua vita le norme coraniche
e attratta dal modo di vivere occidentale, è stata punita con
l'applicazione della sharia. Ora si cercano i suoi genitori su cui
ricadono pesanti indizi.
Dunque questi sarebbero poi, secondo la nuova
legge del governo, eventuali cittadini italiani? E di cosa? per diritto
di sangue? Non più. Per diritto di suolo? Italiani d'elezione perché
come Goethe amano il nostro paese e ne imparano lingua, cultura, usanze
e tradizioni? O vogliono morire con l'epitaffio simile a quello di
Stendhal il quale fece scrivere sulla sua tomba, "Henri Beyle
"milanese" Visse, scrisse, amò"? O per meriti professionali?
Ma figuriamoci!
Questa è gente che
vuole vivere nell'extraterritorialità più tribale e ferina. Che applica la sharia. E ci vuole
una bella dose di cinismo reiterato a credere che diventino a tutti gli
effetti "cittadini d'Italia", solo perché si ha bisogno del loro voto!



38 comments:

Nuclear Attack said...

cara Saura, perchè parole come le tue non possono colpire come virus?
la testa della gente è davvero priva di occhi?
mi sono stancato di dire che finchè non vedremo qualche politico, qualche magistrato, giudice,ecc. con la testa mozzata, l'invasione della marea nera avanzerà inesorabile nel nostro triste paese. io credo sia già tardi e da tempo, ormai.
e penso anche che abbiamo superato il punto di non ritorno, oltre il quale l'unica difesa dovrà essere affidata alle armi.
brutale e tristissima cosa ma, alla faccia dei maledetti benpensanti, siamo in pericolo come mai prima d'ora. questo, che è già un alieno dentro il nostro corpo, è il nemico peggiore della storia. ha già prodotto danni mostruosi e ancora non si sono presentati chirurghi per estirparlo alla radice.
nel giro di pochissimo la nostra vita di umani liberi è stata stravolta nel quotidiano più minuto.
mi è difficile, anzi, quasi impossibile continuare a pensare allo sviluppo della nostra civiltà sentendo che fra un attimo può accadere il disastro. che lo vogliamo o no, il momento di prepararci alla resa dei conti è qui. dopo sessant'anni, se vogliamo un altro periodo di relativa tranquillità, è bene che prepariamo gli elmetti.
ciao

LiberoBlog Staff said...

Gentile autore,

ti comunichiamo che il tuo post, visibile all'indirizzo http://liberoblog.libero.it/cronaca/bl4533.phtml, ritenuto particolarmente valido dalla nostra redazione, è stato segnalato all'interno di LiberoBlog, il nuovo aggregatore blog di Libero.it.

Pensiamo che questo ti possa dare maggiore visibilità sul web e presumibilmente maggiore traffico sul tuo blog, in quanto Libero.it è visitato quotidianamente da milioni di persone.

Nel caso tu fossi contrario a questa iniziativa, il cui fine è quello di segnalare ai nostri lettori i contenuti più validi rintracciati nella blogosfera, ti preghiamo di segnalarcelo via e-mail chiedendo la rimozione del tuo post dal servizio. Procederemo immediatamente.

Per saperne di più di LiberoBlog e sulla sua policy:

http://liberoblog.libero.it/disclaimer.php

Per suggerimenti e critiche, non esitare a contattarci a questo indirizzo
e-mail: blog.n2k@libero.it

Ringraziandoti per l'attenzione, ti porgiamo i nostri più cordiali saluti

LiberoBlog Staff

Elly said...

Dalle ultime risulta la "condanna" della comunità pakistana a brescia, PERO' se i familiari l'hanno uccisa -dicono- un profondo motivo c'era, perchè infondo la CULTURA pakistana è questa. Si, una ragazza che voleva vivere la vita a modo suo. Sono soltanto BESTIE che si nascondono dietro la loro cultura di morte. E grazie alla nostra benevola sinistra, questi saranno i nuovi ITALIANI. Non c'è che dire. Inoltre, non posso che essere daccordo anche su quanto scritto da Nuclear Attak, inizia ad essere tardi e dobbiamo prendere seri provvedimenti.

Nessie said...

D'accordo con te Ele e con Attack: quando il nemico ce l'hai già in casa, la tua guerra rischia di essere già perduta. Mi stupisce e mi indigna che certe notizie vengano:
a) confinate nelle pagine interne b)epurate della loro matrice religiosa. Infatti lo sgozzamento rituale si riserva agli "infedeli" (kuffar) come avvenne per il povero Theo van Gogh.
Liberoblog, se la visibilità è per riflettere coraggiosamente sul tema, mi va bene. Se invece è per farmi accorrere tutti gli hezbollah virtuali qui all'interno, allora ne faccio volentieri a meno.
Oggi ho incontrato un amico di sinistra che in materia di cittadinanza e nazionalità la pensava esattamente come me ed era molto molto preoccupato: speriamo bene che si sveglino... Dopotutto sono italiani anche loro.
Sulle autocritiche della comunità pakistana, francamente me ne infischio: intanto quella poveretta è stata sgozzata.

Elly said...

Ah,Nessie, ma neanche a me interessano i commenti della comunità pakistana, era per sottilineare che loro comunque, in pakistan, od ospiti in francia o in italia o in qualunque altro stato, applicano comunque la legge coranica fregandosene altamente. E già questo servirebbe a capire che non VOGLIONO e NON HANNO alcuna intenzione ad integrarsi con gli occidentali. Voglio dire, il messaggio è più che chiaro.

tilt64 said...
This comment has been removed by a blog administrator.
tilt64 said...

Ed ecco il primo islamista di sinistra che arriva sul tuo blog!
Cose come questa accadevano nel sud italia fino a qualche decennio fa (solo che al posto del coltello usavano la lupara), e anche oggi le cronache sono piene di italianissimi fidanzati che stuprano, picchiano e poi uccidono le loro italianissime fidanzate. Così come padri impazziti che ammazzano figli e mogli. Se ce la fai leggiti qualche notizia sulla società pakistana: vedrai che il machismo ed il maschilismo imperante generano queste aberrazioni.
Ma sai che c'è di più? Che in Italia c'è la legge e chi la fa rispettare. Anche senza elmetti. Se poi vuoi mettere sacchi di sabbia alle finestre accomodati. Puoi sempre chiedere le istruzioni a Borghezio.

Rinaldo Sidoli said...

Un caso isolato che ci deve far preoccuupare soltanto dei pochi controlli da parte delle forze dell'ordine. Anche gli italiani sgozzano. Vi ricordate quel brutto fatto accaduto a Roma in Via Casilina dove a tagliare la gola era un italiano. Purtroppo la violenza esiste e non e' colpa della religione ma delle persone incivili.

Guerra in Libano, paesi arabi inermi di fronte ai massacri

Nessie said...

E te pareva!?! un caso isolato certo: come quello di Theo van Gogh, come quello del pakistano che ha ucciso il suo amico perché non pregava bene né abbastanza, come quel che hanno fatto a Nick Berg, a Paul Marshall e ad altri prigionieri decapitati in Iraq.
Aspettiamo di aver il GIA a casa nostra per svegliarci? Sarà tardi, troppo tardi!

Nessie said...

Un'altra cosa: la sepoltura. A nessun "cittadino italiano" è data la possibilità di essere sepolto in giardino dietro casa, avvolto nel lenzuolo, per evidenti ragioni igieniche. Pari doveri e pari diritti, dunque. Ma qua invece, viaggiano gratis sui treni e vengono seppelliti dove capita, in nome di chissà quale "italianità".

eudora said...

Quel tipo di sepoltura è fatta secondo le norme coraniche.
Ci dicevano in Egitto ed in Tunisia che il corpo del defunto non viene sistemato in una bara, bensi avvolto in un lenzuolo e sepolto con la testa rivolta verso La Mecca.
In Italia le ASL vietano questo tipo di inumazione.
Anche per la macellazione halal: va contro le norma di macellazione italiane quidi deve essere proibita.
Il fatto è che in Italia si è dei calabraghe: infatti i musulmani che risiedono nel Canton Ticino vengono in Italia, a Luino, per macellare le bestie alla maniera halal durante la ricorrenza dell'Haji (sacrificio) e questo perchè, Allah o non Allah, in Svizzera questo tipo di macellazione è PROIBITA.
Ed in Svizzera le leggi vengono fatte rispettare, piaccia o non ai signori islamici.

Orpheus said...

Ho scritto anch'io della povera Hina, e ho avuto anch'io la visita dei talebani sinistrorsi che sono venuti subito propinarmi le solite idiozie sul fatto che anche in Italia ci sono mariti, fidanzati ecc. che ammazzano la propria compagna, ma lo fanno CONTRO la legge e NON perchè la legge glielo ORDINA.
E tutta qui la differenza, ed è per questa differenza che noi siamo civili e LORO NO. Sono peggio delle bestie.
Perché hanno una legge barbara che gli permette di sopraffare i più deboli e indifesi invece di DIFENDERLI.
LEGGE CHE NEI LORO PAESI APPLICANO COME NOI APPLICHIAMO IL CODICE CIVILE E PENALE...e che causa la morte e la sofferenza di migliaia di donne e innocenti (compresi i gay, che nei i paesi musulmani fanno una gran brutta fine)
Questo non comprendono i talebani sinistrorsi e non capisco se per stupidità o perchè sono amorali e schifosamente ipocriti. Propendo per ambo le cose.
Non solo sti'n s....i se la prendono anche con i veri musulmani moderati, che appunto per questo rischiano la vita.
Sono veramente preoccupata e amareggiata dall'immensa stupidità e miopia di questa gentaglia.

tilt64 said...

Quello che preoccupa me, invece, è che razzisti come voi mettono gli elmetti ma non hanno uno straccio di argomento per affrontare il problema dell' immigrazione. Solo muri, senza pensare che i muri...si scavalcano!

Nuclear Attack said...

hai ragione, i muri anche a padova li hanno già scavalcati e hanno già anche aggredito i poliziotti. fra poco spazzeranno via i vecchietti delle case attorno. che ne dici delle batterie di cannoni, tanto per cominciare?
per le carrette di gheddafi opterei per i siluri.
oppure a casa tua hai posto per tutti?
a me andrebbe bene, purchè tu non ne faccia uscire uno.
il campo minato non perdona.


non è meglio che ti guardi attorno prima di dire le solite, trite cose che traboccano da centinaia di commentari?
non ti basta aver saputo degli esplosivi liquidi?

io invece mi chiedo perchè ancora non abbiano veramente fatto qualcosa
di ancor più grande dell'11 settembre.potrebbero fare qualunque cosa, con pochi mezzi e pochi soldi.
qualcosa mi sfugge

Elly said...

Nuclear attak, ma pensi che gente come lui, creda agli esplosivi liquidi? Creda a quello che è accaduto l' 11/9? Sti qua vanno avanti a forza di buonismo e di teorie del complottismo e ti vengono pure a dire: "Ah ma ammazziamo anche noi italiani". "Ah ma siete razzisti di merda"... E quando dici che vorresti tenerti le tue radici e i tuoi credi, allora sei fuori da ogni logica perchè -ti rispondono- è la multiculturalità...

eudora said...

Mettiamola cosi: il concetto tribale di donna vista come "proprietà dell'uomo" ha ammorbato tutte le civiltà e tutte le religioni da sempre e questo perverso concetto era stato recepito dalle leggi a partire dal codice di Hammurabi fino alla attenuante dei motivi d'onore prevista per l'omicidio e che ha impestato il nostro codice penale fino al 1981.
Ci siamo liberate da questo giogo (ma anche in Occidente sussitono ancora dei gender gap) anche grazie a quelle che adesso vengono definite con sprezzo "femministe da barricata" (e non riconoscerlo è da ipocrite), femministe che adesso tacciono davanti a questi orrendi delitti e questo è molto grave.
Gli uomini occidentali che uccidono mogli, ex mogli , fidanzate ecc risentono ancora di questa visione della donna, per questo non ci deve essere pietà per loro e il codice penale prevede le punizioni del caso anche se sarebbe meglio inasprirle .
Per quanto riguarda gli Islamici: anche l'Islam ha recepito il concetto tribale di donna come proprietà dell'uomo e non riesce, anzi non vuole, a differenza del resto del mondo, fare il salto di qualità riconoscendo che queste pratiche sono incivili, che lo sono sempre state (non esistono epoche in cui potevano anche starci) e che sempre lo saranno.
Questo significa , come ho già detto che per un Islamico la Sharia viene al di sopra della legge di ogni stato e per questo non ci deve essere pietà.

eudora said...

...dimentacavo: Buon Ferragosto!

Anonymous said...

Per dovere di cronaca, vi informo che il padre della ragazza pakistana era stato da lei denunciato due volte per tentata violenza sessuale. Quindi non fate una bandiera di un fatto di cronaca nera che nulla ha a che fare con la non-integrazione, ma che è frutto di perversione e brutalità, come, purtroppo, spesso è capitato anche da noi.
Mi vorrei firmare, ma , considerato che quando l'ho fatto sono stata rimossa, tento l'anonimato.

Nuclear Attack said...

sei statA?
ah, e sei pure una donna?
mi sfugge davvero troppo.
è probabile che io sia un idiota completo.

eudora said...

Il padre ha detto: "non volevo che diventasse una poco di buono, come tutte le altre".
Ciò significa che dopo quasi 10 anni di soggiorno in Italia lo stile di vita delle donne occidentali, delle quali mi sembra che anche tu faccia parte, è considerato da prostitute.
Chiamala integrazione.
Ti conviene scendere dalla pianta.

tilt64 said...

A parte dare (per essere gentili) dell'ingenuo a chi la pensa diversamente da voi,continuo a non leggere proposte di soluzioni praticabili alternative al difficile tentativo di governare un processo INARRESTABILE come le migrazioni de popoli. Siccome non abbiamo abbastanza mattoni per fare i muri che vorreste, nè abbastanza coccodrilli per riempire i fossati che già vedo state scavando, fate una proposta più "civile" dei vostri incivili (o ingenui) nemici.
Quanto a difendere le radici..nessuno nega la validità di quelle radici. Se vengono da noi devono rispettare le legge. Ma per quello c'è la polizia e la magistratura. Ah già! Dimenticavo che i magistrati sono tutti comunisti e islamisti!
Viva Borghezio! Sigh!

eudora said...

Beh, che fanno invece le anime belle otre che guaire con i loro slogan melensi?

Nuclear Attack said...

è innegabile che come densità siamo già al collasso.
è inaccettabile che per fare i buoni ci dobbiamo ridurre come sardine in scatola. non c'è più posto e tantomeno lavoro( a meno che , alla stregua di una idiota telegiornalista, non consideriate lavoro il pulire i vetri delle auto ai semafori).le migrazioni hanno un limite, fossero pure formate da santi certificati.noi non possiamo permettere che qui arrivi chiunque e soprattutto solo noi stato e popolo italiano dobbiamo decidere chi può abitare qui, e in condizioni consone alla nostra seppur misera civiltà. diversamente sarà guerra civile.
e non occorre esere nemmeno un po' intelligenti per vedere che è così.

quanto alle proposte, a me sembra invece che tutte le argomentazioni dei buonisti siano sempre e solo quelle in tutti i blog e che quindi ci siano sempre i soliti sfaccendati provocatori nascosti dietro i nick del caso.

Nessie said...

Anonima, se ti comporti educatamente, firmati pure con un nick. Alle idee diverse dalle mie ci sono abituata. A tilt64, invece vorrei ricordare che per ora i muri li hanno eretti i futili idioti di sinistra a Padova (il sindaco è DS).Prima lasciano entrare oves et boves, poi si pentono e innalzono il muro. E tutto questo dopo aver criticato la barriera eretta da Sharon in Israele per difendersi dai kamikaze: W LA COERENZA!
E sempre a proposito di coerenza guardiamo Zapatero che prima fa il multiculturalista e poi spara contro gli assalti degli immigrati nelle enclaves spagnole del Marocco. Ma se le pallottole sono di sinistra, allora chissà perché non vi fanno più male.

Nessie said...

Buon Ferragosto a te Eudora e grazie per le informazioni che mi dai sulla Svizzera, al cui modello avremmo dovuto rapportarci da molto tempo prima, poiché è meglio prevenire che reprimere.
Arrivare a "estremi rimedi" come quell'inetto sindaco di Padova è certamente peggio che arginare a priori i mali estremi.
Elly, Mary e Nuclear Attack, i veri razzisti sono loro che nascondono la loro impotenza dietro al solito relativismo culturale.
a) non è vero che tutte le culture sono uguali. Ce ne sono di più arretrate e di più avanzate.
b) non è vero che tutte le religioni sono uguali.
c) non è vero che bisogna sopportare l'insopportabile in nome delle tradizioni, etnie, usi e costumi retrogradi altrui .
L'Europa è caduta così in basso che si è rifiutata di ospitare la somala Ayan Hirsi Ali,la quale ha dovuto espatriare in Usa, ma tollera i terroristi nel suo grembo.

Anonymous said...

resto sconcertato da tanto facilonismo e semplicioneria degna da pensionati depressi al bar sport...ma che diavolo avete la memoria che si autoformatta la sera vi siete scordati di cogne..di tommy ecc ecc in italia ci sono 3 milioni di immigrati è logico che tra loro ci sia una percentuale di delinquenti che anche se fossero 100000 è cmq una parte irrisoria e sintomatica,ma del resto la regola è sempre quella :""se nostro figlio metti i piedi sul tavolo ,sopportiamo ,ma se lo fa un ospite allora ci incazziamo"".quelli come voi altri che appena succede un fatto di cronaca nera con immigrati si mettono subito a fare propaganda da tre soldi sarebbe meglio che ammettesero:"non vogliamo gli immigrati perchè siamo razzisti e non vogliamo negri" almeno sarebbe più sincero

orfeo

Nuclear Attack said...

non voglio più immigrati, non voglio più negri.ce ne sono già abbastanza per il prossimo millennio.
contento?

Elly said...

Notizia riportata dal tg2 di stasera, Amato dice: "Dopo l'episodio della giovane sgozzata dal padre, c'è bisogno di riflettere sulla cittadinanza in 5 anni"

tilt64 said...

Mi sento come un disco rotto...ma cosa dobbiamo fare? Voi, fratellini minori del Pera difensore delle radici cristiane, cosa proponete? Navi che silurano le bagnarole dei clandestini, bombe sui cpt, atomiche sulla Nigeria..
Mi sembra che su questo, come su altri blog di integralisti puristi, le soluzioni latitino.
Solo l'erezione (inconsio bossiano?) di muri sembra farvi sentire sicuri. Il sindaco di Padova è un cretino, anche se è di sinistra.
"Il mio cane ha le zecche. Oggi una zecca mi ha punto. Io ho bombardato il cane. Ho il diritto di difendermi!" Parole di uno degli epurati Rai dall' editto di Sofia.

tilt64 said...

Domenica scorsa, su Repubblica, Eugenio Scalfari commentava “ i giorni pazzi d'un mondo impazzito “ esordendo col convincimento che “ non ha nessun senso discutere ancora su chi è stato il primo aggressore tra Israele, la gente di Palestina e il mondo arabo-musulmano. Si risalirebbe, applicando questo metodo, ai figli di Isacco e forse addirittura a quelli di Caino.” E' la teoria dell'equivicinanza, sposata dal quotidiano di De Benedetti. Cinque giorni dopo, John Berger, Noam Chomsky, Harold Pinter e Josè Saramago, più informati di Scalfari, potevano prendere posizione con un comunicato-stampa esemplare:

“ L'ultimo capitolo del conflitto fra Israele e Palestina * è iniziato quando le forze israeliane hanno rapito due civili, un dottore e suo fratello, a Gaza. Un incidente per lo più ignorato dai media, a eccezione della stampa turca.

Il giorno seguente, i palestinesi hanno fatto prigioniero un soldato israeliano e proposto un negoziato per scambiare i prigionieri - ci sono circa 10.000 prigionieri palestinesi nelle carceri israeliane.

Che questo “rapimento” sia stato considerato oltraggioso, mentre l'occupazione militare illegale della Cisgiordania da parte di Israele e l'esproprio sistematico di tutte le risorse - in particolare l'acqua - venga considerato spiacevole ma inevitabile è un tipico esempio del doppio standard continuamente impiegato dall'Occidente rispetto a ciò che viene fatto contro i palestinesi, sulla terra promessa loro dai vari accordi internazionali da settant'anni a questa parte. Oggi a oltraggio segue oltraggio: missili artigianali incrociano missili più sofisticati. (…)

Le provocazioni e le controprovocazioni vengono ogni volta contestate o acclamate. Ma tutti gli argomenti a posteriori, accuse e promesse, finiscono col fungere da diversivo per allontanare l'attenzione del mondo da una lunga pratica militare, economica e politica il cui fine non è nient'altro che la liquidazione della nazione palestinese. Questa pratica, benchè spesso dissimulata o nascosta, ultimamente sta andando avanti sempre più rapida. E, secondo noi, va incessantemente ed eternamente riconosciuta e contrastata per quello che è. “

* Faccio notare en passant la differenza significativa: Chomsky & Co. parlano di Palestina; invece Scalfari scrive: la gente di Palestina. Qui sei stato un po' meno equivicino, Eugenio.

Gli israeliani sono convinti di avere tutte le ragioni del mondo; ma ridurre in macerie il Libano è solo un enorme regalo a Hezbollah, anche se Hezbollah avrebbe preferito la statuetta di plastica di una danzatrice di hula-hoop con un'apertura nella sua regione pelvica per appuntire le matite.

Hezbollah ha ucciso 8 soldati israeliani e ne ha catturati due. Per tutta risposta, gli israeliani hanno ucciso 300 civili; distrutto infrastrutture, fabbriche, chiese piene di sfollati; bombardato i porti e l'aeroporto; e costretto all'esodo 500 mila libanesi. E meno male che Sharon è ancora in coma!

Il pensiero va per un momento ai falchi neo-con della guerra in Iraq, a quei dementi criminali che ci hanno guadagnato su. Ne avessero azzeccata una. Cheney, agosto 2002:- Il cambio di regime in Iraq porterà un certo numero di effetti positivi nella regione: gli estremisti dovranno riconsiderare la loro strategia della jihad, i moderati si faranno coraggio, e la nostra abilità di portare avanti il processo di pace israelo-palestinese sarà potenziata.-

Wolfowitz:- L'invasione dell'Iraq porterà più stabilità nella regione.-

Bush:- La sistemazione del Medio Oriente potrà essere un effetto benefico della guerra in Iraq.-

Grazie agli arrabattamenti congiunti di questo branco di scalmanati irresponsabili, praticamente tutto il mondo musulmano adesso ce l'ha con gli USA. Un risentimento che sta crescendo in maniera esponenziale. So cosa significa esponenziale perché l'ho studiato al liceo. E questa è la prima volta che m'è capitato di usarlo in una frase.

In Iraq sono in ascesa i fondamentalisti e Al Qaeda, in Palestina Hamas e in Libano Hezbollah. Non male come risultato, per gente che aveva dichiarato guerra al terrore.

La guerra al terrore! Perché è più facile catturare un sostantivo che bin Laden. E quando avranno sconfitto il terrore, sono sicuro che se la prenderanno con l'altro bastardo, lo spavento. La guerra allo spavento!

Grazie dell'entusiasmo, ma mi dispiace: oggi niente decapitazioni.

Non subito, almeno.

In aggiunta, c'è un'aggiunta: il nuovo ruolo assunto dall'Iran. Insomma, una situazione rassicurante, come svegliarsi e trovare la tua ragazza che fruga nelle tasche dei tuoi pantaloni.

Ma nessuno dei falchi ammette che il casino presente è legato alle decisioni che essi presero 4 anni fa. E purtroppo nessuno gliene chiede conto. Non mi aspetto che alle loro malefatte si dedichi la stessa attenzione con cui nella nostra democrazia si scandaglia l'edizione costumi da bagno di Sports Illustrated, ma meno seghe non guasterebbero.

A meno che, senza avvisarci, non abbiano già deciso di balcanizzare il Medio Oriente, trasformando società organizzate in fazioni etniche reciprocamente ostili, cioè più deboli e più facilmente controllabili. Una versione aggiornata del colonialismo inglese, e senza le operette di Gilbert&Sullivan.

( Dopo la guerra, l'Inghilterra dovette ridare indietro le nazioni del suo impero. - Una va qui, una va qui, una va qui, l'India va qui. Scusate i massacri. Le isole Falkland vanno qui-ah, no ce le teniamo per delle stronzate che faremo in futuro.- )

Avete presente Syriana, il film con George Clooney? Bello, ma difficile da seguire, per i più: troppi fatti da conoscere. Bè, è in preparazione il sequel. Per cui, piantatela subito, con 'sta guerra! State rendendo il lavoro degli sceneggiatori impossibile! *

Sono a favore della soluzione con due Stati nei confini pre-1967, con qualche concessione a Israele per avere un confine più difendibile. Gerusalemme va internazionalizzata. In questo ho l'approvazione del mio giardiniere, che è il nuovo capo segreto di Hamas.

Nessie said...

Anonimo o Anonima, cambia nick perché Orfeo esiste già ed è la mia amica Mary. Dico ciò per non generare ulteriori confusioni.
Tilt64, sei poco informato: per ora le pallottole contro le navi dei nigeriani sono tutte di sinistra e recano la firma di Zapatero. Chissà come mai che ve ne scordate...
Tutta la questione del conflitto israelo-libanese è off topics col mio post. In ogni caso, non sono un'estimatrice né di Chomsky, né di Saramago, né di Pinter.

Nessie said...

Elly, Amato (alias dott. Sottile) mi fa solo ridere. Si è svegliato solo adesso per ripensare a come rimediare la frittata? 5 anni sono pochi e il ricongiungimento ai parenti ci farà estinguere. Eppoi lui che farà? Terrà dei corsi accelerati di italiano, storia e geografia per immigrati?
Lo sa o no, che quelli che fanno gli attentati a LOndra, parlano perfettamente Inglese e sono inglesi di II o III generazione?

Elly said...

Se non lo ha saputo adesso chi erano gli attentatori Londinesi, la cosa è veramente grave. Ora al signor Amato, tocca solo RIMEDIARE, e penso anche che dovrebbe farlo molto velocemente.

tilt64 said...

Non è del tutto vero che il conflitto Israele Libano (per ora sospeso) è OT rispetto al tuo post iniziale. Nel mio piccolo cervello filo islamico, credo che la soluzione equa del conflitto mediorientale (quello israelo palestinese intendo) migliorebbe anche la situazione dei rapporti tra mondo occidentale e mondo arabo. Tra gli arabi c'è chi non vorrebbe risolverlo così come tra di noi occidentali. Le ragioni sono molte e forse ci vorrebbe un blog apposta per dirle.
Ma se si ci sforzasse di lavorarci seriamente sarebbe vantaggioso per tutti. E mi pare che D'Alema stia facendo un buon lavoro.

Nessie said...

Non sono del tuo parere Tilt: D'Alema mi pare troppo "equivicino" all'Hezbollah.

tilt64 said...

Te lo chiedo senza alcuna volontà polemica: cosa dovrebbe dire-fare per essere più equilibrato?

ArmatexOn said...

hey tilt 64 non vwle dcitare eugenio , quello qundo e completamente rincoglionito parlndo von io si riposa scrivendo cazzate de sinistra

Anonymous said...

Non esistono soltanto gli italiani che pensano che al di fuori dell'Italia non esiste un'altro mondo ma esistono anche gli italiani che viaggiano, che si innamorano dei paesi lontani e che preferiscono vivere nei paesi stranieri come fanno i stranieri che vivono in Italia. L'usi e costumi di questi italiani che vivono all'estero vengono accettati con rispetto perché esiste la diversità. E questo dovrebbe fare un paese composto di persone intelligenti piene di onore e buon senso. Quindi se muore un musulmano e avvolto dentro una lenzuola e testa girata versa la meccha è il modo di sepoltura; COSI SIA!!!!!.