03 July 2017

Il piccolo Charlie non deve morire





La vicenda umana del piccolo Charlie è stata fortemente divisiva e per molto tempo, tenuta sotto traccia dai media italiani che l'hanno trattata alla stregua di una qualsiasi storia di malagiustizia combinata alla malasanità da porre sotto il cono d'ombra di altre notizie lacrimevoli. E' noto che al piccolo Charlie Gard, colpito da una malattia classificata come incurabile, è stato deciso di staccare le macchine che lo assistono, ma i genitori Chris Gard e Connie Yates (foto in alto) sono contrari e nei giorni scorsi è stato concesso loro ancora un po' di tempo.  In molti si  sono dunque schierati  al fianco dei giovani genitori aiutandoli a raccogliere del denaro,  i quali genitori si sono trovati al centro di una battaglia legale che li ha visti sconfitti. La coppia avrebbe voluto provare a sottoporre il figlio a una terapia sperimentale negli Usa, nell'estremo tentativo di salvarlo, ma non gli è stato concesso. In Gran Bretagna non esiste la pena di morte, ma il Nuovo Ordine Mondiale ha deciso comunque chi deve far morire e chi no. Qui di seguito do spazio ai numerosi interventi sia di lettori di questo blog che di giornalisti, scrittori e personaggi di spicco, democraticamente uniti e assemblati insieme per dire che il piccolo Charlie non deve morire, che Charlie ha diritto a vivere in quanto l'infanzia è l'inizio della vita che si affaccia al mondo.



Scarth - Per Bergoglio e i suoi c'è vittima e vittima secondo il codice del Potere Globale. Quelle scomode vanno fatte sparire. Li hai mai sentiti manifestare solidarietà per qualcuna delle INNUMEREVOLI vittime spesso anziane e indifese della loro immigrazione? Oppure per quelle delle carneficine occidentali in Medio Oriente? Bergoglio fa parte dei tiranni con tutto il suo seguito di kapo'. Figurati che non ha nemmeno manifestato la minima vicinanza per quel povero bimbo inglese che vogliono uccidere. Ma elogia i suoi compari ultra abortisti.

Scarth - Hai fatto bene a ricordare la tragedia del piccolo Charlie e dei suoi genitori. Il termine mostri per chi ha fatto a loro tutto questo è riduttivo. E dei mostri col suo silenzio fa parte Bergoglio che invece è sempre tuonante quando si tratta di imporre l'ideologia sei Signori del Mondo. Non riesco a trovare parole per un orrore come questo. Pensa che i genitori avevano raccolto i fondi necessari per tentare una cura negli Stati Uniti e glielo hanno impedito. Il Male allo stato puro.


Cangrande  - Quello del povero bambino inglese è un EVIDENTE sacrificio umano offerto a Lucifero.Letteralmente.
E uno dei suoi sacerdoti officianti, è il CONSAPEVOLE impostore seduto blasfemamente al Soglio di Pietro.

Jacopo Foscari -   La questione del piccolo Charlie, di cui sono venuto a conoscenza solo nelle ultime ore è semplicemente orribile. Financo Renzi e perfino noti anti-clericali e mangiapreti come Capezzone e Taradash hanno contestato la decisione oscena dei medici e dei giudici della corte europide. L'unico che sta in silenzio è il "Vescovo di Roma", più preoccupato per i clandestini. Che poi, anche se le cure sperimentali fossero inutili, per quale ragione negare ai genitori questa possibilità? Quando c'è da salvare la vita di un infante si tenta tutto il possibile, e qualora il tentativo fosse fallito i genitori almeno avrebbero la magra consolazione di aver fatto davvero tutto il possibile. Uno stato che si arroga di decidere al posto dei genitori sulle cure da dare al figlio, roba da Pol Pot.

Alessandra -  Solo adesso anche i canali mainstream parlano di questa vicenda, ora che non c'è più niente da fare, come se fosse una storia strappalacrime tra le tante.
Ovviamente il "dettaglio" dei fondi raccolti per far curare il bambino negli USA è stato, almeno dal Tg3, omesso.

Marco L: (blog di Gioia Locati) La scienza al di sopra anche della legge. I medici vietano col consenso della magistratura una cura stabilendo che non ce nulla da fare e staccano la spina per decreto. Il prossimo passo (annunciato) sarà l'obeso che dovrà pagarsi i farmaci per controllare le malattie iatrogene da obesità, il fumatore che dovrà pagarsi la chemio per il suo carcinoma al polmone e così via. I buchi della sanità verranno sanati facendo pagare al malato il costo della cura che serve. Basterà dimostrare che la sua malattia è correlata a una vita difforme da quella che la scienza raccomanda.

Stefano Zecchi (su Il Giornale) -  

E' fin troppo semplice dire che c'è un costo sociale per tutto ciò che appartiene alla semplice, quotidiana esistenza di ognuno di noi, è fin troppo ovvia la necessità di disciplinare le spese di uno Stato che deve aver attenzione all'interesse complessivo dei suoi cittadini, ma cosa c'è di più bello della difesa di una vita, anche al di là di ogni evidente razionalità, da parte di genitori, da parte di chi ama il valore della vita anche quando questa appare una disperata possibilità di resistere di fronte al potere della morte.
Perché i genitori, i due inglesi padre e madre del piccolo Charlie Gard, nemmeno un anno, affetto da una rara malattia genetica degenerativa, si dovrebbero arrendere di fronte a un verdetto della scienza e a una pianificazione economica della salute pubblica? L'amore è molto più forte e generoso della scienza e del denaro.

Blog Testa di Serpente di  Miguel Cuartero -
Molte voci si sono alzate, molte urla; molte veglie preghiere, appelli e lettere. Sulle pagine de L’Occidentale, Eugenia Roccella (parlamentare del gruppo IDEA) ha sottolineato l’incredibile paradosso della situazione di Charlie dove il mito della “autodeteminazione” viene in questo caso rovesciato per far largo a un trionfo della “eterodeterminazione”: lo Stato ha il potere di toglierci la vita se valuta che ciò sia meglio per noi. Il giornalista cattolico Antonio Socci ha ricordato Aylan, il piccolo profugo siriano la cui foto ha commosso, intenerito e indignato il mondo assetato di giustizia contro la morte di un innocente. Per quale motivo la vita di Charlie vale meno di quella di Aylan? Anche Giorgia Meloni ha denunciato con forza l’ingerenza di medici e magistrati sulla vita del neonato cittadino inglese: «Spero che la Corte prenda l’unica decisione possibile: difendere la vita di Charlie, fare come chiedono i suoi genitori […] Insomma, dargli una speranza, e dare a chi lo ama la consapevolezza che non ha lasciato nulla di intentato». Parole forti quelle del Presidente di Fratelli d’Italia che ha aggiunto che ha denunciato «l’infamia di grigi burocrati che pensano di poter decretare la morte dei nostri figli, una società tutta sottosopra».

Antonio Socci su Libero -
 La tragedia del piccolo Charlie ha inquietato gli animi di tantissima gente, sia laici che cattolici.C' è oltretutto un sovrappiù di strazio, perché i genitori avrebbero almeno voluto portare a casa il bambino Ieri, mano a mano che passavano le ore, un' onda di commozione e dolore ha attraversato tante coscienze, i telefoni dell' ambasciata britannica e la mail dell' ospedale sono stati intasati, tanto che ancora qualche giorno è stato concesso al bambino. Si sono fatte spontaneamente centinaia di veglie di preghiera, dappertutto, e molti cattolici hanno preso d' assalto il centralino della Segreteria di stato vaticana e di Santa Marta per chiedere un intervento urgente di papa Bergoglio.
Lui parla su tutto, ogni giorno. Ha tuonato perfino contro coloro che si tingono i capelli («a me fa pena quando vedo quelli che si tingono i capelli»).
Ma - nonostante le richieste - Bergoglio si è rifiutato ostinatamente di dire una sola parola in difesa della vita di Charlie Gard (silenzio totale come per Asia Bibi e per tutti i casi non "politically correct"). Eppure la vita del piccolo Charlie sarebbe un po' più importante del problema della tintura dei capelli che assilla il vescovo di Roma. Così il passaparola - sulla rete - ha fatto circolare i numeri di telefono vaticani e l' invito a farlo sapere all' interessato....(...)

(...) PS: Alle 20.30 papa Bergoglio si è parzialmente arreso all' assedio con un tweet ipocrita dove non nomina mai Charlie: «Difendere la vita umana, soprattutto quando è ferita dalla malattia, è un impegno d' amore che Dio affida ad ogni uomo». La brutta figura rimane.Un papa vero non si comporta così.

Nessie : Un vergognoso zittificio omertoso! Ovviamente se il piccolo Charlie avesse avuto la pelle nera (come da nota canzone di Nino Ferrer) si sarebbero prodigati in altri investimenti e altre cure "alternative", per mostrare al mondo quanto sono buoni. Ma come mi sforzo di far comprendere da tempo, noi bianchi europei siamo diventati "superflui".

Gli occhi della Guerra (il Giornale) - Ci dice al riguardo il Professor Francesco Agnoli, esponente culturale di spicco spesso perplesso riguardo la linea di questo Pontificato : ” Personalmente mi stupisco che mons. Vincenzo Paglia, presidente della Pontificia Accademia per la vita, abbia detto qualcosina, ma solo e soltanto oggi, a giochi fatti, quasi per dovere! Mi ricorda un po’ la presa di posizione di mons. Bruno Forte sulla legge Cirinnà, il giorno dopo l’approvazione.





Nessie - Quando avvengono cose inspiegabili e sgomentevoli significa che il Nuovo Ordine Mondiale bussa già alle nostre porte quotidiane in veste di Leviatano terribile, temibile, assurdo e incomprensibilmente crudele.  Per questo il piccolo Charlie deve vivere, e aiutarlo a salvarsi, significa salvare tutti quanti  noi. 

38 comments:

Massimo said...

Medici (scienziati) e magistrati rappresentano l'incubo per il futuro come in tanti racconti e romanzi di fantascienza, dove la Libertà Individuale viene soppressa nel nome della "superiore" conoscenza per il "bene comune".
Così i medici decidono che un bambino deve morire e i magistrati che le scelte dei genitori non contano.
I bambini vengono sottratti così alle Famiglie e questo ci porta al prossimo passo: l'indottrinamento di massa, la censura nei confronti degli insegnamenti in Famiglia, la spersonalizzazione, la massificazione di giovani tutti uguali, tutti amorfi, ai quali basta dare un "concerto" dove sballarsi per poi averli obbedienti, anche se non troppo autonomi nè produttivi.
Di Bergoglio non mi meraviglio: di lui non ci si può fidare e mi meraviglio che ancora non vi sia stato un sano scisma che lo lasci con la sua corte e in mezzo ai tradizionali nemici della chiesa.

Nessie said...

Medici (scienziati) e magistrati rappresentano l'incubo per il futuro come in tanti racconti e romanzi di fantascienza, dove la Libertà Individuale viene soppressa nel nome della "superiore" conoscenza per il "bene comune".

La fantascienza con elementi horror è già qui e bussa alle nostre porte. E' solo che finora la sappiamo riconoscere in pochi. Ribelllarsi in massa a questa ingiusta e ingiustificabile tirannia è un dovere morale. Già su questo blog mettemmo in guardia dagli abusi e dagli arbitri dell'eutanasia: ed ecco i risultati!

Nausicaa said...

Ho uno strano presentimento: quando tra poche ore (o da un giorno all'altro) staccheranno la spina a quel povero piccolino i nostri pennivendoli ce lo faranno sapere molto tempo dopo, O si comportereranno con la stessa ipocrisia delle gerarchie vaticane. Sanno perfettamente che questo infanticidio di stato ha un alto valore simbolico in vista della legge sull'eutanasia. Pertanto vogliono silenziare, minimizzare e occultare il più possibile.

Nessie said...

E' già così Nausicaa. La notizia è praticamente sparita dalla rassegna stampa e anche Google si presta al giochetto perché se cerchi di saperne di più, ti compare una schermata di articoli tutti datati di due o tre gg. I vergognosi (M)orfeo-TG, l'hanno messa in coda tra le varie ed eventuali. Perciò, stiamo in campana e raddrizziamo le antenne noi.

Nessie said...

PS: bello anche questo del prof. Paolo Deotto di Riscossa Cristiana sul piccolo Charlie che " non vota, non lavora, non fa raccolta differenziata, non partecipa a gay-pride. È malato e bisognoso di cure e di amore. Il potere politico della nazione di cui il piccolo è cittadino non muove un dito: che muoia! Ma soprattutto chi dovrebbe, da Roma, alzare la voce fino a farsi sentire in tutto il mondo, tace. Traditori e complici/vittime del diavolo. Ogni persona dotata di senno tragga le conclusioni":

https://www.riscossacristiana.it/un-santo-rosario-stasera-a-biella-per-il-piccolo-charlie-guard-vittima-di-un-potere-assassino-di-paolo-deotto/

Anonymous said...

Le ultime news trovate sulle proteste davanti a Buckingham Palace risalgono a 21 ore fa. ecco questo link:

https://www.thesun.co.uk/news/3931447/charlie-gard-protest-buckingham-palace-london-pope-francis-latest/

Z

Alessandra said...

Nessun problema Nessie, a volte capita che i commenti finiscano nello spam.
Finché non staccheranno le spine, io irrazionalmente spero, temo però che andrà come paventato da Nausicaa.
Già il fatto che è calato il silenzio da parte dei msm significa che si vuole un distacco dell'opinione pubblica.
Ieri c'è stata una manifestazione per salvare Charlie davanti a Buckingham Palace - a proposito, nessun appello, che io sappia, nemmeno dalla premier Theresa May, dalla regina o dai duchi William e Kate, che hanno due figli piccoli!
Un gruppo di attivisti pro-Life italiani ha fatto appello a Trump perché Charlie possa essere accolto negli USA e ricevere così le cure. Magari potesse succedere!

Sì, il Pampurio - ieri sera ha detto anche che i genitori di Charlie devono poterlo accompagnare nelle cure - ha fatto la figura di quello che alla fine ha parlato solo perché in qualche modo "costretto".
Credo proprio che Wojtyla e Ratzinger si sarebbero comportati molto diversamente: non solo avrebbero parlato ben prima, ma avrebbero pronunciato frasi ben più incisive!

Jacopo Foscari said...

Quanto sta accadendo è puro stalinismo. Uno stato, o in questo caso un super-stato europide e i suoi grigiocrati in camice bianco e in toga che decidono contro la volontà dei legittimi tutori del bambino. Semplicemente orripilante e chiunque si definisce "liberale" dovrebbe avere orrore di tutto ciò

Nessie said...

Sì Ale, ho visto che c'è stata la manifestazione davanti a Buckingham Palace. Ho visto il video che ha messo Z.
La Regina come capo della Chiesa Anglicana potrebbe fare molto.
Bergoglio e la chiesa in genere hanno fatto una PESSIMA FIGURA, muovendosi tardivamente e in modo insufficiente. Come sottolinea Socci, non ha nemmeno nominato il nome del piccolo Charlie. Vedremo in queste ultime ore se l'occidente e la GB perderà per sempre la faccia.

La Corte Europea dei "s-diritti del non uomo" ha già decretato la sua fine. Speriamo nel miracolo.

Nessie said...

Jacopo, hai doppiamente ragione. E sentire parlare di "Corte europea dei diritti dell'uomo" che in nome dei "diritti", decidono che è giusto staccare la spina, fa venire i brividi.

Anonymous said...

Ciao Nessie, questa tragedia mi ha colpito molto. Una cosa efferata che dà la misura di che razza di società e Europa dell'orrore hanno in mente e vogliono imporci. Oltre a questo, come cattolico (o ex cattolico secondo i requisiti bergogliani...) ho dovuto assistere alla pilatesca, inqualificabile posizione di una Chiesa completamente conforme ai Poteri del Mondo.
Non voglio pensare a questo Male incombente. Speriamo ci sia ancora una speranza per quel povero bambino e per quei poveri genitori. Questo è uno spartiacque tra il Bene e il Male.
Scarth

Nessie said...

Scarth, ti capisco, ma qui gli esempi si sprecano: stalinismo di stato nella Patria del Common Law, modello Pol pot ecc. In realtà l'universo orwelliano è stato messo a punto in tutti i suoi aspetti e questi scellerati hanno la faccia tosta di dichiarare di farlo per il bene del piccolo e della sua famiglia.

Massimo ha messo il dito nella piaga: in realtà lo scopo precipuo è quello di strappare i figli alle famiglie e di dimostrare che il "vero bene", lo applicano loro. La vera educazione è la "buona scuola" di Renzi e l'educazione gender coi maschietti travestiti da donne, e viceversa le bambine travestite da soldato Ryan. In un modo o nell'altro ci rubano i figli, distruggono le famiglie, la proprietà e vogliono impossessarsi in modo luciferino dei bambini, cancellandone l'innocenza, attraverso l'educazione sessuale precocissima.

Anonymous said...


Il diavolo si nasconde sempre nei dettagli e la cosa veramente grave non è tanto che i medici vogliano "staccare le macchine" in base a loro pur "legittime" convinzioni mediche , ma la loro ILLEGITTIMA pretesa di non restituire il bimbo vivo alla famiglia .
E questo non solo perche' questultima è l' unica deputata a gestire vita/morte del bimbo , quanto perché la pretesa medico-umanitaria di "terminarlo" in ospedale è un grosso indizio del loro timore che il bimbo possa sopravvvere( seppur male) senza la loro "scienza" .
ws
.

Nessie said...

E cosa abbiamo scritto finora, scusa? Il problema è quello di IMPADRONIRSI dei figli e gettare la famiglia nella disperazione. La famiglia in quanto "cellula della proprietà privata" deve estinguersi e il Common Good viene gestito dallo stato.
Niente cameretta, niente culla, niente casa: solo ospedale e macchine. Per chi la vuol capire questo è il "sacrificio di Isacco" e il vero Dio è la loro scienza (minuscolo) in nome della quale si muore.
Sì, hanno paura che il bimbo possa farcela e che il "sacrificio" già prescritto, possa non adempiersi. Bastardi criminali!

Anonymous said...

Ws, in questa storia l'unica cosa legittima è il diritto alla vita del bimbo e il diritto dei genitori di tentare di salvarla. Il resto è robaccia da regime infernale. Le menti Illuminate (e infernali) che hanno ordito questa porcheria sono arrivate a impedire ai genitori di tentare una cura negli USA per la quale hanno raccolto i fondi.
Se si accetta anche minimamente che una Kommissione del c.... abbia a sua discrezione Potere di Vita e di Morte su chiunque infrangendo liberamente il nocciolo dei diritti umani (e divini) si spalanca la porta a qualsiasi schifezza possibile.
Poi qualcuno riesce a spiegarmi perchè i nazisti che facevano queste cose sono stati condannati dall'umanità come cattivissimi mentre i nuovi Illuminati somministratori di Morte sono applauditi come paladini della civiltà?
Scarth

Nessie said...

Scarth, nemmeno i nazi si sarebbero spinti a tanto. Ma questa è la dimostrazione che sta vincendo una "governance" mondiale basata sul comunismo su scala planetaria e che qualsiasi tentativo di resuscitare il marxismo come "pars destruens" da contrapporre al mercatismo deregolamentato è destinata a fallire. Ho virgolettato la frase "la famiglia in quanto cellula della proprietà privata" affinché qualcuno capisse che è una frase di Marx. Gli illuminati infernali sanno benissimo che finché c'è famiglia c'è "proprietà privata" e autodeteminazione. E dato che vogliono l'esproprio su larga scala mondiale, fanno in modo che non resti in piedi più nulla di nulla, proprio a partire da quella.

Il loro messaggio è chiaro E TERRIBILE: il bimbo è NOSTRO e non VOSTRO.

Nessie said...

PS: In queste ultime ore c'è una tenue speranza: Trump che si è offerto di salvarlo e l'ospedale pediatrico Bambin Gesù che ha offerto assistenza. Vedremo...:

http://www.ilgiornale.it/news/politica/bambin-ges-chiama-bimbo-senza-speranza-charlie-venga-noi-1416044.html

Ginger said...

Mi sembra ormai chiaro, e da diverso tempo, che il progetto in atto è quello di elimare la patria potestà. Qualche settimana fa l'Ontario ha approvato una legge in base alla quale se un minore vuole "cambiare sesso" e i genitori non vogliono accontentarlo, il ragazzino viene tolto alla famiglia. E poi ci stupiamo dei 12 vaccini della Lorenzin? Quello è il minimo.

Nessie said...

Esattamente Ginger, sintesi perfetta: l'eliminazione della patria potestà.

E il bello, anzi, il brutto della faccenda è che gli stati non più sovrani, si adeguano in copia a questo immondezzaio luciferino.

Nausicaa said...

Ora ci si mette anche il min. degli esteri Boris Johnson a negare il trasferimento dei bambino per "motivi sanitari". E dire che mi stava pure simpatico.
Quali altri motivi potrebbero interferire sulla sua incolumità, visto che ne hanno già decretato la dipartita?

Nessie said...

Ho appena letto poco fa sul Fatto, Nausicaa:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/07/05/charlie-gard-boris-johnson-ad-alfano-impossibile-portare-il-bambino-a-roma-per-motivi-legali/3708629/

Devono avere una fifa matta che il bimbo possa farcela: è questa la loro vera preoccupazione.

Ginger said...

Secondo me hanno paura che altri medici possano scoprire che in realtà il bambino non è in fin di vita e che in futuro possa migliorare. Come nota qualcuno, poiché la sua è una malattia rara nessuno può sapere che decorso avrà.

Nessie said...

Una cosa è certa: è una sporca faccenda gestita in modo autoritario, assurdo e che puzza di sulfureo lontano un miglio.

Ginger said...

Adesso ha fatto sentire la sua voce anche il metropolita Hilarion, e su Civilità islamica c'è scritto che anche i musulmani pregano per Charlie. In pratica 'sti "medici" si sono messi contro tutte le religioni del mondo. Mi chiedo come debbano sentirsi (sempre se abbiano dei sentimenti).

Nessie said...

Hanno la loro religione: quella dei grembiulini e dei compassi. A buon intenditor...

Anonymous said...

Hanno la loro religione: quella dei grembiulini e dei compassi
Conosco più di un caso, specie in ambito ospedaliero, daltronde il primo luogo di ritrovo dei" liberi pensatori", molto più che "la libreria", è sempre stata "la farmacia"
ws

Nessie said...

Farmacia? e la magistratura dove la mettiamo? Quando c'è un sacrificio massonico o delitti a sfondo pedofilia come quello di Marcinelle dove il "mostro" Dutroux si piglia tutte le colpe che dovrebbero perseguire chi è molto in alto , la magggistratura dà sempre una mano a creare il famoso "porto delle nebbie".

Anonymous said...

WS dice bene: la Massoneria moderna nasce in farmacia. Sarà perchè erano i moderni alchimisti, ma certo con la cazzuola avevano poca o nulla dimestichezza. In quel bel film con Manfredi, si ha uno splendido esempio dell'anticlericalismo massone e di come la coerenza anticristica abbia funzionato al momento del gran passo. Ora non ricordo il titolo, ma Nessie sicuramente lo saprà.

IL SAURO

Nessie said...

Bentornato dalle catacombe, o Sauro. Il film di Manfredi sull'anticlericalismo massone, potrebbe essere "In nome del papa re", "Nell'anno del Signore" o "In nome del popolo sovrano", tutti di Luigi Magni. Poi te lo dirò con esattezza.

Ho conosciuto anch'io farmacisti massoni, ma di piccolo cabotaggio.

Anonymous said...

Ultimamente mi interesso anche di speleologia. E di pennuti amerindi. :-)
Ma mi pare che il film non sia tra questi.

IL SAURO

Nessie said...

Pennuti amerindi? Meglio le galline nostrane. Almeno danno qualche uovo :-) Il film che citi per caso è "Per grazia ricevuta"?

Anonymous said...

il film citato da IL SAURO è "per grazia ricevuta".. per altro elegantemente sarcastico sulla questione.
ws

Nessie said...

Speriamo porti fortuna ai genitori del piccolo Charlie, dato che domani staccheranno la spina.

Curioso che ci abbiano di nuovo riportato a elemosinare la supplica e a chiedere mercé ai tiranni, come nel feudalesimo !

Ginger said...

Sempre sulla faccenda della patria potestà ti consiglio di vedere il documentario Norway's stolen children. In pratica in Norvegia è vietato alzare le mani sui propri figli, per cui se poco poco un genitore dà uno scappellotto al figlio e la cosa si viene a risapere, arrivano gli assistenti sociali e ti portano via il bambino per non si sa quanto tempo. PEr cui sia chiaro, non stiamo parlando di genitori che picchiano regolarmente i figli o li educano a suon di cinghiate, ma di schiaffetti che a tutti possono scappare in casi estremi. O a volte si tratta di bugie belle e buone inventate dai bambini. Gli assistenti sociali dicono che è meglio rimuovere il bambino dalla famiglia piuttosto che farlo stare in situazioni potenzialmente pericolose, ma c'è modo e modo di fare le cose. Anche perché, paradossalmente, per un bambino è più traumatico essere separato dalla propria famiglia piuttosto che prendere un ceffone quando fa i capricci. Alla fine del documentario una famiglia di origini polacche, mentre le indagini erano ancora in corso, fugge dalla Norvegia e se ne va in Polonia.
Secondo me, se metti insieme tutte queste storie ci potresti ricavare un articolo, perché le persone giustamente non si sono ancora rese conto di questa minaccia alla patria potestà.

Nessie said...

Grazie Ginger. Questo della "patria potestà" è un argomento che va senz'altro approfondito e ripreso.

Jacopo Foscari said...

Sembra che nelle ultime ore si stia riaprendo uno spiraglio di speranza. Aspettiamo e speriamo

Nessie said...

Dovrò aggiornare il blog sul casino migratorio in atto e sulle dichiarazioni della Bonino, ma terrò aperta una finestra per il piccolo Charlie. Sì, aspettiamo e speriamo. Certo che se dovessero usare la mannaia, a questo punto ci farebbero una ben nefanda figura.

Nessie said...

L'occidente abbraccia la cultura della morte. Aborto, unioni gay, eutanasia, droga. E' una strada che porta GIUSTAMENTE alla fine. L'occidente è oggi un cancro. Il piccolo Charlie non festeggerà il compleanno il 4 agosto prossimo. Una preghiera.


http://www.ilgiornale.it/news/cronache/charlie-resa-dei-genitori-troppo-tardi-inutili-cure-1424113.html

25 luglio 2017