01 August 2016

Il sincreti(ni)smo dell'attuale chiesa col mondo islamico




In questi giorni che seguono gli attacchi terroristi di Nizza e di St. Etienne di Rouen,  la chiesa è stata profanata e i fedeli cristiani raggirati da politiche multikulti e cerimonie cosiddette "interreligiose" organizzate tempestivamente da parte della CEI. Cattolici e mussulmani pregano insieme in Francia come in Italia, contro il terrorismo islamico? Questa sì che è bella!  La chiesa dei Bagnasco e dei Bergoglio dà una mano ai governi mondialisti i quali  ogni volta che avviene un massacro, in luogo di chiudere le frontiere  si limitano a dire che ci vuole "più integrazione". Chiese profanate e fedeli cristiani raggirati dalle gerarchie ecclesiali i quali celebrano messa a dei "non battezzati" (né tanto meno comunicati o cresimati) allo scopo di far dimenticare gli orrori di questi ultimi giorni. A questo punto siamo ridotti!  A quando S.Pietro a Roma, il Duomo di Milano o la Basilica di S.Marco di Venezia, trasformati  direttamente in  moschee sotto gli occhi imbarazzati e sgomenti di fedeli cristiani già in  profonda crisi di coscienza a causa dell'apostasia delle loro gerarchie ecclesiali? A quando i muezzin al posto delle nostre argentine campane? A quando le genuflessioni con le  terga rialzate per 5 volte al giorno rivolte verso la Mecca, nelle nostre stupende cattedrali?
Che  questi mussulmani cosiddetti "moderati" pratichino la  Taqiya (dissimulazione) e si fingano pentiti per l'islam radicale e dispiaciuti con i cristiani,  o siano sinceri, a me poco importa. La cosa essenziale è che questa gente qui in Italia non ci dovrebbe stare, dato che la "questione islamica" è parte integrante della "questione migratoria". E ha ragione quella voce isolata del vescovo di Isernia, quando asserisce: 
Duomo di Napoli

"Mi sento confuso dal Papa, capo della cristianità. Mi aspetterei maggior fermezza nella difesa dei cristiani, gradirei un Papa più energico nella tutela dei nostri valori e della fede, segnalando che fuori di Cristo e della sua Chiesa non esiste salvezza e che non è vero che tutte le religioni sono uguali o portartici di pace. Sotto questo profilo, Giovanni Paolo II e Ratzinger sono stati forti e chiari."

 La chiesa (e  per lei, le sue gerarchie) sta diventando un pericoloso acceleratore della questione migratoria. Quanto alla questione più specificamente "islamica" è il caso di dire che chiamare i mussulmani a raccolta in chiesa a scopo di pacificazione col mondo cristiano  già pesantemente colpito dal fanatismo islamico di Dacca e di St. Etienne, è come se la toppa fosse anche peggio del buco. Non sarà in questo modo che le chiese si riempiranno di fedeli. Anzi, così, li faranno scappare a gambe levate. E' penoso vedere che questi immigrati afro-islamici oltre a occupare il nostro suolo, a strappare quel poco di lavoro che gli Italiani non hanno più, ora entrano pure nelle nostre chiese, grazie alla dabbenaggine delle nostre gerarchie ecclesiali,  al nuovo  pensiero sincretico che tutto include, alla "nuova dottrina " che più che cristiana è diventata onusiana . E non saranno le dichiarazioni ipocrite e falsamente rassicuranti di Bergoglio e di Bagnasco pro islam ("moderato" o meno),  a trattenere questa fuga già iniziata da un pezzo. Ma forse era proprio ciò che volevano.

Vedere un musulmano parlare presso l’altare del duomo di Napoli, mi ha dato i brividi. Chiunque abbia un minimo di intuito comprende che non ha importanza quello che ha detto (i musulmani sono ottimi dissimulatori), ma il luogo dove era, la posizione occupata.



Così scrive Armando Mannocchia su Imola Oggi

Forse in un futuro che è già qui, non ci saranno più religioni specifiche legate a specifiche identità statuali, ma una sorta di Religio Civilis Unica e mondiale legata al Pensiero Unico, sotto l'egida dell'ONU. Già in queste ore lo si vede: uccidono cristiani, ma la risposta dei capi della chiesa, è una cerimonia "interreligiosa" con imam e rabbini, insieme ai cristiani. Aveva ragione (dal suo punto di vista, ma non dal mio) quel famoso dott. Day quando parlava di governo mondiale: "Le religioni ci daranno una mano". Sottinteso: a completare il disegno di "governance mondiale". Benvenuti nel Nuovo Ordine e nella Nuova Pax nati dal Caos, dalle ingiustizie, dalle stragi e dagli ammazzamenti. E continua...

Chiesa di S. Nicola a Ventimiglia



54 comments:

Anonymous said...

mi sembra piuttosto chiaro che la "chiesa di roma" ( volutmente minuscolo ) cessera' di esistere con questo "secondo pietro" in impressionante accordo con le cosidette "profezie di malachia" che OVVIAMENTE mi sembrarono baggianate quando le lessi la prima volta oltre quaranta fa ( eh come ha corso "il tempo " neh ?...)

E se questi non vi sembrano "segni dei tempi" non so a quali altri potreste credere prima dei "tempi ultimi" quando ( inutilmente ca va sans dire ) apriranno gli occhi anche i peggior babbei.
ws

Nessie said...

I peggiori babbei i loro occhi non li apriranno nemmeno quando vedranno i mussulmani genuflessi e prosternati 5 volte al dì, nelle nostre chiese con lo sguardo diretto verso la Mecca.
Purtroppo per i gonzi non c'è Paradiso né in Cielo né in Terra.

Massimo said...

Anche in tema di religione, come per il Centro Destra, ci vorrebbe un leader carismatico che denunci la politica di Bergoglio e dei suoi accoliti per costruire una nuova casa per quei cistiani italiani che,oggi, sono, come minimo, sconcertati. Insomma che la religioni torni ad avere la funzione di religione nazionale che ha sempre avuto e per cui, probabilmente, fu inventata.

Nessie said...

Cuius regio eius religio

E' così che dovrebbe funzionare. E in passato funzionava, perché ci pensavano i confini (limes) a tenercele lontane da noi. Le religioni non si inventano, ma fanno parte del bisogno metafisico dell'umanità e delle varie civiltà.

Sbagliato come fece Marx, a relegarle alla "sovrastruttura". Spesso preesistono anche laddove non vi è una vera economia ("la struttura", secondo Marx).

Anonymous said...

Le cosiddette comunità islamiche, in Europa occidentale, e molti imam assumo un comportamento che oscilla fra lo sfuggente e l'astuto. Fin che possono ignorano, fingono di non sapere (perché segretamente approvano), poi, se proprio devono scoprirsi, fingono una tiepida solidarietà e condannano genericamente ...
Lo fanno perché i numeri sono ancora a loro sfavore e temono di uscire allo scoperto, rivelando le loro vere intenzioni ... troppo presto!
Quando raggiungeranno il quarto o il terzo della popolazione, in paesi come la Francia, la Gran Bretagna e la Germania (più in là anche in Italia), allora saranno dolori e l'aspetto cruento dell'invasione islamica si manifesterà in tutta la sua pericolosità, per la nostra stessa sopravvivenza in vita.
In ogni caso, qualche migliaio di islamici sunniti che hanno partecipato alle messe non significano nulla, perché in Francia e in Italia sono già parecchi milioni.

Cari saluti

Eugenio Orso

Nessie said...

Purtroppo li abbiamo lasciati entrare a casa nostra. E ora si intrufolano nella casa-chiesa.Non si dice del resto essere tutto casa e chiesa? Pochi o tanti, creano pur sempre un precedente.

Le nostre laicissime leggi che ci tengono tanto a separare il religioso dal politico, sono servite proprio a questo. Come ho scritto in altro precedente post

"La moscheizzazione del territorio europeo (in particolare del suolo francese, ma anche italiano) è il prodotto del laicismo e della messa al bando della cristianità e dei suoi simboli, dalle istituzioni. Pertanto la tabula rasa, che non esiste né in natura né nella società, viene facilmente riempita e sostituita dalle confessioni dei "nuovi arrivati".

L'unico sistema per venirne fuori è rimpatriarli tutti quanti a casa loro, Ma ci vuole un partito determinato a farlo. E soprattutto, che abbia i numeri per farlo.

Anonymous said...

Islamici a messa nella cattedrale di S.Lorenzo di Genova, luogo già noto a causa dell'eucarestia impartita da Bagnasco a Luxuria:

http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2016/07/31/ASGI3miD-genova_islamici_cattedrale.shtml

Z

Nessie said...

Genova è il reame di Bagnasco e di don Gallo oltre che di altri pretastri arcobaleno. Pagliacciata più, pagliacciata meno, è una città che si presta a tutto e la dissacrazione era già stata intentata. Perciò, chi vuol vedere il Circo, vada a Genova. Anche in chiesa.

Ecco il link della buffonata di tre anni prima, con Bagnasco che dà l'ostia a Luxuria:

http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2013/05/25/APoCwmbF-luxuria_bagnasco_comunione.shtml

Aldo said...

Ora vorrei vedere parroci e vescovi parlare fianco a fianco degli imam nelle moschee in Italia e all'estero. O quello al quale siamo stati costretti ad assistere è un fenomeno pelosamente unidirezionale? Forza, imam, invitate i prelati nelle moschee dando loro la parola per sostenere la bontà del cristianesimo. E, già che ci siete, invitate anche qualche rabbino o qualche autorità di qualsivoglia altra religione, dall'animismo al buddismo con tutto quello che ci sta in mezzo, a fianco, sopra e sotto (atei inclusi)! Come dite? Che non si può perché la moschea è un luogo sacro? Ah, capisco. Le vostre intenzioni son fin troppo chiare.

Parafrasando Monroe: "L'Italia agli Italiani!"

Nessie said...

La reciprocità? I cristiani se la possono scordare! E quelle che tu chiami le dirigenze (in questo caso, ecclesiali ) lo sanno benissimo. Se ti azzardi a costruire una cappelletta o un'edicola religiosa in stile campagnolo in Arabia Saudita, ti tagliano le mani e ti lapidano sulla pubblica piazza.

Jacopo Foscari said...

Semplicemente raccapricciante la torma maomettana in chiesa, invitata dai vescovi in persona. Siamo proprio alla sottomissione, letterale

Nessie said...

Le purpuree tonache spereranno così, di venir risparmiate dagli sgozzatori e dai kamikaze.

Nausicaa said...

Bergoglio corre più veloce del NWO. Ora sta pensando al diaconato per donne. E' un'altra delle priorità da mettere davanti a ogni cosa, evidentemente :

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/08/02/papa-francesco-istituisce-commissione-di-studio-sul-diaconato-delle-donne/2950337/

Anonymous said...

Purtroppo anche a Ferrara è andata in onda la sceneggiata della messa con gli islamici:ben 5 rappresentanti nella chiesa di Mizzana(paesino ormai inglobato in Ferrara), dove, fra l'altro, vi è il sepolcro di Guglielmo II degli Adelardi, che partecipò alla seconda crociata e donò la chiesa ai Templari.Questa, a detta del rappresentante dei giovani mussulmani è stata scelta in quanto vicina al centro culturale islamico (moschea ).
Il rappresentante ha detto che alla comunità islamica sarebbe piaciuto il Duomo (vade retro , satana!)“ma, sono sue parole, l’abbiamo evitato per via del vescovo”.

Ho guardato un po' di foto ed ho letto qualche articolo ed ho notato che tutti avevano il cappellino in testa, bel segno di rispetto quando pretendono da noi di togliere le scarpe e di mettere il velo.

Non sto a commentare il comportamento di preti e vescovi:sono letteralmente schifata, per me sono eretici e blasfemi.Non aggiungo altro, mai avrei pensato di vedere la chiesa umiliarsi in questa maniera.

Maria Luisa

Alessandra said...

Non mi convincono queste "manifestazioni di solidarietà", peraltro sollecitate dalle istituzioni e quindi ancora più sospette.

Quando esterno le mie obiezioni sull'Islam con qualcuno, quasi sempre mi sento rispondere: «Eh, ma anche i cristiani ... crociate e Santa Inquisizione ti dicono nulla? Non è il testo sacro in sé, ma come viene interpretato» e a nulla valgono i miei tentativi di spiegazione.
Probabilmente mi hanno bollata come un'intollerante islamofoba, ma tra questi c'è chi storpia "Ratzinger" in "Nazinger" e preferisce Bergoglio perché "è più semplice e spontaneo, inoltre ha rotto gli schemi" quindi non mi struggo per loro. Però parlano senza conoscere né la Bibbia e i vangeli né il Corano. E nemmeno la storia dell'Islam. Questo mi infastidisce, praticamente formano la loro opinione guardando tg e talk show.
Nominare le crociate a chi critica l'Islam è come evocare lo spettro del nazismo e del fascismo a chi sostiene partiti o candidati anti-sistema.

Nessie said...

E' notte alta, domani vi risponderò, ragazze!

Nessie said...

Nausicaa, la fretta gioca brutti scherzi e come minimo, fa inciampare e cadere. Come è avvenuto a Bergoglio a Cracovia davanti alla Madonna di Czestochowa, quella inalberata da Giovanni Sobieski per difendere la cristianità durante l'Assedio di Vienna. Che sia un segno del Cielo per il gesuita?

Nessie said...

Maria Luisa, eretici e blasfemi, quando non volutamente APOSTATI. Ma c'è anche da dire che i fedeli cristiani li hanno lasciati troppo agire indisturbati.

A questo è servita la scristianizzazione progressiva della società. E a questo ci ha condotto!

Nessie said...

Alessandra, come ho già detto in altre occasioni, "islamofobo" è un insulto costruito ai tavolini del premiato laboratorio ONU per zittire la gente. La riprova è che da quelle parti non esiste l'accusa di CRISTIANOFOBO, nemmeno quando ti sgozzano in chiesa. Nemmeno quando deturpano le immagini sacre come è avvenuto in Kosovo (strappato alla Serbia) durante la guerra da parte dell'esercito islamico dell'UCK albanese. Icone sacre con Madonne dagli occhi strappati, deiezioni lasciati appositamente nelle chiese ortodosse da questi animali.

Eppoi se analizziamo il termine, è ben legittimo aver paura di una religione che si è mostrata violenta e sopraffattrice. Te lo ricordi il FIS (Fronte di salvezza islamica) in Algeria? Bella salvezza, portarono i tagliagole.

Non facciamoci intimidire dall'uso orwelliano delle parole.

Nessie said...

PS: x Ale a proposito di Ratzinger. L'ultimo anno di reggenza di papa Ratzinger-Benedetto XVI fu funestato dagli scandali della pedofilia. Arriva don Pampurio della Pampas, e improvvisamente per i media l'emergenza pedofilia finisce, quasi per miracolo.

Un particolare fatto di simboli. Ma dato che i massoni vivono di simbologie, mettiamoci anche le nostre. Nell'ultimo lancio fatto da Ratzinger delle colombe dal balcone del Vaticano arrivarono dei corvi neri e straziarono una colomba acolpi di beccate. Neri come i gesuiti?
Con questo papa si rinunciò al lancio delle colombelle. Mission accomplished?

Siamo negli artigli dei corvi neri,con ogni evidenza. Prendilo per un divertissement.

Maria Luisa said...

c'è stato anche questo:

http://www.corriere.it/scienze/13_febbraio_12/foto-fulmine-san-pietro_a0df665c-751d-11e2-b332-8f62ddea2ca4.shtml


Maria Luisa

Nessie said...

Grazie Maria Luisa. Avevo dimenticato questo segnale.

Anonymous said...

Secondo i canoni della nuova chiesa di Bergoglio non so più se sono cattolico visto che i suddetti canoni richiedo la completa adesione al Pensiero Unico Globalista fatto proprio in tutto dalla Nuova Chiesa Cattolica. Noto però che quello che è successo (attacco mediatico incessante a Benedetto XVI e al mondo cattolico, dimissioni improvvise ed epocali, rapida emarginazione/sostituzione di tutte le cariche critiche con annesso accesso ai nemici della Chiesa, appoggio totale dei Poteri che contano e della stampa alla "nuova gestione" ecc.) ha fortissime analogie per esempio col repertorio del recente golpe ucraino. Avevo sempre pensato alla Chiesa come un bastione e mai avrei immaginato una dissoluzione così repentina. Roba da far impallidire il crollo dell'URSS: duemila anni sbriciolati in un attimo da quel "buonasera" sul balcone di Piazza San Pietro... E nemmeno avrei immaginato una totale mancanza di "resistenza" interna senza possibilità di recupero. Comunque l' "operazione" è praticamente conclusa e la ex Chiesa Cattolica è sì un bastione ma del Regime Globale e dei suoi dogmi. Amen.
Scarth

Nessie said...


E non è tutto, Scarth. Leggi un po' Bergolio chi ha fatto entrare nella "commissione internazionale cattolica per le migrazioni":

http://www.avvenire.it/Economia/Pagine/Sutherland-il-banchiere-che-propone-la-Dottrina-sociale-.aspx

Te lo ricordi quel Peter Sutherland già attivo all'ONU, in Goldman Sachs, eurocommisario, direttore generale del WTO, membro del Bilderberg e della Trilateral, nonché ex direttore della BP?

Beh, se questi sono cattolici allora mia nonna è campione dei pesi massimi. Fai bene a non sentiriti kattolico, se questi sono i " nuovi cattolici globalisti"


Non ci resta che raccomandarci alla Madonna di Czestochowa, quella inalberata da Giovanni Sobieski per difendere la cristianità durante l'Assedio di Vienna. Che la caduta di Bergoglio proprio a Czestochowa, sia un segno del Cielo e magari l'inizio della sua dipartita?

Anonymous said...

Ciao Nessie, questa nuova nomina mi era sfuggita. Caspita che curriculum mostruoso in ogni senso... E' sulla linea delle altre, tutta gente fidata e fedele al Potere Globale. Come subito dopo il golpe ucraino, si vede che la fonte è la medesima e la tecnica post golpe anche.
Tra l'altro mi capita di ascoltare i notiziari di Radio Vaticana (ammetto: ci vuole stomaco e non tutte le volte ce la faccio a non spegnere) bè sono una incessante truce velina in chiave estremista di NATO, ONU, UE, BCE e di ogni campagna politicamente corretta (comprese quelle su nozze omo ecc). Repubblica al confronto sembra un innocente bollettino parrocchiale dei vecchi tempi.
Scarth

Aldo said...

Sì, questo sui cattolici veri o falsi è un bel discorso, però intanto come Italiani continuiamo a erogare fior di soldoni a sostegno del parassita. Rientrando formalmente in un trattato internazionale, la questione dell'8x1000 è un'altra di quelle sulle quali al "popolo (ex) sovrano" non è dato modo di fiatare. Senza voler tirare in ballo i mille altri rivoli che confluiscono nel Rio delle Amazzoni delle ricchezze riversate coattivamente ogni anno dagli Italiani tutti a rafforzamento proprio di quel figuro che si affaccia ogni tre per due alle finestre (comprese comprese quelle virtuali) per spiegar loro non solo cosa devono o non devono fare, ma anche cosa devono o non devono pensare.

Nessie said...

Sutherland e' quel fetente disgraziato che predica "Disinnescare l'omogeneità delle nazioni":


http://sauraplesio.blogspot.it/2012/06/disinnescare-lomogeneita-delle-nazioni.html

Hai capito perché hanno tanta fretta di farne entrare di continuo e in quantità biblica? Per Radio Vaticana, non ho ancora lo stomaco predisposto ad inghiottire simili scelleratezze. Certo che passare dallo IOR a Goldman Sachs, è un bel progresso. Può darsi che intendano trasformarla nella nuova Banca di Dio.

Nessie said...

Non siamo in una teocrazia a carattere nazionale, Aldo. Non siamo più nello Stato Pontificio col Papa Re, pre-Risorgimento. Siamo in un regime internazionalista di commistione globale. Pertanto si deve parlare di "chiese mondiali" Anzi, di Unione delle Chiese Mondiali, i cui dettami provengono direttamente dall'ONU, una vera e propria associazione per delinquere che fomenta:

guerre umanitarie (mi si perdoni l'ossimoro), migrazioni di massa, accoglienza forzosa, centri di raccolta, ong, onlus, no profit vari ecc. Il tuo è un vecchio discorso settecentesco anticlericale.

I "nuovi chierici" d' oggi non si limitano ai papi. Magari ci fosse un nuovo Napoleone che ci mettesse in galera Bergoglio! Ma questo fa parte dei desiderata non solo degli atei come te, ma anche dei cattolici. Chiediti il perché. Sono proprio quelle consorterie ateo-materialiste-mondialiste che ce l'hanno messo in piedi. E il perché, vedo che non lo vuoi ancora capire. Riassumo il programmino :

1) Matrimoni gay e trans (magari benedetti dalla chiesa stessa)
2) eugenetica e fecondazione artificiale
3) adozione di figli alle coppie gay
4) immigrazione sostitutiva e progressiva estinzione delle popolazioni autoctone secondo piani kalergico-Onusiani.

E questo, secondo te, sarebbe un programmino "cristiano" per popoli cristiani?

Ma qui siamo alla capitolazione delle radici cristiane e alla dissoluzione dei valori cristiani. Urge registrare nuove analisi.

Nessie said...

PS: Ma qui siamo alla capitolazione delle radici cristiane e alla dissoluzione dei valori cristiani. . Che per paradosso, proteggono anche i non credenti come te.

Urge registrare nuove analisi più consone ai tempi.

Alessandra said...

È vero: secondo Lorsignori si può accusare di antisemitismo, islamofobia, ma non di cristianofobia.
I più feroci cristianofobi sono proprio l'oro.

I corvi sarebbero stati "sicari" appositamente mandati per straziare le innocenti colombelle? A questo punto, non mi stupirei: le associazioni simboliche sono decisamente attendibili.
Mancava solo una macabra scritta: "Coming soon".
Oltretutto, non ricordo episodi analoghi precedenti (se ce ne sono stati correggetemi).
Mentre la caduta davanti alla Madonna di Czestochowa, quella no, non era prevista. :-)

Anche la mia regione ha il suo Bergoglio: il patriarca di Venezia Francesco Moraglia ha celebrato una messa sulla spiaggia di Jesolo con l'imam.

http://www.veneziatoday.it/cronaca/messa-jesolo-patriarca-imam-2-agosto-2016.html

Tra Papa e patriarca c'è consonanza in tutto, persino nei cognomi.
Consonanza tra loro, dissonanza per noi. :-(

Alessandra said...

PS: grazie al FIS e alle organizzazioni sue eredi, negli anni '90 in Algeria vennero decapitati molti religiosi cristiani. Il caso forse più noto è quello dei monaci trappisti di Tibhirine.
Bell'esempio di convivenza.

Aldo said...

Infatti non ho fatto cenno ai cristiani (ho già avuto modo di affermare che, benché io sia ateo, sono un ateo di formazione cristiana e non rinnego nulla delle mie "radici"), bensì al Vaticano e alle sue gerarchie. Gerarchie che, come è ovvio, implementano azioni da dirigenti in sinergia coi propri simili (hai citato tu stessa un bell'elenco di altre "istituzioni" da museo delle cere).

Tra l'altro, se parliamo di "essere cristiani" in coerenza con la formazione che mi è stata impartita in gioventù, in che modo sarebbe possibile definire "cristiano" un qualsiasi dirigente vaticano? C'è un'antitesi plateale e stridente tra valori dichiarati e disvalori applicati da qualsiasi dirigenza (non è un fenomeno solo odierno, né un fenomeno che si possa circoscrivere al cristianesimo o alla sola religione), e le dirigenze vaticane non fanno eccezione!

[Anche] i cristiani, quelli veri, avrebbero tutto da guadagnare a scrollarsi di dosso le zecche (che, tra l'altro, non mi risulta trovino motivazioni alla propria esistenza nel libro sacro che prendono come riferimento). Chi crede seriamente in un Dio onnipotente, onnipresente e onnisciente come può sentire il bisogno di intermediari? E' un assurdo.

Anonymous said...

Leggo da tempo, non ho mai commentato, ma colgo l'occasione per far notare come in realtà ci sia ben poco di cui stupirsi.
Soprattutto per noi Italiani, che sotto il tallone della pretaglia ci siamo rimasti per due millenni quasi.
TUTTE le religioni abramitiche (ebraismo, cristianesimo, islam, liberalismo, comunismo) condividono, fra mille sfaccettature e mille contraddizioni, la stessa visione escatologica della storia.
Se essa viene lasciata libera di estrinsecarsi (per esempio, perchè si rinnega la civiltà classica che aveva i suoi anticorpi), il risultato è inevitabile.


Matteo

Nessie said...

Alessandra, ricordo di aver visto un bellissimo film dal titolo "Uomini di Dio" di Xavier Beauvois , a proposito di quell'eccidio del FIS al Monastero in mezzo alle montagne algerine.
Nel dizionario ONU, a quanto pare non è contemplato il reato di cristianofobia.

Nessie said...

Aldo: "Chi crede seriamente in un Dio onnipotente, onnipresente e onnisciente come può sentire il bisogno di intermediari?".

I ministri di Dio (piacciano o meno) fanno parte della liturgia Cattolica, Apostolica e Romana. Il rapporto diretto col Signore, invece, fa parte delle religioni protestanti. Ma anche quelle, non sono esente da rischi.

Spesso il rischio è una sorta di , religione fai-da-te. Quei pazzi fanatici che vedi in tanti film americani dove pensano di avere un rapporto privilegiato col signore ("Io e il signore abbiamo fatto un patto") in nome del quale commettono omicidi anche seriali, non sono solo letteratura cinematografica.
Pensa anche alla più grande superpotenza mondiale e al suo ruolo messianico di "impero del Bene". In fondo anche la dottrina Monroe potrebbe essere una degenerazione del Protestantesimo anglo-americano, che dopotutto attinge all'Antico Testamento.

http://www.treccani.it/enciclopedia/james-monroe_(Dizionario-di-Storia)/

Nessie said...

Buonasera Matteo.

TUTTE le religioni abramitiche (ebraismo, cristianesimo, islam, liberalismo, comunismo) condividono, fra mille sfaccettature e mille contraddizioni, la stessa visione escatologica della storia.

Liberalismo e comunismo sono due ideologie, e non vere e proprie confessioni. Spesso, quando naufragano le religioni, saltano fuori le ideologie laiche e perfino atee. Viceversa quando si disgregano queste ultime, rispuntano fuori le religioni.

Anonymous said...

Anche il mercato e gli atei materialisti e mercatisti fanno i loro luridi sfracelli come questo. IL retroterra è bell'e pronto per gli sgozzatori :


http://www.imolaoggi.it/2016/08/03/parigi-demolizione-di-una-chiesa-prete-trascinato-via-con-la-forza/

Z

Nessie said...

Grazie Z. E' da mo' che vado dicendo che sono le ideologie laiciste e materialiste (penetrate anche nella chiesa come i famosi mercanti nel Tempio) che producono sfracelli. I fedeli che hanno cercato di occupare, sono più avanti di quelli che stanno vendendo la chiesa per farne un'area di parcheggio.

SILVIO said...

RODRIGO DUARTE: «POPE FRANCIS IS A SON OF WHORE! »

Dopo laboriose ricerche, ho finalmente qui davanti a me la cronologia 2005-2016 (spero: esaustiva) relativa a Bergoglio .

Nel rileggerla, rimango allibito: costui è senza ombra di dubbio un pericolo esiziale per il cristianesimo.

Al riguardo, mi sovviene quel che dichiarò nel 1995 il tandem Zbigniew Brzezinski/ Mikhail Gorbaciov nel delineare le tappe strategiche per l’implementazione del “Nuovo Ordine Mondiale”:

« Il cristianesimo originario va soppresso. Al suo posto, diffonderemo il “cristianesimo esoterico” senza Dio, Cristo, l’Antico ed il Nuovo Testamento =
New Age = Transumanesimo = Nuova e Unica Religione Mondiale »


E Bergoglio - senza ombra di dubbio - sta lavorando indefessamente affinché ciò accada.

Ha pienamente ragione Rodrigo Duarte (il nuovo Presidente delle Filippine : Nazione quasi interamente cattolica) :
«Pope Francis is a son of whore! »
=
«Papa Francesco è un figlio di puttana!
Non gli chiederò mai scusa per avere detto ciò! »


http://www.ecumenicalnews.com/article/philippines-president-elect-duterte-refuses-to-apologize-for-calling-pope-francis-a-son-of-a-whore/44589.htm

Nessie said...

Ciao Silvio, e ben ritrovato. Rodrigo Duarte ha il coraggio di dire quel che molti in Italia pensano e non osano dire.

D'ora in poi io Bergoglio non lo chiamerò più né Papa né Francesco, ma l'Usurpatore argentino . Poiché questo è.


D'altro canto Zbigniew Brzezinski pare sia di origini tzigane. Che mondo ti vuoi aspettare da un nomade senza radici?

Anonymous said...

Se diamo retta all'etimologia, anche liberalismo e comunismo sono religioni in quanto irrazionali collanti sociali e visioni del mondo esclusiviste.
Personalmente fatico molto a vedere questa presunta "degenerazione" della Chiesa.


Matteo

Nessie said...

Etimologia? Comunismo termine derivato da "comune", a sua volta derivato dal latino commūnis ("comune", "pubblico", "che appartiene a tutti"). Non vedo nessuna radice etimologica col cristianesimo. Per favore, non confondiamo le ideologie che sono sistemi di idee adottati in politica, con le religioni, sennò salta fuori un minestrone.

Se sei ateo, è evidente che non puoi vedere i regressi della Chiesa dal Concilio Vaticano II - Enciclica Nostra Aetate, ad oggi. Agli atei, solitamente, non importa una cippa di approfondire. Comunque, nel caso ti interessasse, con la Nostra Aetate, abbiamo un relativismo del cristianesimo in rapporto ad altre religioni monoteiste :

http://www.maranatha.it/Testi/VaticII/VTesti16Page.htm

SILVIO said...

Nessie,

sì, Zbigniew Brzezinski è uno tzigano-ungherese.

In coppia con Mikhail Gorbaciov (occhio ad un certo “establishment “ russo, “culo e camicia” con l’amministrazione Obama, col regime comunista cinese e coi governi marxisti dell’ America latina e di altre contrade planetarie!) ha delineato i primi “step” del NWO, poi perfezionati da Henry Kissinger.

Sarebbe interessante e illuminante pubblicare gli atti 1995/1996 della fondazione Gorbaciov.

Quanto a Bergoglio, oltre ad essere usurpatore ed eretico, dovrebbe pure essere virtualmente scomunicato sulla base della ” Universi Dominici Gregis” , emanata “motu proprio” nel 20\3 da Giovanni Paolo II

http://w2.vatican.va/content/john-paul-ii/en/apost_constitutions/documents/hf_jp-ii_apc_22021996_universi-dominici-gregis.html

“Scomunica” che, per essere capita, andrebbe spiegata in un apposito post.

Anonymous said...

Io intendevo l'etimologia di religione, non di comunismo, evidentemente mi sono espresso male.

Per il resto, che l'escatologia abramitica sia la conditio sine qua non di quanto detto sopra è pacifico ed accettato pacificamente, non mi sembra sia il caso di offendere.
Potrei citare Nietzsche, Spengler, De Benoist (con tutti i suoi immensi limiti), Dumezil, Isaiah Berlin (liberale di ferro, oltretutto) ecc...
Ma perchè farlo? Per un futile sfoggio di erudizione su qualcosa di pacificamente acquisito da secoli?

Quello su cui si può discutere è il peso POLITICO di determinati retroterra culturali.
Bene, allora possiamo iniziare dal papa che benedice l'invasione di pipino il breve per prevenire l'unificazione Longobarda della penisola.
E via che andiamo.

Matteo

SILVIO said...

Il solito, fastidioso, refuso a cui è esposto ogni commentatore che posta “senza paracadute” (cioè, senza avere la possibilità di correggere – entro un tempo prefissato – eventuali errori nella redazione di un suo commento) .

La costituzione apostolica UNIVERSI DOMINICI GREGIS venne promulgata da Giovanni Paolo II il 22 febbraio 1996 e non nel 2013 , come involontariamente ed erroneamente da me scritto nel mio precedente post.

Sorry!

Anonymous said...

Scusa Nessie, lo stavo leggendo e non ho resistito...mettilo da parte per un altro post più adatto magari:
http://www.losai.eu/la-favola-della-presidenta-inadatta/
Laura

Nessie said...

Silvio, nell'eventualità chi dovrebbe effettuare la scomunica? Forse mi sono distratta, ma non ho visto nell'attuale porporato la volontà di mettere a margine l'Usurpatore.

Nessie said...

Matteo, questo è un blog identitario, non pagano, anticlericale o ateo. Pertanto non sono affatto interessata a questi discorsi (magari anche dotti) che tendono a bandire l'elemento religioso dalla società. Direi proprio che è per colpa di questa messa al bando e di questa scristianizzazione, se siamo ridotti in questo modo.
Per me vale quella famosa frase attribuita a Chesterton secondo la quale chi non crede in Dio non è vero che non crede in niente perché comincia a credere a tutto.

Napoleone era un mangia-preti ma poi, - guarda te - credeva negli oroscopi e li consultava regolarmente prima d'ogni battaglia. Conosco fior di atei e miscredenti che poi si affidano ai cartomanti e agli indovini.
Il cristianesimo con le sue luci e le sue ombre è parte integrante della nostra civiltà greco-romana e successivamente anche cristiana. Punto. Per me finisce qua.

Nessie said...

Grazie Laura, carina la favoletta :-).

SILVIO said...

Nessie,

ho scritto che Bergoglio è – sulla base della “Universi Dominici Gregis” – uno scomunicato virtuale e non fattuale.

E con lui lo sono quei cardinali della cricca mafiosa di San Gallo, che infransero la predetta costituzione apostolica, perorando pubblicamente l’elezione di Bergoglio a pontefice prima del Conclave.

Ergo: tale elezione è altresì tecnicamente nulla secondo il diritto canonico, scomuniche a parte.

Chi avrebbe dovuto invalidare il tutto?
Il “Sacro Collegio Cardinalizio”, ritengo.

Ma non si mosse foglia .

Anonymous said...

Essere "identitari" per quanto mi riguarda (essendo più modestamente fascista senza pretese) vuol dire accettare, attualizzare e mitizzare gli aspetti del nostro passato funzionali al futuro che riteniamo auspicabile.
TUTTO quello che mi viene in mente, è sempre stato contrastato attivamente dalla Chiesa come istituzione, dal cristianesimo come religione e dal clero come setta:
1) Romanità (la magna meretrix)
2) Ghibellinismo (traditori e venduti)
3) Rinascimento (neopagani)
4) Risorgimento (gombloddone giudaico-massonico-comunista)
5) Grande guerra (inutile strage)
6) Fascismo (adulato a parole e contrastato nei fatti)
Ecc...
Praticamente non c'è stato un solo momento nella plurimillenaria storia nazionale in cui la Chiesa non abbia svolto un ruolo pernicioso.
Indi, ci andrei piano ed invito a riflettere.
Fortunatamente non sono un prete, indi non voglio convertire nessuno.
Ma ovviamente essere "identitari" ed al contempo parte di una setta universalista, escatologica, millenarista, progressista ed egualitarista quantomeno pone un problema di fondo.
Tu convivi in questo iato?
Sono molto felice per te.
Magari spiegami come fai
Matteo

Nessie said...

Caro Signorino,
i tuoi toni taglienti e inquisitivi non mi garbano per niente. E io l'età degli esami l'ho superata da un pezzo. Pertanto come faccio convivere il Cristianesimo con lo spirito identitario è affare mio. In attesa che fiorisca l'aspidistra, torna pertanto da dove sei arrivato. Io non sono altrettanto paziente, né democratica né "pluralista" come la signora Tampieri. Se credi in Giove Pluvio, o in Poseidone dio delle maree, è affare tuo. Troverai senz'altro altri blog che accetteranno di buon grado le tue intelligentissime teorie. In quanto a riflessioni vedo che ti manca la capacità di discernere il cristianesimo (o meglio, le radici cristiane) dalla chiesa-istituzione. Stammi bene.

SILVIO said...

Chapeau, Nessie!

Nessie said...

Grazie, stasera aggiorno il blog.C'è pane per i tuoi denti: l'intervista mascalzona di Jens Weidmannm al Fubini inginocchiato.