20 September 2015

Giallo Vaticano



Temo che sentiremo parlare ancora  a lungo di come avvenne la destituzione di papa Ratzinger e della  successiva nomina di Bergoglio. E' ormai  chiaro che il pretesto della vecchiaia con i suoi affaticamenti fisici  (ingravesciente aetate)  nascondesse dell'altro.  Qualche storico dovrà spiegarci perché un papa viene prelevato con un elicottero dell'Aeronautica Militare Italiana, trasportato a Castelgandolfo e insignito del titolo assai poco "canonico" di papa Emerito. 


 Qui la declaratio in Latino e sotto la traduzione.

"Dopo aver ripetutamente esaminato la mia coscienza davanti a Dio, sono pervenuto alla certezza che le mie forze, per l'età avanzata, non sono più adatte per esercitare in modo adeguato il ministero petrino". Dopo aver ringraziato “tutti di cuore” e aver chiesto “perdono per i miei difetti”, il Pontefice ha aggiunto: “Sono ben consapevole che questo ministero, per la sua essenza spirituale, deve essere compiuto non solo con le opere e con le parole, ma non meno soffrendo e pregando. Tuttavia, nel mondo di oggi, soggetto a rapidi mutamenti e agitato da questioni di grande rilevanza per la vita della fede, per governare la barca di San Pietro e annunciare il Vangelo, è necessario anche il vigore sia del corpo, sia dell’animo, vigore che, negli ultimi mesi, in me è diminuito in modo tale da dover riconoscere la mia incapacità di amministrare bene il ministero a me affidato”. Si concluse così un pontificato durato 7 anni e 9 mesi, visto che Benedetto XVI era salito al Soglio pontificio il 19 aprile 2005.

Ma vediamo l'improvvisa  declaratio di rinunzia in latino cosa potrebbe nascondere in realtà, in questo link prelevato dal blog di Foa per il tramite di Doris, di un articolo in lingua francese del  sito Media Press Info "La guerre du contrôle  des transactions bancaires a sonné pour les Usa" . Non è che uno dei fili dell'intricata matassa di quello che si profila essere un vero e proprio Giallo vaticano. Estraggo, pertanto, questo passaggio da me tradotto:

SWIFT è una rete finanziaria, non si tratta di una banca o di una società di transazioni. La parola SWIFT è composta da iniziali che significano Società Mondiale (W=world) Interbancaria Finanziaria Telecomunicazioni.  Questo concerne i dati di transazione effettuati dalle 10.500 banche del mondo (in 215 paesi), ammesse come aderenti a questo sistema. Quando una banca o un territorio è escluso dal Sistema, come lo fu nel caso del Vaticano nei giorni che precedettero le dimissioni di Benedetto XVI nel febbraio 2013, tutte le transazioni sono bloccate. Senza aspettare l’elezione di papa Bergoglio, il  sistema Swift  è stato  sbloccato all'annuncio delle dimissioni di Benedetto XVI. C'è stato  un ricatto venuto da non si sa dove,  per il tramite  di Swift, esercitato su Benedetto XVI. Le ragioni profonde di questa storia non sono state chiarite, ma è chiaro che SWIFT è intervenuto direttamente nella direzione degli affari della Chiesa.  


Bene, questo è il fil rouge  economico-finanziario dell'intricato "giallo" che ha portato alle dimissioni di Ratzinger. Ovvero le mani della Finanza Internazionale (leggi, Wall Street)  sullo IOR e sullo stato del Vaticano trattato alla stregua di un "rogue state" come l'Iran, se non dava conto al Grande Fratello Finanziario delle sue transazioni. Poi  ce ne sono altri di natura più propriamente teologico-politica.

Ratzinger pur essendo stato fedele ai dettami scaturiti dal Concilio Vaticano II, ha idee molto precise sulla famiglia e il matrimonio. Mai, proprio lui che lottò contro il Relativismo imperante,  avrebbe accettato "aperture" sul mondo gay e sulle politiche gender. Mai si sarebbe prosternato al "mondo" (e al mondialismo) come questo papa, il quale gareggia con il laicismo imperante della Ue nel creare una forma di "divorzio sacramentale", attraverso "l'annullamento breve". Mai si sarebbe prestato a fare la grande pagliacciata di Lampedusa fatta dal suo successore, che oltretutto non è nemmeno territorio suo, ma dello stato italiano.
I grandi poteri mondialisti hanno fretta e Ratzinger era un  intralcio palese, un rallentamento sulla loro fulminea traiettoria.
Ma c'è un'altra importante sfumatura di giallo nel testo della declaratio in latino, la quale a detta dello storico Luciano Canfora, contiene vistosi errori. Pertanto non può essere attribuita ad un pontefice "meticoloso", pignolo  e sapiente come Ratzinger.
Per dirla papale papale, l'ipotesi  relativa a quei giorni frenetici del 2013, potrebbe essere questa:  noi ti diamo un foglio di via; tu rinunci, leggi e sloggia.
Qualcuno deve spiegare perché non era ancora stato nominato Bergoglio, che già il sistema SWIFT, aveva sbloccato le transazioni subito dopo la   Grande Rinunzia di papa Benedetto.

A questo punto i misteri dei sotterranei d'Oltretevere si infittiscono; due papi (un'anomalia indigeribile per ogni cristiano) e nessuno dei due che occupi le stanze vaticane. Poi c'è il ruolo dell'amministrazione Obama negli Usa in questi giorni nei quali viene ricevuto Bergoglio,  che sembra quello di cercare la blasfemia aperta. Ed è già cronaca di queste ore. Ad accogliere Bergoglio, c'è un vescovo omosessuale dichiarato, Gene Robinson. Che sia una provocatoria prova di forza? Intanto il "papa venuto dalla fine del mondo" fa il  galoppino della Casa Bianca per dare avvio al passaggio (indolore) di regime a Cuba.
La "democrazia" è già in agguato e colpisce ancora: coi suoi mercati, con le sue finanziarie, con i suoi prestiti, con la sua debt economy.
Ma questo è, ovviamente un altro post.


62 comments:

MDA said...

articolo bello e inquietante.

Nessie said...

Grazie!

Massimo said...

Ratzinger come Berlusconi. Mi ricordo anche che al momento della elezione del papa uscì un comunicato che riportava, erroneamente ... forse, il nome del cardinale Scola. La chiesa cattolica si avvia così alla fine con un vescovo di Roma che si presta a stringere la mano ad un criminale e celebrare messa sotto la gigantografia di un terrorista.

Nessie said...

Il parallelismo non è sbagliato: 2011 caduta del governo Berlusconi per mezzo di un golpe tecno-finanziario, 2013 dimissioni di Ratzinger per mezzo di un altro golpe tecno-finanziario legato al rapporto Swift. Ovvero, Società Mondiale (W=world) Interbancaria Finanziaria e Telecomunicazioni.

Gli autori in entrambi i casi sono però, gli stessi: i soliti destabilizzatori mondialisti che hanno la loro cupola a Wall Str. Hai notato che ora che c'è Bergoglio, nessuno osa più parlare di "pedofilia nella chiesa?". Anche gli scandali servono ad hoc.

La faccenda di Cuba e di Castro è più complessa. Bergoglio stringe la mano per conto della Casa Bianca, di cui fa il "mediatore". Faceva schifo il regime di prima, farà schifo anche quella "cosa" che si appresteranno ad esportare.

paolo said...

Non ho mai nutrito simpatia per il Vaticano. In questi anni la chiesa ci ha messo molto del suo per allontanarsi dai suoi fedeli. E lo dimostra proprio quanto scrivi. In altri tempi, il popolo cristiano non avrebbe mai permesso la deportazione di un papa per mezzo di un elicottero. Ora invece se po' fa' nell'indifferenza generale. Ma una cosa è certa: i suoi liquidatori sono anche peggiori del Vaticano stesso.

Nessie said...

I suoi "liquidatori" sono gli stessi che l'hanno in una prima lunga fase preparatoria, mandata in malora corrodendola e corrompendola dal suo interno. Come si dice, le roccheforti si espugnano dall'interno. E in questi anni là dentro è diventato un nido aggrovigliato di vipere insidiose. Con vescovi e cardinali direttamente prezzolati dalle massonerie mondialiste del livello del card. Kasper e di Bea.
Pare che qualcuno di questi pezzi grossi si tenga direttamente compassi e squadrette nel cassetto.
Come si dice, "non c'è più religione"...

Anonymous said...

argomento interessantissimo perche' adombra il fatto che il "potere" della "bestia" senza la quale " non si puo' ne comprare ne vendere" sia molto piu' profondo di quanto ci vogliamo illudere.
E non ho citato l' apocalisse a caso,perche' io sono sempre stato affascinato da questa perentoria affermazione che fino a pochi anni fa sembrava certamente "onirica " perche' mai nella storia si era visto l' oppressione del "ne comprare ne vendere", mentre oggi in una economia artefatta e complessa nessun puo' piu' vivere senza la tolleranza del sistema.

E analogamente , per il peso che gli si puo' dare , mi affascinava la famosa tragica conclusione malachiana della chiesa con il suo "petrus secundus" . Era ovvio infatti che certamente nessuno idiota con simile "profezia " ed in tempo di crisi , mai avrebbe scelto di chiamarsi arrogantemente cosi'. Tante' che molti "esegeti" dell' opera malachiana ipotizzavano un qualche "pietro" di nome "civile" o altre piu' complesse arzigogolature in stemmi ect...
Mai infatti avrebbe nessuno pensato che ci sarebbe stato un "secondo pietro" , vivente quello di prima :-)

PS: ratzie sicuramente e' stato ricattato ben piu' con collo swift ; lo swift e' servito a dare un "senso di necessita'" alla "ditta" , ma l' uomo e' stato piegato con un ricatto personale grave . Daltronde i seminarii non sono luoghi di castita' , i bei segretarii lasciano sempre molto pensare e nel mondo dell' informatizzazione "la bestia" ormai sa tutto.
ws

Nessie said...

Ws grazie per la considerazione. Ma...

"Daltronde i seminari non sono luoghi di castita' , i bei segretari lasciano sempre molto pensare e nel mondo dell' informatizzazione "la bestia" ormai sa tutto".

Ecco, questa tipologia di argomentazioni lasciamola dire alla Littizzetto e alla solita propaganda compagnera. Io non ci voglio nemmeno pensare. Quando c'erano dei papi apertamente omosessuali come nel caso di Paolo VI (l'attore Paolo Carlini fu visto varcare i corridoi delle stanze vaticane e ci sono prove di relazioni segrete tra i due), non nacque nessun ricatto né scandalo.

Ratzinger fu un papa ancora molto prudente e timido, ma qualche sua mossa non è affatto piaciuta a chi di dovere:

1) La Lectio Magistralis contro l'islam a Ratisbona (Regensburg) che sollevò un vespaio nel mondo,con gruppi di estremisti islamici che ne fecero di tutti i colori.
2) il ripristino di liturgie legate alla tradizione come la messa in latino (non gradita alla comunità ebraica)
3) lo sdoganamento dei lefevbriani

Su quest'ultimo punto, c'è una lettera specifica della Fraternità S. Pio X che lo ringrazia per la sua attenzione, ammettendo che non poteva fare di più di così - lettera che ti ho già linkato in altro post pregresso. Ora, caso mai, la cerco di nuovo.

Morale: i mondialisti hanno trovato solidi pretesti per sbarazzarsi dell'uomo. Prova ne sia lo scandalo pedofilia nella chiesa, fatto esplodere proprio in USA. Esisteva prima di lui, esisterà dopo di lui, ma è arrivato Bergoglio e improvvisamente tutto è diventato immacolato e candido come un giglio. Anche i "luoghi di castità", notoriamente chiusi.

Nessie said...

Ecco la lettera dei lefebvriani:

http://www.dici.org/en/documents/comunicato-della-casa-generalizia-della-fraternita-san-pio-x-2/

Credo che sia giusto il punto di vista secondo cui, Ratz ad un certo punto della sua ricerca teologica avesse voluto abbracciare la tradizione; ma il passo successivo sarebbe stato il diniego delle istanze Conc. Vat.II. Ma questo lui non poteva farlo. Sapeva perfettamente che MAI avrebbe potuto farlo, perché tutto ciò non gli sarebbe mai stato consentito.

SWIFT ha pertanto accelerato i suoi propositi di rinuncia.

Anonymous said...

mi sembra che sosteniamo le stesse cose: Ratzie andava eliminato ,certamente anche per le cose che hai enucleato tu.
io aggiungo di mio ho aggiunto che ci devono essere state, determinati , ANCHE pressioni "personali" e che lo swift sia servito essenzialmente ad "ammorbidire" il resto della "struttura" per un cambio che ha visto Ratzie docile e complice grazie alle sudette pressioni " personali".
E probabilmente in questa sua complice remissivita' deve aver pesato anche il ricordo della fine di papa luciani certamente richiamato dalla,altrimenti incomprensibile , vicenda del "corvo".
ws

Anonymous said...

Articolo assolutamente formidabile Nessie! Sono alle strette col tempo per ora mi limito solo a questo.
Scarth

Nessie said...

Ws, già... Papa Luciani. Anche quello è un bel giallaccio irrisolto. Secondo rumors molto insistenti sarebbe stato addirittura accoppato. Cosa avrebbe mai fatto di male una persona tanto mite e gentile in un mese solo di Pontificato? Bah...


Poi a proposito di lotta al relativismo, espressamente contenuta nel libro di Joseph Ratzinger "Senza radici", mi pare che non ci sia niente di più relativistico dell'enciclica "Nostra Aetate", cavallo di battaglia del modernismo e della secolarizzazione. Anche per i profani di cose ecclesiali come la sottoscritta, basta leggerne il testo per capire che l'intento è proprio quello che sta portando la chiesa allo sfascio attuale:

http://www.vatican.va/archive/hist_councils/ii_vatican_council/documents/vat-ii_decl_19651028_nostra-aetate_it.html

non credo che tutto ciò fosse sfuggito alla sua mente di fine teologo, in particolare il paragrafo relativo al rapporto tra il Cristianesimo e le altre religioni.

Nessie said...

Grazie Scarth, poi ripassa.

Anonymous said...

Hai toccato un argomento delicato...molto difficile anche per quelli addentro "alle secrete cose".
E' chiaro che le origini etniche dei due Pontefici sono molto diverse...così è da aspettarsi che anche le visioni del futuro e prossimo regno di Dio(al quale come Primati della Chiesa devono per forza credere) non convergano completamente nei due personaggi.
Anche nella Religione dei nostri Fratelli Maggiori ci sono alcune discordanze tra i due gruppi principali che la compongono(Sefarditi e Askenaziti...hanno due Primati diversi))... discordanze sopratutto sui tempi della venuta(prossimi o ancora un po' da aspettare),le modalità,la figura stessa della prossima venuta del Messia...
Sono argomentazioni Loro,troppo specialistiche per me.....e pertanto a Loro le lasciamo.
Contemporaneamente,però, molte Sette Protestanti,sopratutto in America,a seconda dei l luoghi di provenienza dei loro Fedeli(Spagna,Inghilterra,Germania, Russia)pur vivendo tutti intensamente(a differenza di noi Cattolici) in Era PreApocalittica.... anche loro....disquisiscono sul come e quando,(ma sicuramente presto),ciò avverrà.
I genealogisti(fantasiosi) di tutto il mondo si sono scatenati per ricostruire gli ascendenti e l'albero genealogico dei due Papi(che a differenza del passato non sono un Papa e un Antipapa a capo di due Fazioni).....
Per Papa Francesco sul WEB,"ma"... in "lingua" spagnola(Argentini) alcuni tracciano una possibile origine spagnola dei suoi antenati,con emigrazione in Italia e acquisizione di un cognome proveniente da una piccola cittadina del Piemonte(Bergoglio).
Per Ratzinger,sembra tutto più facile(il WEB,in lingua Italiana ci da decine di ricostruzioni genealogiche,che però si somigliano)....100% tedesco bavarese....nel passato con alcuni antenati convertitisi al Cattolicesimo.
Su Woitila,che non c'entra con questo post,ricordo solo...che molti articoli sulla sua vita parlarono di una possibile discendenza Frankista(Ebrei convertiti in massa,in Polonia al Catolicesimo nel lontano 1800).
Sono tutte ipotesi,(che chiunque può trovare sullla rete),non controllabili da chi legge....e che anche se fossero serie come ricerche...certamente non ci autorizzano a pensare....che diverse,più o meno lontane origini,anche nell'ambito dello stesso credo religioso....portino le Persone a pensarla,poi, differentemente riguardo alla loro comune Religione finale.
Nel giallo intrigante che ci hai proposto,difficilmente risolvibile,forse c'è spazio pure per i genealogisti perditempo.
Saluti Mar

Nessie said...

Il rapporto SWIFT, del quale nel tuo commento non parli, è un fatto. Consiglio di leggere tutto l'articolo in francese testé linkato. Non fa parte delle supposizioni da detective story. Qui si cerca di mettere sul piatto della bilancia quei conti che non tornano. E la Finanza è un formidabile strumento di RICATTO. Poi delle origini genealogiche dei papi ci importa fino ad un certo punto.

Anonymous said...

Se non ricordo male, sulla stessa linea, per un certo periodo durante il pontificato di Ratzinger su disposizione delle autorità italiane furono bloccati addirittura anche gli ATM del Vaticano e fioccarono da "Authority" finanziarie di ogni genere appunti di ogni sorta sul comparto finanziario del Vaticano.
Il tutto, come il resto degli attacchi pressochè quotidiani, cessò come per incanto all'insediamento del graditissimo (da Lorsignori) Bergoglio. Il quale tra le prime cose diede libero accesso alle finanze (e media) Vaticani a soggetti tutti rigorosamente provenienti da un certo apprezzato ambito.
Detto questo le dimissioni (o abdicazione) di Benedetto XVI furono qualcosa di assolutamente anomalo e per una parte del mondo cattolico una ferita mai rimarginata (l'altra parte invece si fregò le mani esultando con gaudio...).
Di certo la Chiesa Cattolica prima dell'avvento di Bergoglio era un seppur acciaccato baluardo che resisteva ancora a quell'assalto assalto finale che ora vediamo in tutta la sua chiarezza su ogni fronte.
Un baluardo ancora con tropo seguito che doveva essere per forza espugnato per completare i piani. L'amatissimo (più che mai da Lorsignori) Bergoglio in breve l'ha resa perfettamente conforme ai Poteri del Mondo e a loro dogmi.
A Ws vorrei dire che se è vera la prima parte dell'Apocalisse, quella dove la Bestia impera lo è per forza quella successiva dove la Bestia viene annientata. L'altra interpretazione di "petrus secundus" a cui mai avevo pensato mette i brividi. Cose drammaticamente affascinanti assistendo alle quali si ha l'impressione di vivere qualcosa di epocale.
Scarth

Anonymous said...

PS: sulle clamorose, anomale dimissioni di Ratzinger permane un qualcosa di non risolto, non spiegato, qualcosa che si sa che c'è ma non si riesce ad afferrare. Tra le singolarità è la almeno apparente manifesta sintonia tra i due Pontefici palesata nelle occasioni pubbliche così come la serenità del Papa Emerito nelle stesse circostanze.
Scarth

Nessie said...

Scarth, le dimissioni di Ratzinger, il portone di ferro sigillato, le stanze vaticane deserte, l'elicottero che lo prelevò, hanno scosso la coscienza dei buoni credenti (quelli, che per intenderci, non si sono consolati subito con le piacionerie del suo successore) , ma anche dei non credenti. Per chi volesse vederne il risvolto politico (come la sottoscritta) questo si può chiamare un "coup d'état" in piena regola made in Vaticano. O se vogliamo esprimerci in termini più trendy, "una primavera vaticana", nel senso che le oligarchie danno a quelle "rivoluzioni" orchestrate e dirette da loro stessi.

Anch'io spero nella seconda parte della profezia circa la Bestia annientata.

Nessie said...

Sulla sintonia dei due Pontefici, credo che sia ad uso telecamere. I due mi paiono alquanto distanti. Tra l'altro trovo di cattivo gusto da parte del "gaffeur" Bercoyote, dire che per lui il Papa Emerito è come un "buon nonno" a cui chiedere consigli. Mi si dica come fa un nato nel 1936 ad essere il "nipotino" di un nato nel 1927. Ci sono esattamente solo undici anni di differenza. Una differenza che non consente a Bergoglio nemmeno di essergli "figlio".

Anonymous said...

Gia'. Serve ad avvalorare la tesi che Benedetto XVI e' proprio vecchio e malandato. Questo figuro gestisce con attenzione i dettagli, anche se sembra uno scarpantibus.

Il sauro

Nessie said...

Chi sarebbe lo Scarpantibus :-)? Bergoglio? In effetti mi hanno sempre colpito le sue scarpacce grosse da contadino e la sua andatura sbilenca con le braccia a ciondoloni.

Vede "vecchi nonni" dappertutto: l'Europa che è una vecchia nonna che abbisogna di sangue allogeno per potersi rivitalizzare, il suo predecessore ecc. Solo lui sarebbe un giovincello?

Johnny 88 said...

Il Bergoglione mi sembra il Romolo Augustolo della Chiesa Cattolica. Il liquidatore finale messo lì per dare la definitiva eutanasia a un'istituzione ormai moribonda da secoli. Peccato che in questo cupio dissolvi di Santa Romana Chiesa c'andiam di mezzo tutti noi.

Nessie said...

Romolo Augustolo è perfetto. Le profezie di Nostradamus sul "papa nero" (nel senso di gesuita) si stanno realizzando. E' riuscito a fare l'inchino perfino a Fidel Castro.

Anonymous said...

Bergoglio in Usa sarà accolto da una suora abortista e da un vescovo omesessuale. "Chi sono io per giudicare il gay?":

http://www.intelligonews.it/articoli/22-settembre-2015/30775/da-cuba-agli-usa-bergoglio-pi-politica-meno-temi-etici

niente temi eticamente sensibili come si converrebbe a un pontefice.

Z

Anonymous said...

http://osservatorio-antirazzismo.blogspot.it/

XYZ

Nessie said...

Z, Bergoglio è un politico e non si occupa né di Ethos né di valori. Quel suo borsone nero da vecchio mercante, fanno di lui un commesso viaggiatore del Mondialismo.

0000000000000000000000000000000000000000

Dopo lo Z, abbiamo anche XYZ? Comunque grazie per il link di questo aggregatore che cercavo. Davvero comodo riunire così tanti blog in un sol colpo, quale che sia la sua finalità.

Anonymous said...

la finalita' e' intimidire. Avvertono che tutto viene registrato in attesa che si trovi " un giudice a berlino" per la bisogna.

In realta' tutti questi zelanti servi che cosi cercano benemerenze " sistemiche",( nemmeno richieste visto che " il sistema" gia' ci sta monitorando tutti di suo ) non hanno ancora capito che il sistema crollera' presto..( insomma tutta saliva sprecata :-))

Comunque la cosa che consiglio sempre e' di calibrare bene le parole proprio per non dare troppo orgasmo a questi piccoli beria ; tanto la questione e' ormai chiara : chi voleva capire ha capito e capisce anche le metafore, mentre chi non ha voluto capire non capirebbe nemmeno ad urlargli nelle orecchie ( no non e' un errore lessicale :-) )
ws

Nessie said...

Scusa ws, di cosa stai parlando, di grazia ? Dell'aggregatore testé linkato?

Anonymous said...

del sito linkato ; dell' "aggregatore" non so... "forse che si e forse che no" .. ce lo dira' lui
ws

Nessie said...

ws, le vie della disinformazione sono infinite, e io non so destreggiarmi nei depistaggi. Pertanto non saprei giudicare un aggregatore che si chiama
http://osservatorio-antirazzismo.blogspot.it/

ma che poi in fondo alla pagina contiene questo disclaimer:

" Al regime democratico, il più spietato e intollerante dei regimi, dà fastidio la conoscenza e lo scambio di informazioni.
Sei pregato di linkare questo blog e di farlo conoscere a tutti.
Grazie"

tu che ne pensi?

Anonymous said...

penso che "antirazzismo" sia "la medicina" e il disclaimer la "goocia di miele", tra l' altro inacidita da quell' affermazione ridicola "il regime democratico IL PIU' SPIETATO ED INTOLLERANTE " che chiaramente prepara e copre quello delle elites ( quello si spietato ed intollerante ) con cui ci stanno cucinando e per il quale quel sito sta lavorando
Daltronde lo sapevamo da tempo che le elites europoidi ( molto piu scadenti di "chi le comanda" ) hanno deciso per il loro "lager" una "battaglia di internet" che nei loro sogni dovrebbe portare tutti quelli " che non la bevono" davanti ad un" giuduce a berlino".
Ovviamente falliranno , ma comunque sempre prudenza con gli zeloti , specie quando sono particolarmente ottusi
ws

Nessie said...

Grazie, ws. Anche a me sembra una schedatura bella e buona e ben compilata dei blogger non allineati al Pensiero Unico. Camuffata per mezzo di quel disclaimer voltairiano, da controinformazione. A che pro, sennò, radunare tutti quanti in un sol colpo anche se magari tra di loro non ci incastrano un bel nulla?

Anonymous said...

Lo abbiamo detto mille volte: l'accusa di razzismo serve solo a tenerci buoni.. Il fatto e' che ci vogliono sommergere con milioni di persone. L'osservare che la maggior parte di questi siano molto diversi, fisicamente e culturalmente, da noi e' un altro fatto. Ma e' il numero a fare la differenza. Fossero anche simili non cambierebbe il fatto che di invasione si tratta. Se pero' aggiungiamo che molti di questi hanno abitudini assai poco urbane, il razzismo viene da se'. Quindi: chi provoca il razzismo e' chi ci vuole costringere alla coabitazione forzata con popoli che chiamare primitivi e' un complimento. Coabitazione, ma solo fino a quando il numero degli invasori non ci avra' totalmente sopraffatto. Al che, se c'e' qualcuno che deve incazzarsi quelli siamo noi, non gli "antirazzisti" che, sia detto per inciso, si vedono solo sui mezzi di informazione e comunicazione. Sulle nostre strade sono una infinitesima minoranza.

Il sauro

Nessie said...

L'accusa di "razzismo" per chi fa dell'Import-Export di situazioni criminogene come quelle a cui assistiamo quasi quotidianamente nelle nostre città, non solo serve a "tenerci buoni", ma addirittura ad immolarci alla causa eurocratico-mondialista, quale CARNE da MACELLO. Colgo qui l'occasione per rispondere a quelli (come anche Giulietto Chiesa) che RIPETONO lo stanco mantra del "scappano dalla guerra". La gang dei latinos a MI, dove si praticano riti iniziatici violenti, come lo stupro di gruppo e l'omicidio; dove abbiamo già assistito a efferati crimini e delitti gravi come l'amputazione degli arti per mezzo di machete di qualche nostro cittadino malcapitato:

http://www.leggo.it/NEWS/MILANO/milano_barrio_latinos/notizie/1581375.shtml

qualcuno deve spiegarmi se i latinos, "scappano dalle guerre" del loro continente.

Sull'antirazzismo intenettiano. Verrà il momento che non avremo più alcuna voglia di scrivere, perché saremo impegnati a doverci difendere fisicamente. E allora questi "osservatori" se li possono mettere non ti dico dove.

Anonymous said...

vorrei solo aggiungere che se il "tenutario" e' quello che penso io , trattasi di un soggetto particolarmente abile ( direi quasi "affascinante" ) ma altamente pericoloso.
In ogni caso non usate i suoi "link" come piattaforma intermedia per andare sui siti linkati ; Se volete frequentare alcuni di quei siti copiate la pagina degli indirizzi uscite dal browser e poi lanciateli incollandoli su una pagina browser nuova per poi eventualmente aggiungerli al vostro segnalibri.
ws

Anonymous said...

chiesa e' "l' amico di gorbaciov" ( e ho detto tutto :-) )
ws

Nessie said...

Stuzzichi la mia curiosità...Mi piacerebbe sapere chi è QUEL soggetto che ipotizzi :-). Comunque, grazie per gli utili consigli.

Anonymous said...

Questa di Bergoglio che per dimostrare di essere buoon cattolico è disposto a recitare il credo, le batte tutte:

http://www.corriere.it/esteri/15_settembre_22/papa-francesco-stati-uniti-comunista-se-volete-recito-credo-17bd60b2-616b-11e5-9c25-5a9b04a29dee.shtml

Z

Nessie said...

E' una vergogna per i martiri cristiani che hanno testimoniato l'appartenenza al loro credo religioso con ben altre prove, che non la recita di una preghiera in pubblico!

E ne ho sentito un'altra. Intervistato ai microfoni del TG ha detto "Forse nelle mie dichiarazioni sarò stato un po' "sinistrina"".

Ma dove l'hanno pescato un simile minus habens? Nelle scatole dei detersivi?

Anonymous said...

Si' nel Tide.

Anonymous said...

Vedo che citate spesso i termini razzismo e antirazzismo,ormai usati come arma per tacitare qualsiasi tentativo di difendere una identità culturale comune a più persone... o di proprietà di beni,che sono costati,a tali individui secoli di fatiche ,generazione dopo generazione...e che nelle evoluzioni parallele,alla fine portano ai divari tra le situazioni socio/economico/culturali,tra i vari gruppi di abitanti della terra... e che macroscopicamente si vedono.
Altro è considerarsi razza superiore,per motivi che convincono solo chi si crede di esserlo,senza motivazioni di sorta ,se non una loro convinzione.
Ma non sono certo gli Italiani a considerare se stessi,razza superiore "a prescindere"....Nei vari campi avanzati della cultura,siamo avanti per solo frutto di ingegno e sudore della fronte...non per grazia ricevuta.
Possediamo circa il 70% della produzione artistica mondiale e tutto ciò si può si può vedere e toccare....Come l'ha ben definito ad una intervista la Meloni....quello del patrimonio artistico culturale è il nostro petrolio..ma non ci è venuto dal sottosuolo o "dall'alto dei cieli",per decreto...ce lo siamo sudato!!!!!E intendiamo preservarlo per il futuro.
Finisco il commento qui....noto che le accuse di razzismo contro gli altri...in genere lanciate da vari(fortunatamente limitati) gruppi sociali nel mondo....sono spesso direttamente proporzionali al razzismo intrinseco di chi le lancia sia verso " destra"...che "a sinistra" ,alla bisogna e secondo i luoghi o gli avversari da osteggiare.

P.S.Per l'Italia che è il risultato di un aggregato di razze....Celti,Germani e Slavi nel Nord.....Mediterranei,Popoli semitici vari, inclusi(in abbondanza) gli Arabi nelle coste... e solidi Montagnardi della costola appenninica(forti e gentili). Chi parla di Razza e qundi razzismo in Italia è un cretino e ignorante insieme...Abbiamo addirittura gli Svevi e i Vikinghi(col cappello con le corna) al Sud.
Alcuni nostri stupidi governanti,ossequiosi ai L'Oro datori di lavoro,spacciano invece il tipico e spesso fruttuoso "campanilismo Italico"... per razzismo....per raccogliere punti (come al supermercato)...alla fine gli regalano qualche padella(speriamo in faccia)..
Un melting pot di razze come l'Italia accomunate solo da una "comune" spontanea genialità,tradizione,lingua e religione non può essere tacciata di "sindrome ereditaria razzista"...come altrove purtroppo avviene....Quel po' che abbiamo ce lo siamo sudato.
Infatti "resistere" per non vedere secoli di fatica per migliorarci,buttati alle ortiche,con i "fatti epocali",inaspettati, che qualcuno subdolamente ci sta organizzando.... e vuole farci digerire(per via inversa)....non è "razzismo".... ma il più sacrosanto "spirito di sopravvivenza".
Saluti Mar

Nessie said...

Esatto, Mar, puro e sacrosanto spirito di sopravvivenza. Non se ne può più di accuse preventive da parte di chi vuole fare dell'Italia la nuova Cartagine dove non deve crescere manco più un filo d'erba.

Nessie said...

Chi è l'anonimo del TIDE? è vero, una volta nel TIDE c'erano i giocattolini a sorpresa.

Anonymous said...

No, purtroppo Bergoglio è tutt'altro che uno sprovveduto inoltre deve avere dei consiglieri formidabili per certe mosse. Tra l'altro tutto molto simile a quanto accaduto dopo certe "spontanee rivoluzioni"... E oggi è andato a rendere omaggio al suo signore portando in dote l'intera Chiesa Cattolica appena conquistata.
Scarth

Nessie said...

Scarth, ammetterai che decoro e dignità ecclesiale sono elementi che scarseggiano in lui. E mai come in questi casi, la "forma" è "sostanza". Per il resto, abbiamo visto bene che oggi è andato a portare in dote al suo padrone "abbronzato", le macerie della Chiesa.

Poi quella battuta sulla "sinistrina" è addirittura patetica e ridicola, una strizzata d'occhiolino all'indirizzo dei suoi amichetti di Repubblica.

Hector Hammond said...

Bellissimo! Mi piace quest'articolo , la chiesa muore perché non nascono più cavalieri a sua difesa,ma si gradiscono plebei specie se non europei, in fin dei conti l'egualitarismo è stato un sottile veleno. La chiesa della plebe alla fine si autofagocita.

Nessie said...

Più che la chiesa della plebe, mi sembra la chiesa di Ban-ki-Moon e dell'"esportazione della democrazia" in Vaticano. Non mi stupirebbe se le stanze e i palazzi vaticani finissero nelle mani dell'UNesco con la scritta "patrimonio dell'Umanità". Quella dell'ONU.

habsburgicus said...

forse può interessare...articolo duro, inquietante, che fa pensare
http://www.maurizioblondet.it/un-papa-allarmante-anche-se-non-siete-credenti/

Nessie said...

Ottimo! Grazie.

Anonymous said...

Vi consiglio lettura del CAMPO DEI SANTI.
Scritto 43 anni fa.
EL PAPA, che sembra l'attuale Francesco I°, ha un nome un pò particolare......
indovinate un pò ?
Massì BENEDETTO XVI°.
Un caso ?

Anonymous said...

in realtà, tra gli errori denunciati da Canfora ce ne é uno che non viene contemplato nel tuo interessante articolo. La dichiarazione é questa: "Fratres carissimi Non solum propter tres canonizationes ad hoc Consistorium vos convocavi, sed etiam ut vobis decisionem magni momenti pro Ecclesiae vitae communicem. (…)
Bene conscius ponderis huius actus plena libertate declaro me ministerio Episcopi Romae, Successoris Sancti Petri, mihi per manus Cardinalium die 19 aprilis MMV commissum renuntiare ita ut a die 28 februarii MMXIII, hora 29 (sic), sedes Romae, sedes Sancti Petri vacet et Conclave ad eligendum novum Summum Pontificem ab his quibus competit convocandum esse”

E l'ora 29 non é mai venuta. Ergo Ratzinger é ancora papa...

Ethenajo

Nessie said...

Grazie per questa rassicurante interpretazione.

Bet said...
This comment has been removed by the author.
Bet said...

Chiedo scusa per l'OT, ma:

@ gentilissimo Mar, l'Italia non è un aggregato di razze, semmai di etnie e tutte caucasoidi. Insomma non siamo dei meticci, anche se la vulgata del NWO vuole suggerire altrimenti. L'Italia mediterranea è neolitica ma non semitica, non siamo ebrei e men che meno arabi e fino a prova contraria i raid pirateschi non hanno mai cambiato la genetica, altrimenti con questa logica sarebbero arabi anche i francesi che pure hanno avuto, come noi, la loro parte di scorrerie nel sud anche se non se lo ricorda nessuno.

Certe 'dubbie' paternità sono buone solo per lorsignori-sapete-chi e la loro agenda di mescolamento forzato con tutti gli extra di tutte le razze che riescono a importare in questo disgraziato paese ("siete già mescolati, quindi di che vi lamentate"?) per cui meglio archiviarle una volta per tutte.

Un saluto cordiale da Bet.

Anonymous said...

BlOndet ti legge
http://www.maurizioblondet.it/ratzinger-non-pote-ne-vendere-ne-comprare/

Paolo Katechon said...

Beh, se è tutto vero non è altro che la conferma del dominio delle banche su tutto e tutti. Ci vuole una bella faccia tosta a prendere il posto di Benedetto XVI sapendo che è stato costretto a dimettersi non certo per motivi di salute.

caposaldo said...

Comunque, chiosa finale su Ratzinger-Bergoglio, mastini del calibro di Socci e Blondet sono al lavoro....questo non e' un blog religioso, e mi scuso, ma a me ha sempre colpito Fatima: il sole fece numeri strani davanti a decine di migliaia di persone! La Madonna ha sempre raccomandato (tramite suor Lucia) di divulgare i segreti per intero, ma i Papi -prima di questo falso profeta- non hanno mai avuto il coraggio di farlo. Perche'? Siamo sicuri che la cosa riguardasse solo la Russia da convertire? E non piuttosto (penso io) riguardi anche l'attuale padrone unipolare e quindi la cosa era troppo enorme per i Papi ? E' solo un sospetto, sia chiaro, ma spiegherebbe il silenzio anche dopo la caduta dell'Urss. Comunque purtroppo ci siamo: Ratzinger nel 1984 ancora cardinale disse che la profezia coincideva con l'apocalisse (apostata, poi l'anticristo, persecuzione dei veri cristiani ecc.).

Nessie said...

Non mi intendo di profezie. Ma a giudicare quel che sta accadendo potrebbe essere come dici. Bergoglio con l'ultima lettera al Corriere su Martini e con tutti i comportamenti di queste ore a Cuba e in Usa, si colloca nell'apostasia. Da notare che gira pure a capo scoperto.

caposaldo said...

...c'e' anche questa chicca http://www.ilgiornale.it/news/mondo/se-attivista-gay-legge-messa-papa-francesco-1177329.html forse se facevano Papa don Gallo (pace all'anima sua) era meglio.

Nessie said...

Oltre che all'apostasia, siamo alla più aperta blasfemia. Ormai tutto quello che fa questo figuro è solo una tragica pupazzata.

Starsandbars/Vandeaitaliana said...

Ciao Nessie...

Interessante. Sai che il tuo post, ripreso da Maurizio Blondet , sta facendo il giro su Facebook ?

Nessie said...

sì, grazie ho saputo. Ciao