12 April 2015

Censurate anche queste!

Come è noto la pagina su Facebook di Salvini è stata sospesa perché ha usato ripetutamente il termine "zingari" invece di quello onusiano di rom che altro non significa che "uomo". Ma va là?  E per essere considerati esseri umani c'è bisogno di dedicarsi al furto, alle rapine, di costringere i bambini all'accattonaggio?
La verità è che le autorità statali tollerano e fanno supersconti  di pena ai loro furti e rapine nelle nostre case dove si permettono anche di fare liste di proscrizione mediante speciale segnaletica di graffi e incisioni sulle cassette postali  quale loro codice; tollerano i  loro omicidi (caso Mailat a Tor di Quinto che ha stuprato e ucciso la signora Giovanna Reggiani, caso Ahmetovic coi 4 ragazzini di Macerata travolti mentre guidava ubriaco e senza documenti, l'amaro caso della povera ventiduenne Vanessa Russo uccisa da due giovani nomadi  con la punta dell'ombrello nel  cranio, alle quali la nostra stampaglia ha offerto loro il beneficio dell'anonimato: una vergogna!
Ma poi non sopportano che li si chiami col loro nome. Uh lallà, quanta pruderie  verbale! A che punto ci hanno ridotto con l'industria mondiale  della mordacchia terminologica e del politicamente corretto! Per i patiti della riscrittura del nostro dizionario italiano, ecco dove e come possono sbizzarrirsi a censurare, cancellare, occultare e manomettere: canzoni, romanze d'opera, narrativa (Victor Hugo in Notre Dame de Paris e Prosper Mérimée in Carmen), articoli e molto altro ancora, contenenti la parola incriminata. 

Zingara (canta Bobby Solo) - c'è anche la versione di Iva Zanicchi

Gli zingari (canta Dalida)

Noi siamo zingarelle da La Traviata di Verdi


Coro degli Zingari (Chi del gitano la vita abbella)  da Il Trovatore di Verdi


Abbietta zingara, fosca vegliarda da Il Trovatore (Verdi)

Chanson Bohème dalla Carmen di Bizet

Da ultimo un articolo tratto da un lucido e obiettivo reportage  di Indro Montanelli dall'archivio del Corriere della Sera dal titolo "Viaggiai sul carrozzone degli zingari" del 30 dicembre 1995. Oggi glielo avrebbero censurato, dato che scrivere la verità è penalmente perseguibile.  Bastano pochi anni e tutto cambia. In peggio. 

62 comments:

Anonymous said...

Aggiungi alla tua colta lista musicale...Der Zigeunerbaron(lo zingaro barone) di Johann Strauss....
Certo li potremmo chiamare come dal francese "gitani" italianizzando tziganes....a sua volta dal tedesco "zigeuner"....che alla fine...ha dato origine alla parola(on n'y soit qui mal y pense)"zingari"usata,senza provocare orticarie... in tutta Europa meno che in Inghilterra.
Nei paesi anglofoni usano "gipsy"....forse da una tradizione(di cronisti,copisti monaci) medioevale che fa derivare quel termine da "egyptiens" ....."una moltitudine di popolazioni egizie che ai tempi dell'Esodo uscirono insieme al popolo di Israele,per raggiungere la terra di Canaan....che però poi si dispersero,continuando il loro viaggio nel vicino oriente("E una gran turba di gente d'ogni specie partì con loro"...Esodo...12-18).
Certo,alla nostra età, dovremmo buttare TUTTI... i nostri vecchi,amati (e anche nuovi) dizionari che usano questo termine,universalmente diffuso "senza vedervi malafede"...impreparati,come siamo, all'uso di un nuovo termine di fresca manifattura.....
Due in particolare..
-Il glorioso(inizio novecento) ...etimologico Pianiggiani...disponibile anche in linea...che fornisce una dotta storia della parola in questione....da andarsi a leggere
-da collezionista incallito di "tutto",leggo in una piccola enciclopedia tascabile del 1853 a cura di Antonio Bazzarini,per la voce "zingari"...."genti nomadi,che vanno attorno,predicendo la buona ventura...e ladroneggiando"....
Un libro che se continuano(come talvolta succede tra gli ultimi a governarci) a capitarci anche,purtroppo, alcuni ignoranti(almeno per quanto riguarda la linguistica,e la sua storia)...dovrò buttare,perchè in odore d'eresia,pur essendo solo un "pacifico reperto storico".
Piuttosto!!!!! ...passando a cose "più" SERIE...brutte notizie ,sul fronte Johnny,se vai a leggere nel suo sito.
Saluti MAR

Huxley said...

Ciao Nessie, non so se ti è capitato di passare per il blog di Johnny Doe. C'è una comunicazione della figlia che ci annuncia che il padre è venuto a mancare. Una voce libera in meno, mentre i ruffiani, marchettari, opportunisti sono in continuo aumento. Saluti

Anonymous said...

Nessie, io penso che lo faranno davvero. Censureranno veramente la Traviata, la Carmen, eccetera. I libretti saranno riscritti secondo la neolingua approvata dal pool politicamente corretto. La sequenza è abituale: qualcuno farà la proposta, altri si troveranno d'accordo, il tam tam mediatico appoggerà vigorosamente l'iniziativa. A quel punto chi osasse esprimere un parere contrario diventerà subito razzista, xenofobo, fascista. Quindi le modifiche saranno eseguite, le compagnie e i teatri dovranno adeguarsi. Un tempo pensavo che questa fosse fantascienza, ora lo credo sul serio. Non mi sento catastrofista né isterico, lo credo lucidamente. Basta attendere.
Woody.

Massimo said...

Una bella raccolta di zingarate ... :-)

Nessie said...

Ciao Huxley, che triste notizia mi avete dato in questo crudele aprile! Johnny che sembrava un eterno ragazzo sempre un po' scapestrato è venuto a mancare. Propongo che i lettori del mio blog vadano sul suo "Dalla parte del torto" per un commosso pensiero a sua figlia che ci ha voluto imformare della sua scomparsa.

A proposito di Rimbaud che lui amava tanto la sua poesia più famosa titola in italiano "Zingaresca" (Ma bohème). Si potrà ancora scrivere?

Hux, ripassa quando vuoi, e cerchiamo di essere uniti e solidali, almeno tra noi. Non è più tempo di scaramucce interne per delle futili facezie.

Nessie said...

Due strofe di Ma bohème (Rimbaud) dedicate a Johnny:

Je m'en allais, les poings dans mes poches crevées ;
Mon paletot aussi devenait idéal ;
J'allais sous le ciel, Muse ! et j'étais ton féal ;
Oh ! là ! là ! que d'amours splendides j'ai rêvées !

Mon unique culotte avait un large trou.
- Petit-Poucet rêveur, j'égrenais dans ma course
Des rimes. Mon auberge était à la Grande-Ourse.
- Mes étoiles au ciel avaient un doux frou-frou...
--------------------------------------
Me ne andavo, i pugni nelle tasche sfondate;
E anche il mio cappotto diventava ideale;
Andavo sotto il cielo, Musa! ed ero il tuo fedele;
Oh! quanti amori splendidi ho sognato!

I miei unici pantaloni avevano un largo squarcio.
Pollicino sognante, nella mia corsa sgranavo
Rime. La mia locanda era sull'Orsa Maggiore.
- Nel cielo le mie stelle facevano un dolce fru-fru

Anonymous said...

A proposito di Salvini....visto che alle europee(pur essendo di Roma) dietro raccomandazioni di Johnny l'ho preferita alla piccola/combattiva/coraggiosa/nostrana Meloni...che temevo non raggiungesse il "minimo"... e che invece,poi ha sfiorato......
Perchè non butta al cesso quel "ridicolo orecchino" ostentato,e che si vede in alcune sue foto, all'orecchi(a) "sinistra",che non lo fà né pirata,tantomeno...."altro",conoscendolo anche se poco.....ma solo un minuscolo,inflazionato "borgataro"!
Salvini ,se vuole rappresentare l'Italia,mosaico di differenti ...ma solide e valide culture regionali e comunali.....voli un po' più in alto,e rappresenti anche nella sua immagine esteriore i valori,profondi, che riuniscono comunque questo splendido Paese dalle mille tradizioni......che è...l'ITALIA:
Saluti Mar

Nessie said...

Mar, purtroppo anche in Francia, patria di Voltaire,della libertà di stampa, e del "droit d'expression" in generale, è arrivato quel che Massimo chiama il "politicamente corrotto" (non è un refuso). Ora quello che prima compariva perfino nelle scatole delle loro sigarette (les Gitanes), li chiamano col termine "Gens du Voyage":

http://www.lefigaro.fr/actualite-france/2013/07/08/01016-20130708ARTFIG00393-gens-du-voyage-roms-des-realites-bien-differentes.php

Nessie said...

Grazie Massimo. Ho dimenticato di citare anche Nada e "Il cuore è uno zingaro"
:-)

https://www.youtube.com/watch?v=F49b615Z7tw

Nessie said...

Su Salvini, e l'orecchino (mettiamoci pure le felpe) sono d'accordo. In questo momento è in onda da Giletti. Dovrebbe anche fare più fatti e meno parole. Salvini a parte le guasconate verbali, a mio avviso nei fatti è un "moderato", tenuto conto che vorrebbe far sgombrare i campi rom per dar loro le case. Mi spiace, ma non sono d'accordo. Anche perché laddove ci sono state assegnazioni di villette ai sinti, alla fine le hanno trasformate in aree di nuovo degrado. Alla faccia di poveri Italiani che invece perdono la casa e dormono in macchina.

Nessie said...

Woody h. 11, 09 - Purtroppo qualunque scenario fantascientifico è già realtà, ivi compresa la tua ipotesi tuttaltro che peregrina. Montanelli nella sua "Stanza" del Corriere del 1995 (quindi solo pochi anni fa), rispondendo a una signora sul tema "zingari", conclude realisticamente nel suo articolo

"Quindi, cara signora, la sua domanda e' del tutto pertinente. E' assolutamente impossibile istillare negli zingari il concetto di proprieta' e quindi educarli al lavoro come mezzo per conquistarsela. Ma temo che sia altrettanto impossibile far capire tutto questo ai nostri pietisti, religiosi e laici, che farneticano di "integrarli"".
Il Nuovo Ordine Mondiale si basa sulla mitizzazione ed esaltazione delle "minoranze" considerate "eterne vittime" anche se carnefici.

Anonymous said...

Nessie, Nino Spirlì nel suo blog sul Giornale la pensa come te sulla violenza effettuata nella nostra lingua:

http://blog.ilgiornale.it/spirli/2015/04/11/opera-via-gli-zingari/

Z

Nessie said...

Mi fa piacere che anche Spirlì, la pensi come la sottoscritta. Ma la mia antologia è più esaustiva della sua :-). Qui però, c'è un altro suo articolo pregresso sulle ricchezze e il bottino accumulato da loro durante le rapine che lascia di stucco:

http://blog.ilgiornale.it/spirli/2014/01/22/zingari-carichi-doro-con-case-ed-utenze-gratis-paga-litalia/

vittimizzare "minoranze" così altamente "democratiche" da disporre pure di un Principe a capo della loro comunità la dice lunga sul regime mistificatorio che ci stanno imponendo a viva forza.

Potremmo pure rinunciare alla democrazia europea dei "non eletti", per mettere un bel pasciuto Principone ricco anche da noi.

Maria Luisa said...

voleco anche ricordare il film la ragazza di Boemia, che era anche chiamato:siamo zingarelli.
c'è anche un ballo chiamato "zingarella o zingirella", assomiglia un po' alla mazurka.

Maria Luisa

PS
faranno abolire dal dialetto ferrarese zzingan e zingana?

Nessie said...

Ciao Maria Luisa, in effetti sono di una ridicolaggine criminale. Sì perché NON perseguire chi ruba, delinque e talora uccide per accanirsi sulle denominazioni significa soltanto una cosa: nelle varie operazioni di esproprio e di saccheggio (tasse, balzelli, titoli tossici, immigrazione fuori controllo, incremento della criminalità allogena ecc.) è contemplato anche l'esproprio della nostra LINGUA ITALIANA e della nostra cultura.
Intanto quei solerti giudici o quelle zelanti organizzazioni momdialiste dovrebbero perseguire chi ci chiama "gagé" (che nel linguaggio zingaro significa "coglione"). Bella roba!

Anonymous said...

Che brutte notizie oggi. Oltre che umanamente, la perdita del nostro Johnny, e' tragica in ragione della qualita' della sua passione. Se si potesse fare qualcosa di un po' piu' concreto, per manifestare il nostro cordoglio, io sarei disponibile.

Il sauro

Anonymous said...

Ma i censori poco fa non erano tutti Charlie?
Scarth

Nessie said...

Sauro, sono d'accordo. Johnny era infaticabile e ci mancherà.

Scarth, sai come è facile essere "tutti Charlie" quando poi il giornaletto satirico era violentemente blasfemo contro i simboli cristiani? I "permissivi" di Charlie sono invece i censori terminologici di tutto il resto.

Anonymous said...

Leggo ora di Johnny Doe, mi dispiace.
Scarth

Vanda S. said...

Nessie, grazie per averci informato della scomparsa di Johnny: che tristezza! Ho lasciato un messaggio sul suo blog.
I migliori ci lasciano sempre troppo presto!

Nessie said...

Sono stata a mia volta informata da Huxley e da Mar. Mi ero insospettita e preoccupata perché lui che era così assiduo nell'aggiornare la pagina, era qualche mese che non lo faceva.

E' il secondo amico che perdiamo in 10 anni di blogging. Il primo è stato Marcello detto Sarcastycon al quale è stato dedicato l'aggregatore "Il Castello".
Che tristezza!

Vàturu Sayli said...

Salve Nessie
e a tutti gli amici buona serata

citerei anche Lolli con i suoi
zingari felici :))

https://youtu.be/_BMsIOe2ryI


Nessie said...

Grazie. Che significa in lingua sarda il tuo nick?

Vàturu Sayli said...

Sa Defenza in sardo sta per difesa ,

difesa del terra della lingua del popolo della tradizione, in altre parole nazionalismo e indipendenza ... abbiamo anche la madonna de sa defenza, madonna della difesa, il paese dove c'è la chiesa campestre a lei dedicata è Dònori
durante la seconda guerra negli anni 40 vi è stato in visita anche Ratzinger , in quei tempi era il cappellano militare delle SS...



Vàturu Sayli said...

Vàturu sta per Valter Sayli è un acronimo Sardus Abay Yhaku Libertat Indipendentzia che signififica che il padre dei sardi è Yahvè e desidera la nostrra libertà e indipendenza

Vàturu Sayli said...

Inoltre l'avatar della bandiera lo sfondo è il colore del sardio ( la famosa tribù scomparsa Dan studiosi sardi dicono siano i nostri padri shar-dan ovvero principi di Dan) il simbolo centrale rappresente un antropomorfo che potete vedere sui menhir di frontespizio nel blog e sono simboli sia maschili che femminili, poi i tre colori nero bianco rosso delle strisce sotto di rappresentano i colori nazionali sardi.

Nessie said...

Siete secessionisti e indipendentisti o nazionalisti con un'attenzione di riguardo per la vostra regione?

Vàturu Sayli said...

Non siamo secessionisti , la nostra è una nazione, e sai bene che abbiamo una lingua una terra un popolo e la nostra tradizione che non è italiana. Tu sai che nella prima guerra mondiale a Emilio Lussu ufficiale combattente nel confine austriaco con altre migliaia di sardi hanno sfondato le loro linee e dato il trentino e il sud Tirolo all'Italia, a lui ed ai combattenti sardi fu promessa l'indipendenza .. poi però la svolta e il tradimento .. hanno portato la nostra terra ad essere la colonia italiota che conoscete...

Nessie said...

Capisco. Ma anche l'Italia è a sua volta una colonia di NeuroLandia.

Vàturu Sayli said...

eheheheh è vero Nessie ...

sicuro che dobbiamo lottare contro le élite mondiali che vogliono la de-popolare Gaia per poterne usufuire in modo esclusivo con le loro piccole e sevizievoli caste politiche che costringono noi tutti a fare gli operaietti per dar loro da mangiare senza che si debbano sforzare nell'umiliante lavoro nei campi o altrove...

Nessie said...

Eh, eh, volevano fare un mondo solo (ONE WORLD), una lingua solo (l'Inglese), una moneta unica, un pensiero unico, ma sono solo riusciti a renderci dei gelosi segugi che fanno la guardia al loro piccolo territorio. Almeno da questa nostra reazione di difesa territoriale e identitaria, bisogna dire che le élites hanno fallito.

Vàturu Sayli said...

si, solo che questi cani assatanati non vogliono mollare l'osso, e se le piccole nazioni pongono loro non pochi problemi, insistono nei loro programmi disumani...

meno male che, forse, abbiamo un alleato in Putin che si batte contro l'impero del male...

Nessie said...

Forse...Ma la libertà e l'indipendenza è merce rara e non te la regala nessuno. E noi dobbiamo fare la nostra parte.

Vàturu Sayli said...

... si condivido , libertà e indipendenza, ce la dobbiamo prendere :))

Nessie said...

Intanto vale sempre la pena di ricordare il famoso (o famigerato) "codice zingaro" sui citofoni, campanelli o cassette delle lettere:

http://www.vitadamamma.com/99270/i-segni-degli-zingari-per-rubare-nelle-case-facciamo-molta-attenzione.html

questi che godono di tutte le licenze di furto, di rapina, di accattonaggio, ecc. ci tolgono perfino la libertà di assentarci da casa perché ciascuno dei condomini viene contrassegnato da un segno del loro codice (triangoli, rette parallele, pallini, ecc.)

Anonymous said...

Blogger Vàturu Sayli said...

meno male che, forse, abbiamo un alleato in Putin che si batte contro l'impero del male...

============

Vero è che Putin, al momento, rappresenta il male minore, ma la nostra storia nazionale dovrebbe averci ABBONDANTEMENTE INSEGNATO che affidarsi all' alleato per conquistarsi qualcosa è quasi sempre equivalso ad un cambio di padrone.

Poco più o poco meno.

========

Tornando in tema, a proposito di immigrazione e di rom, mi chiedo se è mai possibile che tutti coloro che pubblicamente si battono contro questa invasione, attuata in modo surrettizio e subdolo oltreché irragionevole, si facciano invischiare in discorsi manichei e melensi posti in atto da abili interlocutori ai quali basterebbe opporre un semplice ragionamento attinente la condotta civica e civile ( loro grandi cavalli di battaglia, fasulli ovviamente ) per metterli alle corde e sbugiardarli una volte per tutte, mostrando al pubblico dei creduloni quale sia la vera natura "caritatevole" di questa gentucola più falsa di una moneta da 3.50 €

Non ultime, tra questa canea di neopauperisti, le ormai indigeribili Veronica Gentili e la gallina-snob Claudia Fusani.

A volte mi chiedo se chi rappresenta pubblicamente le istanze che condividiamo "ci sia o ci faccia", dato che immancabilmente finisce con l' offrire il fianco a questi squallidi personaggi.

Paulus

Anonymous said...

Evviva l'Italia!!!!!...quel poveraccio che disse..."l'Italia è fatta facciamo gli Italiani"...non aveva capito proprio niente
Leggo...
-e sai bene che abbiamo una lingua una terra un popolo e la nostra tradizione che "non" è italiana
-....che signififica che il padre dei Sardi è Yahvè e desidera la nostra libertà e indipendenza...
-(la famosa tribù scomparsa Dan... studiosi Sardi dicono siano i nostri padri shar-dan ovvero principi di Dan)
E' piacevole leggere il tuo blog,perché si impara sempre qualche cosa di nuovo...però qualche "piccola" rettifica...va fatta.
"Dan" e Neftali(suo fratello) sono figli di una concubina....Balla(???)...ancella.. se vuoi serva di Rachele,prima moglie legittima di Giacobbe....una "seconda" stirpe.... Nemmeno è considerato...Dan e figlio...nei 70,numero magico,e importante della stirpe considerata legittima degli entrati in Egitto(per loro c'un numero aggiuntivo a parte)....
Quindi il titolo principesco....di Dan.... sembrerebbe pura invenzione di studiosi(?)Sardi(Vedi Giuseppe Flavio,Antichità Giudaiche,libro II,para.181).
Ricordo che un'isola ben più estesa....l'Inghilterra "pretende" di essere stata abitata e fondata dai discendenti di Isacco....i Sachsons....alias i Sassoni(vedi la dotta esposizione del Rev.G.A.Roberts del '27...British History)e che per gli "Hanover,Sassonia,Gotha, Coburgo" alias i regnanti Windsors,più di un genealogista li fa discendere niente di meno che da David.....il Re dei Re "al quale non sarà mai tolto lo scettro"(senza che loro,i Windsors, smentiscono).
Che debbo dire sulle tribù scomparse,argomento tanto di moda,visto che anche gli zingari(vedi gli studi di Sàndor Avraham)....e gli indiani d'America sono accreditati come probabili tribù disperse.....
Io ingurgito tutto,poi lo digerisco,ed infine,finito il processo digestivo.......lascio a Voi il finale.
Un'unico fatto storico,che con Dan non c'entra niente,durante l'impero di Claudio...in Roma ("Crhesto Impulsore" ,come ci racconta Svetonio),ci furono sommosse...e Claudio confinò 3000 Ebrei(allora Giudei,non Daniti...Svetonio, Vita Claudii, 23.4 - "Iudaeos, impulsore Chresto assidue tumultuantes Roma expulit". )in Sardegna.
Inoltre,col tempo,in tempi più recenti,...nel nord della Sardegna...si ebbero in periodi di inquisizione,e guerre di religione(in Catalogna e Provenza)...grandi migrazioni di Catalani(molti dei quali Ebrei)...che tanto hanno contribuito alla cultura locale(girando per,p.e., Alghero,le strade hanno la scritta bilingue).
Che debbo dire a questo punto ,all'amico Sardo,convinto della sua battaglia di indipendenza della sua Patria ristretta,ma che fa una battaglia diversa dalla mia,e di tanti altri( e cioè un'Italia,come è oggi,ma unita,superando i campanilismi)... Gli posso fare un augurio di poter ottenere l'autonomia tanto desiderata...e poi ,magari ricongiungersi,con gli antichi suoi(presunti) antenati....verificando se i rispettivi presupposti storici(che ad oggi non quagliano) poi collimano.
Una tirata d'orecchie,comunque, ai tanti autonomisti,che "stupidamente" fanno il gioco dei nostri padroni....Cerchiamo di essere più "seri e costruttivi",se vogliamo resistere,alla dose di schiaffoni alla quale siamo soggetti tutti i giorni....con le risate e gli scherni,per di più, di chi si diverte(e ci riesce) a dividerci.
Saluti Mar

Anonymous said...

Ciao a tutti,
ho appreso ieri sera, con dispiacere, della scomparsa di Johnny Doe, una preghiera per lui ed un pensiero alla sua famiglia. Era un blog che, come il tuo, seguivo quotidianamente.
Tornando al tuo post sugli "zingari", che poi SONO E SONO SEMPRE STATI zingari (e sul "codice zingaro" tu forse ne sai qualcosa), per come vanno le cose, se uno dice "cazzo" va bene, non è una parolaccia, ma se dice "zingaro" è razzista, strano modo di modificare l'(ex)italiano.
Eh, la neolingua ed i neolinguacciuti!
Laura

Anonymous said...

Questa è l'ultima ciliegina in ordine di tempo.
Aspettiamocene delle altre....
Laura
http://www.notixweb.com/?p=24786

Nessie said...

Paulus, come vedi all'amico sardo ho detto più o meno la stessa cosa: che la libertà e l'indipendenza è merce rara e che non ce la regala nessuno. La storia del nostro Paese insegna.

Non mi sembra così rilevante la blogger di Paragone Veronica Gentili. Voglio dire, mi pare del tutto insignificante e c'è pure di peggio. La Boldrini, ad esempio, tanto per fare un esempio illustre, sulla terza carica dello stato.

Claudia Fusani, non la conosco. So malapena che scrive sul Huffington Post. Su quel genere c'è già Ritanna Armeni e Concita De Gregorio. Ma se le vedo e le sento, cambio canale.

Nessie said...

Sì Laura, il nostro Johnny ci ha lasciato e ringrazio tutti quelli che transitano di qui, per le belle parole che avete scritto sul suo blog, che mi auguro non vada perso nell'etere. Ma il mezzo è quello che è.

La neolingua, come ho già spiegato, serve ad espropriarci del pensiero libero e delle parole in Italiano. Non per nulla certi loschi personaggi si sono messi a capo dell'Accademia della Crusca, per alterare i significati secondo le politiche gender e mondialiste. Penso a quella suonata di cui non mi ricordo il nome della quale ho parlato nel blog "I perversori e pervertiti occulti".

Anonymous said...

E.C.
invece di..."...ancella.. se vuoi serva di Rachele,^prima^ moglie legittima di Giacobbe"....leggi "seconda"moglie legittima di Giacobbe....
Il povero Giacobbe,fu infatti raggirato dal suocero,che gli rifilò,nella tenda, la prima notte delle presunte nozze con Rachele,la più anziana e bruttina delle figlie...Lia....e solo dopo 7 anni,di lavoro gli concesse Rachele....bella e formosa.
Ciò per evitare commenti da un caro amico lettore biblista....più di me.
Saluti Mar

Anonymous said...

Questo lo mandero' anche a Spirli'. E' un memorandum circa l'utilita' sociale della categoria in oggetto.

Il dato di fatto e' che, a fronte di migliaia di italiani (non nomadi) costantemente derubati, quando non ammazzati, da appartenenti a queste comunita' sotto protezione ONU - UE non si e' vista ancora una reazione commisurata al danno.

E cianciano di "razzismo" questi cialtroni.

Gli zingari non sono mai stati amati dalla gente comune in ragione della loro attivita'. Sono invece amati e protetti dalle elites euro-mondialiste, oltre che per ragioni ideologico-politiche, proprio in ragione della loro attivita'. Integrano la politica di esproprio operata dall'alto, con una che viene dal basso, insieme alla liberalizzazione del gioco d'azzardo, la proliferazione di ogni tipo di prostituzione ed ogni altro modo per fare uscire denaro che altrimenti sarebbe risparmiato. Inoltre, sono specializzati in razzie di metalli preziosi e semi-preziosi, altra attivita' che insieme con i "compro oro", spuntati ormai dappertutto, mobilizza le risorse finanziarie di una popolazione ormai allo stremo. Tra questo, particolarmente importante, e' l'attivita' di razzia dell'enorme quantitativo di rame che giace inutilizzato (o utilizzato) in molte opere pubbliche, con grave danno soprattutto per le reti elettriche e ferroviarie.

Non paghi di averci rubato territorio, figli, lavoro, denari, risorse, e futuro, i governanti del mondo ci espropriano pure del dizionario.

Sono razziatori di pubblico e privato. Fanno in piccolo cio' che i governi mondialisti fanno in grande.

Ecco perche' sono amati e protetti.

Cordialita'

Stallman

Aldo said...

Il bello è che chi ha in mano la ruota del timone non ha neppure bisogno di vietare le parole, è sufficiente che metta in moto il meccanismo di modellazione delle mente costituito dai molti "mezzi d'informazione di massa", quelli che son solito citare come mezzi di (in)formazione di massa. "Quel che ti dico tre volte è vero", figuriamoci quello che viene ripetuto all'infinito e all'unisono come un mantra come fosse l'unico modo possibile... la lingua si trasforma e, siccome la verbalizzazione guida la concettualizzazione, con essa si trasforma anche il modo di pensare. Così, in silenzio, senza neppure accorgersene. Basta fare lo sforzo di far funzionare un momento la memoria con l'intenzione cosciente d'andare a caccia d'indizi per rendersi conto che tutti, in maggiore o minore misura, ci caschiamo). Per non cadere nella trappola occorre un livello di guardia altissimo che a lungo andare rischia di generare squilibri nella personalità, e nessuno è in grado di reggere indefinitamente lo sforzo.

So di ripetermi, ma di fronte a metodi così incivili e financo violenti come quelli di chi vuole cambiare la testa della gente cambiando le parole è più che lecito ricorrere a uno scudo che può essere assai resistente: il pregiudizio - persistente, tenace, cocciuto, sordo, possibilmente dettato da un ego ipertrofico e tracotante. La morbidezza, in queste cose, non "paga".

Nessie said...

Buondì o Stallman, avevo letto e apprezzato da Spirlì. Che dire? Questa intuizione che forniscano manovalanza (ancorché bassa) ai razziatori del NWO, l'avevo avuta anch'io, sebbene manchi la pistola fumante circa "gli utilizzatori finali". E dimentichiamo di citare tutte le razzie di rame (detto, non a caso, "oro rosso") dalle grondaie e dalle canaline delle case. Dalle centraline delle ferrovie, procurando danno e sabotaggio ai treni e conseguentemente ai passeggeri. Ma la cosa davvero disperante è il solito zittificio mediatico nei loro confronti quando tutti quanti sanno benissimo che "quelli del rame" sono loro.

Quando subìi un furto a casa mia, perfino i carabinieri avevano paura di nominarli, sebbene sapessero perfettamente che chi lascia in giro perle e argento per trafugare gioielli e monili in oro, sono loro. Possiamo continuare a vivere senza giustizia, senza legge e senza libertà per offrire abusi su abusi, illegalità d'ogni genere a costoro ?

Nessie said...

Caro Aldo, è vero, ci ripetiamo nella misura in cui la situazione non cambia. Anzi, peggiora. Ma come dici, se non ci ripetiamo noi, ripetono le solite panzane ideologiche i media per distorcere i cervelli. Perciò meglio essere ripetitivi e cercare di controinformare. Ti invito a leggere i due links che sono stati messi dal blog di Nino Spirlì.

http://blog.ilgiornale.it/spirli/2014/01/22/zingari-carichi-doro-con-case-ed-utenze-gratis-paga-litalia/

Nessie said...

Errata corrige per Stallman: mi sono confusa col blog di Foa.
Vedo che da Spirlì il tuo commento non è ancora comparso. In ogni caso, grazie per "l'anteprima" :-).

Un'altra cosa ad Aldo. Il "pregiudizio" in questo caso, non si basa su un'idea astratta a priori, ma su una spietata disamina dei fatti che ha a che fare con l'esperienza diretta. Lo tengano bene a mente i mistificatori di professione!

Aldo said...

"Pregiudizio" nel senso di giudizio formulato prima, dunque meno soggetto agli aggiornamenti del pensiero che le dirigenze pianificano da che mondo è mondo, secondo il proprio tornaconto.

Il pregiudizio, il giudizio cristallizzato, è quanto meno un metodo per "imbalsamare" l'avanzamento dell'azione distruttiva delle dirigenze. Permette, dilatando i tempi, di sviluppare "anticorpi" contro l'eccessivo turbine di pensieri, quel turbine pianificato che non permette alle persone comuni (quelle che, come noi, sono impegnate a tirare la carretta) di cogliere i meccanismi troppo sofisticati messi in campo da chi di mestiere fa lo schiavista usando i metodi moderni, basati sulla persuasione e sul raggiro anziché sulla spada e sulla tortura fisica come nei "bei" tempi andati...

Nessie said...

Credo di aver capito. Ma più che "aggiornamenti del pensiero" da parte delle dirigenze trattasi - come detto più volte - di "polizia del pensiero" e di neolingua (newspeak) basata sull'uso subdolo dei neologismi inventati da loro stessi e di conseguente manipolazione delle opinioni correnti per imporre il CONSENSO. Nel qual caso occorre tenere ben fermi i propri archetipi.

Nessie said...

e dar retta al proprio istinto di conservazione animale :-).

Hai visitato il link del blog che ti ho indicato?

Anonymous said...

Non ricordo chi, scrisse che ogni societa' si regge sui suoi pregiudizi. Forse Wilde o Proust, o Gide... vattelapesca. Del resto e' ovvio, basta pensarci un attimo.

Quanto al dizionario riveduto e corretto, ne abbiamo gia' i corbelli pieni. La smettano di rompere e si occupino di qualcosa di piu' utile.

Comunque e' ormai chiaro che questi satanassi non ci vogliono lasciare piu' niente: nemmeno le parole.

Urgono contromisure prima che sia troppo tardi.

Il sauro

Nessie said...

In ogni caso, che la società (e le società) abbiano bisogno di tabù per reggersi in piedi lo diceva pure Freud. ora vedrai che toglieranno anche quello dell'incesto, così precipiteremo definitivamente nel caos.

Per tornare al topic su you tube è disponibile un matrimonio rom dove la sposa viene accompagnata nientemeno che con l'elicottero. Gente che si tratta bene, a quanto pare:

https://www.youtube.com/watch?v=dcBmpQD1_7s

Vanda S. said...

La loro sede governativa si trova a Bruxelles, citta' nota per traffici pedofili per le elites!
Altre remunetrative attivita' (ecco il perche' dei protetti e intoccabili, per ovvie ragioni) di questa specie "necrofaga" sono infatti il traffico di bambini rapiti e venduti ai pedofili o venduti per gli organi.

Nessie said...

Vanda di chi parli?
Io sapevo una cosa: quando spariscono i bambini i capi della polizia e i prefetti indirizzano le loro indagini nei campi nomadi. E' successo con la piccola Angela Celentano e con altri bambini. Però lo fanno ma senza dirlo per le ragioni che tu stessa puoi intuire.

Anonymous said...

In ogni caso, la compra-vendita di bambini loro è cosa accertata e c'è stato un caso anche a Marsiglia. Quindi se vendono i loro bambini, figuriamoci quelli degli altri!

http://frontediliberazionedaibanchieri.it/article-traffico-di-neonati-in-un-campo-nomadi-di-roma-119868490.html

Z

Anonymous said...

Vanda ha ragione. C'e' anche l'internazionale pedofila che protegge gli eventuali collaboratori. E' un pozzo (nero) senza fondo.

Il sauro

Nessie said...

Errata corrige. Ecco l'articolo. I poveri disabili storpi e sciancati provenivano dalla Bulgaria e non dalla Bosnia e gli zingari di etnia rom li avevano "comprati" per usarli come schiavi a scopo accattonaggio. Leggete voi stessi:

"Individuavano in Bulgaria persone disabili o di età avanzata - ha spiegato oggi Luigi Rinella capo della Squadra Mobile di Bari - e con false promesse di lavoro le trasportavano prima in Grecia e poi in Italia. Qui erano obbligati a trascorrere le loro giornate agli incroci semaforici e tutti i proventi dovevano essere resi all'organizzazione". In tutto sono due gli indagati in questo procedimento penale; lo è anche la compagna di Kostov Todorov. Ma sarebbero molte altre le persone individuate come presunte componenti dell'organizzazione la cui presenza è segnalata in Italia, Bulgaria e Grecia".

http://bari.repubblica.it/cronaca/2014/11/08/news/tratta_di_immigrati-100059355/

Il pezzo è tratto da Repubblica, non da qualche fonte "alternativa" di matrice complottista.

Nessie said...

Sauro, sui "bambini fantasma", l'Internazionale pedofila e il traffico d'organi dovremmo aprire un topic specifico. Finora non ho avuto il coraggio di farlo, perché l'argomento mi mette un nodo allo stomaco. E al cuore.

Nessie said...

PS: ogni volta che c'è un tentato furto di lattante o di bambino in tenera età, si mettono in moto i vari Andrea Riccardi, Gad Lerner o Moni Ovadia a parlare di pregiudizi razzisti e bla, bla, bla. Ma basta leggere quanto è avvenuto alle porte di Roma da parte di una nomade che ha tentato di strappare il lattante di 8 mesi alla madre (fonte il Messaggero), per rendersi conto :

http://xn--identit-fwa.com/blog/2013/11/13/ebbene-si-gli-zingari-rapiscono-i-bambini-dopo-caso-delle-metro-indagate-sul-campo-nomadi-di-roma/

Cangrande said...

Buonasera.
Ciao Nessie !

Vanda ha centrato il problema. Gli zingari sono la manovalanza che procura alle "note elites" i bambini per i riti pedofili-satanici...
Per questo sono protettissimi.

A parte le implicazioni prettamente esoteriche, questi "riti" servono a legare-ricattare i varii politicanti, i quali, magari inizialmente ignari, vengono invitati a questi "festini". Vengono filmati anche solo da spettatori specie quando la vittima viene uccisa. Poi sono legati mani e piedi ai veri "padroni".
Nulla mi toglie dalla testa che (a titolo di esempio), qualche politicante "fini-to"..... abbia assistito a questo.
Per quanto riguarda a livello europeo, informatevi su Jacques Delors....

Nessie said...

Ciao Cangrande. Il nome di Jacques Delors è stato fatto in più occasioni durante lo scandalo mostruoso di Marcinelle in Belgio. Ma pare che al giudice che curava l'inchiesta ne abbiano fatte passare di tutti i colori e che tutto si sia arenato nel porto delle nebbie dei Paesi bassi.
Ieri sera da Telese c'era il solito programmino di falso approfondimento che riprendeva il tema polemizzando sulla famosa frase di Salvini del "radere al suolo i campi nomadi".
Depistare e spostare il problema sulle parole e le definizioni "zingaro", significa soltanto voler proteggere e occultare tutto il resto dei veri reati. Per questo mi innervosisco, spengo la tv o cambio canale, e non guardo quasi più questa tipologia di trasmissioni.

Vàturu Sayli said...

Ciao Mar,
Grazie dell'escursus storico sulla tribù di Dan e soggetti vari.
Ovviamente mi fa piacere che hai dato dentro alla tua conoscenza sia delle scritture ebraiche che ai miti che si raccontano nel comune sentire popolare nelle nazioni. Oltre ad Alguer dove si parla catalano , vi è il resto della mia terra ove si parlano due differenti declinazioni della stessa lingua originale, il sardo campidanese ed il sardo logudorese..:) ti giro questo link con una conferenza di uno di tanti studiosi sardi che hanno scavato nel mito e nella storia alla ricerca delle nostre radici e Lui prova a dirla così : https://youtu.be/w5D86L2ilZs , Leonardo Melis è un ricercatore che ha dedicato la sua vita alla ricerca delle origini degli Shar-dan-a ovvero annoverati tra i famosi popoli del mare ricordati nell'epopea greca. Si quanto affermato da Giuseppe Flavio corrisponde a verità in quanto nel sud-est della Sardinya vi è nel gerrei una regione chiamata Galilla.. probabile derivi da Galileo, come la città Sinnai può derivare beissimo da Sinai ecc Abbiamo anche un professore di lingue antiche che si è cimetato nello studio dell'antica lingua nuragica, e pare vi sia riuscito, è il pro Luigi Amedeo Sanna.. ne blog sa defenza potrai trovare alcuni articoli da lui scritti... ed anche dei video di studio sul canale you tube sa defenza... grazie dell'attenzione, è vero che le élite usano il famoso "dividi et impera", e vi riescono bene in sardinya diciamo "dexi concas dexi berritas" ovvero dieci teste con dieci cappelli , che significa che siamo ognuno con la sua idea e non riusciamo ad unirci nello stesso intento, tant'è che gli aragona ci definivano : poco locos i malo unidos... ( detto non di origine spagnola come afferma Melis nel video proposto) è un po la malattia infantile di ogni nazione... ma aldilà di questo credo che possiamo si essere uniti nel lottare contro il nemico comune m, ma nel rispetto delle proprie originalità. Putin è mio amico finchè sostiene la libertà dei popoli, se va oltre e vuole divenire il nuovo padrone è per noi pari a quello passato e diviene in modo automatico mio antagonista ;-) certo è difficile intendersi sulle sfaccettature o sulle tradizioni di popoli magari a noi sconosciute ...
La lotta che abbiamo davanti a noi è grande e non so nemmeno se riusciremo a raggiungere l'intento di libertà che ogni soggettività rivendica.. cerchiamo di fare del nostro meglio per trovare la strada stretta della nostra passione...

Porto alla tua/vostra attenzione un post sul nostro intento e spero che anche tu Mar lo condivida, cosi come lo spero che anche tutti voi amici e amiche
lo condividiate...

Oltre la globalizzazione per una società a dimensione umana: la nazione è indipendenza e libertà delle comunità.

Non vogliamo fasciarci il capo con etichette politiche superficiali su nazionalismo ecc.. che servono solo a sviarci dal punto fondamentale che vogliamo affrontare: le nazioni hanno dato e danno benessere alle comunità ove le rappresentano, mentre oggi le comunità sono schiacciate dalla globalizzazione, ovvero da una società non più nazionale ma globale e nello spirito che lo alimenta, abbiamo la mano invisibile che prende il sopravvento:il capitalismo delle multinazionali, delle élite e della finanza globale, ove non vi è più al centro l'uomo e il sociale , ma solo il consumo per produrre mero profitto.

http://sadefenza.blogspot.it/2014/01/oltre-la-globalizzazione-per-una.html