03 March 2015

Massoni



Stiamo vivendo una sorta di guerra  planetaria devastante portata avanti con mezzi e armi "non convenzionali", ma non per questo,  meno insidiosi e temibili. Le armi non convenzionali le conosciamo già: la fantafinanza, i ricatti del rating, i colpi di spread, i media asserviti al disegno oligarchico, il Debito funzionale a sottomettere i popoli e all'estinzione delle nazioni, ecc.  Ma quando su società segrete e logge massoniche coperte viene scritto un libro come "Massoni," con sottotitolo "Società a responsabilità illimitata" del massone dichiarato Gioele Magaldi (ex affiliato al Grande Oriente e attuale affiliato al God, acronimo di Grande Oriente Democratico), ecco che ci sentiamo in un certo senso confortati: ma allora non sono né complottista né cospirazionista né dietrologo. Ovvio, che se lo dice lui...

L'idea di base del Magaldi  che permea il suo ponderoso  volume di 656 pagine, pubblicato con l'aiuto della giornalista di Panorama Laura Maragnani, è quanto mai ambiziosa: creare una sorta di trasparenza, una glasnost' della massoneria. Il che è perlomeno contradditorio sulle origini stesse della cosiddetta libera muratoria, nata come società segretaEgli parte dal presupposto che la massoneria abbia vinto su tutta la linea, e che tanto vale farla uscire allo scoperto. Ed è proprio  il fil rouge di una "concezione massonica della Storia" di questi ultimi 70 anni a rendere originale il suo testo, che  risulta godibile come una spy story di Le Carré. Storia e scoperta di Logge sovranazionali dette Ur -Lodges (circa 36) in alcuni  sporadici casi delle quali, fanno da casa-madre ad altre logge affiliate a carattere nazionale (è il caso della P2, affiliata alla Ur Lodge "Three Eyes"). Storia di logge neoaristocratiche , conservative e "reazionarie" che si contrappongono ad altre "progressiste". Ma anche di logge "sorelle" a carattere élitario e aristocratico  che si fanno la guerra l'un l'altra, in una sanguinosa lotta fratricida, dove alla fine non vince nessuno, ma si lascia una lunga scia di sangue, tante ombre e tanti misteri  irrisolti che si protraggono fino ai nostri giorni.  Non mancano esempi concreti ben documentati: il tentato assassinio di Reagan (30 marzo 1981)  ad opera della loggia sovranazionale "Three Eyes", seguita a distanza di pochi mesi dal tentato omicidio di Wojtyla (13 maggio 1981) da parte di ambienti legati alla "White Eagle" e alla "Edmund Burke".
Storie di patti segreti inframassonici  tra le une e le altre per lanciare  la globalizzazione economica, in una sorta di inarrivabile intricato consociativismo (per usare un vecchio termine). Storie di venerabili, di venerabilissimi, di aspiranti massoni della serie vorrei ma non posso (wannabe) come Matteo Renzi, il quale agisce politicamente all'interno di un progetto massonico eurocratico, ma viene tenuto fuori dalla porta delle grandi consorterie che contano, perché non si fidano ancora di lui.

Storie di importanti paramassonerie create ad hoc per ottenere contatti,  legami, conoscenze, VIP a disposizione in un perenne comitato d'affari in osmosi permanente con le Ur Lodges di riferimento. E' il caso della Trilateral Commission, del CFR, del Bilderberg su cui si è favoleggiato anche troppo, del Ria, del Washington Consensus, dell'Aspen Institute, della Fabian Society, del Bohemian Club.
Pianificazioni, agende, complotti a largo raggio d'azione, dove il vero sembra una fiction cinematografica, e il falso alla fine si fa vero. Riletture su fatti rimasti avvolti nel mistero come il caso Mattei, il caso Moro, il caso JFK, il caso Martin Luther King, l'11 settembre.  Soprattutto, nomi, cognomi indirizzi, gradi di affiliazione di questo o di  quell'insospettabile, senza che finora da parte dei  diretti interessati siano mai arrivate smentite. Il "gran Maestro" Magaldi sostiene di avere messo la documentazione in tre studi legali (a Parigi, New York e Londra) . Dichiara altresì di  esibire prove, solo nel caso in cui venissero espressamente richieste da un giudice.

Nel contempo prepara un nuovo secondo volume sulla   United Freemasons for Globalization (Massoni uniti per la globalizzazione),  parte del quale, già accennato nel volume attuale e  che sarà materia di un nuovo sequel. 
Lo stesso disegno della Ue, viene chiaramente definito dal "fratello" Magaldi come un disegno oligarchico massonico di natura neoaristocratica, tecnocratica e strettamente élitaria, messo in piedi per sospendere e mettere in mora la democrazia, ispirato dal duo Coudenhove Kalergi e Jean Monnet. Ma su questo  voler far prevalere una "linea reazionaria" piuttosto di un'altra "progressista", sinceramente avrei  da obiettare. Non condivido  la semplicazione del progetto Ue, basato sulle  due linee: quella reazionaria di Kalergi e del suo testo "Paneuropa" contro quella "progressista" di Altiero Spinelli. Personalmente non sono convinta che il nostro Paese avrebbe mantenuto "sovranità" se avesse vinto la  presunta linea "spinelliana" legata al Manifesto di Ventotene (di cui ci siamo occupati in questo post), poiché la cessione di sovranità risultava assai chiara anche in detto Manifesto, ed era l'alto prezzo che avremmo dovuto comunque pagare all'altare della costruzione di  questa Europa.
Anche (e soprattutto)  gli  imprenditori e gli economisti non si sottraggono all'appartenenza alle logge (Friedrich von Hayek e Milton Friedman affiliati alla "Edmund Burke" e "White Eagle";  John Maynard Keynes alla "Thomas Paine", antica e prestigiosa Ur-Lodge a cui appartenne anche Franklin D. Roosevelt e la moglie Eleanor).
Rito di iniziazione massonica d'epoca

Simpatiche le figurine (sembra l'innocente gioco delle figurine Panini) con i vari venerabili e le logge di riferimento che vengono mostrate nella sovracoperta del libro. Così nella gallerie delle belle figurine,  la  Lagarde appartiene a Pan-Europa e a Three Eyes. La Merkel appartiene a ben tre logge sovranazionali come la Golden Eurasia (alla quale appartiene anche Putin), la Parsifal e la Valhalla, Giorgio Napolitano alla Three Eyes. I "venerabilissimi", invece appartengono a più logge, come a dirci che tengono i piedi in più scarpe: è il caso di Mario Draghi (Three Eyes, Edmund Burke, Compass-Star Rose /Rosa Stella Ventorum, Pan-Europa e Der Ring). Come pure Zbigniew Brzezinski (Three Eyes, Maat, Lux and Orientem) e   Henry Kissinger (Compass Star Rose, Three Eyes) .  Poi ci sono le pericolose logge "acefale" che non appartengono a nessuna filiera e per questo assai temibili e sanguinarie come Hathor Pentalpha  alle quali è affiliato anche Al Bagdadi, leader dell'Isis e califfo dell'autoproclamato Califfato islamico. E un'altra sgradevole sorpresa la si prova nel sapere che pure Osama bin Laden venne fatto affiliare da Brzezinski alla Three Eyes. Alla Hathor Pentalpha appartengono pure George W. Bush e Tony Blair, che dichiarano ai  quattro venti di voler combattere il "terrorismo internazionale". Da grembiuli e compassi, non si salvano nemmeno i papi, ma già sapevamo da tempo che la massoneria è penetrata anche in Vaticano, dato che Giovanni XXIII (papa Roncalli), era un "fratello" affiliato alla Ghedullah e alla Montesquieu. Mentre Barack Obama appartiene alla Maat come il suo mentore Brzezinski  che però è affiliato anche alle sopra citate due logge.

Errato credere però che un rivoluzionario possa essere affiliato a una loggia necessariamente progressista:  i bolscevichi Lenin e Trotzky erano affiliati alla conservatrice "Joseph De Maistre", ad esempio. E pure Leonid Breznev.
Le vie dei "grembiulini"  e della loro appartenenza in logge, sono imperscrutabili. Chi avrebbe detto che il comunista Giorgio Napolitano appartenesse alla "conservativa" e "atlantista" Three Eyes" (Tre occhi) , detta anche "Tre architetti"? Eppure è stato il plenipotenziario in Italia del NWO propugnato dalla più importante loggia coperta a carattere conservativo ed élitario, proprio a seguito della sua affiliazione che risale al 1978, durante il suo viaggio negli States.

Si tratta di un volume ambizioso che costituisce un'immensa banca dati, in grado di  allargare lo sguardo sui corridoi  e le stanze segrete del Potere e su come le segretissime e sovranazionali Ur -Lodges si contendono la governance del pianeta.

Qui due interviste concesse da Magaldi sul citato volume edito per Chiarelettere (azionista de Il Fatto quotidiano):

 http://www.wuz.it/intervista-libro/8515/Gioele-Magaldi-Intervista-Massoni-Gran-Maestro.html

http://www.blitzquotidiano.it/libri/massoni-magaldi-ur-lodges-draghi-merkel-renzi-berlusconi-e-i-poteri-ue-2027595/



65 comments:

Roby said...

Il libro non l'ho ancora letto e a parte il fatto che fa un elenco interminabile di nomi e cognomi di grembiulini più o meno illustri, mi pare di capire che per come stanno andando le cose nel mondo sia già fin troppo evidente che:

1) il popolo non conta più niente in nessuno delle sue iniziative a suffragio popolare (elezioni, referendum)
2) il voto è stato vanificato
3) la politica è commissariata dai massoni di Bruxelles e di Washington
4) la tecnocrazia preferisce le sue "nomine" alle scelte che scaturiscono dalle urne.
6) il parlamento è diventato un Ratificatorio di decisione prese altrove.
insomma, che ci siano élites potentissime che truccano il gioco ancora prima che il gioco abbia inizio, lo si fiuta lontano un miglio. Più difficile è il che fare.

Roby said...

Ps: Berlusconi a che loggia appartiene?

Nessie said...

Secondo il testo in oggetto Berlusconi fu vicino agli ambienti piduisti e in seguito affiliato alla Loggia P2 di Gelli nel 1978, dove diventerà Maestro libero muratore. In seguito si è fatto una loggetta "fatta in casa" detta Loggia del Drago nel '92/'93 (Loggia Draconis). Ma da come è stato perseguitato dalla Magistratura (che non è per nulla estranea al mondo dei grembiulini) direi che non è affatto nelle grazie delle grandi Ur-Lodges sovranazionali.

I "venerabilissimi" sovranazionali non amano chi coltiva velleità autarchiche e li puniscono severamente.

I sei punti che hai indicato stanno a dimostrarci che i nostri destini sono nella mani di chi vuol farne deliberatamente scempio.

Anonymous said...

In ogni caso quando un massone " parla" fa sempre disinformazione (il che significa che mescola scientemente verita' e menzogna) e lo fa sempre per uno scopo diverso da quello dichiarato.

La domanda quindi deve essere perche' e per chi " parla" costui ?

ws

Nessie said...

Questo si sa. Mica ci dobbiamo convertire alle sue idee?! Personalmente non ne ho nessuna intenzione, e altrettanto penso, tu. Occorre prendere le informazioni che ci servono e fare la tara su altri limiti che qua e là trapelano nel testo. Qualcuno l'ho già denunciato nella recensione, se hai ben letto.

Nessie said...
This comment has been removed by the author.
Anonymous said...

Insomma: ci hanno raccontato cazzate per 100 anni e i fascisti avevano ragione.

Poi ci penso su e ti mando qualcos'altro.

Il sauro

Nessie said...

Anche i fascisti, specie nella fase d'ascesa, ebbero protezioni massoniche influenti, ma poi moralisticamente non le dichiararono mai.
Aspetto qualcosa, specie in relazione al quesito posto da ws: per "chi" e per che cosa parla costui?

Faithful said...

Nessie rifacendomi al commento dell'altro post vorrei che dessi un occhiata a cosa scrivono i gazzettieri dei signorotti massoni

http://www.thedailybeast.com/articles/2015/03/02/meet-the-most-dangerous-man-in-italy.html?source=TDB&via=FB_Page

L'uomo più pericoloso d'Italia.

Costoro sono già in allarme.

Nessie said...

Faithful, perdona la mia sincerità, ma una si fa un mazzo grosso tanto per dar conto di una lettura e fare una recensione di un volume di 656 pagine da far stare in non più di 70 righe con notevole sforzo di sintesi, e tu come al solito svolazzi sul topic del post sottostante.
Non c'è che dire: c'è molta soddisfazione a scrivere e a documentare.

Vanda S. said...

Cara Nessie, complimenti per l'informazione e gli approfondimenti sul tema. Mi permetto di ricordarti anche l'infame ed infausto "Bohemian Grove" la cui esistenza mi fu confermata molti anni fa da un amico musicista che fu invitato ad esibirsi ad una delle loro feste e che mi racconto' del posto e dei personaggi.

http://www.menphis75.com/bohemian_club.htm

Nessie said...

Grazie Vanda. Parli del Bohemian Club, vero? Se non erro Magaldi (che ricordo essere un insider) lo pone nelle paramassonerie, che sono associazioni ancillari a logge di riferimento. Ad esempio: la Trilaterale è in collegamento alla Ur Lodge Three Eyes che in un certo senso, la dirige e controlla.

Il Coyote said...

Ci tenevo a precisare che, contrariamente a quanto affermato fra i commenti, io non sono mai stato iniziato alla massoneria.

Cordialmente,

Francesco Maria Toscano

Nessie said...

Grazie mille, Toscano, prendo atto e rettifico. Avevo frainteso dal suo sito.

Faithful said...

"Faithful, perdona la mia sincerità, ma una si fa un mazzo grosso tanto per dar conto di una lettura e fare una recensione di un volume di 656 pagine da far stare in non più di 70 righe con notevole sforzo di sintesi, e tu come al solito svolazzi sul topic del post sottostante.
Non c'è che dire: c'è molta soddisfazione a scrivere e a documentare."


Veramente la notizia si rifaceva alla discussione del post sottostante,ma riguardava le preoccupazioni contemporanee dei gazzettieri di regime dell'alta finanza globalizzatrice di stampo massonico.

Non intendeva essere OT,davvero,è solo che preferisco confrontarmi con l'immediato presente che concentrarmi sul tentato omicidio di Wojtyla o sulla rivoluzione d'ottobre.

Nessie said...

Appunto, l'hai detto tu: andava posto nel topic sottostante.

Anonymous said...

Vediamo un po'... quale puo' essere l'attendibilita' di una persona che pretende di rivelare i segreti della Storia senza divulgarne le fonti ? Si puo' credere (ed io ci credo) a cio' che scrive il Venerabile Magaldi, ma con i "Protocolli degli anziani savii di Sion", come la mettiamo ? Erano veri, falsi, la fonte era attendibile o non lo era ? Stesso problema: se si crede all'uno non si puo' non credere all'altro.

Ammettiamo che sia tutto (o in parte) vero. Qundi, un'oligarchia originatasi nell'Ancien Regime e' stata in grado di abbattere Trono e Altare sostituendo il vecchio Potere con uno nuovo. Questo e' sotto gli occhi di tutti: non c'e' alcun bisogno di dimostrarlo. Pero', dice Magaldi, il potere di alcune logge ha travalicato gli intenti della Massoneria stessa fino a creare una nuova Nobilta' che si comporta esattamente come quella vecchia. In realta', nei cosiddetti comitati dei "Tredici", dei "Trentatre'" e dei "Trecento" (notare il numero "Tre"), c'erano nobili di antichissimo lignaggio (case regnanti) insieme a nuova linfa costituita da grandi finanzieri ebrei e non ebrei, come grandi cervelli selezionati dalle classi inferiori. Questi hanno usato degli stessi mezzi usati nell'Ordo Antiquus: si sono semplicemente sposati fra di loro. Anche questo era gia' noto molto prima che lo scrivesse Magaldi. E chi lo diceva ? Tanti, ma soprattutto quelli che si sentivano minacciati dal montante Novo Ordo: gli ultimi Czar di Russia e, infine, i reazionari fascisti e nazionalsocialisti che si ponevano esplicitamente il problema di ritornare all'Ordo Antiquus rinnegando i "sacri principi" affermatisi dopo la Rivoluzione francese: primo tra tutti i "Diritti dell'Uomo".

Magaldi ci dice che e' stato esattamente cosi'. Allora delle due l'una: o la Massoneria si e' trasformata in una nuova nobilta' irriformabile dall'interno, oppure vuole semplicemente rivelarsi per reclutare nuova linfa. In realta' l'una cosa non esclude l'altra, come sembrerebbe.

I dettagli possono essere piu' o meno veri o rilevanti. Il fatto e' che questa Rivelazione mette in crisi proprio la Democrazia che Magaldi afferma di voler salvare, perche' lascia intendere che essa non e' mai stata compiuta nemmeno in passato; tantomeno la e' adesso che viene relegata a vecchio e lento arnese incapace di garantire il Progresso nell'Era delle nuove tecnologie.

Il sauro

Nessie said...

Sauro:
"Magaldi ci dice che e' stato esattamente cosi'. Allora delle due l'una: o la Massoneria si e' trasformata in una nuova nobilta' irriformabile dall'interno, oppure vuole semplicemente rivelarsi per reclutare nuova linfa. In realta' l'una cosa non esclude l'altra, come sembrerebbe".

E se fosse un romantico che vuole riportare la Massoneria alla sua fase giovanile e splendente nella quale si dedicava a lottare per l'indipendenza degli stati-nazione?

Non dimentichiamo che l'unificazione della Patria e la nascita delle nazioni libere, indipendenti e sovrane nasce proprio per esplicito intervento della Massoneria.

Tuttavia, c'è un'altra cosuccia che non mi convince: la Dichiarazione Universale dei diritti dell'Uomo, che viene spesso magnificata dall'autore come un prodotto della massoneria occidentale. Lo stesso concetto di "occidente" in fondo, a ben guardare è massonico.

Sono d'accordo con Massimo Fini quando dice che i famosi "diritti umani" sono il grimaldello per far saltare le sovranità statuali e mettere i piedi in casa d'altri. E ormai non lo dice solo lui...

Anonymous said...

Gia' e' difficile capire che puo' passare per la testa ad un politico tradizionale; figurati nel caso di un Gran Maestro di una societa' iniziatica che praticamente governa il mondo. Lo puo' sapere solo lui perche' lo fa.

La novita' sta nel fatto che c'e' una Rivelazione. Nelle societa' iniziatiche la Rivelazione coincide con il raggiungimento dello scopo; il completamento della Grande Opera. "Cio' che ora e' nascosto sara' manifesto".

Perche' la "laicita'" introdotta dalla Massoneria non riguarda se' stessa. Questa era solo un mezzo per scindere il legame tra Religione e Politica. Altrimenti, perche' le M si spenderebbe tanto per creare una religione mondiale ? La Sintesi equivale alla Grande Opera alchemica. E' questo il vero scopo della M.

La ricaduta per noi poveri mortali qual'e' ? E' il "controordine compagni". Vi avevamo detto che i complotti demo-pluto-giudaico-massonico non esistevano. Vi abbiamo scatenato contro ben due guerre mondiali (oltre ad una miriade di guerre locali) per scoraggiarvi dallo sfidare il vero Potere, ed ora che l'Opera e' compiuta, vi diciamo che era vero. Noi governiamo il Mondo. Ma c'e' un problemino; non lo facciamo cosi' tanto bene. C'e' qualche loggia sanguinaria che si e' allargata troppo. Siccome non riusciamo ad arginarla, abbiamo bisogno del vostro aiuto. Entrate in Massoneria e lottate con noi.

Penso che il significato sia questo. Dopodiche': la loggia "cattiva" sara' vera o falsa ? E' possibile che sia solo un pretesto ?

Ho capito, andra' a finire che per combattere la Massoneria ci tocchera' di entrare in Massoneria.

Il sauro

Nessie said...

Complimenti Sauro. Sei più tortuoso di un massone :-). Andrà a finire che ti daranno l'affiliazione massonica gratuita e ti faranno pure saltare i vari gradi iniziatici fino al 33esimo ad honorem
:-).

Nessie said...

Noi nella testa di costui non ci siamo, ma è un fatto: se la massoneria vuole sopravvivere si deve liberare delle sue propaggini sanguinarie e neofeudali.

Johnny 88 said...

Interessante spaccato della società, ormai non più segreta. Ormai non si nascondono nemmeno più, escono tranquillamente alla luce del sole.

Sul fascismo so che Beneduce, il "Duce economico" inventore e patron incontrastato dell'IRI e dell'IMI, era noto per essere un "grembiulino". Così come "grembiulino" era il "banchiere di Hitler" Hijalmar Schacht, ministro dell'economia del nonno di Angelona Grossearsche che infatti, guardacaso, fu uno dei pochissimi gerarchi nazisti a uscire lindo e pulito da Norimberga.

Insomma, son peggio degli scarafaggi, sono ovunque, perfino nei luoghi più impensabili

Nessie said...

Johnny88 - "Ormai non si nascondono nemmeno più, escono tranquillamente alla luce del sole".

Se ben ricordi, ai tempi del golpe tecnofinanziario che portò al governo Monti, il triumviro Monti-Fornero-Passera si riuniva a Palazzo Giustiniani, antica sede del Grande Oriente. Come pure gli incontri tra Monti e il trio Monnezza ABC (Alfano, Bersani, Casini).

Mussolini? dovette umiliarsi ad accarezzar loro il pelo. Pensa ai rapporti col banchiere Toeplitz e a Raffaele Mattioli, zio di Monti.

Su Hitler oltre a Schacht occorre far cenno anche a Warburg.

Sì, insomma il Magaldi parla chiaro: se non sei "fratello e venerabile", non duri nemmeno una legislatura in politica. Ovviamente ci sono stati casi di non massoni a capo della cosa pubblica (primi ministri, presidenti della Repubblica). Ma se vengono eletti è perché sono sostenuti dai grembiulini.

Anonymous said...

Questo di Epiphanius (Massoneria e sette segrete) è un testo fondamentale per capire il fenomeno delle sette segrete. Ed è stato il primo

http://www.lafeltrinelli.it/libri/massoneria-e-sette-segrete-faccia/9788889015636?zanpid=2008295558095557632&gclid=Cj0KEQiA99qnBRDnrYCkt4ClzZABEiQAvqPaLN_c60xg6LsPzpGa9hFGZLgwDcbfDnrtqNnUfP3C-yIaAmbZ8P8HAQ

Z

Anonymous said...

Un mattone di 600 pagine,primo di tre volumi,dove si dà l'elenco di tante logge e la lista di tanti nomi chiacchierati,peraltro noti,scritto da un illustre sconosciuto,che ci vuole convincere dove sono nascosti i potenti del mondo.
Stralcio dalle sue interviste,alcuni brani illuminanti del prezioso assaggio dell'opera omnia che ha in testa di fare....e il suo titolo onorifico..."Maestro del Grande Ordine Democratico".
-^e io, notoriamente, dopo essere nato e cresciuto fra le “mura” spirituali di Palazzo Giustiniani, mi sono affrancato dal suo orizzonte piuttosto limitato e sono divenuto Gran "Maestro del Grande Oriente Democratico", uno dei gangli essenziali del network massonico progressista sovranazionale.^
-^Certamente il libro Il simbolo perduto di Dan Brown (uno degli autori portati in Italia da Luigi Bernabò) ha dei tratti di un certo pregio nel descrivere atmosfere e retaggi autenticamente massonici.^
-^Indubbiamente, comunque, la nostra ambizione, come autori della serie “L’albero del Potere” è di scrivere qualcosa che possa essere, per l’immaginario collettivo dei prossimi decenni, quello che “Il Signore degli anelli” di J.R.R. Tolkien è stato per i lettori della seconda metà del Novecento e ciò che la saga di Harry Potter (di J.K. Rowling) .^
-Gioele Magaldi(dice il suo intervistatore) dipinge un mondo controllato dalla massoneria. In particolare dalle Ur-Lodges, che sono le superlogge che hanno in mano – secondo il libro, 656 pagine – le redini del mondo. Ur significa in tedesco “originario e primo”.
E' chiaro che date le premesse,sopra evidenziate, non comprerò e quindi non leggerò il prezioso documento(anche se a prezzi popolari),sponsorizzato,mi pare di aver capito dal Fatto quotidiano.Sono sicuro di non perdermi niente di "illuminante".
In particolare,veder citato un cazzoncello come Dan Brown,come faro di conoscenza di cose occulte,mentre è solo una testa di legno ,paravento di una organizzazione che ha per scopo di denigrare il primo Cristianesimo,e in particolare il Cattolicesimo,mi mette subito in allarme...e a riprova dello spessore culturale,veder citato Harry Potter,come fattore educativo per le generazioni a venire...mi conferma che il tempo è prezioso e non va sprecato stupidamente.
Nutro pure qualche dubbio sulla sua interpretazione del prefisso UR tedesco come...simbolo di "importanza" di alcune logge...a me di getto(prima di leggere la spiega) è venuto UR di Caldea.....ben altra importanza esoterica...per chi ama capire la Bibbia.
Concludo...dai tanti studiosi seri dell'argomento che ho sbirciato...si capisce che non esiste "la Massoneria".....ma tanti aggregati socio culturali...che si fregiano del titolo di logge massoniche(muratori costruttori di un tempio,diverso uno dall'altro).Adesso ne abbiamo pure una Democratica.
Ricordo che tutti...gli studiosi di massonerie,adepti o non,sanno che arrivati al 33°grado,finisce quello dei fratelli più o meno conosciuti....Dopo il 33° grado ci sono i famosi Potenti Sconosciuti,che utilizzano gli strati noti e più bassi,come pura manovalanza.
Sicuramente nel papiello in questione,questi nomi,che ci interesserebbero più di quelli che conosciamo,non appaiono per ovvi motivi,e tanto meno le metodologie usate per governare il mondo attraverso gli strati noti inferiori.
Paradossalmente,anche senza volerlo, pubblicizzare e/o colpevolizzare, anche se casualmente,nomi e fatti già noti a tutti,si rivela il miglior diversivo,per non indicare,anzi occultare chi muove i i fili di questi attori noti...che,immancabilmente e periodicamente, in tempi duri ci vengono rotolati in espiazione di peccati commessi anche da altri.
Saluti MAR

Nessie said...

Sì quello di Epiphanius è un testo fondamentale continuamente citato e ricitato. Ovviamente non può essere nelle grazie di Magaldi, che però lo cita a sua volta, nel suo tomo.

Nessie said...

Beh Mar, se non l'hai letto né lo vuoi leggere (del che sei liberissimo e come ho detto, sull'argomento c'è pure di meglio), potevi risparmiarci il tuo lenzuolone.

Su Dan Brown (che è una porcheria) ti do ragione. E pure su Harry Potter con quegli stupidi maghetti che corrompono l'infanzia.

Aldo said...

Che merda di storia!

Nessie said...

Pazzesco eh? Questo post l'ho abilitato per te. Volevi sapere cos'è la massoneria, beh, ora qualche vaga idea te la sarai fatta.

Anonymous said...

nessie scrisse

E se fosse un romantico che vuole riportare la Massoneria alla sua fase giovanile e splendente nella quale si dedicava a lottare per l'indipendenza degli stati-nazione?

lo escluderei datosi che " il risorgimento" e' stato tanto "romantico" quanto la " conquista del west" e' stata "epica" :-)

Il massimo di "positivo" che posso pensare e' che il libro serva a esprimere indirettamente lo scontento di quella "massoneria minore" italiana che comincia a vedere che le scelte operate dai suoi " superiori incogniti " alla fine travolgeranno anche lei.

Ma daltreonde e' intrinseco nella struttura piramidale e segreta del progetto massonico che gli strati inferiori , (aruolati molto piu' per l' interesse che per una qualche idealita':-) ) siano usati e quando necessario sacrificati per un fine che a loro dovra' sempre rimanere nascosto.
ws

Anonymous said...

Deformazione professionale :-)

Allora che si fa ? Fissiamo un appuntamento ?

Il sauro

Nessie said...

Ws, ho semplicemente fatto l'avvocato del Diavolo, dato che non sono così ignorante da non sapere i risvolti violenti del Risorgimento.

Non credo tu abbia letto il testo (intendiamoci non è obbligatorio), perché il Magaldi stesso parla già della fine delle logge nazionali per approfondire quelle ben più importanti e potenti logge sovranazionali (Ur-Lodges), le quali costituiscono il vero tema del libro. Perciò le ipotesi dello scontento della "massoneria minore", non stanno in piedi.

La massoneria minore semplicemente non esiste quasi più se non per essersi ridotta quasi ad una sorta di bocciofila che mantiene antichi rituali, ma che è del tutto ininfluente rispetto a una Three Eyes, a una Edmund Burke o una Leviathan. Siamo in fase di globalizzazione anche per la Massoneria, come vedi.

Nessie said...

Sauro: "Ho capito, andra' a finire che per combattere la Massoneria ci tocchera' di entrare in Massoneria".

Perfino De Gasperi che era un non massone ebbe a dire in politica i massoni era impossibile non averli tra i piedi e che in Parlamento era bene far finta di ignorarli. Della serie, sai che ci sono, ma fingi di non saperlo e tira dritto per la tua strada (vado a memoria).

Johnny 88 said...

"i bolscevichi Lenin e Trotzky erano affiliati alla conservatrice "Joseph De Maistre", ad esempio"

Sorprendente, ma non troppo se ci si pensa. Il bolscevismo nacque come reazione alla borghesia liberale, borghesia liberale che le vecchie aristocrazie conservatrici detestavano fino al midollo. E infatti i regimi comunisti sono estremamente autoritari in ogni campo, anche quello bioetico. Come si diceva al tempo, se Hitler e Stalin si sedessero attorno a un tavolo e togliessero la questione della proprietà privata, si troverebbero d'accordo su molte cose.

Nessie said...

Johnny88 - "Come si diceva al tempo, se Hitler e Stalin si sedessero attorno a un tavolo e togliessero la questione della proprietà privata, si troverebbero d'accordo su molte cose".

E difatti lo fecero: il patto Molotov-Ribbentrop
.
Inoltre anche sul presunto conflitto della Guerra Fredda, penso che gli storici abbiano molto da rivedere (rivendico il diritto di essere "revisionista", per ogni storico che si rispetti). In quanto fu anche quella della spartizione del mondo nei due blocchi, una sorta di alleanza camuffata da conflitto.

Anonymous said...

Nessie scrisse
E se fosse un romantico(Magaldi) che vuole riportare la Massoneria alla sua fase giovanile e splendente nella quale si dedicava a lottare per l'indipendenza degli stati-nazione?
Sicuramente Nessie si riferisce alle Società Segrete,tra cui la Carboneria,che ci hanno raccontato nei libri di Storia,tanto hanno contribuito alla formazione degli Stati nazionali.
La realtà è meno romantica,del Romanticismo durante il quale quelle Società Segrete sorsero,(prima metà dell'800).
Come fa notare il Guénon,le Massonerie(almeno due),una Francese e una Inglese,erano intorno al 1717 nient'altro che due consorterie che si contendevano la successione del trono Inglese....gli Stuart Cristiano papisti(con un pizzico di gesuitismo),contro gli Hannover,Protestanti.Solo con la morte dell'ultimo pretendente degli Stuart,le due fazioni si unirono e sorse la cosidetta Massoneria.
Da quella data in poi c'è stata una fioritura di Logge similmassoniche,o di Massonerie che fanno sorgere le loro origini dalla mitologia biblica o dagli antichi misteri egizi....altro.
Prima del 1717 ,tornando indietro nei secoli,nel mondo sono sempre esistite Società iniziatiche,con i loro rituali.,dai RosaCroce ai Templari....fino a perdersi nei lontani Misteri Eleusini,i cui misteri maggiori erano così segreti ..che oggi non ne conosciamo il contenuto, pur sapendo che Uomini importanti,come vari Imperatori Romani,e prima ancoraSocrate,vi aderirono.
Quello che mi ha sempre attratto e colpito della Massoneria,a parte il rituale,è il simbolismo di base.
Gli iniziati di una loggia ben selezionati tra persone influenti,a vario titolo,tra la popolazione,debbono collaborare alla costruzione di un nuovo e ultimo tempio.Il mito è quello di Hiram Abif,al quale Salomone affidò segreti della costruzione.Appena finita l'opera(a scanso di equivoci)Hiram fu ucciso,e si portò,senza svelarli i segreti nella tomba.
Mi colpisce il fatto,che la tradizione svela che il Massone collabora a costruire un Tempio,per conto terzi,Tempio dal quale "sara escluso",perché riservato ai soli Sacerdoti celebranti,gli stessi che furono committenti.
Per chi ama il fantaesoterismo,consiglio di "studiare"il caso Mozart,e la sua misteriosa morte....subito a valle del compimento del nuovo rituale massonico delineato dall'opera "falsamente"buffa del Flauto Magico...Ci sono decine di libri serissimi...che in parte svelano i colpi bassi tra fratelli.
Troppo farfallone Amadeus(che in un periodo in cui mettevano in prigione l'austriaca Maria Antonietta)inneggiava alla massoneria Papalino/Absurgica(il Flauto Magico),ma contemporaneamente amoreggiava con le Massonerie d'oltre Danubio,filoRivoluzione Francese.
saluti Mar

Nessie said...

Sì Mozart (come pure Beethoven scelto dalla Ue per l'"Inno della gioa", per volere di Kalergi) era massone e il Flauto Magico è un florilegio di simboli massonici non sempre facilmente decriptabili.

Resta pur sempre il fatto che la Massoneria vive di simboli in quanto e' una societa' iniziatica per adepti. Non a caso, alla Scala durante il golpe tecnofinanziario del 2011 che depose il governo Berlusconi qualcuno di loro molto in alto scelse un mese dopo (durante il S.Ambrogio di dicembre) di rappresentare il Don Giovanni mozartiano e sul palchetto dove sedevano ospiti d'onore Napolitano e Monti, fecero mettere davanti a loro due il Commendatore che eseguiva l'aria "Don Giovanni a cenar teco". Ne diedi conto in questo post l'anno dopo nel dicembre 2012 quando le cose furono - ahimé - perfino troppo chiare :

http://sauraplesio.blogspot.it/2012/12/don-giovanni-cenar-teco-mi-invitasti.html

Quindi, la programmazione dell'opera, la scelta della regia, la benigna accettazione - da parte delle piu' alte cariche dello Stato - di una tal mascherata, sono tutti da considerarsi parte integrante del Messaggio. Messaggio diretto a chi ? A chi sa e a chi intuisce.

Il fatto è che noi poveri gonzi profani arriviamo a capirli troppo tardi, questi simboli. E quando già l'abbiamo preso nel sottocoda.

Nessie said...

PS: il Grande Dissoluto ovviamente era il fu Berlusconi deposto anche a cause degli scandali. I due "venerabili" se ne sono stati sul palchetto della Scala a godersi la scena.

Anonymous said...

Non vorrei fare il pignolo, ma:

@ Johnny 88 "Sorprendente, ma non troppo se ci si pensa. Il bolscevismo nacque come reazione alla borghesia liberale, borghesia liberale che le vecchie aristocrazie conservatrici detestavano fino al midollo."

Il concetto stesso di "borghesia" e' una costruzione artificiosa del Socialismo marxista. Lo dice anche il Venerabile Magaldi in un'intervista. Ed io penso che abbia ragione. L'appartenenza di questo o quello alla tal loggia, o alla tal altra, non e' qualificabile nei termini della Politica; perche' e' l'appartenenza a determinare la politica e non viceversa. Naturalmente questo vale anche per Magaldi. La cosa che noi facciamo molta fatica a capire e' che queste oligarchie governano nei secoli, non per una legislatura; per questo hanno un'agenda nella quale ad una fase ne segue sempre un'altra. Hanno un programma di lungo termine perche' perseguono obbiettivi ambiziosi. Evidentemente il Nazionalsocialismo era una variabile impazzita, oppure, ha esaurito la sua funzione in un tempo molto breve (12 anni). Il Socialismo sovietico e' durato invece settant'anni. I tempi suggeriscono anche una certa qual gerarchia. E se non c'e' stata una Norimberga in Russia, la risposta e' oltremodo semplice, visto e considerato che le stragi sovietiche sono state incommensurabilmente piu' alte di quelle naziste. E' evidente che non sono stati due fenomeni di eguale importanza.

Il sauro

Nessie said...

#Sauro : "L'appartenenza di questo o quello alla tal loggia, o alla tal altra, non e' qualificabile nei termini della Politica; perche' e' l'appartenenza a determinare la politica e non viceversa"

Sauro, sembri più iniziato di un "fratello" :-). E' una cosa che fa fatica a capire un profano, ma a quanto pare è la Loggia ad essere uber alles sull'ideologia politica.

La faccenda di una franchigia più lunga per il socialismo sovietico (l'esempio dell'URSS), andrebbe capita meglio. Anche le agende per costoro non hanno "scadenze" casuali.

Anonymous said...

Ciao Nessie, intervengo dal selvatico Abruzzo interno in piena bufera e cerco di farlo da almeno tre ore, tra una caduta di elettricità e l’altra…
Mi complimento per la tua eccellente recensione e mi riprometto, quanto prima, di leggere il libro. Per adesso consentimi un paio di messe a punto.

1. È vero che il fascismo ebbe, fino alla marcia su Roma, l’appoggio della massoneria. Ma è altrettanto vero che appena tre mesi dopo proclamò l’incompatibilità tra l’iscrizione al Pnf e l’appartenenza alle logge massoniche. Questo perché, nella lotta per il potere, si può essere strumento o si può strumentalizzare. Si può essere “usati” o si può “usare”…
Mussolini di certo non si fece usare. E quando la massoneria, per vendetta, gli gettò tra i piedi il cadavere di Matteotti (stando – tra le molte – all’opinione del figlio Matteo), rispose mettendola fuori legge.
Cosa che, alla fine della guerra, i massoni esibirono come un’aureola di “martirio antifascista”.
Al pari (storia misconosciuta) dei mafiosi…

2. Beneduce (padre di Idea Socialista, futura moglie di Guccia).
Anche qui: la Politica può mettersi al servizio dei “tecnici” (come con Monti) o servirsene, quando li ritiene capaci.
Beneduce era un tecnico capace, al contrario di Monti, e se Mussolini (suo vecchio compagno) gli avesse richiesto leggi liberiste sarebbe certamente stato in grado di produrne. Invece gli chiese, ad esempio, di nazionalizzare la Banca d’Italia e il nostro intero sistema bancario: fu così e con un mastodontico piano di lavori pubblici, con l’Iri e tutto il resto, che l’Italia fronteggiò vittoriosamente la crisi degli Anni Trenta, non certo con la guerra d’Abissinia…
La riforma bancaria di Beneduce è considerata da molti - ancora oggi - perfetta.
Ci volle un altro “adepto socialista”, per cominciare a smantellarla (nel 1992), dando principio a tutti i nostri guai: Giuliano Amato. Dopo di lui Ciampi, Prodi, Monti…
Ma eravamo già nell’epoca della Politica assoggettata ai tecnici, o presunti tali…
(no caste)

PS:
In margine al punto 1, trovo una singolare analogia tra l’assassinio di Matteotti e quello di Nemtsov.
Mutatis mutandis, naturalmente: Matteotti aveva di certo (nelle sue cartelle) prove di maneggi tra Casa Savoia, massoneria e Sinclair Oil (Rockfeller); Nemtsov era niente fino all’altro ieri. Ma entrambi sono cadaveri gettati ai piedi di governi per farli saltare in aria.
Dagli stessi poteri…

Anonymous said...

Chiamami confidenzialmente Fratello Sauro. :-)

Nessie said...

Grazie no caste. Qualcuno mi ha fatto pure passare per stupida perché avrei perso tempo a leggere il volumone di un massone. Ma come dici, si può utilizzare anche degli "insider" che certamente sono più informati di noi in materia. E pazienza se gli ho dato il mio obolo di 19 euro. Lo ha fatto pure la brava Ida Magli che se lo è letto e riletto con curiosità. E non mi pare così sprovveduta.

Noto però che è già da parecchio tempo che la massoneria ha cambiato il suo andamento e si autorivela e si palesa in molte delle sue mosse. Evidentemente si sentono sicuri del fatto loro. O come suggerisce il Sauro, nel suo intervento di ieri delle 7, 11 pm : "C'e' qualche loggia sanguinaria che si e' allargata troppo. Siccome non riusciamo ad arginarla, abbiamo bisogno del vostro aiuto. Entrate in Massoneria e lottate con noi."
Con il curioso paradosso "andra' a finire che per combattere la Massoneria ci tocchera' di entrare in Massoneria".

Sono d'accordo col paragone di Nemtosov col caso Matteotti e ho visto che è stato fatto anche altrove. Buttare un cadavere proprio davanti al Cremlino è un voler sottovalutare l'intelligenza di Putin che se avesse voluto disfarsene, non lo faceva di certo davanti alle porte di casa sua. Mi tocca dar ragione ancora una volta a Giulietto Chiesa.

Nessie said...

Frassauro, a quando il grembiulino? :-). Puoi cominciare con un disegnino griffato da stilista per i paramenti.

Anonymous said...

Su assassinio Nemtsov, l'Immonda canea:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=14747

Z

Anonymous said...

Ciao Nessie, ogni tanto allestisci delle gallerie di autentici mostri... Andando oltre a queste "rivelazioni" che possono essere più o meno vere (condivido i dubbi di WS) quel che è certo è che il nostro mondo è praticamente tutto manipolato, artefatto, falsificato, manomesso per scopi strategici finali e ben precisi. Lo prova la stessa realtà sempre più incalzante e drammatica. Su questo non sembra proprio ci siano contrapposizioni, divergenze e lotte intestine tra fazioni. Anzi, sembra proprio che il Vero Potere sia più univoco che mai. E il punto è proprio questo: questo Potere Oscuro, assolutamente incontrastato e onnipresente (e onnisciente...) sembra ormai aver vinto su ogni fronte e in maniera definitiva. Qui, come già detto altre volte, non si tratta di essere complottisti ma (purtroppo) di non esserlo mai abbastanza...
Scarth


Nessie said...

Ciao Scarth, beh è ovvio che se ci fanno sapere qualcosa ( e in questo caso si tratta di molte cose, dato che c'è molta carne sul fuoco), non lo fanno di certo per i nostri scopi ma per i loro. Questo era scontato.

Il fatto è che anche il complottismo è roba loro. Se ci azzardiamo noi, a fare illazioni, ecco che ci fioccano addosso insulti di cospirazionismo. Viceversa se lo scrive uno di loro, si tratta di rivelazioni di un insider.

Al che, io mi sono fatta una mia filosofia: non si è mai abbastanza complottisti e non si è mai abbastanza diffidenti, dato che il Peggio riesce sempre a sorprenderci e a tenderci degli agguati.

Nessie said...

Scarth, l'avevi poi letto il libro di Maurice Caillet "Ero massone" di cui già ne feci recensione, qualche anno fa ? Qui in ogni caso un'intervista dell'autore:

http://www.stampalibera.com/?a=28990

Anonymous said...

Si l'avevo letto, mi era piaciuto e avevo avuto la sensazione che fosse solo un frammento di qualcosa di ben più gigantesco e terribile.
E poi concordo assolutamente: mai abbastanza complottisti, diffidenti e orwelliani!
Scarth

Nessie said...

Anch'io ho avuto la tua stessa sensazione su Caillet. Che forse avrebbe potuto raccontare di più e che non abbia di proposito, voluto calcare la mano.

Anonymous said...

Hai proposto un argomento molto interessante,e attuale,che come vedi ha suscitato tra i tuoi lettori,vivaci e mirati commenti.
-Tra gli altri,concordo in pieno con uno dei primi.... lapidario ma esplicativo:
^In ogni caso quando un massone " parla" fa sempre disinformazione (il che significa che mescola scientemente verita' e menzogna) e lo fa sempre per uno scopo diverso da quello dichiarato.La domanda quindi deve essere perche' e per chi " parla" costui ?
ws^
-Concordo,pure con l'amico NoCaste,nella sua analisi storica,sull'atteggiamento negativo del Governo, durante il periodo di rivoluzione fruttuosa economica,industriale e sociale nel ventennio..verso le varie associazioni Massoniche e paramassoniche,sicuramente non al servizio del benessere del Paese.
Scopro che NoCaste è dell'Abruzzo forte e gentile....anche Io che predico di essere Romano...perché nato a Roma....sono,in effetti, figlio di un emigrante da un paesino a oltre 1100 metri d'altezza del "Chietino".Famiglie numerose...11 figli...tutti prolifici...pertanto ho decine di parenti stretti...venuti a Roma,"rimasti in loco",emigrati negli Stati.Mi vanto,e non a torto,di avere discendenti certi in "Paese",risalenti all'inizio del '600,perché da sempre,un medico,o un notaio e qualche Parroco portano il mio nome(come da archivi parrocchiali).
Chiedo scusa,Nessie,per essermi dilungato,in questioni personali,ma lo ritenevo dovuto,per precedenti screzi o beccate passate,avute per divergenze banali, d'opinioni.
Tornando al mattone di 650 pagine,hai ragione tu,non si può criticare un libro se non lo si è letto,ed Io ne sono un pessimo esempio.Ma ho la scusante,della foto dell'autore e del suo titolo onorifico Massoneria Democratica...Boh?
Farò come la sveglia vecchietta....Magli....che l'ha letto e riletto,a mio parere non certo per imparare,ma per capire,chi c'è dietro al programma ...L'albero del Potere...una poderosa enciclopedia,di nomi noti o meno conosciuti.
Resta ,la mia convinzione,di quanto affermato da un "noto"Potente conosciuto"...Disraeli,che al suo servizio di Massoni ne aveva a profusione...
^Il mondo è governato da personaggi ben diversi da quelli creduti da coloro i quali non sanno guardare dietro le quinte^.
Saluti MAR

Nessie said...

Grazie Mar. E' certamente un argomento controverso, ma interessante.

Il libro di Magaldi è da prendere con le pinze e occorre farci la tara, ma non vi è dubbio che la faccenda delle superlogge sovrazionali (Ur-Lodges) da lui scandagliate, servano a mandare quanto prima in rottamazione i massoncini alla Verdini, tanto per intenderci. I quali non contano più una benemerita mazza.

Vuoi scommetterci che il Pentolaio di Rignano sull'Arno, cercherà l'investitura in una delle superlogge di Draghi? Se non l'ha già fatto...

Disraeli conosceva i suoi polli e sapeva di cosa parlava.

Anonymous said...

Ciao Nessie, la mia sensazione non era quella di una reticenza dell'autore francese che considero genuino ma piuttosto dovuta al fatto che il suo fosse un giro tutto sommato piccolo mentre si poteva sospettare di un ambito ben più grande e capace di ben altre porcate.
Quello che però secondo me è davvero molto preoccupante è che a questi "Poteri Onnipotenti" non sembrano avere più alcun avversario a tenergli credibilmente testa. Sembra davvero abbiano vinto su tutta la linea e in ogni ambito. Ambiti che vanno dalla grande strategia globale alla imposizione di idee che sono diventate obbligatorie per legge su scala planetaria.
Scarth

Anonymous said...

Non so quante volte ho citato quella frase tratta da "Coningsby" di Ben Disraeli. E lo scriveva quasi 150 anni fa.

Il sauro

Nessie said...

Quale frase? Ricitala se puoi. Disraeli era un dandy che aveva il gusto per battute e motteggi.

Nessie said...

Scarth, beh, insomma, il Grande Oriente di Francia non era un giro poi così piccolo. I due venerabili di spicco erano Mitterand e Giscard.

Ad ogni modo, oggi le logge si sono allargate sul piano globale.

Anonymous said...

Quando la Massoneria era una cosa seria e se ne parlava con una certa reticenza.
Insisto su Mozart,perché è un modello tipico e facile da capire,per illustrare usi e costumi,di organizzazioni potenti in un passato non troppo lontano.
A Vienna,del 1791 c'erano tante logge tutte permesse(in linea con la struttura clerico/nobiliare/papalina del Sacro Romano Impero),lo stesso Mozart(ringalluzzito dai suoi successi) ne voleva fondare una tutta sua.."la Grotta".Non fece a tempo,perché,in condizioni misteriose, fu ucciso a bastonate da un suo "compagno" di loggia..tale Hofdemel...caricato,per gelosia, da insinuazioni,che Amadeus si approfittava( durante le lezioni di piano) della sua Signora...e lei ci stava.
Lo strano si somma allo strano,l'Hofdemel ritorna a casa...accoltella la moglie(che però sopravvive,e in seguito per tacere prende pure una pensione)...e lui si uccide,riuscendoci in pieno....Un delitto perfetto.
Mozart,portato moribondo in casa,viene rivestito con un saio,per coprire le botte ricevute,ma i familiari,notarono ma poi smentirono,anche segni dovuti ad un possibile avvelenamento(forse il servitore assunto da poco).Kostanze(la moglie)non denunciò né le botte,ne il veleno....ma ricevette anch'essa una pensione.
In poche parole,malato come era... doveva morire...ed era morto.
Le fantasie del regista Forman del film Amadeus,sulla base del romanzo dello scrittore Russo Puskin,sono un misto di ignoranza e dissimulazione.Il Salieri(il cattivo del film Amadeus) era compagno di merende di Mozart,e non aveva nessun motivo di ucciderlo.Forse un altro film di uno slavo(?)..."Non dimenticate Mozart"è più vicino alla realtà.
Come ho già detto in un precedente commento...lo spendaccione Mozart giocava su almeno tre tavoli di suoi sostenitori,benefattori.Frequentava di nascosto,oltre le consentite logge asburgiche,anche le logge tedesche figlie/sorelle della nota organizzazione degli Illuminati di Baviera(appena chiusa)...e ancora peggio una nuova setta fondata dal falso messia Jacob Frank....IFratelli d'Asia(alcuni dei quali filo Francesi,persero,però, la testa insieme a Danton)...è nota e chiara la posizione opposta e di netto contrasto di queste logge(proletarie) ultradanubiane nei confronti delle austriache tutte casa e famiglia, " nobili e clero.
Non si possono servire due padroni,avverte il Vangelo,figuriamoci tre,e le pie organizzazioni in questione sono molto suscettibili ai ripensamenti dei loro membri.
Per approfondire la questione,o per i curiosi...sono stati scritti tanti libri sull'argomento...dopo F.Carr,i nostri Taboga e Buscaroli,e perché no?,il romanticone polpettone in 4 volumi di Cristian Jack(che però da buon massone incolpa della morte del nostro, il capo della Polizia asburgica)....un buon saggio si trova pure sul WEB scritto da un tale Rausa(?).
Una volta... altri tempi fare sgarbi ai Massoni,richiedeva un pesante uso di astringenti(immodium o dissentene)....oggi...dai libri che si pubblicano.... sembra che tutto sia cambiato.
Saluti Mar

Anonymous said...

Per l'interessantissimo saggio del Rausa....panorama completo delle Massonerie e Sétte segrete dell'epoca Mozartiana...ci si può riferire all'indirizzo:http://www.giusepperausa.it/massoneria_e_scenari_europei.html
quello è un buon modo di fare storia...non gli elenchi telefonici.
Saluti Mar
P.S. ho comprato il libro...pure con lo sconto del 15% nel vederlo sfogliandolo non mi è preso il raptus di leggerlo tutto d'un fiato

Nessie said...

Mar, sospendi momentaneamente il giudizio e ripassa quando hai letto.

@ Anonimo del commento delle 11, 28, è gradita una firmettina o nick che dir si voglia.

Anonymous said...

Questo secondo me è imperdibile,poi ognuno creda in quello che vuole..tanto..
Jack

forces hoccoltes film ita

Anonymous said...

Era quella frase citata da MAR. Disraeli sara' stato anche uno spiritosone, ma non era propriamente uno qualsiasi.

Il sauro

PS
Occhio che la fonte citata dall'anonimo sopra e' ormai da codice penale. Roba da matti.

Anonymous said...

OT
Guarda qui e cosa scrivono quei coglioni dei lettori.

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/sbarchi-rabbia-guardia-costiera-dateci-status-polizia-1101800.html?update=1

Il sauro

Anonymous said...

Se devo ripassare,solo dopo aver letto il mattone /purga....allora corro il rischio di non farmi più vedere.Ricorrerò per aggirare l'ostacolo ad una pietosa bugia da giovane esploratore...dirò...finalmente l'ho letto.
Solo due dubbi(e poi ci risentiamo a libro letto)...ma visto che si tratta di "Massoneria Democratica"...non è che scopriamo che il Matteo fiorentino ne è"compagno"sconosciuto...ed ancora,con la loro qualifica(Democratici) possono pretendere l'obolo degli 80 euro,elargiti al "popolo"delle primarie????
saluti Mar

Nessie said...

Mar, scusa ma temo che fai apposta a non voler capire e a far perdere la pazienza alla sottoscritta. Ho detto più volte anche in altri post (e lo ripeto) che il Patto del Nazareno è stato buttato per aria, proprio perché Renzi non sa che farsene delle piccole massonerie nazionali di Verdini & Co. Renzi ha rotto il Patto su ordine del venerabile Draghi. E ora proprio da Draghi aspetta l'investitura in una nelle Ur Lodge sovranazionali. Draghi, se hai il libro sottomano, fa parte di ben 5 superlogge:

Three Eyes, Edmund Burke, Compass-Star Rose /Rosa Stella Ventorum, Pan-Europa e Der Ring).

Si accettano scommesse su a quale di queste 5 aderirà il Pentolaio.

Per il resto, regolati come ti pare. Che tu lo legga, o non lo legga, o che ne legga solo la sovracoperta con le figurine Panini dei vari venerabili, "nun me ne pò fregà de meno", come dicono dalle tue parti. Figuriamoci se la sottoscritta sponsorizza la massoneria!

Democratico è un aggettivo del cavolo che usano tutti e certamente si fa bene a sospettare di chi lo usa a sproposito.

Nessie said...

Chiudo la sezione commenti perché oggi passerò ad altro argomento e perché non mi piace che questo blog diventi una buca delle lettere dove ciascheduno ci ficca dentro quel che gli pare a seconda del suo uzzolo