18 November 2014

Piove, Governo Mondiale Ladro!

Il giorno dopo l'alluvione. O meglio, le ripetute alluvioni. Domani i TG conteranno, come è ormai triste consuetudine da un mese in qua,  i danni di Genova che scivola sempre più verso il mare fino ad esserne inghiottita (grottesco e simbolicamente allucinante, l'episodio dei 7 feretri usciti dal cimitero di Bolzaneto  trascinati dal torrente Polcevera),  di Chiavari e del Levante, di Savona e del Ponente,  delle frane in Lombardia, dell'esondazione dei laghi lombardi e piemontesi (il Maggiore e il Lago d'Orta) , di Milano che va in tilt con le linee metropolitane per colpa del Lambro e del Seveso che inondano cantine, seminterrati, uffici e negozi. Con l'Alessandrino, col Parmense, col Vicentino, con la Toscana e  le trombe d'aria versiliane, la Sardegna e le isole, con il  PO che straripa e gli sfollati ecc. ecc. Di maltempo si muore, e non si è nemmeno più sicuri in casa propria. O nei luoghi di lavoro.
Ma la verità la vediamo sotto i nostri occhi: clima caldo umido appiccicoso in pieno Novembre, fiori programmati da Madre Natura per  fiorire in primavera come primule, o in estate come le ortensie, che, a sorpresa, si mettono a fiorire adesso tra un violento nubifragio e l'altro. 
Pubblico questo interessante pezzo dal titolo "Manipolazione climatica e dominio finanziario"  di Francesco d.C. -  nel quale si fa largo l'ipotesi (tutt'altro che peregrina) della manipolazione climatica come strumento di potente controllo e dominio di massa. Pertanto, dato che i governi non sono più nazionali, dato che si organizzano i G20  per parlare di rimedi al "surriscaldamento del Pianeta" è il caso di dire: piove NWO ladro! La nuova arma di distruzione di massa si chiama clima,  e  tutti noi, restiamo attoniti e sgomenti a guardare giorno per giorno le previsioni meteo, in attesa di giorni migliori. In tutti i sensi. 


Alluvione a Chiavari
Dal sole dipende la salute dell'uomo

Roma – La natura è di tutti e, si sa, non si paga. Almeno finché non viene privatizzata. L'aria che respiriamo, la pioggia del cielo, il sole e la sua capacità di generare energia (fotosintesi clorofilliana) elementi che il Buon Dio assicura a tutti. Egli “fa sorgere il suo sole sopra i malvagi e sopra i buoni e fa piovere sopra i giusti e sopra gli ingiusti” (Mt 5, 45). Ma questo non va bene ai cercatori di lucro e di dominio globale. Dalla giusta misura delle piogge dipende la fertilità dalla terra. Dal sole scaturisce l’energia prodotta dal mondo vegetale con il miracoloso processo della fotosintesi clorofilliana. Sempre dal sole dipende la salute dell’uomo: la sintesi della vitamina D è possibile solo grazie ad una congrua esposizione ai raggi del sole. Auterevoli ricercatori medici lasciano un vero e proprio "allarme pandemia" da carenza di tale vitamina causa della scarsa esposizione ai raggi solari. Il loro consiglio è, chiaramente, quello di assumerne in pasticche.


La manipolazione della natura

Ma la manipolazione della natura, oltre ad essere paurosamente dannosa, assicura ai suoi fautori enormi possibilità di guadagno ma, ciò che più inquieta, è che essa rappresenta un potente strumento di controllo e dominio di massa. La manipolazione, (che è sempre contro natura!) riguarda oggi ogni settore della vita dell'uomo dalla genetica umana ed animale, alla modificazione genetica di sementi e specie vegetali – OGM e, persino, incredibilmente, la manipolazione climatica. Dal punto di vista etico le problematiche sono di enorme spessore: chi sceglie? chi decide? quali rischi non noti si corrono?

Costretti a pagare ciò che ci è stato affidato gratuitamente

Dal punto di vista economico l'effetto è di lampante evidenza. Mentre le statistiche evidenziano che povertà e fame affliggono fasce di popolazione sempre più ampie, gli abitanti del mondo occidentale per ottenere quello che la natura assicurerebbe loro gratis oggi devono pagare. Pagare il detentore del brevetto o del know how, il detentore dell'esclusiva per ottenere quelli che ormai sono prodotti a tutti gli effetti: e quindi, oltre al cibo, bisogna pagare i proprietari di brevetti per avere la salute (che in un ambiente naturale e salubre sarebbe salvaguardata) e i figli (la manipolazione agro industriale degli alimenti causa quasi tutte le malattie di cui soffriamo e tra queste la sterilità, oltreché i tumori…). Per avere il sole o la pioggia nella giusta misura bisognerà pagare.Gli strumenti di controllo del clima si fanno sempre più raffinati, gravissime calamità sconvolgono ogni angolo del mondo. Anche le nostre città più antiche e belle, intatte per anni, ed anzi scrigni di tesori artistici ed architettonici, cadono in rovina sotto preannunciati terremoti ed inondazioni.



Processione propiziatoria a Brescello del Po col Cristo di Don Camillo
La logica del far debito

Le piogge non si chiamano più piogge ma bombe d’acqua. La colpa di tale distruzione viene riversata, con l’aiuto dei moralisti, sugli abitanti-vittime ed il loro insano desiderio di abitare su questo pianeta, con la guerra all’ultimo abusivo (edilizio). Occorre porre rimedio al dissesto idrogeologico: stanziare dei soldi per la messa in sicurezza del territorio (questi i diktat) oltre ad investire per la ricostruzione o, meglio, per la costruzione ex novo delle abitazioni. L’Aquila docet! Far debito, la necessaria conseguenza.

http://www.quieuropa.it/manipolazione-climatica-e-dominio-finanziario/



50 comments:

Faithful said...

Qui purtroppo è difficile prevenire quando si hanno case e vie a ridosso dei piccoli fiumi che immancabilmente appena viene giù come dio la manda esondano allagando tutto, le cose che si possono fare sono davvero poche, la soluzione migliore è creare scolmatori e/o allargare i piccoli fiumi ma è tutta roba su cui ci vogliono finanziamenti milionari e sinceramente non credo che nessuno vorrà sborsare milioni per fare uno scolmatore su dei rigagnoli, senza contare che è facile trovarsi contro casini burocratici perchè non si può scavare dappertutto e si sà che, specie ultimamente, per i governanti le priorità sono "ben altre", sulle frane invece, a parte i casi di abusi edilizi, è difficile anche solo capire dove su una montagna si può costruire, che percentuale di rischio c'è di preciso etc.. tant'è vero che un caso analogo a quello di Varese è accaduto anche a Lugano in Svizzera e lì, checchè ne dica pittibimbo, gli abusi edilizi non sono certo all'ordine del giorno.
Pagherei per avere dati storici su disastri climatici del genere sulla catena alpina, così tanto per metterli a confronto con quelli dagli anni '90 in poi, noi si pensa sempre male però si sa mai..

Un piccolo aggiornamente sulla vicenda di Badia Prataglia: anche in questo caso a impartire ordini, voleri e denari (rigorosamente pubblici) è la cooperativa ciellina Domus Caritatis, ciellini che ormai muovono alFini come un burattino (motivo questo per cui è ancora lì a far danni).

http://voxnews.info/2014/11/17/badia-prataglia-parla-lalbergatore-che-ha-venduto-il-suo-paese/

Oh dove spari spari ma lì in mezzo alla mangiatoia ci sono sempre quei soliti 3 a mangiare.

Anonymous said...

Il pezzo, molto scorrevole, contiene purtroppo un fondo - e non solo - di grossa verità circa la manipolazione del clima.

Che si alteri il clima per meri scopi economici o per dominio di popoli e nazioni poco conta e nulla cambia alla sostanza dei fatti.

E, senza sposare alcuna teoria complottistica, credo che la cosa duri da qualche decennio e non sia solo un fenomeno di questi ultimi anni in cui il fenomeno si è manifestato in con frequenza più che allarmante.

A beneficio di qualche incredulo, posto il link ad un' intervista ad un personaggio che difficilmente può essere collocato tra i folli visionari allarmisti e/o complottardi:

https://www.youtube.com/watch?v=RX5SY4orWxQ

Ognuno tragga le proprie conclusioni.

Paulus

Anonymous said...

66Le manipolazioni del clima per scopi politico/militari sono documentate da anni. Cio' che non si sa e' solo lo stato dell'arte delle tecniche utilizzate, ma che si possa far piovere a comando o, non far piovere affatto, che si possano provocare tifoni, uragani, tsunami et similia e' un fatto accertato. Ai tempi della guerra del Viet Nam fu fermata l'avanzata di Ho Chi Min, grazie all'irrorazione delle nubi che provoco' piogge anomale e persistenti per settimane. Dopo il disastro di Tchernobyl, i russi contennero il rischio di fall out su Mosca creando abbondanti precipitazioni che si abbatterono sulla Bielorussia. Alle olimpiadi di Pechino fu possibile conservare il bel tempo per oltre 5 giorni sparando migliaia di piccoli missili sulle nubi. Gli esempi documentati sono tanti.

Gia' qualche anno fa, citai il documento dell'USAF "Owning The Weather Within 2025" (rintracciabile in rete), che descriveva le tecniche e gli scopi del controllo climatico. Oggi c'e' un buon compendio di documentazione varia, pubblicato dal M.llo in pensione dell'AM Domenico Azzone che era addetto al servizio metereologico, nel quale si spiega che e' in atto un'operazione NATO su vastissima scala; vi si trovano le ragioni per cui tutto cio' viene negato nonostante l'evidenza e si adombra il solito sospetto che cio' serva a facilitare l'avvento di una nuova governance mondiale.

Mentre ci balocchiamo con le sciocchezze sugli spray per capelli, sono in corso operazioni segrete che modificano la toposfera e la stratosfera.

Dopo questa lunga prolusione, si giunge inevitabilmente a parlare della enorme responsabilita' che grava sulle spalle dei nostri governi, dei nostri vertici politici e militari che meriterebbero la sorte che una volta veniva riservata a tutti i traditori; con l'aggravante che si tratta di un tradimento mai visto prima per gravita' e intensita'.

Il Sauro

Nessie said...

Faithful, hai fatto un esempio, non perfettamente calzante, Lugano, la quale è urbanizzatissima. La sua collina a picco sul lago è gremita di edifici grandi e piccoli.

https://www.google.com/search?q=lugano+panoramica&client=gmail&rls=aso&tbm=isch&tbo=u&source=univ&sa=X&ei=vj1rVK-eNuTOygPL3oCoCw&ved=0CDQQsAQ&biw=1366&bih=635#facrc=_&imgdii=_&imgrc=H_aWMHzLURClHM%253A%3BDRzm4uPr5PTt4M%3Bhttp%253A%252F%252Fwww.panorama-ticino.ch%252Fneues%252520Panorama%252520jpg%25252070.jpg%3Bhttp%253A%252F%252Fwww.panorama-ticino.ch%252F%3B2646%3B520

Tuttavia, io non credo che queste catastrofi così ciclicamente ravvicinate siano solo colpa dell'incuria e dell'abusivismo, ma che le due superpotenze (Usa-Urss), avessero stipulato patti contro le manipolazioni climatiche, è un fatto. Con la Caduta del Muro, abbiamo anche queste...chiamiamole così "controindicazione".

Nessie said...

Grazie Paulus, il generale Mini non è un ciarlatano ed è una fonte più che attendibile.

Nessie said...

Sauro, per caso avresti il link di quel documento USAF "Owning The Weather Within 2025"? Se sì, invialo...

tu scrivi '" in atto un'operazione NATO su vastissima scala; vi si trovano le ragioni per cui tutto cio' viene negato nonostante l'evidenza e si adombra il solito sospetto che cio' serva a facilitare l'avvento di una nuova governance mondiale".


Il generale Mini nel video messo da Paulus, sta dicendo che la "remora morale" e la "remora politica" non esistono, quando si devono sperimentare questo tipo di armi climatiche. Esiste solo l'opzione militare.
Guardalo.

Anonymous said...

Non ti mando i links, ti mando i 2 documenti interi. Quello dell'USAF e il libriccino di Azzone. Connessione permettendo...

Capisco perfettamente cio' che dice il Gen. Mini, ma il problema e' la percezione a livello di pubblica opinione. L'enormita' della questione e' tale che solo pochi sono disposti a credervi. E' su questo che si gioca la partita. Infatti, di fronte all'uso di un'arma nucleare c'e' un'evidenza che e' difficile trovare se trattasi di un tifone.

C'e' una convergenza di indizi, ma mancano le prove.

Il sauro

Vanda S. said...

Il G20 ha rivelato in modo chiaro che il mondo e' diviso in due: USA,Europa,Australia,Canada e i BRICS. Il nostro futuro dipendera' dal risultato dei loro conflitti per il controllo delle risorse dell'Africa e del Sud America. Tuttavia, i BRICS e' formato da paesi EMERGENTI che ci vendono i loro servizi e investono acquistando potere e territori in Africa e Sud America. Noi invece siamo economie malate e in rapida discesa. A voi le conclusioni.
PARTENZA ANTICIPATA DI PUTIN: http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=14224

Nessie said...

Infatti Sauro. A quei livelli, vuoi che lascino le pistole fumanti in libertà? Oramai è anni che si dicono certe cose sui famosi (o famigerati) progetti Haarp, ma più in là non si va. Sarebbe perciò oltremodo difficile mobilitare l'opinione pubblica su un tema che la riguarda tanto da vicino.

Nessie said...

Vanda, su Putin, come lo hanno trattato e la sua partenza anticipata dal G20 farò un post prossimo venturo.

In ogni caso chi ci dà il veleno (le manipolazioni climatiche) è pronto a offrirci anche l'ANTIDOTO. Purché lo si acquisti da loro.

Qualcuno ha notato che Renzi non si è mai fatto vedere nemmeno sbrigativamente nelle zone alluvionate (che poi è più di mezza Italia)?

I suoi curatori di immagine glielo hanno sconsigliato. I sondaggi precipiterebbero in picchiata molto di più di quanto non siano già.

Nessie said...

Comunque sulle panzane dell'antiputinismo statunitense, anche qui. La verità è che gli USA possono solo ritardare il loro declino, non impedirlo. A meno che non ci sia un cambio di leadership davvero innovatore :

http://aurorasito.wordpress.com/2014/11/17/koala-diplomazia-e-miseria-dellanti-putinismo/

Anonymous said...

Qui su Stampa Libera si è ipotizzato un corteo pacifico a Roma perché la popolazione su tutti questi temi (alluvioni, scie chimiche), dorme e pensa ancora si tratti di Giove Pluvio:

http://www.stampalibera.com/?a=28263

Z

Nessie said...

Siamo purtroppo, un popolo di fatalisti, e crediamo ancora troppo nelle...fatalità gratuite, che intendiamoci, esistono ma oramai non c'è più "destino" nel quale l'uomo non intervenga per dirottarselo a suo piacimento. Non mi è giunta eco di questa manifestazione...

Faithful said...

E' qui che volevo arrivare Nessie, non è tanto un problema di "abusi edilizi" ma di rischio che si corre a costruire caseggiati a raffica ai piedi di montagne o colline, anche in zone a "rischio zero" in realtà il rischio non è da escludersi se poi ci fai interi quartieri.

OT:

Valorizziamoli, sono risorse

http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/roma_tor_tre_teste_tentativo_rapimento_bambino_rom_arrestati/notizie/1018183.shtml

Il bello è che se dici di voler andare in giro armato per legittima difesa ti accusano di volere il "far west", perchè invece ora questo schifo in cui viviamo che cos'è?

johnny doe said...

Tout se tient....sembrano episodi tutti slegati (debito,clima,immigrazione,gender...),ma in fondo si possono riportare ad una unica matrice,NWO.
Quanto alle più specifiche manipolazioni climatiche,sono una realtà...già a Pietroburgo (in occasione del G 20,o 8...)il clima da piovoso è stato modificato in soleggiato.E' una tecnologia che ormai molti conoscono e un formidabile ordigno di guerra.

Nessie said...

Certo che tutto si tiene! Esempi oltre a quello che hai citato ce ne sono già a josa.
Per non dire della Cina che per aiutare i contadini del centro-sud ha utilizzato cannoni con razzi carichi di ioduro per produrre pioggia artificiale. Già sparati 15 mila colpi per un investimento da 130 milioni di euro
http://www.corriere.it/esteri/13_settembre_06/Cina-vuole-cambiare-il-clima_0b07676c-16b5-11e3-b8be-7779aaf9a586.shtml

ma a parte i cinesi, che non mi stanno simpaticissimi, noi la Nato e le sue numerose basi ce le abbiamo qui in casa. Hai voglia di esperimenti!

Nessie said...

Intanto gli effetti di queste manipolazioni si vedono già sulle nostre tavole. Quest'anno è stato l'ANNO NERO per l'olio extravergine di oliva, nostro vanto anche nelle esportazioni:

http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2014/11/12/news/100353093-100353093/

"La produzione è crollata del 37% rispetto al 2013, con punte del -45% in due regioni d'eccellenza come l'Umbria e la Toscana. Colpa del clima pazzo che, con un caldo eccessivo durante la fioritura e piogge abbondanti in estate, ha favorito la diffusione della mosca olearia, uno dei peggiori nemici dell'olivo. Un intero settore agricolo è finito in ginocchio, ma l'allarme è anche per i consumatori che si vedono costretti a fare i conti con prezzi alle stelle e il rischio crescente di truffe e sofisticazioni".

johnny doe said...

anche il mio amato 100% moraiolo umbro....!

Faithful said...

OT:

Ormai se n'è accorta pure lei

http://www.ilgiornale.it/news/politica/marine-pen-renzi-monti-1068854.html

Nessie said...

Per cortesia, Faithful non esagerare con gli OT. Non so in che lingua devo dirtelo. Il mio blog non è una buca delle lettere.
Vale anche per Maria Luisa e tutti quelli dallo spamming facile.

Nessie said...

Johnny, tutta l'Italia costiera ha produzioni di olio d'oliva, tanta da nutrire un intero continente. O meglio, aveva. In Liguria c'è il "Taggiasco" che è finito malissimo a causa delle piogge. Mi ha detto un coltivatore che la siccità estiva unita al tasso di piovosità e umidità ecceessivi hanno mandato tutto a ramengo.

Nessie said...

Qui, su mosca olearia e Xylella, un batterio estremamente nocivo individuato in Provenza e Corsica. Parla un produttore del Taggiasco:


http://www.riviera24.it/articoli/2014/10/26/185257/al-frantoio-boeri-di-taggia-le-olive-eroiche-hanno-combattuto-contro-la-natura

Anonymous said...

Questa non è affatto Ot, Nessie.

http://corrieredibologna.corriere.it/bologna/notizie/cronaca/2014/18-novembre-2014/piena-po-parroco-brescello-processione-il-cristo-don-camillo-230559516767.shtml

Piena del Po, il parroco di Brescello
in processione con il Cristo di don Camillo
In 500 hanno sfilato dalla chiesa alla golena per chiedere a Dio protezione dal grande fiume che ha superato gli 8 metri

Zeta

Nessie said...

Ah, questa è davvero troppo bella! Grazie Z, l'ho vista ieri sera al TG questa singolare processione propiziatoria. E' proprio il caso di dire che siamo nelle mani del Signore!
Ora metto la foto sul post al posto di S. Francesco, perché sarà ricordata a futura memoria.

Anonymous said...

Il Pdf promesso sulle manipolazioni climatiche lo si può trovare a questo link, è un file un po' pesante da scaricare:

http://www.misteriesciechimiche.org/files/libro_di_geo-ingegneria_atmosferica_-_mi.pdf

Il Sauro

Aldo said...

La resa degli uliveti pregiati toscani ebbe un tracollo per la stessa ragione anche alcuni anni fa, eppure la produzione d'olio "locale" non scese d'un litro. Conoscenti livornesi mi portarono testimonianza d'un intensissimo via-vai di navi cariche d'olive (particolarmente dal Marocco), cosicché anche in quell'annata l'olio "toscano" poté essere copiosamente venduto. Ovviamente a prezzi "toscanissimi". E, nota bene, non è assolutamente detto che il procedimento fosse contro la legge.

Ah, le gioie della globalizzazione!

Nessie said...

Grazie Sauro, è lunghetto, ma dai paragrafi letti, vale la pena di leggerlo interamente. Lo dico anche a tutti.

Specie ad Aldo, con il quale avevamo già affrontato il tema.

Nessie said...

Aldo, ti rimando al pdf messo dal Sauro sulle manipolazioni e alterazioni climatiche, sapendoti interessato.

Per ciò che riguarda gli uliveti toscani, sapevo di questa notizia perché me l'ha detto un mio fidato conoscente che possiede un frantoio nel levante ligure e che mi vendeva l'olio. Lui è molto onesto e quest'anno mi ha sconsigliato di comprare olio da lui, perché mi ha detto chiaro e tondo che non ce n'è e che lui non è tipo da fare "strane miscellaneee ".

Però mi ha anche detto che non è solo un andazzo toscano, ma lo fanno anche in Liguria, Umbria e Abruzzo.

Anonymous said...

" su queste alluvioni a comando con relative "bombe d'acqua", c'è chi dice che sono le nuove armi distruzione di massa del futuro:^..
Spero di non crearmi antipatie,con tanti tuoi seri lettori,ma pur essendo un convinto "apocalittico complottista"....forse "questa volta" i complottisti c'entrano poco.
Non dimentichiamo che siamo in era di(quarta) postglaciazione..le calotte polari si assottigliano,il livello dei mari cresce..e sopratutto l'ambiente è più caldo,per vari motivi,alcuni legati al"progresso umano"
No!questo forse è uno dei pochi casi dove i complottisti non c'entrano niente.
Per non appesantire,l'argomento riporto solo un breve collage di pareri,ubati da riviste tecniche che studiano il fenomeno
Non dimentichiamo che il "mare nostrum",non a caso chiamato Mediterraneo(tra le terre),è in fondo un "grande lago" isolato dall'enorme massa d'acqua oceanica,con il solo sbocco di Gibilterra,stretto e con poca profondità. profondo.
Insomma geograficamente stiamo messi male.
Con la civiltà tecnologica,e l'aumentata popolazione,per produrre le "enormi" quantità richieste d'energia, e prodotti chimici siamo costretti a bruciare enormi quantitativi di combustibili,conseguentemente come effluenti buttiamo in aria e in acqua...."tanto calore di combustione" e "tanta anidride carbonica",risultato globale riscaldamento dei mari, e dell'atmosfera.
La CO2,con tanti altri gas,usati nell'industria,provocano il famoso effetto serra,con ulteriore surriscaldamento del "globo"
Poichè la pioggia,non è altro che la condensazione di vapore acqueo(le nuvole)su zone fredde(i picchi dei monti),se si ha più evaporazione( per i mari più caldi)si hanno,conseguentemente più piogge.
Il fenomeno,le cui cause sono dibattute in teorie non sempre concordanti,è però piu evidente(in aree "disgraziate" dove alte catene montuose(che provocano le piogge)sono poco distanti dalle zone marine.
L'Italia con le sue Alpi(incluse le liguri,e la costola appenninica è quanto di peggio ci poteva capitare per la ripetizione di questo fenomeno fisico ciclico:evaporazione(nubi cariche),e subitanea condensazione sui monti vicini(pioggia abbondante).
Perchè evidenziamo tutto ciò solo da un po' di tempo a qesta parte?
Colpevole l'uomo,vorace... per questa volta non complottita.....
Menzionerei che negli ultimi 40 anni...la popolazione è raddoppiata...ma ancora peggio...la metà di questa popolazione terrestre(India,Cina,Paesi asiatici)viveva con metà della loro popolazione odierna... appena agli albori della civiltà tecnologica....mentre oggi sono il doppio, e sono i più grandi produttori di prodotti tecnologici...e poiché se ne sbattono delle stringenti regole di rispetto ecologico....sono anche i più grandi inquinatori del mondo.....Grazie,alla loro industrializzazione,ma anche ai loro processi,che non guardano troppo per il sottile nel campo dell'inquinamento.....(ricordo che bastano pochi gradi per far salre il livello degli oceanidi metri) stiamo scontando il surriscaldamento globale....
Rubo un'altra riga....se....altro fatto criminale.... interrompi e annulli il ciclo del carbonio ..che in gran parte va a fissare la CO2,prodotta( in parte anche dal nostro metabolismo,quello degli allevamenti.....oltre che,macroscopicamente dai cicli industriali).... "nella vegetazione"...deforestizzando intere aree del pianeta(vedi l'America del sud),e dell'Asia...questa CO2 ti "rimane" nell'atmosfera,contribuendo sensibilmente al riscaldamento della stessa.
Conclusione...i complottisti...che ci stiamo uccidendo,in questo,ci sono ma siamo Noi...e tra Noi i peggiori(vedi paesi emergenti)quelli che non rispettano criteri ecologii(perché costosi)....pur di produrre a basso costo.
Se pensi che sia troppo OT o che non interessi a nessuno....non lo pubblicare....l'importante che si sappia dove è il "dolo"....e dove il semplice sospetto.
Saluti MAR

Nessie said...

Perché dovrei considerarlo OT? Posso non essere del tutto d'accordo con quanto scrivi, ma per essere pertinente, è pertinente. Come pure è vero del formicaio cinese e asiatico che ha avuto il suo sviluppo tecnologico nel breve tempo.

Però prima di dire l'ultima parola nel merito, guarda e ascolta quel che dice a proposito di manipolazioni climatiche, il generale Mini, che non è l'ultimo arrivato :

https://www.youtube.com/watch?v=RX5SY4orWxQ

poi ne riparliamo...

Aldo said...

Ho scaricato il "volume" in pdf. Miseriaccia, sono 400 e passa pagine! Dovrò vedere se il mio dirigente mi accorda un po' di ferie per la lettura... :)

P.S. per Mar: le cose che dici hanno senso, ma non escluderei l'effetto "apprendista stregone", perché chi sperimenta oggi ha tra le mani una "potenza di fuoco" tale per cui dovrebbe stare molto attento a quel che fa. Invece, la supponenza umana...

Nessie said...

Aldo, come dice il gen. Fabio Mini (video linkato a Mar) sono le élites militari stesse che le pubblicano, perciò non c'è nulla di particolarmente "segreto".
Semmai è la classe politica consenziente che è supina e prona a questo "progresso". E se dicesse chiaro e tondo ai cittadini quel che va detto, è certo che ci sarebbero reazioni molto violente.

Già l'aeronautica Usa nel 1995 si arrogò il diritto di regolare il tempo atmosferico per il 2025 per tutto le parti del mondo che riteneva opportuno controllare.

Aldo said...

Matrix: "Ancora non sappiamo chi colpì per primo, se noi o loro. Sappiamo però che fummo noi ad oscurare il cielo."

E' solo la frase d'un film. Dovremmo aggiungere "per ora"? Innumerevoli scrittori di fantascienza hanno estrapolato la realtà speculando su ipotetici scenari futuri. Trattandosi di persone intelligenti e creative, tanti c'hanno preso almeno nelle linee generali.

Nessie said...

"Negare l'informazione e negare la conoscenza, è già un atto di guerra".

Sul Tsunami che si abbatté nel dicembre 2004 in Indonesia c'era una cerchia di informati che sapevano.ma che non hanno informato i diretti interessati. Eppure sarebbe bastato questo preavviso, per salvare molte vite.

Anonymous said...

Grazie per l'indicazione
Ho ascoltato,con pazienza,il lungo discorso del Gen Mini....lo chiamo "discorso",più che relazione tecnica....perchè....nelle relazioni tecniche...in genere si danno conclusioni ...su studi condotti dalla stessa persona che le presenta....suffragate da solide basi di partenza, e possibilmente esperimenti condotti direttamente,o ai quali si è partecipato come "invitato".
Nella lunga chiacchierata del Generale...manca tutto ciò....
Stiamo per buona parte dell'esposizione sul si dice...è possibile....sembra che sia stato fatto.etc.
Mancano insomma(almeno in questo show) fatti concreti,basati su solidi "principi" della fisica e tecnologia,quali la Termodinamica,la fluidodinamica,l'idraulica,l'elettrochimica,più solide basi di geologia e metereologia.
Mi scuserete tutti...ma per la strada di questi discorsi se ne sentono tanti....certo non fatti da gente così importante come è un Generale.
Forse è stato costretto a "semplificare"i concetti per un pubblico presente di non specialisti...o forse perche le materie succitate non le conosce a fondo....fatto sta che si è tenuto su un generico tipico,"discorso" che conoscevamo già tutti.
Un errore storico.....nel parlare tra guerre di "civiltà" si riferisce a quella dei "Sumeri e degli Ittiti"....I primi un piccolo popolo dell'area dell'odierno Kuwait,attivi nel quarto e terzo millennio a.C.....i secondi i creatori di un grande Impero con centro in Turchia....che si sono permessi di combattere contro la potenza mondiale dell'epoca(gli Egizi, ma circa 1000 anni dopo)......Se tanto mi da tanto... e conosce la fisica come la storia allora..."è meglio lasciar perdere".
Una sola cosa ha detto giusta..che la tecnologia oggi è in grado di provocare eventi atmosferici locali....è vero,ma arriva in ritardo arriva...oltre i militari lo sanno pure gli albergatori delle zone montane...quando in stagione turistica non c'è neve.
Quello che stà succedendo nel mondo...è fissato,invece, dalla stessa natura incontrollabile, della terra....che l'uomo può solo subire.....più il carico da 11 dell'ignoranza o stupidità dell'uomo stesso...che aggrava le cose.
Esempio la Groenlandia(la terra verde)perché era ricca di alberi,con un clima accettabile, molto tmpo prima di Colombo era abitata dai Vichinghi che la raggiunsero con i loro barconi...ma(forse) il disboscamento,per ottenere legname per le case(e la conseguente aridità)...fece mutare il clima...e così i Vichinghi,quando la "terra verde" divento la terra del ghiaccio se ne tornarono,a malincuore, a casa loro.
Confermo la mia opinione...che non si pùo,in nessun modo, agire nemmeno criminalmente sul clima globale della terra...e quand'anche fosse(per assurdo) possibile solo "un gran fesso",lancerebbe un simile boomerang....di guerra,che immancabilmente gli ritornerà in faccia.
Saluti Mar

Anonymous said...

Quindi per affermare che il cancro esiste, un oratore che si rivolge ad un pubblico di non addetti ( attenzione: Mini non era ad un congresso scientifico ) dovrebbe - per essere credibile - tediare gli astanti sciorinando profondissimi concetti almeno di biologia molecolare e fisiopatologia.

Prima di ergerci a censori cerchiamo almeno di centrare il tema, l' enunciato.

Geoingegneria, scie chimiche ( contestatissime ) sono bufale, cose inesistenti ?

Gli scettici possono fare, pagando di tasca propria, un semplice esperimento:

- comperarsi un cannocchialetto ( dai 30-40X a salire )

- osservare più aerei che rilasciano scie a lenta dispersione

- chiedersi se lo sfiato delle turbine ( così viene venduto il fenomeno dai dotti "demistificatori" ) debba avvenire dal retro delle stesse o da ugelli complementari

Buon lavoro.


Paulus

Nessie said...

Condivido, e stamattina l'ho appena fatto :-) Ora perfino una testa quadrata come Di Pietro (lo Zappatore di Bisaccia) è costretto a parlare di scie chimiche. Ma dov'era quand'era ministro dei Trasporti?

Anonymous said...

C'è una differenza sostanziale di ragionamento tra quelli che credono che anche il clima possa essere modificato e quelli no. La caduta di fiducia. E quando non c'è più quella, uno non si fida nemmeno più del Padreterno. Chi ci ha portato a questo disastro ha fatto in modo che avvenisse questo, ma non da ieri o da pochi anni, ma da decenni

http://www.maleminore.it/index.php/un-documento-fondamentale-per-chi-e-ancora-scettico-su-scie-chimiche-e-geoingegneria

Z

Nessie said...

Perfetto, Z! Con l'erosione del territorio e del suolo che si sbriciola quotidianamente sotto i nostri occhi (ieri i notiziari, hanno parlato di 100 frane solo per Genova e dintorni), si ERODE anche la nostra fiducia, il bene più prezioso per chi investe nel "capitale umano".

Anonymous said...

I ministri della sanità, trasporti e perfino difesa cui è stato posto il quesito concernente geoingegneria, mutazioni climatiche pilotate e scie chimiche hanno sempre eluso le domande con voli pindarici dialettici ( le classiche supercazzole ) oppure hanno opposto imbarazzato silenzio.

In TUTTI i paesi in cui sia stata formulata la fatidica domanda.

Complottismo, vero ?


Paulus

Anonymous said...

Per Paulus(piccolo scialle per noi ormai amici).
Ti ricordo la prima volta...quando ci presentasti...delle frasi "sconvolgenti"...accreditandole perché affermate da "niente di meno che dall'Amministratore delegato"dell'ItalCementi....in effetti,pronunciate da uno sconosciuto che tra le decine di lavori in ditte diverse(diffido molto di quelli che cambiano troppi lavori) lavorò per un breve tempo anche in una consociata di quella gigantesca Multinazionale(il cui Amministratore Delegato parlava raramente e solo,con competenza e a "proposito").
Chi ne "capisce" di atmosfera sà quanto la CO2 è negatica per la temperatura del corpo celeste che riveste....
Venere,ne è la "pistola fumante",dista dal sole il doppio di Mercurio,ed ha una massa molto superiore... con tutta la sua atmosfera ricchissima in CO2 e i suoi circa 400/500°C gradi di temperatura ne è un ottimo esempio....e potrebbe(per similitudine) tracciarti una storia della terra vista,anche, dalla "prospettiva della CO2".
A proposito di cemento...tu non lo sai,ma te lo dico Io...uno dei componenti basilari per fare cemento(ed anche la calce) è il calcare(vedi p.e. marmo)il volgare Carbonato di calcio(via delle fornaci a Roma è a perpetuo ricordo dello scempio della città antica di marmo compiuta dai Barbreini)).... del calcare se ne usa solo la parte Calcio,mentre gli ingenti quantitativi di CO2 vengono (ri)emessi nell'atmosfera(dopo la tanta e lunga fatica fatta dalla natura a bloccarla nella pietra..e concorrere a far cominciare la vita sulla stessa .
Ho dimenticato,nei precedenti commenti che un altro responsabile del surriscaldamento terrestre è,indicato, non dai militari in vena di rivelazioni note su tutti i libri.p.e.,con maggior particolari di Icke,ma dagli ambientalisti... "la cementificazione" in atto dei grandi centri urbani....Vedi le nuove megalopoli,di grattacieli orientali.
Una cosa invece mi sorprende e mi lascia dubbioso...il coraggio/ritardo del generale che colpevolizza i suoi commilitoni(militari ),senza se e senza ma...di tutto il mondo.... ancora in servizio(lui oggi è in pensione) di studiare e perpetrare con esperimenti.... o addirittura,anche alcuni atti di guerra indicati come Di dubbi gusto",già avvenuti,chissà dove.... e a noi non noti.
Perché non lo ha fatto prima...e perché lo fa ora.
Mi sembra di capire,ma potrei errare, che il rapporto era,ma potrei sbagliare, in occasione della presentazione di un suo libro che dovrebbe essere in edizione).... ma si mantiene così sul "generico"nel vago,....che non "attizza"l'attenzione"degli addetti ai lavori...solo alcuni pochi(pardon.. poveri)di spirito sembrano esserne colpiti.
Caro Paulus tu che "sai" come gira il mondo,e lo sai...(ma non sei il solo)perchè non ci fai,tu, una lista(a tuo parere) dei possibili Stati"canaglia"che ne stanno(a tuo parere) pianificando la distruzione, pure con le "armi atmosferiche"...in modo che " conoscendoli li evitiamo"...indicane due tre...."magari uno solo"...
Non menzionare certo l'Italia con le sue "toppe al culo"... e che ha le sue beghe a basso livello nelle periferie....più il dissesto ambientale(..a mio parere dovuto,perchè niente si è fatto in passato per difendere l'ambiente , e perché la maggior parte dei "pochi" soldi stanziati, per la tutela dell'ambiente,"se li sgargarozzano" le amministrazioni locali...per i loro rimborsi personali)
Saluti Mar

Nessie said...

Come Nessieriportato nel post : Debito, dissesto idrOgeologico e manipolazioni climatiche fanno parte del medesimo pacchetto e la RIPROVA non si è tardata a farsi evidente, CHIARA E LAMPANTE:

" Il governo starebbe infatti valutando la possibilità di introdurre una polizza OBBLIGATORIA per le case che protegga dai danni delle calamità naturali.

Le conseguenze di alluvioni, smottamenti e terremoti sarebbero tamponate da un'assicurazione obbligatoria imposta per legge. Come ricorda Libero, la proposta di introdurre polizze anticalamità era già stata ventilata nel 1993, nel 2005 e nel 2012, ma, almeno negli ultimi due casi, si trattava di una copertura volontaria".

http://www.ilgiornale.it/news/economia/governo-tassa-pure-pioggia-polizza-obbligatoria-contro-i-1069299.html

tra i tanti contendenti, litiganti o duellanti, Banche e Assicurazioni GODONO.

Anonymous said...

Articolo di Gianni Lannes sulle scie chimiche e la loro nocività:

http://www.stampalibera.com/?a=28295

Z

Aldo said...

" introdurre una polizza OBBLIGATORIA per le case"

Ho ancora ben chiaro in mente quel mio "amico di penna" neozelandese, carpentiere rigorosamente abusivo, che mi raccontava di una sua cliente che gli ha commissionato una casa di una sessantina di metri quadri... su ruote! Ogni pochi giorni, aiutandosi con un verricello, la spostava dieci metri più in qui o dieci metri più in là sul suo terreno agricolo. Per la normativa locale, la casa "mobile" non è una casa, quindi non paga le relative tasse. Non essendo abilitata a circolare su strada e spostandosi solo entro i limiti d'una proprietà privata, non è neppure un veicolo, quindi non è soggetta alla tassazione sui mezzi di trasporto, camper, caravan e simili. L'uovo di colombo... per chi ha la fortuna di vivere colà. Non so come sarebbe inquadrabile una cosa del genere qui da noi.

Nessie said...

Grazie Z, leggo spesso i pezzi di Lannes su Stampa Libera.

Aldo, ci ho pensato anch'io. Non alla soluzione neozelandese, ma magari a una capanna sugli alberi. Anche perché intorno alla Mucca Casa, hanno intenzione di mungere e spremere ancora a più non posso. E non si limitano solo alla polizza obbligatoria, 'sti bastardi!!

Nessie said...

PS: qui tutti i dettagli del Super-Polizzone anti-calamità:

http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/11724035/Salasso-fino-a-2-000-euro.html

per gli alluvionati, vale più che mai il concetto di CORNUTI E MAZZIATI.

Anonymous said...

Adesso che ci penso bene anzi ci ripenso dopo aver letto le osservazioni di Paulus....
Ricorando che fino a circa 5000 anni fà il deserto del Sara ,era una terra fertilissima ricca di fiumi, savane,animali di ogni specie,e una civiltà evoluta di uomini,che hanno lasciato preziose testimonianze della loro cultura....ed oggi invece è il più arido e vasto deserto del mondo....vuoi vedere che hanno ragione i sostenitori delle manipolazioni geoingegneristiche.
Mi state ,piano piano convincendo(malgrado il mio scetticismo) che il Sara ,fu il luogo di studio e di prova...del futuro attacco chimico al mondo...fatto allora da extraterrestri...che amano,però, vivere nei deserti...
Oggi siamo all'attacco finale(il sesto millennio)...forse abbiamo scoperto i colpevoli.
Non vedo perché ,questa ipotesi,non possa trovare spazio tra le tante altre,molte campate per aria e sostenute da gente più portata all'immaginifica fantascienza,che la cruda e faticosa scienza.
IL commento...per ridere e allentare la tensione scatenata tra... tifoserie di credenti e miscredenti nei miracoli(prodigiosi della tecnologia.
Mi ripeto,pero solo un fesso(masochista) decide di gettare in aria un secchio di sporcizia(volevo usare un altro termine)per danneggiare il suo condomino....che gli abita accanto
Saluti Mar

Nessie said...

Anche la crisi finanziaria è un secchio di sporcizia che si riverbera su chi lo lancia, però lo fanno. La logica del profitto e della speculazione non pensa mai al dopo, ma agisce sul breve, sull'immediato.

Anonymous said...

Lascia perdere gli Anunnaki e fantasie simili e, sempre stando in zona sahariana, vatti un po' a studiare i danni climatici e ambientali provocati dai grandi sbarramenti sui fiumi ( Assuan, ad esempio ).

Comunque puoi sempre toglierti lo sfizio di fare quanto avevo suggerito più sopra per aggiornare la tua ilarità: il fesso usava il secchio, ora si usa lo spray.

Paulus

Nessie said...

Okay, Paulus, grazie per la chiosa di buon senso. Io però la chiuderei qui, prima che la conversazione degeneri nel nonsenso ;-).