20 August 2014

Stregoni, apprendisti e diaboliche invenzioni




Si può fare!


Ricordate l'urlo del dott. Frankestein "Si può fareeeee!" nel film umoristico di Mel Brooks "Frankestein junior?" Che cosa si poteva fare? La creatura "abnormal" che poi ne ha combinate di tutti i colori. Ovvero quel mostrone che ballava pure il tip-tap ma che ululava alla vista del fuoco.  Ebbene di diaboliche invenzioni la cosiddetta real politik "occidentale" è piena zeppa.

Il cosiddetto “califfato islamico” che porta la sigla di ISIS in Iraq nasce nei premiati laboratori della real politik statunitense. E non è nemmeno un caso isolato.Toh! Ecco che rispunta il califfato!
E perché allora non il Sacro Romano Impero con la buonanima di Carlo Magno? Ecco cosa ne dice in proposito,  Snowden svelando documenti ufficiali della National Security  Agency qui.

Fra i terroristi di “ieri” che hanno ottenuto in seguito legittimazione da tutti  gli organismi internazionali e ovviamente dagli Usa che hanno promosso la guerra nei Balcani sotto l'egida Nato,  c’è pure l’UCK albanese nel Kossovo oggi al governo. Con quel sanguinario Hashim Thaci legato agli ambienti crimine e oggi primo ministro, al quale Madeleine Albright andò a stringere la mano. Fu una dolorosa secessione unilaterale, ottenuta amputando brutalmente la Serbia. Ma per attuarla,  ci voleva un casus belli. E quel "casus" si chiamava Slobodan Milosevic.

L'Apprendista stregone in "Fantasia" di Disney


Inoltre aggiungo un altro illustre apprendista divenuto in seguito "scomodo",  costruito nella scuola degli Stregoni americani: Osama bin Laden, uscito dal premiato laboratorio CIA  ai tempi in cui l’Urss invase l’Afghanistan. Il suo cadavere fa parte della serie “chi l’ha visto”?  Nessuno infatti lo ha visto, ma tutti dicono che sia morto ad Abbottabad in Pakistan (2011). "Giustizia è fatta", secondo Obama che uccide il suo quasi omonimo: l'uomo giusto al posto giusto. Ma qualcuno ha insinuato che fosse già stato ammazzato molto tempo prima nelle montagne di Tora Bora in Afghanistan durante l'attacco americano del 2001. E i marines (Navy Seals) che hanno preso parte alla sua uccisione nel Pakistan, sono tutti morti di morte (accidentale?) misteriosa, perciò non ci sono testimoni. 

Per non dire di Hamas (acronimo di Ḥarakat al-Muqāwama al-Islāmiyya che significa “entusiasmo, zelo, spirito combattente”, corrente dei Fratelli mussulmani) proveniente dal premiato laboratorio del Mossad, ai tempi dell’OLP e di Al Fatah di Arafat quando gli israeliani ebbero la geniale pensata di inserire questo virus fondamentalista nei movimenti di resistenza palestinese affinché si dividessero tra di loro (solita strategia del “divide et impera”). L’idea di base era quella di fabbricarsi un altro interlocutore oltre ad Arafat, dividendo il fronte. Si è visto bene come è andata… Per eliminare il loro fantoccio (della serie, “io lo creo e solo io lo posso distruggere”), stanno facendo pulizia etnica di donne e bambini a Gaza. Effetti collaterali - si dirà.


E ora il parlamento italiota sta accelerando per varare la dotazione di armi ai Curdi del vituperato PKK (ricordate il loro capo Ocalan e la crisi scatenata ai tempi del governo D'Alema, quando poi venne ospitato nella villa dell'Infernetto?) sottraendo denari ai cittadini italiani alle prese con una crisi senza precedenti. Ma poi, quelli del PKK non dovevano essere  pericolosi “terroristi?” 
Si può fareeeeee!!! Anzi, we can do it!
Le diaboliche invenzioni in laboratorio, continuano...Ma i servi di casa nostra si accodano prestandosi a fare gli assistenti di tale premiato laboratorio criminale. Dove ci vogliono trascinare?




71 comments:

Johnny88 said...

Il caos continuo è l'unico modo in cui "La sola democrazia del Medioriente" può sopravvivere. Aizzare sunniti contro sciiti; laici contro islamici; curdi e persiani contro arabi e turchi. Finché si sbranano tra loro la "Terra Promessa" del "Popolo Eletto" è sana e salva

SILVIO said...

Ora che il “povero” giornalista americano James Foley è stato decapitato da ISIS (QUI il video ma non garantisco che sia vero o “taroccato”)
https://www.youtube.com/watch?v=O_Tb210pPqk&bpctr=1408552129
i giornalisti mainstream insorgono furenti contro ISIS (altrimenti indicato anche con l'acronimo ISIL) perché ha osato toccare uno della loro corporazione.

Che facce di tolla!
Ma dov'erano quando migliaia di innoocenti anonimi venivano massacrati a Gaza, Ucraina orientale ed in altre infelici lande del nostro martoriato pianeta?

Solo ora che ISIS ha colpito uno di loro, si sono risvegliati dal lungo sonno accusando Obama di efferatezze.

Obama?
Sicuri che sia il solo colpevole su ISIS ?
Io non ci metterei la mano sul fuoco.

Perché è da un pezzo che so - grazie a Edward Snowden - che Abu Bakr al-Baghdadi (“Il Califfo”, capo di ISIS) si chiama in realtà Simon Elliot ed è un agente del Mossad israeliano:
VETERANS TODAY- “Simon Elliot, aka Al-Baghdadi, son of Jewish parents, Mossad agent”
http://www.veteranstoday.com/2014/08/04/french-report-isil-leader-mossad/

Lugh said...

Immagino che 'sta merda di Telecom del cazzo mi abbia fottuto il precedente commento. Comunque questa volta non posso essere d'accordo con te. Quella di Gaza è una guerra come un'altra, e nascondersi dietro gli "occhi dei bimbi di Gaza" o strampalati concetti come quello della guerra asimmetrica è un comportamento degno da grillino-comunisti. Probabilmente un'altra nazione avrebbe già risolto il problema in maniera molto più radicale. Con questo non voglio difendere a spada tratta Israele, ma la strumentalizzazione di questo conflitto è una delle cose più grottesche della storia.

Per tutta la situazione in M.O. consiglio di leggere quest'articolo: http://londonalcatraz.blogspot.it/

Nessie said...

Johnny88, la dottrina del caos permanente serve a questo e a molte altre cose tra le quali:

- mantenere un'economia di guerra e creare un nemico "esterno" contro il quale compattarsi.

- sottrarre le fonti energetiche ai legittimi proprietari.

- ridisegnare la carta geografica a favore di chi si vuole allargare con la scusa della "democrazia". Una versione moderna della vecchia teoria dello "spazio vitale".

Nessie said...

Silvio, mi sono rifiutata di vedere il filmato dei decapitatori, dato che sono impressionabile. E comunque la storia del "califfato" mi puzza non poco.

Sembrerebbe che più che Obama, i colpevoli fossero i neocon alla Mc Cain, i quali hanno ripreso terreno nel Congresso.

Nessie said...

Lugh, per favore non esordire con parolacce volgari! Mi spiace ma non hai capito (o fingi di non capire) che il fil rouge che lega le situazioni che ho enucleato in questo post è la fabbricazione a tavolino del "Mostro" di laboratorio, già cavallo di battaglia di tutta la real-politik occidentale. Slobo era un mostro, Saddam era un mostro anche quando serviva gli interessi americani, Ahmadinejad era un mostro, Gheddafi un mostro, Hamas un mostro, Putin un mostro ecc. ecc.

Ma chi vogliono continuare a ingannare? Credici tu se vuoi, io non ci credo in questa chiamata sediziosa alle armi.

Se poi Di Battista del M5S (che non voto e non amo) ha detto la cosa vera su quell'altro mostro da laboratorio che è il "terrorismo internazionale" (mercanzia buona per sottrarci ogni tipo di diritto), chiamale pure convergenze momentanee.

Nessie said...

Silvio, qui ce n'è un altro della premiata casta che a suo tempo lanciava anatemi a quei lettori del Corserva che osavano mettere in dubbio l'uccisione di Osama da parte di Obama (stesso nome, cambia la translitterazione): Severgnini, una barzelletta di giornalista:

http://sauraplesio.blogspot.it/2011/05/severgnini-chi-non-salta-complottista-e.html

Anonymous said...

Chi arma la vittoriosa Al Qaeda in Iraq? Immagina, puoi:


http://www.rischiocalcolato.it/2014/06/arma-vittoriosa-qaeda-in-iraq-immagina-puoi-maurizio-blondet.html

Z

Nessie said...

Grazie, lo conoscevo. Ma questo mi sembra anche meglio:

http://www.ticinolive.ch/2014/08/18/sta-dietro-barbarie-califfato-fenrir/

Lugh said...

Nessie, non è che prima della nascita di Usa e Israele il mondo fosse molto più civile. I mostri sono sempre esistiti, e anche se talvolta gli yankee gli hanno dato una spintarella lo hanno potuto fare perché la situazione lo permetteva. Inoltre non sono mai stati soli in questi giochetti (a che pro sostenere gruppi apertamente ostili!? Sarebbero i cospiratori più rincoglioniti del mondo!). Dire che gli Usa siano una specie di dio che controlla tutti i destini del mondo è un'ingenuità da liceali.

SILVIO said...

Sono d'accordo, Nessie.
È inquietante che “Il Califfo” (Capo di ISIS/ISIL) sia impersonato da un agente del “Mossad” (Servizio Segreto di Israele).

In specie se consideri che “Il Califfo” è considerato il successore di Maometto e, pertanto, riveste la carica di massima autorità spirituale e temporale del mondo musulmano.

È poi sconcertante sapere che ISIS/ISIL sia stato finanziato e/o fiancheggiato e/o armato da CIA, Arabia Saudita e dal complesso industrial-militare facente capo a USA, Gran Bretagna e Francia nonché addestrato da Israele e dal britannico M16.

Cosa c'è sotto?
La creazione del nuovo “Califfato islamico” ?
L'ipotesi mi sembra fantascientifica, soprattutto se prendo in esame la mappa di espansione di tale “Califfato”, fornita da ISIS/ISIL:
http://info.kopp-verlag.de/data/image/Richard_Skaff/2014-08/Die%20Illusion%20Islamischer%20Staat/ISIS-MAP.jpg

SILVIO said...

Ed allora, di che altro potrebbe trattarsi ?

Il mio fiuto mi suggerisce che siamo di fronte all'ennesimo tentativo di implementazione del vecchio “Piano Yinon”: “The Zionist Plan for the Middle East” = “Il Piano sionista per ridisegnare il Medio Oriente”
http://www.informationclearinghouse.info/pdf/The%20Zionist%20Plan%20for%20the%20Middle%20East.pdf


Tale Piano venne successivamente aggiornato ed ampliato da un gruppo di elitisti globali quali Richard Perle, James Folbert,Charles Fairbanks Jr., Douglas Feith , Robert Loewenberg, Jonathan Torop , David Wurmser e Meyrav Wurmser.

Il documento geostrategico che ne seguì venne chiamato:
“A Clean Break: A New Strategy for Securing the Realm” = “Una rottura pulita (col passato) ed una nuova strategia per la Protezione del Reame": http://www.informationclearinghouse.info/article1438.htm

Il “Reame” di cui si parla e che dovrà essere protetto è quello relativo alle novelle potenze coloniali, con Israele assisa a potenza regionale dominante in un Medio Oriente e nell'intero continente africano completamente ridisegnati all'uopo.

SILVIO said...

Nessie,
non sarebbe opportuno rendere attivi “link” ed “url” inviati da chi commenta?

Ne guadagnerebbe la qualità del servizio prestato dal blog in quanto eviterebbe il fastidioso copia-incolla di chi vuole andare a verificare.

La “cosa” non dovrebbe esserti difficile, visti i tuoi privilegi di amministratore.

O c'è dell'altro?

Nessie said...

Silvio, sui link. Aldo mi spiegò nel dettaglio come si fa a rendere i links attivi, ma sono una zuccona imbranata informatica e non mi entra. :-).

Comunque se evidenzi ad esempio il link di Ticino live e poi clicchi con la parte destra del mouse si apre automaticamente la pagina web interessata.

Nessie said...

"Reame", "califfato", perfino i termini adottati sembrerebbero riconducibili alle calende greche. Certo che ci pigliano proprio per il fondo schiena!

La diarchia, anzi triarchia, Usa- Arabia Saudita e Israele è qualcosa di inquietante. Non a caso il wahabbismo nasce in Arabia Saudita e se ne servirono per impiantare scuole coraniche (madrasse) anche laddove prima non esistevano nemmeno. Si veda anche negli stessi Balcani oltre che in Afghanistan.

Anonymous said...

Lugh???Un "nome" nuovo....hai un nuovo lettore(?)oppure....boh?
Il suo stile,(si fa per dire)...casualmente... con le sue manifeste/"sub partes"/velatamente motivate antipatie,verso una fazione....(veramente povera gente difesa da nessuno),la Palestinese "destinata"sembrerebbe..a soccombere e sparire....pur vivendo sulla "sua terra"ridotta ormai ad una striscia(?).... con una guerra(così definita dai giornalai) condotta contro un esercito ben organizzato... con sofisticate/moderne armi.... e da parte loro solo con volontari.. miliziani(cosi chiamati dalla stampa di regime) con qualche fucile e razzi poco più pericolosi,come vediamo, di quelli di capod'anno(nemmeno un carro armato,un aereo,una nave....).....Che difendono,così indifesi,comunque la loro"striscia...
E magari l'unica motivazione di questa "ufficialmente"chiamata guerra ,forse, forse si fonda sull'unica base che "da qualche parte" qualcuno ha scritto che "Dio lo vuole"...
Vecchio e abusato da sempre motivo di rancore provocato tra Popoli....che si è deciso in Alto di far litigare tra loro.
Come riferimento storico,della mia Religione,mi fà venire in testa....la pretesa del potere temporale,sullo stato Pontificio, dei Papi...basata..sulla "falsa donazione di Costantino.
Ma,mi chiedo..."per chiudere"..sforzandomi di essere Teista.... "se" mai ci fosse un Dio...in questo infinito universo...questo non potrebbe che essere lo "stesso" per tutti gli uomini...."non ci piove"!!!
Le preferenze e gli innamoramenti(per la sua immensità)....per delle minoranze e per alcuni tempi umani.. gli sono "estranei"per natura..pie illusioni per credenti mediocri... Illusioni...fortunatamente(ma disgraziatamente) di "pochi"...e "sempre" smentite...nel tempo....da un destino che grava sui viventi.... dalla"Nemesi"
antica,e impalpabile, Dea greca che presiedeva e forse ancora presiede, a fare "giustizia"... delle ingiustizie,immotivatamente, inflitte o subite.
E' strano che la Storia pur "magistra vitae"..a molti non insegni niente...e questi ricadano sempre negli stessi errori.
Saluti Mar

Nessie said...

Lugh, visto che mi citi dei libri sul MO, leggiti "Il Grande scacchiere" di Brezinski, una lettura che non è affatto da...liceali. Eppoi se non ti prude qualcosa, anche "La Israel Lobby" di Mersheimer e Walt, edita in Italia per Mondadori. Tutte letture da povera e sprovveduta liceale :-)

SILVIO said...

Sì, Nessie, conosco la formula HTML suggerita da Aldo.
L'ho talvolta usata anch'io per postare nel tuo nlog.
Ma non mi va a genio: la considero macchinosa.

Quanto al resto, se dovessi descrivere in dettaglio la storia del “Piano Yinon” e quella di ISIS/ISIL avrei la tua approvazione e quella di gran parte dei lettori del tuo blog.

Cioè, delle menti più colte, evolute ed aperte alla conoscenza.

La disapprovazione verrebbe invece da quelli che in psicopatologia vengono definiti gli irreversibili negatori della prova scientifica relativa agli annessi e connessi del ”Rasoio di Occam”.

Vale a dire, i soggetti affetti da lieve ritardo mentale o da disturbi della personalità.

Quale il narcisismo conclamato che induce a rifiutare qualunque prova - anche quella incontrovertibile – qualora essa dovesse costringere quel narcisista a rivedere le proprie posizioni pregresse.

Così va il mondo e, siccome non lo possiamo cambiare, escludiamo dal dialogo chi non vede , non sente e chi non può o non vuol capire.

Nessie said...

Infatti è così complicata la faccenda html, che non mi entra nella zucca :-). Vabbé, per una come me che si è formata esclusivamente nel cartaceo libresco, in fondo ho fatto dei progressi informatici, mio malgrado.

Sul web gira anche questo a proposito della "dirty war" in Iraq e il califfato del Menga:

http://www.globalresearch.ca/isis-in-iraq-a-cia-nato-dirty-war-op/5388486

Ora c'è lo scandalo Di Battista e il Pallonaro di Rignano lo ha accusato via twitter di aver fatto patti scellerati coi "terroristi" di Isis.
Come si fa presto a criminalizzare il dissenso, anche quando è minimo!

Vedrai che i dementi non eletti di casa nostra ci trascineranno in qualche altra porcheria indesiderata, con a capo la Moscerini.

Eleonora said...

Eh, intanto diamo armi ai curdi e aiuti ai profughi. Perché il bimbominkia fa ciò che decide lui, eh.

SILVIO said...

Il “Pallonaro di Rignano” è un nacchero mai divenuto uomo maturo e temprato.

Infatti, a ben vedere, è tuttora rimasto a livello di capo-scout (con indosso squadra e compassso, come si costuma in Valdarno) quale è stato in gioventù.

Purtuttavia, non è bischero-bischero per cui è consapevole - anatemi twitteriani a parte - che l'intera fortezza UE sta scricchiolando di brutto, scivolando in recessione (Germania compresa).

Un nuovo ordine internazionale (multipolare) è in fase di avanzata gestazione, relegando l'Occidente al ruolo di comprimario.

Presto, il bullismo di USA e UE sarà consegnato alla Storia come pagina nera del passato.

Le prime ad avere avvertito il nuovo vento sono state la “City of London Corporation” e la Svizzera, le quali si sono guardate bene dall'aderire alle sanzioni occidentali contro la Russia.

E di noi che ne sarà?
Forse, potremmo tirare un sospiro di sollievo e ricominciare daccapo a ricostruire una nuova era di prosperità.

Anonymous said...

Oh! Vate…Vate del Mar
col plurinik non ha niente a che far
col Mar nemmeno perché lui romano
simpatico che stimo ,ma io son veneziano
che Nessie purtroppo sempre confonde
intenta com’è a naufragar fra le sue onde
onde che ogni tanto portan al naufragio
perciò navigar non mi trovo a mio agio!!
Son sol diaboliche allusioni, invenzioni
che fan girar parecchio i………maroni!!!
IL Vate

Nessie said...

Ele, lui chi? Obamba?

Nessie said...

Silvio, speriamo di poterne vedere i frutti. Sì, perché per ricostruire bisogna prima attraversare la nostra stagione all'inferno.

Nessie said...

Replica al Vate

Venexian o Roman
senza registrazion
ci si può ingannar

Scrivere rime o in prosa che sia
aiuta a scacciar
ogni recondita ubbia

ma quando gli anonimi inflazionano troppo il blog
paiono rane che gracidano "frog"!

Roman o Venexian
potete continuare
a scribacchiar

Cercate di aver il
senso della misura
conditio sine qua non
per l'amicizia che dura

Nessie la fine Dicitrice

Anonymous said...

Ciao Nessie, l'attuazione come se nulla fosse di queste mostruosità continue su scala planetaria è possibile solo per l'opera di quella arma di disinformazione e manipolazione di massa (non certo per caso) che è il sistema dei mezzi di informazione unificati a livello globale.
Per esempio ora la gente viene "fatta inorridire" per le atrocità in atto ma i suddetti media evitano accuratamente approfondimenti su chi ha creato, finanziato e usato questi soggetti. Così finirà che i creatori passeranno per salvatori.
Scarth

Nessie said...

Proprio così, Scarth. La gggente "viene fatta inorridire" a comando.

A Gaza perdono quell'unica strisciolina di terra residua che hanno sotto il culo, muoiono come le mosche, ma se non accogli qui i profughi palestinesi sei "razzista" e pure "xenofoba". Chi invece procura la pulizia etnica, la fa franca.
Mettiamola cinicamente così, visto che sono stata accusata di essere una "buonista che si nasconde dietro agli occhi dei bimbi di Gaza": io qui i profughi non ce li voglio per un'infinità di ragioni, ed è mio preciso interesse che abbiano una parte di territorio là dove vivevano. E' reato occuparci degli interessi nostri o dobbiamo sempre e comunque approvare l'agenda degli altri paesi (compreso Usraele)?

SILVIO said...

Visto che vari nostri amici non stanno intervenendo poiché probabilmente si stanno godendo lo strameritato relax post-ferragostano, ne approfitto per proporre (previo beneplacito di Nessie) alcuni post che ho tenuto nel cassetto in attesa di tempi migliori.

L'argomento non è OT né potrebbe mai esserlo, dati i tempi infausti in cui stiamo vivendo-

SILVIO said...

L'8 agosto (ore 8:43 pm), Nessie scrisse:«...Il totalitarismo che stiamo vivendo oggi in piena era tecnologica e tecnocratica non può essere spiegato rozzamente con i parametri novecenteschi».
Concordo.
E fu consapevole di ciò Andrzej Łobaczewski lo psichiatra polacco che, all'uopo, scrisse :
“Political Ponerology: A Science on the Nature of Evil “ (“PONEROLOGIA POLITICA: LA SCIENZA SULLA NATURA DEL MALE”) .

Essa rappresenta l'opera fondamentale che rivoluzionò la “Psicopatologi a Sociale” introducendovi una nuova branca:
la “Ponerologia” (sostantivo derivante dall'unione delle parole greche “πονηρός”= male + “λογία” = studio) .

La Ponerologia è la disciplina scientifica che analizza la dinamica delle strutture del “Potere”esistite ed esistenti, avvalendosi degli
strumenti d'analisi posti a disposizione da altre discipline quali la storiografia, la filosofia, la sociologia, la psicologia e la psicopatologia.

SILVIO said...

PONEROLOGIA: IL CICLO RINNOVABILE DEI “TEMPI FELICI” E DEI “TEMPI INFELICI”
Secondo Łobaczewski, la storia di ogni comunità umana è contrassegnata dall'alternarsi di due 2 fasi di un ciclo che si ripete inesorabile in modo simile ma non uguale.

La prima fase è detta fase
dei ”tempi felici” ovvero i “tempi della prosperità”, mentre la seconda fase è relativa a quella dei ”tempi infelici”.
Łobaczewski stimò che il ciclo si ripeteva ogni 70 anni (circa).
Ma quelle misurazioni risalgono a prima dell'avvento della globalizzazione per cui oggi esse potrebbero essere non più attendibili.

SILVIO said...

PONEROLOGIA: LA FASE DEI “TEMPI FELICI”
Nei ”tempi felici” il Potere è gestito da una classe politica che è (più o meno) lo specchio della maggioranza della popolazione, schierata a spada tratta in difesa di quei valori dominanti della comunità che ne hanno consentito la nascita, costituito l'identità , assicurato la sopravvivenza e permesso di raggiungere un grado accettabile di prosperità.

In tale fase, l'atteggiamento generale è orientato verso l'empatia, la reciproca solidarietà, l'altruismo, la generosità e lo spirito di sincera collaborazione individuale al fine di un futuro migliore della collettività.

Ma quella comunità ospita un
Iarlo che riuscirà a corroderla.

SILVIO said...

PONEROLOGIA: LA FASE DEI “TEMPI INFELICI”
Tale tarlo si identifica nello psicopatico essenziale, il “delinquente nato” irreversibilmente deviante a causa di tare genetiche.

Egli è l'elemento antisociale per eccellenza della comunità nonché suo spietato predatore per predisposizione genetica.

Considerando l'umanità nel suo complesso, gli “psicopatici essenziali” costituiscono soltanto lo 0,6% della popolazione ma sono oltremodo pericolosi e fatali.

Difatti - avvalendosi sia delle sue doti di persuasione e plagio sia delle rilevanti ricchezze di cui generalmente dispongono (ereditate dai loro antenati, spietati predatori sociali anche loro) - riescono immancabilmente a divenire il centro catalizzatore per i sociopatici e per numerosi altri soggetti affetti da da disturbi della personalità e da ritardo mentale.

Quando psicopatici, sociopatici ed i loro predetti soggetti gregari superano, calcolati assieme, la soglia di “massa critica” (= più del 18% della popolazione) si attiveranno scopertamente per sovvertire i valori fondanti e dominanti di una Nazione, dopo essersi infiltrati nelle posizioni strategiche delle istituzioni e della comunicazione.

Risultato consequenziale: l'equilibrio psicologico, etico e morale della Nazione verrà compromesso e la restante maggioranza della popolazione sarà incapace di reagire perché disorientata (e spesso irretita) dalla paralogica, dal paramoralismo e dalla distorsione semantica dei termini, dei concetti e dei valori della comunicazione politico-economico-sociale.

Avrà allora inizio la breve era della patocrazia conclamata in cui gli “psicopatici essenziali” (ed in misura minore, i sociopatici loro complici) avranno campo libero per predare impuniti ed esercitare il loro dominio.

SILVIO said...

PONEROLOGIA: I PROMOTORI DELLA FUTURA FASE DEI “TEMPI FELICI”
Ad ogni azione corrisponde una reazione avente uguale intensità ma di segno opposto.

A provocare tale reazione saranno i ripetuti episodi di maggiore degenerazione del regime patoceatico.

Il soggetto attivo di tale reazione sarà la maggioranza della società civile, risvegliata e sensibilizzata da intellettuali e non, che comunicarono con ogni mezzo disponibile l'esigenza improcrastinabile di ristabilire l'ordine sociale e condotte virtuose e costruttive.

E il ciclo può ricominciare, simile ma mai uguale belle connotazioni-
<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

Johnny88 said...

Fuori tema, ma non troppo. Pare che il mio scetticismo sull'ebola fosse fondato. Ora, improvvisamente è spuntata la "cura miracolosa" e possiamo archiviare ebola nel libro delle bufale dell'OMS insieme a mucca pazza; aviaria; suina; SARS e altre che in questo momento non mi vengono in mente. Nel frattempo immagino le nostre farmacie invase dalla "cura miracolosa"

Nessie said...

Silvio, molto interessante la lettura in chiave psicologica dei fenomeni che stiamo attraversando. Una sorta di corsi e ricorsi fra la fase dell'empatia verso gli umani e quella della sociopatia che li avversa. E' evidente che stiamo attraversando la seconda fase. Speriamo passi in fretta.

Nessie said...

Johnny, ho sentito anch'io. E ora sembra abbiano trovato la "cura miracolosa" dopo aver procurato morti e devastazione.
Sarò sospettosa e magari pure "complottista", ma 'sti bastardi stanno creando sempre più virus da laboratorio. Il L'oro.

SILVIO said...

Johnny88,
sarei stato l'uomo più felice del mondo se tu avessi avuto ragione su Ebola, come bufala dell'OMS.
Purtroppo, non è così.
E il blogger investigativo californiano Jon Rappoport (coadiuvato dalla moglie, la dottoressa Laura Thompson) ha fatto malissino a diffondere sulla rete globale internettiana la falsa favoletta della “bufala OMS su Ebola”.

Stavolta, la pur screditata OMS non sta dicendo il falso sul serio rischio di pandemia.
Mente invece (a mio parere) circa l'unico vaccino attualmente disponibile ( ZMapp Ebola ), che è sperimentale e forse dannoso alla salute.
In ogni caso, la sua efficacia è tutta da provare.

Non la pensano in tal modo gli sciacalli sociopatici che stanno investendo sulle azioni dei produttori e distributori di ( ZMapp) (in particolare, sulle azioni di “Tekmira Pharmaceuticals Corporation” e “Mapp Biopharmaceutical Inc”), sperando che l'epidemia si allarghi a macchia d'olio.

Evento che effettivamente è in atto ma che è ignorato dall'opinione pubblica a causa dell'esecrabile “zittificio” dei media mainstream.

Il perché è lampante: i giornalisti hanno il timore di turbare il sonno di chi ha pianificato e vuole l'immigrazione illimitata nonché sia di chi sta lucrando sui fondi mazionali e comunitari del “piarro ricco, mi ci ficco” (vedi “Charitas” o le altre ONG religiose e laiche) sia dei moderni “mercanti di carne umana” che sfruttano l'emarginazione di tanti disperati per traghettarli verso altri Popoli che (giustissimamente) non li vogliono accogliere.

SILVIO said...

Che c'entra l'immigrazione con Ebola?
È presto detto.

Si guardi la scheda “EBOLAVIRUS” redatta da “Public Health Agency of Canada” (= “Agenzia di sanità pubblica del Canada”):
http://www.phac-aspc.gc.ca/lab-bio/res/psds-ftss/ebola-eng.php

Se ne potrà dedurre la considerazuone che è teoricamente possibile la diffusione globale dell'epidemia a mezzo di un solo passeggero infetto, che giri il mondo in aereo in circa 48-96 ore.

Qualcuno potrebbe obiettare: « I dati statistici parlano chiaro: dal 1976 al 2013 i casi segnalati sono stati poco più di mille. Quindi, Ebola non è contagioso»-
Ciò corrisponde al vero.

Però, è altrettanto vero che dal febbraio 2014 ad oggi il numero dei pazienti affetti da EVD (= “Malattia da Ebola”) ha raggiunto quota 1.974 (ma tale quota va continuamente aggiornata in senso incrementale) con un tasso di mortalità pari al 90%.

Ciò significa che la varietà di Ebola in azione oggi è completamente diversa da quelle del passato ed è assai virulenta.

Che si tratti della varietà del virus ”Ebola Bundibugyo (= EboBun)” creato in laboratorio e poi brevettato da Jonathan S. Towner e da altri ricercatori ?
“ Human Ebola Virus Species and Compositions and Methods Thereof”
http://www.google.com/patents/US20120251502


Il fatto non è stato ancora accertato ma, se fosse vero, ci troveremmo di fronte ad un' inequivocabile e criminale azione di bioterrorismo.

Per intanto, l'epidemia si è diffusa nell'Africa occidentale e, persimo, in India.
Mentre, varie compagnie aeree hanni sospeso i voli da/per i Paesi uffcialmente colpiti da tale epidemia.

Anonymous said...

Al di là dell' incipit corrivo, concordo, almeno in buona parte, con Lugh.

Probabilmente ha scritto "di pancia", per empatia con una delle parti in conflitto ma, per quella che è la mia esperienza in materia di panarabismo - strettamente connesso col NAZISMO, sissignore NAZISMO - e con l' islaam, non è andato lontano dalla realtà.

Le anime belle e i "saputoni" si leggano le storie di Haji Amin Al Husayni, Hassan al Banna, Aliya Itzetbegovic - tutte "lingue in bocca" con Hitler che, colmo della ridicola sorte, progettavano in medio oriente campi di sterminio per gli ebrei.

Quanto alla legittimità dell' esistenza dell' entità israeliana in M.O., chi ha tempo e voglia si può rifare ( si trovano in rete, almeno in parte ) ai carteggi inglesi del Protettorato di Palestina che chiariscono un pochino le idee.

Per non incazzarmi, tralascio di entrare nello specifico della montatura scenografica di alcune scene "orrifiche" costruite ad arte, con tanto di attori e figuranti, per mostrare all' addormentato occidente gli "orrori" del mostro sionista ( fermo restando che la morte di innocenti è cosa VERAMENTE orrenda ).

Un saluto.


Paulus

Anonymous said...

Sai perfettamente come la penso in proposito. E' una fregatura continua che fa venir voglia di abolire per decreto qualunque "informazione".

Apprezzo, come sempre, gli interventi di Silvio. Il suo riferimento alla Ponerologia evidenzia una tendenza comune a tutta la "modernita'", ovvero, il tentativo di spiegare con criteri scientifici cio' che sfugge all'umana percezione. E cio'che sfugge all'umana percezione e' sempre poco scientifico. Io credo che la filosofia classica abbia toccato vette che questi goffi tentativi pseudo-scientifici non lambiscono nemmeno. E tutto cio' senza la pretesa di rivelare alcunche' ne', tantomeno, di avere un valore assoluto.

La ciclicita' e' pero' una Weltanschauung assai poco moderna e ancor meno "progressista"... anche se fino le cosiddette "scienze economiche" facciano riferimento a cicli che di naturale hanno poco o nulla, essendo sempre determinati dall'agire di elites che sono in grado di influenzare gli eventi. Nondimeno, l'unica osservazione veramente scientifica di cio' che ha realizzato l'Uomo, evidenzia come la ciclicita' sia la norma e non l'eccezione.

Fino alla prima meta', almeno, del secolo scorso, tutti sapevano perfettamente che all'abbondanza puo' seguire la carestia: tutti, indipendentemente dall'istruzione ricevuta. Anzi, i contadini erano proprio i depositari di questo sapere antico, proprio per la loro attivita' legata alla madre terra.

Siccome nella civilta' europea ha prevalso la filosofia urbana, artificiale per eccellenza, siamo giunti al punto che e' necessario spiegare perche' in autunno cadano le foglie. Sul cui fenomeno, per altro, non tutti sono d'accordo.

Io credo sia necessario ricominciare da Platone.

Il sauro

Nessie said...

Paulus :

"Le anime belle e i "saputoni" si leggano le storie di Haji Amin Al Husayni, Hassan al Banna, Aliya Itzetbegovic - tutte "lingue in bocca" con Hitler che, colmo della ridicola sorte, progettavano in medio oriente campi di sterminio per gli ebrei".

Questo lo sapevo. Non resta però chiaro il rapporto tra Usa, Israele e Arabia Saudita, la patria dei wahhabbiti. Se non sbaglio la dinastia saudita è la peggiore sul mercato. Eppure sussiste, mentre altre autocrazie laiche del Maghreb sono andate a gambe all'aria. Poi mi dovresti spiegare perché intervieni sempre e solo quando si "sfiora" (e sottolineo il verbo sfiorare) la questione israelo-palestinese.
E' contemplato nella dialettica delle democrazie, il costume di poterle criticare.
In caso contrario, saremmo al totalitarismo.

Nessie said...

Silvio su Ebola. Siamo all'ennesimo imbroglio del VERO e del FALSO e del rimescolamento delle carte.
Ciò che sembra vero è falso, e ciò che sembra falso è vero. E' su questo che occorre chiarire. Quando c'è una vera emergenza, si tace. Quando invece non sussiste si creano falsi allarmi. E' un pandemonio, in ogni caso.

Anonymous said...

@ Nessie
Non resta però chiaro il rapporto tra Usa, Israele e Arabia Saudita, la patria dei wahhabbiti. Se non sbaglio la dinastia saudita è la peggiore sul mercato.

===========

A "chiarire" lo strano rapporto di amore-odio-amore, lubrico, incestuoso e fedifrago al contempo, che lega queste tre entità ( ma, sotto sotto, la lista è molto più lunga ) ci pensano già molto bene i vari falsari storici ( magari nesci o prezzolati ), i tink tank, i media main stream, con tanto di allestimenti coreografici, nonchè complottisti e debunkers vari; un chiarimento plausibile, almeno per quanto ci può venire dalla storiografia ( quella asettica, non di parte per quanto possibile ) richiederebbe la scrittura di tomi.

Andremmo troppo lontano, indietro nella storia e ci infileremmo in una infinita querelle di posts e citazioni che, non senza l' ironica alterigia che qualche utente utilizza quale stereotipo della propria stilistica e nemmeno senza l' ormai frusta tecnica del discredito preventivo messa in atto da qualche altro utente ( del tipo: "lo capirebbe anche un cretino", quindi chi argomenta in senso contrario è "per forza" inattendibile e cretino - balzano sillogismo ), trasformerebbe questo spazio in un campo di guerra.

Esperienza già vissuta altrove e che mi / ti voglio risparmiare, credimi.

Ho passato anni, purtroppo ed inutilmente, a dibattere su vari fora con "esperti" di M.O., di panarabismo e di Islaam ( la matrice del panarabismo e agar primario di quello che SOLO adesso e SOLO riguardo la questione "Israele" fa agitare molte tastiere ); espertissimi che non conoscevano però una parola di arabo, non avevano mai dato nemmeno una scorsa al Corano - salvo qualche wikipediana estrapolazione ad hoc, non avevano in concreto un background culturale circa l' Islaam e le sue nefaste implicazioni, citavano a casaccio spesso prendendo come "fontes veritatis" media schierati o falsari conclamati ancorchè ben presentati e sapientemente appaludati.

Mi vorrei risparmiare, non è "viltà di fronte al nemico" credimi, di farmi trascinare nuovamente in un' ennesima sfinente peregrinazione alle Malebolge.

====

cit.

Poi mi dovresti spiegare perché intervieni sempre e solo quando si "sfiora" (e sottolineo il verbo sfiorare) la questione israelo-palestinese.

====

Mi pare, anche se poco assiduamente, di essere intervenuto anche in occasioni aventi altro oggetto di discussione; forse hai confuso il mio essermi dilungato un paio di volte sulla questione in discussione con una mia minore prolissità usata in altri threads.

====

cit.

E' contemplato nella dialettica delle democrazie, il costume di poterle criticare.
In caso contrario, saremmo al totalitarismo.

====

Verissimo, badando però che l' eccesso di "democrazia" non conduca all' onagrocrazia ( senza intento denigratorio o contumelioso, sia chiaro ).


Tuttavia voglio passarti uno spunto di riflessione almeno per quanto attiene i "genuini" sentimenti umanitari di molte anime belle; quante di queste, che si stracciano le vesti per gli attuali 1000 e rotti morti palestinesi, hai visto scrivere fiumi di inchiostro reale o virtuale su:

- GENOCIDIO ( questo sì un genocidio, le parole hanno un preciso significato ) dei pandit kashmiri

- quasi GENOCIDIO ( anche se le cifre sono da vera ecatombe ) in Sudan

- soppressione fisica a cataste dei cristiani ( in alcuni casi autentica sparizione ) e di fedeli di religioni aliene all' Islaam

Quante ne hai viste, urlanti per strade e piazze il loro "autenticamente umano" sdegno ?

Mi / ti rispondo, in modo ortodossamente triviale: un ca@@o.


Non ti sorge il dubbio, a fronte di questa putredine morale ( sono obsoleto, lo ammetto, ora è di moda il "double standard" ), che la questione mediorientale sia solo, in verità, un terreno di scontro ideologico / politico all' apice della propria cristallizzazione mascherato dietro un meschino umanesimo ?




Paulus

Anonymous said...

Caro Paulus..."caro" perchè..."abbiamo" fatto pace....dopo un po' di battibecco.

^Lugh.....Probabilmente ha scritto "di pancia", per "empatia" con una delle parti in conflitto^....così tu interpreti il suo commento.

Fra te e Lugh(a)??? mi avete fatto tornare giovane... quando ero amante della ricerca.
Fissiamo,però, i termini dalla questione....
Quello che stà succedendo....in medio oriente.... non è una partita di pallone tra squadre rivali....per cui è lecito fare il tifo per la squadra del "cuore"....Là sono arrivati a 2500 morti,la maggioranza da una sola parte(molti bambini)...e 240.000 senza tetto....ripeto senza più una casa....per il resto della vita.
Qui la pancia e l'empatia(basata sull'istinto) va messa da parte...e chiunque(non sono ammesse fazioni) dovrebbe usare la "sola" ragione.....non dico la misericordia,per i più deboli....da parte dei più forti...ma almeno la clemenza.....

e i più forti,lo sanno tutti, sono gli Israeliani(la quarta/quinta potenza bellica mondiale)....
Il mal di pancia ce lo stanno facendo venire a Noi(che poco c'entriamo) con quello che vediamo....e temiamo molto... per l'allargarsi dei "muro contro muro"....
temiamo che "l'affare si ingrossi" avendo riflessi anche in casa nostra....con effetti spiacevoli.
Non bisogna inoltre sottovalutare...un riflesso condizionato...mediamente...la folla di altri Popoli,spesso all'inizio, disinteressata,e quasi sempre ignara delle motivazioni profonde dei litigi... sentimentalmente.... finisce...alla fine.... col parteggiare per il più visibilmente debole......è un comportamento istintivo diffuso....ovunque.
Finito il discorso serio... prendiamoci un attimo di "relax"...per sdrammatizzare

-Tra te e(il nuovo) Lugh(?)...mi avete costretto ad andare in cantina a rispolverare alcuni libri...letti in passato....
Su tua indicazione che "Paulus" lo hai scelto,perché ricorda lontanamente il tuo nome...su un vecchio vocabolario ho trovato per "Piccolo"...un corrispondente ...Kathan/Qathan....ci'ho azzeccato?
- Ma ricostruire la scelta del nome "Lugh" mi ha fatto confondere...
amante di storia di tutte le mitologie(fondamento delle relative Religioni)....sono andato in cantina a colpo sicuro col libro di Graves....(La Dea Bianca)...e ho rinfrescato i miei ricordi sulla mitologia celtica.
-"Lugh"(l'unica cosa che mi è venuta subito in testa) è il Padre degli Dei per i Celti,sopratutto in Irlanda...( detti pure,altrove, Galli,Keltoi...)....traversando il Reno o il Danubio dove trovi i Germani, questa Deità cambia nome....e il suo "equivalente" è "niente di meno che"..... ODINO....(oppure Wotan,quello della tetralogia Wagneriana)....
non riesco a collegare(se la scelta di Lugh non fosse casuale....o la provenienza/motivazione completamente diversa dalla mitologica indicata)...la "consecutio temporum"....delle simpatie/empatie.
-Un favore ad un "ormai amico"....visto che sei patito sull'argomento...un'indicazione...il libro sull'esagramma(stella a 6 punte)..."più completo" che,a parer mio, puoi trovare...di cui non ricordavo il titolo...è.."^Storia di un simbolo^" ...del notissimo cabalista Gershom Scholem...Costa 10 euro...edizioni Giuntina...disponibile...In prefazione leggerai che ne ha discusso molto,prima di finalizzare il libro con il noto C.G.Joung.....in fondo è la storia di un simbolo antichissimo comune a tante tradizioni....che col tempo è stato adottato anche dalla tradizione ebraica.
Almeno di lui ...su questo argomento... ti puoi fidare....
Un cordiale saluto Mar
p.s.Quanto mi piacerebbe sapere la motivazione della scelta del nome "Lugh".

Anonymous said...

una domanda per silvio:

se gli psicotici predatori sono "fisiologicamente" lo 0.6% della societa' ma , godendone dei vantaggi si accrescono di numero e potenza fino a raggiungere il numero critico del 18% che disastra irreversibilmente la societa' , come e' che nei tumulti successivi verrebbero poi ridotti al loro fisiologico 0.6 % ?

In realta' temo che proprio per la loro amoralita e i loro mezzi questi "predatori" mantengano sempre un vantaggio sociale anche attraverso le " rivoluzioni" da loro provocate .
Personalmente ad esempio ho una rilevante statistica di famiglie che hanno navigato benissimo dal bisnonno fascista ( nel 1920) al nonno comunista/democristo ( nel 1945) al figlio sessantottino ( nel '68) fino al nipote libberista e bocconiano di questi tristi frangenti , tante' che ho la certezza che quando finalmente dopo tanto dolore e lacrime avremo superato ( forse) questo brutto incubo ,ci troveremo di sicuro alla nostra guida un pronipote di costoro.. :-)
ws

Anonymous said...

nessie scrisse
Non resta però chiaro il rapporto tra Usa, Israele e Arabia Saudita,

il " rapporto " e' chiaro dai fatti ; caso mai uno potrebbe domandarsi cosa " cementi" questo rapporto travandola nell' evidenza che "calvinismo" e "wahabismo" sono "frazionismi" delle religioni originali ( cristianesimo e islam ) fortemente basati sul recupero di metodologie e valori talmudici.
ws

SILVIO said...

Sauro,

memore del sempre valido ammonimento di Indro Montanelli (“Scrivi senza arzigogoli e vai subito al dunque. Ciò affinché ti legga e ti capisca senza sforzo anche l'indaffarato droghiere che ha il negozio sotto casa tua”), ho cercato di sintetizzare al massimo il pensiero di Andrzej Łobaczewski.

Però, per mia somma sfortuna, non ho il genio di Indro per cui credo di aver banalizzato il tema centrale di “Political Ponerology”, oscurandone la poderosa e limpida valenza scientifica.

Perché di scienza si tratta anche se i soloni accademici attuali fingono di ignorarla, presi dal timore di urtare la suscettibilità degli odierni psicopatici al potere.

Scienza che si è avvalsa - come ho prima premesso - “degli
strumenti d'analisi posti a disposizione da altre discipline quali la storiografia, la filosofia, la sociologia, la psicologia e la psicopatologia”.

Scienza che ha avuto conferma probatoria dal lavoro di ricerca scientifica di altri eminenti studiosi quali Robert Hare, Hervey Cleckley e Paul Babiak.

Per rendersene conto, basterebbe leggere i seguenti tre loro libri (che sono davvero affascinanti e veritieri):

1)- “Without Conscience” (= “Senza Coscienza”) di Robert Hare;
2)- “The Mask of Sanity” (= “La Maschera della Sanità mentale”) di Hervey Cleckley;
3)- “Snakes in Suits” (Serpenti in Divisa) di Robert Hare e Paul Babiak.

In tali libri si trovano - mirabilmente descritti - i profili di psicopatici e sociopatici incredibilmente simili a quelli che sono al potere oggi e che stan facendo di tutto per rovinare la nostra esistenza.

Nessie said...

Paulus, l'esercizio della critica non è "onagrocratico". Piuttosto, in fatto di quel colto termine crociano che citi, direi che ne abbiamo già a iosa nell'attuale governo di "non eletti" di indivdui "onagocratici". Ivi compreso l'abusivo di Palazzo Chigi. Si può sopportare un ignorante eletto, ma un ignorante (o degli ignoranti) non eletti, è qualcosa che travalica ogni limite.

Sull'Arabia Saudita e il "dormire coi serpenti", la mia modesta opinione è che la realpolitik abbia fallito, e che non faccia del bene nemmeno a qui cinici che l'hanno ideata e messa in atto.

Nessie said...

Ws, scusa ma quello da te identificato mi pare un trait-d'union che mi convince poco. Temo ci siano ragioni più terra a terra.

Anonymous said...

@ Mar

Contento di averti fatto ringiovanire, risvegliando in te la passione per la ricerca, mi sento un po' colpevole per averti procurato la "sgambata" in cantina; spero che non ti abbia procurato una fastidiosa ansimazione ed auspico che l' attività visica di sia stata di qualche giovamento.
( Perdona la sorniona bonomia, ma me l' hai servita su un piatto d' argento. )

Come ho precedentemente scritto, non volendomi più procurare ulcere gastriche, eviterò di entrare nello specifico dell' argomento e mi limiterò alle frivolezze.

Paulus è la latinizzazione di uno dei miei nomi e, contrariamente all' ingannevole assonanza Paulus/paucus, deriva da parvus e cioè piccolo che, per ironia, come già avevo scritto, coincide anche col significato ebraico del cognome che, a sua volta, nel rito giudaico è anche un paramento. ( ti risparmio un' altra corsa in cantina )

Buona continuazione.


Paulus

Anonymous said...

@ Nessie

Scusa ma mi pare che continui a fraintendermi: dove mai avrei tracciato la strampalata uguaglianza "esercizio della libera critica = onagrocrazia" ?

Semmai ho messo in guardia dal cadervi, malinterpretando la democrazia o abusandone in modo improprio.




Paulus

Nessie said...

"Verissimo, badando però che l' eccesso di "democrazia" non conduca all' onagrocrazia ( senza intento denigratorio o contumelioso, sia chiaro )."

Questa è la tua citazione. Non sono gli umili beneficiari di quella che chiamiamo "democrazia" (la parola più sputtanata che ci sia) e cioè gli elettori come anche la sottoscritta, a dover essere messi in guardia. Noi, Paulus, gli effetti della "democrazia" (anche quelli devastanti) semmai li subiamo.

Anonymous said...

@ Nessie

cit.

"Verissimo, badando però che l' eccesso di "democrazia" non conduca all' onagrocrazia ( senza intento denigratorio o contumelioso, sia chiaro )."

Questa è la tua citazione.

====

Nessie, da interpretazione testuale la citazione ( ribadisco il "badando" ) non è conclusiva bensì esortativa e quindi non implica né traccia alcuna eguaglianza così come nemmeno lascia spazio ad alcun tipo di "misinterpreting".

====

Sono abbastanza in disaccordo con l' assunto che ci vede come mazziati ed infimi beneficiari di questa democrazia abusata e storpiata: in larga parte ne siamo anche autori / fautori.

Più o meno consapevoli.



Paulus

Nessie said...

In parte è vero. Ma in parte anche no.

Anonymous said...

@ Nessie

Se il tuo dubbio si riferisce alla nostra corresponsabilità nel subire questa "democrazia" penso che un grosso aiuto, forse solutivo del rovello, venga dal considerare il peso numerico degli elettori irresponsabili e, in termini numericamente ancora più pesanti, la torma di "cittadini" ciecamente ideologizzati o disinformati o proni e minchioni.

Mi pare dirimente, oltre che allarmante.


Paulus

Nessie said...

No, non è solo questo. Ritengo che ci sono cose e responsabilità che i cittadini possono senz'altro modificare a loro vantaggio. Ma altri rapporti di forza da parte delle élites che i cittadini subiscono. Oppure vengono manipolati o intruppati in un senso o nell'altro.
Ma anch'io pavento la "peregrinazione nelle Malebolge", quando trattasi di un concetto esteso e controverso come "democrazia". Perciò, buona notte!

Johnny88 said...

Caro Silvio, non sono un medico e non ho la pretesa di esserlo, però parlando con persone che conosco che studiano o hanno studiato medicina e ripensando alle precedenti psicosi mediatiche (SARS; suina; mucca pazza; aviaria; e-coli) sono arrivato alla mia modesta conclusione che tutta questa storia dell'ebola sia solo un'altra truffa dell'OMS. Diciamo che l'improvvisa scoperta della "cura miracolosa" per un virus che è noto da decenni mi fa pensare che la mia sensazione fosse esatta. Vedremo tra qualche mese, quando ebola finirà nel dimenticatoio mediatico con tutte le precedenti bufale dell'OMS, chi avrà ragione. Poi magari sbaglio e finiamo in un film di Romero, ma capirai che i precedenti mi portano allo scetticismo sugli scenari in stile "Notte dei morti viventi" vendutici dalla canea mediatica

Anonymous said...

@ Nessie

Un' ultima cosa.

Mi ero ripromesso di stare alla larga dall' argomento ma, a detrimento ( odore di bufala sempre più forte ) di chi coltiva certezze granitiche, basate su una logica inattaccabile - peraltro "dimostrata" solo da ping pong mediatico, ecco cosa risponde in tema su Twitter l' avvocato Ben Wizner ( l' avvocato, o uno degli avvocati di Snowden ):

https://twitter.com/benwizner/status/498505109551448064

Nello scambio Wizner cita anche il link ad un sito che traccia la cronologia di come sia nato il "caso" ISIS-CIA-Mosad e magari ... Aliens.

Vedremo.



Paulus

Anonymous said...

La Russia può rappresentare un valido bastione di difesa della
cristianità:

http://www.ilgiornale.it/news/politica/contro-nemico-comune-serve-pace-putin-1046390.html

Z

Nessie said...

Sì, se le tolgono le sanzioni economiche da Tafazzi e da Harakiri.

Nessie said...

Caro Johnny88, ti invito a (ri)leggere i commenti di Silvio delle 8,34 pm relativi al mio precedente topic su Ebola:

http://sauraplesio.blogspot.it/2014/08/allarme-contagio-ebola-e-altre-malattie.html

Nessie said...

In ogni caso, resta una gravissima emergenza migratoria, la quale, ebola SI', ebola NO, manda già in tilt di per sé, le nostre strutture sanitarie. Bastano e avanzano scabbie, lebbre, tbc, malarie ecc. Ma evidentemente chi scatena conflitti bellici "umanitari" ha anche previsto che dobbiamo sparire noi per sostituirci.

« Non sarebbe il caso di sbarrare con lucchetti blindati le nostre frontiere (aeroporti, porti ed ogni altro accesso) nonché costringere alla resa dei conti i tanti fautori ( molto ma molto interessati per esigenze di loro portafoglio o di incremento della loro base elettorale) dell'accoglienza illimitata ed incondizionata? »

SILVIO said...

WS (ore 5:31 pm di sabato 23 agosto scorso) scrive:
« una domanda per silvio:
se gli psicotici predatori sono "fisiologicamente" lo 0.6% della societa' ma , godendone dei vantaggi si accrescono di numero e potenza fino a raggiungere il numero critico del 18% che disastra irreversibilmente la societa' , come e' che nei tumulti successivi verrebbero poi ridotti al loro fisiologico 0.6 % ?

-----------
Rispondo alla tua obiezione, che è più che pertinrnte.

Secondo Łobaczewski, la percentuale di “psicopatici essenziali” permane costante attorno allo 0,6% della popolazione (guarda caso, tale percentuale è molto prossima all'1% dei super-ricchi che monopolizzano oggi l'economia di parte del pianeta).

La “massa critica” del 18% (che destabilizza l'ordinato ed originario equilibrio della società) si ha quando gli “psicopatici essenzziali” riescono ad assicurarsi la complicità e la cieca obbedienza dei sociopatici e dei soggetti affetti da disturbi della personalità o da altre turbe psichiche.

Ergo: 18% = (o,6% di “psicopatici essenzziali”, cioè i delinquenti anti-sociali nati perché in essi i “geni dell'antisocialità” sono dominanti )
+
(sociopatici dai vari profili psico-patologici, in cui “i geni dell'antisocialità” sono invece recessivi, cioè latenti, per cui possno venure alla luce o in seguito a traumi psicologici subiti dopo la nascita o per qualsivoglia altra causa patologica).

È da notare che la predetta “massa critica” si forma e si sfalda ad ogni ciclo (che dovrebbe durare circa 70 anni) e che il concetto di ciclo è simile a quello postulato da Giambattista Vico in “Scienza Nuova”.

Quanto alle tue restanti osservazioni, il “tutto” è spiegabile col fatto che nello “psicopatico essenziale” non vi è alcuna connessione tra “l'area cerebrale del linguaggio” e l'amigdala (sede delle emozioni).

Per lui, parole, locuzioni ed ideologie non hanno alcun significato reale per cui le muta continuamente per ingannare le persone “normali” (verso cui nutre profondo disprezzo) allo scopo di mascherare il suo unico e sempiterno obiettivo:
la predazione, la sete di dominio e di ricchezze e la sadica inclinazione a far del male agli esseri umani.

Non lo si dimentichi :
Lo “psicopatico essenziale” è privo di Coscienza per cui è incapace di provare pietà, rimorso ed altri sentimenti empatici .
Bisognerebbe farne un profilo esaustivo...

Anonymous said...

Mi riallaccio ai tanti commenti sull'argomento...
Sono anch'io abbastanza dubbioso...che molti virus degli ultimi tempi...con le moderne tecnologie possano essere stati costruiti in laboratorio...
Quando "fui"giovane anche noi...in Italia, nell'esercito avevamo l'NBC.... un settore speciale per "difendersi" da attacchi con armi nucleari,biologiche,chimiche.
Se mai nel mondo esistessero dei dementi e criminali che volessero usare l'arma biologica....come arma di distruzione di massa...si impongono le seguenti considerazioni...
-l'arma non deve rivelarsi un boomerang per una "SPECTRE"(James Bond) di turno,improvvisata....e cioé.... potrà essere lanciata/usata senza pericolo per loro...solo quando esistesse ormai un vaccino provato,valido per la popolazione locale,che risulterebbe immune.... almeno della parte che la utilizzasse.
Una vaccinazione di massa in grandi Stati,dell'ordine delle centinaia di milioni di persone,risulterebbe impensabile...prima o poi tutti se ne accorgono e corrono ai ripari.
-Per Inciso non sottovaluterei i romanzi di Flemming,anche se datati..(tantomeno l'acronimo SPECTRE)per il loro contenuto...e sopratutto perché il Flemming non era un fregnone...ma un agente in Inghilterra dei servizi segreti...e compartecipe alla decriptazione del codice Enigma
sviluppato da"baffetto"....solo,che oggi, cambierei prefisso telefonico...non più 007.(dalla Russia con Amore)....cercherei altrove
Per finire,seguendo,con apprensione ,come tutti....l'aviaria(degli anni appena passati),che veniva importata dagli uccelli migratori,nelle nostre contrade,specialmente nelle aie...visto che conviviamo con stanziali..cornacchie,gabbiani,piccioni,storni..."Miracolosamente" ho visto che l'aviaria,è improvvisamente sparita, è stata archiviata...non sembra esserci più...e questo,subito dopo e in concomitanza di una enorme moria di polli/galline(in sordina indicata dai TG e la Stampa) in alcune aree del mondo...che,oggi,pur sforzandomi,
non ricordo più... dove.
Un buon immunologo direbbe che l'aviaria si è autoestinta,per la naturale formazione degli anticorpi negli animali migratori colpiti... pessimi,cacasotto,invece, ,che avevano già fatto scorta di mascherine...avrebbero,ancora, il sospetto, che qualche apprendista stregone,potrebbe aver fatto delle prove...dove il mostro creato da un Dott, Frankestein,dei nostri tempi,....si ribellò al suo
creatore......il quale decise che.... era meglio lasciar perdere!!!!
Le pestilenze da sempre hanno perseguitato l'umanità...(Gli europei morirono come mosche per il "Mal Gallico"importato dal sud America...Noi li abbiamo ricambiati con banali(ma per loro micidiali)influenze...ultima della storia la famosa Spagnola,dopo la grande guerra,diffusa dai pidocchi...quelle sicuramente non nacquero in laboratorio...non avevano untori,che le spargevano....
Ma per alcune moderne pestilenze(vedi l'AIDS)...il sospetto della loro nascita in laboratorio,trova molti dubbiosi....e non è esclusa nemmeno... da Molti del mestiere....per Ebola,tante le paure,i dubbi,ma ancora pochi i dati per avere le idee più chiare.
Saluti Mar

Anonymous said...

Appendice al mio precedente commento
Da Wikipedia
^^La SPECTRE è un'associazione criminale internazionale finalizzata, come dice il nome (anche in italiano l'acronimo è così tradotto: SP-eciale Esecutivo per Controspionaggio, Terrorismo, Ritorsioni e Estorsioni). È strutturata in modo fortemente gerarchico, per mezzo della figura di un "capo" e di numerosi subalterni.
Il fondatore e presidente è noto come "Numero 1" ed è il vertice di tutte le decisioni dell'organizzazione. Ogni membro ha un numero, che ruota, così come quello di Blofeld, in vari periodi. Nella sua prima apparizione, egli è il "Numero 2". La sua vera identità è nota solo ai suoi più stretti collaboratori ed è sconosciuta alla maggior parte degli affiliati, che si appellano a lui come Numero Uno.
Gli altri affiliati sono generalmente o terroristi o ex-agenti dei servizi segreti di "tutto il mondo". Le decisioni importanti sono prese nella sede in ampie sale riunioni poco illuminate. Nei film le sedi dell'organizzazione sono sparse per tutto il mondo, collocate nei posti più improbabili .^^
Mia nota
Mai "sottovalutare" i Romanzi,sopratutto se di ampia tiratura...dietro la semplicistica spiegazione di "fare cassa"....sono spesso il veicolo più semplice per la formazione di un'opinione pubblica....alcuni possono essere letti a due livelli.....come le Parabole evangeliche....una terra terra per i semplici,l'altro più criptico per gli addetti ai lavori.
All'epoca il nemico era l'URSS...oggi forse,il Flemming, cambierebbe "il preso di mira"...
Quello che con molta probabilità non cambia col tempo.....è che..... c'è sempre un "nemico di turno"magari nuovo...ma il Flemming,allora nella sua foga, si è "slargato "molto a descrivere i metodi usati...che forse sono "sempre" gli stessi.
Saluti Mar

Vanda S. said...

Questi poveri idioti che vogliono eliminarci dal nostro paese, faranno dell'Italia quello che hanno fatto del Sudafrica, cioè un paese in rovina!
La rimozione delle popolazioni bianche sudafricane ha portato al totale crollo della società! I negroidi africani si sono dimostrati incapaci persino di MANTENERE la gestione di un paese che funzionava abbastanza bene!

Hector Hammond said...

Vedo che si parla di psicopatici e percentuali sulla popolazione locale , vivendo in emilia mi verrebbe di fare della battute che agli emiliani piacerebbero pochissimo .
Però io penso che le persone con tare mentali siano la forza della democrazia , sarà per le esperienze personali che ho avuto , ma credo che se qualcuno di illuminato ha imposto forme politiche di un certo tipo , sapeva benissimo le persone che ne avrebbero tratto vantaggio e quindi avevano interesse a renderle solide .

Nessie said...

Hector Hammond, insomma viene avanti il tarato :-).

Nessie said...

Vanda, il piano è sempre quello: sostituzione demografica. Poi se dici razza "negroide", l'ONU ti bacchetta perché ti vuole daltonica e con il linguaggio epurato. Devi parlare di "tipi umani". E guai a parlare di "civiltà": devi dire "culture a confronto" ;-)

Nessie said...

Vanda, leggi questo. Siamo alla "xenofilia" più demenziale. E' evidente che ci vogliono SOSTITUIRE :

http://www.ilgiornale.it/news/politica/lue-invasa-dai-clandestini-sa-espellere-solo-europei-1046771.html

Hector Hammond said...

Vero vieni avanti tarato :) , accidenti che bel mondo .A proposito di gente che avanza e sostituzione razziale suggerisco di leggere " la maschera dell'africa " di V.S. Naipaul , così si impara bene a conoscere ben chi sta entrando .