06 February 2014

La Manif di Francia: così vicina, così lontana


Premetto che essere cattolici in Francia comporta qualche rischio in più che fare i papisti relativisti,  nonché buonisti catto-italioti del genere volemose bene, davanti a S.Pietro . Non dimentichiamo che è la patria dove Napoleone Bonaparte profanava le chiese entrandovi con la cavalleria;  è la terra della Vandea contro i ghigliottinatori. Non è un caso che lo scrittore Alexander Solgenytzin tenne proprio nella regione della Vandea (1993) il suo  alto discorso contro le rivoluzioni. Insomma  essere cattolici in Francia storicamente significa  essere resistenti contro vere e proprie stragi.
Non so se qualcuno è al corrente del programma educativo di educazione sessuale precoce che la Ue sta approntando per le scuole, con la scusa del superamente dei "generi".
Il sito Reseau International ha rivelato che già da  due anni, la petizione contro la "sessualizzazione della scuola pubblica" (materna e primaria) ha raccolto quasi 92.000 firme nella  Svizzera tedesca. Come è noto  sono stati utilizzati peni in legno e vagine in pelouche messi sotto accusa da parecchi genitori, pedagoghi, e semplici cittadini.  
Il famoso Piano Educativo 21, con effetto a partire dal 2014, ha attirato le ire di gran parte della popolazione, a partire dall'UDC (che non ha nulla a che fare col nostro Udc di casiniana memoria) di Lucerna.  Strane scatole magiche che contengono dunque...strani giocattoli: peni in legno e vagine in pelouche. Senza dimenticare la proliferazione di manuali che incoraggiano i bambini a toccarsi e a scoprire le parti intime del proprio corpo e quello altrui.  Inoltre esiste un libretto con intenzioni "educative" dal titolo Lisa e Jan , fatto di vignette e sequenze esplicite di bambini in procinto di masturbarsi e a guardarsi. Ve ne risparmio le immagini!
Vi consiglio la lettura integrale del pezzo da me linkato su Reseau , o in alternativa, questa traduzione:   http://www.aleteia.org/it/societa/articolo/educazione-sessuale-in-svizzera-arriva-il-sex-box-per-le-maestre-di-asilo-18424001 
Educazione sessuale nei giardini di Infanzia?
Non metto immagini  né altri dettagli per decenza, ma qui rasentiamo senz'altro la diffusione
"legalizzata" della pedopornografia e l'erotizzazione precoce dell'infanzia.
Ma vengo alle reazioni nella vicina Francia, dove ci sono nuove Giovanne d'Arco come Ludovine de La Rochère che organizzazano manifestazioni oceaniche (La Manif pour tous)  coi bonnets rouges in testa. Su che cosa? Udite, udite o Italioti: su temi eticamente sensibili per i quali  voi non rinuncereste a una partita o a un derby a S. Siro.  Intanto però la Manif pour tous è riuscita con successo e Hollande ha dovuto ritirare la legge sulla famiglia.
Ludovine de La Rochère

Ecco cosa dice il Corriere sulla Legge: "Una delle misure principali della riforma prevedeva di riconoscere il ruolo dei patrigni e delle matrigne nelle famiglie «ricomposte». Ma il tema «esplosivo» riguarda l’eventuale estensione del diritto alla procreazione assistita per le coppie di donne omosessuali, una misura (come del resto quella sulla maternità surrogata) che in realtà non figurava nel progetto di legge. Ma che, voluta dalla ministra della Famiglia, Dominique Bertinotti, e da una parte di socialisti, divide profondamente la maggioranza. La spaccatura era stata sancita dal ministro dell’Interno, Manuel Valls, che per smorzare le polemiche aveva fatto sapere che il governo avrebbe respinto ogni eventuale emendamento sui due temi controversi" (fonte Corsera).

Ma ciò non è del tutto vero, scrive Tempi, polemizzando proprio sull'articolo del Corriere - 3 febbraio a firma Stefano Montefiori,  che come al solito evoca lo spettro dell'omofobia e pure dell'antisemitismo (un'ipotesi di reato passepartout  diventata ormai  una sorta di ricatto morale), senza nemmeno degnarsi di entrare nei dettagli della legge. A completare la cronaca dell'inviato in Francia (ma Montefiori poi si sarà mosso da Via Solferino?) ci sono i  suoi toni scandalizzati contro la "quenelle", il gesto col braccio lanciato verso il basso, lanciato dal comico Dieudonné. Mamma mia, che problemi! La quenelle!
Il ministro Peillon ha scritto a tutti i rettori il 4 gennaio scorso di diffondere la campagna di “ligne azur”, che insegna che «l’eterosessualità non è la sola via» e invita tutti, con un apposito test, a scegliere il proprio sesso, pardon, la propria identità di genere.
E a conferma che questi sono obiettivi dell'attuale governo socialista, si possono ascoltare le parole pronunciate sabato da Laura Slimani, nuova presidente dei Giovani socialisti: «Sì, le differenze tra uomini e donne sono costruite , il genere esiste e sì, noi lo insegneremo nelle scuole». Capito?

Tutto questo il Corriere non lo scrive per ricordare perché centinaia di famiglie il 27 gennaio scorso non hanno mandato i loro figli a scuola in occasione della “Journée de Retrait de l’Ecole”. In compenso, critica i manifestanti per essersi espressi contro l’introduzione «di una legge che allarghi il ricorso alla Pma (Fecondazione assistita) alle coppie di lesbiche o la legalizzazione dell’utero in affitto».
Montefiori fa notare che «nessuna di queste due misure è all’ordine del giorno» ma non ricorda che durante la discussione intorno alla legge sulla Famiglia se ne parlerà e che il 19 luglio scorso quattro deputati hanno depositato un progetto di legge che ha come scopo quello di aprire la fecondazione assistita proprio alle coppie lesbiche. Senza contare che tra le doti di Hollande non c’è quella di
mantenere le promesse (fonte "Tempi").

E comunque, Corserva e altri pennivendoli a parte, l'oceanica Manif è riuscita per ora a far recedere il governo Hollande dalle sue intenzioni. Non c'è di che dormire sugli allori però, perché la sessualizzazione ed erotizzazione precoce nelle scuole nonché l'omolatria è un nefando progetto delle associazioni mondialiste (OMS in testa) e delle commissioni europee che verrà trasmesso capillarmente ai Ministeri della Pubblica Istruzione dei paesi membri. I quali poi la diramano a loro volta nella scuole d'ogni ordine e grado a partire dalle materne.

E noi? Mi piacerebbe sentire se c'è qualche gruppo di insegnanti  volonterosi che si sveglia.  O se invece (come temo) durante i collegi docenti sonnecchieranno in ultima fila come scolaretti svogliati, quando i loro direttori didattici e presidi proporranno questo bel pacco. Oltralpe c'è già una coraggiosa mobilitazione: migliaia di famiglie francesi sono scesi in piazza  con passeggini colorati, palloncini bianchi, rossi e blu per dire che "nessuno tocchi i bambini", per difendere l'istituto della famiglia e l'identità del loro paese. In qualche circostanza, hanno buscato botte, spintoni, cariche  della polizia e assalti di gruppi laicisti organizzati (Femen in testa) nonché scherno e sputi. Nel migliore dei casi, denigrazione e calunnie da parte della stampa di regime. Ma resistono... 
Già, la Francia, così vicina, così lontana.

74 comments:

Aldo said...

La mia idea sulla sessualità infantile è che ai bambini non dovrebbe essere né insegnata né inibita la sessualità. Insomma, che con la massima naturalezza li si lasci crescere in pace! Dal momento che hanno prestampanto nei propri geni tutto il necessario per riuscirci al meglio senza interferenze, ogni intervento in un senso o nell'altro non può che far danno.

Naturalezza, dicevo. Proprio quella verso la quale, in tema di sessualità, gli adulti e i genitori in particolare tendono a manifestare vistose allergie, intervenendo a gamba tesa con la loro "educazione" (potrebbe essere per questo che abbiamo tanti deviati?). Si spendano gli sforzi educativi nei mille aspetti che riguardano il rispetto reciproco e l'inserimento sociale, non può che venirne del bene, ma si lasci perdere la sessualità, che è meglio.

Nessie said...

Sì, ma qui siamo ben oltre ai genitori. Qui siamo agli stati che si servono delle loro istituzioni come la scuola permettondosi a priori di giudicare ciò che è "bene" e ciò che non lo è. Il superamento della cultura di genere, parte dall'assioma di matrice "behaviorista" ( da "behaviour" comportamento o scuola comportamentista, scuola di pensiero americana) che donna o uomo non si nasce ma si diventa. E questo ci conduce dritto dritto alla manipolazione sessuale degli individui.
Un genitore severo (e io sono cresciuta in questo contesto) fa certamente molto meno danni di uno stato licenzioso, ammiccante e permissivo. E sappiamo fin troppo bene che queste sono "false libertà" per meglio poter realizzare VERE PRIGIONI, come l'attuale crisi affamatrice di popoli. In compenso c'è il sesso dalla culla alla bara.

Aldo said...

Lo Stato (gli Stati) non ha titolo per intervenire su questa materia. Se lo fa, lo fa per puro gusto dell'imperio e della manipolazione, visto che la sessualità, quando non degenera in violenza, è una questione strettamente personale.

Da quanto sopra, dovrebbe essere ovvio che sono contrario all'educazione sessuale nella scuola almeno quanto sono contrario alla caccia alle streghe che da qualche anno ha preso piede in merito all'esercizio della sessualità. In ogni dove. Direi che questi interventi si spiegano solo con la finalità che citavo nel commento precedente: manipolazione. Non ci siamo.

Piccola considerazione che sembra fuori luogo: da come siamo messi, in ogni campo, gli unici interventi sensati sulla legislazione sarebbero quelli fatti con la gomma, non con la matita.

Aldo said...

Rileggendo, mi accorgo che sei stata tu a parlare di manipolazione... mi sono appropriato senza rendermene conto delle tue parole. Questo fatto ti dia l'idea di quanto son d'accordo con te.

Vanda S. said...

Mi sembra evidente il subdolo il "braccio lungo" delle lobby pedofile mondialiste! I bambini e gli animali (non se ne parla ma la zoofilia sta diventando un fenomeno allarmate, segnalato più volte dall'ENPA!) sono indifesi, perciò facili prede! Tutto ciò e' demonico!!!! Bisogna assolutamente combatterlo, anche se incomincio seriamente a credere che siamo nel pieno di un Era delle Tenebre!!!!

Nessie said...

NOTA a Laura. Visto che sei stata tu a sollecitare l'argomento, intervieni pure.

Nessie said...

Aldo, come al solito noi parliamo di stati, ma in realtà ha ragione Vanda: trattasi di organizzazioni mondialiste e di lobby che sono così potenti da tenere in ostaggio la macchina istituzionale degli stati, fino a renderli sudditi e ciechi esecutori dei loro nefandi progetti.E' un po' come la lobby delle assicurazioni auto: OBBLIGANO GLI STATI (attraverso la loro classe politica) a farti un'assicurazione e a confiscarti l'auto se non te la fai. E' solo un esempio, non so se sono stata chiara. Ma c' è dell'altro in relazione alla tua frase della "caccia alle streghe", su cui ho molto da dire. Intanto fissiamo delle date: il periodo della repressione sessuale per i giovani esisteva PRIMA DEL '68. Durante e dopo il '68 l'editoria pullulava di libri sulla "liberazione sessuale" dei giovani, sui vari manuali più o meno kamasutrici su come si fa ecc. ecc. Sui vari psicologi alla Eric Fromm ("L'arte di amare"); sui vari sociologi della Teoria Critica di Francoforte (Adorno, Horkheimer e Marcuse) che invitavano i giovani a ribellarsi alla famiglia, ma soprattutto al Padre. (Studi sull'Autorità e la Famiglia).

Dunque, sono spiacente, ma "la caccia alle streghe" appartiene alla Preistoria.

Nessie said...

Aldo, ti ricordi quel Pdf di quel famoso insider che ti ho dato? Beh, quello che per molti di noi pareva un'età della Cuccagna, in realtà era un progetto ben preciso, del quale siamo state inconsapevoli cavie. Sono quelle famose memorie secondo le quali si sarebbe dovuto disgiungere la sessualità dalla procreazione: FATTO.
Favorire l'omosessualità, la bisessessualità e i transgender: FATTO

Incentivarel'uso delle droghe: FATTO

Incoraggiare i rapporti sessuali in età precoce: FATTO.

Far circolare la pornografia a tutte le ore del giorno e della notte, soprattutto attraverso il web: FATTO.
E ci sarebbe da fare un nutrito elenco dei vari topics. Se trovo il link te lo rinvio.
Spesso ce ne dimentichiamo, ma loro non solo ricordano, ma mantengono questo tipo di "promesse".

Nessie said...

Vanda, cosa sarebbe l'ENPA? puoi dirmene di più?

Sì, siamo nell'era delle Tenebre e si vede in ogni cosa, anche la più banale, che viviamo.

Anonymous said...

Grazie Nessie.
Sì, quando ho letto l'articolo non mi sembrava vero, troppo orribile (anche se di questi tempi vedo che non si guarda più in faccia nemmeno ai bimbi), ma poi sia tu che Silvio mi avete confermato che non era una bufala, anzi!
Leggendo i vostri commenti non posso che essere d'accordo con voi, se ti ricordi avevo chiesto anche il parere di Aldo, che mi sembrava essere dell'ambiente.
Io ho insegnato per qualche tempo e, per quanto riguarda la mia esperienza, i bambini, anche piccoli, hanno una innata tendenza ad autogestirsi. Certo, è necessario anche l'intervento dei genitori (padre e madre) ma non vanno assolutamente manipolati dall'esterno.
Ecco perchè approfittare di piccoli indifesi è una cosa vergognosa e da bloccare assolutamente.
Ha ragione Vanda per quanto riguarda gli animali. Ho letto tempo fa che, con la scusa dell'amore per gli animali da compagnia (e non solo) ci sono un sacco di pervertiti che ci fanno sesso, una cosa vomitevole e rivoltante.
L'ENPA (Associazione Protezione Animali) in questi ultimi tempi si è attivata per cercare di fermare questi orrori ma non è facile risalire a chi fa certe cose, anche perchè probabilmente sono gruppi di deviati che si proteggono fra di loro.
Se vengo a sapere qualcosa in più te lo dico.
Ciao Laura

Anonymous said...

PS- e c'è anche da considerare che tutto questo lo fanno per i loro porci scopi: quello che il popolo vuole, ottiene, in sostanza gli danno tutti i tipi di droghe, in ogni maniera, per tenerlo buono e procedere così nello smantellare il nostro Stato, in tutti i modi.
In più, c'è l'ottimo apporto dei media mainstream, che fanno diligentemente il loro lavoro, manipolare per bene.
Laura

Vanda S. said...

Ente Nazionale Protezione Animali.

Questo e' un caso di pochi giorni fa:

http://www.catenaumana.it/madre-e-figlia-beccate-a-fare-sesso-a-tre-con-il-cane/

Questo e' un articolo preso dall'espresso sul fenomeno della zooerastia:
http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2013/07/02/news/randagi_sesso_con_animali-62250598/

Nessie said...

@ Vanda. OH madre di Dio! Non sono nemmeno riuscita a finire le lettura, per lo schifo subentrato. E questo lo chiamano pure "superamento delle frontiere"? :-(

Nessie said...

Ah, già, Enpa, che stupida! la vecchia Protezione animali: con tutte queste sigle a volte mi capita di non raccapezzarmici più.

Laura, per ciò che concerne i bambini, dalla caccia al pedofilo siamo con disinvoltura passati alla "pedopornografia" istituzionalizzata.
Magari poi costoro vorrebbero pure passare per "benefattori" o filantropi. Non si sa mai.

Nessie said...

Prelevo un passaggio dal sito di Reseau di cui ho messo la traduzione in link:


"Questo progetto di educazione sessuale elvetica si muove lungo le direttrici disegnate dal documento della sezione europea dell’Organizzazione Mondiale della Sanità dal titolo “Standards for Sexuality Education in Europe”, di cui questo giornale si era occupato pochi giorni fa nell’articolo “l’Oms gioca al dottore con i bebè”: anche lì si parlava di masturbazione infantile e del gioco del dottore.".

Ecco fatto, è l'OMS (l'Organizzazione Mondiale della Sanità) a confezionare la "pedopornografia di Stato", se qualcuno avesse ancora dei dubbi!

Anonymous said...

Se interessa questo è il link dell'OMS dove viene spiegato benino benino tutto questo scempio che vogliono fare dei bambini - a partire da 0 a 4 anni!!!!!
http://www.fissonline.it/pdf/STANDARDOMS.pdf
Laura

Anonymous said...

@Nessie e Vanda
sul sito segnalato da Vanda (catenaumana) c'è un articolo dove si legge che in Danimarca è aperto un (o più d'uno) bordello per fare sesso con gli animali...ommiodddioooo!!!!
E non è un OT, per certi versi gli animali sono come i bambini, tant'è che è la stessa organizzazione MONDIALE della sanità che tra le righe incoraggia ad approfittarre dei bambini.
Laura

Aldo said...

Nessie, intendi l'espressione "caccia alle streghe" nel più ampio dei significati: insistere su cose, idee o persone in modo ideologico e pilotato, facendo passare le azioni come meritevoli (anzi, doverose) a prescindere. Una caccia alle streghe può essere contro (ad esempio le crociate contro la pedofilia, arrivando a vedere pedofilia anche dove oggettivamente non ce n'è) o a favore (è una forma di caccia alle streghe la propaganda pro-omosessualità di questi tempi). Il pro e il contro, in questo tipo di impostazione, possono invertirsi da un giorno all'altro, secondo quelle manipolazioni che molto opportunamente citavi in uno dei tuoi primi commenti.

Dove sta l'equilibrio? Nell'imparare a farsi i fatti propri, e a rimandare al mittente ogni tentativo di "persuasione". Nel vivere senza inibizioni e senza condizionamenti la propria vita. Nel fare quel che si vuole senza stupidi esibizionismi e senza troppo scandalizzarsi per quel che altri fanno o non fanno in modo altrettanto riservato.

Le operazioni in corso non hanno nulla di equilibrato e dovremmo, ciascuno nel proprio piccolo, rispedirle al mittente con uno sberleffo facendo l'accidente che vogliamo indipendentemente dallo sbraitare più o meno scomposto dei manipolatori. Com'è che la chiamavano? "Disobbedienza civile"? E' difficile, non impossibile.

Nessie said...

Grazie Laura, ho salvato e archiviato quel Pdf dell'OMS che mi tornerà senz'altro utile.

C'è qualcosa di sospetto nell'attuale intervento (tardivo) dell'ONU (una banda di corrotti pedofili, specie nell'Unicef) contro il Vaticano. MOlto repulisti contro la pedofilia nella chiesa l'aveva già fatto Ratzinger. Dopo l'elezione di Bergoglio, la campagna diffamatoria sembrava essersi fermata, ma leggo articoli che mi insospettiscono sempre più. In pratica i corruttori del mondo, chiederebbero conto della corrutela dentro la Chiesa? E per obbligarla a fare cosa? A riconoscere aborto? eutanasia? educazione sessuale precoce? Nozze gay? La cosa puzza...e parecchio.

http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/lazio/2014/notizia/l-onu-al-vaticano-via-i-preti-pedofili-la-chiesa-valuteremo-no-ingerenze-_2025302.shtml

Nessie said...

Credevo, Aldo, che per caccia alla streghe ti riferissi a puritanesimo (non ne vedo traccia, anzi) e a tabù (purtroppo non ce ne sono più). E dico purtroppo, perché spesso la civiltà si è sorretta anche su quelli. Penso al (giusto) tabù dell'incesto. E anche a quello della pedofilia. In realtà non è nemmeno poi tanto vero nemmeno questo, visto che la pedofilia si annida tra i vertici "intoccabili" della Ue (vedi caso Marcinelle, dove sembra che Jacques Delors ne sia implicato) e che detto abuso, dispone di una lobby che la protegge. Diciamo che certe campagne vengono promosse a seconda della convenienza.

Nessie said...

Insomma, a mio avviso, la regola che dovrebbe insospettirci di più, è che non c'è più alcuna regola. Sono saltati i criteri oggettivi e i valori. Perciò si gioca tra campagne scandalistiche e permissivismo lassista a corrente alternata.

Johnny88 said...

Solo due parole sulle nuove imprese del fedifrago dell'Eliseo:

Che schifo!

Però nella laicissima Francia noto con piacere ci sia una qualche resistenza. In Spagna all'epoca di Zapatero non ci fu questa resistenza, anche se qualche timido (molto timido) passo indietro Rajoy lo sta facendo.

Negli Stati Uniti invece son stati ancora più subdoli. Siccome ogni volta che la popolazione si esprimeva su certi temi votava sempre allo stesso modo, ovvero contrario agli auspici delle lobby, allora hanno agito per via giudiziaria. Giù sentenze su sentenze che sentenziavano come i vari bandi statali alle unioni gay fossero incostituzionali.

Nessie said...

Johnny, poi se hai tempo apriti anche il link del Reseau International, e prenditi una visione di che razza di bel mondo attende le generazioni future a partire dai primi passi della loro vita.
Un tempo per i bambini c'erano le fiabe con orchi. Ora gli orchi sono usciti fuori dai libri per costringerli a vivere un incubo.

Nessie said...

Per ciò che concerne Monsieur La Poire dell'Eliseo, confermo lo schifo.

Lo PseudoSauro said...

E' uno schifo. Insisto sul fatto che questa gente lo diceva gia' 60 anni fa che l'avrebbe fatto. Anzi, ci sono documenti controversi che risalgono addirittura ai primi del Novecento. Mi riferisco a cio' che si puo' ascoltare in una registrazione stenografata vent'anni dopo, da un insider di una delle piu' importanti consorterie dedite alla causa del New World Order. Per grandi linee, della corruzione minorile parla anche il documento apocrifo conosciuto come "I Protocolli dei Savi di Sion", apparso in Russia poco prima della rivoluzione dekabrista. La strategia, la si trova gia' spiegata negli scritti di Platone, del resto, poi ne trattano eminenti autori e lo stesso De Sade.

La finalita' che si propone tale metodo e' il controllo sociale e la separazione della sessualita' dall'affettivita'. Questa metodologia e'solo un acceleratore in quanto la rimozione dell'etica religiosa cristiana, l'introduzione del divorzio, dell'aborto, e la rimozione dei veti sulla pornografia porterebbero comunque agli stessi risultati, anche se in tempi piu' lunghi.

Una vera opposizione a questo fenomeno non puo' essere limitata al fatto in se', deve essere rivolta a tutto l'insieme delle strategie che hanno per scopo la creazione di un "mondo nuovo", nessuna esclusa.

SILVIO said...

Laura ha messo il dito sulla piaga.

Infatti, secondo il deliberato oligarchico, dovrebbe essere il manuale ”STANDARD PER L'EDUCAZIONE SESSUALE IN EUROPA” la futura guida a cui i preposti alle politiche nazionali, le autorità scolastiche e sanitarie, gli specialisti, i “pedagoghi” e gli insegnanti dovrebbero forzatamente attenersi.

Chi l'ha redatto?
Procedo cronologicamente.
Nell'agosto 2008, Obama vinse le primarie presidenziali del Partito Democratico.

Quasi obbedendo ad un segnale convenuto, Zsuzsanna Jakab (direttrice OMS dell'Ufficio regionale per l'Europa, che ha sede in Danimarca a Copenhaghen ) convocò nel suo ufficio Gunta Lazdane (consigliere regionale OMS) dandole il via libera per realizzare il manuale anzidetto.

Gunta Lazdane si mise subito all'opera, contattando i funzionari tedeschi del BzgA (= “Centro Federale per l'Educazione alla Salute”) che ha sede a Colonia.

In men che non si dica, la macchina organizzativa si mise in moto per cui tra il novembre 2008 (mese ed anno dell'elezione di Obama a presidente Usa: guarda caso!) ed il settembre 2010 si tennero a Colonia 5 workshops a cui parteciparono 18 presunti esperti di varie nazionalità, che non consiglierei nemmeno al mio peggior nemico per l'educazione dei suoi figli.

I nomi ? Eccoli: Dan Apter - Doortje Braeken - Raisa Cacciatore - Peter Decat - Ada Dortch - Erika Frans - Olaf Kapella - Evert Ketting - Daniel Kunz - Margareta Larsson - Olga Loeber - Anna Martinez -Kristien Michielsen - Ulla Ollendorff Simone Reuter - Sanderijn van der Doef - Ineke van der Vlugt ed Ekua Yankah (un rappresentanza dell'UNESCO, carrozzone ONU che ha fama alquanto dubbia)
.
Ed ecco le loro “facce di tolla” immortalate in una foto di gruppo a chiusura dell'ultimo convegno del 2010:
http://icrhb.org/sites/default/files/kcfinder/images/standards.jpg

A più tardi per altre importanti considerazioni.

Nessie said...

Ciao Sauro in Pseudo. Era già tutto prescritto come nelle ricette mediche? Non ci sono dubbi. Siamo entrati, come dice Vanda, nel mondo delle Tenebre. Non sono mai stata tanto devota e osservante, ma confesso che di fronte a uno sfacelo di queste proporzioni non ci resta che sgranare un bel rosario. Se funziona o no, non saprei dirti.

C'è un libro la cui lettura consiglio a tutti, aull'argomento OMS e mutazioni "La donna a una dimensione" di Alessandra Nucci edizioni Marietti.
Donna, uomo, etero, gay, lesbo trans?
Il vero problema per costoro è
la scomparsa dell'assetto sociale basato sulla famiglia in funzione di una visione antropologica di «genere» che «postula un'umanità basilarmente androgina e in tutto intercambiabile e l'antagonismo anti-uomo elevato a prassi di portata e ambito mondiale».

http://www.ragionpolitica.it/testo.6824.donna_una_dimensione.html

Nessie said...

Ciao Silvio, ho visto le "facce di tolla" della foto di gruppo. Chiamarle "facce di tolla" è essere perfino gentili.
A più tardi.

SILVIO said...

Perché ho correlato nel precedente post l'elezione di Obama alla contemporanea iniziativa di Zsuzsanna Jakab ?

Perché Obama è l'utile idiota (come lo fu Lenin) della dinastia ashkenazita dei “Rothschilds”
.
Non lo dico io. L'ha affermato in una intervista televisiva George Soros, ashkenazita ungherese come lo è Zsuzsanna Jakab, nonché “barboncino” prediletto dei “Rothschilds” e grande elettore/finanziatore di Obama:
http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=iHn-5TPyudU

Qual è tale strategia ?
Ne ha accennato Pseudosauro quando ha introdotto i dettami dei “Protocollli dei Savi Anziani di Sion” per cui non mi dilungo.
Se non per aggiungere che la tesi della loro presunta “falsità” è stata lanciata nel 1921 dal “TIME” di Londra ed è poi divenuta “oro colato” senza che alcuno osasse poi investigare (anche perché importanti fonti bibliografiche scomparvero misteriosamente).

Ritorno ad Obama. Non è una novità che egli sia stato omosessuale e che forse lo sia ancora.
Non è una novità che egli perori con ogni mezzo la supremazia dello “stile di costume e di vita” LGBT sulle convinzioni e convenzioni della stra-grande maggioranza etero-sessuale dell'umanità.

La sua spudoratezza è giunta al punto da premiare pubblicamente un pedofilo omosessuale recidivo, più volte arrestato per tali reati.

Prima avverrà il suo impeachment, meglio sarà per l'umanità. Deposto lui, lo sterco attuale si scioglierà come “neve al sole”.

L'ultima considerazione è dedicata a Zsuzsanna Jakab.
Viste le sue origini, è verosimile che sia in sintonia col regime sionista di Israele.

Se ciò fosse vero, mi spieghi come mai il governo israeliano ha recentemente proibito ogni accenno alle problematiche sessuali nell'educazione scolatica della propria gioventù.

Mi spieghi anche come mai Netanyahu sia favorevolissimo allo “ius sanguinis” dato che ha proibito al figlio di frequentare la fidanzatina norvegese.

Due pesi e due misure: i migliori per la razza “eletta”, i peggiori per i miserabili “gentili” ?

Nessie said...

Sì, avevo già sentito quell'intervista di Soros sull'utile (nonché abbronzato)idiota.
Sul fatto che saltato Obama "lo sterco attuale si scioglierà come “neve al sole”, non sarei altrettanto ottimista, Silvio, dal momento che morto il papa (abbronzato) dispongono di numerosi altri "cardinali". Comunque staremo a vedere.

Volevo chiederti cosa pensi di questo zelo dell'ultima ora dell'ONU nel voler investigare dentro il Vaticano su un tema (la pedofilia) dove avevano già fatto parecchio repulisti. Io una mia mezza ideuccia ce l'avrei...Secondo me, non basta neanche più il Conc. Vat. II e i globalisti vorrebbero una chiesa pro gayezza, pro eutanasia, pro fecondazione assistita alle lesbiche ecc. ecc. Insomma, una sorta di non dichiarato Vat. III ancora peggiorativo. Tu come la vedi?

Lo PseudoSauro said...

Meno male che Silvio c'e'... tiriamo le somme: l'ONU e le sue diramazioni portano avanti l'ideologia globale. La menzogna diffusa nelle piu' varie discipline e' l'arma piu' efficace. Punto.

Nessie said...

Già, meno male :-)

SILVIO said...

Scusami, Nessie, ma ogni tanto devo abbandonare la discussione per cause di forza maggiore.
Ti rispondo.

1) Se crolla Obama, viene rinviato “sine die” il progetto del NWO (= JWO) nazi-comunista fabiano, pianificato dall'ashkenazismo che è in inoppugnabile difficoltà su scala globale. Perché?

Perché tale crollo sarà determinato dal Patriota americano, che “si riprenderà l'America”, ponendo fine sia alle soperchierie dei nemici interni ed esterni che l'hanno impoverita e schiavizzata sia ai folli programmi TPP e TTIP, sia ai rivoltanti diktat “ socio-culturali” imposti dall'alto per annichilire e zombizzare le nuove generazioni.

E senza il supporto Usa il catorcio oligarchico UE verrà pressato e spazzato via dall'odio dei cittadini euro-scettici, che ormai costituiscono la maggioranza in Europa.

Tu non immagini nemmeno la “strizza” che provano costoro al pensiero dell'esito funesto delle prossime elezioni europee.

Hanno messo la sordina ad ogni provvedimento che possa turbare l'opinione pubblica.
Persino all'annuncio del presidente della Bundesbank relativo all'opinione favorevole circa l'imposizione di un'ulteriore patrimoniale pari al 10% del valore effettivo dei beni mobili ed immobili dei privati cittadini.

Nemmeno il rilievo della Commissione UE contro l'aumento delle “scoregge di mucca” che influenzerebbe il tasso di CO2 nell'aria (non sto scherzando: è la verità !) è stato fatto passare. E i giornalisti – appecoronati come le peggiori prostitute intellettuali – hanno ubbidito.

Ergo: ne vedremo delle belle se tutto andrà come nelle previsioni.

2) Sul Vaticano preferisco per ora tacere.
Francesco Bergoglio mi irrita profondamente e non solo perché si sta rivelando come il classico gesuita: “duro, impuro, contorto ed infido”.
Preferisco lodare i Vescovi croati che non ci hanno pensato un attimo a pronunciare un giustissimo anatema contro le finalità del manuale nauseabondo dell'organizzazione Mondiale della Sanità-

Nessie said...

Perché tale crollo sarà determinato dal Patriota americano, che “si riprenderà l'America”, ponendo fine sia alle soperchierie dei nemici interni ed esterni che l'hanno impoverita e schiavizzata"

Sì Silvio, ma nel frattempo dobbiamo fare la nostra parte nel nostro Paese, qui e ora. Mica possiamo permetterci di aspettare che arrivino i nostri a cavallo di un caval...
La libertà è merce rara e non te la regala proprio nessuno. La storia insegna qualcosa

Nessie said...

@ Tutti. Siccome oltre che di orrori è necessario parlare anche di cose che alzano il morale, ecco il discorso di PUtin del 3 febbraio. Mentre Obama insiste sulla froceria e la marjuana, mentre l'OMS mette in circolazione "la scatola magica", Putin dice:

“Dobbiamo educare una nuova generazione, coltivandone un buon gusto artistico e la capacità di comprendere e di apprezzare il teatro e la musica. Se perseguiremo questo obiettivo, probabilmente potremo scongiurare altre tragedie come quella di oggi, a Mosca… Abbiamo bisogno di rappresentazioni teatrali serie e di alta qualità, destinate ai bambini ed agli adolescenti, che facciano loro conoscere i classici russi e mondiali, ed insegnino loro a pensare, a provare empatia e a credere nella potenza del Bene”.

“La cultura è un immenso fenomeno integrale che trasforma gli individui in un popolo e una nazione. Tutti comprendiamo quanto sia cruciale il fattore culturale nella sviluppo della nostra nazione, nel rafforzamento della sua influenza e reputazione nel mondo, e nella tutela della sua integrità e sovranità nazionale. Dopotutto, senza la cultura, di quale sovranità parleremmo? e per che cosa avrebbe senso combattere? [La cultura] sostiene la fiducia tra le persone e accresce le loro responsabilità e partecipazione, in qualità di cittadini, allo sviluppo della nostra nazione”.

Vanda S. said...

Signori, ho letto i vostri ultimi post (grazie per la segnalazione, Laura. Non l'avevo visto: allucinante!!!)e devo ancora raccapezzarmici!
Una valanga d'informazioni talmente pazzesche, che sembrano uscite fuori da un romanzo fantascienza mista horror!!!!
Devo dire che negli USA di patrioti per fortuna ce ne sono ancora tanti (e anche di milizia!). Sto per uscire ma al prossimo post vi racconterò' come i mass media stanno cercando di confondere le carte in tavola anche su quello! Stessa tattica che usarono per screditare le teorie di cospirazione mettendo in onda un programma come gli XFiles!

Anonymous said...

nessie scrisse
Non sono mai stata tanto devota e osservante, ma confesso che di fronte a uno sfacelo di queste proporzioni non ci resta che sgranare un bel rosario

quando tanti anni fa lessi "l' apocalisse " lo trovai estremamente "onirico" , ma nessuno oggi , tantomeno chi legge le "catastrofi" che stai allineando tu, puo' piu' negare il suo valore profetico, a cominciare dall' imminente "marchio della bestia senza il quale nessuno poteva comprare ne vendere"

E quindi essere coscienti che siamo negli annunciati " tempi ultimi" non ci deve lasciare senza speranza.

Il" regno dell' impostura" trionfera' ( le preghiere potranno solo rinviarlo) ma come profetizzato durera' solo " quarantadue mesi".

Nessie said...

Ws, ti riconosco dallo stile di scrittura, ma firmati, per cortesia. Quarantadue mesi in ogni caso, sono quasi quattro anni. E 4 anni di questo schifo è già un'eternità. Se sei chiuso in ascensore bastano 15 minuti per stare male. E qui è come essere chiusi lì.

Nessie said...

Vanda, il privilegio degli Americani è di avere il secondo Emendamento. E ti par poco poter detenere armi per difendersi dai tiranni? A casa nostra se ti difendi durante una rapina a mano armata, passi l'anima dei guai.

Ti danno ragione solo quando ti lasciano stecchito. E in posizione orizzontale.

Anonymous said...

Non riesco più a commentare
Laura

Nessie said...

Nota x LAURA. Non so quale sia la ragione, ma il post è sparito per qualche minuto ed è finito nelle bozze. Forse è colpa mia che ho schiacciato il tasto sbagliato. Ora tutto è tornato a posto. Riprova!

Anonymous said...

Uffff! menomale! mi stavo quasi mettendo a piangere...
No, dai, mi dispiaceva da morire, anche perchè avevo scritto un commento lunghissimo, ora devo riassumerlo.
Per farla breve: Putin sembra uno giusto, per questo è inviso a molti in occidente (abbronzati e non), quello che dice, il discorso che hai riportato di sopra, è ne più ne meno che quello che ci insegnavano da bambini, i buoni precetti, per così dire, e con la depravazione che stanno diffondendo uno come lui è scomodo. Ma è anche potente, e credo che non gli freghi più di tanto di quello che dicono questi eurocrati di m...a
Tornando a "bomba" (si può dire o è una delle keywords che vengono segnalate da Echelon, mi sa di si, ma chissenefrega), i nostri bambini come li proteggiamo? non certo andando in un'isola deserta, ci vuole anche la collaborazione degli insegnanti, quelli con la testa, che si rifiutino di fare certe cose. Insegnamento lo chiamano!
Si, insegnamento della depravazione in tutte le sue sfaccettature.
Laura

Nessie said...

Ahhh..,terribile quando si scrive cose lunghe eppoi il sistema informatico salta o non risponde :-).

Ma è evidente che si deve far leva sulla classe degli insegnanti per proteggere i nostri bambini. E lo devono fare i genitori, gli insegnanti sensibilizzati al caso, e in particolare occorre far saltare le catene di comando della burocrazia scolastica. Perché la scusa del sono qui per "eseguire ordini" non funziona proprio.

Putin ha capito una cosa che dovrebbe essere chiara a tutti: cultura e identità sono due concetti inseparabili.
E oggi con lo smantellamento delle scienze umane e delle humanae litterae, si spiana la strada a tutto questa schifosa deriva .
Forse sarò una sognatrice, ma anch'io la penso come la Magli: la Russia potrebbe darci una mano a dare un'anima a questa Europa. E parlo di Europa come di insieme di diversità nazionali, non di Ue, di mercati e di banche del piffero.

Anonymous said...

Siamo sulla stessa lunghezza d'onda, condivido anch'io il pensiero di Ida Magli, e non riesco a non sperare che alla fine ci si renderà conto che la nostra identità non è barattabile con niente. Putin questo l'ha capito e non ha paura di dirlo, in questo è in una posizione di forza .
Speriamo e aiutiamoci in ogni modo possibile per contrastare questi maledetti che ci stanno rubando la vita e la mente.
Laura

Anonymous said...

La lesbicaccia "Seibezzi Camilla",paraculata in Comune di Venezia e delegata del non nostro "piddiota sindaco" Orsoni ,ne ha sparata un'altra delle sue ,dopo il genitore uno e due , ora la paladina delle lesbiche raddoppia con nuove forme familiari...mamma 1,2/papà 3/4...con tanto di pinguino (la sua compagna ?) che cova! Questa delegata del sindaco Orso..che manco è capace di far un discorso, ha bisogno della rapida visita di qualche psichiatra veramente bravo, questa donna o uomo che sia... Boh..?!ha veramente toccato il fondo....!!IL Vate. http://www.ilgiornale.it/news/cronache/comune-venezia-distribuisce-fiabe-gay-negli-asili-e-nelle-989961.html

Nessie said...

Ma non le picchia nessuno queste dannate streghe criminali? Possibile che siamo sprofondati in un mondo così capovolto? Mi raccomando Vate, per questi immondi esseri, niente sonetti. Non meritano nemmeno il disprezzo.

Vanda S. said...

Vi voglio raccontare di come i mondialisti e i loro cani sciolti, distorcono e denigrano tutti i simboli o personaggi a loro scomodi.
La figura del patriota americano, tanto cara nel Midwest e negli stati del sud come il Texas, la Virginia, le Carolinas ecc.
Le mie informazioni sugli USA mi vengono fornite direttamente da amici che vivono in vari stati e di varie classi sociali. Tutti mi dicono dello scontento di Obama e di un forte ritorno ai valori dell'America dei Patri Fondatori e un rifiuto al liberalismo.
Inutile che vi dica che tutti i maggior network televisivi appartengono ai "soliti" mondialisti! E con questi manipolano l'informazione e plasmano le menti. Tornando al "patriota". C'e' una recente serie televisiva di successo (fra l'altro la sta trasmettendo anche la tv italiana) che si chiama Revolution. Non vi racconto tutta la trama, ma principalmente si parla di un blackdown energetico mondiale e 15 anni dopo. Gli stati americani sono nel caos e un ambizioso personaggio fonda una sua dittatura basata sull'oppressione e il terrore. Viene sconfitto dalla resistenza, con l'aiuto di "patrioti" che reclamano di voler ristabilire i vecchi Stati Uniti D'America e usano come simbolo la bandiera americana. In realtà questi sono i nuovi cattivi, peggio del dittatore precedente! Uccidono qualsiasi personaggio sia contro di loro, usano l'eugenetica insomma sono i veri villani della serie! I personaggi principali della storia sono scioccati nello scoprire che non possono fidarsi dei patrioti perché sono peggio del regime precedente e allora si uniscono persino con l'ex dittatore (oramai pentito e redento) e insieme iniziano una nuova battaglia contro i patrioti.
Non avevo MAI visto uno show americano nel quale i "villani" sfoggiano spavaldamente un simbolo sacro come la bandiera statunitense! E' la prima volta che questo simbolo viene associato al tradimento, alla doppiezza, alla crudeltà, al dispotismo ed il tutto condito con i "patrioti" come braccio di quest'orrore!!! Non credo che ci voglia molto a capire dove questi bastardi dei mondialisti stanno andando a parare.....Buon sabato a tutti!

Nessie said...

Vanda, avrai letto da te sull'ultimo libro della Magli "Difendere l'Italia" come è dura contro fiction e sceneggiati americani importati in dosi massicce anche qui da noi. Essi propagano la cultura permanente del sospetto, con traditori che si annidano da tutte le parti, poliziotti corrotti e in taluni casi, ancora peggiori dei veri assassini e ladri. La spia delatrice può essere chiunque: un vicino di casa, un parente, un familiare... Insomma, comunità inesistenti e disgregate dappertutto dove i nemici sono appena fuori dall'uscio di casa. O in casa stessa.
Tutto ciò è voluto e persegue l'obiettivo di far vivere la gente nell'eterna paura. Perfino a partire dall'intrattenimento. Mai innocente.

Nessie said...

Vanda, qui ancora un articolo su Putin, agli ANTIPODI con la cultura del business americana (a partire da Ogm, omosessualità, droghe ecc.):

http://www.stampalibera.com/?p=71090#more-71090

Anonymous said...

Ciao Nessie, ho letto il post e i numerosi link segnalati nei vari interventi. Alcuni già li conoscevo, ma a ripassarli uno dietro l’altro fanno rabbrividire…

È certo che dopo matrimoni froci, drogalibera e sessualità infantile, nel nome del “vitato vietare” ci sono la pedofilia, l’incesto, la zoofilia e chissà quali altre schifezze. Poiché, quando si prende la china dell’abiezione, ci si ferma solo dopo aver toccato il fondo (ma esiste davvero un “fondo”? Incomincio a dubitarne).

Neppure in Italia possiamo lamentarci: abbiamo una lobby “radicanaille”, che agisce in una certa direzione da decenni.
Sebbene elettoralmente valga meno di un prefisso telefonico, è ben rappresentata al governo e in parlamento e possiamo esser certi che lavora alacremente per i suoi scopi. Come sai, nel mazzo c’è addirittura il portavoce di quello che, pure, dovrebbe essere il maggior partito “conservatore” italiano:
http://www.uccronline.it/2010/06/11/ecco-i-rapporti-tra-il-partito-radicale-e-i-pedofili/

Don Fortunato Di Noto disse: «Il parlamento italiano è pieno di pedofili», e un attimo dopo scomparve da tutti gli organi di “informazione”, stampati o audiovisivi che fossero…

«Ma – sostengono in molti – noi abbiamo il Papa e certe cose in Italia non succederanno mai». Illusi: non si avvedono che la sovversione e il capovolgimento di tutti i princìpi hanno da tempo preso stabile dimora al di là del Tevere.
Sicché siamo costretti a paragonare l’ignavia nostrana con la capacità di indignazione che ancora esiste in Francia (lo Stato più laicista e secolarizzato d’Europa) e invidiare un vero statista come Putin le cui parole (nobili, chiare e radicali) non lasciano alcuno spazio all’interpretazione.

Cos’altro possiamo sperare, non disponendo di un popolo come quello francese, di un Putin o di una Chiesa come quella Ortodossa?
1) Un sogno: avendo i mezzi finanziari (ma ce ne vorrebbero tantissimi) si potrebbero organizzare squadre per la soppressione fisica di tutti i “pannelli” italiani. Estirpare tumori da un corpo sano, non è un delitto né può essere causa di rimorsi.
2) Una boutade: visto che si fa di tutto per accoglierli, affidare la pratica ai tagliagole mussulmani. Sono ancora sufficientemente incivili da fregarsene delle direttive dell’Onu, l’Ue e quant’altro e non dubito che sarebbero ben disposti a risolvere la questione, sebbene a modo loro…
3) ………. [non mi viene in mente nulla. E a te?].

(no caste)

Nessie said...

Ciao No caste, come sai non amo l'eccesso di links che creano un'interruzione rispetto alla lettura del testo. Ma qui ho dovuto farlo per forza, in funzione di quello che nel cartaceo rappresentano le "note a piè di pagina". E come vedi, trattasi di note importantissime. Per cominciare, il Corserva nelle sue cronache mente di brutto. Soprattutto i loro inviati, oltre a non muovere le chiappe da Via Solferino, sono solo preoccupatissimi di affibbiare la solita etichetta di "omofobi" e "antisemiti" alla Manif pour tous.


L'articolo linkato del UCCR rappresenta un'ottima antologia degli orrori da parte della solita "radicanaille" (bello, lo adotterò anch'io!).

Sapevo sia di Cappato che di Capezzone. Suppongo che di quest'ultimo ora FI vorrà sbianchettarne il passato.
Pochi ma pessimi.

johnny doe said...

Noi?...qui propongono fiabe gay a scuola....oh ragazzi,pare che in tuto l'occidente il problema principale siano gay,omofobia,pedofilia,lesbismi vari,genitori a e b....pare che la frocisizzazione del pianeta sia di vitale importanza....finiremo per far guerre in nome dei gay....
Sembra una favola,ma purtroppo non la é...e lascio a voi indovinare il motivo di questo continuo rincitrullimento di massa.....
Ce mancava pure l'ONU,una congrega di parassiti e tagliagole d'ogni tipo che pontificano su diritti umani..
Quanto al Corriere della Serva e i suoi squadristi della disinformatio e del leccazampismo,l'ultima é di un certo Grasso (già il nome...) che a forza di rincoglionirsi di Tv,non trova di meglio che invocare la chiusura della Gabbia di Paragone...é populista,dice il pover uomo....scusa se mi ripeto,ma come aveva ragione Carmelo Bene....LIBERTA' DALLA STAMPA....

Nessie said...

Johnny, fai anche tu qualche post sui temi eticamente sensibili. Purtroppo è anche emergenza etica, oltre alle varie nefandezze. E sono in gioco i diritti dei più piccoli e deboli, che sono i bambini.
Quanto all'ONU e all'OMS, per colpa dei "diritti fasulli", perderemo quelli veri. E questo è gravissimo.

Ho letto il peana "antipopulista" di Aldo Grasso. Ci mancherebbe altro che saltasse pure la Gabbia, dopodiché saremmo al deserto. Ciao

SILVIO said...

Siccome il mio blog non è ancora operativo, chiedo a Nessie ospitalità per replicare ad un personaggio che, in privato, ha accusato me e codesto blog di essere stati “poco o quasi nulla professionali” nell'informare sul manuale dell'OMS.

L'accusa può essere così sintetizzata:
«Lo “Standard per l'Educazione Sessuale in Europa” non ha valore giuridico imperativo. Trattasi soltanto di linee guida espresse da un gruppo di esperti dell'OMS, di cui si può prendere atto o meno. Non mi risulta che l'UE l'abbia fatto, neanche in via ufficiosa ...»

Rispondo nel prossimo post.

Nessie said...

Non c'è problema, Silvio. Sappi che ora però dovrò assentarmi per un paio d'orette. A dopo.
Mi meraviglio però, che con questa palese emergenza etica, ci sia ancora chi parla di "professionalità". Siamo oltre la frutta e quel vecchio imbecille di Pannella ieri guidava una manifestazione pro-Cannabis. Certe aberrazioni le vedrebbe anche un cieco. Della serie, Italiani, non c'è da mangiare? Fatevi una canna...

SILVIO said...

Domanda: «L'UE ha mai menzionato lo “Standard per l'Educazione Sessuale in Europa” ? »

Risposta:
« Sissignore. Incontrovertibilmente ed a più riprese. Sia in Commissione europea, sia nel Parlamento europeo.»

Ad esempio, nelle PREMESSE della ”Proposta di Risoluzione del Parlamento europeo“ relativa alla ”Salute e ai Diritti riproduttivi ove si legge tra l'altro:
« Il Parlamento europeo,
– vista la Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo, adottata nel 1948 e, in particolare, gli articoli 2 e 25,
..(omissis)...
– vista la relazione dell'Ufficio regionale per l'Europa dell'Organizzazione mondiale della sanità e del Centro federale tedesco per l'educazione sanitaria (BZgA) dal titolo "Standards for Sexuality Education in Europe – A framework for policy makers, educational and health authorities and specialists" ("Norme per l'educazione sessuale in Europa – Un quadro di riferimento per responsabili politici, autorità educative e sanitarie e specialisti"), pubblicata nel 2010,
…...(omissis)...»


La predetta proposta di risoluzione (= prima firmataria : la parlamentare europea socialista portoghese Edite Estrela) venne bocciata nel dicembre 2013 per soli 7 voti di scarto.
Ma la partita non è – a mio parere – assolutamente chiusa
.
È stata solo rimandata a dopo le elezioni europee del maggio 2014 per non determinare il naufragio dei partiti “politicamente corretti”, soprattutto di quelli che si definiscono “progressisti” (rammento che il termine progressista appartiene alla NeoLingua ed indica l'esatto contrario del significato tradizionale, comunemente inteso.

Ed allora, esimio personaggio (di cui non svelo il nome) che dirà ora a sua discolpa ?
Informarsi è dovere prima di aprir bocca.
--------
LINK:
http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?pubRef=-//EP//TEXT+REPORT+A7-2013-0306+0+DOC+XML+V0//IT

Nessie said...

Peccato non sapere chi sia questo esimio :-).

Colgo l'occasione per sottolineare che la frase di Johnny "finiremo per far guerre in nome dei gay..." non è così peregrina né paradossale. Basta vedere la manovra di Obama con l'infiltrazione di atleti gay alle Olimpiadi in Russia. Nemmeno più lo sport si salva, visto che non è più l'abilità atletica ad essere in gioco.

Nessie said...

PS: Silvio, quando il tuo blog sarà operativo, verremo tutti a leggere da te, visto che sei una miniera di notizie.

Vanda S. said...

Che ne pensate dei risultati per referendum in Svizzera a favore delle quote per l'immigrazione?
Il 50.5% ha votato si....mah! Voto taroccato? Io ne ho il forte sospetto!

Vanda S. said...

Non vorrei essere fraintesa, ma penso che sono stati molti di più'!!!!! Figuriamoci se gli svizzeri sono cosi' stupidi da destabilizzare il loro paese!

Nessie said...

Vanda, dalle notizie che ho io, mi sembrano risultati ancora parziali. Aspettiamo domani prima di pronunciarci. Tieni però presente che anche lì ci sono interessi a importare mano d'opera meno pagata di quella autoctona. Inoltre, a mio modesto avviso certi temi non andrebbero messi a referendum, proprio per evitare quello che sospetti. Si fanno e basta. Solo dopo a risultati compiuti si può giudicare.

Johnny88 said...

Il Sì ha prevalso di pochissimo, la TV federale l'ha annunciato da poco. Non vedo l'ora di sentire le reazioni infuriate degli euro-crati e delle nostre Boldrini-Kyenge.

Nessie said...

Speravo in un maggior scarto di voti e in una vittoria più schiacciante, ma sempre meglio di niente:

http://www.corriere.it/esteri/14_febbraio_09/svizzera-referendum-sull-immigrazione-prime-proiezioni-danno-paese-spaccato-meta-5b622f98-919a-11e3-a092-3731e90fe7ac.shtml

Nessie said...

Johnny Doe ha accolto il mio invito e ha scritto un interessante post dal titolo: "Manipolare l'uomo, il sogno dei poteri forti"
http://www.stavrogin2.com/2014/02/manipolare-luomo-il-sogno-dei-poteri.html

Vanda S. said...

Ci sono speranze.... http://italian.ruvr.ru/2014_01_30/2014-sara-anno-del-tramonto-dell-Europa/

Aldo said...

La Svizzera. Ora vorrei sentire tuonare i nostri amatissimi pezzi da 90 e dire apertamente che gli Svizzeri sono degli incivili. A quei pezzi (non dico di cosa) da 90, però, vorrei rammentare che è meglio che stiano attenti, visto che colà detengono con ogni probabilità qualche bella fetta di patrimonio, "esportato" magari in modo non del tutto trasparente. Dai, signori miei, fate la voce grossa contro gli Svizzeri, non usate mezze parole. Sfidateli, che son curioso di vedere come va a finire.

Ps: ne facciamo uno anche da noi, di referendum sul tema? Senza troppi giri di parole da azzeccagarbugli, però, roba del tipo "Vuoi i forestieri o non li vuoi"?

Nessie said...

L'Italia non ha referendum confermativi. E questa è già una fregatura. POi se dici "vuoi o non vuoi stranieri o forestieri" (parola quest'ultima che è generica giacché per un milanese un genovese risulta già "forestiero" e viceversa ), è assai facile perdere il referendum.
Occorre parlar chiaro e dire "immigrazione". E allora si può anche trovare la sacrosanta scusa che lavoro non ce n'è manco per noi.
Faccio notare che il vecchio PCI e la vecchia CGIL, quando facevano battaglie per miglioramenti salariali organizzavano picchetti durissimi contro i "crumiri". Ora non si sa bene perché se il "crumiraggio" (ovvero manodopera che si offre a sottocosti) se proviene dall'Africa o dall'Asia, viene protetta e difesa e ti danno pure dello xenofobo se vuoi che se stiano a lavorare a casa propria.

Nessie said...

Vanda per quanto la Ue mi faccia ultra schifo, ricorda che gli Americani hanno sempre praticato il "mors tua vita mea". E pertanto nella loro "ripresa economica" è contemplato il loro spregiudicatissimo Fuck Europe! Muoia sì, con tutti i filisteucci, che saremmo noi.
Te la ricordi la II GM? Erano in crisi economica, e nemmeno quel sant'uomo di Keynes riusì a raddrizzare la loro economia. Dissero Fuck Europe a suon di bombe e tra le bombe ci furono quelle che gettarono da noi (una sorta di accanimento terapeutico) dopodiché grazie alle nostre macerie, poté ripartire la loro FUCKING ECONOMY. Qualcuno disse anche che la nostra è una "democrazia" esportata grazie alle loro bombe. Un po' come in Iraq. Sono diventata abbastanza grandicella, per capire che la libertà è merce rara e che la favoletta del WELCOME LIBERATORS, ormai fa acqua da tutte le parti.

Aldo said...

Nessie: "Occorre parlar chiaro e dire 'immigrazione'."

Chiarezza per chiarezza, bisognerebbe anche evitare d'aggiungere qualsivoglia qualificativo aggiuntivo. Come dicevo qualche tempo fa a un'altra commentatrice (Laura? Vanda? Non ricordo) ogni qualificativo nasconde un raggiro. Così come ogni frase che contenga più di tre parole. Sempre.

Nessie said...

Aldo, sono d'accordo, come sai. Ma la Svizzera parla con chiarezza di"quote di ingresso". E con ciò fa capire chiaramente che quei frontalieri varesini, comaschi e valtellinesi, è in grado accettarli. Anche perché parlano lo stesso dialetto dei ticinesi nei primi due casi. E per ciò che concerne i valtellinesi parlano il "romancio" (dialetto dei Grigioni). Oltre a questi invece no.
D'altra canto non si può fare i "massimalisti" e realisticamente poi bisogna fare i conti con la realtà. A me, sembra un compromesso che facilita le due parti: gli Italiani frontalieri sono contenti di avere un lavoro, ma tornare a casa propria. Gli svizzeri sanno che questa dei pendolari vicini di casa, è la miglior migrazione possibile, in quanto non costa loro nulla in termini di servizi logistici e assistenziali. Nonostante ciò, la botta di "xenofobi", "egoisti" "svizzerotti superbi, chiusi e con la puzza sotto il naso" se la beccano lo stesso, perciò fai un po' tu.

Vanda S. said...

Nessie: "Occorre parlar chiaro e dire 'immigrazione'." lo dicevi a me, che mi sono contrariata alla presa di posizione contro l'immigrazione "clandestina". Clandestina o no, io non voglio stranieri! BASTA!
Hai ragione Aldo, con la storia sul "crumiraggio": questa piaga proveniente dall'Asia e l'Africa non deve sfiorarci, altrimenti siamo razzisti! Ma quasi tutti i popoli europei ne hanno le balle piene e spero che faranno qualcosa il piu' presto possibile!!!!

Nessie said...

Per domani aggiorno il blog sul "complotto del Gattopardo". certo che questi giornalisti scoprono sempre l'acqua calda. Da quanto tempo andiamo dicendo che quello che portò al potere MOnti fu un golpe tecnofinanziario ordito dal Pulcinella del Colle?
Avrei voluto riprendere il tema del referendum svizzero, ma il libro dell'americano Friedman mi puzza parecchio. Perché solo ora?

Johnny88 said...

Perché solo ora? E' abbastanza chiaro secondo me

Le elezioni prossime venture le vincerà Berlusconi (Marina o Piersilvio a far da prestanome chè Papi è ineleggibile) a mani basse. Napolitano ha un piede nella fossa, ragion per cui bisogna fare in modo di eleggere un nuovo presidente della repubblica PRIMA delle nuove elezioni onde evitare che il "Partito" perda il Quirinale dopo vent'anni di dominio assoluto. E infatti, che caso, ad accusare Napolitano ci sono Monti e Prodi, due dei più probabili successori di Napolitano. Probabilmente avevano chiesto a Napolitano di dimettersi ma si sa, questi provenienti dal politburo sono incollati alla poltrona col vinavil e forse Napolitano ha opposto resistenza. Lui si vedeva già imbalsamato sul trono e allora lo convincono a farsi da parte "à la Leone".

Vanda S. said...

Oggi la prima pagina del giornale e' strepitosa e porta quest'articolo:

Quell'ombra di Bruxelles dietro il risiko del Quirinale
con enorme foto del "Pulecenella" nazionale!