18 October 2013

In mutande alla cipriota



Ormai arrivano quasi quotidianamente solo gragnuole di pugni così violenti e rapidi che i cittadini, non hanno nemmeno più il tempo né la forza di reagire. O di rendersi conto cosa piove loro addosso. E questo sia a livello nazionale che a livello internazionale. L'ultima, è la proposta choc della commare secca (secondo un sonetto di Gioacchino Belli, la morte). Il FMI ha assunto ormai il volto grifagno e l'aspetto rinsecchito della Lagarde. Una sineddoche, direi. Pertanto, quando si pensa al FMI, si pensa a lei. Ora il Fondo se ne è venuto fuori con la sua proposta choc di prelievi forzosi detti "patrimoniali" del 10% una tantum (???) per ripianare i debiti delle potenti banche d'affari internazionali. Ma è mai possibile?
Svestivamo alla cipriota. Fino alle fatidiche mutande. E' a Cipro, per chi ben ricorda che si è consumato il tabù del prelievo forzoso su conti altrui. Come è noto il FMI è parte integrante della Troika, e già questo termine fa venire i brividi in quanto è ereditato di sana pianta dal bolscevismo comunista. Del bolscevismo del resto, il Fondo ne ha tutte le prerogative: l'esproprio e la rapina dei popoli che attua di concerto con la Banca Mondiale. Spesso il Fondo si fa pure piromane e pompiere. Ovvero, produce quelle situazioni rovinose che poi gli consentono di intervenire in quanto liquidatore e pignoratore di concetto. Cadere sotto la tutela della commare secca, significa ricevere il bacio della Morte.


Ha sicuramente fatto clamore la proposta del Fondo Monetario Internazionale, che nel suo recente Fiscal Monitor (scaricabile cliccando QUI ) consiglia di prelevare il 10% dalla ricchezza privata, al fine di rimettere in sesto i conti dei paesi in difficoltà, tramite una manovra sui conti correnti. 
Una super patrimoniale “una tantum” che tartasserebbe i risparmiatori ben oltre quanto già si era visto ai tempi del Governo Amato, quando il prelievo forzoso sui conti correnti fu del 0.6%. E ancora questa operazione è ricordata con scandalo. Immaginatevi un prelievo del 10%!
In passato operazioni così invasive si sono già viste in paesi di prim’ordine. Parliamo di Germania e Giappone. Peccato che stiamo parlando però proprio per periodo post bellico e quindi dei due paesi che persero la guerra.
E noi che guerra abbiamo perso?
La guerra della competitività, la guerra della gestione finanziaria, della serietà, delle lobby che comandano il sistema, la guerra del debito e la guerra nei confronti dei paesi del Nord Europa, la guerra del fiscal compact. 

La grande paura che a questo punto ci deve assalire è che la famosa Troika abbia deciso di utilizzare il “modello Cipro” anche per altre situazioni difficili nel mondo bancario.
Ricordate cosa è successo a Cipro? Per “salvare le banche” è stato chiesto ai risparmiatori ciprioti (occhio, c’era anche evidente riciclaggio di matrice russa) di subire prelievi in alcuni casi anche superiori al 50% sui depositi presso le banche, quando gli importi erano superiori a 100.000 €. Insomma, ognuno deve aggiustarsi e SOLO quando la situazione diventa difficile anche per altre controparti, mettendo a rischio l’incolumià finanziaria di altri stati o banche internazionali, allora in quel caso ecco intervenire gli “strumenti magici”: FMI, OMT, ESM  ( o Mes che dir si voglia). E chi più ne ha, più ne metta. ((Dal post Proposta choc del FMI del 10% sui conti correnti).

Intanto la mordacchia ideologica e le opinioni in manette viaggeranno di pari passo con gli ESPROPRI effettuati su larga scala. Più ci porteranno via anche le mutande (su modello cipriota),  più forte sarà l'apparato repressivo propagandistico per farci accettare queste iniquità attraverso i mezzi più assurdi : memorie imposte, opinioni in manette  e polizia del pensiero.  Tutto quanto fa odiosamente parte del medesimo pacchetto.


e ggià la Commaraccia  secca 
de Strada-Ggiulia 
 arza er rampino. (G. Belli)

96 comments:

Massimo said...

Grazie per il collegamento, purtroppo su una delle più infami leggi che stanno per essere approvate e che, come giustamente scrivi, andrà a braccetto con le rapine fiscali messe in atto con la scusa della "stabilità". Non ci sono grandi prospettive, oggi, visto che gli "alfiniani" di America hanno anche là favorito il nemico che è, sempre più, la spesa pubblica che cresce anzichè essere drasticamente tagliata. Come in Italia. Dove i sindacati si preoccupano dei dipendenti pubblici, ma non di mettere in ordine i conti, per i quali prospettano solo un aumento di spesa, finanziata dai risparmi dei cittadini che si vorrebbe sequestrare. Così la Camusso e la Lagarde non sono altro che due lati della stessa medaglia.

Anonymous said...

Già Nessie, i punti chiave sono indicati all'inizio e fine dell'articolo: i cittadini e lo stato dittatoriale ormai evidente.
"Questi" ormai sanno di poter fare quello che vogliono infrangendo o ribaltando, non solo impunemente ma addirittura facendosi applaudire, qualsiasi norma di civiltà e dello stato di diritto.
Lo possono fare perchè i cittadini nella stragrande maggioranza dei casi è complice più o meno consapevole.
Fate caso ai discorsi della "gente comune": ripetono a pappagallo incessantemente gli slogan del momento e li seguono come zombie andando esattamente dove vuole il Padrone. Per esempio, per rimanere in tema, ho sentito gente sbraitare per le tasse altissime (che naturalmente erano colpa di Berlusconi) e 30 secondi dopo dire con la stessa foga e senza accorgersi della "lieve incongruenza" che la soluzione era aumentarle ed introdurne di nuove. Oppure lamentarsi dell'euro e delle banche e un attimo dopo dire che ci vuole più Europa e che bisognava votare Monti. Questo ci dice che con questa zavorra che compatta si muove a comando come un automa siamo ampiamente fritti. E se c'è consapevolezza è di una ristrettissima minoranza ed ininfluente.
Scarth

Nessie said...

Massimo, se può interessarti anche i sindacalisti vengono invitati in quei consessi e in quei club esclusivi (il Bilderberg ne è solo un pallido esempio) nei quali poi si legifera queste porcherie che ho appena citato di assalto alla diligenza.
Non è pertanto azzardato mettere in parallelismo la Lagarde e la Camusso, anche se poi quest'ultima è solo un miserabile pidocchio di questa odiosa sinarchia.
Quante volte abbiamo sentito la Trimurti insistere sempre e solo sulla "lotta all'evasione"? Risultato di tutto ciò? Ogni povero cittadino debitamente torchiato e tartassato può essere un potenziale evasore che riceve la letterina da Befera. I criminali scaricano su di noi i loro fottuti crimini.

Nessie said...

Scarth, quella che tu chiami "la gente comune" non ha tempo per documentarsi e andare alla ricerca delle vere cause di quanto stiamo vivendo. Sono come pugili suonati che ricevono sul ring gragnuole di pugni. E allora per essi fanno fede i canali di informazione ufficiali, tutti orientati a occultare, omettere, filtrare con veline e manipolare.

aladino said...

Cara Nessie, secondo me, "la gente comune" non è in grado di capire e/o non vuole capire. Ci vorrebbe un minimo di intelletto per leggere, sentire e capire. Ci vorrebbe un minimo di volontà per parlarne, confrontarsi. Regna il vuoto assoluto. Ho avuto un primo pensiero: ora che toglieranno a loro il 10% dalla tasca, si sveglieranno. Macchè. Ribattono (credono) che toglieranno soldini ai "famigerati pdroni", pertanto è una giusta punizione ai "ricchi". Poverini non sanno che, i ricchi hanno messo a riposo i soldini in luoghi sicuri. Non sanno neanche che tutto ciò è il primo passo.

Ho già scritto: Tesi: ICI, Antitesi: IMU, Sintesi Tirse, TASI e paga. ciaooooooooooooo.

P.S.: Tasi in dialetto, taci in italiano.

Nessie said...

Aladino, certo che limitarsi a dire che questa legge finanziaria (la chiamano di stabilità) è un "brodino riscaldato", significa fare disinformazione palese. Letta il pizzinaro, ha sostanzialmente tenuto l'impianto lasciatogli da Mortimer.

In più ieri è andato a rassicurare i suoi padroni d'Oltreatlantico che la vendita della fontana di Trevi (come diceva Totò) è imminente.

Per ciò che concerne la tassazione ha giocato a fare l'inverso della pubblicità dei fustini della lavatrice: fingono di esentarci da una (l'IMU) ce ne appioppano di botto tre (la Service Tax).

Nessie said...

Intanto prelevo da Libero attraverso Eleonora :

http://www.liberoquotidiano.it/news/economia/1332470/Tra-le-pieghe-della-manovra--spunta-la-tassa-sui-risparmi---20-euro-ogni-10mila-in-banca.html

eccoci serviti, tanto per abituarci all'idea, una patrimonialina sui rispari in banca: ogni 10.000 euro un 20 euro di confisca. Così, tanto per abituarci all'idea del FMI.

aladino said...

Questo signorino scendi-letta che ve-drò, non vede una mazza. Ha appena detto che grazie a Maastricht l'Italia ha sistemto i conti.

Per favore, c'è qualcuno in grado di inviare una mail al pizzinaro, comunicando l'entità del DPI Italiano prima di Maastricht e oggi ? ciaooooooooooo.

Nessie said...

C'è sempre da dubitare quando l'Abbronzato della Casa Bianca asserisce che le nostre manovre economiche sono "impessionanti". O che è rimasto favorevolmente "impressionato" dalla gestione di Letta.

Anonymous said...

Molto interessante questo pezzo di Roberto Orsi "Allarme della London School of Economics": “Non rimarrà nulla dell'Italia”.

http://www.affaritaliani.it/economia/london-school-economics171013_pg_1.html

Z

Nessie said...

Grazie Z, l'avevo già letto da Foa, questo articolo. Vale comunque la pena di riprenderlo per esteso perchè lo ritengo alquanto sconvolgente:

"Nel giro di 10 anni del nostro Paese non rimarrà più nulla. O quasi. E' la conclusione catastrofica cui giunge nella sua analisi il professore Roberto Orsi della London School of Economics and Political Science (LSE). Che cosa ci sta portando alla dissoluzione e all'irrilevanza economica? Una classe politica miope che non sa fare altro che aumentare le tasse in nome della stabilità. Monti ha fatto così. E Letta sta seguendo l'esempio. Il tutto unito a una "terribile gestione finanziaria, infrastrutture inadeguate, corruzione onnipresente, burocrazia inefficiente, il sistema di giustizia più lento e inaffidabile d’Europa".

L'ANALISI DI ORSI

“Gli storici del futuro probabilmente guarderanno all’Italia come un caso perfetto di un Paese che è riuscito a passare da una condizione di nazione prospera e leader industriale in soli vent’anni in una condizione di desertificazione economica, di incapacità di gestione demografica, di rampate terzomondializzazione, di caduta verticale della produzione culturale e di un completo caos politico istituzionale. Lo scenario di un serio crollo delle finanze dello Stato italiano sta crescendo, con i ricavi dalla tassazione diretta diminuiti del 7% in luglio, un rapporto deficit/Pil maggiore del 3% e un debito pubblico ben al di sopra del 130%. Peggiorerà.

Il governo sa perfettamente che la situazione è insostenibile, ma per il momento è in grado soltanto di ricorrere ad un aumento estremamente miope dell’IVA (un incredibile 22%!), che deprime ulteriormente i consumi, e a vacui proclami circa la necessità di spostare il carico fiscale dal lavoro e dalle imprese alle rendite finanziarie. Le probabilità che questo accada sono essenzialmente trascurabili. Per tutta l’estate, i leader politici italiani e la stampa mainstream hanno martellato la popolazione con messaggi di una ripresa imminente. In effetti, non è impossibile per un’economia che ha perso circa l’8 % del suo PIL avere uno o più trimestri in territorio positivo.Chiamare un (forse) +0,3% di aumento annuo “ripresa” è una distorsione semantica, considerando il disastro economico degli ultimi cinque anni. Più corretto sarebbe parlare di una transizione da una grave recessione a una sorta di stagnazione.

Il 15% del settore manifatturiero in Italia, prima della crisi il più grande in Europa dopo la Germania, è stato distrutto e circa 32.000 aziende sono scomparse. Questo dato da solo dimostra l’immensa quantità di danni irreparabili che il Paese subisce. Questa situazione ha le sue radici nella cultura politica enormemente degradata dell’élite del Paese, che, negli ultimi decenni, ha negoziato e firmato numerosi accordi e trattati internazionali, senza mai considerare il reale interesse economico del Paese e senza alcuna pianificazione significativa del futuro della nazione. L’Italia non avrebbe potuto affrontare l’ultima ondata di globalizzazione in condizioni peggiori.

La leadership del Paese non ha mai riconosciuto che l’apertura indiscriminata di prodotti industriali a basso costo dell’Asia avrebbe distrutto industrie una volta leader in Italia negli stessi settori. Ha firmato i trattati sull’Euro promettendo ai partner europei riforme mai attuate, ma impegnandosi in politiche di austerità. Ha firmato il regolamento di Dublino sui confini dell’UE sapendo perfettamente che l’Italia non è neanche lontanamente in grado (come dimostra il continuo afflusso di immigrati clandestini a Lampedusa e gli inevitabili incidenti mortali) di pattugliare e proteggere i suoi confini. Di conseguenza , l’Italia si è rinchiusa in una rete di strutture giuridiche che rendono la scomparsa completa della nazione certa.

(continua)

Nessie said...

(IIa parte)

L’Italia ha attualmente il livello di tassazione sulle imprese più alto dell’UE e uno dei più alti al mondo. Questo insieme a un mix fatale di terribile gestione finanziaria, infrastrutture inadeguate, corruzione onnipresente, burocrazia inefficiente, il sistema di giustizia più lento e inaffidabile d’Europa, sta spingendo tutti gli imprenditori fuori dal Paese. Non solo verso destinazioni che offrono lavoratori a basso costo, come in Oriente o in Asia meridionale: un grande flusso di aziende italiane si riversa nella vicina Svizzera e in Austria dove, nonostante i costi relativamente elevati di lavoro, le aziende troveranno un vero e proprio Stato a collaborare con loro, anziché a sabotarli. A un recente evento organizzato dalla città svizzera di Chiasso per illustrare le opportunità di investimento nel Canton Ticino hanno partecipato ben 250 imprenditori italiani.

La scomparsa dell’Italia in quanto nazione industriale si riflette anche nel livello senza precedenti di fuga di cervelli con decine di migliaia di giovani ricercatori, scienziati, tecnici che emigrano in Germania, Francia, Gran Bretagna, Scandinavia, così come in Nord America e Asia orientale. Coloro che producono valore, insieme alla maggior parte delle persone istruite è in partenza, pensa di andar via, o vorrebbe emigrare. L’Italia è diventato un luogo di saccheggio demografico per gli altri Paesi più organizzati che hanno l’opportunità di attrarre facilmente lavoratori altamente, addestrati a spese dello Stato italiano, offrendo loro prospettive economiche ragionevoli che non potranno mai avere in Italia.

L’Italia è entrata in un periodo di anomalia costituzionale. Perché i politici di partito hanno portato il Paese ad un quasi – collasso nel 2011, un evento che avrebbe avuto gravi conseguenze a livello globale. Il Paese è stato essenzialmente governato da tecnocrati provenienti dall’ufficio del Presidente Repubblica, i burocrati di diversi ministeri chiave e la Banca d’Italia. Il loro compito è quello di garantire la stabilità in Italia nei confronti dell’UE e dei mercati finanziari a qualsiasi costo. Questo è stato finora raggiunto emarginando sia i partiti politici sia il Parlamento a livelli senza precedenti e con un interventismo onnipresente e costituzionalmente discutibile del Presidente della Repubblica, che ha esteso i suoi poteri ben oltre i confini dell’ordine repubblicano. L’interventismo del Presidente è particolarmente evidente nella creazione del governo Monti e del governo Letta, che sono entrambi espressione diretta del Quirinale.

(continua)

Nessie said...

IIIa parte:

L’illusione ormai diffusa, che molti italiani coltivano, è credere che il Presidente, la Banca d’Italia e la burocrazia sappiano come salvare il Paese. Saranno amaramente delusi. L’attuale leadership non ha la capacità, e forse neppure l’intenzione, di salvare il Paese dalla rovina. Sarebbe facile sostenere che Monti ha aggravato la già grave recessione. Letta sta seguendo esattamente lo stesso percorso: tutto deve essere sacrificato in nome della stabilità. I tecnocrati condividono le stesse origini culturali dei partiti politici e, in simbiosi con loro, sono riusciti ad elevarsi alle loro posizioni attuali: è quindi inutile pensare che otterranno risultati migliori, dal momento che non sono neppure in grado di avere una visione a lungo termine per il Paese. Sono in realtà i garanti della scomparsa dell’Italia.

In conclusione, la rapidità del declino è davvero mozzafiato. Continuando su questa strada, in meno di una generazione non rimarrà nulla dell’Italia nazione industriale moderna. Entro un altro decennio, o giù di lì, intere regioni, come la Sardegna o Liguria, saranno così demograficamente compromesse che non potranno mai più recuperare.

I fondatori dello Stato italiano 152 anni fa avevano combattuto, addirittura fino alla morte, per portare l’Italia a quella posizione centrale di potenza culturale ed economica all’interno del mondo occidentale, che il Paese aveva occupato solo nel tardo Medio Evo e nel Rinascimento. Quel progetto ora è fallito, insieme con l’idea di avere una qualche ambizione politica significativa e il messianico (inutile) intento universalista di salvare il mondo, anche a spese della propria comunità. A meno di un miracolo, possono volerci secoli per ricostruire l’Italia.”
FINE

johnny doe said...

Purtroppo,tra le altre,abbiamo perso la guerra conto la stupidità generale che non si accorge di quanto sta accadendo,e non solo in campo economico.
Tanti sarebbero gli esempi...ma fra tutti le famose leggi ad personam di omofobia,femminicidio e negazionismo...leggi indegne e liberticide e razziste in contrasto con l'universalità delle leggi e sopratutto con la libertà di pensiero.
Se non arrivano a questo,e ai suoi possibili funesti sviluppi,puoi immaginarti se possono comprendere il vero problema che ci annichilisce:l'euro,gli usurai e i loro servi politici..!
Qualche passo avanti è stato pure fatto,ma sono un manipolo di uomini in fuga rispetto al gruppo che pedala placidamente dormendo....e dormendo andranno ancora a votare la solita feccia,da perfetti masochisti.
Quanto alla barbie incartapecorita dell'FMI è veramente di aspetto e di fatto la commare secca....e mentre a Cipro rapinavano sopra i centomila euro,qui si guarda bene dal fissare un tetto.Qui vuole rapinare tutti,qualunque cifra ci sia sul c/c.
Il bello è che non servirà a nulla (a noi)....bisogna mettersi in testa che con gli attuali vincoli europei,nessuna manovra servirà,se non ad ingrassare sempre gli usurai.
Men che meno l'incuneata colossale della legge di stabilità,un'altra sfilza di tasse e un'aspirina per la polmonite...






Johnny88 said...

E il migliore di tutti è proprio Sua Maestà Giorgio I di Napolitano Savoia passato dal nazifascismo prima, al social-comunismo poi, al liberal-europeismo ora. Non si può certo dire che Vostra Maestà del Quirinale si sia fatta mancare uno solo dei più biechi totalitarismi.

Aldo said...

Stando terra-terra, all'epoca della distruzione del sistema pensionistico ci è stato detto che sarebbe stato opportuno, anzi indispensabile, che ciascuno provvedesse per tempo al proprio futuro, tramite schemi di risparmio privato e quant'altro. Alcuni (come il sottoscritto) si sono seriamente impegnati in tal senso, riuscendo a risparmiare cifrette anche significative se rapportate al reddito. Sottolineo che "risparmiare" significa "non spendere", ovvero fare rinunce e impoverirsi oggi per poter contare in futuro su un potere d'acquisto, diciamo così, dilazionato.

Ora, gli stessi che ci hanno spinto in quella direzione sono coloro che, dopo averci privato dei mezzi di sostentamento futuri ammazzando il sistema pensionistico e con essi i pensionati in divenire, ci dicono che per sistemare le cose devono rubarci i risparmi, ovvero distruggere quei mezzi di sostentamento individualmente accantonati che, ormai unici, costituiscono la nostra possibilità di sopravvivere nel futuro.

Come chiamare gente così? E' facile: ASSASSINI. Assassini, perché di fatto rapinano sapendo di uccidere i derubati, anche se in prospettiva anziché nell'immediato. Ma quando qualcuno allestisce una trappola e se ne va, e quella trappola uccide, il delitto di omicidio viene attribuito alla trappola o a chi l'ha costruita? La trappola è una macchina, ma ogni macchina ha un manovratore, anche quando il manovratore agisce a distanza tramite telecomando o tramite un meccanismo a tempo. Ripeto, ASSASSINI al confronto dei quali Priebke è una mammoletta.

Sono troppo crudo? Lo sono di proposito, perché magari così capiscono anche quelli con la testa dura.

Nessie said...

Johnny, hanno parlato del 10% da attuarsi "una tantum", ma avendo già constatato la loro proverbiale onestà, beato a chi si fida!
Purtroppo questo sistema di usurocrazia è internazionalizzato al punto tale che basta un clic a colpi di mouse e possono mandare in pappa la nostra vita. Come puoi leggere nelle ultime righe del post, per fare ciò, hanno bisogno di assicurarsi museruole e mordacchia per tutti, allo scopo di poter attuare l'esproprio su larga scala. E le leggi-bavaglio che hai testé citato servono proprio a questo. Quando poi non hanno un significato depistante e sviante, da quelli che sono i veri problemi.
Della serie, "urla piano che i vicini ti ascoltano mentre ti rapino".
Non so più come mettere in musica il tutto, nella speranza che ci sia un barlume di risveglio.

Nessie said...

Johnny88, il savoiardo pulcinellesco ha sulla coscienza un bel po' di crimini e misfatti di questo povero Paese, e se esiste una giustizia ultraterrena (su quella degli uomini non ci conto), prima o poi dovrà renderne conto. Io spero nella nemesi storica: quel che è fatto è reso. E mi auguro che prima o poi paghi il fio.

Nessie said...

Aldo, non sei affatto troppo crudo. La percezione è esattamente questa. Prima hanno rotto i coyotes a tutti con la lotta contro il welfare state, dicendo che uno stato non poteva più permettersi simili oneri, poi dopo aver smantellato il welfare accumulato con i contributi versati per generazioni e generazioni, polverizzano pure il risparmio privato. Quello messo in piedi, come ricordi, a base di rinunce e sacrifici. Chiamarli ASSASSINI è ancora dire poco.

Nessie said...

PS: purtroppo la gente comune si sveglierà solo a conti correnti polverizzati. Non capisce che occorre giocare d'anticipo. In questo, come in altri casi.

Anonymous said...

se "regiorgio" e' veramente di "origine savoiarda" ( la cosa non e' molto chiara sebbene la somiglianza evidente :-)), allora dovrebbe sottostare anche lui alla famosa "maledizione di Don bosco" .

Ora confesso che quando gli visto finire bello bello il suo primo mandato ho pensato che erano tutte balle , ma avendo costui brigato per un raddoppio adesso la questione continua ad essere aperta ;-)
ws

Vanda S. said...

Ragazzi, per fortuna ci sono ancora delle TESTE PENSANTI come voi! Quando vi leggo e' come una ventata d'aria fresca che ti fa dimenticare la puzza di sterco che ti circonda! Grazie!

Vanda S. said...

Mamma mia, l'articolo del Prof. Orsi e' realisticamente devastante!!! Dovrebbero leggerlo tutti! Ma poi alla fine mi chiedo: quanti lo capirebbero o ci crederebbero? Purtroppo basterebbe l'ennesimo goal della squadra del cuore per fargli dimenticare tutto e "tirà a campà"......purtroppo oggi soprattutto questa è l'Italia!

Nessie said...

Caro ws, un giorno quando questa dannata Mummia incartapecorita, avrà finito di compiere sfraacelli (il vento cambia per tutti), siti come questi e notizie come queste, saranno di dominio comune:

http://www.mondoallarovescia.com/napolitano-il-figlio-naturale-di-re-umberto-ii-di-savoia/

credo che tu conosca già questi che per ora vengono chiamati "rumors".

Nessie said...

Grazie da parte di tutti, Vanda.
Anche a me ha fatto una certa impressione detto articolo. Amiamo così tanto questo nostro Paese che non ci si vorrebbe credere. Ma quello che ha fatto MOnti in un anno e che il suo attuale scolaretto pizzinaro continua a fare, lascia pensare tutto ciò.

Resta una domanda da un milione punti: perché proprio l'Italia deve essere distrutta? Perché un paese fino a poco tempo fa florido, progredito e invidiato, lo vogliono terzomondizzare in questo modo orripilante? E' evidente che nel mosaico multipolare hanno in mente progetti che non ci è dato di comprendere. Per ora.

Nessie said...

@ Aldo sulla polizia del pensiero e gli psicoreati, può interessarti questo pezzo:

http://www.ilgiornale.it/news/interni/959523.html

OT: come è andato lo sciopero? E' servito?

Vanda S. said...

Nessie alla tua domanda:"perché proprio l'Italia deve essere distrutta? " io credo che la ragione sia racchiusa nel simbolo che rappresenta questa nazione ovvero la culla della civiltà occidentale.
Per riscrivere la storia devono prima distruggerla!

Nessie said...

E' un'ipotesi plausibilissima, Vanda. Ma dato che questa gentaglia ha un bancomat al posto del cervello e del cuore, sono certa che ce ne siano delle altre. Oltre, beninteso, a quella ideologica che hai denunciato.
Altre che mirano a saccheggiare il cospicuo bottino della "diligenza Italia".

Aggiungo: con l'elezione del Pampurio della Pampas abbiamo avuto anche la "rivoluzione" Occupy Vatican da parte dei mondialisti. E cade l'ultimo brandello di quella millenaria civiltà.

Vanda S. said...

In quanto al Vaticano non mi sorprendo...ne parla anche l'Apocalisse di Giovanni 17-20.

Nessie said...

Nella migliore delle ipotesi, questo paese diventerà l'agriturismo personale di ricchi oligarchi e banksters che si compreranno tutto. Ma proprio tutto. E a prezzi di sottocosto. Hai letto questa dell'isola di Budelli?

http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca_sardegna/2013/10/01/venduta_all_asta_l_isola_di_budelli_un_offerta_da_3_mln_dalla_svizzera-6-332361.html

Vanda S. said...

Che porcherie!!!! Maiali!!!! Io credo ancora nel "naturale sistema immunitario del pianeta": spero in qualche disastro futuro che li fara' crepare TUTTI!!!!!

Anonymous said...

I controlli sui capitali cominceranno il 17 novembre. La corsa agli sportelli subito dopo. La Chase Bank ora sta solo informandoci che per noi non sarà possibile usare i soldi che abbiamo depositato .

"Questa è la conseguenza evidente di una politica governativa che chiede alle banche di evitare che soldi in contanti lascino gli Stati Uniti e queste politiche vengono applicate solo quando si prevede un grande evento di default finanziario" .

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=12476&mode=thread&order=0&thold=0
Z

johnny doe said...

Buona...e vera...agriturismo personale....!

Anonymous said...

Lag(u)ard(i)e!!! (Il Vate)


Usami, Nicolas, son fieramente al tuo fianco ,
ho estremo bisogno “de toi” e te la do…financo !
Cosi la donna ministro in tono dimesso e servile
rivolgea lettera a colui che all’Eliseo avea l’ovile.
Che v’è dietro a questa maschera del potere,
se non servilismo estremo e sadomaso godere?.
Anche l’affaire “Adidas” o Bernard Tapie lodo
già s’e’ vista questa Lagarde andar di frodo
di finanza ministro ed in modo assai bugiardo
frego’ tutti proprio sul filo del lauto traguardo!!

Anche se sotto inchiesta per d’ufficio abuso,
mai la strozzina lasciò FMI ,anzi ne fece buon uso.
Come adesso che vorrebbe entrare la “Commare”
nei conti correnti degli Italiani per un 10% rubare
applicando prelievo forzoso al colpevole italiota
per aver accumulato debito pubblico da vero idiota!
Vorrei tanto mandarla, questa spocchiosa Christine,
al cospetto di altra donna , una certa Le Pen Marine.
Son sicuro che al primo scontro-diverbio su Eurozona
Marine le consiglierà di usar la testa e non la mona!!

Or v’e’ chi non veda questo FMI emblema d’usura,
che in Grecia e a Cipro rese sol miseria e sciagura
che calando da nero avvoltoio su imprese e gente
ha rubato loro tutto non lasciando proprio niente.
Fondo che dovrebbe tutelar interessi di Stati sovrani
mentre invece tutelan Elites di finanza e suoi cani!
Ma verrà il giorno che politici e servi lor camerieri
saran spazzati via da coloro che han ancor valori veri!
Gente che non ruba ,che non specula con artefizi di finanza
gente che lavora sodo e suda sognando il cielo in una stanza!

Anonymous said...

cara nessie i " rumors" sono antichi , che gia' infatti correvano in tutta quella parte del PCI ( cioe' la grande maggioranza :-)) che aveva sulle scatole questo raccomandato dal massone amendola.
Ma la questione resta molto controversa, e il sito che tu hai linkato contiena grossolani errori . Ad esempio non e' mai esistito nessun "conte di napoli" e "regiorgio" e' nato nel 1925 mentre l'allora " principe di napoli" umbero sposo' la moglie maria jose' nel 1930
ws

Anonymous said...

mi dispiace cara vanda ma l' italia viene distrutta semplicemente perche' e' solo una facile " preda" in quanto , a parte l' incivilta' di chi attulmente la abita, non e' piu' la culla di niente ...
... nemmeno di bambini.
ws

Aldo said...

Fuori tema sullo sciopero? Ci sto.

Ho scioperato, il che mi ha permesso se non altro di stare a casa una giornata ed evitare le spese che comporta il raggiungere il posto di lavoro (in massima parte tasse, a questo modo non versate ad alimentare l'attività di chi lavora contro di me). Già questo è un successo.
In secondo luogo, ho usato un po' dei miei risparmi per alleggerire il mio carico di schiavitù personale. Si parla di circa 80 euro che tanto pare mi sarebbbero stati rapinati a breve e che ora non sono più lì da prendere. E questa è una seconda rata di successo.
A livello intermedio, non sono riuscito a sapere quanti hanno scioperato nella mia scuola, ma credo di poter tirare a indovinare: uno, io. Potrà sembrare idiota, ma la ritengo una terza rata di successo, perché mi permette di elevare l'autostima di qualche gradino e di rafforzare l'idea che, sì, penso con la mia testa e non con quella del gruppo, indipendentemente da dove tira quel gruppo.
A livello macroscopico, ho osservato che la notizia dello sciopero è stata data solo nei tg della sera immediatamente precedente, di sfuggita, abbinando nello stesso servizio lo sciopero e una partita di calcio come fonte di timori per l'ordine pubblico. Direi che l'abbinamento peggiorativo, a mio avviso perseguito ad arte per screditare i manifestanti, conferma la mala fede di chi gestisce l'informazione.
Nella notizia "lampo" del tg si prevedevano circa 30.000 manifestanti. Il giorno dopo ne son stati segnalati circa 50.000. Considerando il livello di "censura preventiva" del quale è stato oggetto lo sciopero "segreto", direi che 50.000 manifestanti o giù di lì è un successo strepitoso. Chissà se la cosa fosse stata adeguatamente "spinta" quanti sarebbero stati quei manifestanti...
Notevole il fatto che a distanza di due giorni una ricerca su Google con la chiave "sciopero del 18 ottobre" non porti in prima pagina dell'elenco a nessun servizio più recente di due giorni fa a parte questo, che ha un tono che potrai valutare da te. Direi che lo zittificio è ancora all'opera, e quando lo zittificio sembra fallire è per sminuire, denigrare, criminalizzare.

Se non aggiungerai qualcosa tu, fine del fuori tema.

P.S. Intanto i sindacati autoproclamatisi "maggiormente rappresentativi" hanno iniziato la rappresentazione del loro balletto di finto antagonismo rispetto al governo di turno. Il loro governo.

Aldo said...

Contraddicendo la mia intenzione di chiudere il fuori tema ggiungo: per converso, mi disgusta che a uno sciopero siano stati, per l'ennesima volta, proditoriamente aggregati" il coordinamento dei migranti e rifugiati" tramite il quel "i migranti chiedono la cancellazione della legge Bossi-Fini". Non era nei documenti di promulgazione dello sciopero. Ciò non squalifica la mia decisione di protestare, ma squalifica chi ha organizzato la protesta. E non mancherò di far ben presente la cosa appena me ne capiterà l'occasione. Anzi, scrivo immediatamente una letterina di fuoco al rappresentante Cobas col quale sono in contatto.

Anonymous said...

Quella dell'agriturismo per nababbi sarebbe davvero l'ipotesi migliore.
Mi sembra però che si stia verificando invece quella peggiore e cioè che ci stiamo (stiano) trasformando molto velocemente in una gigantesca periferia da terzo mondo dove tutto è scalcinato, degradato, arretrato, dove non funziona niente tranne che gli apparati di propaganda e di regime come in tutti i regimi. Una periferia dove ogni risorsa (industria, ricerca) viene abbandonata. Dove la povertà oltre che materiale e ancor prima morale, etica, culturale, spirituale, mentale.
E guarda caso questo è contemporaneamente il sobrio modello dei Poteri Forti che della Nuova Chiesa Bergogliana.
Scarth

Aldo said...

Ed ecco la mia lettera ad uno dei dirigenti Cobas:

Buongiorno Carmelo.

Capita di rado che mi faccia vivo, anche perché come tu stesso hai dichiarato in un tuo precedente messaggio sei molto impegnato e desidero non seccarti oltre il necessario. Questa volta, però, desidero esprimere il mio vivo disappunto per un inganno inerente lo sciopero del 18 del quale sono venuto a conoscenza a cose fatte.

Ho partecipato allo sciopero dopo essermi informato sul sito http://www.cobas-scuola.it/.

Ho deciso di partecipare perché nelle fonti che ho consultato venivano messe in evidenza motivazioni che trovavo non solo condivisibili, ma addirittura doverose. Sottolineo che nella mia scuola di servizio sono stato l'unico scioperante, e non credo di doverti spiegare quanto a volte sia problematico porsi controcorrente nel proprio ambiente di lavoro. Ma ero convinto, proprio per via delle motivazioni addotte nelle rivendicazioni di sciopero, e come mio solito non mi son tirato indietro.

Dove sta dunque il problema? Il problema sta nel fatto che successivamente allo sciopero, nell'informarmi sugli esiti raggiunti, sono incappato in questo articolo, dal quale son venuto a sapere che in manifestazione comparivano rappresentanze presenti (addirittura in testa al corteo!) per rivendicare cose non specificate nelle motivazioni di sciopero presenti su cobas-scuola.it. E' un modo di procedere ambiguo, bifido, che farà sì che in futuro la mia partecipazione agli scioperi dei Cobas sarà alquanto improbabile - ritengo che la trasparenza diretta e inequivocabile non possa essere considerato un accessorio opzionale.

So benissimo che la mia opinione è una tra le tante e che di fronte a numeri che si contano nell'ordine dei milioni - in sciagurata ulteriore crescita - un individuo non vale più niente, ma voglio che tu sappia (e vorrei che potendo tu ti facessi portavoce presso le dirigenze sindacali del disagio che sto esprimendo) che una delle ragioni che mi hanno spinto ad aderire alla protesta era l'assenza tra le rivendicazioni, di motivazioni a latere incongruenti con quelle centrali. Scopro a posteriori che quelle rivendicazioni incongruenti non erano assenti, ma erano semplicemente nascoste, il che mi allontana dal vostro movimento (col quale per altri versi sarei portato a simpatizzare) che, evidentemente, non è esente da uno dei peggiori difetti dei sindacati "maggiormente rappresentativi" -- la doppiezza.

So di essermi espresso con parole particolarmente dure, vedi di fare la tara dell'emotività del momento, di non prenderla sul personale e di cogliere il senso centrale delle mie parole. Mettici del tuo quel che, ora, sentendomi ingannato, non riesco a metterci del mio.

Ah, questo messaggio non richiede risposta. E' più una dichiarazione d'intenti che l'espressione d'un desiderio di avviare un interlocutorio.

Nessie said...

Vi rispondo dopo. Ora sono occupata dal pranzo domenicale.

Anonymous said...

Sono d'accordo, come praticamente accade sempre, con Scarth.
E la cosa mi dispiace, perché il suo pessimismo è quasi pari al mio.
Woody

Vanda S. said...

Aldo: la tua lettera al COBAS e' ineccepibile!
Scarth: sono d'accordo con te. Altro che agriturismo per i nababbi! Piuttosto una Repubblica delle Banane a modello dei paesi dell'America Centrale!
WS: io non parlavo dell'Italia di oggi, ma dell'archetipo della nostra penisola quando era Magna Grecia prima Impero Romano poi, per finire con il Rinascimento.

Nessie said...

Caro Ws, i conti non mi tornano. Umberto II di Savoia è nato nel 1904, come puoi constatare sulle enciclopedie (non solo wikipedia). Mentre Bella Napoli, come confermato è del 1925. In pratica Umberto II, benché giovanissimo, potrebbe essere stato in età di fare figli (pure illegittimi).
Detto ciò, se hai qualche altro sito più attendibile, sei pregato di linkarlo.

D'accordo con Vandissima sull'archetipo culturale di questo Paese. Vedo che come ci impegnamo noi Italiani ad auto-demolirci, non c'è nessuno.

Nessie said...

Aldo, anch'io sottoscrivo il contenuto della lettera che hai scritto ai Cobas. Ma come si dice, una noce nel sacco, non fa rumore.

Poi volevo dirti un'altra cosa. La qualità di una mobilitazione la si vede proprio dalla difesa dell'identità. Un corteo che mette extracomunitari in pole position, mettendoli al pari di quanto stanno vivendo gli Italiani, si squalifica da sé. In pratica, siamo al solito "internazionalismo proletario" di matrice marxista ("proletari di tutto il mondo unitevi e combattete"). Oltre a ciò, io dubito fortemente su cortei fatti da No-Tavini, Black bloc e chi più ne ha più ne metta. I casseurs sono professionisti inter-europei della provocazione e servono solo a regalarci l'Europol e l'Eurogendfor, di cui ho già parlato a proposito del Trattato di Lisbona. In pratica, ne sono gli acceleratori. Della serie, distruggo e devasto, ergo auspico la repressione.

Nessie said...

Tranquilli Scarth e Woody, le oasi di Bellezza al riparo delle devastazioni e dal degrado, gli oligarchi sono sempre stati capacissimi di procurarsele per sé. Questo perfino, durante i furori della rivoluzione bolscevica, con le fatidiche dacie sul Mar Nero, dove andavano a rilassarsi i caporioni della nomenklatura.

Nessie said...

PS: in pratica la teoria dell'Italia come '"agriturismo personale" per oligarchi non contraddice affatto
"la gigantesca periferia da terzo mondo dove tutto è scalcinato, degradato, arretrato,". Semmai la integra.
E la vendita dell'Isola di Budelli nell'Arcipelago della Maddalena, ne è la riprova.

Vanda S. said...

Fuori tema: Ahhhhhhh!!!!! Ihihihihihi! Noooo, vi prego!!!! Non riesco a smettere di ridere!!!! Ma sapete come un opinionista su una stazione radio romana, parlando del problema della spazzatura tirata fuori dai cassonetti con le malsane conseguenze, e dei rom? Li ha definiti "raccoglitori informali", un nuovo termine politicamente corretto!!!!!!!
Ma datti fuoco!!!!!!!!!

Nessie said...

Cara Vanda, questa è specie assai protetta. Un koala è niente in confronto a loro. Loro possono
1) rubare
2) rapinare
3) violentare e uccidere (è il caso di Mailat con la povera signora Reggiani a Tor di Quinto)
4) far prostituire i loro figli
5) rovinare le centraline di rame delle ferrovie per furto di quel materiale, mettendo a repentaglio la vita dei viaggiatori.
6) rapire i bambini altrui come in questo caso:

http://qn.quotidiano.net/esteri/2013/10/18/968232-grecia-bimba-campo-rom-rapita.shtml

ma su di essi cade lo ZITTIFICIO più omertoso. Pena le solite accuse di essere più o meno considerati nipotini dello zio Adolfo. Usque tandem?

Nessie said...

Per tornare al topic della sindrome cipriota, riprendo il link di Zeta (9: 58 pm) su Morgan Chase Bank e aggiungo ANCHE questo, per tutti:

http://www.naturalnews.com/042529_chase_bank_capital_controls_financial_red_alert.html

Leggetelo e guardate a che punto siamo. Quando siamo a pochi passi dal fallimento ecco spuntare la minaccia cipriota e il razionamento del contante. Senza contare, l'obbligo per le aziende di limitare le transazioni. SIAMO ALL'IMPAZZIMENTO!

Nessie said...

Un ringraziamento speciale anche al Vate, che in mezzo a queste tragedie, sa mantenere il sense of humour!

Anonymous said...

Nessie e Vanda
Vi chiedete perché...proprio "Italia delenda est"...perché proprio l'Italia deve essere distrutta???
La risposta è quasi scontata....per vari motivi che in vario modo infastidiscono "la memoria"storica....di ciò che al mondo è stato grande,in tutti i campi..... della cultura,civiltà,benessere diritto....e ciò è in netto contrasto con la confusione e il malessere che invece sta realizzando il NWO,e che anche i più sprovveduti tra Noi avvertono.
-A Roma(centro del Mondo) una piccola Religione è potuta diventare universale....da Religione di un Dio geloso e vendicativo che punisce i figli per le colpe dei padri,si è i(n)gentilita ed è diventata il messaggio della fratellanza umana...Il Dio dell'amore...Questo,rapporto di fratellanza, infastidisce molto gli attuali mercanti(cambiavalute)...che a suo tempo furono già cacciati dal Tempio....e chissà che l'evento(così come vanno le cose) non si ripeta.....ancora.
Oltre tutto oltre un miliardo di persone che in qualche maniera,hanno la stessa visione del "significato" della vita dà molto fastidio a chi ci vorrebbe...."pecore matte"...quindi è di moda screditare il Vaticano....e con l'attuale stuazione non è un gioco difficile..
-L'Impero Romano.....esempio di grandezza...,ha avuto,però, le sue pecche....ha sottomesso tanti popoli e distrutte tante nazioni(le Gallie)...cancellate civiltà millenarie(Cartagine,,la Grecia,L'Egitto....).... ma alcuni Imperatori non "peggiori" di tanti altri...come....Vespasiano/Tito....Traiano/Adriano... sicuramente non si sarebbero aspettati di rimanere così antipatici e odiosi per millenni nella storia...in fondo per alcune piccole guerre e conquiste marginali....Ciao Mar

Nessie said...

Può essere Mar. C'era un articolo sul Corserva relativo al fatto che Ratzinger ha mantenuto invariata la norma che vieta agli adepti della Chiesa di frequentare logge massoniche (1983), articolo che hanno provvidenzialmente fatto sparire. Sotto detto articolo c'era il commento di un lettore che diceva: "Ah ecco perché lo hanno costretto a dimettersi". Comunque qui un altro sunto sul sito Giornalettismo.

https://www.google.com/search?client=gmail&rls=gm&q=massoneria%20e%20chiesa%20convegno#q=massoneria+e+chiesa+convegno+introvigne&rls=gm

Su Pampurio ebbi ragione, nonostante le tue reprimende. E se hai ancora qualche dubbio, guardati questi tre filmati:

http://www.gloria.tv/?media=500923

http://www.youtube.com/watch?v=hOyLzrOSBug&list=UUzFcWWdgHEBqQVIeNTHIwng&index=2

http://www.youtube.com/watch?v=LP-aCA6TB70&list=UUzFcWWdgHEBqQVIeNTHIwng&index=1

Vanda S. said...

Voglio fare fuori Orban:

http://xena05.wordpress.com/2013/07/29/ungheria-dopo-lattentato-scampato-orban-parla-in-tv-di-nuovo-ordine-mondiale/

Anonymous said...

Grazie! per l'ossequio Nessie,è gratificante la tua menzione e m'incoraggia per altre future meditate pasquinate! Ciao Il Vate

Vanda S. said...

Kyenge: “Arrivano troppo pochi immigrati, creare canali di accesso”
Nell’imperdibile convegno a Bruxelles di cui avevamo già parlato, la Kyenge ne ha detta un’altra ancora: “E’ nostro compito prevedere dei canali di accesso regolare per i migranti che con l’attuale normativa sono troppo restrittivi”. Insomma: ne arrivano troppo pochi, ampliare le maglie!

Per la signora Kyenge, è “indispensabile una visione prospettiva europea di indirizzo e di priorità. Prevenire l’irregolarità è uno dei principi da perseguire in sede europea con principali interventi sui flussi migratori, tenendo presente l’importanza che questi hanno per lo sviluppo della società e il mantenimento degli attuali standard demografici ed economici”. La sua soluzione ‘contro’ i clandestini è insomma trasformarli in regolari, geniale.
Da notare poi l’insistenza sullo stravolgimento etnico dell’Europa dal punto di vista demografico, quello che noi abbiamo definito ‘genocidio dolce’. Come si possa mantenere gli standard economici attuali con l’immissione di africani provenienti da economie disastrate – delle quali sono gli unici responsabili – è poi qualcosa che la ministra dovrebbe spiegarci. Ma con dati e numeri, non panzane da convegno europeo.
http://voxnews.info/2013/10/20/kyenge-arrivano-troppo-pochi-immigrati-creare-canali-di-accesso/

Nessie said...

Vanda, VOGLIONO far fuori Orban. Scritta così sembra che lo vuoi far fuori tu. :-)

Orban e " l’uomo della sovranità e dell’indipendenza per antonomasia, l’uomo che ha osato – tra l’altro – come detto vietare i distruttivi OGM nel proprio Paese (e la voglia di trasferirsi a vivere in Ungheria a questo punto è davvero tanta, anche per chi scrive) l’uomo che è diventato un esempio e modello per centinaia di milioni di europei schiacciati, sviliti e distrutti dall’usura internazionale e dal golpe masso-mafioso dei poteri occulti che dominano l’Europa",

Ottimo articolo! Ne consiglio la lettura a tutti, perché incoraggiante. Stiamo in campana però: abbiamo a che fare con degli assassini senza pari. Altro che prendere a calci un cadavere in putrefazione come Priebke!

Vanda S. said...

Interessante anche l'articolo di Angelo Zotta, pubblicato lo scorso mese:
CRITICARE UNIONE EUROPEA, NWO E MASSONERIA PUÒ COSTARE LA VITA: I CASI DI VITKOR ORBAN E NIGEL FARAGE.

http://notizie.tiscali.it/politica/socialnews/politica/Zotta/9285/articoli/Criticare-Unione-Europea-NWO-e-Massoneria-pu-costare-la-vita-i-casi-di-Viktor-Orb-n-e-Nigel-Farage.html

Vanda S. said...

Ciao Nessie! Ooops! Che sbadata! Tanto era la voglia di pubblicare l'articolo che ho scritto una "betise"!
Confesso che non avevo mai sentito parlare di Angelo Zotta (qualcuno di voi lo conosce?) ma devo dire che sto leggendo alcuni dei suoi articoli e li trovo ottimi! Ve ne passo la lista:

http://notizie.tiscali.it/politica/socialnews/politica/Zotta/62/1144/

Nessie said...

Letto Vanda, grazie. No, non lo conoscevo. Interessante questo passaggio:

"Ma quali politiche sono state adottate dal Premier Orbán per infastidire tanto i poteri forti? Due su tutte: Nazionalizzazione della Banca Centrale ungherese (tornata ad essere una Banca di Stato, e come tale, l’emissione della moneta stampata è proprietà del popolo ungherese, e non di banche private come nel caso della BCE, che poi la presta agli Stati membri, indebitandoli e chiedendone l’addizionale sotto forma di interessi!). Secondo: Orbán ha cacciato dall’Ungheria il Fondo Monetario Internazionale, una volta ripagati i debiti più i dovuti interessi, come in passato già fatto da Argentina ed Ecuador. Nazionalizzare la Banca Centrale e dire no al FMI, così facendo, di fatto liberandosi dal giogo del controllo monetario hanno infastidito non poco l’èlite massonica che nel FMI, nella Banca Mondiale, ed in Europa, con la BCE, fungono da apriscatole al controllo politico, finanziario, monetario, e quindi, di conseguenza, al controllo della società nella sua interezza".

Nessie said...

x Tutti. Ho avuto un guasto alla chiavetta del pc (internet pack) con cui attualmente navigo perché sono in viaggio. Ergo, mi collegherò quando posso, con pc di fortuna. Pazientate, grazie.

Vanda S. said...

Ho anche letto nell'ultimo articolo di Angelo Zotta, "Ecco perché questo paese non si salverà" e, purtroppo, lo conclude dicendo: "Questa mia personale riflessione nasce a seguito della sofferta decisione di lasciare l’Italia per cercare fortuna altrove."
Ecco, un'altra persona in gamba che ci lascia! Come biasimarlo??

Anonymous said...

Potreste trovare interessante questa trasmissione, in particolare la seconda parte:

https://www.youtube.com/watch?v=yBkVWkRyJ8I

https://www.youtube.com/watch?v=nqJXvmPXfE4

Ciao,
Scarth

Aldo said...

Vanda: "La sua [dell'improvvida Kyenge] soluzione ‘contro’ i clandestini è insomma trasformarli in regolari, geniale."

Quella del ministro congolese è un'uscita (tra le tante) da rigettare senza se e senza ma, l'ennesima castroneria indegna di chi ha ruoli che si suppongono di rappresentanza del popolo italiano, su questo pure io non transigo. Invito però a mantenere una certa obiettività nella memoria storica, onde evitare di farsi prendere per il naso da chi ha in mano il mazzo: uno dei primi provvedimenti dei governi dei quali facevano parte la lega e le forze "di destra" fu una sanatoria da oltre mezzo milione di persone. La tecnica del "rimediare" all'immigrazione clandestina regolarizzando i clandestini non è niente di nuovo sotto il sole, e non appartiene solo alla "sinistra". E' da notare, infatti, come in ogni riferimento degli esponenti di qualsiasi forza politica nessuno parli mai di contrastare l'immigrazione, ma tutti e sempre di contrastare l'immigrazione clandestina. Anche alla luce dei provvedimenti di sanatoria ai quali ho fatto cenno (plurale, perché se ben ricordo furono più d'uno) non è un particolare da poco e oserei dire che è un particolare strumentalmente subdolo, truffaldino.

Sia ben chiaro che con queste affermazioni non intendo assolvere neppure in minima parte "la sinistra". Al contrario, intendo condannare "la destra". Virgolette d'obbligo per i motivi che ben sappiamo.

Nessie said...

Ma infatti Aldo. L'abbiamo già detto e ripetuto centinaia di volta su questo blog: l'immigrazionismo e il multikulti che ne consegue, lo promuovono e lo spingono tutti. E se spingi oltre il tuo ragionamento, lo richiede anche la Confindustria e le varie Associazioni industriali.

Il concetto di "destra" in Italia è dal dopoguerra che non ha nemmeno diritto di cittadinanza. La destra consentita, deve avere il "centrino", ed è fatta con rottami di sinistra (socialista), di vecchi democristiani e di qualche altro fuoriuscito reduce da Tangentopoli. Poi beh, c'è stata la componente aennina, mandata a pallino da Fini.
Un esempio pratico per tutti. Se alla manifestazione e allo sciopero a cui hai aderito, fosse stata promossa da FN o da Casa Pound, non avrebbero potuto fare nemmeno 100 mt, che sarebbero stati fermati. L'antagonismo e la ribellione consentita è sempre e solo di sinistra. Perciò, è inutile che tu te la prenda con chi non c'è.

Nessie said...

Ragazzi, i link e i video li leggo a casa, perché ho poco tempo, Grazie a tutti.

Anonymous said...

Perchè non affittiamo Orban o Farage per il tempo che ci vuole?
Scusate l'estemporaneità...
Laura

Aldo said...

D'accordo con tutto quel che mi hai risposto. Solo non ho capito quel "perciò, è inutile che tu te la prenda con chi non c'è". Cioè Vanda? Se è a lei che ti riferisci ci tengo a precisare che non me la stavo prendendo con lei! Condivido in pieno quel che ha scritto. La mia era solo un'esortazione a non restringere troppo il campo delle responsabilità e a non dimenticare. L'oblio è una delle cose sulle quali i maramaldi al potere (col che comprendo pure quelli formalmente all'opposizione) contano per raggirarci. Non per niente è stata anche fatta una legge in proposito. Ah, ovviamente nel nostro interesse.

Anonymous said...

Grazie per l'indicazione dei tre filmati...intanto uno lo hanno soppresso....ma gli altri due sono molto indicativi del clima che si respira in Argentina,e gli argomenti che si trattano nella Cattedrale.
Io ci ho lavorato per mezzo anno...è un paese molto diverso dal nostro....Pochi ricchi latifondisti di origine Spagnola....vedi la Premier che si fregia però del nome del marito(e molti teutonici postnazisti) ,che si riuniscono in Club privati,e viaggiano con i loro aeroplanini privati per raggiungere i loro possedimenti....la maggioranza sono poveri...o Peones...o che vivono nell'immensa periferia della capitale.
Sopravvivono non per capacità imprenditoriali....o per organizzazione del lavoro....ma solo perché il Paese è ricchissimo di ogni ben di Dio.
Per quanto riguarda la tua osservazione...."Su Pampurio ebbi ragione, nonostante le tue reprimende".... ti ricordo che ebbi anche Io ,subito le mie perplessità...scrivendoti che mi colpì che si presentava solo come il Vescovo di Roma,era Gesuita,e scelse il nome pubblicitario di "Francesco".
Dopo averlo visto all'opera,non possiamo dire certo che hanno eletto il migliore dei Pontefici possibili"..... anzi.....Non ne parlo nemmeno con entusiasmo....
.Perché però...cerco di evitare di screditarlo anche e di pù del dovuto?????
Perché con l'età ho capito....che spesso.....una denigrazione aggiuntiva( magari con lazzi e sberleffi)di un nostro Leader,sia esso "capace",sia esso "una mezza calzetta"...si ritorce sempre a nostro danno...e alla fine facciamo il gioco dei nostri aguzzini strozzini.....
Un popolo senza un "Capo"è perso....chi ha fatto il chierichetto come me si ricorda la famosa frase evangelica(a memoria)..."Percosso il pastore ...disperse le pecore".
E' solo per questo che cerco di limare il tono dei commenti a certi"Leaders"senza cadere nel gioco di chi ci vuole come "penne (mosse) ad oni vento"...Paradiso,Canto V /4 e seg......Ciao Mar

Nessie said...

Aldo, volevo semplicemente dire ch eè inutile prendersela con quella "destra" che non esiste e che non è mai nata.

Nessie said...

O meglio, non è ancora nata.
Per farla breve se si muovono centri sociali o blck bloc è ribellione, se dovessero fare altrettanto i "destri" sarebbe "sedizione".

Vanda S. said...

La Kyenge io la posso vedere come il fumo agli occhi!!!!
Nessie, la destra l'hanno talmente demonizzata che e' praticamente irrecuperabile! Il M5S per un breve tempo (almeno per quello che mi riguarda, oggi li detesto!) sembravano un alternativa e, purtroppo, ancora oggi per alcune persone e' cosi'. Non oserebbero mai schierarsi a destra e rischiare di essere linciati socialmente come razzisti, omofobici, antisemiti e chi piu' ne ha, piu' ne metta! Gli italiani di oggi, in generale, sono un popolo provinciale e conformista... quelli della "bella figura" e tendono a non prendere posizioni forti. Lo dico senza offesa, ma come un puro dato di fatto.

Aldo said...

Ah, ora ci sono. Che pirla a non averlo capito dal contesto! Grazie per il chiarimento, ero proprio agli antipodi.

Anonymous said...

"destra" che non esiste e che non è mai nata.

beh a ben vedere una volta " e' nata" ( cosi' come insieme nacque anche una VERA "sinistra" ) dalla circostanza eccezionale in cui la " grande massoneria finanziaria " mando' in trincea i popoli europei rendendoli cosi' anche "usi" alle armi e al rischio della vita per un obbiettivo comune.
Per recuperare quell' errore hanno poi dovuto impiegare 70 anni e quindi non lo commetteranno piu'. Niente piu' "eserciti di massa" e traumatici "eventi" che determinino una coscienza collettiva ; stavolta ci sveneranno lentamente distraendoci e tenendoci in una babele di collidenti individualismi che loro chiameranno sempre "liberta'".

Perche' la formula e' sempre la stessa :Divide et impera.
ws

Nessie said...

Purtroppo, caro ws, quella del derby interno (divide et impera) è una formula adottata dagli oligarchi che funziona sempre. E non solo nelle curve degli stadi.
Quando non è possibile la "contrapposizione", allora ci sono le famose correnti interne ai partiti. Anche in quelli un tempo coesi e con un leader carismatico.

Dovremmo ringraziarli perché non ci bombardano, ma ci svenano in una lenta agonia?

Nessie said...

Laura, i leader carismatici devono nascere qui in loco. Ogni volta che abbiamo invocato soccorsi stranieri, l'abbiamo sempre pagata cara. La storia insegna.

Vanda, il discrimine, per sapere le diversità politiche autentiche tra gi schieramenti politici è sempre quello di mettere i nostri interessi al primo posto. L'ALLUVIONE demografica è contrarissima ai nostri interessi (come giustamente sottolinea Aldo) . E chi lo elude o addirittura lo promuove, si colloca nei fatti come nemico e contrario ai nostri interessi. E' così che si dovrebbe imparare a ragionare, al di là della "destra" e della "sinistra".

I grillini e il M5S non ne parlano o lo fanno assai timidamente e sporadicamente. Ergo, si collocano nei fatti come supinie proni ai poteri mondialisti

Nessie said...

Intanto per tornare al topic iniziale del post, leggete bene cosa ci aspetta per novembre. Ne parla perfino il Fatto:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/10/21/ue-barroso-lancia-lallarme-a-meta-novembre-finiremo-soldi-per-finanziamenti/751696/

L'Eurozona sta per collassare e questi bastardoni non sanno più che vestito mettersi durante il crac.

Ho messo l'immagine della Signora con la falce, ma novembre, mese dei morti è già qui.

Anonymous said...

...quando la stamperia chiuderà o rallenterà semplicemente verrà giù tutto..
http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2013/10/22/SPY-FINANZA-La-Germania-ha-scelto-come-far-fuori-l-Italia/437421/

...menzogna proferita in modo sistematico dai vari governi e dai politici di turno che, in maniera spudorata e vergognosa, hanno reiteratamente mentito e mistificato (e continuano a farlo) circa l'esatta situazione dell'economia e dei conti pubblici, in costante ed inesorabile deterioramento
http://www.ilgrandebluff.info/2013/10/operazione-verita-sui-conti-pubblici.html#more

...J.P. Morgan Chase starebbe agendo proprio come se avesse il presagio di una crisi bancaria imminente negli Stati Uniti
http://www.comedonchisciotte.org/site//modules.php?name=News&file=article&sid=12494&utm_medium=referral&utm_source=pulsenews

m

Vanda S. said...

VIDEO: se ieri sera non avete visto questo video, vi consiglio di guardarlo prima che lo tolgano di mezzo!

http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/415701/lucci-gli-emigranti-italiani.html

Altro che accoglienza per gli extra-comunitari!!!!!!!

Lo PseudoSauro said...

Destra-sinistra

invece mettiamola cosi': siamo nazionalisti o internazionalisti ? Nel primo caso siamo di destra, e di sinistra nel secondo. Non ci sono balle. Niente a che vedere con il progresso da una parte e il regresso dall'altra. Ci preoccupiamo per l'umanita' nel suo complesso, o preferiamo restringere il campo alle nostre comunita' di destino ? Nel primo caso, e' inutile lagnarsi per la "sparizione della classe media", per la "perdita di sovranita'", per l'eliminazione della famiglia, per l'invasione demografica etc. Nel secondo, invece si'. Il che non esclude affatto che in ambito nazionale non possa trionfare una visione politica "di sinistra" emendata dall'internazionalismo. Il che e' proprio cio' che fecero - o tentarono di fare - i fascisti. E, dato che siamo al punto, come definiamo la comunita' nazionale ? Tutti quelli che risiedono in Italia sono italiani ? Tempo 10 anni e qui ci saranno solo cinesi... e la chiameremo ancora Italia, dopo ? E' evidente che qualunque definizione del genere sarebbe oggi in odore di razzismo... e noi siamo tutti anti-razzisti... ergo, siamo internazionalisti in quanto anti-razzisti anche se ci riteniamo "di destra". Il che significa che una destra nazionale non c'e' piu'. E allora di che discutiamo ? Di un problema che non esiste ? Piuttosto che fare come i fascisti ci tagliamo i cosiddetti ? E allora teniamoci la rivoluzione mondiale in atto, e finiamola di lagnarci a vuoto. Del resto, e' facile capire perche' l'unica soluzione politica vietata dalle elites al potere e' solo quella: perche' impedirebbe loro di compiere gli sfracelli che compiono. Altro che "genocidi", morti piu' che centenari da buttare in discarica... e' questa la "civilta'" di questi disgraziati ? E' questo il nostro radioso avvenire ? Ma se abbiamo ormai le pezze al culo e tutti ci prendono a cazzotti a piacimento ! Ci farebbe proprio cosi' schifo lo stare un po' meglio ed essere rispettati in ambito internazionale ?

Destra e sinistra si configurano solo in un sistema parlamentare democratico; ed e' evidente che questo sistema non ha impedito che l'interesse dei rispettivi cittadini fosse sacrificato in favore di logiche che di democratico non hanno proprio nulla. Ergo: bisogna trovare una soluzione politica diversa da quella parlamentare. Ergo: destra-sinistra non hanno piu' senso in un contesto che parlamentare non e' gia' piu'. Il che non significa affatto che il governo nazionale debba essere affidato a dittatori sanguinari. E' invece un fatto che la dittatura invisibile l'abbiamo proprio oggi che, almeno formalmente, vige la "democrazia". Tutti gli altri discorsi stanno a zero. Vogliamo un'Italia fascista, comunista, liberista ? Lo decidiamo noi, non i "mercati" o i soviet ONU internazionali. Credo che questo sia l'unico modo per risolvere l'eterno problema, ovvero: l'idiosincrasia indotta per cui l'elettore di sinistra preferisce farsi scannare piuttosto che votare la controparte, e viceversa. Pero', si richiede a chi viene da sinistra di abiurare all'internazionalismo ideologico; il che non e' cosa da poco... d'altronde, lo ripeto, chi desidera rimanere internazionalista non ha alcun diritto di lamentarsi per gli sfracelli attuali. E il perche' lo trova proprio rileggendosi bene Marx (Il Manifesto), per il quale il Capitalismo mondiale (la globalizzazione) era un evento auspicabile, proprio perche' avrebbe abbattuto gli Stati, la Borghesia, la Famiglia e avrebbe avvicinato la rivoluzione del Proletariato. Si leggano Marx, alcuni "sinistri", che li vedo molto confusi. :-)

Anonymous said...

cara vanda ,
se gli africani scappano in italia perche' l' affrica fa schifo..
e se , anche a causa di cio' ,gli italiani scappano in germania perche' l'italia fa schifo...
... quando anche la germania fara' schifo , dove scapperanno i tedeschi ?:-)

perche' la morale e' una sola: quando si scappa da se stessi si porta solo la nostra rogna in casa d' altri altri.
mentre l' unica vera via di uscita dalle proprie rogne e' sempre solo quella di fare pulizia in casa propria.
Senza di questo, ogni " fuga" e' vana.
ws

Anonymous said...

l9 pseudosauro disse
chi desidera rimanere internazionalista non ha alcun diritto di lamentarsi per gli sfracelli attuali

tanti anni fa , ben prima che crollasse il "comunismo" ironizzavo con gli operai dell' officina dove lavoravo , (dei veri borghesi che credevano di essere "proletari" :-)) dicendogli spesso .
" se non la smettete subito di cianciare di " internazionalismo proletario " avrete presto un " internazionalismo del capitale " ... ...che vi fa diventare davvero "proletarii internazionali "... ma la cosa non vi fara' molto piacere :-) "
ws

Vanda S. said...

La Francia uscirà dall'Euro:

http://www.losai.eu/la-francia-uscira-dall-euro/

Vanda S. said...

Caro ws, a questo punto l'unica pulizia efficiente sarebbe stile Nerone!!!! Qui, purtroppo, da questo disastro non se ne esce! Almeno che non precipiti un asteroide di grosso impatto!

Nessie said...

Mi pare che la classificazione di Pseudosauro (internazionalismo vs. nazionalismo) sia il vero nodo gordiano. E che completi una volta per tutte, il discorso che avevo già iniziato sul dare priorità ai nostri interessi. Chi dà la priorità agli interessi nazionali, è evidente che non si colloca nell'internazionalismo che altro non è che il Common Good. Il Bene più che Comune deve innanzitutto essere legato alla propria patria e al proprio territorio. Quante volte abbiamo fatto il discorso della madre imbecille che pretende sfamare i figli degli altri facendo crepare di fame i propri? Ha senso tutto ciò? Il Common Good ONUsiano questo fa. Ed è contrario ad ogni logica e ad ogni buon senso.

Interessante l'intuizione di WS. L'attuale turbo e tecnocapitalismo globalizzato questo fa: trasformarci tutti in schiavi e in poveracci. Per paradosso, la loro "giustiizia sociale" è quella lì : gli autoctoni devono rassomigliare il più possibile,se non nell'aspetto fisico (le razze umane esistono a dispetto dell'ONU), almeno nello status economico, agli allogeni, ai nuovi arrivati.

Nessie said...

Vanda il tuo video lo guarderò a casa stasera. Per il momento viaggio su pc di fortuna. Grazie a tutti.

Aggiungo un'altra cosetta sulle nuove rivendicazioni di questi giorni (casa, lavoro, stangata finanziaria di Letta, ecc).

Avete notato che la tendenza attuale da parte dei movimenti antagonisti internazionalisti che hanno manifestato a Roma è quella di allungare e rimescolare il brodo?

La lotta per la casa deve essere generalizzata anche alle "risorse". La lotta contro la decurtazione dei salari e degli stipendi, pure.E la tv mostra sempre la risorsa allogena in primo piano, messa lì a fare da testimonial.

Non una parola da parte dei Bernocchi dei Cobas e di altri internazionalisti in malafede,nei confronti di Italiani che hanno perso la casa per colpa dell'usura di Equitalia!
No, tutto deve essere sapientemente "mescolato", in nome del volemose bene universalista e mondialista. E' una truffa anche la cosiddeta "protesta".

Nessie said...

Grazie anche a Marco per i links, alcuni dei quali li conoscevo già.

Vanda S. said...

LO STATO D'ECCEZIONE

Lo "stato di eccezione" è uno dei concetti chiave della dottrina politica di Carl Schmitt.
Si contrappone allo stato di diritto, perché si configura come una situazione in cui il diritto è sospeso.
Una situazione di emergenza,di necessità temporanea in cui il potere costituito sospende il diritto
Una sospensione del diritto quindi legalizzata.Da chi?
Sovrano è colui che decide sullo stato di eccezione nel senso che decide se sussiste lo stato di eccezione e che decide cosa si debba fare per superarlo.
E chiaro che l'eccezione fa emergere, in tutta la sua forza, la prevalenza (temporanea) del politico sul giuridico,lo Stato sospende il diritto, per volontà e necessità di autoconservazione.
Non occorre dire che questo concetto di stato di necessità,travalicando certi limiti che lo giustificano,può diventare molto pericoloso per lo stesso Stato di diritto e per i suoi cittadini..

Questo "stato di eccezione" ,o meglio il suo stravolgimento,è quello che viene costantemente evocato (e applicato) da due anni a questa parte dall'Europa usuraia,il vero sovrano che decide cosa fare e che pone una discutibile(per non dir falsa) eccezione come una regola generale , con la pretesa di identificarla come normalità giuridica.
Stato di eccezione che consente agli usurpatori della sovranità di decidere e imporre quanto vogliono per la loro sopravvivenza,e non certo quella dello Stato privato della sovranità e guidato da meri esecutori di questa sciagurata e distorta visione politica.
Insomma,paradossalmente siamo in presenza di entità mitologica,un obbrobrio giuridico e politico ,la UE,che non è uno Stato,né una federazione di Stati....ma in pratica una consorteria finanziaria e affaristica basata su una moneta truffa e che ,oltre a confiscare la sovranità,decide pure quale sia l'eccezionalità e quanto deve durare a salvaguardia dei propri interessi,completamente diversi e contrari a quelli dei popoli che tiranneggia.
Infatti questa sospensione molto poco temporanea del diritto che giustifica ogni illegalità,può configurarsi come vera e propria dittatura.

La Commissione Europea è l’esecutivo politico di questo cartello usuraio, non siamo noi ad eleggerla,è lei che dispone i progetti di legge e non il parlamento europeo, che può solo approvarli.
Commissione Europea non eletta dal popolo e che non può nemmeno essere destituita.
Per giustificare l'illegalità, l'UE ha costantemente usato l'argomentazione dello "stato di necessità " (su cui si fonda lo"stato d'eccezione"), che autorizza a sospendere la costituzione.
Non la sua,dato che non esiste....ma quella dei singoli membri.
Lo stato di necessità è dettato dall'imperativo di salvare il sistema oligarchico.
Ciò significa che le elezioni vanno evitate a tutti i costi e che il golpe avviato con la nomina di Mario Monti deve proseguire, per assicurare che gli italiani si immolino per salvare l'euro,cioè gli interessi dell'oligarchia e il loro strumento di potere,l'euro appunto.
Nell'estate del 2011, l'UE ha creato uno stato di necessità per l'Italia manipolando il valore dei suoi titoli di stato. La BCE ha prima lasciato cadere i titoli, ed è intervenuta successivamente ad acquistarli per sostenere il governo Monti.

Vanda S. said...

continua
Si ripeterà il giochino con Letta?

È questo che Draghi ha discusso nella cena delle trame? Il suo annuncio al Parlamento Europeo che la BCE è pronta ad un'altra mega-iniezione di liquidità per le banche (LTRO) ha a che fare con questo? (1)
Che ha chiesto Draghi in cambio ai suoi commensali? Il Financial Stability Assessment del FMI per l'Italia, rilasciato il 27 settembre, raccomanda l'applicazione del bail-in (prelievo forzoso) per soccorrere le banche italiane. O si è limitato a sollecitare le privatizzazioni, in famoso "stile Britannia"?
Intanto questa è la “ricetta” avanzata dall’élite finanziaria mondiale tramite i banditi Fmi, che nella settimana della crisi-burla ha recapitato a Roma un dossier di 300 pagine in cui il braccio armato della Troika prevede l’imminente fallimento del nostro paese, prenotandone la resa: cessione dello Stato a prezzi di realizzo, smantellamento di quel che resta del welfare, ulteriore compressione degli stipendi.L’Italia deve “costare” meno. Meno soldi per salari, pensioni e servizi, mettendo mano alle “riforme strutturali” neoliberiste sul tavolo di Letta, Alfano e Saccomanni, cioè la “squadra” messa insieme da Napolitano,uno dei principali scafisti degli usurai.
La nostra rovina, infatti, è l’Europa dell'euro nella quale ci hanno traghettato gli scafisti dell’oligarchia sinistroide.
La cricca affaristica che si spaccia per “sinistra” ha saputo solo provvedere agli interessi usurai (e suoi) con leggi “ad partes” e ad appoggiare criminali frange economiche mondiali, veri campioni di vampirismo economico sociale, tipo Bilderberg e Trilateral,di cui molti di questa "sinistra" fanno e han fatto parte.
E così,tornando all'amena cenetta a casa Scalfari ,troviamo Draghi,Letta e Napolitano,tutti membri del "più Europa oligarchica" e meno democrazia per i popoli ....
Subito dopo il picnic, la Pizia Eugenia ha impartito gli ordini di marcia in un accorato sermone sul tazebao del bancarottiere ed evasore,nonchè massone De Benedetti. Dopo aver sentenziato in puro stile fascio illuminato che "la massa non fa progressi", frate Eugenio lancia l'allarme: si sta cercando di mettere in discussione "l'esistenza dello stato di necessità" che giustificò il governo UE di Mario Monti prima, e di Enrico Letta poi.
C'è il rischio che Letta sia costretto da ricatti vari (e di Berlusconi...questo non può mancare mai...) ad adottare una politica di anti-austerità ,anti-euro. (continua)

Vanda S. said...

Ma ,conclude lo squadrista: Letta, Napolitano e Draghi "sono i nostri tre punti di forza, che hanno l'Europa come obiettivo preminente per l'avvenire di tutti. Se questa realtà è chiara, occorre operare, ciascuno nell'ambito delle sue competenze, affinché si realizzi”.
Capito....! quest'altro scafista sinistrato,laureato in fesserie filosofico politiche e delirio di onnipotenza...?
Questi sarebbero i tre punti di forza (più lui naturalmente) ,invece degli affossatori della Repubblica Italiana che sono in realtà...!! Tre diversi gradi di servitù....pardon quattro,con la Pizia....che come pennivendolo sta nel gradino più basso e vergognoso.
E così abbiamo trovato un altro predicatore dello "stato d'eccezione" che deve proseguire per l'avvenire di tutti.....i suoi amici oligarchi,magari rendendolo definitivo e abolendo qualsiasi Costituzione.
Il sol dell'avvenire scalfariano....!
Nella vecchiaia malvissuta.....manco senatore a vita,poverino,si è tanto prodigato in lecca lecca presidenziali!...rinascono i furori giovanili....
Fascista era e tale é rimasto.
Ma un fascista poco aristocratico (come a lui poacerebbe),bensì arrampicatore, e opportunista...pure durante il periodo bellico...e anche dopo....
Sempre bene ricordarlo ai tartufi del foglio vespasianeo dell'Inquisizione Scalfariota (lettori compresi)
Scriveva il Vate Fochettaro in preda stavolta al leccazampismo:
"Noi siamo pronti a marciare, a costo di qualsiasi sacrificio, contro tutti coloro che tentano di fare mercimonio della nostra passione e della nostra fede. E ancora oggi è la stessa voce del Capo che ci guida e ci addita le mete da attingere.....Gli imperi quali noi li concepiamo sono basati sul cardine di razza escludendo perciò l'estensione della cittadinanza da parte dello Stato Nucleo alle altre genti".
Bravo...bis....!.... non male,rispetto ad oggi...!....pure questo lo mettiamo nel cocuzzaro di tutti quegli intellettuali (poi) di sinistra che si facevan le ossa qualche anno prima,gridando W il Duce....
Ma lasciamo ora questo sussiegoso e vecchio avanzo da "sotto tutte le bandiere "...ora quella dell'Europa usuraia...era tanto per far capire chi ne sono certi difensori....
Tornando a bomba,in realtà gli usurai della Ue e i loro esecutori italioti,hanno continuamente bisogno di agitare questo straccio della "situazione di eccezione" e di "necessità", in una sorta di continuo terrorismo mediatico.
Ciò che infatti temono,insieme ai loro servi,è che il sentimento anti austerità nella popolazione italiana possa sfociare in un definitivo voto anti-euro in caso di nuove elezioni (già in francia e altri paesi è una certezza),e ancor di più che la protesta che sfoci in aperta guerriglia,ciò che non gioverebbe alla loro causa,basata sulla mistificazione e sull'accettazione passiva delle popolazioni
Questo timore è ben esplicitato,tra gli altri, dalle parole del giullare europeo Letta:
"Rischiamo i avere il maggior Parlamento europeo "anti europeo" di sempre. Il grande rischio è che il 25% del Parlamento europeo sia composto da movimenti anti euro o anti Europa"......(continua)

Vanda S. said...

"La crescita del populismo è oggi il primo problema sociale e politico.Combattere il populismo è una missione oggi in Italia e negli altri Paesi"
Non voglio nemmeno commentare queste fesserie.....ormai è talmente abituato a dirne tante....

Reprimere tali rivolte,stante il clima a loro generalmente ostile (nonostante gli accaniti sforzi dei pennivendoli per dissimularlo),sarebbe un colpo mortale alla loro finta immagine a favore dei popoli e non farebbe altro che incrementarle.
Tutto Coraggio italiani....il fronte antieuro si sta via via incrementando in tutta l'Europa dei popoli,facciamo la nostra parte e cacceremo tutti questi profittatori,sguatteri compresi.
-----------------------------

(1) - A pezzi anche il nostro sistema bancario: sta ancora in piedi solo grazie ai finanziamenti della Bce di Draghi, che però non dureranno all’infinito. Sempre il Fmi spiega che i bilanci delle banche stanno diventando insostenibili per via del crollo del valore degli immobili detenuti come garanzia, mentre i crediti non esigibili da aziende e privati sono arrivati a 140 miliardi di euro, cifra che rappresenta il 10% del Pil.

http://www.stavrogin2.com/2013/10/lo-stato-deccezione-usuraio.html

Nessie said...

Ho già visto il post dall'amico Johnny Doe. I post del buon vicinato li leggo sempre :-)

Nessie said...

Ho visto il video delle Jene postato da Vanda. Si dovrebbero solo vergognare tutti i nostri politici che trasformano gli Italiani nei nuovi emigranti costretti a elemosinare un lavoro in Germania, quando avevamo messo in piedi un paese che era la 5a potenza industriale. A proposito, dopo il pilota automatico posto da Monti e ora da Letta, l'FMI ci ha declassato alla nona potenza.
Questo vuol dire che siamo fuori dal G8. E' chiaro che Mortimer e il suo PIzzinaro dovevano servire proprio a questo.

Vanda S. said...

Invece ieri sera su RAI 3, su un nuovo, breve programma in prima serata che si chiama "Sconosciuti", totale propaganda a favore del meticciato:

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-0068e70c-7985-4d30-be28-b2ee9a64364f.html

No comment (è meglio!)

Anonymous said...

@ Vanda
Ho guardato, così, solo per curiosità, il video da te segnalato.
Hai ragione: NO NO NO COMMENT...(del resto era sulla rai)
Laura

Vanda S. said...

Ciao Laura.
Bisogna pero' ammettere che la ragazza nel filmato non mi dava l'impressione di essere una "mente brillante"...anzi! Pensavo ai suoi poveri genitori che, guarda caso, non sono stati intervistati....forse perché, nonostante i tentativi "tolleranti", sarebbe trapelata un po' verità?