19 September 2013

Scuola: alunni italiani in quota Panda

 
 
 
 
Settembre è il mese della riapertura delle scuole. E ogni anno, ecco la solita solfa sui libri che rincarano, i trasporti che non ci sono, la carta igienica che manca e i genitori devono rifornire personalmente da casa il materiale di facile consumo per i loro figli, perché lo stato non dà più il becco di un centesimo. Ma quest'anno si è aggiunto qualcosa di ancor più allarmante: nelle aule, scarseggiano alunni italiani e aumentano a dismisura quelli stranieri. Ovvio che i genitori siano preoccupati e tolgano i loro figli dalle scuole di stato arrangiandosi come possono già a partire dalle materne e dalle elementari. Capitano situazioni di bambini italiani in schiacciante minoranza rispetto al gruppo degli stranieri. In alcuni casi, un italiano su 20,  25 e perfino 30 stranieri. E questo, in forza  del tasso di natalità degli immigrati, nettamente superiore. Anche nelle scuole medie comincia a evidenziarsi questo fenomeno. E' pertanto comprensibile che i genitori siano allarmati di fronte al pericolo che i loro figli possano sentirsi "stranieri in patria" con altri bambini che parlano lingue diverse, praticano usi e costumi diversi.  E se anche sono nati in Italia e magari parlano la nostra lingua, provengono pur sempre da contesti socio-familiari le cui tradizioni sono lontanissime dalle nostre. Immancabili e puntuali, le solite prefiche della sinistra che predicano in tv:  la disomogeneità delle classi è una "ricchezza", una "opportunità" irrinunciabile! Pertanto quei  genitori di casi,  avvenuti a Costa Volpino nella Bergamasca o a Landiona nel Novarese,  dovrebbero vergognarsi del loro "razzismo". Dovrebbero invece educare i loro figli al concetto di "accoglienza" e di "integrazione", magari tornando loro, sui banchi di scuola perché ne hanno tanto bisogno. E via con l'opera di colpevolizzazione e di messa all'indice.
 
Si dà però il caso, che a non potersi più integrare siano i nostri piccoli, ormai in quota Panda rispetto all'andazzo scolastico generale. Minoranza "straniera" gli autoctoni, maggioranza schiacciante,   gli allogeni. Senza contare i livelli (e dislivelli)  nonché i gradi di preparazione  i più diversificati degli alunni delle classi multietniche  (i cosiddetti "prerequisiti" individuali) suscettibili di  rallentare l'apprendimento e i percorsi didattici ministeriali comuni.
 
A cosa si risponde di fronte a problemi di siffatta entità? Con parolette e concetti irenici come "integrazione", "inserimento", ecc.

Ma chi dovrebbe integrarsi? In realtà, i piccoli autoctoni ormai ridotti a essere stranieri in patria e a scuola. E' normale tutto ciò? E' un modo codardo e stupido di  minimizzare il problema e di fare la solita politica dello struzzo: mettere la testa sotto la sabbia per non  vedere, spostando invece il dilemma su una colpevolizzazione da parte di chi pretende giustamente che le classi siano formate con equilibrio.
 
E' il caso della ministra della Pubblica Istruzione dell'attuale governo Letta Maria Chiara Carrozza, la quale di fronte a tutto ciò ha una pensata sopraffina: "decidere caso per caso" (parole sue). Ma soprattutto, come già ventilato nella sua intervista, modificare ulteriormente la quota di immigrati del 30 per cento, prevista dalla circolare della Gelmini, alzandola. E se a qualcuno il 30% di alunni stranieri di gelminiana memoria, pareva già troppo, ci pensa la Carrozza a trasformarlo in peggio. Qui l'intervista al Corriere  con le sue sconcertanti dichiarazioni.
 
A quando la mossa staliniana di andare a prelevare obtorto collo e direttamente a domicilio, quegli alunni i cui genitori recalcitranti si rifiutano di iscriverli in questo manicomio? Di questo passo, non mi stupirebbe più di tanto, financo  l'uso della forza pubblica. Magari con la ministra...in carrozza che sta lì a godersi lo spettacolo.  Dopotutto, è pur sempre per il Bene del Mondo (il Common Good) che si fa tutto ciò.

66 comments:

Eleonora said...

L'avevo già scritto nel blog di Bisquì (nel suo post dei casi di fuga da quelle scuole). Non sono una risorsa. Troppi stranieri in una sola classe sono un ostacolo enorme all'apprendimento. Inutile girarci attorno con la storia del razzismo. Cosa diavolo può imparare UN solo studente italiano con 19 (o più) studenti stranieri e la maggior parte di loro magari, manco parlano una sola parola d'italiano? E hai voglia a fare programmi appositi. Chè già la scuola italiana non è il massimo. Però, capisco anche che lo stato voglia le nuove generazioni più ignoranti per controllarle meglio. E blaterano di cultura.

Nessie said...

Generazioni più ignoranti? Senz'altro. Più ignoranza più possibilità di farci schiavi. Ma c'è anche dell'altro...

Si vuole creare scuole Bronx per la massa, e (poche) scuole d'élites dove solo i ricconi possono avere accesso per la loro prole. Come in Usa, dove la maggioranza delle scuole di stato, sono dei ghetti multietnici. Mentre i college di lusso sono a disposizione per il rampollame proveniente da famiglia facoltose.

johnny doe said...

Infatti..l'effetto sarà questo: l'ignoranza obbligata.
Già la scuola tutta italiana si difendeva bene in questo campo,con alunni di terza media che scrivevano ha,verbo avere,con l'accento sulla a....oppure ho andato....o che già il mettere due pensieri in fila diventava una mission impossible...
Figuriamoci ora che molti parlano a stento la nostra lingua.....per non parlar del resto.
D'altronde questo è il piano generale mondialista,Carrozza consenziente o meno.
Presto l'università diventerà per molti inaccessibile,non serve che siano istruiti,anzi è un danno per il sistema,più ignoranti e poveri sono,e meglio é.
Dopo la riforma Gentile solo rottamazione dell'istruzione.

Nessie said...

Johnny, tutto vero. Ma è un lavoro sistematico di demolizione controllata che proviene da lontano.
Il colpo di grazia, come vedi, lo infierisce l'immigrazione massiva lasciata andare senza controllo e le classi-ghetto dove gli alunni italiani diventano paradossalmente "stranieri in patria", messe in piedi senza nessun criterio. Se poi si vuole superare perfino il "tetto" del 30% (che è comunque tanto), allora significa che siamo alla Caporetto totale.

Qui, un antefatto illuminante dello scrittore di sinistra Sandro Veronesi nella cui intervista diceva più o meno che l'immigrazione è un bene, ma che lui i suoi figli se li iscrivi alle scuole private:

http://www.corriere.it/cronache/08_ottobre_16/veronesi_classi_separate_2daa5258-9b58-11dd-a5ca-00144f02aabc.shtml

Correva l'anno 2008.

Vanda S. said...

Gia parecchi decenni fa, negli USA il programma di "desegregation" inizio' la sistematica distruzione dell'educazione scolastica pubblica http://en.wikipedia.org/wiki/Desegregation_busing
Ora i mondialisti distruggeranno la nostra......

Nessie said...

Grazie Vanda. Il piano è proprio quello di cui al link. Mescolanza etnica per far saltare il grimaldello della sovranità nazionale. Mescolanza nella pubblica istruzione per far saltare la lingua italiana e la cultura quale fonte di trasmissione del sapere di una nazione.
Che gli frega ai nuovi arrivati di Dante, di Petrarca o di Boccaccio?


Suppongo che tu abbia visto il filn francese "La classe entre le murs" dove quel povero professore era costretto solo a fare assistenza. Ma niente più nozioni, niente più sapere, niente più vere discipline di studio. E' "l'integrazione", Bellezza!

http://sauraplesio.blogspot.it/2008/11/la-classe-un-film-claustrofobico.html

Vanda S. said...

Purtroppo continuo a non vedere alcuna reazione da parte del popolo-bue....e continua la caduta verso il basso! Povera Italia!

Anonymous said...

nella scuola elementare del mio paese in ogni classe, su 25 alunni ci sono in media 6 o 7 stranieri. Le maestre, dato che gli stranieri (cinesi, indiani e marocchini)non parlano una parola di italiano, si lamentano perché non riescono a portare avanti il programma, dato che quelli lì, prima di imparare a scrivere dovrebbero, almeno, poter capire quando l'insegnante parla. Ovviamente quelli che ci rimettono sono i bambini italiani che escono dalle elementari (e poi medie, etc.) avendo imparato la metà di quello che imparavamo noi o che imparano in altri paesi europei. Mio figlio ha 4 anni ma mi sto già informando per vedere dove poterlo mandare a scuola(magari senza doverci rimettere tutto lo stipendio...) Elisa

Nessie said...

Cara Vanda, il "popolo bue" è stato narcotizzato da troppi marchingegni: Tv, calcio, pornografia, droga, alcool, gioco d'azzardo ecc. Se poi ci metti pure i disinformatori di professione e i debunker (che sono la maggioranza dei nostri media) allora capirai perché i popoli del mondo fanno buuuu (muggiscono) invece di ragionare. Non sono mai stata tenera con gli Italiani, ma anche nei paesi al di là delle Alpi, sinceramente non vedo grandi motti di ribellione.

Nessie said...

Vanda non è OT con quanto dici. Guarda il M5S che molti in buona fede hanno votato sperando che rappresentassero il "cambiamento", cosa hanno fatto oggi in aula:

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2013/09/20/m5s-deputati-si-baciano-in-aula-contro-lomofobia/245372/

Bacio gay e bacio lesbico per accelerare la legge (liberticida) sul reato di omofobia. Poveri noi! Quando le rivoluzioni ci sono, sono solo "taroccate mondialiste" :-(

Nessie said...

Ciao Elisa, e benvenuta nel blog se è la prima volta che ci transiti. E' molto utile e importante la tua testimonianza personale. Siamo alla privatizzazione (coatta) dei servizi educativi di pubblica utilità, come scuole materne ed elementari, che prima funzionavano pur con tutte le carenze del caso, mentre adesso diventano dei CIE dove gli insegnanti abdicano sempre più al loro ruolo.

Della serie, prima si poteva scegliere fra il pubblico e il privato. Ora vi siamo costretti. Buona fortuna a te e al tuo bambino.

Aldo said...

Tragicamente non commentabile. Non a termini di legge, almeno. E lo dico da insegnante che sa bene di cosa stai parlando.

P.S. Se posso avanzare urbanamente una richiesta, modificheresti quel "grazie a"? Mi dà l'orticaria, visto il contesto.

Aldo said...

A proposito di servizi che diventano qualcosa che non erano e dai quali la gente "comune" viene implicitamente cacciata: qualcuno di voi ha per caso avuto di recente la spiacevole necessità di dover passare (come accompagnatore, che se no ci fai meno caso) una nottata in pronto soccorso? Se non vi è capitato, e anche se non vi serve, potrebbe essere assai istruttivo provare ad andare per alcune ore anche solo nella sala d'aspetto del pronto soccorso della vostra città per valutare la situazione. Non è solo la scuola!

E aggiungo, visto che ogni tre per due dai media veniamo esortati a rifiutare anche solo il pensiero di soluzioni violente: se non è violenza questa...

Nessie said...

Aldo, quando non si riescono a modificare di una virgola situazioni macroscopiche e catastrofiche come quelle che stiamo vivendo, si diventa - chissà perchè - inutilmente pignoli e sofistici nelle caxxate di nessun conto. Ho sostituito quel "grazie a" (dodicesima riga) con "in forza di". Contento?

Nessie said...

Sul pronto soccorso, ho avuto la ventura di ritrovarmici a causa di un sinistro automobilistico per fortuna non grave: il solito colpo di frusta di routine. Beh, mi è bastato e avanzato. Ovvio che le "risorse" etniche avessero la precedenza su tutto e su tutti quelli che hanno regolarmento pagato i contributi sanitari nella busta paga. Anche su casi gravi e veramente urgenti.

Anonymous said...

Operazione "Torri Gemelle" della scuola....anzi, no squola, come rigorosamente si dovrà scrivere in futuro!?
Ciao Laura

Massimo said...

Indipendentemente dagli immigrati, la scuola pubblica, da almeno venti anni, drena risorse economiche senza dare nulla in cambio. Le scuole private possono essere alla portata di molte più famiglie, lo erano anche ai miei tempi, che non quelle opulentemente e vergognosamente ricche, purchè si riducano le tasse. Meno tasse con meno, molto meno, spesa pubblica, meno soldi anche per le scuole pubbliche, più soldi in tasca alle famiglie per decidere dove mandare i propri ragazzi a imparare, non a parcheggiarli. Le scuole che funzioneranno, avranno non i finanziamenti pubblici, ma le tasse di iscrizione degli alunni e le donazioni degli ex alunni e potranno offrire una istruzione degna di tal nome, co gli insegnanti migliori. Le altre ... saranno le scuole dei Mohammed e delle Kashatsu.

Eleonora said...

Per non parlare dei comuni. Tutti lì, gli extracomunitari, a fare la fila per prendere sovvenzioni e portare bollette da pagare.

Lugh said...

Certo, se la scuola italiana formerebbe generazioni istruite chi voterebbe poi Vendola e co? Caccia alle streghe ragazzi, solo questo importa, che tanto i veri problemi se non sei capace di risolverli basta ignorarli.

Nessie said...

Brava Laura, è esattamente questo: operazione Torri gemelle della scuola. Ovvero demolizione definitiva.

Nessie said...

Massimo, sono parzialmente della tua idea. Ma solo in parte. Le scuole paritarie e parificate private c'erano anche prima, ma si poteva scegliere. Il problema non è quello che dici tu sul "saranno le scuole dei Mohammed e delle Kashatsu".

Il problema è che i Mohammed e le Kashatu o come si scrive qua non ci dovrebbero proprio stare.

Nessie said...

Lugh, purtroppo i Vendola li votano anche quelli che chiami "persone istruite" :-(.

Sì Ele anche i comuni sono ricettacoli di questua extracomunitaria. Non male per un comune che dovrebbe innanzitutto preoccuparsi dei "comunitari".

Nessie said...

Un'ulteriore precisazione x Massimo.
Quando a scuola ci andavamo noi, era ancora qualificata e istruttiva anche la scuola di stato, con maestri e professori preparati e severi dalle elementari ai licei.
Senza nulla togliere al "privato", una nazione che si rispetti DEVE avere le sue scuole pubbliche all'altezza delle aspettative e delle giuste ambizioni dei suoi cittadini.

Johnny88 said...

In alcune scuole private ormai non accettano più alunni perché non c'è più posto. La causa di questo boom di richieste nelle scuole private si sa, ma non si dice, ovvero che nelle scuole pubbliche la presenza eccessiva di alunni stranieri spesso coincide con bullismo, violenze e altre amenità. Ovviamente tutto questo non si può dire sennò si è razzisti. Alle superiori poi è anche peggio, i genitori mandano i ragazzi al liceo classico o scientifico anche se son ciuchi pur di non mandarli negli istituti tecnici e professionali pieni di immigrati con tutte le amenità che ne conseguono.

Nessie said...

Esatto! si sa ma non si vuole dire. A questo punto arriva la pavida ipocrisia dei "politicamente corretti"!

A proposito di ipocrisia raccomando di leggere l'intervista che ho segnalato allo scrittore Sandro Veronesi, un singolare caso di falsità e di buonismo conto terzi. Ma non nel suo cortile personale (NIMBY = Not in my back yard):

http://sauraplesio.blogspot.it/2008/10/sandro-veronesi-la-falsa-coscienza-e-le.html

Lugh said...

No Nessie, persone istruite ci si chiamano loro da soli, ma una capra cerebrolesa sarebbe meglio di tutti loro messi assieme. Mi ricorda una puntata di South Park dove molte persone erano talmente piene di sé da inebriarsi al "profumo" delle loro scoregge.

Nessie said...

Non ci siamo capiti. Volevo dire che l'istruzione può essere indirizzata anche nel senso del controllo ideologico e della manipolazione delle menti.Tant'è vero che ho virgolettato la parola "persone istruite". Dai un po' un'occhiata agli Atenei universitari e guarda da chi sono perennemente presidiati, a cominciare dai docenti e titolari di cattedra.

Nessie said...

Questo episodio di rapimento e pestaggio di branco di un povero ragazzo, avvenuto alla Statale di MIlano è recentissimo e non nel '68 o negli anni di piombo:

http://demata.wordpress.com/2013/09/05/universita-statale-di-milano-una-terra-di-nessuno-in-balia-dei-violenti/

Josh said...

incubo sQuola:

nei POF entra anche questo

http://www.riscossacristiana.it/index.php?option=com_content&view=article&id=2760:anche-nei-pof-piani-di-offerta-formativa-entra-il-delirio-omosessualista-di-marisa-orecchia&catid=54:societa-civile-e-politica&Itemid=123

Nessie said...

Grazie Josh. E te pareva che le politiche omosessualiste non entrassero anche nella scuola. Manca tutto, perfino la carta igienica, ma in compenso d'ora in poi chi nega che omosex è bello, sarà tacciato di "omofobia". E magari nel caso dei docenti, pure cacciato o sospeso dal suo incarico. Non ci resta che sperare che i POF (acronimo demenziale) facciano POoooFFFF!!!

Anonymous said...

Ciao nessie, il livello di manipolazione poi è tale che da un lato riescono a far crede al poppolo indottrinato che non ci sono soldi (e quindi si deve tirare la cinghia e crepare) mentre dall'altro ne spendono a carrettate per tutti i temi del Pensiero Unico Globalista. E naturalmente tutto questo va di pari passo con la criminalizzazione di qualsiasi opinione contraria.
In Italia oramai non c'è speranza visto il rimbambimento generale ma spero che almeno in Europa si impongano tutti i movimenti/partiti che si oppongono a questa devastazione programmata.
Scarth

Nessie said...

Scarth, a parte l'Ungheria di Victor Orban, non mi pare di aver colto grandi segni di ribellione nemmeno in Europa.

Leggi qui quel che ha detto Putin sui paesi euroatlantici:

http://www.riscossacristiana.it/index.php?option=com_content&view=article&id=2788:grazie-signor-putin-per-il-suo-coraggio-di-dire-la-verita-di-paolo-deotto&catid=54:societa-civile-e-politica&Itemid=123

Tutti si sono soffermati a commentara la battuta putiniana su Berlusconi che se fosse stato gay non lo avrebbero toccato con un dito (peraltro vera) , ma pochi hanno ripreso questo discorso per intero.

Anonymous said...

Grazie per la segnalazione. Speriamo continui ad essere un baluardo e che si ricordi della Vecchia Scuola per resistere; di certo è già nel mirino degli stessi che hanno organizzato le varie "spontanee" rivoluzioni. Anche l'Ungheria che cerca di difendere la propria libertà e identità ovviamante è sotto attacco. Gli esportatori di democrazia sono così buoni che non ammettono disobbedienze ai loro ordini, interessi e desideri.
Per l'Europa leggevo di sondaggi molto favorevoli alla Le Pen, allo UKIP e agli identitari olandesi.
In Italia, a parte la fuffa e i kapo' di regime (di cui il mov cinq st fa parte a tutti gli effetti) o partiti/movimenti devastati dalla repressione neanche fossimo in Birmania.
Scarth

Nessie said...

A proposito dei M5stelle, hai visto la sceneggiata del bacio frocio in aula, dei loro Pirlamentari? A costoro non va più bene manco la Boldrini perché vorrebbero che acceleressero la legge sul reato di omofobia.
Mi piace, perché ora che si stanno rivelando in tutta la loro Pirleria tarocca e mondialista, c'è Barnard (evidentemente alla frutta pure lui) che propone un'alleanza con loro in 8 punti:

http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=721

Anonymous said...

No, la giravolta di Barnard non la sapevo: s'è fulminato il cervello? Quel movimento cinq st, che sembra la versione europea delle "spontanee" rivoluzioni, è tanto "rivoluzionario" che non sgarra un punto dell'agenda forcaiolo-globalista con tutti i suoi dogmi. La quintessenza del conformismo politicamente corretto.
Scarth

Nessie said...

Ricordo anche la comparsata di Casaleggio a Cernobbio in mezzo ai massoni banchieri, da loro applauditissimo. Venire a scrivere (come ha fatto Barnard), 8 punti nei quali però si dice nemmeno troppo velatamente che Grillo e Casaleggio se ne devono andare fuori dalle scatole, è un po' come dire che vuoi la pasta al pesto senza basilico né pinoli. Impossibile!

Sai una cosa Scarth? Io sono sempre stata scettica sull'economia sganciata da una vera politica. E Barnard (e i suoi seguaci indottrinati dalla MMT, come una certa signora che impazza sul blog di Foa) credono che l'economia sia la panacea a tutti i mali dell'Italia e del pianeta.
Se non si ha una VERA forza politica di rappresentanza, anche il migliore dei metodi economici è destinato a starsene lì, nel limbo dell'indistinzione.

O a pretendere richieste impossibili al M5S.

Anonymous said...

Già Nessie, dimenticavo la presenza a Cernobbio: se non fosse stato organico a quella combriccola non l'avrebbero nemmeno fatto avvicinare.
E poi non dimentichiamo l'avallo a quel movimento fatto dall'ambasciatore amer. in quel liceo a Roma prima delle elezioni.
Sulla politica, anzi, Politica sono assolutamente d'accordo. Infatti le centrali finanziarie, hanno fatto di tutto per screditarla per asservirla ai loro intrallazzi.
Scarth

Nessie said...

Infatti Scarth. La prima cosa che fanno gli oligarchi è quello di DISATTIVARE LA POLITICA e di trasformare in lacché e camerieri gli uomini di Palazzo, pagandoli e corrompendoli a dovere.

Ma Barnard (come tutti quelli di formazione marxista) è homo oeconomicus.E in questo alla fine ha dei punto di contatto con quei neoliberisti che poi critica aspramente.
La politica è, e deve essere, alla testa di tutto, dato che è l'arte di governare gli uomini e le società. Solo una politica virtuosa, può governare un'economia altettanto virtuosa al servizio dei cittadini.

Vanda S. said...

A proposito di razzismo....aiuto!!!!!
La frase finale di quest'articolo e' davvero inquietante:
" ....se infatti il razzismo ha una radice che la scienza può individuare, forse la stessa scienza può aiutare ad estirparla. " Cos'altro ci aspetterà????
http://www.lastampa.it/2013/09/21/societa/il-razzismo-radicato-nel-cervello-b2UqlxKPiKZ4DnwuS9s9DN/pagina.html

Josh said...

dall'art di Vanda
"una specie di Arancia Meccanica..ma a fin di bene" dice lì.

Ti lobotomizzano, ma è per il Common Good.

Nessie said...

Sì Vanda, conosco quell'articolo. A breve ci faranno la fotografia al cervello per vedere come la pensiamo.

Vanda S. said...

Lo scenario somiglia sempre più al testo della canzone "Uprising" dei Muse, solo che non sono convinta che noi vinceremo....

Paranoia is in bloom,
The PR transmissions will resume,
They'll try to push drugs that keep us all dumbed down,
And hope that we will never see the truth around
(So come on)
Another promise, another scene,
Another packaged lie to keep us trapped in greed,
And all the green belts wrapped around our minds,
And endless red tape to keep the truth confined
(So come on)

They will not force us,
They will stop degrading us,
They will not control us,
We will be victorious
(So come on)

Interchanging mind control,
Come let the revolution take it's toll,
If you could flick a switch and open your third eye,
You'd see that
We should never be afraid to die
(So come on)

Rise up and take the power back,
It's time the fat cats had a heart attack,
You know that their time's coming to an end,
We have to unify and watch our flag ascend

They will not force us,
They will stop degrading us,
They will not control us,
We will be victorious
So come on

They will not force us,
They will stop degrading us,
They will not control us,
We will be victorious

Nessie said...

Strofe e ritornello ottimisti. Speriamo che si avverino, Vanda. In ogni caso, siamo nelle mani del Signore.

Lo PseudoSauro said...

Il razzismo sta nel cervello.
Il razzismo e' un ostacolo al One World.
Cambiamo il cervello.

Questo e' parlare chiaro.

Sarei curioso di conoscere quali sarebbero i "diritti umani" che ispirano gente a cui sembra che l'uomo cosi' com'e' fa un po' schifo.

Sono i diritti dei futuri de-amigdalizzati ?

E credevo di averci capito qualcosa, ma se esiste gente cosi', o sono alieni o cosa sono ?

I romani dicevano "inimici humani generis". E avevano capito tutto gia' duemila anni fa.

Nessie said...

Certo Sauro, cambiamo il nostro cervello, e il NWO si potrà fare senza problemi.
Sembra di essere complottisti quando si parla di microchip obbligatorio, ma mi pare che non manchi molto.

Anonymous said...

Il primo giorno di scuola...

Avevo nero il grembiulino
e al colletto un blu nastrino
avevo in man la nuova cartella
ero bambino e la scuola era bella!

C'eran la mia mamma e mio papà
che guardavan la mia felicità
anch'io li guardavo con amore
mica come 1 genitore,2 genitore!

Bei tempi quelli, vi andavo fiero
perché in classe nessun straniero
solo italiani belli e provinciali
non v'eran meticci né orientali!

Ogni tanto disegnavam bambini,
tutti italiani,non clandestini
e se facevam qualche bella bozza
mica pensavam alla Carrozza!!

Né al Vendola e manco alla Bodrini
già a quei tempi facevan casini
elogiando zigari gay ,rom e froci
e già si sentivan contrarie voci.

Avevamo pure l'ora di religione
con prete quieto, non Pampurione
che c'insegnava bella preghiera
non mondialista ma quella vera!

Poi v'era pur la ricreazione
oh! che bello e che emozione
andar tutti nel bel giardino
e non veder ombra di magrebino!

Nè allor nè adesso son razzista
ma levatemi la Kienge dalla vista
non per la sua faccetta nera
ma per la testa di marcia pera!

Ciao IL Vate!

Nessie said...

Grazie Vate, pure in rime baciate le canti. Occhio alla legge Mancino, però. A breve non si potrà neanche più rimare per scherzo.

Vanda S. said...

hai ragione, Nessie! Peggio dei papi contro Pasquino....attento, Vate che ti fanno fare la fine dei "ribelli" del film "Nell'Anno del Signore"
Nessie, tu dici che siamo nelle mani del Signore? Io dico che con tutte le porcherie che stiamo facendo, il Creatore non ne può davvero più!!!! Temo i cataclismi si tipo biblico: ce li stiamo guadagnando e meritando ogni giorno con il nostro operato!

Nessie said...

Era un modo di dire per affermare che dagli uomini non possiamo più aspettarci nulla di buono. Come dire che ci si affida alla Provvidenza. Ora di tutti i problemi da cui siamo afflitti, sembra che il più importante sia l'estensione della legge liberticida Mancino al reato di omofobia e di fare della sQuola (già ampiamente disastrata) una palestra per le politiche omosessualiste. L'agenda NWO, come vedi, deve marciare spedita.

Anonymous said...

Chi è Max Stirmer (m5s...)?
http://blogghete.altervista.org/joomla/index.php?option=com_content&view=article&id=916:chi-e-qmax-stirnerq&catid=25:politica-italiana&Itemid=44
Marco

Nessie said...

Ah! Ah, Casaleggio che si dà il nick di un noto filosofo della destra hegeliana?!? :-)

Sono dei buffoni e non c'è da stupirsi. Gianluca Freda dice sul M5S esattamente quanto va scrivendo da tempo la sottoscritta: una rivoluzione colorata cri-cri (Grillo, cricket) simile a quelle esportate in Nord Africa.

Anonymous said...

Grazie! per il monito sulla Mancino
alla prossima allungherò il brodino
tanto quello sulle intercettazioni
ha creato dubbi e contestazioni
su colui che non mio Presidente
s'è fatto beffa e gioco della gente
col ricorso agli "amici"in Consulta
ora nulla a suo carico risulta!!!
Cordialmente(Il Vate)

Anonymous said...

La deriva anti-umana dell’Europa
gay pride(di Danilo Quinto)
...
L’Europa alla quale fa riferimento l’onorevole Boldrini è la stessa Europa nella quale si consuma un aborto ogni 25 secondi; dove i matrimoni tra persone di sesso opposto sono diminuiti del 30% negli ultimi vent’anni; dove la natalità e il tasso di crescita della popolazione sono garantiti solo dagli immigrati. È l’Europa che ha evitato di scrivere nella sua Costituzione i fondamenti cristiani della sua genesi; che incoraggia la distruzione degli embrioni umani al fine della sperimentazione scientifica. È un continente che ha perduto la sua anima cristiana, che vive di edonismo e di desiderio di libertà e che è il principale attore di quella deriva anti-umana che prelude alla sua fine, sul piano storico e politico.
http://www.corrispondenzaromana.it/la-deriva-anti-umana-delleuropa/
m

Josh said...

@Nessie

su Grillo e soci
"una rivoluzione colorata cri-cri (Grillo, cricket) simile a quelle esportate in Nord Africa."

esattamente così. Ricordate poi prima dell'estate che Grillo ripeteva ogni 2 per 3 che l'Italia aveva bisogno di una "Primavera araba".

Delirante.

Nessie said...

Sì, ricordo Josh quella citazione che si riferiva alla "primavera araba". E' evidente che Oltreatlantico ci trattano da "arabi" e che hanno trovato in proposito, il loro sobillatore e agitatore.

Nessie said...

Josh, leggi questa:

"Beppe, devi capire le basi di macroeconomia dello Stato.

Tuo sempre collaborativo Paolo Barnard e Mosler Economics Modern Money Theory".


http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=722

Ora che lo vedono anche i sassi che Grillo è solo un brocco-tarocco, arriva Barnard a offrirgli "collaborazione".

Anonymous said...

Ciao Nessie, ho letto il link di Paolo Barnard; mi immagino le ghignate che si saranno fatti a Cernobbio il suo principale e i suoi soci. Già che c'era poteva mandare l'omelia anche alla Goldm. Sac. proponendogli un'alleanza.
Quello che mi spaventa del movimento di Grillo e che ha in comune con le "spontanee rivoluzioni", è l'enorme carica di violenza e di negazione dei basilari diritti umani, civili e politici che distinguono uno stato di libertà da una dittatura. Evidentemente la fabbrica dal quale è stato sfornato il prodotto è la medesima.
> m/Marco: a quei principi non negoziabili direi che non crede nemmeno il nuovo Papa che intima infatti di non parlarne.
Scarth

Anonymous said...

> scarth
ho messo qualche links in fondo al post precedente, aggiungo:
Los Medios aprovechan la confusión papal
http://pagina-catolica.blogspot.it/2013/09/la-culpa-no-es-del-chancho.html
ciao. Marco

Eleonora said...

http://www.corriere.it/scuola/13_settembre_24/scuola-stranieri-test-immigrati_af0679b4-24db-11e3-bae9-00d7f9d1dc68.shtml

Della serie: quando anche i ricercatori sono perfetti imbecilli. Qui si dice che non è vera la storia dell'apprendimento più difficile. Ma c'è un commento all'articolo e lo riporto pari pari:

"Volevo contrastare il dato di due stranieri in classe. Ho due figli, uno in 5^ elementari, classe di 22 con 9 stranieri, un altro figlio in seconda elementare classe di 22 alunni di cui 11 stranieri. Concordo pienamente su quanto scritto in questo articolo, i problemi di apprendimento complessivo ci sono eccome! Gli insegnanti perdono il triplo del tempo a spiegare le cose, soffermandosi anche settimane su argomenti che andrebbero affrontati in un giorno per far si che fli stranieri possano capire. Adesso sono io razzista che mi devo lamentare di questo andamento? io so solo che se avessi le possibilità economiche li manderei alle scuole private, senza esitare per assicurargli un futuro migliore, che così mi sembra già compromesso in partenza!"

Anonymous said...

m. In quest’intervista il padre Padre Paolo M. Siano, francescano dell’immacolata ci svela la natura laicistica, gnostica, rituale, magica, indifferentista e relativistica della massoneria.
http://www.rassegnastampa-totustuus.it/modules.php?name=News&file=article&sid=5722

Vanda S. said...

Eleonora, sapessi quanti italiani qui a Roma che dicono le stesse cose del signore dell'intervento! Io sono vissuta molti anni negli USA e questo fenomeno dell'esodo nelle scuole private e' iniziato alla fine degli anni 80'. Quelli che non potevano permetterselo, andavano a vivere in stati americani prevalentemente occupati da autoctoni, trasferendosi con il lavoro.
La cosa tragica, e' che la gente peggiore occupa sempre le zone migliori: negli USA mica vanno a vivere nel Nebraska, ma in California!!!! Cosi nelle zone con climi piu' disagevoli, trovi spesso oasi di tranquillita' ....almeno finche' non arrivano gli immigranti di scarsa qualita'. (sottolineo di scarsa qualita' perche' quando gli USA hanno aperto l'immigrazione agli europei, hanno solo avuto dei grandi vantaggi e risultati! Oggi e' ben diverso.)

Anonymous said...

Ciao Marco, grazie per i link. Qualcosa mi dice che anche tu sei sulla graticola come me per quello che sta succedendo alla Chiesa.
I Francescani dell'Immacolata su loro pubblicazioni si erano occupati in maniera approfondita dell'oscura congrega e, guada caso, con la nuova gestione sono sotto repressione.
Scarth

Nessie said...

Grazie Ele, se ci è arrivato perfino il Corserva con articoli come quello che mi hai linkato, a capire certe cose, significa che siamo irreversibilmente alla frutta.

Anonymous said...

Chesterton l'aveva previsto, la deriva della moderna mentalità nichilista sarebbe stata – di lì a poco – il ridicolo. Cioè la guerra contro la realtà:

"La grande marcia della distruzione culturale proseguirà. Tutto verrà negato. Tutto diventerà un credo... Accenderemo fuochi per testimoniare che due più due fa quattro. Sguaineremo spade per dimostrare che le foglie sono verdi in estate.."

http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=2948
http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=2673
Marco

Anonymous said...

Vogliono sdoganare la pedofilia

http://www.oltrelacoltre.com/?p=16912

Marco

Anonymous said...

NUOVO ANNO SCOLASTICO: RIPARTE L'INDOTTRINAMENTO DI STATO

Del resto la scuola statale nasce proprio con l'obiettivo di scristianizzare la società

http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=2941