11 October 2012

Dallo champagne di Madrid alla Croce Rossa




 
 
Carta canta. Mi è capitato sotto il naso un articolo del 7 marzo 2004 firmato Stefano Folli  sul Corriere della sera dall'emblematico titolo "Lo champagne di Madrid" .
 
Eccone l'incipit :
 La Spagna è una bottiglia di champagne appena aperta... e adesso tutta la forza della società se ne sprigiona». Splendida definizione del suo Paese, quella offerta dal ministro degli Esteri di Madrid, Ana Palacio, e raccolta dalla rivista Time . Splendida, ma piuttosto dolorosa se letta da occhi italiani. Una volta, tanti anni fa, eravamo noi la bottiglia di champagne. Eravamo noi il Paese delle opportunità in riva al Mediterraneo.
 
L'editoriale non è di un ventennio fa ma di soli otto anni fa, nel quale Folli era dispiaciuto perché ci eravamo fatti bagnare il naso dai nostri cugini latini, nel bel mezzo del loro miracolo economico.  E cioè prima che la Spagna subisse il vile attentato di Atocha solo quattro giorni dopo. Oggi non ci sono i terroristi a metterla in sconquasso, ma la finanza rapace e predatoria di una Ue che ha a cuore solo i parametri di Maastricht, il Mes, il Fondo Salvastati, il Fiscal Compact e che il popolo crepi pure. Donne incinte denutrite? chissenefrega! Bambini? Idem. Disoccupati? Ma il lavoro è un lusso e non un diritto. L'importante è il pareggio di bilancio, l'austerità, i tagli e le manovre lacrime e sangue.
 
 Eravamo nazioni vitali e  pimpanti, noi dell'Europa mediterranea e improvvisamente siamo stati declassati a  porci. Cioè PIGS. Porco sarà chi ha inventato questo epiteto razzista,  tanto per cominciare!  Prima o poi torneremo persone con una dignità e stati con sovranità non assoggettati ai veri "maiali" che ci strozzano per poi fare strame del nostro benessere conquistato sospingendoci con violenza nella miseria e nella fame. Sta scritto nei destini dei popoli, ed è solo questione di tempo.  
Intanto si legga in questo pezzo apparso su Tempi che cosa sta accadendo ora nella Spagna dello "champagne madrileno" e della movida.
 
Un appello senza precedenti sta per essere lanciato dalla Croce Rossa spagnola: si tratta di una campagna per dare una mano a chi è stato colpito dalla crisi economica. Lo spot ("Ora più che mai") ha l'obiettivo di raccogliere fondi per aiutare almeno 300.000 persone che, stando ai dati dell'associazione umanitaria, vivono in situazioni di vulnerabilità estrema: disoccupati, famiglie senza fissa dimora, bambini che vivono in ambienti poco consoni. La raccolta fondi si terrà durante il "Dia de la Banderita", domani mercoledì 10 ottobre. L'obiettivo – come riporta il quotidiano El Pais – è quello di espandere l'assistenza sociale già fornita in Spagna. Secondo l'associazione (che serve due milioni e mezzo di persone ogni anno) l'82 per cento degli assistiti vive sotto la soglia della povertà (con un reddito inferiore a 627 euro al mese) mentre il tasso di disoccupazione è del 64,86 per cento. La metà dei disoccupati, secondo il bollettino interno della Croce Rossa Spagnola, è da due anni senza lavoro e non può contare su alcuna copertura di assicurazione.

In prossimità della stagione invernale, molti di questi poveracci non avranno di che scaldarsi e le mense scolastiche non hanno di che fornire pasti caldi ai bambini e il video di un povero padre che raschia gli avanzi di una frittata da una padella incrostata per sfamare i suoi figli, è già diventato un simbolo della Spagna strangolata dall'Euro.
Sarà contenta la commare secca Christine Lagarde dell'FMI. Saranno contente le Tre Moire della Troika. Ovvero i  curatori fallimentari del Pianeta.

 
Ora però ci vorrebbe qualche altro editorialista del Corriere, magari una mente  acuta e sopraffina, che ci spiegasse come la Spagna ha potuto nel giro di soli otto anni, precipitare dallo champagne (o dal cognac Carlos Primero) del "miracolo spagnolo", alla Croce Rossa. Ahora màs que nunca.
 
 

35 comments:

Lo PseudoSauro said...

Non erano bollicine: era un'unica grande bolla. Basta interpretare cosi' il testo del Folli. E' andata cosi' anche per la Grecia (hanno scritto altrettanto a suo tempo), per l'Irlanda etc. Concessioni di credito superiori alle possibilita' dell'economia reale e poi stretta creditizia: chiamiamolo strozzinaggio mondiale. Ovviamente, l'incravattamento e' il mezzo e non il fine. Il fine e' politico, non solo economico. Io ti presto 100 e tu mi rendi 1000. Fallirebbe chiunque, anche la Germania, con questo metodo. I prossimi saremo noi, che siamo ancora relativamente poco indebitati. Comunque, il metodo e' rivelatore della mentalita' di chi lo usa. Vogliono la libbra di carne.

Nessie said...

Ciao Sauro, scenari di guerra e di catastrofi all'orizzonte quando spunti tu :-).

Bollicine frizzante che scatenano bolle, come l'attuale bolla immobiliare spagnola. Come ho fatto a non capire i passaggi?
E' chiaro che Folli (nomen/omen) o chi per lui, non sarà mai in grado di spiegarcelo.
Né "ahora" né "nunca". Questo non gli ha impedito di essere stato assunto al "Sole 24 h".

Anonymous said...

Ho già visto il video della Cruz Roja spagnola su Ballarò, che finalmente invece delle solite risse tra politici in studio, lo ha mostrato nella sua crudezza.
Mi chiedo anch'io come hanno potuto ridurre i popoli in questo stato. E' come se avessero attuato un bombardamento invisibile da cui non è possibile salvarsi per poi avere il pretesto di ricostruire tutto daccapo tanto x "fare ripartire l'economia". In altre parole, fanno esperimenti angosciosi sulla nostra pelle per vedere gli effetti che fanno. E la Spagna è qui a due passi ma poi toccherà a noi.

Woody

Nessie said...

Hai usato una splendida metafora Woody, quella del "bombardamento invisibile". E quello della crisi finanziaria in un certo senso lo è. Lo scenario è quello delle macerie di fine guerra. Poi gli stessi che bombardarono, furono anche gli stessi che si fecero chiamare "liberators" con il Piano Marshall per la ricostruzione.

Dovremmo ringraziarli - suppongo - perché non ci sparano direttamente i droni sopra la testa, ma solo colpi di spread, di indice Mibtel e di agenzie di rating che applicano la solita lettera scarlatta di una sola A. Come ha fatto ieri e oggi per la Spagna la Standard & Poor.

Josh said...

come sempre quando interviene Pseudosauro ha già riassunto tutto lui...

Nessie said...

Evvabene Josh, non ti buttare mica giù: riassumi qualcosa anche tu. Ne hai facoltà, visto che è un po' che non transiti da queste parti :-)

Anonymous said...

Dopo Grecia e Spagna indoviniamo quale sarà la terza nazione ridotta alla miseria. Indoviniamo soltanto perchè è proibito dirlo. C'è comunque una certezza fin da ora. A differenza di Spagna e Grecia noi non ci ribelleremo, anzi applaudiremo festanti e rimbambiti al nostro macello.
Mi è venuto il groppo alla gola a vedere la dignità dei greci alla visita della cancelliera del IV Reich nei territori appena conquistati.
Ci sono voluti 7000 uomini - l'equivalente di una divisione aeroportata dell'Esercito Sovietico dei bei tempi - a tenerli a bada. Da noi basteranno un paio di giornalistoni-Kapo' di regime.
Scarth

Nessie said...

Scarth, anche a me ha fatto venire il groppo in gola lo spot di questo povero padre che raschia la padella, nel tentativo di dar qualcosa da mangiare ai figli, prima che intervenga la Croce Rossa. A che punto ci hanno portato questi stramaledetti usurai!

Intanto da Francoforte assistiamo all’ennesima burla: i bancocrati ci dicono che la crisi ha fatto perdere (ha "bruciato") 4 milioni di posti di lavoro in meno all’anno.

Della serie, i piromani incendiari urlano AL FUOCO! AL FUOCO! solo dopo aver bruciato e desertificato l’Europa e i suoi popoli.

Anonymous said...

"Quello che è successo è che entrando nell'euro la Spagna,l'Italia ecc. hanno ridotto loro stessi a paesi del terzo mondo che prendono in prestito la moneta di qualcun' altro."Paul Krugman
"L'aver reso le banche del tutto indipendenti dallo stato ha fatto si che potentissimi finanzieri ed altri esponenti delle elites rovinassero paesi interi."George Soros
"Il problema è la mancanza di possibilità di stampare moneta da parte dei paesi deboli dell'euro(Grecia,Spagna ecc)."George Soros
"L'indebitamento degli Stati dei gentili(goym) è LA PROVA che hanno un cervello puramente animale."l'ebreo Joseph Hoppenheimer
Metal

Anonymous said...

"l'economia Italiana è debole solo secondo i parametri di Maastrich.Se avesse ancora una banca centrale SOVRANA non sarebbe in questa situazione."Ambrose Evan Pritchard
"è folle che lo stato emetta bonds invece di stampare euro."Martin Amstrong"
"Senza sovranità monetaria,il governo non ha soldi,tranne quelli che confisca ai cittadini."Dan Norcini
"Praticamente siamo in questo schifo totale perchè un piccolo gruppo di famiglie dinastiche ha accumulato ricchezze illimitate usurpando il ruolo del governo nella creazione del denaro."Anonimo
"Ormai le nuove generazioni,se noi seguitiamo così,non avranno altra scelta che quella tra il suicidio e la disperazione.Questo avverrà se noi non sostituiremo alla moneta debito,la moneta di proprietà."Giacinto Auriti.
Metal

Huxley said...

Il 'miracolo' spagnolo era essenzianzialmente dovuto alla bolla immobiliare (quella che ha consentito in tutto il mondo occidentale di far passare cartaccia per valore reale); scoppiata la bolla è scoppiato il paese, con i soliti avvoltoi pronti a banchettare sul cadavere. Ma il vero 'bue grasso' siamo noi, ovvero la portata principale. Tutta la mia solidarietà al popolo spagnolo, ma adesso che ci hanno anche le luci diventa sempre più difficile trovare una via di uscita.

Nessie said...

Ottime citazioni, Metal. E alcuni di questi, anche ottimi maestri purtroppo inascoltati. Quando addirittura non osteggiati, come nel caso di Auriti, che si è fatto pure la galera.

Nessie said...

Sì, ma le bolle, anche quando non ci sono, si creano ad arte, caro Huxley. Nel caso della Spagna hanno certamente avuto gioco facile.

In Italia sanno perfettamente che oltre l'80% dei cittadini è proprietario di case. E allora che ti studiano? L'IMU ovvero la peggior tassa espropriativa mai inventata al mondo per "movimentare" un mercato che prima non c'era. Infatti prima il Bene Rifugio della casa, passava dai genitori ai figli in caso di eredità. Ora invece non sono poche le case messe in VENDITA che attendono acquirenti che mai verranno. In compenso chi ha tanti soldi fa affari d'oro, perché compra a prezzi stracciati. In primis, le Banche, tanto per non cambiare!

La bolla immobiliare non c'era in Italia, ma ora la creeranno. Hai perfettamente ragione quando parli di "bue grasso" con cui banchettare.

Anonymous said...

Oltre agli innumerevoli balzelli già presenti (destinati ad alimentare in massima parte il parassitismo di regime) stanno introducendo la cosiddetta "Tobin Tax" che molto verosimilmente andrà a colpire ulteriormente in particolare risparmi dei cittadini comuni.
Tanto per sottolineare il concetto di "predazione".
Scarth

Nessie said...

Sì ho sentito sulla Tobin Tax che nella migliore delle ipotesi è solo un pannicello caldo. La vera predazione tuttavia la fanno con energia privatizzata, coi tagli linearissimi anche sui disabili, insomma con quella che un tempo si chiamava "manovra" e che ora con uno dei tanti eufemismi orwelliani, si chiama "legge di stabilità":

http://www.ilgiornale.it/news/interni/approvata-legge-stabilit-sale-liva-e-scende-lirpef-845405.html

e lì dentro c'è tutto il museo degli orrori, a cominciare dall'ennesimo aumento Iva.

Aldo said...

PIGS. Mi piace considerarmi tanto sveglio, poi mi lascio sfuggire i "sottili" sottintesi di quell'acronimo. Hai assolutamente ragione, è un inno al razzismo, quel razzismo così vituperato, sulla carta, proprio dalle dirigenze europee, che ci vorrebbero aperti e disponibili verso tutto e verso tutti. Ebbene, non sarebbe il caso di invocare la legge Mancino (e sicuramente ne esistono di analoghe anche negli altri stati europei) per tutti coloro che impiegano quell'acronimo? Perché è vero: agli "alti" livelli, nessuna parola viene scelta a caso, e anche una sigla può diventare uno slogan per formare le coscienze e le opinioni. Dunque, le dirigenze dell'europa dell'inclusione come giustificano, alla luce dell'ideologia della quale non perdono occasione di riempirsi la bocca per drogarci i cervelli, l'uso di un acronimo tanto ghettizzante e, ribadisco che hai ragione, razzista?

Aldo said...

A proposito di leggi dell'economia, com'è che nessuno sottolinea la menzogna con la quale ci privarono dei meccanismi di difesa antiinflattiva dei salari? ("scala mobile") All'epoca ci raccontarono che era quel meccanismo a generare inflazione. Oggi i salari sono "congelati" (da alcuni anni almeno), eppure l'inflazione sale imperterrita, per di più in un contesto di riduzione dei consumi, il che è incompatibile con tutte le balle che ci hanno raccontato nei decenni scorsi. Non sarà che l'inflazione non è mai spontanea, e che è un'arma di esproprio non meno virulenta di IMU et similia?

Nessie said...

Caro Aldo, hai toccato uno di quegli argomenti da 1 milione di punti. Non solo c'è del razzismo in quell'acronimo, ma già nella sostanza, indica la voglia matta di "sacrificare" dei popoli sulla base della collocazione geografica.

La faccenda dei Porci l'avevamo già approfondita in un mio post pregresso di questa estate (16 agosto, per l'esattezza) , se ben ricordi:

http://sauraplesio.blogspot.it/2012/08/siam-tre-piccoli-porcellin.html

E se dai un'occhiata ai commenti, leggi (o rileggi) quello di SILVIO (h. 8,32) che è sempre molto ben documentato circa la sua origine.
Te ne riporto un estratto:

"In ultimo, l'acronimo PIGS (espanso in PIIGS). È stato coniato dai giornalisti anglosassoni (= tra i primi ad usarlo fu David Smith del “The Sunday Times” nell'articolo “Reform failures may still kill off the euro”).

Tale acronimo riflette il disprezzo che la finanza Khazara nutre verso i “goym, stupidi e lerci come i suini”.

Oggi il Financial Time (= leggi Rothschild) si è dichiarato pentito di aver fatto uso di tale termine ed ha proposto in alternativa l'acronimo “GIPSI”.

Che – tradotto – significa “ZINGARO”. Quanto è buono il “Financial”!
Lo contraccambio con l'augurio di un rapido crollo rovinoso...ovvero con l'acronimo “FUCKING” coniato dallo spagnolo Gallego Díaz per definire le fetide iene dell'Unione europea (= "France, United Kingdom, Netherlands, Germany").

8:32 AM


Ora cercano di rattoppare con l'acronimo GIPSI, che non cambia la sostanza, visto che il termine ZINGARO noi "porci" non possiamo permetterci di usarlo, perché considerato altrettanto razzista. E ci costringono a usare quello "Onusiano" di rom, anche per quelli che rubano, stuprano, praticano la prostituzione e sfruttano i figli minori per l'accattonaggio. L'oro, invece sì, possono farlo.
Della serie, quando la pezza di rimedio è anche peggio del male.
Sulla Mancino, avrei una serie di riflessioni da fare, ma poi non vorrei essere perseguita ai sensi della Mancino :-). Scusa il bisticcio.

Nessie said...

Sull'inflazione: sì non è mai spontanea ed è uno dei tanti strumenti di ricatto. Quando però la scala mobile fu tolta da Craxi, ci furono mobilitazioni a non finire della cosiddetta "sinistra di classe" (l'allora PCI) e pure un referendum . Oggi che stanno togliendo e tagliando e tassando e tartassando praticamente TUTTO, ci sono i soliti scioperetti a singhiozzo "per categorie".

Ma già, questa non è una manovra né una stangata, ma "una legge di stabilità". Orwell docet e ri-docet.

Maria Luisa said...

non siamo solo porci ma anche animali da soma:http://www.tmnews.it/web/sezioni/top10/20121008_173211.shtml.
Questo è delirio di onnipotenza.
Maria Luisa

Nessie said...

Grazie Maria Luisa, ho letto. E questo sarebbe un ministro della "pubblica istruzione"? Ma costui è un Attila devastatore.

Huxley said...

Premio nobel per la pace all'UE, va bene che il premio è totalmente svalutato, ma qui siamo alla follia pura-

Huxley said...

Anche questa notizia non è male, ecco il link:

http://www.linkiesta.it/banche-fisco-crediti-imposta-comma-55-trasformazione-dta

Nessie said...

Appena sentito, Hux. Beh, mi viene solo da rotolarmi per terra dalle risate. Ah, ah, ah! Dai guitti alla Dario Fo, alla Ue. Andy Warhol aveva ragione: nella democrazia un quarto d'ora di gloria non lo si nega più a nessuno.

Nessie said...

Tremonti? Quale Tremonti? Quello che ci ha rifilato Befera ed equitalia? E costui vorrebbe fare la verginella con un suo partito nuovo? Ma che Dio ce ne scampi...

Massimo said...

"Prima o poi torneremo persone con una dignità e stati con sovranità...". Ecco lo spirito giusto ! :-)

Nessie said...

Speriamo! Sentirsi chiamare "maiali" da dei maiali che ci vogliono in rovina, non è il massimo della vita.

johnny doe said...

Folli é ormai diventato un attento giornalista di regime....molto attento a non pestare i piedi al manovratore....

Intanto il governo dei sicari,continua la macelleria,inventando nuovi trucchi per mascherarla agli occhi di italiani sempre più addormentati.

1 - Tagli agli sgravi fiscali retroattivi per il 2012,mentre le riduzioni Irpef dell'1% invece a partire dal 2013,il che vuol dire che i benefici gli italiani interessati li vedranno nel 2014.Furbata da rubagalline....
Benefici peraltro annullati dall'aumento Iva del prossimo luglio.

2 - I redditi più bassi (pensioni minime....) non beneficeranno di nessun sgravio fiscale o diminuzione Irpef essendo al disotto dei 15 mila euro,ma in compenso saranno soggetti all'aumento Iva,erodendo ancor di più il loro scarso potere d'acquisto.Alla faccia dell'equità....

3 - La franchigia di 250 euro agli sgravi fiscali (altra erosione della diminuzione Irpef),colpirà ancora una volta maggiormente i redditi più bassi con minore capacità di spesa.

Se poi aggiungiamo tagli alla sanità,alla ricerca,alla scuola.....ci accorgiamo,se ce ne fosse ancora bisogno,che siamo in mano a degli aguzzini,a dei sicari prezzolati che vogliono affamarci e renderci schiavi degli strozzini loro padroni.Altro che crescita! Questi ci stanno sotterrando!

johnny doe said...

Intanto ieri un indegno capo dello stato delle banane blaterava che "per tornare a crescere indispensabile cedere quote di sovranità al'UE".
Da fucilazione.....
Se c'è uno da cedere,pure pagando,é questo sodale e servo degli strozzini.

Nessie said...

"Folli é ormai diventato un attento giornalista di regime....molto attento a non pestare i piedi al manovratore"-

Johnny, lo è sempre stato, sennò mica scriveva per il Corserva e per il Sole.

Quanto alla "manovra" che ora chiamano orwellianamente "legge di stabilità" si attaccano pure ai paralitici e ai disabili togliendo ogni civile conquista di pietas umana.

" Intanto ieri un indegno capo dello stato delle banane blaterava che "per tornare a crescere indispensabile cedere quote di sovranità al'UE".

Napolitano va processato per direttissima per alto tradimento. La faccenda della cessione delle "quote di sovranità" l'ha ripetuta anche stasera senza che nessuno di questi dannati mezzi busti del TG osi indignarsi o saltare sulla sedia.
E a coronamento di questo schifo, c'è il Nobel alla Ue, un'entità bancocratica affamatrice di popoli.

Josh said...

Inqualificabile ieri sera Napolitano a tg1
"L'Italia per crescere deve cedere altre quote di sovranità all'UE"

sono sobbalzato sulla sedia.

certo che c'è chi si attacca alle proprie stronzate proprio fino all'ultimo respiro vitale, tirando con sè nella .....mm nazioni intere.
che vergogna.

Nessie said...

Tutte le persone che hanno a cuore la propria patria, sobbalzano sulla sedia Josh. Tutte, tranne quella manica di venduti di giornalisti che danno la notizia come se si trattasse di noccioline. Tutte, tranne quella risma di politicume prezzolato (Il Trio Monnezza) che se lo mena e remena sulle alchimie elettoralistiche e se ne strafrega di un paese che va sempre più a ramengo, con a capo un presidente che andrebbe giustiziato per alto tradimento e attentato contro la costituzione.

Josh said...

aggiornamento italico:

tagliate anche le pensioni minime, le pensioni di invalidità.

Mi attendo anche il taglio degli arti per i nullatenenti, che non siano in grado di dare altro.

Diamo anche la prima rata dei 125 miliardi di euro che dobbiamo sborsare per il "Salvastati" in Europa.

Sono dei traditori della Nazione e in pratica degli assassini che andrebbero giustiziati. Punto.

Nessie said...

Col MES e col Fiscal Compact, dovranno fare manovre (che non si chiameranno "manovre" ma patti di stabilità, Orwell docet!)ogni anno (e pure anche ogni 6 mesi) fino all'estinzione dei cittadini stessi. E Passera ha trovato un bel rimedio ammazzavecchi: farli curare on line, con fascicolo sanitario on line e il medico on line.

Non avete una connessione ADSL? Beh, vorrà dire che CREPERETE prima.
Nel mentre Culatello Bersani si preoccupa della bontà delle "primarie".

Come disse Jefferson, l'albero della libertà di tanto in tanto dev' essere innaffiato dal sangue. Sennò non ci si libera. Buona domenica a te e a tutti!

Nessie said...

Josh, hai letto qui?

http://www.corriere.it/economia/12_ottobre_14/polizze-vita-riordino-fiscale-sensini_f1a5d1b0-15bf-11e2-9913-5894dabaa4c4.shtml

altro che fucilate! con 15.000 euro all'anno sei considerato un nababbo da tassare...