29 July 2012

Il Drago custode dell'Eurogulag



Certo che questi euromassoni ne hanno da vendere,  della fantasia... Mettere uno che si chiama Draghi quale custode del tesssoro, (e cioè della BCE) è già in sé una bella favoletta crudele. I nomi sono presagi, dicevano i latini. Se poi il Drago Draghi si mette pure a rilasciare interviste come quella ormai leggendaria data a Le Monde, allora è il caso di dire lasciate ogni speranza a voi che entrate. Per chi si fosse perso qualcosa, ecco l'intervista integrale di Draghi al quotidiano francese, dal titolo Non, l'euro n'est pas en danger.  E qui, la traduzione data da Repubblica.
Che cosa emerge da tale intervista?
Semplice:  occorre intensificare la chemioterapia in modo da espropriare definitivamente gli stati-nazione della loro sovranità, conditio sine qua non per il cosiddetto risanamento. Il malato si abbatte e non si cura.
La medicina del  doktor Drakenstein è chiara: dalla crisi si esce con "più Europa", attivando una mappa (ci vuole sempre una mappa, quando c'è in gioco il tesssoro) dalle quattro componenti: finanziaria, fiscale, economica e politica. Con strumenti concreti quali: "un'unione finanziaria, un supervisore bancario, dei fondi di aiuto in grado di ricapitalizzare le banche quando questa supervisione sarà a posto". E ovviamente "un calendario di messa in opera".
Alla domanda : "Si rimprovera alla BCE di non fare abbastanza per gli stati", ecco cosa risponde Herr Drakenstein: "Questa idea di un mercanteggiamento tra gli stati e la BCE è un equivoco. Il nostro mandato non è risolvere i problemi finanziari degli stati, ma garantire la stabilità  dei prezzi e contribuire alla stabilità dei sistemi finanziari in tutta indipendenza".
Lo avevamo capito  da un pezzo che la sua filosofia è sempre quella: Geld uber alles.
La Bce, insieme al Fmi  e alla Commissione Europea, ovvero la temibile Triade, dopo aver imposto condizioni-capestro agli Stati per poter accedere al credito finalizzato al ripianamento del debito pubblico, ora ci dice attraverso il suo massimo esponente che non è suo compito risolvere  i loro problemi. Questi ultimi, sono essenzialmente legati alla carenza di liquidità monetaria e l’unica istituzione titolata ad emettere l’euro è la Bce che però si rifiuta di farlo. Quando però le banche e le società quotate in borsa crollano si pretende - guarda caso -  il massiccio intervento degli Stati con tanto di fresco  denaro pubblico, prendendo  direttamente in ostaggio financo il risparmio privato dei cittadini;  di converso, quando gli Stati sono in crisi, si volta loro le spalle e li si abbandona al loro destino. Una comodissima socializzazione delle perdite ma privatizzazione degli utili. Occorre, secondo la cura Draghi, salvare l'euro per far crepare  tutti noi in quanto persone. La Ue-BCE è dunque un immenso schema Ponzi basato sull'indebitamento coattivo degli stati in via di smantellamento e  di dismissione. 
E in tutto questo scenario da incubo, in casa- Italia il Trio Monnezza ABC  non ha nulla di meglio da fare che litigare come i ladri di Pisa su Porcellum sì, Porcellum no, Porcellum bum. Dopo la rissa, corrono al ristorante e si  fanno du' spaghi insieme.


Un pezzo di Paolo Barnard sul tema: http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=416

Sullo stesso tema anche questo di Marco  Della Luna: http://marcodellaluna.info/sito/2012/07/26/draghi-difende-leuro-le-banche-ma-non-gli-europei/

e quest'altro di  Maurizio Blondet per il tramite di Rischio Calcolato:

59 comments:

Anonymous said...

Eccellente post, Nessie. Difficile da commentare, perché hai già scritto tutto ☺...
Su Draghi, il «vile affarista», che farà di tutto per adempiere al suo “mandato”. E sui tre porcellini, che imitano i bizantini assediati dai mussulmani.
Quelli discutevano sul sesso degli angeli. Questi, per far finta di esistere, mentre il mondo crolla si accapigliano sulla legge elettorale e sulle unioni omosessuali.
Ha ragione Barnard quando sostiene che la Bce, se volesse, potrebbe acquistare i titoli del debito. Potrebbe farlo anche la Banca d’Italia, come fa la Deutsche Bank. Se volesse...
Il fatto è che non vuole e non può. Perché la consegna non è quella di salvarci, ma di spremerci come limoni e ridurci sul lastrico, per poi venirci a dire: «Vedete? Nonostante la nostra buona volontà, il nostro valore e il sapere professorale, non ce l’abbiamo fatta. Dunque siamo costretti a venderci tutto: industrie, monumenti, coste, isole, montagne ecc. Anche le vostre case, naturalmente. A malapena riusciremo a salvare le nostre...».

Non so quanto ci sia di vero nella notizia, letta stamani, secondo la quale Soros si appresterebbe ora a mettere alla graticola la Germania. Potrebbe essere un bluff per nascondere altri propositi, o potrebbe essere che il grande pescecane abbia deciso di “allargare il fronte”, forse per rimediare alla scoppola presa qualche mese fa, quando scommise sul ribasso dell’oro rimettendoci una barca di soldi.
In ogni caso, se la voce dovesse rivelarsi attendibile, l’ultimo a meravigliarsi sarei io che in tempi non sospetti avevo scritto su questo blog: «La macelleria ricomincia. Prima coi pigs, poi si passerà ad animali più “nobili”…» (1-3-2010 – per inciso, il tuo archivio è una vera miniera: non c’è nulla di quanto è successo che non sia stato anticipato e sviscerato, spesso con largo anticipo).

Ricorderai che il via alla speculazione contro il nostro debito sovrano, lo diede proprio la Deutsche Bank ai primi di luglio dell’anno scorso, quando – in una sola mattinata – si sbarazzò di circa l’88% dei Bot in suo possesso. Cominciò così, e da allora, ad ogni rialzo dello spread, la Germania guadagna fior di milioni vendendo il suo debito ad interesse sempre più basso: addirittura zero o “negativo” (e mi piacerebbe davvero conoscere di persona quei campioni di “investitori” capaci di simili acquisti).
Pertanto, se per la legge del contrappasso domani dovesse ritrovarsi nelle peste, la Germania potrà ringraziare la miopia dei suoi banchieri centrali, bravissimi nello sfruttare i vantaggi immediati, ma pessimi strateghi e totalmente incapaci di vedere in prospettiva l’esito delle loro azioni.
Sono infatti Ackermann & Co. a muovere i fili della Merkel, una mediocre, oscura ex funzionaria della Sed, buona al massimo a dirigere una sezione di partito.

Gironzolando sul web, mi sono imbattuto in questo ottimo articolo di Alessandra Nucci:

http://www.riscossacristiana.it/index.php?option=com_content&view=article&id=1667:italiani-furbastri-egermania-lungimirante-di-alessandra-nucci&catid=54:societa-civile-e-politica&Itemid=123

Se già non lo conosci, ti consiglio di leggerlo e di aprire i collegamenti: è un ottimo... riassunto delle puntate precedenti, sebbene non vi sia ricordato il ruolo avuto dal “consulente” Monti in occasione del primo declassamento da parte di Moody’s.
Utile soprattutto perché mostra come anche gli austeri campioni del... secondo popolo eletto (sono due, infatti) abbiano il vizio di truccare i conti. Proprio come dei qualsiasi cialtroni, morti di fame mediterranei...

Finché le prediche ci verranno da questi pulpiti, abbiamo tutto il diritto di rispedirle al mittente. Magari accompagnate da un sonoro pernacchio...
(no caste)

Huxley said...

E non appena il Drago ha parlato, è stato uno spellarsi le mani da parte della claque mediatica.. tanto più che il mistico rettile non ha neppure indicato in che modo salverà l'euro a 'tutti i costi'.
Una idea ce la fa venire lo 'zietto' ed i suoi amici del Institute for New Economic Thinking (INET)

http://www.wallstreetitalia.com/article/1414744/debito/soros-europa-un-sonnambulo-che-va-incontro-a-un-disastro-di-proporzioni-incalcolabili.aspx

Ovvero come curare una malattia che l'Oro stessi hanno creato, con medicine appositamente studiate dai medesimi soggetti. Possiamo dormire tra due guanciali e probabilmente ci sveglieremo sotto ad un ponte, chiedendoci se dobbiamo pagare per l'occupazione del suolo a qualche finanziaria che, nel frattempo, avrà 'privatizzato' l'area.

Nessie said...

Grazie No caste. Conosco bene Alessandra Nucci perché ho letto il suo libro "La donna a una dimensione" e per aver letto altri suoi interessanti articoli, perciò leggerò volentieri anche il tuo link. Ora vado anche a vedere la tua citazione "d'archivio" che spesso trascuro, ma è vero che abbiamo fatto discorsi che avevamo sviscerato con un certo anticipo e che poi - ahimé - si sono verificati per davvero.

Magari però, bastassero le pernacchie. Questi meriterebbero l'impiccagione.

Nessie said...

Huxley, avete parlato entrambi dello zietto George che prima di tirare lo zampino, ci delizierà di qualcheduna delle sue temibili carognate al cubo.

"Possiamo dormire tra due guanciali e probabilmente ci sveglieremo sotto ad un ponte, chiedendoci se dobbiamo pagare per l'occupazione del suolo a qualche finanziaria che, nel frattempo, avrà 'privatizzato' l'area".

Per il momento, non so se l'hai già notato, sono sparite tutte le fontanelle pubbliche e la gente viaggia con quelle dannate bottigliette di plastica di acqua minerale che paga un occhio della testa. Ma è solo l'inizio...

Anonymous said...

Con questi Signori (e dei loro tirapiedi nei diversi ruoli) la regola principale è che non bisogna MAI fidarsi di nulla. Per esempio: ma se la ricetta di Dr..i è così semplice, senza danni collaterali, immediata, disponibile ed efficace perchè non l'hanno mai usata fino ad ora?
E poi: ma voi li distinguete tra di loro? Mo..i, So..s, D..ghi, M..kel, Ba..so, tutti i maggiori giornalisti, tutti i maggiori economisti, tutti i banchieri ecc. ecc. a me sembrano tutti cloni, a reggimenti, l'uno dell'altro che recitano tutti invariabilmente, allo sfinimento, sempre la stessa improbabile e indigeribile solfa. E dato che TUTTO il potere è nelle loro mani e che quindi possono essere stati solo loro a scatenare questo orrendo pasticcio, non vi suona come una "lievissima" presa per i fondelli che si propongano anche come salvatori?
Scarth

Nessie said...

Articolo lunghissimo, No caste, quello della Nucci. Ho capito ben poco della parte tecnica legata alle speculazioni borsistiche, ma mi ha colpito questo passaggio:

" All'ingresso in UE la Germania andava bene e noi male? Beh, noi i conti in ordine non li avevamo, ed è stato scritto che l’allora Governatore della Banca d’Italia Carlo Azeglio Ciampi fece un escamotage per farci entrare nel "paradiso" UE: nascose il debito delle FFSS sotto una voce esterna al conteggio presentato. Ed è ormai notorio che pure la sventurata Grecia fece delle scorrettezze contabili, aiutata nientemeno che dalla Goldman Sachs".

Dunque anche noi entrammo con una truffa nella Ue grazie a quel bellimbusto di inCiampi. E' proprio vero che la farina del diavolo va a finire in crusca.

Nessie said...

Caro Scarth, purtroppo come ho già avuto modo di dire, qui siamo ai piromani-pompieri. E i rimedi (i loro) sono anche peggio dei mali (procurati sempre da loro).

Aldo said...

Nessie, a proposito del ruolo e del destino delle fontanelle pubbliche (e non solo quelle) anni fa scrissi una paginetta in risposta a un articolo intitolato "La petrolizzazione dell'acqua". Se ti va, puoi trovare tanto l'articolo "ispiratore" quanto il mio commento a questo indirizzo. Non che si tratti di chissà quale genialata, ma magari potresti trovarla una lettura almeno piacevole.

Nessie said...

E' un ottimo pezzo, bravo Carpanix! :-)
Però il fenomeno delle ripresa economica negli anni '50 e 60 si chiama semplicemente "boom" e non "baby boom".
Altra cosa sono i "baby boomers", ovvero quelli come la sottoscritta nati nel dopoguerra. Ma è solo una piccolissima inesattezza. Tutto il resto è molto buono.

E ora prepariamoci anche al monopolio delle sementi Ogm da parte della Ue pure nei nostri mercati. Allo schifo non c'è mai fine.

Aldo said...

No, no, non è un'inesattezza. Intendevo proprio il baby boom, quel drammatico fenomeno che ha portato la popolazione d'Italia a crescere di una bella decina di milionate abbondanti di persone nell'arco d'un decennio sì e no (lo stesso fenomeno per il quale a quelli della mia generazione [i baby boomers come giustamente rilevi] è stata revocata la pensione, anche se a parole si finge le le cause siano altre).
Chissà perché a nessuno viene in mente di rimarcare con l'opportuna evidenza che i "troppi vecchi" di oggi (e di un assai prossimo domani) sono stati "troppi bambini" una cinquantina d'anni fa...
Ora si replica con l'immigration boom, che finora è numericamente un po' meno grave, ma decisamente peggiore per via delle ricadute sociali deleterie.

Nessie said...

Ah, in questo senso l'intendevi!
Però non sarei così sicura che l'incremento fosse stato così massivo, perché negli anni '60 è arrivata subito la pillola antifecondativa e molte famiglie (tra le quali la mia) non hanno più di un figlio o due al massimo. Ma anche negli anni '50 nell'alta Italia non c'erano famiglie così numerose; più che altro lo erano quelle del Sud. Ad ogni modo non vorrei impelagarmi in un argomento che è la tua specialità :-)

Nessie said...

PS: quanto all'immigration boom, per il momento non prevalgono ancora per numero, ma le loro culture (o meglio, subculture, in molti casi) sono assai più invasive e aggressive delle nostre.

Josh said...

ho letto il post e non c'è molto da aggiungere, ottimo (il testo), pessime (le notizie).

E' una truffa, punto. Hai spiegato molto bene in questo passaggio, riuscendo a centrare il vero nocciolo, tra tutta la fuffa che invece vogliono propinarci:

" La Bce, insieme al Fmi e alla Commissione Europea, ovvero la temibile Triade, dopo aver imposto condizioni-capestro agli Stati per poter accedere al credito finalizzato al ripianamento del debito pubblico, ora ci dice attraverso il suo massimo esponente che non è suo compito risolvere i loro problemi. Questi ultimi, sono essenzialmente legati alla carenza di liquidità monetaria e l’unica istituzione titolata ad emettere l’euro è la Bce che però si rifiuta di farlo. Quando però le banche e le società quotate in borsa crollano si pretende - guarda caso - il massiccio intervento degli Stati con tanto di fresco denaro pubblico, prendendo direttamente in ostaggio financo il risparmio privato dei cittadini; di converso, quando gli Stati sono in crisi, si voltano loro le spalle e li si abbandona al loro destino. Una comodissima socializzazione delle perdite ma privatizzazione degli utili. Occorre, secondo la cura Draghi, salvare l'euro per far crepare tutti noi in quanto persone. La Ue-BCE è dunque un immenso schema Ponzi basato sull'indebitamento coattivo degli stati in via di smantellamento e di dismissione"

questo è il cuore, purtroppo della questione,
per cui la qui nominata impiccagione è ancora poco.

Josh said...

Zio George tirare lo zampino?
l'è eterno quello lì...e se schiattasse ne fanno un Golem di modo che ce lo toglieremo mai di torno.

Nessie: "E ora prepariamoci anche al monopolio delle sementi Ogm da parte della Ue pure nei nostri mercati. Allo schifo non c'è mai fine."

c'è ancora di peggio, una notizia che diedi tempo fa ma non la trovo più, nemmeno nel web, l'avranno cammuffata.
E con sto macinino di portatile...

Oltre a questo che dici, hanno già brevettato anche pomodoro, patata e simili,
ma non solo OGM, anche quelli 'di tutti', naturali, e hanno brevettato pure i metodi di coltivazione naturali.
Come dire che se uno vuole coltivarsi il campo dovrà 'pagarne i diritti' ai legittimi proprietari che hanno "inventato" la patata, il pomodoro, anche naturali e non OGM, si sono appropriati di ciò che era di tutti, per metterci delle tasse in più e ricattarci fino alla fame (e alla sete, come spiegato delle fontanelle poco sopra).

un link sui "brevetti" di ortaggi coltivabili è qui
http://www.repubblica.it/economia/2011/10/25/news/brevetti-23791788/

l'altro era su Come Don Chisciotte

"l'Unione Europea quella che qualcuno spera "di riformare" si può permettere DI CONCEDERE IN MONOPOLIO LE TECNICHE TRADIZIONALI????
Come l'Unione Europea si è appropriata di tecniche agricole e REGALARLE A 4 CORPORAZIONI PRIVATE??????? "

http://comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=46639&highlight=

Aldo said...

Hai ragione. Ho controllato.

1950: 472240000
1970: 53745000

Questo aggiungerà parecchio "pepe" alle mie discussioni in materia, perché ho appena constatato che l'immigration boom è enormemente peggiore anche da un punto di vista numerico. Pazzesco, non l'avrei mai creduto! Ti ringrazio per avermi messo la pulce nell'orecchio. Se penso che questo sfacelo è evidentemente pianificato a tavolino dai nostri "dirigenti"! Che schifo!

Nessie said...

Grazie dei link Josh. Ora vado a leggermeli. Oltretutto come dici, se non compri i loro concimi e i loro antiparassitari, la verdura di un orticello non cresce. Pertant si impedisce al terreno di erogare le sue sostanze naturali e i suoi sali minerali. E se pensiamo che tutto questo fa parte dello stesso "pacchetto" ci becchiamo pure dei soliti "complottisti" e "cospirazionisti".

Nessie said...

Aldo, quei due dati (1950 e 1970) a che cosa si riferiscono? Alle nascite di italiani di "sangue" o agli immigrati?
Uno dei picchi più alti di new entry si è avuto con la Legge Martelli che se non sbaglio è stata varata nel '89. Controlla per favore...

I "nostri dirigenti" non dirigono un bel niente. Parlo dei nostri politici parassiti. Semmai fanno dirigere la musica altrove, senza assumersi direttamente le loro responsabilità esponendosi direttamente. E per il loro "laisssez faire", vengono pure strapagati.

Massimo said...

Tutto vero. Ma il difetto è nostro perchè manca un partito dichiaratamente antieuro, manca un Leader dichiaratamente antieuro che ponga al centro del proprio programma l'uscita dal sistema di tutte le nazioni oggi vessate dagli obblighi europei. Quindi non possiamo che limitare i danni sperando che quel che non c'è oggi possa emergere domani. Magari se si realizzasse l'auspicio di Juncker che ha candidato Schauble come suo successore, formalizzando il dominio tedesco ...

Nessie said...

Massimo, intanto ti chiedo scusa, ma ho dovuto ricopiare il tuo commento mettendolo in questo post con il Drago sottostante a quell'altro post senza immagini che ho eliminato, poiché era un "doppione" mal riuscito di questo.
Ogni tanto la piattaforma di blogger finge di non accettare i nuovi post, eppoi li pubblica con un giorno di ritardo, ragion per cui vado direttamente nell'editor e riscrivo.

Schuable? Junker? No grazie. Degli eurocrati apolidi e senza patria non mi fido. Giusta invece la prima parte del tuo discorso: non abbiamo un leader che metta una politica di riapproprazioni di sovranità monetaria al primo posto. Nemmeno il tuo Berlusconi che si fa solo gli affaracci suoi

Anonymous said...

Infatti è proprio così, Nessie. Anche i vari Ciampi, Prodi, Amato e Dini fecero i loro bei trucchetti per entrare nell’eurozona. Fu anche a tal proposito che si parlò di “finanza creativa”. Ci estorsero perfino una “tassa d’ingresso”, come sai. E chi doveva verificare i conti, in sede europea, chiuse entrambi gli occhi come poi fece con la Spagna e la Grecia.
Perché, secondo i piani di l’or signori (ottimamente rappresentati al vertice delle nostre istituzioni), l’Italia “doveva” far parte dell’eurozona. A noi non poteva essere concesso il lusso riservato alla Gran Bretagna: comproprietaria della Bce ma nello stesso tempo fuori dall’euro e padrona del suo debito, che può “governare” a piacimento, tenendolo al riparo dalla speculazione a dispetto di un bilancio fallimentare.
Di questo si è parlato spesso.
Quello che nessuno – o quasi – dice mai è che anche gli austeri teutonici, sostenitori a oltranza del rigore (altrui), truccano le carte come biscazzieri da strapazzo, riuscendo nel contempo a mantenere intatta l’aura di severità e disciplina.
Fortunatamente, ogni tanto, escono fuori articoli come quello dell’ottima Alessandra Nucci (e ce ne sono altri suoi nell’archivio di Italia Oggi), o come questo:

http://newrassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=search&currentArticle=18I1DU

che ti invito a leggere, soprattutto perché vi è acclusa una tabella compilata su dati di fonte tedesca e quindi non sospetti.

# Massimo.
Perché anche da noi nascano o si rafforzino (dato che qualcosa c’è già) partiti «dichiaratamente antieuro» (io preferirei antieuropeisti), dobbiamo sperare che gli italiani si decidano a prendere coscienza di alcune elementari verità. Come, ad esempio:
Che per noi l’euro è stata una iattura (basta raffrontare i dati degli ultimi anni della lira con quelli dell’euro).
Che malgrado una “vulgata” menzognera noi non dobbiamo nulla all’Europa, la quale finora ci è costata molto più di quanto non ci abbia reso.
Che semmai siamo creditori, non debitori.
Che non dobbiamo più essere disposti ad accettare lezioni, specie da parte di chi non ha titoli per impartirle.

Se non si entra in quest’ordine d’idee, i movimenti che auspichiamo non avranno mai elettori a sufficienza per affermarsi. E Dio sa quanto ce n’è bisogno, invece.
Di certo, mentre tutto sta crollando, non possiamo permetterci il lusso di continuare o ricominciare a gingillarci coi “Forza Silvio”, le “ridiscese in campo”, le boutade lanciate la sera e rimangiate la mattina da parte di chi ha scambiato la vita per un eterno carnevale.
Abbiamo già dato.
(no caste)

Nessie said...

Sono d'accordo sui 4 punti che hai evidenziato per Massimo, caro No caste.

Quanto alle cialtronate del "Forza Silvio" et similia, la sua grande occasione Berlusconi se l'è giocata per sempre: se l'è squagliata alla chetichella e con tanto di coda tra le gambe (pur avendo una maggioranza molto consistente) senza aver spiegato agli Italiani che cavolo è davvero successo. Un bel discorsetto a rete unificate per spiegare le cause di "forza maggiore" che lo hanno costretto a dimettersi, no?
La diarchia Monti-Napolitano avrebbe (sotto la direzione di altre regie occulte) agito lo stesso col colpo di stato tecno-finanziario, ma almeno la gente di buona volontà avrebbe saputo che diavolo è successo. Poi si sa, c'è sempre una buona metà di minus habentes o "coglioni rossi" o come altro vogliamo chiamarli che avrebbe tifato per il suicidio del paese, pur di mandare a casa l'odiato Berlusca. Ma l'altra metà avrebbe dovuto essere messa al corrente. Non foss'altro che per la fiducia data al governo uscente.

Nessie said...

PS: purtroppo non mi riesce di aprire il Pdf per collegarmi al link della rassegna stampa.

Josh said...

d'accordo con tutti i punti di No caste,
e mi viene in mente un parallelismo sulla genesi di un consenso forzato:

"...malgrado una “vulgata” menzognera noi non dobbiamo nulla all’Europa..."

sulla vulgata menzognera, ecco come si crea il consenso secondo un'analisi di Jünger, e come calza con la situazione vista in questi anni e il martellamento sulle magnifiche sorti e progressive dell'Europa e dell'euro :

"L'arte del comando non consiste semplicemente nel porre la domanda nel modo giusto, essa si rivela altresì nella messa in scena (di un evento), nella regia,
di cui detiene il monopolio.
L'evento va presentato come un coro assordante che susciti insieme terrore e ammirazione."

Più appropriato di così.

Nessie said...

Uhmmm...Passaggio al bosco, Josh? ovvero der Wanderer? Ah, ecco perché le bacche sul Giardino :-)

Ottimo Junger.

Josh said...

Sì Nessie, l'ho ripreso a distanza di anni...una volta mi piacque ma adesso che sono più vecchio, stufo e disilluso quel libro ha tutto un altro sapore...

Nessie said...

Anche a me ha gasato molto a suo tempo. Non mi è piaciuto il titolo dato alla distribuzione italiana dell'Adelphi "Trattato del ribelle".
Meglio quello tedesco. Colgo l'occasione, visto che parliamo di libri, di prendere in esame il Libro della brava Alessandra Nucci "La donna a una dimensione":

http://www.internetica.it/NucciDonna.htm

sulle politiche onusiane relative al femminile. Parla anche di manipolazioni legate ai trans, ai cambiamenti di sesso, e ad altre porcate di cui questo blog si è occupato in occasione del post sulle affermazioni di Veronesi.

Anonymous said...

ciao Nessie, un ottimo post, lo ho letto con piacere e mi ha distolto dal fastidio che mi creano le ultime vicisstiutdini del blog. Infine come dice Fausto, sono i contenuti che ci interessano, ed il tuo post me lo ha ricordato. Buona serata

Marista

Nessie said...

Telepatia?!? Stavo per scrivere sul tuo blog per le stesse identiche motivazioni, cara Marista.
Mi sorprende che Foa abbia lasciato tutto questo campo libero agli abusivi che fanno scempio degli spazi virtuali che li si lascia in loro dominio. Salvo poi, fare pure le vittime della "democrazia" che gli si è trafugato. Della serie, "chiagne e fotte", come si suol dire...
Grazie per l'apprezzamento e a presto. Ciao

Anonymous said...

#Josh, grazie per avermi ricordato un autore letto molti anni fa...

«L'evento va presentato come un coro assordante che susciti insieme terrore e ammirazione». Perfetto.
Mi sembra di rivedere i giorni della nascita dell’euro, con Prodi che stappava bottiglie di champagne e sventolava bigliettoni da 500, noi poveri “euroscettici” che dovevamo quasi andare a nasconderci per non essere additati come untori... e il “coro assordante” che non dava tregua...
Adesso siamo di fronte agli esiti di quella ignobile mascherata.

# Nessie, sono d’accordo con te: come titolo “Il trattato del Ribelle” non rende l’idea.
Un “Waldgänger” è un “imboscato”, nel senso di “chi si da alla macchia”. È diverso da un ribelle. Nella vecchia edizione, essendo intraducibile il sostantivo, si scelse un titolo che almeno descrivesse perfettamente l’azione: il “passaggio al bosco”, appunto. Ciò che non è evocato dal titolo dell’Adelphi, che per questo risulta completamente fuorviante.
(no caste

Nessie said...

No caste, ti ricordi che quando fu inaugurato l'euro (1 euro con l'uomo di Leonardo) Ciampi si mise pure a piangere? Ora di fronte a un ministro delle Finanze (così era Ciampi ai tempi dell'euro) che si mette a piangere, chi mai avrebbe osato pensare che sarebbe stata quella fregatura del secolo che abbiamo oggi sottomano?

Errata corrige: der Waldgaenger è il vero titolo e non der Wanderer come ho scritto in precedenza. Che vuol dire quel "darsi alla macchia" che ha tratto in inganno i traduttori. Ma il viandante del bosco, è comunque un uomo che sa resistere.

OT x Aldo. La legge Martelli è stata approvata nel 1990. Ho toppato di un annetto a malapena

Johnny88 said...

Ha detto bene Ida Magli, questi euro-isterici che ripetono "L'Euro è irreversibile" sembrano Luigi XVI sulla ghigliottina che dice "la monarchia è irreversibile".

Nessie said...

Ah, la Magli ha detto cosi? Beh, per una volta tanto nella mia vita non concordo con lei.
O meglio, preciso più nel dettaglio: Luigi XVI almeno ebbe legittimità a governare, ma questi qua oltretutto non li ha eletti un cane di nessuno. Come si permettono di fare i sacerdoti della MOneta e del Monetarismo?
Altro che presa della Bastiglia e ghigliottine ci vorrà per cacciarli!

aladino said...

Cara Nessie, dopo tanto finalmente un argomento da discutere. Molte cose le hai anticipate. Ci sono delle semplici soluzioni che i kriminali nascondono. Organizzazioni serie e collaudate.

Il sistema da usare è diminuire il denaro circolante, al fine di togliere il loro potere. Meno denaro circola (mortale nella loro ricerca della liquidità) più autonomi diventiamo dai banksters. Lasciamo ai grandi problemi, la risposta di un grande (oscuro funzionario che fece paura a Kohl).

1) Dividere le banche in Banche Commerciali e Banche d'Affari.
2) Comprare il nostro Debito Pubblico, sopratutto quello estero. Questo è possibilissimo e su questo argomento ho un progetto.

Torniamo a noi piccoli. 1) Creiamo delle banche del tempo. Io ti offro una mia ora per il giardino, tu mi offri una ora per farmi la spesa. Può diventare risolutivo per i nostri anziani (malati di solitudine) e lersone abbienti, per le persone che sono state esodate, ecc..... 2) Facciamo gli orti urbani (o sociali) mangeremo genuinità (non è detto che bisogna usare i loro pesticidi), mangeremo a km. 0, le persone noiosamente inattive, potranno dedicatsi ad una meritoria attività (per gli anziani, gli abbienti, eccc... La 3° soluzione più avanti. ciaoooooooo.

aladino said...

A proposito del trio Monnezza ABC, mandiamo loro una semplice nail: Delle nozze gay e della vostra sicuramente truffaldina legge elettorale. NON CE NE FREGA NIENTE. Sparite. ciaoooooo.

Nessie said...

Ciao Aladino. L'orto lo faccio già. Tutto il resto potrebbe venire assunto su scala più ampia in caso di penuria. In alcune realtà ho sentito che il baratto si fa già e un mio blogger che compare spesso qua (Aldo) ne ha già parlato.

La tua email al trio Monnezza è una buona idea. POssibilmente accompagnata da un sonoro pernacchione.

aladino said...

Cara Nessie, è possibile, legalmente, creare una moneta "locale". Esempio il comune di Vattelapesca crea una moneta valida solo nel proprio Comune. Non ha validità all'esterno dei suoi confini. Il pagamento corrente per le partite fuori del comune saranno in euro. Tutto ciò favorisce l'economia locale: preferisco farmi una camicia dal sarto del mio paese che, mi costerà meno e sfavorirà le semi-truffe cinesi. Da pensarci.

Altro: dalle mie parti si stanno reinventando i mestieri di una volta, giovani e meno giovani fanno gli arrotini, i spazzacamini, vedita porta a porta di attrezzi per la cucina fatti a mano ed in legno. Validità al 100%.
ciaoooooooo.

Nessie said...

Quali sarebbero "le tue parti", Aladino?
Anch'io ho trovato una brava sartina vicina a dove abito. Sempre meglio delle cineserie che ci sono in giro. A costoro - chisù perchè - concedono tutte le licenze possibili e immaginabili mentre le nostre botteghe storiche chiudono perché non riescono a sostenere le spese di gestione sempre più alte.

aladino said...

cara Nessie, sono friulano. Non sono a conoscenza se questi nuovi lavori siano "in regola". Non mi meraviglierei del contrario. Incomincio a capire chi pensa alla ribellione fiscale. Hai letto l'articolo su "Il Giornale" sugli enti inutili ? L'Associazione delle Province (istituzione) ne ha scoperti 3.127. Monti ne ha eliminate 39 (1,25%) facendo risparmiare all'Italia 7,5 MLD/€. Se tutte incidono sui costi alla stessa maniera (7,5 MLD : 39 = 192,8 mio/€ x 3.088 restanti) viene fuori la cifra strabiliante di 596.366.400.000. Altro che scontrini e tagli alle pensione, ecc...... Credo sia da considerare la cifra nel tempo. Senza parole. Questi parassiti ci hanno dissanguato da anni. Il drago le conosce queste cifre ?

aladino said...

Cara Nessie. Ho letto con piacere che, con precisa previsione l'orto lo hai già. Ma io sono partito con l'idea molto tempo addietro.

Premessa: "qualcuno" ha acquistato le sementi ed i raccolti DEL MONDO fino al 2.014. Non credo assolutamente che lo abbiano fatto da buoni samaritani per beneficienza. QUESTA E' UNA DICHIARAZIONE DI GUERRA AGLI UOMINI. Noi possiamo solo pensare a difendere noi stessi, i nostri cari. Dobbiamo pensare a chi non ha ed a chi non può. Dalle mie parti, nei paesi, ci sono grandi case dove vive solo una persona anziana, ricordo di vecchie famiglie di 15/20 donne e uomini, mamme, nipoti, nuore e generi. Ebbene quella persona sola ed anzziana, pur avendo nel retro un bell'orto non lo coltiva. Non può.

Inoltre in Città il Sindaco ha indetto il 3° bando di assegnazione di terre coltivabili per famiglie (pensa ai codomini).

Se tutti noi ci rivolgiamo alla persona anziana ed al Sindaco, chiedendo di poter coltivare quella terra non coltivata, accordandosi su un % per la persona anziana ed alla sua famiglia, un % da destinare agli asili, alle scuole, agli ospizi, ecc.....; il restante sarà per chi ha coltivato ed alla sua famiglia. Pensandola un pò più in grande. Il tempo da dedicare alla semina, alla cura ed al raccolto non è poi tanto ma, il beneficio è immenso. Senza considerare a questa attività può aiutare fisicamente mentalmente i disoccupati involontari (da licenziamenti agli esodamenti). Mi fermo quì per parlare della frignero. ciaoooooo.

P.S.: spero di aver reso l'idea.

aladino said...

Cara Nessie. Dimenticavo. Gli Orti Sociali o Urbani, non devono creare giro d'affari, cioè, non si puà vendere. Se rientra nel giro delle Banche del Tempo si chiarisce un bel pò di più. ciaoooooo.

Nessie said...

Alaino, tu pensi di farla franca con le tue mini-riforme agrarie senza pensare che questi bastardoni che stanno sulla torre di controllo, anzi sull'euroTower, non abbiano già studiato le contromosse per metterci i bastoni tra le ruote? Leggi il commento di Josh delle 11, 29 PM e visita i link che ha appena messo e che ripeto qui:
http://www.repubblica.it/economia/2011/10/25/news/brevetti-23791788/

e ancbe qui:

http://comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=46639&highlight=

Nessie said...

E c'è anche quest'altro, ma è a pagamento:

http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_jcs&view=jcs&layout=form&Itemid=140&aid=88036

Come vedi, il nemico non solo ci vede e ci ascolta, ma ci attacca.

aladino said...

Ne ero a conoscenza sulle granaglie. Quella di voler brevettare ortaggi e simili, anche in modo naturale, non solo biotec è INCREDIBILE.

Comunque conoscendo in parte il problema, credo si possa renderlo legale se non vi è "vendita e lucro".

Inoltre sono a conoscenza che (sulle granaglie) possono multare e condannare l'agricoltore che si permette di NON comprare da loro le sementi. Possono far radere (senza preavviso) al suolo il campo, seguto dall'arresto (senza preavviso) dell'agricoltore, in caso di reiterazione.

Come ho scritto in altro posto: QUESTA E' DICHIARAZIONE DI GUERRA AGLI UOMINI. Ammesso che ce ne siano con le palle. ciaooooooooooo.

Nessie said...

Dici bene: è una dichiarazione di guerra contro l'umanità tutta. E il bello è che questi falsoni farabutti si riempiono pure la bocca di "diritti umani".

Johnny88 said...

Capisco cosa vuoi dire Nessie. Comunque secondo me quella di Ida Magli era una battuta per dire come questi euro-dementi continuino a perseverare nella loro follia quando è palese a chiunque abbia un minimo di sale in zucca che l'euro-delirio sta per volgere al termine

Nessie said...

Il problema è che questi non mollano e non molleranno mai, caro Johnny, se non costretti dal bagno di sangue. Leggi un po' qui, ci converrebbe eccome uscire dall'Eurogalera, e l'oro lo sanno ma ce lo impediscono :


http://www.liberoquotidiano.it/news/Economia/1067699/Lo-studio-che-boccia-l-euro---all-Italia-conviene-uscirne.html

Huxley said...

Tranquilli, Rigor ha testè affermato che 'La fine del tunnel si avvicina'; poi inizia lo sterrato con le buche e alla fine il baratro.
Andasse a scopare il mare...

Anonymous said...

aladino said...
«Cara Nessie, è possibile, legalmente, creare una moneta "locale". Esempio il comune di Vattelapesca crea una moneta valida solo nel proprio Comune» ecc...

Giacinto Auriti, nella sua Guardiagrele (Ch) creò il Simec: moneta locale, di “proprietà del popolo” e senza debito...
Ci furono accurate indagini e ispezioni della Guardia di Finanza che stabilirono che era tutto in regola e non si stavano commettendo reati.
Qualche settimana dopo, visto il successo dell’iniziativa, che “minacciava” di contagiare i Comuni limitrofi (e lo stesso Capoluogo di provincia), intervenne Bankitalia.
Guardiagrele fu rovistata casa per casa, messa in stato d’assedio con uno spiegamento di forze che gli abitanti di Corleone non si sognano neppure nei loro incubi peggiori, e lo stimato professore universitario Giacinto Auriti finì alla sbarra degli imputati.

Questo perché, in regime di usurocrazia, tra ciò che è “legalmente” (o teoricamente) possibile e ciò che “realmente” ti consentono di fare c’è sempre una certa differenza. Stabilita da “l’oro”.
Non a caso, “dopo”, nessuno ha più avuto il coraggio di ripetere l’esperimento.
(no caste)

Andrea Cortesi said...

Ciao Nessie, sono contento di vedere che non hai perso il tuo consueto smalto.
Non dico niente sul tuo articolo perchè altrimenti i "cosiddetti" toccherebbero terra.

Ti racconto come funziona qui in Polonia x chi non ha appezzamenti di terra.
Fazzoletti di terra dati in affitto(bassissimo) e usanza già in voga prima del crollo del muro.
Praticamente a chi abita in condominio.

Se io al Sabato o la Domenica facessi un giro in macchina al di fuori del perimentro immediato della città, troverei chilometri di macchine parcheggiate con i proprietari dentro a coltivarsi le proprie cose.
E questo si nota chiaramente da primavera a fine estate.
In tutte le città.
Lo chiesi a mia moglie tre anni fa quando mi volle portare a vedere il "Baltico"...
Era giugno e tutte le città avevano queste colonne di auto.

Comunque tornando in Italia e forse in riferimento a Paladino, non si può negli asili impiantare niente, se non a scopo educativo. Perchè quello che mangiano i bambini deve passare atraverso le varie mense ecc.ecc.ecc.

Mio fratello che è un insegnante di asilo, oltre a piantarsi a casa un centinaio di piante di pomodori,zucchine e altro, da anni lo fa anche nell'asilo in cui insegna.
Ma poi mi dice, devo distribuirle tra le altre maestre e bidelle.
Rimane lo scopo "educativo" dell'azione(e in questo ho un fratello imbattibile), ma forse sarebbe meglio che i bambini apprezzassero anche quello che producono, per dare all'azione il suo pieno significato...
Peccato...
Cordialmente
Andrea Cortesi

Nessie said...

Huxely, Rigor coi suoi continui viaggi da un capo all'altro del Pianeta in cerca di investitori, mi ha davvero rotto. Se questo è governare... Così come non se ne può più di sentire TG e giornali radio, che aprono le pagine coi biscazzieri (ovvero con la Borsa e i mercati).

No caste, potresti dirmi in che periodo il povero Auriti dovette subire l'onta di cui hai parlato? Concordo al 100% quando scrivi: "Questo perché, in regime di usurocrazia, tra ciò che è “legalmente” (o teoricamente) possibile e ciò che “realmente” ti consentono di fare c’è sempre una certa differenza. Stabilita da “l’oro”."

Nessie said...

Andrea Cortesi, grazie del passaggio e della tua importante testimonianza in POlonia. Non sapevo che vivessi da quelle parti. Un caro saluto.

Anonymous said...

Nessie, Auriti creò il Simec nell’estate del 2000, godendo di un appoggio “trasversale” (Palmerio, sindaco comunista di Guardiagrele e Cucullo, sindaco missino di Chieti).
L’ “esperimento” si svolse in due fasi.
- Una prima di preparazione, immissione della nuova divisa monetaria e sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul “valore indotto” e la moneta “proprietà del portatore”.
Allo scopo, l’amministrazione comunale istituì un assessorato ad hoc. Fu in questo periodo che si ebbero le prime ispezioni e indagini della Guardia di Finanza, che certificarono l’assenza di atti illegali.
- La seconda, di circolazione vera e propria, nel mese di agosto. Il successo del Simec fu tale che centinaia di negozi lo accettarono al posto delle lire in cambio di merce, anche al di fuori dei confini comunali. In pochi giorni il fenomeno si stava spargendo a macchia d’olio e fu a quel punto che intervenne Bankitalia, muovendo toghe, pennacchi e galloni e mandando tutto a puttane.

Malgrado le porcherie che si leggono sul web (qualcuno ha avuto la sfacciataggine di evocare lo schema Ponzi), tutte le accuse contro il Professore caddero e nessuno ci rimise una lira.
Intanto, però, il venticello della calunnia era stato sparso e – soprattutto – il segnale era stato lanciato: chi tocca i fili muore. O comunque si prepari a passare un brutto quarto d’ora, rimettendoci in salute e in denaro.
Perché lo Stato, anche quando ti accusa ingiustamente, e poi ti assolve, non ti rimborsa le spese legali.
(no caste)

Aladino Freetaly said...

Cara Nessie, toccati gli argomenti: moneta ed alimentazione, riscopriamo che in Italia, come qualcuno tocca un tasto dolente che potrebbe sollevarci da un problema, scatta la repressione.

Moneta: non solo Auriti è stato messo alla sbarra ma, è anche finito in galera, pensa aveva denunciato la Banca d'Italia per signoraggio.

Alimetazione: Molti Paesi adottano il principio dell'Orto Sociale / Urbano o come vogliono chiamarlo. Se tutto ti va bene, vieni tacciata da nostlgica: Gli orticelli di guerra di Mussolini. Ci aspettano tempi duri.

Asili: mia moglie negli ultimi anni prima della pensione lavorava come cuoca in un asilo di suore. E' stato un periodo bellissimo. Ti racconto un particolare, alla festa di compleanno di un bimbo, le mamme NON potevano portare un dolce fatto in casa. LE MAMME di bimbi per altri bimbi. Assurdo. Mia moglie con grande felicità preparva una torta per 80/90 bimbi. Non ti dico le altre grane. Quando è entrata in vigore la HCCCP (che brutta sigla) ho detto a mia moglie: state attente, le prime ad essere ispezionate sarete voi. Infatti, il primo giorno ore 8.00 visita ispettiva. NULLA. In contemporanea visita all'asilo delle consorelle di Gorizia. NULLA. Hanno comunque affibbiato una multa per uno straccio (pulito) che serviva per pulire il pulito. ASSURDO. ciaooooooooooo.

Josh said...

da Aladino

"...HCCCP ....le prime ad essere ispezionate sarete voi.....Hanno comunque affibbiato una multa per uno straccio (pulito) che serviva per pulire il pulito"

sarei curioso di sapere se la stessa norma applicata nello stesso modo vale anche oggi per i cibi cinesi, o i kebabbari...

Aladino Freetaly said...

caro Amico Josh, naturalmente NO.
Ti racconto una storiella, tanto per capire dov'è la mafia & C.. Un caro amico è stato convinto a colpi di pistola a lasciare la sua pizzeria, acquistata regolarmente da qualcuno che era in galera per giusti motivi.
Prende un locale più piccolo (che era un CESSO, nel vero senso della parola), lo trasforma in un pulito locale con buon cibo e buoni vini. Molto familiare. Per renderlo ancor più familiare, installa un fornetto per pizza a taglio dedicato alle famiglie. Mal li colse. Ricevette la visita dell'Ufficio (che non dico) per un controllo. Per tre piastrelle scheggiate in cucina gli tolsero la licenza.
Un altro mio amico rileva il locale, NON cambia le piastrelle, prende il fornetto pizza NUOVO e lo getta VISTOSAMENTE nella discarica. Ha fatti i miliardi, esponendo salami friulani e prosciutti sandanielesi, formggio latteria ottimo.

Morale della favola. Noi pensiamo alla grande MAFIA spa., quando basta un piccolo stronzo per rovinare tot famiglie. E' finito in galera ma, intanto........
ciaooooooooooooo.

Nessie said...

Ah, addirittura nel 2000 è stata creata la moneta da Auriti? Credevo prima, comunque grazie No caste. In primo momento anche Grillo andò a scuola da Auriti sulla faccenda del signoraggio. POi ha lasciato perdere perché ha capito che come dici "chi tocca i fili muore".

Aladino, è un po' che nelle scuole e negli asili fanno le menate sulle torte caserecce fatte dalle mamme. A mio avviso, occorre trovare uno stratagemma: farle in un giardino o parco pubblico. ciaoo

Anonymous said...

Sì Nessie, il Simec è nato (e morto) nel 2000, quando eravamo già in... clima euro...
Naturalmente, gli studi di Auriti iniziarono molti anni prima (una quarantina), mentre le trasmissioni televisive partirono negli anni ’90. Ma solo nel 2000 il Professore tentò una verifica “sul campo” delle sue teorie.
Come andò a finire lo sappiamo, però sappiamo anche che il Simec “funzionava”...
Ne avemmo anche una conferma indiretta. Qualche mese dopo, in seguito al crollo dell’Argentina, quando in molte province di quel paese nacquero monete locali ispirate alle idee di Giacinto Auriti. Quelle piccole monete locali diedero il loro valido contributo al superamento di una drammatica crisi, nella quale – ricordiamolo sempre – gli argentini furono precipitati dagli insaziabili appetiti dell’usurocrazia e dalla complicità di una classe politica indegna.
Un “quadro” che, purtroppo, noi oggi possiamo ammirare molto da vicino...
(no caste)

johnny doe said...

DRAGHI,IL TERMINATOR DE NOANTRI

Lo avevamo anticipato nel post di qualche giorno fa "Il trucco continua",l'atteso bazooka della BCE si é dimostrato niente più che un fucilino ad elastico,montagne che partoriscono topolini,bufale per i peones.
Ora si é visto chi comanda veramente,a meno che non sia il solito teatrino dei ladri di Pisa per confondere le acque e le teste già abbondantemente rincitrullite da una misera stampaglia che si fa fatica a giudicare se sia più prezzolata o più demente.
Pennivendoli leccazampisti sparavano esultanti che bastava un annuncio di Draghi per calmare lo spread.
La politica degli annunci bufala,tanto cara al suo gemello Mariobufala,specialista in supercazzole,che gira l'Europa col piattino in mano,come un mendicante qualsiasi, e che media deontologicamente a livello dei lombrichi tentano di spacciare come un nuovo Metternich.
Draghi aveva detto ai quattro venti "pronti a tutto per salvare l'euro",pareva avesse in serbo l'arma segreta.E' bastato un achtung dei crucchi per metterlo in castigo e rimangiarsi le promesse da ambulante da fiera.
Una figura da peracottaro e un arrangiatevi per noi.
Gli speculatori,di cui si può dire giustamente tutto il male possibile,ma che fessi non sono,non han perso tempo a vedere il bluff.Manco una coppia di scartine aveva in mano questo abile giocatore delle tre carte!
E cosi il drago terminator é diventato un piccolo soldatino Schweik,agli ordini dell Buba.
L'Europa usuraia é ormai un organismo in decomposizione che sta infettando tutto e tutti senza speranza,l'unica cura é andarsene in fretta,ieri era già tardi.
Ma ancora diversi dementi politici italioti,complici dello sfascio,si dicono convinti sostenitori di questa misera Unione.Bisognerebbe garrotarli!
Il funerale non é ancora cominciato,ma il cadavere europeo é già in mano alle pompe funebri.

Nessie said...

Ah, sei tornato John Doe? ci mancavano le tue invettive :-) Non spararle troppo a raffica le tue munizioni, dato che agosto è lungo e cost'oro hanno intenzione di farci vedere i sorci verdi e di spingerci nel vuoto senza paracadute.