27 December 2011

Grecia, di crisi si muore

Mi spiace dover interrompere così presto la tregua natalizia, ma mentre ci sentiamo appesantiti per il troppo cibo e magari un po' alticci per i brindisi di spumante nei raduni tra amici, nella vicina Grecia si svolge quel che i giornali non dicono. Ormai per chi sa drizzare le orecchie non è più un segreto che i Greci cominciano a morire di fame. Siamo abituati (o meglio, ci hanno abituato) a credere che gli unici che se la passano male sono gli africani? ci hanno commosso con le immagini dei bimbi africani coi piccoli ventri gonfi per la fame e gli occhioni grossi così? Ebbene da oggi cambia la geografia della denutrizione. Si crepa di fame anche nel ricco ed opulento occidente. L'importante è che non si sappia in giro. Specialmente dopo che Monti in un suo celebre filmato all'Infedele di Lerner, ha elogiato l'euro come una grande "opportunità" per il popolo greco. Il Papa non dedica nessuna omelia a questi nuovi diseredati a noi così vicini. Tutto preso com'è a fare messaggi rivolti all' "orbi", si dimentica dell "'urbi". E cioè di un cristianissimo paese, culla della civiltà e del pensiero occidentale, già antico progenitore dell'Italia (per l'appunto, la Magna Grecia), situato a due passi da casa nostra. Leggete il rendiconto sull' ANSA per il tramite del blog Crisis? What crisis?  Eccone un significativo passaggio:

sono stati registrati circa 200 casi di neonati denutriti perche' i loro genitori non sono in grado di alimentarli come si deve", mentre gli insegnanti delle scuole intorno all'istituto da lei diretto fanno la fila per prendere un piatto di cibo per i loro alunni che non hanno da mangiare. Il ministero della Pubblica Istruzione, che in un primo momento aveva definito la denuncia come "propaganda", si e' visto costretto a riconoscere la gravita' del problema.Come hanno detto alcuni insegnanti al quotidiano To Vima, il problema di denutrizione esiste e viene individuato piu' facilmente nelle scuole a pieno tempo: "Molti ragazzi vengono in classe senza il pranzo e dicono di averlo dimenticato a casa perche' si vergognano di dire la verita'". E non mancano nemmeno i casi di pazienti che, dopo essere guariti, non vogliono lasciare l'ospedale perche' non hanno dove andare a dormire.

I Greci le hanno passate tutte: la crisi e con essa  la paura che le banche negassero i loro sudati risparmi, il ritiro frettoloso del contante sotto il materasso. I ladri che vengono a rapinarli perché sanno che magari c'è chi ha messo in serbo qualcosa per sé e i suoi cari: cibo o denaro o altra scorta. Insomma, uno scenario da incubo che non è ancora finito. Ma naturalmente per l'algido Bocconiano l'euro è una preziosa risorsa. Ricordate le scempiaggini dette all'Infedele? Eccone un replay: http://www.youtube.com/watch?v=Qq7omxEXhR8

Quel che  Gold-Monti non ci dice è che la Grecia è, ex aequo con l'Italia, il primo esperimento pilota di un banchiere (o meglio, di  un bankster) al governo. Che il "trilaterale" suo collega Lucas Papademos ha truccato i bilanci dei Greci per farli entrare obtorto collo nell'eurozona, impedendo poi con vergognosi metodi dittatoriali di uscirne (è stato negato loro il referendum per l'uscita dall'euro). E che si è instaurato direttamente al governo con lo stesso metodo Monti-Napolitano che abbiamo dovuto subire noi :  ovvero, senza essere stato eletto. E non basta.
Il  "non eletto" banchiere centrale ora ha aumentato l'ICI instaurando un clima da dittatura per quelle famiglie indigenti che ricorrevano allo sciopero fiscale quale arma di protesta: chi non paga avrà per ritorsione,  i fili della corrente elettrica tagliata. Per saperne di più, leggere la notizia pubblicata sul Sole 24 ore.

55 comments:

Massimo said...

Purtroppo non si può dire che i greci non si siano fatti sentire con scioperi a ripetizione e manifestazione. E dopo ognuna di esse un giro di vite.

Huxley said...

Tutta la mia personale solidarietà ai greci, che , tra l'altro, almeno hanno provato a ribellarsi. In ogni caso è facile prevedere un futuro (molto prossimo) dello stesso tipo anche da queste parti.
La Primavera del
Mediterraneo
avanza, come naturale evoluzione di quella araba e le sue spore mortali stanno generando i prossimi frutti del globalismo.

Johnny88 said...

E tutto per non lasciare che questi si riprendano la dracma. Ma pensa te fin dove arriva l'ideologia. Pur di non ammettere il fallimento dell'Euro un paese, che in tempi recenti non era mai stato ricchissimo ma nemmeno indigente, è stato praticamente ridotto a livelli da terzo mondo. Dispiace veramente perché tutto questo si sarebbe potuto evitare se si fosse scelta un'altra strada che, per quanto traumatica e non priva di conseguenze anche drammatiche (Argentina docet), non credo avrebbe mai portato a questi livelli

Nessie said...

Sono persuasa, caro Massimo, che alla lunga non potranno fare le stesse porcherie con TUTTI gli stati e con tutti i popoli del mondo. E che prima o poi i banksters ci lasceranno lo zampino. Che nel loro caso, sono artigli acuminati.

Nessie said...

Ho visto Huxley. Ormai non hanno nemmeno più il pudore di nascondersi nelle sedi delle società "segrete". Qui ormai Monti, Casini,Alfano e Bersani si riuniscono nelle sedi di Palazzo Giustiniani, sede del GOI.
Primavera mediterranea, primavera arabA, EURABIA = STESSA MINISTRA.

Poi arriverà la rivouluzione delle matriosce in Russia, o quella dei Bambù in Cina. Insomma ne inventano una al giorno per scoperchiare l'universo, 'sti bastardoni abbietti.

Nessie said...

Esatto Johnny, sono arrivati all'aberrazione ideologica. E Mont-sferatu è uno di quei gran sacerdoti della doxa monetaria da cui c'è solo da temere il peggio.

Se il governo precedente era fatto di lavativi che se la spassavano con la fatidica settimana di 7 feste, questi qua sono già zelantemente al lavoro. Ma stai tranquillo che non lavorano per i nostri interessi, ma per i loro.

Nessie said...

REfuso: in risposta ad Huxley, volevo dire "stessa minestra" ma è saltato fuori "stessa ministra" :-)

Anonymous said...

...da un lato l'occidente in crisi economica irreversibile (temo)e non si sa quanto provocata intenzionalmente (certi "strumenti finanziari" poteva inventarli solo un malato di mente)
..dall'altro la preparazione (a tavolino, temo anche qui) dello "scontro di civiltà"...
(con gli pseudo valori dell'occidente obamiano pro gay, che servirà anche per accusare la Chiesa di essere contro "i diritti umani")
...fazione contro fazione...(finanziandole tutte, magari, per non parlare dei traffici di droga...vedere Afganistan e colombia)in preparazione del caos e delle false guerre di religione...

http://aurorasito.wordpress.com/2011/12/23/chi-controlla-i-fratelli-musulmani/

http://aurorasito.wordpress.com/2011/11/29/preparare-la-scacchiera-allo-scontro-di-civilta-dividere-conquistare-e-dominare-il-nuovo-medio-oriente/

i due scenari sono collegati secondo me. m

ps
http://www.salpan.org/ARTICOLI/Mazzini-Pike.htm

Nessie said...

Anche secondo me. Non sarà una regia studiata nei minimi dettagli, ma una regia c'è.

IL CRONISTA said...

Inginocchiamoci e adoriamo il vitello d'oro del terzo millennio: o' spread.

IL CRONISTA said...

Oops.. la sottoscrizione :)

Nessie said...

Di che sottoscrizione parli, Gaetano?

Una volta si cantava "Sìì, la vita è tutta un quiz...". Ora si canta "Sì la vita è tutta spread".
Ogni epoca ha le sue dittature, più o meno soft.

Angelo D'Amore said...

non ci fanno sapere niente della grecia, ma credo che anche qui da noi, ci stanno nascondendo molte verita'.
le banche depositano il danaro quotidianamente invece di distribuirlo alle richieste dei clienti. domani vedremo se si investira' nei titoli di stato. nonostante gli interessi allettanti, in molti non credono piu' nel nostro paese. perche? cosa non ci dicono?
la situazione e' davvero critica. anch'io spero dio poter ottenre un allargamento del fido, altrimenti con dispiacere immendo, saro costretto a (s)vendere un piccolo appezzamento di terreno.

Nessie said...

Angelo, nel mio piccolo, cerco di far far circolare quello che la stampa e i canali ufficiali non si degnano di farci sapere.
E' evidente che ci nascondano molte scomode verità, sulla Grecia e non solo, perché? Perché la loro più grande paura è che corriamo in banca a ritirarci i risparmi. E del resto il "corralito" (termine argentino che significa piccolo recinto) sui 1000 e non più 1000 euro, per cosa credi l'abbiano fatto? Per impedirci la corsa agli sportelli.

Gli altri anni in questo periodo chiudevo baracca e burattini fino all'anno nuovo, ma con questi farabutti che si sono autoinsediati al potere non certo per fare i nostri interessi, alzi la mano chi riesce a dormire sogni tranquilli.
Ti faccio i miei migliori auguri per la tua attività e il tuo terreno.

Anonymous said...

Il silenzio che hanno imposto sulla distruzione del popolo greco è rivoltante e risponde alla loro precisa strategia. La stessa cosa si incomincia a vedere da noi da parte della stampa di regime.
E poi se le misure imposte alla Grecia, che sono uguali a quelle del governo Monti, hanno distrutto quel Paese e la sua popolazione perchè da noi dovrebbero avere effetti diversi?
E qui si capisce che il vero scopo non è quello di salvare ma quello di trasferire ricchezza dalle tasche dei comuni cittadini a quelle di Lorsignori.
Scarth
PS: è allo stesso modo impressionante e rivoltate notare come le piazze sono state a comando e a piacimento riempite e svuotate. Indignati e popoli viola ma 'ddechè???

Angelo D'Amore said...

penso che l'unico sistema sia quello di stampare valuta, cosi come hanno fatto gli stati uniti.
cio' porterebbe ad una crescente svalutazione? l'altra strada e' il fallimento. l'economia e' ferma. la crescita e' lontana. il mercato e' mutato, con cina ed india e' una partita persa in partenza.

Nessie said...

Caro Scarth, per fortuna la Grecia non è lontana e le notizie filtrano comunque, nonostante i media ostili. Questa faccenda dei bambini denutriti è inquietante. Come pure quella dei medicinali. Lucas Papademos, di cui ti consiglio di guardare il profilo, è l'omologo di Monti e di greco non ha nulla, a parte il cognome:

http://en.wikipedia.org/wiki/Lucas_Papademos

Ma guardalo in Inglese il profilo, perché su wiki italiano queste notizie non ci sono. Proviene da Università americane come Monti. Ha avuto a che fare con la Fed. Con Goldman Sachs, con la BCE, proviene dalla Trilaterale. Sono degli apolidi chiamati a fare interessi altrui, e non certo quelli nazionali. Altrimenti non sarebbero lì.

E' esattamente come dici: lo scopo non è mettere in salvo il denaro, ma trasferirlo. Una lezione questa più volte ribadita da Gordon Gekko nel film di Oliver Stone.
Tesoretto familiare in banca? Casetta di proprietà? Macché! Tutta roba vecchia, troppo stanziale. In un mondo che si muove, tutto dev'essere "movimentato", come si dice nel gergo bancario.
Amico, mi sa che ne vedremo delle belle...

Nessie said...

La BCE non è la FED e non può farlo. E' proprio questo l'inghippo che ci tiene incantenati dentro a questo'orrido gulag.
Cerca di informarti bene, perché la faccenda è assai complicata. Io non sono un'esperta in finanza. Ma pare che l'art. 123 del Trattato di Lisbona (un vero capestro che i nostri politici tutti, hanno sottoscritto nell'estate del 2008)impedisca l'acquisto di titoli in prima battuta. Un vero schifo.
In pratica siamo nell'euro, ma non abbiamo una vera banca di riferimento.

Nessie said...

Angelo, leggi quel che diceva sull'euro il buon Giacinto Auriti già nel 2001:

http://www.libreidee.org/2011/12/schiavi-delleuro-la-bce-lucra-sul-denaro-che-ci-spetta/

parole profetiche!

Anonymous said...

Ciao dragotta. Grazie del link.
deb

Angelo D'Amore said...

parole davvero profetiche. ma noi cittadini, indebitandoci, diamo garanzie. se io apro un mutuo, subisco in'ipoteca. il problema che le banche, a loro volta, hanno paura di non rientrare e quindi, danno sempre con piu' difficolta' danaro.
a me non interessa l'euro di chi e'. a me interssa avere credito, credito che mi fa aumentare il mio debito. le banche pero', non si fidano. se tutti non riescono a pagare i loro debiti, le banche a chi vendono poi i beni pignorati?
nell'area euro, dopo l'area dollaro, le banche non hanno piu' la capacita' di controllare i crediti emessi.
non a caso, e' la cina a detenere la gran parte del debito mondiale.

Nessie said...

Ciao Debora e auguri per un anno migliore di questo! Come si dice, la speranza è l'ultima a morire.

Nessie said...

Sì, ma Auriti integerrimo uomo della destra sociale, vuole dire una cosa ben definita con quella frase "di chi è l'euro?". Vuole dire: "Questo significa che anche l’euro, all’atto dell’emissione, va dichiarato di proprietà dei popoli europei, e non della Banca Centrale. Il rischio è grosso, perché non ci sono vie di mezzo: se il Trattato di Maastricht non dice niente sulla proprietà dell’euro, noi non possiamo autorizzare il ladro a decidere chi dev’essere il proprietario"

In altre parole, noi abbiamo sottoscritto un patto scellerato per il quale, a noi solo gli interessi usurai, mentre la BCE non è del popolo italiano, ma appartiene a dei privati che hanno diritto di predazione sui nostri beni.

Sulla Cina è vero, ma intanto gli Americani hanno ancora la più imponente macchina militare del mondo.

susy said...

La politica negli ultimi 20 anni si è appropriata delle leggi facendone un uso personale beffando noi cittadini.
E noi,tutti presi dalla quotidianità, non ci siamo accorti che stavano depredando il paese.Politica e malaffare, evasori e furbetti,corrotti e mazzettari ci hanno proiettato inesorabilmente a livelli da terzo mondo.Eppure Monti & C non si vogliono render conto che il male assoluto sono proprio loro politici e tecnici che si arrogano il potere di decidere della nostra vita,riservandosi il diritto ad assere dei privilegiati.Finchè in Italia ci sono sanguisughe del loro calibro siamo destinati a fallire.

susy said...

Ho il vago dubbio che vogliano mettere in ginocchio i paese fragili per averne il dominio. Chi sono i registi? Le banche e i loro rappresentanti o chi ha permesso che bilanci passivi fossero celati,pur di entrare nell'Euro? Potrebbe essere lo scopo finale di qualche dittatore camuffato da primo ministro di qualsiasi paese dell'area Euro?

Nessie said...

Ciao Susy e se è la prima volta che intervieni, benvenuta in questo blog.

Innanzitutto dirò subito che i "tecnici" non sono "terzi" né "neutrali" né tantomeno "alternativi" ai politici. In quanto sono portatori di un'ideologia ben definita: il primato dell'economia su ogni cosa che respira.
Quanto alla tua domanda finale, ti dirò subito che la dittatura c'è già: i mercati finanziari, lo spread e il loro potere di ricatto sugli stati.
I tecnici non sono che i giannizzeri di questo infame progetto.

Anonymous said...

Nessie, non possiamo provare a staccare la spina neppure per qualche giorno, che la cronaca si occupa di riportarci alla cruda realtà. E così, mentre le banche festeggiano la strenna di Draghila (500 miliardi all’1%), la nobile Grecia scopre la fame...
A nulla è valso eseguire alle lettera tutti i comandi degli eu-surai; inutili i ripetuti salassi, tagli a pensioni, assistenza, stipendi, occupazione ecc. In meno di due anni il rapporto Debito/Pil è raddoppiato e non si scorge via d’uscita.
La cosa deve interessarci, perché l’Italia ha preso la stessa china e sebbene abbia un’economia molto più forte di quella greca, rischia di trovarsi nelle stesse condizioni tra qualche anno.
Anche noi stiamo ubbidendo come fedeli cagnolini, trangugiando senza obiettare tutte le porcherie che ci vengono spacciate per medicine. È appena stata approvata la terza “manovra” in sei mesi, e già si parla di una quarta per il mese di febbraio; senza che tutto questo abbia prodotto effetti positivi, anzi...
Le altre seguiranno, con i risultati che tutti conoscono: impoverimento dell’80% della popolazione e miseria per molti di noi. Recessione, aumento degli interessi e conseguente, incontrollabile impennata del rapporto Debito/Pil.

Un triste destino sembra accomunare i due Paesi che hanno regalato al modo la civiltà classica, la filosofia, il diritto, le istituzioni politiche e tante altre cose buone. Ma anche, bisogna dirlo, i peggiori politici contemporanei: gli unici ad avere vergognosamente mancato ai propri doveri, i soli ad aver consegnato i rispettivi popoli nelle mani degli usurai.
Spagnoli, irlandesi e portoghesi non lo hanno fatto. Solo in Italia e Grecia le banche governano in prima persona, arrivando a sospendere il diritto di voto. Con i risultati che vediamo...
(no caste)

PS:
Complimenti per la padronanza del pensiero auritiano! Arriveremo al punto che dovrò chiederti ripetizioni ☺...

Nessie said...

Proprio così No caste. Come si fa a rilassarsi quando è evidente che non vedono l'ora di distrarci con l'ultimo fattaccio di cronaca nera natalizia (tragedie di ossido di carbonio, donne anziane chiuse in ascensore ecc.), per poi farci trangugiare nuove scelleratezze come queste? La faccenda di Papademos che toglie la luce ai Greci inadempienti di Ici, è uno strangolamento che nemmeno la peggior dittatura ha mai osato fare.

Sulla Spagna, non ci giurerei dopo che Rajoy ha accettato un uomo Lehman (cioè di una banca fallita) a capo del suo superministero dell'Economia. Temo che Rajoy con queste premesse faccia la fine del prestafaccia e prestanome.

Su Auriti, sei tu l'esperto, ma lui è talmente chiaro e semplice (come dovrebbero essere tutti) che lo capisce anche un bambino. O una profana in economia e finanza quale sono.

Anonymous said...

Non sottovalutarti, Nessie...
Comunque hai ragione, il Professore si sforzava di essere il più chiaro e semplice possibile. Perché voleva “arrivare” a tutti, ma sapeva di dover superare il muro di diffidenza che gli “esperti” hanno sapientemente creato intorno all’economia, soprattutto quella monetaria. Col risultato che molti se ne ritraggono, ritenendola una materia difficile o incomprensibile.
In realtà, come sai, la truffa è così elementare che – appunto – la capirebbe anche un bambino. E proprio per evitarlo è stata schermata con un linguaggio astruso e per “iniziati”.
Un muro che si può abbattere solo parlando chiaro, semplice, perfino elementare se la circostanza lo richiede. Questo faceva Auriti, anche perché – volendo realizzare il Simec – aveva necessità di essere capito dagli abitanti di un intero comune.
(no caste)

Marfisa said...

Buongiorno, un economista italiano parla chiaro sul patto fiscale europeo e sul fatto che passerà senza che i popoli possano dire la loro.
http://www.gustavopiga.it/2011/gioco-di-ombre-salvate-leuropa-per-favore/#comments

Nessie said...

No caste, come ho già detto, provengo da un'educazione umanistica e letteraria. Mi piace l'arte, la musuca, la letteratura... Perciò mi deprime dover constatare il volgare primato dell'economia e della finanza nell'attuale politica sempre più ridotta a lumicino, e nella società divenuta sempre più mercantile. Sì, mi ritengo profana della materia, ma ciò non toglie che il mio singolare fiuto mi faccia annusare a distanza le truffe che l'attuale finanza ci propina giornalmente. E tra tutte queste truffe, l'ultima è quella della ristrutturazione del catasto che Gold -Monti sta facendo appena dopo aver ddigerito il suo dannato panettone (continua)

Nessie said...

Calcolare gli estimi sui metri quadri anzichè sui vani, tenere conto della zona in cui è sito un fabbricato per rivalutare il tutto, secondo me significa tre cose (corregimi se sbaglio):

In primis avrà una forte ricaduta sul calcolo dell’ICI-Imu o come diavolo vorranno chiamarla, con conseguente rialzo delle aliquote. Ma non sarà solo una tassazione di un bene che non frutta un tubo.
Questo ha tutta l’aria di essere un “censimento patrimoniale” della Bella Italia per conto delle cancellerie di Bruxelles. In caso di eventuale default, le banche sanno già cosa papparsi e dove rivalersi nel concreto e nel palpabile.

Nel dettaglio, invece, in caso di mancato pagamento di spese per la sopravvivenza da parte di qualche famiglia colpita dall’attuale Recessione, Equitalia si trova già un bel piatto ricco (e opportunamente rivalutato)da requisire. E si sa che “piatto ricco, mi ci ficco”.

Inoltre c’è una terza ipotesi, quella famigerata proposta già ventilata in sordina dal duo Monorchio-Aletta eppoi messa da parte: quella di emettere ipotetici “derivati” su questo bel bottino.

Sono troppo pessimista o diffidente, secondo te? Spero proprio di sbagliarmi e di avere torto marcio.

Anonymous said...

si parla di crisi euro ma il collasso se arriva non salverà nessuno:

http://icebergfinanza.finanza.com/2011/12/26/masters-of-the-universe-i-padroni-del-mondo/

http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2011/12/27/GEOFINANZA-2012-le-previsioni-per-un-anno-pieno-di-rischi/231696/

http://www.asianews.it/notizie-it/Docente-cinese:-%E2%80%9CLa-nostra-economia-%C3%A8-sull%E2%80%99orlo-del-baratro.-Pechino-sta-barando%E2%80%9D-23316.html

http://www.asianews.it/notizie-it/La-crisi-mondiale,-il-debito-dell’Europa-e-quello-degli-Usa-23464.html
m

Nessie said...

Marfisa, ormai non c'è più da stupirsi di nulla. Non ci avvertono nemmeno delle porcherie che stanno per fare e siamo alle prese con un problema non indifferente di democrazia.

Marfisa said...

Nessie, resta l'orribile consapevolezza che l'inizio della nostra fine è per domani... non so come potremo uscirne!

E mi dispiace per i Greci, per quello che stanno soffrendo, e al tempo stesso mi angoscia pensare che accadrà anche qui, fra non molto!

susy said...

Ciao Nessie. si,è la prima volta che posso farlo da casa e grazie del benvenuto.Chiamerei questi "Famosi" tecnici che sono al governo e che tu definisci giannizzeri,burattini!
Burattini a cui i burattinai tirano le fila per il loro tornaconto! Non si differiscono molto dagli evasori: pur di soddisfare il proprio ego e portafoglio calpestano le più elementari regole democratiche portando i paesi alla bancarotta. La loro incompetenza in materia di finanza è pari allo loro superbia nell'ergersi a salvatori della patria e nel volere imporre la loro "dittatura".

Anonymous said...

E' incredibile come i nostri quotidiani censurino notizie di assoluta gravità come quelle relative al popolo greco ridotto alla fame. Non si vuol far sapere agli italiani quale sarà il loro destino tra circa un anno. Destino di miseria voluto per facilitare l'avvento di una dittatura tecnocratica. E' più facile dominare un popolo ridotto alla fame. Almeno in Grecia hanno provato ad opporsi con manifestazioni e scontri di piazza. Qui tutto tace, la Triplice ha proclamato un ridicolo scioperetto solo per salvare la faccia. Il popolo viola ed arancio non è più in piazza perché i loro capi prendevano i soldi dagli USA e dalla GB. Ottenuta la caduta di un governo non gradito per i suoi accordi petroliferi con Libia e Russia, non c'è più ragione d'agitare la piazza. Nel dopoguerra, tutti gli italiani che hanno tentato una politica energetica autonoma sono finiti male. Ora i banksters sono al lavoro sulla fase 2: lo sviluppo. Stanno rivedendo gli estimi catastali. Non mi risulta che la tra le due cose ci sia relazione, ma nessuno lo fa notare. Come non si fa notare l'assurdità della dichiarazione che tale revisione sarà a somma zero. Come può esserlo? Visto che affermano che essa è dovuta al fatto che gli estimi sono fermi dal 1989 e che i valori catastali sono molto lontani da quelli di mercato. E' ovvio che ci sarà un aggravio d'imposte per tutti. Eppure, nessun pennivendolo osa muovere un appunto a queste dichiarazioni prive di logica.
Per quanto riguarda la mancanza di dazi sull'importazione di merci da Cina & Co. essa è dovuta agli accordi sottoscritti al momento dell'adesione al WTO. Adesione fatta da un altro governo tecnico: quello Dini, sostenuto dalla sinistra. Dimostrazione che i governi tecnici sono in realtà politici e portatori dell'ideologia globalista.
Ricordo che un vecchio studio della Trilaterale poneva il limite 80/20 per poter governare il mondo senza problemi. La cifra va intesa come 80% della popolazione disoccupata e sottoccupata.
Quindi siamo solo all'inizio di un tragico cammino.
Winston

Angelo D'Amore said...

e si nessie, nel 29 dalla crisi si uscì con un conflitto. penso pero' che oggi, gli usa, non hanno la forza di gettarsi in un altro conflitto. speriamo che l'iran, non ne dia il pretesto...

Anonymous said...

Nessie, hai presente la battuta attribuita ad Andreotti? «A pensar male si fa peccato, però si indovina».
Bene, io credo di essere fra quelli che peccano tanto. Nei pensieri, se non proprio nelle azioni e nelle omissioni. Quindi puoi immaginare la mia opinione...
Sono convinto che “dietro” ci sia molto più di quello che ci viene raccontato, come per l’abolizione del contante e tutto il resto.
Avremo modo di verificare – temo – che Mont-sferatu è un vampiro della peggior specie. Peggio ancora del Topastro, che almeno si accontentò di un prelievo “una tantum” e risparmiò i Buoni...

Ho ancora in mente le parole di Monti in quel filmato che inseristi tempo fa, dove fu di una sincerità brutale: le crisi (auspicate, volute, pilotate) mettono in moto leggi, istituzioni e meccanismi che lasciano “sedimenti” tali da rendere irreversibile la situazione. Insomma: dopo di me scordatevi che tutto possa tornare come prima.
Più chiaro di così...
(no caste)

Nessie said...

Marfisa, siamo tutti quanti angosciati e possiamo solo prendere atto che i prossimi saremo noi. A meno che...non avvenga qualche miracolo che ci neutralizzi questa gentaccia.

Susy, chiamali pure burattini. Ma "i giannizzeri" erano sicari crudeli. E questi lo sono.

Nessie said...

Winston, gli estimi sono stati ritoccati nel i996. Guarda caso, appena dopo il passaggio del duo Amato e Ciampi. Tu mi fai notare che "i banksters sono al lavoro sulla fase 2: lo sviluppo" e che non ti risulta che tra le due cose ci sia relazione, ma che nessuno lo fa notare.
Gli estimi catastali infatti non c'entrano nulla con la crescita e lo sviluppo. Ma c'entrano molto su come loro metteranno le zampacce sulla nostra roba. E i tre motivi li ho già elencati:

1) rialzo conseguente dell'Ici

2)tenere un censimento BEN MONITORATO di tutto il ricco patrimonio immobiliare (grande e di lusso, medio, piccolo ecc.)

3) Non ultima, la possibilità di emettere "derivati" di natura immobiliare come quella che aveva proposto il duo Monorchio-Aletta.

Sui pennivendoli non ci contare proprio. Di questo passo, dovremo essere noi ad andare coi vecchi Ta-tze-bao cinesi a informare in piazza.

Nessie said...

No caste, sul contante e su a che cosa potrebbe servire (non certo a tracciare i poveri Pirla come noi per l'evasione fiscale, come ci hanno raccontato ) eccoti un preziosissimo link:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9549

Buona Lettura!

Sul Topastro ti do ragione: al disgusto non c'è alcun limite e pensavamo di aver già toccato il fondo. Ma evidentemente in Italia, non solo c'è ancora molto da spolpare, ma stanno cercando di creare quel famoso "sedimento di irreversibilità" che non erano riusciti a creare nei governi tecnici precedenti.

Nessie said...

"Cattura la moneta circolante!, e non sarà più necessario per i banchieri preoccuparsi di reflazionare i propri bilanci utilizzando denaro preso a prestito dai mercati, o da altre banche, a tassi di interesse inusitati. (Per reflazione si intende l’espansione della domanda e relativi effetti che accompagnano una fase di ripresa economica.)"

"E ricordate, se le banche hanno tutti i vs. soldi, sono loro che possono decidere se lasciarvene avere o no, a seconda dei casi".

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9549

Hesperia said...

OT:

http://esperidi.blogspot.com/2011/12/lalgido-fascino-della-regina-delle-nevi.html

susy said...

Potrebbe essere ciò che sta accadendo l'inizio della terza guerra mondiale? Potrebbe secondo me!Oltre all'Africa,lentamente, inesorabilmente molti paesi come già successo alla Grecia sono destinati ad essere divorati dalla finanza occulta i cui vertici,senza scrupolo alcuno ordinano e i politici o "tecnici" obbediscono come cagnolini portando i paesi alla recessione.

Nessie said...

Alla tua domanda rispondo sì, potrebbe. Del resto con le guerre si rifinanzia il debito e col debito si promuovono nuove altre guerre, rivoluzioni colorate e destabilizzazioni varie.

Anonymous said...

Monti e la Fornero stanno spianando la strada a “La morte moderna”?
di Maurizio Gasparello

http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=41725

m

Huxley said...

OT ma troppo importante per non postarla:

http://www.libreidee.org/2011/12/avviso-agli-usa-cina-e-giappone-abbandonano-il-dollaro/

Difficile mettere in galera con l'accusa di stupro i leaders dei due paesi

Nessie said...

Ehm eh, caro Huxley, sarà ben difficile che si inventino un altro caso DSK coi cinesi e i giapponesi.

Marco, siamo al beverone fai-da-te in stile Lucio Magri? Dev'essere anche questa una mossa per la "crescita"...:-)

Paladino said...

Cara Nessie, discutemmo di questo sul blog di Foa. Volevo richiamare la sua attenzione su questo articolo:

http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=41725

Monti e la Fornero stanno spianando la strada a “La morte moderna”?

Come sempre, sul tema c'è forse un eccesso di speculazione e di paranoia, ma come tu sai, di questa gente, di questa elite sempre più al potere non mi fido, e per ottime, personali ed amare ragioni.

L'articolo merita una lettura e una profonda meditazione.

Colgo l'occasione per salutarla e vorrei augurarle un buon anno nuovo, anche se non mi aspetto granché.

A presto.

Nessie said...

Ciao Paladino, benvenuto nel blog e dammmi pure del tu. Certamente ci saranno delle esagerazioni nell'articolo, ma resta la teoria fasulla di Draghi-Monti dell'aspettativa di vita che è sempre su quella falsariga lì. Chi stabilisce quanto una persona deve e possa campare? Ogni individuo ha un proprio orologio biologico, non ci sono fasce di individui raggruppabili per categorie di longevità tali da giustificare simili concetti meramente "produttivistici". Tenere troppo a lungo sul posto di lavoro una persona significa già ammazzarla e logorarla. Nel migliore dei casi, si ritarda l'inserimemnto e il turn over dei giovani, si crea invidia sociale, tra chi è occupato e chi non può esserlo, si spezza il legame di solidarietà tra le generazioni.
No, nemmeno io mi fido di questa gentaglia che mette il profitto e l'economicismo sopra ogni cosa. E in ogni caso, una simile visione del mondo è destinata al fallimento. Contraccambio di cuore gli auguri di Buon Anno, anche se anch'io non mi attendo un granché. Ma se resti collegato su questo blog, avrei anch'io una letterina da inviare al nostro non presidente (minuscolo voluto) quali riflessioni di fine d'anno.

Angelo D'Amore said...

se non bastasse, altri rincari di luce, gas ed autostrade. cio' comportera' inevitabilmente, ad un aumento dei prodotti al consumo derivanti dal trasporto.
tu affermi come me e tanti altri, che questo e' un governo di banchieri impostoci dall'alto.
penso pero', che ad entrambi gli schieramenti, faccia comodo di essersi fatti momentaneamente da parte, affidando ad altri, la decisione di queste misure drastiche.

johnny doe said...

Scrivo da un hotel...leggo la storia del WSJ sulla combine Merkel-Napolitano...nessuno può credere alle smentite,specie di quest'ultimo,dopo le tante minchiate che ha detto.Niente di più verosimile.
Letto anche il discorso di Monti,una cosa patetica,un understatement fasullo contraddetto da ridicoli incensamenti al suo governo,buono solo a tassare i soliti noti.
La salvezza del mondo dipende dall'Italia...ma vi rendete conto che stronzate dice? cos'era un discorso agli italiani o ai suoi amici strozzini? Quasi tre ore di nulla,uno spot da addormentarsi.
ciao Nessie e auguri.

Nessie said...

Certo che è così Angelo: autocommissariarsi è stato per tutti loro un volersi salvare le terga.Ma non temere: ce ne ricorderemo.


Johnny la notizia del WS Journal è senz'altro vera, ma temo che nasconda qualche trabocchetto: perché a poche ore del discorsetto di Pulcinella? che barbatrucco nasconde? auguri anche a te.

Anonymous said...

...povertà e suicidi alle stelle

http://www.vocidallastrada.com/2012/01/in-grecia-e-crisi-nera-poverta-e.html#more

m