15 June 2011

Di Banche si muore

Questa è la testimonianza di un banchiere svizzero a nome Josef Ackermann che attraverso questa intervista del 30 maggio scorso  ci rivela quel che già sapevamo: che le grandi majors finanziarie internazionali altro non sono che una SPA assassini. Qualcosa attraverso Internet comincia a filtrare ma è ancora poco. Già lo stesso Tremonti ha più volte, tra il serio e il faceto, detto che le banche è meglio non irritarle troppo perché si rischia la vita. Deve essere per questo che se ne sta ben ancorato all'Aspen Insitute e al Bilderberg club?   Quel Bilderberg portato sul banco degli imputati dallo scrittore russo Daniel Estulin.
Josef Ackermann, CEO della Deutsche Bank e membro del Bilderberg (sopra) da tempo fattorino dei Rothschild, esemplifica i peggiori eccessi dei Bilderbergers.
"Il caso Strauss-Kahn dimostra quanto queste persone siano corrotte, mentalmente instabili, sature di vizi, vizi che vengono tenuti nascosti dagli ordini a cui appartengono. Alcuni di loro come Strauss-Kahn stuprano le donne, altri praticano il sado maso, altri ancora si dedicano alla pedofilia, molti si appassionano al satanismo. Quando andate in alcune banche potete vedere chiaramente questi simboli satanisti, come nella Banca dei Rothschild a Zurigo ".
"Hanno un nuovo piano per censurare Internet, perché Internet è ancora libero. Vogliono controllare e usare il terrorismo per creare il motivo. Potrebbero anche inventarsi qualcosa di orribile per avere una scusa".
L'intervista ha avuto luogo il 30 maggio tramite il settimanale russo "NoviDen"
D: Può dirci qualcosa riguardo il suo coinvolgimento nel settore bancario svizzero?
A: Ho lavorato per le banche svizzere per molti anni. Fui designato come uno dei direttori di una delle più grandi banche svizzere. Durante il mio lavoro venni coinvolto nel pagamento, nel pagamento diretto in contanti di una persona che uccise il presidente di un paese straniero. Ero presente alla riunione in cui venne deciso di dare questi soldi in contanti all'assassino. Tale decisione mi ha riempito di rimorsi. Non fu l'unico caso grave, ma fù sicuramente il peggiore. Vennero inviate istruzioni di pagamento su ordine di un servizio segreto straniero, scritte a mano, con le disposizioni di pagare una certa somma ad una persona che aveva ucciso un leader di un paese straniero. E non fù l'unico caso. Abbiamo ricevuto numerose lettere scritte a mano, provenienti da servizi segreti stranieri, che davano l'ordine di pagamenti in contanti, da conti segreti, per finanziare rivoluzioni o per l'uccisione di persone. Posso confermare quello che John Perkins ha scritto nel suo libro "Confessioni di un Sicario dell'economia". Esiste veramente un solo Sistema e le banche svizzere hanno le mani in pasta in esso.
D: Il libro di Perkins è stato tradotto ed è disponibile in russo. Ci può dire di quale banca si tratta e chi è il responsabile?
A: Era una delle prime 3 banche svizzere a quell'epoca il responsabile fù il presidente di un paese del terzo mondo. Non voglio però entrare nei dettagli, mi troverebbero facilmente se dicessi il nome del presidente e il nome della banca. Rischio la mia vita.
D: Non è possibile fare il nome di una persona di quella banca?
R: No non posso, ma vi posso assicurare che tutto ciò è accaduto. Eravamo in molti nella sala riunioni. Il responsabile del pagamento fisico del denaro è venuto da noi (dirigenti) e ci ha chiesto se gli fosse consentito il pagamento di una così grande somma di denaro in contanti. Uno dei direttori spiegò lui il caso e tutti gli altri acconsentirono a procedere.
D: Accaddero spesso cose del genere? I soldi erano una specie di fondi neri?
R: Sì. Questo era un fondo speciale gestito in un posto speciale nella banca dove arrivavano tutte le lettere in codice dall'estero. Le lettere più importanti venivano scritte a mano. Una volta decifrate, contenevano l'ordine di pagare una certa somma di denaro da conti per l'assassinio di persone, il finanziamento di rivoluzioni, il finanziamento di attentati e per il finanziamento di ogni tipo di partito. So per certo che alcune persone all'interno del gruppo Bilderberg erano coinvolti in questo genere di operazioni. Hanno dato l'ordine di uccidere.
D: Puoi dirci in quale anno o decade tutto questo è accaduto?
R: Preferisco non darvi l'anno preciso ma è stato negli anni 80.
D: Hai mai avuto problemi con questo lavoro?
R: Sì, un problema molto grande. La notte non riuscivo a dormire e dopo un po' lasciai la banca. Diversi servizi segreti provenienti dall'estero, soprattutto di lingua inglese, diedero l'ordine di finanziare azioni illegali, compresa l'uccisione di persone attraverso le banche svizzere. Dovevamo pagare, sotto ordine di potenze straniere, per l'uccisione di persone che non seguirono gli ordini del Bilderberg o del FMI o della Banca Mondiale, per esempio.
D: Quella che stai facendo è una rivelazione molto importante. Perché senti il bisogno di dirlo qui e adesso?
R: Perché il prossimo Bilderberg meeting si farà in Svizzera. Perchè la situazione mondiale peggiora sempre di più. Infine perché le maggiori banche Svizzere sono coinvolte in attività non etiche. La maggior parte di queste operazioni sono al di fuori del bilancio. Non sono sottoposte a verifica e non prevedono tasse. Si parla di cifre con molti zeri. Somme enormi.
D: Si parla di miliardi?
A: Molto ma molto di più, si parla di triliardi, illegali, non sottoposti a controllo fiscale. Fondamentalmente si tratta di una rapina per tutti. Voglio dire le persone normali pagano le tasse e rispettando le leggi. Quello che sta accadendo qui è completamente contro i nostri valori svizzeri, come la neutralità, l'onestà e la buona fede. Negli incontri dove fui coinvolto, le discussioni erano completamente contro i nostri principi democratici. Vedete, la maggior parte degli amministratori delle banche svizzere non sono più locali, sono stranieri, soprattutto anglosassoni, sia americani che britannici, non rispettano la nostra neutralità, non rispettano i nostri valori, sono contro la nostra democrazia diretta, basta loro usare le nostre banche come mezzi per fini illegali. Utilizzano enormi quantità di denaro creato dal nulla e distruggono la nostra società e distruggono le persone in tutto il mondo solo per avidità. Cercano il potere e distruggono interi paesi, come Grecia, Spagna, Portogallo, Irlanda. Una persona come Josef Ackermann, che è un cittadino svizzero, è l'uomo di punta di una banca tedesca e usa il suo potere per avidità e non rispetta la gente comune. Ha un bel paio di casi legali in Germania e ora anche negli Stati Uniti. E' un Bilderberger e non si preoccupa della Svizzera o di qualsiasi altro paese.
D: Stai dicendo che, alcune di queste persone che citi parteciperanno alla imminente riunione del Bilderberg a St. Moritz?
R: Sì.
D: Quindi i partecipanti sono attualmente in una posizione di potere?
R: Sì. Hanno enormi quantità di denaro disponibile e lo utilizzano per distruggere interi paesi. Distruggono la nostra industria e la ricostruiscono in Cina. Dall'altra parte hanno aperto le porte a tutti i prodotti cinesi in Europa. La popolazione attiva europea guadagna sempre meno. Il vero obiettivo è quello di distruggere l'Europa.
D: Pensa che la riunione del Bilderberg a St. Moritz abbia un valore simbolico? Perché nel 2009 erano in Grecia, nel 2010 in Spagna e guardi cosa è successo loro. Può significare che la Svizzera dovrà subire qualcosa di brutto?
R: Sì. La Svizzera, per loro, è uno dei paesi più importanti, perché vi sono immensi capitali. Si riuniscono in Svizzera anche perchè vogliono distruggere ciò che questa terra rappresenta. Capisca che è un ostacolo per loro, non essendo nella UE o nell'euro, non del tutto controllata da Bruxelles e così via. Per quanto riguarda i "valori" non sto parlando delle grandi banche svizzere, perchè non hanno più niente di svizzero, la maggior parte di esse sono guidate da americani. Sto parlando, invece, del vero spirito svizzero a cui la gente comune tiene.
Certo che l'incontro ha e ha avuto un valore simbolico. Il loro scopo è quello di essere una specie di club elitario esclusivo che gestisce tutto il potere, mentre quelli sotto di loro, appassiscono.
D: Pensa che lo scopo del Bilderberg sia quello di creare una sorta di dittatura globale, controllata dalle grandi imprese globali, dove non esisteranno più gli stati sovrani?
R: Sì, la Svizzera è l'unico posto in cui vige ancora la democrazia diretta e lo stato si trova nel mirino di questi gruppi elitari (proprio perchè non è completamente asservito ad essi). Utilizzano il ricatto del "too big to fail", come nel caso di UBS per far aumentare il debito del nostro paese, proprio come hanno fatto con molti altri paesi. Quello che si deduce è che forse si vuole fare con la Svizzera quello che è stato fatto con l'Islanda, in cui sia banche che paese erano in bancarotta.
D: Anche l'UE è sotto queste influenze negative?
R: Certo. L'Unione europea è sotto la morsa del Bilderberg.
D: Come pensa che si potrebbe fermare questo piano?
R: Beh, questa è la ragione per cui mi rivolgo a voi. La verità. La verità è l'unica strada. Fare luce sulla situazione, esporli ai riflettori. A loro non piace molto essere al centro dell'attenzione. Dobbiamo creare trasparenza nel settore bancario e in tutti i livelli della società.
D: Quello che sta dicendo ora, è che c'è un lato sano del business delle banche svizzere, mentre ci sono delle "mele marce", cioè alcune grosse banche che fanno cattivo uso del sistema finanziario, per portare a termine le loro attivitù illegali.
R: Sì. Le grandi banche formano il loro personale con i valori anglo-sassoni. Li formano ad essere avidi e spietati. Avidità e spietatezza che stanno distruggendo la Svizzera e tutti gli altri paesi europei e mondiali. Come paese abbiamo, se si guardano le banche piccole e medie, la maggior correttezza finanziaria al mondo. Sono le banche grandi che operano a livello mondiale che sono fonte di problemi. Esse non sono più svizzere e non si considerano tali.
D: Pensi che sia una buona cosa che la gente stia esponendo il Bilderberg e mostrando chi siano veramente i suoi componenti?
R: Il caso Strauss-Kahn dimostra quanto queste persone siano corrotte, mentalmente instabili, sature di vizi, vizi che vengono tenuti nascosti dagli ordini a cui appartengono. Alcuni di loro come Strauss-Kahn stuprano le donne, altri praticano il sado maso, altri ancora si dedicano alla pedofilia, molti si appassionano al satanismo. Quando andate in alcune banche potete vedere chiaramente questi simboli satanisti, come nella Banca dei Rothschild a Zurigo. Queste persone vengono controllate tramite il ricatto data la loro debolezza mentale. Devono seguire ordini o saranno svergognati pubblicamente, distrutti o addirittura uccisi.
D: Da quando Ackermann è nel comitato direttivo del Bilderberg, pensa che abbia preso delle decisioni importanti?
R: Sì. Ma ce ne sono molti altri, come Lagarde, che probabilmente sarà il prossimo capo del FMI, ed è anche un membro del Bilderberg, poi Sarkozy e Obama. Hanno un nuovo piano per censurare Internet, perché Internet è ancora libero. Vogliono controllare e usare il terrorismo per creare il motivo. Potrebbero anche inventarsi qualcosa di orribile per avere la scusa.
D: Quindi è questa la sua paura?
A: Non è solo paura, ne sono certo. Come ho detto, hanno dato l'ordine di uccidere, sono quindi in grado di compiere azioni terribili. Se avessero la sensazione che stanno per perdere il controllo, come nelle rivolte in Grecia e in Spagna, con l'Italia che probabilmente sarà la prossima, allora faranno un altro Gladio. Ero vicino alla rete Gladio. Come sapete istigarono il terrorismo pagandolo con soldi americani per controllare il sistema politico in Italia e in altri paesi europei. Per quanto riguarda l'assassinio di Aldo Moro, il pagamento è stato fatto attraverso lo stesso sistema come ti ho detto su.
D: Ackermann faceva parte di questo sistema di pagamenti?
A: (Sorriso) … E' lei il giornalista. Guardì come la sua carriera è arrivata rapidamente alla cima.
D: Cosa pensa si possa fare per impedirglielo?
R: Beh ci sono molti buoni libri là fuori che spiegano il contesto e fanno chiarezza sull'argomento, come quello che ho citato di Perkins. Queste persone hanno veramente sicari che vengono pagati per uccidere. Alcuni di loro ricevono i soldi attraverso le banche svizzere. Ma non solo, hanno un sistema capillarizzato in tutto il mondo. Per evitare che esso venga scoperto sono addestrate a fare di tutto. Quando dico di tutto intendo tutto proprio.
D: Attraverso l'informazione si potrebbero sgominare?
R: Sì, bisogna dire la verità. Siamo di fronte a criminali davvero spietati, compresi grandi criminali di guerra. Sono pronti e in grado di uccidere milioni di persone solo per restare al potere e avere il controllo.
D: Può spiegarci dal suo punto di vista, perché i mass media in Occidente se ne stanno più o meno completamente in silenzio per quanto riguarda il gruppo Bilderberg?
R: Perche' esiste un accordo tra loro e i proprietari dei mezzi di comunicazione. Alle riunioni vengono invitate anche alcune personalità di spicco del mondo dei media, ma viene detto loro di non riferire nulla di ciò che vedono o sentono.
D: Nella struttura del Bilderberg, vi è una cerchia interna che conosce i piani e poi c'è una maggioranza che segue solo gli ordini?
R: Sì. Hai la cerchia interna dedita al satanismo ci sono poi le persone ingenue o meno informate. Alcuni addirittura pensano di fare qualcosa di buono, nella cerchia esterna.
D: Secondo i documenti esposti e le stesse dichiarazioni, il Bilderberg ha deciso nel 1955 di creare l'Unione europea e l'Euro, quindi hanno preso importanti decisioni.
R: Sì e deve sapere che il Bilderberg è stato fondato dal principe Bernardo, ex membro delle SS e del partito nazista lavoro infine anche per la IG Farben, che era una sussidiaria della Cyclone B. L'altro tipo che ha fondato il gruppo era a capo della Occidental Petroleum, che aveva stretti rapporti con i comunisti dell'Unione Sovietica. Lavorarono per entrambe le parti, in realtà, però, queste persone sono fascisti che vogliono controllare tutto e tutti quelli che si frappongono sulla loro strada vengono "rimossi".
D: Come fanno a mantenere queste operazioni fuori del sistema internazionale Swift?
R: Beh, alcune delle liste Clearstream erano vere in pricipio. Inserirono solo dei nomi falsi per far credere alla gente che l'intero elenco fosse falso. Anche loro fanno degli errori. Il primo elenco era vero e si possono estrapolare un sacco di cose. Vedete, ci sono delle persone in giro che scoprono le irregolarità e poi trasmettono agli altri la verità. Verranno poi ovviamente costituiti disegni di legge che ridurranno al silenzio questo genere di persone. Il miglior modo per fermarli è quello di dire la verità, portando alla luce le loro malefatte. Se non riusciamo a fermarli diventeremo i loro schiavi.
D: Grazie per questa intervista.
Fonte originale: http://noviden.info/article_239.html
Altri post sull'argomento: blog Dalla parte del Torto: Bilderberg global Mafia
Aspen Institute: gli Illuminati


40 comments:

Huxley said...

"Se non riusciamo a fermarli diventeremo i loro schiavi."
Non capisco perchè l'intervistato parli al futuro, intanto però guardiamo questo video, relativo all'ultima tornata referendaria:

http://www.youtube.com/watch?v=Oq7hgR8OENI&feature=player_embedded

e poi chiediamoci: chi li dovrebbe fermare, questi qui?

Sulla censura ad internet direi che non ci sono dubbi, il fenomeno wikileaks ha tra i suoi vari scopi proprio questo, ne sono convinto.

Massimo said...

Su questi temi sono molto San Tommaso :-)
L'unico aspetto sul quale esprimo una opinione e sulla descrizione di Strauss Kahn. Mi sembra che adesso stiano gettandogli la croce addosso. Chi mi dice che non sia una montatura, senza dietrologie politiche, inventata da una sciacquetta che si è stancata di fare la cameriera e tenta il colpo della vita ?

johnny doe said...

Visto che banditi?

pietro said...

Ecco l'elenco dei criminali assassini che rappresentano l'Italia quest'anno:

"Per l'Italia, oltre al ministro delle Finanze Giulio Tremonti, anche Franco Bernabé, amministratore di Telecom Spa, John Elkann, presidente Fiat, il professor Mario Monti e il numero uno di Eni, Paolo Scaroni."

Nessie said...

E' evidente che wikileaks serve a screditare la controinformazione e a dare mano libera alla censura. Ora guardo il tuo video, grazie Huxley.

Nessie said...

Massimo, non è che appartieni alla stessa cupola? :-).

Su Strauss-kahn di cui finora ho sospeso il giudizio, non ho dubbi: è stato un regolamento di conti fra compari del FMI e la cameriera è solo un trappolone che gli ha teso chi conosceva il suo "vizietto".Banale l'intepretazione della cameriera che vuol farsi una vigna. E' invece vero che DSK ha fatto rivelazioni che non avrebbe dovuto fare circa la solvibilità del Dollaro. E l'ha pagata cara. La Cupola non perdona.

Nessie said...

Johnny, eccome!

Pietro ce n'è una risma. Questi sono solo quelli più in vista.
Poi ci sono i benemeriti dell'Aspen e del CFR.

Pecos Bill said...

il video sui referendum
mostra che reagire ad ipotetiche cupole
risulta molto difficile.
I nostri compatrioti ormai non reagiscono più a nulla,
accettano tutto: guerre, invasioni, taglieggiamenti, espropri della proprietà privata
mah..

Nessie said...

Guarda Pecos Bill, ormai parliamo pure di acclarate cupole altro che ipotetiche. E la Grecia è già qui.
La sovranità statale è sempre più perduta, quella monetaria è già un fatto accertato. Quanto ai confini abbiamo deciso di essere No man's land da un bel pezzo. Perfino gli abiti che indossiamo e le scarpe che calziamo non sono più nostre. Ma qui ci sono ancora i S. Tommasi che hanno bisogno di non si sa bene quali altre prove!

Anonymous said...

LISTA UFFICIOSA DEI PARTECIPANTI AL MEETING “BILDERBERG 2011- PARTE 1
ITALIA:
Franco Bernabè – CEO Telecom Italia SpA
John Elkann – Presidente Fiat SpA
Mario Monti – Presidente Università Commerciale Luigi Bocconi
Paolo Scaroni – Amministratore Delegato Eni SpA
Giulio Tremonti – Ministro dell’Economia e delle Finanze
ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI:
Joaquín Almunia – Vice Presidente, Commissione europea
Frans van Daele – Capo dello staff presso la Presidenza del Consiglio europeo
Neelie Kroes – Vice Presidente, Commissione europea, Commissario per il digitale
Pascal Lamy – Direttore Generale del WTO
Herman van Rompuy – Presidente del Consiglio europeo
Josette Sheeran – Direttore Esecutivo del Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite
Javier Solana Madariaga -Presidente del Centro ESADEgeo per l’Economia Globale e Geopolitica
Jean-Claude Trichet – Presidente della Banca centrale europea
Robert B Zoellick – Presidente della Banca Mondiale
BELGIO:
Luc Coene – Governatore della Banca Nazionale del Belgio
Etienne Davignon – Ministro di Stato
Thomas Leysen – presidente Umicore
CINA:
Ying Fu – Vice Ministro degli Affari Esteri
Yiping Huang – Professore di Economia Centro della Cina per la ricerca economica, membro del Comitato Deutsche Bank AG
DANIMARCA:
Anders Eldrup – CEO DONG Energy
Ulrik Federspiel – Vice Presidente Haldor Topsoe A / S
Pietro Schütze – membro della Direzione Nordea Bank AB
GERMANIA:
Josef Ackermann – Ceo di Deutsche Bank AG
Thomas Enders – amministratore delegato, Airbus SAS
Pietro Loescher – Presidente e CEO di Siemens AG
Matthias Nass – capo corrispondente internazionale Die Zeit
Peer Steinbrück – membro del Bundestag, ex ministro delle Finanze

Nessie said...

Vedo che quando si toccano simili argomenti, qualcuno passa subito alla clandestinità.
Anonimo, conoscevo quella lista che ormai circola sul web. Gli è che quando si fanno esternazioni chiare sulla mafia di questi potentati, a qualcuno capita un incidente. Vedasi la morte di Haider, ancora avvolta nel mistero. Ma ai santommasi, finché non capita un incidente a loro, non ci credono.

CloseTheDoor said...

OT Ciao Nessie, forse ti puo' interessare questo http://www3.lastampa.it/cronache/sezioni/articolo/lstp/407339/

Sareth said...

spesso si maltratta il medio evo considerandolo un periodo oscuro. in realtà era molto più luminoso di quello in cui ci troviamo a combattere. siamo schiavi non consapevoli, incapaci di reagire, privi di mezzi. è una situazione disperata. una guerra di questo tipo non è possibile vincerla.

da un punto di vista escatologico, questa intervista non è che una conferma dell'avvicinamento di una grande persecuzione a causa del fatto che lo stesso denuncia, cura, limita e condanna comportamenti di questo tipo.
la chiesa è sempre uscita vittoriosa. come sempre toccherà a lei ricostruire il mondo.

non vedo molte soluzioni alternative ad un colpo di stato (bianco)

Huxley said...

pronti per il governo dei banchieri?

http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Cronache_e_politica/Fini-nuovo-esecutivo-idee-Draghi/16-06-2011/1-A_000184881.shtml

Anonymous said...

Ciao Nessie, quando si leggono queste cose ci sia augura che nonn siano vere tanto sono terribili. Purtroppo anche senza sapere di questi di queste combriccole i fatti a cui assistiamo tutti i giorni parlano chiarissimo.
Rimane il solito punto: loro sono fortissimi, onnipotenti e non hanno chi li contrasta.
Scarth

Nessie said...

Sareth, chi maltratta il Medio Evo è un povero ignorante. Non sa che l'età dei comuni nasce nel Mo, che lo sviluppo delle attività artigianali ed artistiche, il pensiero filosofico nasce allora. Lo sviluppo del borgo con le sue mille attività nasce in quel periodo. La barbarie, l'iconoclastia, la desertificazione la portano le banche. Basta vedere i loro squallidissimi palazzacci verticali di cristallo come quello di Bruxelles della BCE. Bisognerebbe buttarlo giù a cannonate. Ma avanti di questo passo, prima o poi lo faremo in tanti. Grecia in testa.

Nessie said...

Ho letto tutto Huxley. Il verme si è rifatto vivo per rosicchiare la carcassa. Ma non farà a tempo. Ormai infuriano venti di ribellione di ben altra portata per l'Europa. Mmmhh...vorrebbe rispettare l'agenda di Draghi: siamo a post.
L'hai sentita l'ultima dei giornali tedeschi su Draghi? E' un vero tedesco. Peccato che l'Economist di lui dica che è un vero inglese.
Ma quand'è che gli diranno che è un vero italiano? Mai, dato che non fa i nostri interessi.

Nessie said...

Ooops: siamo a posto. Mi sono mangiata la O.
Il Loch-blog rallenta perché sono fuori casa e navigo con un baracco a chiavetta che è una vera lumaca. Abbiate pazienza.

Nessie said...

Scarth, ricordi quando leggemmo cose incredibili nel libro di Caillet "Ero massone" l'estate scorsa? Beh, ti consiglio di leggere il libro di John Perkins "Confessioni di un sicario dell'economia", citato dal banchiere svizzero nell'intervista. Lì ci sono cose altrettanto incredibili, ma - ahimé - invece tristemente vere.

Giovanni said...

Io su Strauss-Kahn (per cui non mi dolgo), credo più a un "regalo" di Obama a Sarkozy. Strauss-Kahn era il candidato più forte a disposizione dei socialisti alle prossime elezioni e probabilmente Obama ha voluto ringraziare il Napoleone tascabile per l'aiuto in Libia. L'intervista è interessante ma il rifiuto dell'intervistato a far nomi non è un punto a suo favore. Se chi sa fa riferimenti così vaghi senza portar prove concrete, come replicare a chi ritiene che queste sian solo paranoie? Sul Bilderberg, parlando con persone "informate sui fatti" mi dicevano che ormai è nulla più che uno specchietto per le allodole.

Huxley said...

"Ma quand'è che gli diranno che è un vero italiano?"

La gente come Draghi non ha patria, ha un unico dio, il mercato ed è accomunata da un profondo disprezzo per la gente (più o meno) comune.
Non a caso, la definizione "parco buoi" è stata coniata da gente della sua risma.

Huxley said...

Probabilmente l'hai già visto, ma ti segnalo questo video:

http://www.youtube.com/watch?v=3a_x1pTGEtc&feature=player_embedded

Sarebbe da mostrare sopratutto ai minus habens che gremivano le piazze ai tempi George W. e che adesso con le bandiere della pace si puliscono il naso (per non essere volgari).
Provassero a ragionare si accorgerebbero quanto il titolo di questo post sia vero.

Nessie said...

Giovanni non farmi anche tu il superficialone, per favore. Questi di cui parliamo sono "gialli" sofisticatissimi e le verità non sono mai quelle più ovvie, eclatanti ed evidenti. La tesi di Sarkò che volesse toglierselo dalle scatole lo dicono anche dalla parrucchiera. Così come la tesi della cameriera che voleva farsi una vigna alla faccia sua. Ovvio che ci sono anche queste componenti accessorie. Ma il tuo giornale "Rischio calcolato" mesi fa riportò due importanti articoli di Folliero:

http://attiliofolliero.blogspot.com/2011/02/verso-il-tramonto-del-dollaro-anche.html

eppoi un altro che ti metto dopo dove ci racconta - ma guarda un po' - che DSK voleva aiutare il suo amico Papandreu per il debito greco. Geithner della Fed non ha gradito. Ed un altro articolo dove dice chiaro e tondo che bisognava uscire dal sistema del dollaro, poiché non è più una moneta di riferimento solvibile.

Nessie said...

Ecci il secondo link da leggere:

http://attiliofolliero.blogspot.com/2011/05/dominique-strauss-kahn-il-fondo.html

Dire che non si deve più accettare il sistema del "Fiat Dollar" (stabilito da Nixon nel 1975) è peggio che invocare la forca. E difatti non hanno gradito. Il resto (i giudizi di valore sulla sua moralità) in questo contesto mi interessano poco.

Nessie said...

Noi non sappiamo esattamente in che cosa abbia "sgarrato" DSK, ma loro lo sanno, tranquillo!. E lo sa anche lui, ma non può dircelo.


Sull'intervista, finora di eroi a 360 gradi non ne ho viste nemmeno sui libri più spericolati. Nomi e cognomi anche nel citato testo "Confessioni di un sicario dell'economia", in realtà non compaiono. Solo enti e associazioni. Un perché ci sarà. Io non mi preoccupo affatto di quelli che accusano con facilità di "paranoie" e di "complottismi", anche perché la vigliaccheria e la codardia l'ho toccata con mano in vari ambienti di lavoro. Figuriamoci a questi livelli!

Nessie said...

E' evidente Huxley che gente come Draghi, come TPS (requiescat!) e come altri della sua risma sono senza patria, senza Dio, e parlano con un economicese da brivido a base di "haircuts", di "default" e di mille altri anglicismi da bantù, per farsi capire solo tra di loro.

Giovanni said...

Certo Nessie, ho letto pure io quegli articoli che hai linkato. Molto interessanti, ma non dimentichiamoci che Sarkozy non è nuovo a mosse di questo genere. Ricordiamoci di come fece fuori il suo principale rivale alla successione di Chirac, Dominique de Villepin, con inchieste che si scoprì poi esser montate ad arte. E ricordiamo come, sempre nel 2007, Ségolène Royal abbia più volte lamentato l'utilizzo personalistico che Sarkò faceva dei servizi segreti (era ministro degli interni all'epoca) che, a suo dire, spiavano qualsiasi mossa della sua famiglia onde trovare scheletri nel suo armadio. Insomma, non sarebbe una novità per il personaggio usare mezzi sporchi. Forse dirai che è troppo semplicistico vedere in Sarkò il mandante, ma DSK all'FMI ha sempre seguito i diktat globalisti, nella sua carriera politica s'è sempre distinto come un mondialista, un mercatista e un europeista convinto. Alla fine era "uno del giro" delle varie massonerie, perché farlo fuori?

Nessie said...

"DSK all'FMI ha sempre seguito i diktat globalisti, nella sua carriera politica s'è sempre distinto come un mondialista, un mercatista e un europeista convinto. Alla fine era "uno del giro" delle varie massonerie, perché farlo fuori? ".

Noi possiamo solo fare delle supposizioni, ma questi regolamenti di conti fra consorterie non sono certamente una novità: "se non funzioni sei un uomo morto" è la regola delle massonerie. Leggi il testo di Caillet e quello di Estulin. E' accaduto anche a Druisenberg nel 2005, banchiere olandese prestigioso, presidente della BCE nonché membro di spicco del Bilderberg, la cui una morte è avvenuta in circostanze misteriose in un altrettanto misterioso "incidente". Nessuno ha mai effettuato una indagine a tutto campo su queste morti e la rete delle complicità è assoluta.
No, l'ordine non è venuto da Sarkò, a mio modesto parere (è un pupazzo degli americani anche lui, dopotutto) ma da uomini della FED. Mi è bastato vedere la faccia fredda e asciutta di Geithner per intuirlo. Non ultimo loro potrebbero mettere in forse l'esistenza stessa del FMI, giudicato da altre consorterie americane, un ente inutile che fa perdere tempo, a tutto lo sconquasso che vogliono realizzare nelle loro agenda che, come si può vedere, corre veloce e rapidissima. E il 2012 è vicino. Temo che ne vedremo delle belle e che siamo solo all'inizio.

Nessie said...

Il commento asciutto e raggelante di Tim Geithner (uomo di punta della Fed, , segretario al tesoro di Obama) dopo l'arresto di DSK è stato: "E' chiaro che Strauss-Khan non può più ricoprire il posto al Fondo, visto che non è in grado di badare nemmeno a se stesso".
L'unica testimonianza è quella della cameriera, ma la sentenza era già stata emessa e la defenestrazione, immediata. Intanto il contagio greco avanza. Bah...mi puzza. E parecchio.

Nessie said...

Ah, Close, qui si parla di ramificazioni inarrivabili relative a cupole internazionaliste (vere e proprie holding del crimine politico globalista) e tu mi parli di bocciofile? La P4 in confronto a quanto stiamo parlando è una vera bocciofila dietro al campanile di una chiesa.

Cabiria said...

Questi mostruosi tiranni assatanati di soldi, di sesso e di potere credono di essere immortali? Poveretti! Quando si troveranno, già in vita, a fare i conti con l'Onnipotente, che non starà a guardare passivamente a lungo le torture che infliggono ad una moltitudine di innocenti, allora tremeranno anche solo per un leggero male fisico.E per tornare all'Onnipotente, il nostro Creatore, vedendo ciò che fanno i tanti assatanati sulla terra, ha già mandato molti segni di "avvisi", quali tzumani, (scusate se è sbagliata la parola) colonna di fumo che bloccò il traffico aereo mondiale,i crateri di eruttano a più non posso, alluvioni, ecc., ma la gran parte dell'umanità non li ha saputo o voluto cogliere i segni inviatici. Tutti distratti.

Nessie said...

Mah, la fede è una buona cosa Cabiria, e beato a chi ce l'ha. In attesa dell'Onnipotente, intanto dobbiamo sopportare questo fardello.

Sareth said...

vado OT...
la situazione rifiuti a nopoli come è con il nuovo sindaco?

Anonymous said...

ciao, sono roberto67, forse ci si ricorda di me dai tempi del castello, Alla peggio so che Massimo di me si ricorda :)... sono amministr4atore di rischiocalcolato, stiamo per aprire un nuovo sito che funzioni (anche) come aggregatore per tematiche esclusivamente politiche, ovviamente le idee di base dovrebbero essere le mie, che immagino e spero ricordiate, ma spaziare si può sempre. L'idea è quella di usare come trampolino i contatti di RC per crescere in modo costante e relativamenet rapido.
se vi interessa scrivetemi a rischiocalcolatoteam@gmail.com

ciao a tutti
r

Giovanni said...

@Huxley

Concordo su wikileaks.

@Massimo

Anche secondo me c'è un aspetto strumentale nella vicenda Kahn.

@Nessie
Oltre a Wikileaks c'è pure Anonymous e i recenti ripetuti attacchi a Sony, Sega, CIA e altri grossi target. A questi attacchi si aggiunge la spinta per forme di Internet ID e l'iniziativa per un sistema di espulsione dall'accesso a Internet dopo 3 eventi di P2P illegale identificati da parte del provider e non da AG.
I processi messi in atto sono corposi e gestiti come progetti di sviluppo con il loro intero ciclo di vita che per certe cose va oltre il singolo decennio se non molto di più...

La logica che vi sta dietro non è portatrice di valori ne ha alcun alito divino se non l'opposto e non a caso.

La piramide è salda e la sua sommità si va distaccando dalla base senza perderne il controllo anzi avendolo ampliato all'inverosimile in forme che voi umani non conoscete :-)

Queste discussioni sono come goccioline sul mare e non smuovono di una virgola i processi in atto se non risvegliando un po' le persone. Ma il risveglio diventa pure controproducente se si trasforma in semplice dissenso e risentimento senza generare qualcosa di costruttivo che raccolga le forze sane della società intese non in una logica da ben pensanti benestanti ma secondo lo spirito cristiano o comunque di chi crede all'amore di Dio e non alla sopraffazione dell'uomo sull'uomo anche e a maggior ragione quando le cose vanno male e si risvegliano motivi cannibalistici come sempre più si sente tra chi dovrebbe rappresentare l'alternativa dal basso.

Nessie said...

Amici, sono al mare e il Loch lacustre pertanto, rallenta...
Abbiate pazienza, a breve aggiornerò, visto che il materiale (purtroppo) non manca. A presto!

Sareth said...

al mare dove?

marshall said...

Nessie,
avidità e spietatezza, ordini di pagamento per far assassinare qualcuno, e poi tanto altro: c'è proprio da farsi accapponare la pelle.
Pensa che se dovessimo tornare al baratto, o a un qualcosa di molto simile, le banche sparirebbero perchè non avrebbero più alcuna ragione di esistere.
Qui ci sta proprio bene questo link che m'avevi consigliato a suo tempo: banche e banconote e ci aggiungerei anche BANCHIERI.

Nessie said...

Vero, grazie Marsh.

Josh said...

io sono, mentalmente del tutto, e fisicamente a spizzichi,
in ferie,
ma ho letto tutto:
da rabbrividire,
ma in questi anni ne sono uscite talmente tante che sono convinto sia tutto vero.

Il fatto di non poter rendere pubbliche prove infinitestimali di ogni cosa riportata, rientra nel fatto che l'autore del pezzo forse vuole continuare a vivere.

Ma deve finire l'idea che questo Bilderberg siano solo 4 gatti zeppi di soldi intenti a prendere una tisana con biscottini, e basta.