27 April 2011

Incentivi a delinquere


Rieccoci. Qualche volta evitare di leggere i giornali fa bene alla salute. Come pure evitare di guardare  i TG. Però la carta stampata non letta durante le feste pasquali, poi si accumula. E allora capita che ti cada l'occhio su qualche titolo che ti fa sobbalzare, proprio quando stai per buttare i giornali nel cassonetto.  E' accaduto nell'intervista di Alemanno su Libero in data domenica 24 aprile, giorno di Pasqua. Il sindaco di Roma dichiara "Siamo al collasso, non c'è alternativa". E di chi parla? Degli zingari detti rom che hanno occupato la basilica di S.Paolo fuori le Mura. Sì, proprio quella in cui il cardinale Ruini celebrò la messa solenne ai  nostri soldati caduti di Nassiriya. E siccome a quanto pare non basta nemmeno l'incentivo di mille euro per nucleo per farli sloggiare,  eccoci allora alle solite accuse di "mancanza di umanità" da parte della Comunità di Sant'Egidio nei confronti del sindaco di Roma. "Queste persone non sono disperati, profughi scampati alla guerra. In Romania la casa ce l'hanno e s'installano a Roma convinti di potere fare, con attività più o meno legali, un po' di reddito" obietta Aleamnno. E vanno nelle baraccopoli per non spendere nulla di affitto e massimizzare il proprio profitto".
Capito? Ipse dixit. Ovviamente i furbastri non sloggiavano perché giocavano a battere asta sempre più al rialzo, e c'è voluto del bello e del buono per convincerli. Il denaro da elargire è pubblico e questo non è un argomento da poco. 500 euro vengono pagati dal Comune e altri 500 li paga la Curia: una specie di buonuscita per questi angioletti che hanno occupato abusiviamente il suolo pubblico e hanno rovinato la Pasqua a tanti bravi fedeli e  onesti cittadini in regola, che non poterono accedere in tranquillità alle funzioni. Siamo ai soliti premi per Caino e alle beffe per Abele.
"Normalmente non paghiamo" continua Alemanno, "Lo abbiamo fatto per dare una mano a risolvere una situazione difficile che coinvolge la Chiesa. E comunque 500 euro per 30 famiglie non è una cifra enorme. Mantenerli con vitto e alloggio ci costerebbe molto  di più".
Ed è vero che costerebbero di più, però al solito, pagando si trasmette un pessimo messaggio che può sintetizzarsi nello slogan delinquete delinquete e pioveranno monete. Ovvero incentivi a delinquere.

Capitolo 2 -  Ai tunisini sbarcati a Lampedusa, 1.500 euro per ciascuno.
Non è finita.Credevate che con Ventimiglia ci fossimo tolti dai piedi i clandestini? Errore. Una parte considerevole è qui da noi non solo col fatidico permesso semestrale, ma secondo un interessante articolo di Andrea Morigi (sempre su Libero del dì di Pasqua) con 1500 euro al mese da ripartirsi in questo modo:
Diaria giornaliera di 30 euro elargita dai Comuni. In più è sempre il comune che deve provvedere a tenerli occupati onde evitare vagabondaggi e delinquenza. Si fa così scattare il meccanismo dei "lavori socialmente utili. La retribuzione è scarsa e non supera i 3 euro all'ora, ma se si ha voglia di darsi da fare, si possono guadagnare 24 euro al giorno che moltiplicato per i 26 giorni lavorativi, fanno 624 euro che sommati ai 900 euro al mese spettanti di diritto, fanno un totale di 1524 euro mensili. Uno dei nostri cassintegrati se la sogna, questa sommetta!
Ma dove sono i clandestini? ecco il quadro dei "migranti economici" (così li chiama la Boldrini dell'ONU)  regione per regione per un totale di oltre 19.000:

Lombardia :   3.240
Campania:     1.920
Lazio:              1.880
Sicilia:              1.660
Veneto:             1.620
Piemonte:         1.460
E.Romagna:     1.360
Toscana:           1.220
Calabria:             660  
Sardegna:            540
Liguria:                520
Marche:                500
Friuli V. G :          400
Trentino AA:        340
Umbria:                 300
Basilicata:              180
Molise:                    100
Valle d'Aosta:         40

Di questo passo si chiederà ai bambini tunisini: "Cosa vuoi fare da grande?"
Risposta: "Il clandestino".
Si gira per pittoresche regioni italiane e in tempi di crisi come questi si ha un salario decente garantito. Con vitto e alloggio a spese dei comuni. Mica male!
Ora avrete capito, perché in talune circostanze, i giornali è meglio non leggerli.
  


89 comments:

Massimo said...

Mi sembra folle pagare mille euro a nucleo per rimandarli a casa loro. Piuttosto mille bastonate a nucleo per chi si rifiuta di andersene ! Sui clandestini, ormai, ne abbiamo scritto e riscritto. Purtroppo chi decide l'uso della forza pubblica ci obbliga o ad accettarne la spalmatura nelle regioni a tempo asseritamente determinato, o la loro accoglienza a tempo indetereminato con corollario di cittadinanza e voto. Prima o poi, ne sono certo, tutta questa costruzione crollerà per la rabbia dei cittadini (appena si troverà un capo popolo con le palle che prenderà la testa della maggioranza sin troppo silenziosa e paziente). Per ora non ci resta che abbozzare e difendere il difendibile. Oltre, ovviamente, alla legittima critica e all'espressione delle altrettanto legittime opinioni sul trattamento da riservare agli immigrati.

Nessie said...

E difatti è bene tornare e ritornare sull'argomento, Massimo. E non per ripetere a qualcuno la lezioncina che non vuole e non sa capire, ma per far vedere quanto siamo arrabbiati. In fondo denunciare nei nostri blog non è abbozzare, ma anche questo, un modo per reagire.
Hanno tolto gli incentivi e gli ammortizzatori sociali ai nostri per fare la beneficienza universale a chi viene qui per delinquere. Ti pare giusto?
E il bello che sono pure protetti dalla Caritas, Sant'Egidio, comunità ebraiche, sinistra, centri sociali, Arci e quant'altro.

Anonymous said...

IL PATTO (SUICIDA) PER L’EURO
Paolo Barnard

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=8227

http://www.paolobarnard.info/interventi_indice.php

m

Josh said...

sull'ultimo commento di Nessie:
"Hanno tolto gli incentivi e gli ammortizzatori sociali ai nostri per fare la beneficenza universale a chi viene qui per delinquere."

sacrosanta verità.
Qui per avere ammortizzatori sociali per gli italiani non si sa più che si deve fare, e nella maggior parte non arrivano proprio, non si è mai abbastanza idonei per riceverli anche se stai sotto un ponte.

Come capitò di parlarne, ormai da anni, con esperienze dirette o di vicini di alcuni di noi, basta scorrere indietro nei post e nei commenti.

E invece per la beneficenza universale, a tutti gli altri tranne che a noi autoctoni quando nel bisogno, tutti si smanicano e si devono smanicare e bisogna anche a forza approvare questa gestione.

Aggiungo un altro colmo (sì perchè tutto è ormai colmo): in molte fabbriche, a parte quelle chiuse e quelle dislocate per outsourcing, non solo mettono a casa gli italiani, e non ne assumono, ma ormai mettono a casa anche gli extracomunitari regolari che sono qui da qualche anno,
per prendere (non assumere) sottocosto e a nero i neoclandestini...è evidente anche qui in Emilia.

Poi ci sentiamo Caritas, Sant'Egidio, comunità ebraiche, sinistra, centri sociali, Arci,
invitanti, a dire "venite tutti qui!"
e "c'è posto per tutti". Li chiamano proprio.

Giusto per infierire: per l'appena trascorsa Pasqua si sono sentiti discorsi "ecclesiastici" in cui si mischia "l'aprire le porte a Cristo" chiaramente nel significato evangelico di "aprire il cuore"/ aprire uno spazio mistico-interiore, aprirsi alla vita eterna, a una dimensione spirituale", estrapolato dal suo contesto e
confuso volutamente con "aprire i confini" a tutti i popoli dai 4 punti cardinali.
Con anche l'esegesi pilotata conseguente del comandamento fraterno che ogni tuo consimile "è come Cristo" ma tu ovviamente non lo sei più. Non si tratta solo di scelte lessicali. Cioè i Cristi sono sempre e solo gli altri.

Vedi un po' se ci possono essere politiche ideologiche più sottili e disoneste di queste.

Josh said...

Francamente l'occupazione da parte degli zingari della Chiesa di San Paolo è pura follia.

e poi 1000 euro per sloggiare? ma siamo matti? se noi facessimo una cosa del genere saremmo già in galera per averlo osato pensare.

ma è proprio come detto nel post, questi soldi strappati col ricatto dell'occupazione sembrano un incentivo a delinquere.
Ora (già accade) chiunque verrà a farsi una passeggiata in Italia, poi già che c'è occupa, tanto così dopo lo paghiamo. E si fa pure un viaggetto....
Noi di grazia tra un po' se ci potremo concedere la 'gita delle pentole'

Siamo in ostaggio di ognuno che passa da qui, costretti di più a pagarli con soldi pubblici che sono poi nostri, e che mai si tramutano in servizi per noi.

Josh said...

1.500 euro a ogni tunisino è ancora di più follia. Ma perchè?
bah io ho girato il mondo a suo tempo eppure ho sempre dovuto pagare io, spero un giorno me lo spieghino:-))

Il permesso semestrale è una stupidata (ad esser educati), Maroni non poteva escogitare una cosa peggiore.

Ma tanto Berlusca ha incontrato Sarcofaghzy e allora ...è peggio di prima: noi bombardiamo di più la Libia, Napolitano servilmente sempre approva tantissimo (del resto ha diviso l'attività di servitù prima sotto l'URSS ora sotto gli USA, quello sa fare), i clandestini (con carta o meno) restano qui,
ma ci fanno il regalo di prenderci il Draghi Mr. Goldman graditissimo a lorsignori in Europa (la rovina di tutti), e le centrali nucleari ce le costruisce più avanti, quando ci siamo convinti, direttamente Sarkozy (perchè noi non abbiamo ingegneri eh) e anche il latte ce lo darà Sarkozy (mentre il nostro lo buttiamo e lo butteremo, grazie alle quote). Che premio!!

Ma cos'è 30 euro al giorno? Va bè che le Marlboro sono aumentate, ma i tunisini ne prendono 1 stecca al giorno?
Certo è il Comune che gli regala i "lavori socialmente utili".
Beh 1500 al mese inizia ad essere uno stipendio medio alto anche per l'impiegato italiano oggi eh, come per l'insegnante e alcuni professionisti....non solo per il cassintegrato.

Non so se sia chiaro il concetto nascosto, che poi è palese, dietro l'espressione boldriniana "migranti economici": migrano per fare soldi, e di conseguenza con le nostre regalie ci riescono pienamente! a spese di noi tutti.
Operazione riuscita.

nuovopatriota said...

Qui dispensano denari a destra e a sinistra, basta che si tratti di non autoctoni. Il nostro dovere è di tenere alto il livello di attenzione fino alle prossime elezioni. Allora si che ne vedremo delle belle!

***************************************
+nuovopatriota+
[torneranno i crociati.. e saran mazzate!]

Giovanni said...

"Si fa così scattare il meccanismo dei "lavori socialmente utili"

Magariiiiiiii
Da me la sindaca catto-comunista di farli lavorare non ne vuol sentir parlare! Lei sgancia direttamente sussidi a cani e porci (ovviamente solo allogeni, ça va sans dire) senza nemmeno chieder nulla in cambio. Al solo proporre di far corrispondere lavori socialmente utili ai sussidi a momenti le veniva un infarto e non mi denunciava per violazione della legge Mancino.
Che poi io mi chiedo, ci dicono "vengon qui per lavorare". Se vengon qui per lavorare hanno uno stipendio. Se hanno uno stipendio non han bisogno dei sussidi, ergo se han bisogno dei sussidi o
A-Non hanno un lavoro quindi devono ANDARSENE in quanto non hanno più ragione di star qui
B-Hanno un lavoro ma non regolare quindi devono ANDARSENE perché quando si è ospiti in casa d'altri si rispettano le regole, si ringrazia per l'ospitalità e non si fa i furbi.

Ma vai tu a spiegare questa semplice logica alla sinistra, alla mal-destra e agli ermellini.

Eleonora said...

Già, già e nella mia regione il numero di cassa integrati e quello di disoccupati supera di gran lunga il numero 500. Con la differenza che il cassa integrato ha un assegno mensile, il disoccupato una volta scaduta la disoccupazione non solo non ha un lavoro ma non ha neanche un soldo.

johnny doe said...

Ormai non ci son più limiti alle cazzate,mai come in questi mesi è appropriato dire che l'Italia
è il paese di pulcinella.
E mi fermo qui,che altro vuoi dire!

Anonymous said...

Chi si aspettava qualcosa di buono dal vertice italo-francese è servito.
Sciaboletta è venuto ad impartire ordini, più che a trattare, e non poteva sperare in un interlocutore più arrendevole di Silvio il Concavo. Dopo averlo rassicurato che l’Italia è sempre la favorita dei cuginastri (specie quando si tratta di rapinarla) e che la scalata alla Parmalat non è “ostile”, lo ha convinto che la Francia si fa «cinque volte di più dell’Italia» contro l’immigrazione clandestina. Commosso, il Concavo ha sottoscritto una richiesta di revisione di Schengen a tutto vantaggio del Sacro Esagono, ricevendone in cambio il “regalo” di Mario Draghi presidente della BCE (decisione, peraltro, già presa da tempo dai banchieri di Berlino).

Tre giorni prima l’ambasciatore USA e il presidente della Commissione Esteri del senato americano gli avevano consegnato un messaggio in cui l’Abbronzato, senza tanti giri di parole, lo “invitava” a partecipare attivamente ai bombardamenti sulla Libia. Gratificato da tanto onore, il nostro prode Condottiero ubbidì.
Per chi non lo sapesse, la Garibaldi e l’Andrea Doria ci costano, solo di carburante, 100 mila euro al giorno e ogni missione dei nostri caccia toglierà dalle casse dello Stato 300 mila euro, ai quali se ne dovranno aggiungere 200 mila per ogni missile sparato.
Dissiperemo una Finanziaria in pochi mesi per una guerra stupida e controproducente.
Tutto questo per opera di un governo che lesina sulla spesa sociale, l’assistenza, le pensioni e taglia vergognosamente i fondi alla scuola e alla ricerca.

I nostri (s)governanti credono che l’unico modo per guadagnare rispetto e considerazione sia quello di far mulinare la lingua. È esattamente il contrario, ma vaglielo a spiegare…
Ci fossero stati loro negli anni Sessanta, forse non avrebbero esitato ad imbucarci perfino nel Viet Nam.

Mi domando cosa aspetti Bossi a ritirare la sua delegazione dal governo. Ogni giorno di più è un giorno perso e la cancrena finirà per prendere anche la Lega.
(no caste)

Aldo said...

Noto che Alemanno ha "sbottonato" una realtà che a più riprese ho già avuto modo di tratteggiare anch'io. Ora, se l'ha fatto lui (che non credo sia un'aquila) significa che il concetto è accessibile a chiunque e probabilmente negli ambienti dirigenziali è ben noto. Com'è che si tratta di una verità tanto "segreta" da tirarla in ballo solo nei momenti di stizza, quasi fosse un dispetto?

P.S. per Josh: non dimenticare che la massima parte di questi "ammortizzatori" proviene dalle nostre casse pensionistiche, quelle che non fanno altro che ricordarci che non basteranno mai -- per forza! se li si butta nel cesso a questo modo...

Aldo said...

Nessie, sono ancora qui che cerco di digerire la questione dell'Unione per il Mediterraneo (non scherzo!) e già mi colpisci di nuovo allo stomaco? Che è, un attacco di sadismo?

Nessie said...

Josh, ti sei sfogato con esaurienti analisi. Non potrei aggiungere altro. C'è una tua frase-chiave che riporto:
"Siamo in ostaggio di ognuno che passa da qui, costretti di più a pagarli con soldi pubblici che sono poi nostri, e che mai si tramutano in servizi per noi."

Esatto, è un'immagine perfetta! E' come se fossimo presi tutti quanti in ostaggio da gente che ci punta un revolver alla tempia.

Nessie said...

Sì Patriota, bisogna però essere così tenaci da rompere di continuo, e a volte comincio a essere stanca. Qui ci pigliano per stanchezza e pure per esasperazione.

Nessie said...

Capisco Ele, ma la faccenda del cassintegrato è destinata ad andare in esaurimento, come ha spiegato bene Josh. Le aziende smantellano e vanno in delocalizzazione, e il problema sono l'esercito di riserva dei clandestini. Possibilmente africani. Fai un po' tu che prospettive ci attendono.

Nessie said...

No caste, temo che ancora una volta la Lega su cui riponiamo ancora un brandello di esigua e residua speranza, ci deluderà e non riuscirà a fermare questa ciofeca in corso. Del resto Berlusconi l'ha decisa senza consultarli e Bossi l'ha saputo dai giornali. Fai un po' tu...Dove vuoi che vadano i leghisti senza il PdL ? Se escono dal governo rischiano di vedere il loro Carroccio frantumarsi in pezzi.
Il giochetto sarà lo stesso che abbiamo già visto altre volte: uscire dall'aula dopo essersi sincerati che ci siano i numeri.

Su Berlusconi e Sarkofago pare che siano volati gli stracci e che da indiscrezioni filtrate, siano volati urli e maleparole, perché il sarkò lo ha accusato di averlo sputtanato sui suoi giornali (Panorama e Giornale).
In ogni caso, l'aver accettato quel che ha disposto l'Abbronzato della Casa Bianca (ovvero bombe su bombe) accelererà la fine di questo governo e in particolare di Berlusconi. Su questo non ci piove. Ora la sinistra che voleva una guerra decisa contro il Rais, è stata accontentata. Bombe obamiane e "umanitarie", fatte sganciare da uno Stolto.

Nessie said...

La faccenda di Parmalat e del cambio con lo sciacallo Draghi (il servitore di Goldman) è un altro fronte assai inquietante. Ma qui non sappiamo più dove girarci.

Nessie said...

"Non hanno un lavoro quindi devono ANDARSENE in quanto non hanno più ragione di star qui
B-Hanno un lavoro ma non regolare quindi devono ANDARSENE perché quando si è ospiti in casa d'altri si rispettano le regole, si ringrazia per l'ospitalità e non si fa i furbi".

Giustissimo Giovanni. Ma sai bene che grazie alla gran Maronata, ormai dispongono di un permesso di ben sei mesi "per motivi umanitari". Perciò si cuccano lo stipendio per almeno sei mesi. Grazie Maroni! Speriamo solo non ci sia una moratoria.

Nessie said...

Johnny, cazzate le chiami?! Magari! Quella di pagare chi delinque è a dir poco una mossa disonesta e malvagia nei confronti di tanti onesti italiani che non ce la fanno ad arrivare a fine mese.

Nessie said...

Aldo, l'unico modo che abbiamo di non farci andare il fegato in fiele è ignorare tutto quel che si svolge intorno a noi. Meno si sa, più si campa decentemente, credimi. Ho trascorso una settimana piacevole. POi ho portato un mucchio di giornali arretrati e non letti al cassonetto, e questo è il risultato: il nuovo post.
E allora mettici in conto anche il travaso di bile per aver fatto tutti i debiti collegamenti.
Purtroppo il sadismo non c'entra.
O ignoriamo il tutto e ci occupiamo solo del nostro stretto privato o come blogger, decidiamo di scoprire gli altarini e investighiamo su quello che la nostra stampa ci mette tra parentesi.
L'Unione per il Mediterraneo è qualcosa che la stampa ha messo tra parentesi. Salvo poi svegliarsi un bel mattino con gli assaltatori e invasori stranieri alle porte.

Nessie said...

Alemanno non è una cima. E su questo non ci piove. Ma a suo tempo impostò una campagna elettorale proprio sul tema "sicurezza" contro Veltroni, garantendo che con lui Roma sarebbe stata più sicura. Sotto l'amm. Veltroni ci furono brutti fattacci di sangue come quello a Tor di Quinto dove il rom Mailat violentò e uccise a sassate la povera signora Reggiani. Ora sta sperimentando sulla sua pelle, che quella è un'etnia "intoccabile". E che chi tocca i fili, muore.

Nessie said...

Avviso: domani sarò in viaggio. Lasciate pure i vostri commenti, ma rimarranno in moderazione fino al tardo pomeriggio. Grazie.

Nessie said...

NOTA tecnica OT: leggo da un blogger a nome Raffaella su Internet che google ha diposto nuove norme su i commenti, senza CHIEDERE l'autorizzazione di nessuno:

Cari amici,
da stamattina gli utenti del mio blog non possono scrivere commenti se non dispongono di un account google.
In altre parole è impossibile lasciare un commento come "Anonimo".
Un caro saluto

Evviva la democrazia informatica. Il GF si è messo in moto anche su questi dettagli?

Eleonora said...

Ot, poi cancella pure questo commento: si confermo che per commentare qualsiasi post di qualsiasi blog di questa piattaforma, bisogna registrarsi per forza. Bello davvero, senza scrivere nessun avviso in home. Penso che emigrerò altrove non appena avrò tempo.

Nessie said...

No, no non cancello niente cara Ele. E' bene che gli altri amici non registrati sappiano che questa è un'altra sbarretta di quella gabbia planetaria che hanno in mente di costruirci su misura.
L'anonimato dei commenti ha le sue controindicazioni, beninteso, perché COME ben sai dobbiamo difenderci dai troll; tuttavia nell'era della "tracciabilità" è ancora una delle poche, residue libertà rimasteci. E molto "democraticamente" google, ha deciso di farne carta straccia.
Si può provare a cambiare piattaforma, ma penso e temo che il Grande Fratello, si stia organizzando anche in altri siti.

no.caste said...

!

no.caste said...

È il terzo tentativo e non so se andrà in porto...
(no caste)

no.caste said...

In ogni caso, questo è il commento che avevo postato nel pomeriggio:

Sì, Nessie… Mario Draghi… E pensare che secondo alcuni dovremmo rallegrarci per il gentile cadeau di Sarkò. Forse credono, gli ingenui, che saremo favoriti avendo un italiano al vertice della BCE…
Balle. Del suo “patriottismo” Draghi ha già fornito ampia prova nel 1992, quando salì sul Britannia in qualità di Direttore generale del Tesoro, ma in realtà solo per fare gli interessi della Goldman Sachs, della quale era a libro paga.

Saranno anche volati gli stracci, tra i due Nanoleoni, ma non c’è dubbio su chi alla fine abbia prevalso.
Dopo aver tuonato sulla necessità di difendere le nostre aziende e invitato i consumatori a boicottare i prodotti francesi, ci siamo ridotti a sentir dire: «Beh, in fondo volevamo solo alzare di qualche centesimo il prezzo delle azioni Parmalat e siamo ben felici di avere un’insignificante presenza nel CdA…». Bene, bravi: Pulcinella non avrebbe saputo far di meglio.
È questo il secondo regalo ai cuginastri da parte del mancato chansonnier, dopo la farsa dell’Alitalia con la “Bad Company” caricata sul contribuente italiano e la Compagnia “buona” che finirà all’Air France in capo a un paio di anni. Almeno, fosse andata in porto la vendita di quell’impiastro di Prodi, avrebbero dovuto accollarsi anche i debiti. Ora non più…

In questo articolo di Franco Bechis è illustrato uno scenario per noi tragico, e io temo approssimato per difetto:
http://newrassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=rassegna&currentArticle=ZED4T
Tutto ciò, mentre l’Italia partecipa attivamente al boicottaggio dell’ENI…
Ancora un po’ e l’Imperatore d’Occidente ci obbligherà a bombardarne gli impianti, come fece un suo predecessore con D’Alema, che distrusse quelli della Telecom in Serbia.

Intanto, avendo ormai capito di quale spregevole materia siano composti i nostri governanti, ecco che la Corte europea ci rifila l’ennesimo calcione tra le gambe: niente galera per quei clandestini che avendo ricevuto un foglio di espulsione, non vogliono tornarsene a casa loro (applausi a Sinistra, impotenti mugugni a Destra).
Abbiamo un bel dire, noi: usciamo dall’Europa e dall’euro, riappropriamoci della sovranità monetaria, denunciamo il debito ecc.
Ma chi dovrebbe avere il coraggio di farlo, di grazia: “questi”? Degli ignobili molluschi che non saprebbero tenere la schiena dritta nemmeno con un palo infilato su per il c..o?

Spero che qualcuno – chiunque sia – si decida al più presto a staccare la spina. Perché l’Italia merita, e necessita, di ben altro che un governo allo stato comatoso come l’attuale, guidato da un uomo col cervello ridotto in pappa e visibilmente distratto da interessi “altri” e molto lontani dall’amministrazione della Cosa pubblica.
(no caste)

Josh said...

@Nessie:
e dai commenti firmati nome e cognome e codice fiscale, aggiungo un paio di perle odierne, che magari ti sei persa durante il viaggio di ritorno.

L'Eu ha deciso che il concetto di 'reato di clandestinità' che vige in Italia è reato, cioè essere clandestini non è reato e non deve esserlo nemmeno in Italia.

Quindi l'Eu ci dice "W i clandestini", e "essere clandestini non è più reato".
Noi invece dobbiamo firmare anche i commenti col DNA.

Nessie said...

Josh, purtroppo esistono anche le radio in auto e ho saputo tutto.
Si sapeva ed è ora di uscire da questa fogna chiamata Ue. Una fogna piena di sbarre, paletti e mordacchie. Hai fatto bene a mettere in connessione il fatto che vogliono lo screening di noi che scriviamo mentre ai clandestini si dà libertà di delinquere!
Stasera Maroni una volta tanto si è infuriato . Devono dirci PERCHE' in altri paesi è concesso considerarlo reato e noi dobbiamo stare come dei bamba con la pistola puntata addosso.

Nessie said...

No caste, stavo per scriverti per avvertirti della perfetta "democrazia internettiana" di google. Tutti registrati e "rintracciati". O almeno "rintracciabili". E vigliacco se si sono degnati di fare un disclaimer per avvertire. E' sempre quella che mi hai dato a Natale la tua email? Te lo chiedo perché mi è tornata al mittente.

Per quanto riguarda quel che scrivi, non ho dubbi che Berlusconi abbia fatto innanzitutto i suoi interessi.
Nell'ultimo incontro con Sarkozy sono volati gli stracci e il petit Napoléon d'i Ball si è messo letteralmente a urlare che gli avrebbe fatto cause grosse come una casa, per le campagne di stampa fatte dai giornali della famiglia Berlusconi. Infatti Panorama ha sparato a palle quadre contro Sarkò (e giustamente) e ha sbugiardato le sue mosse in Libia. Fatto si è che B. per salvarsi le natiche dalle querele ha ceduto la nostra sovranità e non ha difeso i ns. interessi. Sì, perché quell'enorme caxxata che ha detto sulla Francia che ha più immigrati di noi, è stato un cedimento meschino al Sarkofago. La Francia è ben più estesa come superficie dell'Italia e il Cav ha fatto solo lo stuoino. Una tristezza unica!

Angelo D'Amore said...

lanciamo i missili sul nostro ex-amico per non veder sminuita la nostra posizione a livello internazionale e poi, a chi scappa da quei territorio, offriamo vitto, alloggio e diaria giornaliera.
complimenti!

Nessie said...

Una volta tanto, non posso darti torto.

johnny doe said...

Nessie,non riesco a trovare la notizia.Non è che puoi darmi il link di questa Raffaella?

Intanto provo qui a mandare il commento anonimo.

Johnny doe

Nessie said...

Johnny, eccoti alcuni commenti al riguardo:

http://www.google.com/support/forum/p/blogger/thread?tid=413fd2568ef7baf3&hl=it

http://www.google.co.kr/support/forum/p/blogger/thread?tid=7780e526b647b5ce&hl=it

http://bargiomba.altervista.org/commenti_anonimi___google_costretta_a_svelare_l_identit___del_blogger___2004601-shtml/400

no caste said...

Nessie, il mio indirizzo no.caste@yahoo.it è sempre attivo e lo uso di frequente, dunque non capisco come mai la tua mail sia tornata indietro. Ma oggi ne son successe di tutti i colori.

Io ho avuto difficoltà a creare il mio account e per postare sono costretto a riprovare più volte cambiando browser, in aggiunta ancora non so se sono riuscito a mettere a posto tutto…
Non essendo esperto in queste cose, inviavo i messaggi come anonimo proprio perché lo trovavo un sistema pratico ed immediato, alla portata di chiunque. Mentre con la nuova “regola” c’è stato un momento in cui stavo per mollare tutto.
Sono convinto che se avessi provato a fare l’account a uno dei tanti siti porno, me la sarei cavata in due minuti. E temo sia proprio questo il vero obiettivo. “Loro” hanno comunque i congegni per rintracciarci, anche quando navighiamo come anonimi, ma creano difficoltà per scoraggiare i meno esperti tra noi, che sono (siamo) la maggioranza.
Hanno interesse a farci navigare molto su Internet, perché ci campano, però è meglio se lo facciamo perdendo tempo dietro a giochi cretini e alla pornografia…
L’ho sempre sospettato ed oggi ne ho avuto conferma: si può scrivere qualsiasi scemenza, anche di essere nati nel 1789, e il programma si beve tutto. Non vogliono i nostri dati anagrafici, perché li hanno già, o comunque hanno gli attrezzi per recuperarli.
Vogliono semplicemente farci desistere dall’occuparci di cose serie.

PS:
Comunque, se non ti disturba, ti invito a riprovare ad inviarmi una mail, in modo che io possa chiederti lumi nel caso dovessi andare ancora in panne…

Josh said...

tsè! avete letto dai link quello della modella con amica rosicona che la 'insultava'? Come se l'iniziativa di Google fosse partita di lì.

queste rivoluzioni con obbligo dati completi non avvengono mai per questi motivi: primo, da sempre anche un commentatore offensivo poteva essere smascherato anche da prima se dietro richiesta e azione legale ritrovando il suo IP in caso di insulti, e dall'IP si trova subito la persona.

Il punto è cosa sia 'insulto'. Dalle nostre parti qui non abbiamo mai insultato nessuno. Ma è considerato 'insulto' non adeguarsi alle opinioni correnti, in ambito storico e contemporaneo politico. E' 'essere insultatori' non aderire alla vulgata.

Quindi ognuno si deve accingere a scrivere un commento con il senso di pressione inquisitoria della forumula giudiziaria, tutti i giorni:
"Tutto quello che dirà potrà essere usato contro di lei in Tribunale"

Ma bisogna tenere presente, per esempio, che Napolitano sono anni che dice che "chi afferma di voler uscire dalla Comunità Europea è un delinquente" o "pericoloso sobillatore".

In questa ottica siamo già tutti in galera per reato di pensiero.

Josh said...

tsè! avete letto dai link quello della modella con amica rosicona che la 'insultava'? ora Google avrebbe cambiato senza avvertire i suoi metodi per le modelle litigiose...

queste 'rivoluzioni' con obbligo dati completi non avvengono mai per questi motivi: primo, da sempre anche un commentatore offensivo anonimo poteva essere smascherato anche da prima se dietro richiesta e azione legale ritrovando il suo IP in caso di insulti, e dall'IP si trova subito la persona.

Il punto è cosa sia 'insulto'. Dalle nostre parti qui non abbiamo mai insultato nessuno. Ma è considerato 'insulto' non adeguarsi alle opinioni correnti, in ambito storico e contemporaneo politico. E' 'essere insultatori' non aderire alla vulgata.

Quindi ognuno si deve accingere a scrivere ogni commento con il senso di pressione inquisitoria della forumula giudiziaria:
"Tutto quello che dirà potrà essere usato contro di lei in Tribunale"

(era un po' così anche prima, ma la stretta di ora è subdola)
Ma bisogna tenere presente, per esempio, che Napolitano sono anni che dice che "chi afferma di voler uscire dalla Comunità Europea è un delinquente" o "pericoloso sobillatore".

In questa ottica siamo già tutti in galera per reato di pensiero.

Se poi non siamo convinti che siano le modelle a voler dare la stretta alla libertà di pensiero ma siano alcune altre categorie, la morsa si stringe ancora di più
:-))

Nessie said...

Josh e No caste, è inutile che vi dica che le vostre riflessioni mi inducono ad abilitare quanto prima un nuovo topic sulla nuova mordacchia informatica. E' certo che se volevano punire lo sputtanatore della modella sapevano quanto prima come e dove rintracciarlo. Ma qui hanno fatto esattamente come fanno le maestrine sceme (o meglio, finto-sceme) dell'asilo Mariuccia: per colpa del cattivello di turno, nessun bambino ha più diritto a fare la ricreazione.
Il fatto poi, che non ne abbiamo nemmeno dato avviso, conferma in pieno i nostri sospetti. Potevano almeno degnarsi di mettere in HP un banale avviso, ma invece hanno finto di lasciare invariato il modulo dei commenti anonimi e quello degli Open ID.

Nessie said...

Josh, il primo dei due commenti non è registrato: come hai fatto a spedirlo?

Okay No caste, adesso riprovo. Grazie.

Nessie said...

Caro No caste, ho riprovato ma l'email non è partita, come quella di ieri, dove tra l'altro, mi è sparito perfino il testo dal modulo della posta inviata. Eccoti la notifica.


Mail Delivery Subsystem
a me


mostra dettagli 09:57 (1 minuto fa)







Delivery to the following recipient failed permanently:

no.caste@yahoo.it

Technical details of permanent failure:
Google tried to deliver your message, but it was rejected by the recipient domain. We recommend contacting the other email provider for further information about the cause of this error. The error that the other server returned was: 554 554 delivery error: dd This user doesn't have a yahoo.it account

Nessie said...

Josh, ora provo anch'io a mandarmi un commento non registrato per vedere se me lo accetta, visto che il primo dei due te l'ha accettato. Può anche darsi che siamo stati dei malpensanti e che ieri ci sia stato un errore della piattaforma di blogger, anche se ne dubito.

Nessie said...

Toh, l'ha accettato: non ci capisco più nulla. Se qualcuno più esperto di me ci capisce qualcoosa mi dia dei lumi.

Luka said...

Confermo. E' da ieri mattina che non riesco a inviare un commento. Intanto però sono riusciti nel loro intento, di farvi andare fuori topic. L'argomento è di scottante attualità, visto che non si può respingere e non si può schiaffare in galera. Ha detto bene Josh, la vera galera spetterà a chi ha opinioni contrastanti con la vulgata alla Napolitano.

Maurizio said...

E' da qualche giorno che provo a inserire un commento sulla disparità di trattamento dei nostri disoccupati (se va bene qualche mese, poi trottare), ma vedo che è già stato rimarcato.

Se sei un nativo o lavori e con le tasse finanzi le categorie citate nel post, oppure puoi schiattare tranquillamente per la fame e chissenefrega.

Possiamo considerarli metodi alterantivi alle coperte al vaiolo.

Huxley

Nessie said...

Huxley-Maurizio, hanno ripristinato (non so fino a quando) e se vuoi puoi firmarti come prima.
Considerato che hanno inviato prima sotto il governo Prodi un mucchio di zingari in cambio delle aziende delocalizzate in Romania, considerato che molti dei tunisini sbarcati sono autentici avanzi di galera (vedi quel che è accaduto sulla nave Excelsior), considerato che ora la Ue ci toglie sia il diritto di rimpatriare che quello di schiaffare in galera, abbiamo tutti gli elementi utili per dire che questo è un genocidio, una pulizia etnica nei nostri confronti. Prima ce ne renderemo conto, meglio sarà.

no caste said...

Non so davvero cosa pensare, Nessie.
Preoccupato dalla tua ultima risposta, mi sono inviato da me stesso una lettera ed ho chiesto a due amici di fare altrettanto. I tre messaggi sono arrivati regolarmente (due da “yahoo.it” e uno da “libero.it”). Ciò mi fa supporre che sia tu ad essere oggetto di particolari “attenzioni”…
Hai controllato se i tuoi stessi problemi si sono verificati su altri Blog della stessa piattaforma?

Nessie said...

Può darsi :-), ma per ciò che concerne la posta le mie email partono e arrivano regolarmente a tutti gli altri indirizzi. Ho provato a spedirti un'email di prova su altro indirizzo email che ho su alice, ma non è arrivato, ugualmente ed è tornato al mittente.

Per quanto riguarda i commenti anonimi della piattaforma blogger, altri hanno lamentato quanto ho scritto (Eleonora, Huxley, Luka, e Josh). Ma questo è un discorso diverso dalla posta privata.

no caste said...

Boh, chi ci capisce è bravo…

Per tornare al tema, segnalo questo ottimo articolo di Ida Magli. Come al solito, vox clamantis in deserto…

http://www.ilgiornale.it/cronache/ecco_leuropa_no_che_non_ha_mai_unidea/29-04-2011/articolo-id=520043-page=0-comments=1

Aldo said...

Nessie: «abbiamo tutti gli elementi utili per dire che questo è un genocidio, una pulizia etnica nei nostri confronti»

Ipotesi che considero possibile, ma son più propenso a ipotizzare manovre tese a smantellare ulteriormente i pochi residui di coesione sociale rimanenti. Ricordi lo slogan "El pueblo unido jamás será vencido"? Bene, per vincere un popolo già bue occorre "bovinizzarlo" ancora un po'. Volendo usare una metafora canina, direi che il metodo migliore per fregare la ciotola a dei cani senza che neppure se ne accorgano è indurli a litigare tra loro.

Siccome sanno che la piega che han preso le cose non è che la punta dell'iceberg di un tracollo sistemico che continuerà a peggiorare a velocità crescente (se hai letto Oilcrash.com sai di cosa parlo) vogliono assicurarsi che non sia possibile il ripetersi in versione potenziata di quel che accadde negli anni '70. Il che mi riporta alla clausola lisbonese della possibilità di intervento armato sulle folle di rivoltosi...

Anche se a volte ci piace pensare il contrario, abbiamo a che fare con dei criminali traditori, non con degli sprovveduti.

Nessie said...

Letto grazie No caste. La solita brava Magli. Ma come dici tu, voce che predica al deserto e beato a chi ascolta i suoi insegnamenti.

Ho chiesto all'amico Josh di farmi cortesemente da postino e di fare una verifica sulla tua email. Non potrebbe essere che magari hai la casella piena e allora le mail tornano indietro?

Nessie said...

Aldo, le tue ipotesi non confliggono affatto con le mie:

"Ipotesi che considero possibile, ma son più propenso a ipotizzare manovre tese a smantellare ulteriormente i pochi residui di coesione sociale rimanentii".

E difatti prima si smantellano i pochi residui di quella coesione sociale, poi si passa alla fase due: la pulizia etnica. Altro che cani che litigano con altri cani per il possesso dell'osso. Qui avanti di questo passe e c'è la sopraffazione numerica, con tutto quel che ne consegue. Se leggi il link della Magli appena messo da No caste nel suo commento, si arriva proprio a questa ipotesi. E del resto anche lei come te, ha il pallino della demografia e insiste su quei 197 abitanti italiani per kmq.

http://www.ilgiornale.it/cronache/ecco_leuropa_no_che_non_ha_mai_unidea/29-04-2011/articolo-id=520043-page=0-comments=1

Aldo said...

Saura: «insiste su quei 197 abitanti italiani per kmq»

...che ormai sono 201 (ufficialmente, poi bisognerebbe contarli di prima mano per sapere la cifra esatta, perché l'ISTAT è attendibile come una baldracca guatemalteca)...

Vado a leggere l'articolo di Magli.

Josh said...

OT: ho mandato per prova 4 mail da indirizzi diversi a no-caste, mi tornano tutte indietro, dice che il suo server non le prende o l'indirizzo non esiste: va a sapè...

in soldoni copioincollo

Technical details of permanent failure:
it was rejected by the recipient domain.
We recommend contacting the other email provider for further information about the cause of this error. The error that the other server returned was: 554 554 delivery error: dd This user doesn't have a yahoo.it account

insomma pare che è yahoo ad avere il problema...io spedisco e ricevo mail da tutto il mondo anche oggi.

no caste said...

No Nessie, non ho la casella piena.
Ma ho appena scoperto la ragione, che è assai più banale e quasi mi vergogno ad ammetterla…
Quando ho aperto la mail, circa quattro anni fa, l’ho subito inserita in rubrica e nel frattempo avevo completamente dimenticato che l’estensione è “.com”, non “.it”… Dunque l’indirizzo esatto è no.caste@yahoo.com
Il caso ha voluto che i due amici ai quali ho chiesto aiuto stamani avessero anche loro l’indirizzo in rubrica e non mi hanno segnalato il problema.
Per una volta la Spectre non c’entra, il casino l’ho combinato io…

Josh said...

giusto per stare in tema, ti linko un po' di "politica culturale"

http://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/cronaca/2011/04/29/497532-zola_predosa_arrestato.shtml

Josh said...

toh guarda...e ho cercato solo in zona:

http://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/cronaca/2011/04/29/497467-arrestati_quattro_cinesi_rapina.shtml

ma c'è anche questo molto istruttivo:

http://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/cronaca/2011/04/28/497087-guida_ubriaco_contromano.shtml


beh ma dai

http://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/cronaca/2011/04/26/495924-maxi_rissa_stranieri_arrestati_moldavi_rimasti_feriti.shtml

Anonymous said...

Ancora 700 clandestini sbarcati a Lampedusa e altri 800 su due barconi a largo dell’isola.
Primi effetti delle nostre bombe o della sciagurata sentenza della Corte europea?
In questo articolo

http://www.difesa.it/Sala+Stampa/Rassegna+stampa+On-Line/PdfNavigator.htm?DateFrom=29-04-2011&pdfIndex=118

è illustrato come in altri Stati dell’UE viene trattato il reato di ingresso clandestino.
Senza che il Tribunale di Strasburgo abbia mai avuto da ridire.
(no caste)

Nessie said...

No caste, ecco svelato l'arcano :-)!

Grazie Josh. Davvero istruttivo. Cinesi che rapinano, marocchini che si mettono a cagare con disprezzzo davanti ai nostri poliziotti e moldavi ubriachi che se le danno di santa ragione. E c'è ancora qualche malato mentale che si ostina a trovare bella la società multietnica. Non la chiamo multiculturale, perché qui di cultura non se ne vede proprio! :-(

Nessie said...

Ora leggo il link no caste, ma la tiritera su Strasburgo e sugli stati membri che schiaffano in galera i clandestini, la conosci da già te: CHI PECORA SI FA IL LUPO SE LA MANGIA. E noi al posto dei politici abbiamo pecore malvage: cattive con gli autoctoni e arrendevoli con gli allogeni.

Nessie said...

Ho letto No caste. Come volevasi dimostrare, abbiamo dei governanti incapaci di imporre rispetto delle proprie leggi e di mostrare i muscoli oltre al cervello. Ti ho appena inviato l'email e finalmente è partita.

no caste said...

Segnalo questo articolo dell’ottimo Paolo Sensini. Testimonianza di prima mano sulla guerra di Libia, con considerazioni preliminari su come si costruisce un mostro da bombardare. È un po’ lungo, ma vale la pena di essere letto.

http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_content&view=article&id=45067:quello-che-ho-visto-in-libia&catid=35:worldwide&Itemid=152

Spero che Bossi sappia per una volta tener duro (lui che lo ha sempre strombazzato) fino alla crisi di governo, se sarà necessario.
La cifra diffusa dalla Lega sul costo dei primi tre mesi di guerra (700 milioni di euro) è approssimata per difetto: il vero totale sarà dato dal numero di bombe e missili che lanceremo. Inoltre, nessuno si illuda che ce la possiamo cavare con i soli raid aerei. Dopo i bombardamenti viene l’invio di truppe sul territorio, questo dovrebbe saperlo anche il Mulo parlante, che pure raglia di essere stato un ufficiale dei Lagunari.
E quando si inviano truppe si sa come si comincia, ma non come e quando si finisce. Siamo in Afghanistan da dieci anni non avendo ancora cavato un ragno dal buco e con l’80% del territorio in mano ai Talebani (meglio: ai “nativi”, poiché noi siamo degli occupanti abusivi). E l’Afghanistan, a parte le vite umane (che non hanno prezzo), ci costa 750 milioni a trimestre nonostante i nostri aerei abbiano solo il compito di fotografare. Se tanto mi dà tanto…
Controllare la Libia non sarà più facile che controllare l’Afghanistan. Fu conquistata da Giolitti nel 1912, ma i più credono sia stato Mussolini perché negli anni ’30 si combatteva ancora.

Alla fine avremo buttato chissà quante vite e quanti milioni di euro per nulla. Perché questa sarebbe la prima volta nella storia che uno Stato va in guerra non con la speranza di guadagnarci qualcosa, ma essendo sicuro di perderci.
Il prezzo, al solito, lo pagheranno gli italiani.

Nessie said...

No caste, avevo letto l' ottimo articolo-reportage di Sensini, molto dettagliato.
Sono d'accordo su tutta la linea: per ora si vedo valanghe inarrestabili di immigrati e questa volta dalla LIbia.
Ci siamo messi in un ginepraio senza fine e non è escluso che le cose possano prendere la piega da te paventata. E' evidente che una volta che si è in guerra poi si deve continuare ad adattarsi alle richieste imposte dallo scenario. Ivi compreso l'attacco terrestre.
Il governo di centrodestra non avrà mai più il mio voto (piuttosto mi asterrò) perché ha fallito su tutta la linea :

1) ha concesso le basi come fossero di proprietà altrui.
2) ha detto che non avrebbe partecipato a missioni offensive, ma poi l'ha fatto.
3) ha regolarizzato 25.000 irregolari possibili avanzi di galera che ora sono sul gozzo di tutte le regioni.
4) si è comportato da vassallo della Francia sul caso Parmalat e sul caso clandestini.


Ti invito a leggere cosa sta succedendo a Sanremo con i tunisini che bivaccano e delinquono per la (ex?) Riviera dei Fiori, dentro le residenze secondarie dei villeggianti:

http://www.ilgiornale.it/genova/sanremo_clandestini_devastano_case_sfitte_ma_giudice_li_difende_reato_non_sussiste/30-04-2011/articolo-id=520280-page=0-comments=1

Grazie, Maroni!

Anonymous said...

«Il governo di centrodestra non avrà mai più il mio voto (piuttosto mi asterrò) perché ha fallito su tutta la linea :
1) ha concesso le basi come fossero di proprietà altrui.
2) ha detto che non avrebbe partecipato a missioni offensive, ma poi l'ha fatto.
3) ha regolarizzato 25.000 irregolari possibili avanzi di galera che ora sono sul gozzo di tutte le regioni.
4) si è comportato da vassallo della Francia sul caso Parmalat e sul caso clandestini».

Perfetto, Nessie!
Ho stralciato questo brano dal tuo post, l’ho firmato e lo invierò ai “Signori Rappresentanti del Popolo” della maggioranza.
Beninteso, non mi illudo con questo di far rivedere al Governo le sue sciagurate decisioni.
Ma che almeno sappiano di essere incalzati da (ex)elettori con le palle rotte i quali, se avessero voluto essere governati dagli sciacquapiatti di l’or signori, avrebbero votato direttamente per la Sinistra che, almeno, ci va d’accordo da sempre.
(no caste)

PS:
Per gli amici che volessero fare come me.
Andate sul sito della Camera http://www.camera.it/28 dal menù “seleziona la scheda di un deputato” scegliete quello che vi interessa, andate sulla sua scheda e poi su “scrivi”. Incollate il brano di sopra e inviate.
Naturalmente, si può ripetere l’operazione per tutti i deputati.

Anonymous said...

Ho letto l’articolo, Nessie. Ormai siamo al Far West…

Grazie a Maroni. Ma anche a Berlusconi, Frattini e La Russa, tutti responsabili di questa situazione, ognuno per la propria quota parte.
E grazie soprattutto a certi… minustrati (magistrati è termine troppo grosso) per i quali scasso, effrazione e violazione di domicilio sono ormai vuote parole; e l’obbligatorietà dell’azione penale è solo il nome di un collutorio per gargarismi e da sputare in faccia agli italiani, giusto prima di fare lingua in bocca con travaglini, dipetrini, grillini, celentini e vari cretini.

I proprietari di quegli appartamenti dovrebbero chiedere i danni allo Stato e la Liguria (così come Lampedusa e Pantelleria) dovrebbe chiedere lo stato di Calamità naturale.
Anzi, dovrebbero farlo tutti gli italiani, costretti a subire sulla loro pelle una classe dirigente (non solo politica) la cui indecenza ha oltrepassato ogni limite.
(no caste)

Nessie said...

Non vedo il popolo italiano caro No caste. E' lui l'eterno assente, dato che dai politici non mi aspetto più nulla.
Drogato com'è con partite di calcio, GF, reality show, e dirette sulla coppietta real-globale William e Kate, mentre qui si dovrebbe passare alle vie di fatto.
Guarda cosa è successo sempre a Sanremo: un tunisino si è messo a defecare per la strada del centro urbano poi non pago di ciò minaccia di fare altrettanto nella macchina della polizia: una vergogna immonda!

Non l'ho preso dalla Padania l'articolo, ma da Repubblica:

http://www.sanremonews.it/2011/04/29/leggi-notizia/argomenti/cronaca/articolo/sanremo-spaccia-droga-in-piazza-colombo-minaccia-la-polizia-e-defeca-in-mezzo-alla-gente-arrestat.html

Capito? Questi razzistoni immondi vengono a casa nostra per manifestarci tutto il loro disprezzo razzista. E il bello che invece noi abbiamo la Mancino per istigazione al razzismo. (quello presunto nostro). Ma la Mancino al razzismo di queste bestie non ci ha pensato evidentemente.
Vengono a casa nostra per trasformarla in una latrina.

Anonymous said...

Non mi sorprende quanto riportato nell’articolo, Nessie, avendo assistito io stesso ad un episodio analogo, circa tre anni fa. Quando vidi un tizio dall’aspetto fisico inequivocabile che cagava (con rispetto parlando) in un vicolo adiacente al bar dove di solito vado a prendere il caffè. Scesi dall’auto ma non riuscii a prenderlo, altrimenti giuro che glie l’avrei fatta mangiare.
Eravamo in piena estate, in centro e non erano ancora le due del pomeriggio…

Se i nostri illustrissimi Rappresentanti vivessero tra i comuni mortali, invece che in torri d’avorio, circondati da scorte a auto blu, impiegherebbero poco a prendere coscienza delle cose e dello stato d’animo della “ggente”.
Purtroppo hai ragione, il popolo è scientificamente rintronato con scemenze perché non si occupi di cose serie. Ma io sono di quelli che hanno “bisogno” di credere in qualcosa, altrimenti si sparano. Per questo mi auguro sia vero il detto «temi l’ira del mansueto».
Sì, perché anche i mansueti si incazzano, prima o poi, e quando succede son dolori.
Almeno, spero…
(no caste)

Nessie said...

A parte l'inciviltà e la bestialità di molti di questi tipi che ci assaltano quotidianamente che solo i malati di mente possono definire "integrabili", ma da molte notizie lette, temo che si tratti di un'arma coprologica per mostrare disprezzo e razzismo contro di noi. A Lampedusa alcuni di questi sono entrati nelle case, hanno rubato e prima di congedarsi hanno evacuato come animali sul pavimento. Se vuoi rubare, ruba pure, ma almeno falla nel bagno.

Il secondo caso, è quello riportato da Josh sul Carlino di cui al penultimo link (anche lì l'hanno fatto in faccia ai poliziotti) e infine il terzo, quello di Repubblica che hai appena letto.
Metti insieme i tre fatti e trai da te le tue conclusioni: razzismo, disprezzo, sfegio e bestialità.
E tutto questo mentre a noi legano la lingua, i pensieri, le parole.

no caste said...

Ho letto tutti i link, Nessie e concordo sul fatto che certe azioni non sono dettate da impellenti necessità fisiologiche, bensì da chiara volontà di sfregio. Ed è appunto questo che mi manda in bestia.

Del resto, nella parlata comune, si dice volgarmente: «ti cago addosso», «ci cago sopra» ecc. proprio per manifestare il massimo disprezzo.
Evidentemente un certo “linguaggio”, anche “corporeo”, appartiene a tutti i popoli. Un antropologo ne potrebbe spiegare la ragione (mi piacerebbe domandarlo alla Magli), ma anche noi – nel nostro piccolo – possiamo arrivarci, per induzione.
Chi non lo capirà mai sono i rappresentanti delle svariate Caste che dobbiamo, nostro malgrado, mantenere e delle quali siamo costretti a subire le dissennate scelte.
Finché non ci decideremo a metter mano a pali e forconi (nel linguaggio attuale: kalashnikov) per dare l’assalto alla Bastiglia.
(no caste)

Lo PseudoSauro said...

Antropologicamente avviene come per molti altri mammiferi: urinare e defecare e' uno dei modi di marcare il territorio; come possedere le donne altrui e sodomizzare gli sconfitti. Evidentemente ce lo meritiamo.

Un saluto a tutti.

Leghista inca**ato said...

Nessie, io non mi faccio rimbambire dalle tv, io voglio reagire ma chi mi circonda ancora 'dorme'... intanto ho mandato la stessa mail a maroni e frattini (minuscoli), volevo anche a berlusconi ma mi è tornata indietro (mailbox full... di insulti, credo). Non servirà, ma se qualcuno dei loro portavoce si prenderà la briga di leggerle, spero che si renda conto dell'incazzatura che serpeggia tra gli italiani (almeno quelli che 'pensano'). Non se ne può più!!!

Nessie said...

Certo che possiamo arrivarci anche noi, No caste, ed è esattamente come hai detto ,disprezzo, sfregio, e arma impropria che suscita schifo e nausea nei poliziotti che si terranno debitamente lontano, dando a qualche altro compare, il pretesto per darsi alla fuga.

Giusta anche la notazione etologica del Sauro: marcare il territorio come fanno i cani.

Nessie said...

Leghista incazzato, ti do un consiglio amichevole: scrivi quel che va scritto ma senza insulti né improperi, altrimenti non solo ti tornano le email al mittente, ma ti farai anche tracciare.
Si può essere durissimi anche senza bisogno di trascendere.

Aldo said...

Confermo per esperienza diretta l'uso delle deiezioni come mezzo per "espellere" gli indesiderati da un territorio che si considera proprio. Lo fanno le volpi. Lo fanno i gatti. Lo fanno i tassi. Lo fanno le tigri e i leoni. Lo fanno innumerevoli animali, incluso l'uomo. Defecare e orinare in luoghi platealmente esposti è uno dei modi più diffusi per defraudare d'un territorio l'antagonista marcandolo come proprio. Non c'è bisogno di scomodare storia, sociologia e chissà quale altra elevata scienza umana: basta laun po' di vecchia e sana etologia, ché l'uomo è animale e tale rimane nonostante tutta la nostra boria.

Tra l'altro, l'uso delle deiezioni allo scopo di intimorire colui che si ritiene avversario l'ho verificato anche nelle scuole dove ho lavorato negli anni: non sono rari i casi di situazioni conflittuali dove come per incanto si cominciano a trovare le porte e gli angoli delle stanze usati come vespasiani, e dove alcuni buontemponi cominciano a defecare intenzionalmente sul pavimento dei bagni (anziché all'interno delle turche), a volte addirittura spalmando il "prodotto" sulle pareti. In un caso, gli escrementi sono stati lanciati contro i vetri delle finestra, dall'esterno.

Ma di tutte queste cose occorre tacere, perché potrebbero aiutare a comprendere le attitudini profonde nascoste nei comportamenti descritti, e sono attitudini che certo non aiuterebbero a diffondere tolleranza tra i nativi di vecchia data. A NESSUNO piace essere derubato del proprio territorio.

Nessie said...

Grazie dell'ottimo contributo Aldo. Qui noi siamo così educatini e pulitini da nascondere queste sconcezze dietro ad un link (così chi vuole lo apre, chi non vuole lo ignora), mentre questi animali approfittano della nostra civiltà e urbanità per marcare con tracotanza un territorio non loro. Torneremo ancora sull'argomento mediante apposito post, perchè è nostro dovere NON TACERE.

Anonymous said...

# Aldo.
Certo che l’etologia ci viene in soccorso, però non possiamo accontentarci.
Tutto l’animale è nell’uomo, ma non tutto l’uomo è nell’animale. Le specie che usano marcare il territorio con i loro escrementi lo fanno ubbidendo ad un istinto al quale non possono sottrarsi; per l’uomo non è così. Noi non condanniamo un cane che scompiscia dappertutto: sappiamo che è nella sua natura e perché lo fa. Se usassimo lo stesso metro di giudizio per questi… “poveracci” dovremmo assolverli tutti, al massimo compatirli con un: «so’ ragazzi…», o meglio: «so’ animali…».
Invece ci incazziamo come Hitler, e a ragione, perché sappiamo benissimo che lo fanno di proposito, per sfregio verso di noi.
(no caste)

Anonymous said...

# Leghista.
Anche a me la mail indirizzata a Berlusconi è tornata indietro… «Sorry, user's mailbox is full»…
Evidentemente, per quanto bravissimo nel farsi “concavo”, non riesce a far sì che la sua casella possa contenere tutte le proteste…
L’incazzatura c’è ed è palese. Io vivo in un comune col sindaco Pdl, in una provincia amministrata dal Pdl, in una regione del Pdl e ne sento di tutti i colori, ogni giorno…
Questi devono vivere sulla luna, per non accorgersi della rabbia che sta montando. Come quelli del Titanic, ballano mentre la loro nave cola a picco.
(no caste)

Nessie said...

No caste, lascia perdere Hitler, specie di questi tempi :-). Dovevi dire che ci incazziamo come tori o come bufali.
Ma certo che lo fanno di proposito. E mi meraviglia non poco che nel manuale del buon poliziotto, queste cose non vengano messe debitamente in conto. A proposito, ce n'è un'altra: la Procura di Cremona e di altre città dopo aver sentito la sentenza Ue, ne stanno scarcerando circa un migliaio. Tié, pigliamoci anche questi!

Aldo said...

No caste, il mio riferimento all'etologia non è assolutamente un tentativo di giustificare alcuno. Però può suggerire ambiti dai quali trarre spunti per le eventuali reazioni: hai idea di come si comporta il gatto "proprietario" di un certo territorio quando reperisce in loco le deiezioni lasciate lì a bella posta da un intruso? Non dorme più. Inizia a pattugliare il perimetro come un ossesso e aumenta a dismisura la propria aggressività. Solo se è fisicamente sconfitto desiste e abbandona il territorio all'intruso, e non prima di avere ingaggiato scontri che, fatte le dovute proporzioni, definirei "epici".

Nessie, a ricorrere a quei metodi non è detta che siano degli studenti stranieri, anzi... Ho citato quei casi solo per sottolinearne il significato: esprimere spregio nei confronti di chi ha il controllo di quegli ambienti e sostituirlo col proprio.

Anonymous said...

Guerra, bugie & TV: l’Informazione deviata – 1/4
http://terrasantalibera.com/wordpress/?p=333
http://terrasantalibera.com/wordpress/?p=308
http://terrasantalibera.com/wordpress/?p=308

Vittorio Arrigoni
http://santaruina.splinder.com/post/24445143/vittorio-arrigoni

Anonymous said...

Hai ragione Nessie, dovrei essere più accorto…
Il fatto è che da noi «incazzato come Hitler» è un modo di dire comune, usato in maniera neutra e senza riferimenti politici. È un po’ di più che essere «incazzato nero».
Ma… ora che ci penso… neppure quest’ultima espressione potrei usare tanto a cuor leggero, suscettibile – come è – di violare il politicamente corretto.
Cosa che ci porta direttamente al nuovo topic. Infatti, controllo della mente, dei movimenti e del linguaggio fanno parte di un unico Disegno. Siamo o non siamo nell’epoca del Big Brother? E allora godiamone i benefici…
(no caste)

Anonymous said...

Ho afferrato il tuo discorso, Aldo, e ho compreso che non c’erano intenti “giustificazionisti”.
Anche io ho letto qualche libro di etologia (Lorenz, Timbergen, Eibl-Eibesfeldt ecc.). Inoltre vivo in una zona sede di ben quattro Parchi nazionali, uno regionale e trentanove Riserve naturali, dove è quasi impossibile muoversi senza andare a sbattere il grugno in qualche animale selvatico. Dunque ho modo di osservare, per integrare le letture. Ciò nondimeno ritengo le categorie dell’etologia insufficienti.
L’uomo è “più” di un gatto, un lupo o un orso (animali che dalle mie parti puoi incontrare a spasso nei villaggi). E dunque è maggiormente responsabile delle sue azioni. Anzi è l’ “unico” responsabile, poiché gli animali non lo sono affatto.
(no caste)

Cabiria said...

Con tanti disoccupati giovani e meno giovani che abbiamo in Italia, i nostri vanno a buttare i soldi e dar lavoro ai forestieri arroganti, prepotenti e delinquenti. Regalare i soldi agli stolti furbi, togliendoli dalla bocca dei propri figli è un fatto contro natura.
Il cervello i nostri s-governanti ce l'avevano o se lo sono messo ora sotto la polvere dei loro piedi?

Leghista inca**ato said...

Nessie, non scrivo MAI insulti, ho solo dato i links che riportavano gli ultimi 'arricchimenti culturali' (case sfitte devastate e quel spacciatore che ha defecato in pubblico), infatti le mie mails a maroni e frattini sono andate senza problemi. Per quella del premier, immagino che sia stata già fin troppo piena, gli insulti li ho supposti io... Certo il tono delle mails era deluso (non vi voterò più, tanto non serve) ma niente di terribile; grazie comunque per il consiglio.

Nessie said...

Hai fatto bene Leghista, quando è troppo è troppo e il governo latita più che mai.
Ciao Cabiria, sul cervello dei politici è quel che ci chiediamo anche noi.

Quoto la posizione di No caste sul fatto che l'uomo è un animale sui generis e che in quanto essere ragionevole è pienamente responsabile delle sue azioni. Ho insegnato anch'io per 27 anni, ma francamente situazioni del genere non mi sono mai capitate. Forse sarò stata fortunata, dato che non ho mai insegnato in rioni degradati. Credo sulla parola su quanto riportato da Aldo, ma mi piacerebbe sapere in che ordine di scuola hai insegnato (elementari, medie, superiori...) e che tipologie di studenti erano quelli.

Aldo said...

Scuola secondaria di I grado, Nessie. Gli studenti "zozzoni" erano semplicemente studenti sopra le righe, piccati per aver magari ricevuto qualche rimbrotto secondo loro troppo insistente o troppo deciso. Insomma, piccola gente risentita per quella che reputavano "lesa maestà". Gli episodi si sono ripetuti in diverse annate e in diversi istituti, anche in contesti molto diversi, ma ogni episodio condivideva quel comune denominatore: comportamenti scorretti => azioni disciplinari => imbrattamenti.Ah, e un altro denominatore comune era la condivisione del gesto tra più individui facenti parte della stessa cerchia. E' una questione di affermazione del rango e nulla più, molto comune (a quanto ho letto) anche tra gli altri primati.

Enly said...

Ricordiamoci che loro scappano dalla fame e dalla guerra civile in Libia siamo stati extracomunitari e clandestini anche noi ricordatelo.

Josh said...

@Enly: buonanotte.
ho vissuto in Inghilterra, mi ricordo benissimo quando ero extracomunitario come dici, e non voglio nessun bambino/a (anagrafico o spirituale) che mi riempia di banalità a buon mercato.

Era molto differente peraltro quando gli italiani emigravano in USA, stavano in quarantena mesi, avevano un esame di lingua, e giuramenti sulla costituzione, e gli USA si potevano permettere di NON ACCETTARLI come ogni stato che abbia ancora una sovranità in casa propria;
o potevano restare solo se c'era bisogno della loro manodopera, e spesso terminati i contratti dovevano fare ritorno, come in Svizzera e Belgio, senza la regalie che ricevono qui gli extra tra case, lavori inventati all'uopo su misura e sconti formato famiglia allargata compresa.

Ho preso una marea di traghetti verso la Francia e verso l'Irlanda quando ero extracomunitario, ma non ho mai distrutto i traghetti ne fatto volare fuori dalle navi le tv e le poltrone come hanno fatto questi durante il trasferimento da Lampedusa ai centri di soggiorno ululando gloria ad allah e simili.