06 January 2009

Preghiera islamica davanti al Duomo (alcune doverose precisazioni)

Primo post d' inizio anno dopo la pausa natalizia. Ho letto qua e là su parecchi blog di amici e conoscenti circa l' oltraggio. Ovvero la preghiera islamica collettiva a Piazza Duomo. Sfondare un cordone della polizia per accedere al sagrato è un'illegalità e un atto di forza. Su questo non ci sono dubbi. Pregare sul sagrato di una chiesa cristiana, pure, poiché è un modo per "marcare" proditoriamente il territorio. Farlo con a capo un personaggio inquisito come il fondamentalista imam Abu Imad, ancora di più. Ciascuno preghi alla sua maniera, ma a casa propria. Questo blog si è sempre opposto alla società multiculturalista (termine improprio e vago per indicare in realtà la società multietnica e multiconfessionale). Basta guardare i miei post pregressi per rendersene conto. Tuttavia temo che si confondano un po' dappertutto nei vari blog e articoli da me letti, le cause con gli effetti, i burattini coi burattinai. Chi veicola nel mondo e in Italia la società multikulti? Risposta: tutti.


Nel mondo, lo fa la grande Finanza cosiddetta "internazionale" e le potenti Banche d'Affari, le multinazionali, l'UE-BCE dei Barroso con la libera circolazione indotta a forza, degli uomini, delle merci, del denaro. Laddove l'uomo è ridotto a mera mercanzia e a "scheggia di Pil". Gli immigrati (quale che sia la religione e l'etnia) sono sospinti qui in moltitudini, dai "pifferai magici", un po' come nella famosa favola tedesca. Chi sono i pifferai?
In Italia, lo fanno la Confindustria, le Banche, i Sindacati, i partiti di sinistra e pure quelli di destra (si veda il patto tra Berlusconi e Gheddafi). E tutti quanti predicano e coltivano il mito dell"integrazione". Per non dire della Caritas, delle Ong e delle organizzazioni mondialiste legate all'ONU, dello stesso Vaticano ecc. Il mondialismo è dunque l'ideologia trasversale a tutte le forze da me citate. Qualcuno non penserà per caso, che a promuovere la manifestazione del Forum Palestina di sabato 3 gennaio, siano stati dei palestinesi spostatisi appositamente dai Territori del MO a qui: sarebbe un'ingenuità. Questa è tutta gente che vive già qui da anni, coi figli nati qui, chiusa nelle loro enclaves separate da noi.


Il conflitto mediorientale mi preoccupa non poco, perché lo si voglia ammettere o no, la catastrofe umanitaria c'è, le vittime innocenti ci sono. Migliaia di profughi disperati in fuga dalla guerra arriveranno da noi, oltre a tutti quelli che ci sono già.
E mentre la contabilità demografica israeliana viene rigidamente monitorata dai loro governi (loro, a differenza di noi, sono attentissimi all'indice demografico e a quello che chiamano "bombe umane", e cioè agli arabi troppo prolifici), qui da noi si predica e si impone l' accoglienza a gogò. Fino a rischio della nostra stessa esplosione demografica ed estinzione. Non solo, ma in molti casi in Europa nascono preoccupanti alleanze di associazioni ebraiche ed islamiche come avviene in Francia, unitesi allo scopo di contrastare "regurgiti" identitari e patriottici bollati da associazioni ebraiche come "razzisti" e "ultranazionalisti". Si legga nel merito, sul blog Fatti d'Europa. E del resto non è più un mistero per nessuno che organizzazioni ebraiche come la ADL (organizzazione transnazionale) e la LICRA in Francia, sovente estendano la longa manus per difendere gli islamici e il loro diritto a costruire moschee. A casa d'altri, naturalmente. Quelli stessi che poi a casa loro, combattono con violente controffensive dai sanguinosi "effetti collaterali". Dunque, sono personalmente persuasa che occorra tenere conto delle numerose "ambiguità" qui citate, prima di scandalizzarsi e di urlare genericamente all' "oltraggio". Un oltraggio che non sembra minimamente destare preoccupazione alle numerose componenti multiculturaliste testé elencate. Che continueranno imperterrite a urlare al pericolo "razzista" (quello altrui) e all'accoglienza forzosa (a casa d'altri, cioè da noi). Ma soprattutto, a perseguire in modo cinico le loro politiche immigrazioniste e multietniciste, anche a rischio di mediorientalizzare (o di balcanizzare, a seconda dei casi) i conflitti a casa nostra.

40 comments:

Josh said...

Ciao, bentornata e lieto anno nuovo...o sarà un altro anno vissuto pericolosamente? :-)
Un parallelismo:
A Reggio Emilia, a proposito di eventi di piazza, si è tenuta pochi giorni fa una manifestazione (non preghiera) di palestinesi e altri islamici a inizio anno: acciocchè avvenisse e per non offendere nessuno dei musulmani agitati presenti, il Comune (rosso) ha ben pensato di rimuovere l'albero di Natale dalla piazza.
La prossima volta rimuoveranno il Duomo direttamente (come del resto chiaramente avviene ed è avvenuto in altri paesi appena hanno avuto la maggioranza)

Elly said...

Josh, addirittura davvero hanno rimosso l'albero di natale che proviene da una tradizione pagana? Ah, peggio di quanto immaginassi allora.

E a Bologna, Nessie cara, hanno "pregato" ugualmente davanti alla cattedrale. E io che in questo governo ci credevo. Ma visti anche i silenzi...

Nessie said...

Grazie Josh, ho spalato neve a quintali oggi, per cominciare:-)
Quel che non si capisce (o meglio, sì che si capisce) è perché questa gente non sia andata a manifestare direttamente davanti a un'ambasciata israeliana, visto che i contenziosi sono con loro. Evidentemente le chiese fanno più notizia e sono di maggior impatto mediatico.

Nessie said...

Cara Elly, come vedi il governo di destra l'ho messo in fatto di flussi migratori, esattamente insieme a quello di sinistra. Dai un'occhiata alla lista dei convinti "multiculturalisti" e vedrai che non ho risparmiato proprio nessuno.

Leghista said...

Anche la Lega? Almeno Salvini sui fatti di Milano si è fatto sentire... Mi stupisce il silenzio di Maroni, spero dica qualcosa o forse preferisce tacere per i motivi che possiamo immaginare (sic). Anche Tettamanzi tace, ma dopo quello che ha detto sulle moschee, ha avuto quel che si meritava. La prossima volta se li ritroverà in duomo, se non son svelti a sbarrare le porte... :(

Nessie said...

Leghista, la Lega parla molto, ma a parte Salvini che stimo perchè è un "duro" mi pare che poi alla fin fine finisca pur sempre col cedere.
Un corteo contro la guerra deve avere una connotazione civile e non religiosa: si può essere contro la guerra sanguinosa a Gaza, ma non si va davanti alle cattedrali cristiane a fare l'inginocchiatoio verso la Mecca.
Su Tettamanzi, sfondi, ovviamente una porta aperta. E speriamo che non spalanchi loro anche il Duomo.
Comunque sia, le politiche immigrazioniste vanno fermate, se non vogliamo subire dei conflitti israelo-palestinesi esportati qui da noi. O una "libanizzazione" o una "balcanizzazione" dei vari conflitti. Perchè queste sono le conseguenze delle frammentazioni etniche.

Anonymous said...

Cia Nessie e a tutti i visitatori, da una Milano totalmente innevata. Buon 2009 a tutti.

Stella

Lo PseudoSauro said...

Si vede che anche loro non sanno piu' a che santo votarsi.

Ormai abbiamo acquisito che anche la "destra" non e' un'alternativa alla "sinistra". Se non altro, alle prossime amministrative/politiche sapremo per chi non votare.

Anche a Genova nevica. L'omologazione e' una bella realta'. :-)

Nessie said...

Grazie Stella, buon 2009 (sotto la neve) anche a te. Io sono ancora più al Nord e ne saranno caduti 30 cm buoni.

Sauro, questi qui hanno sentito il Tetta che vuole una moschea per ogni rione milanese e quindi...tettano di buon grado :-).

Massimo said...

Siamo costretti al "meno peggio". Almeno questo governo garantisce, per ora, che non verrà concesso il diritto di voto o la cittadinanza veloce agli illegali...
Bentornata !

Nessie said...

Sì, Massimo. Dici bene: "per ora". Se cade anche quest'esile funicella siamo spacciati.

Orpheus said...

ciao Nessie, bentornata e Buon Anno Nuovo..
Ho scritto anch'io sull'argomento.
Hai fatto bene a ricordare le vere cause di questa invasione, purtroppo la gente é distratta e manoc si accorge di quello che sta accadendo, per lo meno, se ne accorgono e "mugugnano" ma contro l'immigrato di turno...invece dovrebbero prendersela con chi di dovere.
Siamo messi male...
Ciao mary

Nessie said...

Infatti Mary, e buon 2009 anche a te. Ora la mia lotta è tutta orientata verso chi tira le fila di questo fenomeno massiccio che è l'"immigrazionismo". E cioè contro i numerosi "burattinai" da me tirati espressamente in ballo. I vescovi si incavolano? Che se la piglino coi loro Tettamanzi. Gli ebrei si incavalano perché bruciano le loro bandiere? Che se la prendano con le loro associazioni "transanzionali" come la ADL e con i loro rabbini.
I politici si stracciano le vesti perchè il corteo non era autorizzato? Che imparino a far rispettare le leggi sull'ordine pubblico. E così via...

Anonymous said...

Nessuno però ha voluto dare ragione al cardinale Biffi quando diceva che non dovevamo importare questo tipo di immigrazione, a causa delle difficoltà che la loro religione incompatibile con le nostre usanze, comporta. Anzi, si è buscato pure delle denunce secondo la legge Mancino.
Luca

Nessie said...

Al cardinale Biffi dedicai un bel post relativo a una sua lucida intervista al riguardo:

http://sauraplesio.blogspot.com/2005/11/biffi-il-cardinale-veggente-e.html

L'immigrazione fuori controllo è un problema per tutti i tipi di allogeni, ma il fattore religioso islamico, diciamo che conta.
Non farmi parlare della legge Mancino, Luca, (di cui Nicola Mancino fu solo un prestanome) voluta dal rabbi Toaff.
Essa è profondamente contraria allo spirito dell'art. 21 della nostra Costituzione. E ne sanno qualcosa i leghisti, continuamente citati in tribunale, grazie a questa legge liberticida.
Anche la nostra Fallaci fu citata dal tribunale di Bergamo, in forza della famigerata Mancino.

Anonymous said...

Hai pienamente ragione Nessi, sulla Mancino. Ne ero informato anch'io. Leggi qui a proposito delle sue implicazioni:
http://www.disinformazione.it/leggemancino.htm

Grazie per il link su Biffi. Ora me lo leggo. Ciao Luca

Angelo D'Amore said...

questa preghiera era gia' progranmmata? nel caso contrario non lo vedrei come un semplice modo di professare il prorpio credo, data la particolarita' del momento.

Nessie said...

Luca, e non è finita. Ora la l'estensione della Mancino la vogliono pure i gay. Per criminalizzare chi fa proselitismo di eterosessualità.


Angelo, un conto è manifestare civilmente e senza tafferugli un dissenso contro la guerra a Gaza; un altro conto è prendere in ostaggio un luogo religioso non loro (il Duomo) capeggiati da un imam già sotto processo per terrorismo.
Come si diceva ai tempi, cuius regio, eius religio. Questa non è dar al islam (territorio dell'islam).

Valerio said...

Ma la LICRA è la stessa che aveva inquisito anche Bernard Lewis perché aveva parlato dei massacri armeni?
Cos'era per loro? Razzismo anti-turco???

Anonymous said...

Nessie,ho letto su Biffi. Lucide analisi che se ascoltate per tempo, non ci avrebbero condotto a questi punti.
Ecco gli ultimi sviluppi sulla vicenda della preghiera islamica:
http://milano.repubblica.it/dettaglio/Milano-inchiesta-sulla-preghiera-islamica-Tettamanzi:-per-me-gli-immigrati-sono-tutti-figli/1571176
Luca

Nessie said...

Valerio, benvenuto nel blog. La Licra è acronimo di Ligue Internationale Contre le Racisme et l'Antisémitisme (vedere wikipedia qui: http://fr.wikipedia.org/wiki/LICRA).
Nacque all'inizio sul tema dell'antisemitismo ma poi allargò il suo raggio d'azione. Non so se se la prese pure con Bernard Lewis, studioso ebreo. So che spesso sotto le sue maglie repressive e liberticide sono caduti personaggi del calibro di Oriana Fallaci e di Brigitte Bardot.
Comunque non mi stupirebbe quel che mi dici: a forza di mettere trappole e tagliole pericolose e repressive nella società, ci cascano dentro anche gli ebrei stessi. Del resto negli USA la ADL (organizzazione similare alla Licra) è stata per lungo tempo "negazionista" nei confronti del massacro armeno rifiutandosi di chiamarlo "genocidio". Solo recentessimamente, grazie al premio Nobel Elie Wiesel si è decisa ad annoverarlo tra queste infamie.

Nessie said...

Sì,Luca, conosco questi tristi e prevedibili sviluppi.
Non che io ami i cacasotto delle procure de sinistra e personaggi come il procuratore Spataro.
Ma qui abbiamo masse di palestinesi e correligionari islamici a non finire, siamo senza esercito (tutti dislocati nelle cosiddette missioni di "peacekeeping" internazionali), senza soldi e con un grande debito pubblico. E se questi "goodfellows" ci scatenano una "jihad" o un'intifada o azioni di guerriglia bombarola, mica abbiamo il glorioso esercito di Tsahal per andarli a snidare.
Per questo non dobbiamo farne entrare più. Non so in quante lingue l'avrò scritto. Ma beati a chi ci dà ascolto.

Anonymous said...

Leggiti Il Foglio di oggi, pagina 2. "Viste da New York, Milano e Bologna sono spacciate"

Stella

Nessie said...

Stella, è il pezzo di Giulio Meotti per caso? Non riesco ad accedere perché è per abbonati. Se hai il link, mandamelo pure. O un copiaincolla, magari.
Comunque Lerner ha poco da stracciarsi le vesti visto che fu proprio lui che diede dei "razzisti" a quei poveri abitanti milanesi di Viale Jenner, quando non volevano la moschea sotto i marciapiedi di casa loro. Adesso si agita perché hanno toccato lui, ma prima?!

Senza contare che quanto scrive sul suo "blog del Bastardo" (se lo dice lui) permane maledettamente ambiguo. MOlto ambiguo. Leggi qui:
http://www.gadlerner.it/2009/01/07/la-piazza-araba-e-la-nostra-democrazia.html

Questa gente, o ci è o ci fa. Moschee legalizzate? no, grazie!

sarcastycon said...

Nessie
ti ho comm anche su proeuropa.
Questa gente ci è e ci fa!!

Hai letto di Malmoe che è, o meglio che era, per importanza la 3°città Svedese? è diventata completamente islamica e gli abitanti svedesi la stanno abbandonando..profughi in casa loro!!!!
In Belgio la polizia raccomanda agli ebrei di non uscire di casa perché non è in grado di mantenere l'ordine pubblico e,a quanto pare, anche in Italia la polizia non riesce a mantenerlo!!!
ciao
sarc.

Nessie said...

Ho letto Sarc, grazie e raccomando i miei lettori a visitare la tua vignetta del mullah Tettamanzi :-).
Certo che anche qui, a breve la polizia non sarà più in grado di mantenere un bel nulla in fatto di ordine pubblico. Ma bisognerebbe che tutte le associazioni istituzionali multikulti che ho tirato in ballo lo tenessero a mente. L'immigrazione fuori controllo è la Madre di tutti i problemi. Non la soluzione ai problemi come la si vuole fare passare.

Angelo D'Amore said...

spero che dalla mia domanda, hai intuito che fossi d'accordo con te.
che fine farebbe una miriade di cristiani in processione dinanzi ad una moschea in un paese medio-orientale, a limite anche dittatoriale?

Nessie said...

Già. Che fine farebbe? La verità è che se li lasciamo fare, il passo successivo sarà sfondare i portoni ed entrare direttamente in cattedrale. Forse sarà bene ricordare che quando si accomodano a pregare in diagonale col volto rivolto alla Mecca, da quel momento quel terreno (fosse anche della Curia milanese) diventa "casa dell'islam" (dar al islam).
Non so se sarà un caso, ma sul web circola il filmato di questo bellinmbusto:

http://www.dailymotion.com/video/x52ie8_yunis-alastal-dput-du-hamas-tv-alaq_news
Sarà il caso di darci un'occhiata e meditarci un po' sopra.

Aldo said...

Nessie: "Forse sarà bene ricordare che quando si accomodano a pregare in diagonale col volto rivolto alla Mecca, da quel momento quel terreno (fosse anche della Curia milanese) diventa "casa dell'islam" (dar al islam)."

Già devo sforzarmi di tollerare l'invadenza cattolica, ma dovermi sobbarcare anche lo sforzo all'ennesima potenza di sopportare una ancor più invadente (e spesso ancora violenta) religione d'importazione mi darà il mal di fegato. Calderoli dove l'ha parcheggiato il suo porcello?

Nessie said...

Porcello? Ma qui, Aldo, temo che non basterà un intero allevamento di maiali in libera uscita :-)

Anonymous said...

Israele si li toglie dai piedi e noi li raccogliamo in massa tutti qui. Brutta storia.

Anonymous said...

Ebbasta coi sabati islamici di preghiera collettiva a casa nostra. Possibile che la giunta milanese di centrodestra sia diventata così cieca, orba e sorda? Tra poco avremo i muezzin sul Pirellone e i milanesi faranno finta di non sentirlo perché ci sono i saldi e sono impegnati in giro a fare compere.
Roby

Nessie said...

I saldi, sì. Con la scusa dei saldi, nessuno è più capace di guardarsi intorno: il piazzale del Duomo, la basilica di S. Petronio e ora davanti alla Stazione Centrale. E nessuno è capace di mandare la polizia per lo sgombro forzato.
Che la guerra in MO finisca in fretta, e che abbiano una terra su cui poter posare le loro terga, sennò facciamo la fine del Libano.

Lorenzo said...

A mio modesto parere l' Europa si trova in una situazione tanto complessa quanto semplice. Dal dopoguerra ad oggi, grazie all' ingegno, all'impegno e al lavoro (....e al piano Marshall) della maggior parte di noi, abbiamo raggiunto un livello di tenore di vita molto elevato. (Noi) Stiamo vivendo probabilmente uno dei periodi di prosperità più duraturi che ci siano mai stati. Quasi tutti possediamo di tutto, non soltanto a livello materiale ma anche culturale. Mi sento di dire hurrà!! Ma quando era mai successo che tutti potessero studiare o gustarsi un buon libro, o scambiare opinioni in un blog, quando?? Quando mai l' Uomo ha avuto bisogno di diete dimagranti, me lo dite? Nella storia non era mai successo, non perlomeno su così vasta scala. Be', ora arrivo al punto: quanto può durare? Sia beninteso, io mi auguro per sempre ma... quanto può durare? Avremo il polso per combattere l'invasione aliena chiamata Islam, troveremo nei nostri Valori (quelli veri) risposte adeguate al tirannico e assurdo "pensiero" fondamentalista? Non dobbiamo avere paura, non possiamo permettercelo. Una volta il caro Montanelli ebbe a dire:
"Di fronte alla minaccia islamica essere filoisraeliani non è sufficiente, io sono Ebreo, e basta."
Siamo politicamente deboli noi europei, troppo deboli.

Scuserete la foga del mio pensiero, è stato scritto di getto. Perdonatemi.

Nessie said...

Grazie della fiducia Lorenzo: ce n'è bisogno per tutti di questi tempi. Le tue riflessioni sono interessanti e forse è vero che abbiamo ottenuto molto, troppo e ch eora siamo nella fase discendente. Ho seguito il tuo consiglio sul disclaimer e ho aggiunto "squisitamente". Ciao :-)

Angelo D'Amore said...

la mia conoscenza con k resta virtuale. per questo motivo la stimo maggiormente.
lei ha "investito" su un napoletano-casalese in tempi di gomorra,con delle idee politiche non prorpio vicine alle sue.
ha puntato sul sottoscritto a scatola chiusa, guardando le mie qualita presumo, fidandosi del suo intuito.
certo ha visto evidentemente anche da che famiglia provengo, quali studi ho fatto.
ma penso che io sia entrato nelle sue corde.
le saro' riconescente a vita.
emergere dalle nostre parti e' dificilissimo.
mi sta dando una grossa mano per arbustum. non ho parole.

saluti,

angelo

Dolomitengeist said...

Cari amici su questo blog.
Vi è un blog in Germania, che è attualmente in Germania, e in Europa il numero uno è quello di Visitori.
Come vedono il link, puoi trovare con Google Translet,
seleziona la lingua dal tedesco-italiano, in modo che tu possa fino a qualche
PI piccoli errori grammaticali in italiano Leggi

http://translate.google.de/translate?hl=de&sl=de&tl=it&u=http://www.pi-news.net/

Lorenzo said...

Sono onorato e senza parole del fatto che tu, cara Nessie, abbia davvero cambiato il disclaimer. Probabilmente perchè è così, pensi anche tu che sia "squisitamente élitario". With compliments, :-)

Anonymous said...

scusatemi se mi permetto di intervenire,ma volevo solo far notare questa notizia pubblicata su tgcom:
http://www.youtube.com/watch?v=rGFwWlDNckk

Maria Luisa

Josh said...

Aggiornamenti da quel del sagrato di S. Petronio:
dopo la manifestazione-preghiera palestinese citata nel post, la Questura inizia l'indagine se sia stato commesso qualche reato, ci si rende conto che sono state bruciate bandiere, sono comparse svastiche, forse si è andati oltre sulla scelta del luogo dove con la scusa della manifestazione palestinese, si è poi pregato alla Mecca: conteneva uno sberleffo alla Chiesa cattolica e alla città? Ci si rende conto che la manifestazione era organizzata dall'UCoii, che NON ha ancora firmato, dopo un'attesa decennale, la Costituzione Italiana, ci si rende conto che tra gli organizzatori delle manifestazioni c'era Abu Imad, personalità su cui anche nazioni islamiche non metterebbero la mano sul fuoco.

Ci si rende conto che le manifestazioni palestinesi replicate in molte città italiane, finite in un culto a maometto sul sagrato delle Chiese Cattoliche possono avere un'aria jihadista (chiara tra l'altro anche a leggere i cartelli) e che siano state una prova di forza e un tentativo di visibilità del potere dell'islam estremo in Italia.
e che si fa?
Si smette di indagare, si dice che la piazza è laica, sono laici anche i ragazzotti ultralaici (solo con il cattolicesimo) dei centri sociali e decade ogni inchiesta.
Ora sabato prossimo, il 24 gennaio, di queste manifestazioni, o meglio okkupazioni di piazza, con Ucoii, ma anche cgil, centri sociali, ce ne saranno altre, e finiranno in preghiere comuni anticristiane. Che efficienza queste inchieste.