11 December 2008

Ahmetovic: neanche un anno di galera per ogni giovane vita spezzata


Anche questa volta Ingiustizia è stata fatta. Con la complicità vile e pusilla della stampa dalla sordina facile per gli stranieri, ma dai mostri sbattuti in prima pagina, se italiani.
Che l'Ue sia diventata xenofila con gli stranieri e xenofoba con gli autoctoni, che il razzismo più in voga sia l'autorazzismo è ormai un fatto accertato. Le nostre Procure capiscono e si adeguano. Anzi, per dirla nell ' euroburocratese, si armonizzano. Marco Ahmetovic lo zingaro che, ubriaco al volante, ha falciato le vite dei quattro adolescenti di Appignano (Ascoli Piceno) ,è finito di soppiatto nelle cronache locali, bypassando le nazionali. E anche qui, nessuno specifica chiaramente che i tre anni in più se li è buscati per una rapina in Posta. Non ci fosse stata la rapina, la vita dei quattro ragazzini marchigiani sarebbe stata sanzionata con appena tre anni di galera. Tre diviso quattro che fa? Quasi un bel niente. Ecco le cronache della stampa "minore" come il Corriere Adriatico.
Il suo avvocato pretendeva pene ancora più lievi, poiché l'ubriachezza è "tradizione dei popoli nomadi". Siamo dunque all'"ebbrezza etnica", alla "prostituzione etnica", allo "sfruttamento di minori etnico", e al "furto etnico". E nel caso del giovane Mailat, assassino di Giovanna Reggiani, anche allo "stupro etnico": tutti giustificati nel nome dell'etnia. E siamo perciò, alle sentenze-taglia-e-cuci basate sul relativismo e soggettivismo giudiziario.


Ricordo, per chi se ne fosse dimenticato, che l'italiano Stefano Lucidi che ha investito un uomo uccidendolo, non ha ottenuto l'attenuante "etnico" per il medesimo stato di ubriachezza. E che uno zelante GIP gli ha schiaffato 10 anni tondi tondi nonché la condanna per "omicidio volontario".

Marco Ahmetovic fu condotto a soggiornare in una villa della Riviera del Conero, messagli a disposizione da un mecenate imbecille che volle restare anonimo. Poi un altro minus habens di cui non ricordo il nome (e nemmeno me ne voglio ricordare), cercò pure di lanciarlo come testimonial sul web per una linea di prodotti detta rom-jeans in sfregio e in disprezzo verso il dolore inconsolabile dei genitori dei 4 ragazzini morti. Ricordiamoli per nome questi quattro angeli, nuovi martiri dell' Italia di quell'era globale che tutto travolge e sconvolge, falciati sul motorino mentre si recavano a comprare un gelato. Non avevano nemmeno 20 anni: Eleonora Allevi anni 19; Danilo Traini (17 anni) ; Alex Luciani 16 anni); Davide Corradetto (16 anni). Quest'ultimo era figlio di un carabiniere.


Ora voglio proprio vedere Don Colmegna della Caritas digiunare per simili fecce. O Tettamanzi porgergli la sua benedizione. Ora voglio vedere il rabbino Di Segni andare nei campi nomadi a portare "solidarietà", paventando surrettiziamente il solito spettro dei pogrom, mentre i poveri genitori dei quattro adolescenti non hanno più lacrime per piangere i loro ragazzi deceduti. Una sentenza dunque, che rappresenta una ferita nella ferita.
Ricordo che quando alcuni zingarelli rimasero bruciati vivi in un campo nomadi nei pressi di Livorno per colpa dell'incuria dei loro irresponsabili genitori (che certamente non saranno stati trattenuti in galera da nessuna autorità giudiziaria), al loro funerale c'erano in prima fila Rosy Bindi e Rutelli dell'allora governo Prodi. Per i funerali dei quattro ragazzini di Appignano le "autorità governative" non erano presenti: né a destra né a sinistra. Qualcuno si chieda cosa vale oggi la vita degli Italiani.
Post Scriptum: Sei Italiano? Allora ti meno, ti piglio a calci, ti mando dritto all'ospedale con trauma cranico e pure in stato comatoso. Tanto la vostra giustizia ci fa il solletico, anche se crepi. E' accaduto a Vicenza a un operaio di 26 anni per mano di tre romeni. Leggere qui. Usque tandem?

27 comments:

Anonymous said...

Gli unici esponenti che andarono al funerale di quei 4 ragazzi, furono, guarda un pò, la "feccia destra". Ossia, gli esponenti di Fiamma Tricolore e quelli di Forza Nuova. Romagnoli inviò anche una lettera ai genitori di quei ragazzi.

Anonymous said...

Sei anni fanno già ribrezzo se gli fossero stati dati per l'uccisione dei quattro ragazzi. Tre fanno ancora più schifo. Che dobbiamo dirci? per fortuna che c'era la rapina così ne fa tre in più? e i documenti che non ha mai avuto con sé? E la patente mai esistita? Fanno schifo anche gli avvocati a inventarsi la palla della sbornia "etnica" .
Al posto di quei genitori mi farei giustizia da me. Roby

Nessie said...

Anonimo, un nick? L'essenziale è che qualcuno l'abbia fatto. Qui non c'è mica tanto da fare gli schizzinosi.

Roby, circa la tua chiosa, la maggioranza dei genitori italiani pensa e dice la stessa cosa.
Il soggetto era davvero un cattivo soggetto pregiudicato. Ma ovviamente le solite anime belle, buone , sante e pie diranno che "non si deve generalizzare". Infatti uno su qualche milione di loro diventa pure un Joaquin Cortez o un Goran Bregovic. Ma quante malefatte si devono subire per tutti gli altri?
La cosa più disgustosa è la sproporzione dei rapporti: Italiano-ubriaco ne accoppa uno = 10 anni di galera.
Rom-ubriaco ne accoppa 4 = 3 anni di galera più altri 3 per rapina. Tu chiamala se vuoi "discriminazione positiva".

Elly said...

Caspita, il primo commento era mio. Ero loggata e non so perchè è diventato anonimo.

Roby, si, fanno schifo (oltretutto o soprattutto) anche gli avvocati che li difendono a questi delinquenti.

Altra piccola chicca; i 4 che hanno aggredito e picchiato il ragazzo dell'altra sera, non erano nuovi ad aggressioni simili. Mi chiedo allora perchè se la polizia sapeva, non è stato fatto niente? L'aggressione va condannata, no?

Vanda said...

Un governo complice di ASSASSINI!
Il paese andrà sempre più alla deriva del nichilismo...

Nessie said...

Elly, succede. Magari non è andato memorizzato il tuo login. La polizia come si sa, non solo non previene, ma è tanto se interviene ad aggressioni già compiute dove ci scappa il moribondo. Come in quest'ultimo caso del 26enne vicentino. E quando porta via la teppaglia in manette, sappiamo poi come va a finire.

Una noticina allegra: Vanda ti sei fatta l'avatar di Mafalda la Contestataria? :-)
Una nota più dolente: sì, il governo è già complice dei malfattori. E il Paese sta già andando alla deriva.

Massimo said...

Troppo teneri con gli immigrati. Così anche le sentenze rispecchiano scelte ideologiche. E questo accadrà finchè avremo i pm e i giudici tali in forza di un semplice concorso e che, quindi, non dovranno rispondere delle loro scelte ... ;-)

Lo PseudoSauro said...

Ne abbiamo gia' parlato a josa. Una volta appurato che un cambio di governo non e' sufficiente a cambiare quest'andazzo, cosa facciamo: ci rassegnamo o cerchiamo di cambiare qualcosa?

Dice bene l'anonimo in alto: e' la "feccia di destra" l'unica ad occuparsi di queste cose. Come di distribuire pagnotte agli autoctoni in alcune zone del Lazio. Come accade anche nei laender settentrionali della ex Germania est. Si dice che e' opportunismo e ricerca di consenso. Il fatto e' che lo fanno solo loro. Nemmeno la Lega, che pure era partita bene con le battaglie identitarie.

Ma, evidentemente, il concepire la nazione alla stregua di una comunita' di destino, invece che di un pollaio indifferenziato di "consumatori" provenienti dai 4 continenti, e' "male assoluto". La "destra" preferisce occuparsi degli stranieri per garantire loro quei "diritti umani" che ormai non riesce a garantire nemmeno a chi in Italia ci ha sempre vissuto da generazioni, contribuendo col sangue, col sudore e col denaro a creare un futuro ai propri discendenti. Tutto dilapidato in un ideologismo che non e' nemmeno piu' consentito criticare.

Questo per chi crede che il NWO non c'entra niente. Ormai ce lo dicono sul muso che ci sara' presto un governo mondiale.

Traggo da Maurizio Blondet (e se non lui chi altro pubblicherebbe roba simile?):

Ed ora, il Governo mondiale

E’ il titolo apparso sul Financial Times, il massimo organo dell’establishment finanziario della City ed è firmato dal Gideon Rachman, uno dei suoi maggiori columnist (1).

Ovviamente, il Financial Times e i suoi padroni vedono nella devastante crisi finanziaria una opportunità storica.

«E’ sempre più chiaro che i più difficili problemi che hanno di fronte i governi nazionali sono di natura sovrannazionale», scrive Gideon: «il riscaldamento globale (sic), la crisi finanziaria globale e la guerra globale al terrorismo».

Noi mondialisti, continua, pensavamo che l’instaurazione del governo mondiale avrebbe richiesto due secoli. «Ma il mutamento di atmosfera politica segnala che possiamo arrivarci molto prima. La crisi finanziaria e quella climatica spingono i governi nazionali verso soluzioni globali, anche in Paesi come( L'articolo completo e' disponibile solo per gli abbonati )

http://www.effedieffe.com/content/view/5556/164/

Nessie said...

Caro Massimo, allarga il tuo sguardo e...spazia. Le Procure si sono "armonizzate" sui Provvedimenti di Bruxelles. Ovvero, quella che sul tuo blog ho chiamato l'Internazionale Comunista con ...altri mezzi. I rom (un tempo zingari, gitani, tzigani) sono "etnia protetta" e come tu sai per costoro la Ue versa una considerevole cifra per quella "integrazione" che non ci sarà mai, visto che sono proprio loro a decantare la vita nomade alla bella stella.
E' quindi evidente, che anche se ladri, delinquenti, assassini e stupratori, vengono COMUNQUE protetti per motivi che risalgono a Hitler e a Norimberga. Se li tocchi (nonostante i reati) scattano subito le sante alleanze.
Per documentarsi di più, guarda il video di Lisistrata "Rom brava gente"
http://www.lisistrata.com/cgi-bin/tgfhydrdeswqenhgty/index.cgi?action=viewnews&id=3872

Poi questi altri links sulle ville in cui vivono pur rimanendo dei "falsi accattoni" con le roulottes: http://www.lisistrata.com/cgi-bin/tgfhydrdeswqenhgty/index.cgi?action=viewnews&id=3871

E ancora le ville con piscina e Cacciari che ha in mente le villette per i sinti:
"Vuoi la villa? Fai mendicare i tuoi figli e ruba":
http://www.lisistrata.com/cgi-bin/tgfhydrdeswqenhgty/index.cgi?action=viewnews&id=3870

Come vedi la questione-nomadi è a parte e diversa dai semplici immigrati. E perfino dai "clandestini". Purtroppo.

Nessie said...

Sauro, certo che ce lo dicono sul muso che il NWO c'è. Ce lo dice quasi ogni giorno il nobile Napoletano, figurati un po' se non ci credo.
Non credo invece nelle loro illusioni. Cioè che l'attuale crisi dia un'accelerata ai loro nefandi scopi e propositi. La farina del Diavolo (e tutto ciò è diabolico) di solito va tutta in crusca. Credo che prima o poi questo sistema imploderà dal suo stesso interno.

Ti consiglio vivamente, per intanto, di guardare i filmati che ho linkato per Massimo sulla questione rom. C'è da cavarne dei tesori di insegnamento. I titoli del pezzo che hai copiaincolato lo conoscevo anch'io.
L'anonimo del primo commento è l'amica Eleonora.

Angelo D'Amore said...

non so se ti e' giunto il commento.
in italia destra e sinistra sanno avere il pugno duro solo con chi chiede l'elemosina o lava i vetri agli angoli delle strade.
penso comunque ci sia una mancanza di legge in tal senso.
anche un italiano che fa una strage alla guida della propria auto, non va incontro a conseguenze pesanti.

Nessie said...

Angelo, la questione rom è un po' diversa dai "comuni ubriachi" di casa nostra.
Se ad un "ubriaco italiano" a nome Stefano Lucidi, danno 10 anni di galera col verdetto di "omicidio volontario" per la morte di 1 uomo, mentre a questo Ahmetovic danno solo 3 anni per aver accoppato un'intera compagnia di 4 ragazzini, questa si chiama "discriminazione giuridica" a tutto vantaggio dell'etnia. Trovami finora un Italiano che sia stato ospitato in una villa al Mare. Uno smacco alla giustizia giusta come questo, non si era mai visto, nemmeno tra le già conclamate nefandezze della nostra magistratura.

Angelo D'Amore said...

su i due casi non c'e' nulla da dire. io mi riferivo in generale alla legge che regolamenta il codice della strada.

Eleonora said...

Sauro, l'anonimo del primo commento ero io. Comunque si, in quel periodo s'era mosso anche Storace e lui, FN e FT continuano nella loro politica identitaria tuttora. Però sappiamo benissimo di cosa vengono tacciati. Oggi ad esempio, il "presidente della repubblica" italiana ha fatto un bel discorso sull'identità. Gli italiani all'estero dovrebbero tenere alta la bandiera. Peccato poi che lui (insieme all'attuale governo) è uno di quelli che sta distruggendo la nazione italia e nessuno di noi potranno fermarli nel loro intento di creare il nuovo ordine mondiale.

Blogspot oggi è impazzito. E sono anche loggata ma continua a darmi come anonimo. -_-

Angelo, non si tratta di lacune del codice della strada. Le leggi ci sono (e caspita, io mi sono beccata le multe, mio fratello il ritiro della patente per "eccesso" di velocità con 10 kmh in più), ma quando si tratta di condanne, la colpa è dei giudici e degli avvocati malati. Perchè da nessuna parte esiste la storiella dell'attenuante per ubriachezza etnica. Solo un malato di mente può avanzare una ipotesi del genere. Certa gente è da rimandare a casa. Punto e basta.

Nessie said...

Ele, magari ce l'avessero una casa...! Se vengono dalla Romania è lei che dovrebbe ripigliarseli indietro, ma non li rivuole. Però nessuno dice che la Romania, per questo è "razzista". Se vengono dalla Croazia o dalla Serbia, idem. In ogni caso, pur non avendo patria né fissa dimora la Ue ce li contrabbanda per "cittadini comunitari". E hanno anche una loro aguerritissima e insolente rappresentante seduta sugli scranni di Bruxelles.

Orpheus said...

Il "signorino" voleva anche una riduzione di "pena"...Di questo passo gli daranno un premio per ogni italiano "steso"...
Ormai mi faccio il sangue amaro ogni giorno, anche oggi una banda di sinti "italiani" aveva messo su una "bella" attività di truffe a carico di anziani, dai 70 ai 90 anni, perchè più facili da depredare, in quanto indifesi.
Che vomito, poi ci credo che c'è chi nottetempo dà fuoco ai loro campi....la gente normale é all'esasperazione e gli scalmanati passano a vie di fatto.
Avete letto che anche la Svizzera aderisce a Schengen?
Gli svizzeri però hanno una freccia al loro arco: un referendum.
Spero che ne facciano buon uso.
Ciao Mary

Nessie said...

Sì Mary, ma la cosa che fa più girare i cosiddetti è che se non ci fosse stata di mezzo la rapina in posta, gli anni per questa teppa sarebbero stati SOLO tre. Bella poi la trovata di andare in tribunale con la felpa con su scritto ITALIA :-(
A proposito di sinti e dintorni, hai visto da Lisistrata i filmati you tube sulle ville con piscine e palmizi? Li ho linkati nella mia risposta a Massimo. Poi vivono ugualmente come dei barboni e non mancano le roulottes davanti ai garage, ma intanto gli immobili per loro ci sono. E che immobili!
Sì, l'ho sentita quella della Svizzera e di Schengen e volevo farci sopra un post. Ma ormai le incazzature sono talmente tante che non riesco più a starci dietro.Speriamo nel referendum. Ma poi i referendum l'UE te li ripropone tante di quelle volte finché non ottiene il consenso. Ora l'Irlanda è ancora sotto referendum per il Trattato di Lisbona, dopo aver detto chiaro e tondo NO. Non ci mancava che la diossina nei bovini e suini!

Elly said...

Si, bhe Nessie, dicevo si di buttare fuori dall'italia gli extracomunitari che delinquono, ma soprattutto dicevo di mandare a casa certi giudici, certi magistrati e certi avvocati che tutto fanno tranne il proprio lavoro, ossia di essere imparziali.

loveportofino said...

Scusa il clamoroso OT Nessie, ma è piuttosto importante questa intervista
http://www.brunoleoni.it/nextpage.aspx?codice=7397
forse qualcuno inizia a svegliarsi? Sperem.

Riguardo al tuo post, hai fatto benissimo a parlarne, è una faccenda che grida vendetta! Mi fa malissimo pensare a quei poveri ragazzi e ai loro poveri genitori, amici e parenti. Ci penso spesso e di sicuro tanti fatti così sommati uno all'altro non ti permettono di essere più la stessa di prima. Cosa faccio? mi consolo ritenendomi fortunata che non sia successo a me?
Che dolore.

Ciao a te e a tutti, non manco mai di leggere il tuo blog, sempre vivace, intelligente, appassionante. Tempo per scrivere poco, c'è tutto il mondo intorno e poi....dovrei sempre e solo ripetere quanto sono d'accordo con voi. ;-)

loveportofino said...

Ho letto adesso i commenti, non sono poi così tanto OT ;-)

Anzi, il link che ho inviato è proprio la risposta all'articolo di Rachman sul FT.
Sincronizzata col Sauro! ;-)

Mi trovo molto in sintonia anche con chi si fa giustizia da solo. Purtroppo.
Meglio una fine più "alla svedese"... accesi ad uno ad uno... e mandare i bimbi in collegio fino a vent'anni. Al loro paese però.

Nessie said...

Ciao Love, ogni tanto vieni giù dal monte di POrtofino per dire la tua :-). O dal mare, aseconda...Mi fa piacere che ti fai sentire.
Se parenti e amici dei 4 ragazzi di Appignano dovessero leggerci, avranno almeno il conforto di sentire il nostro affetto per loro. Certo è poca cosa, ma non si può sempre rimanere in disparte a dire: "a me non è capitata".

Alle vie di fatto credo che ormai siamo già in tanti a pensarci.

aldo said...

Quanto alle "attenuanti etniche" per ubriachezza (una emerita assurdità), allora dovrebbero concederla anche agli assassini veneti, visto esistono pure proverbi popolari che attestano l'antica propensione per l'alcol degli Italiani dell'est. E anche per i montanari di mezz'Italia, che godono di altrettanto notoria fama in merito. Qualcuno qui conosce qualche assassino veneto ubriaco il cui avvocato abbia avuto l'ardire di invocare l'"attenuante etnica"?

A suo tempo, in particolare per i meridionali d'Italia era riconosciuta dalla legge l'attenuante del "delitto d'onore", poi rimossa. Perché non reintrodurla, per coerenza coi princìpi che pare si stiano affermando?

No, gente, proprio non ci siamo...

Aldo said...

Orpheus: "Gli svizzeri però hanno una freccia al loro arco: un referendum. Spero che ne facciano buon uso."

Orpheus, bando alle illusioni: se il referendum non darà il risultato voluto, glielo faranno rifare ad oltranza finché, di riffa o di raffa, accetteranno quel che è stato pianificato per loro. L'esperienza irlandese insegna qualcosa?

Nessie said...

Eccoti accontentato Aldo. Eri finito sui...treni TGV, in mezzo ai barboni, ai tossici, ai punkabbestia ubriaconi, ai clandestini ecc. :-) Ma va bene lo stesso. Tanto gira e rigira gli argomenti sono sempre quelli.

Sì, appunto le attenuanti etniche dovrebbe esserci innanzitutto per i Tirolesi , che trincano a più non posso, ma che registrano il più basso tasso di incidenti automobilistici.

Nessie said...

L'ho appena scritto nell'ultimo post sulla Svizzera e il Trattato di Schengen, Aldo. Il referendum è l'ultima spiaggia, mai rispettata nel suo responso, per gli Eurocrati alla Barroso. Irlanda docet.

Aldo said...

E' di questi giorni la notizia dell'ennesimo buontempone che ha preso la strada per una pista da bowling ed i pedoni per tanti birilli. Un morto, un paio di dozzine di feriti, alcuni gravi. Questa volta il nome è stato oscurato, tal "Pierre M", impiegato (pare) di una compagnia d'assicurazioni del quale non vengono fornite ulteriori caratteristiche. Ora staremo a vedere come verrà trattato, se non altro per poter fare i dovuti confronti. Nessie, tienici informati.

Nessie said...

Aldo, ieri il TG dava annuncio di tre "bontemponi". Uno a Cesano Maderno, un altreo a Lecce, l'altro ancora non ricordo dove, visto che ormai è una carneficina quasi quotidiana peggio delle Torri Gemelle. In ognuno di questi casi le generalità, e in particolare i nomi e cognomi erano sapientemente taciuti. Fossero italiani o stranieri, ci vogliono inasprimenti delle pene, perché non se ne può più. Però, nel secondo caso, niente "discriminazioni positive" o giustificazionismi "etnici".
E' solo che quando in Parlamento sento dire "tolleranza zero" mi viene come minimo l'orticaria. Perché so che non se ne farà niente...