29 April 2008

Questa Terra è la nostra Terra

Non faccio mai copiaincolla, ma questa volta invito tutti i lettori di questo blog a leggere ( o a rileggere) per intero il pezzo di Ida Magli "L'acquisto del territorio italiano" dove esorta espressamente gli uomini del nuovo governo insediatosi , a non cedere pezzi della propria terra ad acquirenti stranieri in nome dell' ingannatoria "libertà di mercato".
This Land is my Land - cantava Woody Guthrie in una famosa canzone popolare americana. Ma almeno gli Americani hanno scritto nella loro carta costituzionale il legame Land/God ("questa terra me l'ha data Dio"). Noi invece abbiamo la socialcomunista enunciazione: "L'Italia è una repubblica basata sul lavoro". Ricordo a chi se ne fosse dimenticato che "Partito del Lavoro" era pure il partito comunista albanese di Enver Hoxha, il costruttore di bunker. E che anche alcuni partiti di ispirazione nazista mettevano la parola "lavoro" nella loro definizione. Quindi la formuletta magica degli immigrati-che-sono-qui-per lavorare è un' altra utopica idiozia socialisteggiante (e attualmente, mercatista e liberal-socialista). Chi è qui "per lavorare" non ha che una aspirazione: fare fortuna e diventare padrone. Ed è comprensibile se fossimo meno stolti da capirlo al volo. Se da un punto di vista legale è giusto e prioritario rimpatriare i clandestini, è errato continuare a sottolineare: clandestini NO, immigrati regolari SI. Clandestini NO, immigrati regolari da regolamentare in quote rigorosissime, dando la precedenza ai lavoratori autoctoni : è questa la vera soluzione. Ma non voglio dilungarmi oltre e passo la parola a Ida Magli, che dopo la caduta del governo Prodi, appare meno pessimista del solito.
N.B: quando la Magli si è soffermata su Roma, c'era ancora Veltroni sindaco. Ora che Alemanno ha ricevuto il mandato al Campidoglio in modo quasi plebiscitario dai romani, che ne faccia buon uso e che non dorma sugli allori. Sporcizia, degrado, campi nomadi da sgombrare, più sicurezza e ripristino della legalità; ma soprattutto impedire che la nostra capitale diventi terra altrui attraverso la vendita (o svendita) di immobili, terreni, negozi ed edifici.

Genova non appartiene più ai genovesi. Il centro storico è stato comprato, un pezzo alla volta, un negozio alla volta, dagli immigrati africani, in maggioranza marocchini e tunisini, e i genovesi vi si sentono ormai stranieri; non osano quasi più attraversarlo, tanto meno passeggiarvi. Le moschee vi pullulano e nessuno può validamente opporsi all'erezione della moschea principale, di faccia al Duomo.

Firenze non appartiene più ai fiorentini. Il centro storico è stato comprato, un pezzo alla volta, un negozio alla volta, dagli immigrati africani e i fiorentini vi si sentono ormai stranieri; non osano quasi più attraversarlo. Ricchissimi "sceicchi" hanno acquistato i palazzi intorno al Duomo, anche quelli abitati da secoli dai discendenti di Dante. Evidentemente il Sindaco non vi ha trovato nulla da eccepire, e adesso ha la soddisfazione di affacciarsi dal suo ufficio slle grida dei venditori e sugli effluvi di aglio provenienti dalle cucine musulmane. I negozi africani vendono ai turisti, sotto il naso dei fiorentini impotenti, borsette di autentico "cuoio fiorentino" conciato in Cina e, malgrado l'estrema battaglia ingaggiata da Oriana Fallaci, le moschee prosperano al pari dei commerci.

Roma non sta meglio. Gran parte del centro, a cominciare dalla Basilica di S. Maria Maggiore fino a Piazza Vittorio e a S. Giovanni, appartiene agli immigrati, soprattutto cinesi e africani (ma a Roma sono presenti quasi tutti i gruppi etnici esistenti al mondo). Comprano tutto quello che possono, convincendo facilmente i proprietari con l'abbondanza di denaro contante che possiedono, senza dilazioni o mutui, cosa che nessun italiano può permettersi. I cinesi, poi, sono silenziosissimi. Non salgono quasi mai alla ribalta delle cronache perché obbediscono, senza osare lamentarsi, ad una disciplina ferrea, lavorando in modo disumano, al di fuori di qualsiasi normativa igienica e sindacale. Quando si ammalano o quando partoriscono ricorrono alle cure di un proprio medico allo scopo di non far scoprire il loro numero effettivo. Ci si accorge della loro presenza soltanto dalla lingua delle insegne. La questione delle insegne dei negozi, del resto, è di per sé indicativa del disprezzo dei Sindaci verso la propria città. Neanche i benemeriti Sindaci di Roma, tanto solerti verso la cultura, hanno ritenuto doveroso imporre ai nuovi padroni almeno l'uso della doppia lingua sulle insegne dei negozi.
E' urgente, dunque, emanare una legge che vieti l'acquisto di terreni, di edifici, di locali agli stranieri (continua)

23 comments:

Anonymous said...

Cofferati ha fiutato l'aria elettorale che tira e ha mandato a carte quarantotto il progetto moschea. Ha trovato pure la scusa del fatto che i musulmani di BO non si sono dissociati dall'Ucoii. Balle bolognesi.
In realtà la sinistra ha capito che se vuole sopravvivere deve cercare di ascoltare le rampogne dei suoi cittadini sul tema sicurezza. Che razza di trasformisti.
Ciao Nessie
Luca

angelo said...

La saggezza che traspare dalle parole di Ida Magli deve essere il nostro Faro.
La nostra terra non è in vendita

marshall said...

Nessie,
sto diventando un lettore assiduo di Ida Magli, che ho scoperto grazie alle tue periodiche e infervorate menzioni, e che leggo bypassando dal tuo blog. Ho così letto suoi articoli anche molto vecchi (del 2006), avendo nel frattempo scoperto che "fanno molta cultura", (e che cultura!) e quindi ne approfitto per "arricchirmi".
Ora, non ho il tempo necessario per leggerlo compiutamente, per cui ripasserò più tardi.
Ciao.

marshall said...

Nessie,
appena ho sbirciato che "Firenze non appartiene più ai fiorentini", mi sono accorto d'averlo già letto. Ma, comunque, una sua rilettura non può fare che bene.
Di nuovo.

Nessie said...

La verità, caro Luca, è che la sinistra finge di fare "macchina indietro" solo quando rischia di andare in rovina. Come alle ultime elezioni. Ha fatto le solite pagliacciate anche per l'assassinio con stupro della signora Reggiani, ma poi si è visto quel che NON hanno fatto. Oggi, per la cronaca, ne ho sentito un'altra da parte di Amato.
"Il governo ha sottovalutato il problema sicurezza" ha avuto la faccia tosta di dire. E solo che al Viminale (e cioè al governo) c'era lui.

Nessie said...

Angelo, benvenuto nel Loch-blog. E' vero: la nostra terra non c'è prezzo per pagarla. E la Magli è una vita che batte su questi chiodi.

Sì Marsh, una rilettura non può fare che bene, perchè lei queste cose le ha sempre scritte. E perché a Milano abbiamo avuto la dimostrazione pratica di che significa Chinatown: Via Meravigli, via Paolo Sarpi, Via Bramante, tutte strade bellissime e dai negozi ultrachic che ora sono bazar di fuffa cinese con ideogrammi per insegne: bisogna dirlo alla Moratti! Da questo punto di vista non faccio differenze.
Quel che ci rende increduli di questo articolo, poi, è come mai noi autoctoni (poveri disgraziati che siamo!) dobbiamo sempre ricorrere a prestiti, leasing, mutui per comprare case e appartamenti, mentre questi arrivano e praticano il cash and carry dei nostri beni con tanto di denaro contante sull'unghia.

Josh said...

E' una vita che dico le cose che dice l'ottima Ida Magli (non per dire che 'ero arrivato prima', ma prima ancora erano patrimonio di alcuni Vescovi, per es...)...
A Luca, nel 1mo commento, su Cofferati: il trasformismo è ancora più grottesco...1 giorno dopo le elezioni, pur con la disfatta della sinistra, Cofferati ha detto 'avanti tutta con la moschea!! fregandosene altamente del parere dei cittadini, sostenendo che la sx a Bologna tiene, quindi nel suo pensiero: sinistra=moschea e Italia terra di nessuno regalata...Ma dopo 3 giorni ha detto: facciamo il PD del nord, il PD padano, riconosciamo l'identità padana, ma de sinistra; e oggi la notiziona: niente megamoschea & cittadella Ucoii. Tutto avviene e per copiare la Lega, e per fame di seggi nelle prox elezioni del 2009.
Temo nella testa dei sinistri ci sia questo opportunismo, ma in realtà permanga immota l'idea di questa perversa equazione: l'Università di Bologna è la più antica, così merita di avere a fianco anche una grande rappresentanza europea dell'islam (se vuoi, per negare la radice culturale occidentale espressa secolarmente dall'Università); Bologna è stata per secoli la Porta dello Stato della Chiesa, e 2ndo Soglio Pontificio dopo Roma, per questo appunto 'merita' la più grande rappresentanza islamica d'Europa (per negare la radice cristiana). Il progetto vedrai è accantonato apparentemente da qui al 2009, ma uscirà ancora. Come uscirà ancora l'assurdità della 'casa comune delle religioni' come intesa dalla sinistra, proposta a Bologna: un luogo sinistro in cui ebrei, cristiani (quindi cattolici, ortodossi, protestanti battisti, metodisti e valdesi ed evangelici pentecostali) ebrei, musulmani, buddhisti, satanisti e chiunque si dovrebbero trovare insieme in un solo animo ad adorare insieme l'Unico Dio (inteso come 'lo stesso dio', termine rubato a Wojtila senza averlo capito, ma ampiamente strumentalizzato)il che è un assurdo anche teologico, a parte il senso di opportunità, e un falso storico. Non siamo messi bene. Saluti a Nessie.

Nessie said...

Saluti a te, caro Josh, e piacere di averti qui. La svendita dei terreni, degli edifici, scantinati e negozi non è una bazzeccola: più vendiamo-svendiamo, meno padroni saremo a casa nostra. Idem per licenze regalate qua e là a commercianti stranieri, metre quelli Italiani chiudono perché non reggono più le forti imposte (chiamiamole pure angherie). Per non parlare dei terreni su cui sorgono le moschee che diventano subito "dar al islam" (territorio dell'islam).
Sulla seconda parte del tuo discorso, ti seguo un po' meno.
E cioè sulla faccenda del Dio Unico, su cui anche la Fallaci ebbe non poche perplessità. Perché Dio Unico? E perché ciascuno non si dedica al proprio Dio? Cosa ho a che fare col Profeta di La Mecca, ad esempio?
Io credo che tutto quanto nasca dal Concilio Vaticano II, che volendo dirla tutta fino in fondo, può avere introdotto inconsapevolmente la multireligiosità e quindi il relativismo che ne consegue.

Lontana said...

Confesso di essere anche io tra quelli che parlano solo di clandestini invece che di immigrati tout court. A volte per non esacerbare il discorso, ma resta il fatto che l'Italia scoppia e che non ci sono norme severe di selezione.
Direi anzi che si fa una selezione dura con gli stranieri per bene, mentre coi crominali si chiude un occhio.
La Magli ha ragione ed é schietta come lo fu la Fallaci.
Auguriamoci che i vincitori abbiano capito il messaggio..

Josh said...

Sono contrario a ogni svendita di terreni, Nessie...Ed è vero che per noi licenze, negozi, aprire attività diventa difficile, per altre categorie è facilissimo, tra agevolazioni dello Stato e capitali dei nuovi arrivati, spesso messi assieme chissà come, o direttamente sospinti da progetto di colonizzazione delle rispettive madripatrie; ora che tra qualche decennio il petrolio finirà, avranno però già comprato tutte le mura nostre.
Sull'Unico Dio: Il Vat. II introduce certe novità (decreto Nostra Aetate, 2)e peggio il modo in cui è stato ripensato negli anni seguenti, con sviluppi teologici in TUTTE le direzioni, in una specie di stordimento spirituale. Si afferma che tutte le altre religioni, compreso induismo, animismo riflettono in parte 'raggi di Verità', e la CCR 'nulla rifiuta di quanto di santo e vero c'è in qs. religioni' (Ad Gentes, 2). E' chiaro però che se solo Cristo salva, allora tutti questi 'raggi della Verità' seminati qua e là non ci sono. Peggio è avvenuto con i testi di Karl Rahner (parla di 'cristianesimo anonimo' come se uno possa dirsi di Cristo senza crederLo) o Raymond Panikkar che parla di 'Cristo anonimo sconosciuto nell'indusimo', o quando si parla di 'Regno (di YHWH in Cristo) latente' in altre fedi che disprezzano Cristo. Contraddizioni in termini (cfr. 1 Gv 4,3). Diciamo poi che l'affermazione delle cosiddette '3 grandi religioni monoteiste' è un assurdo concettuale di suo, con cui ci hanno martellato, perchè le 3 non credono nell'Unico Dio. I monoteisti hanno la dimensione di un Dio-uno in fondo all'animo...MA il punto è che non è la stessa Persona. Per i cristiani Dio è YHWH come per gli ebrei, quindi è la stessa persona; con la differenza che per noi poi Dio si è incarnato in Cristo, e si dona a noi nello SS, quindi è Uno e Trino. Per l'islam Dio è Allah, non YHWH, non è solo differenza di traduzione, non si incarna (per loro è una bestemmia)nè si dona in Spirito (per loro è altra bestemmia). Ecco che non è nè l'Unico nè lo stesso.
Nel Vat. II prese piede qualche considerazione non sull'Unico Dio di tutti i monoteisti, ma su Dio che avrebbe lasciato scintille di sè in altre culture, che è teoria antica, cioè il Logos Spermatikos di Giustino, dal momento che lo Spirito soffia potenzialmente ovunque (anche lo riceve chi vuole, ma la maggior parte lo rifiuta...).
Così si arriva al multiculturalismo, al qualunquismo spirituale, alla new age, ma anche alla limitazione della Signoria di Cristo. Per il resto insistette molto Wojtila sull'Unico Dio delle 3 religioni monoteiste, più per motivi politici e di dialogo, dal momento che appunto la Bibbia non c'entra nulla col Corano (a parte il fatto che il Corano compare ben dopo la Bibbia) nè YHWH c'entra nulla con Allah, così come nè tu Nessie o io c'entriamo nulla con la Mecca....:)

Nessie said...

Sì, Lonty, l'Italia scoppia ed è inutile (come sottolinea la stessa Magli) trattarla alla stregua degli altri stati europei, giacchè il sogno di tutti gli stranieri provenienti da tutti i continenti è possedere una casa proprio qui da noi.
La Magli dice che si dovrebbero chiedere deroghe e vincoli ben precisi in questo senso. Perché non dichiararla ad esempio "patrimonio dell'umanità" presso l'UNESCO?
Diffidare inoltre dalle statistiche e dalle raccolte-dati, poiché solo nel Lombardo-Veneto la concentrazione di immigrati è quasi come nel Belgio.
Il messaggio che do alla Lega (e se non lo farà non voterò più per nessuno) è questo:
a) chiusura di Schengen
b) moratoria per la Romania
c)quote selettive di immigrazione con rimpatrio dei sans papiers.
d) obbligo tassativo di imparare l'Italiano e divieto di scuole arabe
e) legge restrittiva sulla compra-vendita di immobili, terreni e negozi.
Vabbé, il mio controprogrammino politico te l'ho detto...

Nessie said...

Josh, sebbene io non conosca nel dettaglio l'enciclica Nostra Aetate come te, vedo che perveniamo alle medesime conclusioni.
Oriana Fallaci, che negli ultimi anni della sua vita di malata, si avvicinò non poco agli ambienti ecclesiali arrrivando a donare la sua preziosa biblioteca all'Università Lateranense, non fu affatto tenera con Wojtyla e il Dio Unico.
"Verso l'Occidente egli si è reso responsabile di troppi torti. Il torto di non pronunciare mai una parola contro i nemici, di non denunciare in modo chiaro e inquivocabile, le loro nequizie. Insomma il torto di non difenderci in nome dell'ecumenismo e del Dio Unico, imitando lo sconcio silienzio dell'ONU"..." (pag. 104 di L'Apocalisse).
In presenza di minacce temibili come quelle terroristiche islamiche, è chiaro che qualcosa doveva inventare, ma trattasi come tu stesso suggerisci, di opportunità politica.
Non dimentichiamo poi che la Nostra Aetate fu emessa per prosciogliere gli Ebrei dalle accuse di deicidio.

angelo said...
This comment has been removed by a blog administrator.
Nessie said...
This comment has been removed by the author.
Nessie said...

C'è un povero fankazzista disperato e frustrato di troll che tenta con mille nick di insediarsi nel mio blog. Ho provveduto a segnarlo a un mio amico della Polposta: il troppo è davvero troppo. Sappiamo già dove lavora e dove trova il tempo di importunare per ogni dove. Che stia schiscio se non vuole spendere soldi in un avvocato.

Demetra said...

Nessie, i trolls sinistrati da quando hanno perso le elezioni sono diventati sempre più nevrastenici e pestiferi. Non farci caso: je rode.
Sono d'accordissimo con la Magli e spero che aggiorni il suo sito un po' più di frequente. Dopo la Fallaci non ci rimane che lei. Ciao e buon ponte. Spero , non piovoso

Josh said...

Quoto Demetra. In qs. giorni i sinistrati rosicano da morire, e commettono azioni inconsulte. Sia i trolls sinistri, sia i politici sinistri, trolls anche loro: basti vedere nel 'governo' uscente, senza consultare nessuno, contro il parere di tutta la nazione (sia a livello nazionale sia a livello locale)Livia Turco che fa passare una cosa da nulla come le linee guida (secondo lei) della Legge 40, o Visco che pubblica online, fregandosene della privacy, le dichiarazioni dei redditi di tutti gli italiani, divisi per regione, città, nome e cognome sul sito dell'Agenzia delle Entrate, dati nostri che restano pubblici online per 18 ore: infidi fino all'ultimo quarto d'ora!

Nessie said...

Grazie Josh! Anch'io quoto Demetra che saluto. E ne so qualcosa qui dentro in questo blog. Ieri sera c'era Fassino in tv a Porta a Porta che era di un'arroganza e di un'isterismo bestiale. Dava sulla voce a tutti, strabuzzava gli occhi a palla che per l'occasione erano ancora più a palla; faceva scatti di nervi e purtroppo, OTTUSAMENTE e reiteratamente, si rifiutava di capire le ragioni di quell'insuccesso che pare, avergli dato alla testa. Di capire che gli Italiani possono essere angariati di tasse, di carovita e di prezzi, di disservizi e di burocrazia. POssono accettare perfino di arrivare a stento a fine mese; ma non possono derogare nel modo più assoluto sulla propria incolumità personale e sicurezza personale delle loro città. Poiché la vita è la cosa più preziosa che ci sia.
Può darsi che neanche questo governo pervenga agli scopi preposti, poiché bisognerebbe fare una rivoluzione di tutti i popoli d'Europa contro l'economia globalizzata che veicola tutte queste transumanze che si rovesciano qui. E rifiutarci (tutti insieme) di essere considerati, a casa nostra, "selvaggina di passo". Ma era giusto e doveroso, cacciare a pedate questo governo. E l'unica arma concessaci (per ora) è il voto. Sì , infingardi fino al last minute

pierpaolosoncin said...

Cara Nessie, sono talmente in disaccordo con quanto scrive, che mi limito a chiedere alla sua ospite che le cita, cosa ci sarebbe di così sbagliato nelle linee guida della Legge 40.
Grazie dell'ospitalità e scusi l'OT.

Nessie said...

Josh è un ospite uomo e non una donna.
L'argomento Livia Turco è OT con il tema del post. E comunque non condivido affatto che un governo dimissionario si sia comportato in quel modo.Quello che ha fatto la Turco é indecente.Riporto, a tale scopo, quanto ha scritto nel merito l'amica Mary del blog Orpheus.

"Si può essere d'accordo o meno sulla diagnosi prenatale, ma annullare con un atto di prevaricazione UNILATERALE, ciò che é stato CONFERMATO CON UN REFERENDUM, é veramente da comunisti, che se ne fottono delle basilari regole della democrazia. Oltretutto la sig.ra Turco é appena stata SFIDUCIATA dagli italiani ed ha già le valigie pronte.
Come ci si può fidare di gente simile?"
Orpheus

Josh said...

@piepaolosoncin: già, sono io, Josh, non Josephine, che ho tirato in ballo la questione del governo uscente, che fa danni fino all'ultimo 1/4 d'ora, dai ns. dati fiscali resi pubblici da Visco a Livia Turco. Dal vivo non c'è possibilità di confondermi con una Josephine, ti assicuro:) Il caso Turco meriterebbe intere tesi di laurea:dall'aumento della dose di cannabis per favorire i pusher de quartiere 2 anni fa, alla rinuncia allo ius soli e ius sanguinis sui nostri territori, e ora con la legge 40 mentre il governo era in via di rottamazione a elezioni concluse. La mia posizione è contraria perchè sono credente, in fondo simile a quanto espresso da Avvenire:
http://notizie.alice.it:80/notizie/politica/2008/05_maggio/01/bioetica%20%20avvenire%20contro%20livia%20turco%20%20colpo%20di%20mano%20su%20legge%2040,14699049.html
o più diffusamente qui
http://notizie.alice.it/notizie/cronaca/2008/04_aprile/30/bioetica%20%20legge%2040%20%20pessina%20%20diagnosi%20preimpianto%20e%20%20eugenetica,14692417.html

in pratica sono contrario alla selezione degli embrioni preimpianto: si vogliono fare i figli su misura, e poi dicono che non è eugenetica. E' selezione della razza alla socialist/ateist/svedese...

il centrodx oggi dice le stesse cose che dissi 2 gg. fa

http://notizie.alice.it/notizie/politica/2008/05_maggio/02/fisco%20%20bertolini%20%20pdl%20%20%20redditi%20online%20ennesima%20vergogna%20governo%20prodi,14705908.html

http://notizie.alice.it/notizie/politica/2008/04_aprile/30/procreazione%20%20bertolini%20%20pdl%20%20%20linee%20guida%20stravolgono%20legge%2040,14690501.html

Saluti a Nessie, e quoto anche Mary da Orpheus

pierpaolosoncin said...

Chiedo venia per l'errore di genere.
E non vado oltre nell'OT nella speranza di avere la possibilità di esprimermi in futuro in un post di merito.
Cordiali saluti.

Nessie said...

Non ho intenzione di trattare questo argomento, per ora. Aspetto solo che la signora Turco faccia definitivamente le valige, e sicuramente non piango per il suo commiato. Per saperne di più ecco il link del blog preposto per questo topic: http://orpheus.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1892313
Cordialmente

Ciao Josh (e non Josephine) :-))) saluti anche a te.