01 December 2017

Salvini passi all'attacco e non giochi in difesa


Avete sentito tutti come i sepolcri imbiancati  di governo e della falsa opposizione abbiano redarguito Salvini, reo di aver detto - a proposito dell'eutanasia chiamata ipocritamente biotestamento - che lui si occupa dei vivi e non dei morti. Costi quel che costi, l'Agenda di fine legislatura deve andare avanti e ius soli ed eutanasia sono ordini "dall'alto" impartiti a Gentiloni.  Il quale, fa capire che per completare la famigerata Agenda eurocratica potrebbe prolungare pure il suo mandato.  Pare  che qualche notiziario non si sia limitato a decontestualizzare la frasetta incriminata e che abbia  trasmesso la voce di Salvini con l'intera dichiarazione: io vorrei un parlamento che si occupasse della buona vita e non della buona morte. Certamente la cosa cambia.  E' evidente  che un parlamento deve legiferare per migliorare la qualità della vita  (compresi i malati e anche quelli terminali) e che applicare il giuramento di Ippocrate da parte dei medici, significa fare il possibile per salvarli. Troppo comodo mettere loro in mano il kit fai-da-te per togliersi di mezzo (in Belgio e Olanda si fa questo).

Come tutti hanno ascoltato, è subito partito il vespaio dei calabroni tanto ipocriti qaunto inferociti: Uh! Ah! Hiii! Salvini disprezza i sofferenti e bla, bla, bla.
Salvini ha affidato la sua replica al mite Fedriga che cerca di spiegare ulteriormente il suo pensiero. Avrebbe, a mio avviso, dovuto picchiare ancor più  sodo e imparare dalla Storia che la miglior difesa è  sempre  l'attacco.
Specie quando questi sepolcri imbiancati lo accusano di non avere a cuore la sofferenza umana. Loro, al contrario, hanno così a cuore la nostra sofferenza che, dopo averci svuotato le tasche in mille modi (e continuano), dopo aver trasformato questo paese in un lazzaretto a cielo aperto a  disposizione dei "migranti", dopo aver cercato con ogni mezzo di toglierci il welfare, con la sanità che è quasi praticamente "a pagamento" per i nativi specie per chi necessita di  un intervento chirurgico d'urgenza, ora  vorrebbero farci direttamente fuori. Non manca la lista dei  loro "nobili scopi" giustificativi per alleviare la nostra "sofferenza":

1) Per risparmiare sulle pensioni e sulla sanità (si veda il recente discorso di Padoan quando asserisce che gli Italiani hanno il pessimo vizio di campare troppo a lungo).

2) Per far posto ai nuovi arrivati (Grande Sostituzione voluta dall'ONU nelle famigerate "linee guida" sulla Replacement Immigration quale rimedio al declino della popolazione ).

Queste non sono "bufale" o se si preferisce "fake news", come va di moda chiamarle, dato che esistono tanto di documenti probatori e come suol dirsi, carta canta. Sarebbe bastato impugnarli per rafforzare le proprie tesi.
Stupisce come siano schizzati fuori tanti sodali della nuova ehm..."battaglia di civiltà": Rosy Bindi, Saviano, il radicale Cappato ecc. Tutti "grandi umanitari" che hanno a cuore, la nostra "sofferenza".
Stupisce altresì la sveglia di Bergoglio data a questo tema. Apparentemente si è trincerato dietro una dichiarazione  di papa Pacelli, noto per le sue posizioni tradizionaliste, contrarie all'accanimento terapeutico.  In realtà con doppiezza gesuitica, col suo intervento Bergoglio cerca di rimettere in "agenda" una legge che giace in parlamento sepolta da emendamenti. Pertanto, è la tempistica che è altamente sospetta, caro Bergoglione!
Un assist altamente ambiguo  che - guarda caso -   è stato afferrato al volo dal radicale Marco Cappato, il quale plaude al papa asserendo che in Parlamento ci sono più "papisti" (gli anti-eutanasisti) dello stesso papa. Tout se tient!

Un'ultima cosa. E' di questi giorni il suicidio in diretta del generale croato Slobodan Praljak nell'aula del Tribunale di L'Aja. Il sospetto criminale di guerra croato-bosniaco ha ingerito il contenuto di una fiala nel processo di appello che lo vedeva imputato. Durante la lettura della sentenza di conferma della condanna a 20 anni di prigione, Praljak è stato visto bere il contenuto di una boccetta. Apriti cielo per i sepolcri imbiancati del tribunale dell'Aja e dintorni! chi gli ha fornito la boccetta col veleno? Caccia alle streghe scatenata  contro il  fornitore di veleno, colpevole di "istigazione al suicidio" nei confronti del generale croato.


Ma come? Non eravate forse per l'Eutanasia voi mondialisti? E perché mentre volete infliggerla a noi comuni mortali cittadini, volete invece togliere a un generale l'opportunità di fare della sua vita quel che gli pare, senza dover ricorrere al Caronte Cappato per traghettare la sua animaccia in Svizzera e dintorni?


La risposta la conoscete già: gli Dei sono loro, e solo loro possono e devono avere diritto di Vita e di Morte su  tutti di noi.
Guai a chi prova a trasgredirli! Loro avevano già prestabilito la discesa all'Inferno di Praljak, ma lui li ha beffati battendoli sui tempi.

La Lega la smetta di giocare al "benaltrismo" (della serie, ci sono altri temi più importanti da affrontare per i vivi) ed esca, invece, allo scoperto a muso duro,  imparando a differenziarsi e a distinguersi sul tema con un bel NO chiaro e tondo, all'eutanasia mascherata di stato.  Ho appreso che Farsa Italia sarà per "la libertà di coscienza". Ovvero per la libertà di ipocrisia e di ambiguità parlamentare.
Sui PentaGrulli, ovvero il PD2,  non avevo dubbi:  stanno sollecitando ogni giorno i Piddioti ( ovvero il PD1) affinché approvino "il fine vita" prima che si concluda la legislatura. Ma come ho già scritto, piccoli Lothar crescono...

65 comments:

Anonymous said...

Purtroppo, dal dopoguerra, tutti sono stati costretti a giocare in difesa. Gli unici che hanno conservato un minimo di combattività sono stati i fascisti, ma pure loro cominciano a mollare. Se si lascia all'avversario l'iniziativa si è sicuri di perdere ogni battaglia, e poi la guerra. Negli inutilissimi dibattiti si vedono costantemente i leghisti fare appello al buonsenso dei comunisti, il che denota che non abbiano mai capito un accidente di quella che si definisce militanza. Puoi convincere il moderato, ma il militante vero lo devi ammazzare, come giustamente diceva Lenin. Allora: se a dispetto di una moltitudine di moderati che ormai si estende sempre più, l'iniziativa la mantiene ancora quella che è ormai minoranza, significa che venti o trent'anni di politica non ti sono serviti a niente. Nemmeno nei duelli di una volta si lasciava all'aggressore la scelta di tempi e modi. E così l'aggredito non cesserà mai di essere aggredito, fino a che non sarà spazzato via. Anche questo è un retaggio della mancata tradizione, per cui l'esperienza dei padri non è stata tramandata ai figli.

IL SAURO

Nessie said...

Temo che tu abbia ragione. All'attacco per l'attacco (o à la guerre comme à la guerre ) è il motto che applicano solo quelli che ci stanno distruggendo. Chi dovrebbe fare la vera opposizione non perde mai occasione per far capire che loro sono "moderati", "democratici" nonché "antifascisti". Ma se ci si accontenta di fare i "catenacciari" (tanto per usare un'espressione calcistica), è evidente che i goal sono destinati a segnarli sempre e solo loro.

Pertanto, passerà lo ius soli, passerà l'eutanasia e tante altre porcherie. A Meloni e Salvini, la disperata quanto inutile "raccolta di firme", per l'ennesimo referendum con sempre meno quorum.

Anonymous said...

E' un esempio da manuale della classica manipolazione di regime: Salvini ha detto che vuole curare i sofferenti da VIVI rigettando la soppressione di Stato che Lorsignori e i loro tirapiedi stranazzanti vogliono imporre come da ordini in ossequio alle loro obbedienze. Inoltre la Lega, isolatissima, si è battuta contro quell'infamia sociale della Legge Fornero e contro i tagli alla assistenza ai disabili e malati. Mentre i kapo' del PD sono gli ultra liberisti che appoggiano ogni campagna anti umana di tagli a sanità e assistenza e di imposizione della ideologia standard del regime globale.
Purtroppo la Lega è afflitta da una perniciosa ingenuità e non è assolutamente consapevole che appunto di DITTATURA efferata si tratta.
Scarth

Alessandra said...

Nessie, purtroppo le ambiguità e le divisioni esistono all'interno della stessa Lega, l'esempio più eclatante è quello di Luca Zaia che dal sostenere la "libertà di coscienza", è passato, con l'assessore alla Sanità della regione Veneto Luca Coletto, a sollecitare al Senato l'approvazione della legge.

http://m.nuovavenezia.gelocal.it/venezia/cronaca/2017/07/27/news/biotestamento-scelta-necessaria-1.15665409

Perché anche qui in Veneto abbiamo un caso simile a quello di Eluana Englaro: questo è un articolo su Elisa, la donna di 46 anni di Mestre in stato vegetativo da dodici anni, cui fa riferimento il pezzo succitato.

https://m.ilgazzettino.it/nordest/articolo-2584397.html

Sono d'accordo che su questo e altri temi Salvini e i suoi dovrebbero essere più decisi e veementi, invece ci si muove come i proverbiali elefanti nella cristalleria.
Se poi si hanno degli oppositori all'interno dello stesso partito ....

Anonymous said...

http://www.imolaoggi.it/2017/11/15/siamo-in-guerra/

XY

Anonymous said...

ho già detto molti mesi fa che salvini uscirà dalle prossime elezioni con le ossa rotte e berlusconi invece con la solita messe di voti " italioti".
Non so se la "timidezza" di salvini sia un fatto personale ( magari non vuol fare la fine di haider) o dovuta al condizionamento della melassa burluskista ( maroni calderoli ect ) che ammorba la lega dal 2000 ( io ne uscii per questo ), certo è che qualcosa di "antiberluska" salvini dovrà fare per non farsi "fottere con tutte le scarpe"
ws

Nessie said...

Scarth, chiariamo bene, sennò si fa confusione: il PD non si limita a essere solo "ultraliberista" in economia e finanza in ossequio alle lobby e alle corporations. E' rimasto pure comunista nella politica liberticida e nella normativa di stato. Credo che a questo scopo, sia illuminante l'intervista dell'ex dissidente russo Bukovskij per Byoblu, il quale asserisce (giustamente) che i Gulag iniziarono così:

http://www.byoblu.com/post/2015/10/23/occhio-alla-ue-i-gulag-iniziarono-esattamente-cosi-il-dissidente-russo-che-ci-mise-in-guardia.aspx

Spesso la Lega è ingenua e inadeguata a comprendere il rettilario che ci stanno preparando.

Nessie said...

Alessandra, ho avuto da subito l'impressione che Salvini parlasse col freno a mano, e con una certa reticenza sul tema, dove ha svincolato con il solito "benaltrismo". Ora mi dai conferma di una cosa che non sapevo su Zaia e sinceramente me ne dispiace non poco, perché su altre cose lo stimavo. Creare dei casi limite come questa povera Elisa da utilizzare quale "bandiera ideologica", per poi far passare uno strumento micidiale in mano a pochi come il diritto di vita e di morte, è una mera follia! Nemmeno i monarchi assoluti potevano tanto!

E' mai possibile che non ci renda conto che potrebbe diventare un'arma di ricatto anche per dissidenti politici?

Nessie said...

ws, lo penso anch'io. Oramai abbiamo le famose 50 sfumature di moderatismo.

Anonymous said...

Il liberismo abbiamo visto che è semplicemente il nuovo efferato totalitarismo. Paradossalmente se si abbandonano gli schemi ideologici classici la società sovietica degli anni '80 prima dei liquidatori per conto di Lorsignori Gorbachov ed Eltsin, era quella che ora i salotti del Potere Globale definirebbero come populista: una forte connotazione sociale del lavoro, sovranità totale sui beni e le risorse della Nazione, sovranità totale sulla propria politica interna ed estera, difesa della identità popolare con confini inviolabili, concezione tradizionale della famiglia, lotta alle infiltrazioni sovversive (...non così efficace come si è visto...). In pratica tutto ciò che Lorsignori hanno in odio estremo. E l'esatto opposto dei nostri straricchi salotti "de sinistra". Evidentemente tutto ciò doveva essere liquidato. Insomma il "comunismo" sovietico degli anni '70 '80 era molto diverso dal "comunismo" salottiero qui trionfante prima ed ora. E il fatto che il nostro attuale regime batta in schifezze gli altri non è da poco.
Scarth

Nessie said...

Ragionamento incompleto, caro Scarth. In questo caso mi sento di dare ragione a Fusaro: destra in economia (quello che tu chiami "liberismo"), e sinistra in politica, etica e costume (cioè il comunismo). Definizione forse un po' propagandistica, ma efficace. In ogni caso, sono due ideologie materialiste e produttiviste che si sostengono a vicenda. E in questo ha ragione da vendere Massimo Fini.
Il nostro attuale regime batte in schifezze gli altri semplicemente perché comprende e assume ambedue le ideologie. Tu chiamalo se vuoi, totalitarismo del XXIesimo secolo.

Nessie said...

XY, qui abbiamo a che fare con le lettere dell'alfabeto :-). Ho letto l'articolo di Aldo Grandi di "La Gazzetta di Lucca": Chapeau! Non posso che concordare e ne consiglio la lettura a tutti quanti.

Ecco perché questo poveretto ha beccato la denuncia di 250.000 mila euro da parte della Boldrinova! Tra parentesi, non faccio nessuno sconto al comunismo di vecchia maniera, quello della "volante rossa" che ammazzò il filosofo Gentile, quello che strizzava l'occhiolino alla BR. Occorre studiare un po' meglio la Storia. Non è vero quel che asserisce Scarth: che il "comunismo" sovietico degli anni '70 '80 era molto diverso dal "comunismo" salottiero qui trionfante prima ed ora. E' solo che prima era un fenomeno limitato agli stati. Ora, invece, grazie all'ONU, gira per il mondo e diventa transnazionale.

Massimo said...

Più facile a dire che a farsi. Basta pensare alla questione di Banca Etruria in cui una singola audizione di un procuratore (forse "amico") che ha dichiarato che il padre della Boschi non è indagato perchè era "solo" vicepresidente senza deleghe (come se un vicepresidente di una banca non potesse spingere sull'erogazione dei crediti a prescindere dalle deleghe operative !) è bastato per far cantare vittoria a Renzi, seguito da tutto il coro assordante dei media servi. Lasciando spazio a Salvini solo in Rete, niente televisione e niente giornali. Idem per l'eutanasia o per l'iniziativa dei Patrioti a Como. Insomma, per cambiare registro occorrerebbe un evento tragicamente devastante come una guerra, un asteroide o una dittatura a tempo (ma per una ventina di anni, cinque come è apparso sui giornali, non bastano).

Nessie said...

E' vero che i media mainstream occupano più di tre quarti del loro spazio nei TG per magnificare le esemplari gesta del governo. E in quanto a partiti, sembra che esista solo il PD o al massimo la sua fronda "a sinistra" che ora si chiama MDP con quei rottami comunisti di D'Alema e Bersani che vorrebbero ancora più immigrazione e che criticano Minniti perché non spalanca abbastanza le porte. Il tutto come se la Lega non esistesse, come se FdI non esistesse e come se fosse il popolo a volere la sòla dello ius soli.

Però se ben ricordi Bossi le sparava belle trucide, all'inizio della sua comparsa sulla scena politica. E lo spazio mediatico anche se non glielo davano, lui se lo pigliava.
La faccio breve: se a Milano Sala porta in piazza i suoi rottami prezzolati per "sollecitare lo ius soli", Salvini potrebbe prendersi degli spazi "a casa sua" (lui è nato nel rione del Giambellino) per mobilitare chi invece non lo vuole, visto che siamo in tantissimi!
Questo è solo un esempio...

Anonymous said...

Premetto che mai e poi mai mi sarei immaginato di rivedere ciò che pensavo dell'URSS a suo tempo e scusandomi per il fuori argomento io rimango della mia: il mondo sovietico post bellico aveva assunto caratteristiche totalmente invise ai Padroni del Potere Globale, i nostri aguzzini, e pertanto andava eliminato con la prima delle "spontanee rivoluzioni colorate" cioè quella che avrebbe poi consentito tutte le altre a partire dallo "spontaneo" scempio balcanico. Infatti eliminato con una operazione francamente formidabile e perfetta quell'ultimo reale avversario col suo armamentario i suddetti Padroni come abbiamo visto e stiamo vedendo hanno dilagato incrementando esponenzialmente i loro piani di sottomissione e conquista in ogni campo. Ora chi c'è a fermarli, eventi apocalittici a parte?
Scarth

Anonymous said...

destra in economia (quello che tu chiami "liberismo"), e sinistra in politica

Non proprio, la sostanza è quella "sintesi dialettica" di cui ho già scritto altre volte: Capitalismo/liberismo/individualismo/ect per i VERI "ricchi" e comunismo/servilismo/collettivismo/ect. per i tutti gli altri.

Nella sostanza un tecnofeudalesimo che dividerà ancora l' umanità in due "razze" distinte : un pugno di "signori" e la sconfinata massa dei loro "servi", seppur questultimi graduati nel "trattamento" secondo le loro "funzionalità" nel nuovo "sistema curtense" stavolta esteso all' intero globo.
ws

Jacopo Foscari said...

Il comunismo vecchia maniera era una creatura di lorsignori, tenuta in piedi da lorsignori, e distrutta da lorsignori quando non servì più alla causa. I bolscevichi vennero finanziati da banchieri americani ebrei esiliati dallo zar, che detestavano i Romanov, e dalla Germania guglielmina che voleva togliersi di torno il fronte orientale. Possiamo dire che erano l'ISIS dell'epoca, visti gli sponsor e la ferocia bestiale usata con le loro vittime. Poi vennero tenuti in piedi dalle banche americane e tedesche per decenni finché queste non decisero di staccare la spina.

Nessie said...

Caro Scarth, non mi riesce proprio di capire perché ti ostini a voler dare un salvacondotto a un regime che è sempre stato fatto da LorSignori. Te lo dice lo stesso Solgenitzin che la rivoluzione bolscevica e il regime instaurato subito dopo fu una loro invenzione (vedere testo "Lenin a Zurigo). Pertanto, se "rivoluzione colorata" ci fu, queste iniziò nel 1917 e durò fino alla Caduta del Muro, che come ho spiegato infinite volte, fu una "demolizione controllata" sempre effettuata dagli stessi. Con ogni evidenza il mondo suddiviso in due blocchi non era loro più utile. Se hai la pazienza di leggere quel che affermano ws e Jacopo Foscari, forse te ne convincerai. Forse... dato che ti vedo particolarmente ostinato, e ciò non fa onore al tuo intelletto.

Nessie said...

ws, come ben sai, sposo la tua "triade dialettica". Ho esemplificato con Fusaro, di cui non vado pazza, per vedere di convincere con moduli più semplici l'ostinato Scarth. Mi sono fatta il mazzo per analizzare il Terzo Mostro Totalitario:

http://sauraplesio.blogspot.it/2016/09/il-terzo-mostro-totalitario.html

ma a quanto pare con scarso successo.

Nessie said...

Caro Jacopo, straquoto e se hai la pazienza di leggere il mio lungo post analitico sul tema testé linkato a ws, lo vedrai da te. Per questo è bene non dare alcun salvacondotto a una creatura fatta da loro e distrutta sempre da loro. Non parlerei di "rivoluzione colorata", riguardo la demolizione del Muro, ma piuttosto di "demolizione controllata". Le rivoluzioni farlocche con vari colori e nomi di fiori (Georgia, Ucraina, Estonia, Lituania) vennero dopo.

Nausicaa said...

Per tornare direttamente al topic, cioè a Salvini, però ritengo sia stato coraggioso da parte sua gettare acqua sul fuoco sulla bravata degli skinhead di Como per dire a Renzi, che il vero problema è lui e la politica migratoria del PD.

http://www.ilgiornale.it/news/politica/carroccio-sbanda-sugli-skinhead-como-salvini-zittisce-maroni-1469729.html

Anonymous said...

E' normale che il Comunismo abbia goduto di stampa migliore che non i regimi vinti nella IIa GM. La gente è sempre conformista, sono pochi i bastian contrari. Yalta concedeva queste due alternative e ognuno ha scelto la sua, con le limitazioni del caso imposte dalla guerra simulata tra Est e Ovest. L'alternativa in Italia era, ed è sempre stata, la militanza cattolica tradizionale, nonostante alcuni preti si fossero comportati come autentici rivoluzionari, tanto da rendere indistinguibili le istanze laiche da quelle religiose. Quindi è normale che da noi ci sia ancora questa visione romantica del buon barbone che somigliava un pò a Babbo Natale e un pò al Padreterno. L'idea di una figura paterna funziona anche con i comunisti, come per tutti. Tra molte famiglie russe Stalin si vedeva tributati gli stessi onori dello Zar, con tanto di icona dorata e candele sotto. Altra cosa rispetto agli Adolfi che ci hanno mostrato perennemente incazzati davanti a folle oceaniche, oppure un Mussolini tronfio che faceva mostra di una forza che non aveva. Le questioni della teologia marxista valgono quanto quelle della teologia propriamente detta, almeno ai fini pratici. Il padre di tutti oggi è Gandhi, figura assai poco paterna che Churchill usava definire un fachiro. Non c'è manco più la ciccia: è tutto pelle e ossa.

IL SAURO

Nessie said...

Nausicaa, ho sentito. E qui Salvini ha fatto benone a non unirsi ai corifei di quelli che fingono di scandalizzarsi sulla brutalità degli skinheads, i quali a fronte di fenomeni vergognosi come la politica immigrazionista del governo con le nostre frontiere colabrodo, se la pigliano con chi si limita a leggere un fogliettino.

Nessie said...

Sauro, è vero: il comunismo non soffre della stessa damnatio memoriae da parte della stampaglia ufficiale. Ma molte vergognose verità ci vengono taciute anche oggi. Del resto, perché fare tante dispute sui "massimi sistemi" andando OT, quando poi gli artefici di queste dottrine sono gli stessi?

Angheran70 said...

Solo per dire che la chiamata in causa di Pio XII è stata un'operazione da minculpop alla quale ha contribuito purtroppo anche molta stampa cattolica. La citazione del "Discorso ai medici" è stata fatta nel discorso papale come rimando al testo senza nessuna precisazione particolare (AAS-49-1957 pag. 1027-1033).

Che cosa si sarebbe dovuto dedurre da quel discorso per trascinarlo in testimonial "eutanasico" è un mistero tuttora da dimostrare e segna la spudoratezza senza limiti della lobby eutanasica:

"Si ha la pretesa di un diritto di disposizione diretta ogni qual volta si vuole l'abbreviamento della vita come fine o come mezzo" (Pio XII discorso ai medici)

Nessie said...

Grazie davvero, Angheran. Anche senza aver letto il "Discorso ai medici" di papa Pacelli (cosa che farò con calma) avevo intuito che questo era un altro (l'ennesimo) gesto di spudoratezza da parte di quella che tu chiami "la lobby eutanasica", alla quale appartiene a buon diritto l'Argentino. In caso contrario, non si capisce come mai entrare così a gamba tesa, nell'agenda governativa.
Ci pensano già da sé Gentiloni, Renzi e tutta la loro ganga col sostegno dei media, senza bisogno di altri supporti vaticani.

Anonymous said...

Per tornare in tema , basta testare in modo professionale i TG per capire dove LORO andranno a parare.
Ad esempio da un TGrenzi lasciato acceso in cucina dalla moglie e che OVVIAMENTE non seguivo( altrimenti lo avrei spento ) ma che coglievo in sottofondo ho facilmente enucleato di seguito:

5 minuti di botterinews ( i servi devono sentirsi sempre coinvolti nei "cazzi" del padrone)
7 minuti di renzinews , piddinate e pisippate varie ( non ascoltate)
3 minuti di mozzarella show ( non ascoltato)
3 minuti di dimaio-al-nord show ( il solito castacriccacorruzzione tagli di spesa ect.)
4 minuti sulla farsa del "centrodestra unito" pressoché totalmente incentrati su berlusconi ( e qui ho posto orecchio ) così divisi:
2minuti di berlusconi che dice che il pd è finito
2 minuti di berlusconi che dice che deve combattere il populismo e che il pericolo populista è l' m5s
10 secondi sulla iniziativa leghista contro la "sola"
FdI non pervenuto
4 minuti di cronaca.

Quindi quale è il messaggio ?
Berlusconi ha il compito di fottere la lega e ridare motivazione a votare contro " il ritorno del berlusca" allo stanco "sinistrato" e l' M5ST , eletto a POPULISTA, deve essere l' UNICO ricetto di ogni voto di chi non volesse mangiare ne la "zuppa" piddiota ne il "pan bagnato" di berlusconi.

POI a "cose fatte" i 3 "commedianti" sulla base dei voti presi decideranno i rispettivi ruoli nell' ennesimo parlamento sistemico attraverso varie possibili reciproche "combinazioni" che COMUNQUE ci daranno la TROIKA e l' €urosaccheggio del paese ( più altri milioni di neri ovviamente).
Quindi la cosa per me è semplice: o Salvini dice " qualcosa di antiberluska" ( ad esempio rinfacciandogli A BRUTTO MUSO prima la sua complicità con monti e poi con letta e renzi ) o non vale la pena di andare a votare lega per dare forza al solito " gano di arcore" con le sue ben pagate prostituzioni politiche e prostitute" classiche"
ws

Nessie said...

Bene, ws, vedo che ti sei specializzato nel tabellone del MInculpop tv e della tempistica dedicata ai vari politici. Noto anch'io che hanno iniziato a dare spazio al Berluskaiser. Volevo aggiungere che qualche giorno fa la RAI ha avuto un crash nell'edizione TG2 delle H.13, 00. Morale: ben sette servizi saltati con la mezzobusta imbarazzatissima che non sapeva che pesci pigliare! "Andiamo avanti, passiamo al servizio successivo"... Ma il servizio non c'era: una goduria un'unica!

Anonymous said...

Credo che quanto indicato da Jacopo sulla fase iniziale dell'URSS sia più che plausibile ma credo anche da un certo punto in poi la creatura in qualche modo sfuggì al controllo (lo Stalin post bellico) e fu da qual momento adeguatamente mostrificata ed infine distrutta con le procedure che sappiamo. In ogni caso uscendo dagli schemi valgano i motti che non conta il colore del gatto basta che acchiappi il topo e che il nemico del mio nemico è mio amico...
Tornando in argomento non mi risulta che le decine di aggressioni violente che ha subito e subisce la Lega ad opera dei centr. soc., ma non solo, con militanti anche anziani picchiati siano state condannate nè politicamente nè in termini di giustizia, nè tanto meno evidenziate dai mezzi di informazione (di regime). Ma appunto, non cesserò di ripeterlo, è un regime e i regimi usano questi sistemi.
La Nuova Chiesa Cattolica poi come abbiamo già detto ha come partito di riferimento il PD ed è sulla stessa linea anche sui temi etici al punto di aver completamente bandito quelli che una volta erano i "principi non negoziabili".
Scarth

Anonymous said...

Sottoscrivo: il compito di Berlusconi è farsi dare i voti della Lega e portarli ai suoi burattinai.
Scarth

Nessie said...

Ecco, meglio tornare in Topic perché questi massimi sistemi finiscono col tediare e non li ritengo utili.

La Nuova Chiesa Cattolica è semplicemente una non-chiesa, ma una succursale del Palazzo di Vetro. Modifica perfino la Messa di Natale di Mezzanotte anticipandola alle 18,30, per paura di immigrati con bastoni. Ma stiamo scherzando? Ormai sono loro i padroni del territorio, ma la colpa non è solo del parroco ma anche dei fedeli che non esistono più e che non presidiano più i luoghi di culto

http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/bari/cronaca/17_novembre_25/parroci-liberta-spaventati-niente-messa-notte-natale-3273b35c-d21b-11e7-a2a9-2c18c4fdfd63.shtml

Aldo said...

Sono da sempre per l'eutanasia e pure per il suicidio assistito. Ma non è questo il tempo e non è questo il modo, perché le mie motivazioni non sono quelle di chi vorrebbe schifosamente far passare una normativa fin troppo chiaramente mirata a liberarsi di una generazione troppo numerosa, da blandire finché ottima e abbondante pagatrice, da sterminare quando "inutile peso" per chi ha evidentemente la stessa mentalità del mandriano -- "un capo di bestiame si ama finché rende e perché rende, poi si abbatte per cavarci ancora quel poco che ci si può cavare".

L'eutanasia e il suicidio assistito, per poter garantire ai promotori almeno un minimo di credibilità circa le buone intenzioni, dovevano essere implementate negli anni '50, prima del baby boom. Ora il tanfo mefitico dello schifo che i "promotori" cercano di nascondere ammorba l'aria fino in mezzo al Pacifico, da tanto è immondo. Non sono abbastanza fesso da non sentirlo.

Aldo said...

Salvini, dal canto suo, è ambiguo un po' troppo spesso. La sua credibilità è ridotta al lumicino per un uso troppo disinvolto di troppi "specificativi", di troppi "se" e di troppi "ma". Senza contare le rocambolesche inversioni di rotta, che già ci state e ci sono pure quelle.

Nessie said...

Hai già chiarito in altre occasioni la tua posizione, Aldo. Ma quando un tema eticamente importante come il diritto di Morte, viene concentrata nelle mani di un governo (o di élites o dirigenze, come le chiami tu), a mio avviso è sempre in forse la "credibilità" ma soprattutto la buona fede dei gestori. Se uno vuole suicidarsi chi diavolo glielo impedisce?
Da Socrate in poi, passando per i Romani il suicidio è sempre esistito fin dagli albori della civiltà. Con la differenza che quella era gente con le palle che non aveva bisogno di "farsi assistere" né di menzionarlo con l'ossimoro di "suicidio assistito" (una contraddizione in termini).

Chapeau al generale croato che li ha fregati in diretta. Ma come vedi, quando "suicidio" significa libertà e libero arbitrio, dà fastidio e diviene penalmente perseguibile perfino chi lo favorisce con una fialetta. Viceversa per il "gregge di ovini", va bene pure l'ossimoro col kit fai-da -te. Assistito da un infermiere. O col Caronte Radicale Marco Cappato.

Nessie said...

Sull'ambiguità di Salvini. E' certamente migliore di Maroni (e lo ha dimostrato sulla bravata degli skinheads di Como puntualmente stigmatizzata da Maroni), ma temo che partecipare al gioco istituzional-democratico significhi fare compromessi e cadere in contraddizioni.

Anonymous said...

Concedere al governo mondiale il diritto di vita e di morte significa dargli tutto il potere che ancora non ha. Quando ti devono autorizzare per nascere e per morire il cerchio si chiude.

IL SAURO

Nessie said...

OTTIMA sintesi! Non occorre aggiungere altro.

Jacopo Foscari said...

Dopo aborto e nozze gaie arriva il suicidio assistito. Direi che possiamo dire ufficialmente che siamo governati da una banda di necrofili

Nessie said...

Puoi dirlo! E' una società avviata al declino, in tutti i sensi. E il bello (o meglio, il brutto) è che se ne vanta pure!!!

Anonymous said...

Vorrei ricordare "intopics" che il solito grande marco della luna chiamo' l' avallo leghista sul mozzarellum 2.0 "imbecillità elettorale" , e credo che salvini cominci a capire il senso di quella ennesima sciocchezza "positivista" anche se la vera gragniuola di colpi sistemici, a lui e alla lega, è ancora tutta da venire.
ws

Nessie said...

Dopo il Porcellum, il Mozzarellum. Purtroppo con Berluskaiser in cordata raccogliticcia con Sciolta civica all'interno, c'è poco da aspettarsi.

Quanto ai PentaGrulli, si accoderanno alla propaganda contro le cosiddette "fake news"? Approveranno la legge "antibufale" di cui parla Renzi? Intervistata in proposito su Sky, la parlamentare grullina Carla Ruocco non ha voluto rispondere.

Alessandra said...

Anche a me dispiace vedere Zaia rendersi complice di questo abominio.
Tutto sommato sono contenta di averlo come presidente della mia regione, ma in questo caso sta sbagliando.
In fondo, basterebbe tenere conto di un semplice assioma: NULLA di veramente buono può venire dal PD (oltretutto con la collaborazione dei 5 Stalle).

Nessie said...

Chissà se avranno il coraggio di confezionarci il "pacchetto" sotto l'Albero di Natale o nella calza della Befana!
ormai non c'è più limite all' indecenza....

Anonymous said...

Zaia è un brillante amministratore, come quasi tutti i leghisti, ma siccome di politica non capisce un accidenti, come quasi tutti i leghisti, va a finire così. Quello che non fanno gli uni per via ideologica, lo fanno gli altri per via tecnica. E così l'agenda mondialista va avanti anche più spedita di prima.

IL SAURO

Nessie said...

Tutti questi ragionieri della Sanità (e ci metto anche Zaia e i leghisti che la pensano come lui) dovrebbero leggersi le dichiarazioni di Attali sull'eutanasia:

http://citeetculture.over-blog.com/article-attali-pour-l-euthanasie-a-62-ans-57318950.html

E' mai possibile che non si voglia aprire gli occhi sui risvolti e sugli effetti tutt'altro che collaterali di un simile provvedimento, e che ogni volta ci tocca ricominciare daccapo con le 150 ore per adulti analfabeti?

Attali è classe 1943, pertanto avrebbe già dovuto sparire da un pezzo. Ma queste porcherie le dice per la "plebaglia", e non per gli "eletti" come lui.

Aldo said...

Nessie: "Hai già chiarito in altre occasioni la tua posizione, Aldo."

Lo so, però ritengo che si tratti di punti importanti -- potrebbero esserci altri che idealmente (e a mio avviso giustamente) sono a favore di eutanasia/suicidio assistito e che non hanno avuto occasione di maturare un'opinione contraria al proprio intendimento di base, magari perché non hanno preso in considerazione "il contorno" al quale faccio cenno appena mi si offre l'occasione.

Anche se rischio di passare per "monomaniaco", direi che l'argomento è tale da giustificare l'avventatezza del ripetersi ancora e ancora.

Nessie said...

Aldo, è ovvio che su questo argomento dovremo tutti quanti tornarci e ritornarci ancora, nella misura in cui ce lo propongono questi bastardi. Ma non per questo si deve ritornare all'Anno Zero, tornado sempre sugli stessi punti, e dibattere serve proprio ad aumentare la consapevolezza.

Dovremmo aver capito benissimo, ad esempio, che non si tratta di semplice "contorno", ma di sostanza. Il Transumanesimo che ci preparano questi scellerati, ci fa capire che gli essere umani sono sempre più superflui, che c'è la robotica per lavorare e che pertanto nel New Brave World degli Huxley e degli Attali , l'eutanasia diventa "strumento essenziale di governo degli uomini" (cito lo stesso Attali). La tua coscienza individuale conta poco o nulla.

L’euthanasie sera un des instruments essentiels de nos sociétés futures dans tous les cas de figure. Dans une logique socialiste, pour commencer, le problème se pose comme suit : la logique socialiste c’est la liberté, et la liberté fondamentale c’est le suicide ; en conséquence, le droit au suicide direct ou indirect est donc une valeur absolue dans ce type de société.

L’euthanasie deviendra un instrument essentiel de gouvernement.

Extraits de L’homme nomade , Ed. Le Livre de Poche, 2005 –


Ecco, non a caso, il libro da cui è tratto questo passaggio ha un titolo inequivocabile: L'UOMO NOMADE.

Anonymous said...

Poveretti... a loro tocca di lavorare fino a oltre 90 per il nostro bene. Altro che 67. Che vuoi che si impicci Zaia di Attali. E' una brava persona, non dico di no, ma ha i limiti che hanno tutti i leghisti che sono bravissime persone anche loro. Di politica non capiscono niente.

IL SAURO

Nessie said...

A "loro" chi? Chi sarebbero quelli che dovrebbero lavorare oltre a 90 anni "per il nostro bene"? Le risorse?

Mi spiace per il leghisti che di solito non ne abbondano, ma la cultura serve e il senso pratico unito al pragmatismo non basta e non può dare risposte a tutto.

Intanto ecco un estratto imperdibile del criminale Attali, che a mio avviso dovrebbe essere bandito dal territorio francese, così come Soros, da quello americano:

Attali: , “Il mercato si estenderà a settori dove fino ad oggi non ha accesso: per esempio la sanità, l’istruzione, la polizia, la giustizia, gli affari esteri – e contemporaneamente, nella misura in cui non ci sono regole di diritto, il mercato si estenderà a settori oggi considerati illegali, criminali: come la prostituzione, il commercio degli organi, delle armi, il racket eccetera. Quindi si avrà un mercato che dominerà sempre più, determinando una concentrazione di ricchezze, una diseguaglianza crescente, una priorità data al breve termine e alla tirannia dell’istante e del denaro. Fino, alla fine, alla commercializzazione della cosa più importante: ossia la vita, la trasformazione dell’essere umano in una merce di scambio: lui stesso divenuto un clone e un robot di se stesso.”

Anonymous said...

quella spia ( sistemica) di dago ci avverte beffardo su quali saranno gli "uomini&donne" dell' ennesimo "centrodestra" del "gano di arcore"
http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/scranno-rsquo-sempre-ndash-cav-regala-posto-lista-162220.htm

Sia ben chiaro il mio non è il solito FALSO moralismo "italico" ,berlusconi poteva essere il puttaniere , trafficone e mentitore seriale che è, ma visto che aveva avuto dagli italiani il potere che LUI gli aveva chiesto aveva l' obbligo di gestirlo nel' interesse di chi amministrava ( oltre che il suo ça va sans dire).
Nella fattispecie aveva nel 2011 PER SE E PER TUTTI quelli che lo avevano votato l'obbligo di stroncare il golpe napolitano o quantomeno di contrapporglisi con tutte le sue forze;non avendolo fatto anzi essendosi ad esso così platealmente e vigliaccamente venduto per salvare i
suoi affari ai danni di tutti noi l' unica cosa che dove fare era SCOMPARIRE dalla politica.

Invece come una qualunque puttana si rivenduto per fotterci tutti di nuovo con l' improntitudine di chi conosce quanto siano fessi gli italiani e quanto gli si possa impunemente vendere e rivendere la stessa merda politica.

Il che ci dice che gli italiani il "gano di arcore" se lo meritano, e allora che se lo votino ma io non più !.
ws

Nessie said...

"Gano" sta per che cosa? Non potevi dire nano? Personalmente penso che non sarà così votato. Il problema è che se anche la percentuale dei suoi elettori è bassa (e lo sarà) serve pur sempre allo scopo di dirottare voti. L'hanno messo lì apposta: vecchio e azzoppato ma pur sempre in sentina.

Anonymous said...

è un calambour negli ultimi mesi si sta "guadagnando" il passaggio da "nano" a " gano"
https://it.wikipedia.org/wiki/Gano_di_Maganza
ws

Jacopo Foscari said...

Il Mugabe di Arcore non prenderà tanti voti, però prenderà quei pochi che basteranno a scatenare l'inciucio col suo degno erede fiorentino. Purtroppo abbiamo visto che da Roma in giù prende ancora voti. Da Roma in giù internet ancora non è arrivata e le varie D'Urso e De Filippi ancora riescono a portare voti al nostro Mugabe. Non tanti come una volta, ma temo quanti basteranno per fare l'ammucchiata coi piddioti che tanto diceva di voler combattere

Nessie said...

Vedo che la fantasia popolare si scatena: Mugabe, Gano, nano, Salma di Hardcore :-)

Jacopo Foscari said...

Potremmo dire anche mummia incartapecorita, zombie, cariatide, rimbambito, Alzhaimer personificato :D

Sono contro l'eutanasia come da post, ma per Berlusconi e Napolitano potrei fare delle eccezioni

Nessie said...

Bella Napoli ha intenzione di eutanasizzare gli altri e l'ha già dimostrato col caso Englaro. Infatti è da tanto tempo che reclama la legge sul fin di vita. La fine degli altri. Dev'essere questo il segreto della sua longevità di Highlander, l'ultimo massone immortale.

Aldo said...

I vampiri esistono. Non sono come quelli della letteratura (credo che la figura del vampiro sia da considerare secondo una qualche valenza simbolica, non letterale, anche se non riesco a interpretarla), ma esistono. Eccome se esistono!

Nessie said...

Cioè? Bella Napoli stracampa perché ci ha succhiato il sangue di tutte queste crisi e questi quattro governi non eletti ?
Beh, ci sta tutto... Certo che esistono i vampiri! Ad esempio, il "mai morto" di Napoli. E continua...

Aldo said...

Già, il vampiro è un tipo umano. Dentoni e bare non c'entrano nulla.

Jacopo Foscari said...

Eh già, Bella Napoli è favorevole alla "dolce morte" e io sono totalmente favorevole alla sua dolce morte. Chè solo con il passaggio alla reversibilità delle pensioni di Bella Napoli tappiamo mezzo buco dell'INPS

Nessie said...

Poco ma sicuro. Riceve un appannaggio superiore ai reali di Buckingham Palace, 'sta cariatide!

gianchi.gian said...

Non può giocare all'attacco finché non decide di staccarsi e denunciare il suo alleato traditore. il nano di Arcore.
Salvini paga soltanto la sua insipienza politica, l'incapacità - comune all'altro "alleato" del nano di Arcore - di denunciarlo per quel traditore e maneggione che è.
Questo "leader" non combinerà nulla di serio per la paura di non prendere abbastanza voti.
E quando denuncerà il nano per quello che è, un traditore che fa accordi col campo opposto, la Lega si spaccherà.

Nessie said...

Ipotesi più che plausibile, Gianchi.gian. Il tuo commento lo hai ripetuto tre volte, forse per un errore informatico.

Nessie said...

Intanto pare che ci sia stata una brusca accelerata sulla legge al Senato per "calendarizzare" (leggi: accelerare ) il provvedimento. Quando non sanno come impacchettarceli dicono che "è una battaglia di civiltà".
Il punto più delicato è quello che concerne la nutrizione e l'idratazione artificiali.

http://www.corriere.it/politica/cards/testamento-biologico-che-cosa-prevede-legge-quali-sono-punti-critici/i-punti-nodali-nutrizione-idratazione-artificiali.shtml

gianchi.gian said...

Si è stato un errore, e me ne scuso.