27 January 2016

Cirinnà, il ddl della disgregazione

Martedi 2 febbraio il ddl Cirinnà  (nella foto la senatrice del Pd) avrà il suo  passaggio al senato. Avrebbe dovuto avvenire domani ma poi  è slittato a martedi. Passerà, non passerà, si andrà al referendum? Difficile fare previsioni. La cosa che mi ha colpito è la latitanza e la freddezza delle autorità religiose in queste circostanze.  Già, prevale anche nella CEI il chi sono io per giudicare? e per intervenire? e per dire la mia? per oppormi? per contrappormi? per distinguermi dai luoghi comuni dei media?

 In primis, l'intervista di Galantino sul   Corriere della Sera  (il vescovo Nunzio Galantino, segretario della Cei, riconosce il dovere dello Stato di legiferare sulle «unioni di tipo diverso» che vengono crescendo nella società ma ...). Dunque la lobby gay è presente anche in Vaticano e Galantino gli tira una bella ciambella di salvataggio.
Segue  a distanza di qualche giorno la tiepida dichiarazione di Bergoglio che fa letteralmente ridere. Perché ha aspettato tanto per dire "qualcosa di cattolico"?  Ecco la sua dichiarazione in extremis:  "Non può esserci confusione tra la famiglia voluta da Dio e ogni altro tipo di unione".

Ma no! Ma davvero? e che scoperta sarebbe per un papa? Queste cose ormai le dicono anche i laici. Forse è troppo impegnato in  relativiste e "sincretiche" cerimonie "interreligiose" con altre religioni, in cerca del Dio Unico. 

Arriva per terzo, il card. Bagnasco a scoprire delle ovvietà. Dapprima ha tentato qualunquisticamente di minimizzare dicendo che le priorità sono "ben altre" (lavoro, disoccupazione cc.). Poi, messo alle corde, è stato costretto ad aggiungere che i bambini "non sono mai un diritto poiché non sono cose "da produrre" ( "la famiglia ha una identità unica e propria riconosciuta dalla Costituzione e dal sentire della gente"). Che la famiglia è una questione di identità antropologica (madre-donna, padre-uomo).
Siamo, con ogni evidenza,  alle considerazioni di Monsieur de Lapalisse. 
Non sarà che è proprio la grande mobilitazione laica e civile che ha messo un po' di premura a chi finora ha praticato un morbido laissez-faire di ordine morale? 

Ma veniamo al ddl Cirinnà e a cosa contempla nei suoi 19 articoli:

Due persone dello stesso sesso possono costituire un’unione civile tramite dichiarazione di fronte all’Ufficiale di stato civile e in presenza di due testimoni. A tal fine, è istituito il Registro nazionale delle Unioni civili. Le persone che vogliono unirsi in unione civile devono dichiarare quale cognome vogliono scegliere oppure mantenere entrambi i cognomi della coppia.


Diritti riconosciuti

Le coppie avranno gli stessi diritti e doveri che sorgono dal matrimonio: hanno l’obbligo reciproco di assistenza morale e materiale e collaborazione nella vita comune; devono scegliere il regime patrimoniale (comunione o separazione dei beni).

Alle coppie sono estesi i diritti in materia previdenziale – compresa le reversibilità della pensione – e sanitaria previsti per le coppie sposate.

In caso di morte del partner si applicano le stesse regole previste per la successione legittima delle coppie sposate. Si può succedere al defunto nel contratto di affitto dell’abitazione.

E’ consentita solo l’adozione di un bambino che sia già riconosciuto figlio di uno dei membri della coppia (Stepchild Adoption).
I matrimoni contratti all’estero e i matrimoni nei quali un coniuge ha cambiato sesso possono essere riconosciuti come unioni civili ed essere trascritte nel registro.
L’Unione civile si scioglie per comune accordo o per decisione unilaterale. Lo scioglimento avviene entro tre mesi dalla comunicazione all’ufficio del registro.
Al membro della coppia che non sia in grado di provvedere alle proprie necessità è corrisposto un assegno di mantenimento (in ogni caso, ecco  il PDF integrale)

L'estensione alla coppia gay dell'adozione di un bambino (magari di precedente matrimonio), riconosciuto figlio di uno dei componenti della coppia omosex, viene chiamata col nome inglese di "Stepchild adoption". Ennesima turlupinatura e nefandezza all' inglese. Soprattutto la prova provata che non siamo più un paese sovrano, visto che le leggi d'Italia si dovrebbero scrivere in Lingua Italiana. Rigorosamente italiana. Con titolazione dei paragrafi in Italiano.

Inoltre detto Disegno di Legge, contiene vistosi elementi di incostituzionalità e 100 giuristi ne stigmatizzano i contenuti. Per cominciare la nostra Costituzione configura un regime privilegiato per la famiglia (art. 29  “la Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio”.)
Questo ddl vuole svilire questa preferenza, attribuendo lo stesso regime della famiglia ad altre diverse forme di convivenza. Un altro modo per mandare in rottamazione la Costituzione. 


Sabato 30 ci sarà il Family Day a Roma (Circo Massimo) . Come di consueto, c'è già il balletto di chi ci va, di chi non ci va, di chi si defila all'ultimo momento, di chi ha uno scranno parlamentare ma va a "titolo personale". Di chi ha una carica istituzionale, non è d'accordo con la Cirinnà, ma non vuole perderlo (Alfano e alfanoidi)... e via con le prevedibili pagliacciate in technicolor. E comunque un calderone dove sono dentro tutti: neocatecumenali (non sarà presente Kiko Arguello), focolarini, ciellini, laici, credenti, non credenti, la Manif pour Tous, Movimenti per la Vita, forzitalici, leghisti, forzanovisti, fratelli d'Italia, casapound  e chi ci sta... 
Vabbé, purché riesca a smuovere qualcosa. In ballo c'è davvero molto. Ci sono la salvaguardia dell'infanzia e i diritti dei fanciulli ad avere dei veri genitori e non genitore A e genitore B; c'è la mercificazione del corpo femminile mediante "gli uteri in affitto" che necessariamente avverrà, dato che due uomini non possono procreare (l'effetto Elton John, per intenderci), con uteri comprati nei paesi più poveri dove la donna "costa meno". C'è la famiglia naturale ormai priva di diritti sociali che verrà marginalizzata, ridotta a "quota Panda" e schernita.
Insomma  per l'ennesima volta le solite élites sociopatiche della Ue vogliono sovvertire l'umanità.

Quanto al Pd, il partito più perversamente corrotto ed euroservo che ci sia, ha già pronto per marzo prossimo, una legge sull'eutanasia, detta ipocritamente legge di fin di vita. L'Agenda mondialista deve andare avanti ad ogni costo.  Non c'è che dire, tutto il loro zelante impegno consiste nel togliere di mezzo gli Italiani.  Bisogna fermarli! 

114 comments:

Nausicaa said...

Il Pd trova sempre l'oca giusta al momento giusto. Se andrà bene sarà merito di una donna che ha fatto la sua rivoluzione. Se andrà male, se la toglieranno dalle scatole e daranno la colpa a lei.

Nessie said...

E' il solito loro cinismo. Questo ddl porta il nome Cirinnà, ma in realtà lo hanno scritto e (sottoscritto) tutti i piddioti con un'anime voto di Assemblea.

Sul tema è intervenuto anche il segretario generale del Consiglio d’Europa Thorbjorn Jagland: “Incoraggio l’Italia”, ha scritto su Twitter pubblicando il link su una sentenza della Corte di Strasburgo di ottobre 2015, “a garantire il riconoscimento legale delle coppie dello stesso sesso , così come stabilito dalla Corte Europea dei Diritti Umani e come accade nella maggior parte degli Stati membri del Consiglio d’Europa”.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/01/25/unioni-civili-m5s-votiamo-a-favore-se-non-si-stravolge-testo-su-stepchild-adoption/2404303/

Anonymous said...

"L’elite finanziaria è impegnata in una guerra per destabilizzare la società attraverso l’eliminazione dei ruoli sessuali. Questo attacco, perpetrato da un governo malvagio, sulla famiglia tradizionale, non accenna a diminuire. Lo scopo è quello di creare un Nuovo Ordine Mondiale, dove le persone vivono in uno stato di isolamento e controllo totale".


https://neovitruvian.wordpress.com/2016/01/02/consigli-per-giovani-uomini/

Zeta

Aldo said...

Come ben sai, della religione mi importa men che niente. Quelle associazioni che dichiarano di esistere a tutela delle persone non affiliate ad alcuna religione, sulla materia in discussione travalicano il proprio ruolo e assumono posizioni nettamente a favore delle "nuove forme della famiglia". Ebbene, pur essendo convintamente ateo stigmatizzo senza se e senza ma questo genere di schieramento che con la religiosità o la non religiosità (a mio avviso) ha poco a che fare. Quelle associazioni (vedi UAAR) sbagliano, mischiando strumentalmente nel torbido (pensando, in questo modo, di fare uno sgambetto a quello che ritengono essere il loro "avversario").

Pur da posizioni nettamente anticlericali e riconoscendo a ciascuno il diritto di intessere relazioni sentimentali con chi preferisce, mi sento di esprimere la mia contrarietà all'allargamento del concetto di famiglia dal punto di vista legale. Piuttosto preferirei che lo Stato facesse un passo indietro e eliminasse ogni forma di normazione in tema di famiglia. Una soluzione draconiana per quel che si sta dimostrando una fonte di tensioni e problemi che si sa dove cominciano, ma non è dato sapere dove finiranno.

La cosa più saggia rimarrebbe comunque lasciare le cose come stanno, visto che fino ad oggi pare lo status quo non abbia ancora provocato la morte di alcuno. Proprio questa banale considerazione mi porta a credere che, davvero, dietro a queste manovre ci sia altro anziché gli scopi dichiarati.

Nessie said...

Aldo, hai diritto di sottolineare il tuo "particulare" di ateo, ma io ho il dovere di tenere conto del sentimento cristiano diffuso presso i laici, ricordandoti che "laico" non significa "ateo", ma colui il quale non indossa alcun abito talare. In passato la chiesa è stata in grado di testimoniare valori etici condivisi in materia di famiglia. Ora non più. Che ti freghi o che non ti freghi, io mi sento di tenerne conto.

Se le autorità religiose si allineano invece a quelle associazioni sultipo UAAR , di cui parli, è evidente che è una notizia a dir poco esplosiva. E io come blogger ho il sacrosanto dovere di darne conto.

Vengo al clou. E' in gioco la mutazione antropologica degli esseri umani (maschi e femmine che siano) ad opera di élites sovvertitrici. Questo riguarda tutti: credenti e non credenti

Mi viene in soccorso il post che ha abilitato Zeta, di cui riprendo un passaggio:

"La creazione di una famiglia forte e amorevole è forse la meta più alta a cui un uomo possa aspirare. Questo è il processo naturale con cui gli uomini (e le donne) si sviluppano nel corso della vita. Questo è il modo in cui troviamo l’amore e l’intimità".

Disgregando questa, non resta più alcuna radice, alcun legame, alcun vincolo, alcun senso di responsabilità verso terzi. Pertanto si cade nell'abisso dell'"immediato". Ovvero nell' universo senza memoria degli insetti. Che poi è quel che vogliono con l'applicazione delle politiche LGBT a partire dall'infanzia.

Nessie said...

Zeta, conoscevo quel manuale per giovani uomini, per averne letto per il tramite di Stampa Libera. Comunque, grazie

Aldo said...

Infatti, Nessie. Forse son stato troppo involuto nell'esprimermi, ma avrai notato che col mio commento precedente ho preso le distanze da UAAR che, a mio modo di vedere e di intendere, non sta curando gli interessi degli atei italiani nella loro generalità, ma ha preso posizioni che seguono i dictat di una parte ben diversa.

Non sono sposato e non mi sposerò, e accetto di buon grado che ciascuno si accompagni a chi preferisce, ma questo non basta a farmi accettare più di buon grado gli stravolgimenti sociali e giuridici che le nostre dirigenze stanno implementando senza tenere in benché minimo conto quello che ritengo essere il sentire della maggior parte degli Italiani. Italiani dei quali, non dimentichiamolo, dovrebbero essere i rappresentanti, non i padroni. Ecco, abbiamo dirigenze cromaticamente tinte di rosso (alcune di bianco, altre hanno lo stemma dell'euro sul mantello, altre ancora tengono una bilancia in mano senza neppure sapere cosa significa) che ha ormai smaccatamente assunto il ruolo di quel padronato contro il quale fingevano di scagliarsi fino a poco fa. E' possibile etichettarle senza ricorrere all'ingiuria esplicita?

Aldo said...

Nell'universo senza memoria degli insetti, temo, ci siamo già. Le memorie che conserviamo sono ormai solo quelle che le dirigenze stesse ci impongono (adeguatamente adattate alle loro necessità, ovviamente).

Per dire, in questi giorni ho nuovamente fatto presente in riunione che per la giornata della memoria si potrebbe invitare una rappresentanza dei Testimoni di Geova in luogo della "tradizionale" rappresentanza della comunità ebraica... pensi che abbiano capito? Illusa...

Nessie said...

Volevo informarti che il "dibbbattito" al Senato su questo ddl del Piffero slitterà il 2 febbraio anziché domani.Pertanto dovrò correggere la data messa nel post.

Quando parlavo di universo senza memoria, intendevo riferirmi al diritto ad avere una Storia alle spalle e una Progettualità davanti a noi, e non alle memorie "imposte" accompagnate da eventuali opinioni in manette con tanto di polizia del pensiero per chi non si adegua. Penso che non ci sia bisogno di aggiungere altro, visto che sei sagace.

Torno al topic e al suo riflesso micidiale sulla società. Equiparare i matrimoni gay a quelli eterossessuali significa dar luogo al tristo (con la o voluta, invece della "e") fenomeno degli uteri in affitto, giacché due uomini non possono procreare, dell'andare a prelevare bambini in paesi poveri pagando una poveraccia affinché ti ceda il frutto del ventre suo (vedi casi simili a quello di Elton John).

Siamo allo sfruttamento dell'uomo sull'uomo e alla mercificazione della donna tornata schiava, alla faccia delle femministe. Altro che scagliarsi contro il padronato !

Questa è per davvero la peggiore e infima sinistraglia che ci poteva capitare al governo. Ma se gli Italiani non riusciranno a buttarla alla discarica, allora significa che questo paese è marcio e complice.

Legge Mancino n°205 said...

Non guardate il dito, guardate la luna.
A cosa serve sto dl cincillà. Col matrimonio ci sono i diritti per l'adozione.
Questo è il vero obbiettivo. Mettere le mani sui bambini.
Non a caso stanno implementando la mancino estendendola all'omofobia.
Cosa succederà una volta che, dopo il ddl cincillà, passerà anche il mancino 2.0?
che se putacaso una qualsiasi persona alzerà il ditino e dirà io non sono d'accordo sulle adozioni per le coppie gay, subito verrà denunciato per violazione nuova legge mancino implementata.
Capito ?
E allora dopo la Mancino (voluta da taradash e modigliani per proteggere le comunità ebraica) tutela ebrei da ogni critica e impedisce a chi è contrario all'immigrazione (anzi invasione) di aprire la bocca, avremo la Mancino 2.0 che tapperà la bocca a chiunque critichi i gay.
Semplice semplice.

Nessie said...

L'hai letto il post? Cosa ho appena scritto sui bambini e la voglia di metterci sopra le manacce sozze?

Anonymous said...

purtroppo tutta questo e' solo un aspetto del quadro (implacabilmente )ben riportato da un sempre piu' stanco MDL
http://marcodellaluna.info/sito/2016/01/25/crisi-rottura-del-sistema-e-trasformazione/

con le sue inesorabili conclusioni ( salvo miracoli per chi ci crede)

1) il "sistema" va col pilota "automatico" essendo solo una somma cieca degli interessi di chi comanda ( ma orientata da "forze oscure" aggiungo io )

2)il "popolo" ( cioe' chi non comanda nulla) non e' in grado altro che di protestare inutilmente perche' difetta di informazione intelligenza e volonta'

3)Perquanto sia inarrestabile nemmeno "il sistema" ha intelligenza di lungo periodo; esso stesso da solo nel suo strapotere costituisce le condizioni del proprio tracollo,tracollo di cui sara' comunque il "popolo"a pagare il conto

4)Infatti il "popolo" paga sempre con la schiavitu' l'ignavia di non aver voluto lottare per i propri diritti e interessi e paga sempre con il suo sangue il doverli riconquistare .

Insomma per uscire dalla "padella" che il " sistema" sempre apparecchia per lui il " popolo" deve per forza saltare nella "brace"; nessuna "mano caritatevole" verra' mai in suo aiuto. Ci sono "popoli" che ce la fanno con solo qualche scottatura , altri che si bruciano prima e peggio ( ma che comunque spesso non saranno "mangiati" ) , e quelli che si fanno cucinare a puntino per scomparire nello stomaco di qualcunaltro . E' la "storia".
ws

Aldo said...

Taradash... buono quello! Ho ancora piantata in un angolino del cervello un'intervista nella quale dichiarò (testuali parole): "del resto, ci hanno votato perché venissimo qui per comandare". Capito? Per comandarci, non per rappresentarci. Certi lapsus rivelano molto di quel che si nasconde tra le spesse ossa del cranio dei dirigenti (Lombroso avrebbe qualcosa da spiegarci in merito). Ovviamente, nessuno puntualizzò la gravissima gaffe.

Ah, e qualcuno ricorda Marino, altro galantuomo (seeee...) che ebbe a sostenere che "le promesse elettorali sono uno scherzo"? Uno scherzo... già. Per quanto, dopo avere scherzato per anni sulla pelle dei lavoratori come sindacalista (venduto), continuò a ridere e scherzare come presidente del senato? Eh, ma la rappresentanza è uno scherzo, no? Loro comandano. Però in modo leggero e faceto, che se no ci intristiamo.

Comunque, temo d'essere fuori tema e la pianto.

Nessie said...

Scusa ws, ma non sopporto Della Luna e i suoi massimi e lunatici sistemi.

Scendo sul pratico e sto sul topic più circoscritto. Se dei genitori non sono capaci nemmeno di gonfiare la faccia di pugni e botte a questi pervertiti corruttori dell'infanzia (penso alle politiche LGBT nelle scuole) per difendere i propri bambini, allora questo paese può pure crepare, perché si nega il futuro da sé.

Nessie said...

Aldo, stiamo assistendo ad un paradosso cruciale (servi e tirapiedi a parte come quelli che hai denunciato). Purtroppo i sovvertimenti peggiori e più nefandi le fanno le élites sociopatiche , non le masse. Loro le chiamano "rivoluzioni". Per quanto aberranti, ogni cambiamento violento, basato sull'esproprio si chiama così.

Lo testimonia anche un saggio di Christopher Lasch dal titolo "La ribellione delle élites e il tradimento della democrazia".
Le masse, i cittadini oggi vorrebbero conservare e preservare. Ma questo ci viene impedito. E' questo il paradosso del XXI secolo.

Nessie said...

PS - Pertanto la tua tranquilla e sensata idea dello status quo giuridico , non può essere esaudita. E' proprio questo che non vogliono: farci conservare lo stato di diritto. Se non c'è nazione, non c'è stato né diritto. Tanto meno il "diritto di famiglia", tenuto conto che hanno deciso di farla estinguere. Lei e il suo "diritto" a esistere. Non sanno più come fare per toglierci di mezzo!

Anonymous said...

Se dei genitori non sono capaci nemmeno di gonfiare la faccia di pugni e botte a questi pervertiti corruttori dell'infanzia (penso alle politiche LGBT nelle scuole) per difendere i propri bambini, allora questo paese può pure crepare, perché si nega il futuro da sé.

certo , e' infatti la sostanza di quello che ho scritto applicato al caso specifico della "ciricirinna'". Ma tu pensi che i PDioti possano mai avere di questi "scatti" ? I comunisti dei tempi di mio nonno bollavano la frocioneria come "perversione borghese" (quale effettivamente e') , ma i loro nipotini "imborghesiti" oggi considerano questo non solo un "diritto" ma addirittura ben superiore al diritto di avere un lavoro pagato onestamente.
Come vedi c'e' voluto del tempo ma le "rane rosse" sono state bollite ben bene , (e ben meritatamente aggiungo io ). Sfortunatamente nella "pentola" c'eravamo anche noi e l' unica cosa che potevamo tentare di fare era "saltarne fuori".
Ma questo " votare con i piedi" , contrariamente a quanto crede MDL e' cosa non banale e di esito molto incerto; meglio sarebbe battersi qui ma ci vuole "informazione , intelligenza e volonta'" di un "numero critico" ben superiore a quelli che saranno in piazza sabato
ws

Nessie said...

Scusa, ma allora non ci siamo capiti. E chi mai pensa, che dei genitori piddioti, possano avere di questi "scatti" di virilità e di coraggio? Non alludevo di certo a loro. Ci sarà rimasto qualcuno in Italia che non li vota e che ha conati di vomito quando propongono le loro nefande leggi, o no?
Qui bisogna rifondare le comunità daccapo, se vogliamo uscire fuori da questa fogna. A partire dalle piccole realtà, tenuto conto che le grandi le abbiamo già perse.

Anonymous said...

La (ex) Chiesa Cattolica ora Bergogliana nonchè renziana, onusiana ed europoide prima si è arrampicata sugli specchi pur di svicolare dalla questione assumendo una tartufesca equidistanza condita da un generico appoggio a distanza "alla famiglia". Poi, ispirandosi a Ponzio Pilato, non potendo sottrarsi al richiamo del residuo popolo cattolico per non gettare del tutto la maschera si è accodata visibilmente di mala voglia spandendo virgolette e scusanti a profusione del tipo che loro non sono contro (le gaie unioni) ma a favore della famiglia.
Se tutto ciò non fosse tragico (duemila anni di storia e valori smantellati in due anni...) si potrebbe abbondantemente sghignazzare sulla ignobile farsa.
Scarth

Nessie said...

Ciao Scarth, tartufesca proprio! Sia Galantino che Bagnasco erano soprattutto preoccupati di evitare lo scontro .

Peccato che non si vogliono rendere conto che sono gli arcobalenghi (nuovo neologismo) che lo scontro lo cercano, eccome! E proprio contro il peccato di "normalità".

Famiglie arcobaleno , chiamano già questa Babilonia.

La ex chiesa cattolica è responsabile di lasciare soli nella tempesta milioni di onesti cittadini.

Anonymous said...

Già Nessie, i novelli Richelieu si sono trovati col loro paladino Renzi da cui non potevano prendere le distanze (per via delle comuni obbedienze) che spinge per le gaie unioni al grido "Ce lo chiede l'Europa!", il veto di Bergoglio contro le questioni etiche e nello stesso tempo a dover dare un segno a quel che rimane del popolo cattolico "lievemente" in apprensione per l'assordante silenzio e la preoccupante equidistanza e così è uscito il funanbolico "siamo a favore ma non siamo contro" che equivale al mitico "non è come sembra" del fedifrago sorpreso sul fatto. Una pochade.
Tornando alla serietà mi dispiace e tanto per i cattolici e le povere famiglie completamente tradite dalla nuova chiesa bergogliana che magari confidano ancora in essa in vano.
Scarth

Nessie said...

Guarda Scarth, hanno fatto proprio pena. Se vescvi e cardinalli se ne stavano zitti fino all'ultimo, ci avrebbero fatto una figura meno barbina.

Tutto questo mentre a distanza di 7 mesi dalla sua approvazione in legge di stabilità non si riesce ancora ad assicurare il bonus di 1000 euro previsto per le famiglie con almeno 4 figli che dispongono di un reddito inferiore agli 8.500 euro. Mentre si apre a discutibili diritti, non si riesce a garantire non già giustizia fiscale per tutte le famiglie, ma neanche un assegno di povertà per le famiglie più indigenti. Uno schifo nello schifo.
Come ho già scritto ad Aldo, non sanno più come fare per toglierci di mezzo.

E non è tutto! Con l'imminente eutanasia di stato , risparmieranno anche nell'erogazione della pensioni!

Anonymous said...

E senza dimenticare i tagli a sanità e disabili e l'agonia delle pensioni all'età di matusalemme. Secondo me arriveranno all'eutanasia obbligatoria decisa da una nuova bella ricca Authority nominata da loro formata come d'uso da un cesto di loro illuminati amichetti. Con spese a carico dei terminati. E temo non siano una battuta, basta dargli tempo. Pensaci, guarda quanti tornaconti avrebbero...
Scarth

Nessie said...

Niente di più probabile. Questa è diventata una società che non vuole vivere, ma vuole morire. Lo hanno dimostrato anche i numerosi suicidi degli imprenditori strozzinati da Equitalia, verso i quali le autorità religiose non hanno speso una parola. La loro disperazione mi ha commosso. Ma mi ha fatto anche rabbia. Avrebbero dovuto rivolgere altrove la loro aggressività. Della serie, mors tua vita mea . Non contro se stessi.

Anonymous said...

Un sistema per raccattare tra 5 e 10 % di "sicuri" votanti,nient'altro.....vista la legge che dalla clandestinità li porta all'equiparazione di tutte le condizioni della "sola" coppia naturale(due fidanzati che si piacciono e vogliono mettere su famiglia,come fecero i loro padri,nonni etc.etc....)tradizione che, se resisterà e non la uccidono prima, garantirà solo quella un futuro di sopravvivenza per la specie umana....invece dell'estinzione.
Un altro passo avanti,inoltre, al "contenimento delle nascite"nostrane,e la conseguente necessità di rimpiazzo(come predicano i Soloni dell'ONU) con coppie più fertili,come i clandestini che ci stanno inviando...Chissà quante coppie omo ci sono?Io dico nessuna.
E intanto Francesco I non parla,sta a guardare e pontifica...Chi è lui?...Una domanda che mi stò ponendo anch'Io...chi è lui?Ma non è il massimo interprete delle Sacre Scritture? Che nel Deuteronomio non lasciano alcuno spazio ad atti sessuali fuori della coppia legittima(un uomo e una donna)e "puniscono" pesantemente tutti gli atti non mirati a procreare?
Boh!!!Comincio a non capirci più niente....pure la reversibilità sulla pensione...Quando ai pensionati veri,quelli che per gli anni dovuti,hanno versato i contributi stabiliti....ogni anno dei cervelli mediocri,gli inventano mille ragioni per rosicchiargli contributi vari.
E intanto l'Italia affonda...e il suo nocchiero chiacchiera,ma!....per quanto ancora?
Saluti Mar

Nessie said...

Mar, andrai al Family Day con tua moglie? se ci vai sabato al Circo Massimo, dacci notizie al riguardo. Credo che, pur con tutti i limiti, occorra testimoniare in qualche modo che questa porcata di legge non s'ha da fare.

Anonymous said...

Tremendo questo pezzo di Roberto Pecchioli sull'adattamento della realtà all'ideologia:


http://www.maurizioblondet.it/unioni-gay-mistica-atea-dei-diritti-di-robeto-pecchioli/

Zeta

SILVIO said...

Condivido e sottoscrivo - senza riserve - il pezzo di apertura ed i successivi commenti di Nessie.

La famiglia è fondata dall’unione di un uomo e di una donna, che decidono di fondere le loro esistenze sostenendosi a vicenda per amore, per trasmettere i propri geni ai figli che verranno e per essere il punto di riferimento morale e materiale dei loro figli, biologici o adottati..

Così han deciso sia “il diritto naturale” sia la schiacciante maggioranza eterosessuale dell’umanità e così permarrà nella coacienza collettiva nei giorni a venire.

Tutto il resto è ”fumus”, che non avrebbe motivo di esistere se non fosse alimentato dai milioni di dollari in donazioni concesse da congreghe di super-ricchi a lobbies laiche e religiose al fine di disgregare la società.

Anonymous said...

La mia Signora mi tira le orecchie
"Omnia munda mundis"...Saul di Tarso
Mar

Nessie said...

Dille che sei inviato speciale del blog per fare un sopralluogo e riferire il reportage. Emancipati! :-)

Nessie said...

Silvio, non avevo dubbi su come la pensassi al riguardo. Il problema è che con i denari, gli oligarchi spandono "fumus diaboli" e lo fanno passare per cosa buona.

Anonymous said...

E i due commenti precedenti al proverbio latino?Che fine hanno fatto?
Non pervenuti o spariti ?Tanto per regolarmi in futuro.
Saluti Mar

SILVIO said...

Ho letto che il papa gesuita dell’ONU (alias, Jorge Mario Bergoglio) ha rintuzzato il suo furore “progressista” in materia di “Unioni civill” + schifezze connesse, subito imitato dai suoi cloni in sottana variopinta.

Perché l’ha fatto, ricorrendo alla cautela dei Farisei?

Vuoi vedere che il suo ” Giubileo straordinario della misericordia” si sta rivelando flop colossale, nonostante sia stato pompato ”Urbi et Orbi” dai media dei magnati miliardari suoi sostenitori?

Nessie said...

Mar, i tupi due commenti li hai tu stesso inviati al post sottostante "Come è triste Venezia". Scendi dabbasso, vedrai che li trovi.

Nessie said...

Silvio, può essere come dici. In ogni caso è tipico dei Farisei anche dire una parte di verità e nasconderne tante altre. Poi non ci si mette alla coda delle famiglie di onesti cittadini, moltissimi dei quali, con forti sentimenti cristiani, in tempi bui come quelli che stiamo attraversando. Ma si sa, la coda la usano i diavoli :-)

Eleonora said...

Ho letto da qualche parte, non ricordo dove, che in realtà, la cosa della stepchild adoption, servirebbe a circa 500 e rotte coppie in Italia. Quindi, a cosa servirebbe ciò? Inoltre, ho letto il testo di legge cirinna' ed è uguale a quello del matrimonio vero e proprio. Non sono una giurista e nemmeno troppo colta per leggerci le differenze se mai ci sono... Oltretutto, se non sbaglio, per adottare il figlio del compagno deceduto, basterebbe rivolgersi al giudice... Quindi, se non è una legge per ammazzare la famiglia normale, allora cosa è???

Anonymous said...

Pardon per il mio evidente errore
Forse sto cominciando ad accusare la fatica degli anni,che si accumulano e soprattutto,mi hanno segnato gli ultimi di mal governo.
Una mia distrazione..I due commenti comunque,in linea con questo Post,volevano mettere in risalto la poca coerenza di alcuni ambienti ecclesiastici(con il loro stesso linguaggio) a trattare la materia fede...quando ci sono interferenze "dall'alto"...e non proprio dall'Altissimo.
Saluti Mar

SILVIO said...

Tieni conto, Nessie, che i Giubilei furono in passato indetti dalla Chiesa cattolica ufficiale per rimpinguare le casse vaticane con la vendita delle “indulgenze” (Martin Lutero s’incavolò di brutto per tali pratiche simoniache al punto da provocare lo scisma di cui sappiamo), oltre che per tastare il polso ai fedeli circa la loro fiducia sul pontefice regnante.

Pertanto, se il Giubileo di Bergoglio si rivelerà un flop, dovrà essere costui a trarne le conseguenze dimettendosi.

SILVIO said...

Ho letto il testo integrale del ddl Cirinà.

È una baggianata PiDiota incostituzionale, scritta da una dilettante allo sbaraglio.

Sarebbe davvero vergognoso se il presidente Mattarella vi apponesse la sua firma.

La senatrice Monica Cirinà dovrebbe dedicarsi solo ai gatti e ai cani, lasciando in pace “i cristiani”: la politica non è roba per lei.

Nessie said...

Ele, nel post pubblicato ho messo oltre al sunto in corsivo, anche il link del PDF originale e completo dei suoi 19 articoli che chiunque può leggere. E difatti è proprio questo lo scopo: l'equiparazione e la creazione di cosiddette "famiglie arcobaleno". Ovvero la Babilonia nel già esistente casino globale.

Nessie said...

A proposito di luterani Silvio, in questi giorni Bergoglio era intento a officiare cerimonie "interreligiose" coi protestanti. E prima con ebrei e mussulmani. Lo scenario relativista lo conosci già: scuse, perdono, volemose bene universalista; ma soprattutto in ognuna di queste cerimonie spariscono i "simboli" e in particolare i crocefissi.

Stai tranquillo sul Mozzarella e sulla Cirinnà che tra l'altro ieri era ospite in tv starnazzando come una comare pollaiola contro chi partecipa al Family Day, rea di essere una contromanifestazione omofoba. Il Mozzarella silente, firmerà. Eccome se firmerà.

Glielo dice l'Europa e il nostro Paese è già considerato "ritardatario" rispetto ai parametri della "nuova civiltà che avanza".

SILVIO said...

Nessie,
continuo ad avere seri dubbi sul fatto che il Presidente possa firmare una bischerata del genere che, tra l’altro, a me pare inemendabile.

Quanto al fantomatico “Consiglio d’Europa”, ha nulla a che vedere con l’UE.
E le sue osservazioni valgono non più di quelle di una qualsiasi assemblea condominiale.

Vale invece (agli occhi e alle orecchie di Renzi) il parere di Agnese (Landini).
Che mi risulta sia molto imbufalita contro il marito Matteo per la sua carnevalata arcobaleno.

Nessie said...

Lo spero anch'io Silvio. Anche se personalmente non nutro una grande stima di Mattarella, cattosinistro ex membro della Consulta. Ha solo un pregio in più rispetto a Napolitano: parla poco.

SILVIO said...

Nessie,
vuoi farti 4 risate?
Si?
Allora leggi quanto scritto dall’autrice della bischerata in argomento, il cui brutto volto campeggia all’inizio del tuo pezzo:

http://www.monicacirinna.it/cms/biografia/mi-presento.html

E poi dicono che non abbiamo ragione a definirli Pidioti!

Nessie said...

Pazzesco!!! ma dove l'hanno trovata i piddioti, questa qua ? Nelle sorpresine dei pacchetti delle patatine chips? 'Na gattara che fa esperimenti sulle famiglie come potrebbe fare coi randagioni di Trastevere.

SILVIO said...

Ma non basta, Nessie.

Il marito della Cirinà - Ernestino Montino -(PiDiota come la moglie) non è molto meglio.

Ti ricordi Marrazzo ela sua passione per i trans?
Ernestino Montino era il suo braccio destro

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/esterino-si-montino-testa-vice-marrazzo-pensa-11511.htm

Poi divenne sindaco di Fiumicino, beccandosi recentemente un avviso di garanzia

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/16_gennaio_26/fiumicino-avviso-garanzia-sindaco-montino-sua-giunta-b4364cce-c421-11e5-8e0c-7baf441d5d56.shtml

La sua impresa “sindacale” più nota?
Quella di aver “sposato” due froci

http://www.secoloditalia.it/2014/12/montino-ex-vice-marrazzo-fa-verso-marino-sposa-gay/


In che mani è caduta la nostra povera Italia!!!

Cangrande said...

Ciao Nessie.

A proposito dell' "ecumenismo" dell'impostore delle Pampas....

Questa è la prova che quel signore è eretico:

(prego leggere attentamente. E gradirei, gentilmente e se possibile, un commento dell'ammirevole Silvio....).

https://w2.vatican.va/content/pius-xi/it/encyclicals/documents/hf_p-xi_enc_19280106_mortalium-animos.html

Nessie said...

Ciao Cangrande, più che eretico Pampurio della Pampas è un apostata .

PIo XI ovvero papa Ratti? Altri tempi altri papi. Misero in guardia sia dal socialismo sia dell'eccesso di individualismo e seppero guardare lontano.

Giro l'enciclica a Silvio se è collegato. Ciao.

Nessie said...

Silvio, vedo che stasera disponi di un florilegio di gossipate sulla Cirinnà ed Esterino! :-). Mamma mia! un nome, un programma!

E chi sono?Il duo Bonnie and Clyde della Regione Lazio?

C'è solo da sperare che dopo la Morte ci sia la Resurrazione. Dell'Italia, intendo.

Anonymous said...

"Ti ricordi Marrazzo e la sua passione per i trans?"
Mi avete fatto sorgere un pesante dubbio.
Vi siete avventurati,a parer mio, in spiagge paludose...
Perché chi è attratto/a dai trans,per i loro desideri, dovrebbe essere discriminato rispetto alle altre coppie???...La normale maschio/femmina(perché presente in maggioranza sugli individui,e quindi nella norma)...le alternative sulle quali si sta legiferando ...coppia di due maschi,e coppia di due due femmine.
E i trans?,una via di mezzo tra maschi e femmine,con le caratteristiche simultanee psico/fisiche dei due sessi,chi li tutela nei loro diritti a formare una coppia stabile ,sicuramente differente dalle tre prima considerate?Così pure chi li desidera,chi li tutela?
Certo non è una colpa nascere trans,pertanto il desiderio di formare anche essi una coppia stabile,con un partner... uomo o donna,dovrebbe anch'esso essere considerato in una legge completa,anche se ancora in gestazione,almeno per uniformità di parità di diritti....Occhio,che in un caso, queste coppie potrebbero essere naturalmente fertili (coppia donna + trans).
Ci sarà,per i poveri(perché non considerati da nessuno,come sembra)trans un capitoletto pure per loro,visto che,questa legge mira(nelle intenzioni degli autori) a voler rispettare i desideri di "tutti" a vivere socialmente la propria vita,secondo la propria natura???...Boh!!!
Qualcuno sa se i Trans sono considerati in qualche maniera in questa legge che si sta discutendo,o ne sono esclusi...e se si perché?Una dimenticanza?...O discriminazione,o non esiste il problema.
Saluti Mar

Anonymous said...

A proposito di legge inutile e raffazzonata in gestazione,ricordo legandomi al commento prima... che un "transgender"come ama chiamarsi lui o lei(boh?)è stato/a pure onorevole in parlamento....spesso ce lo/la troviamo/sorbiamo in tante trasmissioni.
Non voglio pensare,che in questo desiderio di voler liberare tante coppie di amanti emarginati dall'opinione pubblica "bigotta"...ci si sia dimenticati di loro.
Certo se l'obbiettivo di questo sgoverno è rendere felice,non solo i suoi variegati elettori,ma la totalità degli Italiani....avevano ben altro(in via prioritaria) a cui pensare , cominciando a risolvere problemi ben più gravi.
P.E. i problemi di gente con un passato "dignitoso" ,costretti a vivere nelle roulottes,nelle macchine,coperti di cartone sotto i ponti...perché hanno perso(non per colpa loro,e nemmeno della provvidenziale "Crisi") lavoro e casa.
Ma quelli fanno parte del popolo deluso dei non votanti(e noi ce ne freghiamo)....Invece è necessario assicurarsi la riconferma di un bel pacchetto di voti alle "sinistre",presto e prima di subito...con le elezioni che gli volteggiano sopra...e con quest'ariaccia che tira di "sfiduce"..e possibili improvvisi tracolli di governo.
Saluti Mar
P.S. le prime stime che si fanno per il Family Day..è di presenze che si avvicineranno o supereranno il milione di aderenti.

Anonymous said...

O Mar: i trans sono maschi con dei belini lunghi cosi' e perfettamente funzionanti. Almeno, quelli che in gran parte vengono qui dal Brasile. Che sono proprio quelli del caso Marrazzo. Mica sono come Ornella Muti in quel filmetto di cui non ricordo il titolo. Un trans cosi' a chi non piacerebbe ? La realta' e' molto diversa da come viene presentata.

Il sauro

Nessie said...

Mar, nessuna dimenticanza.
Le "minoranze" (anche se baracconesche) prima di tutto. Le politiche "educative" della ministra Giannini (altra "quota rosa") previste in uso a partire dalla scuola materna in poi, si chiamano infatti con l'acronimo LGBT (lesbiche, gay, bisessuale e trans). Hanno previsto per tutta la casistica.
Il premio conferito al trans Conchita Wurst al festival della canzone europea, sta a simboleggiare tutto questo. Guarda caso, Ban-ki-Moon dell'ONU era in prima fila la sera del premio ad applaudire. Di ciò, ho già dato conto in altri precedenti post. Più chiaro di così...

Alessandra said...

Il decreto Cirinnà è in conflitto con la Costituzione, dovrebbe essere più che ovvio, ma ormai la si sta stravolgendo a colpi di leggi.
Non nego che possa esserci vero amore anche tra coppie dello stesso sesso, ma penso che la condizione fondamentale per la creazione di una famiglia sia l'unione tra un uomo e una donna che si amano e hanno solidi principi da trasmettere ai loro figli. Ci sono anche coppie gay che la pensano così, ma a loro non viene data la possibilità di farsi sentire da un pubblico più vasto di quello che legge i blog su Internet. Anche questa è una forma di discriminazione, no?

Più in generale, si sta passando da un estremo all'altro, dall'intolleranza che porta a offendere e ammazzare una persona perché gay, a una sorta di compiacimento nel dichiararsi bisex o di avere o aver avuto rapporti anche con persone dello stesso sesso. Come se indicasse modernità e larghezza di vedute. Per me queste persone sono soltanto molto confuse.

Nessie said...

Chiarisco subito una faccenduola. Oggi gli omosessuali ( Gay è l'acronimo californiano di Good As You. perciò preferisco chiamarli con la vecchia denominazione ) non sono affatto discriminati. Ed è una palla inventata bell'apposta quella della discriminazione. Sono presenti praticamente dappertutto: in politica, nella cultura, nel cinema, nel teatro, nella moda, nei gruppi religiosi ecc.Trattasi di una lobby transnazionale e sovranazionale molto ricca, potente e in grado di creare in USA gruppi di pressione nella politica e in vari altri ambiti della vita pubblica.

Detto ciò, è vero che ci sono omosessuali tranquilli che non hanno nessuna voglia di fare della loro omosessualità una bandiera ideologica, che detestano i Pride e che si sentono pure infastiditi dal clamore ricercato e perseguito. Ma allora si tratta di individui e non di lobby.

Nessie said...

PS: aggiungo inoltre che le recenti esternazioni contro la Barilla rea di avere uno slogan legato alla famiglia italiana naturale ("Dove c'è Barilla c'è casa", e contro Dolce e Gabbana che si sono mostrati contrari all'adozione dei figli ai gay pur essendoli, fanno pensare che esiste l'esplicita volontà di creare una sorta di allargamento dei reati d'opinione (reato della cosiddetta "omofobia").

Aldo said...

L'intervento di Mar mi ha fatto accendere una piccola lampadina: e se tutto questo ambaradan fosse una manovra propedeutica per "flessibilizzare" la legislazione e renderla in un futuro prossimo ulteriormente "allargabile" fino a comprendere il matrimonio di gruppo? Ovviamente in quel caso, per far digerire la cosa all'opinione pubblica si implementerebbe una normativa molto "aperta", per comprendere unioni d'ogni tipo (poligamiche, poliandriche, miste...), ma lo scopo vero sarebbe fornire un mezzo per concedere senza scandali troppo sonori alla sempre più numerosa componente islamica quello che certamente finiranno per pretendere in tempi brevi. Porca miseria, che ben pensiero! Stavo meglio senza. :(

Nessie said...

Lampadina accesa? Sospetto? Ma è una certezza, altro che sospetto! C'è del marcio in Inghilterra dove l'amica di Kate Middleton (moglie del principe William), organizza orge mascherate in ville d'epoca costosissime, sul genere di quelle viste nel film di Kubrick "Eyes wide shut". Si è fatta quotare in Borsa le sue "attività" di...locataria-ruffiana.

http://www.leggo.it/NEWS/ESTERI/emma_sayle_amica_kate_middleton_orge_foto/notizie/1312730.shtml


Nella stessa Inghilterra sono stati permessi tribunali e processi islamici con tanto di "sharia" e il famoso e decantato "diritto inglese" è già ibridato di elementi shariatici. La realtà supera le tue "lampadine".

Aldo said...

Che ti devo dire, Nessie? Io non ci avevo mai pensato, e non mi risulta d'aver mai sentito alcuno avanzare questa spiegazione, neppure in questi giorni. Per questo la cosa mi ha "folgorato".

Aldo said...

Insomma, l'ennesimo Cavallo di Troia?

Nessie said...

C'è tutto un florilegio di links sulle amicizie della principessa Kate Middleton con "l'imprenditrice" del sesso di gruppo:

http://www.liberoquotidiano.it/gallery/11781631/Kate-Middleton--imbarazzo-a-Buckingham.html

ma soprattutto a LOndonistan e dintorni la "sharia" è già entrata nei tribunali inglesi. Le due cose, per quanto possa sembrare strano, sono strettamente collegate.

I nostri "disvalori" occidentali, rafforzano i loro valori islamici. In ogni caso la poligamia vige sovrana: da una parte, come dall'altra.

Nessie said...

Cavallo di Troia? Non direi. Si tratta di "nichilismo" da parte occidentale che trova il suo contraltare in religioni invasive e aggressive come l'islam.

Nessie said...

PS: qui un altro link dedicato alla "sharia" (la legge islamica) a Londra:

http://voxnews.info/2014/03/23/e-ufficiale-a-londra-sbarca-la-sharia-legge-islamica-entra-nel-sistema-legale-britannico/

Aldo said...

Parlando di mancanza di riferimenti e notizie non mi riferivo a questa Kate Qualcosa, mi riferivo all'impiego della legge sulle unioni civili come Cavallo di Troia per aprire la strada all'introduzione della poligamia per "accontentare" gli islamici sempre più numerosi dalle nostre parti. A questo non ho mai sentito far cenno in questi giorni, non ho sentito nessuno proporre questa possibilità alla riflessione dell'opinione pubblica.

Che dalle nostre parti si stia rinunciando a se stessi sono d'accordo. Colgo ogni giorno segnali netti di accettazione supina di quanto ci viene propinato dalle dirigenze, accettazione che mi dà l'idea derivi da una diffusa sensazione di ineluttabilità, di impossibilità di opporsi. Per quanto mi riguarda ritengo che quella sensazione sia stata costruita ad arte proprio per indurre un'assenza di reazioni di difesa. Direi che il progetto delle dirigenze sta funzionando alla grande -- tanta gente di mia conoscenza è davvero convinta che non ci siano alternative a quel che sta accadendo, su ogni fronte (non solo sulla questione della quale parli nel tuo post).

Nessie said...

Tu vuoi dire se l'inghippo giuridico esiste già a monte nel caso passasse la Cirinnà? E' un'ipotesi plausibile.

Alessandra said...

Come è intuibile, ignoravo che GAY stesse per Good As You. Ne ho di cose da imparare. Allora non userò più questo acronimo (guarda un po': ovunque lo si trova scritto tutto in minuscolo, proprio come se fosse una semplice parola) per definire gli omosessuali. Grazie per questo chiarimento, le trappole del politically correct sono nascoste ovunque.
Per discriminazione, intendevo quella verso chi non si allinea al politicamente corretto, come in questo caso gli omosessuali non arcobalenati.
Sulla polemica contro la Barilla, c'è persino chi pretende che in futuro si trasmettano spot con "famiglie alternative" perché darebbero un'immagine più realistica del Paese in cui viviamo. Sono lontani i tempi della bambina che tornava a casa con un gattino. All'epoca non si facevano tutte queste storie.
Sulla Cirinnà: intendete il cosiddetto "poliamore"? In Olanda esiste già il "triamore" (per ora) celebrato nel 2005. Fonte Wikipedia.

Nessie said...

La Cirinnà coi le coppie gaie e i possibili uteri in affitto, l'eugenetica e tante altre cosucce aperte dalle varie fecondazioni in vitro, se dovesse passare aprirà un bel mercato delle vacche. Il resto, non saprei dirti. Anche perché certe pratiche le adottano già con o senza la Cirinnà.

Nessie said...

PS:questo libro tratta il tema dell'uomo senza identità sessuale che è quello che stanno approntando le élites. Titolo UNISEX

L’attacco alla sessualità, nei suoi generi maschile e femminile, rappresenta oggi il più sconcertante tentativo di manipolazione dell’essere umano mai tentato nella storia.

http://www.macrolibrarsi.it/speciali/manipolare-l-uomo-il-sogno-dei-poteri-forti.php

Anonymous said...

Ma!!!...la poligamia permessa in Europa...ci credo poco.
-Primo perché,tutte la nazioni europee anno densità di abitanti,per km2,veramente alte,e anche se ci sono molti vecchi...di braccia giovani a spasso ce ne sono fin troppe...Poi perché le politiche demografiche del passato...numero è potenza(i sei milioni di baionette arcinoti),con i potenti mezzi di distruzione non valgono più.
Oggi preoccupa e spaventa di più, anche un piccolo stato, ma carico di bombe atomiche,che enormi Nazioni,con centinaia di milioni di uomini,armati di badili,mazzafionde o qualche riciclato"91".
E poi,cerchiamo di leggere nel nostro futuro decadente(come costumi e società)...quello che avviene nella Babilonia stellata,per quanto riguarda l'assetto della popolazione.
Negli Stati,con allora modesta densità di popolazione,sorse in passato una nuova Religione,per opera di tale Smith,al quale si attribuiscono 40 mogli,alcune pure sposate/non divorziate,e una 14enne.....
"La chiesa mormone, o più precisamente la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni"...
Un angelo(mi pare si chiamasse Moroni) fece ritrovare un nuovo libro di rivelazioni,e attorno ad esso crebbe un comunità religiosa,oggi fiorente,ricca e mi pare in espansione.Ebbene i Mormoni(come nel Vecchio Testamento,vedi Giacobbe che cambiò nome in Israele)potevano avere fino a 4 mogli.
Col tempo la legislazione americana vietò la poligamia,e i Mormoni dovettero accettarla,,, diventando,pure loro, monogami.
Sappiamo tutti come si incrementò la fora lavoro...Schiavi dall'Africa,ed emigranti con le toppe al culo dall'Europa e dalla Cina.Ciò mi ricorda qualche cosa.
Con questo che voglio concludere???Non temo la concessione di stato di poligamia,a chiunque,e i Musulmani,col tempo ci dovranno rinunciare anche loro...
La poligamia sparirà da una terra che si sta avviando agli 8 miliardi di consumatori di alimenti,materie prime,energie,che stanno con i loro sottoprodotti avvelenando la terra il mare e l'atmosfera.
P.S. Tra le tante teorie della sparizione dei dinosauri(senza voler spaventare Nessie e il Sauro),ce n'è una pure credibile...Questi enormi animali,presenti in grande quantità sulla terra,il più erbivori,distrussero(divorarono) la vegetazione interrompendo il ciclo di fissazione di CO2 garantito dalle piante...inoltre producevano col loro metabolismo... rifiuti e puzzette,ricche di metano e ammoniaca,che con la CO2 fanno un bell'effetto serra(aumento della temperatura ambiente,scioglimento dei ghiacci,aridità,livello degli oceani.
Ma quale poligamia!...Se non ci fermiamo,a sovrappopolarci) non saranno le leggi a calmarci,ma l'equilibrio bio/chimico/fisico del pianeta....e tanti matrimoni gay.
Saluti Mar

Anonymous said...

Sempre a proposito della nuova Chiesa di Bergoglio e Family Day sentite questa: l'Osservatore Romano (!) non ha nemmeno una citazione in prima pagina. Come la Repubblica del suo amico cardinal Scalfari. Serve altro?
Scarth

Nessie said...

Mar, ti avevo chiesto news sul Family Day lì in loco, ma vedo che preferisci le dissertazioni enciclopediche astratte. Comunque vedo che nonostante le reticenze mediatiche sono arrivati a 2 milioni e lo dice perfino il Corserva.

---------------------------------------------


Scarth, l'Osservatore Ruffiano non riesce a nascondere la verità. La piazza è strapiena e la gente è stufa marcia di queste boiate governative:

http://www.corriere.it/politica/16_gennaio_30/family-day-due-milioni-roma-bimbi-suore-politici-casapound-c60cd702-c759-11e5-b16b-305158216b61.shtml

SILVIO said...

@ Cangrande,
felice di rileggerti!
Sono mortificato per il ritardo della mia risposta ma – anche se seguo con regolarità il blog di Nessie - capita spesso che ne legga i relativi commenti non tempestivamente.

Vengo al dunque, servendomi del linguaggio “nudo e crudo” che utilizziamo in internet per semplificare i concetti e per non emulare i Farisei.
Cioè, sì, si/no, no.

Pio XI (grande pontefice che “regnò” in un periodo particolarmente turbolento della Storia e che non si discostò mai dall’alveo tradizionale della Chiesa, ponendo al centro del suo magistero unicamente il messaggio e la figura salvifica di Cristo) avrebbe sicuramente scomunicato Jorge Mario Bergoglio e buona parte dei cardinali e vescovi che gli fanno corona.

E l’a lettura della dell’Enciclica che hai proposto conferma ciò.

Bergoglio è fuori di senno.
Va fermato con la richiesta perentoria di sue dimissioni.

Non aggiungo altro per non urtare il sentimento religioso dei cattolici osservanti e praticanti.

SILVIO said...

Vero, Nessie.

Sono due milioni i partecipanti al “Family Day” di Roma.

L’ ha annunciato pure l’ANSA (“obtorto collo”?)

http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2016/01/29/oggi-il-family-day-manifestazione-al-circo-massimo-_91e00ab8-cdff-4f06-8330-c70df5c4f383.html


Ora, saranno cavolacci amari per Matteuccio da Rignano sull'Arno.

Alessandra said...

Errata corrige sull'unione civile a tre in Olanda: è stata effettivamente celebrata, ma nel 2013 e non nel 2005. Del resto, Wikipedia ha collaboratori seri che si documentano a dovere prima di scrivere, e altri che digitano quello che gli pare.

http://www.tempi.it/olanda-dopo-le-nozze-gay-ecco-la-prima-unione-civile-a-tre-la-chiamano-trio-per-non-dire-poligamia

Questo è un altro link dove si trovano altre notizie aberranti:
http://www.quieuropa.it/sodoma-olanda-e-contraddizioni-matrimonio-a-tre-e/

Comunque, incassiamo con piacere e speranza il risultato del Family Day. Persino l'inviata del tg3 ha dovuto ammettere che la partecipazione è stata ampia, e immagino quanto grosso doveva essere il rospo che aveva nella gola. :-)

Grazie per il link al libro "Unisex" Nessie, sicuramente da leggere.

Alessandra said...

P.S. Un'altra cosetta da dire su Barilla e D&G, su cui sembra abbiano fatto effetto, almeno parzialmente per quanto riguarda Barilla, gli strilli delle varie associazioni pro-unioni civili e adozioni. La Barilla non ha cambiato sponda ma ora fa spot "neutri" come quello attuale con Pierfrancesco Favino, mentre per quanto riguarda D&G, guardate un po' qui:
http://www.secoloditalia.it/2016/01/da-ikea-a-dolcegabbana-cosi-il-family-gay-diventa-business/

Anonymous said...

in compenso, Bergoglio fa gia' i miracoli. Pero' dell'unico miracolo, quello di aver fatto scomparire un'istituzione bimillenaria, non se n'e' accorto ancora nessuno.

Il sauro

Nessie said...

Alessandra, vale purtroppo il motto di "è il mercato Bellezza" e gli omosessuali hanno una capacità di spesa molto forte.



Nessie said...

Quanto a Bergolgio, sono perfino stufa di continuare a parlare di questo curatore fallimentare di due millenni di civiltà che piace solo ai sinostronzi e alle oligarchie che l'hanno piazzato lì.

Anonymous said...

Appena di ritorno dalla riunione del Family Day,e un piccolo stop in un bar di Trastevere per far riposare i piedi.
Tanta ,tantissima bella gente...padri con bambini a tracollo e mamme e nonni con ragazzini strettamente tenuti per mano...
QUANTI?Boh!!!...sicuramente più di un milione...più due(io e Signora).C'è chi azzarda il doppio....Comunque tanti che ci tengono alla "sacralità" della famiglia,come istituzione ancestrale e che vorrebbero difesa da attacchi estranei, che al vivere sociale non porterebbero che malessere e guai.
Un duro "memento" per chi,non eletto da nessuno,pur ci governa(per di più con sfrattati e saltimbanchi di altri partiti che non intendono far valigia e liberare i seggi).
Il punto fermo,mi pare di aver percepito,è che i parlamentari non hanno deleghe in bianco per legiferare "ad libitum",ma devono strettamente attenersi ai desiderata dei loro elettori...e anche e soprattutto di chi non li ha votati....che sono la schiacciante maggioranza(4 su 5).
Questi due milioni(?) presenti oggi,in piazza, in rappresentanza di tanti altri milioni che,sono rimasti in casa,per vari motivi...ma con la stessa visione della vita...dicono "NO"alle alzate di ingegno di un pugno di miracolati,ben pagati,che però legiferano contrariamente a quanto il Popolo si aspetta...E "senza girarci troppo intorno",si augurano il ritiro immediato della bozza di legge in gestazione.
E se come dice ,qualcuno dei luminari ,che la propongono....Siamo in ritardo rispetto ad altri paesi in Europa....ben venga questo complimento...Vuol dire che malgrado tutto un po'di civiltà ancora c'è in questa (e)uropa .
Saluti Mar

Anonymous said...

Silvio, purtroppo Bergoglio, El Papa, non è fuori di senno. Sta lucidissimamente e abilmente provvedendo, probabilmente per conto terzi, alla liquidazione della Chiesa Cattolica. E di nuovo purtroppo i due milioni in piazza drammaticamente non conteranno nè influiranno nulla al cospetto del Potere assoluto renziano (che ha, tra gli altri, proprio El Papa schierato dalla sua) e dei suoi mandanti.
Scarth

Nessie said...

Grazie del resoconto, Mar. Ah, allora alla fin fine ci sei andato?! Spero che serva a fare da deterrente alle varie porcherie in gestazione governativa. Spero, ma non ci conto troppo, specie dopo aver ascoltato le dichiarazioni piddiote: "Bella piazza, sì, ma il governo andrà avanti".

--------------------------------------------------------

Scarth, è vero quel che scrivi, ma prova a pensare allo scenario di una piazza vuota come li avrebbe ringalluzziti. Così se non altro, dovranno rendersi moralmente responsabili di tradire il mandato di molti dei loro stessi elettori.

Anonymous said...

E se questi PiDioti con disprezzo dei desiderata di chi gli paga lo stipendio,questa legge,così com'è, la fanno lo stesso,hanno caricato il timer di un bel calcio nel sedere.I numeri enormi di gente che si è mossa oggi fanno presagire un facile referendum dal risultato scontato.
Mar

Anonymous said...

Si si certo Nessie tutte quelle persone, il loro gesto hanno un valore altissimo di per se, non si discute. E' la natura del potere del PD e dei suoi mandanti e sodali (compreso El Papa) che è predisposta a schiacciare e imporre. Vale per i principi quanto per le loro banche come si è visto.
Scarth

Cangrande said...

@ Silvio

Grazie Silvio ! Lusingato della tua attenzione. I tuoi commenti sono delle perle...

Mi hai dato conferma di ciò che ho pensato leggendo attentamente l'enciclica.
Bergoglio è fuori dalla Chiesa (semmai ci fosse mai entrato....).

Vorrei che un giorno venisse fuori la verità sull'inaudito colpo di stato per detronizzare Ratzinger.
Mi ha fatto da subito pensare (male...) l'IMMEDIATO avallo e congratulazioni della Massoneria italiana per l'elezione dell'impostore.... Come se sapessero DA SUBITO benissimo chi fosse e che cosa avrebbe fatto.

Per me l'ultimo Papa era Pio XII (con qualche riserva su Giovanni Paolo I. Non mi aveva convinto il suo assumere i nomi dei due suoi predecessori... Roncalli: massone/satanista, Montini: pederasta ricattato).




Nessie said...

Certamente Mar. Un referendum dall'esito scontato.


Scarth, nulla è eterno. Nemmeno il Male.

Johnny 88 said...

I più schifosi di tutti comunque son quelli di NCD-UDC e compari. Scendono in piazza e poi evitano di sfiduciare Renzi perché si sa che se si andasse a votare lo sbarramento non lo vedrebbero nemmeno col binocolo. Per i politici cattolici, come è noto, l'unico valore non negoziabile è la poltrona. Schifosi ipocriti peggio pure di Renzi e dei Piddini.

Nessie said...

Più che d'accordo, Johnny.

Anonymous said...

"Bella piazza, sì, ma il governo andrà avanti".
Siamo di fronte ad "uno"che ci viene il sospetto non sia proprio un genio,per quanto riguarda il suo Q.I....ma come molti pidioti...un furbetto capace di imparare in sezione gli slogans e ripeterli,senza intoppi.

Definire la grande,composta e seria manifestazione di protesta responsabile di sabato... contro un governo di poveri dilettanti,sostenuto peraltro da molti voltagabbana..."la piazza"..ci fa scivolare le gonadi fino a terra.
In fondo, l'apprendista politico,ha voluto dire(traducendo dal pidiotico ,aggressivo politichese che li caratterizza...in romanesco DOC)..."Ve sete divertiti in piazza,ve sete scatenati,ve lo permette la democrazia,mo basta ...tutti a casa boni...A noi(pure se siete voi a pagarci lo stipendio)nun ce frega niente de quanti sete,e come la pensate, e famo come ce pare(pardon, forse pensato ma non detto, siamo obbligati a fare come in alto gli pare).
Ma l'onorevole(????),dove voleva che si riunissero "due milioni" di brave persone nauseate di essere così,male e abusivamente governate,per esprimere il loro dissenso contro le loro alzate di "basso ingegno"?.....In una Chiesa?o un teatro o sala concerti?
Il circo Massimo andava più che bene,ma forse,come si "usava una volta", con i dimostranti sugli spalti,tutti a pollice verso...e magari alcuni di loro sull'arena, con un po' di bestie feroci....Ma mo' che ce penso ,forse questo scenario non è applicabile,oggi e a loro...Quelli sarebbero stati capaci pure de magnasse li leoni.
Quanto è fastidiosa l'arroganza,soprattutto di mediocri che farebbero bene a pensare,prima di parlare,e riconoscere "onestamente" che un dissenso così clamoroso,non si può nascondere né negare.
Vediamo dove va il "boomerang" che hanno lanciato...col loro..."E noi ce ne freghiamo!"
Saluti Mar

Anonymous said...

Invettiva antiBergoglio di Socci:

http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/11873594/analisi-antonio-socci-vinto-perso-chiesa-family-day.html

Z

SILVIO said...

LA POSIZIONE DELLA CHIESA CATTOLICA SULLE UNIONI TRA PERSONE OMOSESSUALI [1/5]
- CONGREGAZIOBE PER LA DOTTRINA DELLA FEDE -

INTRODUZIONE
1. Negli ultimi anni, diverse questioni relative all'omosessualità sono stati affrontati con una certa frequenza da Papa Giovanni Paolo II e dai competenti Dicasteri della Santa Sede. (1) L'omosessualità è un fenomeno morale e sociale inquietante, anche in quei paesi in cui non comporta notevoli problemi legali. Essa dà luogo a una maggiore preoccupazione in quei paesi che hanno concesso o intendono concedere - riconoscimento legale alle unioni omosessuali, che possono includere la possibilità di adottare bambini. Le presenti Considerazioni non contengono nuovi elementi dottrinali; cercano piuttosto a ribadire i punti essenziali su questa questione e di fornire argomenti tratti dalla ragione, che potrebbe essere utilizzato da Vescovi nella preparazione di interventi più specifici, adeguati alle diverse situazioni in tutto il mondo, al fine di proteggere e promuovere la dignità del matrimonio, fondamento della famiglia, e la stabilità della società, di cui questa istituzione è parte costitutiva. Le Esse hanno anche lo scopo di dare una direzione ai politici cattolici indicando i approcci alla proposta di legge in questo settore che sarebbe coerente con la coscienza cristiana. (2) Poiché il quesito riguarda la legge morale naturale, gli argomenti che seguono non sono affrontati solo a coloro che credono in Cristo, ma a tutte le persone impegnata a promuovere e difendere il bene comune della società.

SILVIO said...

LA POSIZIONE DELLA CHIESA CATTOLICA SULLE UNIONI TRA PERSONE OMOSESSUALI [2/5]
- CONGREGAZIOBE PER LA DOTTRINA DELLA FEDE -
I. LA NATURA DEL MATRIMONIO E LE SUE CARATTERISTICHE INALIENABILI
2. L'insegnamento della Chiesa sul matrimonio e sulla complementarità dei sessi ripropone una verità che è evidente alla retta ragione e riconosciuta come tale da tutte le grandi culture del mondo. Il matrimonio non è una qualsiasi relazione tra gli esseri umani. E 'stata fondata dal Creatore con la sua natura, proprietà essenziali e finalità. (3) Nessuna ideologia può cancellare dallo spirito umano la certezza secondo la quale esiste matrimonio soltanto tra un uomo e una donna, che di comune donazione personale, loro propria ed esclusiva stessi, tendono alla comunione delle loro persone. In questo modo, si perfezionano a vicenda, per collaborare con Dio alla generazione e alla educazione di nuove vite umane.

3. La verità naturale sul matrimonio è stata confermata dalla Rivelazione contenuta nei racconti biblici della creazione, espressione anche della saggezza umana originaria, in cui si sente la voce della natura stessa. Ci sono tre elementi fondamentali del piano del Creatore per il matrimonio, di cui parla il Libro della Genesi.

In primo luogo, l'uomo, immagine di Dio, è stato creato «maschio e femmina» (Gn 1,27). Uomini e donne sono uguali in quanto persone e complementari in quanto maschio e femmina. La sessualità è qualcosa che appartiene al regno fisico-biologico ed è stato anche portato a un nuovo livello - a livello personale - dove la natura e lo spirito si uniscono.

Il matrimonio è istituito dal Creatore come forma di vita in cui una comunione di persone si realizza che prevedono l'uso della facoltà sessuale. "Per questo l'uomo abbandonerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie ei due saranno una sola carne» (Gn 2,24).

In terzo luogo, Dio ha voluto dare l'unione dell'uomo e della donna una partecipazione speciale nella sua opera di creazione. Perciò Egli ha benedetto l'uomo e la donna con le parole "Siate fecondi e moltiplicatevi» (Gn 1,28). Pertanto, nel disegno del Creatore complementarità dei sessi e fecondità appartengono alla natura stessa del matrimonio…

SILVIO said...

LA POSIZIONE DELLA CHIESA CATTOLICA SULLE UNIONI TRA PERSONE OMOSESSUALI [2/5 bis]
- CONGREGAZIOBE PER LA DOTTRINA DELLA FEDE -

…Inoltre, l'unione matrimoniale dell'uomo e della donna è stata elevata da Cristo alla dignità di sacramento. La Chiesa insegna che il matrimonio cristiano è segno efficace dell'alleanza di Cristo e della Chiesa (cfr Ef 5,32). Questo significato cristiano del matrimonio, lungi dal diminuire il valore profondamente umano dell'unione matrimoniale tra uomo e donna, conferma e rafforza (cfr Mt 19: 3-12; Mc 10: 6-9).

4. Non ci sono assolutamente motivi per considerare le unioni omosessuali per essere in qualche modo simile o anche da remoto analogo al disegno di Dio sul matrimonio e la famiglia. Il matrimonio è santo, mentre le relazioni omosessuali contro la legge morale naturale. Gli atti omosessuali "all'atto sessuale il dono della vita. Essi non procedono da una vera complementarità affettiva e sessuale. In nessun caso possono essere approvati ". (4)

Sacra Scrittura omosessuali «sono condannate come gravi depravazioni ... (cf. Rm 1, 24-27; 1 Cor 6:10; 1 Tim 1,10). Questo giudizio della Scrittura non naturalmente ci permette di concludere che tutti coloro che soffrono di questa anomalia sono personalmente responsabili, ma esso attesta che gli atti di omosessualità sono intrinsecamente disordinati ". (5) Lo stesso giudizio morale si ritrova in molti scrittori ecclesiastici dei primi secoli (6) ed è stato unanimemente accettato dalla Tradizione cattolica.

Tuttavia, secondo l'insegnamento della Chiesa, gli uomini e le donne con tendenze omosessuali «devono essere accolti con rispetto, compassione, delicatezza. Ogni marchio di ingiusta discriminazione nei loro confronti deve essere evitato ". (7) Si chiamano, come gli altri cristiani, a vivere la virtù della castità. (8) L'inclinazione omosessuale è« oggettivamente disordinata "(9) e le pratiche omosessuali sono "peccati gravemente contrari alla castità». (10)

SILVIO said...

LA POSIZIONE DELLA CHIESA CATTOLICA SULLE UNIONI TRA PERSONE OMOSESSUALI [3/5]
- CONGREGAZIOBE PER LA DOTTRINA DELLA FEDE -
II. POSIZIONI SUL PROBLEMA DELLE UNIONI OMOSESSUALI
5. Di fronte alla realtà delle unioni omosessuali, le autorità civili assumono diversi atteggiamenti. A volte si limitano alla tolleranza del fenomeno; altre volte essi sostengono il riconoscimento legale di tali unioni, con il pretesto di evitare, per quanto riguarda alcuni diritti, la discriminazione contro le persone che vivono con una persona dello stesso sesso. In altri casi, favoriscono dando unioni omosessuali equivalenza legale al matrimonio propriamente detto, insieme con la possibilità giuridica di adottare bambini.

Dove la politica del governo è di fatto la tolleranza e non vi è alcun riconoscimento legale delle unioni omosessuali esplicito, è necessario distinguere attentamente i vari aspetti del problema. La coscienza morale esige che, in ogni occasione, i cristiani danno testimonianza a tutta la verità morale, che è contraddetta sia dalla approvazione degli atti omosessuali e ingiusta discriminazione nei confronti delle persone omosessuali. Pertanto, le azioni discreti e prudenti possono essere efficaci; questi potrebbero comportare: smascherare il modo in cui tale tolleranza potrebbe essere sfruttata o utilizzata al servizio dell'ideologia; indicando chiaramente il carattere immorale di queste unioni; ricordando al governo la necessità di contenere il fenomeno entro certi limiti in modo da salvaguardare la moralità pubblica e, soprattutto, per evitare di esporre i giovani a concezione erronea della sessualità e del matrimonio, che le priverebbe delle necessarie difese e contribuire alla diffusione di il fenomeno. Coloro che vorrebbero passare dalla tolleranza vogliono procedere alla legittimazione di specifici diritti per le persone omosessuali conviventi, bisogna ricordare che l'approvazione o la legalizzazione del male è qualcosa di molto diverso dalla tolleranza del male.

Nelle situazioni in cui unioni omosessuali siano stati legalmente riconosciuti o sono state date lo status giuridico e dei diritti appartenenti al matrimonio, l'opposizione chiaro ed enfatico è un dovere. Ci si deve astenere da qualsiasi tipo di cooperazione formale alla promulgazione o all'applicazione di leggi così gravemente ingiuste e, per quanto possibile, dalla cooperazione materiale sul piano applicativo. In questa zona, ognuno può rivendicare il diritto all'obiezione di coscienza.

SILVIO said...

LA POSIZIONE DELLA CHIESA CATTOLICA SULLE UNIONI TRA PERSONE OMOSESSUALI [3/5 bis]
- CONGREGAZIOBE PER LA DOTTRINA DELLA FEDE -

III. ARGOMENTAZIONI RAZIONALI CONTRO IL LEGALE RICONOSCIMENTO DELLE UNIONI OMOSESSUALI

6. Per capire perché è necessario opporsi al riconoscimento legale delle unioni omosessuali, considerazioni etiche di diversi ordini devono essere presi in considerazione.

Dall'ordine della retta ragione

Il campo di applicazione della legge civile è certamente più limitato riguardo a quello della legge morale, (11) ma la legge civile non può contraddire la retta ragione senza perdere la forza di obbligare la coscienza. (12) Ogni legge umanamente creato è legittima in quanto è coerente con la legge morale naturale, riconosciuta dalla retta ragione, e nella misura in cui rispetta i diritti inalienabili di ogni persona. (13) Le leggi a favore delle unioni omosessuali sono contrarie alla retta ragione perché conferiscono garanzie giuridiche, analoghe a quelle dell'istituzione matrimoniale, delle unioni tra persone dello stesso sesso. Considerando i valori in gioco in questa questione, lo Stato non potrebbe legalizzare queste unioni senza venire meno al dovere di promuovere e difendere il matrimonio come un'istituzione essenziale per il bene comune.

Ci si potrebbe chiedere come una legge può essere contraria al bene comune se non impone alcun particolare tipo di comportamento, ma dà semplicemente il riconoscimento legale di un de facto realtà che non sembra comportare ingiustizia verso nessuno. In questa zona, bisogna prima a riflettere sulla differenza tra comportamento omosessuale come fenomeno privato e lo stesso comportamento come un rapporto nella società, previsto e approvato dalla legge, al punto in cui diventa una delle istituzioni nella struttura giuridica . Questo secondo fenomeno non solo è più grave, ma anche assume un più ampio respiro e profonda influenza, e si tradurrebbe in modifiche della intera organizzazione della società, in contrasto con il bene comune. Le leggi civili sono principi strutturanti della vita dell'uomo nella società, per il bene o per il male. Essi "hanno un ruolo molto importante e talvolta determinante nel promuovere una mentalità e di comportamento". (14) Stili di vita e i presupposti sottostanti questi esprimono non forma solo esternamente la vita della società, ma tendono anche a modificare la percezione e la valutazione del della generazione più giovane forme di comportamento. Riconoscimento legale delle unioni omosessuali sarebbe oscurare alcuni valori morali fondamentali e provocare una svalutazione dell'istituzione matrimoniale.

SILVIO said...

LA POSIZIONE DELLA CHIESA CATTOLICA SULLE UNIONI TRA PERSONE OMOSESSUALI [3/5 ter]
- CONGREGAZIOBE PER LA DOTTRINA DELLA FEDE -

III. ARGOMENTAZIONI RAZIONALI CONTRO IL LEGALE RICONOSCIMENTO DELLE UNIONI OMOSESSUALI

Di ordine biologico e antropologico

7. Nelle unioni omosessuali sono del tutto assenti quegli elementi biologici e antropologici del matrimonio e della famiglia che sarebbe alla base, a livello di ragione, per la concessione di loro riconoscimento giuridico. Tali unioni non sono in grado di contribuire in modo adeguato alla procreazione e la sopravvivenza della razza umana. La possibilità di utilizzare metodi recentemente scoperto di riproduzione artificiale, oltre ad implicare gravi mancanze di rispetto della dignità umana, (15) non muterebbe affatto questa loro inadeguatezza.

Nelle unioni omosessuali sono del tutto privi di dimensione coniugale, che rappresenta la forma umana ed ordinata di sessualità. Esse infatti sono umane quando e in quanto esprimono e promuovono il mutuo aiuto dei sessi nel matrimonio e rimangono aperte alla trasmissione della vita nuova.

Come l'esperienza ha dimostrato, l'assenza di complementarietà sessuale in queste unioni crea ostacoli nel normale sviluppo dei bambini, che sarebbe stato posto nella cura di tali persone. Essi sarebbero privati di l'esperienza della maternità o della paternità. Permettere ai bambini di essere adottati da parte di persone che vivono in queste unioni sarebbe in realtà significherebbe fare violenza a questi bambini nel senso che la loro condizione di dipendenza sarebbe stato utilizzato per metterli in un ambiente che non è favorevole al loro pieno sviluppo umano. Questo è gravemente immorale e in aperta contraddizione con il principio, riconosciuto anche dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo, che l'interesse superiore del minore, come la parte più debole e più vulnerabile, sono sia la considerazione fondamentale in ogni caso.

SILVIO said...

LA POSIZIONE DELLA CHIESA CATTOLICA SULLE UNIONI TRA PERSONE OMOSESSUALI [3/5 quater]
- CONGREGAZIOBE PER LA DOTTRINA DELLA FEDE -
III. ARGOMENTAZIONI RAZIONALI CONTRO IL LEGALE RICONOSCIMENTO DELLE UNIONI OMOSESSUALI

Dal ordine sociale

8. La società deve la sua sopravvivenza alla famiglia, fondata sul matrimonio. La conseguenza inevitabile del riconoscimento legale delle unioni omosessuali sarebbe la ridefinizione del matrimonio, che sarebbe diventato, nel suo status giuridico, un'istituzione priva di riferimento essenziale per i fattori legati alla eterosessualità; per esempio, la procreazione e l'educazione dei figli. Se, dal punto di vista legale il matrimonio tra un uomo e una donna fosse solo considerato come uno dei matrimoni possibili, il concetto di matrimonio subirebbe un cambiamento radicale, con grave detrimento del bene comune. Mettendo l'unione omosessuale su un piano giuridico analogo a quello del matrimonio e della famiglia, lo Stato agisce arbitrariamente ed entra in contraddizione con i propri doveri.

I principi di rispetto e di non discriminazione non possono essere invocate per sostenere il riconoscimento giuridico delle unioni omosessuali. Differenziazione tra persone o di rifiuto di riconoscimento o benefici è inaccettabile sociale solo quando è contrario alla giustizia. (16) La negazione dello status sociale e giuridico di matrimonio a forme di convivenza che non sono e non possono essere matrimoniali non si oppone alla giustizia; al contrario, la giustizia richiede.

Neppure il principio della giusta autonomia del singolo essere ragionevolmente invocato. Una cosa è sostenere che i singoli cittadini possono esercitare liberamente in quelle attività che li interessano e che questo rientra nel diritto civile comune, alla libertà; si tratta di qualcosa di molto diverso è che attività che non rappresentano un contributo significativo e positivo allo sviluppo della persona umana nella società possono ricevere il riconoscimento legale specifico e qualificato da parte dello Stato. Nemmeno in un remoto senso analogo fanno unioni omosessuali conseguire gli scopi per i quali il matrimonio e la famiglia meritano un riconoscimento specifico categorico. Al contrario, ci sono buone ragioni per affermare che tali unioni sono nocive per il retto sviluppo della società umana, soprattutto se il loro impatto sulla società dovesse aumentare.

SILVIO said...

LA POSIZIONE DELLA CHIESA CATTOLICA SULLE UNIONI TRA PERSONE OMOSESSUALI [3/5 quinquies]
- CONGREGAZIOBE PER LA DOTTRINA DELLA FEDE -
III. ARGOMENTAZIONI RAZIONALI CONTRO IL LEGALE RICONOSCIMENTO DELLE UNIONI OMOSESSUALI
Dall'ordinamento giuridico

9. Poiché le coppie matrimoniali ruolo di garantire l'ordine delle generazioni e sono quindi di eminente interesse pubblico, il diritto civile conferisce loro un riconoscimento istituzionale. Le unioni omosessuali, d'altra parte, non hanno bisogno di particolare attenzione da parte dell'ordinamento giuridico, perché non rivestono il suddetto ruolo per il bene comune.

Né è il valido argomento secondo il quale il riconoscimento legale delle unioni omosessuali è necessario per evitare situazioni in cui le persone omosessuali conviventi, semplicemente perché vivono insieme, potrebbe essere privato di beni riconoscimento dei loro diritti in quanto persone e cittadini. In realtà, essi possono sempre avvalersi delle disposizioni di diritto - come tutti i cittadini dal punto di vista della loro autonomia privata - per proteggere i loro diritti in materia di interesse comune. Sarebbe grave ingiustizia sacrificare il bene comune e il retto diritto di famiglia allo scopo di proteggere i beni personali che possono e devono essere garantiti per vie non nocive per il corpo della società. (17)

SILVIO said...

LA POSIZIONE DELLA CHIESA CATTOLICA SULLE UNIONI TRA PERSONE OMOSESSUALI [4/5]
- CONGREGAZIOBE PER LA DOTTRINA DELLA FEDE -
IV. COMPORTAMENTI DEI POLITICI CATTOLICI IN MATERIA DI LEGISLAZIONE A FAVORE DELLE UNIONI OMOSESSUALI
10. Se è vero che tutti i cattolici sono tenuti ad opporsi al riconoscimento legale delle unioni omosessuali, i politici cattolici sono obbligati a farlo in un modo particolare, in linea con la loro responsabilità come politici. Di fronte a proposte legislative a favore delle unioni omosessuali, i politici cattolici devono tener conto delle seguenti indicazioni etiche.

Quando venga proposta una legislazione a favore del riconoscimento delle unioni omosessuali, per la prima volta in una assemblea legislativa, il legislatore cattolico ha il dovere morale di esprimere la sua opposizione chiaramente e pubblicamente e votare contro. Di votare a favore di un testo legislativo così nocivo per il bene comune è un atto gravemente immorale.

Quando la legislazione a favore del riconoscimento delle unioni omosessuali è già in vigore, il politico cattolico deve opporsi nei modi che a lui possibili e rendere nota la sua opposizione; è suo dovere di testimoniare la verità. Se non è possibile abrogare tale legge completamente, il politico cattolico, ricordando le indicazioni contenute nella Lettera Enciclica Evangelium vitae, "potrebbe lecitamente offrire il proprio sostegno a proposte mirate a limitare i danni di una tale legge ea diminuirne gli effetti negativi sul piano della cultura e della moralità pubblica ", a condizione che il suo" personale assoluta opposizione »a tali leggi era chiara e ben nota e che sia evitato il pericolo di scandalo. (18) Ciò non significa che una legge più restrittiva in questo settore potrebbe essere considerato solo o anche accettabile; piuttosto, si tratta del tentativo legittimo e doveroso per ottenere almeno l'abrogazione parziale di una legge ingiusta quando l'abrogazione totale non è possibile per il momento.

SILVIO said...

LA POSIZIONE DELLA CHIESA CATTOLICA SULLE UNIONI TRA PERSONE OMOSESSUALI [5/5]
- CONGREGAZIOBE PER LA DOTTRINA DELLA FEDE -

CONCLUSIONE

11. La Chiesa insegna che il rispetto per le persone omosessuali non può portare in nessun modo all'approvazione del comportamento omosessuale oppure al riconoscimento legale delle unioni omosessuali. Il bene comune esige che le leggi di riconoscere, promuovere e tutelare il matrimonio come base della famiglia, cellula primaria della società. Riconoscimento legale delle unioni omosessuali o ponendole sullo stesso piano, come il matrimonio, significherebbe non soltanto approvare un comportamento deviante, con la conseguenza di renderlo un modello nella società attuale, ma sarebbe anche valori fondamentali oscuri che appartengono al patrimonio comune dell'umanità. La Chiesa non può non difendere tali valori, per il bene degli uomini e delle donne e per il bene della società stessa.

Il Sommo Pontefice Giovanni Paolo II, nel corso dell'Udienza del 28 marzo del 2003, ha approvato le presenti Considerazioni, decise nella Sessione Ordinaria di questa Congregazione, e ne ha ordinato la pubblicazione.

Roma, dalla sede della Congregazione per la Dottrina della Fede, 3 giugno 2003, memoria di San Carlo Lwanga e dei suoi compagni, Martiri.

Joseph card. Ratzinger
Prefetto

Angelo Amato, SDB
Arcivescovo titolare di Sila
Segretario
http://www.vatican.va/roman_curia/congregations/cfaith/documents/rc_con_cfaith_doc_20030731_homosexual-unions_en.html

Anonymous said...

"Vediamo dove va il "boomerang" che hanno lanciato...col loro..."E noi ce ne freghiamo!""
Mi scuso, ma per la rabbia e la fretta di esprimere le mie opinioni...mi è saltato nel copia/incolla uno spezzone di frase..
Il molto "iellato" slogan.da loro resuscitato, e con diverse parole,ma identico nel senso,usato per commentare il sonoro ceffone(metaforico) ricevuto dalla"piazza" voleva essere...
"E noi ce ne freghiamo e tireremo dritto"...
E per fortuna che "propagandano" di essere democratici...Potere del Popolo,non di élites transnazionali,paranoiche e totalitarie.
Povera "Italia mia...benché 'l parlar sia ind(Arno)"...piangeva,allora, il povero Petrarca.
Mar

Nessie said...

Grazie mille Silvio. Devo purtroppo scappare dal dottore, niente di grave. Ma mi riprometto di leggere attentamente nel dettaglio tutti i post inviati circa la (ex?) posizione ufficiale della Chiesa sulle unioni omosessuali, quando Ratzinger era ancora cardinale e c'era il POntificato di Wojtyla. Ad una lettura veloce, mi pare quindi che rispetto agli attuali cardinali bergogliani ci sia stata una brusca capitolazione e che ci fossero state fino ad allora, parole di saggezza.

Faithful said...

Ecco preciso,Nessie tanto lo avevi predetto un anno fa che,puntualmente,è successo.

https://twitter.com/repubblicait/status/694051775473717248

SILVIO said...

Nessie,
“ex posizione della Chiesa cattolica” sulle unioni tra persone omosessuali?

Vorrei ben vedere cosa oseranno inventare visto che vi è di mezzo persino l’anatema delle Sacre Scritture su tali depravazioni.

E anche vero che da Bergoglio c’è da aspettarsi di tutto e di più, dato che ha negato l’esistenza del peccato, dell’inferno e, financo, del paradiso nonché che se il paradiso dovesse – putacaso - esistere vi finiremmo tutti, cani compresi.

Per non citare altre sue affermazioni, tipo “il Corano è un libro di pace”.

Quest’uomo è pazzo da legare nonché un fantoccio nelle mani di Obama, il paladino delle lobbies LGBT che – prima di ultimare il suo mandato presidenziale – intende portare a termine il disegno di far capitolare la Chiesa cattolica, storica avversaria di tali perversioni.

Ci riuscirà? Mi auguro di no: manca meno di un anno alla dipartita di Obama-gay.

In ogni caso: che peste li colga!

Nessie said...

Faithful, sono stata fin troppo facile profetessa, visti i presupposti.

Silvio, dico "ex" perché le argomentazioni che hai spedito in 5 post sono "razionali" e ragionevoli, perfettamente idonee ad essere applicate alla società, e perchè si basano su diritti veri e non "desideri" e "desiderata". Perfettamente adattabili a credenti e non credenti. Viceversa i desideri e i desiderata promossi dalle lobby, si basano su capricci e licenze del tutto arbitrarie. "Ex" perché mi pare che l'attuale chiesa bergogliana abbia smarrito il senno e la ragione.

Tuttavia non credo che l'attuale "curatore fallimentare" Bergoglio sia un pazzo. E'solo un inviato assai speciale da parte delle conosorterie.

SILVIO said...

Nessie,

è molto verosimile quel che sostieni: vi sono parecchie prove indiziarie in tal senso (non ultima la “guerra valutaria” contro la Chiesa di Benedetto XVI, che culminò con l’estromissione del Vaticano dal sistema “Swift cui seguirono le dimissioni di papa Ratzinger”).

Se ciò fosse vero, equivarrebbe a dire che non solo Bergoglio ma anche i cardinali del Conclave furono (e sono) proni ai voleri della consorteria anglosassone dominante.

Uno scenario terrificante!

Nessie said...

Nel merito di Ratzinger e di SWIFT feci espressamente questo post nel settembre scorso molto ripreso da numerosi post cattolici e che raggiunse qualcosa come oltre 3.500 visualizzazioni. La prima ad esserne stupita fui io stessa ed è a tutt'oggi il post più letto:


http://sauraplesio.blogspot.it/2015/09/giallo-vaticano.html

SILVIO said...

Nessie,
letto il tuo “Giallo Vaticano”.

Eccellenti sia la narrazione sia le argomentazioni.

Meritatissime le 3.500 visualizzazioni nonché i rilanci nel web.

Bravissima!
Anche se per me ciò non è una novità.

Nessie said...

Strano che ti sia sfuggito, Silvio. Credevo lo conoscessi già, visto il rilancio a Imola oggi, da Blondet, Bussola e un po' in giro dappertutto. E continua ad essere quasi giornalmente visitato. Anche per me non erano cose nuove, ma evidentemente quello che noi diamo per scontato, non lo è affatto per buona parte di lettori che hanno bisogno della pulce nell'orecchio.

SILVIO said...

Nessie,

mi è sfuggito perché in quel periodo navigavo quasi esclusivamente verso siti esteri.

Salvo qualche capatina in alcuni siti italiani sinistrorsi, ove mi divertivo a mettere in berlina giornalisti e blogger di quella folcloristica parrocchia.

Anonymous said...

Coppia gay adotta un bimbo stuprato per anni e fatto abusare in circoli gay:


http://voxnews.info/2016/01/27/coppia-gay-adotta-bimbo-stuprato-per-anni-e-fatto-stuprare-in-circoli-gay/

La Duma russa ha vietato l'adozione di bambini a paesi che hanno leggi sui matrimoni gay.

Zeta

Alessandra said...

Vorrei ringraziare Silvio per aver postato le considerazioni dell'allora cardinale Ratzinger sulla posizione della Chiesa Cattolica sulle unioni tra persone omosessuali. Gli argomenti posti dal futuro Papa tolgono qualsiasi possibilità di replica persuasiva a chi straparla di intolleranza verso gli omosex (più lungo ma anche più appropriato del comodo ma etimologicamente sbagliato "omofobia"), razzismo, bigottismo, arretratezza di pensiero ecc.

La scorsa settimana al tg3 hanno trasmesso un servizio in cui la giornalista sottolineava come l'Italia fosse in ritardo nel proporre spot pubblicitari che prendessero in considerazione anche l'amore omosex. Mentre scorrevano alcune immagini tratte dai vecchi spot della Barilla (quelli degli anni '80/'90) ha pronunciato le parole "famiglia tradizionale" come se ne fosse schifata.

Intanto questa settimana c'è pure Sanremo, ottima arma di distrazione di massa ... e del parziale dietrofront di Grillo mi fido poco.

Nessie said...

Z, terribile e agghiacciante il link che hai inviato!!! E ottima la soluzione della Duma russa circa la non adozione dei bimbi a quei paesi che hanno leggi permissive pro gay nei confronti delle adozioni.

Alessandra, hai notato che le quote gaie in tv te le rifilano un po' dappertutto (Rai e Mediaset)? Perfino nei Talent Show ci hanno messo un omosessuale dichiarato come Mika e Skin che è una lesbica, in giuria.

Credi forse che sia per caso?

Alessandra said...

No Nessie, non è casuale.
Anche film e serie tv vanno guardati con il detector. Quando mi capita di riguardare ricordare dialoghi e scene di alcuni film o serie tv che alla prima visione mi erano piaciute, mi rendo conto che si trattava per lo più di messaggi di propaganda. E ciò che all'inizio mi era sembrato condivisibile, ora mi suona stonato e subdolo.

Nessie said...

Questo ti fa onore.