20 May 2013

Grillo il Nénéista

Vorrei ma non posso. Parlo di Grillo, il quale ha capito di essere in calo di consensi e che il miracolo di quel ben di Dio di voti preso alle ultime elezioni può non ripetersi più. Ha capito che i suoi grillini non gli fanno fare bella figura e che oltre a non risultare simpatici (un po' di comunicativa un politico deve pur averla) non sono nemmeno intelligenti. Soprattutto ha capito una cosa fondamentale: può rosicchiare consensi nell'elettorato di sinistra che è più sensibile ai clamori e ai tumulti delle piazze urlanti, ma non in quella che viene definita la "maggioranza silenziosa". E cioè, quegli Italiani che alla domenica mattina non vanno ai cortei ma vanno in pasticceria con la famiglia dopo la Messa. Molti di questi sono già pentiti di esserci cascati la volta scorsa e ora non hanno più alcuna intenzione di seguirlo.  
Una domanda però. Ma Grillo spera forse che tutti quanti gli Italiani leggano il suo blog e si lascino infinocchiare dai  suoi deliri di presunto opinion maker  con la chioma perennemente agitata da Garibaldi e qualche chilo di troppo? E spera che basti starsene immerso nei silenzi della sua casa tra ulivi, pini e lecci a Sant'Ilario sopra Nervi a rimirare il mare quanto è bello, per poi telecomandare via streaming (la Cosa, come viene chiamata) gli immusoniti Roberta Lombardi e Vito Crimi, trasformandoli in fini politici di razza?

Si fa delle idee malsane se crede che lui che è un riccone sfondato possidente di più magioni di lusso (compresa quella di Lugano), riesca a far mollare la diaria ai suoi.
Cara Diaria, sarà il filmino pentastellato prossimo venturo. Da che pulpito! - è il minimo che possa sentirsi rispondere dai suoi ribelli che cresceranno sempre più.
Ma ce n'è un'altra. Grillo proviene dalla sinistra per formazione e vocazione. Della sinistra ha preso il carattere, l'eloquio, le battutacce, i livori, la vocazione all'insulto, alla provocazione e all' invettiva contro l'avversario. Si illude chi pensa che la "sinistra" sia solo un'ideologia. E' ben di più, è un'antropologia, una struttura caratteriale, è comportamento. E questo non vale solo per Grillo, ma per altri cosiddetti "sovranisti". Lo so, lo so che il mondialismo tende a distruggere categorie storiche obsolete come "destra" e "sinistra" infiltrandole parimenti, fino a vanificarne i partiti politici di riferimento,  più leaders e contenuti.
Categorie queste (non dimentichiamolo) comunque già presenti perfino nel Senato romano.
Tuttavia, il suo volersi collocare al di là della destra e della sinistra, è un progetto velleitario che non convince affatto. Un altro dei suoi travestimenti, l'ultima delle sue maschere.
Siccome però ha bisogno degli elettori delle partite Iva, degli artigiani, dei commercianti, dei piccoli e medi imprenditori del Nord (quelli che fino a ieri erano il bacino naturale della Lega ma anche del PdL), ecco che  sulla canzone di Giorgio Gaber "Che cos'è la destra che cos'è la sinistra" ha innestato il suo controcanto parodistico, per rassicurarli circa la sua terzietà.
Né...né? Ci aveva già provato Sgarbi a dire che lui non è né di destra né di sinistra, ma in alto e oltre. Ma alla fin fine è impossibile realizzare una così ampia visione delle cose. Figurarsi se la può realizzare un guitto le cui battute venivano scritte da Michele Serra e Antonio Ricci che provengono dal suo stesso entourage socio-politico... Tutto quel che può ottenere Grillo è erodere il consenso del Pd attraverso "Occupy PD", frange e fronde ribelli di "giovani turchi" che dal vecchio Bottegone potrebbero travasarsi in salsa 5 stelle.
La maggioranza silenziosa (quella delle pasticcerie alla domenica con la famiglia), prima o poi dovrà regolare i conti con le promesse mancate di Berlusconi. Con il fatto che il Pdl non muove un dito dietro alle dichiarazioni della Kyenge sullo ius soli, contro il matrimonio omosessuale combinato in modo bipartisan col Pd.   Ma in attesa di una patria che non c'è, di una sovranità monetaria, politica, giuridica e culturale che non c'è,  si tenga presente quell'oltre 25% di non votanti. E quelli, caro Grillo, sono il vero Mistero Buffo, come direbbe il tuo amico (veterosinistro) Dario Fo.

Ecco dunque la Nenia Nénéista del Grillo Sparlacciante prelevata dal suo blog,  dal titolo
Il M5S non è di sinistra (e nemmeno di destra):

Essere un po' razzisti è di destra
far entrare chiunque in Italia invece è di sinistra
la prescrizione accelerata è di destra
il giustizialismo verso gli avversari è di sinistra.
Il clandestino è di sinistra
il nazionalismo esasperato è di destra.
Ma cos'è la destra cos'è la sinistra...
Una bella minestrina Ogm è di destra
il cemento sopra un campo di grano è sempre di sinistra
tutti i talk show sono di giornalisti a libro paga,
sia di destra che di sinistra...
Ma cos'è la destra cos'è la sinistra...
Gridare Forza Italia alle partite di pallone
ha un gusto un po' di destra
ma portare una canoista al governo, un po' tedesca,
è da scemi più che di sinistra.
Ma cos'è la destra cos'è la sinistra...
La Tav in Val di Susa è un segno di sinistra
con i manganelli e i fumogeni sono andati verso destra
i pensionati in piazza per Berlusconi sono po' di destra
quando sono iscritti al sindacato sono anche di sinistra.
Ma cos'è la destra cos'è la sinistra...
I matrimoni omosessuali sono una bandiera di sinistra
le puttane a pagamento sono più che mai di destra
il Monte dei Paschi in compagnia, come la pisciata, è di sinistra
il fondo nero è sempre in fondo a destra.
Ma cos'è la destra cos'è la sinistra...
La P2 bella azzurra e trasparente
è evidente che sia un po' di destra
mentre la burocrazia che strangola lo Stato è di sinistra.
Ma cos'è la destra cos'è la sinistra...
L'ideologia, l'ideologia
non credo ancora che ci sia
è un paravento per fottere la gente.
Il MoVimento è sopra e oltre e parla agli italiani,
non ai piddini o ai berlusconiani.
Ma cos'è la destra cos'è la sinistra...
Il pensiero confindustriale è nato a destra
ora è diventato buono anche per la sinistra
non si sa se la corruzione sia stata solo di destra
ma ora è certamente pure di sinistra.
Ma cos'è la destra cos'è la sinistra...
Il saluto vigoroso a pugno chiuso
con la mazzetta alzata è ora un gesto dei dirigenti di sinistra
quello un po' romano, a mano aperta, anche se sdoganato,
è rimasto sempre fascista.
Ma cos'è la destra cos'è la sinistra...
Anche il Papa ultimamente
è diventato qualunquista e un po' populista,
dice di pensare agli ultimi e non alle banche
che siano di destra o di sinistra.
Lo Stato che ha trattato con la mafia
è uno Stato di merda, da vent'anni la stessa puzza a destra
come a sinistra
La legge elettorale Porcellum è stata partorita dalle scrofe di destra
però con l'aiuto dei verri di sinistra
L'ideologia, l'ideologia
non credo ancora che ci sia
è un paravento per fottere la gente.
Il MoVimento è sopra e oltre e parla agli italiani,
non ai piddini o ai berlusconiani.
(*) Liberamente ispirato a "Destra Sinistra" di Giorgio Gaber


Mia Nota alla Nota grillesca: Avesse almeno avuto l'originalità di scrivere qualcosa di personale, questo nénéista de sinistra ! Eccovi serviti un altro nuovo tarocco cri-cri.

Consigli al consumatore-elettore: prima di mettere la crocetta sulla scheda, aprire bene il pacco di Genova, per sincerarsi del contenuto.



41 comments:

Massimo said...

Un cumulo di luoghi comuni. Come tutti i luoghi comuni c'è un fondo di verità, ma è solo la vernice, non la sostanza. Posso essere d'accordissimo sulla Idem, però mi piacerebbe sapere come definirebbe Grillo la nomina a ministro di una africana, neppure europea. I voti a Grillo sono arrivati anche dal Centro Destra e continuo a non capire cosa si aspettavano di trovare, visto che i grillini sabato erano in piazza con i gabellieri, gli invidiosi, i propugnatori dell'odio di classe. Probabilmente Grillo ha anche ragione (spero che così sia) quando afferma che alle prossime elezioni sarà lui contro il Cavaliere. E, alla faccia del suo neneismo, sarà Destra contro sinistra. Dove Berlusconi sarà, ancora una volta, il Leader del Centro Destra, mentre Grillo non potrà fare altro che accentuare la sua verbosità distruttiva e da guerra civile.

Nessie said...

Io nel frattempo invece spero che la maggioranza silenziosa si trovi un altro leader meno compromesso di Berlusconi e che il fenomeno di estrema sinistra (assai vicino al PRC anche come proposte economiche) e pauperista del grillismo si sgonfi in men che non si dica. In parte è già così. Basta vedere quei due da American Gothic del secondo fotogramma a destra.

Nessie said...

Intanto scontrini "rendicontati" e rimborsi sono ancora nel conto di M5S.

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/cara-diaria-i-soldi-che-i-grillini-devono-restituire-sono-ancora-nei-loro-conti-56079.htm

Cara Diaria, sarà il film prossimo venturo in programmazione sugli schermi di Montecitorio.

aladino said...

Hanno incominciato a dire: non esiste più destra-sinistra.
Per portarci in un limbo nebbioso, dove vengono presentati come fini e saggi politici alcuni androidi costruiti in un laboratorio di Bruxelles. Gente senza arte ne parte che, all'improvviso, diventano statisti. Quando tutti hanno capito che sono delle servili marionette in mano ad un puparo.

Non hanno capito niente. In Italia
esiste una destra ed esiste una sinistra. Di nome ma, non di fatto.

Senza rinvangare la Grande Destra e la Grande Sinistra di fine '800. In illo tempore l'onestà reale, morale ed intellettuale, era la componente necessaria per "fare" politica, oltre ad aver un alto senso della Patria.

Oggi cosa abbiamo ? Un centro-destra guidato da un liberale a parole e socialista nei fatti. Abbiamo una sinistra-centro dove non ci sono più i veri democristiani ed i veri comunisti. Ha vinto la marmellata dei catto-comunisti del PD. Molti dicono che imploderanno, che si frammenteranno. Non ci credo. Sparirebbero, com mio grande sollievo, dalla scena politica. Se una volta la DC+PCI aveva il 75% dei voti, ora gli stessi hanno il 25%. Se implodono non raggiungeranno il minimo e poi spariranno.
Per essere sostituiti da un procione viaggiatore, da un passcarte presidenziale, da una clandestina della politica che difende e giustifica i clandestini assassini. Ahi Povera Italia. ciao.

Anonymous said...

Intanto complimenti,per la fantasia...il metodo che hai...di esprimere problemi importanti in maniera semplice....se Grillo leggerà il tuo Articolo gli si torceranno le budella,,,perché:
-usi la satira come fa lui...senza scadere però nella volgarità come fà lui.
-tocchi argomenti importanti per la sopravvivenza della Nazione....e non,banali,tipo... come compilare la nota spese delle diarie dei suoi parlamentari.
-hai messo a nudo il"Giullare"(nel suo caso non si può parlare di RE...a meno,che vista la tua parodia di Gaber....non ci riferiamo al "titolo" di una vecchia canzone di Neil Sedaka..."il Re dei pagliacci"con il pieno "accordo" del Tedescone che così lo definì alla sua elezione).
Lo hai messo a nudo "fotografandolo" seduto alla balconata della sua ricca villa....mentre "medita"sui massimi sistemi...e cioè su cosa concedere di poter dire al suo seguito....senza correre il rischio di far scoprire,subito .... le loro nudità intellettuali.
-Non ci azzecco quasi mai,ma continuo a provarci (come al superenalotto)....un pronostico???sono covinto che il "Grillo parlante"e un pò pedante, farà la fine che il Collodi ha destinato al noto omonimo personaggio(chiaramente solo in senso metaforico)....Qualche burattino pinocchio al suo servizio, stufo di subire le sue sentenze....gli tirerà una bella scarpata....Speriamo,per lui, solo nel "sedere"....Ciao Mar

Nessie said...

Aladino i banksters dopo aver concorso a fabbricare le ideologie contrapposte, sono passati alla Fase 2: banchieri al governo e uomini della Finanza direttamente investiti da loro, come Saccomanni adesso e come MOnti prima.

Grillo dice di essere Né...né...? Arriva tardi. I primi nénéisti sono gli oligarchi. E preferibilmente mandano al potere "Grosse Koalition", "governissimi" e/o "larghe intese".

Poi comunque al di là delle parole e delle intenzioni bisogna SEMPRE guardare ai fatti. Con chi marciano i grillini? Erano perfino al corteo della Fiom di sabato con quel bietolone di Landini.
"A titolo personale", come si usa aggiungere. Ergo...come volevasi dimostrare.

Nessie said...

Grazie Mar, sei gentile. "Il Re dei Pagliacci?"... Ho ancora un vecchio vinile comprato al mercatino del disco usato :-).
La foto del Grillo mascherato lungomare è già una metafora del tarocco che vuole venderci.
Saremo anche disperati noi Italiani, ma come fanno certuni a cadere in questo continuo bagarino delle illusioni?

Anonymous said...

Si è rotto l'idillio tra la Gabanelli e il M5S. Dopo la sua puntata di Report e in un paio di servizi andati in onda, ha cercato di capire da dove arrivano i soldi per il M5S, perchè alcune spese della campgna elettorale non sono state rendicondate e che ruolo gioca la Casaleggio Associati nel tendone itinerante di Beppe&co. Apriti cielo. La giornalista in pochi minuti è diventata il bersaglio preferito dei grillini in rete. Dalle Stelle alle Stalle:

http://www.liberoquotidiano.it/news/1245745/Gabanelli__dal_Colle_a_nemica_dei___stelle___Report_indaga_su_Grillo_e_Casaleggio___scoppia_la_rabbia_dei_grillini.html

Zeta

Nessie said...

Bella "Gabanelli dalle Stelle alle Stalle". Doveva essere la loro presidente di bandiera, e invece tié! Voleva saperne di più sulla Casaleggio & associati e peste gliene colse.

E' sempre più chiaro che se il M5S è arrivato fin lì, è perché doveva servire a impedire rivolte più muscolari e raggruppamenti davvero identitari come Orban in Ungheria et similia.

aladino said...

Importiamo Orban
Importiamo Marine Le Pen
Importiamo Nigel Farage

Esportiamo Bersani Berlusconi Il procione Monti Mortadella Letta & Lettino Camusso Casini Grillo ..................

Fini li aspetta a Vladivostock..........
ciaoooooooooooooo.

Anonymous said...

C'è un'altra cosa che andrebbe sottolineata in questo format gaberiano a cui Grillo ha messo le sue varianti. E' come se il comico volesse arrogarsi il diritto di sostenere che anche la famosa "terzietà" può essere rappresentata solo da un uomo di sinistra. Ovvero dagli "antropologicamente superiori".

Massimiliano

Nessie said...

Aladino, questi sono fenomeni che per essere autentici devono germogliare in loco. Come i carciofi. E che non possono essere importati né esportati.

Massimiliano, complimenti per la lucida notazione. In sintesi è proprio così. Della serie, solo io uomo di sinistra posso permettermi di andare "sopra" e "oltre". E lo testimonia l'ultimo versetto:

"L'ideologia, l'ideologia
non credo ancora che ci sia
è un paravento per fottere la gente.
Il MoVimento è sopra e oltre e parla agli italiani,
non ai piddini o ai berlusconiani".

Josh said...

quoto Nessie...

"E' sempre più chiaro che se il M5S è arrivato fin lì, è perché doveva servire a impedire rivolte più muscolari e raggruppamenti davvero identitari come Orban in Ungheria et similia."

sì, così han venduto la rivoluzione tarocca invece di quella vera.

Lo stesso Grullo disse "ringraziate, se non ci fossimo stati noi (id est=il nulla) avreste Alba Dorata"

Ma siamo ancora in tempo per un raggruppamento davvero identitario neh

Nessie said...

Bah...è quel che si spera, Josh. Piuttosto che affidarmi a un soggetto che gira con quella mascherata di plastica in spiaggia, non so cosa farei. eppoi dicono che l'abito non fa il monaco. Ce ne fosse uno bono...

Anonymous said...

Grillo dice di non essere di sinistra ma poi si circonda di vecchi arnesi come Strada e Dario Fo che ha candidato anche a Presidente della Rep. Come suol dirsi, dimmi con chi vai e ti dirò chi sei.

Fabio

Nessie said...

E' un adagio sempre valido,Fabio.

Comunque non sono affatto d'accordo con la propoosta di legge Finocchiaro-Zanda che vorrebbe bandire i movimenti dalla competizione elettorale. E' una vera porcheria censoria, a prescindere dal M5S o altro. Se si dovessero presentare raggruppamenti validi che vanno nella giusta direzione, hanno diritto a essere rappresentati, cara Finocchiaro:


http://www.beppegrillo.it/2013/05/la_legge_finocchiaro_-_zanda_contro_il_m5s.html#commenti

Ma è mai possibile che questi qua se ne inventino una al giorno?

Anonymous said...

Nemmeno io sono d'accordo, Nessie. Con tutte le porcherie a cui porre rimedio (a incominciare dal Porcellum) non hanno niente di meglio da fare adesso la Finocchiaro e Zanda che attaccarsi al cavillo dell'art-49? che recita cosi: la proposta prevede la piena attuazione all'art. 49 della Costituzione sui partiti, dando loro «personalità giuridica».
E' evidente che vogliono sbarrare l'ingresso a nuovi raggruppamenti.

Fabio

Anonymous said...

Come altre volte detto grillo era solo un "diversivo" di sistema che avrebbe dovuto prendere un 10% "benpensante" tendenzialmente "moderato" ( e quindi "didestra"), ma che alla fine ha fatto "il pieno " di un voto di protesta generale mangiandosi anche parecchio voto "asinistro".
Questo gli ha dato un peso "rivoluzionario" che richede(va) scelte politiche che grillo ha subito dimostrato di non voler prendere, e giustamente con questo il grillismo sembrerebbe finito .
Ma non e' precisamente cosi' perche' ( salvo clamorosi errori grillini ), se pD e PDL continuano a fare insieme il solito euro-governo " alla monti " , con SEl e lega completamente sputtanati ,allora l' ectoplasma M5S resterebbe ancora l' unica (apparente) forza di opposizione. E come tale continuerebbe a raccattare tutto il voto di protesta, almeno nella sua parte che vorra' esprimersi con un voto invece che con l' astensione .
Cosi' in questo modo grillo continuerebbe a svolgere egregiamente il suo ruolo di valvola di sfogo della pentola sociale.
Perche' il segreto della " democrazia guidata" ( o " matura " come dicono LORO :-)) e' quello di non permettere mai che "l' elettore" possa realmente votare una politica di rottura del sistema .
ws

Anonymous said...

Ma siamo ancora in tempo per un raggruppamento davvero identitario neh
No, era una cosa che andava fatta ventanni fa :-(

Ma anche questa considerazione e' sostanzialmente errata. C' e' infatti una ragione che le cose siano andate cosi '; parafrasando don abbondio ,l'identitarismo e' come il coraggio , chi non ce l' ha non se lo puo' dare .

ws

johnny doe said...

Già...quel 25% di non votanti (ma anche molti altri....) che non stanno nè con grillo,ne col pd,nè col pdl....e tantomeno con gli europeisti.
L'evidenza delle cose non è nè di destra,nè di sinistra o di centro.

Aldo said...

Quando nell'orto imperversano le malerbe, a fine stagione, è prassi intervenire con un'operazione che si chiama "vangatura". La vangatura ha come scopo, più e oltre che frammentare il terreno per favorirne la friabilità a vantaggio delle future colture, il portare in superficie gli strati profondi per favorirne l'ossigenazione, l'interrare concimi organici (la merda fa danno solo se sta sopra), l'esporre le radici delle malerbe al gelo a venire, affinché ne muoiano. Senza vangature periodiche, il terreno di coltura va incontro a una graduale perdita di produttività, le malerbe allignano con sempre maggiore virulenza, la merda (utile in profondità quando, morta, si decompone) rimane in superficie e ammorba l'ambiente portando malattie anche significative.

L'orto ci insegna cosa occorrerebbe fare, periodicamente e all'approssimarsi dell'inverno, anche nella vita sociale. Socialmente, ora è autunno avanzato nonostante la primavera meteorologica sia alle porte.

Josh said...

la Finocchiaro e Zanda, gira e rigira, stanno stabilendo per legge che l'unico partito in regola è il PD.

Gli altri non sono nemmeno in corsa elettorale..:-)) è questo quello a cui mirano....
democratici come sempre...

Nessie said...

Aldo, questa volta le tue metafore ortofrutticole le ho capite solo nelle linee generali, ma non nel dettaglio ;-)

Nessie said...

Appunto Johnny, ci sono cittadini che non si sono ancora bevuti il cervello che preferiscono "congelare" il loro voto nell'astensionismo, piuttosto che buttarlo giù per il WC.

Nessie said...

Josh, stavolta la chiosatura grassettata è toccata a te:-) C'è chi non capisce tra la Speranza in quanto virtù cristiana e le analisi oggettive. Sappiamo bene che le premesse per i partiti autenticamente identitari avrebbero dovuto partire da molto tempo prima.

La mossa della Finocchiaccia e di Zanda è una vera e propria blindatura autoreferenziale. Per anni abbiamo sopportato in parlamento i raggruppamenti dai nomi più pittoreschi (lista Pensionati, lega Alpina, partito umanista e via elencando), ora invece vanno blaterando di art. 49 e di "personalità giuridica". La cosa puzza, e parecchio.

Josh said...

@WS:

Josh: Ma siamo ancora in tempo per un raggruppamento davvero identitario neh

WS: No, era una cosa che andava fatta ventanni fa :-(

Josh: vero...andava fatta 20 anni fa e anche prima.
Ma visto che non è stata fatta, e con questo sistema siamo andati fin troppo avanti,
si vedeva come salvare qualcosa almeno adesso - pur essendo molto avanti in un processo sbagliato e sgradito.

Se no annamosene subito all'altro mondo e bonanotte! Ma non mi sembra un'alternativa attraente...

Anonymous said...

su grillo suggerirei di leggere anche questo
http://www.keinpfusch.net/2013/05/la-gabbia.html

dove tra altri interessanti spunti si fa notare che l' ortottero sia semplicemente un "sedativo sociale"



DISCLAIMER: il sito di cui sopra e' da prendere sempre con le pinze, ma contiene spesso spunti interessanti
ws

Anonymous said...

josh scrisse

Se no annamosene subito all'altro mondo e bonanotte! Ma non mi sembra un'alternativa attraente...


vero, ogni giorno e' buono per incominciare ma " l' identitarismo" non si improvvisa ne puo' essere solo un affare di una minoranza.
E per capire la differenza tra un reale identitarismo ( tipo quello basco ) e uno fittizio ( tipo quello "padanista " )se ne studi la differenza nei comportamenti REALI delle masse a cui questi identitarismi vengono attribuiti
ws

Nessie said...

Quell'Uriel del link lo conosco e non è che mi piaccia sempre. Come minimo, la tira troppo in lungo con esempi da sociobiologia non sempre pertinenti

Josh said...

WS tu fai bene eh, ma mi sembra la si stia tirando in lunga tanto per....Questo diventa un cane che si morde la coda, senza soluzione.

l'identitarismo se è di una minoranza non serve, è ovvio;
e se è solo fittizio come quello padano (che è costruito di fatto, e non propriamente originario, nè sedimentato nei secoli nè ampiamente condiviso) non porta lontano.

dici WS"ogni giorno e' buono per incominciare ma " l' identitarismo" non si improvvisa ne puo' essere solo un affare di una minoranza."

è vero

WS "E per capire la differenza tra un reale identitarismo ( tipo quello basco ) e uno fittizio ( tipo quello "padanista " )se ne studi la differenza nei comportamenti REALI delle masse a cui questi identitarismi vengono attribuiti"

per cui torniamo a "fatta l'Italia ora bisogna fare gli italiani".

Da questo punto di vista il male è allora atavico e insolvibile.

Indirettamente dai ragione al topo rosicante Amato qundo affermava che l'Italia non ha tradizione identitaria perchè è sempre stata divisa nei secoli, quindi è terra aperta, di tutti e di nessuno.

Se non è identaria, se è nata e cresciyta divisa, se uno l'identitarismo non l'ha nel sangue (don Abbondio) non è che se lo può dare.
Quindi sarà aperta. A chiunque. Inutile anche parlarne.

aladino Italiano. said...

WS & Josh

Chiediamo SOLO di essere Italiani e di vivere in Italia. Stop.

Io ero, da giovane ed in base alle esperienze vissute, un ingenuone e credulone cittadino del mondo e pensavo: .... il mondo è bello e grande e se vengono rispettate le leggi e le varie normative, benvenuti gi uomini di buon volontà.

Sono passati gli anni e sono passato radicalmente nella sponda opposta. Sono un razzista.

Con i kriminali che tirano le fila, con i kriminali che servilmente eseguono e con le sanguisughe che tettano; non si parla, si spara.

Bando alle raffinatezze e identitarismi che servono solo a confondere le idee. Mandi.

Nessie said...

C'è un'altra cosa che umanamente mi disturba di Grillo: il suo spirito maramaldesco e gaglioffo. Lui plaude sempre al caduto di turno. Quando la Gabanelli fece l'inchiesta contro Di Pietro e l'Idv, Grillo se la sghignazzava a squarciagola perché, ovviamente era un concorrente in meno che si trovava tra i piedi. Ora che la Gabanelli ha toccato lui e il suo blog, strilla come una comare che ha visto un topo in salotto. Casaleggio dice che il loro blog va in perdita e che le spese le copre lui.

Mah...io sinceramente non ci credo. E comunque chi di Gabanelli ferisce di Gabanelli perisce e ora tocca a lui:

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/chiss-come-ride-di-pietro-che-grillo-prese-per-il-culo-sulle-inchieste-di-56226.htm

Aldo said...

Nessie: "Aldo, questa volta le tue metafore ortofrutticole le ho capite solo nelle linee generali, ma non nel dettaglio."

Non ci credo, sei troppo acuta e la metafora era fin troppo facile!

Anonymous said...

Feltri terrorizzato dal livello democratico di Grillo & Associati:

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/feltri-terrorizzato-dal-livello-democratico-grillino-basta-una-domandina-per-passare-dalle-quirinarie-alle-56228.htm

Z

Johnny88 said...

Ora pure Milena, la talebana anti-contante, si ribella a Grillo e Casaleggio. In questo caso son io a essere ne-neista. Da un lato è palese che la talebana anti-contante "tenga famiglia". Va in onda sulla TV del PCI-PDS-DS-PD, ergo deve distruggere chiunque minacci il suo datore di lavoro. Dall'altro però vedi i grullini, soliti ad avere il ditino alzato contro il mondo intero, come scattano quando qualcuno comincia a rovistare nel torbido del Ron Hubbard dei poveri alias Casaleggio. Se la situazione non fosse disastrosa ci sarebbe di che ridere con tanto di pop-corn.

Comunque, tornando in tema per me Grillo non ha tutti i torti nel dire che la dicotomia "destra-sinistra" è oramai ampiamente superata. Forse una volta aveva senso, ma oggi mi pare abbastanza evidente che ci sia solo una gran consorteria. Direi che il governo Monti prima, e quello Letta oggi rendano abbastanza chiaro come "destra" e "sinistra" oggi siano nulla più che due indicazioni stradali. Il problema è che Grillo e la sua setta simil-Scientology son solo dei dilettanti allo sbaraglio. Sono intellettualmente e culturalmente incapaci di proporre un'alternativa al partito unico del "Ce lo chiede l'Europa". San solo sbraitare di diarie e scontrini.

Nessie said...

"Comunque, tornando in tema per me Grillo non ha tutti i torti nel dire che la dicotomia "destra-sinistra" è oramai ampiamente superata. Forse una volta aveva senso, ma oggi mi pare abbastanza evidente che ci sia solo una gran consorteria".

Johnny, non mi dirai che Grillo è l'unico ad averlo scoperto. Come minimo arriva con abbondante ritardo perfino rispetto a Gaber e a Sgarbi. Eppoi che senso hanno queste tiritere neneiste, quando poi si vuol candidare a presidente della Repubblica gente come:

1) Dario Fo (lo disse in piazza Duomo a Mi
2) la Gabanelli che è una fabiana
3) Gino Strada di Emergency
4) Rodotà che è un veterosinistro iscritto a varie consorterie

Tutta gente di destra? O al di là degli schieramenti?

Ancora una volta siamo al pretesco "fate quello che dico io, ma non fate quello che faccio io".

Spiacente, ma le litanie (copiate da Gaber) sono una cosa. Gli esempi concreti sono un'altra.

Nessie said...

...e gli esempi concreti di Grillo vanno dritti sparati a sinistra. Altro che "terzietà" e super partes.

1) sullo ius soli è troppo timido (leggere il suo pezzo su Kabobo)
2) sull'immigrazione massiva tace
3) sulle nozze gay è favorevole.

johnny doe said...

GIANNI E PINOTTO

Zanda e Finocchiaro presentano una legge contro i movimenti,ovviamente in primis contro Grillo.
Ora,possiamo anche essere in disaccordo su tutto con lui,ma che questi due rottami del Pd propongano una legge del genere,la dice lunga su questo Partito Disperato,Disfatto,Disperso,Demente,Defunto.....

FINALE DI PARTITO
(da Pseudo Beckettt)

Profetico.....Happyfunny (si pronuncia Eppifanni)

http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/POLITICA/guglielmo_epifani_cade_palco_avellin_manifestazione_elettorale/notizie/281334.shtml

Nessie said...

Arrivi tardi Johnny Doe. La faccenda della legge anti-movimenti l'abbiamo già scritto nei commenti delle 7: 45pm; 9, 44Pm, 9; am; 10: 54 m.

Ogni tanto leggili i commenti :-). Certo che è una fetenzia quella del duo Finocchiaro-Zanda! Una legge del genere serve a mettere lo sbarramento alla diga dei movimenti identitari che prima o poi tracimeranno in Parlamento. E questo indipendentemente che Grillo mi stia sulle cosiddette. Non vorrei che fosse stata suggerita da Schulz in tournée a casa nostra. E Schulz è dello stesso schieramento Ue dei piddini, il PSE, guarda caso.

Happy funny? Poveretto ha sempre portato una sfiga tremenda, prima di tutto a se stesso.

johnny doe said...

mi sarà sfuggito.....ma repetita iuvant

a proposito,certo che non è male questa in parlamento,grillo o non grillo...

https://www.youtube.com/watch?v=6kPzQBU2uOI

Nessie said...

Visto il video, certo che sì Johnny, che va benissimo. Speriamo non resti solo un episodio.
Però ti ricordo che quando di signoraggio ne parlò il povero Teodoro Buontempi anni fa, quando c'era Bertinotti presidente della Camera, il de cuius fu buttato fuori dall'aula e gli fu impedito di proseguire. Occorre ricordarsene, per essere per davvero "terzi".