03 November 2009

Salto nel buio per l'Europa


Vaclav Klaus, presidente della repubblica ceca, ha firmato. La petizione on line di quelli che speravano in un'ultima occasione, si è fermata. La repubblica ceca che era l'ultimo anello per la ratifica completa del Trattato di Lisbona ha accettato tutte le clausole. La Corte Costituzionale ceca non trova elementi incompatibili con lo statuto nazionale. C'era da aspettarselo: tutto il mondo è paese. Il paese sbagliato.  Leggere qui. Da oggi siamo all'inaugurazione di un nuovo totalitarismo. Non eravamo ancora al completo con le firme del Trattato, che già la corte di Strasburgo non si è fatta attendere in materia di ingerenze e  ha vietato i crocifissi nelle scuole italiane, ritenuti contrari alla nuova "religione" dei diritti cosiddetti umani, e  condannando l'Italia a pagare una forte ammenda. Siamo alla cessione della sovranità nazionale. E' solo l'inizio per l'azzeramento dell'identità, della storia e della cultura italiana. E non solo italiana, ma di tutti i singoli stati membri europei. Non ho più parole.

Linko l'intervento di No caste sui buoni motivi per essere antieuropei, pubblicato sul blog di Lontana.
Su suggerimento di Elly pubblico anche questo pezzo prelevato dal Jester blog sulle incompatibilità tra le decisioni di Strasburgo e la nostra Costituzione.

74 comments:

Anonymous said...

Ma, appunto, stare nella Ue ha i suoi vantaggi. Adesso togliamo i Crocefissi dalle aule scolastiche. Mi pare davvero una grande conquista. Cioè la Ue copia da Lenin, Stalin, Hitler, Mao e compagnia bella.
Grazie per il tuo post bello come sempre. Xavier

Josh said...

Nessie, so, ho letto, e meglio che ripasso quando ho sbollito,
perchè potrei scrivere cose non esattamente educate.

Anonymous said...

La cosa più ridicola, Nessie, sono le reazioni dei politicanti. La Gelmini ha fatto ricorso, Fini esorta a non negare il cristianesimo, Gasparri si chiede che razza di europa è questa, Cota afferma che le istituzioni ue sono lontane dal popolo,Casini strilla che i governi europei sono pavidi, Rutelli fa del lirismo ("crocifisso bellissimo simbolo di umiltà e sofferenza, icona di 2000 anni di arte e cultura) Culatello bersani dice che il corcifisso non ha mai dato fastidio a nessuno. Allora i casi sono due:i nostri esimi politici o sono totalmente ipocriti o sono disinformati.Ma che non sapevano che sarebbe andata a finire così? Ma chi vogliono prendere per il sedere?Oppure veramente non sapevano e allora che la Grande Madre abbia pietà delle loro anime. Quanto alla chiesa, aspetta le motivazioni, per commentare. Hai voluto il trattato di Lisbona, chiesa cattolica? E mò pedala! Paola.

Nessie said...

Scusate amici, passo dopo perchè non ho nemmeno voglia di commentare.

Elly said...

Paola, ma sono gli stessi che con entusiasmo hanno firmato per la ratifica eh? Adesso si lamentano per quella sentenza. Ma mica si lamentano per la dittatura vera e propria che si prospetta? E' uno schifo. Un vero schifo.

E non è facile sbollire.

Nessie said...

Xavier, stare nella Ue avrà solo svantaggi pesantissimi. Ma mai una volta che di fronte a queste massonerie scristianizzanti, la Chiesa abbia proferito parole forti e chiare.

Josh, è dura da accettare, ma dobbiamo ringraziare i nostri coraggiosi politici, gran Riccardi cuor di Coniglio.

Nessie said...

Paola, lo stato del Vaticano non si è mai chiaramente proferito né a favore né contro il Trattato. Ed è questa la Tragedia.

I nostri politici cuor di topo (dire di coniglio è un complimento) lo hanno fatto esplicitamente: votando SI. Ed è questa l'altra Tragedia.

Ora entrambi (chiesa e stato) si stracciano le vesti per il crocifisso da rimuovere. Ed è questa la terza Tragedia.

Nessie said...

Sì, Elly, dovrebbero solo mettere la testa nel WC, i nostri politici. Ma vedrai che saranno già pronti per il "totonomine" dell'Europarlamento prossimo venturo.

Massimo said...

Sbaglia la Gelmini ad agire secondo burocrazia. Si faccia un bel decreto: il Crocefisso sia in tutte le aule. Punto. E se a qualcuno non piace se ne vada dall'Italia.
L'europa non è la mia patria.

Anonymous said...

Si, Elly, sono gli stessi europeisti del cavolo. Ida Magli ha proprio ragione: è dalla caduta dell'Impero Romano che i politicanti italiani tradiscono il proprio popolo.
Vedi, Nessie, lo stato vaticano non si è mai pronunciato, perchè da millenni abituato a tenere il piede in tutte la scarpe (specialmente quelle straniere e nemiche dell'Italia), però in Irlanda la locale conferenza episcopale ha fatto propaganda a favore del si al trattato. E tanto basta, difronte alla storia. Paola.
P.S. Poteva mancare, tra i politici starnazzanti, Alessandra Floriani, che ha subito strillato di mettere nella costituzione europea le radici cristiane? Ora le radici europee sono greche, romane, celtiche, germaniche. Il cristianesimo è venuto dopo; non è una radice, è un innesto.

Nessie said...

L'ue non è neanche la mia patria e mai lo sarà. La Gelmini è già entrata nell'ottica dello stato satellite eurobabbeo: si ricorre alle vie burocratiche perché così vuole l'europa degli Idioti liberticidi. E lei si adegua.

Nessie said...

Sono d'accordo su tutto ma non sulla tua chiosa, Paola e sulla teoria dell'"innesto". Giscard d'Estaing, da buon massone, ha fatto mettere riferimenti precisi all'illuminismo, tra le radici. Dunque il Cristianesimo ci stava ben prima.

Anonymous said...

E infatti, Nessie, non sono d'accordo col finto nobile Giscard; per me anche l'illuminismo è un innesto, termine cui non voglio dare una valenza negativa, nel caso del cristianesimo. Rispetto chi è cristiano, anche se io non lo sono più. Paola.

Nessie said...

Mi spiace Paola, ma sei in errore, il Cristianesimo è un valore fondante della vera Europa. Le cattedrali cristiane furono tra i primi atenei. I chiostri, le abbazie, le certose, erano dei veri e propri luoghi dove si conservava quella cultura e quei saperi che le invasioni barbariche distrussero in larga parte, grazie alla pazienza infinita degli amanuensi. Essere disillusi dalla religione è un conto, ma non possiamo cadere in questa confusione.

Anonymous said...

Forse hai ragione, Nessie, non sono serena, ma se penso a tutto quello che la chiesa cattolica ha fatto all'Italia, a partire dal falso della donazione di Costantino...Comunque su una cosa siamo d'accordo:l'europa non è la mia patria. Io sono romana e italiana. Non sono al passo con i tempi, per qualcuno? Nun me ne pò fregà de meno. Paola.

Nessie said...

Paola, non sono osservante nemmeno io, ma come ho già scritto da Elly, alla mia cultura, storia e tradizione ci tengo. E il Cristianesimo ne è una parte fondante. Basta pensare al Sacro Romano Impero dopo le scorribande barbariche che non poco rassomigliano a quelle odierne.

Se i vertici ecclesiali sono oggi davvero deludenti, non per questo bisogna rinunciare a lottare per preservare la nostra identità, patria e nazione. Pensa solo a quanto è radicata la nozione di "campanile" nel nostro lessico. E la parola campanilismo viene proprio da lì , dall'età dei Comuni. Vuoi forse veder trasformare il campanile della tua chiesa in un minareto con tanto di muezzin berciante? Io non credo...

gio88 said...

Ma... da quando in qua la corte di giustizia europea ha potere legislativo in Italia? No, spiegatemelo perchè io non lo capisco. Comunque, penso che appena possibile mi trasferirò in Russia o in Norvegia (almeno finchè ai loro governanti non verrà la malaugurata idea di entrare nell'UE.)

gio88 said...

Dimenticavo, sentire Casini sbracciarsi, dopo che ha fatto di tutto per approvare le euro-porcherie, non ha prezzo

Aldo said...

La china si sta rivelando più ripida del previsto. Ed è pure viscida, a causa della tanta... dei tanti liquami. Resta da chiedersi cosa ci aspetta al termine del fetido scivolone che ci sta coinvolgendo. Un lago di... liquami? Una cosa è certa: scomparso il "credere" (che non è necessariamente un mare) il nuovo totalitarismo ci inonderà di fiumi di "obbedire" e, se ci andrà particolarmente male, con tanto "obbedire" ci costringerà nuovamente a "combattere". Sì, proprio un lago, anzi un oceano, di... liquami.

Anonymous said...

No,cara Nessie, io non voglio vedere il campanile della chiesa vicino casa mia trasformato in un minareto, ma tu sei così sicura che la chiesa cattolica sia altrettanto d'accordo nel preservare la nostra identità? Come ho già scritto in una precedente discussione, la chiesa, secondo me si è arresa all'invasione immigrazionista, anche islamica, la considera ineluttabiile, pensa solo a limitare i danni, a prendere i quattrini per gestire l'immigrazione stessa e conta anche sugli immigrati cattolici (filippini, africani, sudamericani) per riempire le chiese. La chiesa ci ha buttato a mare,come italiani, perchè ci siamo laicizzati. Quindi, per difendere la mia identità, la mia cultura non conto più su di lei. La mia cultura è quella classica, pagana, se vuoi. Io preferisco chiamarla gentile romano-italica. Paola.

Nessie said...

Sono dei falsoni, Gio. E pure degli ipocriti (Casini in testa). Penso tu sappia già che entrando nella confraternita di Bruxelles perdiamo diritto all'autodeterminazione dei popoli perché non abbiamo più patria. E' da mo' che lo vado ripetendo su questo blog. Fai la ricerca tu stesso alla parola Trattato di Lisbona eppoi vedrai che meraviglie da ForcoLandia saltano fuori (pena di morte inclusa nel pacchetto):

http://www.giustiziagiusta.info/index.php?option=com_content&task=view&id=3301&Itemid=1

Quella del crocifisso con la sanzione di 5.000 euro è solo il preambolo di quello che ci toccherà sopportare in fatto di angherie, intrusioni e ingerenze pesantissime. Ringraziamo i ns. politici del Menga.

Josh said...

Ti rispondo anche io Gio88, alla lettera: da quando in qua ste robe europpee hanno potere in Italia? e perchè?

vai su effedieffe e a sx nella legenda leggi "il grande inganno da Maastricht a Lisbona" o copiaincolla il sottostante link:

http://www.effedieffe.com/component/option,com_myblog/show,Il-grande-inganno-da-Maastricht-a-Lisbona.html/Itemid,272/

vedrai da quando, perchè e in che modi sono state cedute TUTTE le nostre restanti sovranità.

Nessie said...

Paola, no, non sono più sicura di niente. Ma poi, riscusa: chissenefrega della chiesa? Andremo avanti anche senza chiesa. Magari anche per difendere quello che loro non sono capaci di difendere. Vorrà dire che ci apposteremo sui campanili per presidiare le nostre città. Vedila così, sennò diventa tutto un piagnisteo. Dalle mie parti si dice che è inutile pestare l'acqua in un mortaio.

Aldo, sei stato chiaro e condivido. Siamo su un piano inclinato e ogni giorno si scivola sempre più giù. Questa gentaglia ha fretta, troppa fretta. Auguriamoci che si spacchino le corna.

Anonymous said...

Certo, Nessie, ci difenderemo da soli, è proprio questo che voglio dire, attingendo alle nostre vere forze, quelle più profonde. Piuttosto, anch'io ho notato che 'sta gente ha troppa fretta, una fretta sospetta. Cosa teme, che mano mano cominciamo ad accorgerci del gioco, riusciamo, col tempo, a raggiungere una massa critica e cominciamo a ribellarci? Certo, ci vuole tempo...E' per questo, secondo te, che stanno accelerando i loro piani? Non so darmi una spiegazione, se no. Paola.

gio88 said...

Grazie Josh e grazie Nessie per i link. Veramente, che squallore. Sapevo della pena di morte ripristinata, ma non del resto. Che squallore e che sconforto. Della Chiesa non me ne frega un granchè, (non sono praticante da un bel pezzo, anche se ritengo il crocifisso un segno della nostra identità culturale, e non oserei mai chiedere la sua rimozione dalle scuole) sinceramente, quello che mi indigna della faccenda del crocifisso è la prevaricazione della nostra sovranità da parte di un ente esterno, intollerabile. E adesso, quelli che han firmato tutti questi bei trattati si fustigano, stessero zitti farebbero più bella figura.

Nessie said...

Certo che sì. Le pandemie servono a spezzare il legame solidaristico di gente che si riunisce, dato che ciascuno pensa alla pellaccia propria. L'Internet crea un falso rapporto di contiguità, ma impedisce alle piazze di mobilitarsi. Poi ci sarà il rilevamento dei dati biometrici (impronte e DNA) per una schedatura mondiale. POi ci sarà la criminalizzazione del dissenso e i manicomi in stile sovietico. Eppoi per il resto ti rimando ai romanzi di Herbert George Wells "La guerra dei mondi" & affini.
Non ci resta che vendere cara la nostra pelle.

Gio, figurati. Purtroppo questo genere di info, circola solo in Internet dato che la stampa del mondo "libero" , come vedi, disinforma.

Anonymous said...

I microchip di cui parla David Icke, Nessie. Mi sa che lucertoli e rettiliani a parte, per il resto non è troppo lontano dalla verità e dalla realtà.Paola.

Anonymous said...

Ciao Nessie, non scoraggiamoci. L'esito era scontato. Questi hanno un potere di condizionamento e intimidazione che non resisterebbe nemmeno Superman.
Sentita la notizia anch'essa scontata, oramai sono prevedibili, della proibizione del Crocefisso.
Così ad occhio direi che per gente con le nostre idee in EURSS non c'è posto; tuttavia devo dire che è di parecchio conforto sapere che ci sono persone che condividono una certa visione delle cose come accade sul tuo blog. Grazie.
Scarth

Nessie said...

L'amico Xavier scrive sul suo blog:
"C'est un jour vraiment heureux pour toute l'Union européenne. Tellement heureux que j'ai envie de pleurer".

Beh, anch'io. Grazie a te Scart, e a voi tutti.

Elly said...

Appena ot, ci siamo chieste chi è l'italiano nella corte europea? E Maria Luisa ha fatto una piccola ricerca, ecco chi è: http://it.wikipedia.org/wiki/Vladimiro_Zagrebelsky

Nessie said...

Il solito magistrato de sinistra e ONUsiano. Eh no che non sei OT; francamente non sei mai stata così in tema. Grazie Elly!

Aldo said...

Errata Corrige: "(che non è necessariamente un mare)" doveva essere "(che non è necessariamente un male)". In caso contrario, non avrebbe senso. Pardon.

andrea c said...

l'Ue sa che non è mai stata così in discussione. per questo si glissa sull'argomento.
forse per questo ora tornano di moda cose come questa

http://papers.ssrn.com/sol3/papers.cfm?abstract_id=1152332

l'hanno fatta passare come norma sulle estradizioni, ma cosa succede se, anzichè da un'altro Stato, un individuo (ed è più o meno ciò che è successo), viene giudicato direttamente dall'unione?
dovremo sottostare a una magistratura paneuropea fatta di tanti Zegrebelsky? una gestapo di Strasburgo?

andrea c said...

NESSIE in questa faccenda di.. liquami non poteva certo mancare una turca.
togata, stavolta.
se hai tempo leggi una cosa che ho postato su

http://ilmondopiccolo.blogspot.com/2009/11/linganno-delle-istituzioni-incrociate.html

Lo PseudoSauro said...

Tu sai che non sono mai stato ottimista, ma ora credo che un lato positivo ci sia.
Se il Trattato passa e' proprio perche' la maggior parte dei cittadini non sa cosa contenga. Non si tratta quindi di una cambiale in bianco che i cittadini girano alla UE, ma di una cambiale che i politici girano a se' stessi a nome dei cittadini, la cui maggior parte crede che essi agiscano per il loro bene secondo le rispettive costituzioni nazionali.
Anche se lo sembra, non e' la stessa cosa. E non la e' perche' questa specie di "democrazia" e' autoreferenziale. Io la definirei "automatica", ovvero, riesce a fare tranquillamente a meno della base elettorale che diventa un'alibi per portare avanti politiche oscure e impenetrabili.
Il tradimento diviene palese solo quando il Trattato comincia ad essere formalmente applicato.
E non bisogna dimenticare che qualunque Legge ha bisogno di una Forza che ne garantisca l'applicazione.
A tutt'oggi questa Forza (europea) non c'e', ed e' poco probabile che le Forze dell'Ordine italiane si mettano ad arrestare gente o, peggio, a fucilare i dissidenti...
E' altrettanto improbabile che, putacaso, un cittadino italiano sia disposto a farsi trasportare volentieri in Irlanda per essere giudicato da una corte irlandese a seguito di una denuncia sporta da, chesso', un cittadino spagnolo sulla base di un'infrazione della legge svedese (non esagero, puo' accadere anche questo).
a mio parere, basterebbe appena un migliaio di casi del genere per fare scoppiare la rivolta e, in tal caso, non e' affatto prevedibile che eserciti e forze dell'ordine nazionali difendano il nuovo Potere costituito; perche' storicamente hanno sempre difeso il vecchio, al quale, per altro, li lega un giuramento di fedelta', per quello che vale oggi questo obsoleto principio.
E' vero che oggi ci sono mezzi assai piu' raffinati per controllare le Masse: dalle vecchie sanzioni economiche, fino alla recentissima guerra biologica selettiva; nondimeno, il controllo totale richiede sempre la presenza di una qualche forma di Polizia sul territorio.
Aspettiamo e vediamo.

Lo PseudoSauro said...

ps

H.G. Wells -- gia' membro della Round Table -- scrisse anche "Il Nuovo Ordine Mondiale", che non era propriamente un romanzo di fantascienza, ma un vero e proprio manifesto ideologico che entusiasmo' molti ideologi dell'epoca -- fra cui B. Russell -- fino a determinare un'adesione di massa nelle varie massonerie occidentali. C'e' chi sostiene che quella teorizzata da Wells sia l'ideologia mondialista applicata oggigiorno.

Anonymous said...

Eh si Sauro, non sarebbe mica la prima volta nella storia che forze armate e forze dell'ordine mandate a reprimere rivolte popolari si schierano dalla parte non del potere costituito (u.e, nel nostro caso), ma da quella del popolo. Mi vengono in mente la Russia di Nicola II o l'Iran dello scià. In quei casi però si era in presenza di una situazione già potenzialmente rivoluzionaria. Non mi sembra che sia questo il caso dell'Italia e dell'europa attuali. Le panze sono ancora troppo piene. Però, come già ho scritto, a volte la storia è strana, nelle sue evoluzioni e spesso, ribalta le sue situazioni, anche nel corso di pochi anni. Per me, l'ultima parola ancora non è stata scritta, tantomeno nella pietra. Paola.

P.S. A proposito do mondialismo, uno dei Rockfeller disse, nei primi anni '50 :"Avremo un governo mondiale, prima o poi. O con le buone o con le cattive".

Nessie said...

Andrea C, sì ho letto. Magistrato turco e uno italiano che si chiama Zagrebelsky, una finlandese "italianizzata", insomma il solito casino multikulti che serve a cancellare le impronte. Tanto siamo tutti internazionalisti e proletari, no?
Per cui Karadzic può essere giudicato perfino da un magistrato coreano con gli occhi a mandorla di una corte "internazionale" che conosce i Balcani come io conosco la Manciuria.

Sauro, abbi pazienza ma sai già come la penso: una volta firmati i contratti (e il Trattato è una forma di condanna) devi accettare il pacchetto nella sua interezza. O mangi 'sta minestra...E gli effetti sono già qui. "Con le buone o con le cattive" come ricorda Paola.

Anonymous said...

Totale Sconforto.

Kaminito

sarcastycon said...

Nessie
no comment
onde evitare il turpiloquio
ciao
Sarc.

Elly said...

Il cardinal Bertone: "L'europa ci lascia solo le zucche". Eh no, caro cardinale, le zucche vuote ce le avete in vaticano e in giro per l'italia e per il mondo. Potevate pensarci prima invece che entusiasmarvi per l'unione europea.

http://www.corriere.it/cronache/09_novembre_04/bertone_zucche_crocifissi_9fac57c8-c93f-11de-a52f-00144f02aabc.shtml

Anonymous said...

Cara Elly, l'europa non gli lascia solo le zucche o cucuzze, ma anche tanti begli euretti per gestire l'immigrazione. Non si può avere la moglie ubriaca, la botte piena e l'uva nella vigna, magari. Hanno scelto i quattrini? Si tengano allora anche le zucche e le sentenze come quella di ieri! Paola.

PRESS said...

La notizia è ferale, leggo tutti commenti e, scusatemi , la maggior parte di essi è tiepida. Troppo. la colpa è nostra e noi siamo i responsabili di quanto è avvenuto, non siamo chiari nè con i politici che abbiamo votato nè con i sacerdoti cui ci affidiamo. Forse non cambierà nulla ma almeno si crepa sodisfatti di aver detto la propria. Vi rendete conto che siamo diventati i nuovi schiavi di un ordine crudele che ci userà e basta? Noi come cittadini italiani NON SIAMO PIù NIENTE.

Anonymous said...

perchè ragionare e pensare con i cinque sensi, quando il sapere ci dice che l'universo va ben oltre i cinque sensi, mettiamo in dubbio l'esistenza di stirpi rettiliane, delle linee di sangue reale... quando per esempio se osserviamo attentamente un calendario cinese, in pratica ci sono tutti animali esistenti ad eccezzione del drago!!! Sarà proprio così o il drago ha a che fare con i rettili???

Noi siamo su una frequenza, ma girando la manopola vi sono altre frequenze...

MC202

Eleonora said...

Press, e perchè mai dovrebbero essere gli atei e i laici a difendere le proprie radici quando anche la chiesa ha voluto questo? E Paola ha ragione quando dice che il vaticano ha voluto i quattrini, adesso se li tenga con le zucche, e con sentenze come quella, appunto. Un pò come dire "tanto va la gatta al lardo che..." e qui ora non ci lascia solo lo zampino il vaticano e l'italia, ci lascia molto molto di più. Ma così hanno voluto tutti. Da un lato mi fa rabbia, dall'altro dico ben gli sta. A tutti, compresi noi. Ma noi, oltre che a votare e discutere, cosa altro potevamo fare? E se ricordi, non è stata la volontà popolare a decidere di finire nel tritacarne europeo. Quello lo ha voluto il professor Prodi. Grande amico del vaticano e dei compari del vaticano.

Da atea posso dirti che i simboli sacri non mi hanno mai dato fastidio, anzi, tant'è che una croce me la sono anche fatta tatuare proprio per ricordarmi da dove vengo. Ma ne ho piene le scatole a sentire preti, alti prelati e inutili pretini parlare di "universalità", "fratellanze", auspici di dialogo, accoglienza massima... loro incassano e noi? Noi restiamo fregati. Loro hanno le scorte quando escono, noi le scorte non le abbiamo per poterci difendere. Mi dispiace, ma sono stufa e ti dico anche di più, i miei, abbastanza cattolici, si stanno allontanando dalla chiesa. E fanno bene.

Nessie said...

Scusate se non rispondo singolarmente a ognuno. Ho poco tempo e gli sfoghi sono tanti. Ho solo da aggiungere una cosa che nemmeno i cardinali, né i politici né nessun altro osano dire, attaccandosi alle zucche: alla religione cristiana la Ue preferisce inventare la "religione dei diritti umani". Questo è un dogma che distruggge le singole civiltà, realtà, patrie e società. Chi decide cos'è per davvero una violazione di un diritto umano? Bruxelles? Strasburgo? l'ONU? l'Unesco? altri enti mondialisti? la signora finlandese che ora offende i sentimenti religiosi di migliaia di onesti cittadini italiani? I giudici?

Ricordo che gli Usa stanno facendo affari d'oro con la Cina mettendo il silenziatore proprio sui diritti umani. Sanno benissimo che la produzione che hanno delocalizzato in Cina è basata sul lavoro minorile.

Ricordo che sempre in Usa si stanno usando i bambini messicani per una multinazionale che fa raccogliere mirtilli. Leggere qui:

http://fattideuropa.splinder.com/post/21620859/L%27immigrazione+serve%3A+chiedere

Ricordo che i "diritti umani" è uno sconcio mercato delle vacche che si usa come arma impropria solo quando fa comodo e che un crocefisso appeso a una parete di un'aula, oltre non ledere alcun "diritto umano" è la rappresentazione di tutti quelli che soffrono senza ottenere giustizia.
Ma questa favola umana è troppo grande, troppo sublime, perché queste élites che hanno fatto della MOneta il loro Dio, possano comprenderla. E allora in mancanza di comprensione, la cancellano.

Nessie said...

La verità è che in questa storia non possiamo giocare alla moglie che si taglia le palle per far dispetto al marito. Eleonora, se dici "Ben gli sta" ai prelati, in realtà "mal gli sta" a tutti quanti noi.
Hai letto anche tu l'articolo di Ida Magli che hai linkato: poi prenderanno di mira le edicole votive; poi, le madonnine nei sentieri di campagna, poi le croci in cima ai monti, poi la croce dove qualcuno è caduto, poi quelle dei cimiteri, poi i campanili, le architetture, le chiese, affreschi e tutto il resto. Poi quella che porti nel tatuaggio, poi la crocetta che si ha al collo come monile. No, noi non possiamo chiamarci fuori e dire "ben gli sta" al prelato o al cardinale che ti può stare antipatico.
Perciò, calma e gesso e riflettiamoci un po' sopra

Anonymous said...

Cara Nessie,
manco da molte settimane dal tuo Loch perché ho attraversato un lungo periodo che mi ha visto impegnato su altri fronti.Ma questa storia del Crocefisso mi ha davvero esasperato e voglio dare il mio contributo a questo che oggi sembra il "muro del pianto" della nostra stupida Europa che scientemente ha deciso di fare harakiri per avvantaggiare i barbari che tra non molto spadroneggeranno nelle nostre città e nelle nostre vite.L'avevo previsto che le due Chiese -la Cattolica e la Comunista- entrambe babbee fino alla demenza, cedessero al ricatto del tristo "politically correct" (salvo pentirsi il Vaticano, tardivamente).Tu sai bene che io non sono mai stato credente;ma qui la religione non c'entra.Chiese, cattedrali, icone, quadri di soggetto religioso, crocefissi etc etc fanno parte della nostra esperienza.Atei agnostici e credenti abbiamo questo denominatore comune:le tanto nominate radici cristiane.Come tanti figli dello stesso padre(o madre) alcuni siamo più affezionati, altri siamo indifferenti.Ma l'indifferenza per i propri genitori non comporta l'adozione di ALTRI genitori!Questa la chiamo FOLLIA(specie se i nuovi genitori vogliono la Sharia e sgozzano le figlie se indossano i jeans).E' da pazzi ripudiare la propria storia per "non offendere" gli altri, gli alieni, che vengono a casa nostra a pretendere rispetto delle loro sanguinarie tradizioni.Il Vaticano non disse nulla però quando sette cattolici vennero crocefissi-crocefissi capite?nel 2009-credo in Sudan.E quanti italiani si sentono offesi per la presenza ormai capillare delle macellerie halal?Dobbiamo avere in mente soltanto la sensibilità altrui?A casa nostra?Già è barbaro macellare le povere bestie per la nostra dieta alimentare, ma farlo alla loro maniera, facendo morire dissanguata lentamente la vittima...Qui siamo veramente al capolinea.Tu dirai che il mio intervento è leggermente OT ma io non credo:questa crociata contro il crocefisso vorrei che fosse condotta contro le macellerie halal, contro la barbarie che insidiosamente cercano di far passare per "loro" tradizione ma che sperano di imporre a noi Paesi Ospitanti e Deliranti, democratici ed aperti fino all'autolesionismo.
Nessuno che parli di reciprocità:io rispetto te se tu rispetti me.Qui siamo al rispetto unidirezionale, voluto dai politici ma non dai cittadini(tanto loro non si sporcano le mani con la gente comune:vivono nelle loro aree superprivilegiate).Scusa questo lungos fogo ma era l'occasione giusta per comunicarti che non mi firmo più Occidentale:d'ora in poi il mio nick sarà
Occidentale e Senza Patria
Buona serata a te ai naviganti nel Loch!

Nessie said...

Caro Occidentale, innanzitutto un grazie di cuore per il tuo intervento lucido, puntuale e appassionato che ha chiarito una volta per tutte (o almeno lo spero) CHI siamo e da dove veniamo (credenti e non credenti).
Un'unica precisazione: qui i musulmani non c'entrano e non sono loro gli artefici di questa sentenza. Qui c'entrano le élites finanziarie europee che nella cosiddetta corte di Strasburgo hanno messo in relazione l'esposizione dei crocifissi, con la violazione dei diritti cosiddetti "umani". A questo punto siamo ridotti! I veri crocifissi rischiamo di essere noi Italiani.

Chi invece occupa abusivamente lo spazio di città, vie, sagrati delle chiese all'aperto può starsene con le terga per aria a fare genuflessioni; mentre chi espone a casa propria, scuole, uffici i simboli di un sentimento religioso diffuso (ci si creda o meno, ma che si ricordino i "non credenti" educati nel Cristianesimo che anche il loro atteggiamento mentale ed intellettuale è pur sempre frutto di questa cultura) allora è passibile di essere multato 5.000 euro da conferire a una signora finlandese, quale premio per lo zelo iconoclasta dimostrato.

E' evidente che si usano gli immigrati di altre religioni, per esautorare la nostra e di noi "unbelievers" cristiani.
Ma il salto di qualità che raccomando a molti di fare è quello di non confondere i burattinai (élites finanziarie e massoniche della Ue) con i burattini (cioè gli extracomunitari di altre religioni, compresi gli islamici) sospinti qui da noi in cerca dell'Eldorado Dream.
Sono d'accordo anche con quanto scrivi sulla macellazione halal.

Elly said...

Tra l'altro, non so se avete ascoltato l'intervista del marito della signora (rigorosamente in... incognito e lontano dalle telecamere perchè... teme ritorsioni manco se i cattolici fossero talebani) pretenderebbe di togliere anche tutte le festività cattoliche perchè - dice - sono discriminatorie. E secondo lui, è un grosso problema per chi non crede. Commentate voi che io... io non ce la faccio proprio. Una persona così è solo una bestia insieme alle bestie europee. Ma nessuno gli chiede di rimanersene in italia. Vuole libertà? Vada altrove, ad esempio in francia, in spagna, in inghilterra... lì le radici se le sono già che belle dimenticate. Uh, tra l'altro, girando un pò ho anche trovato questo: http://www.tocque-ville.it/LinkEsterno.aspx?id=2673068

Anonymous said...

Cara Nessie,
in effetti quanto dici tu a integrazione del mio intervento avevo pensato di scriverlo io:perché mi è chiara la differenza fra burattini e burattinai come giustamente li chiami tu.Nella foga del discorso, scelsi di parlare dei burattini senza arte né parte- ma pervicaci nelle loro pretese insensate- non sottolineando il fatto che le enormi responsabilità per i danni arrecati alle nostre vite le hanno i tristi personaggi che tu nomini, i burattinai appunto.Diciamo che è più "facile" per uno sfogo emotivo prendersela con quelli che per me rimangono degli alieni che nel bene e nel male sono visibili:i burattini appunto.E' più difficile inveire contro le eminenze grigie che stanno a Bruxelles ma- come saggiamente ci ammonisci- è bene ficcarsi in testa che sono costoro che conducono il gioco.
Ri buona serata da un Occidentale che non si riconosce più nella mentalità occidentale

Nessie said...

Guarda Elly, se c'è una persona che è contraria ai fanatismi religiosi quella sono io. Ma questi coniugi "finlandesi" li spedirei volentieri a Riad, nello Yemen, o magari chiederei perfino un aiutino ai Talebani delle montagne di Tora Bora. Così si prenderebbero un bel po' di paura e tornerebbero magari rinsaviti. Altro che venir fuori a parlare di "talebani cristiani".
I veri talebani dell'ateismo da ghigliottina sono proprio loro. Ma guardate un po' voi in che razza di democrazia del Menga ci tocca di vivere! due emeriti beoti che hanno la meglio su tutto un popolo. Le minoranze oppressive, contro la maggioranza!

Nessie said...

Hai ragione Occidentale, anche perchè ora con la crisi, dopo aver fallito nella favoletta del Sogno americano, vogliono far credere ai disperati del pianeta di Asia, Africa, America Latina che esista il Sogno Occidentale, quello che non offre manco più lavoro per noi.
Western Dream or Western Nightmare?
Buona notte!

Anonymous said...

Si dice che il buon Dio riesca a trarre cose buone da quelle cattive. Così questa ennesima vicenda di subdola manipolazione Politicamente Corretta farà aumentare l'avversione generale e popolare verso questa UE'/EURSS orwelliana e chi per essa.
Scarth

P.S.: e se ci sentissimo offesi dalla presenza della UE' invece che del Crocefisso la si potrebbe rimuovere e farci risarcire?

Aldo said...

A proposito delle "iniezioni" di culture forestiere indesiderate che ci stanno propinando, ricordo che se vuoi sottrarre la ciotola a un gruppo di cani senza farti mordere, è utile provocare prima una lite tra i cani del branco. Nel loro ringhiarsi a vicenda, non noteranno la mano che li deruba. Non è solo un'immagine metaforica: nel caso dei cani funziona davvero - perché non dovrebbe funzionare nel caso degli umani? Infatti, funziona.

PensieroLiberale said...

Sono ottimista.
Credoche sarà la volta buona che gli uomini di buona volontà si sveglieranno.
Del resto la prossima occasione rischia di arrivare fuori tempo.

A proposito.
In questi giorni nel mio blog pubblicherò diversi articoli per ricordare la caduta del Muro di Berlino e l’inizio del cammino verso la democrazia dei Paesi oltrecortina.
Ci tengo a conoscere il tuo punto di vista sulla questione.
Provo ad rendere note questioni che mi hanno particolarmente toccato.
Spero di riuscirci e spero che questa sia un occasione per ritornare a leggerci con più frequenza.
Per ora grazie.

Elly said...

Ooops, ma che caso! http://www.loccidentale.it/articolo/una+parete+bianca+%C3%A8+il+simbolo+della+nuova+europa.0081101

Nessie said...

Ottima metafora canina, Aldo ;-)

Pensiero Liberale, verrò senz'altro, mi interessa.

Grazie Elly per i tuoi links.

Nessie said...

Scarth, speriamo che le vie del Signore siano così infinite da toglierci quest'Europa dalle palle.

Closethedoor said...

Converrebbe forse specificare che la corte europea dei diritti dell’uomo è un organo del Consiglio d'Europa, non c’entra con l’Unione Europea. E' un dettaglio, ma insomma…
Secondo, è stata l’Italia stessa, sottoscrivendo nel 1950 la Convenzione sui diritti dell’uomo, a dichiararsi 'equidistante' da tutte le religioni professate nello Stato.

A me pare che la sentenza non abbia fatto altro che evidenziare un'incoerenza denunciata da tempo (molto tempo prima che arrivasse quel cazzone di Adel Smith). Infatti il giudice Lettieri, che annuncia ricorso, dice quanto segue: "sottolineeremo che noi non siamo uno Stato laico, ma concordatario, come sancito dall'articolo 7 della Costituzione, e che quindi ha rinunciato ad alcune delle sue prerogative".

Ripeto: lo Stato italiano ha rinunciato ad alcune sue prerogative. Cioè il re è nudo.

Nessie said...

"Converrebbe forse specificare che la corte europea dei diritti dell’uomo è un organo del Consiglio d'Europa, non c’entra con l’Unione Europea. E' un dettaglio, ma insomma...".

Sì, è solo un dettaglio visto che intorno alla Ue ruotano una serie di consigli, commissioni e sottocomissioni che francamente non siamo obbligati a conoscerne le funzioni e che fanno parte di quel calderone burocratico che serve solo a creare confusione. D'altro canto, come avrai capito, non solo sono euroscettica, ma eurocontraria. E ti dirò di più : alle prossime Europee non voterò più per nessuno.

Sulla Dichiarazione dei Diritti dell'uomo, è da mo' che la sottoscritta scrive su questo blog che è la nuova RELIGIONE mondialista e che i diritti umani sono solo un ipocrita mercato delle vacche (si veda la recente scoperta delle multinazionali del Michigan che utilizzano bambini per la raccolta dei mirtilli).

Vanda Sanzogni-Holik said...

Nessie, a proposito di quest'evento, permettimi di citare un profetico scritto di Evola del 14 gennaio 1954:

http://www.centrostudilaruna.it/evolaoscura.html

Purtroppo credo che la mia generazione (io sono nata nel 1955) e' l'ultima che ha avuto il privilegio di vedere un Italia ITALIANA. Probabilmente i nostri nipoti forse non avranno neanche la libertà di conservarne i ricordi: ci avviciniamo sempre piu' al mondo di Orwell.

Nessie said...

Grazie Vanda: scritto interessante, ma davvero apocalittico.
Ciao.

CloseTheDoor said...

IMHO, senza questa bagarre i crocifissi sarebbero spariti da soli per semplice disinteresse. In molte scuole nuove o restaurate sono stati rimessi adesso perche' si sono accorti che mancava... L'Italia è già scristianizzata, ma si continua a battezzare i figli per non dare un dispiacere ai nonni e a fare religione perché nei formulari c'è solo l'opzione SI (alla scuola costa troppo organizzare un'attività alternativa): è una violenza educativa cui pochi genitori hanno il coraggio di sottrarsi per paura di vedere il figlio emarginato. I nostri politici difendono i Valory cattolici per ingraziarsi il Vaticano dato che sembra funzionare elettoralmente, ma il loro comportamento privato non è esattamente "cattolico". E via così.

Da credente, trovo TRISTISSIMO che il crocifisso sia ridotto a un simbolo etnico, né ci può essere nessuna vera, seria difesa di un simbolo, dato che nessuno ci crede se non come un soprammobile "tradizionale". Tanto vale appendere alla lavagna un cornetto portafortuna: anche quello è tradizione italiana.

Nessie said...

Non sono del tuo parere, Close. E di queste cose, così come pure dei tanti errori della chiesa, ne ho parlato anche troppo.
Mettere il crocefisso alla stregua del corno,la dice lunga su che razza di fede puoi avere. Curioso, che tocchi sempre a me, che purtroppo non sono credente, dovermi difendere da certi "credenti".

Anonymous said...

---> CloseTheDoor : è da duemila anni che il Crocefisso sta per "sparire da solo" o con l'aiuto di chi voleva accelerarne la dipartita; come i vari tirannelli che si sono succeduti e che ora si trovano in compagnia della UE' e chi per essa (non faccio distinzioni formali).
Scarth

P.S. : come cattolico mi rifuito di accettare l'idea illuminata che il Crocefisso sia semplicemente una griffe da salotto. Se non altro per rispetto di chi ci ha lasciato e ci lascia la pelle pur di non rinnegarlo. Per quelle cose lì c'è ampia scelta politicamente correttissima.

Josh said...

Ho seguito tutti i commenti e sono state dette parecchie cose giuste e molto azzeccate.
Nessie, quoto una delle spiegazioni più realistiche di tutto l'amabaradan,
che hai scritto:

"i "diritti umani" è uno sconcio mercato delle vacche che si usa come arma impropria solo quando fa comodo e che un crocefisso appeso a una parete di un'aula, oltre non ledere alcun "diritto umano" è la rappresentazione di tutti quelli che soffrono senza ottenere giustizia.
Ma questa favola umana è troppo grande, troppo sublime, perché queste élites che hanno fatto della MOneta il loro Dio, possano comprenderla. E allora in mancanza di comprensione, la cancellano."

E' così. Non si tratta di opinioni, non si può che essere d'accordo.

Josh said...

@Scarth:
...per rispetto di chi ci lascia la pelle oggi e nei secoli (gli ultimi, i cristiani morti crocifissi in Sudan)...e anche in rispetto di Chi ce l'ha lasciata allora la pelle, Gesù Cristo in persona.

@Closethedoor: proprio un corno non è...Certo se vuoi addentrarti nella mitica cristiana prendi un Nuovo Testamento. Che è poi basato sulla mistica della Croce.
E non vedo perchè avere dappertutto invece del campanile, come è sempre stato qui, dei minareti.
Sopprimi il crocifisso arriva il burqa. Olanda, Uk insegnano.

_Conoscevo lo scritto di Evola al sito. Ha sempre chiavi di lettura affascinanti. E apocalittiche.
Grazie Vanda per averlo ricordato.

Nessie said...

Grazie voi Josh e Scart.
Tutto è esposto al pubblico per ciò che concerne la cristianità: è esposto al pubblico la croce in cime alle vette e non so quanti siano i sentieri di montagna che si chiamano "Sentiero delle Tre Croci". E' esposta all'angolo della strada dove c'è stato un incidente stradale e qualche anima pietosa porta dei fiori; è esposta in cime ai campanili. Altri segni della cristianità sono nei piccoli tabernacoli che le case marine incastonano nelle loro case e che guardano verso il mare. Nei motopescherecchi che hanno la croce e mettono anche santi e madonnine all'esterno e all'interno. Sugli scogli dove domina la Stella Maris. E sott'acqua col Cristo degli Abissi.
Andare a toccare queste vestigia o anche solo giustificare chi lo fa, perdersi nei meandri demenziali del burocratismo delle leggi, significa condannarsi alla desertificazione e al buio. Come quello che ho messo io nel post.

Closethedoor said...

Grazie per l'apprezzamento sulla mia fede. Ma per favore, fai caso al fatto che io NON ho assimilato il Crocifisso al cornetto portafortuna. Sto dicendo casomai che la sua riduzione a simbolo etnico, contenitore senza contenuto, rischia di fargli avere lo stesso valore.

Nessie said...

Non ti offendere Close, ma messa in questi termini sembri anch epiù iconoclasta di un calvinista:

"Da credente, trovo TRISTISSIMO che il crocifisso sia ridotto a un simbolo etnico, né ci può essere nessuna vera seria difesa di un simbolo, dato che nessuno ci crede se non come un soprammobile "tradizionale". Tanto vale appendere alla lavagna un cornetto portafortuna: anche quello è tradizione italiana".

La verità è che dall'Europa ci obbligheranno a NON CREDERE, a OBBEDIRE e a COMBATTERE per guerre non nostre (copyright Aldo). E aggiungo io: a morire per i banchieri centrali.

Orpheus said...

Ciao Nessie...beh hai letto sul mio blog cosa penso della faccenda e quanto sono incavolata con il nostro Governo per la scellarata idea di ratificare il Trattato di Lisbona, senza porre alcun genere di paletto.
Potevamo almeno fare come Cechi, polacchi,irlandesi e inglesi e invece abbiamo consegnato la nostra sovranità nazionale a quegli avvoltoi...
Ciao mary

Nessie said...

Essì Mary, ho ben visto. Ma cechi, polacchi, irlandesi hanno ancora dei leader che si sono fatti il mazzo con altre emergenze come il comunismo per i primi due, e il colonialismo britannico per l'Irlanda. Noi invece abbiamo una manica di frasconi che ha consegnato la patria per qualche scranno a Bruxelles e un sostanzioso emolumento. Per questo non credo che voterò alle prossime europee.
Prima salterà il pentolone, meglio sarà.

Anonymous said...

Cara Nessie, io è da almeno venti anni che non voto alle elezioni europee (minoscolissimo). Già all'epoca avevo subodorato la fregatura e, ricordo, nella mia cerchia, tutti mi davano addosso. Ora che la frittata è fatta, qualcuno mi dà ragione. Troppo tardi, temo, se non a prezzo di grandi sconvolgimenti. Paola.