25 May 2007

Se i preti sono pedofili, i comunisti mangiano i bambini

Siamo alla guerra dei luoghi comuni e dei sillogismi più assurdi. Cui bisogna replicare con egual moneta, se si vuole sopravvivere. Altrimenti non c'è salvezza. L'operazione Santoro sulla pedofilia in Vaticano che andrà in onda, come promesso, giovedi prossimo, raggiunge due scopi: 1) dare fiato alle inchieste-bufala della BBC, già screditate in GB, quale risposta mediatica da parte di una tv biecamente sinistra, autoreferenziale e incapace di rinnovarsi, al Family Day; 2) rimuovere l'ostacolo del celibato dei preti cattolici, ultimo tabù rimasto presso le chiese protestanti, tra cui emerge la Chiesa anglicana, considerata una delle più secolarizzate.
Ma ne esiste un terzo, di cui sono fautori i soliti rosaripugnanti di casa nostra, che con ogni probabilità parteciperanno in studio, alla trasmissione di giovedì prossimo: legalizzare e rendere trasparente la pedofilia, come ha già tentato di fare Marco Cappato, dell'associazione Luca Coscioni ai microfoni del TG2, dove ha tenuto palesemente il bordone al Partito dei Pedofili Olandesi. La loro tesi è semplicemente aberrante: se certe cose accadono in convento e in Vaticano, liberalizziamole come si fa per droghe e spinelli. E allora otterremo così il nichilismo e lo sfascismo assoluto. Tanto peggio, tanto meglio. Oltreché, benitenso, aver raggiunto lo scopo supremo pannellian-comunista di disfarsi del Vaticano. Dio è morto, Marx è risorto. E' diventato gay, fa la lotta di sesso e mette la stella a 5 punte sulle cattedrali . Con buona pace per mons. Bagnasco, piantonato dalla scorta - unico caso in tutto il mondo di un religioso sotto scorta.
Per chi volesse saperne di più sul secondo obiettivo, rimando alla lettura de Il Foglio di mercoledi 23 maggio che fa esplicito riferimento al filosofo inglese Roger Scruton sul bigottismo wasp " Non sono i pedofili l'obiettivo della BBC, ma il celibato dei sacerdoti". Ovvero , come il secolarismo è ossessionato dal sesso e rinunciarvi è uno scandalo secondo le tesi di Scruton, il quale sostiene che la BBC sparge una cultura del nulla, mentre invece moraleggia sulla chiesa.

Ma torniamo alla Santoreide. Quello che più disgusta è che certi giornalisti abbiano la faccia di tolla di fare i martiri della repressione sulla libertà di stampa, quando trattasi invece di calunnia a mezzo stampa. Ma abbiamo o no il diritto, come telespettatori, di avere delle inchieste decenti, visto che la RAI sta in piedi coi denari del nostro canone? E perchè, la brava Milena Gabanelli (che pure è di sinistra) avrebbe rifiutato detto format della BBC, per il suo programma Report, per lasciarlo nelle mani di S.Michele da Sarno? Perché a differenza del suo collega non è una masaniella arruffapopolo e ha fiutato la bufala cosmica. E per giunta, già scaduta come una mozzarella di Battipaglia.
Non credo che guarderò Michele-Bellaciao. E nemmeno il lubrico Vauro con quell'espressione da satiro infoiato alla perenne ricerca di cose pecorecce con cui condire le sue vignette. Sempre arrogante con la Chiesa e i cristiani, ma supino e prono all'islam, come durante il caso delle vignette danesi nel 2005. Non alzò un dito - questo ciarlatano - per difendere i suoi colleghi danesi sotto Jihad per le caricature antiMaometto del Jylland Posten. Anzi, ipocritamente, difese pure il "sentimento religioso islamico", mentre questi satanassi davano alle fiamme le ambasciate danesi.
Resta da esaminare un interessante paradosso. E riguarda i temi dell'omosessualità e della famiglia. Il diffuso pregiudizio anticristiano vieta ai cattolici di dichiararsi solidali con le posizioni della chiesa su questi temi (si veda il caso Buttiglione a Strasburgo nel 2004). Nel frattempo si è accasato in Europa e in Italia un islam radicale e fanatico che sull'omosessualità dice, predica (e fa) cose orribili. Cose che la Chiesa non sostiene più da parecchio tempo. Ma i vari Michele-Bellaciao, i Vauro, l'Arcigay e l'Arcilesbiche, in compagnia di radicali, dei falcemartellati, verdi e postcomunisti, si voltano dall'altra parte e fingono di non sentire. Scherzi da "preti rossi" del relativismo etico e culturale.
Torniamo alla pedofilia. Essa può infiltrarsi anche in sagrestia (scusate la rima), come in tutti gli ambienti chiusi: collegi, scuole, luoghi i lavoro. Ne è piena perfino l'UNICEFe l'ONU, pensate un po'...Ma tutto questo accade perché l'umanità è un legno storto, non certo perché sia la chiesa e il Cristianesimo a predicarlo. Né, è una ragione evidente per tentarne la via della legalizzazione come osano fare i radicali, servendosi di cattive campagne di stampa e utilizzando i canali-tv dei Santoro-Bellaciao. E allora per rimanere ai luoghi comuni, se i preti sono TUTTI pedofili, i comunisti mangiano i bambini e i radicali glieli forniscono.

32 comments:

siro said...

Cara Nessie, io credo che dietro questa manfrina dei preti pedofili ci sia un solo obiettivo: avvelenare la pubblica opinione nei confronti della Chiesa. Creare una sordida associazione mentale, del tipo prete=pedofilo, che condizioni e limiti chiunque voglia e possa portare argomenti a favore dei sacerdoti. Ora, è un dato di fatto che alcuni preti si siano resi colpevoli di quel crimine orribile, ma non vedo che senso abbia tutto questo ai fini della corretta informazione. In base al medesimo principio, poiché la maggior parte delle violenze sui minori avviene in famiglia, ne dovremmo concludere che tutti i padri o i nonni sono pedofili. Bisogna avere il cervello bacato per propagandare stupidaggini simili.

Lontana said...

Bellissimo il finale! :-)))))
Condivido tutto e anche l'astuta manovra suggerita dal Foglio. Infatti, mentre in Italia se ne parla poco, all'estero, nei paesi anglosassoni e protestanti, si parla sovente del celibato dei preti.Lo si critica aspramente anche in comunità cattoliche contaminate dalla mentalità"progressista" o protestante. C'é anche una forte spinta delle femministe che vorrebbero che le suore possano celebrare la messa.
A questo punto, anche con l'Islam alle porte, la Chiesa cattolica é assediata, ma i sinistri nostrani continuano a vederla come ricchissima e influente.Chissà mai che vantaggio pensano di ricavarne a demolirla!
Ciauuuu!

Occidentale said...

Cara Nessie,
la Verità non interessa a nessuno, ognuno la distorce in vari modi:l'importante è dimostrare la bontà(sic) delle proprie convinzioni politico-religiose e quando dico religiose non penso né alla fede cattolica né a quella musulmana, bensì alla più perniciosa di tutte le confessioni, cioè quella politica, più precisamente:la fede "sinistra" in tutte le accezioni che questo lugubre aggettivo comporta.
L'altra sera per sbaglio ho seguito per circa un quarto d'ora la trasmissione di Santoro:quando fu allontanato dalla Rai lo trovai ingiusto.Adesso che trovo intollerabile la sua faziosità credo che non sia stato un male...fare il giornalista implica la capacità di porre domande stimolanti,non conoscere a priori TUTTE le risposte come fa lui.In un altro post ho espresso quali siano le mie forti perplessità sulla categoria:eccetto i rari casi di aquile che volano in alto, molto in alto, la maggior parte sono delle quaglie che volano raso terra.Santoro è di certo fra queste...E' arrivato a dire, sempre durante il corso della sua sciagurata trasmissione,che non è corretto attribuire tutti i crimini e gli stupri agli extracomunitari.Benissimo:ma perché incoraggiare tutti i disperati della Terra a venire a delinquere sul suolo italico, visto che di avanzi di galera nostrani ne abbiamo in quantità?Rettifico quest'ultima espressione, "avanzi di galera" che grazie a Mastella è diventata anacronistica...bisognerebbe dire "turisti di galera" in quanto quasi tutti i criminali, grazie al suo geniale indulto, si fermano ben poco nelle patrie galere, giusto il tempo di rilassarsi e pensare ai futuri crimini...Sicuramente il mio è un intervento OT, come si dice in "lochese" ma mi sono fatto trascinare dall'odio feroce che nutro-insieme a milioni di italiani- verso quel babbeo di Mastella che o è scemo o è semplicemente incollato alla cadrega che pur di tenersela appiccicata al sedere farebbe cose umane e divine.
Buon week end agli early sailors che navigano nel Loch

Nessie said...

Siro, hai ragione. Ma la pessima informazione santoriana, tende proprio a questo. Come ho spiegato nel mio paradosso, Dio è morto e Marx è risorto. Con tanto di stelle BR da porre sui muri delle cattedrali. La lotta di classe, sposta solo i suoi obiettivi. Ciao!

Nessie said...

Lontana, il titolo del post l'ho scippato al buon Sauro, in uno dei suoi lapidari commenti da Bernardo di Chiaravalle. E me ne sono servita pure per chiosare, :-).Aggiungendovi i radicali.
Quello che ha scritto il Foglio e che tu sottolinei è la pura verità. Consiglio vivamente i frequentatori di questo blog, di andarlo a reperire. Ci sono gruppi di protestanti fautori delle donne sacerdote e si sono fatte esplicite richieste pure per sacerdoti-gay.
Inoltre negli States c'è stata una sorta di "Mani pulite di Dio", imbastendo delle Tangentopoli americane contro le chiese cattoliche allo scopo di farle esplicitamente chiudere. Poi, molti di quei preti furono prosciolti, ma intanto le loro parrocchie dovettero chiudere bottega. Ha ragione Siro: allo stessa stregua, se si generalizzasse, dovrebbero chiudere le famiglie. Ciaoù.

Nessie said...

Occidentale, ogni fede ha i suoi fanatismi e commette i suoi errori ed orrori. Ma non vengano a dirci che "il credo comunista" e pure quello "laicista-radicale", siano meno fondamentalisti degli altri. E ne vediamo tutte le conseguenze. Hai detto giusto, anche il comunismo è una FEDE, che Raymond Aron definì la più grande religione secolare di tutti i tempi.
Santoro, ai tempi del governo Berlusconi fece il martire della repressione, ma il suo è il classico e napoletanissimo (vabbè è salernitano) "chiagne e fotte".

Lo PseudoSauro said...

"Glieli forniscono" e "glieli fornicano". :-)

Pippo said...

Certo ci sono Preti pedofili e ci sono stati veramente comunisti che hanno mangiato bambini per fame in seguito all'intelligentissimo sterminio dei piccoli proprietari contadini.
Marx è risorto! Gioiscono per aver sostituito il vecchio buon Dio con un professore di filosofia fallito, morto di fame nel senso letterale ma anche in quello più spregiativo dell'espressione, che non ha mai tenuto una lezione, non ha mai guadagnato un soldo lavorando, ha predicato lo sterminio dei borghesi ma non essendo capace di mantenere se stesso e tanto meno la sua famiglia (due figli suicidi), si faceva mantenere da un ricco borghese di nome Engels.
E se si preconizza la legalizzazione della pedofilia, che il buon Capezzone vuole depenalizzare alla guisa dell’consumo di droghe leggere e non, penso abbiano da dire qualcosa di serio i genitori dei due bimbi morti e di quelli rimasti feriti nel recente incidente del pullman scolastico nel Vercellese.
E nel frattempo aspettiamo Santoro,
Tutti dovrebbero oramai aver capito che l’eroismo di sinistra è inversamente proporzionale alla capacità di reazione dei suoi antagonisti.

Anonymous said...

Il tuo post è molto ben scritto e ne condivido totalmente l'impianto e le conclusioni. Sono convinto che l'obiettivo di Santoro e dei suoi amici non siano tanto i preti pedofili che purtroppo ci sono (ma quale categoria sociale ne è esente?) quanto piuttosto la Chiesa cattolica ed il celibato dei suoi preti. E, come giustamente scrivi, vorrebbero mettere Marx al posto di Dio. Con i bei risultati che si sono avuti nei paesi dove hanno dovuto subire il comunismo.
Ciao e grazie. Xavier

Nessie said...

Sauro, di chi parli? Dei radicali liberi? :-)
Pippo, un barbudos fallito che ha fatto (e continua a fare) sfracelli. Forse perché sotto sotto qualcuno sogna di emularne le gesta eroiche: non fare un tubo, farsi mantenere, e sognare lo sfascio della società.

Xavier, giusto. Di questo passo, eliminiamo la famiglia perché anche lì in mezzo, c'è stato qualche abuso.
Temo che la lotta e l'odio di classe, si siano spostati verso la Chiesa. In mancanza di altre classi da distruggere, bisogna ben che i compagni si inventino un nemico da abbattere, no?...
E questo è possibile in compagnia dei radicali che confondono la llibertà col libertinismo.

Orpheus said...

Ciao Nessie, io ormai ho consumato i tasti del Pc per denunciare la criminale presa di posizione dei radicali a riguardo della pedofilia.
E purtroppo, ogni volta che scrivo un pezzo sull'argomento arriva il solito beota afflitto da carità pelosa e pedofila a lasciare perle come queste: "l'istinto alla pedofilia non è necessariamente una libera scelta, può essere un tratto genetico. dovremmo per questo perseguire le persone che portano tale fardello?"
Adesso tu sai quanto queste dichiarazioni mi facciano infuriare, perchè contribuiscono a "normalizzare" la pedofilia, a trasformarla in qualcosa d'innoffensivo, pericolosa, al massimo dell'ironia, per i pedofili (dei bambini abusati, violati che vuoi che gliene freghi).
In alternativa ci sono quelli che sottilizzano su quando un bambino (sig!) o adolescente raggiungono la maturità sessuale e quindi hanno diritto a fare sesso fra loro o con gli adulti(doppio sig!!). Infischiandosene che un adolescente o un bambino non sono mai liberi nel rapporto con un adulto perchè ne subiscono il potere psicologico e non sono in grado di difendersi.
Questi garantisti della pedofilia "dolce" diventano immediatamente forcaioli quando i pedofili sono preti, dimostrando a pieno titolo tutta la loro amoralità. Vogliono una società devastata dove la libertà personale é elevata a feticcio assoluto e intoccabile.
Droga libera anche se provoca incidenti e aggressioni
Pedofilia libera anche se i bambini pagano un conto salatissimo.
Famiglie bisex benedette dallo stato,adozioni gay, eutanasia senza se e senza ma e anche infantile...insomma la lista é lunga. Quanto lunga é la lista degli innocenti indifesi che pagano lo scotto di questa forsennata ricerca della trasgressione.
La Chiesa combatte TUTTO questo pattume, quindi é un nemico da abbattere.
Il family day NON poteva passare indenne dal suo straordinario successo: ecco venire buono il documentario-spazzatura della BBC per gettare fango sulla Chiesa. "Peccato" che il fango gli ricadrà in faccia.
Ciao e buona domenica Mary

Nessie said...

Mary, quel che sorprende è lo zittificio omertoso dei media al riguardo. Anzi, Marco Cappato è stato pure ospitato dal TG2. Per me dovrebbero essere banditi, con posizioni simili come quelle!

Quanto ai DICO, si parte con quelli, poi non si sa dove si va a finire. Ma intanto la cataratta ininterrotta è già iniziata con Nicky Vendola che va dichiarando al Corriere di volere adottare un figlio.
Tu, Bernardo, Lontana e la sottoscritta facciamo del nostro meglio per tenere desto il problema.
Certo che predicare lo sfascio totale per poi prendersela con la Chiesa quando ha al proprio interno dei cattivi ministri, è roba da Inquisizione laicista. I nuovi Torquemada sono proprio loro: i radical-comunisti-verdi, insieme a San Toro.
Penso che faremmo bene a scrivere tutti alla Rai.Ciao, buona domenica anche a te.

Massimo said...

Ma quanti sono i bambini che sono passati attraverso l'esperienza in parrocchia senza aver subito alcuna molestia, anzi arricchendo il proprio bagaglio culturale ? Milioni, miliardi.
Percentualmente i casi di preti molestatori di bambini sono irrisori, probabilmente inferiori agli incidenti del sabato sera, ma servono alla cricca omofila per stornare l'attenzione dalla deriva morale delle sue richieste.

Nessie said...

Esattamente Massimo, "la cricca omofila" col moralismo del doppio binario.
Un inciso: oggi Marco Cappato (il pro partito pedofili) e Luxuria con altri di quella risma erano a Mosca per una delle loro giornate dell'orgoglio. Be' hanno preso un sacco di manganellate dalla polizia russa. Che evidentemente dai tempi dell'URSS non è mai stata variata.
Ironia del destino: Luxuria piglia legnate e pugni da quei falcemartellati provenienti dallo stesso ceppo di quelli con cui si è candidato-a. E' solo che quelli, non scherzano. Quando si dice, la nemesi storica...:-)
E' proprio vero che i peggiori nemici dei comunisti, sono i comunisti stessi. Si fanno fuori tra di loro come i clan rivali della camorra.

Occidentale said...

Cara Nessie,
avevo scritto un commento piuttosto lungo per i miei abituali cànoni-stamattina- ma evidentemente si è perso fra le maglie della Rete...Riassumerlo mi è difficile perciò pazienza! In margine a quanto dici tu fra i pestaggi cannibalistici(comunisti contro comunisti)accaduti a Mosca, benché ovviamente contrario a queste forme di violenza (ma non mi sono mai illuso che in Russia bastasse la "caduta" del Comunismo perché si diventasse civili da parte di chi governa)non posso che essere d'accordo con te.I peggiori nemici dei comunisti sono i comunisti(e non dimentichiamo che il caro Putin viene dal KGB e non da Amnesty International...).Chissà se gli onorevoli malmenati hanno imparato la lezione:ingenuamente avranno pensato che siccome nella terra di Nessuno che ormai è l'Italia, dove ci si sforza di legalizzare perfino la pedofilia,è legittimo manifestare, lo stesso si può fare altrove.
Non invoco certo pestaggi per le manifestazioni nostrane, ma che almeno si reagisca usando la ragione per quanto riguarda le folli pretese di dichiarare "geneticamente normale" il ricorso alla pedofilia...Non mi voglio ergere a giudice, e non saprei che sanzioni proporre;ma è evidente che i pedofili sono immaturi e mentalmente disturbati:non si può avere una relazione sessuale, o erotico-sentimentale, se non a pari condizioni psicologiche, economiche, gererchiche etc etc.Sappiamo tutti che questo-che sarebbe l'optimum- è di difficile attuazione.E allora tolleriamo di buon grado l'ineluttabile:cioè la "guerra" fra adulti.Ma la prevaricazione del forte sul debole quella no.Non possiamo pensare che qualche aberrante leggina venga approvata per dare diritto di cittadinanza a delle eprsone sessualmente disturbate!
Buona domenica,piovosa, da Occidentale

Nessie said...

Grazie Occidentale :-) e io mi godo la pena di contrappasso di un onorevole rifondarolo a nome Vladìmir, che si chiama come Lenin e come Putin e che viene strattonato dalla polizia nella terra del sol dell'Avvenire.

eudora said...

Condivido fino alle virgole il post ed i vostri commenti.
A proposito di Luxuria avrei una domanda: se dovessi ri-rifarsi il naso a causa delle manganellate, la cosa è ancora a suo carico o a carico nostro?

Nessie said...

Ciao Eudora, è un po' che non ti si sentiva :-) qua la sopravvivenza si fa sempre più dura, come vedi.

paoletto said...

Mi associo nell'aprezzare e condividere da cima a fondo il post.
La sinistra ormai lanciata sul treno del relativismo/anarchico non puo' e non vuole fermarsi e trova nella Chiesa l'ultimo baluardo da abbattere. Uno alla volta debbono essere rimossi gli ostacoli che si frappongono al raggiungimento del loro delirante progetto sociale.
Cosi come aggredire l'avversario anche la liberalizzazione delle droghe si inserisce a pieno titolo tra gli strumenti di lotta politica adottati dalla sinistra.
Togliere coscienza alle nuove generazioni e' il modo migliore per rubargli il futuro ed imporgliene uno preconfezzionato.

Nessie said...

Poaletto , è vero quel che scrivi, ma non ce la farà. Ricordi quel che scrisse l'Oriana? La religione è qualcosa di talmente radicato nelle masse che la cacci dalla porta, ti ritorna dalla finestra.l'ateismo materialista e marxista ha fallito nell'URSS e in Polonia. Sta erodendo pure la Cina. Fallirà anche in Italia dove il sentimento cattolico mi pare ancora piuttosto radicato. E se poi i comunisti e i postcomunisti usano i radicali come loro compagni di viaggio, allora fallirà anche prima. Ciaoù :-)

Anonymous said...

Intanto Cappato l'han menato a Mosca,ma eran troppo poche :-)

Stella

Nessie said...

Stella, aggiungo un pizzico di cattiveria alla tua, dicendo che mi godo la scena. La verità è che qualcuno è convinto , non nella dottrina dell'esportazione della democrazia, ma nell'esportazione dei loro porci comodi.

Anonymous said...

OT

l'ultima, imperdibile porcata di Bocca; si sputtana sempre piu' da solo, pover'uomo.

http://riflessiditana.go.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1499184

Stella

Anonymous said...

Grunt, ho sbagliato il link, comunque il post e' intitolato

Ipse Bocca dixit: non lo stendiamo
mica un velo pietoso..

Stella

Nessie said...

Stella Che ti aspetti da un vecchio rimbambito come Bocca?

Lo PseudoSauro said...

OT su Luxuria

i russi si scompisciavano dalle risate a vedere un uomo vestito da donna che protestava al femminile in una lingua sconosciuta. La polizia non ha reagito perche' occupata a tenersi la pancia dal ridere, tanto che hanno chiamate le forze speciali che, notoriamente, sono meno inclini all'umorismo. L'Europa e l'Italia sono rappresentate da gente che si fa ridere dietro e i pope ortodossi benedicono chi tira loro uova marce. Altro che combattere l'islam... il nemico siamo noi stessi che abbiamo perso il senso della realta'. Stai a vedere che fra un po' ci tocchera' di emigrare in Russia... :-)

Nessie said...

Come cantavano i Beatles "Back from USSR, how lucky we are, boys....". :-)
Quel che non sappiamo più fare noi eurobabbei lo fanno i russi, dove almeno la nozione di "femminile" e di "maschile" non l'hanno ancora smarrita. Per ora...

Occidentale said...

Buongiorno a Nessie e ai mattinieri naviganti del Loch.La vicenda russa, triste e trista a causa della solita, immutabile Nomenklatura che si arroga il diritto di dettare legge sulla pelle dei cittadini(sono certo che il popolo russo ha ben altri problemi da affrontare nel quotidiano, che non accettare o rifiutare una manifestazione folkloristica come il gay pride)mi ha fatto venire in mente un episodio lontano-bisogna andare indietro di qualche decennio-relativo alla visita nella Russia catacombale di allora, di uno scrittore occidentale , André Gide, comunista fiero prima della partenza, feroce critico del comunismo reale dopo averne visto i risultati orrendi sul campo.I criminali che allora detenevano il potere, per ingraziarsi l'illustre visitatore occidentale(a quei tempi all'apice della fama)non solo non gli fecero pesare minimamente i suoi poco ortodossi gusti sessuali, bensì gli fecero trovare nella suite dell'hotel dove alloggiava, quantità copiose del miglior caviale, champagne a fiumi e anche qualche bel ragazzotto locale per un sano e rilassante "divertissement"...Morale di questo mio aneddoto?Che oggi come allora, a chi detiene il potere in Russia(dove la "democrazia" è una mera illusione:gattopardescamente, il potere sembra cambiare di mano ma è nelle mani degli stessi infausti personaggi del passato:un esempio su tutti:Putin, che per cursus honorum ha la lunga militanza nel KGB)interessa soltanto manipolare le masse a loro piacimento:e le aperture o chiusure,vere o finte che siano, sono soltanto strumentali:hanno un solo e unico scopo:concentrare il potere nelle mani di pochi e spazzare via qualsiasi ostacolo si presenti per strada.Fosse anche una manifestazione voluta da deputati europei.La prossima volta la nostrana Luxuria e compagnia allegra(ma di "gay" purtroppo per loro ci fu ben poco, visti i metodi talebani della polizia moscovita e del vescovo ortodosso benedicente il pestaggio e il lancio di uova marce)faranno bene a tenere conto di tutto ciò.
Mi scuso per il post apparentemente OT, ma mi premeva sottolineare che la Russia non si è sbarazzata né dei metodi alla Stalin né sembra averne l'intenzione...Come dovrebbero sapere bene i postcomunisti nostrani, Luxuria incluso(a).Buona giornata da Occidentale

Nessie said...

Occidentale, altri tempi, quelli di Gide, scrittore a me caro. E' assai probabile che quando l'omosessualità venisse confinata alla sfera personale, fosse accettata perfino dai regimi più liberticidi.
Ma oggi la cosa è alquanto diversa. Intanto trattasi di numerose élites a carattere transnazionale, che non hanno nulla di meglio da fare che viaggiare da una parte all'altra del pianeta per esportare il loro libertinismo. Che se lo tengano a casa loro, in Italia, dove possono perfino essere eletti deputati, se non vogliono correre rischi. Poi, arruolando uno sponsor come Luxuria, francamente non credo possa apportare giovamento alla causa. Inoltre nei loro carnascialeschi gay pride tutto si mescola: trans, travestiti, viados, Drag Queen e spesso con gesti volgari e provocatori fatti in pubblico (lo si vede anceh in tv)che danno fastidio.
Inoltre, con un personaggio arrogante come Marco Cappato dei radicali, che si è portato dietro il leader olandese del partito dei pedofili, davanti alle telecamere del TG2 per suffragarne la causa , francamente non mi sento di proferire alcuna parola di solidarietà.
Sì, la madre Russia è sempre quella dai metodi staliniani. Però il mondo non è ancora la frontiera colabrodo della Schengen dell'Eurabia. E quando sta scritto "hic sunt leones", non si entra. O se si entra, lo si fa a proprio rischio. Inutile poi, che questi signori/signore facciano le vittime e ci mettano in imbarazzo sul piano diplomatico.
PS: vista la partecipazione di Cappato alla spedizione, non siamo OT, ma siamo sempre in tema.

Occidentale said...

Cara Nessie,
lungi da me l'idea - che orrore - di essere solidale con i malati di mente! Mi riferisco a comunisti rifondaroli e simili:nessuno di noi ama sapere che la gente viene picchiata e oltre tutto con l'assenso della polizia, ma da qui a provare simpatia per quelle persone ce ne passa.Non vorrei mi avessi frainteso.
Anche sulle manifestazioni tipo gay pride vorrei che ci intendessimo:pur essendo contrario a ogni forma di discriminazione, non amo affatto queste baracconate, che spesso sono di cattivo gusto.Dirò di più:per me, che ho la presunzione di essere "avanti" rispetto a queste rappresentazioni non sacre,è già di pessimo gusto dover scendere in piazza per perorare cause.Se fossimo davvero in un mondo civile, sarebbe superflua ogni tipo di manifestazione(perché non manifestare- faccio un esempio- a difesa dei biondi piuttosto che dei bruni?) in quanto dovrebbe essere lapalissiano che ognuno fa quel che vuole della sua vita fintantoché non fa del male agli altri.Ma sappiamo che la "civiltà" è solo un'approssimazione.Stando così le cose, certo, non resta che "manifestare".
E a questo punto che ognuno valuti le conseguenze delle proprie azioni:se vado in Arabia Saudita a vendere Bibbie e crocefissi non posso poi lamentarmi se mi sbattono nella più lurida cella e magari mi accoppano dopo avermi torturato a dovere.
Luxuria & company pensavano di essere invincibili(certo:sinistri e oltretutto parlamentari!).E invece gliele hanno suonate, aggiungendo il rosso del sangue al loro rosso ideologico...
Buona serata da Occidentale

Marnie said...

La sinistra, che odia i suoi avversari, s’adopera sempre per cercare di demolirli e toglierseli dai piedi. La sua arma più congeniale, è quella solita staliniana: “calunnia, calunnia, che qualcosa resta…”. L’avversario attuale della sinistra, è la Chiesa cattolica con il Papa e il Clero. Per realizzare i suoi sinistri intenti, gli aiuti, i megafoni, la fantasia e qualche Santo-ro non le mancano. Per questo ha tirato fuori dal suo cappello a cilindro la storia imperfetta del preti pedofili, all’unico scopo di portarle discredito e farla zittire, perché, nel suo concetto di “democrazia”, l’avversario va annientato! E’ tutta qui la storia dell’improvviso “interesse” parziale, più che delle vittime, dei pedofili preti. Di tutti gli altri pedofili, che evidentemente ritiene “innocui”, non le interessa un fico secco, e tanto meno le altre tantissime vittime.

Nessie said...

Marnie, visto che citi San Toro, di cui abbiamo ultra-parlato abbondantemente nel post di cui sopra, mi piacerebbe assistere ad una puntata di Anno Zero sui pedofili nell'UNICEF-ONu. Ma figurati se un organismo simile, divenuto più intoccabile della Chiesa, è messo sotto inquisizione mediatica.